CAPITAL. Psicologia e mercati finanziari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITAL. Psicologia e mercati finanziari"

Transcript

1 K CAPITAL Psicologia e mercati finanziari

2 Psicologia e mercati finanziari Conosci te stesso ed il nemico: cento battaglie, senza rischi. Conosci te stesso ma non il nemico: a volte vittoria, a volte sconfitta. Non conoscere l altro né se stessi: ogni battaglia è un rischio certo. (Sun Tzu, L arte della guerra) Le massime e la filosofia di Sun Tzu sono state per molti anni studiate, analizzate ed insegnate nelle migliori scuole di strategia militare. Quello che la frase introduttiva vuol significare è che per aver successo negli investimenti, così come in battaglia ma anche in qualsiasi altro aspetto della propria vita, è importante conoscere sé stessi, i propri pregi ma soprattutto i propri limiti. Negli ultimi anni, complice la crisi del credito ma non solo, si è cominciato a parlare anche al di fuori dei circoli accademici della cosiddetta finanza comportamentale (behavioural finance). Di che cosa si tratta, esattamente? A partire dagli anni 1970, la proposizione centrale nel mondo della finanza è stata rappresentata dalla Efficient Markets Hypothesis (EMH), che definisce un mercato efficiente come uno nel quale i prezzi dei titoli riflettono sempre tutte le informazioni disponibili. Semplificando al massimo, la base teoretica della EMH è data da tre assiomi: 1. Gli investitori sono sempre razionali e fanno scelte altrettanto razionali; 2. Anche se alcuni investitori non sono razionali, le loro transazioni sono casuali e quindi si cancellano l un l altra senza alcun impatto sui prezzi dei titoli; 3. Ci sono comunque arbitraggisti razionali che eliminano l influenza degli investitori non razionali sui prezzi. Nel Dictionary of Finance and Investment Terms di Barron s, la finanza comportamentale è invece definita come una nuova area di ricerca che riconosce l importanza degli elementi psicologici nelle scelte finanziarie, sfidando così i modelli tradizionali che assumono che gli investitori considerano sempre razionalmente i fattori di rischio e rendimento ed agiscono senza errori. La finanza comportamentale si prefigge quindi di meglio comprendere fenomeni quali il comportamento degli investitori, la formazione dei prezzi nei mercati finanziari e le decisioni prese dal management delle società. Il paradigma standard dell homo oeconomicus alla base della EMH presuppone assunti molto forti: investitori razionali, che aggiornano le loro convinzioni correttamente all arrivo di nuove informazioni, ed assenza di frizioni nei mercati. La finanza comportamentale abbandona queste assunzioni in due modi: Dal punto di vista psicologico: gli investitori a volte aggiornano le loro conoscenze in maniera errata e, date le loro convinzioni e preferenze, fanno scelte discutibili; Dal punto di vista dei limiti all arbitraggio: le frizioni nei mercati sono importanti ed i trader razionali non sempre (e non necessariamente) riescono a cancellare gli effetti degli operatori irrazionali. L idea che ci siano limiti all arbitraggio è molto importante, perché aiuta a spiegare alcune delle anomalie che la EMH non riesce a risolvere. Solo per identificare alcune di queste frizioni, ricordiamo: è difficile trovare dei perfetti sostituti per fare l arbitraggio; i trader sono anch essi soggetti a vari rischi prima che la convergenza tra prezzi avvenga (l esempio più classico è stata l implosione del fondo Long Term Capital Management); alcuni titoli o settori del mercato sono difficili o comunque costosi da vendere allo scoperto; etc. In questo report, comunque, ci soffermeremo in particolare sugli aspetti psicologici delle scelte degli investitori, utilizzando alcuni esempi pratici che illustrano come tali decisioni non corrispondano necessariamente a quelle che una persona perfettamente razionale farebbe. Convinzioni irrazionali L idea proposta dalla behavioural finance è che quando ricevono nuove informazioni, gli investitori NON aggiornano in modo razionale le loro convinzioni precedenti. L evidenza di questo fatto è data dai fenomeni della rappresentanza (o reazione eccessiva: si da troppa importanza all informazione ricevuta rispetto al valore di partenza) e del conservatorismo (o reazione insufficiente: si sottostima l informazione ricevuta e ci si ancora alle convinzioni precedenti). 1

3 Senza voler entrare troppo nei dettagli matematici, all arrivo di nuove informazioni una persona dovrebbe usare il teorema di Bayes, o della probabilità condizionata, per aggiornare le proprie convinzioni (vedere riquadro a destra). In generale, quanto fiduciosi siamo su qualcosa dipende dalla dimensione del campione a nostra disposizione (questa è semplice teoria statistica ma anche buon senso). La rappresentanza è il fenomeno che porta le persone ad ignorare la dimensione del campione, cioè a ritenere che pochi dati siano rappresentativi come molti. Quando stimano P(B A), le persone tendono a sovrapesare P(A B) ed a sottostimare P(B), il valore base. Le implicazioni sono che quando non conosciamo il modello, siamo portati ad inferirlo troppo velocemente da un sottoinsieme di dati ridotto. Un esempio: se in una partita di basket un giocatore ha realizzato gli ultimi 5 canestri siamo portati a pensare che la probabilità che realizzerà anche il prossimo sia più alta ( ha la mano calda ). In realtà, studi realizzati su questo evento e simili dimostrano che le probabilità di realizzare il prossimo tiro sono indipendenti dall avere o meno segnato i precedenti. Quello che le persone fanno è vedere un trend in pochi dati, sovrappesando il campione a disposizione rispetto al valore reale. In termini statistici, il teorema di Bayes postula che la probabilità di un evento B dato il verificarsi di un altro evento A è una funzione delle probabilità (indipendenti) dei due eventi A e B e della probabilità dell evento A dato l evento B: P( A B) P( B) P( B A) = P( A) In parole semplici, la probabilità di B è la visione del mondo a priori e la probabilità di B A è la visione dopo aver ricevuto la nuova informazione. Le conseguenze di questo fenomeno nel mondo della finanza sono numerose e ben note: quando un analista ha correttamente selezionato alcuni titoli in rapida successione, gli investitori sono favorevolmente impressionati dalle sue capacità; la raccolta dei fondi comuni si concentra in quelli che hanno avuto una performance recente superiore alla media, ritenendoli degli investimenti superiori; i gestori tendono a comprare le azioni che hanno fatto bene nel breve periodo ed a vendere i titoli che hanno fatto male (strategie momentum); etc. Il caso opposto è quello del conservatorismo, cioè quando le persone sottostimano l informazione campione e si ancorano alle loro convinzioni precedenti. Un altro esempio: supponiamo che ci siano due urne, l urna 1 ha 30 palline rosse e 70 blu, l urna 2 ha 70 rosse e 30 blu. Si sceglie un urna a caso e si sorteggiano 12 palline: 8 sono rosse e 4 sono blu. Qual è la probabilità che l urna selezionata sia la numero 2? La formula di Bayes dice che tale probabilità è del 97%, ma la maggioranza delle persone risponde 70%-80%, ovvero sono conservativi nel modificare la probabilità a priori del 50%. Come si conciliano due effetti opposti come la rappresentanza ed il conservatorismo? Quando non abbiamo un opinione, tendiamo a formarne una troppo velocemente basata su pochi dati (reazione eccessiva); quando invece abbiamo un opinione, siamo lenti ad aggiornarla alle nuove informazioni (reazione insufficiente), soprattutto se le nuove informazioni sono in contrasto con la nostra opinione precedente o non rappresentano un ovvio nuovo modello. Ci sono anche altri esempi di come le persone non agiscono in maniera perfettamente razionale ma sono vittime di distorsioni e pregiudizi. Troppa fiducia nelle nostre capacità. Rispondete a questa domanda: quale ritenete che sarà il livello dei tassi d interesse dei titoli decennali tra 5 anni? Dopo aver fatto la vostra previsione, prendete un valore così alto che site sicuri al 99% (ma non totalmente sicuri) che il valore effettivo dei tassi sarà inferiore a questo. Adesso scegliete un valore così basso che siete sicuri al 99% (ma non di più) che il valore effettivo sarà superiore a questo. Quello che avete creato è un intervallo nel quale siete fiduciosi al 98% che starà il valore reale. Se ripetete questo esperimento per molteplici variabili, e se le vostre scelte non sono distorte in nessun modo particolare, nel 98% dei casi il valore effettivo sarà all interno del vostro intervallo e solo nel 2% dei casi (1% da ciascuna parte) sarà al di fuori. Le persone che determinano intervalli di confidenza che soddisfano questa condizione sanno calibrare il loro giudizio sulle probabilità di un evento. Sfortunatamente, poche persone sanno ben calibrare; studi psicologici dimostrano che in questi esperimenti ci sono troppe sorprese (cioè eventi al di fuori dell intervallo di confidenza con frequenze del 15%-20%, rispetto al 2% preventivato). Questo fenomeno è riconducibile alla troppa sicurezza nelle proprie capacità, che ci porta a determinare intervalli troppo stretti intorno al valore inizialmente ipotizzato, nell erronea convinzione che la scelta iniziale sia in genere corretta. Una delle conseguenze nei mercati finanziari della troppa fiducia è che gli investitori effettuano troppe transazioni, credendo di essere capaci di anticipare e prevedere i punti di cambiamento del mercato. 2

4 Ottimismo. Se chiedete a qualcuno come si giudica come guidatore, l 80% delle persone risponderà: Migliore della media. Questo non può essere vero per tutti! L ottimismo si manifesta anche nel sottostimare la probabilità di un evento negativo sul quale non si ha controllo (ad esempio, ritenere di avere meno probabilità di altri di avere un infarto) e nell illusione di avere il controllo (ad esempio, sottostimare il ruolo del caso e ritenere che un gioco in cui predominano le probabilità sia in realtà un gioco di capacità personali). Emozioni e scorciatoie. Quando dobbiamo stimare la probabilità di un evento cerchiamo nella nostra memoria accadimenti legati a questo fatto. Ma situazioni particolari, importanti o recenti sono più vivide nella nostra mente ed alterano la nostra percezione. Inconsciamente usiamo memorie ed associazioni emotive per creare delle scorciatoie mentali. Questo può portarci a deviare dalla strada ottimale. Il senno di poi. Studi psicologici dimostrano che le persone raramente sono capaci di ricostruire con esattezza, dopo un fatto, quelle che pensavano fossero le probabilità di tale evento prima che questo accadesse. La maggior parte di noi è portata in maniera inconscia ad esagerare la propria stima delle probabilità prima dell evento. Allo stesso modo, eventi che anche gli esperti non sono stati capaci di anticipare, dopo che sono successi sembrano quasi inevitabili (ad esempio, gli attacchi terroristici rientrano in questa categoria: dopo che sono avvenuti tutti sapevano che sarebbero successi e come evitarli). I mercati finanziari offrono molti esempi di questo atteggiamento: a posteriori tutti sono pronti a spiegare con sicurezza perché il mercato si è comportato come ha fatto, dando l impressione che questo è stato così ovvio che sarebbe stato possibile prevederlo in anticipo. Ma se tale comportamento fosse stato prevedibile, molte persone avrebbero cambiato le loro azioni ed il risultato sarebbe stato diverso. Tutti sanno questo paradosso, ma l interpretazione degli eventi passati rimane una scienza affascinante. Gli errori della categoria del senno di poi sono pericolosi in due maniere. La prima è che promuovono la troppa fiducia nelle proprie capacità, dando l illusione che il mondo sia più prevedibile di quello che in realtà è. La seconda, ed è quella che ogni consulente finanziario impara sulla propria pelle, è che il senno di poi trasforma un investimento che sembrava ragionevole in uno stupido errore nella mente del cliente. Dopo un ribasso dei mercati, il crollo appare come se fosse stato inevitabile; perché quindi il consulente non mi ha detto di vendere prima? Preferenze non convenzionali Contrariamente a quanto asserito dalla EMH, un altro aspetto sottolineato dalla behavioural finance è che le persone valutano i rischi e fanno delle scelte in una maniera che NON corrisponde alla teoria dell utilità marginale. Questa teoria dice che una determinata scelta dovrebbe essere fatta se il valore atteso dalla scelta è superiore all utilità attuale. Ci sono invece molti esempi concreti di violazione di questa regola. Daniel Kahneman, grazie anche agli studi con Amos Tversky, ha vinto il Nobel per l economia (non quello per la psicologia) per la prospect theory. Alla base di questa teoria c è la dimostrazione che il dolore per una perdita è superiore al piacere di una vincita di uguale ammontare, cioè le sconfitte bruciano più delle vittorie. L uomo è quindi avverso al rischio (risk averse) quando si tratta di valutare un possibile guadagno: preferisce evitare una perdita che realizzare un profitto. Ma quando ci muoviamo nel campo delle perdite, le persone diventano amanti del rischio (risk takers), nella speranza di poter mitigare la perdita già subita. Un corollario della prospect theory è che le scelte e l avversione al rischio non sono indipendenti dal livello di ricchezza iniziale. Considerate il seguente esempio. Vi vengono dati ed in aggiunta la scelta tra: A) Un guadagno sicuro di 5.000, o B) Una probabilità del 50% di vincere oppure nulla. Adesso vi vengono invece dati e la scelta tra: C) Una perdita sicura di 5.000, o D) Una probabilità del 50% di perdere e del 50% di non perdere nulla. In entrambi i casi la scelta è tra la certezza di essere più ricchi di ed una scommessa, con uguali probabilità, di essere più ricchi di o di La maggior parte delle persone presta poca attenzione al fatto di essere comunque più ricchi dopo le scelte e considera i due eventi come differenti; la maggioranza tipicamente preferisce A rispetto a B (per la certezza della vincita) e D rispetto a C (per l avversione alle perdite). 3

5 Ma per una persona pienamente razionale quello che importa è solo quello che ottiene alla fine (il valore atteso alla fine in entrambi gli esempi è sempre ), non se ci arriva attraverso un guadagno o una perdita. Pertanto, una persona razionale opterà in entrambi i casi o sempre per la scelta sicura o sempre per la scommessa, senza variare le proprie preferenze a seconda di come la questione è proposta. Questo dimostra che, quando si tratta di effettuare una scelta, molte persone si lasciano influenzare dalle emozioni associate con perdite e guadagni, invece di focalizzare la mente sull obiettivo di massimizzare l utilità. Un aspetto importante correlato al precedente è quello dell inquadramento ridotto (narrow framing), ovvero la tendenza a considerare le diverse componenti di un problema in maniera isolata dalle altre (ad esempio, le singole scelte d investimento all interno di un portafoglio). È una pratica universale quella di semplificare un problema considerando solo le perdite o i guadagni che derivano dalla singola scelta da fare. Questo è però fonte di errori, perché porta le persone ha fare scelte inconsistenti quando lo stesso problema è formulato da due angolazioni diverse. Altri esempi comuni aiutano a capire come le emozioni influenzano le nostre scelte e credenze. Il prezzo di acquisto come punto di riferimento. L investitore A ha comprato un azione alcuni mesi fa al prezzo di 10; l investitore B ha invece comprato la stessa azione due settimane fa a 20. Ieri il prezzo dell azione era di 16, ed oggi è sceso a 15. Quale dei due investitori è più scontento? La risposta della maggioranza è che B è più scontento di A: l intuizione è che per A la diminuzione di prezzo odierna è vista come una riduzione nel guadagno potenziale, mentre per B è un aumento della perdita attuale. Poiché, come abbiamo detto, le perdite bruciano più dei guadagni, la differenza di 1 tra ieri e oggi è più significativa per B che per A. La maggior parte delle persone si vincola al prezzo di acquisto di una cosa e continua ad utilizzare questo valore come punto di riferimento, ignorando qualsiasi altro aspetto dell investimento e decidendo se vendere o no basandosi solo sul fatto se adesso stanno guadagnando o perdendo. Questo fatto è noto come l effetto di disposizione, ovvero la riluttanza degli investitori a cristallizzare una perdita. La conseguenza è che gli investitori tendono a vendere le attività su cui stanno guadagnando ed a tenere quelle su cui stanno perdendo, indipendentemente dalle prospettive future dei due investimenti. Rimpianti da omissione e da commissione. Mario ha un investimento nel titolo ABC. Durante lo scorso anno ha pensato di venderlo e comprare il titolo XYZ, ma non lo ha fatto; oggi si accorge che se lo avesse fatto il suo portafoglio varrebbe in più. Al contrario, Luigi possedeva il titolo XYZ e lo ha venduto per investire nel titolo ABC; lui scopre che se non avesse cambiato oggi avrebbe in più. Chi dei due è più scontento? Di nuovo, probabilmente tutti sono d accordo che Luigi è quello più scontento, anche se in termini puramente economici ed utilitaristici i due sono nella stessa situazione. La differenza principale è che Luigi ha un rimpianto di commissione, ovvero di qualcosa che ha fatto, mentre Mario ha un (minor) rimpianto di omissione: soffre per non aver fatto qualcosa che lo avrebbe reso più ricco. I due rimpianti esemplificano la ben nota differenza tra una perdita (che le persone sentono acutamente) ed un opportunità persa (una mancata occasione di guadagno, che causa poco dolore). In genere, le persone tendono a rimuginare sugli aspetti non usuali degli eventi che hanno portato a conseguenze negative e concentrano i propri rimpianti su questi aspetti anormali. In particolare, tendono a rammaricarsi di più per azioni (o anche mancate azioni) che non sono tipiche del loro comportamento. Se seguono le raccomandazioni di qualcuno nel deviare dal loro normale percorso, il loro rammarico può facilmente diventare rabbia e risentimento verso questa persona. Come evitare gli errori più comuni Ci sono tre approcci all analisi delle decisioni. L analisi normativa si concentra sulla soluzione razionale ad un problema e descrive l ideale che la decisione presa dovrebbe cercare di raggiungere. L analisi descrittiva si occupa del modo un cui le persone prendono effettivamente una decisione. L analisi prescrittiva si occupa di consigli pratici che le persone possono usare per prendere decisioni più razionali. La consulenza finanziaria è un attività prescrittiva il cui obiettivo principale dovrebbe essere di guidare gli investitori a prendere quelle decisioni che sono nel loro miglior interesse. Per consigliare un cliente in maniera efficace, il consulente deve saperne interpretare le debolezze emotive e cognitive (interpretazione errata dei loro 4

6 stessi interessi e desideri; fatti rilevanti che i clienti tendono ad ignorare) che si riflettono nelle decisioni di investimento. Quelli descritti precedentemente sono errori psicologici ai quali ogni persona o investitore può essere soggetta. Alcuni accorgimenti possono tuttavia aiutare ad evitarli o per lo meno a ridurre il loro impatto. Non estrapolare un trend da pochi dati recenti ignorando le medie storiche di lungo periodo o gli eventi più lontani nel tempo. Credere nelle proprie convinzioni ed idee ma evitare di essere troppo fiduciosi nelle proprie capacità ed accettare i limiti della propria conoscenza. Se secondo la mia analisi questo titolo è sottovalutato, perché il resto del mercato non se è accorto? Se io compro e qualcun altro vende, cosa sa lui che io non so? Accettare le perdite e le mutate condizioni di mercato senza tentare irrazionalmente di rimanere attaccati ad una precedente convinzione. Usare delle regole meccaniche, anche molto semplici, per controbilanciare i pregiudizi e le proprie preferenze (ad esempio: mantenere i vincitori e vendere i perdenti); le regole meccaniche possono alle volte battere i professionisti, anche se questi sono degli esperti. Ridurre il problema del narrow framing concentrandosi su uno stato (ad esempio, il patrimonio totale) invece che sulle sue variazioni (ad esempio, i guadagni e le perdite). Dubitare del consensus degli esperti: tradizionalmente si ritiene che una scelta presa da un comitato di persone sia migliore delle media delle scelte individuali. Ma un gruppo non è migliore di un individuo se tutti hanno le stesse preferenze e pregiudizi; spesso inoltre c è un effetto di conformità, ovvero le persone tendono ad essere d accordo con la massa anche se questa è in errore per non voler essere gli unici discordanti. Infine, ricordare una regola fondamentale: i bisogni emotivi cambiano rapidamente, ma i bisogni finanziari rimangono relativamente costanti. Non tutti si accorgono di come le loro emozioni e preferenze cambiano e di come queste hanno un impatto sulle scelte d investimento. 5

7 Disclaimer Questo documento è stato preparato da K Capital Group srl (di seguito la Società o K Capital) usando fonti ritenute affidabili, accurate ed in buona fede. Le informazioni presentate (inclusi dati di mercato, analisi statistiche ed opinioni di terze parti) sono state redatte con la massima perizia, diligenza e cura possibili in ragione dello stato dell arte delle conoscenze e delle tecnologie. K Capital non assume alcuna responsabilità in merito all accuratezza, esattezza, completezza, veridicità ed attualità dei dati e delle informazioni presentate. In nessun caso K Capital, i suoi soci e le persone che hanno lavorato o collaborato alla preparazione del presente documento, potranno mai e in nessuna forma essere ritenuti responsabili delle conseguenze, dovute anche ad imprecisioni e/o errori, derivanti dall uso che l utilizzatore, in totale indipendenza ed autonomia, potrà fare dei dati ottenuti mediante la lettura del materiale. Questo documento e le opinioni in esso contenute sono pubblicate a scopo puramente informativo; non intendono costituire in alcun modo un suggerimento o una sollecitazione del pubblico risparmio; non intendono promuovere alcuna forma d investimento o speculazione; non rappresentano né un invito, né un offerta in senso giuridico, né una promessa al pubblico, né una raccomandazione riguardante l acquisto, la sottoscrizione o la vendita di strumenti finanziari. K Capital non garantisce che le strategie d investimento o le raccomandazioni contenute nel presente documento e rese disponibili agli utenti rispecchino le loro esigenze e loro necessità o siano adatte ed appropriate per le circostanze individuali del fruitore, né che queste costituiscano una raccomandazione personalizzata. Questo documento non deve essere considerato una rappresentazione completa ed esaustiva degli strumenti, società od emittenti in esso menzionati, delle loro condizioni finanziarie e delle loro prospettive future. L analista responsabile, in tutto od in parte, per i contenuti di questo report certifica che tutte le opinione espresse riflettono accuratamente le proprie convinzioni circa gli strumenti o gli emittenti, secondo valutazioni di analisi fondamentale degli stessi. Le informazioni ed ogni altro parere resi nel presente documento sono riferiti alla data di redazione del medesimo. Ogni opinione espressa è passibile di modifiche senza preavviso, e K Capital non si assume alcun impegno circa l aggiornamento o la modifica di tali dati e informazioni o di qualsiasi raccomandazione in esso contenuta. Questo documento contiene delle proiezioni future che presentano un possibile risultato sulla base delle ipotesi discusse. Ogni stima, proiezione o valutazione proposta rappresenta solo uno dei possibili risultati e rispecchia le opinioni indipendenti dell autore/i. Ogni analisi che presenta una molteplicità di possibili risultati che dipendono da cambiamenti nelle variabili analizzate, non è esaustiva, non intende suggerire che un risultato è più probabile di altri e può essere stata ottenuta usando modelli proprietari, dati storici ed interpretazioni soggettive. Tutte le stime, proiezioni e valutazioni sono soggette a rischi, incertezze ed ipotesi che non sono state verificate e gli attuali risultati futuri potrebbero differire anche sostanzialmente. Si ricorda che non esiste metodologia di analisi perfetta, o valutazione di titoli o strumenti finanziari indubitabile. Ogni investimento comporta dei rischi e gli investitori devono esercitare prudenza nelle loro decisioni. Operazioni del tipo di quelle presentate in questo documento contengono rischi e hanno caratteristiche di complessità. Investire in strumenti finanziari (inclusi azioni, obbligazioni e/o strumenti derivati) comporta rischi relativi al paese e al settore dell emittente, e rischi specifici a tale emittente. Il valore e/o i rendimenti generati dagli strumenti finanziari descritti in questo documento possono essere negativamente influenzati da cambiamenti nella situazione macroeconomia (ad esempio variazioni dei tassi d interesse, aumenti inaspettati dell inflazione, problemi fiscali o di finanziamento, svalutazione dei tassi di cambio o altri fattori), così come dalla stabilità dei mercati finanziari, al punto che un investitore potrebbe ricevere meno di quello che ha investito. Si ricorda che i mercati finanziari possono salire, scendere o assumere andamenti laterali anche per lunghi periodi. Operazioni che includono strumenti derivati o leva finanziaria possono creare rischi ed esposizioni aggiuntive. I risultati passati non sono indicativi di quelli futuri. Il trattamento fiscale e l ammontare della tassazione, sia a livello dell emittente, dello strumento finanziario che personale, possono essere soggetti a modifiche in futuro e possono dipendere dalla situazione individuale di ciascun investitore. Data la natura dei contenuti presenti nel documento, si raccomanda di non utilizzarli per fini operativi, ma soltanto a titolo informativo e per approfondimento tecnico. Chiunque utilizzasse le informazioni, i dati e le opinioni presenti in questo documento per finalità diverse da quelle conoscitive, lo fa esclusivamente a suo rischio e pericolo. Prima di effettuare qualsiasi investimento, è consigliato considerare l adeguatezza dell operazione alle circostanze specifiche e riesaminare indipendentemente (con un consulente se necessario) gli specifici rischi finanziari, nonché le conseguenze legali e/o fiscali dell operazione. Le analisi, i report e le raccomandazioni sono distribuite via telefono, di persona, via posta od esclusivamente ai clienti di K Capital. Questo documento è stato fornito al lettore per sua personale informazione; non può essere distribuito alla stampa o a qualsiasi altro media, né può essere riprodotto, rielaborato o ridistribuito (in tutto o in parte) via mail, fax, trasmissione elettronica, via computer o altro mezzo a qualsiasi altra persona senza il permesso scritto di K Capital. Procedendo alla lettura di questo documento, si accettano automaticamente le limitazioni e le avvertenze precedentemente riportate. K Capital ed i suoi dipendenti e collaboratori potrebbero effettuare operazioni riguardanti gli strumenti, società ed emittenti citate in questo documento prima e dopo la sua diffusione a clienti e lettori. La Società dichiara che i suoi clienti, soci, dipendenti, collaboratori e loro familiari possono avere al momento, e potrebbero avere in futuro, direttamente o indirettamente, una posizione negli strumenti finanziari discussi e potrebbero acquistare, sottoscrivere o vendere questi strumenti in qualsiasi momento. K Capital non ha in essere o ricerca alcun rapporto di lavoro, diretto o indiretto, con le società od emittenti menzionati nel documento, né riceve da questi alcuna remunerazione, di qualsiasi genere. Copyright 2010 K Capital Group srl. Tutti i diritti riservati. K CAPITAL GROUP Via Traversa Pistoiese Prato Tel: (+39)

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità Calcolo delle Probabilità Il calcolo delle probabilità studia i modelli matematici delle cosidette situazioni di incertezza. Molte situazioni concrete sono caratterizzate a priori da incertezza su quello

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS

TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS 1 UTILITÀ Classicamente sinonimo di Desiderabilità Fisher (1930):... uno degli elementi che contribuiscono ad identificare la natura economica di un bene e sorge

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Gli uni e gli altri. Strategie in contesti di massa

Gli uni e gli altri. Strategie in contesti di massa Gli uni e gli altri. Strategie in contesti di massa Alessio Porretta Universita di Roma Tor Vergata Gli elementi tipici di un gioco: -un numero di agenti (o giocatori): 1,..., N -Un insieme di strategie

Dettagli

Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia?

Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia? Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia? Danilo Pelusi 1 Gianpiero Centorame 2 Sunto: Il seguente articolo illustra le possibili analogie e differenze tra il calcolo delle

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda

Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda Figura 1: Foto dell apparato sperimentale. 1 Premessa 1.1 Velocità delle onde trasversali in una corda E esperienza comune che quando

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Capitolo 3. Sé e identità

Capitolo 3. Sé e identità Capitolo 3 Sé e identità Concetto di sé come Soggetto e oggetto di conoscenza Io / me, autoconsapevolezza Processo di conoscenza Struttura cognitiva Insieme di spinte motivazionali: autovalutazione, autoverifica

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo. DALLE PESATE ALL ARITMETICA FINITA IN BASE 2 Si è trovato, partendo da un problema concreto, che con la base 2, utilizzando alcune potenze della base, operando con solo addizioni, posso ottenere tutti

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Effetti delle imposte nel mercato internazionale dei capitali. Economia dei tributi_polin 1

Effetti delle imposte nel mercato internazionale dei capitali. Economia dei tributi_polin 1 Effetti delle imposte nel mercato internazionale dei capitali Economia dei tributi_polin 1 Allocazione internazionale del capitale Si possono definire due principi di neutralità della tassazione del capitale

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Comunicazione E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Lucia Bacci * lucia.bacci@unifi.it Come sostiene Rosaria Egidi in Wittgenstein e il problema

Dettagli

LA COMUNICAZIONE E GLI ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE

LA COMUNICAZIONE E GLI ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE LA COMUNICAZIONE E GLI ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE UMANA Proprietà semplici della comunicazione Un essere umano è coinvolto fin dall inizio della sua esistenza in un complesso

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1

Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Che cos è che non va? Enrico Persico, Il Giornale di Fisica, 1, (1956), 64-67. 1 Mi dica almeno qualcosa sulle onde elettromagnetiche. La candidata, che poco fa non aveva saputo dire perché i fili della

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ 2014-2015

REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ 2014-2015 Concorso a Premi indetto da: Promotrice Allianz Spa Indirizzo Largo Ugo Irneri, 1 Località 34123 Trieste Codice Fiscale 05032630963 Partita iva 05032630963 REGOLAMENTO CONCORSO - WIN 38/14 VINCI CON ALLIANZ

Dettagli

Lezioni di Matematica 1 - I modulo

Lezioni di Matematica 1 - I modulo Lezioni di Matematica 1 - I modulo Luciano Battaia 16 ottobre 2008 Luciano Battaia - http://www.batmath.it Matematica 1 - I modulo. Lezione del 16/10/2008 1 / 13 L introduzione dei numeri reali si può

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

1 Il criterio Paretiano e la "Nuova economia del Benessere"

1 Il criterio Paretiano e la Nuova economia del Benessere 1 Il criterio Paretiano e la "Nuova economia del Benessere" 1.1 L aggregazione di preferenze ordinali inconfrontabili e il criterio di Pareto L aggregazione delle preferenze individuali è problematica

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Ascrizioni di credenza

Ascrizioni di credenza Ascrizioni di credenza Ascrizioni di credenza Introduzione Sandro Zucchi 2014-15 Le ascrizioni di credenza sono asserzioni del tipo in (1): Da un punto di vista filosofico, i problemi che pongono asserzioni

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

ESERCIZI. x + 3 x 2 1. a) y = 4x2 + 3x 2x + 2 ; b) y = 6x2 x 1. (x + 2) 2 c) y =

ESERCIZI. x + 3 x 2 1. a) y = 4x2 + 3x 2x + 2 ; b) y = 6x2 x 1. (x + 2) 2 c) y = ESERCIZI Testi (1) Un urna contiene 20 palline di cui 8 rosse 3 bianche e 9 nere; calcolare la probabilità che: (a) tutte e tre siano rosse; (b) tutte e tre bianche; (c) 2 rosse e una nera; (d) almeno

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità. Le disposizioni semplici di n elementi di classe k

Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità. Le disposizioni semplici di n elementi di classe k Pordenone Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità UNIVERSITAS STUDIORUM UTINENSIS Giorgio T. Bagni Facoltà di Scienze della Formazione Dipartimento di Matematica e Informatica

Dettagli