CATALOGO FORMATIVO VALIDO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI AZIENDE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO FORMATIVO VALIDO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI AZIENDE"

Transcript

1 CATALOGO FORMATIVO VALIDO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI AZIENDE

2 INDICE PRESENTAZIONE... 3 LA STRUTTURA DEL CATALOGO... 4 ABILITÀ PERSONALI... 7 CONTABILITÀ FINANZA... 8 GESTIONE AZIENDALE AMMINISTRAZIONE... 9 IMPATTO AMBIENTALE INFORMATICA LAVORO IN UFFICIO ED ATTIVITÀ DI SEGRETERIA LINGUE MARKETING VENDITE QUALITÀ SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO TECNICHE DI PRODUZIONE NOTE... 32

3 PRESENTAZIONE Il formativo valido per la formazione dei lavoratori dipendenti di aziende, di seguito, costituisce uno strumento con il quale Progetto Formazione fornisce una risposta ai fabbisogni formativi identificati dalle aziende per i propri dipendenti. Il è strutturato secondo diverse tematiche formative tipiche, a loro volta suddivise in raggruppamenti tematici, per meglio indirizzare la risposta formativa ai fabbisogni emersi. Per ogni è inoltre indicato il livello (base, avanzato, specialistico), le ore di formazione e la tariffa per singola persona iscritta al stesso. Tutte le attività formative realizzate nell ambito del si concludono con una prova finale. Progetto Formazione si impegna, ad erogare ciascun presente in questo, a fronte di una quota di singolo corrispondente alle tariffe effettivamente applicate a tutte le edizioni e a tutti i soggetti che vi partecipano.

4 LA STRUTTURA DEL CATALOGO Il è strutturato nelle seguenti tematiche formative, e a loro volta articolate in raggruppamenti tematici, funzionali al perseguimento delle diverse finalità formative. Tematica formativa Abilità personali Contabilità finanza Gestione aziendale amministrazione Impatto ambientale Informatica Lavoro in ufficio ed attività di segreteria Lingue Marketing vendite Qualità Sicurezza sul luogo di lavoro Tecniche di produzione Raggruppamento Comunicazione Contabilità e bilancio Controllo di gestione Finanza, gestione del credito e degli investimenti Project management Gestione dei fornitori Gestione delle risorse umane Leadership Efficienza energetica Sistemi di gestione Office automation Programmazione Progettazione e disegno tecnico Strumenti informatici per la produzione Comunicazione verbale Comunicazione scritta Front office Inglese Tedesco Spagnolo Francese Altre lingue Vendite Marketing Gestione della qualità Sistemi di gestione Gestione della manutenzione Figure della sicurezza Attrezzature Lavori in quota Segnaletica stradale Valutazione e gestione del rischio Sistemi di gestione Altri temi sicurezza Pianificazione e controllo della produzione Tecnologie industriali

5 Indicatori di competenze Per ogni inserito nei diversi raggruppamenti e all interno delle tematiche formative, è indicato il corrispondente indicatore di livello: Base, Avanzato, Specialistico, individuati sulla base delle competenze in uscita acquisibili dalla partecipazione alle attività formative medesime. In tal modo l utente può costruire un proprio itinerario formativo che lo può condurre all acquisizione finale di competenze anche avanzate e specialistiche. Prova finale Tutte le attività formative realizzate nell ambito del si concludono con una prova finale. Certificazione delle competenze I percorsi del mirano anche a favorire processi di certificazione e riconoscimento delle competenze acquisite. In particolare la partecipazione a percorsi formativi dell area Lingue, e con riferimento ai raggruppamenti Inglese, Tedesco, Spagnolo, Francese, consente l acquisizione delle competenze conformi ai livelli del Common European Framework of Reference for Language Learning and Teaching. La partecipazione agli esami di certificazione delle competenze esula dall azione sostenuta dal e non corrisponde alla partecipazione alla prova finale prevista al termine di ogni iniziativa formativa realizzata all interno del. Destinatari delle attività del Le attività formative del sono rivolte al personale dipendenti delle aziende, che intendono approntare progetti e/o percorsi formativi. Tali attività formative sono finalizzate all acquisizione di abilità e competenze specifiche, secondo la tematica, il raggruppamento ed il livello adeguato ai fabbisogni formativi del personale aziendale, e non sono intesi a scopo illustrativo e/o promozionale. I corsi inseriti nel non sono rivolti a personale delle pubbliche amministrazioni. Obblighi dei soggetti attuatori Il soggetto attuatore è tenuto a: avviare il di formazione quando il numero di allievi iscritti è non superiore alle 20 unità, o come diversamente specificato dalla vigente normativa; realizzare attività formative esclusivamente presso sedi conformi alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i., alla normativa in materia di igiene e sicurezza, alla normativa in materia di accessibilità ai diversamente abili; erogare esclusivamente corsi rivolti a personale dipendente di aziende nell ambito delle tematiche formative del ; garantire che la quota di corrisponde alle tariffe effettivamente applicate a tutte le edizioni e a tutti i soggetti che vi partecipano; effettuare per tutti i corsi compresi nel una verifica finale dell apprendimento, il cui esito verrà indicato nell attestazione finale rilasciata dall ente a ciascun, che riporterà titolo e durata, ore di effettiva frequenza, sede di svolgimento, livello del (base, avanzato, specialistico), modalità formative utilizzate.

6 Numero di partecipanti Il numero minimo richiesto per poter attivare i corsi relativi alle diverse tematiche formative è pari a 7 partecipanti. Nei casi in cui la normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, preveda un limite massimo di partecipanti pari a 4, 5 o 6, il limite minimo richiesto è pari a 4 partecipanti. Questionario di gradimento Al termine di ciascun erogato, Progetto Formazione richiederà ad ogni la compilazione di un questionario per verificarne il grado di soddisfazione rispetto ai contenuti del, al materiale didattico di riferimento ed alle competenze e capacità espositive del docente.

7 ABILITÀ PERSONALI COMUNICAZIONE Titolo in La comunicazione efficace La comunicazione in azienda e nei gruppi di lavoro 16 Base 290 Conoscere gli strumenti per ottimizzare la nostra comunicazione personale e professionale. Analizzare i nostri punti di forza e aree di miglioramento per poter costruire, attraverso lo strumento comunicativo, una strategia efficace. 16 Base 290 Capire, conoscere e costruire team di lavoro efficaci. Metodi e tecniche per intrattenere e trattenere il pubblico di riferimento. Acquisire gli strumenti necessari per conoscere come funzionano i gruppi, come si crea il consenso e come affida una responsabilità. Public Speaking 16 Base 290 Parlare efficacemente in pubblico, farsi ascoltare e farsi capire. Conoscere e saper utilizzare gli strumenti per trasmettere con efficacia ogni tipologia di contenuto, sia esso di presentazione prodotti/servizi, di vendita o motivazionale. Acquisire tecniche teatrali per aumentare la credibilità ed essere più persuasivi. La comunicazione d'impresa La comunicazione persuasiva 16 Base 290 Strategie moderne per la comunicazione della tua azienda. Quali strumenti utilizzare e come. Quali comunicazioni diffondere e quale strategia comunicativa costruire ed adottare. Pianificare un intervento comunicativo per l impresa e costruirne l identità. 16 Base 290 Creare relazioni vincenti e strategie, attraverso la comunicazione persuasiva e le sue leve. Conoscere gli strumenti ad oggi più utilizzati per persuadere i pubblici di riferimento. Quale strumento scegliere in relazione alla tipologia di messaggio e come spingerlo emotivamente.

8 CONTABILITÀ FINANZA CONTABILITÀ E BILANCIO Titolo in Contabilità generale 40 Base 600 Conoscere i principi generali della rilevazione contabile. Saper eseguire il trattamento delle operazioni fiscali e previdenziali. Saper predisporre un piano dei conti e conoscere il processo di formazione del bilancio di esercizio, per poterne analizzare la struttura. CONTROLLO DI GESTIONE Titolo in Controllo di gestione 24 Avanzato 520 Implementare e gestire un sistema di contabilità analitica a consuntivo. Saper definire del costo di prodotto. Conoscere le procedure aziendali a supporto del controllo di gestione. Conoscere ed implementare le principali metodologie di contabilità analitica. FINANZA, GESTIONE DEL CREDITO E DEGLI INVESTIMENTI Titolo in Il business plan 24 Avanzato 520 Sviluppare un business plan come guida pratica ed operativa nella redazione del business plan, gestendo i passi critici nella pianificazione di un progetto imprenditoriale. Tecniche di budgeting e reporting 24 Avanzato 520 Saper realizzare analisi dei costi aziendali al fine di poter redigere il budget aziendale. Saper strutturare un sistema di reporting aziendale per la determinazione delle informazioni aziendali rilevanti.

9 GESTIONE AZIENDALE AMMINISTRAZIONE PROJECT MANAGEMENT Titolo in del Fondamenti di project management La gestione del portafoglio progetti L'organizzazione della funzione di project management del 24 Avanzato 520 Pianificare, programmare e gestire progetti. Monitorare e analizzare lo stato di avanzamento dei progetti, in termini di attività e risorse, e per poter attuare eventuali azioni correttive. Organizzare la funzione di PM. Gestire il portafoglio progetti. 24 Specialistico 520 Gestire un ambiente multiprogetto, identificando obiettivi, risorse e attività. Selezionare i progetti e gestire il portafoglio progetti, identificando le priorità. Pianificare e gestire le operazioni multiprogetto. Gestire le risorse condivise tra progetti. 24 Specialistico 520 Organizzare la funzione di PM, definire ruoli e competenze delle diverse figure (project manager, project management office, team di progetto, servizi ausiliari). GESTIONE DEI FORNITORI Titolo in La valutazione dei fornitori 8 Avanzato 190 Realizzare il processo di vendor evaluation. Qualificare e selezionare i fornitori. Valutare e controllare i fornitori secondo diversi criteri. Calcolare il vendor rating.

10 GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Titolo in People & team development: come costruire e motivare un team La gestione delle riunioni e del tempo in azienda 16 Base 290 Conoscere e saper utilizzare gli strumenti per ottimizzare il lavoro nei gruppi e aumentarne la motivazione. Individuare e creare ruoli nei team (saper riconoscere gli esecutori e i potenziali responsabili), riconoscere i possibili elementi di conflittualità e usare strumenti adeguati ed efficaci per gestire gli scontri. Allenare le tecniche di comunicazione per creare consenso e comunicare deleghe. Conoscere le dinamiche che si creano all interno dei gruppi di lavoro. 16 Base 290 Trasformare le riunioni in azienda in uno strumento concreto di programmazione e strategia aziendale. Come si programmano e quali sono gli errori tipici delle riunioni. Come ottimizzare i tempi e programmare l agenda professionale. Il formatore aziendale 16 Base 290 Essere un efficace formatore in azienda. Come trasmettere i contenuti e diffondere il sapere aziendale allo staff. Come sviluppare gli strumenti informativi e formativi dell azienda e come strutturare l apprendimento dello staff e misurarlo. Conoscere i metodi di gestione dell aula e le tecniche di public speaking. La selezione e valutazione del personale 16 Base 290 Programmare tutto l iter di selezione del personale per l azienda: analisi del ruolo, creazione di una job description, stesura degli annunci di selezione, screening dei curricula, programmazione degli appuntamenti, gestione e conduzione del colloquio di selezione (quali domande, cosa osservare, come impostare il colloquio), analisi delle competenze e valutazione del personale. Individuare per ogni punto un metodo (da costruire ad hoc, seguendo le logiche dell azienda) e quali tecniche e strumenti sono ad oggi più utilizzati.

11 LEADERSHIP Titolo in Leadership e self leadership 16 Base 290 Diventare ed essere leader di se stessi e dei gruppi. Come trovare il successo personale e professionale, analizzando, allenando e sviluppando le competenze fondamentali per essere un manager di successo. Il problem solving 16 Base 290 Conoscere la struttura dei problemi e saperli affrontare (dal problem setting, al problem solving per arrivare alla fase del decision making, fase che spesso non viene affrontata con attenta analisi). Conoscere gli strumenti di analisi e destrutturazione del problema e allenare le tecniche di risoluzione e di formulazione della decisione. Come comunicare i problemi in un gruppo e come affrontarne la discussione in modo tale da condurre il gruppo all individuazione di soluzioni e proposte pertinenti. Intelligenza emotiva 16 Base 290 Strumenti e strategie per diventare leader, attraverso la gestione efficace delle nostre emozioni. 5 step fondamentali che permettono ad ogni figura professionale di allenare 5 competenze indispensabili per una figura leader. Si apprenderanno tecniche relative alla gestione delle relazioni, della comunicazione, dello stress, dell ascolto e della conoscenza dei proprio punti id forza e debolezza. Un per intenso di conoscenza e individuazione del proprio livello di successo.

12 IMPATTO AMBIENTALE EFFICIENZA ENERGETICA Titolo in Metodi e strumenti per l'efficienza energetica (impianti) Metodi e strumenti per l'efficienza energetica (edifici) Il mercato dell'energia EGE - esperti in gestione dell'energia secondo la norma UNI CEI 11339:2009 del 20 Base 430 Realizzare analisi di efficienza energetica di sistemi semplici (impianti). Valutare gli effetti di interventi di natura gestionale/tecnica per l'incremento dell'efficienza energetica. 20 Base 430 Realizzare analisi di efficienza energetica di sistemi semplici (edifici). Valutare gli effetti di interventi di natura gestionale/tecnica per l'incremento dell'efficienza energetica. 8 Avanzato 190 Conoscere e gestire i contratti di fornitura dell'energia, il sistema degli incentivi, le fonti di produzione. 40 Specialistico 840 Sviluppare conoscenze nel mondo energetico non facilmente reperibili, in accordo alla Norma UNI 11339:2009. SISTEMI DI GESTIONE Titolo in I sistemi di gestione ambientale secondo la norma ISO ed il regolamento EMAS Il sistema di gestione dell'energia secondo la norma ISO Avanzato 800 Conoscere e saper implementare e gestire un sistema di gestione ambientale secondo la normativa ISO e il Regolamento EMAS 8 Base 190 Conoscere e saper implementare e gestire un sistema di gestione dell'energia.

13 INFORMATICA OFFICE AUTOMATION Titolo in Realizzazione di documenti per l'office automation (MS WORD) Analizzare e gestire dati con il foglio elettronico (MS EXCEL) Progettare e gestire un database (MS ACCESS) Realizzare presentazioni multimediali (MS POWER POINT) Data warehouse e soluzioni di business intelligence 32 Avanzato 480 Generare documenti con formattazioni evolute e strutture articolate (grafici, immagini, colonne, indici, segnalibri, codici di campo). Creare modelli e documenti master protetti. Utilizzare le macro e altri strumenti avanzati di MS Word. 32 Avanzato 480 Generare fogli elettronici per l'analisi e la verifica dei dati (funzioni, tabelle pivot, altro). Creare grafici evoluti per la rappresentazione dei dati. Utilizzare le macro e gli altri strumenti evoluti di MS Excel. 32 Avanzato 480 Progettare e realizzare basi di dati applicando il modello Entità/Relazioni. Creare il database al fine di archiviare, organizzare, interrogare ed estrarre dati. Generare rapporti. Utilizzare le macro e gli altri strumenti evoluti di MS Access. 32 Avanzato 480 Progettare e realizzare presentazioni multimediali adeguate ai destinatari della comunicazione. Utilizzare formattazioni e tecniche di layout. Utilizzare strumenti di elaborazione delle immagini. Applicare effetti di animazione multimediali. Utilizzare macro e altri strumenti evoluti di MS Power Point. 16 Base 280 Gestire l'archiviazione dei dati aziendali e l'elaborazione degli stessi per definire indicatori orientati al miglioramento delle performance aziendali.

14 PROGRAMMAZIONE Titolo in Introduzione alla programmazione ed ai linguaggi di programmazione Programmare con VISUAL STUDIO.NET 40 Base 680 Comprendere la logica della programmazione, il ruolo e le caratteristiche dei linguaggi di programmazione. Realizzare procedure elementari eseguibili. 40 Base 680 Scrivere programmi e funzioni utilizzando le strutture di rappresentazione di dati, le strutture di controllo, la libreria standard e la sintassi dei principali linguaggi di programmazione (C#, Visual Basic.Net, ASP.Net) PROGETTAZIONE E DISEGNO TECNICO Titolo in Disegno tecnico per la progettazione 2D Disegno tecnico per la progettazione 3D Progettazione CAD-CAM 16 Base 280 Creare e modificare elaborati tecnici grafici 2D utilizzando in modo efficiente le funzionalità offerte dai moderni applicativi CAD. 12 Base 210 Creare e modificare elaborati tecnici grafici 3D utilizzando in modo efficiente tutte le funzionalità offerte dai moderni applicativi CAD. 40 Avanzato 680 Saper modellare componenti ed assemblati, produrre disegni tecnici e realizzare i programmi per la lavorazione dei pezzi su macchine utensili a controllo numerico. Applicativi CAM 32 Avanzato 580 Utilizzare applicativi per la preparazione di piani di lavoro complessivi per la progettazione di utensili e attrezzature, preparazione di modelli CAD, programmazione di controlli numerici, programmazione delle verifiche su macchine di misura a coordinate (CMM), simulazioni e post-processing. Applicativi CAD per l'industrial design Tecnologie per l'elettronica Simulazione agli elementi finiti 32 Avanzato 560 Utilizzare strumenti di Industrial Design per la progettazione concettuale e la modellazione di superfici nell'ambito dell'ingegnerizzazione dei prodotti. 32 Base 610 Studio, disegno, simulazione e realizzazione di circuiti stampati. 40 Avanzato 780 Modellizzazione e simulazione sistemi fisici per applicazioni in campo elettrico, meccanico, fluidodinamico e chimico.

15 STRUMENTI INFORMATICI PER LA PRODUZIONE Titolo in La pianificazione delle attività (MS PROJECT) L'analisi statistica di processo (MINITAB) L'analisi dei processi aziendali (PROCESS FOR SIX SIGMA) 32 Avanzato 610 Pianificare le attività e le risorse da dedicare ad un progetto o ad una serie di progetti e/o funzioni aziendali, attraverso l'utilizzo di specifici strumenti informatici. 32 Avanzato 610 Analisi statistica di processo (capacità/variabilità) utilizzando tutte le funzionalità di uno specifico applicativo. 32 Avanzato 610 Mappatura e analisi dei processi aziendali, attraverso un efficiente utilizzo di tutte le principali funzionalità di uno specifico applicativo.

16 LAVORO IN UFFICIO ED ATTIVITÀ DI SEGRETERIA COMUNICAZIOEN VERBALE Titolo in La comunicazione telefonica 16 Base 290 Ottimizzare la comunicazione telefonica in azienda, dall uso della voce alla scelta delle parole. Come costruire uno script efficace e come esprimersi al telefono, riuscendo a trasmettere, attraverso voce e parole, i valori e i plus dell azienda. COMUNICAZIONE SCRITTA Titolo in Business writing 16 Base 290 Saper scrivere documenti aziendali chiari, concisi, corretti ed efficaci. Compilazione di testi, schede e tabelle. La preparazione di inviti e articoli. La scrittura delle . FRONT OFFICE Titolo in Il front office 16 Base 290 Saper gestione in modo efficace la relazione con l interlocutore o con il personale interno. Utilizzare un metodo efficace e concreto per ottimizzare l uso di strumenti tecnologici, operativi e comunicativi del front office.

17 LINGUE INGLESE, FRANCESCE, TEDESCO, SPAGNOLO Titolo in del del ( ) Base : obiettivo di certificazione livello A1 ( ) Elementare : obiettivo di certificazione da livello A1 a livello A2 ( ) Intermedio : obiettivo di certificazione da livello A2 a livello B1 ( ) Intermedio superiore: obiettivo di certificazione da livello B1 a livello B2 ( ) Avanzato : obiettivo di certificazione da livello B2 a livello C1 40 Base 480 Comprendere ed utilizzare espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto. Capacità di interagire verbalmente in modo semplice purché l altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare. 40 Base 480 Comprendere frasi ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza (Es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l occupazione), comunicando in attività di routine che richiedono un basilare scambio di informazioni. 40 Base 480 Comprendere i punti chiave di un dis e produrre un testo semplice relativo ad argomenti che siano familiari o di interesse personale, descrivendo esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni. 40 Base 480 Comprendere le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche nel campo di interesse, interagendo con una certa scioltezza e spontaneità. Produrre un testo chiaro e dettagliato su un ampia gamma di argomenti spiegando un punto di vista su un argomento e fornendo i pro e i contro delle varie opzioni. 40 Avanzato 520 Comprendere un ampia gamma di testi complessi e lunghi, riconoscendo il significato implicito ed esprimendosi con scioltezza e naturalezza. Produrre testi chiari, ben costruiti, dettagliati su argomenti complessi, mostrando un sicuro controllo della struttura testuale, dei connettori e degli elementi di coesione.

18 ( ) Padronanza : obiettivo di certificazione da livello C1 a livello C2 ( ) Conversazione base ( ) Conversazione avanzato ( ) Finanziariocommerciale 40 Avanzato 520 Comprendere con facilità praticamente tutto ciò che sente e legge, riassumendo informazioni provenienti da diverse fonti sia parlate che scritte, ristrutturando gli argomenti in una presentazione coerente. Capacità di esprimersi spontaneamente, in modo molto scorrevole e preciso, individuando le più sottili sfumature di significato in situazioni complesse. 40 Base 520 Comprendere frasi ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza (Es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l occupazione), comunicando in attività di routine che richiedono un basilare scambio di informazioni. 40 Avanzato 520 Comprendere le idee principali di conversazioni relative ad argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche nel campo di interesse, interagendo con una certa scioltezza e spontaneità. 40 Specialistico 520 Comprendere ed utilizzare strumenti linguistici specializzati per comunicare informazioni e descrizioni di natura economico-commerciale. ALTRE LINGUE Titolo in del del (..) Alfabetizzazione 40 Base 480 Comprendere ed utilizzare espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto. Capacità di interagire verbalmente in modo semplice purché l altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare. ( ) indica la LINGUA di riferimento

19 MARKETING VENDITE VENDITE Titolo in del del La vendita efficace 16 Base 290 Strumenti e tecniche relazionali per affrontare il rapporto con i clienti di oggi e per trasformare l addetto vendita o l agente in un consulente coerente con l'immagine dell'azienda. Dalla programmazione del primo appuntamento alla gestione del post vendita. Analisi dei bisogni e dei desideri dell interlocutore, analisi e individuazione delle sue paure e reticenze, gestione delle obiezioni (attraverso tecniche di comunicazione) e analisi della proposta commerciale. La persuasione nella vendita La negoziazione efficace La comunicazione con il cliente 16 Base 290 Conoscere ed allenare le tecniche di comunicazione persuasiva, come strumento per vendere e per aumentare l ascolto dei nostri interlocutori. Come usare la comunicazione per direzionare il consenso e trasmettere messaggi persuasivi. Conoscere i metodi ad oggi più diffusi. 16 Base 290 Questioni, interessi e posizioni: come gestirli nella comunicazione di vendita? Quali strumenti per negoziare oggi sono più utilizzati? Un per utile sia ai venditori che alle figure che in azienda si occupano degli acquisti. 16 Base 290 Gestire la relazione con i clienti prima, durante e dopo la vendita.

20 MARKETING Titolo del in Il marketing operativo e strategico Il Neuromarketing e il Marketing Laterale Visual Merchandising 16 Base 290 Strumenti per costruire strategie nel tuo negozio e in azienda. Come individuare il target di riferimento e come riconoscere il mercato. Come programmare la mia comunicazione, come costruire la mia proposta. Quali strategie usare per farmi spazio sul mio mercato di riferimento. 16 Base 290 Conoscere come funziona il nostro cervello quando deve acquistare. Quali sono le leve di acquisto principale dei nostri potenziali clienti e conoscere quali sono gli strumenti di comunicazione più persuasivi oggi sul mercato. 16 Base 290 Ottimizzare e gestire lo spazio della vendita. Come sviluppare la comunicazione dello spazio espositivo sfruttando i 5 sensi. Come programmare e costruire una vera e propria guest experience all interno del nostro spazio. Web Marketing 12 Base 190 Conoscere e capire gli strumenti per un'efficiente comunicazione. Imparare a gestire in autonomia i Social Network. Gestire la propria brand awareness online. Gestire una community e le relazioni con gli utenti. Redigere il calendario editoriale.

21 QUALITÀ SISTEMI DI GESTIONE Titolo in I sistemi di gestione della qualità I sistemi di gestione integrata qualitàsicurezza-ambiente ISO 9001:2015 e ISO per la gestione del rischio L'aggiornamento della norma ISO 9001 alla versione 2015 I modelli di organizzazione gestione e controllo : il modello organizzativo secondo il D.Lgs.231 e s.m.i. 24 Avanzato 520 Conoscere e saper implementare un sistema di gestione della qualità secondo la normativa vigente (ISO 9001). 16 Avanzato 350 Conoscere e saper implementare un sistema integrato di gestione della qualità, della sicurezza e dell'ambiente secondo la normativa vigente. 8 Avanzato 190 Conoscere i principali elementi della ISO ed i requisiti della ISO 9001:2015 relativi alla gestione del rischio. 8 Avanzato 190 Conoscere i principali aggiornamenti della norma ISO 9001 passando dall'edizione 2008 alla Avanzato 190 Conoscere e implementare un modello organizzativo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 e s.m.i. GESTIONE DELLA QUALITÀ Titolo in La gestione della qualità 24 Base 520 Conoscere principi e linee guida per lo sviluppo della cultura della qualità. Conoscere e saper applicare metodi e strumenti di gestione della qualità. Introduzione alla lean production 24 Base 520 Conoscere e saper applicare i principi, le metodologie e i principali strumenti dell'approccio Lean. Lean six sigma 40 Avanzato 860 Conoscere e saper applicare i principi, le metodologie ed i principali strumenti dell'approccio Lean applicato alla filosofia Six Sigma. La progettazione della qualità 40 Avanzato 860 Conoscere ad utilizzare tecniche di progettazione di un nuovo prodotto/servizio (QFD, FMEA/FMECA, ANOVA) e/o di un processo produttivo (DOE, analisi delle tolleranze).

22 GESTIONE DELLA MANUTENZIONE Titolo in La gestione della manutenzione e il TPM (al netto 24 Base 520 Conoscere gli obiettivi ed i principi del Total Productive Maintenance. Conoscere i meccanismi e le cause di guasto. Valutare indici, costi, e politiche di manutenzione. Conoscere i principali riferimenti normativi vigenti.

23 SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO FIGURE DELLA SICUREZZA Titolo in Formazione generale lavoratori 4 Base 40 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Formazione specifica lavoratori- rischio basso 4 Base 48 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Formazione specifica lavoratori- rischio medio 8 Base 92 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Formazione specifica lavoratori- rischio alto 12 Base 128 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Aggiornamento quinquennale lavoratori 6 Base 80 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Formazione aggiuntiva preposti 8 Base 195 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Aggiornamento quinquennale preposti 6 Base 40 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Formazione dirigenti 16 Base 300 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Aggiornamento quinquennale dirigenti 6 Base 110 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Formazione RLS 32 Base 380 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Aggiornamento annuale RLS - fino a 50 dipendenti 4 Base 100 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Aggiornamento annuale RLS - oltre 50 dipendenti 8 Base 100 Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011 Formazione addetti primo 16 Base 210 D.M. 10 marzo 1998 soc gruppo A Formazione addetti primo 12 Base 170 D.M. 10 marzo 1998 soc gruppo B/C Aggiornamento triennale addetti primo soc gruppo A 6 Base 80 D.M. 10 marzo 1998 Aggiornamento triennale addetti primo soc gruppo B/C Formazione addetti antincendio rischio basso Formazione addetti antincendio rischio medio Aggiornamento addetti antincendio rischio basso Aggiornamento addetti antincendio rischio medio 4 Base 60 D.M. 10 marzo Base 105 DPR 151/2011 e D.M. 10 marzo Base 210 DPR 151/2011 e D.M. 10 marzo Base 80 DPR 151/2011 e D.M. 10 marzo Base 120 DPR 151/2011 e D.M. 10 marzo 1998

24 ATTREZZATURE Titolo in del del iscrizione per (Euro, al netto PLE - piattaforme di lavoro elevabili - moduli teorici generici 4 Base 100 Accordo Stato Regioni 22 PLE - piattaforme di lavoro elevabili - moduli pratici con stabilizzatori 4 Base 125 Accordo Stato Regioni 22 PLE - piattaforme di lavoro elevabili - moduli pratici senza stabilizzatori 4 Base 125 Accordo Stato Regioni 22 PLE - piattaforme di lavoro elevabili - moduli pratici con e senza 6 Base 175 Accordo Stato Regioni 22 stabilizzatori Aggiornamento PLE - piattaforme di lavoro elevabili 4 Base 110 Accordo Stato Regioni 22 Gru su autocarro - modulo teoria 4 Base 90 Accordo Stato Regioni 22 Gru su autocarro - modulo pratica 8 Base 170 Accordo Stato Regioni 22 Aggiornamento gru su autocarro 4 Base 90 Accordo Stato Regioni 22 Gru a torre - modulo teoria 8 Base 160 Accordo Stato Regioni 22 Gru a torre - modulo pratico rotazione in basso 4 Base 80 Accordo Stato Regioni 22 Gru a torre - modulo pratico rotazione in alto 4 Base 80 Accordo Stato Regioni 22 Gru a torre - modulo pratico rotazione in basso e in alto 6 Base 100 Accordo Stato Regioni 22 Aggiornamento gru a torre 4 Base 100 Accordo Stato Regioni 22 Carrelli elevatori - modulo teoria 8 Base 150 Accordo Stato Regioni 22 Carrelli elevatori - modulo pratico carrello industriale semovente Carrelli elevatori - modulo pratico carrello industriale semovente a braccio telescopico Carrelli elevatori - modulo pratico carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi Carrelli elevatori - modulo pratico carrelli industriali semoventi, semoventi a braccio telescopico, carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi 4 Base 80 Accordo Stato Regioni 22 4 Base 80 Accordo Stato Regioni 22 4 Base 80 Accordo Stato Regioni 22 8 Base 110 Accordo Stato Regioni 22 Aggiornamento carrelli elevatori 4 Base 90 Accordo Stato Regioni 22 Gru mobili - modulo teoria base 7 Base 140 Accordo Stato Regioni 22 Gru mobili - modulo pratico base 7 Base 140 Accordo Stato Regioni 22 Gru mobili - modulo teoria aggiuntivo 4 Base 65 Accordo Stato Regioni 22

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT A cura di Linda Rossi Holden Council of Europe 2001 1 IL PLURILINGUISMO Il plurilinguismo non va confuso

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni.

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni. 1. RIF: che cos è Il RIF (Registro dell Impresa Formativa) è lo strumento, approvato dal FORMEDIL e dalla CNCPT, collegato al sito della Banca dati formazione costruzioni (BDFC) del Formedil nel quale

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

CORSO FORMAZIONE FOR O MA M TOR O I

CORSO FORMAZIONE FOR O MA M TOR O I CORSO FORMAZIONE FORMATORI Una metafora per iniziare. Quando fai piani per un anno, semina grano. Se fai piani per un decennio, pianta alberi. Se fai piani per la vita, forma ed educa le persone. Proverbio

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli