d) è stato, in passato, una delle cause del miglioramento della loro competitività e) nessuna delle alternative proposte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "d) è stato, in passato, una delle cause del miglioramento della loro competitività e) nessuna delle alternative proposte"

Transcript

1 Le produzioni italiane hanno migliorato la loro competitività in passato: a) grazie alla capacità di moltiplicare i fattori produttivi utilizzati b) grazie esclusivamente alle rilevanti innovazioni dei beni e servizi offerti c) grazie anche ai sistemi di incentivazione nelle vendite d) in alcuni casi grazie alle innovazioni apportate ai servizi offerti Con il procedere della globalizzazione: a) la nostra economia ha realizzato un maggiore incremento di produttività rispetto ai Paesi concorrenti b) le produzioni dei Paesi concorrenti hanno subito un costante spiazzamento c) la competitività della nostra economia progredisce con un certo ritardo d) le nostre produzioni conquistano nuove quote di mercato grazie a un abbassamento dei costi di produzione Le nostre produzioni, rispetto a quelle dei Paesi concorrenti: a) hanno conquistato quote di mercato grazie alle innovazioni dei beni e servizi offerti b) hanno una minore capacità di contrastare con incrementi di produttività, gli aggravamenti dei costi c) sopportano costi molto più bassi nella produzione di beni e servizi d) hanno una maggiore capacità di contrastare con incrementi di produttività gli aggravamenti dei costi Il risparmio dei fattori produttivi utilizzati dalle produzioni italiane: a) ha reso il nostro Paese meno competitivo b) ha bloccato l innovazione dei beni e servizi offerti c) sta spiazzando, in modo lento ma costante, le produzioni dei Paesi concorrenti d) è stato, in passato, una delle cause del miglioramento della loro competitività Con la globalizzazione: a) i costi di produzione si abbassano a tutto vantaggio delle nostre produzioni b) la competitività della nostra economia progredisce più rapidamente che in passato c) le nostre produzioni potrebbero subire uno spiazzamento dovuto all aggravamento dei costi d) il risparmio dei fattori produttivi operato dalle nostre produzioni, le rende più competitive Test RIPAM

2 6 7 8 I Paesi con i quali ci si trova a concorrere per la conquista di quote di mercato: a) operano rilevanti innovazioni dei beni e servizi offerti b) offrono beni fungibili con i nostri, ma ottenuti sopportando costi più alti c) incrementano la loro produttività grazie a ricorrenti svalutazioni delle loro monete d) non sono in grado di contrastare con incrementi di produttività l aggravamento dei costi dovuto alla globalizzazione L innovazione di beni e servizi: a) permette di contrastare gli aggravamenti dei costi b) permette, ai Paesi con i quali ci troviamo a competere, di progredire più velocemente di noi c) è il fattore chiave per la conquista di quote di mercato d) causa aggravamenti dei costi, ma non garantisce incrementi di produttività Lo spiazzamento delle nostre produzioni, rispetto a quelle dei Paesi concorrenti: BRANO N. 5 a) potrebbe verificarsi molto rapidamente b) è dovuto all incapacità di contrastare gli aggravamenti dei costi c) avviene soprattutto in favore di quei Paesi in grado di offrire prodotti più innovativi d) è causato dai costi consistenti causati dal processo di globalizzazione Gli indizi di un crescente interesse per i beni di lusso sono molti e consistenti. Il termine lusso, però, appare inadeguato a connotare soltanto il costo elevato di una tipologia di beni; va considerato anche in relazione alle motivazioni all acquisto tanto diverse rispetto al passato. La differenza sostanziale è che, anziché iscriversi nei vecchi codici dell ostentazione, il lusso mobilita oggi motivazioni prevalentemente autoriferite. E, inoltre, a differenza di un tempo, il lusso appare sempre meno come una prerogativa per pochi. Sono numerosi coloro che, pur non caratterizzandosi per redditi particolarmente elevati, optano per prodotti di lusso limitatamente a singole scelte di consumo. È sempre più frequente costatare infatti, nei prodotti top di gamma, acquirenti che, sulla base del reddito disponibile, difficilmente sarebbero ascrivibili al target. Come se ciascuno rivendicasse per singole scelte un orologio, un auto, una vacanza, un abito il diritto/dovere di concedersi il meglio. 1 Oggi, a differenza di un tempo: a) il lusso è sempre più una prerogativa per pochi b) l interesse per i beni di lusso appare in forte diminuzione Test n. 1 Ragionamento critico-verbale (Comprensione di brani) 15

3 c) il lusso è soprattutto ostentazione di benessere d) i beni cosiddetti di lusso sono di qualità scadente È sempre più frequente constatare che molti acquirenti: a) pur avendo redditi elevati, non optano per prodotti di lusso neanche per singole scelte di consumo b) pur non avendo redditi particolarmente elevati, optano per prodotti di lusso per singole scelte di consumo c) non scelgono prodotti top di gamma pur essendo ascrivibili al relativo target d) scelgono una tipologia di beni di costo poco elevato L interesse per l acquisto di beni di lusso: a) è diminuito rispetto al passato pur essendo aumentato il benessere degli acquirenti b) appare ancora limitato a coloro che si caratterizzano per redditi particolarmente elevati c) appare crescente anche se le motivazioni degli acquirenti sono cambiate rispetto al passato d) è comunque ancora da iscriversi nei codici dell ostentazione Molti acquirenti di prodotti top di gamma: a) considerando il reddito disponibile, non sembrerebbero essere ascrivibili al relativo target b) sono meno attenti che nel passato alla qualità del prodotto scelto c) optano per beni di lusso per ogni scelta di consumo d) hanno un reddito decisamente più elevato della media degli acquirenti ascrivibili al relativo target Il lusso oggi: a) interessa soltanto chi non ha redditi particolarmente elevati b) è considerato ancora come un insieme di beni che conferiscono prestigio a chi li possiede c) non attrae l acquirente medio d) è sempre meno un privilegio di pochi Test RIPAM

4 6 7 8 Il termine lusso appare inadeguato oggi perché: a) connota soltanto una tipologia di beni di costo elevato b) le motivazioni dell acquisto di beni di lusso sono estremamente diverse rispetto al passato c) non esistono più beni che si possano considerare di lusso per un acquirente medio d) ormai anche coloro che hanno redditi molto bassi possiedono beni di costo elevato I beni di lusso: a) rispetto al passato, sono oggi disponibili su vasta scala b) sono ostentati in modo diverso rispetto al passato c) sono oggetto di un crescente interesse d) identificano beni di consumo cui tutti avrebbero diritto Le motivazioni all acquisto dei beni di lusso: BRANO N. 6 a) sono più diversificate di un tempo b) sono più legate all ostentazione che un tempo c) nascono, oggi, da un desiderio di autoaffermazione d) sono cambiate rispetto al passato La fine del secolo è stata caratterizzata da una contraddizione esplosiva: da un lato il pianeta si va globalizzando grazie alle comunicazioni e alla tecnologia, e omologando progressivamente nei modelli di consumo e di produzione; dall altro si va frammentando, a seguito dell erosione dei confini nazionali e dell emergere di strutture e istituzioni micro. L indebolimento delle strutture intermedie, a tutti i livelli, sociali e politici, costituisce, a detta di alcuni studiosi, un grave rischio di conflitti. Sia a livello europeo, sia a livello italiano, si assiste al fenomeno che viene definito con la parola glocal, vale a dire alla coesistenza dinamica tra globale e locale, negli ambiti politico, sociale ed economico. È questa, secondo gli studiosi, la svolta epocale nel corso della quale si passerà dal vecchio assetto del mondo a quello nuovo. L impatto sarà tale da mettere in discussione anche gli scenari più probabili ricavati dai trend economici. 1 Secondo alcuni studiosi, l indebolimento delle strutture intermedie che si sta verificando nella nostra epoca: a) è un fenomeno tipicamente europeo b) riguarda soprattutto l ambito politico Test n. 1 Ragionamento critico-verbale (Comprensione di brani) 17

5 c) costituisce un preoccupante pericolo di conflitti d) non rappresenta un rischio per l Italia e per l Europa La fine del secolo è stata caratterizzata: a) dal rischio di conflitti tra Stati dai confini sempre più marcati b) dalla contraddizione che nasce dalla coesistenza, a tutti i livelli, tra globale e locale c) dalla differenziazione dei modelli di consumo nelle diverse aree del pianeta d) dalla frammentazione causata dalle comunicazioni e dalla tecnologia Nella nostra epoca il pianeta si va frammentando: a) come conseguenza dell omologazione dei modelli di produzione b) a causa del rafforzamento delle strutture nazionali c) grazie soprattutto alle comunicazioni e alla tecnologia d) anche a seguito dell emergere di microistituzioni Secondo gli studiosi, ii fenomeno definito con la parola glocal : a) segnerà il passaggio dal vecchio assetto del mondo a quello nuovo b) non presenta particolari rischi nell ambito locale c) avrà un impatto conforme agli scenari più probabili ricavati dai trend economici d) è un fenomeno destinato a esaurirsi con la fine del secolo I modelli di consumo e di produzione: a) verso la fine del secolo si vanno gradualmente differenziando b) grazie alle nuove tecnologie si sono sviluppati in modo autonomo nei diversi ambiti nazionali c) a seguito dell erosione dei confini nazionali tendono ad assumere carattere locale d) con la globalizzazione tendono progressivamente ad omologarsi La svolta epocale segnata dal fenomeno del glocal : a) è dovuta essenzialmente alla nascita e allo sviluppo della rete Internet b) non coinvolgerà quei Paesi che hanno una grossa tradizione nazionale c) presenta maggiori rischi di quelli che abbiamo conosciuto con l industrializzazione Test RIPAM

6 7 8 d) renderà più difficile la comunicazione a livello globale tra le microistituzioni emergenti La contraddizione emersa alla fine del secolo: a) ha fatto esplodere seri conflitti b) è dovuta alla diffusione della tecnologia e delle comunicazioni c) è dovuta alla coesistenza dei fenomeni di globalizzazione da una parte e frammentazione dall altra d) nasce dall omologazione della produzione e del consumo Tra globale e locale: BRANO N. 7 a) non c è alcuna differenza b) esiste il rischio di un grave conflitto c) sono sparite le strutture intermedie d) non può esserci coesistenza L industria, soprattutto nella dimensione della fabbrica, ha subito un cambiamento profondo dagli albori della civiltà delle macchine. Soprattutto negli ultimi anni, sotto la spinta dell automazione, dell informatica, delle telecomunicazioni, il modo di produrre ha vissuto una seconda rivoluzione di cui, tuttavia, spesso non sono balzati alla ribalta gli aspetti positivi. Non stupisce che spesso l impresa venga identificata ancora con i vecchi modelli, con gli ambienti rumorosi e ostili delle catene di montaggio, in fondo con l immagine surreale di Charlie Chaplin in Tempi moderni. Ma, per fortuna, i vecchi sistemi produttivi appartengono in gran parte al museo dell industrializzazione. L azienda moderna è una realtà sempre più integrata di progettazione, programmazione, produzione e marketing: sono aumentate le funzioni aziendali e insieme è cresciuta l integrazione tra le diverse funzioni; è aumentata la responsabilità ad ogni livello e sta crescendo anche la possibilità di far partecipare in vario modo tutti i componenti dell impresa ai risultati aziendali. 1 Nell industria moderna: a) l ambiente di lavoro tende a divenire progressivamente più rumoroso b) sono diminuite le funzioni aziendali c) è ridotta l integrazione tra le diverse funzioni aziendali d) è aumentata la responsabilità a ogni livello Test n. 1 Ragionamento critico-verbale (Comprensione di brani) 19

7 L industria moderna, soprattuto nella dimensione della fabbrica: a) è ancora legata ai vecchi sistemi produttivi b) non ha subito grosse trasformazioni negli ultimi anni c) è spesso identificata con i vecchi modelli produttivi d) è ormai essenzialmente marketing Il modo di produrre ha vissuto una seconda rivoluzione: a) grazie all eliminazione della catena di montaggio b) i cui aspetti positivi spesso non sono emersi c) allo scopo di migliorare le condizioni di lavoro degli operai d) al fine di aumentare la produttività delle imprese Nell azienda moderna per tutti i componenti dell impresa: a) sta crescendo la possibilità di partecipare ai risultati aziendali b) sono diminuite le responsabilità grazie all avvento dell automazione c) è prevista la stessa partecipazione ai risultati ottenuti dall azienda d) sarà prevista una formazione più orientata alla programmazione Gli ambienti rumorosi delle catene di montaggio e i vecchi sistemi produttivi, nell industria moderna: a) quasi sempre convivono con l automazione e l informatizzazione b) sono, per fortuna, in gran parte superati c) caratterizzano la dimensione della fabbrica d) esistono soltanto in alcune fabbriche obsolete L azienda moderna è una realtà: a) in cui non esiste più la figura dell operaio b) caratterizzata dal prevalere dell aspetto della progettazione c) in cui vi sono poche funzioni dagli ambiti del tutto differenziati d) ancora vicina ai vecchi modelli produttivi Le funzioni aziendali, nel contesto dell azienda moderna: a) sono tra loro integrate b) sono aumentate ma non integrate tra loro c) favoriscono l integrazione di tutti i componenti dell impresa Test RIPAM

8 8 d) sono più efficienti che in passato L immagine della fabbrica proposta in Tempi moderni : BRANO N. 8 a) crea, oggi, stupore b) descrive in modo surreale la realtà delle fabbriche dell epoca c) rimane tuttora attuale d) sottolinea l ostilità degli operai verso le catene di montaggio Nel corso degli anni ottanta il modo tradizionale di intendere il ruolo e il funzionamento delle principali istituzioni economiche e dei mercati è stato rivoluzionato. Il paradigma dei mercati perfetti, nei quali l informazione economicamente rilevante è diffusa capillarmente e uniformemente tra gli operatori e aveva contraddistinto i modelli tradizionali di funzionamento dei mercati, è stato di fatto abbandonato. L incompletezza e la distribuzione asimmetrica dell informazione tra gli operatori sui diversi mercati sono all origine delle interpretazioni più recenti di fenomeni quali la disoccupazione involontaria sul mercato del lavoro e il razionamento del credito sul mercato dei prestiti bancari. 1 2 Nel corso degli anni ottanta: a) l informazione economicamente rilevante era diffusa uniformemente tra gli operatori b) il modo di intendere il ruolo delle principali istituzioni economiche era lo stesso degli anni sessanta c) è mutato radicalmente il modo di intendere il ruolo e il funzionamento dei mercati d) è nata e si è sviluppata la disoccupazione involontaria sul mercato del lavoro Il cosiddetto paradigma dei mercati perfetti : a) è all origine delle interpretazioni del fenomeno del razionamento del credito b) è stato sostanzialmente abbandonato nel corso degli anni ottanta c) prevede la distribuzione asimmetrica dell informazione tra gli operatori sui diversi mercati d) è andato di fatto affermandosi dopo la rivoluzione degli anni ottanta Test n. 1 Ragionamento critico-verbale (Comprensione di brani) 21

9 La distribuzione asimmetrica e l incompletezza dell informazione tra gli operatori sui diversi mercati: a) caratterizzano il modo tradizionale di intendere il ruolo e il funzionamento delle istituzioni economiche b) contraddistinguono un modello di funzionamento dei mercati che è stato di fatto abbandonato c) hanno causato un sensibile aumento della disoccupazione giovanile già nel corso degli anni ottanta d) sono all origine delle interpretazioni più recenti di alcuni fenomeni presenti sul mercato dei prestiti bancari L informazione è diffusa capillarmente e uniformemente tra gli operatori: a) secondo il modo tradizionale di intendere il ruolo e il funzionamento dei mercati b) secondo i nuovi modelli interpretativi sviluppatisi negli anni ottanta c) al fine di arginare la disoccupazione involontaria sul mercato del lavoro d) a partire dalla fine degli anni ottanta, con il superamento del cosiddetto paradigma dei mercati perfetti Nei mercati perfetti : a) l informazione è distribuita in modo incompleto e asimmetrico tra gli operatori sui diversi mercati b) non si verificano fenomeni quali il mancato razionamento del credito sul mercato dei prestiti bancari c) ogni operatore possiede le informazioni che gli consentono di interpretare il funzionamento del mercato d) l informazione economicamente rilevante è diffusa uniformemente tra gli operatori Il fenomeno della disoccupazione involontaria sul mercato del lavoro: a) non si può analizzare con i tradizionali modelli di fuzionamento dei mercati b) è un fenomeno tipicamente legato agli anni ottanta c) trae origine dalla diffusione capillare delle informazioni tra gli operatori economici d) caratterizza principalmente i cosiddetti mercati perfetti I modelli tradizionali di funzionamento dei mercati: a) sono stati abbandonati perché incidevano negativamente su alcuni fenomeni quali, ad esempio, la disoccupazione Test RIPAM

10 BRANO N Risposta esatta: b Risposta esatta: c Risposta esatta: d Risposta esatta: e Risposta esatta: a Risposta esatta: c Risposta esatta: e Risposta esatta: b BRANO N Risposta esatta: c Risposta esatta: b Risposta esatta: d Risposta esatta: a Risposta esatta: b Risposta esatta: e Risposta esatta: c Risposta esatta: c BRANO N Risposta esatta: c Risposta esatta: b Risposta esatta: d Risposta esatta: d Risposta esatta: a Risposta esatta: e Risposta esatta: b Risposta esatta: d 28 Risposte al test n. BRANO N Risposta esatta: d Risposta esatta: c Risposta esatta: b Risposta esatta: d Risposta esatta: c Risposta esatta: e Risposta esatta: e Risposta esatta: b BRANO N Risposta esatta: e Risposta esatta: b Risposta esatta: c Risposta esatta: a Risposta esatta: d Risposta esatta: b Risposta esatta: c Risposta esatta: d BRANO N Risposta esatta: c Risposta esatta: b Risposta esatta: d Risposta esatta: a Risposta esatta: d Risposta esatta: e Risposta esatta: c Risposta esatta: e Test RIPAM 1

11 est logico-deduttivi Test n. 1 - Chiavi nascoste Test n. 2 - Caccia all intruso Test n. 3 - Abbinamenti Test n. 4 - Frasi da ricomporre Test n. 5 - Sequenze alfanumeriche Test n. 6 - Incognite aritmetiche Test n. 7 - Problemi matematici Test n. 8 - Attitudine al ragionamento estest

12 104 Test n.1 Chiavi nascoste Individuare il criterio giusto per la soluzione di ciascun quesito computer = 8, agenda = 6, penna = 5, libro = a) 10 d) 6 b) 8 e) 7 c) 5 armadillo = 18, pavone = 12, aquila = 12, coccodrillo = a) 22 d) 24 b) 18 e) 28 c) 12 bambola, cane, donna, energia, a) risata d) filosofo b) elemosina e) nonna c) gatto ora, notte, Marte, Luna, a) pipa d) sostegno b) calendario e) anno c) ingegno cena = 2, catena = 3, speranza = 3, calamita = a) 2 d) 5 b) 3 e) 6 c) 4 bicchiere, cavaliere, mestiere, cameriere, a) sermone d) giustiziere b) stupore e) guerriero c) tramonto Test logico-deduttivi

13 arancia = 7, carne = 5, pesce = 5, cioccolata = a) 7 d) 14 b) 5 e) 10 c) 15 casa, mappa, tappa, ballata, a) pazienza d) dipinto b) scuola e) partenza c) cascata libellula = 4, lava = 1, lapillo = 3, cammello = a) 4 d) 1 b) 2 e) 5 c) 3 panino, Novara, rapimento, toro, a) rapidità d) velocità b) Roma e) Venezia c) Giasone magma = 2, faville = 3, erbacee = 4, aiuole = a) 4 d) 7 b) 5 e) 3 c) 6 stazione, comunicazione, occupazione, a) scuola d) reazione b) servizio e) stellato c) reparto serbatoio = 4, ciminiera = 4, salvagente = 6, equipaggio = a) 5 d) 6 b) 7 e) 4 c) 3 tartarughe, coccodrilli, lucertole, a) rane d) cinghiali b) serpenti e) criceti c) farfalle Test n. 1 Chiavi nascoste 105

14 trinchetto, fiocco, vela, a) cerimonia d) volante b) merletto e) catena c) timone acciuga, orata, spigola, salmone, a) triglia d) laschetta b) anguilla e) trota c) spinarello amaretto = 1, burro = 2, stracchino = 1, gorgonzola = a) 5 d) 1 b) 8 e) 4 c) 6 Bosch, Bouts, Van Cleve, Van Dyck, a) Raffaello d) Leonardo b) Verrocchio e) Caravaggio c) Memling Alicudi, Filicudi, Lipari, Vulcano, a) Capraia d) Salina b) Elba e) Ventotene c) Pianosa scarpa, padella, lago, a) ferramenta d) tastiera b) goniometro e) nocepesca c) portapenne Completare le seguenti analogie concettuali. 21 medico sta ad ammalato come padre sta a: a) madre d) figlio b) genitore e) nonno c) fratello Test logico-deduttivi

15 22 est sta a sud-est come ovest sta a: a) est d) sud-est b) nord-est e) sud-ovest c) nord-ovest 23 cavallo sta a scuderia come uomo sta a: a) sedia d) casa b) cavaliere e) cane c) sella 24 carpa sta a scarpa come cala sta a: a) sciarpa d) calata b) stella e) piede c) scala 25 disco sta ad ascolto come libro sta a: a) carta d) lettura b) canzone e) giradischi c) libreria 26 pescatore sta a canna da pesca come cacciatore sta a: a) amo d) pesce b) pesca e) fucile c) selvaggina 27 essere sta ad avere come io sono sta a: a) io faccio d) io possiedo b) io ho e) essere c) io sarò 28 Italia sta a euro come Stati Uniti stanno a: a) America d) dollaro b) Europa e) oro c) petrolio 29 bicicletta sta a manubrio come automobile sta a: a) ruota d) pedali b) volante e) gomma c) sellino Test n. 1 Chiavi nascoste 107

16 30 A sta a B come 1 sta a: 108 a) 0 d) 10 b) 3 e) 2 c) lento sta a veloce come integerrimo sta a: a) onesto d) socievole b) perspicace e) lungimirante c) corrotto 32 direttore d orchestra sta a orchestrali come regista sta a: a) film d) attori b) oscar e) set c) produttore 33 Corsica sta a Francia come Sardegna sta a: a) Europa d) Mediterraneo b) Sicilia e) Tirreno c) Italia 34 ecologia sta ad ambiente come viabilità sta a: a) periferia d) trasporti b) etologia e) elettricità c) architettura 35 vanesio sta a modesto come sacro sta a: a) vanitoso d) povero b) elegante e) profano c) sacerdotale 36 religioso sta ad ateo come alcolista sta a: a) drogato d) protestante b) astemio e) bottiglia c) etilista 37 città sta a grattacielo come campagna sta a: a) fattoria d) trattore b) famiglia e) albero c) animali Test logico-deduttivi

17 38 ingannare sta a tradire come depistare sta a: a) sciare d) urtare b) controllare e) rottamare c) fuorviare 39 mucca sta a latte come gallina sta a: a) formaggio d) uova b) pollo e) burro c) pulcino 40 legume sta a pisello come cereale sta a: a) fagiolo d) lenticchia b) segale e) pompelmo c) soia 41 barrire sta ad elefante come gracidare sta a: a) rana d) gatto b) fenicottero e) cicala c) cane 42 telescopio sta ad astronomo come microscopio sta a: a) cellula d) matematico b) microbo e) biologo c) ingegnere Test n. 1 Chiavi nascoste 109

18 1 110 Risposte al test n.1 Risposta esatta: c Ciascun numero indica di quante lettere si compone la parola corrispondente. 2 Risposta esatta: a La soluzione è data dal numero delle lettere di cui si compone la parola moltiplicato per due. 3 Risposta esatta: d Le iniziali delle singole parole seguono un normale ordine alfabetico. 4 Risposta esatta: c Le iniziali delle singole parole seguono l ordine alfabetico al contrario. 5 Risposta esatta: c La soluzione è data dal numero delle sillabe di cui si compone la parola. 6 Risposta esatta: d Tutte le parole della serie terminano per -iere. 7 Risposta esatta: e Ciascun numero indica di quante lettere si compone la parola corrispondente. 8 Risposta esatta: c Le vocali contenute in tutte le parole della serie corrispondono sempre alla a. 9 Risposta esatta: b Il numero indica sempre quante l sono contenute nella parola corrispondente. 10 Risposta esatta: b Ogni parola inizia con la sillaba finale di quella precedente. 11 Risposta esatta: b La soluzione è data dal numero delle vocali contenute nella parola. Test logico-deduttivi

19 12 Risposta esatta: d Tutte le parole della serie terminano per -ione. 13 Risposta esatta: e La soluzione è data dal numero delle consonanti presenti nella parola. 14 Risposta esatta: b Tutti gli animali della serie appartengono alla classe dei rettili. 15 Risposta esatta: c Tutte le parole incluse nella serie indicano elementi costitutivi di un vascello. 16 Risposta esatta: a Tutti quelli inclusi nella serie sono pesci di mare. 17 Risposta esatta: d Il numero indica sempre quante r sono contenute nella parola corrispondente. 18 Risposta esatta: c I nomi di cui si compone la serie fanno tutti riferimento ad esponenti dell arte fiamminga. 19 Risposta esatta: d La serie è composta da nomi di isole appartenenti tutte all arcipelago delle Eolie. 20 Risposta esatta: b Ogni parola inizia con la sillaba finale di quella precedente. 21 Risposta esatta: d Come il medico si prende cura dell ammalato, così il padre si prende cura del proprio figlio. 22 Risposta esatta: e 23 Risposta esatta: d La scuderia è fatta per ospitare i cavalli, proprio come la casa serve per ospitare l uomo. 24 Risposta esatta: c Aggiungendo una s a carpa si ottiene la parola scarpa, così come aggiungendo una s a cala si ottiene la parola scala. Risposte Test n

20 25 Risposta esatta: d Il disco è fatto per l ascolto, proprio come il libro è fatto per la lettura. 26 Risposta esatta: e Come il pescatore cattura il pesce servendosi della canna, così il cacciatore uccide le prede usando il fucile. 27 Risposta esatta: b L infinito del verbo essere sta a quello del verbo avere come la prima persona singolare del presente indicativo di essere (io sono) sta alla prima persona singolare del presente indicativo di avere (io ho). 28 Risposta esatta: d L euro è l unità monetaria usata in Italia, proprio come il dollaro è la moneta degli Stati Uniti. 29 Risposta esatta: b La direzione della bicicletta si orienta col manubrio; quella dell automobile col volante. 30 Risposta esatta: e Come la B segue la A nell ordine alfabetico, così il 2 segue l 1 in quello numerico. 31 Risposta esatta: c Lento è l opposto di veloce, così come integerrimo è l esatto contrario di corrotto. 32 Risposta esatta: d Il direttore d orchestra dirige gli orchestrali, proprio come il regista fa con gli attori. 33 Risposta esatta: c Come la Corsica appartiene alla Francia, così la Sardegna rientra nel territorio dell Italia. 34 Risposta esatta: d L ecologia è strettamente legata alle problematiche dell ambiente, proprio come i trasporti lo sono a quelle della viabilità. 35 Risposta esatta: e Come vanesio è l opposto di modesto, così sacro è il contrario di profano. 36 Risposta esatta: b Religioso è l opposto di ateo, proprio come l alcolista incarna l esatto contrario di astemio. 112 Test logico-deduttivi

21 37 Risposta esatta: a Come il grattacielo è un edificio tipico della città, così la fattoria è un abitazione caratteristica della campagna. 38 Risposta esatta: c Ingannare è sinonimo di tradire, proprio come depistare è sinonimo di fuorviare. 39 Risposta esatta: d Dalla mucca si ricava il latte, così come dalla gallina si ottengono le uova. 40 Risposta esatta: b Il pisello è un legume, così come la segale è un cereale. 41 Risposta esatta: a Barrire è tipico dell elefante, proprio come gracidare è tipico della rana. 42 Risposta esatta: e Il telescopio è uno strumento di lavoro normalmente utilizzato dall astronomo, proprio come il microscopio viene usato dal biologo. Risposte Test n

22 268 1 Abilità percettiva Individuare la sequenza identica a quella data. 1 2 PPRPRPPR a) RRPPRPRR c) PPPRRPRR b) PPRPRPPR d) RPRPRPRR LIILLILII a) LIIILLLII c) LLIILLIIL b) IILIILLLI d) LIILLILII 3.;;.-::++ a) --.::+;.-; c)..;,-::++ b),-:++:..+ d).;;.-::++ 4!??!!?!?!! a)?!!!?!?!!! c)!??!!?!?!! b)!!?!!??!?! d)?!??!??!? 5 ((/[])/[[) a) ((/[])/[[) c) [([/))[]( b) (([]/[)[) d) (/]()[/)) a) c) b) d) xy=::yy-+ Test n. a) xy=::yy-+ c) xy=:.yy-+ b) xy:=:-yy+ d) xy=::-yy+ Test logico-visivi

23 HAZZAAHZA a) HAAZZAHZA c) HAZAZAHZA b) HAZZAAHZA d) AZZHHAZHA ODEEDOODE a) ODEODEEDO c) ODEODEDDO b) ODEEDOODE d) ODEODEEOD -vv:-?c a) -v:?cc-- c) -vv-:?c b) vc-?+:c d) -vv:-?c MNIINNIM a) MNIIINNM c) MNINNIIM b) NMIINNIM d) MNIINNIM ΠΡΩΗΦΓΞ a) ΠΗΩΡΞΦΓ c) ΠΡΗΩΦΓΞ b) ΧΚΟΥΝΨ d) ΠΡΩΗΦΓΞ δβγαεξ a) δϕγδεξ c) ασγδεξ b) δσγδεξ d) δβγαεξ Indicare come si leggono al contrario i seguenti gruppi letterali e numerici CANNA a) ANANC c) ANNAC b) AANNC d) ANNAN NORVEGIA a) AIGEVRON c) AIGERVON b) AGIVEORN d) AIGARVON a) c) b) d) Test n. 1 Abilità percettiva 269

24 a) c) b) d) XXYWYW a) WYYWYX c) WYWYXX b) WWYYXX d) WYWYXY ISCHIA a) AIHCSI c) AHISCI b) AIHSCI d) AICHSI FISCHIO a) OCHISIF c) OIHSCIF b) OHICSIF d) OIHCSIF Confrontare le indicazioni fornite con quelle riportate nelle risposte e individuare l opzione contenente una difformità S.T.R. Informatica s.r.l. Assistenza tecnica computer Consulenza e vendita hardware e software Consegna a domicilio a) S.T.R. Informatica s.r.l. b) Assistenza tecnica compiuter c) Consulenza e vendita hardware e software d) Consegna a domicilio Scuola di estetica professionale Beauty Center Corsi di estetista, manicurista, pedicurista e visagista Riconosciuta dalla Regione Campania L.R. 19/87 Esami in sede a) Scuola di estetica professionale Beauty Center b) Corsi di estetista, manicurista, pedicurista e visagista c) Riconosciuta dalla Regione Campania L.R. 19/97 d) Esami in sede Test logico-visivi

25 Nautic Service s.r.l. Ingrosso e dettaglio di accessori nautici Consulenze, perizie e assistenza tecnica Olbia Via Marittima, 201 a) Nautic Service s.r.l. b) Ingrosso e dettaglio di accessori nautici c) Consulenze, perizie e assistenza tecnica d) Olbia via Marittima, 201 FIRE PROTECTION di Silvano Volpe Vendita, collaudo e assistenza estintori Collaudi e revisioni impianti antincendio Consulenze Legge 626/94 per la sicurezza nei luoghi di lavoro a) FIRE PROTECTION di Silvano Volpe b) Vendita, collaudo e assistenza estintori c) Collaudi e revisioni impianti antincendio d) Consulenze Legge 626/96 per la sicurezza nei luoghi di lavoro Automercato Antonio Scarfoglio Vasto assortimento ed esposizione auto nuove e usate Consegna immediata, finanziamenti, leasing Livorno Via dei Legionari, 12/b a) Automercato Antonio Scarfoglio b) Vasto assortimento ed esposizione auto nuove e usate c) Consegna immediata, finanziamenti, liising d) Livorno Via dei Legionari, 12/b CERRUTI VALLANTI S.p.A. Industrie riscaldamento Impianti termici e di ventilazione Assistenza e ricambi: F.lli Bani, Via Roma, 115 a) CERRUTI VALANTI S.p.A. b) Industrie riscaldamento c) Impianti termici e di ventilazione d) Assistenza e ricambi: F.lli Bani, Via Roma, 115 ELETTRO 2000 s.a.s. Lavatrici lavastoviglie frigoriferi congelatori Ritiro dell usato Roma Via Tarantini, 24 Tel a) ELETTRO 2000 s.a.s. b) Lavatrici lavastovigle frigoriferi congelatori c) Ritiro dell usato d) Roma Via Tarantini, 24 Tel Test n. 1 Abilità percettiva 271

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Testi semplificati di tecnologia

Testi semplificati di tecnologia Testi semplificati di tecnologia Presentazione Le pagine seguenti contengono testi semplificati su: materie prime; lavoro; agricoltura; alimentazione; energia; inquinamento. Per ogni argomento i testi

Dettagli

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione.

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Scegliere i settori su cui sia opportuno investire fondi pubblici a fini promozionali, non è sempre

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Agosto 2009

Indici dei prezzi al consumo Agosto 2009 Indici dei prezzi al consumo Agosto 2009 16 settembre 2009 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da:

Dettagli

IN TECNOLOGIA VERSIONE MISTA. Imparo e applico con. per bisogni educativi speciali

IN TECNOLOGIA VERSIONE MISTA. Imparo e applico con. per bisogni educativi speciali Imparo e applico con IN TECNOLOGIA per bisogni educativi speciali Schede facilitate con attività Audiolibro Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi VERSIONE MISTA Libro Web

Dettagli

Il mercato dei beni. Prof. Sartirana

Il mercato dei beni. Prof. Sartirana Il mercato dei beni Prof. Sartirana Gli scambi di beni economici avvengono tra soggetti che vengono definiti: soggetti economici I soggetti economici sono 4 ed ognuno di essi ha necessità diverse. I soggetti

Dettagli

Falsini Angelo Materili edili e non solo 0746/706763 * 348/3867331 via Repubblica, 14 Contigliano (RI) tel. 0746 706050 - cell. 337 927659 stufe a pellets EDILKAMIN e ZIBRO da Euro 980,00 prodotti per

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Luglio 2009

Indici dei prezzi al consumo Luglio 2009 Indici dei prezzi al consumo Luglio 2009 12 agosto 2009 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da: -indice

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Maggio 2009

Indici dei prezzi al consumo Maggio 2009 Indici dei prezzi al consumo Maggio 2009 16 giugno 2009 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da: -indice

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Dicembre 2009

Indici dei prezzi al consumo Dicembre 2009 Indici dei prezzi al consumo Dicembre 2009 15 gennaio 2010 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da:

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

Färdiga former för flytnyckelringar

Färdiga former för flytnyckelringar Färdiga former för flytnyckelringar sole1 61x61 sole 2 81 x 80 sole 3 61x61 Stella 1 71 x 70 birillo 14x72 chitarra 1 28x80 chitarra 2 35x90 chitarra elettrica 47x68 canottiera 37 x 55 cappello 78x51 stella

Dettagli

Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto

Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto Comune di Cingoli Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto VADEMECUM per la raccolta differenziata nel comune di Cingoli Ai residenti del comune di Cingoli Presto partirà a Cingoli il sistema di raccolta

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Marzo 2010

Indici dei prezzi al consumo Marzo 2010 16 aprile 2010 Indici dei prezzi al consumo Marzo 2010 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da: -indice

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Giugno 2010

Indici dei prezzi al consumo Giugno 2010 14 luglio 2010 Indici dei prezzi al consumo Giugno 2010 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da: -indice

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Maggio 2010

Indici dei prezzi al consumo Maggio 2010 Indici dei prezzi al consumo Maggio 2010 16 giugno 2010 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da: -indice

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

Il vostro partner nella movimentazione dei materiali

Il vostro partner nella movimentazione dei materiali Il vostro partner nella movimentazione dei materiali la nostra gente e i nostri prodotti e servizi Caterpillar una reputazione mondiale I marchi Cat e Caterpillar sono facilmente riconoscibili in qualunque

Dettagli

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno Servizio Statistica Settore Politiche Economiche e Sport INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L'INTERA COLLETTIVITA' NAZIONALE (NIC) L'Ufficio Statistica del Comune di Modena, secondo le disposizioni e norme tecniche

Dettagli

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPAR DIPARTIMENTO XV VI U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPARTIMENTO

Dettagli

Le strategie di marketing

Le strategie di marketing Le strategie di marketing 1 Ipotizzare Secondo te, quali sono gli scopi principali del marketing? Parlane con un compagno. Leggere Ora leggi il testo e verifica le tue ipotesi. Il mercato di riferimento

Dettagli

Sistema Statistico Nazionale COMUNE DI VICENZA Ufficio Statistica

Sistema Statistico Nazionale COMUNE DI VICENZA Ufficio Statistica VICENZA, 9 giugno 2011 OGGETTO: Rilevazione dei prezzi al consumo del mese di MAGGIO 2011. Nel settore dei beni alimentari, risultano in aumento il pane da toast e la merenda preconfezionata, la crema

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno Servizio Statistica Settore Economia, Promozione della città e servizi al cittadino INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L'INTERA COLLETTIVITA' NAZIONALE (NIC) L'Ufficio Statistica del Comune di Modena, secondo

Dettagli

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100 Riso 1.064 Pane 13.504 Pasta 5.808 Cereali e farine 590 Pasticceria 4.905 Biscotti dolci 2.742 Biscotti salati 1.709 Alimenti dietetici 374 Altri cereali e piatti pronti 2.505 Carne bovina fresca 18.572

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA DIPA DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 ATTIVITÀ 51.56.2 ATTIVITÀ 51.90.0 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI

STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 ATTIVITÀ 51.56.2 ATTIVITÀ 51.90.0 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI STUDIO DI SETTORE SM88U ATTIVITÀ 51.47.9 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI VARI PRODOTTI DI CONSUMO NON ALIMENTARI N.C.A. ATTIVITÀ 51.56.1 COMMERCIO ALL'INGROSSO DI FIBRE TESSILI GREGGE E SEMILAVORATE ATTIVITÀ

Dettagli

Lezione di orientamento: il Management nei settori produttivi

Lezione di orientamento: il Management nei settori produttivi Lezione di orientamento: il Management nei settori produttivi Prof.ssa Nicolaia Iaffaldano Ricercatore in Economia e Gestione delle Imprese Dipartimento Ionico in Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo

Dettagli

ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE

ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE CATEGORIA 1 ABBIGLIAMENTO 1 A ABITI CIVILI 1 B DIVISE, UNIFORMI DI FOGGIA MILITARE 1 C ABITI DA LAVORO E INDUMENTI ANTINFORTUNISTICI - PRODOTTI

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Indici dei prezzi al consumo Gennaio 2010

Indici dei prezzi al consumo Gennaio 2010 Indici dei prezzi al consumo Gennaio 2010 23 febbraio 2010 Le rilevazioni correnti sui prezzi al consumo svolte dall Istituto nazionale di statistica danno luogo ad un sistema di indici costituito da:

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizi al cittadino e Pari Opportunità Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

CAP 6 RISTRUTTURAZIONE INDUSTRIALE E CRESCITA, 1975-85. La rincorsa frenata

CAP 6 RISTRUTTURAZIONE INDUSTRIALE E CRESCITA, 1975-85. La rincorsa frenata CAP 6 RISTRUTTURAZIONE INDUSTRIALE E CRESCITA, 1975-85 La rincorsa frenata 1 Anni di piombo e solitudini europee Inizio anni Settanta: profonda crisi. Fine della produzione di massa, della domanda pubblica

Dettagli

Cosa spiega le differenze nei consumi

Cosa spiega le differenze nei consumi I consumi di prodotti agro-alimentari: differenziazioni nello spazio e nel tempo Cosa spiega le differenze nei consumi tra individui diversi tra paesi diversi per uno stesso individuo, o per uno stesso

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Volendo rappresentare il settore dei servizi finanziari fate riferimento: a. ai tre tipi di intermediazione

Dettagli

Marketing globale e R & S

Marketing globale e R & S EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo sedici Marketing globale e R & S 16-3 Caso di apertura Kodak entrò in Russia agli inizi degli anni Novanta - Il paese stava attraversando una turbolenta transizione

Dettagli

CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA ARREDAMENTI PER GIARDINO; MOBILI; TAPPETI E STUOIE; ARTICOLI CASALINGHI; ELETTRODOMESTICI; MATERIALE ELETTRICO

CHINCAGLIERIA E BIGIOTTERIA ARREDAMENTI PER GIARDINO; MOBILI; TAPPETI E STUOIE; ARTICOLI CASALINGHI; ELETTRODOMESTICI; MATERIALE ELETTRICO STUDIO DI SETTORE WM03C ATTIVITÀ 47.89.02 COMMERCIO AL DETTAGLIO AMBULANTE DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA; ATTREZZATURE PER IL GIARDINAGGIO ATTIVITÀ 47.89.03 COMMERCIO AL DETTAGLIO

Dettagli

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 EDIZIONE 2014 LIBERAMENTE ISPIRATO A DIRITTI E ROVESCI

Dettagli

Servizi per l industria del mobile

Servizi per l industria del mobile Engineering by Häfele Servizi per l industria del mobile Una forte partnership con Häfele Engineering. Oggi è indubbiamente essenziale disporre di partner efficienti, forti di un esperienza nel settore,

Dettagli

LA LEZIONE DI ITALIANO 30/10/2012 SPINATO ANGELINA 1

LA LEZIONE DI ITALIANO 30/10/2012 SPINATO ANGELINA 1 LA LEZIONE DI ITALIANO 30/10/2012 SPINATO ANGELINA 1 30/10/2012 SPINATO ANGELINA 2 DISTURBO SPECIFICO DELL APPRENDIMENTO Ha origine neurobiologica È ineliminabile Non è legato all impegno Non riguarda

Dettagli

TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE

TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE MAGHREBINE I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE Gruppo di Torino

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane

COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane COMUNE DI SASSARI Settore Organizzazione e Gestione Risorse Umane ALLEGATO A Elenco delle classi di appartenenza ammissibili, estratto dalla classificazione delle attività economiche ATECO 2007. N.B.:

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM87U ATTIVITÀ 47.19.90 ATTIVITÀ 47.73.20 ATTIVITÀ 47.78.60 ATTIVITÀ 47.78.91 GRANDI MAGAZZINI

STUDIO DI SETTORE UM87U ATTIVITÀ 47.19.90 ATTIVITÀ 47.73.20 ATTIVITÀ 47.78.60 ATTIVITÀ 47.78.91 GRANDI MAGAZZINI STUDIO DI SETTORE UM87U ATTIVITÀ 47.19.10 GRANDI MAGAZZINI ATTIVITÀ 47.19.90 EMPORI ED ALTRI NEGOZI NON SPECIALIZZATI DI VARI PRODOTTI NON ALIMENTARI ATTIVITÀ 47.73.20 COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ALTRI ESERCIZI

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. Infissi ecosostenibili. Il mercato della finestra in Europa Marchio Finestra Qualità CasaClima. l intervista.

PAVANELLOMAGAZINE. Infissi ecosostenibili. Il mercato della finestra in Europa Marchio Finestra Qualità CasaClima. l intervista. anno 2 - numero 1 - giugno 2011 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE La produzione Infissi ecosostenibili Più finestre di legno meno Co 2 nell aria Il mercato della finestra in Europa Marchio Finestra Qualità

Dettagli

sostantivo Sostantivi in -o e in -a Sostantivi in -e > libri > ragazzi > tavoli libro ragazzo tavolo > penne > ragazze > pizze penna ragazza pizza

sostantivo Sostantivi in -o e in -a Sostantivi in -e > libri > ragazzi > tavoli libro ragazzo tavolo > penne > ragazze > pizze penna ragazza pizza Sostantivi in -o e in -a libro ragazzo tavolo penna ragazza pizza > libri > ragazzi > tavoli > penne > ragazze > pizze Normalmente i sostantivi in -o sono maschili. Il dei sostantivi in -o è -i. Normalmente

Dettagli

DISEGNI AFRICANI DALL ANGOLA PER VIVERE LA MATEMATICA

DISEGNI AFRICANI DALL ANGOLA PER VIVERE LA MATEMATICA Scuola dell infanzia Andersen 1 circolo Spinea anno sc.2008-09 ESPERIENZE DI LETTURA E SCRITTURA PER I BAMBINI DI 5 ANNI Ins:Anna Aiolfi Marika Quaglietta Documentazione a cura di Anna Aiolfi DISEGNI AFRICANI

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visti i commi quarto, quinto, sesto, settimo e ottavo dell articolo 38 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, come sostituiti dall

Dettagli

Strutture e processi aziendali LE SCELTE DI CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA DI PRODOTTO E DELLA FORMULA COMPETITIVA. 3 Novembre 2014

Strutture e processi aziendali LE SCELTE DI CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA DI PRODOTTO E DELLA FORMULA COMPETITIVA. 3 Novembre 2014 Strutture e processi aziendali LE SCELTE DI CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA DI PRODOTTO E DELLA FORMULA COMPETITIVA 3 Novembre 2014 LA FORMULA COMPETITIVA La FC afferma che il successo di una strategia competitiva

Dettagli

Le tendenze dell inflazione a Bologna nel 2009. Febbraio 2010

Le tendenze dell inflazione a Bologna nel 2009. Febbraio 2010 Le tendenze dell inflazione a Bologna nel Febbraio 2010 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Paola Ventura L inflazione

Dettagli

COMUNE DI SARMATO ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE E DI SERVIZI FORNITURE 1 MATERIALI EDILI E DI FALEGNAMERIA

COMUNE DI SARMATO ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE E DI SERVIZI FORNITURE 1 MATERIALI EDILI E DI FALEGNAMERIA FORNITURE ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE E DI SERVIZI ALLEGATO 1 1 MATERIALI EDILI E DI FALEGNAMERIA 1.A Inerti 1.B Calcestruzzo pronto per l'uso 1.C Conglomerati bituminosi 1.D Materiali edili vari e

Dettagli

Il marchio di sostenibilità per le imprese artigiane del settore edile

Il marchio di sostenibilità per le imprese artigiane del settore edile Il marchio di sostenibilità per le imprese artigiane del settore edile L accreditamento «Eco Companies & Building» Matteo Mazzolini Venerdì 6 Marzo 2015 - Fiera Costruire - Longarone Fiere 1 Che cos è

Dettagli

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA Il sistema educativo L assolvimento del diritto dovere di istruzione e formazione è possibile all interno di tre sistemi : Il

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

1. Energia e Portatori di Energia

1. Energia e Portatori di Energia 1. Energia e Portatori di Energia 1.1. Cosa hanno in comune benzina, pane ed elettricità? I tappeti volanti esistono solo nelle favole. Sarebbe troppo bello se esistessero veramente. Con un tappeto volante

Dettagli

crescere per servire abitare per saper vivere

crescere per servire abitare per saper vivere crescere per servire abitare per saper vivere Sono passati circa quattro anni da quando l Edilcasa Caccamo ha festeggiato i suoi primi 40 anni di attività, in quell occasione si è inaugurata la nuova sede

Dettagli

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso.

Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Indicazioni alimentari per addominalepernatale. Queste ricette e indicazioni non sostituiscono la dieta di un medico nutrizionista in alcun caso. Per seguire tutti gli allenamenti collegati al sito www.workout-italia.it

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia

Il mercato dell involucro edilizio in Italia Commissione Studi Economici Uncsaal UX-BILANCI Relazione Annuale - marzo 2006 Il mercato dell involucro edilizio in Italia Serramenti Metallici Facciate Continue Anno 2005 Scenari 2006 Coordinatore Carmine

Dettagli

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI. Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI. Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE 1 DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE Fascicolo didattico n.18 Elaborazione della figura strumentale per il curricolo

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE CATEGORIA 1 ABBIGLIAMENTO

ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE CATEGORIA 1 ABBIGLIAMENTO Elenco Categorie merceologiche ALBO FORNITORI DI BENI E SERVIZI ELENCO CATEGORIE MERCEOLOGICHE CATEGORIA 1 ABBIGLIAMENTO 1 A ABITI CIVILI 1 B DIVISE, UNIFORMI DI FOGGIA MILITARE 1 C ABITI DA LAVORO E INDUMENTI

Dettagli

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING Dalla fine degli anni 70 la distribuzione commerciale italiana è stata protagonista di un imponente processo di cambiamento

Dettagli

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto www.unifg.it Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto Valeria Spada Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali, Giuridiche, Merceologiche e Geografiche Università degli Studi di Foggia v.spada@unifg.it

Dettagli

PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO

PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO Dispensa per le scuole primarie Progetto di formazione e sensibilizzazione sulla tutela della proprietà industriale per le scuole primarie e secondarie di primo grado

Dettagli

Documenti societari obbligatori solo per società di persone e di capitali

Documenti societari obbligatori solo per società di persone e di capitali Spett. Banca Sella S.p.A. Uff. Commercio Elettronico Gestionale Via Milano, 1-13900 - Biella Oggetto: Attivazione Servizio di Commercio Elettronico Spett. Uff. Commercio Elettronico Gestionale, con la

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

L olio extra vergine d oliva, DA BENE DI LUSSO A PRODOTTO CIVETTA! Dott.ssa Maria Lisa Clodoveo, Università di Bari

L olio extra vergine d oliva, DA BENE DI LUSSO A PRODOTTO CIVETTA! Dott.ssa Maria Lisa Clodoveo, Università di Bari EXPOEXTRATOUR PUGLIA: CIBI D ITALIA A BISCEGLIE. ASPETTANDO EXPO 2015 L olio extra vergine d oliva, DA BENE DI LUSSO A PRODOTTO CIVETTA! Dott.ssa Maria Lisa Clodoveo, Università di Bari 1 L'olio extra

Dettagli

L ambiente scolastico e /o la propria abitazione. Computer : parti e funzioni. Paint

L ambiente scolastico e /o la propria abitazione. Computer : parti e funzioni. Paint CURRICOLO DI TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI L alunno riconosce e identifica nell ambiente che lo circonda elementi e fenomeni di tipo artificiale.

Dettagli

SEZIONE I: Fornitori di beni

SEZIONE I: Fornitori di beni Pag. 1 di 5 SEZIONE I: Fornitori di beni CATEGORIA 1.1 Manutenzione di Immobili 1.1.1 Fornitura e Manutenzione impianti anti-intrusione 1.1.2 Fornitura e manutenzione impianti e prodotti antiincendio/di

Dettagli

La Geotermia in Italia

La Geotermia in Italia La geotermia: una nuova ricchezza per l Italia L Italia rappresenta una zona straordinaria dal punto geologico e vulcanologico, per la presenza della crosta terrestre più sottile e perché al di sotto di

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi:

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi: TEST di italiano Verifica il tuo livello! Copia e incolla il test, completa le frasi e invialo a info@linguaincorso.com (Non ti preoccupare se non riesci a completare tutti gli esercizi!!!!) Completa con

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD07B ATTIVITÀ 17.72.0 FABBRICAZIONE DI PULLOVER, CARDIGAN E ALTRI

STUDIO DI SETTORE UD07B ATTIVITÀ 17.72.0 FABBRICAZIONE DI PULLOVER, CARDIGAN E ALTRI STUDIO DI SETTORE UD07B ATTIVITÀ 17.72.0 FABBRICAZIONE DI PULLOVER, CARDIGAN E ALTRI ARTICOLI SIMILI A MAGLIA ATTIVITÀ 18.21.0 CONFEZIONE DI INDUMENTI DA LAVORO ATTIVITÀ 18.22.A CONFEZIONE DI ABBIGLIAMENTO

Dettagli

Esiste un comune senso del

Esiste un comune senso del Esiste un comune senso del necessario? Alla scoperta di ciò che per i consumatori serve veramente fra vecchi pregiudizi e nuovi stereotipi sociali Non è utile solo ciò che serve, ma anche ciò che appare.

Dettagli

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche?

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? Sintesi dei risultati Premessa L internazionalizzazione del sistema produttivo italiano costituisce uno degli obiettivi

Dettagli

le catene del valore nel commercio internazionale e il ruolo dell Italia

le catene del valore nel commercio internazionale e il ruolo dell Italia 18 giugno 2013 le catene del valore nel commercio internazionale e il ruolo dell Italia Alessandra Lanza Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi. MARCEL

Dettagli

dell Alleanza del Pacifico

dell Alleanza del Pacifico Internazionalizzare nei paesi dell Alleanza del Pacifico Alleanza del Pacifico 10-17 febbraio 10-17 marzo 2015 1 Che cos è l Alleanza del Pacifico È un iniziativa d integrazione regionale composta da Cile,

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

DA COMPILARE ELENCO CATEGORIE SUDDIVISE PER FORNITURE E SERVIZI

DA COMPILARE ELENCO CATEGORIE SUDDIVISE PER FORNITURE E SERVIZI DA COMPILARE ELENCO CATEGORIE SUDDIVISE PER FORNITURE E SERVIZI N.B. contrassegnare con una X il numero identificativo della/delle micro-categoria/e a cui la Ditta appartiene. Nel caso in cui non fosse

Dettagli

44541 - GESTIONE DELLA RISTORAZIONE CDL: Scienze dei consumi alimentari e della ristorazione- A.A. 2009/2010 Prof. D. Viaggi

44541 - GESTIONE DELLA RISTORAZIONE CDL: Scienze dei consumi alimentari e della ristorazione- A.A. 2009/2010 Prof. D. Viaggi 44541 - GESTIONE DELLA RISTORAZIONE CDL: Scienze dei consumi alimentari e della ristorazione- A.A. 2009/2010 Prof. D. Viaggi N.B. Da compilare su file e restituire al docente via e-mail entro venerdì 23

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

Centro per la lavorazione del pannello in real time

Centro per la lavorazione del pannello in real time Centro per la lavorazione del pannello in real time Quando competitività significa riduzione dei tempi di produzione Made In Biesse 2 Il mercato chiede un cambiamento nei processi produttivi che consenta

Dettagli

NON SCRIVERE IN QUESTO RIQUADRO

NON SCRIVERE IN QUESTO RIQUADRO A. I. C.M. c/o L.S. S. Cannizzaro Via Arimondi, 14 Palermo aicm@dipmat.math.unipa.it GIOCHI DI MATEMATICA DI SICILIA 2006 QUALIFICAZIONE ELEMENTARI 2006 Nome _ Cognome _ Data di nascita Classe _ Scuola

Dettagli

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici Corso del Popolo 30 05100 Terni Tel +39 0744.549.742-3-5 statistica@comune.tr.it INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO IL MEDIOEVO IL MEDIOEVO MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna (mezzo) (età) MEDIO + EVO I FATTI PIÙ IMPORTANTI ALL INIZIO DEL MEDIOEVO i barbari e i

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. Scambi economici

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. Scambi economici Albez edutainment production Economia Aziendale I Scambi economici 1 La compravendita Secondo l articolo 1470 del Codice Civile: La vendita è il contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE, UTENSILI; PER LE MINIERE, LE CAVE, L EDILIZIA E IL GENIO CIVILE;

COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE, UTENSILI; PER LE MINIERE, LE CAVE, L EDILIZIA E IL GENIO CIVILE; STUDIO DI SETTORE TM84U ATTIVITÀ 51.81.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE UTENSILI; ATTIVITÀ 51.82.0 COMMERCIO ALL INGROSSO DI MACCHINE PER LE MINIERE, LE CAVE, L EDILIZIA E IL GENIO CIVILE; ATTIVITÀ

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI. Luglio 2010 COMUNE DI TERNI

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI. Luglio 2010 COMUNE DI TERNI COMUNE DI TERNI INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI Luglio 2010 I dati e le informazioni riportati di seguito sono stati validati dalla Commissione Comunale

Dettagli

Emigrare per sopravvivere

Emigrare per sopravvivere VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 16 La mondialità Emigrare per sopravvivere Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Nedo Rossi, docente universitario, ed Enzo Tiezzi (1938), insegnante di Chimica

Dettagli

se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto

se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto se vuoi nutrirti bene non puoi digerire tutto siamo quello che mangiamo STAGIONALE E LOCALE: LA DIETA GIUSTA La tua salute dipende in gran parte dalla tua alimentazione. Mangia un po di tutto con moderazione,

Dettagli