Questioni generali Obbligatorietà: obbligata obbliga I Comuni espropriati:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Questioni generali Obbligatorietà: obbligata obbliga I Comuni espropriati:"

Transcript

1 Questioni generali In Italia spesso il quadro legislativo che determina una sostanza chiara, come la privatizzazione dell'acqua, è mascherato da mille paraventi di leggi, regolamenti, decreti che modificano le leggi, decreti che modificano i decreti, norme interpretative. Tutto questo rende ulteriormente difficoltoso elaborare una proposta politica chiara sul piano legislativo, per una materia già di per sé così delicata e complessa come la gestione del servizio idrico integrato. Il Referendum parla di decreti legge e di leggi perché è l'unico strumento legislativo a disposizione direttamente della popolazione, ma dietro c'è una proposta politica sostanziale che va oltre il tecnicismo della legislazione: l'acqua e la gestione del suo ciclo (inscindibili) sono un bene comune. La diffusione di questa consapevolezza, la sua crescita nella popolazione, non può che passare attraverso discorsi di sostanza. L'obiettivo del forum e di quanti operano in incontri, assemblee, banchetti, da anni ormai, non solo durante questa campagna referendaria, è e rimane parlare alla gente comune di quello che negli anni è stato progressivamente allontanato e sta per venirgli definitivamente sottratto: il senso del bene comune, e l'elemento che meglio lo rappresenta, ovvero l'acqua, secondo solamente all'aria. Il senso del bene comune, in particolare per l'acqua, passa attraverso alcune parole chiave. Obbligatorietà: il Forum dei Movimenti per l'acqua è stata obbligata a ricorrere allo strumento del Referendum, perché una legge del governo obbliga tutti i Comuni a privatizzare la gestione dei propri acquedotti. In questi anni il Forum si è sempre occupato di ripubblicizzazione, con attività politica non partitica che ha affiancato amministrazioni comunali, provinciali e regionali con soluzioni per rendere la popolazione più consapevole e partecipe dei processi che regolano un bene vitale come l'acqua. Nel 2007 il Forum ha raccolto oltre firme per appoggiare una legge che prevede un radicale mutamento di prospettiva, che superi i meccanismi privati dimostratisi fallimentari e sposti la gestione del bene acqua fuori dai mercati e di nuovo dentro l'area del pubblico interesse. Quella legge è oggi la proposta politica dei Forum, che ben lungi dal dire sempre NO, da subito hanno sempre costruito proposte per un SI diverso da quello del lucro, imposto oggi per decreto. I Comuni espropriati: l'obbligatorietà toglie ai comuni poteri propri, è un colpo alla democrazia rappresentativa, i comuni non hanno più alcun ruolo e ai cittadini è reso impossibile ogni rapporto con le istituzioni locali in merito ai servizi determinanti per la loro vita e la loro salute. Già il passaggio dalle municipalizzate locali, a diritto pubblico, alle spa o alle srl, a diritto privato, ha rappresentato una diminuzione di trasparenza per il cittadino. L'espropriazione delle quote, oggi in possesso dei comuni e domani nelle

2 mani delle grandi multinazionali, renderà impossibile per i cittadini intervenire in qualsiasi modo sulle decisioni che riguarderanno la gestione del servizio idrico. Ideologico: ideologico è chi obbliga con legge tutte le aziende pubbliche a privatizzare, anche quelle che gestiscono bene il servizio. Ci sono in Italia acquedotti virtuosi che reinvestono ogni centesimo di utile nella gestione ordinaria e straordinaria, che hanno un eccellente efficienza (solo 15% a Milano). Anche questi sono obbligati a vendere alle multinazionali. La legge conferma il suo carattere ideologico prevedendo una sola categoria che non sarà obbligata a vendere: quella degli acquedotti non remunerativi, che servono zone difficili, le valli impervie, le strutture troppo costose per essere remunerative. Ideologico è colui che stabilisce per legge che le imprese guadagnino il 7% senza rischio di impresa, questo avvenne nel 94, con la legge Galli. Dal 1994 ogni banca, ogni privato, chiunque investa 100 euro in un acquedotto, ne riceve 7 ogni anno. E' per così dire un investimento sicuro, stabilito per legge, che i cittadini pagano in bolletta con un aumento fino al 25%. Le gestioni virtuose : La stessa Mediobanca ha stilato una classifica degli acquedotti virtuosi come Milano città, Milano Provincia, Venezia, buona parte del nord, che hanno perdite tra le più basse in Europa, tra il 12 e il 16%, hanno basse tariffe, hanno reinvestimenti degli utili fino all'80%, non hanno bilanci in rosso. Sicuramente queste gestioni virtuose non hanno bisogno dei privati, ma forse i privati hanno bisogno di utilisicuri. Proprietà e gestione: Ciò che conta è la privatizzazione della gestione. E' la gestione che assicura il diritto all'acqua potabile. Quando la gestione di una spiaggia o di una sorgente (che pure restano di proprietà pubblica), vengono date in concessione/gestione ad un privato, il pubblico e i cittadini vengono privati dell'accesso e del godimento, mentre il privato ne gode i sostanziosi profitti. I privati fanno gli investimenti. a) La privatizzazione della gestione significa che i costi di ristrutturazione e riparazione degli impianti e la costruzione dei nuovi resta a carico del Pubblico, al Privato la riscossione delle tariffe e la gestione ordinaria. Al pubblico i costi ai privati i guadagni. b) continuano a dire che gli acquedotti italiani sono un colabrodo, ma da 10 anni il 50% degli acquedotti è già stato privatizzato e quotato in borsa. Ciò significa che i privati non hanno riparato le reti e non hanno fatto gli investimenti. c) dal momento che acquedotti senza l'intervento del privato come Milano

3 ecc. non hanno perdite, e dal momento che l'acquedotto Pugliese, senza privati, con la gestione del Presidente Vendola ha ridotto le sue perdite e i suoi debiti, c'è da trarre le considerazioni che è proprio la privatizzazione che è un colabrodo. Non ha migliorato gli impianti, non ha portato investimenti ma sicuramente ha aumentato le tariffe del 67%. l'europa ci obbliga Ennesima ipocrisia. L'Europa non obbliga nessun paese membro a privatizzare, lascia ai singoli decidere se il servizio idrico è un servizio economico o di interesse generale. La Corte Costituzionale nella sentenza con la quale dichiara valido il primo dei quesiti del Forum, ovvero l'abrogazione del decreto Ronchi, dice chiaramente che non c'è nessun obbligo comunitario e che proprio per questo è possibile abrogare tale legge. Parigi e Berlino: Queste due grandi città sono la dimostrazione che l'europa non obbliga. Parigi con la gestione pubblica risparmia 32 milioni di euro all'anno, e quest'anno, dopo dieci anni di aumenti medi dell'otto per cento annuo con Veolia e Suez, è già stato fissata una riduzione delle bollette del 6 per cento a luglio. A Berlino i cittadini potranno determinare direttamente le scelte della politica, attraverso una gestione compartecipata. In Italia si faranno spendere ai cittadini 400 milioni di euro, avendo impedito l'accorpamento della consultazione referendaria alle amministrative, per tenerli lontani dall'esercizio della propria Sovranità (che invece appartiene al popolo, da Costituzione). Non siamo contro l'iniziativa privata: Il Forum non è contro l'iniziativa privata, bensì contro la mercificazione dell'acqua in quanto Bene Comune indispensabile alla vita. Siamo contro la privatizzazione dei rubinetti consegnati ad una multinazionale e ai giochi della Borsa. Siamo contrari alla gestione dell'acqua alla stregua del petrolio, vogliamo evitare guerre feroci per l'acqua, simili a quanto sta accadendo da anni in Terra Santa. Siamo contro l'esclusione dall'acqua, e quindi dalla vita, di miliardi di persone che non possono oggi e non potranno domani pagare per bere, diventando così profughi idrici che assediano le città. Parliamo a tutta la politica. Noi parliamo a tutta la politica. Tutta la politica è degradata e in crisi perché ha perso la sua missione, quella di realizzare gli interessi generali. Nel Forum le decisioni vengono prese dai movimenti, e non vi è rappresentato alcun partito politico. I partiti, se vogliono, sostengono il Forum tramite un comitato

4 di sostegno che consente a loro di contribuire senza interferire con i processi decisionali, tutti in carico ad associazioni e raggruppamenti a-partitici. I partiti che non hanno accettato questa situazione (come p.es. l'italia dei Valori) non è stata ammessa al comitato di sostegno. In virtù di questa trasversalità il Forum parla a tutta la Cittadinanza, e chiede a tutti i cittadini di far valere la propria volontà nei confronti ciascuno dei propri rappresentanti politici, perché effettivamente questi li rappresentino in quello che non può che essere un interesse comune: il diritto a bere, a lavarsi. Esempi: il caso Milano anno Nasce il primo acquedotto pubblico della città. Il Sindaco espropria 30 acquedotti privati e delibera: l'acqua è un bene determinante per la vita e la salute dei cittadini, non può essere consegnata alla gestione di chi può trarne profitto Il sindaco è Gaetano Negri della destra storica. Nel 1903 il governo del liberale Giolitti istituisce con legge le municipalizzate, prime tra tutte quelle dell'acqua. La legge sostiene che il sindaco che non fa la municipalizzata pubblica deve sottoporsi a referendum cittadino. Oggi dobbiamo fare un referendum che abroghi una legge che obbliga i Sindaci a consegnare ai privati il loro acquedotto. L'articolo 43 della Costituzione recita: i servizi di interesse generale e in regime di monopolio (acqua è un monopolio naturale) lo stato previo esproprio può assumerne la gestione o affidarla a enti locali o a ( forme di partecipazione?) cooperative di lavorati e cittadini. Le Multinazionali: la privatizzazione dell'acqua non avviene attraverso l'ingresso di un privato qualsiasi, ma da parte di multinazionali: monopoliste, quotate in borsa, oggetto di speculazione finanziaria e a loro volta attive nella speculazione, da banche e da finanzieri che controllano banche, giornali, cemento, acqua, come Caltagirone. Ha fatto tanto scalpore in questi ultimi anni la corsa all'acquisto di aziende italiane da parte del capitalismo estero, come p.es. i francesi con Parmalat o Alitalia, tanto da provocare l'intervento del governo e del parlamento per legislazioni protezionistiche specifiche. Sembra tuttavia che questo problema non sia altrettanto sentito dalla nostra classe dirigente per quanto riguarda la gestione ed il controllo del servizio idrico: tuttavia quando verranno messe sul mercato, tutte insieme, le quote delle aziende oggi in possesso delle amministrazioni pubbliche, chi potrà impedire alle multinazionali di fare incetta a poco prezzo, di servizi remunerati PER LEGGE? L'acqua entrerà nel mercato finanziario, assoggettata ai giochi azionari, ai fondi speculativi, ai derivati che scommettono sulle catastrofi, i fallimenti e sui titoli spazzatura.

5 I principi del Diritto e del Risparmio: L'acqua non può essere considerata una azienda o un bene economico, è sbagliato anche chiamarla servizio. I principi a cui prima di tutto la politica si deve ispirare sono il diritto e il risparmio. L'acqua è il diritto umano alla vita, dall'art. 3 della Dichiarazione Universale dei diritti umani. I diritti umani non sono a discrezione di tariffe e di bilanci. Non c'è la tariffa per l'istruzione, per la salute, per la sicurezza (pensiamo alla polizia o all'esercito) L'acqua disponibile inoltre si sta riducendo, l'onu nel 2006 ha dichiarato la crisi mondiale dell'acqua. Il secondo principio ispiratore è perciò il Risparmio in tutti gli usi. Questi principi sono incompatibili con il privato e con il profitto, secondo il quale invece più si consuma maggiori sono i ricavi per gli azionisti. Uscire dalla logica della tariffa. La fiscalità si rivolge alla collettività e dà l'idea di una comunità che si organizza nella politica e collettivamente paga per garantire a tutti l'accesso al diritto, anche a chi è più povero, perché l'acqua è un bene fondamentale alla vita ed è interesse della comunità che tutti ne dispongano in misura sufficiente, e che ciascuno ne faccia un uso oculato affinché non ne venga sprecata. La tariffa invece è rivolta all'individuo e alla sola sua disponibilità economica: chi non paga sentirà bussare alla sua porta l'ufficiale giudiziario che gli chiuderà il contatore, e non potrà più bere, né lavarsi, né dissetare la propria famiglia. E' ciò contro cui hanno combattuto negli ultimi anni gli abitanti di Latina. La fiscalità generale afferma il seguente principio: io vivo in una comunità, quindi ho il diritto all'accesso del bene comune, come per esempio ho diritto a camminare per il marciapiede. La tariffa afferma il principio contrario: io pago, quindi ho il diritto a consumarne quanto ne voglio, come succede per la benzina. La tariffa, per i beni comuni, è lo stravolgimento di quei cardini che fino ad oggi hanno rappresentato il cammino della civilizzazione umana: la costruzione delle città avveniva nelle zone in cui c'era disponibilità d'acqua, al crescere delle città si sono costruiti acquedotti e deviati fiumi, e sono stati lavori di cui si è sempre occupata la comunità nel suo insieme. L'esempio Toscano: I cittadini hanno ridotto i consumi, e l'azienda privata Publiacqua avendo riscontrato meno introiti, ha comunicato ai cittadini un aumento delle tariffe. Oggi gli utili di Acegas Aps sono nel bilancio del comune di Padova, per

6 finanziare altri servizi: se i cittadini saranno bravi e consumeranno tanta acqua godranno anche di sportelli al cittadino, magari qualche pista ciclabile in più (detratti i dividendo per le varie fondazioni bancarie che partecipano ad Aps Holding); se invece non saranno bravi e risparmieranno un bene così prezioso potrebbero vedersi tagliare i sostegni o gli investimenti al loro benessere, per carenza di fondi. La partecipazione Il diritto e il risparmio presuppongono una gestione partecipata e comunitaria di questo bene, tale da garantire la compatibilità di tutti gli usi umani e poterne definire quelli prioritari e tutelare la risorsa: falde, fiumi, laghi. ghiacciai ecc.. Non siamo per la gratuità dell'acqua: Siamo per il diritto e il risparmio. 50 litri sono il diritto: L'Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara 50 litri il minimo indispensabile alla vita decente. Questo è il diritto e va garantito a tutti, a gratis e a carico della fiscalità. Dopo si introduca la tariffa, in aumento progressivo tale da garantire il Risparmio, tale da far pagare progressivamente sempre di più chi spreca l'acqua, o chi ne lucra, come per esempio le ditte imbottigliatrici, che oggi in Veneto mungono dalle falde una tonnellata d'acqua per 7 euro, e la rivendono a 500, caricando la comunità anche dello smaltimento delle bottiglie di plastica. Nucleare e acqua: la vera sicurezza e la comunità. Il nucleare e l'acqua sono due salti nel buio per l'umanità Entrare nel nucleare è entrare in una insicurezza certa, è entrare in qualcosa che non ha ritorno, è aprire una porta sull'inferno. Durante la siccità del 2003 sono state spente centrali termoelettriche, per mancanza d'acqua nel Po, mentre in tutta la pianura la penuria d'acqua ha richiesto razionamenti che comunque non hanno consentito di salvare tutti i raccolti; con una centrale nucleare tutto questo tragicamente si semplifica, perché la centrale nucleare non si può spegnere, richiede costante raffreddamento anche quando non produce energia elettrica, anche quando è dismessa: non ci sarà raccolto da salvare, perché l'acqua andrà alla centrale nucleare. Entrare nella mercificazione e nella finanziarizzazione dell'acqua è rilasciare una cambiale in bianco per un sicuro futuro di insicurezza certa, di conflitti, di rottura della comunità, di guerre feroci e di muri che dividono ed escludono dall'accesso alla vita milioni di persone: un altro inferno.

7 Il nucleare e l'acqua hanno in comune la menzogna dei politici, dei tecnici, dei manager: si continua a mentire sulla sicurezza delle centrali. (Nel 1980 davano per sicuri i reattori di seconda generazione oggi ci assicurano quelli di terza). Mentono sull'entità degli incidenti. Mentono sui costi. Sull'acqua hanno mentito sugli obblighi comunitari, sull'efficienza dei privati, sulle loro possibilità di controllo, sul fatto che vengono cacciate da molti paesi, che hanno corrotto governi e municipalità. Il nucleare e l'acqua hanno in comune le multinazionali che espropriano tutti da ogni decisione e conoscenza: In Luisiana la BP ha deciso l'estromissione di ogni istituzione compreso il Governo degli USA. La conoscenza è nelle loro sole mani. Il Giappone la multinazionale Tecpo fa lo stesso, esclude tutti, persino dagli aiuti, i tecnici di altri paesi e il governo giapponese stesso. Le multinazionali energetiche e dell'acqua sono profondamente intrecciate. Esempi: Il presidente di Edf ( Francia) Proglio, che vende la tecnologia nucleare all'italia in una joint venture con Enel, è contemporaneamente presidente di Veolia. La Bechtel la multinazionale americana di Cochabamba è per il 30% di Edison, oggi A2A lombarda e quindi anche Edf/Veolia. State svendendo tutte le aziende pubbliche ai francesi. Lo afferma Tremonti sul Corriere della Sera di Sabato 19 Marzo. Spendono 400 milioni di danaro pubblico per impedire il quorum. Andate al voto: Questa volta andate a votare per voi. Questa volta siete voi a decidere.

Progetto educazione all ambiente e allo sviluppo sostenibile

Progetto educazione all ambiente e allo sviluppo sostenibile Progetto educazione all ambiente e allo sviluppo sostenibile Federico Bellardi, Alessandro Govi, Marianna Setale. Acqua: Diritto o bisogno? 2^blt Legge Galli L. 5 gennaio 1994, n. 36. Tutte le acque superficiali

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE 1) l entrata in vigore della conversione del D.L. 135/2009 che, all art. 15 prevede una sostanziale privatizzazione dell acqua attraverso un forzata e mascherata dismissione

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI PARTECIPANTI AL FORUM ALTERNATIVO MONDIALE DELL'ACQUA A MARSIGLIA, 14 17 marzo 2012.

DICHIARAZIONE DEI PARTECIPANTI AL FORUM ALTERNATIVO MONDIALE DELL'ACQUA A MARSIGLIA, 14 17 marzo 2012. DICHIARAZIONE DEI PARTECIPANTI AL FORUM ALTERNATIVO MONDIALE DELL'ACQUA A MARSIGLIA, 14 17 marzo 2012. In qualità di membri del movimento globale per la giustizia idrica, riuniti nel Marzo 2012 a Marsiglia

Dettagli

ACQUIZZONE QUANTA ACQUA SI CONSUMA NEL MONDO?

ACQUIZZONE QUANTA ACQUA SI CONSUMA NEL MONDO? ACQUIZZONE QUANTA ACQUA SI CONSUMA NEL MONDO? 450 400 350 300 250 200 150 100 USA 425 ITALIA 240 EUROPA 165 AFRICA 20 INDIA 25 50 0 Consumo medio litri d'acqua al giorno persona - 2009 Secondo l OMS il

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

CONSIGLI PRATICI PER RIDURRE IL CONSUMO DI ACQUA

CONSIGLI PRATICI PER RIDURRE IL CONSUMO DI ACQUA «Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.» Mahatma

Dettagli

Investimenti nel settore idrico e depurativo, tra urgenza di risanamento e opportunità per le imprese. Giorgio Zampetti

Investimenti nel settore idrico e depurativo, tra urgenza di risanamento e opportunità per le imprese. Giorgio Zampetti Investimenti nel settore idrico i e depurativo, tra urgenza di risanamento e opportunità per le imprese Giorgio Zampetti Responsabile scientifico di Legambiente L Italia è uno dei Paesi più ricchi di acqua

Dettagli

Piano di Azione PROPOSTA

Piano di Azione PROPOSTA Piano di Azione PROPOSTA N GRUPPO AZIONE/RACCOMANDAZIONE A1 PREDISPORRE ED ATTUARE UN PIANO DI EDUCAZIONE E COMUNICAZIONE Spiegare cos è la tariffa, come si calcola, e cosa paga ; capire quando e perché

Dettagli

La Direttiva Quadro sulle Acque e la Nuova Cultura dell Acqua

La Direttiva Quadro sulle Acque e la Nuova Cultura dell Acqua RIASSUNTO Il fatto che più di un miliardo di persone non abbiano diritto all acqua potabile e che più di due miliardi non godano di servizi igienici adeguati, unitamente al degrado dell ecosistema acquatico

Dettagli

Facoltà di scelta. Andrea Ichino università di bologna. Daniele Terlizzese eief e banca d italia

Facoltà di scelta. Andrea Ichino università di bologna. Daniele Terlizzese eief e banca d italia Facoltà di scelta L università salvata dagli studenti Una modesta proposta Andrea Ichino università di bologna Daniele Terlizzese eief e banca d italia Marzo 2013 1 Gli obiettivi della proposta Reperire

Dettagli

Le lotte dell acqua in Italia

Le lotte dell acqua in Italia Le lotte dell acqua in Italia Scheda sintetica di alcune esperienze Cinque anni di lavoro del Comitato Italiano per un Contratto Mondiale sull Acqua. Quasi 1500 iniziative in tutta l Italia, due Forum

Dettagli

Jeanine vive, e tu voltati

Jeanine vive, e tu voltati Data Jeanine vive, e tu voltati I diritti umani e soprattutto la loro violazione, devono stringere il mondo intero nella solidarietà. Ban Ki-moon 0 1 E tu voltati Indifferenza. Liliana Segre ne ha parlato

Dettagli

Egregi Parlamentari, rappresentanti di noi cittadini

Egregi Parlamentari, rappresentanti di noi cittadini Egregi Parlamentari, rappresentanti di noi cittadini oggi, quale membro del Forum nazionale movimenti per l acqua, sono stato chiamato qui in audizione a rappresentare i tanti comitati cittadini sparsi

Dettagli

PALERMO MANUALE OPERATIVO. CGIL Palermo - Federconsumatori -Liberacqua 1

PALERMO MANUALE OPERATIVO. CGIL Palermo - Federconsumatori -Liberacqua 1 PALERMO MANUALE OPERATIVO CGIL Palermo - Federconsumatori -Liberacqua 1 PREMESSA Con la vittoria del 2 quesito referendario del 12 giugno 2011 è stata abrogata la norma che prevede la remunerazione del

Dettagli

Buongiorno e grazie per l invito che mi avete rivolto. Desidero innanzitutto ringraziare gli amici

Buongiorno e grazie per l invito che mi avete rivolto. Desidero innanzitutto ringraziare gli amici Andrea RONCHI (Ministro per le Politiche Europee) Buongiorno e grazie per l invito che mi avete rivolto. Desidero innanzitutto ringraziare gli amici che sono qui, intorno a questo tavolo, in primis il

Dettagli

Giappone non si è scelto la liberalizzazione, ma la privatizzazione, realizzata segmentando in tre grandi pezzi la vecchia rete ferroviaria, con l

Giappone non si è scelto la liberalizzazione, ma la privatizzazione, realizzata segmentando in tre grandi pezzi la vecchia rete ferroviaria, con l Ing. Mauro Moretti Partecipare ai convegni è sempre un occasione importante di apprendimento. In realtà bisognerebbe sempre fondare le proposte sugli studi, perché le decisioni dovrebbero essere prese

Dettagli

IL PROCEDIMENTO LEGISLATIVO

IL PROCEDIMENTO LEGISLATIVO 25 MARZO 2015 IL PROCEDIMENTO LEGISLATIVO DI FUSIONE IN CONCRETO NELLE LEGGI REGIONALI 1 Rita Filippini e Alessandra Maglieri, Regione Emilia- Romagna (Servizio affari istituzionali Autonomie locali) LE

Dettagli

La storia delle BOTTIGLIE DI PLASTICA

La storia delle BOTTIGLIE DI PLASTICA La storia delle BOTTIGLIE DI PLASTICA QUANTA ACQUA IN BOTTIGLIA SI CONSUMA IN ITALIA? Il consumo nazionale di acqua in bottiglia è molto elevato: nel 2007, gli italiani ne hanno acquistato 12,4 miliardi

Dettagli

LE FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA E LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI

LE FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA E LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI Franco BASSANINI LE FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA E LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI (pubblicato in Fondazioni maggio-giugno 2011) E ancora presto per delineare un bilancio dell esperienza delle Fondazioni

Dettagli

Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali.

Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali. Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali. Bologna, 10 giugno 2008 Relazione introduttiva di Renato Matteucci Dip. Reti-Terziario Cgil nazionale Premessa Fin dall

Dettagli

Acqua: bene comune dell umanità

Acqua: bene comune dell umanità Acqua: bene comune dell umanità Carenza d acqua Quante persone colpisce? Nel mondo 1.680 milioni di persone non hanno accesso all acqua potabile. Con l attuale crescita dei modelli di consumo, nel 2.020

Dettagli

Acque in bottiglia, un imbarazzante storia all italiana Regioni inadempienti, impatti ambientali per tutti, profitti esagerati per pochi

Acque in bottiglia, un imbarazzante storia all italiana Regioni inadempienti, impatti ambientali per tutti, profitti esagerati per pochi Acque in bottiglia, un imbarazzante storia all italiana Regioni inadempienti, impatti ambientali per tutti, profitti esagerati per pochi Acqua di rubinetto (a sinistra) e in bottiglia (a destra) acquistabile

Dettagli

CASE dell'acqua. Un esempio eccellente di promozione dell acqua di rubinetto

CASE dell'acqua. Un esempio eccellente di promozione dell acqua di rubinetto CASE dell'acqua Un esempio eccellente di promozione dell acqua di rubinetto La 2 edizione del Manifesto italiano per un Governo pubblico dell acqua, redatto dal Comitato italiano Contratto Mondiale dell

Dettagli

Quinto Forum mondiale dell'acqua, Istanbul, 16-22 marzo 2009

Quinto Forum mondiale dell'acqua, Istanbul, 16-22 marzo 2009 P6_TA(2009)0137 Quinto Forum mondiale dell'acqua, Istanbul, 16-22 marzo 2009 Risoluzione del Parlamento europeo del 12 marzo 2009 sulle risorse idriche in vista del quinto Forum mondiale dell'acqua a Istanbul

Dettagli

Seminario Approfondimento Acqua Tariffa Risparmio Milano 11 Febbraio 2012

Seminario Approfondimento Acqua Tariffa Risparmio Milano 11 Febbraio 2012 Seminario Approfondimento Acqua Tariffa Risparmio Milano 11 Febbraio 2012 A cura di Rosario Lembo Contratto Mondiale sull acqua Gli approcci culturali L approccio culturale oggi prevalente è il seguente

Dettagli

Sondrio, 22 Gennaio 2010

Sondrio, 22 Gennaio 2010 Sondrio, 22 Gennaio 2010 DOCUMENTO DELL ASSEMBLEA PROVINCIALE DEL PARTITO DEMOCRATICO ACQUE - ENERGIA - AMBIENTE: LA SCADENZA DELLE CONCESSIONI PER GRANDI DERIVAZIONI IDROELETTRICHE E LA COSTITUZIONE DI

Dettagli

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE COMUNICATO STAMPA SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE Roma, 11 gennaio Il 26 maggio prossimo i cittadini bolognesi saranno chiamati al voto per un referendum

Dettagli

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità.

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità. Anzitutto volevo ringraziare per l opportunità che mi è stata data di presentare qui oggi la mia azienda. Noi imprenditori di solito siamo orgogliosi delle nostre creature, e quindi siamo contenti quando

Dettagli

I referendum sull acqua pubblica. La posizione del Gruppo 183 Giuseppe Gavioli, Bruno Miccio, Michele Zazzi

I referendum sull acqua pubblica. La posizione del Gruppo 183 Giuseppe Gavioli, Bruno Miccio, Michele Zazzi I referendum sull acqua pubblica. La posizione del Gruppo 183 Giuseppe Gavioli, Bruno Miccio, Michele Zazzi 20 marzo 2011 Nella Costituzione Italiana il referendum è di norma riservato all'abrogazione

Dettagli

ENERGIE SENZA BUGIE. illustrazioni di Emilio Giannelli. a cura di APER - Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili

ENERGIE SENZA BUGIE. illustrazioni di Emilio Giannelli. a cura di APER - Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili ENERGIE SENZA BUGIE illustrazioni di Emilio Giannelli a cura di APER - Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili LO SAPEVI CHE RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI SULLE RINNOVABILI TI COSTERÀ SOLO UN

Dettagli

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini FORUM PA - 18 maggio 2010 Carlo Crea - Segretariato generale Autorità per l'energia elettrica e il

Dettagli

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI SOMMARIO 1. COS E IL MONOPOLIO NATURALE 2. LE DIVERSE OPZIONI DI GESTIONE a) gestione diretta b) regolamentazione c) gara d appalto 3. I

Dettagli

Italià Solucions Model 2. Opció A

Italià Solucions Model 2. Opció A Prova d accés a la Universitat (2011) Italià Solucions Model 2. Opció A Leggi attentamente questo articolo e rispondi in italiano su questi stessi fogli alle domande. Tempo a disposizione: 1 ora e 30 minuti.

Dettagli

PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI

PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI Città di Portogruaro Assessorato all Ambiente PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI PREMESSA Questa Carta dei Principi nasce da un anno di lavoro sul progetto Vivere con Stile, promosso dall Amministrazione Comunale

Dettagli

SPIEGAZIONI - SUGGERIMENTI - CONSIGLI - REGOLE PRIMA, DURANTE E DOPO IL BAGNO DI GONG

SPIEGAZIONI - SUGGERIMENTI - CONSIGLI - REGOLE PRIMA, DURANTE E DOPO IL BAGNO DI GONG 22. oktober 2012 SPIEGAZIONI - SUGGERIMENTI - CONSIGLI - REGOLE PRIMA, DURANTE E DOPO IL BAGNO DI GONG CHE COS'E' IL BAGNO DI GONG? Anche se il Bagno di Gong, si svolge con un gruppo di persone, ogni Bagno

Dettagli

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani 11 novembre 2011 Gruppo 183: onorevole Mariani, come giudica la fase che attraversa l organizzazione dei

Dettagli

I Referendum in Italia, dal 1974 al 2005. Referendum (*)

I Referendum in Italia, dal 1974 al 2005. Referendum (*) I Referendum in Italia, dal 1974 al 2005 Referendum (*) anno raccolta firme anno votazione esito Concordato 1974 non raggiunte 500.000 firme Giurisdizione Tribunali Ecclesiastici 1974 non raggiunte 500.000

Dettagli

Percorso per la rivalutazione dell acqua di rubinetto

Percorso per la rivalutazione dell acqua di rubinetto Percorso per la rivalutazione dell acqua di rubinetto Le buone pratiche per la tutela dell ambiente Riservato ad Associazioni L acqua di rete: lo scenario Pur in una situazione italiana di alti consumi

Dettagli

LA STRATEGIA DEL COLIBRÌ Di Giuliano Marrucci. GIULIANO MARRUCCI Qui bisogna dimostrare che è facile questa faccenda qua, eh?

LA STRATEGIA DEL COLIBRÌ Di Giuliano Marrucci. GIULIANO MARRUCCI Qui bisogna dimostrare che è facile questa faccenda qua, eh? LA STRATEGIA DEL COLIBRÌ Di Giuliano Marrucci Qui bisogna dimostrare che è facile questa faccenda qua, eh? Se lo faccio pure io.. Se ci riesci pure te siamo a cavallo! Giusta? Sì. Ci siamo? Guarda com'è

Dettagli

Campagna Energia per la vita

Campagna Energia per la vita Campagna Energia per la vita CreaFuturo c/o Acli cremona@acli.it c/o AmbienteScienze info@worldwewant.org VISITA UNO DI QUESTI SITI E FIRMA E FAI FIRMARE www.worldwewant.org (pulsante su homepage a sinistra

Dettagli

Istituto Levi Cases e Università Padova PRESENTAZIONE VOLUME RIFORME ELETTRICHE TRA EFFICIENZA E EQUITA ALBERTO CLO

Istituto Levi Cases e Università Padova PRESENTAZIONE VOLUME RIFORME ELETTRICHE TRA EFFICIENZA E EQUITA ALBERTO CLO Istituto Levi Cases e Università Padova PRESENTAZIONE VOLUME RIFORME ELETTRICHE TRA EFFICIENZA E EQUITA ALBERTO CLO PADOVA 25 MARZO 2015 1 Inizio esprimendo il più vivo ringraziamento al centro Levi Cases,

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA INDIANA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA INDIANA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA INDIANA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica

Dettagli

REFERENDUM ABROGATIVI Data Titolo Affl. Quorum SÌ NO Risultato Descrizione

REFERENDUM ABROGATIVI Data Titolo Affl. Quorum SÌ NO Risultato Descrizione 12 maggio Divorzio 87,72% raggiunto 40,74% 59,26% NO Abrogazione della legge Fortuna-Baslini, con la 1974 quale era stato introdotto in Italia il divorzio. Ordine pubblico 81,19% raggiunto 23,54% 76,46%

Dettagli

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo.

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Con la compartecipazione della Provincia di Bologna, Tavolo Provinciale per la Pace.

Dettagli

COMUNE DI SAN GILLIO. Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua

COMUNE DI SAN GILLIO. Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua L acqua è una risorsa essenziale. Ci sostiene, ci unisce, ci aiuta a crescere. Senza l acqua, le nostre società non potrebbero sopravvivere. Dipendiamo

Dettagli

AcegasAps e le sfide della Green Economy

AcegasAps e le sfide della Green Economy AcegasAps e le sfide della Green Economy Il programma INDICE Il Gruppo AcegasAps Spa L economia Green AcegasAps le attività AcegasAps l Efficienza energetica Il Gruppo Hera Il Gruppo AcegasAps La Capogruppo,

Dettagli

Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni

Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni Il mercato azionario è quel luogo in cui avviene la compravendita dei titoli mobiliari, composti sia da titoli azionari che da obbligazioni. Originariamente

Dettagli

LA CONTABILITA DELLE IMPRESE INDIVIDUALI INTRODUZIONE

LA CONTABILITA DELLE IMPRESE INDIVIDUALI INTRODUZIONE LA CONTABILITA DELLE IMPRESE INDIVIDUALI INTRODUZIONE - La gestione aziendale La gestione dell impresa è l insieme di tutte le azioni, dalle più complesse (es. trasferimento degli impianti all estero)

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA Che cos è un rifiuto? Qualcosa che non ci serve più e che buttiamo! Provate a pensare a questo: avete una vecchia felpa che a voi non piace più e che ormai

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

QUANDO CRISI E CONCORRENZA AUMENTANO, COSA BISOGNA FARE PER MIGLIORARE I RISULTATI AZIENDALI? PER REAGIRE CON SUCCESSO BISOGNA SAPERE PER DECIDERE

QUANDO CRISI E CONCORRENZA AUMENTANO, COSA BISOGNA FARE PER MIGLIORARE I RISULTATI AZIENDALI? PER REAGIRE CON SUCCESSO BISOGNA SAPERE PER DECIDERE QUANDO CRISI E CONCORRENZA AUMENTANO, COSA BISOGNA FARE PER MIGLIORARE I RISULTATI AZIENDALI? PER REAGIRE CON SUCCESSO BISOGNA SAPERE PER DECIDERE Da sempre nascono periodicamente problemi che riguardano

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

pubblicazione a cura di PATRIZIA TOIA

pubblicazione a cura di PATRIZIA TOIA pubblicazione a cura di PATRIZIA TOIA L AGENDA DIGITALE EUROPEA C è un gap molto forte e preoccupante tra il nostro Vecchio Continente e le aree più sviluppate del mondo: è quello della Internet economy

Dettagli

Ma che colpa abbiamo noi?

Ma che colpa abbiamo noi? Ma che colpa abbiamo noi? Il Debito Pubblico sta per raggiungere i duemila miliardi Quando in Italia ci si è resi conto che la politica, per convenienze personali e di partito, non sarebbe riuscita a gestire

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Quanta acqua serve per produrre un kg di carta?

Quanta acqua serve per produrre un kg di carta? Quanta acqua serve per produrre un kg di carta? a) nuova 10 litri / riciclata 0,5 litri b) nuova 100 litri / riciclata 2 litri c) nuova 350 litri / riciclata 70 litri Quasi nessun prodotto può essere fabbricato

Dettagli

In Lombardia lo psicologo è «low cost»

In Lombardia lo psicologo è «low cost» CORRIERE DELLA SERA ON LINE (http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/09_ottobre_19/settimana-benessere-psicologico- 1601896219707.shtml LA SETTIMANA DEL BENESSERE PSICOLOGICO In Lombardia lo psicologo

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

PROGETTO RIFIUTIZERO. Come un problema diventa risorsa

PROGETTO RIFIUTIZERO. Come un problema diventa risorsa PROGETTO RIFIUTIZERO Come un problema diventa risorsa Introduzione per chi vuol saperne di piu Su come abbiamo intenzione di trovare risorse economiche Da quello che viene definito sempre come un costo

Dettagli

ORIENTAMENTO AL LAVORO NEL TERZO SETTORE 21 gennaio 2014 ASSOCIAZIONE MOVIMENTO PROGETTO LAVORO

ORIENTAMENTO AL LAVORO NEL TERZO SETTORE 21 gennaio 2014 ASSOCIAZIONE MOVIMENTO PROGETTO LAVORO ORIENTAMENTO AL LAVORO NEL TERZO SETTORE 21 gennaio 2014 ASSOCIAZIONE MOVIMENTO PROGETTO LAVORO NASCITA DEFINIZIONE TERZO SETTORE La prima definizione si ritrova in Europa a partire dalla metà degli anni

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

acqua Hera valori, qualità, consigli

acqua Hera valori, qualità, consigli Utenze Servizio domestiche idrico acqua Hera valori, qualità, consigli L acqua è un valore che non va mai fuori corso Siamo una delle maggiori società italiane nei servizi idrici. Negli ultimi 5 anni abbiamo

Dettagli

CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011

CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011 CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011 INTERVENTO PROF. DOMINICI Il mio tema è Banca, sviluppo e territorio, il quale sta nel contesto di

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali Cremona, 23 febbraio 2013 Agenda-1 Introduzione e presentazione Impresa e imprenditore Imprenditore e innovazione Competizione vs cooperazione?

Dettagli

1) DETERMINAZIONE DEGLI IMPORTI RELATIVI AL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO FATTURATI DA CIASCUN GESTORE

1) DETERMINAZIONE DEGLI IMPORTI RELATIVI AL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO FATTURATI DA CIASCUN GESTORE RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL FILE DI CALCOLO DELLA RESTITUZIONE DELLA REMUNERAZIONE DI CAPITALE RELATIVA AL PERIODO 21/07/2011-31/12/2011 (DELIBERAZIONE AEEG N.273/2013/R/IDR DEL 25/06/2013). GESTORE

Dettagli

deterioramento compreso tra il 25% e il 30% del livello di rating. Moody s: 3. Il costo medio del capitale nel nucleare

deterioramento compreso tra il 25% e il 30% del livello di rating. Moody s: 3. Il costo medio del capitale nel nucleare 1. Premessa Una recente analisi dell agenzia di rating Moody s sulle implicazioni finanziarie dell investimento nucleare ci permette alcune riflessioni e confronti con la situazione italiana, dove Enel,

Dettagli

Non mi sciupare! Scuola Primaria di Maggiate Classe terza

Non mi sciupare! Scuola Primaria di Maggiate Classe terza Non mi sciupare! Scuola Primaria di Maggiate Classe terza Carta Europea dell'acqua promulgata a Strasburgo il 6 Maggio 1968 dal Consiglio d'europa 1) Non c'è vita senza acqua. L'acqua è un bene prezioso,

Dettagli

IL GOVERNO DELL ENERGIA Liberalizzazioni e politica Industriale nel settore energetico europeo

IL GOVERNO DELL ENERGIA Liberalizzazioni e politica Industriale nel settore energetico europeo IL GOVERNO DELL ENERGIA Liberalizzazioni e politica Industriale nel settore energetico europeo Fabio Bulfone (EUI) Padova 22 Aprile 2015 SCALETTA Cenni sul settore energetico Anni 80: I campioni nazionali

Dettagli

Uso consapevole dell acqua nelle scuole superiori

Uso consapevole dell acqua nelle scuole superiori Uso consapevole dell acqua nelle scuole superiori LICEO ALDO MORO Reggio Emilia, 17 Novembre 2010 OBIETTIVI - VALORIZZAZIONE DELLA RISORSA: IL PROBLEMA DELL ORO BLU azioni locali e sfide globali - RISPARMIO

Dettagli

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a MASSIMO CAPUANO Amministratore Delegato della Borsa Italiana Mi appresto a un compito difficile: riuscire a concludere un dibattito così interessante in questa vostra prima giornata di convegno, a un ora

Dettagli

STUDIO DI UN MODELLO DI GESTIONE PARTECIPATA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO (S.I.I)

STUDIO DI UN MODELLO DI GESTIONE PARTECIPATA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO (S.I.I) STUDIO DI UN MODELLO DI GESTIONE PARTECIPATA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO (S.I.I) Contributo dell Associazione Culturale e Promozione Sociale Acquadolce Proposta di modello di percorso per portare a conclusione

Dettagli

Liberalizzazione del mercato elettrico: chi tutelerà famiglie e consumatori

Liberalizzazione del mercato elettrico: chi tutelerà famiglie e consumatori Liberalizzazione del mercato elettrico: chi tutelerà 23 Aprile 2015 Ennio Fano 1 Nelle recenti settimane sul tema dell energia elettrica si sono succedute: A) la proposta dell Autorità sulla riforma delle

Dettagli

F.A.Q. OdV e Aps a confronto

F.A.Q. OdV e Aps a confronto Cosa hanno in comune le Odv e le Aps? Le Organizzazioni di Volontariato (OdV) e le Associazioni di Promozione Sociale (APS) hanno la caratteristica comune di avere nel fine solidaristico la propria dimensione

Dettagli

Camera di Commercio di Cremona

Camera di Commercio di Cremona BANCA D ITALIA Camera di Commercio di Cremona L Economia della Lombardia Lunedì 15 Giugno 2015 Le tendenze del sistema produttivo e finanziario in Lombardia ed in Italia Fabrizio Pezzani GRUPPO CARIPARMA

Dettagli

Vivere meglio con meno petrolio

Vivere meglio con meno petrolio Vivere meglio con meno petrolio Politiche energetiche locali: efficienza energetica e rinnovabili nel pubblico e nelle case dei cittadini Cremona, 11 maggio 2007 Andrea Poggio, vicedirettore generale Legambiente

Dettagli

Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico. Leonardo Bargigli

Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico. Leonardo Bargigli Lezione 12 Risparmio privato e Debito Pubblico Leonardo Bargigli Risparmio privato Gli individui desiderano risparmiare per poter trasferire potere d acquisto nel tempo e per poter coprire necessità impreviste

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

PERCHÉ IL NUCLEARE È NECESSARIO

PERCHÉ IL NUCLEARE È NECESSARIO PERCHÉ IL NUCLEARE È NECESSARIO Il referendum del 1987, che ha determinato l uscita dell Italia dal nucleare, è costato all Italia oltre 50 miliardi di euro, soprattutto per la trasformazione e lo smantellamento

Dettagli

Guida al Decreto ministeriale a cura di Alpha Test

Guida al Decreto ministeriale a cura di Alpha Test Guida al Decreto ministeriale a cura di Alpha Test Modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi di Laurea ad accesso programmato a livello nazionale A.A. 2013/2014 Milano, 12 giugno 2013 DICHIARAZIONE

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 35 del 4 maggio 2012 15

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 35 del 4 maggio 2012 15 Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 35 del 4 maggio 2012 15 LEGGE REGIONALE 27 aprile 2012, n. 17 Disposizioni in materia di risorse idriche. Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI

IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI La presente pubblicazione raccoglie schede di sintesi relative a finanziamento della politica nei principali

Dettagli

01. COLTI IN FLAGRANZA DI RISPARMIO ENERGETICO. GIACOMO 46 anni, impiegato ore 17.38 Torino - piazza Carlo Felice

01. COLTI IN FLAGRANZA DI RISPARMIO ENERGETICO. GIACOMO 46 anni, impiegato ore 17.38 Torino - piazza Carlo Felice 01. GIACOMO 46 anni, impiegato ore 17.38 Torino - piazza Carlo Felice Lo faccio perché meno prendo l auto e meglio è. Per andare a lavoro prendo il treno e il bus. Mi è comodo e risparmio. Colto nell atto

Dettagli

È fondamentale liberalizzare la società

È fondamentale liberalizzare la società È fondamentale liberalizzare la società NEL NOSTRO PAESE SI È PARLATO E SI PARLA ANCORA DI LIBERALIZZAZIONI. TUTTAVIA, CIÒ AVVIE- NE SOLO IN CAMPO ECONOMICO E CON RISULTATI POCO SODDISFACENTI. INFATTI,

Dettagli

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI Ing. Manlio Palmarocchi STES SONO ANNI CHE STES, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI E DEI RISULTATI CHE ARRIVANO DALL ONU ATTRAVERSO L IPCC, UNO

Dettagli

IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO. Gli effetti di una profonda trasformazione

IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO. Gli effetti di una profonda trasformazione IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO Gli effetti di una profonda trasformazione 1 LA TRASFORMAZIONE DEL SISTEMA BANCARIO TENDENZE DI FONDO DELLO SCENARIO MACROECONOMICO LA RISPOSTA DELLE BANCHE Progresso tecnologico

Dettagli

LA VERITÀ SULLE BOLLETTE ELETTRICHE

LA VERITÀ SULLE BOLLETTE ELETTRICHE LA VERITÀ SULLE BOLLETTE ELETTRICHE 10 anni di aumenti per le famiglie italiane a causa della dipendenza dalle fonti fossili! Telegiornali e quotidiani lo hanno raccontato con grande enfasi negli ultimi

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

XXV Congresso nazionale Fiom-Cgil Montesilvano 14-16 aprile 2010

XXV Congresso nazionale Fiom-Cgil Montesilvano 14-16 aprile 2010 Federazione Impiegati Operai Metallurgici nazionale Corso Trieste, 36-00198 Roma - tel. +39 06 85262341-2 fax +39 06 85303079 www.fiom.cgil.it - e-mail: protocollo@fiom.cgil.it XXV Congresso nazionale

Dettagli

Dal decreto Ronchi ai referendum: quale futuro per l industria idrica italiana?

Dal decreto Ronchi ai referendum: quale futuro per l industria idrica italiana? Dal decreto Ronchi ai referendum: quale futuro per l industria idrica italiana? di Bernardo Pizzetti (*) (*) E stato Presidente dell Agenzia per i servizi pubblici locali del Comune di Roma. Attualmente

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

Informagiovanikr. Bollettino periodico di informazione MARZO 2007. News

Informagiovanikr. Bollettino periodico di informazione MARZO 2007. News Bollettino periodico di informazione MARZO 2007 News RUBRICHE EUROPA: Festeggiamo 50 anni dal trattato di Roma 2/3 POLITICHE GIOVANILI :Il Piano d Azione Giovani 4 OPPORTUNITA : Lavora con SKY /lavora

Dettagli

PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU

PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU 1 PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU Buongiorno, oggi siamo qui riuniti in questo Centro Congressi appartenente al Vaticano per discutere la tutela dell'ambiente, in uno dei suoi molti rami, l

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it Riscaldamento - La classificazione energetica degli edifici marzo 2013

Osservatorio SosTariffe.it Riscaldamento - La classificazione energetica degli edifici marzo 2013 Osservatorio SosTariffe.it Riscaldamento - La classificazione energetica degli edifici marzo 2013 Analisi sul costo per riscaldare abitazioni con diverse classi energetiche nelle quattro principali aree

Dettagli

Prestiti per studenti condizionati al reddito: Finanza pericolosa o gioco a somma positiva?

Prestiti per studenti condizionati al reddito: Finanza pericolosa o gioco a somma positiva? Prestiti per studenti condizionati al reddito: Finanza pericolosa o gioco a somma positiva? Andrea Ichino università di bologna Daniele Terlizzese eief e banca d italia 29 febbraio 2012 1 Gli obiettivi

Dettagli