Via Crotone,57 tel Catanzaro PROCESSO FORMATIVO ALUNNO CAPACITA. OBIETTIVI di APPRENDIMENTO OBIETTIVI FORMATIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Via Crotone,57 tel. 0961-31056 32470 88063 Catanzaro PROCESSO FORMATIVO ALUNNO CAPACITA. OBIETTIVI di APPRENDIMENTO OBIETTIVI FORMATIVI"

Transcript

1 Via Crotone,57 tel Catanzaro PROCESSO FORMATIVO ALUNNO CAPACITA OBIETTIVI di APPRENDIMENTO CONOSCENZE ABILITA OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSI DIDATTICI e TEMATICI (Traguardi) COMPETENZE Anno Scolastico PROGETTAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA DEL CURRICOLO IN ALLEGATO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

2 INDICE PREMESSA CURRICOLO SINTETICO ANNUALE PER TUTTE LE DISCIPLINE Pag. 2 FINALITA OBIETTIVI GENERALI 3 AREA LINGUISTICO ARTISTICO - ESPRESSIVA 4 ITALIANO 4 ITALIANO Classi Prime 4 ITALIANO Classi Seconde 7 ITALIANO Classi Terze 10 PRIMA LINGUA COMUNITARIA: INGLESE 13 INGLESE Classi Prime 13 INGLESE Classi Seconde 16 INGLESE Classi Terze 18 SECONDA LINGUA COMUNITARIA: FRANCESE 22 FRANCESE Classi Prime 22 FRANCESE Classi Seconde 25 FRANCESE Classi Terze 27 ARTE E IMMAGINE 30 ARTE E IMMAGINE Classi Prime 30 ARTE E IMMAGINE Classi Seconde 33 ARTE E IMMAGINE Classi Terze 35 CORPO MOVIMENTO SPORT 38 CORPO MOVIMENTO SPORT Classi Prime 38 CORPO MOVIMENTO SPORT Classi Seconde 41 CORPO MOVIMENTO SPORT Classi Terze 44 MUSICA 48 MUSICA Classi Prime 49 MUSICA Classi Seconde 49 MUSICA Classi Terze 52 AREA STORICO-GEOGRAFICA 55 STORIA 55 STORIA Classi Prime 56 STORIA Classi Seconde 57 STORIA Classi Terze 59 GEOGRAFIA 61 GEOGRAFIA Classi Prime 61 GEOGRAFIA Classi Seconde 63 GEOGRAFIA Classi Terze 65 AREA MATEMATICO SCIENTIFICO - TECNOLOGICA 67 MATEMATICA 68 MATEMATICA Classi Prime 69 MATEMATICA Classi Seconde 72 MATEMATICA Classi Terze 74 SCIENZE 77 SCIENZE Classi Prime 78 SCIENZE Classi Seconde 80 SCIENZE Classi Terze 82 TECNOLOGIA 85 TECNOLOGIA Classi Prime 85 TECNOLOGIA Classi Seconde 88 TECNOLOGIA Classi Terze 90 RELIGIONE Classi: Prime, Seconde, Terze 92 EDUCAZIONE ALLA CONVIVENZA CIVILE 95 1

3 CURRICOLO SINTETICO ANNUALE PERTUTTE LE DISCIPLINE L attività didattica disciplinare risponde a motivazioni generali e specifiche: VALORIZZAZIONE delle materie (area linguistica e scientifica) delle quali la Scuola Media si assume il compito di affrontare in modo intenzionale e sistematico lo statuto disciplinare, anche ai fini della prosecuzione degli studi degli alunni. VALORIZZAZIONE dell area educativa (educazione artistica, fisica, musicale e tecnica) attraverso l iniziazione globale ma non generica ai linguaggi specifici, per consentire ai giovani di affacciarsi al patrimonio espressivo dell umanità di cui potranno in seguito divenire consapevolmente partecipi. Abbiamo scelto di non rafforzare a scuola il carattere frammentario delle informazioni e degli stimoli cui sono normalmente esposti i nostri ragazzi: la Scuola punta sul metodo, sulla riflessione, sulla consapevolezza. Per sviluppare argomenti di particolare rilevanza educativa, in modo articolato ma unitario, sono stati elaborati progetti, anche complessi, con carattere di spiccata interdisciplinarità, che coinvolgono più classi, più docenti di varie discipline, diversi esperti. Nell ambito dell autonomia organizzativa e didattica dell Istituto e della legislazione innovativa in materia d istruzione e di formazione integrata, oltre all utilizzazione della quota nazionale del curricolo, è prevista la gestione autonoma di una quota di flessibilità per lo svolgimento di percorsi formativi individualizzati e per il raggiungimento di specifici obiettivi in base alle risorse formative del territorio. A riguardo per il raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento previsti dal CURRICOLO OBBLIGATORIO, dalle ATTIVITA OPZIONALI E FACOLTATIVE e per il raggiungimento delle finalità previste nell area della progettazione specifica, sono previste iniziative didattiche di LABORATORIO, VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE nel territorio regionale e extraregionale. Accanto all area della PROGETTAZIONE SPECIFICA, è riservata l area del potenziamento e del recupero delle conoscenze e delle competenze di base in modo da offrire a tutti gli alunni gli strumenti disciplinari fondamentali e porli nelle condizioni di interpretare e conoscere i fenomeni sociali, naturali, culturali e artificiali. 2

4 FINALITA La Scuola Secondaria di primo grado, attraverso le varie discipline, è finalizzata alla crescita delle capacità autonome di studio e di interazione sociale; organizza ed accresce le conoscenze e le abilità anche attraverso l alfabetizzazione e l approfondimento delle tecnologie informatiche ed in relazione alla tradizione culturale e all evoluzione della realtà contemporanea; introduce lo studio di una seconda lingua dell Unione Europea; sviluppa progressivamente le competenze e le capacità di scelta degli allievi,aiutando gli stessi ad orientarsi per la successiva scelta di istruzione e formazione. OBIETTIVI GENERALI 1) Promuove l educazione integrale della persona, in quanto si preoccupa di adoperare il sapere (le conoscenze) ed il fare (abilità) per sviluppare armoniosamente la personalità degli allievi, in tutte le direzioni (Etiche, Religiose, Sociali, Intellettuali, Affettive, Operative, Creative, ecc..) e per consentire loro di agire in maniera matura e responsabile. 2) Aiuta lo studente ad acquisire una immagine sempre più chiara ed approfondita della realtà sociale, a riconoscere le attività tecniche con cui l uomo provvede alla propria sopravvivenza e trasforma le proprie condizioni di vita. Lo studente è sollecitato a trasformare conoscenze ed abilità in competenze personali ai fini dell integrazione civica delle nuove generazioni. 3) Mira all orientamento di ciascuno, favorisce l iniziativa del soggetto per il suo sviluppo, fisico, psichico ed intellettuale, lo mette nelle condizioni di definire e conquistare la propria identità di fronte agli altri e di rivendicare un proprio ruolo nella società sociale, culturale e professionale. AREA LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA L apprendimento delle lingue e dei linguaggi non verbali,in base alle nuove Indicazioni per il curricolo si realizza con il concorso di più discipline: lingua italiana; lingue comunitarie; musica; arte-immagine; corpo movimento-sport. Tutte queste discipline, pur mantenendo un ambito di apprendimento proprio, concorrono a definire un area sovradisciplinare, in cui esse ritrovano una comune matrice antropologica nell esigenza comunicativa dell uomo e nell applicazione di facoltà uniche e peculiari del pensiero umano. L alunno sarà guidato alla scoperta delle potenzialità comunicative ed espressive che le discipline offrono e all apprendimento sempre più autonomo delle forme utili a rappresentare la sua personalità e il mondo che lo circonda. 3

5 ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO a b c d e f L alunno è capace di interagire in modo efficace in diversi situazioni comunicative,sostenendo le proprie idee con testi orali e scritti, che siano sempre rispettosi delle idee degli altri. Usa in modo efficace la comunicazione orale e scritta per collaborare con gli altri, nell elaborazione di progetti, nella valutazione dell efficacia di diverse soluzioni di un problema. Nelle attività di studio personali e collaborative, usa i manuali delle discipline o altri testi,al fine di ricercare, raccogliere e rielaborare i dati e le informazioni anche con l aiuto degli strumenti informatici. Legge con interesse testi letterari di vario tipo e comincia a manifestare gusti personali. Produce con l aiuto dei docenti semplici ipertesti, utilizzando in modo efficace l accostamento dei linguaggi verbali con quelli iconici e sonori. Varia i registri in base alla situazione comunicativa e agli interlocutori. PIANI DI STUDI PERSONALIZZATI - PER TRE FASCE DI LIVELLO - ITALIANO - CLASSI PRIME UNITA DI APPRENDIMENTO 1 a Unità di Apprendimento Conosco me stesso Tempo di realizzazione 1 bimestre Ottobre Novembre. 2 a Unità di Apprendimento Realtà e fantasia Tempo di realizzazione 2 bimestre Dicembre Gennaio 3 a Unità di Apprendimento Io e gli altri Tempo di realizzazione 3 bimestre Febbraio Marzo. 4 a Unità di Apprendimento Io e l ambiente circostante Tempo di realizzazione 4 bimestre Aprile Maggio. 4

6 L Unità di Apprendimento si sviluppa attraverso l individuazione di Competenze, Obiettivi di Apprendimento e Obiettivi Formativi: COMPETENZE Obiettivi di apprendimento Obiettivi Formativi (O.F.) Strategie dell ascolto Fascia A): Gestire processi di con- finalizzato e dell ascolto attivo di trollo durante l ascolto, ponendo do- testi orali. mande ed approfondimenti; Tratti fondamentali che distinguono il Fascia B): Pianificare comunicazioni di parlato e lo scritto. contenuto più complesso; Registri linguistici del parlato narrativo, Fascia C): Pianificare comunicazioni di descrittivo, dialogico contenuto semplice. - Identificare attraverso l ascolto attivo e finalizzato vari tipi di testo ed il loro scopo. Ricostruire oralmente la struttura informativa di una comunicazione orale. Comprendere testi di uso quotidiano. ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE. LEGGERE E COMPRENDERE TESTI DI DIVERSO TIPO. PRODURRE E RIELABORARE TESTI SCRITTI. Elementi caratterizzanti il testo narrativo letterario e non (articolo di giornale, racconto, leggenda, mito, fiaba, favola). Elementi caratterizzanti il testo poetico (lirica, epica, canzone). Leggere silenziosamente e ad alta voce utilizzando tecniche adeguate. Comprendere ed interpretare testi letterari e non. Procedure per evidenziare negli appunti concetti importanti (sottolineature, utilizzo di segnali grafici, abbreviazioni, sigle, mappe, uso della punteggiatura). Riscrittura e manipolazione di un testo narrativo, descrittivo, regolativi espositivo, poetico. Produrre testi scritti, a seconda degli scopi e dei destinatari, espositivi, epistolari, espressivi, poetici ecc Riscrivere testi narrativi applicando trasformazioni. Fascia A): Leggere ed analizzare brani di opere di diverso genere letterario; Fascia B): Leggere applicando stili di lettura funzionali al tipo di testo selezionato; Fascia C): Saper leggere in modo espressivo rispettando la punteggiatura. Fascia A): Saper utilizzare procedimenti espressivi per la produzione dei diversi generi testuali; Fascia B): Saper comunicare in modo significativo ed efficace attraverso la pianificazione di strumenti linguistici e lessicali; Fascia C): Saper produrre e rielaborare testi con l uso di un lessico semplice. RICONOSCERE LE STRUTTURE DELLA LINGUA ED ARRICCHIRE IL LESSICO. Studio sistematico delle categorie grammaticali. Il lessico e l uso dei dizionari. Principali tappe evolutive della lingua italiana e sua origine latina. Rapporto esistente tra evoluzione della lingua e contesto storico sociale. Riconoscere e analizzare le funzioni logiche della frase semplice, Utilizzare tecniche di costruzione della frase semplice in base al profilo comunicativo. Usare creativamente il lessico. Fascia A): Riconoscere e classificare tutte le parti del discorso; riconoscere la funzione del soggetto, del predicato e del complemento diretto; Fascia B): Riconoscere e classificare per categorie tutte le parti del discorso; Fascia C): Saper riconoscere e classificare le parti principali di un discorso. 5

7 Conosco me stesso Percorsi didattici e tematici classi prime Tempo di realizzazione 1 bimestre Ottobre Novembre. Percorsi didattici: Analisi del testo letterario. Generi testuali. Abilità di base. Il piacere di leggere (Narrativa e libri della biblioteca scolastica). Arricchire il lessico. Fonologia. Morfologia: Nome, articolo. Percorsi tematici: - La costruzione della propria identità. - Orientarsi nel tempo. - Fiaba e favola. Attività laboratoriali Realtà e fantasia Tempo di realizzazione 2 bimestre Dicembre Gennaio. Percorsi didattici: I generi testuali. Le abilità di base. Il piacere di leggere (Narrativa e libri della biblioteca scolastica). Arricchire il lessico. Le forme della comunicazione. Morfologia: il verbo. Percorsi tematici: - Mito, leggenda. - Iliade Attività laboratoriali Io e gli altri Tempo di realizzazione 3 bimestre Febbraio Marzo. Percorsi didattici: Analisi del testo letterario. Le abilità di base. Il piacere di leggere (Narrativa e libri della biblioteca scolastica). Arricchire il lessico. Ortografia. Morfologia: il verbo. Percorsi tematici: - Il mondo degli affetti - Il mondo degli animali. - Odissea; Eneide. Attività laboratoriali 6

8 Io e l ambiente circostante Tempo di realizzazione 4 bimestre Aprile Maggio. Percorsi didattici: Analisi del testo letterario. I generi testuali. Le abilità di base. Il piacere di leggere (Narrativa e libri della biblioteca scolastica). Arricchire il lessico. Le forme della comunicazione. Morfologia: l aggettivo - il pronome. Percorsi tematici: - Descrivere i paesaggi - Salviamo il nostro pianeta - Poemi cavallereschi. Ciclo Carolingio. Ciclo Bretone. Attività laboratoriali ITALIANO - CLASSI SECONDE Mi racconto UNITA DI APPRENDIMENTO 1 a Unità di Apprendimento Tempo di realizzazione 1 bimestre Ottobre Novembre 2 a Unità di Apprendimento Tra immaginario e realtà Tempo di realizzazione 2 bimestre Dicembre Gennaio Insieme agli altri 3 a Unità di Apprendimento Tempo di realizzazione 3 bimestre Febbraio Marzo. Noi cittadini d Europa 4 a Unità di Apprendimento Tempo di realizzazione 4 bimestre Aprile Maggio 7

9 L Unità di Apprendimento si sviluppa attraverso l individuazione di Competenze, Obiettivi di Apprendimento e Obiettivi Formativi: COMPETENZE Obiettivi di Apprendimento Obiettivi Formativi (O.F.) ASCOLTARE, COMPRENDERE Strategie dell ascol-to Fascia C): Pianificare E COMUNICARE ORALMENTE. finalizzato e dell ascolto attivo di testi orali. comunicazioni di contenuto Tratti fondamentali che distinguono il parlato e semplice; lo scritto. Fascia B): Pianificare Registri linguistici del parlato nar-rativo, comunicazioni di contenuto più descrittivo, dialogico - Identificare attraverso l ascolto complesso; Fascia A): Gestire processi di attivo e finalizzato vari tipi di testo ed il loro controllo durante l ascolto, scopo. ponendo domande ed Ricostruire oralmente la struttura in-formativa approfondimenti di una comunicazione orale. Comprendere testi di uso quotidiano. LEGGERE E COMPRENDERE TESTI DI DIVERSO TIPO. PRODURRE E RIELABORARE TESTI SCRITTI. RICONOSCERE LE STRUTTURE DELLA LINGUA ED ARRICCHIRE IL LESSICO. Elementi caratteriz-zanti il testo narrativo letterario e non (articolo di giornale, racconto). Elementi caratterizzanti il testo poe-tico (lirica, epica, canzone). Strategie di controllo del processo di lettura ad alta voce, al fine di migliorarne l efficacia. Strategie di lettura silenziosa e tecniche di miglioramento dell efficacia quali la sottolineatura e le note a margine. Leggere silenziosamente e ad alta voce utilizzando tecniche adeguate. Comprendere ed interpretare testi letterari e non (espositivi, narrativi, descrittivi, regolativi). Procedure per evidenziare negli appunti concetti importanti (sottolineature, utilizzo di segnali grafici, abbreviazioni, sigle, mappe, uso della punteggiatura). Riscrittura e manipolazione di un testo narrativo, descrittivo, regolativi espositivo, poetico. Produrre testi scritti, a seconda degli scopi e dei destinatari, espositivi, epistolari, espressivi, poetici ecc Riscrivere testi narrativi applicando trasformazioni. Manipolare racconti fictional, smontarli e riorganizzarli, ampliarli e sintetizzarli. Struttura logica della frase semplice. Il lessico e l uso dei dizionari. Il lessico (famiglie di parole, campi semantici, legami semantici tra parole, ecc..). Principali tappe evolutive della lingua italiana e sua origine latina. Riconoscere e analizzare le funzioni logiche della frase semplice. Usare creativamente il lessico. Usare consapevolmente strumenti di consultazione. Saper leggere in modo espressivo rispettando la punteggiatura; Leggere applicando stili di lettura funzionali al tipo di testo selezionato; Leggere ed analizzare brani di opere di diverso genere letterario. Saper produrre e rielaborare testi con l uso di un lessico semplice; Saper comunicare in modo significativo ed efficace attraverso la pianificazione di strumenti linguistici e lessicali; Saper utilizzare procedimenti espressivi per la produzione dei diversi generi testuali. Saper riconoscere e classificare le parti principali di un discorso. Riconoscere e classificare per categorie tutte le parti del discorso. Riconoscere e classificare tutte le parti del discorso; riconoscere la funzione del soggetto, del predicato e del complemento diretto. 8

10 Percorsi didattici e tematici classe seconda Mi racconto - Antologia: Lettere e diari per conoscersi, parlare di sé; descrivere persone e stati d animo. - Poesia: Il Linguaggio poetico; - Grammatica: La morfologia, approfondimenti; - I classici: Dante Alighieri e il suo tempo. - Narrativa: Letture ed analisi del testo in adozione. Tra immaginario e realtà - Antologia: Il racconto: fantasia, horror, giallo, avventura, ecc - Grammatica: La sintassi della frase semplice; - I classici: Autori del 300 e del Narrativa: Letture ed analisi del testo in adozione Insieme agli altri - Antologia: Storie di incontri ed emozioni, confidenze, affinità e simpatia - Poesia: Lettura e analisi di testi poetici - Grammatica: La sintassi della frase semplice - I classici: L epica rinascimentale - Narrativa: Letture ed analisi del testo in adozione Noi cittadini d Europa - Antologia: Brani descrittivi e narrativi ambientati nei vari paesi europei - Grammatica: La sintassi della frase semplice; - I classici: L epica moderna - Narrativa: Letture ed analisi del testo in adozione 9

11 ITALIANO - CLASSI TERZE UNITA DI APPRENDIMENTO 1 a Unità di Apprendimento Conoscersi per scegliere meglio Tempo di realizzazione 1 bimestre Ottobre Novembre. 2 a Unità di Apprendimento Realtà ed astrazione Tempo di realizzazione 2 bimestre Dicembre Gennaio 3 a Unità di Apprendimento Il mondo d oggi: problemi ed opportunità Tempo di realizzazione 3 bimestre Febbraio Marzo 4 a Unità di Apprendimento Noi cittadini consapevoli ed attivi Tempo di realizzazione 4 bimestre Aprile Maggio. L Unità di Apprendimento si sviluppa attraverso l individuazione di Competenze, Obiettivi di Apprendimento e Obiettivi Formativi: COMPETENZE Obiettivi di Apprendimento Obiettivi Formativi elementi che servono a Pianificare comunicazioni identificare anche a distanza di tempo gli di contenuto complesso. Gestire appunti e a utilizzarli. processi di controllo durante Il punto di vista altrui in contesti e testi diversi. l ascolto, ponendo domande ed adottare, secondo la situazione approfondimenti. comunicativa, opportune strategie di attenzione e comprensione. Dato un testo orale Ascoltare, comprendere adeguato identificare e confrontare opinioni e e pianificare comunicazioni di punti di vista del mittente. Valutare la natura e contenuto più complesso; l attendibilità del mes-saggio ascoltato secondo il proprio punto di vista. Sostenere tramite esempi il proprio punto di vista o Ascoltare, comprendere quello degli altri. Avviarsi alla selezione di e pianificare comunicazioni di fonti ritenute occa-sioni di arricchimento contenuto semplice. personale e culturale. Ricostruire oralmente la struttura argomentativa di una comunicazione orale.scrivere,argomentando, il proprio progetto di vita e le scelte che si intendono fare per realizzarlo. Memorizzare testi e poesie. ASCOLTARE,COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMEN- TE LEGGERE E COMPRENDERE TESTI DI DIVERSO TIPO elementi caratterizzanti il testo argomentativi. Elementi caratterizzanti il testo letterario narrativo. Elementi caratterizzanti il testo poetico e Leggere ed analizzare brani di opere di diverso genere letterario e di tipologia diversa; Leggere applicando stili 10

12 PRODURRE E RIELABORARE TESTI SCRITTI RICONOSCERE LE STRUTTU- RE DELLA LINGUA ED ARRICCHIRE IL LESSICO l intenzione comunicativa dell autore. Principali caratteristiche testuali di quotidiani, periodici, riviste specializzate. comprendere e interpretare autonomamente con guida testi, non solo letterari, di tipologia diversa. Riconoscere le tesi esposte e l opinione dell autore. la struttura del testo argomentativo e gli elementi che ne fanno parte. ricercare materiali e fonti da utilizzare nello sviluppo di un testo a dominanza argomentativo. Riconoscere e riprodurre le caratteristiche testuali delle più consuete tipologie di comunicazione scritta. Scrivere testi argomentativi usando un linguaggio oggettivo e un registro adeguato. Scrivere testi di tipo diverso per spiegare e argomentare le scelte compiute. approfondimenti sulla struttura logica e comunicativa della frase semplice. Struttura logica e comunicativa della frase complessa. riconoscere i principali mutamenti e le permanenze lessicali e semantiche della Lingua Latina nell Italiano e nei Dialetti. Individuare e utilizzare strumenti di consultazione per dare risposta ai propri dubbi linguistici. Operare confronti tra parole e testi latini, Lingua Italiana, dialetti e altre lingue studiate. Riconoscere le caratteristiche più significative di alcuni importanti periodi della storia della Lingua Italiana. di lettura funzionali al tipo di testo selezionato; comprendere e interpretare autonomamente testi di tipologia diversa. leggere in modo espressivo rispettando la punteggiatura; comprendere e interpretare con guida testi di tipologia diversa. Saper utilizzare procedimenti espressivi per la produzione dei diversi generi testuali. Saper comunicare in modo significativo ed efficace attraverso la pianificazione di strumenti linguistici e lessicali; Saper produrre e rielaborare testi con l uso di un lessico semplice; Riconoscere ed analizzare la struttura logica e comunicativa della frase complessa. Fascia B Riconoscere ed analizzare la struttura logica e comunicativa della frase complessa. Riconoscere e classificare tutte le parti del discorso; riconoscere la funzione del soggetto, del predicato, del complemento diretto e dei principali complementi indiretti. Percorsi didattici e tematici Conoscersi per scegliere bene - Antologia: Brani per riflettere su di sé, scoprire le proprie potenzialità e prepararsi alle scelte future - Grammatica: Sintassi della frase semplice - I classici: Autori dell Ottocento - Narrativa: Letture dal testo in adozione 11

13 Realtà e astrazione Laboratorio/antologia Grammatica I Classici Narrativa Analisi e commento di testi poetici La sintassi della frase complessa Autori del primo Novecento Letture dal testo in adozione Il mondo d oggi: problemi ed opportunità - Laboratorio: Il testo argomentativo - - Antologia: Temi e problemi del nostro tempo - Altri linguaggi: La televisione La pubblicità - Grammatica: La sintassi della frase complessa - I classici: Autori contemporanei - Narrativa: Letture dal testo in adozione Noi cittadini consapevoli e attivi -Laboratorio: Il Giornale - Antologia: Viaggio letterario lungo il Novecento - Grammatica: La sintassi della frase complessa - Narrativa Letture dal testo in adozione 12

14 PRIMA LINGUA COMUNITARIA: INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO In contesti che gli sono familiari e su argomenti noti, l alunno discorre con uno o più interlocutori, si confronta per iscritto nel racconto di avvenimenti ed esperienze personali e familiari, espone opinioni e ne spiega le ragioni mantenendo la coerenza del discorso. Comprende i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari che affronta normalmente a scuola e nel tempo libero. Descrive esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni; espone brevemente ragioni e dà spiegazioni di opinioni e progetti. Nella conversazione, comprende i punti chiave del racconto ed espone le proprie opinioni, anche se può avere qualche difficoltà espositiva. LINGUA INGLESE - CLASSI PRIME OBIETTIVI GENERALI L insegnamento della lingua straniera deve tendere, in armonia con le altre discipline, ad una formazione culturale di base ed allo sviluppo delle capacità di comprendere, esprimersi e comunicare. Lo studio della lingua straniera costituisce, inoltre, un importante fattore socializzante, in quanto contribuisce a diffondere una sempre migliore conoscenza di realtà civili e sociali, di ideologie, costumi ed ambienti diversi, operando sulla realtà specifica del ragazzo, sulla sua natura e sulle sue esperienze. E ragionevole ipotizzare che, nel corso del primo anno della Scuola Secondaria di 1^ grado, attraverso un percorso annuo di 99 ore, l alunno sarà messo in condizione di raggiungere un livello di competenza comunicativa corrispondente al Livello Base A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento: Livello Base A1 Comprende ed usa espressioni di uso quotidiano e frasi indispensabili per soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso agli altri ed è in grado di fare domande e rispondere su informazioni personali (dove abita, le persone che conosce e le cose che possiede ). Interagisce in modo semplice purché l altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare. UNITA DI APPRENDIMENTO Nel corso dell anno scolastico e, con il supporto del libro di testo Way Points Module A Plus, Zanichelli, il processo di insegnamento-apprendimento si svilupperà mediante lo svolgimento di 4 Unità di Apprendimento, con contenuti e finalità generali interdisciplinari, così articolate: 1) Who am I? (1^ bimestre) 2) The others and I..(2^ bimestre) 3) The world around me (3^ bimestre) 4) Reality and fantasy...( 4^ bimestre) 13

15 L Unità di Apprendimento si sviluppa attraverso l individuazione di Competenze, Obiettivi Apprendimento e Obiettivi Formativi. COMPETENZE Obiettivi di Apprendimento Obiettivi Formativi COMPRENSIONE - Possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. DELLA LINGUA - Possesso delle funzioni comunicative utili a ORALE comprendere messaggi orali in cui vengano espressi: informazioni personali e familiari; bisogni elementari, obblighi e divieti; capacità ed incapacità - Sa associare significante e significato - Sa cogliere informazioni generali da comunicazioni varie, di uso quotidiano, dalla voce dell insegnante o da voce registrata. - Sa cogliere informazioni specifiche da comunicazioni varie, di uso quotidiano, dalla voce dell insegnante o da voce registrata. COMPRENSIONE DELLA LINGUA SCRITTA PRODUZIONE NELLA LINGUA ORALE PRODUZIONE NELLA LINGUA SCRITTA - Possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. - Acquisizione di una pronuncia ed intonazione corretta. - Sa associare significante a significato - leggere con pronuncia ed intonazione corretta. - Sa comprendere globalmente un testo,semi-autentico o autentico - Sa comprendere analiticamente un testo semi-autentico o autentico - Possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. - Possesso delle funzioni comunicative utili a comprendere messaggi orali in cui vengano espressi: informazioni personali e familiari, bisogni elementari, obblighi e divieti, capacità ed incapacità. - Sa interagire in semplici scambi dialogici relativi alla vita quotidiana e scolastica, dando e chiedendo informazioni - Sa dare e chiedere informazioni personali - Sa dare e chiedere informazioni circa la propria famiglia - Sa esprimere bisogni elementari, obblighi e divieti, capacità ed incapacità - possesso delle regole ortografiche - possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. - Possesso del lessico e delle funzioni comunicative utili a: 1) Dare informazioni personali 2) Descrivere la propria famiglia. - Sa dare informazioni personali - Sa descrivere la propria famiglia - Sa prendere appunti e scrivere cartoline, messaggi e brevi lettere - Sa formulare le risposte di un questionario - Sa comporre un dialogo seguendo le istruzioni. Coglie facilmente senso generale ed informazioni specifiche di una comunicazione ed esegue richieste. Coglie il senso generale di una comunicazione ed esegue richieste Coglie con difficoltà il senso generale di una comunicazione Legge speditamente e correttamente, analizzando i testi in modo rapido e dettagliato. Legge con qualche incertezza, individuando le informazioni principali in un testo. Fascia: Legge un testo con pronuncia approssimativa, cogliendo solo alcune informazioni. Dialoga agevolmente, utilizzando lessico e funzioni appropriate alla situazione comunicativa. Dialoga con frasi semplici ma abbastanza corrette. Guidato, interagisce in semplici scambi dialogici, lentamente e con qualche incertezza. Completa e produce semplici testi di diverse tipologie, usando un linguaggio ricco e corretto. Completa e produce semplici testi di diverse tipologie, sull esempio di testi già noti, adoperando un linguaggio semplice ma abbastanza corretto. Guidato, completa e produce semplici testi, sull esempio di testi già noti, adopera un linguaggio elementare e commette diversi errori. 14

16 CONOSCENZA ED USO DELLE STRUTTURE E FUNZIONI LINGUISTICHE CONOSCENZA DELLA CULTURA E CIVILTA - To be, to have got, can, ordinary verbs: simple present (aff., int., neg., int.neg. form; short answers) - imperative - pronouns (subject, object, demonstrative) - Adjectives (possessive, demonstrative) - place prepositions - possessive case. - Sa riflettere sui meccanismi della lingua - Sa riconoscere e riutilizzare strutture e funzioni studiate nel contesto appropriato. - Aspetti significativi della cultura Anglosassone. - Sa confrontarsi con realtà socio-culturali diverse dalla propria. Riconosce ed adopera strutture e funzioni linguistiche in modo appropriato e corretto Riconosce ed applica, con qualche incertezza, strutture e funzioni linguistiche Conosce parzialmente strutture e funzioni e va guidato nella loro applicazione Ascolta con vivo interesse, pone domande, opera confronti, esprime considerazioni personali Ascolta con interesse e pone domande di approfondimento Ascolta ma non sembra interessato ad approfondire l argomento, interviene solo se espressamente sollecitato. CONTENUTI a) Lessico: greetings, titles, adjectives of nationalities, musical instruments, cardinal numbers (1-100), places and streets, colours, school equipment, job and professions, family relationship, clothes, alphabet, time (hour, half, quarter), the days of the week, the months of the year, food and drinks, verbs describing daily routines and activities, human body, adjectives describing physical appearance. b) Funzioni communicative: greet people, ask and say personal information,(name, surname, nationality, age), ask and say telephone numbers, introduce people, ask and say where people and things are, give orders, ask and say the time, talk about daily routines, describe one s family, ask and say the date, ask and say when people were born, ask and say where people live, describe people, give and carry out orders, ask, give, refuse permission; ask and say what people can do. c) Grammatica: to be: simple present (affirmative, interrogative, negative, interrogative-negative form, short answers), imperative (second singular and plural form), personal pronouns, possessive adjectives, plural form of nouns, place prepositions, there is/are, position of adjectives, who/what/where/when, definite article, indefinite article, to have got: simple present (affirmative, interrogative, negative, interrogative-negative form, short answers), imperative (second singular and plural form), here/there/over there, this/these, that/those, time preposition at, ordinary verbs: simple present (affirmative, interrogative, negative, interrogative-negative form, short answers), imperative (second singular and plural form). d) Nozioni Greetings, titles; shops and places; time; food and drinks; clothes; British houses, TV and radio programmes; names of British cities and towns; the United Kingdom. Inoltre, la Lingua Inglese si inserirà nella trattazione delle diverse tematiche interdisciplinari dei Progetti Istituzionali, offrendo, laddove possibile, testi specifici che mireranno all arricchimento dei contenuti culturali e del lessico 15

17 LINGUA INGLESE - CLASSI SECONDE Livello Base A2 Comprende frasi ed espressioni di uso frequente relativi ad ambiti di immediata rilevanza (es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l occupazione). Comunica in attività semplici e di routine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere semplicemente aspetti del suo background, dell ambiente circostante e sa esprimere bisogni immediati. UNITA DI APPRENDIMENTO Nel corso dell anno scolastico e, con il supporto del libro di testo Way Points Module A Plus, Zanichelli, il processo di insegnamento-apprendimento si svilupperà mediante lo svolgimento di 4 Unità di Apprendimento,con contenuti e finalità generali interdisciplinari, così articolate: 5) Who am I? (1^ bimestre) 6) The others and I..(2^ bimestre) 7) The world around me (3^ bimestre) 8) The box of my memories...( 4^ bimestre) L Unità di Apprendimento si sviluppa attraverso l individuazione di Competenze, Obiettivi di Apprendimento e Obiettivi Formativi. COMPETENZE Obiettivi di Apprendimento Obiettivi Formativi COMPRENSIONE - Possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. - Possesso delle funzioni comunicative utili a comprendere messaggi orali in cui vengano espressi: informazioni personali e familiari; bisogni elementari, obblighi e divieti; capacità ed incapacità; preferenze, offerte, inviti, rifiuti. DELLA LINGUA ORALE - Sa associare significante e significato - Sa cogliere informazioni generali da comunicazioni varie, di uso quotidiano, dalla voce dell insegnante o da voce registrata. - Sa cogliere informazioni specifiche da comunicazioni varie, di uso quotidiano, dalla voce dell insegnante o da voce registrata. COMPRENSIONE DELLA LINGUA SCRITTA PRODUZIONE NELLA LINGUA ORALE - possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. - Acquisizione di una pronuncia ed intonazione corretta - sa associare significante a significato - leggere con pronuncia ed intonazione corretta - Sa comprendere globalmente un testo,semiautentico o autentico - Sa comprendere analiticamente un testo semi-autentico o autentico - possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. - Possesso delle funzioni comunicative utili a formulare messaggi orali in cui vengano date e chiesti: informazioni personali, familiari e relative al proprio ambiente di vita; bisogni elementari; obblighi e divieti; capacità ed incapacità; preferenze, offerte, inviti, rifiuti. Coglie facilmente senso generale ed informazioni specifiche di una comunicazione ed esegue richieste Coglie il senso generale di una comunicazione ed esegue richieste Coglie con difficoltà il senso generale di una comunicazione Legge speditamente e correttamente, analizzando i testi in modo rapido e dettagliato Legge con qualche incertezza, individuando le informazioni principali in un testo Legge un testo con pronuncia approssimativa, cogliendo solo alcune informazioni Dialoga agevolmente, utilizzando lessico e funzioni appropriate alla situazione comunicativa Dialoga con frasi semplici ma abbastanza corrette 16

18 PRODUZIONE NELLA LINGUA SCRITTA CONOSCENZA ED USO DELLE STRUTTURE E FUNZIONI LINGUISTICHE CONOSCENZA DELLA CULTURA E CIVILTA - Sa interagire in semplici scambi dialogici relativi alla vita quotidiana e scolastica, dando e chiedendo informazioni - Sa dare e chiedere informazioni personali - Sa dare e chiedere informazioni circa la propria famiglia - Sa esprimere bisogni elementari, obblighi e divieti, capacità ed incapacità, preferenze - sa riferire su eventi passati - possesso delle regole ortografiche - possesso del lessico relativo alla vita quotidiana e scolastica. - Possesso del lessico e delle funzioni comunicative utili a: 1) Dare informazioni personali 2) Descrivere la propria famiglia 3) Esprimere bisogni elementari, obblighi e divieti, capacità ed incapacità, preferenze 4) Riferire su eventi passati - Sa produrre testi di diverso genere (dialogo su traccia, lettera, messaggio, descrizione, questionario) per: - dare informazioni personali - descrivere la propria famiglia - esprimere bisogni elementari, obblighi e divieti, capacità ed incapacità, preferenze - riferire su eventi passati - ordinary verbs: simple present, present progressive, simple past (aff., int., neg., int.neg. form; short answers) - imperative - can, may, must, shall - pronouns (subject, object, demonstrative, partitive) - Adjectives (possessive, demonstrative, partitive) - place and time prepositions - Sa riflettere sui meccanismi della lingua - Sa riconoscere e riutilizzare strutture e funzioni studiate nel contesto appropriato - Aspetti significativi della cultura Anglosassone - Sa confrontarsi con realtà socio-culturali diverse dalla propria Interagisce in semplici scambi dialogici, lentamente e con qualche incertezza Completa e produce testi di diverse tipologie, usando un linguaggio ricco, corretto e appropriato. Completa e produce semplici testi di diverse tipologie, sull esempio di testi già noti, adoperando un linguaggio abbastanza adeguato e, nel complesso, corretto Guidato, completa e produce semplici testi, sull esempio di testi già noti, adopera un linguaggio elementare e commette diversi errori Riconosce ed adopera strutture e funzioni linguistiche in modo appropriato e corretto Riconosce ed applica, con qualche incertezza, strutture e funzioni linguistiche Conosce parzialmente strutture e funzioni e va guidato nella loro applicazione Ascolta con vivo interesse, pone domande, opera confronti, esprime considerazioni personali Ascolta con interesse e pone domande di approfondimento Ascolta ma non sembra interessato ad approfondire l argomento, interviene solo se espressamente sollecitato. 17

19 CONTENUTI a) Lessico: Houses and rooms; shops and offices; pets; jobs and professions; food and drinks, fruit and vegetables; sports; furniture; clothes; months and seasons; ordinal numbers; hobbies; verbs describing daily routines and activities; vocabulary related to Computer Science. b) Funzioni communicative: Ask and talk about preferences (animals, food and drinks); offer, accept, refuse something; ask, give, refuse permission; ask and say what people can do; ask and give explanations; ask and talk about jobs and professions; describe animals; describe a room; ask and say where people and places are; ask and talk about what people are doing; ask and say if there is something; give suggestions or orders; ask and say what people can or can t do; talk on the phone; ask and say a date; ask and say what people usually do in their free time; ask and talk about the frequency of an action; ask and talk about one s habits; ask and say what people are doing; ask and say where people were; ask and talk about past events. c) Grammatica: Ordinary verbs: simple present (aff., int., neg., int./neg. form, short answers); personal pronouns as object; can/can t; to be hot, cold, hungry, thirsty; imperative; why/because; so/neither; some/any; place prepositions: in front of, opposite, in, on, under, between, next to, behind; time prepositions: at, in, on; present progressive (aff., int., neg., int./neg. form, short answers); countable and uncountable nouns; adverbs of frequency; to be: simple past (aff., int., neg., int./neg. form, short answers); ordinal numbers, dates, there was/were; a lot of /many; be born; ordinary verbs: simple past (aff., int., neg., int./neg. form, short answers). d) Nozioni Pets; likes and dislikes; Seasons and weather; pets; British meals; talking on the phone; hobbies and free time; shopping; money; prices; ordinal numbers; Computer Science and the Net. Inoltre, la Lingua Inglese si inserirà nella trattazione delle diverse tematiche interdisciplinari dei Progetti Istituzionali, offrendo, laddove possibile, testi specifici che mireranno all arricchimento dei contenuti culturali e del lessico LINGUA INGLESE - CLASSI TERZE Livello Base A2 Comprende frasi ed espressioni di uso frequente relativi ad ambiti di immediata rilevanza (es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l occupazione). Comunica in attività semplici e di routine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere semplicemente aspetti del suo background, dell ambiente circostante e sa esprimere bisogni immediati. Livello Intermedio B1 Comprende i punti principali di un discorso espresso in modo chiaro su argomenti relativi a lavoro, scuola, tempo libero, ecc.. Affronta le situazioni comunicative che si possono presentare durante un viaggio all estero. Produce discorsi semplici ma organizzati su temi che gli sono familiari o di interesse personale. Descrive esperienze e avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni e fornisce essenziali spiegazioni e motivi relativi a opinioni e progetti. UNITA DI APPRENDIMENTO Nel corso dell anno scolastico e, con il supporto del libro di testo Way Points Module B e C, Zanichelli, il processo di insegnamento-apprendimento si svilupperà mediante lo svolgimento di 4 Unità di Apprendimento, con contenuti e finalità generali interdisciplinari, così articolate: 9) Who am I?... (1^ bimestre) 10) The others and I.....(2^ bimestre) 11) The modern world and its problems (3^ bimestre) 12) Growing up......( 4^ bimestre) 18

20 L Unità di Apprendimento si svilupperà attraverso l individuazione di Competenze, Obiettivi di Apprendimento ) e Obiettivi Formativi COMPETENZE Obiettivi di Apprendimento Obiettivi Formativi - Possesso del lessico e delle funzioni comunicative utili a comprendere messaggi orali in cui vengano espressi: informazioni personali e familiari; descrizioni; preferenze; offerte, inviti, rifiuti, suggerimenti e proposte; confronti e paragoni; desideri, intenzioni, propositi e previsioni; ipotesi. COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE - Sa cogliere informazioni generali da comunicazioni varie, di uso quotidiano, dalla voce dell insegnante, da voce registrata, da sequenze audiovisive - Sa cogliere informazioni specifiche da comunicazioni varie, di uso quotidiano, dalla voce dell insegnante, da voce registrata, da sequenze audiovisive. Coglie facilmente senso generale ed informazioni specifiche di una comunicazione ed esegue richieste. Coglie, nel complesso, il senso generale di una comunicazione ed esegue richieste. Coglie con difficoltà il senso generale di una comunicazione. COMPRENSIONE DELLA LINGUA SCRITTA PRODUZIONE NELLA LINGUA ORALE PRODUZIONE NELLA LINGUA SCRITTA - Possesso del lessico e delle funzioni comunicative utili a comprendere messaggi scritti in cui vengano espressi: informazioni personali e familiari; descrizioni; preferenze; offerte, inviti, rifiuti, suggerimenti e proposte; confronti e paragoni; desideri, intenzioni, propositi e previsioni; ipotesi. - Acquisizione di pronuncia ed intonazione corrette. - Sa leggere con pronuncia ed intonazione corrette. - Sa comprendere globalmente un testo semiautentico o autentico - Sa comprendere analiticamente un testo semi-autentico o autentico - Possesso del lessico e delle funzioni comunicative utili a formulare messaggi orali in cui vengano espressi: informazioni personali e familiari; descrizioni; preferenze; offerte, inviti, rifiuti, suggerimenti e proposte; confronti e paragoni; desideri, intenzioni, propositi e previsioni; ipotesi. - Sa interagire in semplici scambi dialogici per formulare o chiedere : informazioni personali e familiari; descrizioni; preferenze; offerte, inviti, rifiuti, suggerimenti e proposte; confronti e paragoni; desideri, intenzioni, propositi e previsioni; ipotesi. - possesso delle regole ortografiche - Possesso del lessico e delle funzioni comunicative utili a formulare o chiedere : informazioni personali e familiari; descrizioni; preferenze; offerte, inviti, rifiuti, suggerimenti e proposte; confronti e paragoni; desideri, intenzioni, piani futuri, propositi e previsioni; ipotesi. Legge speditamente e correttamente, analizzando i testi in modo rapido e dettagliato Legge con qualche incertezza, individuando le informazioni principali in un testo Legge un testo con pronuncia approssimativa, cogliendo solo alcune informazioni. Dialoga agevolmente, utilizzando lessico e funzioni appropriate alla situazione comunicativa Dialoga con frasi semplici ma abbastanza corrette Interagisce in semplici scambi dialogici, lentamente e con incertezza Completa e produce testi di diverse tipologie, usando un linguaggio ricco, corretto e appropriato. Completa e produce testi di diverse tipologie, sull esempio di testi già noti, adoperando un linguaggio abbastanza adeguato e, nel complesso, corretto 19

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L alunno è capace di interagire in modo efficace in diverse

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due assi fondamentali:

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due

Dettagli

PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015

PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015 PROGRAMMA DISCIPLINARE EFFETTIVAMENTE SVOLTO a. s. 2014 / 2015 DOCENTE :DE MITRI SILVIA CLASSE: 1AS DISCIPLINA: LINGUA E CIVILTA INGLESE UDA che sono stati effettivamente trattati nel corso del corrente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO PIANO ANNUALE DI LAVORO Anno scolastico 2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO PIANO ANNUALE DI LAVORO Anno scolastico 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO PIANO ANNUALE DI LAVORO Anno scolastico 2013/2014 Classe: 1 B Disciplina: LINGUA INGLESE Docente: MASSIMILIANO LATINO PARTE PUBBLICA Le competenze che da raggiungere fanno riferimento

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE

CURRICOLO DI INGLESE CURRICOLO DI INGLESE FINALITÀ Le finalità dell insegnamento della lingua inglese nella Scuola Primaria e Secondaria di primo grado del nostro Istituto riguardano: a) l area formativa: la lingua straniera

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria INGLESE SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per la lingua inglese (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento

Dettagli

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO CURRICOLO della LINGUA INGLESE Asse dei linguaggi: utilizzare la lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi COMPETENZA CHIAVE EUROPEA -Comunicazione nelle lingue europee: comprendere

Dettagli

Programma d'inglese I.I.S. I. PORRO A.S. 2014/2015

Programma d'inglese I.I.S. I. PORRO A.S. 2014/2015 Speak Your Mind Compact Starter Unit CEF A1 Comprendere i punti principali di messaggi e annunci semplici e chiari su argomenti di interesse personale. Interagire in conversazioni brevi di interesse personale

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015. Primo biennio. Classe: 1L. Disciplina: INGLESE

Anno Scolastico 2014/2015. Primo biennio. Classe: 1L. Disciplina: INGLESE Anno Scolastico 2014/2015 Primo biennio Classe: 1L Disciplina: INGLESE prof.ssa Andreina Toia Competenze disciplinari: Utilizzare una lingua straniera per scopi comunicativi ed operativi UNITÀ TEMATICA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA SCUOLA SECONDARIA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA L alunno comprende oralmente e per iscritto i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che

Dettagli

SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

SCUOLA MEDIA UNIFICATA PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER LA PRIMA LINGUA STRANIERA - INGLESE E necessario che all apprendimento delle lingue venga

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Ascolto (comprensione orale) Parlato (produzione e interazione orale) Lettura (comprensione scritta) Scrittura (produzione scritta) 1. Comprendere

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO "Dante Alighieri" di COLOGNA VENETA (Vr) Via Rinascimento, 45-37044 Cologna Veneta - tel. 0442 85170 - fax 0442 419294 www.iccolognaveneta.it - e-mail: vric89300a@istruzione.it - vric89300a@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9 PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVO- DIDATTICHE IN LINGUA INGLESE

Istituto Comprensivo Perugia 9 PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVO- DIDATTICHE IN LINGUA INGLESE Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVO- DIDATTICHE IN LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA Competenze Abilità Conoscenze L alunno: ascolta e comprende istruzioni

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE Riletti e rivisti alla luce delle nuove Indicazioni per il Curricolo nel settembre 2009 CURRICOLO DI INGLESE PRIMARIA e PRIMO BIENNIO Le competenze,

Dettagli

Piano di Studio Personalizzato-

Piano di Studio Personalizzato- I S T I T U T O C O M P R E N S I V O MATERNA - ELEMENTARE - MEDIA FRANCESCO FERRUCCI LARCIANO (PT) Piano di Studio Personalizzato- LINGUA INGLESE Classe Prima Anno Scolastico.. ISTITUTO COMPRENSIVO FERRUCCI

Dettagli

ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore

ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 CLASSI PRIME FINALITA': 1) Sviluppare una competenza plurilingue

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE ITALIANA DI MADRID PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE Anno Scolastico 2014/15 Scuola secondaria di primo grado - Classe I C

SCUOLA MEDIA STATALE ITALIANA DI MADRID PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE Anno Scolastico 2014/15 Scuola secondaria di primo grado - Classe I C SCUOLA MEDIA STATALE ITALIANA DI MADRID PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE Anno Scolastico 2014/1 Scuola secondaria di primo grado - Classe I C Obiettivi educativi - Acquisire la consapevolezza della lingua

Dettagli

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione)

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) COMPETENZE DI BASE A CONCLUSIONE DELL OBBLIGO DI Utilizzare

Dettagli

3. Comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza dalla lettura di testi;

3. Comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza dalla lettura di testi; COMPETENZE SPECIFICHE DELLE LINGUE STRANIERE Lingua Inglese 1. Comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad esempio informazioni di base sulla persona

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G.MARCONI- CASTELNOVO DI SOTTO CURRICOLO VERTICALE DI LINGUA INGLESE A.S. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO G.MARCONI- CASTELNOVO DI SOTTO CURRICOLO VERTICALE DI LINGUA INGLESE A.S. 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO G.MARCONI- CASTELNOVO DI SOTTO CURRICOLO VERTICALE DI LINGUA INGLESE A.S. 2014/2015 Scuola Primaria INGLESE - CLASSI PRIME COMPETENZE Utilizzare una lingua straniera per i principali

Dettagli

INGLESE. Ricezione orale (ascolto) Comprendere e partecipare ad attività ludicopratiche. Comprendere globalmente messaggi, lessico e strutture

INGLESE. Ricezione orale (ascolto) Comprendere e partecipare ad attività ludicopratiche. Comprendere globalmente messaggi, lessico e strutture INGLESE FINE CLASSE PRIMA PRIMARIA L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO R. MORZENTI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE. CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Ricezione orale A2

ISTITUTO COMPRENSIVO R. MORZENTI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE. CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Ricezione orale A2 ISTITUTO COMPRENSIVO R. MORZENTI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA: CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Ricezione orale A2 - capire frasi ed espressioni relative ad aree di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE PREMESSA

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE PREMESSA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SPRESIANO A.S. 2008/2009 PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE PREMESSA L insegnamento della lingua straniera nella Scuola Primaria è considerato come veicolo che contribuisce, insieme

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE ASCOLTO Comprendere espressioni di uso quotidiano per soddisfare bisogni concreti Identificare e conoscere parole relative a situazioni concrete e reali Comprendere le prime strutture di un dialogo Comprendere

Dettagli

LINGUE STRANIERE. Presentazione

LINGUE STRANIERE. Presentazione LINGUE STRANIERE Presentazione La conoscenza di almeno due lingue comunitarie oltre alla lingua materna è obiettivo strategico dell istruzione obbligatoria in ambito europeo. L esercizio della cittadinanza

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 Scuola Sec. di 1 grado Classe 1 - sez. B Disciplina/e Inglese Ins. Apetri Norica N di alunni 21, di cui 9 maschi e 12 femmine.

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

LINGUA COMUNITARIA INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA

LINGUA COMUNITARIA INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA LINGUA COMUNITARIA INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA Livello A2 Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue del Consiglio d Europa TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI AD ASCOLTO

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA SCUOLA DELL INFANZIA - I DISCORSI E LE PAROLE SCUOLA PRIMARIA - LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA I GRADO - LINGUE COMUNITARIE - LINGUA

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate ISTITUTO TECNICO Amministrazione

Dettagli

Istituto Comprensivo n 3 Scuola Secondaria di Primo Grado Anno scolastico 2012-2013

Istituto Comprensivo n 3 Scuola Secondaria di Primo Grado Anno scolastico 2012-2013 Istituto Comprensivo n 3 Scuola Secondaria di Primo Grado Anno scolastico 2012-2013 UNITA DI APPRENDIMENTO N 1 MATERIA: Inglese TITOLO: Questioni ambientali DESTINATARI: Classi III C, III E, III F, III

Dettagli

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (1) ITALIANO L allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri; con ciò

Dettagli

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Classe Prima All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che permettono

Dettagli

IC T. CROCI PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE QUARTA SCUOLA PRIMARIA INGLESE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

IC T. CROCI PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE QUARTA SCUOLA PRIMARIA INGLESE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria INGLESE Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria comprende brevi messaggi orali e scritti, relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice,

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO LINGUE STRANIERE Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO BEVILACQUA Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO INGLESE

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO INGLESE IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO INGLESE INGLESE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SAPERI/CONTENUTI * METODOLOGIE

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza di profilo: Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua

Dettagli

LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE I - anno scol. 2015/2016

LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE I - anno scol. 2015/2016 PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE I - anno scol. 2015/2016 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTESI ALLA FINE DELLA CLASSE PRIMA 1. ASCOLTO (COMPRENSIONE ORALE) a) Acquisire una consapevolezza plurilinguistica e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 3 BELLUNO PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO 3 BELLUNO PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO 3 BELLUNO PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE FINE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA FINE CLASSE QUINTA SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016 I.C. ARBE -ZARA Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano a.s. 2015/2016 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI INGLESE CLASSI 1A - 1B Docente: DANIELA BAIO 1 1. COMPETENZE Tenendo

Dettagli

ITALO CALVINO fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115. via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI

ITALO CALVINO fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115. via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115 ITALO CALVINO fax: 0257500163 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^ ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE INGLESE Scuola primaria

CURRICOLO VERTICALE INGLESE Scuola primaria CURRICOLO VERTICALE INGLESE Scuola primaria Istituto Comprensivo Novellara NUCLEI TEMATICI orale (ascolto) CLASSE 1^ ABILITA CONOSCENZE METODOLOGIE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Comprendere

Dettagli

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE FINALITA Acquisire una competenza plurilingue e pluriculturale. Esercitare

Dettagli

PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA UdA n.1 - LEGGERE, COMPRENDERE E INTERPRETARE TESTI 1. Comprendere e analizzare narrativi, descrittivi, espositivi e poetici 2. Riconoscere e classificare diversi tipi di

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE

CURRICOLO DI INGLESE Istituto DE AMICIS a.s.2013 2014 CURRICOLO DI INGLESE ClasseI sez. D ODONT. Docente: FRANCESCA PANDOLFI N. di ore settimanali di lezione: 3 N. di ore annuali previste: 99 Quota oraria nazionale (80%) Quota

Dettagli

CURRICOLO INGLESE CLASSE PRIMA

CURRICOLO INGLESE CLASSE PRIMA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Da Vinci-Ungaretti FERMO CURRICOLO INGLESE CLASSE PRIMA Nuclei Fondanti Ricezione Orale Ascolto Ricezione Scritta Lettura Risultati attesi come Contenuti - Capire i numeri

Dettagli

Sommario INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE DI AREA COMUNICAZIONE NELLE LINGUE COMUNITARIE 2 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Sommario INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE DI AREA COMUNICAZIONE NELLE LINGUE COMUNITARIE 2 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Sommario INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE DI AREA COMUNICAZIONE NELLE LINGUE COMUNITARIE 2 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 3 PROGETTAZIONE ANNUALE

Dettagli

Capire semplici dati su persone (nome, età, ecc.) leggendo dei brani.

Capire semplici dati su persone (nome, età, ecc.) leggendo dei brani. CORSO DI STUDIO LINGUA STRANIERA INGLESE -Tutte le sedi- Istituto Comprensivo di Calolziocorte Scuola Secondaria di I grado. Classe prima Testo in adozione: HIGH FIVE VOL. 1 PHILIPPA BOWEN & DENIS DELANEY

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - VICENZA DIPARTIMENTO DI ITALIANO CURRICOLO DI LINGUA ITALIANA SCUOLA SECONDARIA Fine classe terza COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE

Dettagli

Istituto Comprensivo Arbe-Zara

Istituto Comprensivo Arbe-Zara Istituto Comprensivo Arbe-Zara S.M.S. FALCONE E BORSELLINO Viale Sarca - Milano A.S. 2014/2015 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI INGLESE DI LUISA MARIA ZUBELLI SITUAZIONE DELLA CLASSE CLASSE 3 C La classe è costituita

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PREMESSA FONDAMENTALE Tra gli obiettivi fondamentali della Scuola Secondaria di primo grado c è stata l introduzione dello studio di una seconda

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA FRANCESE

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA FRANCESE Istituto Comprensivo N.D Apolito Cagnano Varano Anno scolastico 2012 / 2013 1.FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA FRANCESE 1) Comprendere l importanza della lingua straniera come

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

Lingua e letteratura italiana

Lingua e letteratura italiana Lingua e letteratura italiana 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Lingua e letteratura italiana 119 119 119 119 119 Premessa generale La lingua italiana, nel percorso dell obbligo di istruzione riferito

Dettagli

FRANCESE. Ricezione orale (ascolto) Comprendere istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Comprendere il senso generale di un una storia.

FRANCESE. Ricezione orale (ascolto) Comprendere istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Comprendere il senso generale di un una storia. FRANCESE FINE CLASSE TERZA PRIMARIA L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del

Dettagli

LINGUA INGLESE. Traguardi individuati

LINGUA INGLESE. Traguardi individuati LINGUA INGLESE Le indicazioni nazionali per il curricolo del primo grado di istruzione hanno individuato nuovi traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

ITI ENRICO MEDI. PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE Prof.ssa AZZARO Maria Luisa

ITI ENRICO MEDI. PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE Prof.ssa AZZARO Maria Luisa ITI ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE Prof.ssa AZZARO Maria Luisa UDA UDA N 1 Strutture di base PIANO DELLE UDA ANNO 2013-2014 TERZA A informatica COMPETENZE DELLA UDA ABILITÀ UDA Conoscenze

Dettagli

Curricolo d Istituto per

Curricolo d Istituto per Istituto Comprensivo Dante Alighieri Trieste Scuola secondaria di primo grado Curricolo d Istituto per LINGUA STRANIERA Le lingue straniere offerte sono le seguenti: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Dettagli

INGLESE. INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA di 1 grado CLASSE PRIMA

INGLESE. INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA di 1 grado CLASSE PRIMA INGLESE INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA di 1 grado Obiettivi: Iniziare a conoscere e denominare i colori Introdurre il vocabolario concernente il corpo umano Introdurre alcuni vocaboli legati alle ricorrenze

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE COMPETENZE CHIAVE EUROPEA: E considerato essenziale il raggiungimento di un livello di competenza comunicativo riconducibile al livello

Dettagli

PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA di LINGUA INGLESE Classe 1 a sez. A a.s. 2013 2014 Prof.ssa Montesano Erminda

PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA di LINGUA INGLESE Classe 1 a sez. A a.s. 2013 2014 Prof.ssa Montesano Erminda ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA I GRADO Via Molinelli, 27-87020 - Verbicaro (CS) - Tel.0985 6114 Fax.0985 60365 pec: csic834009@pec.istruzione.it e-mail: csic834009@istruzione.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE AL TERMINE DELLA

Dettagli

I.C. "L.DA VINCI" LIMBIATE CURRICOLO IN VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INGLESE

I.C. L.DA VINCI LIMBIATE CURRICOLO IN VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INGLESE INGLESE Comprende brevi messaggi orali relativi ad ambiti familiari Descrive oralmente, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto Interagisce nel gioco seguendo semplici istruzioni Individua alcuni

Dettagli

LICEO CLASSICO SOCRATE PROGRAMMAZIONE DI LINGUA STRANIERA INGLESE A.S. 2015/2016

LICEO CLASSICO SOCRATE PROGRAMMAZIONE DI LINGUA STRANIERA INGLESE A.S. 2015/2016 LICEO CLASSICO SOCRATE PROGRAMMAZIONE DI LINGUA STRANIERA INGLESE A.S. 2015/2016 PROFILO GENERALE E COMPETENZE Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due assi fondamentali:

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 AREA 3 COMPETENZE LINGUISTICHE IRECOOP UMBRIA Ente di formazione professionale di CONFCOOPERATIVE UMBRIA 0 INDICE DEI CORSI A CATALOGO CORSO DI LINGUA INGLESE LIVELLO

Dettagli

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine, filastrocche narrazioni ed espressioni

Dettagli

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati.

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati. ISTITUTO COMPRENSIVO 3 VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUA STRANIERA CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazione in lingua straniera Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE

Dettagli

ATTIVITÀ DEL DOCENTE. SEZIONE C : RELAZIONE A CONSUNTIVO

ATTIVITÀ DEL DOCENTE. SEZIONE C : RELAZIONE A CONSUNTIVO Ed. del ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ERASMO DA ROTTERDAM Pagina 1 di 5 DOCENTE Simonetta Medri MATERIA Inglese DESTINATARI Classe 1bl ANNO SCOLASTICO 01-13 OBIETTIVI CONCORDATI CON CONSIGLIO DI CLASSE RAGGIUNTO

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA COMPRENSIONE ORALE PRODUZIONE ORALE COMPRENSIONE SCRITTA PRODUZIONE SCRITTA CONOSCENZA DELLE STRUTTURE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE LICEO CLASSICO CAVOUR TORINO DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE Documento programmatico Anno scolastico 2014-15 1. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI DOCENTI DI LINGUA INGLESE. Gli insegnanti di Lingua Inglese del

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE Riferito al Piano dell'offerta Formativa al Curricolo Verticale d'istituto al Curricolo delle Competenze Trasversali anno scolastico 2015/2016

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe 1 a

INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe 1 a INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe a comprendere testi di vario tipo. Colori Oggetti di uso comune Animali domestici Numeri (-0) Identificare la corrispondenza parole/immagini e viceversa di : colorioggetti-animali-numeri

Dettagli

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 )

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) Funzioni comunicative previste. Per il lessico si fa riferimento alla metodologia del docente Funzioni comunicative per: salutare, congedarsi,

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno COMPETENZE

Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno COMPETENZE Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno Classe :1BI PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE di: INGLESE PROF.SSA ANNALISA ASTOLFI TESTI ADOTTATI: Advantage I, Longman ed, Get Inside MacMillan editore

Dettagli

STARTER UNIT: revisione di alcune strutture e del lessico affrontati alla scuola primaria. Obiettivi specifici di apprendimento (OSA)

STARTER UNIT: revisione di alcune strutture e del lessico affrontati alla scuola primaria. Obiettivi specifici di apprendimento (OSA) ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILMINORE DI SCALVE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI SCHILPARIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA D INGLESE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 CLASSE 1 A PROF. FEDRIGHI FABIO STARTER UNIT: revisione

Dettagli

LISTENING (comprensione orale) Comprendere semplici vocaboli e comandi con l aiuto della gestualità o di supporti visivi.

LISTENING (comprensione orale) Comprendere semplici vocaboli e comandi con l aiuto della gestualità o di supporti visivi. COMPETENZA CHIAVE LINGUA INGLESE Fonte di legittimazione Raccomandazione del Parlamento Europeo 18/12/2006 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Esegue semplici comandi mimati e dati

Dettagli

Analisi del problema:

Analisi del problema: Relazione della Commissione Riallineamento classi prime Verbale n 1 Il giorno 12 del mese di Settembre, alle ore 8.30 si è riunita la commissione riallineamento classi prime, Presiede il Prof.Mastellone

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA L alunno comprende espressioni e parole di uso quotidiano,pronunciate in modo chiaro e lento. Segueistruzioni pronunciate lentamente e chiaramente. Collabora attivamente e interagisce con i compagni nella

Dettagli

DOCUMENTO D ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA

DOCUMENTO D ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA DOCUMENTO D ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La commissione per l accoglienza e l integrazione degli alunni stranieri, all inizio dell anno scolastico ha lavorato con l obiettivo di produrre un

Dettagli

4. METODOLOGIE E TECNICHE DIDATTICHE UTILIZZATE 5. STRUMENTI DI LAVORO. 5.1 Spazi dell istituto di cui si prevede l utilizzo oltre all aula

4. METODOLOGIE E TECNICHE DIDATTICHE UTILIZZATE 5. STRUMENTI DI LAVORO. 5.1 Spazi dell istituto di cui si prevede l utilizzo oltre all aula PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno scolastico: 2015/2016 Prof. /ssa Cristina Cavallotti Disciplina:Lingua Inglese Classe: 1ª D 1 Livelli di partenza rilevati livello numero alunni A - ottimo 7 B- Discreto

Dettagli

Programmazione Educativo-Didattica anno scolastico 2015-2016 INGLESE

Programmazione Educativo-Didattica anno scolastico 2015-2016 INGLESE Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione Educativo-Didattica anno scolastico 2015-2016 CLASSE PRIMA

Dettagli

Curricolo Inglese 6 + 9 Circolo Didattico Sassari

Curricolo Inglese 6 + 9 Circolo Didattico Sassari Curricolo Inglese 6 + 9 Circolo Didattico Sassari C L A S S E P R I M A OBIETTIVI FORMATIVI CONOSCENZE ABILITA Ascoltare e comprendere semplici messaggi Conoscere e utilizzare parole e frasi per comunicare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE PRIMA A. ASCOLTARE E COMPRENDERE 1. Riconoscere e discriminare suoni e fonemi simili. 2. Ascoltare e comprendere comandi e semplici frasi inseriti in un contesto situazionale.

Dettagli

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI L apprendimento della lingua inglese e di una seconda lingua comunitaria, oltre alla lingua materna e di scolarizzazione, permette all alunno di sviluppare una

Dettagli