RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA LAVORI DI RISANAMENTO CONSERVATIVO COPERTURA EDIFICIO DELLA QUESTURA DI TORINO CORSO VINZAGLIO N 10, TORINO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA LAVORI DI RISANAMENTO CONSERVATIVO COPERTURA EDIFICIO DELLA QUESTURA DI TORINO CORSO VINZAGLIO N 10, TORINO"

Transcript

1

2 RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA LAVORI DI RISANAMENTO CONSERVATIVO COPERTURA EDIFICIO DELLA QUESTURA DI TORINO CORSO VINZAGLIO N 10, TORINO GENERALITA Il Palazzo sede degli Uffici della Questura occupa un intero isolato sito tra corso Vinzaglio, via Grattoni, via Gozzi e via Dorè e l ingresso principale si attesta su c.so Vinzaglio n. 10. E un palazzo dei primi anni trenta del novecento, di gusto eclettico, costruito su un terreno di proprietà del Comune; il progetto risale al 1932 e nel 1934 viene inaugurato l edificio. Su Corso Vinzaglio e via Severino Grattoni l edificio si sviluppa su quattro livelli, mentre su via Gaspare Gozzi e Tommaso Dorè l edificio si sviluppa su tre livelli. I lati fronteggianti le vie Gozzi e Grattoni sono stati oggetto di sopraelevazione nel dopoguerra, mentre il fronte su via Grattoni sarà nuovamente sopraelevato nel di 4

3 Il piano terreno è caratterizzato da una zoccolatura perimetrale in pietra e da una finitura a bugnato, mentre i piani soprastanti sono intonacati e hanno come elemento decorativo cornici alle finestre e un cornicione modanato a filo copertura. Le parti interessate dall intervento sono la manica posta su corso Vinzaglio e quella posta su via Dorè. Per quanto riguarda la prima sono previste opere di rifacimento del manto di copertura con la sostituzione completa della piccola orditura e il recupero delle tegole marsigliesi ancora in buono stato, mentre per la manica di via Dorè si prevede il rifacimento completo della copertura compresa la grossa orditura. La copertura su corso Vinzaglio si caratterizza con due padiglioni ai lati, uno confinante con via Gozzi e l altro con via Grattoni, mentre il corpo centrale ha due falde e il sottotetto è completamente libero e facilmente praticabile. La copertura su via Dorè è a due falde con pianta rettangolare e il sottotetto è completamente occoputo da impianti tecnologici. Il tratto interessato dal progetto in questione ha dimensioni planimetriche di circa 26x11,40 m; è un tipico tetto alla piemontese costituito da travi inclinate, dette falsi puntoni, poggianti sulla parete perimetrale e sul trave di colmo il quale, a sua volta, è appoggiato su pilastri in mattoni con interassi variabili. Gli elementi costituenti la grossa orditura hanno sezione rettangolare con dimensioni variabili. Il tetto nel suo complesso è costituito dai seguenti elementi: Manto in tegole Marsigliesi; Listelli della dimensione 6x8 cm, posti paralleli alla linea di gronda, con interasse 32/35 cm; Falsi puntoni dimensioni 20x25 cm, disposti parallelamente alle falde (linea di massima pendenza), con interasse variabile da 120/130 cm; Cantonale, posto sulla linea di displuvio, all angolo della copertura tra Via Gozzi e via Dorè, con le stesse funzioni e dimensioni dei falsi puntoni; Travi di colmo a sezione rettangolare con dimensioni variabili da un minimo di 25x26h ad un massimo di 28x33h; Passafuori ancorati sui falsi puntoni, di sostegno degli sporti; Controcatena, elemento di collegamento dei falsi puntoni, disposta sotto la trave di colmo, con il compito di irrigidimento orizzontale per impedire l incurvamento dei puntoni. Dato il precario stato di conservazione di alcune parti lignee della struttura e delle cospicue infiltrazioni di acqua piovana si è deciso di intervenire sulla copertura posta su 2 di 4

4 corso Vinzaglio e via Dorè. Mentre è già stato approvato il progetto di rifacimento copertura su via Gozzi, per le stesse motivazioni sopra esposte. CARATTERI EDILIZI DELL'INTERVENTO Sono previsti, in modo esemplificativo, i seguenti interventi: Cantiere - Allestimento e approntamento del cantiere: - predisposizione di tutte le opere provvisionali e di sicurezza, quali ponteggi, parapetti ecc.; - Pulizie finali e smantellamento cantiere; Il rifacimento delle coperturè dovrà essere eseguito per parti, per non esporre tutto il fabbricato al rischio di infiltrazioni di acqua piovana. Copertura corpo attestato su corso Vinzaglio: - Rimozione delle tegole marsigliesi, cernita e accatastamento di quelle recuperabili, con trasporto in discarica del materiale non riutilizzabile; - Rimozione dei lucernari, converse, canali di gronda, pluviali, faldaleria varia prestando attenzione agli sfiati, camini e emergenze presenti in copertura; - Rimozione della piccola orditura di appoggio tegole marsigliesi; - Trattamento della struttura lignea di copertura: puntoni, travi di colmo, catene e qualsiasi manufatto in legno da conservare con prodotto antiparassitario, fungicida e ignifugo, previa pulitura e sgrassatura degli elementi e successiva asportazione con spugna umida di eventuali residui di sale cristallizzato; - Posa della nuova listellatura; - Posa dei nuovi canali di gronda, pluviali, converse di protezione ecc. in rame; - Posa dei nuovi lucernari in ferro, per l illuminamento del sottotetto, nella falda verso il cortile; - Posa di materiale isolante/ignifugo intorno ai camini; - Posa del manto di copertura in tegole marsigliesi, parte recuperata e parte di nuova fornitura, con finitura antichizzata; - Posa di elementi fermaneve; - Posa di materiale isolante sulla soletta del piano sottotetto (lana di vetro idrorepellente trattata e imbustata in polietilene) con limite di trasmittanza termica non superiore a 0,30 w/m²k (nel rispetto dell all. 3 piano stralcio Regione Piemonte D.G.R del 4 agosto 2009); 3 di 4

5 - Posa di tavolato in legno di abete, maschiato e inchiodato su opportuna listellatura, realizzando passerelle di camminamento per rendere accessibile il sottotetto evitando il danneggiamento del materiale isolante; Copertura corpo attestato su via Tommaso Dorè: - Rimozione delle tegole marsigliesi, cernita e accatastamento di quelle recuperabili, con trasporto in discarica del materiale non riutilizzabile; - Rimozione dei lucernari, converse, canali di gronda, pluviali, faldaleria varia prestando attenzione agli sfiati, camini e emergenze presenti in copertura; - Rimozione della piccola e della grande orditura di tetti; - Demolizione dei pilastrini in mattoni pieni di appoggio dei falsi puntoni; - Spicconatura di intonaco sui muri perimetrali, per l appoggio/ancoraggio della nuova muratura; - Consolidamento dei cornicioni; - Realizzazione di cordoli perimetrali in c.a di appoggio della nuova orditura in legno di abete, completamento della muratura con mattoni pieni; - Posa della nuova orditura in legno di abete, secondo gli schemi di progetto; - Posa di tavolato maschiato; - Posa di barriera al vapore; - Posa di listellatura longitudinale; - Posa di materiale isolante con limite di trasmittanza termica non superiore a 0,30 w/m²k (nel rispetto dell all. 3 piano stralcio Regione Piemonte D.G.R del 4 agosto 2009); - Posa di guaina impermeabile; - Posa della listellatura di ancoraggio tegole marsigliesi; - Posa dei nuovi canali di gronda, pluviali, converse di protezione ecc. in rame; - Posa dei nuovi lucernari in ferro, per l illuminamento del sottotetto, nella falda verso il cortile; - Posa di materiale isolante/ignifugo intorno ai camini; - Posa del manto di copertura in tegole marsigliesi, parte recuperata e parte di nuova fornitura, con finitura antichizzata; - Posa di elementi fermaneve. 4 di 4

RECUPERO SOTTOTETTO NEWSLETTER 16

RECUPERO SOTTOTETTO NEWSLETTER 16 Nel mese di Giugno 2011 Teicos Costruzioni s.r.l., impresa specializzata nella realizzazione di nuove coperture e recupero sottotetti, ha iniziato le opere di recupero del sottotetto dell edificio sito

Dettagli

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO COMUNE DI NICHELINO SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PER IL PAESAGGIO DEL PIEMONTE SOPRINTENDENZA PER I BENI STORICO-ARTISTICI E DEMOANTROPOLOGICI DEL PIEMONTE CNA - POLITECNICO DI TORINO IL

Dettagli

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9 MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9 art. DESCRIZIONE N. MISURE u.m. QUANT. lungh. largh. altez. OFFERTA ECONOMICA 1. INSTALLAZIONE CANTIERE PONTEGGI 1 1 Impianto elettrico di cantiere,

Dettagli

SOMMARIO. 1. Premessa pag. 2. 2. Descrizione generale e localizzazione dell immobile pag. 2. 3. Problematiche da risolvere pag. 2

SOMMARIO. 1. Premessa pag. 2. 2. Descrizione generale e localizzazione dell immobile pag. 2. 3. Problematiche da risolvere pag. 2 SOMMARIO 1. Premessa pag. 2 2. Descrizione generale e localizzazione dell immobile pag. 2 3. Problematiche da risolvere pag. 2 4. Interventi in progetto pag. 3 5. Documentazione fotografica pag. 7 Pag.

Dettagli

CHIUSURE ORIZZONTALI DI

CHIUSURE ORIZZONTALI DI CHIUSURE ORIZZONTALI DI COPERTURA INCLINATE Chiusure orizzontali di copertura discontinue - Costituite da piani inclinati (falde) La geometria dipende della pianta dell edificio e della pendenza da conferire

Dettagli

ELABORATO ARCHITETTONICO TAVOLA SCALA:

ELABORATO ARCHITETTONICO TAVOLA SCALA: PROGETTO: RESTAURO CONSERVATIVO-CONSOLIDAMENTO ED ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO DELLA CHIESA DELLA MADONNA DEL SANTISSIMO ROSARIO IN GUARDIA PIEMONTESE (CS) ELABORATO ARCHITETTONICO TAVOLA 04 SCALA: 1:100

Dettagli

RESTAURO COPERTURE. DIMENSIONI INTERVENTO (superficie complessiva 343 mq)

RESTAURO COPERTURE. DIMENSIONI INTERVENTO (superficie complessiva 343 mq) RESTAURO COPERTURE DIMENSIONI INTERVENTO (superficie complessiva 343 mq) copertura corpo in elevato copertura abside sinistra copertura abside centrale copertura abside destra copertura muro recinto 210

Dettagli

Documentazione Fotografica FOTO ESTERNE FABBRICATO STORICO 2! FOTO PROVE ESEGUITE SUL FABBRICATO STORICO 5! FOTO INTERNE FABBRICATO STORICO 12!

Documentazione Fotografica FOTO ESTERNE FABBRICATO STORICO 2! FOTO PROVE ESEGUITE SUL FABBRICATO STORICO 5! FOTO INTERNE FABBRICATO STORICO 12! Documentazione Fotografica Indice FOTO ESTERNE FABBRICATO STORICO 2! FOTO PROVE ESEGUITE SUL FABBRICATO STORICO 5! FOTO INTERNE FABBRICATO STORICO 12! FOTO SAGGI FABBRICATO STORICO 17! FOTO LESIONI FABBRICATO

Dettagli

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione TETTO

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione TETTO TETTO DESCRIZIONE Negli edifici montani la copertura è l elemento costruttivo che più di altri segna e caratterizza il paesaggio. La struttura portante del tetto è in legno con schema a trave di colmo,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO CON PIANO DI RECUPERO RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA Ristrutturazione edilizia con cambio di destinazione d uso e recupero del sottotetto Fabbricato sito

Dettagli

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione.

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. Progetto di demolizione con ripristino tipologico in ampliamento di fabbricato abitativo

Dettagli

COMPUTO METRICO. Comune di Provincia di OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 20/01/2011 IL TECNICO. pag. 1

COMPUTO METRICO. Comune di Provincia di OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 20/01/2011 IL TECNICO. pag. 1 Comune di Provincia di pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Data, 20/01/2011 IL TECNICO PriMus by Guido Cianciulli - copyright ACCA software S.p.A. pag. 2 R I P O R T O LAVORI A MISURA 1 Formazione di impianto

Dettagli

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO. SS 319 Sellanese Km 15,710 - SELLANO (PG)

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO. SS 319 Sellanese Km 15,710 - SELLANO (PG) COMMITTENTE: OPERA: UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO LUOGO: SS 319 Sellanese Km 15,710 - SELLANO (PG) CONTENUTI DELLA RELAZIONE: RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno AREA 6 - PROGETTAZIONI

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno AREA 6 - PROGETTAZIONI AREA 6 - PROGETTAZIONI Studio di fattibilità per l intervento di risanamento conservativo della galleria del blocco est 2 livello del Cimitero Monumentale di Castagneto Carducci. Elaborato 01 Relazione

Dettagli

COMUNE DI PEVERAGNO PROGETTISTA: COMMITTENTE: Comune di PEVERAGNO

COMUNE DI PEVERAGNO PROGETTISTA: COMMITTENTE: Comune di PEVERAGNO COMMITTENTE: Comune di PEVERAGNO Piazza Pietro Toselli, 12016 PEVERAGNO (CN) tel. 0171.33.77.11 lavoripubblici.peveragno@ruparpiemonte.it PEC: peveragno@cert.ruparpiemonte.it P.IVA 00259030047 PROGETTISTA:

Dettagli

!"#$%!&""!"#$%&'(&'%)#&)*#"!!+#),#)!%--.-"/( Stratigrafie

!#$%!&!#$%&'(&'%)#&)*#!!+#),#)!%--.-/( Stratigrafie Stratigrafie Miglioramento con Parete a doppio tavolato 8 cm + 12 cm, intercapedine 6 cm, Palazzo Adriano Sicilia Intercapedine d aria Intercapedine Trasmittanza U=1,68W/m2K U=0,52W/m2K Sfasamento termico

Dettagli

Chiusure esterne: murature perimetrali verticali, coperture, chiusure inferiori

Chiusure esterne: murature perimetrali verticali, coperture, chiusure inferiori Chiusure esterne: murature perimetrali verticali, coperture, chiusure inferiori Chiusure perimetrali verticali In generale gli elementi di chiusura di un edificio hanno la funzione di separare le sue pareti

Dettagli

LAVORI DI BONIFICA DELL AMIANTO E DI ISOLAMENTO TERMICO DELLA COPERTURA

LAVORI DI BONIFICA DELL AMIANTO E DI ISOLAMENTO TERMICO DELLA COPERTURA SETTORE EDILIZIA ISTITUTO MAGISTRALE STATALE BELLINI Baluardo Lamarmora n. 10 Novara LAVORI DI BONIFICA DELL AMIANTO E DI ISOLAMENTO TERMICO DELLA COPERTURA RELAZIONE TECNICA ED ILLUSTRATIVA Novara, 08/05/2013

Dettagli

Strutture per coperture inclinate

Strutture per coperture inclinate Le strutture per coperture inclinate sono costituite da elementi o parti strutturali disposti secondo piani differenti da quello orizzontale (definiti falde), destinati a svolgere la funzione di copertura

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ONERI DELLA SICUREZZA

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ONERI DELLA SICUREZZA COMPUTO METRICO ESTIMATIVO ONERI DELLA SICUREZZA (importi espressi in Euro) N 1 Allestimento di Cantiere Allestimento di cantiere comprensivo di parapetti di sicurezza, servizio igienico di cantiere, box

Dettagli

INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE S. GIORGIO AL BORGO MEDIOEVALE DI TORINO

INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE S. GIORGIO AL BORGO MEDIOEVALE DI TORINO INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE S. GIORGIO AL BORGO MEDIOEVALE DI TORINO SPECIALISTICA OPERE INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE

Dettagli

INDICE GENERALITÀ... 2

INDICE GENERALITÀ... 2 INDICE GENERALITÀ... 2 DESCRIZIONE DEL FABBRICATO... 2 DATI GENERALI... 2 ACCESSI AL FABBRICATO... 2 STRUTTURE PORTANTI... 3 COPERTURA... 3 DESCRIZIONE INTERVENTO PROPOSTO... 3 IMPIANTO TERMICO.... 3 ISOLAMENTO

Dettagli

( computo metrico) N N.E.P. D E S C R I Z I O N E Quantita' Prezzo Unitario Importo RIPORTO Dismissioni - Rimozioni

( computo metrico) N N.E.P. D E S C R I Z I O N E Quantita' Prezzo Unitario Importo RIPORTO Dismissioni - Rimozioni Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO SISMICO DELLA SCUOLA PRIMARIA G. A. RANERI NELLA FRAZIONE BORGO Pag. 1 DEL COMUNE DI ITALA.- ( computo metrico) RIPORTO Dismissioni - Rimozioni 1 1 21.1.21 Scomposizione

Dettagli

APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ

APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ Il caso di Cogul...189 Step 1: rilievo critico...190 a - identificazione e collocazione con gli estratti cartografici...190 b - rilievo fotografico...190

Dettagli

Scolastica ed Istituzionale 20/05/2009 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Articolo INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE PREZZO. N. Codice MISURE UNITARIO

Scolastica ed Istituzionale 20/05/2009 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Articolo INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE PREZZO. N. Codice MISURE UNITARIO I.T.A.S "CANTONI" Treviglio - demolizioni, rimozioni, disfacimenti V.4.5.40 Disfacimento di strutture, compreso abbassamento delle macerie al piano di carico dell'automezzo, compreso il carico, il trasporto

Dettagli

1. S T R U T T U R A PREMESSA

1. S T R U T T U R A PREMESSA PREMESSA I fabbricati in oggetto saranno realizzati con caratteristiche costruttive edili e impiantistiche finalizzate all ottenimento della classificazione energetica in Classe B, ai sensi della vigente

Dettagli

PROGETTARE IL TETTO. Esperienze da un cantiere. Arch. Enrico Baschieri Anne Friederike Goy. Reggio Emilia, 16/11/2005

PROGETTARE IL TETTO. Esperienze da un cantiere. Arch. Enrico Baschieri Anne Friederike Goy. Reggio Emilia, 16/11/2005 PROGETTARE IL TETTO Esperienze da un cantiere Arch. Enrico Baschieri Anne Friederike Goy Reggio Emilia, 16/11/2005 Una casa a basso consumo energetico dal progetto al cantiere Il progetto in numeri lotto

Dettagli

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO COMUNE DI GALLIO VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO SCHEDA DI RILEVAMENTO E DI NORMATIVA N. 182 UNITA DI RILEVAMENTO / CENTRO STORICO del Capoluogo della frazione

Dettagli

TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA I

TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA I UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA - Facoltà di Architettura di Matera Classe LM/4, conforme alla DIRETTIVA EUROPEA 85/384 e al D.M. 22 ottobre 2004, n.270 a.a. 2011/2012 II ANNO Semestrale TECNOLOGIA

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì COPERTURE CIVILI AGGIORNAMENTO 28/01/2013

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì COPERTURE CIVILI AGGIORNAMENTO 28/01/2013 Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì COPERTURE CIVILI AGGIORNAMENTO 28/01/2013 La copertura, o più comunemente tetto (ultimamente dal verbo

Dettagli

valore storico/artistico riconosciuto [da 0 nullo a 3 massimo] stato di conservazione [pessimo-mediocresufficiente-ottimo]

valore storico/artistico riconosciuto [da 0 nullo a 3 massimo] stato di conservazione [pessimo-mediocresufficiente-ottimo] elemento zona descrizione stato attuale rilievo fotografico valore storico/artistico riconosciuto [da 0 nullo a 3 massimo] stato di conservazione [pessimo-mediocresufficiente-ottimo] intervento di riqualificazione

Dettagli

GLI APPUNTI DELL ESPERIENZA

GLI APPUNTI DELL ESPERIENZA GLI APPUNTI DELL ESPERIENZA TETTI IN LEGNO E CAPRIATE 14/07/2012 1 I tetti in legno sono costituiti da elementi così raggruppabili: GROSSA ORDITURA (che è quella deputata a sostenere l intera copertura

Dettagli

R I P O R T O. Parziale m² 1 540,61 maggiorazione del 5% per inclinazione della copertura * (par.ug.=1540,61*0,05) 77,03 77,03

R I P O R T O. Parziale m² 1 540,61 maggiorazione del 5% per inclinazione della copertura * (par.ug.=1540,61*0,05) 77,03 77,03 pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO Rimozioni (Cat 1) 1 Demolizione del manto di copertura, compresa la discesa o la salita a 01.A02.A80.020 terra dei materiali, lo sgombero dei detriti in cantiere, computando

Dettagli

ERRATA CORRIGE All Elenco Prezzi registrato a Milano il 18 giugno 2014 al n 2654 Serie 3 edizione 2014

ERRATA CORRIGE All Elenco Prezzi registrato a Milano il 18 giugno 2014 al n 2654 Serie 3 edizione 2014 ERRATA CORRIGE All Elenco Prezzi registrato a Milano il 18 giugno 2014 al n 2654 Serie 3 edizione 2014 Le pagine da 115 sino a 119 compresa e la pagina 196 si intendono sostituite da quelle di seguito

Dettagli

Cronoprogramma Interventi

Cronoprogramma Interventi Cronoprogramma Interventi 1 mese 2 mese 3 mese 4 mese 5 mese 6 mese 7 mese 8 mese 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 4 1 2 3 Via Germagnano 11 pratiche asl Via Valdellatorre 138 pratiche

Dettagli

Studio Tecnico Fauda Pichet Ing. Egidio pag. 1 DESIGNAZIONE DEI LAVORI

Studio Tecnico Fauda Pichet Ing. Egidio pag. 1 DESIGNAZIONE DEI LAVORI pag. 1 R I P O R T O OPERE A CORPO ED A MISURA (SpCat 1) OPERE PROVVISIONALI (Cat 1) 1 Preparazione area di cantiere S/06 1,00 SOMMANO a corpo 1,00 1 000,00 1 000,00 2 Saggi stratigrafici M/01 1,00 SOMMANO

Dettagli

MANUALE DI POSA. Il tetto a regola d arte. Part of the MONIER GROUP

MANUALE DI POSA. Il tetto a regola d arte. Part of the MONIER GROUP MANUALE DI POSA Il tetto a regola d arte Part of the MONIER GROUP 2 pagina 1. GENERALITÀ DEL TETTO 7 1.1 Funzioni del tetto 7 1.2 Requisiti della copertura 8 1.3 Tipologie del tetto 9 1.4 Parti del tetto

Dettagli

isolato I PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud

isolato I PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO isolato I vista Nord vista Est vista Sud vista Ovest PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO MATRICE SCHEDA I-01 localizzazione ISOLATO I via Cavour, via Roma, via

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

1 STATO DI FATTO... 2. 1.1 Caratteri tipologici e costruttivi delle coperture... 2. 1.2 Consistenza e stato di manutenzione... 3

1 STATO DI FATTO... 2. 1.1 Caratteri tipologici e costruttivi delle coperture... 2. 1.2 Consistenza e stato di manutenzione... 3 Pag. 1/10 Sommario 1 STATO DI FATTO... 2 1.1 Caratteri tipologici e costruttivi delle coperture... 2 1.2 Consistenza e stato di manutenzione... 3 2 INTERVENTI ARCHITETTONICI... 4 2.1 Allestimento Sala

Dettagli

Indicazioni per l elaborazione di un progetto architettonico. 1. Norme convenzionali per il disegno tecnico e i principali programmi di CAD;

Indicazioni per l elaborazione di un progetto architettonico. 1. Norme convenzionali per il disegno tecnico e i principali programmi di CAD; CORSO DI TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI Docente arch. Alessandra Bonfanti Indicazioni per l elaborazione di un progetto architettonico Predisporre un progetto architettonico nella sua completezza è operazione

Dettagli

COMPUTO METRICO ESECUTIVO

COMPUTO METRICO ESECUTIVO COMPUTO METRICO ESECUTIVO OPERE EDILI Demolizione e Movimentazione materie 1 Rimozione manto di copertura del tetto, comprendente coppi a canala, smontaggio di tutte le cantinelle, compreso disancoraggio

Dettagli

UN NUOVO MATERIALE IDEALE PER I TETTI CON BANDA ADESIVA INTEGRATA PER UNA POSA RAPIDA E A TENUTA D ARIA

UN NUOVO MATERIALE IDEALE PER I TETTI CON BANDA ADESIVA INTEGRATA PER UNA POSA RAPIDA E A TENUTA D ARIA PUBLIREDAZIONALE Copertura in Legno e Alluminio Un Edificio Sostenibile nel Villaggio degli Sposi a Bergamo UN NUOVO MATERIALE IDEALE PER I TETTI CON BANDA ADESIVA INTEGRATA PER UNA POSA RAPIDA E A TENUTA

Dettagli

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica.

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica. RELAZIONE TECNICA Nel corso dei diversi sopralluoghi tecnici effettuati si sono riscontrate innumerevoli problematiche legate allo stato di conservazione degli edifici nel loro complesso e in particolar

Dettagli

ISTRUZIONI PER POSA IN OPERA

ISTRUZIONI PER POSA IN OPERA ISTRUZIONI PER POSA IN OPERA Commessa: Cliente: Cantiere: Struttura: Copertura in legno su edificio in muratura. 1 verifica delle quote degli appoggi secondo quanto riportato negli elaborati grafici esecutivi

Dettagli

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO Z.I. VILLARODE- BASTARDO - GUALDO CATTANEO (PG)

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO Z.I. VILLARODE- BASTARDO - GUALDO CATTANEO (PG) COMMITTENTE: OPERA: LUOGO: UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO Z.I. VILLARODE- BASTARDO - GUALDO CATTANEO (PG) CONTENUTI DELLA RELAZIONE: RELAZIONE

Dettagli

EX CONVENTO DI SAN BERNARDINO

EX CONVENTO DI SAN BERNARDINO EX CONVENTO DI SAN BERNARDINO Restauro edifici danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 Relatore : Ing. Andrea Scarpa Vicenza 25 Ottobre 2013 Progettista architettonico Malte e intonaci in cocciopesto

Dettagli

CENTRO STORICO NOBILE

CENTRO STORICO NOBILE CENTRO STORICO NOBILE Identificativo 54 Centro Storico Nobile - Via Roma Identificativo catastale 1228 fg. n. 4 Piani fuori terra n. 1 Residenziale Edifico isolato con a padiglione, manto di in tegole

Dettagli

Elementi di giudizio. Cadute dall alto. Lavoratori esposti al rischio di caduta da una altezza superiore a circa tre. Estesa carenza di protezioni

Elementi di giudizio. Cadute dall alto. Lavoratori esposti al rischio di caduta da una altezza superiore a circa tre. Estesa carenza di protezioni SPISAL Asl 20 Asl 21 Asl 22 Direzione Provinciale del Lavoro Comitato Paritetico Territoriale Polizia Municipale Campagna Cantieri Sicuri 2007 Elementi di giudizio Cantieri sotto il Minimo Etico Cadute

Dettagli

Soluzioni Progettuali Scheda: SP15 Rev: 28/09/2009 16.17.00 Pagina 1/6

Soluzioni Progettuali Scheda: SP15 Rev: 28/09/2009 16.17.00 Pagina 1/6 Soluzioni Progettuali Scheda: SP15 Rev: 28/09/2009 16.17.00 Pagina 1/6 Descrizione Copertura: STATO DI FATTO COPERTURA A FALDE INCLINATE A GRONDA COSTANTE PIANTA RETTANGOLARE Nuova Esistente Praticabile

Dettagli

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO COMMITTENTE: OPERA: LUOGO: UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO VIA DELLA PIAGGIOLA, 176 GUBBIO (PG) CONTENUTI DELLA RELAZIONE: RELAZIONE TECNICA

Dettagli

[ immagini da un cantiere un isolamento termico a cappotto ]

[ immagini da un cantiere un isolamento termico a cappotto ] [ immagini da un cantiere un isolamento termico a cappotto ] Ente di Formazione Professionale Edile [ progetto ECOABITA ] Reggio Emilia, 28 novembre 2007 Arch. Enrico Baschieri Anne Friederike Goy Casa

Dettagli

Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro COPERTURE NON PRATICABILI

Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro COPERTURE NON PRATICABILI Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro COPERTURE NON PRATICABILI Come intervenire in sicurezza Infortuni mortali in Regione Lombardia per caduta dall alto (24% totale inf. mortali) Periodo

Dettagli

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I "DANTE ALIGHIERI"DI COLOGNA VENETA

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I DANTE ALIGHIERIDI COLOGNA VENETA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI Pag. 1 di 13 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 2 2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 7 2.1 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE 1... 7 2.2 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE

Dettagli

STUDIO D INGEGNERIA Dott.Ing. GIOVANNI BATTISTA SCOLARI 24035 Curno (Bg) - Via R.Ruffilli, 2 Tel. 035463983, Fax. 035460404, e-mail:

STUDIO D INGEGNERIA Dott.Ing. GIOVANNI BATTISTA SCOLARI 24035 Curno (Bg) - Via R.Ruffilli, 2 Tel. 035463983, Fax. 035460404, e-mail: RELAZIONE TECNICO SPECIALISTICA DELL EDIFICIO MUNICIPALE DI AZZANO SANPAOLO BG- Curno, Novembre 2013 Tecnico incaricato Dott. Ing. GIOVANNI BATTISTA SCOLARI Descrizione dello stato di fatto II fabbricato

Dettagli

P.R.G. COMUNE DI PEIO Censimento del patrimonio edilizio montano esistente e edifici storici sparsi Approvazione Finale nov. 2011

P.R.G. COMUNE DI PEIO Censimento del patrimonio edilizio montano esistente e edifici storici sparsi Approvazione Finale nov. 2011 A ELEMENTI ARCHITETTONICI E FUNZIONALI PIU RICORRENTI Nel patrimonio edilizio tradizionale e nei manufatti storici sparsi non riconducibili dal punto di vista tipologico e formale agli edifici tradizionali

Dettagli

EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE. Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento delle osservazioni

EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE. Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento delle osservazioni COMUNE DI MALGESSO PROVINCIA DI VARESE PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PIANO DELLE REGOLE art. 10 LR 12/2005 SCHEDE EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento

Dettagli

Inquadramento territoriale 2 NOTE STORICHE 3 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 6. Allegato 1 - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

Inquadramento territoriale 2 NOTE STORICHE 3 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 6. Allegato 1 - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA INDICE Inquadramento territoriale 2 NOTE STORICHE 3 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 6 Allegato 1 - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA Inquadramento territoriale NOTE STORICHE Il monastero benedettino

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Ristrutturazione edilizia maggiore del 25% della superficie disperdente dell edificio scolastico, scuole medie, sito in Via Donizetti 9, 24020, Torre Boldone (BG). PROGETTO:

Dettagli

ABITAZIONE COSTRUZIONI EDILI

ABITAZIONE COSTRUZIONI EDILI ABITAZIONE COSTRUZIONI EDILI 1 IERI E OGGI Cent anni fa: la strada con facciate piane Oggi: la strada con volumi articolati 2 Cos è una struttura Osserviamo quattro strutture Tipi di struttura (classificazione)

Dettagli

isolato D PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud

isolato D PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO isolato D vista Nord vista Est vista Sud vista Ovest PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO MATRICE SCHEDA D-01 localizzazione ISOLATO D UNITA EDILIZIA 1 fabbricato

Dettagli

MM 16/2010 RICHIESTA DI CREDITO DI FR. 450'000.

MM 16/2010 RICHIESTA DI CREDITO DI FR. 450'000. Confederazione Svizzera Balerna, 9 novembre 2010 Cantone Ticino Comune di Balerna Telefono (091) 695 11 60 Fax (091) 683 52 25 e-mail: cancelleria@balerna.ch MM 16/2010 RICHIESTA DI CREDITO DI FR. 450'000.

Dettagli

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing.

Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione. Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Il computo metrico estimativo: le norme di misurazione Seminario di approfondimento - II parte A cura di dott.ssa Ing. Sara Domini Venezia, 29 Aprile 2010 Norme di misurazione Definizione Sono delle convenzioni

Dettagli

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO

UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO COMMITTENTE: OPERA: LUOGO: UMBRIA TPL e MOBILITA spa INTERVENTI DI SOSTITUZIONE COPERTURA ESISTENTE IN CEMENTO E AMIANTO LOC. CANALE- CITTA DELLA PIEVE (PG) CONTENUTI DELLA RELAZIONE: RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Sistema di Copertura a Tetto

Sistema di Copertura a Tetto Sistema di Copertura a Tetto Coperture a tetto: in edilizia, complesso delle strutture portanti e degli altri elementi costruttivi che si richiedono per proteggere contro gli agenti atmosferici una costruzione

Dettagli

FAC SIMILE - FASCICOLO TECNICO DELL OPERA INTERVENTI DI MANUTENZIONE SULLE COPERTURE

FAC SIMILE - FASCICOLO TECNICO DELL OPERA INTERVENTI DI MANUTENZIONE SULLE COPERTURE FAC SIMILE - FASCICOLO TECNICO DELL OPERA INTERVENTI DI MANUTENZIONE SULLE COPERTURE Proprietario dell immobile Progettista del sistema di COGNOME NOME COGNOME NOME Indirizzo dell immobile Tipologia d

Dettagli

-PROGETTO ESECUTIVO-

-PROGETTO ESECUTIVO- STUDIO TECNICO Geom.Carlo Bizzarri Provincia di Terni Comune Di San Venanzo RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL POLO SCOLASTICO DI SAN VENANZO POR FESR 2007-2013 REGIONE UMBRIA ASSE III - ATTIVITA' A3 e B3

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA Nell ambito dell incarico ricevuto dall Amministrazione Comunale con Determinazione del Responsabile n.976 del 23/08/2005, è stato redatto il progetto esecutivo

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2. RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.816,88 MAT 270 MATERIALI DA COSTRUZIONE NOLEGGI E TRASPORTI 270.

Dettagli

Applicazioni degli isolanti di origine vegetale in pannelli su chiusure verticali: alcuni esempi

Applicazioni degli isolanti di origine vegetale in pannelli su chiusure verticali: alcuni esempi Applicazioni degli isolanti origine vegetale in pannelli su chiusure verticali: alcuni esempi Soluzione tecnica Prodotto Altre applicazioni del prodotto Isolamento in intercapene Struttura in legno rivestimento

Dettagli

Restauro della Villa de Bellat in Località Spagolle del C.C. Castelnuovo.

Restauro della Villa de Bellat in Località Spagolle del C.C. Castelnuovo. Restauro della Villa de Bellat in Località Spagolle del C.C. Castelnuovo. 1 Descrizione morfologica e tipologica Villa de Bellat è posizionata all interno di una vasta area agricola, situata in destra

Dettagli

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione AUDIT ENERGETICI DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI TRECATE Appendice 4 Appendice 4 Tecnologie di coibentazione SOMMARIO A. COIBENTAZIONE PARETI...3 B. COIBENTAZIONE COPERTURE...7 C. COIBENTAZIONE

Dettagli

1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato

1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato FRAME ECOLOGY DESCRIZIONE TECNICA 1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato Parete di cm 30,00 con struttura portante interna in legno massiccio in verticale e lamellare in orizzontale

Dettagli

SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO IPOTESI DI MASSIMA DELLA DISTRIBUZIONE INTERNA Dall analisi delle esigenze degli

Dettagli

CASE PASSIVE in legno e lana

CASE PASSIVE in legno e lana EUREKA e Casa e Salute Coop. in bioedilizia ecocompatibile CASE PASSIVE in legno e lana Alta qualità,, grande isolamento, alta convenienza, rapidità, possibilità di automontaggio Il materiale di partenza:

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO Regione Veneto COMUNE DI TRECENTA INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ED ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE VIGENTI IN MATERIA DI SICUREZZA, IGIENE, MIGLIORAMENTO SISMICO ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA

Dettagli

DESCRIZIONE U.M. QUANTITA' PREZZO TOTALE ALLESTIMENTO CANTIERE

DESCRIZIONE U.M. QUANTITA' PREZZO TOTALE ALLESTIMENTO CANTIERE DESCRIZIONE U.M. QUANTITA' PREZZO TOTALE ALLESTIMENTO CANTIERE Spese per approntamento del cantiere: Bagno chimico Baracca di cantiere Materiali e noli A CORPO 1,00 3.500,00 3.500,00 Impianto elettrico

Dettagli

Interventi urgenti di recupero della copertura in legno della Ex Chiesa di San Carpoforo Relazione Tecnica

Interventi urgenti di recupero della copertura in legno della Ex Chiesa di San Carpoforo Relazione Tecnica Interventi urgenti di recupero della copertura in legno della Ex Chiesa di San Carpoforo Relazione Tecnica Lo stato di fatto L ex-chiesa di San Carpoforo è situata a Milano in zona Brera (via M. Formentini

Dettagli

Sistema Evolution Modì: vasche di raccolta o dispersione delle acque piovane

Sistema Evolution Modì: vasche di raccolta o dispersione delle acque piovane Sistema Evolution Modì: vasche di raccolta o dispersione delle acque piovane Il Sistema Evolution Modì è la nuova soluzione per la realizzazione di vasche di raccolta o dispersione delle acque piovane,

Dettagli

PREZZO APPLICATO (ARROTONDATO) mese 1 430,00

PREZZO APPLICATO (ARROTONDATO) mese 1 430,00 An. Prezzo n 0 NOLO DI PIATTAFORMA VERTICALE ELETTRICA, ALTEZZA 9,90MT - PORTATA 230KG NOLO DI PIATTAFORMA VERTICALE ELETTRICA, ALTEZZA 9,90MT - PORTATA 230KG Nolo di piattaforma verticale elettrica, altezza

Dettagli

COMPUTO METRICO. Olbia OT. adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 OGGETTO: COMUNE DI OLBIA COMMITTENTE: Data, 11/05/2015

COMPUTO METRICO. Olbia OT. adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 OGGETTO: COMUNE DI OLBIA COMMITTENTE: Data, 11/05/2015 Olbia OT pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 COMMITTENTE: COMUNE DI OLBIA Data, 11/05/2015 IL TECNICO PriMus by Guido Cianciulli - copyright

Dettagli

DIAGRAMMA DI GANTT Cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto 2009, n.

DIAGRAMMA DI GANTT Cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto 2009, n. ALLEGATO A Comune di Trieste Provincia di TS DIAGRAMMA DI GANTT Cronoprogramma dei lavori (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) OGGETTO: Lavori

Dettagli

Antonio Laurìa. Modalità di posa

Antonio Laurìa. Modalità di posa Antonio Laurìa Tecnologia Modalità di posa L articolo descrive le principali istruzioni per la posa a secco di un manto di copertura in laterizio distinguendo tra quelle relative ad un manto in tegole

Dettagli

4 La posa in opera. 4.1 Elementi di supporto. 4.1.1 Posa su pannelli isolanti presagomati. 4.1.2 Posa su listelli in legno

4 La posa in opera. 4.1 Elementi di supporto. 4.1.1 Posa su pannelli isolanti presagomati. 4.1.2 Posa su listelli in legno 4 La posa in opera La funzionalità di una copertura dipende sicuramente dalla qualità degli elementi utilizzati, ma allo stesso modo è fondamentale il modo in cui questi vengono posati. I migliori prodotti

Dettagli

3.2.8 Parapetti 3.2.9 Gronde e pluviali 3.2.10 Misure contro la penetrazione dei volatili e di animali in genere

3.2.8 Parapetti 3.2.9 Gronde e pluviali 3.2.10 Misure contro la penetrazione dei volatili e di animali in genere 3.2.8 Parapetti Le finestre, i balconi e le terrazze devono avere parapetti di altezza non inferiore a cm. 100. In ogni caso i parapetti, fermo restando che devono garantire sufficiente resistenza agli

Dettagli

Comune di Dicomano Provincia di Firenze SERVIZIO LAVORI PUBBLICI, URBANISTICA ED AMBIENTE

Comune di Dicomano Provincia di Firenze SERVIZIO LAVORI PUBBLICI, URBANISTICA ED AMBIENTE SERVIZIO LAVORI PUBBLICI, URBANISTICA ED AMBIENTE Piazza Della Repubblica, n. 3 50062 Dicomano (FI) Tel. 055.83.85.41 Fax. 055.83.85.423 Prot.7572 Dicomano, lì 07/08/2015 Al SINDACO ALLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO Interventi urgenti finalizzati alla messa in sicurezza, alla prevenzione e alla riduzione del rischio connesso

Dettagli

ABACO ELEMENTI EDILIZI ED ARCHITETTONICI

ABACO ELEMENTI EDILIZI ED ARCHITETTONICI COMUNE DI BOCENAGO PIANO REGOLATORE GENERALE ABACO ELEMENTI EDILIZI ED ARCHITETTONICI ALLEGATO AI CRITERI DI TUTELA PAESAGGISTICO-AMBIENTALE INDICE: Premessa...2 Tetto...3 Tettoie esterne per ingresso...6

Dettagli

Comune di A C Q U A V I V A P I C E N A RELAZIONE

Comune di A C Q U A V I V A P I C E N A RELAZIONE Comune di A C Q U A V I V A P I C E N A Intervento edilizio di: i n t e r v e n t o d i a d e g u a m e n t o d e l c e n t r o d i i n f o r m a z i o n e t u r i s t i c a Ubicato in: piazza San Niccolo

Dettagli

RELAZIONE GENERALE 1 PREMESSA... 2 6 IPOTESI DI SPESA... 6

RELAZIONE GENERALE 1 PREMESSA... 2 6 IPOTESI DI SPESA... 6 INDICE 1 PREMESSA... 2 2 FINALITA DELL INTERVENTO... 2 3 ELENCO DOCUMENTI... 3 4 RELAZIONE ILLUSTRATIVA... 3 4.1 BONIFICA COPERTURA... 3 4.2 RIFACIMENTO COPERTURA... 4 4.3 IMPIANTO FOTOVOLTAICO... 4 5

Dettagli

Allegato 01. Computo metrico estimativo. Il ProgettistaGeom. Massimo Balconi APRILE 2014. pag. 1

Allegato 01. Computo metrico estimativo. Il ProgettistaGeom. Massimo Balconi APRILE 2014. pag. 1 allegato alla determinazione n. 4050 del 13 maggio 2014F.to Geom. Massimo Balconi OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI RIFACIMENTO DELLA COPERTURA DELL'EDIFICIO ADIBITO A SPOGLIATOIO AL SERVIZIO DEI

Dettagli

Tettostyr. Un tetto per tutte le stagioni. Vantaggi. Sistema Tettostyr autoportante. Sistema Tettostyr per piani di copertura esistenti

Tettostyr. Un tetto per tutte le stagioni. Vantaggi. Sistema Tettostyr autoportante. Sistema Tettostyr per piani di copertura esistenti Tettostyr Un tetto per tutte le stagioni I pannelli compositi Tettostyr, in legno e lastre isolanti termoacustiche, permettono di realizzare la copertura desiderata in modo semplice e veloce sia in ristrutturazione

Dettagli

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Decreti Legislativi 494/96 e 528/99 D.P.R. 222/2003 OGGETTO: COMMITTENTE: LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PER LA BONIFICA E LO SMALTIMENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DISCIPLINARE DESCRITTIVO Ai sensi dell art. 173 del D.P.R. 207/2010

RELAZIONE TECNICA E DISCIPLINARE DESCRITTIVO Ai sensi dell art. 173 del D.P.R. 207/2010 LAVORI PUBBLICI, AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE Lavori in economia, ai sensi dell art. 125 comma 6 lett b) del D.Lgs. 163/2006 s.m. ed i. INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA COPERTURA DEL LOTTO

Dettagli

AMPLIAMENTO EDIFICIO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

AMPLIAMENTO EDIFICIO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COMUNE DI GRAVEDONA ED UNITI AMPLIAMENTO EDIFICIO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ART. DESCRIZIONE U.M. PREZZO IMPORTO 1 DEMOLIZIONE MURI DI CONTENIMENTO piazzale (6,00+40,00)*1,50*0,40 27,60

Dettagli

LAVORO SULLE COPERTURE

LAVORO SULLE COPERTURE 1 LAVORO SULLE COPERTURE UNI EN 8088 2 Lavori inerenti le coperture dei fabbricati (definizioni) [UNI 8088] Tipi di coperture [UNI 8088] MANTO DI COPERTURA Per manto di copertura si intende l insieme degli

Dettagli

COMUNE DI BUTI PROVINCIA DI PISA OGGETTO : LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DI PARTE DELLA COPERTURA DEL PALAZZO COMUNALE

COMUNE DI BUTI PROVINCIA DI PISA OGGETTO : LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DI PARTE DELLA COPERTURA DEL PALAZZO COMUNALE COMUNE DI BUTI PROVINCIA DI PISA OGGETTO : LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DI PARTE DELLA COPERTURA DEL PALAZZO COMUNALE COMMITTENTE : AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BUTI PROGETTISTA : ING. ALESSANDRO VIRGILI

Dettagli

ABACO DEGLI ELEMENTI ARCHITETTONICI DI RIFERIMENTO

ABACO DEGLI ELEMENTI ARCHITETTONICI DI RIFERIMENTO COMUNE DI GALLIO PROVINCIA DI VICENZA 2003 Variante per i centri storici del Capoluogo e della frazione di Stoccareddo ABACO DEGLI ELEMENTI ARCHITETTONICI DI RIFERIMENTO 7. BALCONI E TERRAZZI I balconi

Dettagli

Biblioteca civica Elsa Morante

Biblioteca civica Elsa Morante Elena Sacco Paolo Danelli foto Luigi Filetici Biblioteca civica Elsa Morante Il progetto della Biblioteca civica del comune di Lonate Ceppino, firmato dal milanese Dap Studio, ha previsto il restauro dell

Dettagli

CINO località Torchi. N edificio : 1 COMUNE LOCALITA FOGLIO MAPPALE CINO TORCHI 5 1643

CINO località Torchi. N edificio : 1 COMUNE LOCALITA FOGLIO MAPPALE CINO TORCHI 5 1643 CINO località Torchi N edificio : 1 COMUNE LOCALITA FOGLIO MAPPALE CINO TORCHI 5 1643 ANALISI ESISTENTE STATO DI CONSERVAZIONE CONSISTENZA GRADO DI UTILIZZAZIONE GRADO DI INTERESSE AMBIENTALE E PAESAGGISTICO

Dettagli