Il nuovo Myanmar Guida per le Imprese italiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il nuovo Myanmar Guida per le Imprese italiane"

Transcript

1 Il nuovo Myanmar Guida per le Imprese italiane realizzato da ICE Bangkok nel giugno 2013

2 Il nuovo Myanmar Guida per le Imprese italiane INDICE pag. PREFAZIONE E SINTESI 3 Capitolo 1 - Il nuovo Myanmar 7 Capitolo 2 - Opportunità di investimento 8 Capitolo 3 - Informazioni pratiche 13 Capitolo 4 - Opportunità d' investimento 14 Capitolo 5 - Come costituire una Società 17 Capitolo 6 - Gli investimenti stranieri in Myanmar 19 Capitolo 7 - Incentivi agli investimenti 22 Capitolo 8 - Proprietà e territorio 23 Capitolo 9 - Zone Economiche Speciali e Zone Industriali 25 Capitolo 10 - Regime fiscale 28 Capitolo 11 - Diritto del lavoro 30 Capitolo 12 - Servizi bancari, finanziari ed assicurativi 32 2

3 PREFAZIONE E SINTESI DATI GENERALI SUL PAESE Capitale: Nay Pyi Taw Forma di Governo: Repubblica presidenziale Membro di: APEC, ASEAN, ONU, WTO, e ASEM Adesione ad ASEAN Unità Monetaria: Kyat Superficie: kmq Popolazione: Densità: 89 ab/kmq Lingua: Birmano Religione: Buddista (89%), cristiana (4%), musulmana (4%), animista (1%) QUADRO GENERALE DEL PAESE Il Myanmar è un Paese dalle enormi ricchezze naturali, petrolio, gas naturale, pietre preziose, minerali vari. La terra è fertile ed il mare pescoso, i quasi tremila km di coste incontaminate costituiscono un interessante presupposto per insediamenti turistici e infrastrutture portuali. Crocevia tra India e Cina, si trova in posizione strategica nel Sud Est Asiatico, una tra le regioni economicamente più dinamiche nel contesto internazionale. Ha una popolazione di oltre 60 milioni di abitanti, giovane e con un livello di educazione abbastanza elevato. Il Myanmar emerge oggi da 50 anni di isolamento ed è oggi al centro dell attenzione internazionale e meta privilegiata di investitori provenienti da Paesi vicini e lontani. Lo sviluppo del Paese, che nel 2012 ha prodotto un PIL pari a 89 miliardi di USD (PPP) è in ogni caso già iniziato. La crescita reale del PIL ha raggiunto nel 2011 il 5,5% e nel 2012 il 6%. Al momento l'agricoltura contribuisce al PIL per il 36% circa, l'industria manifatturiera per circa il 26% ed i servizi per quasi il 38%. L'ADB stima che il Paese potrebbe mantenere tassi di crescita del 7-8% per la prossima decade, portando in tal modo il livello del reddito pro-capite a circa dollari entro il 2030; mentre secondo le statistiche del FMI-World Economic Outlook di ottobre 2012 il tasso di crescita dovrebbe superare il 6% annuo nel periodo E nonostante a ottobre 2012 l'adb abbia rivisto al ribasso le stime di crescita dell'area asiatica nel suo complesso (6,1% nel 2012 rispetto al precedente 6,9% e 6,7% nel 2013 rispetto al precedente 7,3%), le stime riguardanti il Myanmar sono state al contrario ritoccate al rialzo. Le valutazioni delle IFI sono comunque concordi: mentre ad avviso del FMI il Myanmar ha il potenziale per diventare la prossima frontiera economica dell'asia, secondo l'adb esso potrebbe diventare una rising star dell'asia se riuscirà a fare adeguata leva sulle proprie risorse naturali e umane e fruire della posizione geostrategica a cerniera tra Asia meridionale e Asia del Sud-Est asiatico. Il paese guarda al futuro con fiducia ma ha assoluta necessità di sviluppare infrastrutture minime al momento estremamente carenti, a cominciare dalle telecomunicazioni, l'energia elettrica ed i trasporti. Del tutto inconsistenti il sistema bancario e finanziario. La strada che il Paese dovrà percorrere è quindi lunga e complessa, e lo sviluppo delle infrastrutture è proprio uno degli ambiti nei quali le opportunità di affari sono più immediate. La rimozione delle sanzioni UE dello scorso aprile ha determinato un quadro ulteriormente chiaro sulle potenzialità del Paese in termini di capacità di crescita e sviluppo per il contributo che le imprese europee potranno apportare. La circostanza consente alle Aziende italiane di muoversi in un contesto di maggiore tranquillità e consapevolezza. 3

4 COMMERCIO INTERNAZIONALE Il Paese si è aperto al commercio internazionale dal 1989, circostanza che ha dato un grande impulso all economia. I dati statistici disponibili sono piuttosto limitati, secondo le statistiche ufficiali l'interscambio totale del Myanmar nel 2012 ha superato di poco i 18 miliardi di USD, più o meno equamente divisi tra esportazioni ed importazioni. La crescita dell'interscambio negli ultimi 10 anni é stata costante in entrambi I flussi. Il Myanmar esporta prevalentemente gas naturale, prodotti della pesca e legno. Importa prevalentemente carburanti, macchinari, cemento, ferro ed acciaio. I principali partner commerciali del Myanmar sono Cina, Thailandia e Singapore. Nel 2012 la Thailandia ha assorbito oltre il 32% delle esportazioni birmane, Cina/Hong Kong il 17%, l'india poco più del 12%. Cina/Hong Kong sono i primi fornitori del Myanmar con quasi il 60% delle forniture totali, seguiti dalla Thailandia col 34,3% e Singapore con il 14,8% Un impulso alle esportaioni verso la UE verrà sicuramente dalla recente decisione dell 'Unione Europea, che il 12 giugno ha reinserito il Myanmar nel sistema generalizzato di preferenze, nella categoria più favorita "Everything but Arms". Il Myanmar era stato a suo tempo sospeso nel 1997, a seguito della pratica diffusa del lavoro forzato, che adesso è stata ritenuta superata. INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI (IDE) La prima legge sugli investimenti stranieri, emanata nel 1988 e riformata nel novembre 2012, ha introdotto il Myanmar nel mercato globale ed ha accreditato il Paese nalla comunità internazionale. In piú di un ventennio il flusso degli investimenti stranieri ha sfiorato i 40 miliardi di US$. Gli investimenti stranieri si concentrano nel settore dell energia, del gas, del petrolio e delle,materie prime, mentre evidente è il gap nei settori manifatturiero e dei servizi. Secondo gli ultimi dati emerge che il 40% del totale degli investimenti è nel settore energetico, con un 38% nel petrolio, l 8% nel gas naturale. La percentuale degli investimenti nel settore manifatturiero raggiunge appena il 5% mentre nel settore alberghiero e turistico si aggira intorno 3%. Soltanto l' 1% riguarda le industrie legate alla pesca, ai trasporti, all' agricoltura, alle costruzioni, alle comunicazioni, e ed altri servizi. Il sistema statistico registra in totale 31 Paesi investitori. Al primo posto la Cina (10 milardi di US$), che ha sinora rivestito un ruolo preponderante, seguita da Thailandia (7,5 milardi di US$) ed Hong Kong (4,5 milardi di US$). Secondo le ultime rilevazioni si riducono i flussi d investimento cinesi ed aumentano i flussi da USA, Europa ed Australia, Paesi investitori che giocheranno un ruolo sempre più importante dopo l eliminazione delle sanzioni economiche al Myanmar. La nuova legge sugli investimenti del novembre 2012 introduce novità importanti nel senso dell apertura agli investimenti stranieri, le riforme economiche che il Governo si appresta a varare costituiscono un un ulteriore presupposto utile a creare un quadro chiaro e trasparente che sicuramente incentiverà ulteriormente gli investitori stranieri. RAPPORTI ECONOMICI TRA ITALIA E MYANMAR Sostanzialmente assenti investimenti italiani in Myanmar ad eccezione di piccole realtà operanti nel settore del turismo e della ristorazione, circostanza in gran parte dovuta ai limiti connessi alle sanzioni UE. Con la sospensione e la successiva revoca delle sanzioni UE si apre quindi la strada per gli investimenti italiani ed il crescente interesse da parte di aziende italiane che si stanno attivando per esplorarne le opportunità costituisce un buon presupposto in tal senso. Per le stesse ragioni di cui sopra i dati dell'interscambio bilaterale con l'italia sono poco significativi in termini assoluti. La dinamica dei flussi commerciali del 2012 è tuttavia molto promettente: l interscambio totale nel 2012 è stato infatti pari a 35,5 milioni di Euro, con una crescita sul 2011 dell 81,4%. 4

5 Le esportazioni italiane hanno raggiunto nel 2012 il valore di 23,7 milioni di Euro (+69,3% rispetto al 2011), mentre le importazioni dal Myanmar gli 11,8 milioni di Euro (+111,8%), con un saldo a nostro favore pari a 11,9 milioni di Euro (+41,4%). SINTESI OPPORTUNITA D INVESTIMENTO La ricchezza di risorse naturali, la posizione strategica tra India e Cina e l'abbondanza di manodopera a basso costo sono fattori che rendono il Myanmar tra le mete attualmente più appetibili per gli investitori internazionali. È chiaro che esistono non soltanto vantaggi ma anche ostacoli, primi tra tutti la carenza delle infrastrutture e dell'energia, alcuni settori riusciranno comunque a svilupparsi sensibilmente anche nel breve periodo. Agricoltura - L' agricoltura è il settore più sviluppato ed importante del Myanmar, rappresenta il 36 % del prodotto e dà lavoro alla maggioranza della popolazione. La metà della superficie coltivata è dedicata alla coltura di prodotti in linea con il clima tropicale del Paese. L' acqua necessaria per irrigare è abbondante sebbene le infrastrutture connesse siano piuttosto carenti. Le industrie correlate al settore agricolo (juta, zucchero, cotone, seta, gomma, pesticidi) sono state finora sotto il controllo statale. Il governo invita invece adesso gli investitori stranieri ad investire al 100% o in forma di JV con aziende locali nelle seguenti aree: - Assemblaggio e produzione di piccole macchine agricole e investimenti in piccole fattorie - Produzione e supporto relativo alla vendita dei prodotti - Costruzione di industrie di trasformazione di prodotti agricoli. I settori agricoli più promettenti sono: gomma, olio di palma, prodotti orticoli come mango, banana, cocomero e ananas, lo zucchero, il cotone, la juta, la produzione di pesticidi, di oli commestibili, prodotti alimentari in genere, cibo per animali. Si tratta di produzioni da destinare sia al mercato interno che all' estero. Industria mineraria - Il Myanmar è ricco di risorse minerarie, a partire da oro, rame, piombo, zinco, argento nickel, tungsteno ma anche di pietre preziose quali rubini, zaffiri, giada. Il Myanmar offre quindi ottime opportunità agli investitori stranieri che vogliano trarre vantaggio dalle esplorazioni minerarie ed il Ministero delle Miniere è di regola sufficientemente flessibile nelle concessioni ad operatori stranieri, che sicuramente possono costituire un forte valore aggiunto sia in termini di capitale che innovazione tecnologica. Petrolio - Enormi i giacimenti di gas naturale (con riserve di 7,8 trilioni di piedi cubi) buoni quelli di petrolio (con riserve di 2,1 miliardi di barili). Industria - Tra le industrie manifatturiere quella che offre maggiori prospettive di sviluppo è quella del tessile/abbigliamento. Secondo le stime del Ministero del Commercio è seconda per esportazioni solo a quella del gas naturale, per un valore di 218 milioni di US$. Si tratta di un'industria già sufficientemente sviluppata, che necessita di upgrade tecnologico ma nella quale hanno investito da tempo giapponesi e coreani. L'incremento degli ordini dall'europa ed il sempre maggio interesse da Paesi del Centro-Sud America fa presagire una veloce crescita della produzione. Altra industria importante sarà nel breve termine quella del packaging, che seguirà lo sviluppo dell'industria alimentare e manifatturiera. Turismo - Il Myanmar, con le sue spiagge incontaminate a sud, le montagne innevate a nord, 2000 anni di tradizioni, siti di importanza culturale, si presenta come Paese turisticamente interessante e ricco di attrattive. Secondo stime del Ministero del turismo birmano, nel 2012 il numero dei turisti è cresciuto del 37,5 % rispetto all' anno precedente. Si tratta prevalentemente di giapponesi, sudcoreani, thailandesi, cinesi e europei. 5

6 Nonostante l' incremento dei turisti, l' offerta non ha registrato un incremento in disponibilità/posti in hotel, in livello qualitativo, in infrastrutture per gli spostamenti interni. Sopratutto a Yangon, i prezzi degli hotel sono aumentati a fronte di un servizio non di pari grado aumentato in qualità. Dati che evidenziano forti opportunità di investimento per le grosse catene alberghiere internazionali che possono approfittare anche di una forza lavoro a basso costo e che possiede per lo piú dimestichezza con l' inglese anche se deve ancora essere formata professionalmente. PRESENZA ISTITUZIONALE ITALIANA IN MYANMAR AMBASCIATA D ITALIA A YANGON 3, Inya Myaing Rd. - Golden Valley Yangon Tel: Fax: www. Ambasciatore: Paolo Andrea Bartorelli UFFICIO ICE BANGKOK (Competente per Thailandia e Myanmar) 14th Floor Bubajit Building 20 North Sathorn Rd SILOM - BANGRAK BANGKOK (THAILAND) Tel: Fax: Direttore: Vincenzo Calì 6

7 Capitolo 1 Il nuovo Myanmar Dopo 50 anni di isolamento il Myanmar emerge oggi come un Paese dalle grandi opportunità di sviluppo economico. Il Paese è situato strategicamente tra due grandi mercati, India e Cina, crocevia naturale per scambi commerciali tra Asia e Occidente. Ha un esteso sviluppo costiero e portuale, abbondanza di riserve di gas e petrolio, minerali vari, terreni fertili ed altre risorse naturali. Ha una posizione geografica strategica nel corridoio EST OVEST della Greater Mekong Subregion (GMS) e nel corridoio Indo Mekong, circostanza che evidenzia quanto sia importante il settore dei trasporti per il Myanmar, che rappresenta la via più breve tra est ed ovest e costituisce una via d accesso tra i vari Paesi limitrofi che non hanno accesso al mare. Il Paese è parte attiva di svariate organizzazioni internazionali tra cui WTO, ASEAN e il Greater Mekong Region. Il commercio gioca un ruolo importante per il Paese da quando il Myanmar ha aperto nel 1989 il proprio mercato al commercio internazionale. Il settore del commercio è stato da allora un importante fattore trainante dello sviluppo ed ha coinvolto in maniera attiva e diretta i Paesi confinanti (in particolare Cina, Thailandia, India, Laos, Bangladesh). Le vie di comunicazione che attraversano il Myanmar (Asian Highway, BIMSTEC Highway, Greater Mekong North-South Economic Corridor, Greater Mekong East- West Economic Corridor and Myanmar-India Highway) fanno comprendere quale ruolo il Myanmar possa giocare nel commercio dell area. Il Paese ha uno sviluppo stradale di circa Km ed una rete autostradale di Km. Il Myanmar ha favorito da molto tempo relazioni commerciali di scambio partecipando prima al GATT e poi al WTO. Ha inoltre siglato accordi commerciali con Corea del sud, Cina, Thailandia, Bangladesh, Pakistan, Vietnam, Laos, Filippine, Malesia e sette paesi dell' est europeo. I maggiori partner commerciali sono Cina, Singapore, Giappone, Thailandia, India, Malesia; l Unione Europea rappresenta il secondo partner più importante del Myanmar. In rapida evoluzione il ruolo del Myanmar nel panorama internazione, nel 2013 ospiterà i 27 Giochi del Sudest Asiatico e il World Economic Forum dell' Est asiatico mentre nel 2014 avrà la Presidenza dell' ASEAN, ed ospiterà l ASEA Summit

8 Capitolo 2 Opportunità di investimento La favorevole posizione geografica, crocevia di traffici commerciali (il Myanmar è il più vasto Paese dell Indocina continentale e si colloca tra due potenze economiche, Cina e India) ed oltre Km di costa, km dei quali adeguati allo sviluppo di porti ad alto pescaggio, sono tutti fattori che hanno attirato l attenzione degli investitori globali. Altro fattore di crescita importante è il turismo, che facilmente potrà svilupparsi in ragione delle ricchezze naturali, della diversità di clima e paesaggio, del melting pot di culture e tradizioni. Il Myanmar ha inoltre condizioni ideali per disponibilità di terre ed acque da destinare all' agricoltura, alla pesca ed alle industrie manifatturiere. La legge sugli investimenti stranieri, emanata nel novembre 1988 ed emendata nel novembre del 2012, ha aperto il Myanmar al mercato globale e lo ha accreditato nella comunità internazionale. In poco più di un ventennio dall entrata in vigore della legge sugli investimenti, il flusso di degli investimenti stranieri ha sfiorato i 40 milioni di US$. Valore di assoluto significato, anche se si evidenziano gap significativi nel settore manifatturiero ed in quello dei servizi. In base agli ultimi dati il 40% degli investimenti si concentra infatti nel settore energetico, con il 38% nel settore del petrolio e l 8% nel gas e nel settore estrattivo. La percentuale di investimenti nel settore manifatturiero (5%) è quindi piuttosto bassa, e quella relativa agli investimenti nel settore alberghiero e turistico si aggira intorno al 3%; meno dell' 1% degli investimenti riguardano l industria della pesca, i trasporti, l' agricoltura, le costruzioni, le comunicazioni e gli altri servizi. Dei 31 Paesi investitori censiti, troviamo al primo posto la Cina (10 milioni di US$), anche in virtù della vicinanza geografica. Seguono Thailandia e Corea. A seguito dell' eliminazione delle sanzioni economiche con il Myanmar in un futuro prossimo sia Europa che Usa ed Australia giocheranno un ruolo importante come investitori. La prima fase di riforme sta impegnando il nuovo governo birmano nelle emergenze, seguirà presto una fase di riforme economiche atte a spianare la strada agli investitori stranieri che creino una serie di opportunità ed avviino una svolta. La nuova legge sugli investimenti stranieri crea trasparenza, prevedibilità ed un ambiente favorevole a nuovi investimenti. Anche le leggi emanate ad inizio del 2011, quella sulle Zone Economiche Speciali e quella sulla Zona Economica Speciale di Dawei, attualmente in fase di revisione e miglioramento, sono due pilastri nel futuro sviluppo economico del Paese. 8

9 Capitolo 3 Informazioni pratiche La repubblica dell' Unione del Myanmar, comunemente chiamata anche Birmania, con un'area di Km 2 è il secondo Paese più vasto del sud est asiatico dopo l Indonesia, il più vasto nell Indocina Continentale ed il 40mo nel mondo. Situato tra 9 e 29 nord di latitudine e 92 e 102 est di longitudine, confina a nord ovest con l' India e il Bangladesh, a nord e nord est con la Cina, a sud est con Laos e Thailandia. Il Paese ha un litorale costiero di 2,832 Km sul golfo del Bengala e il mare delle Andamane. L' area a nord ed a nord est, confinante con la Cina, è montagnosa (Hkakabo Razi nel Kachin) con picchi di metri. Altre catene montuose sono presenti nella zona che parte dal nord per continuare a sud come proseguimento naturale dell' Himalaya. Il Myanmar ha inoltre 4 grandi fiumi, l'irrawady, il maggiore con una lunghezza di Km, lo Salween, il Chindwin e il Sittaung. L' agricoltura si pratica lungo le terre fertili vicine ai fiumi e ai delta dove abita una numero cospicuo di popolazione che la pratica. Clima - Situato lungo la linea tropicale del Cancro e l' equatore il Paese è interessato da un clima tropicale monsonico. Il monsone di sud ovest si caratterizza con cielo nuvoloso, piogge e caldo umido da giugno a settembre. Da dicembre ad aprile il monsone di nord est dà un cielo chiaro, temperature miti e rare piogge. Aprile è il mese più caldo sia a Yangon che in altre parti del Paese mentre dicembre è il più fresco. Luglio ed agosto si possono considerare i mesi più caldo-umidi mentre da dicembre a febbraio non avvengono più precipitazioni. La parte a nord del Myanmar è caratterizzata da un clima molto più fresco per quanto riguarda le temperature e addirittura sulle vette montuose le temperature arrivano a livelli intorno allo zero. Fuso - Il Myanmar ha un unico fuso, (GMT) e non ha ora legale. Rispetto all Italia l orario è quindi in avanti di 5,30 ore rispetto all ora solare italiana e di 4,30 ore rispetto all ora legale italiana. Popolazione - Il Myanmar ha una popolazione stimata tra i 47 milioni e gli oltre i 60, con una crescita di circa 1,3 % annua. Non sono stati effettuati altri censimenti rispetto a quelli del 1973 e del 1983 e la popolazione effettiva potrebbe essere molto superiore a quanto stimato. La densità è di circa 74 abitanti per Km 2. Il Myanmar è un Paese popolato da molte etnie. Il Governo riconosce 135 gruppi etnici. I Bamar, gli Shan ed i Karen (Kayin) costituiscono circa l' 84 % della popolazione. Religione - Circa l'89 % della popolazione è buddista (buddismo theravada), il resto della popolazione è cristiano, mussulmano, hindu, con minoranze animiste. Lingua - La lingua ufficiale è il birmano, parlato dal 65% della popolazione, l inglese è la seconda lingua anche se non è diffusamente conosciuta. Vari gruppi etnici parlano altre 100 lingue. Valuta - La moneta corrente è il Kyat (K), diviso in 100 pya. Kyat banconote sono diffuse in 1, 5, 10, 15, 20, 45, 50, 90, 100, 200, 500, 1000, 5000 e 10,000 Kyat. Nel Myanmar acquisti e transazioni vengono effettuate con danaro contante. Salvo rare eccezioni non vengono accettate carte di credito né travellers cheques. Si prevede che presto, dopo l' allentamento delle sanzioni USA e la revoca di quelle UE, le più diffuse carte di credito (VISA/MASTERCARD) saranno accettate. I primi ATM sono stati già installati nel 2012 ma sono ancora pochi, solo alcuni accettano carte internazionali. Le banconote straniere più accettate sono gli US$ ma devono essere nuove ed emesse dopo il 2006 e comunque assolutamente intonse (non piegate, non macchiate etc.). Sono accettate per acquisti e pagamenti e per il cambio in Kyat. È possibile cambiare valuta negli aeroporti, nelle agenzie di cambio o nelle banche che praticano tassi di cambio competitivi o anche migliori rispetto al mercato nero o ai negozi e gli alberghi. Con l incremento del numero dei visitatori vengono recentemente accettate anche altre valute straniere come euro e dollaro singaporeano ed in taluni casi anche il Baht thailandese. 9

10 Telecomunicazioni - Le telecomunicazioni in Myanmar sono poco sviluppate e sopratutto pochi soggetti hanno accesso alla rete telefonia fissa o cellulare (secondo dati della Asian Development Bank solo l' 1,26 % della popolazione ha accesso alla linea telefonica fissa). Nelle zone rurali addirittura può succedere che le linee telefoniche fisse siano assenti. Nelle grandi città si possono fare telefonate da punti telefonici offerti per strada per soddisfare le necessità di una grossa fetta di utenti sprovvisti di telefono a casa. L idea è che prima di impiantare una rete fissa che richiederebbe tempi lunghi, sia opportuno diffondere i cellulari. Il roaming internazionale è scarsamente disponibile nel Paese e sostanzialmente i visitatori internazionali non possono utilizzare il proprio telefono cellulare. Sebbene i cellulari siano diffusamente disponibili sul mercato ed il relativo prezzo sia inferiore rispetto al passato, il problema è il costo della SIM ( circa 230 US$ solo per la SIM, escluso il costo delle chiamate). Recentemente, in seguito alla liberalizzazione del mercato ed all incremento dell offerta, il costo delle SIM ha cominciato a ridursi. Generalmente il segnale GSM a Yangon e nelle città principali è buono. Il prefisso per i cellulari in Myanmar è 09. Internet - Il primo uso di internet risale al 2000 ed è stato fino al momento delle introduzioni delle riforme, regolato da norme, con penalità per i violatori, stabilite dal governo militare. L'accesso ad internet è disponibile prevalentemente nelle grandi città, dove esistono molti internet cafè. La velocità di collegamento, relativamente all' orario, particolarmente di sera, può essere molto lenta. Molti usano la connessione WiMAX Wireless Broadband della RedLink Communications che è una compagnia privata di Yangon. La connessione via 3G è sicuramente la migliore. Divisioni amministrative Dal 20 agosto 2010, il Myanmar è stato diviso in 7 stati e 7 regioni, prima chiamate divisioni. Queste sono a loro volta suddivise in distretti, città, collegi e villaggi. Le regioni sono situate più che altro nella parte interna del Paese, mentre gli stati verso le parti esterne del perimetro ad est ed ovest. Metropoli e città - La maggior parte della popolazione birmana vive nelle aree rurali e l'urbanizzazione non ha al momento raggiunto i livelli di altri Paesi asiatici. La città più grande, Yangon, non raggiunge i 5 milioni di abitanti. Mandalay ne conta e Na Pyi Taw Yangon Fondata nel II secolo e conosciuta come Rangoon dagli inglesi, è la città più grande del Paese con una popolazione che supera i 4 milioni di abitanti. Yangon è situata alla confluenza tra il fiume Yangon e il Bago, a 30 Km dal mare. Sebbene Yangon da tempo non sia più la capitale, rimane comunque un importante centro commerciale, industriale e turistico collegata a zone limitrofe di sviluppo che ne fanno quasi una metropoli. Yangon è rinomata per la ricchezza di edifici coloniali originali, senza eguali come numero in altre città dell' Asia, per i suoi bei viali ombrosi, per l'antica architettura inglese ancora riconoscibile in molti esempi. Molte di queste presenze architettoniche, sono state riconosciute patrimonio nazionale ed incluse in una lista di edifici che, secondo nuove norme, non è possibile demolire o modificare. La città non ha ancora grattacieli, se non qualche hotel o ufficio, ma ormai la loro costruzione in centro è già pianificata. A livello internazionale la città è rinomata per le sue magnifiche pagode d' oro, come la Shwedagon Pagoda, virtualmente visibile da ogni punto della città, la più sacra e antica pagoda buddista del Paese. Sule Pagoda è altrettanto rinomata ma ne esistono anche altre. Altri siti interessanti e famosi a Yangon sono il Bagyoke Market (Scott's Market), il lago Kandawgyi (Royal Lake), il lago Inya (Lake Victoria), l' Allied War Memorial, Il museo Nazionale, e il Parco Nazionale Hlawga. Yangon è inoltre importante come snodo di trasporti sia nazionali che internazionali. Il suo aeroporto internazionale, moderno, situato a 19 Km dal centro è collegato con le maggiori città come Nay Pyi Taw, Mandalay e siti turistici oltre a servire da scalo per voli internazionali. La stazione ferroviaria serve tutti i collegamenti con il Paese verso il mare, il nord, la Cina ed il sud (Tenasserim). Esiste anche un collegamento cittadino circolare che unisce le zone periferiche con quelle residenziali. La presenza delle macchine è relativa al loro costo di acquisto, che è il più caro del mondo. A causa dei costi d importazione. L' acquisto della macchina costituisce attualmente per i birmani un sogno. La guida non è facile in quanto quasi tutte le auto hanno il volante di guida a destra ed il senso di marcia è anch' esso a destra. Inoltre a Yangon la circolazione con motorini, biciclette e trishaws è vietata. Se ci si deve spostare 10

11 bisogna muoversi con i bus locali o in taxi, normalmente alimentati a gas naturale. Nonostante il costo dei veicoli il traffico è caotico ed intenso, sopratutto negli orari di punta. Yangon è il centro dell' industria e del commercio, impiega un largo numero di lavoratori, molti giovani e donne. La città è importante per i commerci di accessori e prodotti agricoli ed il suo porto (Thawila) è il primo per importanza per l' import/export. Anche il turismo è una voce rilevante di entrata sebbene il numero di visitatori, anche dopo l apertura del paese, non raggiunge i numeri significativi degli altri Paesi asiatici. Turismo e commercio devono peraltro scontare le debolezze dello sviluppo degli altri settori. Le infrastrutture ad esempio non sono ancora sufficientemente sviluppate, i trasporti non ancora estesi, il costo e la disponibilità di strutture alberghiere non sono adeguati, il sistema finanziario è lento, il basso numero di uffici disponibili. Nonostante la nuova apertura ci vorrà del tempo per lo sviluppo delle infrastrutture e la situazione a breve periodo è destinata a peggiorare e potrà avviarsi a migliorare soltanto nel lungo periodo. Mandalay Ex capitale della Birmania è la seconda città per numero di abitanti (1 milione), si trova a 716 Km da Yangon e geograficamente al centro del Paese. Mandalay è capitale regionale ed è posizionata sulla riva est del fiume Irrawaddy. Fondata nel 1859 durante il regno del re Min Don, la favolosa città di Mandalay è turisticamente famosa come centro culturale e di tradizioni. La città è sede di numerosi templi scintillanti ed un importante centro di produzione di manufatti e artigianato. Inoltre, data la sua posizione, Mandalay, costituisce uno snodo commerciale significativo per i traffici con la Cina e l India. È importante per la produzione di tessuti di seta, per la lavorazione di giade, per la lavorazione del legno, per l artigianato connesso e per le distillerie e produzione di birra. Molti visitatori raggiungono Mandalay in auto, la rete stradale è sviluppata, o in treno o anche con imbarcazioni provenienti da Yangon. Prossimamente la situazione è destinata a svilupparsi in virtù del fatto che anche l' aeroporto avrà numerosi scali internazionali che faciliteranno l' arrivo di turisti. Attualmente è possibile arrivare via aereo dalla Thailandia e dalla Cina. L' aeroporto, costruito nel 2000, è il più moderno del Myanmar ed è molto attivo per i voli interni. Dopo Yangon, Mandalay possiede il maggior numero di hotel e, secondo statistiche del Ministero del turismo nazionale del 2011 la ricettività si aggira in stanze in 75 strutture. Nay Pyi Taw Anche nota come Nay Pyi Daw o Naypyidaw, è la capitale amministrativa del Paese, ufficialmente creata il 6 novembre 2005 a 320 Km a nord di Yangon, geograficamente ha fatto parte della regione di Mandalay. La città è stata strutturata in cinque parti - Zeya Thiri - Pubba Thiri - Ottara Thiri - Zabu Thiri - Dakhina Thiri. Stabilita la sua divisione in cinque organizzazioni cittadine, è stata esclusa dalla regione di Mandalay. Sebbene attualmente sia ancora in fase di costruzione, Nay Pyi Taw, è la città che detiene il primato nel mondo di città con il più rapido sviluppo di edifici ed è quindi la terza città, come grandezza del Paese dopo Yangon e Mandalay. Nay Pyi Taw, nome tradotto "città reale", è stata creata funzionalmente come capitale del Myanmar per svariati motivi. Primo fra tutti la migliore posizione geografica per i traffici stradali che sono spostati da Yangon per decongestionare il traffico cittadino. Molte industrie e uffici amministrativi sono stati attualmente delocalizzati qui ma diverse ambasciate e comunità diplomatiche sono rimaste a Yangon. A Nay Pyi Taw è stata anche costruita nel 2009 una splendida Pagoda, la Uppatasanti, altrettanto simile in grandezza e forma alla Shwedagon di Yangon. La nuova capitale amministrativa si trova a circa 4 ore in auto da Yangon. Le due città sono collegate via aerea, da voli regolari giornalieri. Formalità d' ingresso I visitatori di tutte le nazionalità devono avere un passaporto valido per almeno 6 mesi dopo la data d' ingresso ed un visto. Neonati e bambini devono possedere un visto separato anche se viaggiano con il passaporto dei genitori. Qualsiasi tipo di visto non deve avere una data anteriore ai tre mesi dall utilizzo. Le procedure di rilascio dei visti dipendono dalle varie Ambasciate nei differenti Paesi. 11

12 Visto "on - arrival" - Concesso a chi possiede una lettera d' invito ufficiale da una organizzazione o una ditta. In ogni caso, gli ufficiali preposti ai visti all' arrivo, oltre alla documentazione connessa all' invito possono richiedere ulteriore documentazione sulle credenziali di chi ha sottoscritto l' invito stesso. La richiesta avviene sopratutto nei casi in cui l'entità non è ben conosciuta. In definitiva è prudente avere, unitamente all' invito, anche le informazioni relative all' organizzazione o ditta che riceve l invitato. Visto Turistico - È concesso per 28 giorni consecutivi non estendibili. Costo 30 US$. Visto d' affari - È concesso per 71 giorni consecutivi ed è estendibile. Costo 40 US $. Il visto multiplo per affari può essere concesso per 6 mesi ma è valido per un solo ingresso consecutivo dopo aver avuto il visto d' affari normale. Costo 350 US$. Visti per visite parentali - È concesso per 28 giorni consecutivi ed è estendibile. Costo 40 US$. Visto di transito - È concesso per 24 ore consecutive. Costo 18 US$ (Tariffe in vigore al novembre 2012 fornite dall' Ambasciata Birmana a Bangkok). Le agenzie di viaggio possono assistere per ottenere i visti che in genere necessitano di 3 giorni per disbrigo pratiche. Le procedure d'urgenza, 1 giorno, richiedono maggiori costi (75 US$). Per ottenere il visto: 1) Tutti i richiedenti devono avere un biglietto di uscita dal Paese. 2) Tutti i richiedenti devono dichiarare dove intendono soggiornare (hotel, etc.). 3) Per visite parentali o d affari il richiedente deve dichiarare in maniera dettagliata l' indirizzo dei parenti o della ditta visitata. 4) Per il visto servono 2 foto formato passaporto (4x6cm) scattate non prima dei 6 mesi precedenti la richiesta. 5) Tutti i richiedenti devono dichiarare di seguire le leggi e gli ordini delle autorità del Myanmar. 6) I bambini sotto i 7 anni sia che viaggino con il passaporto dei genitori, sia che ne abbiano uno loro, devono avere un visto apposito. 7) I visitatori indipendenti devono dimostrare di entrare in Myanmar con almeno 300 US$. Le famiglie devono dimostrare di averne 600 (valuta straniera corrispondente alla cifra, è egualmente accettata). 8) Tutti i richiedenti si devono attenere alle regole citate nella concessione del visto per tutta la loro permanenza in Myanmar. 9) I visitatori non possono andare nelle aree proibite a meno di non farne una richiesta specifica che sarà presa in considerazione. 10) Tutti i visitatori sono tenuti a informare gli uffici locali di immigrazione del loro indirizzo, specificandolo esattamente. 11) Il formulario per "on - arrival - VISA" è disponibile su tutti gli aerei che servono il Myanmar o online. Gli interessati possono averlo per ottenere un visto "on - arrival". Permessi di lavoro La preferenza viene data all impiego di cittadini birmani quando possibile. Le organizzazioni promosse con permesso dalla Myanmar Investment Commission (MIC) possono richiedere permessi di lavoro per personale straniero qualificato (di livello manageriale, esperto, tecnico, etc.) che possono venire autorizzati su base discrezionale. Come ottenere il permesso di lavoro - Ottenere un permesso di lavoro implica un processo lungo della durata anche di alcuni mesi. È più semplice contattare una agenzia locale e accreditata per evitare le frustrazioni e lungaggini nei vari Uffici governativi. 1. La richiesta di permesso di lavoro per uno straniero deve essere presentata al MIC dal datore di lavoro. 2. Il MIC rilascerà il relativo nulla osta (MIC Permit). 3. Ottenuto il nulla osta il datore di lavoro presenta richiesta di permesso di lavoro al Direttorato del Lavoro, (Ministero del Lavoro) e richiesta di permesso di soggiorno e del relativo visto al Dipartimento dell Immigrazione e della Registrazione Nazionale (Ministero dell'emigrazione). 12

13 Aprire un ufficio in Myanmar Da quando il Myanmar ha aperto le porte ad investimenti stranieri, la disponibilità di uffici è diventata estremamente limitata e dispendiosa. Nel momento in cui scriviamo, il prezzo di uno spazio da adibire ad ufficio di grado C a Yangon si aggira intorno ai 75US$ al mq per mese, esattamente il triplo di uno stesso spazio di grado A disponibile a Bangkok. I prezzi aumentano di settimana in settimana. La situazione non tende a migliorare a breve termine proprio per la poca disponibilità immediata di nuovi edifici e la crescente domanda. L apertura del Paese spinge molti a muoversi verso il Myanmar per investire ma la disponibilità di spazi è inadeguata alla richiesta. Il Governo ha fatto sapere che si impegnerà a fissare limiti massimi di prezzo in modo da impedirne una crescita sproporzionata. Il controllo riguarderà sia la proprietà privata che quella governativa. Al momento non è chiaro quanto tale controllo possa essere efficace. A prezzi esorbitanti si aggiunge peraltro lo scarso livello delle infrastrutture, la discontinuità nell erogazione di corrente elettrica e quindi la necessità costante di generatori d emergenza, non disponibili in tutti gli edifici. Il rischio di rimanere intrappolato in un ascensore, con conseguente interruzione di ogni attività, è altissimo. La maggior parte degli edifici in affitto si trova nel centro di Yangon, pochi a nord della città, vicino il lago Inya e l' aeroporto. Molte compagnie petrolifere hanno aperto i loro uffici vicino l' aeroporto anche perchè a Yangon virtualmente non esiste un vero centro per gli affari ad eccezione del MICT Park (Myanmar Information Communication Park) ubicato a Nord ovest del lago Inya. Molte agenzie locali consigliano di affittare una grande villa o casa e di adibirla ad ufficio. Il vantaggio consistrebbe nell affittare da un privato che si presta a locarla anche per un breve periodo e nel poter adibire il piano di superiore ad abitazione dei dipendenti o dei visitatori. Trovare casa A Yangon non solo è difficoltoso trovare un ufficio ma anche un' abitazione con standard internazionali. Gli appartamenti a Yangon si trovano in edifici di soli otto piani, i più moderni addirittura di sei, senza ascensore. La maggior parte degli appartamenti disponibili in affitto non raggiunge standard confortevoli. Non esistono ad esempio spazi dedicati ai bambini o altre facilities come piscine e palestre che normalmente lo straniero si aspetta di trovare, particolarmente in Asia. I condomini (definiti come edificio con un ascensore) sono presenti a Yangon anche se in numero esiguo ed a prezzi altissimi. La maggior parte dei condomini dispone di appartamenti di grosso taglio con tre o più stanze da letto, originariamente concepiti per famiglie locali allargate. I piccoli appartamenti invece sono pressoché inesistenti. Il problema delle interruzioni di energia elettrica è diffuso in tutto il Myanmar e spesso gli edifici non sono provvisti di gruppi elettrogeni autonomi. Attualmente esistono a Yangon soltanto sei edifici, per un totale di 740 stanze, con buoni standard e servizi per lunghi periodi. Dato il numero esiguo, spesso non sono liberi, sono cari e bisogna mettersi in lista d' attesa per ottenerli. L' alternativa è costituita, come anzidetto, dall' affitto di una villa o casa e il fenomeno si sta diffondendo fra gli investitori stranieri. Altra soluzione è quella di alloggiare in albergo anche per lunghi periodi ma la scelta è sicuramente molto dispendiosa. MICT Park, la silicon Valley del Myanmar Il " Myanmar Information and Comunication Technology Park" è stato inaugurato nel 2002 per sviluppare la presenza di industrie di ICT ed esportare software. Il Parco si propone di attirare investitori stranieri con spazi da affittare, corrente elettrica 24 ore su 24 (eccezionale in Myanmar), accesso ad internet, rete completa di telecomunicazioni, personale per la sicurezza 24 ore su 24, staff caffetteria, sistema antifumo di sicurezza. Il parco dispone anche un centro conferenze per 100 persone. Il MICT Park è ubicato a nord di Yangon, a 15 minuti dall'aeroporto e dal centro e dagli hotel. 13

14 Capitolo 4 Opportunità d' investimento Grazie all abbondanza di risorse naturali e la particolare collocazione geografica tra le due grandi potenze dell' Asia, India e Cina, il Myanmar si può considerare a buon diritto la futura star di quest area. Anche nel breve termine, in ragione dell incremento del costo di manodopera di Cina ed India, molte Aziende saranno interessate a diversificare i propri investimenti in Paesi dove i costi di manodopera sono bassi. Sicuramente questo fenomeno interesserà soprattutto investitori dei Paesi geograficamente vicini, che vedranno nel Myanmar un Paese molto attraente in tal senso. Quanto già avvenuto in Vietnam e Cambogia in materia di delocalizzazione produttive avverrà ragionevolmente a breve e nelle stesse modalità in Myanmar. A ciò si aggiunge il vantaggio delle enormi ricchezze naturali del Myanmar e della sua posizione geografica. Il Myanmar ha dimostrato peraltro la volontà di attuare riforme per migliorare il mercato, circostanza che unita alle altre rende il Paese sicuramente molto allettante come meta di investimenti internazionali. Agricoltura L' agricoltura è al momento il settore più sviluppato ed importante del Myanmar, contribuisce per il 36 % al prodotto interno (dati UNPD) e dà lavoro e sussistenza alla popolazione rurale. Il riso è la coltura maggiormente praticata con un peso percentuale del 97% in quantità sulla produzione totale di cereali. La superficie totale del Myanmar si estende per 676,577 Kmq, di cui la metà è coltivabile con colture adeguate al clima tropicale del Paese. Le risorse d acqua sono abbondanti anche se le infrastrutture per la distribuzione e l irrigazione sono piuttosto limitate. Il governo incentiva gli stranieri a formare joint venture o ad investire al 100% nelle seguenti aree: - Assemblaggio e produzione di piccole macchine agricole e investimenti in piccole fattorie - Produzione e vendita dei prodotti agricoli - Trasformazione di prodotti agricoli L' obiettivo del governo è di promuovere lo sviluppo delle industrie basate sulle produzioni agricole per incrementare la produzione di prodotti a maggior valore aggiunto. Attualmente le industrie collegate all agricoltura (juta, zucchero, cotone, seta, gomma, pesticidi, etc.) sono prevalentemente sotto il controllo del Governo, che adesso incoraggia gli investimenti privati sia in agricoltura che nell agroindustria. Colture più importanti - Colture perenni e stagionali quali gomma, olio di palma e anacardi, prodotti orticoli come mango, banana, cocomero e ananas. Zuccherifici - Il governo gestisce 8 zuccherifici con una capacità di trasformazione annuale di 90,000 tonnellate di cui 10,000 tonnellate esportate. A partire dal 1998 sono stati costruiti 8 nuovi zuccherifici in diverse aree in joint venture con investitori stranieri. Cotone - Il Governo auspica investimenti nella filatura del cotone, sia per trasformazione ed ammodernamento delle fabbriche del cotone che nella costruzione di nuovi impianti. Le industrie relative alla filatura del cotone, all' estrazione dell' olio dai semi, alla filatura e produzione della seta in tutto il suo processo offrono opportunità di investimento notevoli. Juta - l governo gestisce 13 tipi di industrie legate alla juta, sia dalla filatura alla produzione di tappeti e tessuti. Tutti i prodotti derivati dalla juta, tappeti, borse, filati, prodotti dell artigianato, etc., sono prodotti da esportazione e quindi esistono ancora buone opportunità di investimento nel settore. Altre industrie legate all agricoltura - Possibilità di buoni investimenti in nuovi impianti per la produzione di pesticidi, oli commestibili, prodotti alimentari in generale, cibo per animali, macchine agricole. Le relative produzioni possono essere in parte destinate al mercato interno ed in parte alle esportazioni. Industria manifatturiera - L industria manifatturiera del Myanmar offre chiare prospettive di sviluppo, in particolare per industrie ad intensità di lavoro ed orientate all esportazione quale quella tessile e dell abbigliamento. Il maggior vantaggio che offre il Myanmar in tale settore è la disponibilità di mano d' opera 14

15 a basso costo, ben educata e che parla inglese. Il maggior ostacolo è la debolezza delle infrastrutture di supporto, in particolare i trasporti (soprattutto in zone specifiche) la disponibilità di corrente elettrica, lo sviluppo insufficiente delle telecomunicazioni e della gestione dei rifiuti industriali. Industria dell abbigliamento - L industria dell abbigliamento gioca un ruolo molto importante nello sviluppo del Paese sia in termini commerciali che di crescita del mercato del lavoro, seconda per esportazioni solo a quella del gas naturale. Nonostante le sanzioni l' esportazione di prodotti dell abbigliamento negli anni scorsi è stata abbastanza consistente, superando la media di 200 milioni di US$ annui. La domanda esterna dovrebbe crescere rapidamente in relazione all' interesse crescente da parte dei mercati giapponesi, europei e dell' America Latina. Oltre alla crescente richiesta dai mercati europei e sudamericani si manifesta un altrettanto crescente interesse da parte dei mercati giapponesi, anche in concomitanza con la diminuzione delle importazioni dalla Cina. I giapponesi importano già dal Myanmar capi d' abbigliamento confezionati in Myanmar in fabbriche di proprietà nipponica. Le aziende giapponesi operanti in Cina hanno infatti investito da tempo in Myanmar, conoscono bene gli standard di qualità del loro Paese, ed hanno portato il loro know how nel Paese in modo da garantire alti livelli qualitativi a fronte di costi di produzione fortemente competitivi. Anche aziende sudcoreane sono presenti in Myanmar nella produzione di capi d' abbigliamento da esportare in Giappone. Il filo conduttore che lega i sudcoreani ai giapponesi per quanto riguarda il settore abbigliamento potrebbe negli anni a venire rafforzarsi facendone di questi due Paesi i maggiori investitori. Anche per favorire questo settore, i giapponesi si stanno interessando ad investire nelle infrastrutture e nei trasporti, sia di terra sia di mare, in Myanmar. Migliori infrastrutture faciliteranno l' export e le aziende saranno sempre più spinte ad affinare i livelli qualitativi che potranno soddisfare una domanda molto raffinata e redditizia da parte di Europa, Giappone, Corea, USA. Industria mineraria - Il Myanmar é ricco di risorse del sottosuolo: oro, rame, zinco, tungsteno, argento, nichel, carbone, grafite. Oltre che pietre preziose e semipreziose, come rubini, zaffiri e giade e minerali industriali quali barrite, calcare, dolomite, feldspato e gesso. Ottime in tutti questi settori le opportunità d investimento e di profitto ed il governo incoraggia nuovi investitori ad esplorare il sottosuolo e a svilupparne le risorse minerarie ancora pochissimo sfruttate. Attualmente nel settore minerario sono attive in Myanmar tre industrie minerarie statali nel settore dei metalli, un'industria statale per il gas ed il petrolio e svariate imprese private locali di piccole dimensioni. Il tipo di investimento può riguardare solo l' estrazione, solo la lavorazione delle materie estratte o entrambe. Il Ministero delle miniere rilascia le concessioni e valuta caso per caso le richieste delle aziende straniere. Le opportunità d investimento riguardano la partecipazione ad esplorazioni con utilizzo e sviluppo degli impianti già esistenti, l espansione della capacità estrattiva e produttiva con nuovi investimenti in tecnologie moderne ovvero in nuovi progetti estrattivi in depositi confermati o parzialmente confermati. Petrolio - Il Myanmar è ricco di riserve di gas naturale onshore ed offshore e discrete riserve di petrolio. Sono certificate riserve di gas naturale per 7,8 trilioni cubi. Il gas naturale viene utilizzato per la produzione del 21% dell energia elettrica prodotta in Myanmar, percentuale destinata ad aumentare a breve. Il gas viene esportato tramite pipeline prevalentemente in Thailandia e Cina. Per quanto riguarda il petrolio sono certificate riserve per 2.1 miliardi di barili. La maggior parte delle ricerche e dell estrazione di petrolio, viene effettuata in joint venture tra compagnie petrolifere straniere e la compagnia statale Myanmar Oil and Gas Enterprise (MOGE). Giacimenti marini di gas - Un giacimento di gas naturale A-1 si estende al largo della provincia Rakhine per per Km 2. Un contratto di produzione consociato per quest' area è stato siglato tra la Myanmar Oil, la Gas Enterprise (MOGE) e la sudcoreana Daewoo nell' agosto Daewoo ha scoperto il primo giacimento di gas naturale nell' area di Shwe nel In seguito altri ne sono stati individuati a Shwe Phyu nel 2005 e nel 2006 a Ngwe. 15

16 Un giacimento di gas A-3 è stato scoperto anche nel sottosuolo di Rakhine con un' estensione di Km 2. Il blocco A-3 è stato c oncesso alla Daewoo e Partner nel La stessa ha poi scoperto quantità di gas naturale nell' area Mya-1 nel gennaio Daewoo, come operatore del consorzio dell' area A-1 e A-3, possiede una quota percentuale di partecipazione del 51%, seguita da India's Oil and Natural Gas Corp che detiene il 17%, Myanmar Oil e Gas Enterprise detiene il 15 %, India's GAIL l 8.5% e la sudcoreana Gas Corp un altro 8.5%. Nel dicembre 2008 sono cominciati i lavori di costruzione della pipeline verso la Cina con una spesa di 2.5 miliardi di US$. I giacimenti A-1 e A-3 si prevede produrranno gas naturale per 10 trilioni cubi per almeno 30 anni. Yetagun gas project Il gas naturale a Yetagun è stato scoperto a seguito delle ricerche della compagnia petrolifera Texaco nel novembre del Il golfo interessato è situato nella ricca zona di giacimenti denominata Mottana. Lo sviluppo del progetto è partito nel 1997 con la Texaco che poi ha trasferito parte delle quote alla Premier Oil che poi ha venduto alla Petronas malese nel Il gas estratto è stato esportato dapprima in Thailandia nel 2000, circa 200 milioni di metri cubi al giorno. In seguito, agosto 2004, a nuovi quattro pozzi, i metri cubi sono raddoppiati. Con ulteriori pozzi i metri cubi hanno raggiunto il numero di 500. Yetagun è gestito da Petronas, Moge, PTTEP thailandese, Nippon e altre minori. M-9 blocco al largo Nel marzo 2011, la Aung Singkha ha estratto 154 barili di condensato e 258 milioni cubi di gas al giorno per uso domestico. Altri giacimenti di gas naturale e petrolio si trovano a Nyaungdon, Aphyauk, Shwe Pyi Thar, Myan Aung, Kanni- Peppi e vari. Turismo - Il Myanmar, con le sue spiagge incontaminate a sud, le montagne innevate a nord, 2000 anni di tradizioni, siti di importanza culturale, si presenta come Paese turisticamente interessante ed attraente. Sebbene sottostimato dall' utenza turistica che si orienta verso India e Cina, secondo il Ministero del turismo birmano, nel 2012 il numero dei turisti è cresciuto del 37,5 % rispetto all' anno precedente. I turisti in arrivo all' aeroporto di Yangon sono prevalentemente di nazionalità giapponese, sudcoreana, thailandese, cinese ed europea. Nonostante l' incremento del numero di turisti non si registra un incremento adeguato in disponibilità di posti in hotel di livello qualitativo ed in infrastrutture per gli spostamenti interni. Soprattutto a Yangon i prezzi degli hotel sono aumentati sensibilmente, né a fronte di ciò si registra un incremento della qualità dei servizi. Secondo il Ministero del turismo la ricettività alberghiera ammonta a circa turisti in tutto il Paese (nella sola Bangkok la copertura è di unità). La situazione evidenzia quindi forti opportunità d investimento per le grandi catene alberghiere internazionali che possono approfittare anche di una forza lavoro a basso costo e che possiede per lo più dimestichezza con l' inglese anche se deve ancora essere formata professionalmente. 16

17 Capitolo 5 Come costituire una Società Forme societarie Esistono sostanzialmente 4 forme societarie: Partnership Company limited Uffici di rappresentanza di compagnie straniere Associazioni no profit Partnership (Società semplice) - La materia è regolata dal Partenership Act del 1932, secondo il quale il numero dei soci è limitato a 20. La Partenership può essere registrata ma la registrazione non è obbligatoria. La società può essere sciolta per semplice volontà dei soci. Limited Companies - La Limited Company è la forma societaria più adottata dalle aziende straniere. Le Limited Company devono essere registrate. Ciò vale sia per le Società straniere registrate in Myanmar che per gli uffici di rappresentanza o per le stabili organizzazioni di Società formate all estero. Anche se una sola azione è posseduta da uno straniero la Società rientra sotto la diciplina relativa alle Società straniere e deve ottenere un permesso ed una registrazione specifica. Esistono due tipi di Limited Companies: privata e pubblica. Nelle Private Limited Company il trasferimento delle quote è soggetto a restrizioni, non possono essere effettuate offerte pubbliche d acquisto ed il numero dei soci non può superare i 50. Nelle Public Limited Company il numero degli azionisti deve essere minimo di 7. Per cominciare l attività, la società deve obbligatoriamente registrarsi ed ottenere un "Certificate of Commencement of Business". La legge non fissa un capitale sociale minimo per le Società birmane, che esiste invece per le Società straniere in tutti i settori e per tutte le Società, anche birmane, che operano nel settore bancario ed assicurativo. Per le Società straniere il capitale minimo viene determinato dalla Myanmar Investment Comission. Documentazione richiesta Dalla metà del 2011, è stato istituito uno sportello unico per la registrazione delle Società, che garantisce che l' iter burocratico venga completato in un solo giorno se tutta la documentazione presentata è in ordine. In base al Myanmar Companies Act le Società straniere e gli uffici di rappresentanza devono richiedere e ricevere un permesso e devono registrarsi. E richiesto un minimo di due soci e di due amministratori. I soci possono anche essere amministratori e non è richiesta una componente locale obbligatoria sia per quanto riguarda i soci che per gli amministratori. Le azioni devono essere emesse in valuta locale e devono essere di uguale valore. La richiesta di permesso per società deve essere corredata dai seguenti documenti. 1 Formulario A come da Myanmar Companies Regulation del Statuto della Società 3. Questionari debitamente compilati 4. Descrizione delle attività che si vogliono intraprendere 5. Elenco delle spese stimate per il primo anno 6. Credibilità finanziaria della società e dei soci 7. Determinazione del Cda se uno dei sottoscrittori è una società 8. Copie dei permessi ottenuti dalla Myanmar Investment Commission 9. Dichiarazione di soci ed amministratori sulla partecipazione ad altre società 10. Dichiarazione che non si conducano altri commerci 17

18 11. Copia del passaporto dei soci ed amministratori Oltre ai documenti sopra citati, per un ufficio di rappresentanza si devono produrre: 1. Al posto dello statuto, lo statuto della società madre con autentica notarile e vistato dall Ambasciata del Paese dal quale proviene la società. 2. Documenti contabili degli ultimi 2 anni con autentica notarile e vistati dall Ambasciata del Paese dal quale proviene la società. Se i documenti di cui sopra non sono in inglese devono essere tradotti ufficialmente ed autenticati. La richiesta di Registrazione deve essere completata con i seguenti documenti 1. Due copie dello Statuto della Società tradotti ed autenticati sia in birmano che in inglese 2. Richiesta di Registrazione 3. Dichiarazione sulla legalità ed ufficialità della documentazione 4. Dichiarazione sulla registrazione dell Ufficio 5. Traduzioni legali 6. Lista degli amministratori 7. Lista di soggetti autorizzati ad agire per conto della società (per gli uffici di rappresentanza in Myanmar) 8. Copie del Permesso ottenuto da parte della Myanmar Investment Comission 9. Copie dei passaporti dei dirigenti e azionisti 10. Dichiarazione che non si esercitano altre attività commerciali 18

19 Capitolo 6 Gli investimenti stranieri in Myanmar Gli investimenti stranieri in Myanmar sono regolati dalla legge del 2012 che sostituisce quella del novembre Il MIC (Myanmar Investment Commission) è un' emanazione del Ministero della Pianificazione Nazionale e dello Sviluppo Economico che ha il compito di valutare le proposte di investimenti, statuire termini e condizioni dei permessi d investimento e valutare le condizioni degli investitori stranieri. La legge ha come obiettivo l incentivazione dell ingresso di capitali stranieri per le seguenti finalità: - Mettere a disposizione risorse per i mercato interno e per le esportazioni - Creare opportunità di lavoro - Sviluppare la tecnologia - Incoraggiare la produttività e la competitività interna - Sviluppare le infrastrutture nazionali - Sviluppare gli investimenti in linea con gli standard internazionali La legislazione del 2012 relativa agli investimenti stranieri evidenzia una forte apertura e la volontà del governo di sviluppare e far crescere l' economia del Paese per raggiungere un benessere diffuso in ogni direzione. In questo senso la norma è stata strutturata per favorire investitori ed industrie straniere. Forme di investimento Le forme d' investimento prevedono sostanzialmente tre modalità: - Partnership e società di capitali con o senza socio locale. Ovvero Ufficio di rappresentanza in Myanmar di una Società straniera. - Contratti in compartecipazione con SEE (State-Owned Economic Enterprise) per esplorazioni, estrazioni e vendita di petrolio e gas naturale ed attività minerarie. - Joint venture con una ditta locale individuale, una Società, un'associazione cooperativa o con una impresa statale del Myanmar. Un investitore straniero che intende investire in Myanmar, deve ottenere il permesso dal Myanmar Commission Investiment e può ottenere incentivi previsti dalla legge per gli investitori stranieri. Agli investitori stranieri è quindi concesso di possedere il 100% del pacchetto azionario di una società. Per le joint venture formate secondo la Legge per gli investimenti, l' ammontare del capitale investito è concordato da ambedue le parti coinvolte. L investimento minimo è determinato dalla Commissione per gli Investimenti in base al tipo di progetto. Regole per gli investimenti Gli investitori potenziali o i promotori devono sottoporre le loro proposte al MIC nelle modalità prescritte. La proposta deve essere supportata da documentazioni sul profilo della società, sulla credibilità finanziaria della persona o della società, sul supporto bancario e sulla solidità dell' azienda; deve essere inoltre presentato un prospetto con calcoli dettagliati sulla fattibilità economica del progetto. Quest ultimo deve contenere i seguenti elementi: - il profitto annuale netto stimato, il fatturato annuale e la previsione dei costi - il calcolo della produzione/servizi annuale, il flusso di cassa - stima annuale degli incassi - periodo di copertura previsto - stima sulle creazioni di posti di lavoro - stima del contributo all incremento del reddito nazionale 19

20 - condizioni del mercato locale e straniero Se la proposta prevede l'utilizzo di terreni in affitto su un territorio, la documentazione deve includere anche la relativa bozza di contratto. Se il progetto d' investimento prevede una joint venture in forma di Società di capitali, la documentazione deve contenerne lo Statuto. Se il progetto di investimento possiede tutti i requisiti il MIC può predisporre una concessione (MIC Permit), con le clausole e le condizioni relative. Successivamente la Società deve essere registrata al Ministero della Pianificazione Nazionale e allo Sviluppo Economico. Inoltre, le Società che intendono esportare, devono registrarsi come esportatrici presso il Ministero del Commercio. La durata delle registrazioni/approvazioni, se tutto è in regola, si aggira intorno alle 2 settimane. Legislazione rilevante Il MIC mette a disposizione tutto il materiale relativo alle normative che possono essere in qualche modo rilevanti nei progetti di investimento in relazione ai rapporti tra imprese straniere ed imprese di Stato o imprese private birmane. Segnaliamo di seguito le più importanti fonti legislative che sono: Myanmar Companies Act del 1940, che regolamenta le imprese private e pubbliche Myanmar Companies Rules del 1940, che regolamenta la liquidazione di compagnie private e pubbliche Special Company Act del 1950, che disciplina l incorporazione di imprese in cui lo Stato partecipa con quote Altri importanti fonti sono: The Myanmar Partnership Act del 1932 regolamenta le società in partnership e la loro registrazione (opzionale). Transfer of Immovable Property Restriction Law del 1987 regolamenta l'uso di territori inalienabili The Co-operative Society Law del 1992 controlla che le società co-operative siano in linea con il mercato The State-Owned Economic Enterprises Law del 1989 identifica le aree di attività economiche che sono riservate allo Stato. Law Relating to Fishing Rights of Foreign Vessel del 1989 regolamenta la pesca e le riserve marine Law Relating to Aquaculture del 1989 incoraggia investitori stranieri nel settore dell'acquacoltura e promuove partecipazione ed esportazioni Commercial Tax Law del 1990 si occupa delle tasse sui su beni e servizi e le regolamenta per ottimizzare il gettito The Central Bank of Myanmar Law del 1990 regolamenta la politica monetaria e si occupa dei servizi bancari The Financial Institutions of Myanmar Law del 1990 sull intermediazione dei mercati finanziari Myanmar Marine Fisheries Law del 1990 incoraggia la partecipazione di investitori stranieri e promuove le esportazione nel settore della pesca Fresh Water Fisheries Law del 1991 incoraggia gli investitori stranieri e promuove l' esportazione nel settore della pesca 20

21 The Private Industrial Enterprise Law del 1990 consolida e promuove grandi, medie e piccole imprese The Tariff Law del 1990 regolamenta le tariffe doganali The Forest Law del 1992 regolamenta il patrimonio boschivo Myanmar Hotel and Tourism Law del 1993 promuove lo sviluppo dell' industria alberghiera e turistica The Myanmar Insurance Law del 1993 sostituisce la normativa del 1975 relativa alla copertura assicurativa e ne amplia il campo d attività The Science and Technology Development Law del 1994 promuove scienza e tecnologia e cooperazione con gli istituti di ricerca e le organizzazioni high-tech The Protection of Wild Life and Wild Plants and Conservation of Natural Areas Law del 1994 promuove la conservazione delle aree naturali e la conservazione delle specie protette. The Myanmar Mines Law del 1994 regolamenta lo sviluppo estrattivo minerario relativamente alla estrazione, produzione, promozione e esportazione. Si occupa anche della conservazione del patrimonio. Myanmar Citizens Investment Law del 1994 promuove gli investimenti locali, la produzione e l esportazione del settore privato. Myanmar Pearl Law del 1995 implementa i regolamenti del governo relativi alla produzione e vendita delle perle. Incoraggia e promuove la produzione delle perle e protegge il patrimonio dall' estinzione delle conchiglie. Myanmar Gems Law del 1995 promuove lo sviluppo del mercato della gioielleria e delle pietre mentre lo regolamenta anche per il settore delle pietre preziose The Insurance Business Law del 1996 facilita la copertura assicurativa del business in Myanmar, tende a modernizzare i vari sistemi assicurativi secondo le trasformazioni del Paese nel campo del business 21

22 Capitolo 7 Incentivi agli investimenti Agli investitori stranieri è concesso possedere il 100% della proprietà della Società senza il rischio che questa venga nazionalizzata. La Legge non stabilisce una soglia minima d investimento. Gli investimenti effettuati in base alla nuova legge sugli investimenti beneficiano di uno schema di incentivi fiscali e garanzie. La legge concede altresì il rientro dei profitti ed il rientro dei capitali nel Paese d'origine della Società alla cessazione dell attività in Myanmar. Le agevolazioni devono essere vagliate dal MIC Le principali agevolazioni fiscali sono: - Esenzione dalle imposte sul reddito della Società - Agli investitori stranieri è concessa l' esenzione dalle imposte per 5 anni, prorogabile caso per caso secondo il parere del MIC. - Esenzione o riduzione delle imposte sui beni d investimento importati - Sono previste esenzioni o riduzioni dei dazi su macchinari ed attrezzature per tutto il periodo dello sviluppo del progetto. - Esenzione o riduzione delle tasse sulle materie prime importate - Nei primi tre anni di produzione commerciale o operatività dell investimento sono garantite esenzioni o riduzioni delle tasse d importazione sulle materie prime importate. Altri incentivi: - Esenzioni o sgravi delle imposte sui profitti accantonati come riserva e reinvestiti entro un anno - Diritto di accelerare gli ammortamenti - Esenzione del 50% sulla tassazione sui profitti ricavati dall export - Diritto a pagare le imposte degli impiegati stranieri e di detrarlo dalla base imponibile della Società - Diritto di dedurre dalle imposte sul reddito della Società le spese per ricerca e sviluppo realizzati nel territorio nazionale - Diritto di riportare e compensare le perdite per un periodo di 3 anni consecutivi dal primo nel quale si è registrata la perdita Tipi di attività economiche consentite/promosse - In alcuni settori non esistono restrizioni agli investimenti stranieri, in altri le attività sono consentite soltanto in JV con lo Stato mentre altri sono proibiti agli stranieri. Tra i settori proibiti rientrano le seguenti attività: - attività che intaccano tradizione, cultura e costumi dei vari gruppi etnici del Myanmar - attività che possono pregiudicare la salute pubblica - attività che possono pregiudicare le risorse naturali, l' ecosistema e l' ambiente - importazioni di sostanze tossiche - produzione di sostanze chimiche pericolose in contravvenzione con le autorizzazioni internazionali - attività che già sono condotte da società locali - importazioni di tecnologie, farmaci e apparecchiature, che devono ancora ottenere l' approvazione per le importazioni - attività agricole e allevamento proibite in base alle normative speciali - attività di pesca individuate dalle normative speciali - attività in territori entro le 10 miglia dal confine nazionale a meno che situate in specifiche zone economiche. 22

23 Capitolo 8 Proprietà e territorio Secondo la Costituzione birmana l' Unione del Myanmar è il proprietario ultimo del territorio, delle risorse naturali del sottosuolo e del suolo, delle pertinenze marittime ed atmosferiche. Agli stranieri non è concesso possedere terreni ma è permesso l affitto per lungo periodo, con possibilità di rinnovo alla scadenza del contratto. Possono essere dati in affitto a stranieri i terreni di proprietà del Governo e dei suoi dipartimenti, da altre organizzazioni e da privati cittadini birmani. Terreni coltivabili, incolti o già coltivati, sono concessi in affitto dal Central Administrative Comittee of Cultivable Land (Ministero dell' Agricoltura e dell' Irrigazione). Durata dell' affitto - La durata del contratto d affitto può raggiungere i 50 anni in base al tipo di progetto ed all importo dell investimento. Il contratto può essere rinnovato fino a 2 volte per ulteriori 10 anni per ciascun rinnovo, sempre in base al tipo di progetto ed all importo dell investimento. Per ottenere l' affitto - Per ottenere la concessione in affitto di un terreno gli investitori devono ricevere autorizzazione dal MIC. Devono inoltre presentare la bozza di contratto o presentare altra evidenza di poter ricevere il diritto all utilizzo della terra richiesta da parte del proprietario. A corredo della richiesta deve essere presentata una lettera di approvazione indirizzata al MIC da parte dell autorità governativa locale. Dopo l approvazione del MIC è necessario che venga presentata anche la copia del contratto di affitto siglata dalle parti. Tariffe - Se la proprietà è di un organizzazione governativa la tariffe deve essere approvata dal Ministero competente. Se il terreno è proprietà privata di un cittadino birmano il costo dell' affitto deve essere in linea con i prezzi di mercato ma può essere negoziato. Il MIC deve comunque dare la sua approvazione La durata dell' affitto non può essere inferiore a 365 giorni Se il terreno è di proprietà di una organizzazione governativa può essere richiesto il pagamento di un premio aggiuntivo alla rata. Rescissioni dei contratti d' affitto - I contratti si possono rescindere nei seguenti casi: - mancato rispetto delle scadenze di pagamento - mancato rispetto delle condizioni contrattuali in genere - mancato rispetto delle condizioni stabilite dal Land Leasing Agreement e dalla relativa legislazione locale - se l' investitore fa parte della Black List - se l' attività dell' azienda è locataria è interrotta in seguito al mancato rispetto delle leggi Se il locatore desidera scindere il contratto deve darne comunicazione al MIC con un preavviso di 6 mesi prima della data della conclusione del contratto. Se l'affittuario vuole scindere il contratto d' affitto prima della scadenza naturale è comunque tenuto a pagare l' intero affitto fino alla scadenza. Obbligazioni contrattuali- L' investitore che affitta una proprietà deve attenersi a specifiche regole: - non utilizzare la proprietà per attività diverse da quelle dichiarate - l' affittuario non può esplorare e sfruttare il suolo ed il sottosuolo della proprietà - l' affittuario ha l' obbligo di informare il MIC di casuali scoperte di risorse del sottosuolo o di ritrovamenti di antichità che possono rinvenire e che non sono pertinenti all' attività da svolgere 23

24 - l' affittuario non ha diritto al cambiamento di destinazione dell' area concessa se non secondo gli accordi presi con il proprietario - l' investitore deve garantire il rispetto degli standard di sicurezza anche relativamente all' inquinamento - l' investitore che contravviene alle norme sull' inquinamento ambientale è obbligato ad interrompere l' attività - l' affittuario di un terreno agricolo deve solo svolgere attività relative all' agricoltura. Restrizioni - Alcune tipologie di proprietà non possono essere concesse in affitto. Tra questi i siti di culto, quelli destinati alla difesa del Paese ed alla sicurezza nazionale e quelli che sono sottoposti ad altri vincoli speciali. 24

25 Capitolo 9 Zone economiche speciali e zone industriali Zone Economiche Speciali (SEZ), sono individuate dallo Stato per lo sviluppo di attività nel settore della High Tech Technology, delle informazioni e telecomunicazioni, dello sviluppo di aree portuali, della logistica e dei trasporti, della ricerca tecnologica e lo sviluppo, dei servizi, nei settori commerciali ed in altri settori specifici individuati dal Governo. In base alla Legge sulle Zone economiche speciali del 27 Gennaio 2011 gli investimenti nelle SEZ sono tutelati e non possono essere nazionalizzati per il periodo di investimento concesso. Il numero di SEZ si sta sviluppando e pianificando in Myanmar. Recentemente a Yangon è stata prevista la Zona Economica Speciale di Thilawa, svilupata su ettari da un consorzio di investitori giapponesi con il Governo del Myanmar. Altro sito in fase di sviluppo è la Zona Economica Speciale di Dawei, annessa al progetto di costruzione di un porto ad alto pescaggio nella regione di Tanintharyi, progetto sviluppato da un consorzio tra investitori thailandesi e giapponesi. Inoltre è in stato di pianificazione la Zona Economica Speciale di Kyauk Phyu nella zona di Rakhine con un consorzio di investitori giapponesi, che prevede anche lo sviluppo di un bus terminal, le infrastrutture necessarie ed uno scalo aeroportuale. Investimenti nelle Zone Economiche Speciali possono essere previsti per seguenti settori: - industrie di produzione/trasformazione e confezionamento di prodotti agricoli, industrie conserviere, di congelamento di prodotti della pesca, industrie high tech, industrie minerarie e forestali - servizi quali logistica, servizi commerciali, import/export e trasporti, hotel ed agenzie turistiche, servizi educativi e per la salute, centri di supporto e per infrastrutture, aree verdi, servizi per il territorio, servizi per le aree protette, aree verdi, ricreative e resort - costruzione di infrastrutture quali strade, ponti, elettricità, acquedotti, comunicazioni, per il riciclo dei rifiuti -altre attività approvate dal Governo Gli investimenti particolarmente e prioritariamente supportati nelle SEZ riguardano le seguenti attività: - industrie high tech - attività che promuovono lo sviluppo del Myanmar - attività che promuovono il commercio e i servizi - attività che promuovono lo sviluppo di infrastrutture - attività che creano lavoro per i cittadini locali - attività che prevedono investimenti locali con investitori stranieri - attività per la conservazione e la protezione dell' ambiente Agevolazioni per gli investitori Le agevolazioni agli stranieri che investono nelle SEZ sono notevoli e sono costituite da riduzioni di tasse ed imposte, agevolazioni sui dazi sull importazione di materie prime e macchinari, agevolazioni sugli affitti a lungo termine e sull uso dei terreni. Non va però dimenticato che rispetto alle SEZ di altri Paesi le infrastrutture di supporto in Myanmar sono piuttosto carenti. Le reti di comunicazione, la corrente elettrica, le condutture d' acqua, i trasporti sono poco sviluppate. Nella previsione di impiantare una società bisogna considerare che la pianificazione e sviluppo delle infrastrutture potrebbero essere a carico dell investitore. Le agevolazioni più importanti sono: - esenzione totale della tassa sui profitti delle vendite realizzate all estero per 5 anni 25

26 - esenzione del 50% delle imposte sul reddito per i successivi 5 anni - se i profitti delle vendite all estero vengono reinvestiti nell azienda l investitore può richiedere la restituzione del 50% delle imposte sul reddito per un terzo periodo di ulteriori 5 anni - terminato il periodo di esenzione e sgravio fiscale, se il valore delle esportazioni in un anno eccede il 50% per la grande industria, il 60% della media industria e il 70% della piccola), si può ottenere un ulteriore sgravio fiscale per quell anno - le riduzioni o le esenzioni partono dall'inizio dell' attività anche per le società di servizi - le richieste di esenzioni/agevolazioni da tasse commerciali e VAT possono essere richiesti per prodotti destinati all'estero e prodotti nelle SEZ - agli investitori è concessa l' importazione di materie prime da trasformare, di macchinari ed attrezzature in esenzione doganale - con accordi speciali possono essere concesse importazioni in esenzione doganale di materie prime, macchinari ed autoveicoli nella società per i primi 5 anni, e con sgravio del 50% delle duties per i 5 anni a seguire - altre agevolazioni o estensioni di periodi agevolati possono essere richiesti e concordati col Governo in zone economicamente sottosviluppate o con povertà di infrastrutture di comunicazione. Affitti delle zone e delle SEZ Gli affitti possono essere concordati per un periodo di 50 anni e di ulteriori due periodi di 10 anni ciascuno. Nelle SEZ gli affitti vengono concordati dallo Special Economic Zone Central Body. Il Central Body valuta le richieste in base al tipo di investimento ed all' ammontare della somma investita. Un' ulteriore considerazione deve essere tenuta ben presente: l' investitore deve calcolare che può essere richiesto un indennizzo per i trasferimenti delle persone che abitano la zona da sviluppare e le attività da loro praticate. La compensazione dovrà garantire alle persone trasferite lo stesso standard di livello di vita. Supervisione e gestione da parte del Dipartimento delle Dogane Le zone economiche speciali, quelle delle esportazioni, e delle sub-esportazioni agiscono secondo la supervisione del Dipartimento Doganale. Quest'ultimo concede il permesso agli investitori di importare materie prime e macchinari ma non di beni non correlati alla produzione dell azienda. Manodopera e addetti Nei primi due anni di attività i lavoratori qualificati ed i tecnici assunti devono essere per il 25% cittadini birmani. In linea con il Foreign Investment Law del 2012, la percentuale del personale locale deve raggiungere il 50% dopo il secondo anno e del 75% dopo il terzo. Gli investitori devono quindi assumere personale locale per i lavori non qualificati e prevedere corsi di formazione che preparino personale locale qualificato. I lavoratori non qualificati devono essere cittadini birmani. I lavoratori stranieri devono comunque possedere un permesso di lavoro rilasciato dal Governo. La forza lavoro nelle SEZ deve essere assunta tramite l' Ufficio di Reclutamento di Lavoro, tramite le agenzie locali ed il contratto di lavoro è soggetto allo Statuto dei lavoratori. Zone industriali Oltre alle SEZ sono presenti in Myanmar altre zone industriali. Alcune formatesi negli anni '50, altre durante gli anni '90, quando il mercato è stato aperto alle imprese straniere. Nella regione di Yangon sono presenti alcune realtà agricole e aziende di proprietà dello Stato nonchè alcuni cluster dedicati all' industria. I vantaggi di queste zone industriali sono indubbiamente la presenza di infrastrutture e servizi, oltre alle telecomunicazioni e condutture di acqua. Secondo il Ministero dell' Industria esistono nel Paese 18 zone industriali dove sono presenti grandi, medie e piccole industrie. La maggior concentrazione (3.895 unità) di medie e piccole imprese è ad est di Yangon. Alta concentrazione di PMI anche a Mandalay 26

27 Nel settembre 2012 il Ministro dell' industria ha annunciato l' apertura di altre sette zone industriali distribuite nella regione di Mandalay, nella zona di Kayin e nello Stato Shan, nelle quali il Governo si è impegna a costruire infrastrutture adeguate. 27

28 Capitolo 10 Regime fiscale Il sistema fiscale in Myanmar distingue 15 tipi diversi di tasse sotto 4 grandi categorie: - tasse sulla produzione interna ed i consumi - Imposte sul reddito e sulle proprietà - tasse doganali - tasse sull utilizzo di proprietà dello Stato Le tasse sono amministrate dal Dipartimento delle Entrate (Ministry of Finance and Revenue). L anno fiscale inizia il 1 aprile e finisce il 31 marzo dell' anno successivo. L' anno fiscale in cui si incassa il reddito viene chiamato "income year", l' anno seguente è chiamato " assessment year". Chi è obbligato al pagamento delle tasse è tenuto a calcolare il proprio reddito e pagare le relative imposte anticipatamente, entro il 31 marzo di ogni anno. Entro il 30 giugno deve inoltre sottoscrivere la dichiarazione dei redditi. Tutte le persone che producono reddito in Myanmar, anche gli stranieri residenti e non residenti, devono dichiarare i redditi ed effettuare i relativi pagamenti. I datori di lavoro devono annualmente presentare il piano dei pagamenti effettuati agli impiegati. Le entrate e i pagamenti devono essere documentati con fatture, deve essere presentato il prospetto delle entrate e delle uscite, eventuali perdite vanno dichiarate e documentate. Corporate tax Le società fondate in Myanmar e operanti secondo il Foreign Investment Law sono tassate come quelle dei residenti. Il prelievo è del 25% sul reddito. Commercial tax La tassa commerciale si applica alle vendite di beni prodotti in Myanmar o importati nonché a tutti i servizi (trasporti, servizi alberghieri, ristoranti, cinema, intrattenimento, ristoranti, etc.) La tassa si paga al momento della transazione commerciale o quando un servizio viene erogato. Per le importazioni la tassa è riscossa dalla Dogana all' importazione unitamente alla riscossione di eventuali dazi. La tassa commerciale varia a secondo del valore della merce o del servizio erogato dallo 0 al 200%. Percentuali inferiori o esenzioni sono applicati ai prodotti alimentari e ai generi di prima necessità mentre per gli articoli di lusso come tabacco, bevande alcoliche e carburanti la percentuale sale ai livelli superiori. Withholding tax La ritenuta alla fonte si applica dal tipo di pagamento interessi, royalty, pagamenti per prestazioni professionali, diritti di marchio e brevetto, etc. come anche dallo stato di straniero in Myanmar. La percentuale varia dallo 0 al 20%. Custom Duties I prodotti importati ed alcuni esportati sono soggetti ai dazi stabiliti dalla Legge doganale del marzo Le merci importate devono essere sdoganate presentando la documentazione di rito (dichiarazione doganale, licenza d importazione, fattura, polizza di carico, packing list, etc.). I dazi vengono riscossi, unitamente alle tasse commerciali se applicabili, al momento dell entrata in Myanmar, secondo quanto stabilito dalla tariffa doganale. I dazi variano dallo 0 al 40% sul valore della merce. 28

29 Personal Income Tax L imposta sul reddito delle pesone fisiche dipende dallo status del soggetto obbligato, se residente o non residente. Il non residente viene tassato su tutti i redditi ottenuti all interno del Myanmar. I redditi di lavoro del non residente sono tassati con un imposta del 35% mentre gli altri redditi possono essere tassati alle stesse condizioni dei residenti (dal 3 al 30%). Sono previste detrazioni per carichi familiari. Gli stranieri residenti sono tassati con le stesse aliquote dei cittadini birmani, su base progressiva dall 1 al 30%. Chi è residente e chi no Uno straniero che risiede in Myanmar per 183 giorni o più durante l anno fiscale è considerato un "residente straniero". Società costituite da azionisti stranieri o parzialmente di proprietà straniera e registrate sotto il Myanmar Companies Act, sono considerate Società di residenti stranieri. Gli stranieri che risiedono per un periodo inferiore rispetto a quanto succitato o che lavorano per aziende straniere al di fuori del Myanmar sono considerati "stranieri non residenti". Questi ultimi hanno una pressione fiscale sulle loro attività superiore agli altri. 29

30 Capitolo 11 Diritto del lavoro Gli investimenti in capitale umano sono fondamentali per il Myanmar per lo sviluppo, la modernizzazione e l' industrializzazione del Paese. Sebbene rispetto ad altri Paesi vicini, il sistema educativo del Myanmar sia meno moderno, il Paese può contare di forza lavoro abbondante e giovane (13 milioni di lavoratori nella fascia d' età fra i 15 e i 28 anni), ben educata e che parla l' inglese, anche al solo livello base. Il costo dei salari è tra i più bassi dell' area. Con queste premesse il Paese può velocemente modernizzarsi e svilupparsi. Legge sulle Organizzazioni del lavoro Dopo venti anni di stagnazione, nell' ottobre del 2011 secondo l' articolo 24 della Costituzione del Myanmar, è stato emanato uno Statuto dei lavoratori. Lo Statuto regola i rapporti tra lavoratori e datori di lavoro, protegge i diritti di ciascuno e tutela il diritto ad organizzarsi in forme sindacali. Ogni sindacato deve avere un minimo di 30 iscritti che lavorano nella stessa attività. Se il numero è inferiore, ci si può unire ad altri lavoratori che lavorano per lo stesso tipo di attività e nella stessa area. Un Comitato esecutivo su base elettiva rappresenta i lavoratori, controlla le condizioni lavorative, sanitarie, ricreative e formative. Regola i rapporti fra lavoratori e datori e si occupa dei contenziosi di tutti gli iscritti. E previsto un contributo dei lavoratori al Sindacato non superiore al 2% del salario mensile. In caso di contenziosi, il Comitato prende tutte le misure del caso: conciliative, di sciopero, di chiarimento, sempre seguendo pratiche democratiche e pacifiche. Il datore non può attuare serrate ed il Comitato non deve indire scioperi senza averne dato comunicazione 14 giorni prima ed aver ottenuto il permesso da parte delle previste commissioni di conciliazione. I membri del sindacato che si rendono colpevoli di atti distruttivi o violenze durante le fasi dei contenziosi, saranno perseguiti dalla legge. Il Ministero del Lavoro è responsabile dell applicazione della legge sulle organizzazioni del lavoro e può emanare regolamenti e statuti soggetti all approvazione del governo. Previdenza Sociale Una nuova normativa sulla sicurezza sociale sta per essere messa in atto dal Presidente dell' Unione e sarà effettiva in tutto il Paese. Il Ministero del Lavoro in collaborazione con il board della Sicurezza Sociale e l' approvazione del Governo metterà in atto tutte le misure. Molti soggetti saranno coinvolti, Dipartimenti del Governo, organizzazioni, rappresentanti dei lavoratori ed esperti. Saranno previsti diversi schemi da approntare, come ad es. inerenti la salute, la sicurezza e l' ambiente. Il Ministero del Lavoro e della Salute insieme si occuperanno della salute sul luogo del lavoro e degli infortuni, delle malattie causate sul posto di lavoro. Si occuperanno della riabilitazione ospedaliera e dei ricoveri clinici in conseguenza di malattie del lavoro che rendono un lavoratore inabile. Il Ministero del Lavoro in collaborazione con il Governo, sarà responsabile di organizzare uffici che si possano occuparsi dell' iter infortunistico, dell' assistenza ospedaliera. Il board della Sicurezza sociale comparteciperà alle decisioni ed iniziative per individuare anche le responsabilità. Saranno presi in considerazione: - ufficio per la sicurezza sociale - ufficio statale e regionale per la sicurezza sociale - uffici autoamministrati in divisioni per la sicurezza sociale - uffici autoamministrati in regioni per la sicurezza sociale - uffici di distretto 30

31 - uffici cittadini - ospedali per la sicurezza sociale -cliniche per la sicurezza sociale Staff e ufficiali collaboreranno con i vari dipartimenti e l'ufficio del servizio civile per la sicurezza sociale. Personale ospedaliero, medico e non, dovrà essere disponibile anche per periodi brevi e secondo le situazioni d' emergenza. Salario minimo Sebbene il Myanmar abbia una normativa che regola i livelli del salario minimo dei lavoratori, generalmente questi sono stabiliti dal datore secondo suoi schemi. Non c'è un reale controllo e sporadicamente il Governo se ne è occupato. Lavoratori stranieri Secondo la legge tutti i lavoratori non qualificati devono essere cittadini birmani. L impiego di lavoratori qualificati (tecnici, manager) è consentito ma deve essere autorizzato dal MIC. Ogni lavoratore straniero necessita di un permesso di soggiorno rilasciato del Ministero del Lavoro. Secondo la legge del 2012 che regola gli investimenti stranieri almeno il 25% di questi deve essere cittadino birmano, dopo i primi due anni di attività. Entro i due anni successivi la percentuale sale al 50% per raggiungere 75% entro ulteriori 2 anni seguenti. Come prescritto dalla stessa norma del 2012, gli investitori stranieri dovranno prevedere training per migliorare le prestazioni lavorative dei locali. Il reclutamento deve avvenire sotto la supervisione dell' Ufficio di Collocamento o delle agenzie locali, anche quando l' investitore straniero provvede autonomamente a procurarsi la forza lavoro. Contenzioso La legge sugli accordi sui contenziosi lavorativi è stata varata nel marzo In caso di contenzioso deve essere previsto un incontro conciliativo tra le parti o alla presenza del Comitato di Coordinamento o in mancanza con i rappresentanti del datore di lavoro e degli impiegati in egual misura. Per i rappresentati del Comitato di Coordinamento che possono essere due o più, la durata del mandato è di un anno. Il Comitato deve promuovere un buon clima lavorativo e relazioni professionali distese tra datore di lavoro e occupati. Inoltre deve negoziare condizioni, durate degli incarichi, sicurezza, salute, produttività. Se un lavoratore o l'organizzazione sindacale o il datore di lavoro avanza una richiesta al Comitato di Coordinamento, quest' ultimo deve negoziare una risposta entro 5 giorni lavorativi. Il Comitato di Coordinamento stabilisce termini e condizioni per una conciliazione. Se gli occupati sono in numero sufficiente a formare un Comitato di Coordinamento, possono presentare direttamente mozioni al datore di lavoro che entro cinque giorni comunica una data per la negoziazione. Il datore di lavoro redige una relazione che poi viene presentata al "Conciliation Body" se richiesta. Se non si arriva ad una conciliazione, entrambe le parti presentano le loro richieste al "Conciliation Body". Quest' ultimo ha titolo a risolvere i contenzioni per mandato del Governo al Consiglio dell' Arbitrato. A sua volta il Consiglio dell'arbitrato prenderà le sue decisioni, attenendosi all' articolo 29 entro sette giorni dalla richiesta. Una volta presa la decisione definitiva, copie di questa verranno mandate alle parti interessate, al Governo e Regione. 31

32 Capitolo 12 Servizi bancari, finanziari ed assicurativi Il settore bancario finanziario è poco sviluppato ed è stato controllato strettamente per 50 anni. Il Myanmar paragonato agli altri Paesi ASEAN è molto indietro nei settori della finanza moderna, della libera circolazione dei capitali e investimenti internazionali. I crediti ai privati sono al di sotto del 25% del PIL. Su 60 milioni di abitanti, l' 80% dei birmani non possiede un conto bancario, esistono poche filiali di banche commerciali ed una sostanziale assenza di sistemi di pagamento elettronici. La maggior parte dei birmani commercia esclusivamente in cash. Nel passato le transazioni bancarie internazionali di moneta sono state facilitate per lo più dalle banche di Singapore e a causa della sanzioni statunitensi ed europee, solamente le banche di Stato, la Myanmar Foreign Bank e Myanmar Investment e Commercial Bank, sono state autorizzate dal 1963 e fino ad oggi a fornire servizi bancari internazionali. Banche del Myanmar Attualmente il Myanmar ha 24 banche divise in 19 private e 5 statali. BANCHE STATALI Central Bank Myanmar Economic Bank The Myanmar Foreign Trade Bank The Myanmar Agriculture and Rural Development Bank The Myanmar Investment and Commercial Bank BANCHE PRIVATE Myanmar Citizen Bank First Private Bank Yadanarbon Bank Myawaddy Bank Yangon City Bank Yoma Bank Myanmar Oriental Bank Asia Yangon Bank Tun Foundation Bank Kanbawza Bank Myanmar Industrial Development Bank Myanmar Livestock and Fisheries Development Bank Sibin Tharyar Yay Bank Innwa Bank Co-operative Bank Asia Green Development Bank Ayeyarwaddy Bank United Amara Bank 32

33 Myanmar Apex Bank Riforme del sistema bancario e finanziario Dopo il suo insediamento nel 2010, il nuovo governo eletto e composto da civili, ha introdotto velocemente piani per espandere il commercio e gli investimenti internazionali ed ha approntato riforme per il sistema bancario e finanziario. La CBM (Central Bank of Myanmar) ha formulato un piano strategico per modernizzare il locale sistema bancario su tre livelli. 1-Promuovere la competizione tra le banche attraverso incentivi alle ristrutturazioni e ammodernamenti che prevedano sviluppo delle competenze delle risorse umane ed efficienza. 2-Abilitare una selezione di banche ad entrare in joint venture con banche straniere. 3-Promuovere l' apertura di nuove filiali straniere nel Myamar. CBM sta disegnando un percorso a breve a lungo termine che faciliti e promuova l' apertura di banche autonome e moderne. Si prevede di aprire nel 2015 un autonomo "stock market". Tasso di cambio Nel 2012 la Central Bank of Myanmar, dopo 35 anni di sistema di cambio fisso, ha finalmente approntato un sistema di cambio flessibile controllato, per combattere la molteplicità di tassi di cambio ed il mercato nero. Questo è stato il primo passo per la modernizzazione del sistema finanziario e bancario e per portarlo ai livelli degli altri Paesi del mondo. Dopo questa riforma le banche si sono mosse per aprire sportelli ed offrire servizi sul modello degli altri Paesi e per raggiungere standard qualitativi competitivi rispetto al passato. Alcune banche per questo scopo, stanno inviando il proprio personale manageriale a svolgere training nelle banche della regione. Al momento il Kyat è convertibile direttamente in dollari statunitensi, dollari singaporeani ed euro. Pagamenti internazionali Dopo l' allentamento delle sanzioni statunitensi, su alcuni servizi finanziari e investimenti, la Central Bank of Myanmar ha consentito alle banche locali di offrire servizi di pagamento internazionale, lettere di credito, trasferimenti internazionali, di valuta, etc. Servizi Elettronici Bancari Gli ATM sono entrati in funzione dal maggio Non funzionano con gli stessi servizi cui comunemente siamo abituati, non si può prelevare per esempio denaro proveniente da una banca diversa e spesso sono fuori servizio. Nel settembre del 2012 la Myanmar Payment Union, nuova emanazione della Myanmar Central Bank, ha introdotto il sistema in rete della Debit Card, per permettere alcuni basilari pagamenti e transazioni. Questo adesso è possibile nelle città di Yangon, Mandalay e Nay Pyi Taw. Le banche private stanno pensando di estendere il servizi ATM anche in altre zone ed in quelle rurali. Carte di Credito Le carte di credito non sono in uso in Myanmar se non molto raramente. Le compagnie internazionali più conosciute come la VISA e la MASTERCARD stanno recentemente dialogando con la Central Bank per facilitare l' introduzione e l' uso di queste forme di pagamento nel Paese. Con l' allentamento delle sanzioni, le compagnie di carte di credito non hanno esistato a dimostrarsi interessaste alla loro introduzione e diffusione nel Myanmar. Banche straniere Con la liberalizzazione del settore finanziario, un numero cospicuo di banche straniere si è presentata sul mercato ed attende regole precise per offrire servizi nuovi ed efficienti in aggiunta ai pochi offerti finora nei già presenti uffici di rappresentanza. Alcune banche straniere sono già pronte ad istituire joint venture con banche locali o ad aprire nuove filiali dal La Central Bank of Myanmar ha già anticipato che istituzioni finanziarie straniere avranno permessi per operare dal Assicurazioni 33

34 La Myanmar Insurance è l'assicurazione statale fondata nel Situata sulla Merchant Street al numero 627/635 a Yangon, possiede 38 uffici nel Paese e molti agenti che lavorano nel ramo. Ideata come compagnia esclusivamente per assicurazioni sulla vita, in seguito ha esteso le coperture ad altri settori. La Myanmar Insurance è statale ed attualmente è l' unica assicurazione del Paese, di conseguenza solo a questa possono fare riferimento gli stranieri in caso necessitino di copertura assicurativa. L' assicurazione statale in questo momento assicura persone e cose, nei campi più svariati ed in tutti i casi di incidenti o danni. Assicura per esempio contro il furto, incendio, invalidità e incidenti nello sport. Copre i danni per interruzioni di attività, per problemi industriali, per ricoveri ospedalieri ed altre eventualità. La Myanmar Insurance è appoggiata dal Governo che assume tutte le responsabilità a riguardo, secondo la legislazione relativa alle assicurazioni. Avvertenza: Le informazioni contenute in questa guida sono state accuratamente controllate ma sono di natura tale da essere soggete a differente interpretazione e repentino cambiamento. L ICE non si assume quindi alcuna responsabilità in merito alla correttezza, alla completezza, all'aggiornamento e alla qualità delle informazioni riportate. 34

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES 1 Asia Crescita: 2011: 7,8 % 2012: 7,7 % Entro 2050: Pil: $148.000 Miliardi (45% dell output globale) Reddito pro-capite: $38.000 (superiore

Dettagli

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones Forum d Area America Latina Dove siamo? Superficie: 756.626 km² (cui si aggiungono 1.250.000

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce Il Mercato Thailandese Attori principali del settore agro-industriale Il settore agro-industriale thailandese conta oltre 10,000 aziende attive tra locali ed internazionali, e possibile raggruppare in

Dettagli

Thailandia. Potenzialità di dislocazione industriale e logistica

Thailandia. Potenzialità di dislocazione industriale e logistica Realizzato da Ice Bangkok nell agosto 2011 Thailandia Potenzialità di dislocazione industriale e logistica Lo sviluppo industriale della Thailandia ha avuto inizio nei primi anni 70, sino ad allora l economia

Dettagli

Caratteristiche e Potenzialità

Caratteristiche e Potenzialità Le opportunità di investimento per le aziende italiane Dott. Enrico Perego Milano, 8 Marzo 2012 Caratteristiche e Potenzialità Valutazione Paese Forza lavoro giovane e a basso costo Forte stabilità politica

Dettagli

Densità della popolazione

Densità della popolazione http://digilander.libero.it/ilmiobrasile/mappe.htm MAPPE VARIE http://www.framor.info/viaggi/america/brasile.php BREVE DESCRIZIONE http://www.icponte.it/ipertesti/america_meridionale/index.htm IPERTESTO

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce Thai-Italian Chamber of Commerce Overview IL SETTORE AUTOMOBILISTICO IN THAILANDIA Il settore automobilistico è uno dei più sviluppati in Thailandia. Nato inizialmente intorno al semplice assemblaggio

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia

Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia Attività produttive I nostri partner europei Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia a cura di SRM - Studi e Ricerche per il Mezzogiorno Il Dossier Unione Europea accoglie in questa

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Mentre i cugini iberici conquistano la vetta del Travel & Tourism Competitiveness Index, l Italia si accontenta di un ottava posizione, dopo Francia, Germania

Dettagli

OPPORTUNITÀ ECONOMICHE IN AZERBAIGIAN

OPPORTUNITÀ ECONOMICHE IN AZERBAIGIAN OPPORTUNITÀ ECONOMICHE IN AZERBAIGIAN Treviso, 7 giugno 2013 AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA DELL AZERBAIGIAN IN ITALIA FATTI SALIENTI Data di fondazione 28 maggio 1918 Indipendenza 18 ottobre 1991 Relazioni

Dettagli

Vietnam: Un mercato pieno di Opportunità

Vietnam: Un mercato pieno di Opportunità Vietnam: Un mercato pieno di Opportunità Vietnam: la vostra porta d ingresso per l Asean Vietnam: Opportunita Hanoi Da Nang Giovane Dinamico Potenziale Opportunità Forza lavoro Crescita Ho Chi Minh Vietnam:

Dettagli

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Classe 1 A Liceo Nazione: Romania La Romania è un paese dell est europeo, confinante con Bulgaria, Ucraina, Ungheria e Moldavia, ma anche con il Mar Nero. La sua capitale

Dettagli

dell Alleanza del Pacifico

dell Alleanza del Pacifico Internazionalizzare nei paesi dell Alleanza del Pacifico Alleanza del Pacifico 10-17 febbraio 10-17 marzo 2015 1 Che cos è l Alleanza del Pacifico È un iniziativa d integrazione regionale composta da Cile,

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

Progetto n. K 117. La scuola della Speranza. Assistenza ai bambini profughi provenienti dal Myanmar attraverso sostegni scolastici e socio-sanitari

Progetto n. K 117. La scuola della Speranza. Assistenza ai bambini profughi provenienti dal Myanmar attraverso sostegni scolastici e socio-sanitari PONTIFICIO ISTITUTO MISSIONI ESTERE CENTRO DI CULTURA E ANIMAZIONE MISSIONARIA UFFICIO AIUTO MISSIONI - SETTORE PROGETTI Via Mosè Bianchi, 94 20149 MILANO Tel. 02-43.82.01-e.mail: progetti@pimemilano.com

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETA. La presenza di un certo tipo di risorse e non di altre influenza la vita e le attività dell uomo.

ECONOMIA E SOCIETA. La presenza di un certo tipo di risorse e non di altre influenza la vita e le attività dell uomo. ECONOMIA E SOCIETA Le materie prime o risorse naturali pag. 84-85 Le materie prime sono tutti quei beni che la natura offre all uomo spontaneamente: sono tutti quei beni che cioè sono presenti in natura,

Dettagli

Lo sviluppo del fenomeno turistico in Cina OGGI

Lo sviluppo del fenomeno turistico in Cina OGGI Lo sviluppo del fenomeno turistico in Cina OGGI ALCUNI INDICATORI SOCIALI ED ECONOMICI RILEVANTI: PIL 2010: +10,3% (+9,2% rispetto al 2009) Aumento dei prezzi al consumo che hanno originato tensioni sui

Dettagli

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Roma, 29 aprile 2015 1 Sviluppi Economici Investimenti Diretti

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13)

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) Prima di tutto vorrei ringraziarvi della Vostra calorosa accoglienza e, nello stesso tempo,

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE Beirut, dicembre 2013 Il mercato libanese dell IT sta ancora procedendo a piccoli passi verso la piena realizzazione di una tecnologia

Dettagli

QUADRO MACROECONOMICO

QUADRO MACROECONOMICO IMPORTARE IN QATAR Forma istituzionale: Monarchia costituzionale Capo dello Stato: Emiro S.A. Sceicco Tamim bin Hamad Al Thani (dal 2013) Capitale : Doha Superficie : 11.521 km2 Popolazione : 300.000 popolazione

Dettagli

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8%

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% Nel 2013 sono stati prodotti in Asia 1 /Oceania oltre 45,8 milioni di autoveicoli, con un incremento del 4,8%; in termini di volumi si tratta

Dettagli

TESSILE E ABBIGLIAMENTO

TESSILE E ABBIGLIAMENTO TESSILE E ABBIGLIAMENTO 1 LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE ITALIANE VENDERE Tessuti e Filati: il Vietnam è un forte esportatore di confezioni ma la filiera tessile è inadeguata. Gli approvvigionamento di

Dettagli

L estensione territoriale (1.228.400 Km2) è all incirca la stessa dell Europa Occidentale

L estensione territoriale (1.228.400 Km2) è all incirca la stessa dell Europa Occidentale Geografia del Tibet Ma il Tibet dove è? Esteso tra il 76 e il 104 meridiano est e, in senso latitudinale, tra il 28 e il 40 parallelo nord, il Tibet (Bod in Tibetano, Xizang in Cinese) risulta racchiuso

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di costa

Dettagli

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale Scheda paese Armenia Dati Geografici Collocazione Superficie Asia, Medio Oriente. L Armenia si trova nella parte meridionale dell altopiano caucasico, in posizione chiave tra l oriente e l occidente. Confina

Dettagli

SWISSCHAM-AFRICA: il Suo partner per ogni attività economica nell'africa. Disponiamo di una valente rete di contatti nei differenti paesi africani.

SWISSCHAM-AFRICA: il Suo partner per ogni attività economica nell'africa. Disponiamo di una valente rete di contatti nei differenti paesi africani. SWISSCHAM-AFRICA: il Suo partner per ogni attività economica nell'africa. Disponiamo di una valente rete di contatti nei differenti paesi africani. Siamo membro dell'ebcam (European Business Council for

Dettagli

Gruppo SACE - Country Risk Map

Gruppo SACE - Country Risk Map FILIPPINE Capitale Manila Popolazione (milioni) 97,48 37/100 63/100 67/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 454,29 Mancato pagamento controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali Mancato pagamento

Dettagli

MALESIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

MALESIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 MALESIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 Malesia 1 INDICE 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

I principali poli di sviluppo locale in Sud Africa

I principali poli di sviluppo locale in Sud Africa I principali poli di sviluppo locale in Sud Africa Istituto nazionale per il Commercio Estero Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia 42 Chester Road 2193 Parkwood Johannesburg,

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZENITH OPTIMEDIA 2 10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

Il Consorzio Qatar-Italia.

Il Consorzio Qatar-Italia. Il Consorzio Qatar-Italia. Strumento privilegiato per cogliere le opportunità di investimento in Qatar. Preparato da: ABC International SpA Aprile/Maggio 2007 1 Il Qatar: una realtà in via di formazione

Dettagli

UFFICIO ROMA Via del Banco di S. Spirito, 3 00186 Tel. +39 0668891578, Fax +39 0668891146, segreteria@leonardobc.com UFFICIO MAPUTO - Av.

UFFICIO ROMA Via del Banco di S. Spirito, 3 00186 Tel. +39 0668891578, Fax +39 0668891146, segreteria@leonardobc.com UFFICIO MAPUTO - Av. Tasso di crescita medio degli ultimi 3 anni: 10% (traino del settore petrolifero) Primo produttore di petrolio in Africa Australe: ingenti risorse da reinvestire in processi interni di sviluppo Paese in

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

CANADA. Manitoba. Profilo. (Maggio 2012)

CANADA. Manitoba. Profilo. (Maggio 2012) CANADA Profilo Manitoba (Maggio 2012) 1 Il Manitoba in breve Manitoba Canada Peso % Popolazione (mln) 1,2 34,5 3.4% Area ('000 di Km²) 649 9,985 6.4% PIL 2011 a prezzi correnti (mld di C$) 43,9 1.718,7

Dettagli

La regione sino-giapponese

La regione sino-giapponese La regione sino-giapponese Osserva la carta della regione sino-giapponese. Quali stati ci sono?... Ci sono isole? Quali isole vedi?... Quali sono le città più importanti? L ambiente. La regione sino-giapponese

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

LA REGIONE BRITANNICA

LA REGIONE BRITANNICA LA REGIONE BRITANNICA La Regione Britannica è formata solo da isole. Le più grandi sono Gran Bretagna e Irlanda (che è divisa in due parti: l Irlanda del Nord e L Eire). QUANTE ISOLE FORMANO LA REGIONE

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

trento@rivieraincoming.net

trento@rivieraincoming.net 1 THAILANDIA: INFORMAZIONI GENERALI Capitale: BANGKOK Popolazione: 68.100.000 Superficie: 514.000 km 2 Fuso orario: +6h rispetto all'italia; +5h quando in Italia è in vigore l'ora legale. Lingue: thailandese

Dettagli

Tajani in Vietnam, Myanmar e Tailandia con 100 imprenditori europei

Tajani in Vietnam, Myanmar e Tailandia con 100 imprenditori europei Tajani in Vietnam, Myanmar e Tailandia con 100 imprenditori europei Incontri con il Nobel Aung San Suu Kyi, il Presidente birmano, il Primo Ministro vietnamita e il Vice Premier tailandese e firma accordi

Dettagli

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5.

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5. 1. Orientamento alle esportazioni Oggi il Cile detiene il primato mondiale per quanto riguarda la rete di trattati di libero scambio commerciale: oltre venti accordi sottoscritti con sessanta paesi, e

Dettagli

602,5 abitanti/kmq. Cinese tradizionale (mandarino), Taiwanese e Hakka. Buddismo e Taoismo. Nuovo Dollaro di Taiwan (TWD) Repubblica Presidenziale

602,5 abitanti/kmq. Cinese tradizionale (mandarino), Taiwanese e Hakka. Buddismo e Taoismo. Nuovo Dollaro di Taiwan (TWD) Repubblica Presidenziale TAIW AN Dati di base Superficie 36.180 kmq Popolazione 21.800.000 Densità di popolazione Lingua ufficiale Religione Unità monetaria Forma istituzionale Sede di governo 602,5 abitanti/kmq Cinese tradizionale

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

ASEAN. Facts& Figures

ASEAN. Facts& Figures ASEAN L area ASEAN è l associazione delle nazioni del Sud est asiatico. Organizzazione politica, economica e culturale di nazioni situate nella regione dell Asia sud orientale. Tra i fondatori troviamo

Dettagli

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione:

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Un motore per l innovazione, la crescita e l occupazione 9-10 ottobre 2008 CENTRO CONGRESSI, RIVA DEL

Dettagli

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI Primo esportatore mondiale di beni e servizi e principale fonte globale di investimenti esteri diretti, l'ue occupa una posizione dominante nel mercato globale.

Dettagli

ASIA OCCIDENTALE (MEDIO ORIENTE)

ASIA OCCIDENTALE (MEDIO ORIENTE) ASIA OCCIDENTALE (MEDIO ORIENTE) I paesi di quest area: TURCHIA SIRIA LIBANO ISRAELE GIORDANIA ARABIA SAUDITA YEMEN OMAN EMIRATI ARABI UNITI QATAR BAHREIN IRAN KUWAIT - IRAQ Area caratterizzata da due

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZenithOptimedia 2/10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

Consulenza strategica all impresa

Consulenza strategica all impresa Libia : la nuova frontiera industriale La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di acqua e gas naturali. Ha una popolazione di poco

Dettagli

In Vietnam l energia per uso industriale costa

In Vietnam l energia per uso industriale costa ENERGIA 1 In Vietnam l energia per uso industriale costa poco: 6,2 centesimi di dollaro al kilowattora, in media. Con alcuni settori, come cemento e siderurgia che beneficiano di tariffe (sussidiate) ancora

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

Ottobre 2009. 10 buoni motivi per investire in Francia

Ottobre 2009. 10 buoni motivi per investire in Francia Ottobre 2009 10 buoni motivi per investire in Francia Keys to understanding the new France 2 1 Un economia di carattere mondiale 23.000 sedi di imprese estere presenti, con 2,8 milioni di dipendenti, di

Dettagli

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1 Canada Energia 2014 Nell ultima relazione della Commissione Nazionale Energetica Canadese (NEB) sono stati evidenziati i trend più importanti relativi alla produzione, al consumo, e agli interscambi di

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

Middle East and North Africa Energy

Middle East and North Africa Energy Middle East and North Africa Energy Chatham House, London 25th January 2016 https://www.chathamhouse.org/conferences/middle-east-and-north-africa-energy Intervento dell AD Claudio Descalzi Signore e signori

Dettagli

India: come rilanciare crescita e occupazione

India: come rilanciare crescita e occupazione India: come rilanciare crescita e occupazione ECONOMIA di Stefano Chiarlone L India cresce a un tasso in grado di ridurre sensibilmente la povertà. Ma per mantenere questo ritmo occorre superare una serie

Dettagli

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q4 26 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q4/6 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Presentazione Ecuador. Forum d Area America Latina. Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina

Presentazione Ecuador. Forum d Area America Latina. Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Presentazione Ecuador Simona De Filippis Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina POSIZIONE GEOGRAFICA DATI GENERALI SUPERFICIE: 256.370 kmq LINGUA UFFICIALE: Spagnolo

Dettagli

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY Camera Italiana di Commercio e Industria di Santa Catarina (Organo riconosciuto dal Governo Italiano Decreto Mise29/7/2009) Tel.: +55 48 3027 2710 www.brasileitalia.com.br ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Quadro generale Libia

Quadro generale Libia LIBIA Real estate Quadro generale Libia La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di acqua e gas naturali. Ha una popolazione di poco

Dettagli

PAESE: GABON. I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento

PAESE: GABON. I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento PAESE: GABON I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento I.A. Quadro degli indici economici, demografici e sociali Il Gabon ex colonia francese indipendente dal 1960 é stato retto da un

Dettagli

Quadro giuridico per investire

Quadro giuridico per investire LIBIA Investimenti Quadro giuridico per investire La legge sugli investimenti, l. n. 9 del 2010 si caratterizza per gli aspetti di spiccata innovazione e attenzione rispetto all attrattività dei capitali

Dettagli

SETTORE MACCHINARI MACCHINE UTENSILI

SETTORE MACCHINARI MACCHINE UTENSILI SETTORE MACCHINARI Nel primo semestre del 2010 le importazioni coreane di macchinari e componenti elettromeccanici (V. doganale merceologica 84, 85) hanno totalizzato 52 miliardi USD, con un aumento del

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO MONGOLA ИТАЛИ МОНГОЛЫН ХУДАЛДААНЫ ТАНХИМ

CAMERA DI COMMERCIO ITALO MONGOLA ИТАЛИ МОНГОЛЫН ХУДАЛДААНЫ ТАНХИМ Presentazione Attività Servizi I soci Scheda sintetica sulla Mongolia Quadro economico e prospettive dell'economia mongola Prospettive future Settori produttivi Interscambio CAMERA DI COMMERCIO ITALO-MONGOLA

Dettagli

Il commercio mondiale di Tessile Abbigliamento: uno scenario al 2020

Il commercio mondiale di Tessile Abbigliamento: uno scenario al 2020 Il commercio mondiale di Tessile Abbigliamento: uno scenario al 2020 Assemblea ACIMIT 2014 1 / 11 Perimetro, Obiettivi e Strumenti dello studio Perimetro Prodotti tessili della filiera Sistema Persona

Dettagli

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE. Progetto Bianca & Luisella. Capitolo 2: Quadro di Riferimento Programmatico. Doc. SICS 202

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE. Progetto Bianca & Luisella. Capitolo 2: Quadro di Riferimento Programmatico. Doc. SICS 202 STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE Campi Gas Bianca e Luisella Off-shore Adriatico Centro-Settentrionale : Quadro di Riferimento Programmatico Maggio 2013 Pag. i INDICE 2 QUADRO DI RIFERIMENTO PROGRAMMATICO...

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

GLOSSARIO DI GEOGRAFIA

GLOSSARIO DI GEOGRAFIA Acqua dolce: l acqua del fiume non ha tanti sali, per questo non è salata, è acqua dolce. Aeroporto: è il luogo dove partono e arrivano gli aerei. Affluente: è un fiume piccolo che entra in un fiume grande.

Dettagli

CONFINDUSTRIA BULGARIA

CONFINDUSTRIA BULGARIA CONFINDUSTRIA BULGARIA RISULTATI DEL RAPPORTO: GLI INVESTIMENTI ITALIANI IN BULGARIA GENNAIO 2013 CONFINDUSTRIA BULGARIA World Trade Center Interpred, Boulevard Dragan Tzankov 36, 1040 Sofia Tel. +359

Dettagli

OECD Communications Outlook 2005. Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 SOMMARIO ESECUTIVO. Summary in Italian. Riassunto in italiano

OECD Communications Outlook 2005. Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 SOMMARIO ESECUTIVO. Summary in Italian. Riassunto in italiano OECD Communications Outlook 2005 Summary in Italian Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 Riassunto in italiano SOMMARIO ESECUTIVO A seguito dello scoppio della bolla di Internet (la cosiddetta dot-com

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

OPPORTUNITÀ D INVESTIMENTO:

OPPORTUNITÀ D INVESTIMENTO: OPPORTUNITÀ D INVESTIMENTO: 1. BAIA ZAVALA, isola di Hvar La baia Zavala è situata nel golfo di Stari Grad, una delle baie più belle e protette dell isola di Hvar. Nel piano regolatore l area della baia

Dettagli

PAESE: YEMEN. I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali

PAESE: YEMEN. I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali PAESE: YEMEN I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali Dati Generali: Superficie: 527,970 kmq Lingua ufficiale: arabo Religione:

Dettagli

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008 La situazione dell'import/export della provincia di Ancona del 1 semestre 2008 fotografata dalla Camera di Commercio di Ancona IN FLESSIONE LE ESPORTAZIONI PROVINCIALI (-13,9%) IN DIFFICOLTA LA MECCANICA,

Dettagli

Investire in Sudafrica

Investire in Sudafrica Investire in Sudafrica Quadro economico e politico Camera di Commercio di Verona 28 febbraio 2013 Il Sudafrica in sintesi Superficie 1.220.813 km 2 Popolazione 50,59 milioni (2011) Valuta Rand (1 = 11,58

Dettagli

ASIA/PACIFIC: continua il trend positivo della produzione, grazie alle buone performance di Cina, Indonesia, Tailandia

ASIA/PACIFIC: continua il trend positivo della produzione, grazie alle buone performance di Cina, Indonesia, Tailandia ASIA/PACIFIC: continua il trend positivo della produzione, grazie alle buone performance di Cina, Indonesia, Tailandia Nel 2012 sono stati prodotti in Asia 1 oltre 42,65 milioni di autoveicoli, con un

Dettagli

A REGIONE DI KRASNODAR: NUOVO POLO DI CRESCITA NEL SUD DELLA RUSSIA

A REGIONE DI KRASNODAR: NUOVO POLO DI CRESCITA NEL SUD DELLA RUSSIA A REGIONE DI KRASNODAR: NUOVO POLO DI CRESCITA NEL SUD DELLA RUSSIA Anche nella regione di Krasnodar un distretto industriale italiano. La regione per prima ha aperto una propria Rappresentanza ufficiale

Dettagli

Complesso Residenziale Alberghiero a Montalcino (SI)

Complesso Residenziale Alberghiero a Montalcino (SI) Complesso Residenziale Alberghiero a Montalcino (SI) Il lotto e situato a Torrenieri, una frazione del comune di Montalcino (Si). I terreni risultano all interno delle zone definite d.o.c. per la produzione

Dettagli

I modelli di crescita all estero delle PMI: il caso del distretto empolese. Andrea Manuelli - manuelli@local-global.it

I modelli di crescita all estero delle PMI: il caso del distretto empolese. Andrea Manuelli - manuelli@local-global.it I modelli di crescita all estero delle PMI: il caso del distretto empolese Andrea Manuelli - manuelli@local-global.it 1 RIFLESSIONI GENERALI 2 Internazionalizzazione e dimensione di impresa Tradizionalmente,

Dettagli

Come strutturare una Unità di Apprendimento di geografia regionale

Come strutturare una Unità di Apprendimento di geografia regionale Cristiano Giorda Università di Torino Facoltà di Scienze della Formazione Dipartimento Interateneo Territorio AIIG- Sezione Piemonte cristiano.giorda@unito.it Come strutturare una Unità di Apprendimento

Dettagli

Prospettive in breve

Prospettive in breve OECD-FAO Agricultural Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive OCSE-FAO sull agricoltura 2009 Sintesi in italiano Prospettive in breve Il contesto macroeconomico che fa da sfondo alle presenti prospettive

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico A cura del CeSPI (Centro Studi di Politica Internazionale) n. 18 - Ottobre 2010 ABSTRACT - L economia messicana era in difficoltà già prima della

Dettagli

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest 16 Jarai 24-05-2000 9:46 Pagina 135 135 Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest L integrazione con l Unione Europea, la rapida crescita economica, un migliore equilibrio finanziario

Dettagli

+ 4.30 (rispetto all Italia) con ora solare; + 3.30 (rispetto all Italia) con ora legale.

+ 4.30 (rispetto all Italia) con ora solare; + 3.30 (rispetto all Italia) con ora legale. India Data la vastità e la conformazione orografica, l India ha vari tipi di clima, anche molto differenti, che si possono riassumere in tre stagioni: estiva, invernale e monsonica. L estate (aprile-giugno)

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$.

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. La Corea è oggi la quattordicesima economia mondiale per prodotto interno

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

UZBEKISTAN Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

UZBEKISTAN Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 UZBEKISTAN Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 Uzbekistan 1 INDICE 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

Tour in Birmania 15 giorni e 12 notti

Tour in Birmania 15 giorni e 12 notti Tour in Birmania 15 giorni e 12 notti Il Myanmar (ex Birmania) è senza dubbio uno dei Paesi più affascinanti e sorprendenti del mondo ed è erede di una delle più singolari civiltà dell Asia. Un Paese magico,

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli