Saggistica Aracne 62

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Saggistica Aracne 62"

Transcript

1 Saggistica Aracne 62

2

3 Federico Cecconi Introduzione al Personal Computer ARACNE

4 Copyright MMVI ARACNE editrice S.r.l. via Raffaele Garofalo, 133 A/B Roma (06) ISBN I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi. Non sono assolutamente consentite le fotocopie senza il permesso scritto dell Editore. I edizione: settembre 2006

5 Indice 1 Operazioni di base Introduzione Avvio. Spegnimento Cinque regole generali. Il Copia ed Incolla Lessico dell informatica Hardware e Software La rete Cartelle. Aprire. Salvare Videoscrittura: WORD Formattazione di una lettera Formattazione di una tesina Stampa unione Il foglio elettronico: EXCEL Le funzioni La funzione = se Calcoli casalinghi Il questionario Risultati di un esperimento Il Pil nel mondo Un problema di Demografia Frequenze. Funzione = se. Riepilogo tabelle Grafici Inserire le funzioni in modo interattivo Fare una presentazione: PowerPoint Un pò di grafica ArchiviElettronici: Access 81 i

6 ii INDICE 7 Internet Cosa è Internet Cosa è la navigazione WEB Uso del PC: Tecniche generali 91

7 Capitolo 1 Operazioni di base 1.1 Introduzione Lo scopo di questo manuale è duplice: da un lato può essere utilizzato come testo di riferimento per la preparazione di un esame di Idoneità (o alfabetizzazione) Informatica, così comeè presente ormai in tutte le facoltà umanistiche ; dall altro si tratta di un testo utile anche per la preparazione dei moduli della patente europea del computer ECDL. Pur non sostituendo i testi specifici per la preparazione ECDL, che privilegiano l aspetto del Syllabus (ovvero dell elenco completo delle sequenze operative che una certa funzione potrebbe richiedere), questo testo ha il vantaggio di poter essere utilizzato in modo scorrevole, senza la necessità di dover affrontare i dettagli operativi ad ogni livello di lettura. Lo studente per preparare l esame d Idoneità deve prima leggere (e poi replicare su un PC) gli esempi presenti in tutti i capitoli. Gran parte dei comandi sono descritti nelle legende delle figure e lo studente è invitato a sperimentarne l esito. Successivamente potrà leggere le introduzioni a questi stessi capitoli così da completare la comprensione. Infine potrà affrontare il resto, le parti di teoria e le parti di approfondimento delle tecniche. Le parti teoriche contengono gli argomenti necessari alla preparazione del primo modulo ECDL. Fare pratica è naturalmente una condizione indispensabile affinché le tecniche siano apprese in modo produttivo: in particolare lo studente è invitato ad iniziare a considerare il PC come lo strumento con cui normalmente si scrive, a privilegiare l uso dell a quella dell invio di SMS; ad utilizzare il Personal Computer come strumento per catalogare e riassumere dati, ad usare Internet per la gran parte delle ricerche bibliografiche. 1

8 2 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Sul sito sono presenti due documenti che integranoil testo. Un fax.simile di provadi idoneità, che permette di controllare se la propria preparazione è sufficiente, ed un file in formato PDF con una descrizione lessicale di tutti i termini più comuni dell informatica (ed in piccola parte della telematica). Ho cercato infine di porre un attenzione particolare ad esempi che possano direttamente ricadere nella normale attività di studio (e di lavoro) nei campi della ricerca sociale, della psicologia, delle scienze della formazione. Ho invece trascurato esempi che riguardano discipline di tipo ingegneristico. La scelta ha una motivazione ovvia: uno studente di facoltà cosiddette scientifiche ha molte possibilità formative sull uso del computer, anche se, per onor del vero, accade a volte di incontrare laureandi in fisica che, per i motivi più disparati, hanno atteso esami specifici e laboratori per prendere confidenza con strumenti informatici. Si tratta di eccezioni: normalmente uno studente in queste facoltà ritiene che l uso produttivo di un computer sia una necessità assoluta nella propria professione. Questa convinzione deve maturare anche in facoltà umanistiche per un motivo semplicissimo: anche per un psicologo sperimentale o per un operatore nei servizi saper utilizzare in maniera efficace un PC è una necessità irrinunciabile. Questo libro vuole essere anche un piccolo passo in questa direzione. 1.2 Avvio. Spegnimento In questo libro illustrerò, come accennato nell Introduzione, le tecniche d uso più comuni di un Personal Computer, quelle che permettono di utilizzare con profitto un PC per scrivere, comunicare, fare calcoli, disegnare. Iniziamo con accendere il PC. Si tratta una operazione immediata, anche se ormai sono praticamente infiniti i modi con cui i progettisti nascondono il pulsante che avvia elettricamente il Personal Computer (naturalmente si tratta di un problema molto complesso per chi progetta i sistemi, ma questo a noi, almeno per il momento non ci riguarda). Accendere il PC significa, in tutti i sistemi moderni, premere automaticamente il pulsante di avvio del video, e spesso anche di tutte le apparecchiature accessorie (ad esempio una webcam, oppure le casse acustiche). Dopo non più di 30 secondi compare un richiesta di farsi riconoscere come utente abilitato. Qui le cose cambiano a secondo se si tratta di un utilizzo casalingo, in ufficio, o dentro un aula universitaria. Le alternative (e cosa questo significhi per la sicurezza) saranno illustrate nel capitolo 8. Se tutto ha funzionato correttamente ci troveremo in un ambiente di lavoro simile a quello illustrato in figura 1.1. D ora in avanti indicheremo con Click lo spingere qualcosa sullo schermo con il pulsante sinistro del mouse UNO SOLA VOLTA. Con DoppioClick

9 1.2. AVVIO. SPEGNIMENTO 3 Figura 1.1: Ecco come si presenta l ambiente di lavoro Windows XP. La sbarra grigia indicata da (1) si chiama BARRA DEI PULSANTI, e come ci dice il nome contiene, sotto forma di pulsanti, i programmi che stiamo usando. Tutto il resto si trova su uno sfondo, chiamato SCRIVANIA o DeskTOP (2). La BARRA DEI PULSANTI ha due zone particolari: (3) in fondo a sinistra il pulsante START, permette di avviare qualsiasi programma tra quelli memorizzate nel PC, in fondo a destra la zone dei pulsanti con le utilities. La scrivania èpiena di oggetti gialli (4), con la forma di una contenitore da archivio. Si tratta di cartelle, veri e propri raccoglitori in grado di contenere in modo ordinato i nostri documenti. In alto a sinistra c è una cartella con un nome particolare, DOCUMENTI. Nella cartella DOCUMENTI finiranno i nostri lavori, sempre che noi non decidiamo altrimenti. Il (5) è l oggetto dove finisce quello che noi decidiamo di eliminare dal PC, il CESTINO. Per eliminare qualcosa la strada più diretta e fare Click sull oggetto, quindi spingere il tasto canc. La SCRIVANIA è piena di simboli grafici (le ICONE) che permettono di avviare programmi (6) direttamente senza passare da START.

10 4 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE spingere due volte in rapida successione sempre con il pulsante sinistro. Con ClickDestro spingere su qualcosa con il pulsante destro del mouse. Userò spesso un verbo dalla semantica deformata: spuntare (participio spuntato). Non si tratta, come si potrebbe immaginare, del togliere la punta a qualcosa, si intende lo scegliere, il mettere una crocetta, in un elenco di alternative, ad esempio scegliere quali barre degli strumenti vogliamo avere sullo schermo. Esistono anche altre modalità per indicare o attivare qualcosa (ad esempio nei Personal Computer portatili esiste una specie di piastrina morbida che può essere utilizzata sia come strumento per muovere il mouse che per attivare qualcosa. Ci sono due tasti che si usano nello stesso modo in tutto il sistema: Invio, va a capo oppure conferma la scelta; del cancella la cosa selezionata, qualsiasi cosa essa sia. Spesso il comando di cui abbiamo bisogno si attiva scegliendo dentro una serie di menù, come mostrato nella figura 1.5. In quel caso abbiamo scelto di avviare il programma PowerPoint. In questo testo la sequenza di comandi da menùè indicata in grassetto utilizzando una sbarra, es. Start/Programmi/PowerPoint. Ci sono delle icone particolari, su cui è bene spendere subito qualche parola: le cosiddette risorse. Una descrizione dettagliata è in figura 1.2 Come illustrato dalla figura 1.1, dopo aver acceso il PC troviamo in basso a sinistra il pulsante Start. Dalmenù associato al pulsante Start è possibile dare il via alla sequenza che conduce allo spegnimento del PC Start/ChiudiSessione/ArrestaSistema. Questo ha fatto nascere la celebre battuta di spirito secondo la quale il PC è il solo strumento costruito dall uomo che si spegne utilizzando un comando con su scritto Inizio!. E molto importante utilizzare la sequenza corretta per spegnere il sistema, e non semplicemente staccare la spina, se si vogliono evitare danni all apparecchiatura. Questo libro fa riferimento ad una particolare classe di PC ed ad una particolare classe di programmi. A quali classi ci riferiamo, quali sono le differenze tra parte elettronica e programmi e tutte le nozioni di base sul funzionamento del PC sono nel capitolo 2. Iniziamo ora a descrivere come utilizziamo un PC nella nostra attività quotidiana. Quello che facciamo normalmente è attivare dei programmi, scegliendoli in una voce di menù (come in figura 1.5), oppure facendo DoppioClick su un disegno che rappresenta il programma su uno schermo (il disegno si chiama ICONA),o infine facendo DoppioClick su un disegno che rappresenta qualcosa realizzato con quel programma (ciò che viene fatto con un programma si chiama DOCUMENTO, oppure in inglese FILE.). Nella figura 1.8 vedia-

11 1.2. AVVIO. SPEGNIMENTO 5 Figura 1.2: Le risorse. Le risorse del computer. Dove sono memorizzati su un PC i documenti che man mano realizzo? In vari posti, ciascuno dei quali è identificato dal nome generico di risorsa. La risorsa più generale di tutti è quella denominata disco locale (C:). Si tratta di una apparecchiatura chiamata Disco Rigido (vedi capitolo 2) in grado di mantenere memorizzato in modo permanente tutto ciò che faccio. In realtàè molto comodo memorizzare i documenti in cartelle, ed in particolare esiste una cartella adibita al compito di contenere tutti i files realizzati da me (da distinguere da tutti i files necessari al sistema per funzionare). Si chiama risorsa DOCUMENTI. Ho anche la possibilità di memorizzare (o leggere) qualcosa su/da supporti che non si trovano in modo continuativo all interno del PC. Ad esempio files su floppy disk, o CD rom (vedi per i dettagli tecnici il capitolo 2). Ed ecco quindi le risorse Floppy(A:), CD(D:) e così via...

12 6 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Figura 1.3: Le risorse. Le risorse di rete. Non tutto ciò che posso usare sta sul mio PC. A volte il documento su cui devo lavorare si trova un altro Personal Computer collegato con il mio tramite una rete locale.

13 1.2. AVVIO. SPEGNIMENTO 7 Figura 1.4: In generale è possibile modificare il modo con cui vediamo le cose (non il contenuto di esse) tramite il comando /Visualizza. Un esempio completo di come manipolare le finestre è nel capitolo 8.

14 8 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Figura 1.5: Nella figura vediamo un esempio di utilizzo del menù start. L utente sceglie di eseguire il programma Babylon. Nelmenù Start ci sono altre voci oltre a Programmi. Le illustro brevemente. Preferiti contiene l elenco dei programmi aperti recentemente. Dati recenti contiene la lista dei documenti su cui recentemente si è lavorato. Cerca permette di ritrovare documenti utilizzando come chiavi di ricerca il nome (o parti di esso), la data di modifica, la lunghezza. Guida in linea permette di attivare un programma di assistenza nell uso del sistema operativo. Esegui è un comando che permette di attivare programmi aggirando l elenco che il pulsante Start propone. Si tratta di una possibilità destinata ad utenti molto esperti.

15 1.2. AVVIO. SPEGNIMENTO 9 mo due frecce. Quella di destra indica una piccola barra con tre pulsanti uno accanto all altro. Si tratta dei pulsanti per gestione delle finestre e sono in assoluto i più utilizzati (Attenzione, come tutti i pulsanti, funzionano con un solo Click. La crocetta (A destra). Chiude la finestra (se si tratta di un programma, come nella figura, fa uscire anche dal programma, chiedendo di memorizzare le modifiche fatte, nel caso ancora non siano già salvate.) La Sbarra (A sinistra). Riduce la finestra e la trasforma in un pulsante in basso, nella barra dei pulsanti. Si tratta di un comando utilissimo tutte le volte che voglio avere più programmi aperti sullo schermo contemporaneamente. Non chiede di salvare perché nulla viene realmente chiuso: si tratta semplicemente di sgombrare lo schermo così da far posto a un nuovo documento. Il quadrato (Al centro). Una finestra può occupare tutto lo schermo o solo una parte di esso. Spingendo una volta e una volta ancora il pulsante otteniamo che la finestra occupi alternativamente tutto lo schermo, o una parte di esso. La domanda è: quale parte? Per regolare quanto la finestra sia grande e dove deve posizionarsi sullo schermo possiamo utilizzare direttamente il mouse. Mettendolo sulla parte azzurra della finestra (in alto) e tenendo spinto il pulsante sinistro possiamo trascinare la finestra dove vogliamo. Portando il mouse su gli angoli possiamo regolare le dimensioni, sempre tenendo spinto il pulsante sinistro e tirando. Attenzione. Andare su un angolo, tenere spinto il pulsante e tirare funziona SEMPRE, non solo sulle finestre. Si tratta di una tecnica generale. Funziona con i grafici in EXCEL, con le immagini in WORD, con i riquadri in Power Point. La gestione delle finestre è riassunta nello schema in figura 1.6. Un esempio di quanto si possa fare utilizzando con cura le tecniche di dimensionamento e spostamento delle finestre è illustrato nella figura 1.7. Un PC permette di realizzare, memorizzare, stampare e spostare su vari supporti, DOCUMENTI. Un documento può essere il testo di una relazione, un archivio elettronico, una immagine, un brano musicale, un foglio elettronico. Ogni documento è associato al programma che lo ha generato, e tramite quel programma io sono in grado di modificarlo in qualsiasi momento. E naturalmente ci sono delle eccezioni: esistono documenti che tutti i programmi sono in grado di gestire (il termine che si usa è APRIRE). La figura 1.8 mostra un esempio del programma WORD con alcune delle manipolazioni che noi ci aspettiamo di poter fare. I documenti non possono stare sparsi ovunque sul PC, sarebbe impossibile gestirli. E possibile raggrupparli in contenitori chiamati CARTELLE. Noi utilizzeremo per una buona parte di questo libro

16 10 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Muovi Cambia dimensioni Figura 1.6: Descrizione schematica di una finestra nel sistema operativo Windows XP. In alto ci sono i tre pulsanti per le manipolazioni di base: rendere la finestra un pulsante, ridimensionarla, chiuderla. In basso a sinistra c è un esempio di come si presenta il mouse una volta posizionato su uno degli angoli.

17 1.2. AVVIO. SPEGNIMENTO 11 Figura 1.7: Un esempio di tre finestre ridimensionate e posizionate sullo schermo una accanto all altra

18 12 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE una cartella chiamata Documenti. Nel capitolo 2 vedremo come creare cartelle, eliminarle, cambiarle di nome. Nelle figure che vanno dalla figura 1.9 alla figura 1.14 vediamo come si svolge una breve seduta di lavoro ad un PC, dove attiveremo prima il programma PowerPoint dal pulsante Start, poi passeremo ad attivare il programma WORD facendo DoppioClick su una icona di WORD sulla scrivania. Figura 1.8: Un esempio del programma WORD. Il menù indicato dalla freccia permette di modificare alcune caratteristiche del documento, come il formato dei caratteri o quello dei paragrafi. La freccia a destra indica i tre pulsanti per la gestione delle finestre. 1.3 Cinque regole generali. Il Copia ed Incolla 1. Per ottenere che qualcosa cambi di aspetto (sarebbe più corretto dire cambi di formato) dobbiamo PRIMA selezionare questo qualcosa e POI scegliere la voce di menù che ci interessa (oppure fare Click su un pulsante). Prima si seleziona, poi si chiede di fare qualcosa. Equesto perché normalmente i documenti su un PC (un testo, un foglio pieno di

19 1.3. CINQUE REGOLE GENERALI. IL COPIA ED INCOLLA 13 Figura 1.9: Semplice sequenza di utilizzo. Avvio il programma POWERPOINT utilizzando il pulsante Start. POWERPOINT è un programma per la creazione di presentazioni. Viene utilizzato normalmente per realizzare materiale per lezioni.

20 14 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Figura 1.10: Avvio WORD facendo DoppioClick sul pulsante WORD posizionato sul desktop. Posizionare icone di programmi sul desktop è una tecnica che permette di avviare rapidamente il programma.

21 1.3. CINQUE REGOLE GENERALI. IL COPIA ED INCOLLA 15 Figura 1.11: A questo punto mi trovo nella situazione di avere due pulsanti nella barra dei pulsanti uno associato all esecuzione del programma WORD, uno associato all esecuzione di Power Point.

22 16 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Figura 1.12: Click sul pulsante associato a WORD. Con/File/Apri apro un documento e inizio a lavorarci sopra. Poi chiudo il programma salvando le modifiche che ho apportato.

23 1.3. CINQUE REGOLE GENERALI. IL COPIA ED INCOLLA 17 Figura 1.13: Passo a Power Point, inserisco delle diapositive e salvo.

24 18 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Figura 1.14: Spengo il PC

25 1.3. CINQUE REGOLE GENERALI. IL COPIA ED INCOLLA 19 numeri, un archivio, una pagina Internet) sono oggetti molto complessi, composti da molte parti. (Regola 1) Quindi prima si indica dove voglio fare qualcosa e poi lo si fa. Un esempio è in (Regola 2) Usando un PC si deve cercare di riscrivere le cose il meno possibile. Se ho raccolto dei dati di un esperimento in un foglio EXCEL e ho bisogno che alcuni di questi numeri (magari elaborati in qualche modo) finiscano in un documento WORD (la relazione che sto preparando per la mia tesina) non devo scrivere nuovamente questi numeri nella relazione, ma debbo Copiarli dal foglio EXCEL ed Incollarli nel documento WORD. La tecnica del Copia(o Taglia) edincolla ètalmente di base che la descriveremo qui in maniera generale, visto che la useremo praticamente ovunque. Il Copia e Incolla permette di prendere qualcosa da un programma e trasferirlo in un altro punto nello stesso programma (o in un altro) garantendo che il formato rimanga coerente ed il contenuto inalterato. Tutti i programmi hanno nel menù principale Modifica/copia Modifica/Taglia e Modifica/Incolla. Immaginiamo di voler trasferire del testo da un punto all altro di un documento WORD. Iniziamo con il selezionare il testo che vogliamo spostare (figura 1.16). Poi eseguiamo Modifica/Taglia (figura 1.17). Il testo sparisce: è stato trasferito in un area di memoria momentanea pronto per essere spostato da qualche altra parte. Ora andiamo sul punto dove vogliamo che il testo finisca ed eseguiamo Modifica/Incolla. Ecco il testo ricomparire nel punto desiderato (figura 1.18). La sequenza seleziona, copia, selezione, incolla resta la stessa anche trasportando il materiale da un programma in un altro piuttosto che dentro lo stesso. Per avere indicazioni su come eseguire la sequenza più rapidamente vedi nel capitolo 8 la sezione Le scorciatoie 3. Fintanto che si trovano nel PC i documenti sono modificabili ed inseribili l uno nell altro con grande flessibilità. Ma una volta stampati? La stampa di un documento è un processo che trasforma il documento stesso da

26 20 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Figura 1.15: Prima si seleziona dove voglio applicare un formato, poi lo applico. La sequenza è sempre prima seleziono, poi applico. Questo perché anche un semplice testo scritto in WORD (come in figura) contiene moltissime zone diverse, ed è possibile applicare regolazioni di ogni tipo ovunque (nella figura stiamo applicando un formato ad un paragrafo).

27 1.3. CINQUE REGOLE GENERALI. IL COPIA ED INCOLLA 21 Figura 1.16: Inizio il copia e incolla. Seleziono il testo che voglio copiare...

28 22 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE Figura 1.17:... chiedo il comando /Modifica/Copia.

29 1.3. CINQUE REGOLE GENERALI. IL COPIA ED INCOLLA 23 Figura 1.18:...e infine seleziono il punto dove voglio incollare, ed eseguo /Modifica/Incolla.

30 24 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE un oggetto flessibile e modificabile ad un oggetto rigido e immutabile: si tratta in pratica di una vera e propria fotografia del documento. Tutti noi siamo abituati a leggere documenti di carta, e quindi li stampiamo per leggerli più comodamente. In certi luoghi, come ad esempio istituti di ricerca con molta presenza di giovani, può capitare di vedere un buon numero di ricercatori leggere direttamente a schermo i paper che utilizzano nel loro lavoro. O in alcune aziende può accadere che i documenti rimangano in formato elettronico per tutta la durata della loro vita, fino all archiviazione definitiva. Si tratta ancora di eccezioni. Comunemente i documenti vengono fruiti in formato cartaceo, ma vengono creati in formato elettronico. Questo può condurre a dei paradossi: ad esempio devo inviare ad due miei collaboratori una richiesta di finanziamento comunale per una struttura di assistenza ad anziani non autosufficienti così cheloro possano apportare modifiche e suggerimenti, ciascuno nel suo ambito di competenza (ad esempio il primo cura la parte contabile, il secondo i contenuti). Si tratta di un documento WORD, con numerose valutazioni statistiche realizzate con un modello EXCEL. Stampo il materiale e lo invio per fax. Il primo riceve il fax, nota che nella parte dei consuntivi ci sono evidenti errori di calcolo, passa il fax in uno scanner che trasforma la stampa in una fotografia digitale. Il mio collaboratore ha però sentito dire che esiste un programma, denominato OCR, che trasforma una fotografia digitale di un testo in un documento modificabile. Tenta di utilizzare l OCR ottenendo così un documento WORD (molto spesso pieno di errori) e dove sono rintracciabili numeri (quelli che lui ha notato essere sbagliati) ma NON le formule che li hanno generati. E costretto a quindi rifare i calcoli a mano. La regola numero 3 recita: (Regola 3) occorre tentare di mantenere i documenti in formato digitale il più a lungo possibile, perché il passaggio su carta è un passaggio in una sola direzione. 4. Il PC può generare l illusione che realizzare le cose sia facile. Altre volte si pensa che l uso di un PC è una cosa intrinsecamente difficile. Sono entrambi affermazioni sbagliate. Iniziamo con il secondo punto. Utilizzare un PC è una tecnica che può essereappresainmodocompletoinuncorso universitario di 30 ore, non presupponendo alcuna conoscenza pregressa, perché le tecniche d uso SI RIPETONO! Con questo intendo che una volta imparato ad eseguire correttamente il copia/incolla non ho nessuna altra cosa da sapere per a) copiare nel mio documento del testo preso da Internet, b) oppure un brano sonoro all interno del mio documento PowerPoint. Questo non significa che organizzare le cose così comeci servono all interno di un PC sia una operazione facile. Al contrario alcune abitudini devono essere cambiate ed occorre saper gestire il proprio lavoro in modo organico. Faccio di seguito tre esempi che spero chiariscano

31 1.3. CINQUE REGOLE GENERALI. IL COPIA ED INCOLLA 25 cosa la regola 4 sanziona: (Regola 4) utilizzare un PC èragionevolmente semplice ma non garantisce necessariamente che sia semplice ottenere buoni risultati ( indica dove ho commesso l errore... ). Devo presentare circa 250 questionari ed analizzare le risposte. Ci sono due ipotesi che il questionario dovrebbe confermare, e comunque vista la presenza di numerose domande aperte, dove io mi aspetto che il soggetto risponda scrivendo almeno un paio di righe per domanda, io realizzo con un programma di Videoscrittura (diciamo WORD) un documento con Domande e Righe bianche, così che il soggetto possa scrivere le risposte a suo piacimento. Dove ho sbagliato? Non devo utilizzare uno strumento di videoscrittura per memorizzare le risposte. Infatti una volta che le risposte sono state scritte all interno di un documento WORD è molto difficile far su di loro delle elaborazioni, ad esempio tentare di contare la frequenza di parole chiave nelle risposte. E corretto utilizzare ACCESS (il gestore di archivi elettronici) per memorizzare in formato elettronico le risposte. Si tratta infatti di testo, e quindi ème- glio prevedere una fase di elaborazione in ACCESS prima di passare all elaborazione vera e propria in EXCEL. Ho quasi finito la stesura della mia tesi. Ho bisogno di preparare una serie di diapositive, che contengano testo e immagini, così da poter illustrare i punti salienti della mia ricerca. Posso tentare di realizzare con POWERPOINT delle diapositive, tentando di mantenermi costante nel formato e nell uso dei colori. Oppure (e naturalmente questa è la scelta corretta) utilizzerò inpowerpoint le possibilità che mi sono offerte dal comando /Formato/StrutturaDiapositiva. Avròcosìlapossibilità di utilizzare formati coerenti sia nello stile dei caratteri che nei colori. Ho appena terminato un lavoro di ricerca sul campo: ho raccolto un gran numero di risultati su come soggetti diversi per età, condizione sociale, scolarizzazione possano comportarsi davanti a un problema di scambio di beni. Ho una gran

32 26 CAPITOLO 1. OPERAZIONI DI BASE numero di dati su quale siano le strategie scelte da ciascuno, e naturalmente ho la necessità di raccogliere i dati in maniera da formulare delle ipotesi coerenti. Decido di iniziare a scrivere degli appunti, copiando su un quaderno chi ha deciso di fare cosa, fidando sulla possibilità di raggruppare i dati man mano che la trascrizione va avanti. Usando correttamente un PC la scelta giusta è quella di iniziare catalogare d analizzare i dati direttamente in EXCEL. 5. Perdere i propri documenti memorizzati su un PC è possibile. Al contrario di quanto comunemente si crede non è affatto improbabile che il Personal Computer che utilizziamo normalmente si guasti. E spesso un guasto serio causa perdita di dati in maniera irreparabile. Infatti i files sono memorizzati su supporti che possono danneggiarsi con urti o sbalzi di tensione elettrica, lo stesso Personal Computer può smettere di funzionare per i motivi più disparati, o per semplice usura. Occorre premunirsi. La regola 5 quindi recita: (Regola 5) Occorre fare con una certa regolarità copie dei propri documenti. Su come fare vedi il capitolo 8

33 Capitolo 2 Lessico dell informatica 2.1 Hardware e Software Le componenti di un PC si dividono in due categorie: componenti hardware e software. Hardware sono tutte le parti elettroniche e meccaniche del Personal Computer, le parti che eseguono i calcoli, visualizzano i risultati, memorizzano in modo permanente le informazioni. E hardware la tastiera, il mouse e il monitor. Cosa è il software? Si definisce software l insieme di programmi che permettono al PC i svolgere i compiti che per cui è stato progettato. Ogni programma è composto da un serie di istruzioni che rendono possibile per un Personal Computer trasformarsi in una macchina da scrivere, uno strumento per fare i calcoli, un apparecchio in grado di mostrare immagini e così via. Anche il software è diviso in due categorie: software di base e software applicativo. Si definisce software di base (o sistema operativo) il software che permette all utente di utilizzare il PC. In pratica tutti i sistemi operativi moderni permettono l utilizzo tramite una serie di strumenti grafici, definiti interfaccia. L interfaccia è composta da zone dove vengono visualizzate le informazioni (finestre), pulsanti che permettono di attivare programmi (le icone) e scelte di comandi da elenchi organizzati in modo gerarchico (i menù). Questo modo di utilizzare un Personal Computer permette di poter eseguire sequenze di comandi, anche molto lunghe, senza dover ricordare i dettagli e la sintassi corretta. I programmi che non appartengono alla categoria del software di base si chiamano software applicativo. Come dice il nome, il software applicativo è quello che possiede una qualche applicazione specifica, ad esempio la scrittura di un testo, oppure la possibilità di fare calcoli, disegnare e cosìvia. Word, Excel, PowerPoint sono tutti esempi di software (programmi) applicativi. In questo caso noi parliamo di software applicativo di uso generale, indican- 27

34 28 CAPITOLO 2. LESSICO DELL INFORMATICA do così software in grado di svolgere il compito per il quale è stato progettato, a prescindere dal particolare utilizzo. Excel, in generale un foglio elettronico, può essere usato in una attività commerciale per scopi fiscali, oppure in un laboratorio di ricerca con funzioni statistiche, o anche come strumento per tenere una contabilità di un ente no-profit. Esistono naturalmente anche programmi creati appositamente per essere utilizzati all interno di una attività, magari di una farmacia, per permettere la gestione elettronica del magazzino dei medicinali. In questo caso si parla di programmi applicativi verticali, indicando così la loro capacità di risolvere completamente ( verticalmente ) tutte le problematiche di una particolare attività. A questo punto, alcune domande ricorrono ciclicamente. Propongo qui un elenco di cosa comunemente ci si chiede riguardo al software, ai suoi limiti, e alle sue possibilità: 1. Esiste un programma per qualsiasi compito ci venga in mente? La risposta èsì. Esistono programmi praticamente per ogni utilizzo possiamo immaginare in un ufficio, in un negozio, in casa nostra, e naturalmente esistono programmi sviluppati appositamente per il controllo del traffico aereo, la gestione di centrali per la produzione di energia, e persino per il controllo degli accessi in un museo o la gestione dei semafori in una grande città. 2. Quindi il software è in grado di svolgere in modo autonomo qualsiasi compito? La risposta è no. Non c è nessuna contraddizione con il punto precedente. Prendiamo ad esempio il compito traduzione di lingue naturali e diciamo di essere interessati alla traduzione Italiano-Inglese. Esistono diversi programmi in grado di aiutare un traduttore umano in questa mansione, anche in modo molto produttivo (ad esempio un programma che uso normalmente, Babylon, è in grado di replicare le alternative lessicali di un buon vocabolario Italiano-Inglese, presentando un gran numero di espressioni idiomatiche). Eppure non esiste NESSUN programma che sia in grado di fare una BUONA traduzione dall italiano all inglese. 3. I limiti nelle possibilità del software (vedi punto precedente) sono insuperabili? Dipende. Esistono dei vincoli che sembra si possano superare solo utilizzando computer di concezione diversa da quelli che usiamo normalmente ( sembra perché si tratta in realtà di teorie sulla computazione che ancora contengono numerosi punti oscuri). Un esempio è dato dal famoso problema del commesso viaggiatore. Un programma è in grado di calcolare qual è il percorso più breve tra cinque città? Naturalmente sì. Sembrerebbe che il solo metodo per fare questo calcolo sia provare tutti i percorsi, o almeno fino ad adesso nessuno ha trovato un metodo migliore. Se fosse vero, nessun programma potrà mai calcolare il percorso minimo

35 2.1. HARDWARE E SOFTWARE 29 tra cento città, perché il numero delle combinazioni è tale da richiedere milioni di anni di calcolo anche in computer molte volte più velocidi quelli attuali. 4. E ancora, i limiti nelle possibilità del software sono insuperabili (continua dalla domanda precedente)? La traduzione automatica sembrerebbe non dover richiedere tempi di calcolo proibitivi. Quindi in questo caso il problema è diverso. Mentre per il commesso viaggiatore noi sappiamo cosa il programma dovrebbe fare (provare tutti i percorsi), ma impiega troppo tempo per farlo, nel caso della traduzione automatica noi non sappiamo cosa il programma dovrebbe fare. In altri termini potremmo argomentare che tradurre un testo significa comprenderlo, e quindi il problema diventa, saremo mai capaci di scrivere un programma in grado di comprendere un testo scritto in una qualsiasi lingua? Si tratta di uno dei problemi rimasti aperti dopo la rivoluzione informatica degli anni 90, e personalmente credo che non esitano risposte semplici: probabilmente assisteremo in futuro, ma non saprei dire quanto prossimo, ad un cambiamento radicale del modo di scrivere (e immaginare) programmi. 5. Possiamo aver fiducia del software? Lo sviluppo di programmi èancora una attività molto artigianale, se paragonata all ingegneria meccanica, dove tutto è standard, le scelte sono molto motivate e i margini di errore, soprattutto in progettazione, esigui. Eppure le grandi imprese tecnologiche basate sul software (Internet, lo sviluppo di programmi per la produttività personale, lo sviluppo di programma per il controllo di sistemi) producono tecnologie affidabili e sicure. E soprattutto molto, molto, utili. 6. Dobbiamo aver paura del software? L informatica richiede la modifica di parti della nostra struttura sociale che ritenevamo completamente distanti dalle tecnologie della gestione dell informazione: ad esempio il meccanismo con cui veniamo tassati. Ogni stato moderno gestisce in maniera informatizzata la gestione delle entrate derivanti da imposte sul reddito, segue la nostra situazione dichiarativa, memorizza i nostri pagamenti ed attiva procedure di verifica ogni volta che qualcosa non va. I programmi che gestiscono questo sono scritti da aziende, a loro volta composte da semplici esseri umani. Quindi, in ultima analisi, l espressione...il computer mi dice... è del tutto priva di senso: corretto sarebbe dire...programmi scritti da esseri umani ed eseguiti in modo automatico su computer mi dicono.... Questo è il punto. E possibile creare programmi che selettivamente decidano non in base ad irregolarità, ma ad esempio in base a caratteristiche del dichiarante, di ordinare o meno una verifica. E sarebbe molto difficile accorgersi di questo comportamento del software, in quanto la comprensione di cosa un programma così

36 30 CAPITOLO 2. LESSICO DELL INFORMATICA complesso faccia è possibile ad un numero ristretto di persone. Del resto basta che al momento dell estrazione (... casuale... ) del dichiarante il programma scriva i motivi che hanno portato all estrazione (compresa una eventuale casualità), per diminuire le possibilità di inganno. Quando acquistiamo un Personal Computer ci vengono molto spesso segnalati i nomi delle versioni del sistema operativo e dei programmi applicativi.... Questo manuale fa riferimento alla versione XP del sistema operativo Windows (prodotto da Microsoft), e utilizza come programmi applicativi quelli di un suite realizzata sempre da Microsoft chiamata Office. La versione èoffice La rete Le reti informatiche permettono a milioni di computer di collegarsi tra di loro, in modo molto intuitivo e produttivo: così otteniamo sia la possibilità di scambiare messaggi (la posta elettronica) sia l accesso ad archivi di documenti in linea (la navigazione sui siti Web). Soprattutto quest ultima tecnologia si è affermata in un modo travolgente,tanto che è diventato uso comune dire...cercalo su Internet.... In realtà si tratta di tecnologie una all interno dell altra: Internet è una rete di computer, con caratteristiche che vedremo in dettaglio nel capitolo dedicato alle reti geografiche. La navigazione Web è una applicazione della rete Internet, una applicazione come ce ne sono (e ce ne potrebbero essere) molte altre, questa ha la caratteristica di essere a sua volta contenitore per molte altre attività. Infatti, sempre tramite la navigazione Web, possiamo consultare archivi bibliografici, leggere la posta elettronica pur non stando davanti al PC che utilizziamo normalmente, ottenere documenti di ogni tipo. Ottenere documenti su Internet è talmente comune che è stato creato un verbo per indicare questa possibilità: scaricare (traduzione dall inglese download, letteralmente tirar giù). Cosa significa scaricare? Significa semplicemente trasferire, senza conoscere i dettagli dell operazione, documenti sul nostro computer. Ora è chiaro che al termine dell operazione possiamo avere risultati diversi a seconda del tipo di documenti che abbiamo scaricato: se si tratta di un documento Word, Excel, ecc.. possiamo aprirli, lavorarci, stamparli e così via. Se si tratta di programmi, possiamo come si dice tecnicamente Installarli, ovvero seguendo delle istruzioni che spesso sono molto semplici, arricchire il nostro PC con del nuovo software. I documenti scaricati possono essere immagini, e in quel caso possiamo gestirle in vari modi, e con diversa flessibilità (vedi sezione Prendere immagini da...nel capitolo 8). Si puòtrattare anche di materiale digitale adatto ad essere eseguito su apparecchiature che non sono un PC: ad esempio una suoneria per un telefono cellulare.

37 2.3. CARTELLE. APRIRE. SALVARE 31 Nel capitolo 7 vedremo come muoverci in questo mondo delle reti in modo sicuro e rapido. 2.3 Cartelle. Aprire. Salvare Un PC utilizzato nel lavoro quotidiano finisce per contenere tra documenti, messaggi di posta elettronica, materiale preso da internet, circa 100 oggetti diversi in lavorazione ogni 2 settimane. Ovvio che una tale mole di materiale non può essere semplicemente depositata in un luogo e memorizzata in modo uniforme. Servono dei contenitori dove mettere i documenti, gli uni divisi dagli altri, così da poterli catalogare (e ritrovare) con semplicità. Questi contenitori sono le CARTELLE. Memorizzare ha un sinonimo, mutuato dall inglese, salvare. Noi adopereremo indiferentemente l una e l altra espressione. Anche...iniziare a lavorare con un qualcosa... ha un sinomimo: aprire. E anche in questo caso utilizzeremo la parola aprire ogni volta che intendiamo iniziare a lavorare con un documento. Le cartelle si trovano normalmente dentro una risorsa chiamata DOCU- MENTI, la cui icona è normalmente posizionata in alto a sinistra sullo schermo. Dentro DOCUMENTI noi creiamo le cartelle che ci servono per memorizzare i nostri lavori in modo organico. Per creare una cartella eseguima /Crea/cartella dal menù della finestra, e dopo aver scritto il nome occorre ricordarsi di confermarlo spingendo il tasto INVIO. Una volta create le cartelle il problema diventa come ordinare ai programmi di salvare lì i propri lavori, e non semplicemente dentro DOCUMENTI, cosa che il sistema naturalmente farebbe. Questo ci permette di illustrare come si salva il proprio lavoro alla fine dell utilizzo di un programma (o semplicemente quando riteniamo che sia il momento). L idea di salvare qualcosa è legata al fatto che il PC possiede due memorie: una elettronica, rapida, chiamata RAM, dove dati e programmi restano solo durante la loro elaborazione; una seconda, molto più lenta ma permanente, dove i dati (per noi files) rimangono in maniera definitiva, o almeno fino a quando noi non decidiamo di liberarcene. Salvare significa trasferire le cose dalla prima memoria alla seconda. Aprire o salvare fanno riferimento alla stessa finestra, mostrata in figura 2.1. In (1) vediamo come è possibile scegliere la risorsa desiderata (e quindi la cartella) dove salvare il docuemento. Attenzione la cartella è pronta a ricevere il files quando è indicata nella finestra (1). Non basta selezionarla. Nello spazio (2) vediamo dove è necessario scrivere il nome del file. Esiste una regola molto semplice per evitare nomi scorretti sintatticamente: non utilizzare caratteri che

38 32 CAPITOLO 2. LESSICO DELL INFORMATICA non siano lettere e numeri. E però possibile utilizzare lo spazio. (3) Permette di decidere il tipo del file, nei casi in cui questo sia necessario. Figura 2.1: La finestra per salvare i documenti (la finestra per aprire un docuemento è identica). La parte del nome file dopo il punto (nell esempio.doc) si chiama estensione e viene applicata automaticamente dal sistema al momento del salvataggio. Con il menù (3) e possibile ordinare al sistema di salvare il file con un formato diverso e quindi anche di modificare l estensione

39 Capitolo 3 Videoscrittura: WORD Noi utilizziamo per la videoscrittura il programma WORD. Ecco come si presenta WORD dopo essere stato avviato Figura 3.1: Schermata d avvio WORD L uso più comune del PC è sicuramente la videoscrittura. E questo perché utilizzare il PC al posto di una macchina da scrivere ci dà numerosi vantaggi: 33

40 34 CAPITOLO 3. VIDEOSCRITTURA: WORD Riutilizzo Possiamo riutilizzare del testo già scritto, modificandolo ed inserendolo all interno di testi nuovi. Questa è la prima possibilità che un PC ci offre. In generale dobbiamo abituarci all idea che gran parte del risparmio di tempo deriva dal poter riutilizzare i documenti, con molta libertà di formati e con una grande immediatezza d uso. Riscrivere e sempre una perdita di tempo, e noi dobbiamo cercare di evitarlo. Esempio lettere Credo che l esempio più immediato sia quello delle lettere tipo. Se sappiamo di dover utilizzare per la nostra corrispondenza sei diversi tipi di lettera (una richiesta di abbonamento, una richiesta di pagamento quote, una rapporto bimestrale sugli interventi, una rapporto di fine anno, una segnalazione assemblea, una segnalazione riunione soci finanziatori) abbiamo la possibilità di realizzare una sola volta un documento WORD per ogni categoria, ed ogni volta che abbiamo bisogno di una lettera apriamo uno di questi documenti, lo modifichiamo, se necessario lo stampiamo, e al momento del salvataggio abbiamo la cura di utilizzare un nome nuovo, così da non danneggiare il modello. Cambiare i formati Possiamo decidere in qualsiasi momento di modificare qualsiasi formato nel testo su cui stiamo lavorando. 3.1 Formattazione di una lettera Avvio WORD. Inizio con il controllare che lo schermo, la sbarra degli strumenti e la distanza del foglio (virtuale...) sia quella giusta. Visualizza/Barra degli strumenti Devono essere spuntate le voci standard e formattazione. Controllo su /Personalizza che nella voce /opzioni sia non spuntata la voce Standard Formattazione sulla stessa riga. In effetti per operatori non molto esperti è scomodo avere entrambe le barre sula stessa riga Visualizza/Layout di stampa/ Permette di vedere il foglio virtuale su cui scrivere come se fosse un foglio bianco infilato nella macchina da scrivere. A destra e a sinistra ci sono gli spazi bianchi dei margini di pagina Visualizza/Zoom../Larghezza pagina. Sistema il foglio virtuale ad una distanza dal volto tale da permette di vederlo tutto, e contemporaneamente senza utilizzare caratteri troppo piccoli. Il quadro complessivo dei comandi del menù /Visualizza è in figura 3.2. Scrivo la lettera. L indirizzo, L oggetto Scrivere un testo con WORD ha delle cose in comune con l utilizzo di una normale macchina da scrivere. Le maiuscole si ottengono con combinazioni di tasti, e così i simboli sopra i numeri. Alcune tecniche sono specifiche, e le descrivo rapidamente:

41 3.1. FORMATTAZIONE DI UNA LETTERA 35 Figura 3.2: Il menù /Visualizza permette di regolare il modo con cui vediamo il documento, senza modificare il contenuto. A partire dall alto troviamo le voci di /Layout che permettono di modificare il modo con cui vediamo il foglio dove scriviamo (/Layout Normale e /Layout Stampa sono i più comuni). /Anteprime, /Struttura, /Mappa sono tutti comandi che permettono di organizzare la visione del documento avendo sempre sotto controllo, ad esempio, i legami tra una sezione e l altra, il modo con cui il documento viene stampato ecosìvia.

42 36 CAPITOLO 3. VIDEOSCRITTURA: WORD 1. Utilizzando un PC per la video scrittura occorre lasciare che il computer vada a capo da solo alla fine di ogni riga. Questa avvertenza è fondamentale. Infatti, se siamo noi ad interrompere ogni riga, andando a capo manualmente ogni volta che si avvicina il margine destro, perdiamo la possibilità di applicare formati diversi a punti diversi del documento. In pratica gran parte del vantaggio nell usare la videoscrittura va perduto. 2. Si va a capo solo quando finisce un paragrafo. La definizione di paragrafo è quindi molto semplice: il paragrafo è quella parte di testo chiusa tra due andate a capo manuali (cioèinseritedanoi). E possibile vedere dove andiamo a capo noi e dove è andato a capo il programma? E possibile (ed è utile). La sequenza è /Strumenti/Opzioni/Visualizzazione, spuntare segni di paragrafo. Compariranno nel testo dei simboli che ricordano una P grande. Questi simboli indicano dove siamo andati a capo, indirettamente permettono di contare quante righe ci sono tra un paragrafo l altro. Naturalmente non verranno stampati. 3. Mai, assolutamente mai, cercheremo di aggiustare la posizione del testo (ad esempio per metterlo più alcentro) utilizzando la barra spaziatrice. 4. Scrivendo aggiungo testo nel punto dove si trova il cursore. Tutti le tastiere hanno un tasto Ins che modifica questo comportamento. Spingendo il tasto Ins una volta WORD inizia a scrivere il testo che sto aggiungendo SOPRA il testo già presente, e non dopo. Spingendo Ins ancora un volta si torna alla condizione normale. Il cursore si sposta con le frecce, oppure facendo Click nel punto dove vogliamo che il cursore si posizioni. 5. Tenendo spinto il pulsante sinistro e scorrendo sul testo quest ultimo viene selezionato. A questo punto è possibile applicare i formati. /Modifica/Seleziona tutto seleziona l intero testo. Se c èdel testo selezionato e tento di scrivere qualcosa (diciamo una lettera f ) la lettera f sostituirà l intero testo selezionato. E ovvio come questo sia uno dei motivi più comuni di perdita di testo già scritto. 6. E possibile annullare uno più operazioni nell ordine in cui sono state eseguite (ad esempio annullare l operazione descritta nel punto precedente). /Modifica/Annulla. 7. Spingendo il tasto INVIO si aggiungo righe. Con il backspace si possono eliminare. Le righe bianche sono semplici caratteri dove c è scritto...vai a capo.... Quindi scrivo la lettera. Andando a capo dopo la fine di ogni paragrafo e

43 3.1. FORMATTAZIONE DI UNA LETTERA 37 Figura 3.3: Un esempio di scrittura di una lettera con WORD A destra il testo prima dell applicazione dei formati, a sinistra una indicazione di quali manipolazioni siano necessarie senza inserire alcun formato, il risultato potrebbe essere una cosa simile a quella mostrata in figura 3.3 Per prima cosa ci rendiamo conto di dover stampare la lettera su una carta intestata (in alto a sinistra c è il logo dell Istituto). Dobbiamo modificare il formato del documento così da ottenere dello spazio bianco in alto su tutte le pagine del documento (la lettera in realtàècompostadauna sola pagina, ma la soluzione è generale). Gli spazi bianchi sono chiamati margini di pagina. L oggetto della lettera deve essere centrato rispetto a questi margini. Inoltre (a) tutti i paragrafi devono avere la prima linea rientrata di circa 2 centimetri e devono essere giustificati, e(b)letre righe centrali del documento (si tratta di tre paragrafi composti da una riga ciascuno) devono iniziare (il termine tecnico è rientrare) a sinistra di circa 4 centimetri. Giustificare è un termine tipografico diventato molto comune con l avvento di sistemi personali per la scrittura e merita senz altro una spiegazione. Scrivendo un documento con la macchina da scrivere non posso ottenere (almeno facilmente) che il documento sia allineato sia a sinistra che a destra. Infatti l allineamento a sinistra è

44 38 CAPITOLO 3. VIDEOSCRITTURA: WORD ottenuto naturalmente dal fatto che ogni volta che il carrello ritorna a sinistra si posiziona sempre sulla stesa colonna. Al contrario il punto dove si va a capo a destra, riga dopo riga, viene deciso da chi scrive. Quindi cambia da riga a riga. Utilizzando la videoscrittura il problema si risolve in modo automatico. WORD calcola quanti spazi debbono essere inseriti tra le parole e dove, così da ottenere che il testo vada a capo a destra sempre nello stesso punto. Le figure che vanno da 3.4 a 3.9 illustrano la sequenza di comandi che permette di ottenere un risultato simile a quello illustrato in figura 3.3. Si noti che è necessario anche applicare il formato sottolinea alla parola oggetto, e il formato grassetto all intero oggetto. 3.2 Formattazione di una tesina Spesso abbiamo l esigenza che il testo che scriviamo rispetti delle norme tipografiche, ad esempio che tutti i testi della collezione siano impaginati allo stesso modo (esempio tipico le tesi di laurea), oppure che tutti i lavori abbiano un aspetto uniforme. La figura 3.10 mostra come potrebbe essere impaginata una tesina. Dopo il riassunto iniziale (con rientri di due cm per lato) la nostra tesina richiede di avere del testo a sinistra e delle immagini a destra. Questo può essere ottenuto utilizzando una tabella. Elenco qui le sequenze di comandi che permettono di inserire tabelle nel testo senza doverci interessare dei dettagli dell operazione (ad esempio calcolando in anticipo lo spazio necessario): Posizionare il cursore su un riga VUOTA e SENZA rientri. E fondamentale. Non rispettando questa avvertenza la tabella avrà sicuramente una aspetto (e dei formati) strambi. Se si è commesso un errore e si vuole eliminare la tabella la selezioniamo tramite /Tabella/Seleziona tabella e la eliminiamo con /Modifica/taglia. Inserire la tabella con /Tabella/Inserisci tabella, scegliamo il numero di righe e di colonne appropriato. Le righe assumeranno automaticamente le dimensioni corrispondenti alla dimensioni dell oggetto inserito all interno. Ad esempio portiamo il cursore nella cella in alto a destra e inseriamo una immagine da clipart tramite /Inserisci/Immagini/Da clipart, nel riquadro cerca in alto a destra inseriamo una parola chiave, oppure lo lasciamo vuoto. /Vai, e comparirà un elenco delle immagini disponibili, visualizzate con esempio. Click su una immagine per inserirla

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 2 Modulo 3 Elaborazione testi Word G. Pettarin ECDL

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi FONDAMENTI DI INFORMATICA 3 Elaborazione testi Microsoft office word Concetti generali Operazioni principali Formattazione Oggetti Stampa unione Preparazione della stampa Schermata iniziale di Word Come

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Pratica 3 Creare e salvare un documento. Creare e salvare un file di testo

Pratica 3 Creare e salvare un documento. Creare e salvare un file di testo Pratica 3 Creare e salvare un documento Creare e salvare un file di testo Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi Luglio 2015 Realizzato da RTI Ismo

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

www.filoweb.it STAMPA UNIONE DI WORD

www.filoweb.it STAMPA UNIONE DI WORD STAMPA UNIONE DI WORD Molte volte abbiamo bisogno di stampare più volte lo stesso documento cambiando solo alcuni dati. Potremmo farlo manualmente e perdere un sacco di tempo, oppure possiamo ricorrere

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058 by Studio Elfra sas Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi I word processor, o programmi per l'elaborazione

Dettagli

Modulo 6 Power Point - 2014

Modulo 6 Power Point - 2014 Modulo 6 Power Point - 2014 Appunti gratuiti su Google appunti dispense modulo 6 ecdl syllabus 5.0 per chi ha acquistato la skills card dopo il 30/09/2014 specificare new ecdl o nuova ecdl 1 Utilizzo dell

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata.

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata. Microsoft Word 2007 Microsoft Office Word è il programma di elaborazione testi di Microsoft all interno del pacchetto Office. Oggi Word ha un enorme diffusione, tanto da diventare l editor di testi più

Dettagli

Il programma Power Point

Il programma Power Point Il programma Power Point ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Power Point In questo argomento del nostro corso affrontiamo il programma Power Point.

Dettagli

Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3

Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3 Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3 Lezione 1 di 3 Introduzione a Word 2007 e all elaborazione testi Menù Office Scheda Home Impostazioni di Stampa e stampa Righello Intestazione e piè di pagina

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

SCRIVERE CON WORD. Per iniziare. Scrivere un testo

SCRIVERE CON WORD. Per iniziare. Scrivere un testo SCRIVERE CON WORD Per iniziare Dopo aver acceso il computer, attiviamo il programma con un doppio clic sull icona di Word o utilizzando l opzione Programmi del menu Avvio. Compare l iniziale finestra di

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

1) Come si crea una cartella? Menù File/Nuovo/Cartella Menù File/ Nuova cartella Menù Visualizza/Cartella

1) Come si crea una cartella? Menù File/Nuovo/Cartella Menù File/ Nuova cartella Menù Visualizza/Cartella Esercizi Domande Riassuntive Prima degli esercizi veri e propri, sono proposte una serie di domande riassuntive. Alla fine delle domande ci sono le soluzioni. 1) Come si crea una cartella? Menù File/Nuovo/Cartella

Dettagli

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD SCRIVERE TESTO Per scrivere del semplice testo con il computer, si può tranquillamente usare i programmi che vengono installati insieme al sistema operativo. Su Windows troviamo BLOCCO NOTE e WORDPAD.

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

DOCUMENTO ESERCITAZIONE ONENOTE. Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida

DOCUMENTO ESERCITAZIONE ONENOTE. Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida MICROSOFT OFFICE ONENOTE 2003 AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ CONSENTENDO AGLI UTENTI L ACQUISIZIONE COMPLETA, L ORGANIZZAZIONE EFFICIENTE E IL RIUTILIZZO

Dettagli

INIZIAMO A IMPARARE WORD

INIZIAMO A IMPARARE WORD Associazione Nazionale Seniores Enel Associazione di solidarietà tra dipendenti e pensionati delle Aziende del Gruppo Enel Sezione Territoriale Lombardia - Nucleo di Milano E-Mail del Nucleo di Milano:

Dettagli

Microsoft PowerPoint 2003. Tutorial

Microsoft PowerPoint 2003. Tutorial Facoltà di Lettere e Filosofia Cdl in Scienze dell Educazione A.A. 2010/2011 Informatica (Laboratorio) Microsoft PowerPoint 2003 Tutorial Author Kristian Reale Rev. 2011 by Kristian Reale Liberamente distribuibile

Dettagli

Introduzione a PowerPoint

Introduzione a PowerPoint Office automation - Dispensa su PowerPoint Pagina 1 di 11 Introduzione a PowerPoint Premessa Uno strumento di presentazione abbastanza noto è la lavagna luminosa. Questo strumento, piuttosto semplice,

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

Scrivere con Ms WordPad

Scrivere con Ms WordPad Scrivere con Ms WordPad E un programma di videoscrittura attraverso cui, oltre che scrivere un documento, possiamo abbellire il testo con strumenti di formattazione (dare forma) che ci permettono di scegliere

Dettagli

Excel_2000 DataBase Capitolo 13. 13-1 - Introduzione

Excel_2000 DataBase Capitolo 13. 13-1 - Introduzione Capittol lo 13 DataBase 13-1 - Introduzione Il termine DATABASE è molto utilizzato, ma spesso in modo inappropriato; generalmente gli utenti hanno un idea di base di dati sbagliata: un database è una tabella

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

SMARTBOARD. Cosa si può fare con una smartboard?

SMARTBOARD. Cosa si può fare con una smartboard? SMARTBOARD Cosa si può fare con una smartboard? si può scrivere come si farebbe su una lavagna, con il vantaggio di poter poi salvare quanto scritto; si può andare ad interagire con una presentazione PowerPoint

Dettagli

Hardware, software e dati

Hardware, software e dati Hardware, software e dati. Hardware il corpo del computer. Software i programmi del computer. Dati la memoria del computer ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva

Dettagli

Il mago delle presentazioni: PowerPoint

Il mago delle presentazioni: PowerPoint Informatica 2 livello/2ªb 21-02-2006 10:46 Pagina 48 Il mago delle presentazioni: è un programma di Microsoft che ti permette di creare presentazioni multimediali per mostrare, a chi vuoi, un tuo lavoro,

Dettagli

INDICE MODLO DOMANDE. epico! è distribuito nelle seguenti versioni:

INDICE MODLO DOMANDE. epico! è distribuito nelle seguenti versioni: INDICE Il programma... 3 La videata principale... 4 Il menu File... 7 º Esportare i file... 10 La finestra della Risposta... 12 º Tutti i modi per inserire il testo... 13 º I Collegamenti... 13 Modelli

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Conoscere le differenze tra file di dati e di programmi Impostare la stampa di

Dettagli

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera Pratica guidata 2 Usare mouse e tastiera Mouse: Clic sinistro, doppio clic, clic destro, Drag and drop, Forme del puntatore Tastiera: tasti principali e combinazioni Centro Servizi Regionale Pane e Internet

Dettagli

Corso base di informatica

Corso base di informatica Corso base di informatica AVVIARE IL COMPUTER Per accendere il computer devi premere il pulsante di accensione posto di norma nella parte frontale del personal computer. Vedrai apparire sul monitor delle

Dettagli

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento.

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. Uso del computer e gestione dei file 57 2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. All interno

Dettagli

L interfaccia di P.P.07

L interfaccia di P.P.07 1 L interfaccia di P.P.07 Barra Multifunzione Anteprima delle slide Corpo della Slide Qui sotto vediamo la barra multifunzione della scheda Home. Ogni barra è divisa in sezioni: la barra Home ha le sezioni

Dettagli

Un computer per amico

Un computer per amico UNITA DI APPRENDIMENTO DI INFORMATICA Un computer per amico Quello proposto è un percorso da sviluppare con in bambini di classe SECONDA nel laboratorio di informatica. Alcune delle attività possono essere

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Gestione di file e uso delle applicazioni

Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Gestione di file e uso delle applicazioni Conoscere gli elementi principali dell interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire salvare e chiudere un file Lavorare con le finestre

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Desktop All avvio del computer compare il Desktop. Sul Desktop sono presenti le Icone. Ciascuna icona identifica un oggetto differente che può essere un file,

Dettagli

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS Qui di seguito le istruzioni per partecipare ai virtual meeting 3rotaie. Il software (ad uso gratuito per scopi non commerciali) scelto è TeamViewer (scaricabile da http://www.teamviewer.com) che la momento

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Uso del Computer e Gestione dei File. Uso del Computer e Gestione dei File. Federica Ricca

Uso del Computer e Gestione dei File. Uso del Computer e Gestione dei File. Federica Ricca Uso del Computer e Gestione dei File Uso del Computer e Gestione dei File Federica Ricca Il Software Sistema Operativo Programmi: Utilità di sistema Programmi compressione dati Antivirus Grafica Text Editor

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO Tirocinio indiretto TIC

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO Tirocinio indiretto TIC CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO Tirocinio indiretto TIC USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE APPLICAZIONI DI WINDOWS PAINT E STAMP R SIST CALCOLATRICE REGISTRATORE DI SUONI LETTORE MULTIMEDIALE Catturare

Dettagli

Quaderni per l'uso di computer

Quaderni per l'uso di computer Quaderni per l'uso di computer con sistemi operativi Linux Ubuntu 2 DESKTOP, FINESTRE, CARTELLE E FILE a cura di Marco Marchetta Aprile 2013 1 DESKTOP E FINESTRE LA CARTELLA HOME : Dispositivi, Computer

Dettagli

Modulo 4 Strumenti di presentazione

Modulo 4 Strumenti di presentazione Modulo 4 Strumenti di presentazione Scopo del modulo è mettere l allievo in grado di: o descrivere le funzionalità di un software per generare presentazioni. o utilizzare gli strumenti standard per creare

Dettagli

Word. Unità didattica 1 - Concetti generali

Word. Unità didattica 1 - Concetti generali Word Unità didattica 1 - Concetti generali Prerequisiti: nessuno in particolare Obiettivi: aprire, chiudere Word salvare un documento utilizzare la guida in linea modificare impostazioni di base Avviare

Dettagli

1. Aprire Microsoft Word

1. Aprire Microsoft Word Guida n 3 Realizzare, impaginare e stampare un documento (volantino) con Microsoft Word 1. Avviare Word e Creare un nuovo documento 2. Digitare un testo 3. Il comando annulla 4. Salvare un documento 5.

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Sommario Uso del computer e gestione dei file... 3 Sistema Operativo Windows... 3 Avvio di Windows... 3 Desktop... 3 Il mouse... 4 Spostare le icone... 4 Barra delle

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Elaborazione testi Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

Olga Scotti. Basi di Informatica. File e cartelle

Olga Scotti. Basi di Informatica. File e cartelle Basi di Informatica File e cartelle I file Tutte le informazioni contenute nel disco fisso (memoria permanente del computer che non si perde neanche quando togliamo la corrente) del computer sono raccolte

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA

WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA PASSO 1 Per prima cosa pensiamo al formato generale della pagina: i margini richiesti da una tesi sono quasi sempre più ampi di quelli di un testo normale. Apriamo ora

Dettagli

Operazioni di base per l inserimento del testo

Operazioni di base per l inserimento del testo Office automation dispensa n.2 su Word Pagina 1 di 13 Operazioni di base per l inserimento del testo Usando un elaboratore di testi è consigliabile seguire alcune regole di scrittura che permettono di

Dettagli

Guida per l utilizzo del Data Base

Guida per l utilizzo del Data Base Guida per l utilizzo del Data Base Specifico per catalogare e gestire la vostra collezione di modelli ferroviari Requisiti di sistema e installazione Collezione Treni 2011 è progettato per funzionare con

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO. Laboratorio Multimediale a cura del prof. Alfredo Mangia

ISTRUZIONI PER L USO. Laboratorio Multimediale a cura del prof. Alfredo Mangia ISTRUZIONI PER L USO Laboratorio Multimediale a cura del prof. Alfredo Mangia 2 POWER POINT pag 3 METTIAMOCI AL LAVORO pag 4 CASELLA DI TESTO pag 5 WORD ART pag 6 INSERIMENTO IMMAGINI E CLIP ART pag 7

Dettagli

Programma Corso Office ECDL

Programma Corso Office ECDL Programma Corso Office ECDL FASE DI AULA PRIMA LEZIONE MICROSOFT WORD Concetti generali: Primi passi Aprire (e chiudere) Microsoft Word. Aprire uno o più documenti. Creare un nuovo documento (predefinito

Dettagli

PRESENTAZIONI MULTIMEDIALI

PRESENTAZIONI MULTIMEDIALI PRESENTAZIONI MULTIMEDIALI Che cos è una presentazione Una presentazione è la narrazione di un tema complesso svolta con l aiuto del computer attraverso unità di contenuto più semplice, le slide o diapositive.

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

Che cos è un programma di presentazione

Che cos è un programma di presentazione Che cos è un programma di presentazione I programmi per la creazione di presentazioni, come PowerPoint, sono software che consentono di costruire documenti informatici multimediali, vale a dire una sequenza

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO. Strumenti di presentazione. Introduzione a MS POWERPOINT. Microsoft Powerpoint

LABORATORIO INFORMATICO. Strumenti di presentazione. Introduzione a MS POWERPOINT. Microsoft Powerpoint LABORATORIO INFORMATICO Microsoft Powerpoint 1 Strumenti di presentazione Servono per creare efficaci presentazioni multimediali (testi, immagini, suoni, collegamenti); Applicazioni tipiche sono: Tesine

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

Breve guida ai principale comandi di Microsoft Word 2010. Corso PON " I Pitagorici Digitali"

Breve guida ai principale comandi di Microsoft Word 2010. Corso PON  I Pitagorici Digitali Breve guida ai principale comandi di Microsoft Word 2010 Corso PON " I Pitagorici Digitali" 1 In questa breve guida saranno raccolti le principale funzionalità attivabili su Word 2010 in funzione degli

Dettagli

1. Avviare il computer

1. Avviare il computer Guida n 1 1. Avviare il computer 2. Spegnere correttamente il computer 3. Riavviare il computer 4. Verificare le caratteristiche di base del computer 5. Verificare le impostazioni del desktop 6. Formattare

Dettagli

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1 Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea 1-1 Introduzione Microsoft Word 2000 è un programma di trattamento testi, in inglese Word Processor, che può essere installato nel proprio computer o come singolo

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX Installare Windows Xp Guida scritta da CroX INTRODUZIONE: 2 PREPARAZIONE 2 BOOT DA CD 2 BIOS 3 PASSAGGI FONDAMENTALI 4 SCEGLIERE COSA FARE TRA RIPRISTINO O INSTALLARE UNA NUOVA COPIA 5 ACCETTARE CONTRATTO

Dettagli

Capitolo 2. Esplorare l interfaccia tra uomo e computer

Capitolo 2. Esplorare l interfaccia tra uomo e computer Capitolo 2 Esplorare l interfaccia tra uomo e computer Imparare la tecnologia Gli esseri umani non hanno abilità tecnologiche innate La nostra precedente esperienza nell uso di dispositivi simili, incluse

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows Ing. Irina Trubitsyna Ing. Ester Zumpano Università degli Studi della Calabria Anno Accademico 2003-2004 2004 Lezione 3 piccolo manuale di Windows Il Desktop Il desktop è ciò che viene visualizzato sullo

Dettagli

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password.

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Uso del computer e gestione dei file Primi passi col computer Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Spegnere il computer impiegando la procedura corretta.

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli