forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014"

Transcript

1 forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014

2 ebbi una visione bella e toccante: oltre un antica muraglia il paesaggio umbro, verde e luminoso, rinchiuso entro una possente cerchia di alti monti ancora innevati. Hermann Hesse, 1907 La Regione Umbria, aderendo ai principi della Convenzione Europea del Paesaggio e del Codice dei beni culturali e paesaggistici, considera centrale nelle proprie politiche di governo del territorio il tema del paesaggio, la sua tutela e la sua valorizzazione. Il paesaggio di valore è una risorsa limitata e irriproducibile, un bene della collettività che concorre al benessere culturale, sociale ed economico della popolazione, non solo come miglioramento della qualità della vita e della identità culturale, ma anche come incremento di attrattività e di competitività regionale nello scenario internazionale. Anche i cittadini devono quindi acquisire la consapevolezza che ognuno è responsabile dei mutamenti del proprio territorio ed avere un ruolo partecipativo e propositivo nella trasformazione del paesaggio che li circonda per non subire passivamente le politiche imposte da un approccio top-down. La geografia descrive e rappresenta il territorio e il paesaggio non solo nella geometria, ma anche nella estensione e distribuzione dei fenomeni naturali, fisici, biologici e antropici, che interagendo tra loro, ne modificano continuamente l aspetto. La stessa Convenzione Europea del Paesaggio nel definire il paesaggio come una determinata parte di territorio, così come percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni coglie l intreccio profondo tra PAESAGGIO e GEOGRAFIA. La Regione Umbria intende organizzare il primo FORUM regionale PAESAGGIO E GEOGRAFIA, attraverso una serie di Workshop, Convegni, Seminari, a carattere formativo, informativo e divulgativo, al fine di portare a conoscenza l operato regionale su tali temi, di contribuire ad accrescere la cultura, di sensibilizzare e formare gli attori coinvolti, direttamente o indirettamente, nel processo delle trasformazioni del territorio e del paesaggio, determinate dalla pianificazione, progettazione e realizzazione degli interventi. La tutela del paesaggio è transitata da una concezione passiva fatta di norme proibitive, a un modo più attivo volto ad incrementare la sensibilità culturale alla percezione sociale del paesaggio, attraverso azioni di disseminazioni dirette sia ai cittadini che ai portatori di interesse. I temi trattati dal Forum sono stati fatti anche propri dall Agenda Digitale della Regione Umbria, per la creazione di luoghi virtuali, quali i portali tematici UmbriaGeo e UmbriaPaesaggio, pensati come una sorta di piazza digitale. Lo scopo è quello di fare rete, formare ed informare e favorire l incontro, la condivisione e lo scambio di esperienze e progetti. Il Forum si propone di favorire l incontro tra saperi esperti e saperi comuni, tra saperi individuali e saperi collettivi. Catiuscia Marini - Presidente della Regione Umbria Silvano Rometti - Assessore regionale 1

3 1 PAESAGGIO E GEOGRAFIA: luoghi, identità, appartenenza 6 maggio 2014, presso Hotel Giò, via R. D Andreotto, 19 - Perugia Le innovazioni normative intervenute sul tema Paesaggio e l elaborazione in corso del Piano Paesaggistico Regionale danno particolare rilevanza a un approccio bottom up che riconosca il ruolo attivo dei cittadini nelle decisioni che riguardano il loro paesaggio. Regione Umbria promuove una serie di iniziative finalizzate ad informare, formare, comunicare e sensibilizzare le istituzioni ai vari livelli, la società civile, le organizzazioni private al valore del paesaggio, al suo ruolo e alla sua trasformazione. La geografia è lo strumento che rappresenta i caratteri del territorio e del paesaggio. Il Convegno si propone anche di diffondere e comunicare lo stato d avanzamento dei progetti qualificanti di settore introdotti anche nelle varie missioni dell Agenda Digitale nell ambito del completo rinnovo della presenza della Regione Umbria sul web. Durante il convegno saranno anche premiati i vincitori del Concorso fotografico promosso dalla Regione Umbria: L Umbria e i suoi paesaggi: strutture identitarie, destinato alle scuole e ai giovani under 30 e sarà presentato il nuovo Concorso fotografico I paesaggi della memoria. Con il primo evento si apre il ciclo delle Tavole rotonde dedicate ad una approfondita discussione sulle Strategie per il paesaggio regionale umbro. Amministrazioni pubbliche, Università, Scuole, stakeholders, ordini professionali, mondo dell associazionismo, cittadini Apertura del FORUM e del Convegno - Amministratore unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica: Alberto Naticchioni - Coordinatore regionale: Arch. Diego Zurli Presentazione del FORUM: Arch. Ambra Ciarapica - Regione Umbria - Dirigente del Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia Coordinatore dei lavori della parte I: Arch. Ambra Ciarapica Presentazioni a cura della Regione Umbria - Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia: a. Nuovo Sito Web Umbria Paesaggio (Dott. Paolo Camerieri, Dott.ssa Lucia Pannuti, Geom. Biagio Municchi) b. Restyling e potenziamento del Sito Web UmbriaGeo (Dott.ssa Orietta Niciarelli, Ing. Alberto Brunozzi, Sandra Togni) Paesaggio e Geografia nell Agenda Digitale della Regione Umbria Dott.ssa Annalisa Doria - Coordinatore dell Area Organizzazione delle risorse umane, innovazione tecnologica e Autonomie locali La Forma della terra - Ing. Renzo Maseroli - Responsabile del Settore Geodetico dell IGM Premiazione dei vincitori del Concorso fotografico per le scuole e gli under 30 L Umbria e i suoi paesaggistrutture identitarie Presentazione del nuovo concorso fotografico I paesaggi della memoria - Dott.ssa Nicoletta Tasso - Regione Umbria Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia Coffee break Coordinatore dei lavori della parte II: Arch. Diego Zurli Letture di paesaggio: Prof.ssa Cristina Papa - Università degli Studi di Perugia Paesaggio e Geografia: Prof. Franco Farinelli - Università degli Studi di Bologna Paesaggi agrari storici verso paesaggi agrari tradizionali : Prof.ssa Biancamaria Torquati e Prof. Francesco Musotti Università degli Studi di Perugia Alfabeti ecologici per una coscienza di paesaggio e di luogo : Prof.ssa Doretta Canosci - Università degli Studi di Perugia CONCLUSIONI Pausa pranzo TAVOLA ROTONDA: Strategie per il paesaggio regionale umbro Invitati: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; Ordine Professionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e conservatori della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine Professionale degli Ingegneri della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Geologi della Regione Umbria; ANCI; ANCE; INU Coordinatore della Tavola Rotonda: Prof. Alberto Clementi Dibattito - CONCLUSIONI - Coordinatore regionale: Arch. Diego Zurli 2

4 2 PIANIFICAZIONE, PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NEL PAESAGGIO: best practices 29 maggio 2014, presso Cantina Lunelli Il Carapace - Bevagna Workshop come vetrina finalizzata ad informare, formare e sensibilizzare gli attori coinvolti, direttamente o indirettamente, nel processo delle trasformazioni del territorio e del paesaggio determinate dalla pianificazione, progettazione e realizzazione degli interventi. L obiettivo della qualità paesaggistica delle trasformazioni trova fondamento nella stessa Convenzione Europea del Paesaggio secondo la quale le autorità pubbliche competenti formulano principi generali, strategie e orientamenti al fine di adottare misure specifiche finalizzate a salvaguardare, gestire e pianificare il paesaggio. Amministrazioni pubbliche, ordini professionali, mondo dell associazionismo APERTURA DEI LAVORI: Saluti del Sindaco del Comune di Bevagna - Analita Polticchia Regione Umbria - Assessore regionale all Ambiente, Territorio, Infrastrutture e Trasporti Amministratore Unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica: Alberto Naticchioni FUA (Fondazione Umbra per l Architettura) - Arch. Paolo Vinti Presentazione della giornata: Arch. Ambra Ciarapica - Regione Umbria - Dirigente del Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia Coordinatore dei lavori: Arch. Ambra Ciarapica CASI STUDIO ED ESEMPI DI BUONE PRATICHE Il Paesaggio nel Prg Parte strutturale di Castiglione del Lago. La percezione delle risorse naturalistico-ambientali e della rete ecologica: strumenti per la fruizione e la riqualificazione paesaggistica del territorio. Ing. Stefano Torrini, coordinatore generale del PRG Il Paesaggio nel Prg Parte strutturale di Città di Castello. Assetti e risorse storico-culturali, itinerari per la fruizione e presidi per la salvaguardia. Arch. Marcella Mariani, responsabile Ufficio Prg e Strumenti attuativi del Comune di Città di Castello Arch. Paolo Ghirelli (Cooprogetti soc. coop.), coordinatore tecnico del Prg-Ps di Città di Castello La promozione del paesaggio nei piani urbanistici umbri. La Guida all inserimento paesaggistico degli interventi. Arch. Francesco Nigro, consulente per il Prg-Ps di Castiglione del Lago e coordinatore scientifico del Prg-Ps di Città di Castello Progettazione architettonica - Esempi di buone pratiche: Prof. Flaviano Maria Lorusso - Università degli studi di Firenze Coffee break Arte e/è paesaggio. Il volto umano della natura. Prof. Paolo Belardi - Università degli studi di Perugia Paesaggi d acqua: tra senso di appartenenza, buone pratiche e percorsi progettuali: Prof. Michele Ercolini - Università degli Studi di Firenze PRESENTAZIONI REGIONE UMBRIA Misure per il corretto inserimento paesaggistico: Arch. Sabrina Scarabattoli e Arch. Roberta Panella - Regione Umbria Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia Promuovere la qualità nella progettazione architettonica: Arch. Letizia Bruschi Regione Umbria - Servizio urbanistica centri storici e espropriazioni Presentazione delle Borse di studio: Cibo e città sostenibili: la Vertical Farm nel contesto italiano: Ing. Matteo Benvenuti La casa colonica umbra tra tradizione e innovazione: Ing. Giacomo Pagnotta CONCLUSIONI - Coordinatore regionale: Arch. Diego Zurli Pranzo libero Ripresa dei lavori Visita guidata al Centro Storico di Bevagna 3

5 3 PIANIFICAZIONE PAESAGGISTICA - ESPERIENZE REGIONALI A CONFRONTO: approfondimenti giuridici sulle diverse forme di tutela. 12 GIUGNO 2014, presso Villa Umbra, Pila - Perugia L esigenza di avere un quadro generale sulla pianificazione paesaggistica nelle diverse Regioni in modo da confrontare e testare la validità dei diversi approcci metodologici intrapresi. Orientamenti giuridici sulle diverse forme di tutela che possono essere legittimamente assunte dal Piano Paesaggistico in coerenza con i dettami del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al D. Lgs. n. 42/2004, effetti e ricadute concrete per il paesaggio. Amministrazioni pubbliche; Ordini professionali; Mondo dell associazionismo APERTURA LAVORI: Presidente Giunta regionale: Catiuscia Marini Amministratore Unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica: Alberto Naticchioni Coordinatore Ambito Territorio Infrastrutture Mobilità: Arch. Diego Zurli Coordinatore dei lavori: Presidente di Sezione del Consiglio di Stato - Giuseppe Severini Introduzione ai lavori: Presidente di Sezione del Consiglio di Stato - Giuseppe Severini Coffee-break - Intervento del Capo Ufficio Legislativo del MIBACT (Ministero per i Beni e le attività culturali ed il turismo): Dott. Paolo Carpentieri - Pianificazione paesaggistica: contenuti e rapporti tra amministrazioni : Prof.ssa Patrizia Marzaro - Università degli Studi di Padova ESPERIENZE REGIONALI DIBATTITO Umbria: Prof. Antonio Bartolini - Università degli Studi di Perugia Veneto: Prof. Sandro Amorosino; Prof. Marino Breganze - Università degli Studi di Padova Puglia: Prof. Pierluigi Portaluri - Università degli Studi di Lecce Sardegna: Prof. Paolo Urbani - Università degli Studi G. d Annunzio di Chieti Pescara Piemonte e Toscana: Prof. Gianfranco Cartei - Università degli Studi di Firenze CONCLUSIONI - Assessore regionale Silvano Rometti Pausa pranzo TAVOLA ROTONDA: Strategie per il paesaggio regionale umbro: paesaggi comuni (*) Invitati: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; Ordine Professionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e conservatori della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine Professionale degli Ingegneri della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Geologi della Regione Umbria; ANCI; ANCE; INU Coordinatore della Tavola Rotonda: Prof. Alberto Clementi - Università degli Studi G. d Annunzio di Chieti Pescara (*) territori rurali, aree boscate, cave 4

6 4 ALLE RADICI DEL PAESAGGIO UMBRO: LE ABBAZIE BENEDETTINE settembre 2014 Il Seminario tratta il fenomeno del monachesimo benedettino in Umbria nel rapporto con il territorio circostante le abbazie, con particolare attenzione all influenza che ebbero gli insediamenti monastici operosi dei benedettini, nella formazione del paesaggio agrario della attuale Umbria, ma anche nella definizione degli attuali confini della regione. Nel corso dell iniziativa viene illustrato il censimento regionale delle abbazie curato dalla Regione Umbria e dal Centro Storico Benedettino. In tale contesto sarà presentata la pubblicazione dell attività di censimento. Amministrazioni pubbliche, Università, Scuole, stakeholders, ordini professionali, mondo dell associazionismo, cittadini. Mattino: Seminario a carattere informativo e divulgativo (programma in corso di definizione) Pomeriggio: Visita Guidata ad una abbazia benedettina Abbazia di Monte Corona (Umbertide) 5

7 5 NUOVI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE NEGOZIATA: contratti di fiume, contratti di paesaggio. ottobre 2014 La Regione Umbria intende avviare un nuovo modello di Governance del Territorio, in linea con le normative nazionali, le direttive comunitarie e i trattati internazionali, seguendo i principi della programmazione territoriale negoziata. I Contratti di fiume e i Contratti di paesaggio sono strumenti che prevedono un contesto partecipativo e di dialogo sui territori connotati dalla presenza delle acque di superficie, fiumi o laghi ed in generale da specifici paesaggi. La stessa Convenzione Europea del Paesaggio lega fortemente il concetto stesso di paesaggio alla percezione ed all identità delle popolazione che lo abitano, che devono altresì concertare con le autorità pubbliche politiche di gestione del paesaggio in una prospettiva di sviluppo sostenibile. Attualmente sono in fase di negoziazione il Contratto di paesaggio per i territori montani di Trevi, Foligno e Sellano, il Contratto di fiume del Clitunno - Marroggia - Topino, e il Contratto di paesaggio del Trasimeno. Amministrazioni pubbliche, Università, Scuole, stakeholders, ordini professionali, mondo dell associazionismo, cittadini, comunanze agrarie, imprese. Mattino : Pomeriggio: Seminario a carattere informativo e divulgativo (programma in corso di definizione) TAVOLA ROTONDA: Strategie per il paesaggio regionale umbro: paesaggi delle reti (grandi reti di naturalità, nuove infrastrutture viarie, infrastrutture per l energia) e paesaggi transregionali Invitati: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; Ordine Professionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e conservatori della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine Professionale degli Ingegneri della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Geologi della Regione Umbria; ANCI; ANCE; INU. Coordinatore della Tavola Rotonda: Prof. Alberto Clementi Immissione del Tevere nel Lago di Corbara 6

8 6 LA CARTA ARCHEOLOGICA DELL UMBRIA novembre 2014 Il seminario costituisce occasione preziosa per far conoscere la Carta Archeologica dell Umbria (CAU), che è stata oggetto di un Protocollo d intesa sottoscritto nel 2011 tra la Regione Umbria e il Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali, nonché per avviare un approfondimento e un confronto sui contenuti. La CAU, quale strumento trasparente ed efficace di conoscenze per il governo del territorio, è indispensabile per la tutela del patrimonio archeologico e per la redazione di strumenti di pianificazione e gestione territoriale. L archeologia come patrimonio identitario archetipo, attraverso la CAU, rappresenta il fondamento per una corretta pianificazione paesaggistica. Il seminario offre l occasione per sollecitare un dibattito circa le emergenze archeologiche dell Umbria, per incrementare il livello di consapevolezza dei cittadini e degli attori economici rispetto alla problematica della tutela soprattutto preventiva. Amministrazioni pubbliche, ordini professionali, imprese, mondo dell associazionismo, scuola e università. Archeoclub. Mattino : Pomeriggio: Seminario a carattere informativo e divulgativo (programma in corso di definizione) TAVOLA ROTONDA: Strategie per il paesaggio regionale umbro:paesaggi critici (emergenze identitarie, corridoi di sviluppo insediativo, spazi artigianali - industriali, paesaggi incipienti) e paesaggi in abbandono (insediamenti storici e paesaggi di prossimità) Invitati: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; Ordine Professionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e conservatori della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine Professionale degli Ingegneri della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine dei Geologi della Regione Umbria; ANCI; ANCE; INU Coordinatore della Tavola Rotonda: Prof. Alberto Clementi Carsulae 7

9 7 LA RETE REGIONALE DEGLI OSSERVATORI PER LA QUALITÀ DEL PAESAGGIO: CONDIVISIONE MANIFESTO PER LA SUA COSTITUZIONE dicembre 2014 Il Seminario si focalizza sul ruolo dell Osservatorio regionale per la qualità del paesaggio, istituito con Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 90 del 22 novembre 2011 ai sensi dell art. 22 della L.R. 13 del 2009 e come previsto dal D.Lgs. n. 42/2004 Codice dei beni culturali e del paesaggio. La necessità di creare una rete regionale degli osservatori è maturata dalla consapevolezza che per dare attuazione alla Convenzione Europea del paesaggio, è necessario strutturare la partecipazione dei cittadini e dare spazio ad organizzazioni volontarie che svolgano sul territorio funzioni di osservatorio locale sul paesaggio stesso. Amministrazioni pubbliche, Professionisti (architetti, ingegneri, geometri, geologi, agronomi), Imprese, Mondo dell associazionismo Scuole e Università. Mattino : Pomeriggio: Seminario a carattere informativo e divulgativo (programma in corso di definizione) TAVOLA ROTONDA: Condivisione del Manifesto per la costituzione della Rete regionale degli osservatori per la qualità del paesaggio 8

10 FORUM proposto da: REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia Ambito di Coordinamento Territorio, Infrastrutture e Mobilità Direzione Programmazione, Innovazione e Competitività dell Umbria Dirigente del Servizio: Coordinatore: Direttore: Ambra Ciarapica Diego Zurli Lucio Caporizzi Via Mario Angeloni, Perugia Tel / Per il Servizio Paesaggio, Territorio, Geografia hanno collaborato: Bartocci Marco, Bertoldi Domenico, Brunozzi Alberto, Camerieri Paolo, Frate Massimiliano, Galanti Lucia, Gallinella Daniela Gubbini Simona, Gubbiotti Gabriella, Manuali Gabriella, Massaccesi Claudia, Moricciani Stefano, Mosconi Mauro, Mostosi Giuliana Municchi Biagio, Niciarelli Orietta, Panella Roberta, Panichi Danilo, Pannuti Lucia, Petrelli Paola, Riscaio Gianluca, Scarabattoli Sabrina Sguilla Maria Claudia, Tasso Nicoletta, Togni Sandra, Tordelli Luca, Urbani Emanuela Organizzazione del Forum: REGIONE UMBRIA: - Servizio regionale Paesaggio Territorio Geografia: Ambra Ciarapica, Giuliana Mostosi - tel ) - Servizio regionale Organizzazione e gestione del personale - Sezione Formazione e Comunicazione interna: Veronica Vettori - tel ); Donatella Colangeli - tel ) SCUOLA UMBRA DI AMMINISTRAZIONE PUBBLICA: Sonia Ercolani - tel. 075/ ) Riccardo Trona - tel. 075/ ) Tavole rotonde organizzate con la cooperazione di: Ordine Professionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e conservatori della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine Professionale degli Ingegneri della Provincia di Perugia e di Terni; Ordine regionale dei Dottori Agronomi e Forestali; Ordine dei Geologi della Regione Umbria; ANCI; ANCE; INU. Note organizzative: Modalità d iscrizione: L iscrizione al corso dovrà essere effettuata in modalità on-line tramite il sito della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica andando nell area utenti della Home Page (navigazione di sinistra), cliccare su Iscriviti OnLine e seguire le istruzioni. Per i dipendenti regionali l iscrizione dovrà essere effettuata attraverso il Servizio regionale Organizzazione e gestione del personale - Sezione Formazione e Comunicazione interna all indirizzo mail: Attestazione della partecipazione: - ai sensi dell art. 15 L n. 183 del 12 novembre 2011, la partecipazione al corso può essere autocertificata sia dai dipendenti pubblici che dai privati; - i privati che fossero comunque interessati al rilascio dell attestato da parte della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, dovranno farne espressa richiesta alla segreteria organizzativa e versare il contributo per la marca da bollo, di importo pari a 16,00 euro; - ai fini della validità del corso il partecipante dovrà aver frequentato almeno il 75% del monte ore di ogni singolo corso; - la verifica delle autocertificazioni da parte degli Enti potrà essere effettuata ai sensi del DPR 445/00. Crediti formativi: I crediti formativi saranno riconosciuti in base ai regolamenti dei singoli ordini professionali Responsabile Scientifico: Ambra Ciarapica Coordinamento Didattico: Sonia Ercolani, 075/ , Referente del corso: Riccardo Trona, 075/ , Foto aeree: Paolo Ficola

11 forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA

forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014

forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014 forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014 ebbi una visione bella e toccante: oltre un antica muraglia il paesaggio umbro, verde e luminoso, rinchiuso entro una possente cerchia di alti monti ancora innevati.

Dettagli

Percorso di formazione per dipendenti della Regione Umbria e per il personale degli Enti Locali del territorio umbro

Percorso di formazione per dipendenti della Regione Umbria e per il personale degli Enti Locali del territorio umbro SALVAGUARDIA, PIANIFICAZIONE E CRITERI DI PROGETTAZIONE DEL PAESAGGIO Approcci, strumenti e procedure a supporto del nuovo Piano Paesaggistico Regionale Percorso di formazione per dipendenti della Regione

Dettagli

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA Direzione Programmazione, innovazione e competitività dell Umbria Ambito di coordinamento: Territorio, Infrastrutture e Mobilità Servizio Valorizzazione del territorio e tutela del paesaggio, promozione

Dettagli

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi.

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. Obiettivi generali Obiettivi specifici 5. Target: chi può partecipare 6. Progetto Pianifica T.U.:

Dettagli

forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014

forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014 forum regionale PAESAGGIO GEOGRAFIA 2014 ebbi una visione bella e toccante: oltre un antica muraglia il paesaggio umbro, verde e luminoso, rinchiuso entro una possente cerchia di alti monti ancora innevati.

Dettagli

ESPERIENZE NAZIONALI A CONFRONTO

ESPERIENZE NAZIONALI A CONFRONTO Workshop L attivazione degli Sportelli Unici per le Attività Produttive e l Edilizia ESPERIENZE NAZIONALI A CONFRONTO 13 Dicembre 2013 ore 9.00-14.00 Villa Umbra, Pila - Perugia Programma di interventi

Dettagli

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio CoMoDo. Comunicare Moltiplica Doveri (art direction, grafica, fotografia Marco Tortoioli Ricci) Provincia di Terni in collaborazione con i Comuni della provincia Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014 CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014 OGGETTO: ADEONE ALLA ASSOCIAZIONE BORGHI AUTENTICI D ITALIA. L anno duemilaquattordici il giorno tre del mese di

Dettagli

Bando. Corso Regionale di Formazione sul Paesaggio (14 marzo 2014 23 maggio 2014)

Bando. Corso Regionale di Formazione sul Paesaggio (14 marzo 2014 23 maggio 2014) Bando Corso Regionale di Formazione sul Paesaggio (14 marzo 2014 23 maggio 2014) L Osservatorio Regionale per il Paesaggio (Regione del Veneto, Università degli Studi di Padova, Università IUAV di Venezia,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi

REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO. Corso di Master e suoi Organi REGOLAMENTO DIDATTICO ORGANIZZATIVO CORSI di MASTER di I e II LIVELLO Corso di Master e suoi Organi 1. Per l anno accademico 2014-2015 è istituito il Corso di Master di II livello in: OPEN - ARCHITETTURA

Dettagli

COORDINAMENTO INTERPROFESSIONALE PARI OPPORTUNITÀ Provincia di Padova

COORDINAMENTO INTERPROFESSIONALE PARI OPPORTUNITÀ Provincia di Padova Incontro Commissione Provinciale di Padova Club Sommozzatori Padova Via Cornaro 1, 22/04/2015, ore 17.30 19.30 COORDINAMENTO INTERPROFESSIONALE PARI OPPORTUNITÀ Provincia di Padova CPO Interprofessionale

Dettagli

Il welfare provinciale e il ruolo della cooperazione sociale

Il welfare provinciale e il ruolo della cooperazione sociale Il welfare provinciale e il ruolo della cooperazione sociale In questa periodo sono un fase di sottoscrizione gli Accordi di Programma nei diversi ambiti territoriali nella Provincia di Cuneo. La ricerca

Dettagli

Il presente Piano di Sviluppo, pertanto, si compone di tre parti:

Il presente Piano di Sviluppo, pertanto, si compone di tre parti: PREMESSA L esigenza di disporre di uno strumento avanzato di conoscenza, finalizzato alla promozione dello sviluppo del territorio della Comunità Montana della Presila Catanzarese, ha fatto sì che venisse

Dettagli

L ARCHITETTURA E UN PRODOTTO SOCIALMENTE UTILE?

L ARCHITETTURA E UN PRODOTTO SOCIALMENTE UTILE? L ARCHITETTURA concept Cosa hanno da dire i docenti di progettazione ad un paese la cui forma fisica pare imprigionata nelle gabbie delle procedure burocratiche, nelle impasse delle decisioni politiche,

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITA 2011-2012 NELL AMBITO DEL PROTOCOLLO D INTESA FRA

PROGRAMMA DI ATTIVITA 2011-2012 NELL AMBITO DEL PROTOCOLLO D INTESA FRA PROGRAMMA DI ATTIVITA 2011-2012 NELL AMBITO DEL PROTOCOLLO D INTESA FRA L ENTE DI GESTIONE DEL PARCO FLUVIALE DEL PO TRATTO TORINESE, L ENTE DI GESTIONE DEL PARCO NATURALE DELLA COLLINA TORINESE a cui

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO CONFERENZA STAMPA IL FUTURO DI QUARTO, A CHE PUNTO SIAMO 6 FEBBRAIO 2015, ORE 12:00, SALA GIUNTA NUOVA RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO UN DIALOGO INTER-ISTITUZIONALE APERTO ALLA

Dettagli

PREVENZIONE SISMICA NEI CENTRI STORICI DELLA REGIONE CAMPANIA

PREVENZIONE SISMICA NEI CENTRI STORICI DELLA REGIONE CAMPANIA PATROCINIO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Ordine Degli Architetti, P.P.C. Della Provincia Di Caserta Ordine Degli Ingegneri Della Provincia Di Caserta Ordine Dei Geologi Della Regione Campania

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

AGENDA 21 LOCALE DELLE PROVINCE D ABRUZZO

AGENDA 21 LOCALE DELLE PROVINCE D ABRUZZO Regione Abruzzo AGENDA 21 LOCALE DELLE Rete Agende 21 Locali della Regione Abruzzo PIANO DI LAVORO della PROVINCIA DELL AQUILA PREMESSA L Agenda 21 è il documento messo a punto a livello mondiale durante

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA TRA Associazione Nazionale Comuni Italiani- Sicilia - ANCI Sicilia Centro Interdipartimentale Di Ricerca Sui Centri Storici dell Università degli studi di Palermo- CIRCES Associazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE MADEEXPO - MILANO 5-8 OTTOBRE 2011 PRESENTAZIONE EVENTO BORGHI&CENTRISTORICI OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BORGHI E CENTRI STORICI ITALIANI Intervento dell Ing. Francesco

Dettagli

Azione per il progetto strategico del sistema naturale dei SICANI ALLEGATO TECNICO

Azione per il progetto strategico del sistema naturale dei SICANI ALLEGATO TECNICO REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE Dipartimento Territorio e Ambiente SERVIZIO 6 Protezione Patrimonio Naturale Via Ugo La Malfa, 169 90146 Palermo Fondo Europeo di

Dettagli

PROGETTO UMBRIA CAMMINA

PROGETTO UMBRIA CAMMINA PROGETTO UMBRIA CAMMINA CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI USL PROMOTORI IN OGNI DISTRETTO DEI GRUPPI DI CAMMINO 20 Ottobre 2015 09.00 13.00 Villa Umbra Pila (PG) PROGETTO UMBRIA CAMMINA CORSO DI FORMAZIONE

Dettagli

Attività Formativa finanziata nell ambito dell APQ I giovani sono il presente

Attività Formativa finanziata nell ambito dell APQ I giovani sono il presente Attività Formativa finanziata nell ambito dell APQ I giovani sono il presente PREMESSA La Scuola Umbra di Amministrazione pubblica affianca il Servizio Famiglia Adolescenza e Giovani della Regione Umbria

Dettagli

ATTIVITÀ E Piano di informazione e comunicazione

ATTIVITÀ E Piano di informazione e comunicazione PROVINCIA DI POTENZA Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio Home PIANO D AZIONE ENEPOLIS Indice ATTIVITÀ E Piano di informazione e comunicazione L attività E comprende tre azioni specifiche;

Dettagli

Indice degli Elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale di Isola di Pantelleria. versione conforme al DDG ARTA n 603 del 26/06/2009

Indice degli Elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale di Isola di Pantelleria. versione conforme al DDG ARTA n 603 del 26/06/2009 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0351 Ambito territoriale di Isola di Pantelleria PIANO DI GESTIONE versione

Dettagli

Contratti di fiume strategie e prospettive. Massimo Bastiani Coordinatore Tavolo Nazionale Contratti di Fiume

Contratti di fiume strategie e prospettive. Massimo Bastiani Coordinatore Tavolo Nazionale Contratti di Fiume Contratti di fiume strategie e prospettive Massimo Bastiani Coordinatore Tavolo Nazionale Contratti di Fiume Contratti di Fiume come Patti per i beni collettivi Agricoltura e prodotti tipici Fruizione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. L anno 2008, il giorno 1 del mese di marzo presso il Comune di Trebisacce (CS) TRA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA. L anno 2008, il giorno 1 del mese di marzo presso il Comune di Trebisacce (CS) TRA PREMESSO CHE PROVINCIA PROVINCIA PROVINCIA PROVINCIA DI COSENZA DI LECCE DI MATERA DI TARANTO PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO DI CONSULTAZIONE PERMANENTE TRA LE PROVINCE DEL GOLFO DI TARANTO (COSENZA,

Dettagli

Malattie Rare: tra scienza, etica, società e sostenibilità

Malattie Rare: tra scienza, etica, società e sostenibilità Convegno Malattie Rare: tra scienza, etica, società e sostenibilità 17 Dicembre 2014 SANIT, Palazzo dei Congressi, Piazzale Kennedy 1, Roma Il Centro Nazionale Malattie Rare Istituto Superiore di Sanità

Dettagli

Como waterfront: between city and lake landscape

Como waterfront: between city and lake landscape WORKSHOP INTERNAZIONALE DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA E AMBIENTALE 16-27 SETTEMBRE 2013 Como waterfront: between city and lake landscape PROVINCIA DI COMO- Settore Cultura PROGETTO E REALIZZAZIONE A

Dettagli

Corso di formazione per formatori locali UNPLUGGED 24-25-26 MAGGIO 2016

Corso di formazione per formatori locali UNPLUGGED 24-25-26 MAGGIO 2016 Corso di formazione per formatori locali UNPLUGGED 24-25-26 MAGGIO 2016 Villa Umbra, loc. Pila (Pg) Attività formativa realizzata ai sensi della DGR 170 del 22/02/2016 INTRODUZIONE Unplugged è un programma

Dettagli

Boccadoro. Porto Ercole. Comune di Monte Argentario Variante al Piano Strutturale. Sindaco: Arturo Cerulli Assessore all Urbanistica: Enzo Turbanti

Boccadoro. Porto Ercole. Comune di Monte Argentario Variante al Piano Strutturale. Sindaco: Arturo Cerulli Assessore all Urbanistica: Enzo Turbanti Comune di Monte Argentario Variante al Piano Strutturale Sindaco: Arturo Cerulli Assessore all Urbanistica: Enzo Turbanti Progettista della Variante e Responsabile del procedimento Ing. Luca Vecchieschi

Dettagli

Energie Rinnovabili e tutela del paesaggio. Maria Raffaella Lamacchia Dirigente dell'ufficio Attuazione Pianificazione Paesaggistica Regione Puglia

Energie Rinnovabili e tutela del paesaggio. Maria Raffaella Lamacchia Dirigente dell'ufficio Attuazione Pianificazione Paesaggistica Regione Puglia Energie Rinnovabili e tutela del paesaggio Maria Raffaella Lamacchia Dirigente dell'ufficio Attuazione Pianificazione Paesaggistica Regione Puglia PROTOCOLLO DI KYOTO VS CONVENZIONE EUROPEA DEL PAESAGGIO

Dettagli

Vino e paesaggio: il caso del Vermentino

Vino e paesaggio: il caso del Vermentino Territorio vitivinicolo di qualità: il paesaggio, le cantine, i vini 22 Giugno 2012 Azienda agricola Cottanera, Castiglione di Sicilia (CT) Vino e paesaggio: il caso del Vermentino Biagio Guccione Il paesaggio

Dettagli

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Primo incontro dei partner di progetto 17-18 ottobre 2014 Borgo Pio, 10, Roma Illustrazione del progetto: motivazioni,

Dettagli

Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte

Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte PROTOCOLLO D INTESA TRA LA DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DEL PIEMONTE E LA REGIONE PIEMONTE PER IL COORDINAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI CATALOGAZIONE DEI BENI CULTURALI DEL TERRITORIO

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER MICOLOGI

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER MICOLOGI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER MICOLOGI IL MICOLOGO DURANTE LA SUA PREVALENTE ATTIVITA : LA CERNITA ISPETTIVA; APPROFONDIMENTO SISTEMATICO E PRATICO-ISPETTIVO DEI GENERI LACTARIUS E LACTIFLUUS DAL 12 AL 16

Dettagli

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa Dott.ssa Elisabetta Grigoletto Sezione Formazione Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Berlino 2014 1 Il progetto interregionale Creazione

Dettagli

ISTITUTO TECNICO E. Mattei DECIMOMANNU (CA)

ISTITUTO TECNICO E. Mattei DECIMOMANNU (CA) ISTITUTO TECNICO E. Mattei DECIMOMANNU (CA) INDIRIZZI, PROFILI, QUADRI ORARI E RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEL SETTORE ECONOMICO INDIRIZZI: - B1 Amministrazione, finanza e marketing (Ragioniere Perito Commerciale

Dettagli

Scuole di Libertà e Giustizia Poggibonsi (SI), ottobre 2012. Scuola di governo del territorio - Presentazione

Scuole di Libertà e Giustizia Poggibonsi (SI), ottobre 2012. Scuola di governo del territorio - Presentazione Scuole di Libertà e Giustizia Poggibonsi (SI), ottobre 2012 Scuola di governo del territorio - Presentazione Vogliamo parlare di Pianificazione, Partecipazione e Ambiente, come elementi atti ad individuare

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2016 Gestione del Piano dell Offerta Formativa da parte del Centro Studi Ridolfi

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2016 Gestione del Piano dell Offerta Formativa da parte del Centro Studi Ridolfi PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2016 Gestione del Piano dell Offerta Formativa da parte del Centro Studi Ridolfi Programma di Giugno NEWS SUMMER SCHOOL THE CULTURE OF THE CITY istituita dal Politecnico di

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014 Tavola rotonda 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca Roma 10 luglio 2014 Dr. Francesco Bongiovanni Cosa intendiamo con il termine governance? L insieme di azioni che consentono la realizzazione

Dettagli

* * * * * FORUM * * * * * >> SACI INGEGNERIA <<

* * * * * FORUM * * * * * >> SACI INGEGNERIA << * * * * * FORUM * * * * * >> INGEGNERIA

Dettagli

CIVIC.A.S. Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale. Contesti Internazionali in evoluzione e Cooperazione Allo Sviluppo. Seminario da 1 CFU

CIVIC.A.S. Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale. Contesti Internazionali in evoluzione e Cooperazione Allo Sviluppo. Seminario da 1 CFU Seminario da 1 CFU terza edizione Trento, 10 aprile - 29 maggio 2013 Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale Training Centre for International Cooperation CIVIC.A.S. Contesti Internazionali

Dettagli

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI LA RESPONSABILITÀ SOCIALE UN VOLANO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI Lucia Briamonte M. Assunta D Oronzio Villa

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA PER GUIDA TURISTICA

CORSO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA PER GUIDA TURISTICA Con l adesione di Associazione culturale e di formazione Via SS. Giacomo e Filippo n.7 73100 LECCE C.F. 93117550751 cell. +39 380.8946000 Web: www.formandopuglia.it formandopuglia@gmail.com ORGANIZZA IL

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e nome Qualifica Amministrazione Incarico attuale GALIAZZO DIEGO Dirigente Comune di Vicenza DIRIGENTE

Dettagli

relativo alla Seconda Soluzione Agosto 2013

relativo alla Seconda Soluzione Agosto 2013 COMUNE DI FOSDINOVO Località CANIPAROLA PIANO DI RECUPERO CASA ALBACHIARA VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A V.A.S. ai sensi dell art. 22, L.R.T. n 10/2010 RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE relativo alla Seconda

Dettagli

Sistemi gestionali e di programmazione per la valorizzazione dei beni culturali. Il caso Aquileia.

Sistemi gestionali e di programmazione per la valorizzazione dei beni culturali. Il caso Aquileia. Sistemi gestionali e di programmazione per la valorizzazione dei beni culturali. Il caso Aquileia. Lucca, 21 ottobre 2010 Le fasi della valorizzazione STRATEGICA PROGRAMMATICA GESTIONALE La fase strategica

Dettagli

Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza TRA

Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza TRA Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza MIUR PROTOCOLLO D INTESA TRA L UFFICIO DEL GARANTE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA DELLA REGIONE

Dettagli

Riccardo Maurri. Curriculum vitae

Riccardo Maurri. Curriculum vitae Riccardo Maurri Curriculum vitae Informazioni personali Nome e cognome Riccardo Maurri Data di nascita 12/11/1970 Qualifica Specialista in attività tecniche e progettuali Amministrazione Comune di Pontassieve

Dettagli

Collana Editoriale Progetto, Tecnologia e Ambiente. Direttore Salvatore Dierna

Collana Editoriale Progetto, Tecnologia e Ambiente. Direttore Salvatore Dierna Collana Editoriale Progetto, Tecnologia e Ambiente Direttore Salvatore Dierna Comitato Scientifico Roberto Bologna Michele Di Sivo Gherard Hausladen Francoise Hélène Jourda Mario Losasso Matheos Santamouris

Dettagli

Due incontri su economia, sviluppo e governo del territorio. Firenze, martedì 8 e mercoledì 23 maggio 2012

Due incontri su economia, sviluppo e governo del territorio. Firenze, martedì 8 e mercoledì 23 maggio 2012 Due incontri su economia, sviluppo e governo del territorio Firenze, martedì 8 e mercoledì 23 maggio 2012 La crisi che ha colpito l economia globale ha inciso in modo particolarmente pesante sull edilizia.

Dettagli

Gestione forestale e mantenimento di uno stato di conservazione soddisfacente nei siti Natura 2000

Gestione forestale e mantenimento di uno stato di conservazione soddisfacente nei siti Natura 2000 Accademia Italiana di Scienze Forestali - Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Valutazione ambientale dei progetti di interventi selvicolturali e dei piani di gestione forestale AMATRICE -

Dettagli

GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N.

GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N. GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N. 137/2012 1. ATTIVITA DI AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

Dettagli

Il messaggio di Archimede

Il messaggio di Archimede 2 nd International Meeting University Festival of Art, Science and Technology Siracusa 24 Settembre 3 Ottobre 2012 Il messaggio di Archimede BANDO DI CONCORSO In occasione della seconda edizione dell International

Dettagli

Componenti CLP RUP. Componenti CLP RUP. streaming

Componenti CLP RUP. Componenti CLP RUP. streaming Lezione frontale - 9,00-18,00 [sotto modulo A5] Scenari strategici. Fruizione dei beni paesaggistici e culturali. Introduzione al tema. Politiche di tutela e sviluppo dei Beni paesaggisti. Obiettivi generali

Dettagli

I CONTRATTI DI FIUME in Lombardia

I CONTRATTI DI FIUME in Lombardia Governance e partecipazione per il bacino del Po Colorno 26 ottobre 2007 I CONTRATTI DI FIUME in Lombardia Mario Clerici Regione Lombardia mario_clerici@regione.lombardia.it PERCHE UN CONTRATTO DI FIUME

Dettagli

Workshop Alta formazione e mondo del lavoro Nuove tecnologie per la smart governance dei beni culturali e ambientali del territorio

Workshop Alta formazione e mondo del lavoro Nuove tecnologie per la smart governance dei beni culturali e ambientali del territorio AA 2014-2015 Digital Earth e smart governance: strategie e strumenti GIS per la gestione dei beni territoriali e culturali Direttore Prof.ssa Carla Masetti Responsabile tecnico: Dott. Alessandro Cecili

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA Art. 1 - Istituzione del Sistema 1. Il Sistema Museale Naturalistico del Lazio RESINA è istituito ai sensi dell art. 22 della L.R. 42/97

Dettagli

Provincia di Pordenone

Provincia di Pordenone REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI Regolamento Forum delle Fattorie Sociali della Provincia di Pordenone Art. 1 1. Con la finalità di sviluppare

Dettagli

PROGETTO AMBIENTE OBIETTIVO

PROGETTO AMBIENTE OBIETTIVO OBIETTIVO Promuovere i principi dello Sviluppo sostenibile, attraverso diverse attività di formazione, informazione e studio, che saranno al servizio dei soci Fast e di enti pubblici e privati interessati.

Dettagli

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che:

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU26 28/06/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 11 giugno 2012, n. 18-3996 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa tra la Citta' di Torino, la Fondazione Torino Smart City,

Dettagli

Percorsi fra vino e grandi architetture Un progetto unico in Italia

Percorsi fra vino e grandi architetture Un progetto unico in Italia TOSCANA WINE ARCHITECTURE TOSCANA WINE ARCHITECTURE Percorsi fra vino e grandi architetture Un progetto unico in Italia Un circuito di 25 cantine d autore e di design, contemporanee per le loro lo spirito

Dettagli

STRUTTURA DI PROGETTAZIONE

STRUTTURA DI PROGETTAZIONE prof. Giancarlo Baronti dott. Daniele Parbuono STRUTTURA DI PROGETTAZIONE TAVOLO ALLARGATO PARTECIPATIVO: - Amministrazione Comunale di Castiglione del Lago - Regione Umbria - Provincia di Perugia - Università

Dettagli

A STIPULARSI TRA. il MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA (di seguito MIUR ), rappresentato dal Capo Dipartimento, Marco MANCINI,

A STIPULARSI TRA. il MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA (di seguito MIUR ), rappresentato dal Capo Dipartimento, Marco MANCINI, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ACCORDO ATTUATIVO dell Accordo di collaborazione per la valorizzazione e l integrazione

Dettagli

Le Opportunità e i Finanziamenti Previsti dai Programmi Diretti Europei e dal POR Sicilia 2014/2020

Le Opportunità e i Finanziamenti Previsti dai Programmi Diretti Europei e dal POR Sicilia 2014/2020 Patrocinio del Comitato delle Regioni Europee Patrocinio del Comitato Economico e Sociale Europeo Le Opportunità e i Finanziamenti Previsti dai Programmi Diretti Europei e dal POR Sicilia 2014/2020 31

Dettagli

Proposte di attività con le scuole

Proposte di attività con le scuole In collaborazione con i Comuni di Cismon del Grappa, Valstagna, San Nazario, Campolongo sul Brenta, Solagna, Pove del Grappa, Romano d Ezzelino, Bassano del Grappa OP!IL PAESAGGIO È UNA PARTE DI TE Proposte

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

LA COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE DELLA REGIONE SARDEGNA

LA COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE DELLA REGIONE SARDEGNA LA COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE DELLA REGIONE SARDEGNA NORMATIVA Legge Regionale 11 aprile 1996, n. 19 Norme in materia di cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e di collaborazione internazionale

Dettagli

Accordo di Programma Quadro I giovani sono il presente. Percorso di partecipazione e confronto dei giovani con le istituzioni

Accordo di Programma Quadro I giovani sono il presente. Percorso di partecipazione e confronto dei giovani con le istituzioni Accordo di Programma Quadro I giovani sono il presente LET'S GOV PROMUOVERE OPPORTUNITÀ & PRATICARE CITTADINANZA Percorso di partecipazione e confronto dei giovani con le istituzioni 26 Febbraio e 4 Aprile

Dettagli

Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a

Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a Durazzo/Revitalization Freedom square International Competition in

Dettagli

Corso di formazione in Finanziamenti europei - opportunità di sviluppo per professionisti e imprese. Progetto Formativo

Corso di formazione in Finanziamenti europei - opportunità di sviluppo per professionisti e imprese. Progetto Formativo Corso di formazione in Finanziamenti europei - opportunità di sviluppo per professionisti e imprese Progetto Formativo INDICE Contesto di riferimento... 2 Obiettivi... 2 Destinatari... 2 Figura professionale....3

Dettagli

BSC Brescia Smart City

BSC Brescia Smart City BSC Brescia Smart City Ruolo, programma, obiettivi 2014 > 2020 Smart City : di cosa parliamo Con il termine Smart City/Community (SC) si intende quel luogo e/o contesto territoriale ove l'utilizzo pianificato

Dettagli

cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene.

cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene. cooperazione e sviluppo locale via Borgosesia, 30 10145 Torino tel. 011.74.12.435 fax 011.77.10.964 cicsene@cicsene.org www.cicsene.org cooperazione e sviluppo locale progetto CASA tecniche urbane percorsi

Dettagli

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Disciplina di insegnamento: GEOGRAFIA COMPETENZE (dal profilo dello studente) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE

Dettagli

GIOVEDI 31 gennaio CONVEGNO rivolto ad amministratori comunali e dirigenti uffici tecnici comunali Sala dei marmi - Provincia di Pescara

GIOVEDI 31 gennaio CONVEGNO rivolto ad amministratori comunali e dirigenti uffici tecnici comunali Sala dei marmi - Provincia di Pescara Ciclo di conferenze Efficienza Energetica nella progettazione urbana ed edilizia in Abruzzo Giovedì 31 gennaio, venerdì 1 e sabato 2 febbraio 2008 Contenuti conferenze Si parla ormai molto di risparmio

Dettagli

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali;

Dettagli

STUDI E AZIONI DI SUPPORTO ALLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA

STUDI E AZIONI DI SUPPORTO ALLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA Convenzione tra Comune Spinea e Università IUAV STUDI E AZIONI DI SUPPORTO ALLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA PRIMO RAPPORTO Responsabilità scientifica : Professoressa Maria Rosa Vittadini PREMESSA Il Comune

Dettagli

pubblica amministrazione

pubblica amministrazione scenario L Ente locale oggi è diventato promotore dello sviluppo di una società territoriale sempre più dinamica, complessa ed esigente. Comuni, Provincie e Regioni rispondono alla collettività e al territorio

Dettagli

ARCHITETTI P.P.C. DI FERRARA

ARCHITETTI P.P.C. DI FERRARA DATI GENERALI Ente proponente ORDINE ARCHITETTI P.P.C. DI FERRARA In collaborazione con Centro Ricerche Urbane, Territoriali e Ambientali dell Università degli Studi di Ferrara, Consorzio Formedil Emilia

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DI INTERVENTI DI PROMOZIONE DEI DIRITTI UMANI E DELLA CULTURA DI PACE

PROGRAMMA TRIENNALE DI INTERVENTI DI PROMOZIONE DEI DIRITTI UMANI E DELLA CULTURA DI PACE CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO (SETTIMA LEGISLATURA) PROGRAMMA TRIENNALE DI INTERVENTI DI PROMOZIONE DEI DIRITTI UMANI E DELLA CULTURA DI PACE PERIODO 2004-2006 * Allegato alla deliberazione consiliare

Dettagli

Fondazione Sorel la Nat ura www.sorellanatura.org DELEGAZIONE REGIONE VENETO

Fondazione Sorel la Nat ura www.sorellanatura.org DELEGAZIONE REGIONE VENETO SEMINARIO ETICA E AMBIENTE: EMERGENZA PLANETARIA Terza edizione CORSO STANZIALE PER 100 DIPLOMATI CON 100/100 DELLA REGIONE VENETO ANNO SCOLASTICO 2008/2009 Enti organizzatori Fondazione Sorella Natura

Dettagli

LINEE GUIDA ALLA COSTRUZIONE DEL PROCESSO PARTECIPATO

LINEE GUIDA ALLA COSTRUZIONE DEL PROCESSO PARTECIPATO LINEE GUIDA ALLA COSTRUZIONE DEL PROCESSO PARTECIPATO IL PROCESSO PARTECIPATO - I SOGGETTI: Il tavolo Il tavolo è composto dal responsabile del tavolo di coordinamento e da referenti di Enti/Istituzioni

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. VISTO la legge regionale n.1 del 5 gennaio 2001 recante Norme per la valorizzazione e lo sviluppo del litorale del Lazio ;

LA GIUNTA REGIONALE. VISTO la legge regionale n.1 del 5 gennaio 2001 recante Norme per la valorizzazione e lo sviluppo del litorale del Lazio ; OGGETTO: PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTI PER LO SVILUPPO DEL LITORALE DEL LAZIO, DI CUI ALLA LEGGE REGIONALE N.1 DEL 5 GENNAIO 2001 - AZIONE I.1.4. RAFFORZAMENTO DEGLI STRUMENTI DI VALUTAZIONE E CONTROLLO

Dettagli

Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana -

Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana - Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana - SICUREZZA STRADALE Politiche ed esperienze europee a confronto Bari, 11 luglio 2008 www.progettomost.org SINTESI DEL PROGETTO MO.S.T. www.progettomost.org

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

II ENERGY WEEK PROGETTO EUROPEO SUSTAINABLE NOW 30 aprile - 8 maggio 2011

II ENERGY WEEK PROGETTO EUROPEO SUSTAINABLE NOW 30 aprile - 8 maggio 2011 : II ENERGY WEEK PROGETTO EUROPEO SUSTAINABLE NOW 30 aprile - 8 maggio 2011 Incontri da 3 4 h ciascuno, orario 9.00 13:00, presso la sede della Comunità Montana Associazione dei Comuni Trasimeno-Medio

Dettagli

Benedetta Castiglioni Dipartimento di Geografia, Università di Padova

Benedetta Castiglioni Dipartimento di Geografia, Università di Padova Benedetta Castiglioni Dipartimento di Geografia, Università di Padova EDUCAZIONE AL PAESAGGIO: DALLA CONOSCENZA LA CREATIVITA Bologna, 7 novembre 2011 Il Montello è una collina piena di gioia! In 3KCL

Dettagli

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/dietro,

Dettagli

PROGRAMMA SESSIONI APPROFONDIMENTO PER GLI AMMINISTRATORI E DIRIGENTI DEL LAZIO

PROGRAMMA SESSIONI APPROFONDIMENTO PER GLI AMMINISTRATORI E DIRIGENTI DEL LAZIO BENEFICIARIO CAPOFILA REGIONE LAZIO DIREZIONE POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIA, SICUREZZA E SPORT PROGRAMMA ANNUALE FEI 2013 AZIONE 9 PROG. N. 105682 - C.U.P. F83E13000070007 PROGRAMMA SESSIONI APPROFONDIMENTO

Dettagli

Finalità: La promozione in Italia, e in particolare nelle aree urbane, del processo di Agenda 21 Locale

Finalità: La promozione in Italia, e in particolare nelle aree urbane, del processo di Agenda 21 Locale Finalità: La promozione in Italia, e in particolare nelle aree urbane, del processo di Agenda 21 Locale Organizzazione Forma: Associazione nazionale volontaria senza scopo di lucro Organi dell Associazione:

Dettagli

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi Orientamento La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi A cura del Prof. Graziano Galassi (Componente della Commissione Orientamento) IDENTITA DEGLI ISTITUTI TECNICI Solida base culturale

Dettagli

INDICE. Che cosa vuol dire partecipazione. La relazione tra A21 e partecipazione dei cittadini. Lo strumento che garantisce la partecipazione in A21

INDICE. Che cosa vuol dire partecipazione. La relazione tra A21 e partecipazione dei cittadini. Lo strumento che garantisce la partecipazione in A21 INDICE CAPITOLI COSA SI RACCONTA PRESENTAZIONE DI ABCITTA PARTECIPAZIONE Che cosa vuol dire partecipazione AGENDA 21 La relazione tra A21 e partecipazione dei cittadini IL FORUM Lo strumento che garantisce

Dettagli

Oggetto: EVENTI FORMATIVI in programmazione PER LA SECONDA META DELL ANNO 2014

Oggetto: EVENTI FORMATIVI in programmazione PER LA SECONDA META DELL ANNO 2014 Perugia, 16.07.2014 Prot. 675 X/1 Oggetto: EVENTI FORMATIVI in programmazione PER LA SECONDA META DELL ANNO 2014 Gentile collega, si comunica con la presente gli eventi formativi ad oggi in programmazione

Dettagli