Possono far ricorso al contratto di solidarietà tutte le imprese che rientrano nel campo di applicazione della Cassa Integrazione Straordinaria.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Possono far ricorso al contratto di solidarietà tutte le imprese che rientrano nel campo di applicazione della Cassa Integrazione Straordinaria."

Transcript

1 Contratti di solidarietà difensivi Quadro normativo Riferimenti normativi Oggetto Imprese interessate Lavoratori Durata del contratto di solidarietà Riduzione dell orario di lavoro Misura integrazione salariale Mensilità aggiuntive Legge n. 863/84, art. 1 Viene definito contratto di solidarietà difensivo l accordo collettivo, stipulato tra l impresa e le organizzazioni sindacali dei lavoratori, con il quale si stabilisce una temporanea riduzione dell orario di lavoro al fine di evitare in tutto o in parte la riduzione del personale. Possono far ricorso al contratto di solidarietà tutte le imprese che rientrano nel campo di applicazione della Cassa Integrazione Straordinaria. Possono beneficiare del contratto di solidarietà tutti i dipendenti ad esclusione dei dirigenti, degli apprendisti, dei lavoranti a domicilio. Per i lavoratori con contratto a tempo parziale è ammissibile l applicazione dell ulteriore riduzione di orario, qualora sia dimostrato il carattere strutturale del part-time nella preesistente organizzazione del lavoro. La durata del contratto di solidarietà di norma non può essere inferiore a 12 mesi e superiore a 24 mesi. Al raggiungimento dei 24 mesi le aziende possono chiedere al Ministero del lavoro una proroga di ulteriori 24 mesi, elevati a 36 per le zone del Mezzogiorno. La riduzione dell orario di lavoro può essere giornaliera, settimanale o mensile. Il DM 46448/2009 ha previsto che i contratti di solidarietà sono idonei quando la percentuale di riduzione di orario, parametrata su base settimanale, non superi il 60% dell orario di lavoro contrattuale dei lavoratori coinvolti. Il Ministero del lavoro, con lettera circolare 3558 del 08/02/2010 ha fornito una interpretazione estensiva della norma ritenendo che il tetto del 60% debba essere inteso come media della riduzione dell orario contrattuale praticato in azienda. Ai lavoratori coinvolti nel contratto di solidarietà spetta, per le ore di lavoro non prestate a seguito della riduzione di orario, un trattamento di integrazione salariale pari al 60% della retribuzione persa. Per gli anni 2009 e 2010 l ammontare del trattamento d integrazione salariale è stato elevato in via sperimentale all 80% della retribuzione persa (art. 1, co. 6 del D.L. n. 78/2009). Per la determinazione della retribuzione persa non trova applicazione il limite massimo in vigore per la CIG. Al trattamento viene invece applicata la riduzione pari all aliquota contributiva prevista a carico degli apprendisti (5,84%). Nella retribuzione di riferimento non devono essere presi in considerazione gli aumenti retributivi previsti da contratti collettivi aziendali nei 6 mesi antecedenti la stipula del contratto di solidarietà. Sulle somme erogate al lavoratore a titolo di integrazione salariale non è dovuto il contributo addizionale a carico del datore di lavoro. Nel periodo di applicazione del contratto di solidarietà maturano due quote di mensilità aggiuntive: la prima corrispondente alle ore effettivamente lavorate/retribuite che è a carico del datore di lavoro; la seconda riferita alle ore non lavorate per effetto della riduzione di orario pattuita nel contratto di solidarietà che è oggetto di integrazione a carico dell Inps. Per quanto riguarda le modalità di corresponsione, per la prima quota valgono le ordinarie scadenze annuali, mentre per la seconda il datore di lavoro può alternativamente: accantonare la parte di integrazione salariale riferita alle mensilità aggiuntive per corrisponderla al lavoratore in un unica soluzione insieme alla prima quota; pagare mensilmente la suddetta parte in aggiunta all integrazione INPS. 51

2 Ferie, exfestività e rol Festività Malattia Maternità Infortunio Assegni familiari TFR Contribuzione figurativa Le ferie maturano in proporzione all effettivo orario di lavoro svolto dai dipendenti ai quali si applica il contratto di solidarietà. Il criterio di maturazione può variare in funzione della tipologia di riduzione d orario. Se la riduzione d orario avviene su base giornaliera, il rateo matura in proporzione alle ore lavorate e la retribuzione è composta da due quote: la prima riferita alla parte di orario considerata lavorativa, è a carico del datore di lavoro; la seconda, corrispondente alla parte di orario non lavorativa, è coperta parzialmente dall integrazione salariale. Se la riduzione d orario avviene su base settimanale o mensile, il rateo matura solo nei mesi caratterizzati da almeno due settimane di attività lavorativa ad orario pieno e la fruizione delle ferie comporta la corresponsione dell intera retribuzione giornaliera a carico del datore di lavoro. Per quanto attiene al regime delle festività, delle ex-festività e dei riposi per riduzione di orario, valgono gli stessi criteri stabiliti per le ferie. In caso di riduzione orizzontale dell'orario di lavoro, il trattamento di solidarietà può erogarsi a complemento del minor salario corrisposto dal datore di lavoro per la festività. In caso di riduzione verticale dell'orario di lavoro, occorre distinguere fra le seguenti due ipotesi: nel caso in cui la festività cade nel corso di un periodo lavorato e retribuito ad orario normale, non sussistono i presupposti per l'intervento di integrazione salariale. Negli altri casi, la festività in periodo di sospensione totale dal lavoro è da considerare pienamente integrabile. In caso di riduzione orizzontale dell orario di lavoro, al lavoratore viene corrisposta oltre al trattamento di integrazione salariale, anche l indennità di malattia con riferimento alle ore lavorative ridotte. In caso di riduzione verticale dell orario di lavoro se la malattia interviene in un periodo di sospensione del lavoro, al lavoratore continua ad essere pagata l integrazione salariale. Se, invece la malattia interviene nel corso di un periodo di piena occupazione, spetta la sola indennità di malattia. Per quanto concerne l erogazione dell indennità di maternità in presenza di Contratto di solidarietà, occorre distinguere: se alla data di decorrenza del contratto di solidarietà l astensione dal lavoro per maternità è già in atto, la lavoratrice continua a fruire dell indennità di maternità; se, invece, la lavoratrice entra in maternità nel periodo di vigenza del contratto di solidarietà, la relativa indennità viene proporzionata alle ore considerate lavorative; contemporaneamente viene corrisposto il trattamento di integrazione salariale per le ore per le quali non è prevista una prestazione di attività. Se l infortunio si è verificato prima dell inizio del contratto di solidarietà, il lavoratore ha diritto al normale trattamento d infortunio, anche se l assenza si protrae nel periodo di applicazione del contratto di solidarietà. Se, invece, l infortunio si verifica durante il contratto di solidarietà, il calcolo del trattamento d infortunio (indennità c/inail e indennità c/ditta) viene effettuato con riferimento alle ore lavorative ridotte. Il lavoratore avrà inoltre diritto all integrazione salariale in relazione alla retribuzione persa a seguito del contratto di solidarietà. L azienda che corrisponde il trattamento di integrazione salariale è tenuta ad erogare gli assegni familiari in misura intera durante il periodo di riduzione dell orario di lavoro. Nel periodo in cui viene applicato il contratto di solidarietà il trattamento di fine rapporto matura sull intero importo della retribuzione contrattuale. Per le ore lavorate, il datore di lavoro continuerà ad accantonare il TFR mentre per quelle non lavorate per effetto del contratto di solidarietà il TFR è a carico dell Inps. All atto della risoluzione del rapporto di lavoro dei dipendenti interessati, l impresa corrisponderà l intero TFR maturato recuperando dall Inps le quote accantonate, comprensive della rivalutazione, mediante conguaglio nell UniEmens del mese di cessazione. Oltre al trattamento integrativo retributivo, al lavoratore in contratto di solidarietà vengono accreditati i contributi figurativi per tutta la durata del contratto sulla base della retribuzione contrattuale. La retribuzione persa corrisponde al prodotto tra il numero delle ore perse e la retribuzione oraria integrabile. 52

3 Riduzioni contributive Compilazione UNIEMENS Le aziende che stipulano il contratto di solidarietà possono beneficiare, per un periodo massimo di 24 mesi, di una riduzione dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti per i lavoratori interessati dal trattamento di integrazione salariale. La riduzione è pari a 25% o al 35% nel caso di riduzione dell orario di lavoro superiore, rispettivamente al 20% o al 30%. Tali percentuali sono elevate al 30% e al 40% per le aziende che operano nel Mezzogiorno. La riduzione in oggetto, che deve essere autorizzata dal Ministero del lavoro nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, NON è compatibile con altri sgravi o forme di riduzioni contributive. La riduzione di norma viene autorizzata a posteriori quando il contratto di solidarietà è già concluso. Trattamento di integrazione salariale Per esporre nella denuncia UNIEMENS le informazioni relative al conguaglio dell integrazione salariale a carico dell Inps, le aziende dovranno utilizzare le seguenti causali: G603 per esporre l indennità pari al 60% della retribuzione (<Dati Retributivi> di <Denuncia Individuale> elemento<cigsacredaltre>); G705 per esporre la maggiorazione del 20% relativa ai periodi di paga correnti riferiti all anno 2010; Nell elemento <CIGSDatiStat> dovrà essere evidenziato il codice statistico GF00 dando indicazione del numero di ore conguagliate (<CausaleStatCIGS> e <NumOreStatCIGS>) e dell imponibile sul quale è stata calcolata la prestazione (<ImponibileStatCIGS>). Nell elemento <OreCongCIGS> vanno indicati il numero di autorizzazione e le ore conguagliate nel mese. Mensilità aggiuntive Per il recupero della quota di mensilità aggiuntiva a carico dell Inps è necessario utilizzare: la causale F501 per la quota base; la causale F502 per la maggiorazione del 20%. TFR Il conguaglio delle quote di TFR da porre a carico dell Inps dovrà essere effettuato utilizzando la causale L042 (elemento <AltreACredito>). 53

4 SOFTWARE Di seguito si illustrano le implementazioni apportate alla procedura PAGHE per consentire la gestione dei contratti di solidarietà difensivi a cui possono ricorrere le imprese che rientrano nel campo di applicazione della CIGS. Anagrafica azienda Nella scheda Dati contrattuali di AZIE è stato introdotta una nuova maschera che racchiude alcuni campi utili per la gestione dei contratti di solidarietà. Per accedere a tale maschera è necessario selezionare il pulsante Gestione CIG/CDS. Contratti di solidarietà Riduzione ratei ferie: l indicazione fornita in tale campo viene utilizzata dal programma per stabilire la modalità di riduzione dei ratei di ferie, permessi, rol ed ex festività nel periodo di vigenza del CDS. CDS Orizzontale: il rateo a carico dell azienda viene ridotto in funzione delle ore di solidarietà. La quota di rateo corrispondente alle ore non lavorate a seguito della riduzione CDS (quota c/inps), viene memorizzata nella gestione della liquidazione della domanda. CDS Verticale: i ratei maturano per intero se il periodo lavorato nel mese è pari o superiore a 15 giorni. Se il periodo lavorato nel mese è inferiore a 15 giorni, i ratei non maturano. In ogni caso non viene mai calcolata una quota a carico Inps Il comando di conversione CONV1010 contrassegna l opzione CDS orizzontale. Erogazione immediata mens. aggiuntive: tale campo deve essere contrassegnato se l azienda sceglie di erogare mensilmente la quota di mensilità aggiuntive a carico dell Inps. 54

5 Mese erogazione mensilità aggiuntiva Campi utili per l indicazione del mese fiscale di erogazione delle mensilità aggiuntive di 14esima e premi 1, 2, 3 e 4. Nella nuova sezione CIG/CDS sono stati collocati anche i campi Riduzione ratei in CIG e Voce riproporzionamento ratei, riferiti alla gestione della Cassa Integrazione Guadagni, in precedenza collocati nella maschera principale della scheda Dati contrattuali. Tabella massimali CIG In Tabella massimali CIG è stata inserita la sezione Contratti di solidarietà. % retribuzione base: in tale campo è indicata la percentuale, pari al 60%, da applicare sulla retribuzione persa per determinare l importo dell integrazione salariale. % retribuzione ulteriore: in tale campo è indicata la percentuale aggiuntiva del 20% da utilizzare per determinare l importo dell integrazione salariale da corrispondere nel periodo compreso tra il 1 luglio 2009 e il 31 dicembre Tali campi, con riferimento all anno 2010, vengono calcolati dal programma di conversione. Per la determinazione dell importo dell integrazione salariale non trova applicazione il limite massimo in vigore per la CIG. Al trattamento viene invece applicata la riduzione pari all aliquota contributiva prevista a carico degli apprendisti (5,84%). Sulle somme erogate al lavoratore a titolo di integrazione salariale non è dovuto il contributo addizionale a carico del datore di lavoro. 55

6 Tabella voci CIG La tabella voci CIG è stata suddivisa in tre schede per mantenere separate le voci da utilizzare per la liquidazione degli eventi di CIG da quelle necessarie per la gestione dei contratti di solidarietà. Per la gestione dei CDS sono state previste due distinte schede: Voci Contratto Solidarietà Importo contratto di solidarietà: indicare il codice della voce di calcolo da generare nel cedolino per corrispondere l'importo mensile dell integrazione salariale (importo base + maggiorazione 20%). La voce in esame richiama un altra voce descrittiva, con Cod. agg. Dipendente pari a 41, che consente di individuare i lavoratori che hanno percepito retribuzioni ridotte. Importo base c/inps per UniEmens: Imp. ulteriore c/inps per UniEmens: Importo imponibile TFR c/inps: indicare il codice della voce di calcolo da generare nel cedolino per portare a conguaglio nella denuncia UniEmens l indennità pari al 60% della retribuzione persa, al netto del 5,84%. La voce, che viene generata a partire dal Mese/anno inizio recupero indicato in Gestione domanda, è descrittiva con Codice quadrature e DM10 pari a 783. Il relativo importo verrà esposto con <CausaleCongCIGS> G603 all interno dell elemento <CIGSACredAltre> indicare il codice della voce di calcolo da generare nel cedolino per portare a conguaglio nella denuncia UniEmens l ulteriore maggiorazione del 20% della retribuzione persa, al netto del 5,84%. La voce, che viene generata nel cedolino a partire dal Mese/anno inizio recupero indicato in Gestione domanda, deve essere descrittiva con Codice quadrature e DM10 pari a 784. Il relativo importo verrà esposto con <CausaleCongCIGS> G705 all interno dell elemento <CIGSACredAltre>. indicare il codice della voce di calcolo da utilizzare per evidenziare nel cedolino l imponibile TFR calcolato sulle ore non lavorate per effetto del contratto di solidarietà sul quale dovrà essere determinata la quota di TFR a carico dell Inps. La voce deve avere il Cod. quadrature e DM e non deve 56

7 essere assoggettata a TFR. Con l esecuzione del comando AGGI, il relativo importo verrà memorizzato al campo Imponibile della sez. TFR INPS contratti di solidarietà all interno dei Progressivi TFR di DIPE. Voce calcolo retribuzione CDS: è possibile collegare in questo campo una voce di calcolo, opportunamente codificata, che il programma dovrà utilizzare per determinare la retribuzione di riferimento in sostituzione di quella indicata in anagrafica dipendente. Emens Evento contratto di solidarietà: Riproporzionamento mensilità aggiuntive: Riproporzionamento ferie/permessi/rolex festività: indicare il codice della voce di calcolo utilizzata dal programma per il calcolo delle differenze di accredito. La voce, che deve avere Codice aggiornamento Emens pari a 48, viene generata a partire dal Mese/anno inizio recupero. la voce di calcolo collegata in questo campo viene utilizzata dal programma per effettuare il riproporzionamento del coefficiente mensile di maturazione dei ratei di mensilità aggiuntive sulla base delle ore perse nel mese a causa della riduzione dell orario di lavoro. la voce di calcolo collegata in questo campo viene utilizzata dal programma per effettuare il riproporzionamento del coefficiente mensile di maturazione dei ratei di ferie, permessi, rol ed ex festività sulla base della tipologia di CDS indicata (orizzontale o verticale). Le voci vengono automaticamente create ed inserite in tabella mediante l esecuzione del comando IMPVOCI. Si precisa che il riproporzionamento delle mensilità aggiuntive e dei ratei di ferie, permessi, rol ed ex festività, viene realizzato mediante due catene di voci. 57

8 Voci CDS mensilità aggiuntive Con riferimento alle singole mensilità aggiuntive, in questa scheda sono raggruppate le voci utilizzate dalla procedura per: erogare la quota di rateo c/inps; portare a conguaglio nella denuncia UniEmens gli importi (base e ulteriore maggiorazione 20%) di mensilità aggiuntiva anticipati dall azienda per conto dell Inps; conguagliare l importo del rateo c/azienda nel mese fiscale di erogazione della mensilità aggiuntiva. c/inps Importo tredicesima: Importo quattordicesima: Importo Premio 1, 2, 3 e 4: indicare i codici delle voci di calcolo da utilizzare per erogare le quote di mensilità aggiuntive a carico dell Inps. Tali voci, di competenza, vengono generate: in automatico con la liquidazione dell evento, se è stata adottata l erogazione mensile della quota di rateo c/inps; nel cedolino della mensilità aggiuntiva in seguito all esecuzione della scelta 2 del comando LIQCIG, qualora la quota c/inps venga erogata in un unica soluzione (vedi pag. 71). Ciascuna delle voci collegate in questa colonna richiama un altra voce utile per determinare l imponibile accantonamento TFR relativo alla quota persa di mensilità aggiuntiva c/azienda. Le voci sono caratterizzate dai seguenti codici Composizione retribuzione (codici di nuova istituzione): 71 = importo 13esima 72 = importo 14esima 73 = importo Premio 1 74 = importo Premio 2 75 = importo Premio 3 76 = importo Premio 4 Tali codici consentono di determinare automaticamente il valore della retribuzione utilizzata come base della voce di calcolo; la quantità viene acquisita dalla voce precedente alla quale è collegata (codice composizione 1 elemento pari a 20) 58

9 Importo base mens. agg. c/inps per UniEmens: Importo ulteriore mens. agg. c/inps per UniEmens: indicare il codice della voce di calcolo da generare nel cedolino per portare a conguaglio nella denuncia UniEmens le quote base di mensilità aggiuntive. La voce, che viene generata a partire dal mese/anno inizio recupero, deve essere descrittiva con Codice quadrature e DM10 pari a 785. Il relativo importo verrà esposto con <CausaleCongCIGS> F501 all interno dell elemento <CIGSACredAltre> in <Dati Retributivi> di <Denuncia Individuale>. indicare il codice della voce di calcolo da generare nel cedolino per portare a conguaglio nella denuncia UniEmens le quote di mensilità aggiuntive (maggiorazione del 20%). La voce, che viene generata a partire dal mese/anno inizio recupero, deve essere descrittiva con Codice quadrature e DM10 pari a 786. Il relativo importo verrà esposto con <CausaleCongCIGS> F502 all interno dell elemento <CIGSACredAltre> in <Dati Retributivi> di <Denuncia Individuale>. c/azienda Importo tredicesima: Importo quattordicesima: Importo Premio 1, 2, 3 e 4: nel mese fiscale di erogazione della mensilità aggiuntiva potrebbe essere necessario effettuare un conguaglio della quota di rateo di mensilità aggiuntiva maturata nello stesso mese se: nel cedolino di mensilità aggiuntiva la quota c/azienda viene riconosciuta per intero; nel mese fiscale collegato viene rideterminata l effettiva quota c/azienda in funzione delle ore non lavorate a seguito del CDS. Nella colonna c/azienda devono essere collegati i codici delle voci di calcolo che il programma dovrà utilizzare per rettificare la quota di mensilità aggiuntiva di competenza dell azienda. Le voci di conguaglio c/azienda sono caratterizzate dai seguenti codici Composizione retribuzione : 71 = importo 13esima 72 = importo 14esima 73 = importo Premio 1 74 = importo Premio 2 75 = importo Premio 3 76 = importo Premio 4 Tali codici, consentono di determinare automaticamente il valore della retribuzione utilizzata come base della voce di calcolo. Al campo Codice composizione 1 elemento deve essere indicato il codice per determinare automaticamente la quantità residua del rateo. La creazione delle voci ed il loro collegamento nei rispettivi campi delle due schede viene effettuato dal comando IMPVOCI. 59

10 Tabelle Presen Tabella Dati Presenze In tabella Dati Presenze sono stati inseriti nuovi campi in cui collegare la sigla dei giustificativi da utilizzare per evidenziare nel calendario Presenze: le ore di riduzione dell orario di lavoro le ore di ferie/permessi/rol/ex festività a carico Inps godute nel periodo di vigenza del CDS I giustificativi in esame vengono forniti all interno del codice contratto presenze 9500, qualifica 99. A tal fine, il comando di conversione (CONV1010) provvede automaticamente a creare i giustificativi nella tabella TB1103 ed a collegare le relative sigle nei nuovi campi della tabella Dati presenze (TB1102): Mediante il programma UTYCDS è possibile: copiare i giustificativi di solidarietà creati dal comando di conversione all interno del codice contratto 9500, qualifica 99, sulle tabelle Giustificativi (TB1103) di altri codici contratto gestiti dall utente; compilare automaticamente i relativi campi della tabella Dati presenze (TB1102). Eseguendo il comando UTYCDS viene proposta la seguente maschera: 60

11 Contratti di solidarietà: Contratti di solidarietà ferie: Contratti di solidarietà permessi: Contratti di solidarietà R.O.L.: Contratti di solidarietà ex festività: Da codice contratto: A codice contratto vengono proposte, con possibilità di modifica, le sigle con cui creare i giustificativi per l individuazione delle ore di riduzione dell orario di lavoro e delle ore in cui vengono goduti i ratei a carico Inps. indicare i codici contratto per i quali si desidera creare i giustificativi elencati. Confermando i parametri impostati, il programma UTYCDS procederà con le seguenti operazioni: 1. i giustificativi indicati dall utente, vengono creati (se non già presenti) nella tabella Giustificativi relativa a tutti i codici contratto specificati nei limiti di selezione, all interno della qualifica 99; 2. la sigla dei giustificativi in questione viene inserita nei relativi campi delle tabelle Dati presenze, per tutti i codici qualifica presenti. Per gli utenti CONTRA si precisa che con la versione verranno forniti i nuovi giustificativi con riferimento a tutti i codici contratto gestiti. 61

12 Gestione Domande CIG Ai fini della gestione automatica dei contratti di solidarietà è necessario creare la domanda CDS nella gestione domanda CIG. In particolare dovranno essere compilati i campi: Data inizio CIG, Data fine CIG, Tipo e Ulteriore percentuale CDS. La domanda deve essere creata con riferimento all intera azienda senza operare alcuna suddivisione in funzione della tipologia di dipendenti. Solo dopo la creazione della domanda sarà possibile eseguire mensilmente il comando CRECIG per individuare automaticamente i dipendenti interessati dall evento CDS e le relative ore da indennizzare. Dati della domanda Data inizio CIG: Data fine CIG: Tipo: Pagamento percentuale ulteriore: indicare la data inizio e la data fine del periodo riportato nella richiesta di autorizzazione al conguaglio dell integrazione salariale inviata all Inps (Mod. IGI 15/STR). Se tale richiesta riguarda l intero periodo autorizzato con il decreto ministeriale di concessione, deve essere creata un unica domanda CDS, riportando la data inizio e la data fine del periodo di validità del contratto di solidarietà. Se per il periodo autorizzato con il decreto ministeriale di concessione vengono inoltrate più richieste di autorizzazione all Inps, è necessario creare tante domande CDS quante sono le domande IGI 15/STR, al fine di gestire separatamente i diversi estremi di autorizzazione. nel campo in oggetto, che individua il tipo di intervento richiesto, è stata prevista l opzione Contratti di solidarietà. Selezionando tale opzione vengono visualizzati nuovi campi per l indicazione di informazioni necessarie alla gestione dei contratti di solidarietà; al contempo vengono disabilitati i campi riferiti agli eventi di CIG. indicare S nel campo in oggetto per elevare l ammontare del trattamento d integrazione salariale dal 60% all 80% della retribuzione persa (salva l applicazione della riduzione del 5,84% riferita all aliquota contributiva a carico degli apprendisti), come previsto per il periodo compreso tra il 1 luglio 2009 e il 31 dicembre 2010 dall art. 1, co. 6 del D.L. n. 78/2009. Si ricorda che l applicazione dell incremento del 20% del trattamento 62

13 d integrazione salariale è subordinato alla presenza delle risorse finanziarie a ciò destinate. Nel caso di esaurimento delle risorse finanziarie nel periodo di vigenza del contratto di solidarietà è necessario: modificare la data fine CIG indicando la data fino alla quale è riconosciuto l incremento del 20 % creare una nuova domanda per il periodo in cui non deve essere più applicato l incremento del 20% compilando a N il campo Pagamento percentuale ulteriore. Anticipazione ditta: Dati autorizzazione Data autorizzazione: Numero autorizzazione: Mese/anno inizio recupero int.: il campo deve essere compilato a S se l azienda anticipa il trattamento d integrazione salariale per conto dell Inps. indicare la data di autorizzazione da parte dell Inps al recupero del trattamento di integrazione salariale; indicare il numero dell autorizzazione rilasciata dall INPS da trasferire nell elemento <OreCongCIGS> della denuncia UniEmens. indicare il primo mese/anno a partire dal quale devono essere portate a conguaglio le somme anticipate dal datore di lavoro per conto dell Inps. A decorrere dal mese/anno indicati nel campo in esame, verranno generate nel cedolino le voci per il recupero dell integrazione salariale relativa alle ore di lavoro perse nel mese (voci collegate ai campi Importo base c/inps per UniEmens e Importo ulteriore c/inps per UniEmens di Tabella voci CIG). Nel cedolino del mese/anno indicato nel campo in oggetto, l importo delle voci di conguaglio comprenderà anche gli importi arretrati riferiti al periodo compreso tra la Data inizio CIG e il mese precedente a quello indicato in questo campo. Funzioni: Elenco dipendenti Nella sezione Elenco dipendenti devono essere indicati i nominativi dei dipendenti interessati alla riduzione dell orario di lavoro. Questa operazione può essere effettuata automaticamente utilizzando: l apposito comando CRECIG che individua tali dipendenti sulla base dei giustificativi di solidarietà inseriti all interno delle presenze mensili; mediante la funzione Inserisci dipe (Tasto Funzioni ). Percentuale riduzione: Tipologia CDS: l utente può indicare nel campo in esame la percentuale di riduzione dell orario di lavoro. La percentuale indicata verrà utilizzata dalla funzione Genera voci mensilità aggiuntive CDS (LIQCIG, scelta 2) che consente di elaborare automaticamente i cedolini di mensilità aggiuntiva (vedi pag. 69). La percentuale di riduzione può essere inserita per tutti i dipendenti dell elenco mediante la funzione Inserisci perc. (tasto Funzioni). in questo campo viene evidenziata la tipologia di riduzione dell orario di lavoro prevista dal contratto di solidarietà da utilizzare per stabilire il criterio di maturazione dei ratei di ferie, permessi, rol ed ex festività. Il campo viene compilato in funzione della scelta operata in azienda (AZIE > Dati contrattuali > Gestione CIG/CDS, campo Riduzione ratei in CDS ); è possibile modificare a livello di singolo dipendente l impostazione operata in azienda, con l esecuzione del comando CRECIG. 63

14 Dettaglio quota ratei c/inps per dipendente Entrando in variazione della singola matricola, viene visualizzato il pulsante F6=Dettaglio situazione ratei che consente di accedere alla seguente sezione nella quale per ogni rateo è memorizzato il dettaglio della quota di competenza dell Inps dalla data inizio CIG fino all ultimo mese liquidato. Il pulsante Inserisci dati precedenti consente agli utenti che hanno gestito i contratti di solidarietà utilizzando voci di calcolo di tipo manuale, e che desiderano passare alla gestione automatica, di compilare la sezione in esame con riferimento ai periodi precedenti la data inizio della gestione automatica del CDS. È possibile inserire: - per ciascun rateo di ferie, permessi, rol ed ex festività la relativa quantità maturata e goduta a carico Inps; - per ciascun rateo di mensilità aggiuntiva, la quantità residua non ancora goduta a carico Inps con la corrispondente valorizzazione (la quota del 60% al netto del 5,84% nella colonna Valore, la quota del 20% al netto del 5,84% nella colonna Valore ulteriore ). 64

15 Se tali quantità sono state memorizzate in specifici puntatori statistici o totalizzatori della pagina Altri dati < Altri Progressivi di DIPE, è possibile inserire automaticamente tali dati attraverso il programma di utilità UTYCDSRA. Eseguendo il comando UTYCDSRA viene proposta la seguente maschera: Prelievo da: Periodo da / Periodo a: Da azienda/filiale/matricola: A Azienda/filiale/matricola: indicare: P se la quantità/valore del rateo deve essere prelevata da puntatore statistico specificando, nel campo successivo, il numero (da 1 a 8) del puntatore dal quale effettuare il prelievo. T se la quantità/valore del rateo deve essere prelevata da totalizzatore specificando, nel campo successivo, il numero (da 1 a 32) del totalizzatore dal quale effettuare il prelievo. indicare il periodo interessato dal prelievo; indicare l azienda/filiale/matricola da elaborare. Erogato Il pulsante Erogato permette di visualizzare la seguente maschera nella quale, con riferimento alle singole mensilità liquidate, vengono evidenziati cumulativamente per tutti i dipendenti: le ore e gli importi anticipati dall azienda; le ore e gli importi autorizzati portati a conguaglio. A partire dal mese di autorizzazione le ore e i relativi importi conguagliati verranno esposti esclusivamente nelle colonne Autorizzato. 65

16 CRECIG: creazione elenco dipendenti con Contratto di Solidarietà Il comando CRECIG è stato modificato per permettere la compilazione automatica dell elenco dei dipendenti interessati dalla riduzione di orario sulla base dei giustificativi inseriti nelle presenze mensili. Il comando CRECIG deve essere eseguito: dopo aver creato la domanda relativa al contratto di solidarietà all interno del programma di gestione CIG; dopo l inserimento delle presenze mensili contenenti i giustificativi di solidarietà. L utente dovrà selezionare l azienda ed il mese per i quali intende procedere alla creazione della lista di dipendenti specificando che si tratta di contratto di solidarietà. Confermando l impostazione, il programma evidenzierà i dipendenti per i quali nelle presenze del mese selezionato risultano inseriti dei giustificativi di solidarietà ovvero i giustificativi collegati negli appositi campi della tabella Dati presenze (TB1102), sezione Giustificativi. Per ogni dipendente incluso nell elenco, l utente può specificare il tipo di riduzione dell orario di lavoro applicata (orizzontale o verticale), se diversa da quella indicata in azienda, contrassegnando la relativa colonna. 66

17 Liquidazione contratti di solidarietà La liquidazione dei contratti di solidarietà avviene: per le aziende PRESEN, automaticamente alla conferma della gestione calendario presenze; per le aziende CEDOL, attraverso l esecuzione del comando LIQCIG scelta 1 (oppure alla conferma del cedolino se nella tabella CIG (TB0903) al campo Liquidazione automatica CIG è indicato S) I contratti di solidarietà potranno essere liquidati a decorrere dai cedolini di giugno 2010 (maggio 2010 per i dipendenti con calendario sfasato attivo). Con la liquidazione dell evento vengono visualizzate le seguenti pagine: Nella prima pagina vengono proposte le informazioni utili alla determinazione dell integrazione salariale con i dati inerenti il Cds: numero domanda, periodo di riferimento, presenza di autorizzazione, anticipazione dell integrazione salariale da parte dell azienda, ore indennizzate, importo indennizzato (base ed eventuale maggiorazione del 20%) e quote di mensilità aggiuntive c/inps. Quest ultima informazione viene fornita solo per le aziende per le quali è stato valorizzato il campo Erogazione immediata mens. aggiuntive. Nella seconda pagina viene visualizzato il dettaglio della quota dei ratei c/inps con riferimento al mese liquidato. 67

18 Nella terza pagina viene visualizzato il periodo interessato dalla riduzione d orario (evidenziato con la lettera S nella parte destra della schermata) ed i dati per la compilazione della copertura settimanale e delle differenze di accredito per la denuncia UniEmens. 68

19 Mensilità aggiuntive: riduzione rateo ed erogazione quota c/inps Attivando la gestione dei CDS, il rateo di mensilità aggiuntiva viene ridotto mensilmente in funzione delle ore di solidarietà rilevate dalle presenze mensili. La quota riferita alle ore non lavorate per effetto del CDS (quota a carico dell Inps) viene memorizzata nei programmi di Gestione e Liquidazione della domanda per poi essere corrisposta al dipendente mediante le apposite voci di calcolo collegate in tabella voci CIG (scheda Voci CDS Mens. agg., colonna c/inps) con la periodicità (mensile o annuale) definita dall utente in anagrafica azienda (scheda Dati contrattuali > Gestione CIG/CDS, campo Erogazione immediata mens. aggiuntive ). in caso di erogazione mensile, le voci collegate in tabella CIG vengono generate in automatico dal programma di liquidazione contestualmente alla voce di integrazione c/inps dovuta per le ore perse; in caso di erogazione annuale, le voci vengono generate in seguito all esecuzione della funzione Genera voci mensilità aggiuntive CDS (scelta 2 del comando LIQCIG) nel cedolino della mensilità aggiuntiva indicata dall utente. Per i dipendenti licenziati, anche in caso di erogazione annuale della quota di mensilità aggiuntive c/inps, le voci per l erogazione di suddetti ratei vengono generate in automatico nel cedolino del mese di cessazione. Erogazione annuale quota c/inps su mensilità aggiuntiva E stato previsto un automatismo che consente di erogare i ratei maturati a carico Inps nel cedolino di mensilità aggiuntiva, ed effettuare il conguaglio della quota maturata riferita al mese di erogazione nel cedolino fiscale collegato. Cedolino mensilità aggiuntiva Per erogare la quota di rateo c/inps di 13^, 14^ e premi nel cedolino di mensilità aggiuntiva, deve essere eseguita la funzione Genera voci mensilità aggiuntive CDS (nuova scelta 2 del comando LIQCIG), sia per le aziende PRESEN che per le aziende CEDOL. Il funzione elabora automaticamente il cedolino di mensilità aggiuntiva, generando le seguenti voci di calcolo: 1. Voce di erogazione del rateo c/inps. Tale voce viene utilizzata per corrispondere l importo residuo di mensilità aggiuntiva. Nel cedolino viene generata la voce di erogazione della mensilità aggiuntiva c/inps presente nella tabella voci CIG (scheda Voci CDS Mens. Agg, colonna c/inps) con quantità e importo prelevati dai valori memorizzati nella gestione liquidazione della domanda CIG. 2. Voce di erogazione del rateo c/azienda. E possibile generare nella mensilità aggiuntiva creata in automatico, anche la voce di godimento dei ratei a carico azienda. A tale scopo vengono generate nel cedolino le voci indicate nella tabella voci CIG (scheda Voci CDS Mens. Agg, colonna c/azienda). Se non si sceglie tale opzione, è OBBLIGATORIO comunque eseguire come prima operazione la funzione Genera voci mensilità aggiuntive CDS (LIQCIG, scelta 2) e, solo successivamente, richiamare il cedolino di mensilità aggiuntiva creato automaticamente per imputare la consueta voce di calcolo per il godimento dei ratei a carico azienda. 69

20 Eseguendo la scelta 2 del comando LIQCIG viene proposta la seguente videata: Rateo mensilità aggiuntiva: indicare il tipo di rateo da erogare. Sono presenti le seguenti opzioni: 1 13esima mensilità 2 14esima mensilità 3 Premio 1 4 Premio 2 5 Premio 3 6 Premio 4 Per il tipo di rateo selezionato, il programma elabora il cedolino di mensilità aggiuntiva con riferimento al mese fiscale, secondo il seguente schema: Tipo rateo Mens. aggiuntiva Mese fiscale 13^ Tredicesima Dicembre 14^ Quattordicesima Mese indicato in azienda Premio 1, 2, 3 e 4 Mensilità indicata in Tab. maturazione Ratei Mese indicato in azienda Generare voce c/azienda: Da Azienda/Filiale/Matricola Ad Azienda/Filiale/Matricola se tale campo viene contrassegnato viene generata la voce per l erogazione della quota di mensilità aggiuntiva a carico del datore di lavoro (voce collegata in tabella voci CIG, colonna c/azie ). indicare l Azienda/Filiale/Matricola da elaborare. 70

21 Cedolino mese fiscale Nel cedolino del mese fiscale viene effettuato dal programma di liquidazione del CDS il calcolo della quota di rateo c/inps riferita al mese di erogazione della mensilità aggiuntiva sulla base delle presenze effettive, con conseguente rettifica della quota a carico azienda. Vengono generate le seguenti voci: 1. la voce per conguagliare la quota di rateo c/inps; 2. la voce per conguagliare la quota di rateo di competenza dell azienda; 3. la/le voce/i (importo base + maggiorazione) per portare a credito nella denuncia Uniemens la quota complessiva di mensilità aggiuntiva a carico Inps (se è presente l autorizzazione). Si precisa che anche nel caso di erogazione mensile del rateo c/inps, il programma di liquidazione del CDS effettuerà nel mese fiscale di erogazione della mensilità aggiuntiva l operazione di conguaglio della quota a carico dell azienda. Percentuale riduzione Nel momento in cui viene elaborata la mensilità aggiuntiva (LIQCIG, scelta 2) le presenze non sono state ancora inserite; di conseguenza la voce di godimento del rateo c/inps non tiene conto della quota riferita al mese di erogazione. La stessa quota può essere determinata in via previsionale dal programma utilizzando, se presente, la percentuale di riduzione indicata nella gestione domanda CIG all interno della funzione Elenco dipendenti. Allo stesso tempo la percentuale viene utilizzata dal programma per rettificare la quota c/azienda: a tale scopo nel cedolino di mensilità aggiuntiva viene generata anche la voce di riproporzionamento del rateo. Resta fermo che anche nel caso di compilazione del campo Percentuale riduzione, nel cedolino del mese fiscale il programma effettua comunque il conguaglio della quota di rateo c/inps e della quota di rateo c/azienda. Ferie, permessi, rol, ex-festività: erogazione quota c/inps Il criterio di maturazione dei ratei viene definito a livello di azienda al campo Riduzione ratei in CDS all interno della sezione Gestione CIG/CDS di AZIE > Dati contrattuali. La scelta effettuata a livello di azienda può essere modificata per il singolo dipendente compilando il campo Tipologia CDS all interno dell Elenco dipendenti della gestione denuncia, oppure con l esecuzione del comando CRECIG. Se viene impostata una riduzione di orario di lavoro di tipo orizzontale, il rateo di ferie matura per intero, ma la relativa quota viene suddivisa tra azienda e Inps. La quota a carico Inps, determinata in relazione delle ore perse, viene memorizzata in gestione liquidazione domanda. La fruizione della quota di rateo c/inps avviene mediante l inserimento nel calendario presenze degli appositi giustificativi collegati in tabella Dati Presenze (campi CDS Ferie, CDS permessi, CDS rol, CDS exfestività ). La quantità di ore riferita a questi giustificativi viene trattata dal programma di liquidazione come ore da indennizzare al pari delle ore del giustificativo collegato al campo Contratti di solidarietà (verrà generata la normale voce di calcolo collegata al campo Importo contratto di solidarietà di tabella voci CIG). L utilizzo di questi giustificativi ha solo lo scopo di memorizzare nella gestione liquidazione le relative quantità godute. Per la corretta gestione dei contratti che prevedono la distribuzione delle ferie su sei giorni settimanali, in tabella CIG è stato inserito il campo Valore conversione rateo di ferie godute. Il valore indicato in questo campo verrà utilizzato come coefficiente di conversione della quantità di ferie c/inps godute (visualizzabile nella seconda pagina del programma di liquidazione) in sostituzione di quello calcolato sulla base dell indicazione fornita nel calendario settimanale collegato al dipendente. Per gli utenti CONTRA, per i contratti/qualifiche che prevedono la gestione delle ferie distribuite su sei giorni (utilizzo del giustificativo F6) tale campo verrà valorizzato con quantità pari a 6,66. 71

22 Se al termine del contratto di solidarietà è presente un residuo della quota c/inps, si possono verificare due diverse ipotesi operative: la quota residua viene persa; la quota residua torna ad essere a carico del datore di lavoro. Nel caso in cui l utente decida di porre a carico del datore di lavoro i ratei c/inps residui, il trasferimento di tali ratei in capo all azienda può essere effettuato mediante il programma UTYCDSFE. Per realizzare tale trasferimento il programma si avvale di voci di calcolo opportunamente codificate che, nel mese indicato dall utente, verranno generate nei cedolini dei dipendenti interessati incrementando il coefficiente mensile di maturazione dei singoli ratei c/azienda con la quota residua c/inps memorizzata in Gestione liquidazioni. Mese fiscale: Voce ferie: Voce permessi: Voce r.o.l: Voce festività: selezionare il mese fiscale nel quale trasferire le voci di calcolo indicate nei campi successivi. indicare i codici delle voci di calcolo da generare nel cedolino per realizzare il trasferimento dei ratei residui c/inps in capo all azienda. Tali voci, descrittive, devono avere i seguenti Cod. quadrature e DM10 : Ferie = 241 Permessi = 242 Rol = 243 Festività = 244 Le singole voci verranno valorizzate con quantità pari al corrispondente rateo residuo c/inps, prelevata dalla sez. Dettaglio situazione ratei presente nell Elenco dipendenti in Gestione domanda CIG. Da Azienda/Filiale/Matricola Ad Azienda/Filiale/Matricola indicare l Azienda/Filiale/Matricola da elaborare. 72

23 SITFER: prospetto contratti solidarietà All interno del programma SITFER, è stata aggiunta una nuova opzione Prospetto contratti solidarietà che consente di produrre una stampa contenente il dettaglio dei ratei (maturati, goduti e residui) di competenza dell Inps memorizzati nel Dettaglio situazione ratei della Gestione Domanda CIG. Data di stampa: Anno di elaborazione: Fino al mese di: Stampa per dipendente: Controllo residui: indicare la data di stampa da riportare nel prospetto. viene proposto, con possibilità di variazione, l anno impostato in tabella Anno e mese di elaborazione (TB0002). indicare il mese fino al quale si desidera stampare la situazione dei ratei c/inps. compilando il campo in oggetto viene stampata una pagina per ogni singolo dipendente con la situazione dei ratei ad esso riferiti. se il campo in oggetto viene contrassegnato, nella stampa vengono riportati solo i dipendenti che hanno dei ratei residui diversi da zero. 73

24 TFR Nel periodo in cui viene applicato il contratto di solidarietà, il trattamento di fine rapporto matura sull intero importo della retribuzione contrattuale. La quota di TFR calcolata sulla retribuzione persa per le ore non lavorate a causa del CDS è a carico dell Inps. Accantonamento mensile quota TFR c/inps La quota di imponibile TFR c/inps, maturata in relazione alle ore di lavoro perse, viene evidenziata nel cedolino mediante l apposita voce di calcolo collegata in tabella voci CIG, generata con la liquidazione dell evento (voce 8520, collegata al campo Importo imponibile TFR c/inps ). La voce viene quantificata in base alle ore dei giustificativi di solidarietà indicati nelle presenze del mese. Con l esecuzione del programma AGGI, l importo di tale voce viene memorizzato al campo Imponibile nella sezione TFR INPS contratti di solidarietà della pagina dei Progressivi TFR di DIPE. La quota di TFR a carico Inps rappresenta un di cui del TFR complessivamente maturato nel mese; pertanto nel cedolino dovrà essere inserita, come di consueto, l ordinaria voce di accantonamento valorizzata con l intera retribuzione mensile utile alla maturazione del TFR (si sottolinea che la voce 8520 non deve essere assoggettata a TFR). La voce di accantonamento del TFR c/inps viene generata anche in caso di conferimento del TFR a Fondo di Tesoreria o a Previdenza complementare. Infatti, in presenza di riduzione di orario a seguito di CDS viene normalmente versato a Fondo tesoreria o a previdenza complementare il TFR complessivamente maturato dal dipendente nel mese e, allo stesso tempo, viene memorizzata la quota di competenza CDS che verrà recuperata in occasione dell interruzione del rapporto di lavoro. Progressivi TFR Nella pagina dei Progressivi TFR di DIPE, la sezione TFR INPS contratti di solidarietà è stata implementata con l inserimento di nuovi campi. Gli importi evidenziati in tale sezione rappresentano un di cui dei corrispondenti valori complessivi presenti nella sezione TFR totale e, in caso di versamento a Fondo di Tesoreria, nella sezione TFR INPS. Fondo TFR anno precedente: campo preesistente. Quota TFR c/inps maturata al 31/12 dell anno precedente a quello in elaborazione. Il campo viene aggiornato dal programma AZZERA 74

25 che vi riporta il valore del campo TFR spettante presente nella sezione TFR INPS contratti di solidarietà relativa all anno precedente. Imponibile: Maturato anno: Rivalutazione: Imposta sostitutiva: Rivalutazione netta TFR spettante: TFR erogato a saldo: Imposta sostitutiva ap: Imposta sostitutiva recuperata: campo preesistente. Imponibile TFR c/inps riferito alle quote di retribuzione persa nell anno a causa del CDS. Il programma AGGI trasferisce nel campo in oggetto l importo della voce di calcolo con Codice quadrature e DM10 pari a 351. In tale campo è attivo il pulsante F6=Dettaglio mensile che consente di accedere ai singoli importi mensili. campo preesistente. Importo del TFR c/inps maturato nell'anno. Mensilmente viene ricalcolato dal programma AGGI. campo preesistente. Importo della rivalutazione dell'anno, al lordo dell imposta sostitutiva, calcolato sul valore presente al campo Fondo TFR anno precedente. Il campo NON viene aggiornato in caso di conferimento del TFR a Fondo di Tesoreria Inps o a Previdenza complementare. nuovo campo, aggiornato mensilmente con l esecuzione di AGGI. Racchiude l imposta sostitutiva dovuta, calcolata sull importo presente al campo Rivalutazione. Il campo NON viene aggiornato in caso di conferimento del TFR a Fondo di Tesoreria Inps o a Previdenza complementare. nuovo campo, di sola visualizzazione. Contiene la rivalutazione netta ottenuta dalla differenza tra i valori presenti nei due campi precedenti. campo preesistente. TFR c/inps complessivamente spettante, dato dalla somma di Fondo TFR anno precedente, Maturato anno e Rivalutazione netta. nuovo campo. TFR c/inps erogato a saldo. Il relativo importo viene recuperato dall azienda, mediante conguaglio nella denuncia UniEmens (causale L042). l imposta sostitutiva a calcolata sulla rivalutazione del TFR c/inps, non viene recuperata annualmente, bensì in fase di erogazione del saldo TFR, contestualmente alla quota di TFR c/inps. Ne consegue, pertanto, la necessità di mantenere memorizzata l imposta sostitutiva riferita agli anni precedenti quello in elaborazione. imposta sostitutiva recuperata nel mese di erogazione del saldo TFR, unitamente alla quota di TFR c/inps, tramite conguaglio nella denuncia UniEmens (causale L042). 75

26 Erogazione del TFR e recupero delle quote c/inps Il recupero delle quote di TFR di competenza dell Inps, comprensive della relativa rivalutazione, avviene in occasione della cessazione del rapporto di lavoro nel mese di erogazione del TFR, mediante conguaglio nella denuncia UniEmens. Se nel cedolino è presente la voce di erogazione automatica di TFR (voce con Codice aggiornamento dipendente = 9) il programma calcola le quote di TFR e d imposta sostitutiva c/inps che devono essere recuperate evidenziandole nei Totali del cedolino, ai campi Erogazione TFR Inps e I.sos. erogata presenti all interno della sezione Tassazione separata (campi già utilizzati per l esposizione delle quote di competenza del Fondo di Tesoreria Inps). Gli importi da recuperare possono essere forzati dall utente inserendo nel cedolino due voci di calcolo aventi Cod. quadrature e DM10 pari a 787 (TFR) e 788 (imposta sost.). Gli importi indicati in corrispondenza di tali voci prevarranno su quelli calcolati dal programma. In caso di conferimento del TFR al Fondo di Tesoreria Inps, nel mese di erogazione del TFR, oltre al recupero delle quote di TFR relative al CDS, viene effettuato anche il recupero delle prestazioni erogate al lavoratore per la quota di competenza del Fondo di Tesoreria (PF10, PF20). DIPE > Progressivi Ratei Il TFR maturato in relazione al CDS non costituisce un costo per l azienda, in quanto di competenza dell Inps. Pertanto il relativo importo NON viene memorizzato nella pagina dei Progressivi dei Ratei del dipendente. Stampe STTFR Nel programma STTFR, sia la stampa mensile che la stampa annuale sono state implementate per tenere conto delle quote di TFR c/inps legate ai CDS. Stampa annuale In tutte le colonne, gli importi stampati in corrispondenza nella riga in cui viene esposto il TFR a carico dell azienda, vengono riportati al netto del TFR CDS c/inps. Il di cui a carico dell azienda viene ora stampato anche in corrispondenza della colonna E TFR maturato nell anno. E stata modificata la modalità di calcolo della Quota TFR di competenza dell anno (colonna M ): gli importi stampati in tale colonna vengono determinati come segue: colonna C + colonna E colonna F. 76

La sezione Gestione eventi tutelati raggruppa i programmi che consentono la gestione degli eventi di CIG.

La sezione Gestione eventi tutelati raggruppa i programmi che consentono la gestione degli eventi di CIG. G ELABORAZIONI MENSILI GESTIONE EVENTI TUTELATI La sezione Gestione eventi tutelati raggruppa i programmi che consentono la gestione degli eventi di CIG. Per la creazione delle domande di cig esistono

Dettagli

Edm Informatica srl Guida operativa Gestione Domanda Cig

Edm Informatica srl Guida operativa Gestione Domanda Cig Edm Informatica srl Guida operativa Gestione Domanda Cig Tabella Cassa Integrazione Guadagni I parametri per il calcolo e la liquidazione dell indennità da corrispondere per gli eventi di Cassa integrazione

Dettagli

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati.

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati. Guida alla lettura della busta paga Riferimenti normativi e nozione R.D.L. 10 settembre 1923, n. 1955 R.D.L. 28 agosto 1924, n. 1422 (*) L. 5 gennaio 1953, n. 4, art. 1 D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797, artt.

Dettagli

IMPLEMENTAZIONI. STCOLF: Stampe Colf Il comando STCOLF racchiude le seguenti opzioni: 1. Stampa brogliaccio bollettini; 2. Stampa bollettini.

IMPLEMENTAZIONI. STCOLF: Stampe Colf Il comando STCOLF racchiude le seguenti opzioni: 1. Stampa brogliaccio bollettini; 2. Stampa bollettini. TB1502: Tabella contributi Colf La Tabella contributi Colf viene creata dal comando di conversione (successivamente verrà aggiornata con l aggiornamento delle tabelle fisse) e contiene gli elementi da

Dettagli

6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello

6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello 6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello 6.1 Riferimenti normativi Legge n. 247/2007 - art. 67; Decreto Ministero dell Economia e Finanze del 7 maggio 2008 (G.U. del 31/7/2008); Circolare

Dettagli

Come leggere la busta paga

Come leggere la busta paga Come leggere la busta paga Indice Che cosa è pag. 3 A cosa serve pag. 4 La struttura della busta paga pag. 5 Intestazione (dati ditta dati anagrafici e contrattuali lavoratore) pag. 6 Corpo della Busta

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.8 (Update) Data di rilascio: 14.12.2011

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.8 (Update) Data di rilascio: 14.12.2011 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2011.1.8 Applicativo: GECOM

Dettagli

NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DELLA CIG

NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DELLA CIG NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DELLA CIG Il nuovo sistema si basa sulla raccolta mensile, tramite il flusso UNIEMENS, di tutte le informazioni utili alla gestione dell evento di Cassa Integrazione (CIG Ordinaria,

Dettagli

Circolare - INPS - 08/11/2011, n. 144 - Gazzetta, n. EPIGRAFE

Circolare - INPS - 08/11/2011, n. 144 - Gazzetta, n. EPIGRAFE Circolare - INPS - 08/11/2011, n. 144 - Gazzetta, n. EPIGRAFE Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito, dell occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale dipendente

Dettagli

Gecom Paghe PASSAGGIO D ANNO 2013 / 2014. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2014.00.00 )

Gecom Paghe PASSAGGIO D ANNO 2013 / 2014. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2014.00.00 ) Gecom Paghe PASSAGGIO D ANNO ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2014.00.00 ) 2 / 18 INDICE Operazioni di passaggio d anno... 3 AZZERA eseguito solo per alcune aziende... 4 Dettaglio operazioni di chiusura / apertura

Dettagli

NEWS TECNICA Pag 1 di 6. Riduzione contributiva per il settore Edilizia

NEWS TECNICA Pag 1 di 6. Riduzione contributiva per il settore Edilizia NEWS TECNICA Pag 1 di 6 Riduzione contributiva per il settore Edilizia L Inps, con Messaggio n. 14113 del 31 agosto 2012, ha ribadito che l art. 29 del DL 244/1995 (convertito nella legge 8.8.1995, n.

Dettagli

INDICE. 1 Introduzione... 4. 1.1 Contenuti del programma... 4 1.2 Archivi utilizzati... 5 1.3 Regole generali... 5 2 CONTRA... 8

INDICE. 1 Introduzione... 4. 1.1 Contenuti del programma... 4 1.2 Archivi utilizzati... 5 1.3 Regole generali... 5 2 CONTRA... 8 Indice INDICE 1 Introduzione... 4 1.1 Contenuti del programma... 4 1.2 Archivi utilizzati... 5 1.3 Regole generali... 5 2... 8 2.1 Stampa struttura contratti... 12 2.2 Stampa situazione contratti... 13

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2009.1.6 (Update) Data di rilascio: 02.10.2009

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2009.1.6 (Update) Data di rilascio: 02.10.2009 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto:

Dettagli

AGGIORNAMENTO D 03/09/2015

AGGIORNAMENTO D 03/09/2015 AGGIORNAMENTO D 03/09/2015 SOMMARIO 1. AGGIORNAMENTI TABELLE 2 1.1. VARIAZIONI CONTRATTUALI MESE DI AGOSTO... 2 1.2. MODIFICHE SULLE TABELLE... 2 1.2.1 GIUSTIFICATIVO CALENDARIO... 2 1.2.2 VOCI CEDOLINO...

Dettagli

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe 1 \ 6 Cos è TeamSystem la gestione PDF Gecom Paghe FAQ CUD 2006 2 \ 6 Per un dipendente licenziato e riassunto viene stampato un solo CUD con i dati dell ultima matricola Non sono stati inseriti i dati

Dettagli

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO Come leggere la Busta Paga ANNO 2016 Le GUIDE della Fondazione Studi A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

Passaggi di fine anno

Passaggi di fine anno Passaggi di fine anno Installazione versione 2013.0.0 ed eseguire la CONVERS Aggiornamento indice ISTAT Dicembre 2012 definitivo Controllare opzioni in TB1203 (annullamento licenziati, numerazione inail

Dettagli

UR1007106000 CIGO/CIGS. Manuale Operativo

UR1007106000 CIGO/CIGS. Manuale Operativo UR1007106000 CIGO/CIGS Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico,

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2009.0.1 (Update) Data di rilascio: 16.01.2009

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2009.0.1 (Update) Data di rilascio: 16.01.2009 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto:

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio Versione 2.0 del 04/07/2013 1 Indice Indice... 2 1 Gestione Stipendi... 5 1.1 Stipendi... 5 1.1.1 Aggiornamento

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 INCENTIVI PER I LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.1.0 (Versione completa) Data di rilascio: 17.06.2010

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.1.0 (Versione completa) Data di rilascio: 17.06.2010 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2010.1.0 Applicativo: GECOM

Dettagli

Il contratto di solidarietà è stato introdotto con la legge n. 863/84 (Vedasi anche D.M. n. 31445/2002).

Il contratto di solidarietà è stato introdotto con la legge n. 863/84 (Vedasi anche D.M. n. 31445/2002). GUIDA AL CONTRATTO DI SOLIDARIETA DIFENSIVO, che si applica alle imprese che hanno diritto alla CIGS (di seguito CDS.) a cura della FILCAMS-CGIL Nazionale aggiornata al 27 aprile 2009. Il contratto di

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.2 (Update) Data di rilascio: 20.09.2011

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.2 (Update) Data di rilascio: 20.09.2011 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2011.1.2 Applicativo: GECOM

Dettagli

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi Corsi Centro Paghe...al Servizio del Professionista Corso Base Corso Avanzato Corso Base Paghe e contributi >> Costituzione del rapporto di lavoro e retribuzione Malattia, maternità, infortunio e adempimenti

Dettagli

Indennità per ferie non godute nell EMens

Indennità per ferie non godute nell EMens Modalità di gestione Paghe Indennità per ferie non godute nell EMens Franca Paltrinieri Consulente Cna Interpreta L indennità sostitutiva per ferie non godute rientra nella retribuzione imponibile sia

Dettagli

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga.

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Obbligo della retribuzione globale di fatto. Come abbiamo detto, la tredicesima si calcola sulla base della retribuzione

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.1.2 (Update) Data di rilascio: 04.07.2008

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.1.2 (Update) Data di rilascio: 04.07.2008 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto:

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

2.1 Gestione malattia/maternità/infortunio

2.1 Gestione malattia/maternità/infortunio Pagina 1 di 18 2.1 Gestione malattia/maternità/infortunio Entrando nel programma GEMA01 o selezionando la scelta "Malattia" presente all'interno delle funzioni del cedolino compaiono 6 scelte (7 da programma

Dettagli

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto Il Trattamento di Fine Rapporto Principi generali La Tassazione 1 Nozione di T.f.r. Riferimenti normativi Soggetti beneficiari Base imponibile Retribuzione Utile Periodi Utili Accantonamento Rivalutazione

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2016.0.0

Dettagli

Contenuti del programma... 1. Archivi utilizzati... 2. Regole generali... 2. Inserimento contratti... 7. Stampa struttura contratti...

Contenuti del programma... 1. Archivi utilizzati... 2. Regole generali... 2. Inserimento contratti... 7. Stampa struttura contratti... Indice INTRODUZIONE Contenuti del programma... 1 Archivi utilizzati... 2 Regole generali... 2 1 - CONTRA Inserimento contratti... 7 Stampa struttura contratti... 8 Stampa situazione contratti... 9 Visualizza

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE COMPATIBILITA GECOM PAGHE VERS. 2005.2.1 GECOM F24 VERS. 2005.3.0

NOTE OPERATIVE DI RELEASE COMPATIBILITA GECOM PAGHE VERS. 2005.2.1 GECOM F24 VERS. 2005.3.0 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto:

Dettagli

GECOM EMENS Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2007.2.0 (Versione completa) Data di rilascio: 26.07.2007

GECOM EMENS Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2007.2.0 (Versione completa) Data di rilascio: 26.07.2007 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM EMENS Oggetto:

Dettagli

GESTIONE INFORTUNIO 1. CALCOLO DALLA DENUNCIA INFORTUNIO

GESTIONE INFORTUNIO 1. CALCOLO DALLA DENUNCIA INFORTUNIO M:\Manuali\VARIE\MANUALI_RICHIESTI\Manuale_Gestione Infortunio.doc GESTIONE INFORTUNIO Per eseguire in automatico il calcolo dell anticipo dell indennità di inabilità temporanea assoluta a carico dell

Dettagli

Agg.905S Contabilità. Manuale Utente. Assist. Clienti. A cura di: VERS. 13.11.2012 (T.M.)

Agg.905S Contabilità. Manuale Utente. Assist. Clienti. A cura di: VERS. 13.11.2012 (T.M.) Agg.905S Contabilità Manuale Utente A cura di: VERS. 13.11.2012 (T.M.) Assist. Clienti Sommario PAG.2 Sommario Contenuto dell aggiornamento:... 1 Contesto. Dal sole 24 ore... 1 Processo:... 5 Operazioni

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE GLI AUTORI

SOMMARIO PRESENTAZIONE GLI AUTORI PRESENTAZIONE SOMMARIO GLI AUTORI Capitolo 1 - IL TFR DEFINIZIONE DI TFR Indennità di anzianità Trattamento di Fine Rapporto BENEFICIARI ANTICIPAZIONI 1. Limiti numerici al numero dei richiedenti 2. Limitazioni

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.6 (Update) Data di rilascio: 21.11.2011

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.6 (Update) Data di rilascio: 21.11.2011 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2011.1.6 Applicativo: GECOM

Dettagli

Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello. Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare

Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello. Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare Testata cedolino -Anagrafica azienda -Anagrafica dipendente -Qualifica e livello Corpo cedolino(parte1) -Assenza, Malattia -Assegni nucleo familiare -TFR Corpo cedolino(parte2) -Area previdenziale -Ferie

Dettagli

LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE

LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE A cura del GRUPPO SULLE PROBLEMATICHE DEL LAVORO dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Torino, Ivrea e Pinerolo Relatore dottoressa Luisella

Dettagli

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore:

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore: Disoccupazione Una quota dei contributi versati serve per assicurarsi contro la disoccupazione, causata dall estinzione di un rapporto di lavoro per cause non attribuibili alla volontà del lavoratore stesso.

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi -Aggiornamenti e Convalide. Versione 2.0 del 14/02/2013

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi -Aggiornamenti e Convalide. Versione 2.0 del 14/02/2013 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi -Aggiornamenti e Convalide Versione 2.0 del 14/02/2013 1 Indice 1 Gestione Stipendi... 4 1.1 Stipendi... 4 1.1.1 Aggiornamento Partite... 5 1.1.1.1 Competenze

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.5 (Update) Data di rilascio: 21.10.2011

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2011.1.5 (Update) Data di rilascio: 21.10.2011 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2011.1.5 Applicativo: GECOM

Dettagli

GESTIONE TFR / FONDI PENSIONE

GESTIONE TFR / FONDI PENSIONE M:\Manuali\Circolari_mese\2007\04\FPC_042007.doc GESTIONE TFR / FONDI PENSIONE A partire dall anno 2007 le aziende del settore privato che hanno alle loro dipendenze almeno 50 dipendenti sono tenute al

Dettagli

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale Durata: 60 ore Inizio corso: da definire Sede: Corso Raffaello 17/D - Torino Docente: dottore consulente del lavoro con esperienza consolidata

Dettagli

ALLEGATO 1 IPOST PARTE C

ALLEGATO 1 IPOST PARTE C ALLEGATO 1 PARTE C Dati previdenziali IPOST I dati previdenziali devono essere certificati dalla Società Poste Italiane S.p.A., dalle società ad essa collegate e dall IPOST per il personale iscritto al

Dettagli

Gestione contributiva 'Ferie non godute'

Gestione contributiva 'Ferie non godute' UR1007105030 Gestione contributiva 'Ferie non godute' Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

Circolare N.181 del 11 Dicembre 2013

Circolare N.181 del 11 Dicembre 2013 Circolare N.181 del 11 Dicembre 2013 Accordi di prepensionamento. L istituto ed i benefici Gentile cliente, con la presente desideriamo fornirle alcuni chiarimenti circa l istituto del prepensionamento

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale.

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale. Roma, 21 dicembre 2009 LE TREDICESIME DEL 2009 * * * Nelle famiglie stanno per arrivare le tredicesime, un flusso di danaro che sempre di più verrà utilizzato per soddisfare bisogni primari a discapito

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2012.1.1 (Update) Data di rilascio: 22.11.2012

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2012.1.1 (Update) Data di rilascio: 22.11.2012 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2012.1.1 Applicativo: GECOM

Dettagli

Il personale dipendente

Il personale dipendente Il personale dipendente Tra i fattori della produzione di una azienda vanno ricompresi i costi sostenuti per le prestazioni lavorative di soggetti dipendenti e di lavoratori autonomi. Il costo del lavoro

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

NOVITA FEBBRAIO 2008

NOVITA FEBBRAIO 2008 NOVITA FEBBRAIO 2008 SOMMARIO 1.1 CONTROLLO ANTICIPO TFR... 2 1.2 GESTIONE PRESTITI / CESSIONE 5^... 3 1.2.1 ANAGRAFICA DITTA... 3 1.2.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE... 4 1.2.3 CHIUSURE MENSILI...11 1.3 GESTIONE

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 13-02-2015 Messaggio n. 1144 Allegati n.2 OGGETTO: Circolare n. 17/2015

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.0.9 (Update) Data di rilascio: 30.04.2008

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2008.0.9 (Update) Data di rilascio: 30.04.2008 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto:

Dettagli

Erogazione mensile del TFR- QUIR

Erogazione mensile del TFR- QUIR Erogazione mensile del TFR- QUIR Nuoro 11 giugno 2015 Premessa sensi dell art. 1, co. 26, della legge di stabilità 2015, i lavoratori dipendenti del settore privato possono richiedere ai rispettivi datori

Dettagli

AGGIORNAMENTO G 28/01/2016

AGGIORNAMENTO G 28/01/2016 AGGIORNAMENTO G 28/01/2016 SOMMARIO 1. AGGIORNAMENTI TABELLE 3 1.1. VARIAZIONI CONTRATTUALI MESE DI GENNAIO... 3 1.2. AGGIORNAMENTI RELATIVI A CONTRIBUTI, ALIQUOTE ED ENTI... 4 1.2.1 ADDIZIONALI REGIONALI...

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.2.0 (Versione completa) Data di rilascio: 13.12.2010

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.2.0 (Versione completa) Data di rilascio: 13.12.2010 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2010.2.0 Applicativo: GECOM

Dettagli

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga * aggiornato al 20 luglio 2009 CHE COS È è un documento obbligatorio

Dettagli

Gecom Paghe STIRAP 2015. Stampa deduzioni IRAP. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.0.8 )

Gecom Paghe STIRAP 2015. Stampa deduzioni IRAP. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.0.8 ) Gecom Paghe STIRAP 2015 Stampa deduzioni IRAP ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.0.8 ) STIRAP 2015 2 / 26 INDICE Stampa deduzioni IRAP... 3 STIRAP... 3 Operazioni preliminari... 3 Utenti che eseguono per

Dettagli

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE Percentuali contributive - Percentuali accantonamento Coefficienti malattia e infortunio IN VIGORE DAL MESE DI DICEMBRE 2012 2 TABELLE

Dettagli

NUOVA GESTIONE CIG. Fig.1

NUOVA GESTIONE CIG. Fig.1 NUOVA GESTIONE CIG Di seguito un esempio della nuova gestione cig. Ricordo che un evento iniziato con le vecchie modalità si deve concludere con quelle, e altrettanto dicasi per un evento di CIG ordinaria

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 27 10.02.2014 Contributi: gli effetti per il 2014 Riepilogate le disposizioni aventi riflesso sulla contribuzione dovuta dai

Dettagli

Sgravio contributivo triennale L. 190/2014

Sgravio contributivo triennale L. 190/2014 Sgravio contributivo triennale L. 190/2014 Nuoro 2 aprile 2015 Premessa Con la circolare n. 17 del 29-01-2015 l'inps ha fornito le istruzioni per gestire l'esonero contributivo triennale per le nuove assunzioni

Dettagli

Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 )

Gecom Paghe. Conguaglio risultanze 730. ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 ) Gecom Paghe Conguaglio risultanze 730 ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2015.1.0 ) CONG730 2015 2/47 INDICE Conguagli del sostituto d imposta per risultanze modello 730... 3 Modalità e termini... 3 Conguagli

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.1.3 (Update) Data di rilascio: 17.09.2010

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.1.3 (Update) Data di rilascio: 17.09.2010 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2010.1.3 Applicativo: GECOM

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro LINEA DI PRODOTTO PREVIDENZA PA OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro Nei giorni scorsi è stato varato dal Governo il disegno di legge recante disposizioni in materia di

Dettagli

Gecom Paghe. GESTIONE ENPALS Aggiornata al 07/03/2008 Paghe Vers. 2008.0.6

Gecom Paghe. GESTIONE ENPALS Aggiornata al 07/03/2008 Paghe Vers. 2008.0.6 Gecom Paghe GESTIONE Aggiornata al 07/03/2008 Paghe Vers. 2008.0.6 INDICE INDICE Prefazione... 1 Denuncia contributiva mensile... 2 Composizione del flusso... 3 Compilazione Archivi PAGHE... 9 Anagrafica

Dettagli

GESTIONE LAVORATORE A CHIAMATA

GESTIONE LAVORATORE A CHIAMATA GESTIONE LAVORATORE A CHIAMATA Digitando DIPEN (Anagrafiche Dipendente) si accede ad un apposito programma di creazione per l inserimento di un nuovo lavoratore in cui vengono richieste in un unica pagina

Dettagli

MODELLO CUD 2011. Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD :

MODELLO CUD 2011. Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD : Modello CUD 2011 1 Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD : Il programma per stampare il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella

Dettagli

Guida alla lettura della busta paga

Guida alla lettura della busta paga Guida alla lettura della busta paga La busta paga è un documento che deve essere obbligatoriamente consegnato dal datore di lavoro al lavoratore dipendente al fine di certificare la retribuzione e le ritenute

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.1.5 (Update) Data di rilascio: 13.12.2010

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.1.5 (Update) Data di rilascio: 13.12.2010 RELEASE Versione 2010.1.5 Applicativo: GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2010.1.5 (Update) Data di rilascio: 13.12.2010 COMPATIBILITA GECOM PAGHE 2010.1.4 GECOM EMENS 2010.2.0 GECOM

Dettagli

Lavoratore di prima occupazione (*) successiva al 29 aprile 1993

Lavoratore di prima occupazione (*) successiva al 29 aprile 1993 CONFERIMENTO TFR ALLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE - VERSAMENTO ALL INPS DELLE QUOTE DI TFR RESIDUE PER LE AZIENDE CON ALMENO 50 DIPENDENTI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE 1 FEBBRAIO 2007 Sulla Gazzetta

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 22 luglio 2014 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi

Dettagli

Tutto quello che c è da sapere sulla gestione del personale in esubero presso le aziende

Tutto quello che c è da sapere sulla gestione del personale in esubero presso le aziende Cassa integrazione e Mobilità del personale dipendente Tutto quello che c è da sapere sulla gestione del personale in esubero presso le aziende Quando l impresa è in crisi può sospendere i propri dipendenti

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma SOMMARIO Attivazione Fondi Pensione...2 Fondo Tesoreria INPS...3 Sviluppo Fondo Pensioni...4 Pagina 1 di 9 Attivazione Fondi Pensione 1 passo: Attivare nei Parametri azienda, nell apposita cartella Fondi

Dettagli

MANUALE GESTIONE CIG

MANUALE GESTIONE CIG M:\Manuali\VARIE\CIG_completa.DOC MANUALE GESTIONE CIG Aggiornato al 02/07/2009 1. CIGO E CIGS CAMPO DI APPLICAZIONE 2 2. QUANDO IL DIPENDENTE E IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI 5 2.1.1 CALENDARIO, VIDEATA

Dettagli

SIPAG SRL Via Lemignano 2, Lemignano di Collecchio 43044 (PR) Call Center: 0521 543838 - Fax 0521 543822 Piattaforma ASP

SIPAG SRL Via Lemignano 2, Lemignano di Collecchio 43044 (PR) Call Center: 0521 543838 - Fax 0521 543822 Piattaforma ASP Descrizione aggiornamento temporaneo del 11.02.2013 Sommario Esecuzione comando preliminare... 2 Modello CUD 2013... 2 Novità CUD 2013... 2 Sezioni previste sul modello CUD 2013 ed eventuali particolarità...

Dettagli

Circolare 06/2013 WEURO

Circolare 06/2013 WEURO Circolare 06/2013 WEURO Ponte San Giovanni, 03 Giugno 2013 A tutti gli utenti Procedura paghe e stipendi Loro Sedi OGGETTO: 0,50% IVS su Sgravio Contributivo Altre eventuali Lettura integrale della circolare

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE Rev.00 del 03/09/2002

NOTE OPERATIVE DI RELEASE Rev.00 del 03/09/2002 M.TC.02 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Rev.00 del 03/09/2002 1 di 13 Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE

Dettagli

Conguaglio risultanze 730

Conguaglio risultanze 730 Gecom Paghe Conguaglio risultanze 730 ( Rif. rilascio PAGHE vers. 2012.00.10 ) INDICE Circolare Agenzia delle Entrate n. 15/2012: conguagli del sostituto d imposta... 3 Modalità e termini... 3 Conguagli

Dettagli

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Bonus IRPEF: chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Indice 1. Premessa 2. Soggetti beneficiari 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati

Dettagli

CIGS PRESUPPOSTI PER L APPLICAZIONE DELLA CIGS

CIGS PRESUPPOSTI PER L APPLICAZIONE DELLA CIGS CIGS TIPO RICHIESTA: L'intervento straordinario di integrazione salariale è destinato alle seguenti categorie di aziende, che abbiano occupato nel semestre precedente alla richiesta d intervento mediamente

Dettagli

GESTIONE FACOLTATIVA, APPLICABILE ALLE SOLE DOMANDE CIGO RIFERITE AL RAMO INDUSTRIA.

GESTIONE FACOLTATIVA, APPLICABILE ALLE SOLE DOMANDE CIGO RIFERITE AL RAMO INDUSTRIA. 06.08.2015 CIG NUOVA PROCEDURA - PERIODO SPERIMENTALE GESTIONE FACOLTATIVA, APPLICABILE ALLE SOLE DOMANDE CIGO RIFERITE AL RAMO INDUSTRIA. Le nuove modalita', in via sperimentale, di domanda Cigo e relativa

Dettagli

Versamento del TFR al fondo di tesoreria INPS - Adempimenti delle aziende, istruzioni operative dell Istituto.

Versamento del TFR al fondo di tesoreria INPS - Adempimenti delle aziende, istruzioni operative dell Istituto. Da Pianeta Lavoro e Tributi n.16 edito da Teleconsul Editore Versamento del TFR al fondo di tesoreria INPS - Adempimenti delle aziende, istruzioni operative dell Istituto. di Tommaso Siracusano Assoggettamento

Dettagli

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue:

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue: Le pensioni nel 2007 Gli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps, con particolare riferimento al fondo pensioni lavoratori dipendenti Tetto di retribuzione pensionabile Il tetto

Dettagli

LAVORO DOMESTICO GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

LAVORO DOMESTICO GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO M:\Manuali\VARIE\Manuale_Lavoro_Domestico.doc LAVORO DOMESTICO GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO SOMMARIO 1. CODIFICA DIPENDENTE E DITTA 2 2. I N A I L 3 3. I N P S 3 4. I R P E F 4 5. M O V I M E N T O

Dettagli

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A CGIL CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A cura di: Staff Formazione Ufficio Vertenze Confederale CGIL LIGURIA Versione integrale 1 2 LE LEGGI DELLO STATO ED I CONTRATTI DI LAVORO DETTANO LE NORME CHE DISCIPLINANO

Dettagli

NOVITA MARZO 2008 1. NUOVO MENU 3 1.1. MAPPA CO.CO.CO... 5 1.2. SUPPORTO FONDI PENSIONE COMPLEMENTARE... 5 2. IRAP 6

NOVITA MARZO 2008 1. NUOVO MENU 3 1.1. MAPPA CO.CO.CO... 5 1.2. SUPPORTO FONDI PENSIONE COMPLEMENTARE... 5 2. IRAP 6 NOVITA MARZO 2008 SOMMARIO 1. NUOVO MENU 3 1.1. MAPPA CO.CO.CO... 5 1.2. SUPPORTO FONDI PENSIONE COMPLEMENTARE... 5 2. IRAP 6 2.1. STORICIZZAZIONE DATI IRAP... 6 2.1.1 DITTA: VIDEATA 9^ - INCR. OCCUPAZIONALE...

Dettagli

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA LE PENSIONI NEL 2006 Gli aggiornamenti sugli aspetti di maggior interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Secondo l art., comma 1, della legge 29/5/82,

Dettagli

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap:

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap: GESTIONE IRAP La stampa dei dati Irap e l export verso altri applicativi si eseguono dal menù principale accedendo alla sezione Elaborazioni annuali/ Gestione Irap (come da immagine sottostante) o lanciando

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE M.TC.02 Rev.00 del 03/09/2002 1 di 42 Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE

Dettagli