Metodi e strumenti per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Metodi e strumenti per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato"

Transcript

1 Metodi e strumenti per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato Nicola A. De Carlo Università di Padova Ordinario di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni Padova, 13/03/2013 1

2 Indicazione metodologiche della Commissione Consultiva per la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato: il gruppo omogeneo come soggetto della valutazione (18/11/2010) Pre-fase Definizione dei gruppi omogenei di lavoratori R I E S A M E Eventi sentinella Infortuni, assenze per malattia, cessazioni, segnalazioni del medico competente, Fattori di contenuto del lavoro Carichi e ritmi del lavoro, orario di lavoro e turni, Fattori di contesto del lavoro Conflitti interpersonali, evoluzione di carriera, comunicazione, Confronto con degli standard di riferimento numericamente apprezzabili per identificare il livello di rischio RISCHIO BASSO Prima fase di valutazione preliminare necessaria Oggettiva RISCHIO MEDIO INTERVENTI MIGLIORATIVI/CORRETTIVI RISCHIO ALTO VERIFICA DEI RISULTATI RISCHIO MEDIO RISCHIO ALTO Valutazione approfondita mediante valutazione soggettiva del rischio Stress Seconda fase eventuale - Soggettiva VALUTAZIONE EFFETTUATA

3 Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato. Manuale ad uso delle aziende in attuazione del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. (Inail, maggio 2011) E il caso di ricordare che le indicazioni della Commissione Consultiva sono misure di minima e nulla vieta al datore di lavoro di decidere di effettuare una valutazione approfondita comunque, indipendentemente degli esiti della fase preliminare. Infatti proprio per la peculiarità del rischio da stress lavoro-correlato, la puntuale analisi delle percezioni dei lavoratori costituisce un elemento chiave nella caratterizzazione del rischio stesso (Inail, 2011, p. 26). la fase di approfondimento soggettiva costituisce un prezioso momento informativo sulle condizioni di salute di un organizzazione ed una opportunità di una più chiara definizione del rischio, soprattutto in quelle realtà che, per settore produttivo (es. professioni d aiuto, operatori di call center, controllori di volo, ) e/o dimensioni aziendali, possono rendere complessa la caratterizzazione ottimale del rischio con la sola adozione di liste di controllo (Inail, 2011, p. 26).

4 Le indicazioni dell Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro, del 2000 Nicola A. De Carlo FISPPA, Sezione di Psicologia Applicata 4

5 Indicazioni dell Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro: assunti centrali 1. Centralità della percezione nel processo dello stress.. lo stress viene concepito come la risultante dell interazione dinamica tra ambiente e individuo, la cui percezione cognitivo-emotiva è sostanziale nel determinare quanto e se l ambiente influenzerà i suoi stati psicologici (Cox, 1990). 2. Tutte le misure (soggettive, oggettive, fisiologiche, ) portano con se degli errori. Tali errori possono essere ridotti solo attraverso l utilizzo di una metodologia di valutazione integrata. Nicola A. De Carlo FISPPA, Sezione di Psicologia Applicata

6 Il processo dello stress sul lavoro: cosa valutiamo (Cooper, Adattato) FONTI DI STRESS relative al contenuto e al contesto del lavoro SINTOMI DI STRESS MALATTIA Carico di lavoro Autonomia lavorativa Ruolo nell organizzazione Rapporti sociali sul lavoro Evoluzione della carriera Interfaccia casa e lavoro INDIVIDUO Resilienza, Locus of control, Affettività negativa; Strategie di coping Strain fisiologico: disturbi cardiaci, gastrointestinali, respiratori, Strain psicologico: Burnout, sintomi d ansia, sintomi depressivi, Strain comportamentale: disturbi dell alimentazione, variazione del consumo di alcolici, sigarette, Insoddisfazione Bassa compliance, altruismo e commitment Attacco cardiaco Malattia mentale

7 L approccio integrato per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato: il Principio della Triangolazione Secondo il principio della triangolazione (Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro, 2000; Cox, 1990) la valutazione dello stress lavoro-correlato dovrebbe avvenire mediante una combinazione di metodi, ovvero facendo riferimento ad almeno tre diverse tipologie di misure. La bontà del processo di valutazione sarà tanto più elevata quanto più le diverse misure daranno luogo a delle informazioni convergenti. Misure soggettive - Questionario (Relazioni sociali nel lavoro, carico di lavoro, conflitto casa/lavoro, crescita professionale, ) Misure oggettive Check-list (Dati sanitari, infortuni, assenze per malattia, turnover, mobilità, ) Misure fisiologiche Analisi strumentali (Cortisolo, pressione arteriosa, conduttanza palmare, )

8 L oggetto della valutazione Cosa valutare? Oggetto di valutazione preminente finalizzato ad interventi di tipo primario la valutare del rischio stress lavoro-correlato richiede di indagare quale probabilità le condizioni organizzative hanno di causare un danno alle persone ovvero una diminuzione dello stato di salute e di benessere al fine di poter valutare se sono stati adottati i necessari interventi per prevenire il danno stesso.

9 L oggetto della valutazione Cosa valutare? Oggetto di valutazione più allargato finalizzata ad interventi di tipo secondario Partendo dall assunto che lo stress è il risultato dell interazione dinamica tra ambiente e individuo, le cui risorse personali sono sostanziali nel determinare quanto, come e se l ambiente influenzerà i suoi stati psicologici, può essere opportuno rilevare in quale misura siano presenti nel lavoratore risorse (resilienza, ) e strategie di coping utili per favorire l adattamento all ambiente. (Cooper, Dewe & O Driscoll, 2001).

10 L oggetto della valutazione Cosa valutare? Oggetto di valutazione più allargato finalizzato ad interventi di tipo terziario Tale prospettiva non preclude naturalmente la possibilità di analizzare anche quanto sia esteso il danno, ovvero il malessere dei lavoratori, in termini di sintomi psicofisici, burnout, (Coordinamento Tecnico Interregionale della Prevenzione nei Luoghi di Lavoro, 2012)

11 Quali strumenti utilizzare per la valutazione del rischio? PRIMA FASE: VALUTAZIONE OGGETTIVA DATI DA RILEVARE: eventi sentinella, fattori di contesto e di contenuto del lavoro La rilevazione di questi indicatori deve essere oggettiva : i fattori esaminati non devono essere espressione di un giudizio personale ma devono essere osservabili e verificabili da tutti e riflettere la reale condizione lavorativa osservata per il gruppo omogeneo considerato. Le valutazioni devono essere basate dunque su riscontri documentali o comunque oggettivabili. STRUMENTI UTILIZZABILI: Check-list (liste di controllo) Le check-list sono strumenti osservazionali che consentono di rilevare specifici indicatori oggettivi sulle condizioni organizzative reperiti attraverso archivi e documentazioni aziendali. Esse vengono utilizzate dai soggetti aziendali (Datore di lavoro o suo delegato, RSPP, Medico Competente, RLS e/o lavoratori, ). - Check-list Inail (2011). - Check-list Regione Toscana (2010). - Metodo V.I.S. (Sarto et al. 2011). - Metodo OSFA (Argentero et al. 2009). - Checklist sistema scolastico (Sirvess, 2010).

12 Quali strumenti utilizzare per la valutazione del rischio? PRIMA FASE: VALUTAZIONE OGGETTIVA 1) ANALISI DELLA DOCUMENTAZIONE - DATI OGGETTIVI Ricorre ad indicatori statistici per ottenere dati su: assenteismo, turnover, infortuni, malattie professionali, scioperi, disturbi funzionali, variazioni qualitative e quantitative del rendimento,.. Analisi dello storico, confronto con valori di riferimento. 2) OSSERVAZIONE/REGISTRAZIONI - DATI OGGETTIVI - Tale metodo contribuisce in maniera diretta ad individuare possibili criticità attraverso sopralluoghi condotti sul campo. Le misure attraverso l osservazione diretta consentono di supportare una rilevazione considerata oggettiva perché può fornire dati verificabili, in grado di accrescere la correttezza di ogni indagine. - L affidabilità dell osservazione aumenta se i valutatori vengono addestrati all uso di checklists, adeguate alle diverse realtà o situazioni lavorative. - L osservazione può esser utile per capire le congruenze fra struttura tecnica di contesto, struttura sociale e conoscenze tecniche richieste ai lavoratori nello svolgimento del loro comportamento lavorativo. - Possono essere osservati: il tempo di lavoro; condizioni di sovraccarico e sottocarico; sequenza, frequenza e durata dei comportamenti lavorativi; livello di accuratezza/precisione, numero di errori commessi, prossemica,

13 Check-list Inail valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato (Maggio, 2010) EVENTI SENTINELLA

14 Metodo V.I.S. valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato (Sarto et al., 2010) EVENTI SENTINELLA Es. Assenze complessive Settore Rapporto Valore medio triennale Soglia di riferimento Privato d ( ) Giornate di assenza Numero dipendenti totali Valore > Valore Pubblico e ( ) Giornate di assenza Numero dipendenti totali Valore > Valore d) Devono essere incluse le assenze per infortuni, malattie non professionali, congedo matrimoniale, maternità e allattamento, permessi (anche retribuiti), assenze ingiustificate, scioperi. e) Devono essere incluse le assenze riferite ai lavoratori con contratto a tempo. indeterminato per malattie ed altre assenze retribuite, legge 104/92, maternità, congedo parentale e malattia del figlio, altre assenze non retribuite e scioperi. 14

15 Check-list Inail valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato (Maggio, 2010) FATTORI DI CONTENUTO SECONDA FASE: VALUTAZIONE SOGGETTIVA

16 Check-list Inail valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato (Maggio, 2010) FATTORI DI CONTESTO SECONDA FASE: VALUTAZIONE SOGGETTIVA

17 Metodo V.I.S. valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato (Sarto et al., 2010) FATTORI DI CONTENUTO DEL LAVORO Scheda 2 Attori: responsabile risorse umane, medico competente, RSPP, RLS/RSU, eventuali altri specialisti. La scheda consente di indagare i fattori di rischio di contenuto e di contesto lavorativi: carico di lavoro (pressione temporale, problem solving, carico cognitivo, ecc.); caratteristiche del lavoro (rumorosità, vibrazioni, igiene, illuminazione ecc.); ruoli organizzativi (conflitto di ruolo, ambiguità di ruolo, ecc.); processi sociali (relazioni con i colleghi, superiori, utenti esterni, ); crescita professionale; interfaccia casa/lavoro; processi organizzativi (comunicazione, informazione, partecipazione ecc.); gestione della sicurezza. La scheda Q-Bo Short deve essere compilata all interno di un focus group realizzato fra un delegato del datore di lavoro (meglio il responsabile delle risorse umane; di norma non è opportuna la presenza del datore di lavoro per un migliore confronto collegiale fra le parti), il RSPP, gli RLS (se non presente un RLS, il RSU), il medico competente, il responsabile delle risorse umane, eventuali altri specialisti. Si sottolinea che la presenza del RLS o del RSU o, comunque, dei lavoratori, è condizione necessaria per la validità della metodologia, così come le firme e la data della compilazione. 17

18 Metodo V.I.S. valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato (Sarto et al., 2010) FATTORI DI CONTENUTO DEL LAVORO Molto raramente Abbastanza raramente Raramente Frequentement e Abbastanza frequentemente Molto frequentemente CARATTERISTICHE DEL LAVORO (FUNZIONI ESECUTIVE MANUALI) IL LAVORO RICHIEDE OSSERVAZIONI 1. di ripetere in modo routinario e ripetitivo lo stesso compito. 2. di tenere a mente molte informazioni in contemporanea. 3. di lavorare molto velocemente. 4. di avere a che fare con lavori pregressi che si accumulano. 5. di risolvere costantemente problemi nuovi

19 Metodo V.I.S. valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato (Sarto et al., 2010) FATTORI DI CONTENUTO DEL LAVORO SCHEDA DI CONTEGGIO CARATTERISTICHE INTRINSECHE DEL LAVORO Dimensioni Punteggio Medio* Soglia di riferimento Punteggio finale Caratteristiche del lavoro (CL) M( )/5 = Autonomia/controllo sul Lavoro (AL) M( )/4= CL AL Valori medi < di Valori medi > di Valori medi < di Valori medi > di * Il calcolo del punteggio medio di ciascuna dimensione è ottenuto dalla somma delle domande che afferiscono alla dimensione stessa, diviso il numero delle domande. 19

20 SECONDA FASE: VALUTAZIONE SOGGETTIVA

21 Gli strumenti soggettivi per la valutazione dello stress lavoro-correlato: qualitativi vs quantitativi COLLOQUO/INTERVISTE/FOCUS GROUP È un approccio partecipativo qualitativo. Si propone di esplorare i fenomeni andando in profondità, lasciando il lavoratore/stakeholder libero di esprimersi attraverso l utilizzo di proprie categorie mentali. La relazione può essere individuale (colloquio/intervista) o in gruppi ristretti attraverso la tecnica del focus group. Lo scopo è quello di ottenere, attraverso la verbalizzazione volontaria, informazioni su comportamenti e sui relativi significati che sfuggono facilmente all osservazione diretta. QUESTIONARIO È un approccio partecipativo quantitativo (natura psicometrica). Si propone di dimensionare i fenomeni (fattori di rischio e relative conseguenze), definendo lo spessore che alcune loro manifestazioni possiedono e stabilendo ordini gerarchici tra gli stessi. Si propone di rilevare la percezione soggettiva dell esperienza di stress del lavoratore attraverso l approfondimento: - delle fonti di stress percepite; - delle conseguenze dello stress nello stato di salute della persona potenzialmente correlati con le fonti di stress; - dell influenza di fattori di moderazione individuali o di gruppo (variabili di personalità). Garantisce la tutela dell anonimato/privacy.

22 Come scegliere quale questionario soggettivo utilizzare in una specifica realtà aziendale? JCQ - (Karasek, 1998) M-DOC (Mayer & D Amato, 2004) Le persone e il lavoro - (Fattorini, 2002) HSE - (Hse, 2004) ROAQ (Cordaro et al., 2004) ERI - (Siegrist, 1996) OSQ - (Elo et al., 1992) OPRA (Magnani et al., 2009) Prospettiva interazionale Interazione di fattori organizzativi (es. domanda/controllo) PSS (Cohen et al., 1983) MOHQ (Avallone et al., 2004) JSS - (Spielberg, 1994) JSQ - (Hurrel 1988, NIOSH) OSI - (Cooper et al., 1988) OCS (Leiter & Maslach, 2005) Q-Bo - (De Carlo et al., ) Prospettiva transazionale Interazione di fattori organizzativi e personali

23 Gli strumenti soggettivi per la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato Gli strumenti utilizzati per la valutazione soggettiva del rischio da stress lavoro-correlato si possono distinguere, a seconda dell oggetto di misurazione, in cinque principali categorie. 1) Questionari rivolti alla rilevazione delle fonti di stress organizzative: - Job Content Questionnaire (JCQ, Karasek, 1985); - Health & Safety Executive (HSE, 2004). 2) Questionari per la rilevazione degli effetti dello stress: - Maslach Burnout Inventory (MBI, Maslach & Jackson, 1981); - General Health Questionnaire (GHQ, Goldberg, 1972); - State-Trait Anxiety Inventory (STAI, Spielberger, 1970); - Job Satisfaction Scale (JSS, Warr, 1979). 3) Questionari per la valutazione dei fattori moderatori dello stress (variabili individuali): - Self Efficacy Scales (SES, Sherer & Adams, 1983); - Resilience Scales (Luthar, 2000); - Negative affective (Fortunato & Stone-Romero, 1999). 23

24 Gli strumenti per la valutazione soggettiva del rischio da stress lavoro-correlato 4) Questionari rivolti alla rilevazione delle fonti e degli effetti dello stress: - Multidimensional Organizationale Health Questionnaire (MOHQ, Avallone, Ministero della Funzione Pubblica, 2005); - Organizational and Psychosocial Risk Assessment (OPRA, Magnani, Mancini & Mayer, 2009). 5) Questionari rivolti alla rilevazione delle fonti di stress, dei moderatori e degli effetti dello stress: - Occupational Stress Indicator (OSI, Cooper, Sloan & Williams, 1986); - Test di valutazione del rischio stress lavoro-correlato nella prospettiva del benessere organizzativo (Q u -Bo, De Carlo, Falco & Capozza, ). 24

25 Indicazioni della Commissione Consultiva per la scelta degli strumenti soggettivi. Manuale ad uso delle aziende in attuazione del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. (Inail, maggio 2011) Ciò che non può essere, comunque, omesso nella scelta degli strumenti utili a valutare la percezione del rischio è l adozione di strumenti scientificamente validi che permettano di indagare almeno tutte le sei dimensioni di contesto e di contenuto (carico di lavoro, autonomia/controllo, cambiamento, supporto, relazioni, ruolo) che lo strumento indicatore (HSE) va a coprire; infatti molti strumenti psicometrici, anche autorevoli, adottati in contesti lavorativi (quali ad esempio JSQ di Karasek 1979, l ERI di Siegrist 1996), si limitano ad indagare solo alcune dimensioni, (Inail, 2011, p. 27).

26 Possibili criticità dei questionari self-report: effetti personali e di metodo Effetto coerenza, per cui le persone, desiderando apparire coerenti nelle propri risposte, potrebbero cercare delle similitudini negli item, creando di conseguenza relazioni artificiose fra variabili (Johns, 1994; Organ, 1986; Schmitt, 1994; Salancik & Pfeffer, 1977). Podsakoff & Formato o ancoraggio della scala. La presenza all interno dello stesso test di scale di risposta con medesimo formato o con il medesimo ancoraggio ( molto in disaccordo molto d accordo ) può determinare un incremento della covarianza fra i costrutti rilevati con la stessa scala. Teorie implicite e correlazioni illusorie. Nel rispondere ad un test le persone possono formulare le proprie idea circa le relazioni fra i fenomeni indagati, favorendo una distorsione sistematica delle relazioni Desiderabilità sociale, ovvero il bisogno da parte degli individui di approvazione e accettazione sociale, nonché la credenza che ciò possa essere ottenuto tramite comportamenti appropriati e accettabili dal punto di vista culturale (Gangster, Hennessey & Luthans, 1983). Lo stato d umore transitorio del rispondente (Spector, 2006). L affettività negativa.

27 Esempio di test soggettivo: il Test Q-Bo

28 Test di valutazione dello stress lavorocorrelato nella prospettiva del benessere organizzativo, Q u -Bo in riferimento al Dlgs 81/08, Testo Unico, e alla Direttiva Ministeriale 24 marzo 2004 a cura di Nicola A. De Carlo, Alessandra Falco, Dora Capozza con il contributo di Laura Dal Corso, Anna Maria Di Sipio, Elisa M. Galliani, Anna Lombardo, Alessandra Piccirelli, Leonardo Ranieri, Cristina Rolli, Alessia Siragusa, Michelangelo Vianello e di Franco Sarto, Liviano Vianello, Donata Zanella FrancoAngeli,

29 Test di valutazione dello stress lavoro-correlato nella prospettiva del benessere organizzativo, Q u -Bo Le scale del test sono state elaborate facendo riferimento alla letteratura internazionale maggiormente consolidata in tema di stress nel cui ambito, a titolo esemplificativo, si richiamano: Cox, 1978; Cooper, Sloan & Williams, 1986; Hurrel, 1988; Karasek & Theorell, 1990, Elo, Leppanen & Lindstrom, 1992; Edwards & Van Harrison, 1993; Spielberg, 1994; Siegrist, 1996, Van Veldhoven, Meijman, Broersen & Fortuin, 1997; Cox, Griffiths & Rial-Gonzalèz, 2000; Luceño, 2005; Ylipaavalniemi, Kivimaki, Elovainio, Virtanen, Keltikangas-Jarvinen & Vahtera, 2005; Leiter & Maslach, 2005; Avallone & Paplomatas, 2005 ed alle indicazioni degli organismi italiani, europei e internazionali operanti nel campo della sicurezza sul lavoro. 29

30 Modello teorico/applicativo: principali dimensioni rilevate mediante il Q u -Bo Fonti di stress Caratteristiche della persona Strategie di coping Effetti per la persona e per l organizzazione Clima: ricompense sociali, crescita, partecipazione, autonomia, Strain fisiologico: disturbi cardiaci, gastrointestinali, Cultura: mission, diversity management, cambiamento, Conflitto: casa/lavoro, ruolo organizzativo, colleghi, utenti, superiori, Carico di lavoro: cognitivo, ritmi, problem solving, emotivo. Workaholism Locomotion/ Assessment Resilienza Self efficacy Orientamento al compito Logica Tempo Strain psicologico - Burnout e comportamentale Dissonanza emotiva Mobbing/straining Sicurezza/ambiente: rumore, illuminazione, formazione, comfort, Sicurezza nel tempo del lavoro Percezione di supporto organizzativo Conseguenze degli errori Efficacia Collettiva Affettività negativa Ottimismo Overcommitment Desiderabilità sociale Coinvolgimento Relazione casa/lavoro Supporto sociale Insoddisfazione, Scarsa compliance, altruismo commitment Presenteismo Turnover, assenze per malattia, infortuni, Bassa performance ed efficacia/efficienza 30

31 Il Test Q u -Bo Il test è composto di vari moduli, in una configurazione massima di 200 domande, proposte sotto forma di affermazioni rispetto alle quali il soggetto esprime il proprio grado di accordo utilizzando scale di tipo Likert. La risposta a tutte le domande richiede un arco di tempo di circa un ora e mezza. Il test è stato standardizzato su un campione complessivo di oltre persone operanti in organizzazioni pubbliche e private di piccole-medie e grandi dimensioni nei diversi settori produttivi. Le domande consentono di acquisire le risposte dei lavoratori in riferimento alle varie dimensioni rischi psicosociali, ovvero fonti di stress, e relative conseguenze in cui si articola il modello adottato. Per testare la struttura fattoriale delle scale di cui si compone il test, sono stati utilizzati modelli di equazione strutturali (Jöreskog, 1969; Ullman, 2001). 31

32 Obiettivi del test Il Q u -Bo consente di: acquisire idonee informazioni relativamente ai fattori di rischio indicati nel modello precedentemente riportato e alle loro conseguenze individuali e organizzative; dimensionare l entità del rischio stress lavoro-correlato, sia per l organizzazione che per specifici gruppi omogenei (ruoli, posizioni, mansioni, ) al suo interno e per singoli individui, graduandone l esposizione in opportune categorie di bassa, media e alta intensità; individuare linee di intervento e specifiche iniziative per la prevenzione del malessere e per la promozione del benessere e dell efficienza-efficacia organizzativa. 32

33 La standardizzazione Il protocollo è adattabile sia per moduli che per specifici costrutti (nonché per le informazioni socio-anagrafiche), alle differenti esigenze delle organizzazioni, nei vari contesti pubblici e privati, nei diversi settori produttivi, mediante articolazioni mirate del test stesso. Fra le principali configurazioni del test, si richiamano quelle dirette specificamente ai settori: - Sanità - Istruzione/formazione - Manifatturiero - Metalmeccanico - Pubblica Amministrazione, Regioni, Comuni e Servizi Pubblici - Servizi finanziari/assicurativi - Servizi privati - Servizi sociali e alla persona 33

L indagine sullo stress lavoro-correlato mediante integrazione di metodi: l esperienza dell Ulss 15

L indagine sullo stress lavoro-correlato mediante integrazione di metodi: l esperienza dell Ulss 15 Stress lavoro-correlato. Convegno sull esperienza dell Azienda Ulss 15 per la salute individuale ed organizzativa Cittadella, 23/11/2012 L indagine sullo stress lavoro-correlato mediante integrazione di

Dettagli

Proposta di metodo per la valutazione del rischio stress lavoro correlato

Proposta di metodo per la valutazione del rischio stress lavoro correlato COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Proposta di metodo per la valutazione del rischio stress lavoro correlato Indice Pagina Il rischio stress lavoro correlato Fase

Dettagli

ESPERIENZA DELLA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

ESPERIENZA DELLA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA ORDINE DEGLI PSICOLOGI DEL VENETO Convegno ESPERIENZA DELLA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Metodo per la valutazione dello stress lavoro correlato Dr.ssa Antonia Ballottin Psicologo del Lavoro Spisal Ulss 20

Dettagli

PAIS Rivista mensile di cultura professionale e di formazione in servizio

PAIS Rivista mensile di cultura professionale e di formazione in servizio Periodico Amministrativo delle Istituzioni PAIS Scolastiche Rivista mensile di cultura professionale e di formazione in servizio METODO PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO (secondo le

Dettagli

La valutazione del rischio con metodi soggettivi

La valutazione del rischio con metodi soggettivi Cos è la valutazione dello stress lavoro-correlato La professionalità dello psicologo per la valutazione del rischio Milano, 4 novembre 2010 La valutazione del rischio con metodi soggettivi Psicologo della

Dettagli

RISCHI DA STRESS LAVORO CORRELATO

RISCHI DA STRESS LAVORO CORRELATO RISCHI DA STRESS LAVORO CORRELATO Principali strumenti di rilevazione della percezione soggettiva Patrizia Cichella U.O. PSAL Area Pianura Azienda USL di Bologna INDICAZIONI COMMISSIONE CONSULTIVA (CIRC.

Dettagli

La valutazione dello stress lavoro correlato

La valutazione dello stress lavoro correlato S. Bonifacio (Vr) 26 marzo 2009 INCONTRO CON I MEDICI COMPETENTI DELLA PROVINCIA DI VERONA SULLE NOVITA INTRODOTTE DAL D.Lgs. 81/2008, TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

Dettagli

Il Medico Competente e il rischio stress lavoro correlato

Il Medico Competente e il rischio stress lavoro correlato Il Medico Competente e il rischio stress lavoro correlato Definizione dei criteri e metodi di valutazione del rischio stress lavoro correlato Maria Teresa Cella Corso di aggiornamento - Venerdì, 10 Giugno

Dettagli

Strumenti e metodi per la valutazione dello stress lavoro correlato Dr.ssa Patrizia Serranti RSSP Ergonomo CNR Bologna

Strumenti e metodi per la valutazione dello stress lavoro correlato Dr.ssa Patrizia Serranti RSSP Ergonomo CNR Bologna Lo stress si misura? Come valutare lo stress lavoro correlato D.lgs 81/08 Ambiente Lavoro Change s.r.l. 8 ottobre 2008 Strumenti e metodi per la valutazione dello stress lavoro correlato Dr.ssa Patrizia

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO - CORRELATO E LA PROMOZIONE DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO D.Lgs 81/08 Verona, 7 luglio 2010

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO - CORRELATO E LA PROMOZIONE DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO D.Lgs 81/08 Verona, 7 luglio 2010 Università degli studi di Verona Ulss 2 Verona Università degli Studi di Padova Dipartimento Psicologia Applicata LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO - CORRELATO E LA PROMOZIONE DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO

Dettagli

Data del sopralluogo: ASL Rilevazione: Operatore: Telefono: E-mail: Nome azienda: Codice Fiscale: Partita IVA: Codice ATECO:..

Data del sopralluogo: ASL Rilevazione: Operatore: Telefono: E-mail: Nome azienda: Codice Fiscale: Partita IVA: Codice ATECO:.. SCHEDA # In caso di impossibilità di procedere alla compilazione della scheda, specificare il motivo: Cessata attività Attività trasferita Attività inesistente Altro: Data del sopralluogo: ASL Rilevazione:

Dettagli

L obbligo di valutazione del rischio da stress lavoro correlato

L obbligo di valutazione del rischio da stress lavoro correlato RSPP-DDL aggiornamento 2013 L obbligo di valutazione del rischio da stress lavoro correlato Federico Vegetti La tutela della salute dei lavoratori, obbligo generale del datore di lavoro, passa anche attraverso

Dettagli

Il Datore di Lavoro Ing. Roberto Capuano. Responsabile del Servizio Protezione Prevenzione(RSPP) Ing. Vincenzo Fuccillo

Il Datore di Lavoro Ing. Roberto Capuano. Responsabile del Servizio Protezione Prevenzione(RSPP) Ing. Vincenzo Fuccillo Piazza A. Amabile, 8483 CASTEL SAN GIORGIO (SA) Data: 2/9/22 Revisione: 2 RELAZIONE DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER STRESS DA LAVORO CORRELATO (Art. 28 comma bis del D.Lgs. 9 aprile 28 n. 8 come modificato

Dettagli

La valutazione dello stress lavoro-correlato nell ASS N. 1 Triestina

La valutazione dello stress lavoro-correlato nell ASS N. 1 Triestina La valutazione dello stress lavoro-correlato nell ASS N. 1 Triestina ANALISI DELLO STRESS LAVORO-CORRELATO E IMPLEMENTAZIONE DEGLI STANDARD HPH 1 e 4 Maria Peresson Medico del lavoro Marco Rizzo Tecnico

Dettagli

Salute e sicurezza sul lavoro: significati e problemi della valutazione dei rischi da stress lavoro correlato

Salute e sicurezza sul lavoro: significati e problemi della valutazione dei rischi da stress lavoro correlato Salute e sicurezza sul lavoro: significati e problemi della valutazione dei rischi da stress lavoro correlato Stefano Grandi Centro Internazionale di documentazione e studi sociologici sui problemi del

Dettagli

Convegno Il contributo del Medico Competente alla valutazione dei rischi nel comparto sanità

Convegno Il contributo del Medico Competente alla valutazione dei rischi nel comparto sanità Convegno Il contributo del Medico Competente alla valutazione dei rischi nel comparto sanità Il contributo alla valutazione del rischio stress lavoro-correlato Dr.ssa Paola Del Bufalo Responsabile S.S.

Dettagli

CONVEGNO UIL-SGK Bolzano, 27-02-2015. Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato: la metodologia INAIL

CONVEGNO UIL-SGK Bolzano, 27-02-2015. Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato: la metodologia INAIL CONVEGNO UIL-SGK Bolzano, 27-02-2015 Valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato: la metodologia INAIL CASI DI MALATTIA DA STRESS LAVORO CORRELATO 4000 denunce all INAIL negli ultimi

Dettagli

Il rischio stress-lavoro correlato: risultati della valutazione del rischio su un campione di scuole trentine

Il rischio stress-lavoro correlato: risultati della valutazione del rischio su un campione di scuole trentine Chiara Vicario Il rischio stress-lavoro correlato: risultati della valutazione del rischio su un campione di scuole trentine Mansioni note in letteratura Documento di consenso sullo stress SIMLII (2005)

Dettagli

INTEGRAZONE DEL DVR CON LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO

INTEGRAZONE DEL DVR CON LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO INTEGRAZONE DEL DVR CON LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO La valutazione del rischio stress lavoro correlato deve essere finalizzata all individuazione e all attuazione di misure di

Dettagli

STRESS LAVORO-CORRELATO

STRESS LAVORO-CORRELATO CORSO DI FORMAZIONE 9 maggio 2013 Maria Teresa Riccio medico SPISAL STRESS LAVORO-CORRELATO PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DELL ART. 29 d.lgs. N 81 Decreto Interministeriale

Dettagli

La valutazione del rischio stress lavoro-correlato

La valutazione del rischio stress lavoro-correlato LA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORATIVO IN ASS N 1 TRIESTINA 1 La valutazione del rischio stress lavoro-correlato PREMESSA Una delle rilevanti novità del Dlgs 81/08 e successive modifiche e integrazioni,

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO Documento: Edizione: Revisione Valutazione STRESS LAVORO-CORRELATO 2011 n : 00 Data: : 30.06.2011 ALLEGATO AL DVR DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO (ai sensi D.Lgs. 81/08) IL PRESENTE

Dettagli

Protocollo minimo di valutazione dei rischi da Stress Lavoro-Correlato

Protocollo minimo di valutazione dei rischi da Stress Lavoro-Correlato Protocollo minimo di valutazione dei rischi da Stress Lavoro-Correlato Secondo le indicazioni della Commissione consultiva 17/11/2010 Associata ECO-CONSULT S.r.l., fondata nel 1991, opera nel campo dell

Dettagli

Stress lavoro correlato

Stress lavoro correlato Stress lavoro correlato a cura di arch. Paolo Garattoni Via dott. Luigi Comi 78 21040 Uboldo (VA) www.studio-garattoni.com +39.335.6945854 Definizione di stress Hans Seley, 1975 Sindrome generale di adattamento

Dettagli

Incontri informativi. Verona 27 novembre 2012 4 dicembre 2012

Incontri informativi. Verona 27 novembre 2012 4 dicembre 2012 CAMPAGNA EUROPEA 2012 SULLA VALUTAZIONE DEI RISCHI PSICOSOCIALI NELL'AMBIENTE DI LAVORO Incontri informativi Verona 27 novembre 2012 4 dicembre 2012 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Direzione

Dettagli

VALUTAZIONE del RISCHIO di ORIGINE PSICOSOCIALE o STRESS-LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE del RISCHIO di ORIGINE PSICOSOCIALE o STRESS-LAVORO CORRELATO ISTITUTO REGIONALE per la PROGRAMMAZIONE ECOMICA della TOSCANA - IRPET VALUTAZIONE del di ORIGINE PCOSOCIALE o STRESS-LAVORO CORRELATO La presente relazione costituisce aggiornamento del Documento di Valutazione

Dettagli

Le indicazioni e le iniziative del coordinamento delle Regioni

Le indicazioni e le iniziative del coordinamento delle Regioni La valutazione dello stress lavoro-correlato: potenzialità e limiti di un obbligo legislativo Bologna 23 ottobre 2014 Le indicazioni e le iniziative del coordinamento delle Regioni Fulvio d Orsi Coordinatore

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO «DVR _ STRESS LAVORO CORRELATO» Pagina 1 di 9 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS DA LAVORO CORRELATO (Art. 28 comma 1 D. Lgs. 9 aprile 2008 n.81 così come modificato dal D.Lgs. 106/09) conforme

Dettagli

CORSO di FORMAZIONE RSPP/Medici Competenti AZIENDE SANITARIE REGIONE EMILIA ROMAGNA

CORSO di FORMAZIONE RSPP/Medici Competenti AZIENDE SANITARIE REGIONE EMILIA ROMAGNA CORSO di FORMAZIONE RSPP/Medici Competenti AZIENDE SANITARIE REGIONE EMILIA ROMAGNA BOLOGNA 27-28 /09/2012 Relatori Anna Perna AUSL Bologna Franco Pugliese AUSL Piacenza Regione Emilia-Romagna V.le A.

Dettagli

Dallo stress lavoro correlato allo sviluppo delle persone

Dallo stress lavoro correlato allo sviluppo delle persone Dallo stress lavoro correlato allo sviluppo delle persone A cura di: Prof.ssa Laura Borgogni Ordinario di Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni Facoltà di Medicina e Psicologia 15 luglio 2011 COSA

Dettagli

Valutazione del rischio di esposizione a stress lavoro correlato. Decreto Legislativo 81/08

Valutazione del rischio di esposizione a stress lavoro correlato. Decreto Legislativo 81/08 Valutazione del rischio di esposizione a stress lavoro correlato Decreto Legislativo 81/08 REGGIO EMILIA 30 NOVEMBRE 2010 Dott.ssa Enrica Crespi Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro 1 COS'E'

Dettagli

TRASFORMARE. Microcosmos VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO UN OBBLIGO DI LEGGE IN UN OPPORTUNITÀ PER L AZIENDA E PER I LAVORATORI

TRASFORMARE. Microcosmos VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO UN OBBLIGO DI LEGGE IN UN OPPORTUNITÀ PER L AZIENDA E PER I LAVORATORI Microcosmos Microcosmos Srl VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO TRASFORMARE UN OBBLIGO DI LEGGE IN UN OPPORTUNITÀ PER L AZIENDA E PER I LAVORATORI Testo Unico Sicurezza - Art. 28 DL 81/2008 L art.

Dettagli

Glossario della valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato

Glossario della valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato Glossario della valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato ASPP Addetto ai servizi di protezione e prevenzione ANALISI DOCUMENTALE Lettura dell organizzazione del lavoro (organigramma, flussi produttivi,

Dettagli

Valutazione delle fonti di rischio stress-lavoro correlato presso il Consiglio regionale della Toscana indagine dati soggettivi

Valutazione delle fonti di rischio stress-lavoro correlato presso il Consiglio regionale della Toscana indagine dati soggettivi Dipartimento di Sanità Pubblica Sezione di Medicina del Lavoro Valutazione delle fonti di rischio stress-lavoro correlato presso il Consiglio regionale della Toscana indagine dati soggettivi Report conclusivo:

Dettagli

Roberto BEDINI. La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Simone RICCIONI

Roberto BEDINI. La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Simone RICCIONI Roberto BEDINI La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda. Simone RICCIONI Prologo Correva l anno 2011, 1 gennaio, quando... 2 Prologo Prime impressioni...

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. SPISAL - Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza in Ambienti di Lavoro

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. SPISAL - Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza in Ambienti di Lavoro Dipartimento di Prevenzione U.O.C. SPISAL - Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza in Ambienti di Lavoro SCHEDA 1 Valutazione e gestione del rischio stress correlato V2-22/07/2013 A cura di Emanuela Guarise

Dettagli

La valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato

La valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato La valutazione e gestione dello stress lavoro-correlato Maggio 2010 PREFAZIONE Al fine di contribuire ad un adeguata gestione dei rischi psicosociali, negli ultimi anni l ISPESL ha adottato una strategia

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO COMPILATA DA: ( ) DATORE DI LAVORO... ( ) RSPP... ( ) RLS... ( ) MEDICO COMPETENTE... DATA DI COMPILAZIONE:... 1 IL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO La recente

Dettagli

Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato

Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato Il manuale per la valutazione e gestione del rischio stress lavoro correlato Benedetta Persechino INAIL Dipartimento Medicina del Lavoro ex ISPESL Bologna, 5 maggio 2011 DIBATTITO/RICERCA/ PROPOSTE METODOLOGICHE

Dettagli

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia Servizio di Prevenzione e Protezione

Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia Servizio di Prevenzione e Protezione PREMESSA Il presente Documento di Valutazione del rischio Stress lavoro-correlato (DVR-SLC) è stato elaborato in ottemperanza a quanto prescritto dagli artt. 17 comma 1, 28 e 29 del D.Lgs. 81/08 e successive

Dettagli

INDICE. Sommario esecutivo p. 3. Introduzione p. 5. Parte 1 Modelli teorici e quadri di riferimento p. 10

INDICE. Sommario esecutivo p. 3. Introduzione p. 5. Parte 1 Modelli teorici e quadri di riferimento p. 10 PREFAZIONE Al fine di contribuire ad un adeguata gestione dei rischi psicosociali, negli ultimi anni l ISPESL ha adottato una strategia avente l obiettivo di realizzare un sistema a rete della ricerca

Dettagli

il metodo di valutazione V.I.S.

il metodo di valutazione V.I.S. Stress lavoro- correlato: il metodo di valutazione V.I.S. Gruppo di PADOVA: Franco Sarto, Liviano Vianello, Donata Zanella, Giulia Pittarello, Dipartimento di Prevenzione SPISAL, ASL n. 16 Padova Nicola

Dettagli

Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative. Obblighi normativi. Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio

Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative. Obblighi normativi. Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio Seminario Stress lavoro correlato: Indicazioni operative Obblighi normativi Viganò Giancarlo Direttore Servizio PSAL - ASL Sondrio Stress lavoro correlato Tema di attualità Incidenza elevata Cambiamento

Dettagli

Tutela della salute e sicurezza sul lavoro. Giunta regionale d Abruzzo. dott.ssa Flavia Margaritelli

Tutela della salute e sicurezza sul lavoro. Giunta regionale d Abruzzo. dott.ssa Flavia Margaritelli Tutela della salute e sicurezza sul lavoro Ufficio prevenzione e protezione Giunta regionale d Abruzzo 1 I Continenti che si incontrano e non vanno alla deriva Lo sviluppo del capitale umano in tutte le

Dettagli

Decreto 13559 del 10.12.2009 Regione Lombardia

Decreto 13559 del 10.12.2009 Regione Lombardia Decreto 13559 del 10.12.2009 Regione Lombardia Indirizzi generali per la valutazione e la gestione del rischio stress lavorativo alla luce dell Accordo Europeo 8.10.2004 Valutazione del rischio da stress

Dettagli

Francesca Larese Filon Università di Trieste Dipartimento di Scienze di Medicina Pubblica

Francesca Larese Filon Università di Trieste Dipartimento di Scienze di Medicina Pubblica Francesca Larese Filon Università di Trieste Dipartimento di Scienze di Medicina Pubblica Stress La legislazione Art. 28 del D. Lgs 81/2008 La valutazione dei rischi... Deve riguardare tutti i rischi

Dettagli

- I risultati della ricerca - Maria Borcsa

- I risultati della ricerca - Maria Borcsa - I risultati della ricerca - Maria Borcsa Quadro generale 1. Storia della ricerca sul burn-out 2. Definizione del costrutto: Cos è il burn-out? 3. Aspetti diagnostici 4. Quando sopraggiunge il burn-out?

Dettagli

STRESS LAVORO CORRELATO: PROFILI PSICO-SOCIALI E METODOLOGIE DI VALUTAZIONE

STRESS LAVORO CORRELATO: PROFILI PSICO-SOCIALI E METODOLOGIE DI VALUTAZIONE STRESS LAVORO CORRELATO: PROFILI PSICO-SOCIALI E METODOLOGIE DI VALUTAZIONE 1 Prof. Isabella Corradini Psicologia sociale e del Lavoro Responsabile Area Psicologica Osservatorio Rischi Psico-sociali Università

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (METODO INDICATORI OGGETTIVI) ex D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. (D.Lgs.

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (METODO INDICATORI OGGETTIVI) ex D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. (D.Lgs. DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (METODO INDICATORI OGGETTIVI) ex D.Lgs. 8/8 e s.m.i. (D.Lgs. 6/9) Azienda Sede Legale Sede Operativa Rev. Motivazione Emissione 4 5 Stress Lavoro

Dettagli

VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO Ing. Roberto Scarparo SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 28 DEL D.Lgs. 8/2008 VALUTAZIONE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO SERVIZIO DI PREVENZIONE

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI COLLEGATI ALLO STRESS LAVORO- CORRELATO (D. Lgs. 81/08, art. 28 e s.m.i.) gennaio 2013 1

VALUTAZIONE DEI RISCHI COLLEGATI ALLO STRESS LAVORO- CORRELATO (D. Lgs. 81/08, art. 28 e s.m.i.) gennaio 2013 1 VALUTAZIONE DEI RISCHI COLLEGATI ALLO STRESS LAVORO- CORRELATO (D. Lgs. 81/08, art. 28 e s.m.i.) gennaio 2013 1 INDICE Premessa Le fasi del progetto di valutazione Indagine e divulgazione dei dati (Fase

Dettagli

VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO

VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Dr.ssa Mara Cristofori FASE O VALUTARE ASPETTATIVE

Dettagli

Corso di aggiornamento per il Medico Competente. Stress lavoro correlato: 4 anni di esperienza di valutazione e gestione del rischio

Corso di aggiornamento per il Medico Competente. Stress lavoro correlato: 4 anni di esperienza di valutazione e gestione del rischio Corso di aggiornamento per il Medico Competente Sezione regionale Veneto Stress lavoro correlato: 4 anni di esperienza di valutazione e gestione del rischio Padova, 14 marzo 2014 Antonia Ballottin Ulss

Dettagli

www.dvrstresslavorocorrelato.it CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO

www.dvrstresslavorocorrelato.it CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA Data di compilazione: Impresa: Mansione/Reparto: SCHEDA DI VALUTAZIONE COMPILATA DA (*): DATORE DI LAVORO R.S.P.P. Responsabile del Servizio di Prevenzione

Dettagli

Circolare n.11 /2010 del 23 dicembre 2010* RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: ENTRO IL 31.12.2010 E SUFFICIENTE AVVIARE LE ATTIVITA DI VALUTAZIONE

Circolare n.11 /2010 del 23 dicembre 2010* RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: ENTRO IL 31.12.2010 E SUFFICIENTE AVVIARE LE ATTIVITA DI VALUTAZIONE Circolare n.11 /2010 del 23 dicembre 2010* RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: ENTRO IL 31.12.2010 E SUFFICIENTE AVVIARE LE ATTIVITA DI VALUTAZIONE L art. 28 del D.Lgs. n. 81/2008 sulla sicurezza e salute

Dettagli

SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO

SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO SCHEDE DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO FASE -VALUTAZIONE INDICATORI OGGETTIVI STRESS LAVORO CORRELATO La valutazione dello stress lavoro correlato prevede la compilazione di una Check

Dettagli

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI Mario Giuseppe Napoli, Responsabile Risorse Umane, Gruppo UBI Banca Roma, Palazzo Altieri,19

Dettagli

Hotel Villa Quiete- Montecassiano MC- 22 Settembre 2014 Dott.ssa Maria Pia Cancellieri-SPSAL Urbino

Hotel Villa Quiete- Montecassiano MC- 22 Settembre 2014 Dott.ssa Maria Pia Cancellieri-SPSAL Urbino La Valutazione del Rischio secondo le linee di indirizzo della Commissione ex art. 6 e il Manuale Inail Hotel Villa Quiete- Montecassiano MC- 22 Settembre 2014 Dott.ssa Maria Pia Cancellieri-SPSAL Urbino

Dettagli

VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO

VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO Manuale ad uso delle aziende in attuazione del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ricerca Edizione 2011 VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO

Dettagli

Il rischio stress lavoro-correlato nel settore metalmeccanico: l opinione dei rappresentanti sindacali

Il rischio stress lavoro-correlato nel settore metalmeccanico: l opinione dei rappresentanti sindacali Il rischio stress lavoro-correlato nel settore metalmeccanico: l opinione dei rappresentanti sindacali Gruppo di ricerca: Daniele Di Nunzio Laura Barnaba Eliana Como Giuliano Ferrucci Roma, 31 Marzo 2015

Dettagli

Emotional Intelligence Stress Audit

Emotional Intelligence Stress Audit Emotional Intelligence Stress Audit Valutazione del rischio stress lavoro correlato per il benessere delle persone e dell organizzazione Lo STRESS AUDIT è una metodologia che consente di valutare il rischio

Dettagli

Benessere nei call center Telecom

Benessere nei call center Telecom Università degli Studi di Torino Benessere nei call center Telecom DALLA RICERCA NEI CANTIERI ALLA SOMMINISTRAZIONE NAZIONALE Maggio Maggio 2007 2007 G. G. P. P. Quaglino Quaglino PERCHÉ IL BENESSERE Il

Dettagli

Il BENESSERE come strumento di gestione delle risorse umane

Il BENESSERE come strumento di gestione delle risorse umane Workshop Promuovere la cultura del benessere per prevenire e gestire il rischio SLC nelle organizzazioni Bari, 25 giugno 2015 Il BENESSERE come strumento di gestione delle risorse umane GIANCARLO TANUCCI

Dettagli

VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO

VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO Manuale ad uso delle aziende in attuazione del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ricerca Edizione 2011 Pubblicazione realizzata da INAIL Dipartimento Medicina

Dettagli

STRESS LAVORO CORRELATO

STRESS LAVORO CORRELATO ENTE PARCO ANTOLA SERVIZIO PERSONALE DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Art. 28, comma 1-bis, e art. 29, D.Lgs.vo 81/2008 e s.m.i. Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 23692 del

Dettagli

Stress - Panorama legislativo

Stress - Panorama legislativo Lo Stress lavoro-correlato La valutazione del rischio stress lavoro correlato Stress - Panorama legislativo Accordo- quadro Europeo 8 ottobre 2004 Art. 28 del D.Lgs. n.81/2008 Valutazione del rischio stress

Dettagli

Call Center: Stress Organizzativo e Benessere Psicosociale. Metodologia della Ricerca Ed Analisi della Popolazione Di Indagine.

Call Center: Stress Organizzativo e Benessere Psicosociale. Metodologia della Ricerca Ed Analisi della Popolazione Di Indagine. Call Center: Stress Organizzativo e Benessere Psicosociale. Metodologia della Ricerca Ed Analisi della Popolazione Di Indagine. Dott.ssa Miranda Maria Concetta Psicologa- Dottore di Ricerca Obiettivo della

Dettagli

RELAZIONE DI SINTESI INDAGINE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

RELAZIONE DI SINTESI INDAGINE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO RELAZIONE DI SINTESI INDAGINE RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO L art. 28 comma 1 del Dlgs 81/08 indica la necessità per il Datore di lavoro, che ne assume la responsabilità (art 29 DLgs. 81/08 e s.m.i.)

Dettagli

CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A 30 LAVORATORI

CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A 30 LAVORATORI CHECK LIST DI INDICATORI VERIFICABILI PER AZIENDE FINO A LAVORATORI La valutazione dello stress correlato al lavoro, come per tutti gli altri rischi, deve essere effettuata dal datore di lavoro che ne

Dettagli

RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO

RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO Risultati della valutazione e azioni correttive in Ulss 13 Ottobre Novembre 2013 Ulss 13 Dolo-Mirano-Noale 2013 Irma Seminara Rischi psicosociali: stress da lavoro correlato-

Dettagli

Giuliano Pesel MEDICO DEL LAVORO SPPA

Giuliano Pesel MEDICO DEL LAVORO SPPA INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI: IL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO Giuliano Pesel MEDICO DEL LAVORO SPPA In collaborazione con Stefano Russian, Direzione Sanitaria Claudia Carosi, SPPA Anna Roia,

Dettagli

RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO

RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Dott. Giuseppe Sergi Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda USL Piacenza PIACENZA,10/06/2011 RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Definizione Stress significa letteralmente: sforzo,

Dettagli

Art. 25 Obblighi del Medico Competente

Art. 25 Obblighi del Medico Competente Sezione II Titolo I capo III Valutazione dei rischi Art. 28 Co.1 Oggetto della valutazione dei rischi deve riguardare tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti

Dettagli

Gli ambienti di lavoro: spazio, aerazione, illuminazione, illuminazione di emergenza. I Servizi: Spogliatoi, Lavelli, Servizi igienici

Gli ambienti di lavoro: spazio, aerazione, illuminazione, illuminazione di emergenza. I Servizi: Spogliatoi, Lavelli, Servizi igienici Gli ambienti di lavoro: spazio, aerazione, illuminazione, illuminazione di emergenza I Servizi: Spogliatoi, Lavelli, Servizi igienici VIDEOTERMINALI Decreto Legislativo 81/2008 Decreto ministeriale 2 ottobre

Dettagli

Lo sportello d ascolto per i dipendenti

Lo sportello d ascolto per i dipendenti ULSS 13 Dolo-Mirano-Noale U.O. SORVEGLIANZA SANITARIA DEI LAVORATORI E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Responsabile dr. Fabrizio Fiorini Lo sportello d ascolto per i dipendenti Dott.ssa Stefania Menin

Dettagli

FAQ Valutazione del rischio stress lavoro correlato

FAQ Valutazione del rischio stress lavoro correlato FAQ Valutazione del rischio stress lavoro correlato Cosa si intende per rischio stress lavoro correlato?... 2 Cosa si intende per rischio?... 3 Cosa si intende per dati / indicatori "oggettivi" / eventi

Dettagli

Ing. Ant o Ant nio o nio Giorgi Gior gi RSPP

Ing. Ant o Ant nio o nio Giorgi Gior gi RSPP Ing Antonio Giorgi Ing. Antonio Giorgi RSPP Il Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell art. 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei

Dettagli

Documento di approfondimento. Valutazione dello stress lavoro correlato e benessere organizzativo nella scuola

Documento di approfondimento. Valutazione dello stress lavoro correlato e benessere organizzativo nella scuola Documento di approfondimento Valutazione dello stress lavoro correlato e benessere organizzativo nella scuola VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORO CORRELATO E BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLA SCUOLA Il Decreto

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

Catalogo 2015 dei corsi di Cesvor

Catalogo 2015 dei corsi di Cesvor Catalogo 2015 dei corsi di Cesvor Cesvor Piazza IV Novembre, 4-20124 Milano, Italy (MM 2-3, Centrale) Tel.: +39 02 67165 307 - Fax: +39 02 67165 266 Cesvor è un marchio comunitario depositato (n 008906661)

Dettagli

Catalogo Corsi Benessere Organizzativo. 2 di 9

Catalogo Corsi Benessere Organizzativo. 2 di 9 Via Frascineto, 88 - Roma Tel 06 72394672 Fax 06 7233532 www.ecoconsultsrl.com Catalogo Corsi ALLEGATO 1 di 9 La Formazione è utile quando si occupa dei problemi quotidiani delle persone che lavorano.

Dettagli

Comune di Scandicci. Valutazione delle fonti di rischio stress lavoro-correlato

Comune di Scandicci. Valutazione delle fonti di rischio stress lavoro-correlato Comune di Scandicci Valutazione delle fonti di rischio stress lavoro-correlato Report finale: Gennaio 2015 indice Parte 1 Parte 2 Parte 3 Parte 4 Parte 5 Procedura e dati sulla popolazione/campione e

Dettagli

REQUISITI MINIMI PREVISTI DALLA NORMATIVA

REQUISITI MINIMI PREVISTI DALLA NORMATIVA Marina di Carrara 06/09/2013 Seminario Valutazione e gestione dei rischi collegati allo stress lavoro-correlato nelle scuole VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO NELLA SCUOLA REQUISITI

Dettagli

OPUSCOLO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

OPUSCOLO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI RISCHI PSICOSOCIALI E STRESS LAVORO- CORRELATO AI SENSI DEL D. LGS 81/08 ART. 37 COMMA 1 LETT. b) CONOSCENZE DI BASE DELLO STRESS NEL CONTESTO LAVORATIVO E PROMOZIONE DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO DEI LAVORATORI

Dettagli

COME RICONOSCERE LO STRESS E PRENDERSI CURA DI SE

COME RICONOSCERE LO STRESS E PRENDERSI CURA DI SE I venerdì della salute COME RICONOSCERE LO STRESS E PRENDERSI CURA DI SE Letizia Martinengo, PhD Biblioteca di Gressan 9 aprile 2010 COSA SAPPIAMO DELLO STRESS PERCHE PARLARE DI STRESS PROBLEMI DI SALUTE

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO dott. rag. Marco Ansaldi e rag. Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO 06.08.2010 VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO I continui cambiamenti a livello di organizzazione del lavoro,

Dettagli

La valutazione del rischio da stress lavoro correlato

La valutazione del rischio da stress lavoro correlato Corso di aggiornamento per RSPP e ASPP AICQ - Centronord - Università Cattolica La valutazione del rischio da stress lavoro correlato Docente AICQ Dott. Luigi Casiraghi Milano 19 settembre 2012 Cos è lo

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS CORRELATO AL LAVORO

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS CORRELATO AL LAVORO VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS CORRELATO AL LAVORO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "N. MONTERISI 84129 SALERNO Via V. Loria-TEL 089-751487- FA 089-712940 e-mail samm17400v@istruzione.it Data: Novembre

Dettagli

ESPERIENZE DI GESTIONE DEI CASI DI MOBBING NELLO SPISAL DI PADOVA

ESPERIENZE DI GESTIONE DEI CASI DI MOBBING NELLO SPISAL DI PADOVA IL DISAGIO PSICOLOGICO E LA COSTRITTIVITA ORGANIZZATIVA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO STRUMENTI DI PREVENZIONE POSSIBILI. RUOLO DEGLI SPISAL Padova, 15 novembre 2006 ESPERIENZE DI GESTIONE DEI CASI DI MOBBING

Dettagli

D.Lgs. 81/2008: conferme e novità in tema di stress correlato al lavoro

D.Lgs. 81/2008: conferme e novità in tema di stress correlato al lavoro G Ital Med Lav Erg 2009; 31:2, 154-162 PI-ME, Pavia 2009 P. Deitinger, C. Nardella, R. Bentivenga, M. Ghelli, B. Persechino, S. Iavicoli D.Lgs. 81/2008: conferme e novità in tema di stress correlato al

Dettagli

La valutazione dello stress lavoro correlato

La valutazione dello stress lavoro correlato La valutazione dello stress lavoro correlato Beinasco 18 maggio 2011 S.L.C. La normativa La L articolo Legge 28 del 1 marzo Decreto2002, Legislativo n. 39 9 aprile "Disposizioni 2008 n. 81 per stabilisce

Dettagli

GLI OBBLIGHI IN MATERIA DI RISCHIO STRESS

GLI OBBLIGHI IN MATERIA DI RISCHIO STRESS GLI OBBLIGHI IN MATERIA DI RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO Annalisa Lantermo S.Pre.S.A.L. ASL TO1 Torino, 13 dicembre 2010 Seminario i Unione Industriale ditorino D. Lgs. 626/94 D. Lgs. 81/2008 Tutela

Dettagli

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire 12 Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire Il modello teorico di riferimento Oltre ai modelli descritti da Fergus e Zimmerman (2005) esiste un quarto approccio che, partendo dall approccio

Dettagli

SOCIALIZZAZIONE AL LAVORO AREE DI APPLICAZIONE

SOCIALIZZAZIONE AL LAVORO AREE DI APPLICAZIONE SOCIALIZZAZIONE AL LAVORO AREE DI APPLICAZIONE ORIENTAMENTO PRE-LAVORATIVO A) processi di transizione B) scelte scolastico-professionali C) primi incontri con il lavoro (stage, tirocini, ecc.) INGRESSO

Dettagli

Valutazione dello Stress Lavoro Correlato: cosa fare se

Valutazione dello Stress Lavoro Correlato: cosa fare se Valutazione dello Stress Lavoro Correlato: cosa fare se I suggerimenti che seguono fanno riferimento al documento regionale Decreto Direzione Generale Sanità Regione Lombardia n 10611 del.15/11/2011 -

Dettagli

Relazione sulla valutazione del rischio stress lavoro-correlato e benessere organizzativo

Relazione sulla valutazione del rischio stress lavoro-correlato e benessere organizzativo Relazione sulla valutazione del rischio stress lavoro-correlato e benessere organizzativo 1. PREMESSA L Azienda, dopo aver realizzato iniziative di rilevazione del clima organizzativo nel 2006 su un campione

Dettagli

D. LGS. 81/08 L USO IN SICUREZZA DEI VIDEOTERMINALI LO STRESS DA LAVORO

D. LGS. 81/08 L USO IN SICUREZZA DEI VIDEOTERMINALI LO STRESS DA LAVORO D. LGS. 81/08 L USO IN SICUREZZA DEI VIDEOTERMINALI LO STRESS DA LAVORO I Videoterminali Riferimenti normativi: D. Lgs. 81 del 2008 Titolo VII (art.i. 172 179) RISCHIO VDT Cos è lavoro al videoterminale?

Dettagli

Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa

Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa INCONTRO TECNICO GRATUITO Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa Treviso, 17 giugno 2010 Oggi parleremo di: Principali riferimenti normativi e presentazione dell accordo quadro europeo

Dettagli

MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO

MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO pag 1 di 19 1. PREMESSA Il benessere organizzativo risiede nella qualità della relazione esistente tra la persona e il contesto lavorativo ed è dato dalla combinazione di più elementi di natura sia individuale

Dettagli

BENESSERE ORGANIZZATIVO Un approccio per potenziare le performance aziendali in coerenza con il D.Lgs. 81/2008

BENESSERE ORGANIZZATIVO Un approccio per potenziare le performance aziendali in coerenza con il D.Lgs. 81/2008 Un approccio per potenziare le performance aziendali in coerenza con il D.Lgs. 81/2008 AICQ Piemontese - Team di Psicologia dell Organizzazione 4S Group Dott.ssa Sara Turci - Dott.ssa Barbara Sacchini

Dettagli