Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali"

Transcript

1 La Banca dati e il Repertorio dei Dispositivi Medici: nuovi strumenti informatici Claudia Biffoli Direttore Ufficio IV Sistema informativo del ministero Direzione Generale del Sistema Informativo Settore salute 1 Corso di aggiornamento sui dispositivi iti i medici: i aspetti regolatori ed applicativi Roma, 18 maggio

2 Banca Dati e Repertorio dei Dispositivi Medici Banca Dati DM Repertorio DM La Banca Dati raccoglie le informazioni relative ai dispositivi medici in Italia. Il Repertorio comprende i soli dispositivi medici per il SSN. I dispositivi coinvolti sono: Classe I, IIa, IIb, III ed impiantabili attivi Non sono al momento presenti: Dispositivi diagnostici in vitro Dispositivi su misura 1

3 Banca Dati e Repertorio dei Dispositivi Medici Risultati A breve termine La Banca Dati ed il Repertorio dei Dispositivi Medici possono consentire di: realizzare analisi quantitative e qualitative dei dispositivi presenti sul mercato italiano, altrimenti non disponibili; effettuare il monitoraggio dell offerta di DM dalla prima immissione in commercio all uscita dal mercato; responsabilizzare Fabbricanti/Mandatari/Altri Soggetti Delegati sulla reperibilità ed integrità delle informazioni; mettere a disposizione servizi specifici di consultazione per le Regioni e le Aziende Sanitarie. 2

4 Banca Dati e Repertorio dei Dispositivi Medici Obiettivi Strategici La Banca Dati ed il Repertorio dei DM consentono la creazione di un anagrafe di riferimento unica e certa, patrimonio comune nel Nuovo Sistema Informativo Sanitario, funzionale al raggiungimento dei seguenti obiettivi strategici: governare in modo sicuro e controllato l acquisizione di dispositivi medici nel SSN; favorire forme di acquisto centralizzate, economie e maggiore trasparenza nelle procedure di acquisto; migliorare la sicurezza per il paziente e avviare la vigilanza sui DM; correlare, ove possibile, la prestazione sanitaria con i dispositivi medici coinvolti. 3

5 NSIS e Progetto Mattoni del SSN Il Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS), basato sulla cooperazione e l'integrazione dei diversi sistemi informativi regionali e locali, costituisce la fonte di riferimento dei dati utilizzati a livello nazionale per le misure di qualità, efficienza, appropriatezza e costo del SSN. La corretta progettazione e lo sviluppo del NSIS hanno richiesto la disponibilità di un linguaggio comune per consentire lo scambio di informazioni i i con i sistemi i sanitari regionali. Per questoè stata avviata una progettualità parallela: I Mattoni del SSN. 4

6 L ambito NSIS L impostazione di base dei Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS) è stata condivisa nell ambito della Direzione generale di sistema informativo quale impostazione da applicare nello sviluppo ed evoluzione dei diversi sistemi informativi sanitari. In particolare, è stata pienamente condivisa l impostazione di rilevare l informazione elementare dove questa si genera. Sono quindi stati sviluppati ulteriori ambiti di applicazione che dell NSIS condividono obiettivi e finalità, al fine di ampliare a livello nazionale e regionale, gli ambiti di conoscenza e condivisione dei dati provenienti dal monitoraggio di diversi fenomeni sanitari. Pur essendo autonomi nel funzionamento, la Banca Dati ed il Repertorio dei DM risultano integrati, dal punto di vista tecnologico e logico agli altri sistemi informativi, consentendo in tal modo di correlare i fenomeni che compongono I ambito sanitario. Flussi informativi Informazioni Anagrafiche Tracciabilità del farmaco Prestazioni farmaceutiche Dispositivi medici Prestazioni Cittadino 1 Anagrafiche Anagrafiche Anagrafiche Cittadino 2 Cittadino 3 Banca Dati Centrale Costi SSN Banca Dati Centrale Costi SSN Banca Dati Centrale Costi SSN Banca Dati dei DM Repertorio DM 5

7 Banca Dati e Repertorio dei Dispositivi Medici La Banca Dati ed il Repertorio dei DM si inseriscono all interno del sistema integrato dei Dispositivi Medici Premarket Fabbricanti Postmarket Sperimentazioni Dispositivi del RDM e della BD Vigilanza Spesa SSN Certificati CE EUDAMED (EUropeanDAtaBase of MEdicalDevices) 6

8 Il contesto di riferimento L innovazione tecnologica all interno del Ministero Già dal 2001 il Ministero della Salute ha informatizzato alcuni procedimenti amministrativi, consentendo agli utenti di presentare istanze in formato elettronico e di esercitare il diritto di accesso utilizzando le tecnologie dell informazione. La scelta di tali procedimenti è stata determinata da due elementi di valutazione concorrenti: Avvio di nuovi procedimenti per facilitare il cambiamento organizzativo indotto dall utilizzo dell ITC nelle attività amministrative; Ampiezza e numerosità dell utenza coinvolta. In particolare, per alcuni settori dell Amministrazione che sono d interesse delle imprese e della parte industriale, è stata prevista la possibilità di presentare istanze e ottenere autorizzazioni mediante procedure informatiche: nel 2001 è infatti stato attivato il primo sistema informativo interamente ed esclusivamente realizzato in modalità elettronica (ECM : sistema informativo per l accreditamento di eventi formativi destinati al personale del ruolo sanitario). 7

9 Il contesto di riferimento L innovazione tecnologica all interno del Ministero I benefici indotti dall utilizzo dell ITC sono apparsi evidenti soprattutto in termini di efficienza; La scelta di dotare nel tempo tutto il personale di PC e di accesso ad internet ha facilitato la fiducia e la consapevolezza verso gli strumenti e consentito di intervenire su ulteriori procedimenti amministrativi L introduzione di tecnologie dell informazione è sempre accompagnata da modifiche organizzative e gestionali adeguate a semplificare e rendere più efficienti i procedimenti amministrativi; tali modifiche organizzative hanno, nel tempo, cambiato anche le modalità di interazione con la pubblica Amministrazione da parte dell utenza: si tratta pertanto di interventi che oltre ad agire sulle modalità di front office e back office dell Amministrazione Amministrazione, agiscono anche sull utenza agevolando, per questa, una maggiore familiarità con le tecnologie dell ITC. In alcuni procedimenti amministrativi sono quindi utilizzati : l autenticazione via CNS il documento informatico; la firma digitale ed elettronica; il fascicolo informatico con accesso e consultazione da parte dell utenza. 8

10 Il contesto di riferimento L evoluzione della Pubblica Amministrazione Decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (CAD - Codice dell Amministrazione Digitale) Lo Stato, le regioni e le autonomie locali assicurano la disponibilità, la gestione, l accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dell informazione in modalità digitale e si organizzano ed agiscono a tale fine utilizzando con le modalità più appropriate le tecnologie dell informazione e della comunicazione. Crea il quadro legislativo necessario per dare validità giuridica alle innovazioni. Gli atti formati con strumenti informatici, i dati e i documenti informatici delle P.A. costituisconoiscono informazione primaria ed originale da cui è possibile effettuare, su diversi tipi di supporto, riproduzioni e copie per gli usi consentiti dalla legge. Le P.A. provvedono a definire e a rendere disponibili per via telematica moduli e formulari elettronici validi ad ogni effetto di legge. Finalità Migliore efficienza amministrativa Accesso concreto ai documenti e ai procedimenti amministrativi da parte dei cittadini 9

11 Il sistema BD/RDM e il CAD Caratteristiche del sistema BD/RDM Procedimento interamente informatizzato Disposizioni del CAD recepite Art. 65 Istanze e dichiarazioni presentate alle pubbliche amministrazioni per via telematica Art. 41 Procedimento e fascicolo informatico Diritto di accesso garantito agli utenti autenticati Art. 4 Partecipazione al procedimento amministrativo informatico Fascicolo elettronico Firma digitale ed elettronica Documento informatico sottoscritto Carta nazionale dei servizi Art. 41 Procedimento e fascicolo informatico Art. 24 Firma digitale Art. 25 Firma autenticata Art. 20- Documento informatico Art. 21 Valore probatorio del documento informatico sottoscritto Art Modalità di accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche Amministrazioni Art. 65 Istanze e dichiarazioni presentate alle pubbliche amministrazioni i i iper via telematica ti 10

12 Registrazione e consultazione di un DM nel Sistema BD/RDM FA/MA/ASD* Accede, previa autenticazione, ai servizi on line Inserisce e controlla le informazioni per la Banca dati DM L utente ha accesso al proprio fascicolo Ufficio III - DGFDM (Ex MdS) Valuta la completezza dei dati inseriti del DM Valida i dati con firma elettronica e richiede la pubblicazione Pubblicazione del DM Sospende la pubblicazione del DM per modifica Il giorno successivo alla validazione FA/MA/ASD * Dichiara disponibilità vendita SSN di un DM e inserisce dati versamento Banca Dati dei DM Repertorio DM Regioni e Aziende Sanitarie Visualizzano i dati dei DM iscritti nel Repertorio * Fabbricante, Mandatario, Altro Soggetto Delegato 11

13 FA/MA/ASD - Accesso al sistema BD/RDM I percorsi possibili (1/3) AZIENDE ITALIANE L accesso avviene attraverso Portale per le Imprese che nella sezione Servizi integrati di impresa.gov consente all utente di effettuare alcuni adempimenti di competenza di diversi soggetti istituzionali assicurando il riconoscimento unificato tramite CNS (Carta nazionale dei servizi), con verifica della esistenza delle autorizzazioni necessarie ad operare on line (Deleghe) per i diversi procedimenti disponibili (servizi integrati). Tra i servizi integrati è previsto anche il servizio Dispositivip Medici. L accesso ai servizi è possibile attraverso l area larea La mia scrivania.. 12

14 FA/MA/ASD - Accesso al sistema BD/RDM I percorsi possibili (2/3) AZIENDE ITALIANE Per accedere al servizio on-line è necessario essere titolari di una Carta Nazionale dei Servizi (CSN) con certificato di autenticazione e certificato di firma digitale Sono direttamente autorizzati ad utilizzare il servizio i legali rappresentanti delle aziende interessate che possono conferire ad una o più persone di loro fiducia la delega ad operare per proprio conto. Per conferire la delega, il legale rappresentante deve utilizzare i servizi di gestione subdeleghe. Al termine della procedura l utente avrà disponibili le funzioni per la gestione dei dispositivi medici delle aziende per i quali è delegato. 13

15 FA/MA/ASD - Accesso al sistema BD/RDM I percorsi possibili (3/3) AZIENDE ESTERE Accesso attraverso il Portale NSIS. Legale rappresentante Azienda dichiarante comunica al Ministero i dati della persona fisica designata alla trasmissione dei dati dei dispositivi medici. Il Ministero abilita utenza NSIS. La persona designata ottiene un utenza e una password per eseguire l accesso all area privata del NSIS e quindi all applicazione li i dei Dispositiviiti i Medici. Per operare deve disporre di un certificato di firma elettronica qualificata conforme ai requisiti UE 14

16 FA/MA/ASD - Accesso al sistema BD/RDM I ruoli previsti Ai fini dell utilizzo delle funzionalità del sistema BD/RDM sono stati identificati i seguenti ruoli e profili per l accesso al sistema: DICHIARANTE Soggetto che esegue la notifica, accedendo al sistema con il profilo FABBRICANTEDM o con il profilo FABBRICANTEXML, e che, in relazione ai DM registrati, può rivestire alternativamente il ruolo di Fabbricante (FAB), Mandatario (MAN) o Altro Soggetto Delegato (ASD). FABBRICANTEDM FABBRICANTEXML Dispone delle funzionalità interattive per la registrazione dei dati dei Dispositivi Medici (Notifica), e per l attivazione, mediante validazione dei dati dei DM, del processo di pubblicazione degli stessi e di eventuale iscrizione al Repertorio. Dispone delle funzionalità per il caricamento massivo dei dati dei Dispositiviiti i Medici i (caricamento dei dati mediante trasmissione di un file XML) e per la consultazione degli esiti di elaborazione. 15

17 Modalità di inserimento dei dati Registrazione Interattiva Consente al Dichiarante di inserire in modo puntuale e in modalità on-line i dati necessari per la registrazione dei DM: Dati del Fabbricante Dati del DM Documentazione allegata 16

18 Validazione elettronica dei DM inseriti in BD/RDM (1/2) Firma on - line UTENTE CON CERTIFICATO DI FIRMA EMESSO DA ENTE CERTIFICATORE ITALIANO Firma Digitale on-line Inserisce la Smart Card nel proprio PC e digita il codice pin Certificato digitale di autenticazione Certificato digitale di firma Appone la firma digitale on line attraverso il software di firma Smart Crypto Kit L utente assume la piena responsabilità in relazione ai dati firmati 17

19 Validazione elettronica dei DM inseriti in BD/RDM (2/2) Firma off - line UTENTE CON CERTIFICATO DI FIRMA EMESSO DA ENTE CERTIFICATORE ITALIANO O NON ITALIANO Firma Elettronica off-line Esegue il download del file da firmare e inserisce il dispositivo di firma nel proprio PC Certificato di firma elettronica Appone la firma offline tramite il software di firma a propria disposizione Esegue l Upload del file firmato nel sistema BD/RDM L utente assume la piena responsabilità riguardo ai dati firmati Banca Dati dei DM Repertorio DM 18

20 Modalità di inserimento dei dati Caricamento Massivo Consente al Dichiarante di notificare contemporaneamente più Dispositivi Medici Banca dati del Fabbricante Banca dati Ministero DISPOSITIVI VALIDATI Firma Digitale Richiesta servizio XML INTERNET Generazione file XML 19

21 L uso del caricamento massivo da parte delle aziende Nel periodo 1 dicembre aprile 2009 sono stati pubblicati DM Massivo 20% Massivo: Interattivo: Interattivo tti 80% 20

22 Informazioni presenti nel Sistema BD/RDM Dati aziendali Azienda (Fabbricante, Mandatario, Altro Soggetto Delegato) Dati generali azienda Sede legale azienda Dati responsabile della vigilanza sul DM Denominazione Codice fiscale Partita IVA/ VAT Number Nazione Comune Provincia Indirizzo Telefono Cognome Nome Telefono Fax 21

23 Informazioni presenti nel Sistema BD/RDM Dispositivo Medico Nome e Codice prodotto Dati generali DM Scheda tecnica Tipo Classificazione CND Classificazione GMDN Classificazione C.E. Certificazione C.E. Organismo Notificato Dispositivo Medico Documentazione (file o link) Sistemi/Kit (c.3 Art.12) Altri DM necessari Ruolo del Dichiarante rispetto al DM Etichetta Istruzioni i per l'uso Immagine del DM Scheda tecnica del DM Bibliografia scientifica Fabbricante Mandatario Altro Soggetto Delegato 22

24 Informazioni presenti nel Sistema BD/RDM Scheda Tecnica La scheda tecnica si articola in più sezioni: Caratteristiche tecniche generali Dati di sterilizzazione Materiali costituenti il DM a diretto contatto con il paziente Dati tessuti animali o loro derivati Presenza di medicinali Confezionamento primario Informazioni sulla possibilità di riutilizzo del DM Descrizione i del DM, destinazione i d uso (D.lgs.46/97), misura. Solo per DM sterili (Metodo, tipo di validazione del metodo, periodo max utilizzo). Latex free e certificazione relativa, materiale e condizioni di smaltimento. Famiglia, provenienza (Stato e documentazione), parte utilizzata di tessuti o sostanze. Principio attivo da Banca Dati Farmaco. Materiali e smaltimento particolare. Solo per pluriuso sterili o da sterilizzare (metodo, modalità, numero max). 23

25 Informazioni presenti nel Sistema BD/RDM Sistema/Kit c. 2 Art.12 D.Lgs. 46/97 (Assemblato) Sistema/Kit Informazioni relative all Assemblato Dettaglio Componenti: DM marcati CE notificati in forma regolare dal Fabbricante Articoli non DM: - Specialità medicinali - Presidi Medici Chirurgici - Altro. - Nome commerciale e modello - Codice attribuito dall Assemblatore - Tipo Assemblato - Descrizione - Nome commerciale e modello dell assemblato - Codice attribuito dall Assemblatore - Tipo Prodotto 24

26 Le variazioni post pubblicazione : aggiornamenti Ciascuna notifica, firmata digitalmente, corrisponde alla fotografia del DM al momento. Gli aggiornamenti che il notificante può effettuare in autonomia e che lasciano, ad oggi, invariato il numero di registrazione riguardano: Etichetta Istruzioni per l uso Scheda tecnica Certificato CE (estensione) Aggiornamento con storicizzazione: numero di registrazione invariato DM necessari (*) (*) al momento senza storicizzazione Mandatario (**) (**) in corso di realizzazione L evoluzione del mercato comporta la necessità di apportare variazioni a notifiche già perfezionate, che comportano nuove notifiche e, quindi, nuovi numeri di registrazione. 25

27 Le variazioni post pubblicazione : le modifiche Stanno tuttavia emergendo richieste di modifica dei dati a seguito di imprecisioni o errori di compilazione che comportano la necessità di modificare dati già pubblicati. E allo studio una soluzione che consenta al notificante di capire se è necessario effettuare una nuova notifica o se è possibile effettuare l aggiornamento. Aggiornamento con storicizzazione: ione numero di registrazione invariato, ma vengo registrate tutte le modifiche apportate Nuova notifica: nuovo numero di registrazione con collegamento al precedente 26

28 Andamento delle operazioni: situazione al 15 maggio 2009 Proroga al 30 aprile Proroga al 30 aprile 2009 Consolidamenti Rip in Lavorazione Validazioni Pubblicazioni Inserimenti 27

29 Dispositivi Medici: aspetti legislativi e procedurali per gli acquirenti Iter di registrazione dei DM e condivisione delle informazioni con i fabbricanti Gestione del repertorio da parte del SSN: caratteristiche del sw e suo utilizzo 28

30 Abilitazione alla consultazione del RDM (1/3) Le Regioni devono nominare uno o due referenti che in piena autonomia possono abilitare alla consultazione del Repertorio gli utenti del territorio di propria competenza. Ad ogni referente individuato id viene attribuito it il ruolo di amministratore di sicurezza. Le nomine devono essere comunicate all Ufficio III (Dispositivi Medici) della Direzione Generale dei Farmaci e dei Dispositivi Medici. Le aziende sanitarie che intendono consultare il Repertorio dei dispositivi medici devono contattare i propri referenti regionali secondo le modalità disciplinatei daciascuna regione/provincia i i autonoma. I dati registrati nel Repertorio sono considerati riservati ai sensi del D. Lgs. 46/97 29

31 Funzioni a disposizione del profilo Regioni ed Aziende sanitarie Ricerca di un DM presente nel RDM Permette di inserire alcuni parametri di ricerca (codice prodotto, fabbricante, numero di iscrizione al repertorio) Consultazione dei dati del DM Consultazione della documentazione Per il dispositivo selezionato vengono visualizzati i dati di dettaglio Per il dispositivo selezionato è possibile consultare la documentazione (etichette, scheda tecnica, bibbliografia, certificati CE 30

32 Informazioni presenti nel Sistema BD/RDM Dispositivo Medico consultabile dal SSN Nome e Codice prodotto Dati generali DM Scheda tecnica Tipo Classificazione CND Classificazione GMDN Classificazione C.E. Certificazione C.E. Organismo Notificato Dispositivo Medico Documentazione (file o link) Sistemi/Kit (c.3 Art.12) Altri DM necessari Dati aziendali Etichetta Istruzioni i per l'uso Immagine del DM Scheda tecnica del DM Bibliografia scientifica Fabbricante Mandatario 31

33 I dati forniti alle Regioni (1/3) Scarico settimanale dei dati TIPO DISPOSITIVO = DM di Classe Progressivo DM Numero di repertorio attribuito al DM Fabbricante Codice fiscale Partita IVA/VAT Number Codice catalogo fabbricante Denominazione commerciale Denominazione del fabbricante del DM CF del fabbricante riferito ai soli ai soli fabbricanti italiani Partita Iva / Vat Number del fabbricante riferito rispettivamente a fabbricanti Italiani o a fabbricanti esteri Codice catalogo attribuito al DM dal Fabbricante Nome commerciale e modello del DM Classificazione CND Codice CND associato al DM Descrizione CND Data fine commercio Descrizione del codice CND associato al DM Riferita ai dispositivi per i quali è finita la produzione, ma che possono comunque essere disponibili sul mercato fino al completo esaurimento delle scorte o che possono ancora essere in uso presso le strutture 32

34 I dati forniti alle Regioni (2/3) Interrogazioni su RDM TIPO DISPOSITIVO = Assemblati (c.2, art.12. D. Lgs 46/97 ) Progressivo Assemblato Numero di repertorio attribuito all assemblato Assemblatore Denominazione dell assemblatore Codice fiscale CF dell assemblatore riferito solo agli assemblatori italiani Partita IVA/VAT Number Partita Iva / Vat Number dell assemblatore riferito rispettivamente t ad assemblatori Italiani i oesteri Codice catalogo assemblatore Codice catalogo attribuito dall Assemblatore al DM Denominazione commerciale Nome commerciale o modello dell assemblato Data fine commercio Riferita ai dispositivi per i quali è finita la produzione, ma che possono comunque essere disponibili sul mercato fino al completo esaurimento delle scorte o che possono ancora essere in uso presso le strutture 33

35 I dati forniti alle Regioni (3/3) Scarico settimanale dei dati File riepilogativi Profilo Regione Sezione Documentazione Elenco Dispositivi iti i Medici i e Assemblati iscritti itti nel Repertorio ". Il file, in formato compresso, contiene un file xml ed un file csv con i dati essenziali dei dispositivi iscritti nel RDM ad una certa data: <REPERTORIO> <DISPOSITIVO PROGRESSIVO=""> <TIPODISPOSITIVO></TIPODISPOSITIVO> <FABBRICANTE_ASSEMBLATORE></FABBRICANTE_ASSEMBLATORE> <CODICEFISCALE></CODICEFISCALE> <PARTITAIVA_VATNUMBER></PARTITAIVA_VATNUMBER> <CODICECATALOGO></CODICECATALOGO> <DENOMINAZIONECOMMERCIALE></DENOMINAZIONECOMMERCIALE> <CLASSIFICAZIONEGMDN></CLASSIFICAZIONEGMDN> <DESCRIZIONEGMDN></DESCRIZIONEGMDN> <CLASSIFICAZIONECND></CLASSIFICAZIONECND> <DESCRIZIONECND></DESCRIZIONECND> <DATAFINECOMMERCIO></DATAFINECOMMERCIO> </DISPOSITIVO> </REPERTORIO> 34

36 Supporto agli Utenti SSN ASSISTENZA TECNICA: Per informazioni riguardanti le modalità d uso dell applicazione e le segnalazioni in caso di malfunzionamento delle procedure informatiche, rivolgersi all' Help Desk dell ex Ministero della Salute telefonando al numero nel seguente orario: dal lunedì al venerdì: 8:00-18:00 sabato: 8:00-13:00 E possibile inviare la segnalazione anche all indirizzo di posta elettronica oppure via fax al numero

37 Grazie per l attenzione it 36

Il Repertorio e la banca dati dei DM: nuovi strumenti informatici seconda parte

Il Repertorio e la banca dati dei DM: nuovi strumenti informatici seconda parte Il Repertorio e la banca dati dei DM: nuovi strumenti informatici seconda parte Claudia Biffoli Ministero della Salute Direzione generale del sistema informativo Conferenza nazionale sui dispositivi medici

Dettagli

La banca dati EUDAMED nella nuova direttiva e i rapporti con il RDM

La banca dati EUDAMED nella nuova direttiva e i rapporti con il RDM La banca dati EUDAMED nella nuova direttiva e i rapporti con il RDM Claudia Biffoli Ministero della Salute Direzione Generale del Sistema Informativo II Conferenza Nazionale sui Dispositivi medici Sessione

Dettagli

Repertorio Dispositivi Medici. Manuale Utente Profilo Regioni e Aziende Sanitarie

Repertorio Dispositivi Medici. Manuale Utente Profilo Regioni e Aziende Sanitarie Repertorio Dispositivi Medici Profilo Regioni e Aziende Sanitarie Versione 1.0 Gennaio 2008 NSIS_SSW.MSW_DISPO_RDM_MTR_SSN.doc Pagina 1 di 40 Versione 1.0 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 1.1 DEFINIZIONI E

Dettagli

Banca Dati Dispositivi Medici Fase 2

Banca Dati Dispositivi Medici Fase 2 Banca Dati Dispositivi Medici Fase 2 Profilo Fabbricante DM Versione 6.4 16/07/2013 Profilo Fabbricante DM Pagina 1 di 324 Versione 6.4 Scheda informativa del documento Versione Data Creazione Stato 6.4

Dettagli

Sistema Banca dati e Repertorio dei dispositivi medici Notifiche multiple di DM simili

Sistema Banca dati e Repertorio dei dispositivi medici Notifiche multiple di DM simili Sistema Banca dati e Repertorio dei dispositivi medici Notifiche multiple di DM simili Questa presentazione intende illustrare brevemente la nuova funzionalità (Notifiche multiple di DM simili) predisposta

Dettagli

Workshop Repertorio dei Dispositivi Medici per il supporto al monitoraggio dei consumi

Workshop Repertorio dei Dispositivi Medici per il supporto al monitoraggio dei consumi Workshop Repertorio dei Dispositivi Medici per il supporto al monitoraggio dei consumi Annamaria Donato Direttore ufficio III Direttore reggente ufficio VI Direzione Generale farmaci e dispositivi medici

Dettagli

Incontro con ASSOBIOMEDICA Roma, 07 maggio 2012

Incontro con ASSOBIOMEDICA Roma, 07 maggio 2012 Il sistema BD/RDM: integrazione dei Dispositivi medico diagnostici in vitro La rilevazione degli IVD Incontro con ASSOBIOMEDICA Roma, 07 maggio 2012 Agenda Le attuali modalità di notifica per i dispositivi

Dettagli

Vademecum per potenziare la consultazione e l utilizzo del sistema Banca Dati / Repertorio dei Dispositivi Medici

Vademecum per potenziare la consultazione e l utilizzo del sistema Banca Dati / Repertorio dei Dispositivi Medici Vademecum per potenziare la consultazione e l utilizzo del sistema Banca Dati / Repertorio dei l utilizzo del sistema Banca Dati / Repertorio dei Versione Stato Data XI pubblicato 03/03/2014 Indice Introduzione...

Dettagli

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE Protocollo d intesa per l utilizzo della soluzione informatica realizzata dalle Camere di Commercio, Industria e Artigianato per l esercizio delle funzioni assegnate allo Sportello Unico per le Attività

Dettagli

DOCUMENTO RECANTE LINEE GUIDA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEI DATI E DELLA DOCUMENTAZIONE PRESENTE NEL REPERTORIO DEI DISPOSITIVI MEDICI

DOCUMENTO RECANTE LINEE GUIDA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEI DATI E DELLA DOCUMENTAZIONE PRESENTE NEL REPERTORIO DEI DISPOSITIVI MEDICI DOCUMENTO RECANTE LINEE GUIDA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEI DATI E DELLA DOCUMENTAZIONE PRESENTE NEL REPERTORIO DEI DISPOSITIVI MEDICI PER LA SOTTOSCRIZIONE DI UN ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA STATO-REGIONI

Dettagli

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012 GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012 Pillole di Trasparenza Concorso Farmacie e Opendata Claudia Biffoli Direzione Generale del Sistema Informativo e Statistico Sanitario Ufficio IV ex DGSI Roma, 12 Dicembre

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Anagrafe delle Prestazioni Manuale utente (front office) Acronimi e abbreviazioni usati nel Documento: D.F.P.: P.A.: Pubblica Amministrazione R.P.C.: Responsabile del Procedimento dei Consulenti/Collaboratori

Dettagli

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 1. PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it La timeline del quadro normativo (1) 1998 2000 2004 2005 Protocollo informatico Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente

Dettagli

Firma digitale INTRODUZIONE

Firma digitale INTRODUZIONE Firma digitale INTRODUZIONE La firma digitale costituisce uno dei dieci obiettivi del Piano per l e-government. Per quanto riguarda la PA, l obiettivo, abilitante allo sviluppo dei servizi on line, si

Dettagli

IL SUPPORTO AL REPERTORIO DEI DISPOSITIVI MEDICI

IL SUPPORTO AL REPERTORIO DEI DISPOSITIVI MEDICI Repertorio dei Dispositivi Medici per il supporto al monitoraggio dei consumi Workshop tecnico/formativo riservato ad operatori delle strutture del SSN ed operatori professionali IL SUPPORTO AL REPERTORIO

Dettagli

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Evento Regione Veneto 1 Le nuove sfide di dematerializzazione per gli Enti Locali Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Marco di Luzio Responsabile Business Consulting Evento Regione

Dettagli

MUDE Piemonte. Adempimenti per i Comuni. STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1

MUDE Piemonte. Adempimenti per i Comuni. STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1 MUDE Piemonte Adempimenti per i Comuni STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V02 2.1 Aggiornamento casella di posta elettronica per comunicazioni 3 3.3; 3.3.1;

Dettagli

Grandi Apparecchiature sanitarie in uso presso le strutture sanitarie pubbliche, private accreditate e private non accreditate

Grandi Apparecchiature sanitarie in uso presso le strutture sanitarie pubbliche, private accreditate e private non accreditate Grandi Apparecchiature sanitarie in uso presso le strutture sanitarie pubbliche, private accreditate e private non accreditate Guida al censimento delle Strutture sanitarie private accreditate e private

Dettagli

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati...

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati... Allegato A) al Decreto del Direttore n. 32 del 31/03/2015 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione della

Dettagli

Le comunicazioni obbligatorie on line. - Che cosa sono le Comunicazioni obbligatorie (CO) - Assunzioni: che cosa cambia - Lavoro: una rete di servizi

Le comunicazioni obbligatorie on line. - Che cosa sono le Comunicazioni obbligatorie (CO) - Assunzioni: che cosa cambia - Lavoro: una rete di servizi Indice Le comunicazioni obbligatorie on line - Che cosa sono le Comunicazioni obbligatorie (CO) - Assunzioni: che cosa cambia - Lavoro: una rete di servizi - Le comunicazioni obbligatorie in pratica -

Dettagli

Tracciabilità del Farmaco

Tracciabilità del Farmaco Tracciabilità del Farmaco Le procedure di registrazione alla Banca dati Anche un viaggio lungo mille chilometri inizia con un piccolo passo. Lao Tzu Incontro Gas Medicinali Roma, 27 aprile 2010 Federica

Dettagli

DISPOSITIVI MEDICI: banca dati e repertorio, consultazione e utilizzo 30 Giugno 2014 Corso regionale di aggiornamento sezione SIFO Liguria

DISPOSITIVI MEDICI: banca dati e repertorio, consultazione e utilizzo 30 Giugno 2014 Corso regionale di aggiornamento sezione SIFO Liguria Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Affari Giuridici, Programmazione, Organizzazione e Politiche del Farmaco Settore Comunicazione, Ricerca, Sistema Informativo e Coordinamento Progetti in Sanità

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PRATICA. InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni. versione 02

MANUALE OPERATIVO PRATICA. InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni. versione 02 InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI PRATICA versione 02 ottobre 2011 COMPILAZIONE

Dettagli

Manuale Utente. Guida all utilizzo della procedura telematica per la richiesta d'iscrizione al Registro Generale delle Organizzazioni di Volontariato

Manuale Utente. Guida all utilizzo della procedura telematica per la richiesta d'iscrizione al Registro Generale delle Organizzazioni di Volontariato REGIONE PUGLIA SEZIONE BANDI TELEMATICI Servizio Politiche di benessere sociale e pari opportunità Manuale Utente Guida all utilizzo della procedura telematica per la richiesta d'iscrizione al Registro

Dettagli

Manuale per la presentazione della domanda per il Premio Brianza Economica edizione 2014

Manuale per la presentazione della domanda per il Premio Brianza Economica edizione 2014 Manuale per la presentazione della domanda per il Premio Brianza Economica edizione 2014 Istruzioni valide per la presentazione delle domande sia per la sezione A (Imprese), sia per la sezione B (Dipendenti)

Dettagli

I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30

I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30 I Modulo: Generale 11 12 13 giugno 2013 orario: 9.00 13.00 e 14.00 17.30 Martedì, 11 giugno Avv. Luigi Foglia Ing. Andrea Caccia Il documento informatico e la sua conservazione Il Documento informatico:

Dettagli

UTILIZZO DEL SISTEMA Informazioni generali Casi d uso

UTILIZZO DEL SISTEMA Informazioni generali Casi d uso UTILIZZO DEL SISTEMA Informazioni generali Casi d uso SIPEM è il servizio telematico promosso da ANCI, CNGeGL e CIPAG, frutto della stretta collaborazione in sede progettuale tra ANCITEL S.p.A. e GROMAsistema

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO SECONDO IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE Sommario: 1. Struttura e finalità del codice dell amministrazione digitale. - 2. La teleamministrazione e l atto elettronico. - 3. Il documento

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (D.L. 90/2014 convertito in legge 114/2014, art. 24 comma 3 bis) Indice 1. Finalità 2. Riferimenti

Dettagli

Premessa...1. Requisiti necessari...1. Accesso ai servizi...2. Voci di Menù a disposizione...4. Fasi della presentazione...4

Premessa...1. Requisiti necessari...1. Accesso ai servizi...2. Voci di Menù a disposizione...4. Fasi della presentazione...4 Guida ai servizi SUAP on-line del Comune di Scandicci vers. 1.0 del 10/10/2014 Sommario Premessa...1 Requisiti necessari...1 Accesso ai servizi...2 Voci di Menù a disposizione...4 Fasi della presentazione...4

Dettagli

AGRISIAN. Portale CNS - Guida all accesso per gli Utenti Qualificati

AGRISIAN. Portale CNS - Guida all accesso per gli Utenti Qualificati AGRISIAN Portale CNS - Guida all accesso per gli Utenti Novembre 2007 Pagina 2 di 15 INDICE 1 PREMESSA...3 2 COME SI ACCEDE AL PORTALE DEGLI UTENTI QUALIFICATI?...4 3 REGISTRAZIONE CNS....5 4 ACCESSO ALL

Dettagli

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI.

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI. CARTA DEI SERVIZI La qualità del servizio nei confronti dell Utente e la soddisfazione per l utilizzo delle soluzioni sono obiettivi strategici per Sistemi. Le soluzioni software Sistemi, siano esse installate

Dettagli

Tavolo tecnico per il Governo della spesa pubblica dei dispositivi medici

Tavolo tecnico per il Governo della spesa pubblica dei dispositivi medici FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA AISPEC Gruppo prodotti sensibili Introduzione Tavolo tecnico per il Governo della spesa pubblica dei dispositivi medici Considerazioni del Gruppo Prodotti Sensibili Settore diagnostica

Dettagli

Fascicolo Sanitario Elettronico

Fascicolo Sanitario Elettronico Consiglio Nazionale delle Ricerche Fascicolo Sanitario Elettronico «La roadmap e l accelerazione in atto» Ing. Stefano van der Byl Ing. Mario Ciampi Fascicolo Sanitario Elettronico 1/2 «Il FSE è l insieme

Dettagli

SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale. Manuale utente. Medici Specialisti

SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale. Manuale utente. Medici Specialisti SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale Manuale utente Medici Specialisti Versione 1.1 21 Novembre 2014 Indice dei Contenuti INDICE DEI CONTENUTI... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. IL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale. Manuale utente. Medici Continuità Assistenziale

SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale. Manuale utente. Medici Continuità Assistenziale SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale Manuale utente Medici Continuità Assistenziale Versione 1.0 28 Aprile 2014 Indice dei Contenuti INDICE DEI CONTENUTI... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. IL SISTEMA

Dettagli

Livorno, 22/07/2014 Prot. n. 427/2014 Ill.mo Sig. Presidente del Tribunale Dott. Carlomaria Garbellotto

Livorno, 22/07/2014 Prot. n. 427/2014 Ill.mo Sig. Presidente del Tribunale Dott. Carlomaria Garbellotto Livorno, 22/07/2014 Prot. n. 427/2014 Ill.mo Sig. Presidente del Tribunale Dott. Carlomaria Garbellotto Tribunale di Ivrea Via Patrioti, 26 10015 Ivrea (TO) Oggetto: Piattaforma web Procedure.it per la

Dettagli

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo Ufficio del Rappresentante dello Stato e della Conferenza permanente Via IV Novembre 119/A 00187 ROMA Tel. 06/67294481-4344 Monitoraggio del processo

Dettagli

DISPOSITIVI. Federico II. Avv. Antonia De Lisio

DISPOSITIVI. Federico II. Avv. Antonia De Lisio DISPOSITIVI Le direttive comunitarie e le norme italiane che hanno recepito le direttive stesse disciplinano, separatamente, tre categorie di dispositivi medici 1 DISPOSITIVI i dispositivi medici impiantabili

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Liquidazione del Progetto del Fondo NASKO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 3 1.1 Scopo e campo di applicazione... 3 1.2 Copyright (specifiche

Dettagli

Il servizio Certificazione CITES del Corpo forestale dello Stato

Il servizio Certificazione CITES del Corpo forestale dello Stato Il servizio Certificazione CITES del Corpo forestale dello Stato Guida all accesso con Certificato Digitale Sommario 1. PREMESSA... 3 2. AVVERTENZE E RACCOMANDAZIONI... 4 3. COME SI ACCEDE AL SERVIZIO

Dettagli

SOCIETÀ p.a. ESERCIZI AEROPORTUALI - S.E.A. INFORMAZIONI GENERALI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA TELEMATICA

SOCIETÀ p.a. ESERCIZI AEROPORTUALI - S.E.A. INFORMAZIONI GENERALI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA TELEMATICA SOCIETÀ p.a. ESERCIZI AEROPORTUALI - S.E.A. Avviso pubblicitario relativo all affidamento del servizio CUTE/CUPPS (C.I.G. nr. 6230767F92 ) INFORMAZIONI GENERALI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA TELEMATICA

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione della Profilazione e della Domanda di Adesione al bando: Dote scuola 2015-2016 - Domanda Componente Disabilità Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2015.03.00.

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014, convertito

Dettagli

Firma Digitale per il il Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Roma 15 ottobre 2009

Firma Digitale per il il Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Roma 15 ottobre 2009 Firma Digitale per il il Consiglio Nazionale degli Ingegneri Roma 15 ottobre 2009 :: Firma Digitale :: La Firma Digitale è il risultato di una procedura informatica che garantisce l autenticità e l integrità

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

SIMES. Sistema Informativo Monitoraggio Errori in Sanità. Potenza 22 aprile 2009

SIMES. Sistema Informativo Monitoraggio Errori in Sanità. Potenza 22 aprile 2009 SIMES Sistema Informativo Monitoraggio Errori in Sanità Potenza 22 aprile 2009 Dott.ssa Maria Pia Randazzo Direzione Generale Sistema Informativo Ufficio NSIS Simes - obiettivi Monitoraggio Imparare dall

Dettagli

SIPEM ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA DIGITALE. Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale. Rev 1.

SIPEM ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA DIGITALE. Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale. Rev 1. SIPEM Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA DIGITALE Rev 1.2 Il presente documento è attualmente in fase di lavorazione.

Dettagli

Utilizzo degli strumenti informativi per la gestione degli acquisti nello scenario della Regione Friuli Venezia Giulia

Utilizzo degli strumenti informativi per la gestione degli acquisti nello scenario della Regione Friuli Venezia Giulia Utilizzo degli strumenti informativi per la gestione degli acquisti nello scenario della Regione Friuli Venezia Giulia ing. Claudio Giuricin, componente della C.U.D. Direttore del Dipartimento Servizi

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per l Impresa e l Internazionalizzazione Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per l Impresa e l Internazionalizzazione Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per l Impresa e l Internazionalizzazione Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica Divisione

Dettagli

Commissione FALLCO Componenti:

Commissione FALLCO Componenti: Commissione FALLCO Componenti: Filippo Favi, Francesco Biancalani, Alessandra Cocci, Daniela Cocci, Roberto Tosa, Daniele Vignaroli. Strumenti necessari per il Processo Civile Telematico 2 INDICE 1. STRUMENTI

Dettagli

Che cos è ottimizzazione della dispensazione dei farmaci consegna a domicilio. gestione centralizzata dei dati e dei flussi degli stessi.

Che cos è ottimizzazione della dispensazione dei farmaci consegna a domicilio. gestione centralizzata dei dati e dei flussi degli stessi. Che cos è E un servizio innovativo che introduce, per la prima volta in Italia, un sistema modulare finalizzato alla ottimizzazione della dispensazione dei farmaci prevedendone finanche la consegna a domicilio.

Dettagli

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema.

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema. SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica Il modulo consente di gestire i procedimenti amministrativi legati alle sportello unico per le attività produttive. Fa parte dell area dedicata alla componente tecnico

Dettagli

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico PROCEDURE.IT Procedure.it nasce dall esigenza di fornire uno strumento per raggiungere nuovi margini di efficienza nella gestione

Dettagli

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nel Sistema Informativo di ARTEA e per la gestione della Dichiarazione

Dettagli

Regione Piemonte Portale Rilevazioni Crediti EELL Manuale Utente

Regione Piemonte Portale Rilevazioni Crediti EELL Manuale Utente Pag. 1 di 15 VERS V01 REDAZIONE VERIFICHE E APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE NOME DATA NOME DATA NOME DATA A. Marchisio C. Pernumian 29/12/2014 M. Molino 27/02/2015 M. Molino

Dettagli

CONSIDERATO CHE - la gestione dei rifiuti costituisce attività di pubblico interesse ed è regolata dalla legge; - il decreto legislativo 5 febbraio

CONSIDERATO CHE - la gestione dei rifiuti costituisce attività di pubblico interesse ed è regolata dalla legge; - il decreto legislativo 5 febbraio CONSIDERATO CHE - la gestione dei rifiuti costituisce attività di pubblico interesse ed è regolata dalla legge; - il decreto legislativo 5 febbraio 1997 n. 22 (attuazione delle direttive 91/156/CEE sui

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO LEGALSOLUTIONDOC- FATTURA ELETTRONICA 2C SOLUTION DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO (CICLO ATTIVO)

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO LEGALSOLUTIONDOC- FATTURA ELETTRONICA 2C SOLUTION DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO (CICLO ATTIVO) Mod. LEGALSOLUTIONDOC-FATTURA ELETTRONICA Rev1.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO LEGALSOLUTIONDOC- FATTURA ELETTRONICA 2C SOLUTION DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO (CICLO ATTIVO) PREMESSE La presente Richiesta

Dettagli

STANDARD. Descrizione

STANDARD. Descrizione STANDARD Caratteristiche Prerequisiti Di seguito sono descritte le caratteristiche, le modalità d erogazione, d attivazione e d uso dei servizi oggetto della Convenzione. Tutti i servizi oggetto della

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Dispositivi Medici Banca dati ministeriale e Repertorio Storia e sviluppo Davide Perego. A.S.B.M. S.r.l. www.asbm.it e-mail: asbmsrl@asbm.

Dispositivi Medici Banca dati ministeriale e Repertorio Storia e sviluppo Davide Perego. A.S.B.M. S.r.l. www.asbm.it e-mail: asbmsrl@asbm. Dispositivi Medici Banca dati ministeriale e Repertorio Storia e sviluppo Davide Perego A.S.B.M. S.r.l. www.asbm.it e-mail: asbmsrl@asbm.it 2007 2013.dove siamo? 100 euro KIT & ASSEMBLATI DM simili DU

Dettagli

Registrazione utente. Manuale Utente

Registrazione utente. Manuale Utente Registrazione utente Manuale Utente Aggiornato al 19 aprile 2013 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Registrazione... 4 2.1 Dati personali... 4 2.2 Pagine specifiche per l accesso alle applicazioni... 6 2.2.1

Dettagli

SIAR. Sistema Informativo Agricolo Regionale

SIAR. Sistema Informativo Agricolo Regionale SIAR Sistema Informativo Agricolo Regionale Il SIAR è un applicativo web standard, programmato in C#, che si appoggia su un server fisico con sistema operativo Windows Server 2007 64 bit, con 24 Gb di

Dettagli

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO Alberatura La soluzione consente di assolvere agli obblighi di legge in materia di trasparenza per quanto riguarda la strutturazione della sezione amministrazione trasparente quale link proposto nella

Dettagli

Dichiarazione Unica Aziendale

Dichiarazione Unica Aziendale Dichiarazione Unica Aziendale Contenuti, definizioni e procedure 1. Premessa... 1 2. Anagrafe e Fascicolo aziendale... 1 3. Documenti aziendali... 2 4. Fascicolo elettronico...2 5. Interscambio dati...

Dettagli

P1548 UN MONDO NEL TUO MONDO

P1548 UN MONDO NEL TUO MONDO P1548 UN MONDO NEL TUO MONDO UN MONDO NEL TUO MONDO La Comun icazione ed i Servizi Il Mondo de Il Sole 24 ORE Attività Professionali e Gestionali La Gestione dello Studio Il Cliente al Centro dello Studio

Dettagli

PROCEDURA WEB CATASTO IMPIANTI TERMICI E DI RAFFRESCAMENTO

PROCEDURA WEB CATASTO IMPIANTI TERMICI E DI RAFFRESCAMENTO PROCEDURA WEB CATASTO IMPIANTI TERMICI E DI RAFFRESCAMENTO 1 IL CATASTO IMPIANTI: la fase transitoria Nel 2015 verrà avviata una fase transitoria durante la quale verrà data la possibilità ai manutentori

Dettagli

COMUNE DI GALATINA CONVENZIONE

COMUNE DI GALATINA CONVENZIONE CONVENZIONE L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA REALIZZATA DALLE CAMERE COMMERCIO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI ASSEGNATE ALLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE 0 CONVENZIONE PER L UTILIZZO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI MACCHINE E COMPONENTI DI SICUREZZA. Direttiva 2006/42/CE Allegato IX Esame CE del Tipo

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI MACCHINE E COMPONENTI DI SICUREZZA. Direttiva 2006/42/CE Allegato IX Esame CE del Tipo Pagina 1 di 6 INDICE 1 SCOPO E PREMESSA... 2 2 TERMINI E DEFINIZIONI... 2 2.1 Definizioni di tipo generale... 2 2.2 Definizioni relative alle Macchine e Componenti di Sicurezza... 2 3 ITER DI CERTIFICAZIONE...

Dettagli

ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE

ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA 1. INTRODUZIONE 2 2. REGISTRAZIONE E PROFILAZIONE 3 1.1 REGISTRAZIONE 3 1.2 INSERIMENTO DEL PROFILO 3 2 COMPILAZIONE

Dettagli

MANUALE REGISTRAZIONE UTENTE

MANUALE REGISTRAZIONE UTENTE MANUALE REGISTRAZIONE UTENTE Aggiornato al 16 Gennaio 2015 Registrazione utente Manuale utente Pagina 1 di 41 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Abilitazione ai sistemi informativi AIFA... 4 3 Registrazione...

Dettagli

nuova direttiva macchine nuova direttiva dispositivi medici

nuova direttiva macchine nuova direttiva dispositivi medici nuova direttiva macchine nuova direttiva dispositivi medici relazioni tra la nuova direttiva macchine Dir.2006/42/CE e le novita introdotte dalla Dir.2007/47/CE correttiva della direttiva 93/42/CE Dispositivi

Dettagli

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE - CREDENZIALI DI ACCESSO E REGISTRAZIONE NELL AREA RISERVATA - COMPILAZIONE DOMANDA ISCRIZIONE - FIRMA

Dettagli

OsSC Corso Formazione Normativa e processo

OsSC Corso Formazione Normativa e processo OsSC Corso Formazione Normativa e processo Paola Aita, Antonio Galluccio, Raffaella Maione Febbraio Aprile 2014 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono

Dettagli

Rilevazione per il monitoraggio delle Apparecchiature Sanitarie

Rilevazione per il monitoraggio delle Apparecchiature Sanitarie Rilevazione per il monitoraggio delle Apparecchiature Sanitarie LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL SISTEMA APPARECCHIATURE SANITARIE Strutture Private Versione 2.2 Linee guida per l utilizzo sperimentale

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ANNI 2015 2016 2017 1 Il Programma Triennale della Trasparenza e Integrità è strutturato in sezioni relative a: 1) Premessa; 2) Supporto normativo; 3)

Dettagli

S.E.A. - SOCIETÀ per Azioni ESERCIZI AEROPORTUALI

S.E.A. - SOCIETÀ per Azioni ESERCIZI AEROPORTUALI S.E.A. - SOCIETÀ per Azioni ESERCIZI AEROPORTUALI PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TELEFONIA, CONNETTIVITÀ GEOGRAFICA, CONNETTIVITÀ INTERNET, SICUREZZA E GESTIONE DELLA BANDA PRESSO GLI

Dettagli

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Manuale Operativo FER CEL-PAS Lato Compilatore Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Revisione del Documento: 06 Data revisione: 13-01-2013 INDICE DEI CONTENUTI Indice 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione FATTURA ELETTRONICA non solo verso la pubblica amministrazione Fattura Emissione documento IVA cartaceo prestampato personalizzato da tipografia Registrazione documento IVA registri IVA manuali registri

Dettagli

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 Servizi per le aziende Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 L applicativo studiato per la trasmissione delle comunicazioni obbligatorie

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

MANUALE FIRMA CERTA. Classic e Portable. www.firmacerta.it

MANUALE FIRMA CERTA. Classic e Portable. www.firmacerta.it MANUALE FIRMA CERTA Classic e Portable www.firmacerta.it Documento: FirmaCerta Client Pagina 1 di 37 INDICE 1. Versioni e Riferimenti... 3 1.1 Versioni del documento... 3 1.2 Referenti... 3 1.3 Dati Identificativi

Dettagli

DI INFORTUNIO IN VIA TELEMATICA

DI INFORTUNIO IN VIA TELEMATICA NUOVA DENUNCIA COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO IN VIA TELEMATICA D.C. PRESTAZIONI D.C. PREVENZIONE D.C. SERVIZI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI D.C. PROGRAMMAZIONE, ORGANIZZAZIONE E CONTROLLO INAIL DIREZIONE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 INDICE 1. Introduzione... pag. 2 1.1 Trasparenza... pag. 2 1.2 Integrità... pag. 2 1.3 Obiettivi... pag. 2 2. Individuazione dei dati da pubblicare...

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria GUIDA OPERATIVA PER UTENTI SSA NELLA GESTIONE DELLE DELEGHE PER LA RACCOLTA DELLE SPESE SANITARIE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Introduzione... 3 2. Autenticazione...

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dell Istruttoria Economico Finanziaria del Fondo NASKO Rev. 00 Manuale SiAge Bando: Fondo NASKO Istruttoria Economica - Finanziaria Pagina 1 Indice 1.

Dettagli

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica Flussi di Aggiornameno Obiettivi Architetturali Strategici: Scalabilità amministrativa del sistema, unica istanza / n Comuni Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica

Dettagli

Banca d Italia INFOSTAT-UIF. Istruzioni per l accesso e le autorizzazioni. Versione 1.1. Pag. 1 di 26

Banca d Italia INFOSTAT-UIF. Istruzioni per l accesso e le autorizzazioni. Versione 1.1. Pag. 1 di 26 INFOSTAT-UIF Istruzioni per l accesso e le autorizzazioni Versione 1.1 Pag. 1 di 26 INDICE 1. Istruzioni operative per l'utilizzo dei servizi INFOSTAT-UIF...3 2. Registrazione al portale INFOSTAT-UIF...4

Dettagli

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico

EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico EasyPda Punto d accesso al Processo Telematico Il Punto d accesso viene definito dalla normativa sul Processo Telematico (D.M.Giustizia 21/2/2011 n. 44 e ss. mm. ii.) come struttura tecnologica-organizzativa

Dettagli

Accreditamento al SID

Accreditamento al SID Accreditamento al SID v. 3 del 22 ottobre 2013 Guida rapida 1 Sommario Accreditamento al SID... 3 1. Accesso all applicazione... 4 2. Richieste di accreditamento al SID... 6 2.1. Inserimento nuove richieste...

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli