Prescrizioni del Servizio trasfusionale CRS. Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prescrizioni del Servizio trasfusionale CRS. Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue"

Transcript

1 Prescrizioni del Servizio trasfusionale CRS STS CRS Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue RIFERIMENTI 1 - Ordinanza sulle autorizzazioni nel campo dei medicamenti (OaMed) Manuale per la preparazione, l utilizzazione e la sicurezza di qualità nei componenti sanguigni Consiglio d Europa versione in vigore 3 - Whole blood and apheresis donor selection guidelines of the UK versione in vigore Documentazione e principi generali I criteri di attitudine alla donazione di sangue sono uno strumento di lavoro a salvaguardia della sicurezza del donatore durante la donazione come pure del paziente ricevente. Essi vengono applicati per i donatori di sangue completo, di trombociti e di plasma ad uso terapeutico. Sono classificati in ordine alfabetico e completano le liste dei medicamenti, dei vaccini e dei paesi ad alto rischio di infezione virale o parassitaria come pure certe regole per il prelievo. I criteri vengono regolarmente attualizzati in conformità alle esigenze europee [2] da parte di un gruppo di lavoro competente ed implementati dalla direzione medica del STS CRS. La versione disponibile sul sito internet viene attualizzata costantemente. I donatori sono valutati da personale formato a questo scopo sotto la responsabilità di un medico del servizio trasfusionale (MDD). In caso di dubbi concernenti l idoneità del candidato donatore, il personale non deve accettare la donazione, ma deve prendere contatto con il MDD, il quale provvederà ad una valutazione individuale del donatore. Ogni problema nel corso della raccolta dell anamnesi o dell esame clinico prima della donazione deve essere interpretato conformemente a questi criteri. Nel caso di una contro-indicazione, il donatore deve ricevere una spiegazione dettagliata sulla causa e sulle relative conseguenze. Se dei donatori presentano rischi potenziali non citrati in questo capitolo, i casi devono essere riferiti al MDD per una presa di decisione e per completare eventualmente la lista dei criteri, trasmettendo l informazione alla direzione medica. Terminologia MISURE Contro-indicazione definitiva: CID Contro-indicazione temporanea: CIT Contro-indicazione condizionata: CI Accettare Misura illimitata nel tempo, irreversibile e definitiva. Il donatore deve essere informato in modo per lui comprensibile Misura illimitata nel tempo. Il donatore è informato a partire da quando sarà nuovamente idoneo Misura condizionata da differenti elementi con o senza riferimento al medico del STS o al medico curante Il donatore è dichiarato idoneo alla donazione Altri Rinvio Rinvio se appropriato Riferimento obbligatorio o utile ad un criterio specifico Riferimento da consultare in funzione del contesto di informazione Il termine donatore viene utilizzato indifferentemente per indicare donatori e donatrici. bma PRI321 Liberazione Validità dal: Originale PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 1 di 34

2 Ablazione dell utero rinvio Isterectomia Aborto spontaneo rinvio Interruzione di gravidanza Acne Accettare i donatori in terapia antibiotica con Tetracicline / Eritromicina o Roaccutan Gel. CIT se presenza di lesioni attive o infette. CIT di 1 mese dopo l ultima assunzione di Isotretinoine (Curakne, Isotretinoin-Mepha, Isotretinoin-Teva, Liderma, Roaccutan Kapseln, Tretinac ). Ago Agopuntura Inoculazione, lesione da Piercing Tatuaggio Agopuntura CIT di 6 mesi se dubbi concernenti la tecnica di lavoro e segni d infezione batterica. Se il trattamento è fatto con aghi monouso, da parte di personale medico o da parte di un medico autorizzato: la donazione può essere accettata. Alcool CI per i donatori sotto l influsso dell alcool. Allergia ai medicamenti CIT di 12 mesi dopo l ultima reazione allergica al medicamento incriminato. Allergie Accettare se sintomatologia minore, con o senza trattamento. CID se malattia cronica sintomatica. Attitudine da determinare dal MDD se forma benigna (persistenza di sintomi minori con o senza trattamento). Allergia ai medicamenti Asma Desensibilizzazione, iniezioni di- Eczema Intolleranza alimentare Raffreddore da fieno Urticaria Amebiasi Malattia tropicale data da un parassita. C: diarrea, dolori addominali. T: AB CIT fino alla scomparsa dei sintomi clinici e alla fine del trattamento di una forma intestinale. CIT di 6 mesi dopo la fine del trattamento di una forma viscerale. Andicappato fisico CI se l origine dell handicap costituisce un problema alla donazione di sangue, se non ha interamente compreso e accettato le procedure della donazione di sangue, come pure i test che servono a evidenziare malattie trasmissibili, se il donatore non può sdraiarsi sul letto e in ogni caso se la sua sicurezza viene compromessa. Andicappato mentale CID se il donatore non è in grado di capire i criteri d idoneità alla donazione di sangue. Anemia emolitica PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 2 di 34

3 Anemia falciforme Emoglobinopatia qualitativa ereditaria: in mancanza di ossigeno trasformazione degli eritrociti da normocitici a falciformi. C: Anemia, occlusione dei vasi con infarti degli organi, splenomegalia, tendenza alle infezioni. T: evitare l ammanco di O2, trapianto di midollo. Anemia per carenza di vit b 12 o ac. folico CIT fino alla fine del trattamento e ricostituzione delle riserve. CID se una sostituzione permanente è necessaria. Fare precisare la causa! Anemia sideropenica / ferripriva Attitudine da determinare dal MDD. Emoglobina Adattare eventualmente la frequenza dei prelievi. Anestesia locale rinvio Narcosi Angina rinvio Tonsillite Angina pectoris rinvio Angor Angor Antalgici Accettare dopo verifica della patologia soggiacente. Se dubbi, consultare il MDD. Antiacidi CIT se problemi cronici con eventuale ricorso a gastroscopia. Se dubbi, consultare il MDD. Endoscopia Antiaritmici rinvio Aritmia Antibiotici CIT di 2 settimane dopo l ultima somministrazione. Acne Anticoagulanti CI dipendente dalla patologia soggiacente e dal lasso di tempo intercorso dopo la fine del trattamento. Trombosi venosa profonda Anticonvulsivi CIT durante il trattamento. Epilessia Antidepressivi Accettare se la somministrazione dei medicamenti è orale e se la situazione è stabile sul piano medico. Litio, trattamento al- PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 3 di 34

4 Antidiabetici orali CI se il diabete è instabile. Antiepilettici rinvio Anticonvulsivi Antifunginici CIT di 2 settimane dopo la fine del trattamento di micosi superficiale (trattamento locale). CID se micosi profonda (trattamento sistemico, per os). Antimicotici rinvio Antifunginici Antipertensivi CI se trattamento con betabloccanti e polso < 60/min e/o PA sistolica < 120 mm Hg. CI se la PA > 180/110 mm Hg. CIT di 1 mese nella fase iniziale della terapia (rischio di instabilità della PA). Antistaminici (compresse, gocce) CI se il trattamento non è episodico e se patologia in fase acuta. Appendicectomia CIT di 1 mese fino a l'operazione e guarigione completa. Aritmia Accettare se aritmia funzionale (respiratoria), in assenza di cardiopatia. CID se la causa è organica. Attitudine da determinare dal MDD se la causa non è chiara. Arterite temporale e/o Malattia di Horton Attitudine da determinare dal MDD. Artrite CIT se in fase acuta. CI se trattamento con antinfiammatori steroidei (contenenti cortisone e derivati). CID se l affezione è grave o necessita un trattamento. Artrite reumatoide Reumatismo articolare acuto Artrite reumatoide CID unicamente se in presenza di una lesione cardio-vascolare. Artroscopia CIT di 1 mese. Artrosi CI se in fase infiammatoria acuta. Ascesso cutaneo CIT fino a guarigione completa e/o a 2 settimane dopo il trattamento. Ascesso dentario CIT fino a guarigione completa e/o a 2 settimane dopo il trattamento. PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 4 di 34

5 Ascesso tonsillare / peritonsillare rinvio Tonsillite Asma Accettare se asintomatico, anche in caso di trattamento episodico o preventivo regolare con inalatori (anche steroidi). CID in presenza di crisi frequenti o malattia cronica sintomatica, malgrado un trattamento steroideo orale. CIT di 1 mese dopo una crisi acuta. Aspirina e/o Acido acetilsalicilico Antinfiammatorio non steroideo. CID se somministrazione regolare del medicamento dovuta a malattia grave / cronica. In caso di somministrazione medicamentosa nel corso dei 5 giorni precedenti la donazione, l unità prelevata non può essere utilizzata per la preparazione di concentrati di trombociti. Attacco apoplettico rinvio Ictus Autoimmune, malattia- CID se affezione multiviscerale, dopo valutazione del MDD e conferma del medico curante. Artrite reumatoide Fibromialgia Lupus eritematoso disseminato (led) Tiroidite autoimmune Babebiosi Malattia con clinica simile alla quella della malaria. Basalioma, escissione rinvio Epitelioma basocellulare, escissione Basedow, malattia di- rinvio Tiroidite autoimmune Bechterew, malattia di- rinvio Artrite reumatoide Affezione del sistema osseo, con sviluppo sistemico possibile. Besnier-Boeck-Schaumann, sindrome dirinvio Sarcoidosi Betabloccanti rinvio Antipertensivi Bilarziosi Malattia tropicale causata dall inoculazione di un verme schistosoma haematobium - nella pelle, stando a lungo in acqua dolce. C: sintomi influenzali, dolori addominali, fino a fibrosi epatica idronefrosi e insufficienza renale. T: vermifugo CIT di 12 mesi dopo la fine del trattamento. Blefarite CIT fino a guarigione completa. Blenorragia rinvio Gonorrea Borreliosi rinvio Lyme, malattia di - PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 5 di 34

6 Bradicardia Accettare se normalizzazione durante un secondo controllo e in assenza di sintomi, se il donatore è molto sportivo o fa un lavoro pesante. CI e segnalare al medico curante se polso < 50/min. Attitudine da determinare dal MDD se polso tra 50 e 60/min e assunzione di medicamenti bradicardizzanti. Bronchite acuta CIT fino a guarigione completa e a 2 settimane dopo la fine del trattamento antibiotico, se prescritto. Bronchite cronica CID in caso d infezioni recidivanti invernali frequenti con tosse e espettorazione. Brucellosi Malattia causata da un battere, che si trova in manzi, maiali e capre. C: vomito, febbre, epatosplenomegalia, artrite, pancitopenia, osteomielite, endocardite, ascessi, meningoencefalite. T: AB. CID se l'infezione è confermata. CIT di 3 mesi dopo l assunzione di alimenti sospetti. Caduta di capelli CIT di 1 mese dopo la fine del trattamento con Propecia. Calcolosi renale CI se sintomatico e segni di infezione (febbre, dolori). Calcolosi renale, operazione CIT di 1 mese dopo litotrissia. CIT di 6 mesi dopo l intervento aperto. Cancro Eccezione: accettare in caso di carcinoma in situ / displasia del collo uterino o epitelioma basocellulare trattati, in assenza tuttavia di chemioterapia o radioterapia adiuvante. Candidosi rinvio Mughetto Cannabis (capana indiana) e/o Marijuana CI se sotto l'influenza di Cannabis. Droga, consumo di- Carcinoma in situ del collo uterino CIT di 1 mese dopo l'operazione, se il controllo post-operatorio della citologia è negativo. Cartilagine, operazione della- CIT fino alla sua guarigione completa. Cataratta, operazione della- CIT di 1 mese dopo l intervento. PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 6 di 34

7 Cecità e/o Donatore ipovedente Accettare se è chiaro che questi ha ben compreso e accettato la procedura di donazione di sangue, come pure i test di individuazione delle malattie trasmissibili. Al donatore deve essere altrettanto chiaro che la sua sicurezza durante la donazione non è compromessa. Il questionario è riempito dall addetta/o al prelievo. Cefalee Accettare se cefalee occasionali e se al momento della donazione si sente in buona salute. Celiachia Accettare se il trattamento è esclusivamente dietetico (evitando il cibo contenente glutine), in assenza di problemi ematologici. Chagas, malattia di- Malattia causata da un parassita, tripanosoma cruzi. C: lesioni cutanee, febbre, ingrossamento di milza, fegato e nodi linfatici, miocardite, miocardiopatia dilatativa. T: AB Accettare se è avvenuto un semplice soggiorno in una regione endemica. CID se la malattia è confermata. Chikungunya CIT di 1 mese dopo soggiorno in zona endemica. CIT di 3 mesi fino a guarigione completa. Chirurgia cardiovascolare CID dopo la resezione di aneurismi, risanamenti chirurgici di trombosi arteriose, by-bass aorto-coronarici, angioplastica percutanea, plastica o protesi valvolare. CID se complicazioni e/o profilassi antibiotica in seguito alle operazioni citate. CIT di 12 mesi al minimo dopo risanamento chirurgico di una malformazione cardiaca congenita (persistenza del canale atrio-ventricolare, del ductus Botalli, ecc.) in assenza di profilassi antibiotica e di complicazioni. Varici, trattamento chirurgico Chirurgia del cavo orale Dentaria, estrazione- Dentario, trattamento- Chirurgia dermatologica Epitelioma basocellulare, escissione Chirurgia ginecologica Conizzazione del collo uterino Fibroadenoma del seno, ablazione Interruzione di gravidanza Isterectomia Mastectomia Miomectomia Prolasso uterino, operazione Raschiamento Seno, biopsia del nodulo Sterilizzazione tubaria Ricerca di anticorpi irregolari antieritrocitari in caso di gravidanza. PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 7 di 34

8 Chirurgia neurologica CID ad eccezione degli interventi che non toccano la dura-madre. Ernia del disco, operazione Laminectomia Spondilodesi Chirurgia oftalmologica Cataratta, operazione della- Glaucoma, operazione Chirurgia orl CIT di 1 mese se chirurgia minore (tonsillectomia, adenoidi, seni, ecc.). Attitudine da determinare dal MDD. Mastoide, operazione al- Tonsillectomia Chirurgia ortopedica CIT di 1 mese a 3 mesi dopo evaluazione fatta dal MDD, per esempio dopo intervento minore (tramite artroscopia). Artroscopia Cartilagine, operazione della- Frattura, osteosintesi Legamento, operazione Protesi totale dell anca / del ginocchio Chirurgia renale e urologica Calcolosi renale, operazione Prostatectomia Varicocele, operazione Vasectomia Chirurgia toracica CID se affezione maligna. CIT di 6 mesi dopo l intervento. Chirurgia traumatologica Cartilagine, operazione della- Chirurgia ortopedica Frattura Legamento, operazione Politrauma Splenectomia Chirurgia viscerale CIT di 1 mese di un mese dopo piccoli interventi senza complicazioni, di 6 mesi dopo interventi importanti e dopo guarigione completa. Appendicectomia Colecistectomia Colostomia Emorroidi, cura chirurgica Ernia iatale, operazione Ernia inguinale, operazione Gastrectomia Gastroplastica Ileostomia Polipectomia colica Splenectomia PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 8 di 34

9 Cirrosi epatica Cisti ovarica CID se maligna. CIT fino a completa guarigione. Cistifellea, calcolosi della- Attitudine da determinare dal MDD, se sintomatico. Ittero Cistite CIT fino a guarigione completa e di 2 settimane dopo la sospensione della terapia antibiotica. Clamidia, infezione CIT di 2 settimane dopo la fine del trattamento e in assenza di altre malattie sessualmente trasmissibili all anamnesi e se relazione sessuale stabile. Situazioni a rischio Claudicazione intermittente CID se è presente un occlusione arteriosa. Clomid e/o Clomifene Stimolatore dell ovulazione. CIT di 6 mesi dopo l ultima somministrazione. Verificare l assenza di gravidanza. Coagulazione, disturbi dellae/o Malattie emorragiche e trombofilia Accettare se è definito come portatore del tratto emofiliaco, senza altri fattori di rischio. Accettare in assenza d episodi di trombosi, anche se presenti la resistenza all APC/fattore V Leiden*, l anomalia del tasso del fattore II, della proteina C e S, dell antitrombina III, dell omocisteina e la presenza di anticorpi antifosfolipidi. *Disturbo della degradazione del fattore V, dovuto all APC (proteina C attivata), con forte rischio di trombosi. Se dubbi, consultare il MDD. Emofilia a e b Cocaine rinvio Droga, consumo di- Colecistectomia CIT di 1 mese dopo l'intervento e fino a completa guarigione. Cistifellea, calcolosi della- Colecistite CIT di 2 settimane dopo la fine del trattamento antibiotico e in assenza di sintomi. Colera Infezione con acqua contaminata. C: diarrea, vomito, morte se liberazione di tossine. T: idratazione, AB CIT di 3 mesi dopo la guarigione. PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 9 di 34

10 Colera, contatto CIT di 1 settimana dopo il rientro da una zona endemica. Colica renale CI se sintomatico. Calcolosi renale Colite rinvio Diarrea Collo uterino, displasia del- rinvio Carcinoma in situ del collo uterino Colon irritabile CIT se sintomatico. Colostomia Commozione cerebrale CIT di 3 mesi se decorso favorevole, in assenza di sintomi. Epilessia Congiuntivite CI fino a guarigione completa. Conizzazione del collo uterino Accettare in assenza di qualsiasi trattamento ulteriore. CIT fino a conferma della benignità del problema (striscio di controllo normale). Carcinoma in situ del collo uterino Conoscenza, perdita di- CID se perdita di conoscenza dopo una donazione, 2 volte consecutive. Se dubbi, consultare il MDD. Contracezione Accettare. Corea di Huntington Malattia ereditaria che porta alla degenerazione di nuclei cerebrali basali, con movimenti del corpo anormali e involontari, in soggetti da 30 a 50 anni. Cornea, trapianto Cortisone (compresse, endovena, topico) rinvio Steroidi PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 10 di 34

11 Creutzfeldt-Jakob, malattia di CID se: - uno o più parenti consanguinei sono o sono stati affetti dalla malattia, - se il donatore è stato trapiantato di dura-madre o di cornea, - se ha ricevuto un trattamento di ormoni ipofisari d origine umana, - se ha soggiornato tra il 1980 e il 1996 per 6 mesi o più continui in Gran Bretagna o in Irlanda del Nord (data la alta prevalenza della nuova variante CJD) - se ha ricevuto una trasfusione sanguigna dopo il Cornea, trapianto Ormone della crescita Trasfusione di sangue Crohn, morbo di- Infiammazione discontinua e segmentale della parete di tutto l intestino, soprattutto localizzata nell ileo terminale e nel colon prossimale. Cushing, malattia Danazol e/o Danatrol CID se la patologia trattata è di tipo ematologico. Far precisare la patologia che necessita l assunzione del medicamento (p.es. malattia benigna del seno, sindrome premestruale, endometriosi, menorragia, ) Dengue (Febbre rossa) Malattia virale delle zone tropicali. C: febbre e sintomi influenzali con guarigione spontanea, fino a febbre emorragica e ev. encefalite. CIT di 3 mesi dopo guarigione completa (in caso di forma non emorragica). Febbre emorragica da virus Dengue (Febbre rossa), regione CIT di 1 mese dopo il rientro da una zona endemica. Dentaria, estrazione- CIT per almeno 72 ore in caso estrazione semplice. CIT di 2 settimane, fino a completa guarigione e/o dopo la fine del trattamento antibiotico in caso estrazione complicata. Ascesso dentario Dentario, trattamento- CIT di 72 ore dopo pulizia da tartaro. CIT di 2 settimane dopo un trattamento antibiotico e fino a guarigione completa, se intervento complicato. Ascesso dentario Depilazione elettrica rinvio Agopuntura Depressione Accettare se situazione medica stabile. Litio, trattamento al- Dermatite Accettare se la lesione è poco estesa, il trattamento locale (topico) e il sito della puntura venosa per la donazione di sangue è sano. PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 11 di 34

12 Desensibilizzazione, iniezioni di- In caso di raffreddore da fieno, allergia a puntura di api, vespe, CIT durante le 48 ore che seguono l ultima iniezione. Diabete Accettare se il diabete (tipo II) è controllato da trattamenti dietetici accompagnati o no da antidiabetici orali, in assenza di complicazioni e di segni d infezione. CID se diabete mellito insulino-dipendente o insulino-richiedente, o se trattamento con alre medicine parenterali. CID se diabete insipido. Diarrea CIT di 2 settimane dopo guarigione completa e fine del trattamento medico (eccezione: infiammazione intestinale cronica). Febbre tifoide Shigellosi Informarsi sulla modalità dell episodio diarroico (manifestazione isolata, cronica, febbre, ecc.). Difterite CIT di 1 mese fino a guarigione. Digoxina Distrofia muscolare Diuretico Accettare se in trattamento per un ipertensione arteriosa o una sindrome premestruale. Attitudine da determinare dal MDD, a seconda del problema in causa. Diverticolite CIT di 3 mesi dopo la fine del trattamento. Diverticolosi CI se sintomatico. Drepanocitosi rinvio Anemia falciforme Droga, consumo di- CI per qualsiasi potenziale donatore sotto l effetto di droghe qualsiasi sia il modo di somministrazione. CID se consumo per via endovenosa. Cannabis (capana indiana) Situazioni a rischio Un consumo di droga per via non parenterale, rilevato nell anamnesi, non è di per sé una controindicazione. Bisogna quindi analizzare l affidabilità delle risposte date, ben conoscendo l incidenza particolarmente alta delle infezioni HIV nella popolazione in questione. Duodenale, ulcera- CIT se sintomatico e in caso di trattamento medico (somministrazione nel corso degli ultimi 3 mesi). Gastrectomia Dura-madre (trapianto) rinvio Creutzfeldt-Jakob, malattia di PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 12 di 34

13 Echinococcosi Malattia causata da un verme preso dalla volpe, dal cane o dal gatto. C: cisti epatiche, alveolite. T: vermifugo. Eczema Accettare se: - la superficie interessata è circoscritta, - il punto di accesso venoso è libero, - si tratta di un trattamento locale. CI se la ferita è aperta. Embolia polmonare Accettare dopo guarigione completa se embolia grassa post-traumatica. CID se malattia trombo-embolica recidivante. CIT di 12 mesi dopo la fine del trattamento anticoagulante, se - la causa della trombosi all origine dell embolia è chiaramente meccanica (ad es. immobilizzazione), - se si tratta di un solo episodio di trombosi senza recidive dopo 12 mesi. Trombosi venosa profonda Emicrania Accettare fuori dai periodi di cefalea, se poco ricorrenti. CID se le crisi sono frequenti, gravi e necessitano di un trattamento regolare e preventivo. Emocromatosi Malattia ereditaria che porta all accumulo eccessivo di ferro nel corpo Accettare solo se si ha unicamente la mutazione genetica senza sovraccarico di ferro (con l'intervallo normale dei donatori). Accettare se è presente la mutazione genetica con diagnosi di emocromatosi ma senza coinvolgimento rilevante di organi (ad eccezione delle artropatie). Stato dopo salassoterapia e possibilmente ferritina non aumentata. Normale intervallo come per i donatori. CID se esistono danni a organi (ad eccezione delle artropatie) e se è in corso la salassoterapia. Emofilia a e b Disturbo ereditario del processo di coagulazione del sangue dovuto alla mancanza o inattività del fattore risp. VIII e IX. Accettare il partner sessuale in assenza di trattamento del paziente o trattamento tramite fattori ricombinanti. Accettare se statuto di portatore di un tratto emofiliaco (senza altri fattori di rischio). Emoglobina Valori minimi seguenti: - metodo capillare: donne > 12,5 mg/dl uomini > 13,5 mg/dl - prelievo venoso: donne > 12,o mg/dl uomini > 13,0 mg/dl Donatori d aferesi: - donne >11,0 mg/dl - uomini > 12,0 mg/dl Accettare con i valori massimi seguenti: - donne < 190 mg/dl - uomini < 200 mg/dl. Emoglobina, anomalia genetica dell - PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 13 di 34

14 Emoglobinopatia Emorroidi CI se sanguinamenti regolari o abbondanti. Emorroidi, cura chirurgica CIT di 1 mese dopo l intervento. Encefalite CIT fino a guarigione completa. Encefalite da zecche CIT fino a guarigione completa (assenza di sintomi per almeno 6 mesi dalla fine del trattamento). Endometriosi CI se sintomatica. Endoscopia CIT di 6 mesi dopo gastro- o colonoscopia. Enfisema Epatite Accettare dopo 2 anni se i risultati e i criteri della procedura di Re-entry lo permettono (risultati clinici e di laboratorio). CIT se epatite nel corso degli ultimi 2 anni. rinvio "Procedura di Re-entry in caso d anamnesi di epatite". Epatite (senza prova oggettiva) CID ed informare. Eventuale richiamo del plasma risp. Look-back se assenza di marcatori d infezione, ma scoperta di un epatite post-trasfusionale in due pazienti. Epatite a CIT di 2 anni se i risultati e i criteri della procedura di Re-entry lo permettono (una sierologia dell epatite A positiva non è una controindicazione alla donazione). rinvio "Procedura di Re-entry in caso d anamnesi di epatite". Epatite b CID se portatore cronico del virus. rinvio "Procedura di Re-entry in caso d anamnesi di epatite" e la lista dei "Termini di controindicazione dopo una vaccinazione". Epatite B, partner sessuale CIT di 6 mesi del donatore dopo l ultimo rapporto sessuale e se rispetta i criteri previsti nella procedura di Re-entry (assenza di marcatori o soggetto immunizzato). CID del donatore se il partner sessuale è portatore cronico del virus. Epatite, attività a rischio, contatto Epatite c CID se presenza d anticorpi e/o HCV-RNA positivo. Epatite, attività a rischio, contatto rinvio "Procedura di Re-entry in caso d anamnesi di epatite" PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 14 di 34

15 Epatite c, partner CIT di 6 mesi del donatore dopo l ultimo rapporto sessuale con il partner portatore cronico del virus, se i criteri di riammissione lo permettono. CI se persistenza di rapporti regolari. Epatite, attività a rischio, contatto Accettare il personale ospedaliero che cura pazienti con epatite e il personale di laboratorio, se un incidente da esposizione / inoculazione può essere escluso. CID per il donatore il cui partner sessuale soffre di un epatite cronica. CIT di 6 mesi se: - Tatuaggi, - Make-up semi permanenti, - Ferita dopo manipolazione di uno strumento che punge o taglia eventualmente contaminato o sospettato di esserlo, - Gastro- e colonoscopia. CIT di 12 mesi per: - Le persone che hanno ricevuto immunoglobuline anti-epatite B dopo una ferita con materiale contaminato, - I donatori il cui partner sessuale ha avuto un epatite infettiva. Personale ospedaliero rinvio "Formulario d informazione per i donatori di sangue, riguardo le malattie trasmissibili e le situazioni a rischio". Epilessia CID se sotto trattamento anticomiziale a lungo termine. Attitudine da determinare dal MDD se questo è stato interrotto da 3 anni ma senza ricomparsa di crisi. In questo caso la donazione può essere accettata. Anticonvulsivi Uno stress, anche se di poca importanza, può scatenare una crisi. È dunque importante evitare qualsiasi fattore di questo tipo. Epistassi CIT se ricorrente, se la pressione arteriosa e il tasso d emoglobina sono anormali. Epitelioma basocellulare, escissione CIT fino completa guarigione secondo l'escissione. Erisipela CIT di 1 mese dopo guarigione completa. Ernia del disco Accettare senza operazione. Ernia del disco, operazione CIT di 3 mesi dopo un intervento poco invasivo (emilaminectomia). CIT da 6 a 12 mesi (dopo evaluazione fatta dal MDD) dopo l intervento per allargamento del canale spinale/spondilodesi. Ernia iatale, operazione CIT di 6 mesi dopo l'operazione in assenza di complicazioni. PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 15 di 34

16 Ernia inguinale, operazione CIT di 1 mese dopo l intervento e fino a completa guarigione. Esofagite rinvio Gastrite Età Accettare a partire dal compimento dei 18 anni fino al compimento dei 65 anni per i donatori di sangue completo e di aferesi. Faringite rinvio Tonsillite Fattori della coagulazione, somministrazione Attitudine da determinare dal MDD di continuare le donazioni dopo i 65 anni (o oltre i 60 anni per i donatori che donano per la prima volta). Accettare solamente dopo il trattamento con prodotti ricombinanti (non originati da plasma umano), in assenza di controindicazioni date dalla malattia soggiacente. Emofilia a e b Febbre Febbre > 38 C CIT di 1 mese dopo l'evento febbrile o in caso di dubbio. Tropicali, viaggio in regioni Cercare di determinare la causa. Informarsi su viaggi all estero Riferire al MDD. Febbre emorragica da virus CIT di 12 mesi dopo la guarigione da Lassa, Ebola, Marburg, Congo/Crimea. Dengue (Febbre rossa) Febbre emorragica da virus, contatto CIT di 1 mese dopo il rientro. Febbre gialla Malattia causata da un virus inoculato da zanzare o zecche. C: complicazioni epato-renali possibili, con lesioni organiche CIT di 3 mesi fino a guarigione completa. Febbre gialla, contatto CIT di 1 mese dopo il contatto. Febbre q Malattia causata da un battere - coxiella burnetii - presente in molti animali come il manzo o la capra, espulso con le feci. T: AB Febbre ricorrente CIT per due anni dopo la guarigione completa. Febbre tifoide e/o Febbre paratifoide PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 16 di 34

17 Ferita CIT fino a guarigione completa (assenza di segni di infiammazione cutanea). Chirurgia traumatologica Inoculazione, lesione da Personale ospedaliero Ferro, trattamento rinvio Anemia sideropenica / ferripriva Fibroadenoma del seno, ablazione CIT di 1 mese dopo l intervento e fino a completa guarigione. Fibromialgia Rinvio malattia autoimmune. Filariosi Flebite rinvio Trombosi venosa superficiale Foruncolo rinvio Ascesso cutaneo Frattura CIT fino a completa guarigione. CIT di 1 mese dopo la fine dell anticoagulazione e/o l allontanamento del gesso se trattamento conservativo (gesso circolare). Frattura, osteosintesi CIT di 1 mese dopo allontanamento del materiale d osteosintesi. CIT di 3 mesi dopo osteosintesi. Trasfusione di sangue Fuoco di Sant Antonio rinvio Herpes zoster G6PD, deficienza in Emoglobinopatia Gastrectomia e/o con/senza duodenectomia CIT di 6 mesi dopo gastrectomia parziale. CIT di 12 mesi se si è sottoposto a cura chirurgica di un ulcera peptica. Gastrica, ulcera- CIT di 3 mesi se guarigione completa. Endoscopia Gastrectomia Gastrite Accettare se presenta solo una sintomatologia minore alleviata da una somministrazione regolare o episodica d'antiacidi. CI se gli antiacidi sono inefficaci. Gastroenterite rinvio Diarrea CIT di 1 mese dopo la scomparsa dei sintomi, se la malattia è in fase acuta. PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 17 di 34

18 Gastroenterite, contatto CIT di 1 settimana dopo contatto. Gilbert, malattia die/o colemia famigliare Disturbo dell assunzione di bilirubina nelle cellule epatiche, con aumento della sostanza nel sangue. CIT se ittero. Ittero Glaucoma Accettare se il trattamento è locale (gocce oftalmiche) o se il trattamento è con betabloccanti, dopo un controllo del polso (> 60) e della pressione arteriosa (> 120/60 mm Hg). CIT fino alla fine del trattamento. Glaucoma, operazione CIT di 1 mese fino a completa guarigione. Glomerulonefrite CIT di 5 anni dopo guarigione completa. Gonorrea Malattia sessualmente trasmissibile provocata da un battere (gonococco). CIT di 12 mesi dopo la fine del trattamento del donatore e del partner sessuale regolare. Gotta Accettare se in forma minore, eventualmente trattata con Allopurinolo (ad es. Zyloric ). CIT di 2 settimane dopo scomparsa dei sintomi d una crisi acuta. Gozzo (struma) rinvio Ipertiroidismo Gravidanza CIT durante la gravidanza e fino ad 12 mesi dopo il parto. Interruzione di gravidanza Guillain-Barre, sindrome di- Malattia neurologica che porta alla paralisi temporanea delle gambe e di altre parti del corpo. CIT di 2 anni dopo guarigione completa senza conseguenze in un anno e in assenza di recidiva (conferma della diagnosi da parte del medico curante). Haschisch rinvio Cannabis (capana indiana) Heroine rinvio Droga, consumo di- Herpes genitale CIT fino a guarigione delle lesioni e 2 settimane dopo la fine del trattamento, se l anamnesi non rivela alcun altra malattia sessualmente trasmissibile (ad es. Clamidia). CIT di 2 settimane dopo l ultimo rapporto sessuale o guarigione delle lesioni del partner regolare. Herpes labiale CIT fino alla guarigione delle lesioni. Herpes zoster CIT di 1 mese dopo completa guarigione (essiccazione delle lesioni). PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 18 di 34

19 HIV Rinvio frontespizio del Foglio informativo per i donatori di sangue. Ictus Ileostomia Immunobioterapia CIT di 3 mesi dopo la fine dell immunoterapia batterica (per es. Broncho-Vaxom, Uro- Vaxom, Buccaline, Luivac, Ribomunyl ). CIT di 12 mesi dopo la fine dell immunoterapia originata da tessuti umani (per es. Cytotect, Hepatect, vaccinazione passiva contro la rabbia ed il tetano, Varitect ). Attitudine da determinare dal MDD in caso di immunoterapia di origine umana/bovina (per es. Solcoceryl ). Infarto del miocardio Influenza CIT di 2 settimane fino a guarigione. Inoculazione, lesione da Ferita con un oggetto sporco di sangue o contatto tra una lesione muco-cutanea propria e il sangue di una persona sconosciuta. CIT di 6 mesi se contatto sanguigno. Personale ospedaliero Insufficienza cardiaca Insufficienza renale cronica Insufficienza surrenalica CID anche in caso di sostituzione. Insulto ischemico transitorio (tia) Sordità improvvisa neurologica Insulto vascolare cerebrale (ivc) rinvio Ictus Interruzione di gravidanza CIT per un periodo equivalente a quello della gravidanza alla data dell interruzione (gravidanze di meno di 28 settimane). CIT di 12 mesi in caso di interruzione nel corso del terzo trimestre (> 28 settimane). Ricerca degli anticorpi irregolari antieritrocitari. Intolleranza alimentare CI se la sintomatologia è fortemente sintomatica. Intossicazione alimentare rinvio Diarrea PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 19 di 34

20 Ipercolesterolemia CID di fronte a sintomi evidenti o in presenza di malattie cardiovascolari concomitanti. Ipertensione arteriosa rinvio Antipertensivi Ipertireosi rinvio Ipertiroidismo Ipertiroidismo CIT di 6 mesi dopo una tiroidectomia o un trattamento con iodio radioattivo. Attitudine da determinare dal MDD se trattamento con tireostatici (ad es. Neo-mercazole ). Tiroidite autoimmune Iperuricemia (acido urico alto) rinvio Gotta Ipotensione arteriosa CI se la pressione sistolica < 100 mm Hg e la pressione diastolica < 50 mm Hg. Attitudine da determinare dal MDD se pressione sistolica < 120 mm Hg in un iperteso trattato e/o se vertigine d origine indeterminata. L Effortil può essere somministrato solo su ordine medico durante o dopo la donazione. Ipotireosi rinvio Ipotiroidismo Ipotiroidismo Accettare solo sulla base di informazioni complementari fornite dal medico curante e se il suo stato si è stabilizzato con il trattamento di sostituzione. Informarsi su eventuali complicazioni (per es. l angor). Isterectomia CIT di 1 mese se patologia benigna, in funzione della natura dell intervento e delle eventuali complicazioni, dopo valutazione del MDD. Itterizia rinvio Ittero Ittero Accettare se antecedenti di emolisi neonatale, colelitiasi, ittero congenito non infettivo o altre cause documentate, non infettive o cancerogene (tossiche, medicamentose). Epatite Gilbert, malattia di- Ittero intermittente giovanile rinvio Gilbert, malattia di- Kala-azar Lambliasi Malattia causata da un protozoo, giardia lamblia, parassita dell intestino. Contagio con elementi come cibo e acqua contaminati, in mancanza di igiene. C: diarrea, vomito, febbre. T: AB. CIT di 24 ore dopo la guarigione e la fine della somministrazione di ogni medicamento distribuito senza ricetta. CIT di 2 settimane dopo una terapia antibiotica. Laminectomia CIT durante almeno 6 mesi. Ernia del disco, operazione PRI321-Criteri d attitudine-i Pagina 20 di 34

Prescrizioni del Servizio trasfusionale CRS. Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue

Prescrizioni del Servizio trasfusionale CRS. Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue Prescrizioni del Servizio trasfusionale CRS STS CRS Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue RIFERIMENTI 1 - Ordinanza sulle autorizzazioni nel campo dei medicamenti (OaMed) - 2002

Dettagli

Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue

Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue Prescrizioni del Servizio trasfusionale CRS STS CRS Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue RIFERIMENTI 1 - Ordinanza sulle autorizzazioni nel campo dei medicamenti (OaMed) - 2002

Dettagli

Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue

Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue Prescrizioni Trasfusione CRS Svizzera T-CH CRS Capitolo 17 B): Criteri d attitudine alla donazione di sangue RIFERIMENTI 1 - Ordinanza sulle autorizzazioni nel campo dei medicamenti (OaMed) - 2002 2 -

Dettagli

Criteri di esclusione permanente e temporanea del candidato donatore ai fini della protezione della sua salute

Criteri di esclusione permanente e temporanea del candidato donatore ai fini della protezione della sua salute Allegato al Decreto del Ministero della Salute del 3 marzo 2005 Criteri di esclusione permanente e temporanea del candidato donatore ai fini della protezione della sua salute Il candidato donatore affetto

Dettagli

Kapitel. Riferimento obbligatorio ad un criterio specifico. Riferimento da consultare in funzione del contesto. Complemento di informazione.

Kapitel. Riferimento obbligatorio ad un criterio specifico. Riferimento da consultare in funzione del contesto. Complemento di informazione. RIFERIMENTI 1 - Ordinanza sulle autorizzazioni nel campo dei medicamenti (OaMed) - 2002 2 - Manuale per la preparazione, l utilizzazione e la sicurezza di qualità nei componenti sanguigni - Consiglio d

Dettagli

Kapitel. Riferimento obbligatorio a un criterio specifico. Riferimento da consultare in funzione del contesto. Complemento di informazione.

Kapitel. Riferimento obbligatorio a un criterio specifico. Riferimento da consultare in funzione del contesto. Complemento di informazione. RIFERIMENTI 1 - Ordinanza sulle autorizzazioni nel campo dei medicamenti (OaMed) - 2002 2 - Manuale per la preparazione, l utilizzazione e la sicurezza di qualità nei componenti sanguigni - Consiglio d

Dettagli

Donazioni di sangue - criteri che comportano la sospensione della possibilità di donare

Donazioni di sangue - criteri che comportano la sospensione della possibilità di donare Donazioni di sangue - criteri che comportano la sospensione della possibilità di donare Descrizione Purtroppo non sempre si può donare il sangue. Esistono alcune condizioni per cui non è possibile donare

Dettagli

Dipartimento di Patologia Clinica e Medicina Trasfusionale. Servizio Trasfusionale Provinciale Ravenna. Informazioni per il donatore di sangue

Dipartimento di Patologia Clinica e Medicina Trasfusionale. Servizio Trasfusionale Provinciale Ravenna. Informazioni per il donatore di sangue Dipartimento di Patologia Clinica e Medicina Trasfusionale Servizio Trasfusionale Provinciale Ravenna Informazioni per il donatore di sangue Quali sono i motivi per i quali vengono effettuati: la compilazione

Dettagli

Questionario medico e dichiarazione di consenso Banca di sangue del cordone (ombelicale) pubblico Svizzera

Questionario medico e dichiarazione di consenso Banca di sangue del cordone (ombelicale) pubblico Svizzera Questionario medico e dichiarazione di consenso Banca di sangue del cordone (ombelicale) pubblico Svizzera Ha letto il foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone e desidera donare il sangue

Dettagli

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Versione 27.03.02 Allegato 4 Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Sulla base dell'art. 9, cpv. 7, lett. g del contratto base TARMED del 27.03.02, dell'art. 42 LAMal e dell'art. 59 OAMal, le

Dettagli

G.I.D.S. VADEMECUM DEL DONATORE

G.I.D.S. VADEMECUM DEL DONATORE G.I.D.S. VADEMECUM DEL DONATORE REQUISITI FISICI PER L'ACCETTAZIONE DEL CANDIDATO DONATORE DI SANGUE INTERO Il candidato donatore di sangue possiede età tra 18 e 65 anni. La donazione di sangue da parte

Dettagli

1. b) Il concepimento è avvenuto dalla fertilizzazione mediante sperma di un donatore, ovulo di una donatrice o maternità sostitutiva?

1. b) Il concepimento è avvenuto dalla fertilizzazione mediante sperma di un donatore, ovulo di una donatrice o maternità sostitutiva? Criteri di donazione per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Svizzera* / *se non è notato diversamente, questi criteri si applicano solo alla madre 1. a) Lei e/o il padre des bambino siete stati

Dettagli

Donazione di sangue Informazioni utili

Donazione di sangue Informazioni utili Programma Provinciale Sangue e Plasma Donazione di sangue Informazioni utili Associazione Donatori Volontari Sangue tel. 0544/403462 presso Presidio Ospedaliero di Ravenna Associazione Volontari Italiani

Dettagli

Criteri di idoneità alla donazione di sangue ed emocomponenti. Paolo DOLFINI DIMT Trieste

Criteri di idoneità alla donazione di sangue ed emocomponenti. Paolo DOLFINI DIMT Trieste Criteri di idoneità alla donazione di sangue ed emocomponenti Paolo DOLFINI DIMT Trieste Nuovi criteri di selezione dei donatori L attività di selezione dei donatori di sangue ed emocomponenti è regolata

Dettagli

GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita

GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita SCHEDA SANITARIA La presente scheda deve essere compilata a discrezione del medico curante che dovrà indicare le patologie che ritiene opportuno segnalare nel caso di attivazione

Dettagli

Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland

Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland Dal diversi anni è ormai noto che nel sangue del cordone ombelicale dei neonati si trovano relativamente

Dettagli

INDICAZIONI UTILI ALLA DONAZIONE

INDICAZIONI UTILI ALLA DONAZIONE INDICAZIONI UTILI ALLA DONAZIONE Peso minimo: 50 Kg Frequenza massima delle donazioni: 6 l anno Distanza minima: sangue-sangue 90 giorni. Alternando altri tipi di donazione al sangue intero, anche 60 giorni,

Dettagli

CRITERI PER LA SELEZIONE DEL DONATORE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI E PER LA SELEZIONE DELLA COPPIA DONATRICE DI SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

CRITERI PER LA SELEZIONE DEL DONATORE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI E PER LA SELEZIONE DELLA COPPIA DONATRICE DI SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE ALLEGATO III CRITERI PER LA SELEZIONE DEL DONATORE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI E PER LA SELEZIONE DELLA COPPIA DONATRICE DI SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE A. CRITERI DI ESCLUSIONE PERMANENTE DEL DONATORE

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE PERCHÉ DONARE? LA DONAZIONE DI SANGUE Il sangue umano è un prodotto naturale non riproducibile artificialmente, indispensabile alla vita. È un tessuto costituito da una parte liquida, il plasma e da una

Dettagli

dott. Andrea Pelosi Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11

dott. Andrea Pelosi Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11 Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11 Anamnesi Paziente: Legenda No Occasionale Farmaci Mai Più di una volta al mese Più di una volta alla settimana Tutti i

Dettagli

MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE

MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE ALLEGATO A DEFINIZIONE DI MALATTIA 253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 414 ALTRE FORME DI CARDIOPATIA ISCHEMICA 002.414 CRONICA 416 MALATTIA CARDIOPOLMONARE CRONICA 002.416

Dettagli

QUESTA LOCANDINA CON LA QUALE SI INVITANO I CITTADINI A DONARE SANGUE ANCHE D' ESTATE!

QUESTA LOCANDINA CON LA QUALE SI INVITANO I CITTADINI A DONARE SANGUE ANCHE D' ESTATE! RICEVIAMO DALLA FIDAS E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO QUESTA LOCANDINA CON LA QUALE SI INVITANO I CITTADINI A DONARE SANGUE ANCHE D' ESTATE! L estate è il periodo dell anno durante il quale aumenta notevolmente

Dettagli

MANUALE DELLE PROCEDURE. SCHEDA RACCOLTA ANAMNESI MATERNA Data 01/10/2010. Data presunta del parto: / / Data (effettiva) del parto: / /

MANUALE DELLE PROCEDURE. SCHEDA RACCOLTA ANAMNESI MATERNA Data 01/10/2010. Data presunta del parto: / / Data (effettiva) del parto: / / 1di 6 SCO N (a cura della ) N. B. E importante che la raccolta dell anamnesi sia effettuata in idonee condizioni di riservatezza. Centro di raccolta: Policlinico A. Gemelli, Largo A. Gemelli 8 00168, Roma

Dettagli

Da che cosa è composto il sangue?

Da che cosa è composto il sangue? DONAZIONE DEL SANGUE La donazione di sangue non è solo un gesto di altruismo, ma soprattutto una necessità per l intera collettività. A tutt oggi non esiste sangue artificiale, cioè un sostituto con le

Dettagli

AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO CRONICA. (Escluso:.453.0 Sindrome di Budd-Chiari)

AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO CRONICA. (Escluso:.453.0 Sindrome di Budd-Chiari) Codice esenzione Definizione di malattia Malattia o Condizione DURATA MINIMA DELLA TESSERA DI ESENZIONE 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO ACROMEGALIA E GIGANTISMO 002.414 ALTRE FORME DI CARDIOPATIA ISCHEMICA

Dettagli

Informazioni per il Donatore.pdf

Informazioni per il Donatore.pdf Cod. INFO 01 RA Rev. 1 Data: 09/07/2014 Pagina 1 di 8 Approvato da: Catapano Raffaele DMT La procedura di selezione del donatore e le indagini di laboratorio sull unita donata si pongono come principale

Dettagli

Donatrice: Cognome Nome. Partner: Cognome Nome

Donatrice: Cognome Nome. Partner: Cognome Nome PARTE A Donatrice: Cognome Nome Partner: Cognome Nome ANAMNESI FAMILIARE a) Le informazioni anamnestiche su partner e genitori di entrambi sono disponibili? (esempio: fecondazione eterologa, adozione):

Dettagli

CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO

CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO MODULO DI ACCETTAZIONE E CONSENSO ALLA DONAZIONE Cognome.. Nome.. Professione.. M F Nato a... (Prov.) il. Codice Fiscale Residente in. Via... N.. Cap

Dettagli

ADISCO Emilia-Romagna. Parma, 17 Ottobre 2013 LA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE Criteri di selezione delle donatrici

ADISCO Emilia-Romagna. Parma, 17 Ottobre 2013 LA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE Criteri di selezione delle donatrici ADISCO Emilia-Romagna Parma, 17 Ottobre 2013 LA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE Criteri di selezione delle donatrici Donazione allogenica di sangue cordonale 1. Chi: gravide senza problemi maggiori di salute

Dettagli

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO APPARATI VARI 3 ASTERIAPLUS gocce Adenopatie e mastiti 7 BORILYR collirio Congiuntivite 1 goccia 3-6 1 CISTUSPLUS gocce Linfatismo 10-15 gtt 2/3 4 EUPHRASIALYR

Dettagli

PERCHE COINVOLGERE ANCHE I MEDICI DI MG?

PERCHE COINVOLGERE ANCHE I MEDICI DI MG? La donazione di sangue: caratteristiche,criteri di ammissione e di esecuzione PERCHE COINVOLGERE ANCHE I MEDICI DI MG? Perché la donazione non può essere considerata solo un evento tra medico esperto in

Dettagli

REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI. R E A C T - Lombardia. Case Record Form - Questionario

REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI. R E A C T - Lombardia. Case Record Form - Questionario REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI R E A C T - Lombardia Case Record Form - Questionario ospedale numero screening numero SJS/TEN AGEP HSS/DRESS ALTRO Questo

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI (materiale informativo)

LA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI (materiale informativo) Caro Donatore, Cara Donatrice, La ringraziamo in anticipo per il gesto che sta per compiere. La donazione del sangue richiede un piccolo impegno da parte Sua, ma contribuisce alla salvezza di molte vite.

Dettagli

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75]

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 0.15 ) Donne, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

ALLEGATO 1 - II parte

ALLEGATO 1 - II parte CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL Codice Definizione di malattia Codice esenzione 394 MALATTIE DELLA

Dettagli

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9]

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 1.37 ) Uomini, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAP 5 LA MORTALITA EVITABILE 5.1 LA MORTALITA EVITABILE PER TIPOLOGIA D INTERVENTO In accordo con quanto indicato dalla letteratura internazionale più recente e accreditata,

Dettagli

INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO

INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO 253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 394 MALATTIE DELLA VALVOLA MITRALE 002.394 AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO 395 MALATTIE DELLA VALVOLA AORTICA 002.395 AFFEZIONI DEL

Dettagli

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento Malattia di Behçet Cosa il paziente deve conoscere Sintomi,, Cause e Trattamento Che cosa è la Malattia di Behçet I sintomi di questa malattia sono stati descritti per la prima volta nel 500 prima di Cristo

Dettagli

MATERIALE INFORMATIVO PER I DONATORI DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI

MATERIALE INFORMATIVO PER I DONATORI DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI Pagina 1 di 8 CHI PUO DONARE SANGUE Possono donare sangue ed emocomponenti tutte le persone sane con le seguenti caratteristiche fisiche, salvo deroghe motivate a giudizio del medico trasfusionista responsabile

Dettagli

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita Io sottoscritto/a, DICHIARO di essere stato/a esaurientemente informato/a, dal Dr. riguardo all intervento di: In particolare, mi è stato spiegato che: La gastrostomia percutanea (PEG) è un dispositivo

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE e r o m a d a i c c o g Una INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE Donare il sangue è un gesto di grande solidarietà e responsabilità. I requisiti di idoneità per la donazione hanno la finalità di evitare

Dettagli

Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti.

Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti. Vaccinazioni Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti. Difterite Tetano Polio Encefalite da zecche Febbre gialla Febbre tifoide Epatite

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Informazioni per i Donatori di sangue POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO. www.unicampus.it

Informazioni per i Donatori di sangue POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO. www.unicampus.it Informazioni per i Donatori di sangue POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO INFORMAZIONI PER I DONATORI DI SANGUE Il sangue non può essere prodotto artificialmente. La disponibilità di questa risorsa,

Dettagli

Agopuntura Quattro mesi, anche se eseguita da professionisti qualificati con l'utilizzo di aghi usa e getta.

Agopuntura Quattro mesi, anche se eseguita da professionisti qualificati con l'utilizzo di aghi usa e getta. L'elenco che segue riporta le patologie e le condizioni che prevedono la sospensione dalla donazione, come previsto dagli allegati al D.M. 5 marzo 2005. Agopuntura Quattro mesi, anche se eseguita da professionisti

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

Interpretazione questionario al momento "confirmatory typing" (CT) e Workup

Interpretazione questionario al momento confirmatory typing (CT) e Workup Interpretazione questionario al momento "confirmatory typing" (CT) e Workup Domanda / Interpretazione 1 Ultima donazione di sangue, se mai Irrilevante. Possibilità di consultare ultimi valori 2 Peso min.

Dettagli

Cartella Donazione Emocomponenti

Cartella Donazione Emocomponenti U.O.C. SIMT Ospedale di Belcolle Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati Tel. 0761-338622 Fax. 0761-339013 SIMT-Mod. 016 Cartella Donazione SIMT-Mod. 017 Consenso Informato Cartella Donazione Emocomponenti

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI

INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI INFORMAZIONI SULLA DONAZIONE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI Informazioni sulla donazione rev. 1 del 30 settembre 2013 Pagina 1/7 Gentile donatrice, Caro donatore, vorremmo innanzitutto darle il benvenuto nel

Dettagli

Allegato B (V9 1/5 gen. 2015)

Allegato B (V9 1/5 gen. 2015) Registro nazionale Italiano Donatori Midollo Osseo Italian Bone Marrow Donor Registry Allegato B (V9 1/5 gen. 2015) QUESTIONARIO ANAMNESTICO PRE-ISCRIZIONE Le risposte che Lei fornirà sono confidenziali

Dettagli

www.blutspendezurich.ch

www.blutspendezurich.ch www.blutspendezurich.ch EDV-Eingabe: ja Kontrolle Datum: : La preghiamo di usare esclusivamente il formulario attuale (www.blutspendezurich.ch Formulare & Dokumente) e di compilarlo solo prima della donazione!

Dettagli

SOSPENSIONI DALLA DONAZIONE

SOSPENSIONI DALLA DONAZIONE SOSPENSIONI DALLA DONAZIONE Il principio che regola la donazione di sangue è la tutela della salute del donatore e del ricevente. Il donatore dovrebbe auto-escludersi dalla donazione qualora si rendesse

Dettagli

Benvenuto in Avis Seregno!!

Benvenuto in Avis Seregno!! Benvenuto in Avis Seregno!! PROMEMORIA PER I DONATORI Ricordati che la donazione di sangue intero o di plasma va sempre prenotata perché la prenotazione vuol dire MIGLIORE ORGANIZZAZIONE. Ricordati che

Dettagli

INFORMATIVA E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLA DONAZIONE DI SANGUE

INFORMATIVA E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLA DONAZIONE DI SANGUE Cartella Sanitariai REV00_26/01/2016 Pagina 1 di 7 Via Imperia, 2 00161 Roma Telefono (06) 44230136 Telefax (06) 44230136 www.avisroma.it info@avisroma.it INFORMATIVA E CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

Dettagli

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro

www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Malattia di Behçet Versione 2016 2. DIAGNOSI E TERAPIA 2.1 Come viene diagnosticata? La diagnosi è principalmente clinica. Spesso sono necessari alcuni anni

Dettagli

Benvenuto in Avis Seregno!!

Benvenuto in Avis Seregno!! Benvenuto in Avis Seregno!! PROMEMORIA PER I DONATORI Ricordati che la donazione di sangue intero o di plasma va sempre prenotata perché la prenotazione vuol dire MIGLIORE ORGANIZZAZIONE. Ricordati che

Dettagli

MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO

MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO Sintomi e segni legati all apparato cardiocircolatorio: - dispnea, tachipnea - dolore precordiale (=in regione del cuore) - dolore toracico, dolore alla spalla

Dettagli

Dipartimento dei Laboratori Diagnostici e per le Terapie Cellulari

Dipartimento dei Laboratori Diagnostici e per le Terapie Cellulari Dipartimento dei Laboratori Diagnostici e per le Terapie Cellulari S.O.C. Immunotrasfusionale ed Analisi Cliniche e Laboratorio d Urgenza SCOPO ED APPLICABILITA Lo scopo del presente documento è di definire

Dettagli

Cellulite...31 Cheloidi...32 Cheratosi attinica...33 Cirrosi epatica...34 Claudicatio intermittens...36 Coagulopatie...37 Coartazione aortica...

Cellulite...31 Cheloidi...32 Cheratosi attinica...33 Cirrosi epatica...34 Claudicatio intermittens...36 Coagulopatie...37 Coartazione aortica... 3 indice Acromegalia... 1 Actinomicosi... 2 Addison: malattia di -... 144 ADH: sindrome da inappropriata secrezione di -... 197 Alcolismo... 3 Alzheimer: malattia di -... 145 Anafilassi... 4 Anemia falciforme...

Dettagli

www.blutspendezurich.ch Per favore stampare e compilare (in stampatello) solo prima della donazione!

www.blutspendezurich.ch Per favore stampare e compilare (in stampatello) solo prima della donazione! www.blutspendezurich.ch EDV-Eingabe: ja Kontrolle Datum: Visum: Per favore stampare e compilare (in stampatello) solo prima della donazione! Nuova donatrice / nuovo donatore Cognome: Nome: Cognome da nubile:

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome COLOMBO Nome GIOVANNI Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale Giovanni.colombo2@crs.lombardia.it telefono 029682495 TITOLI DI

Dettagli

Allegato III. Modifiche attinenti i paragrafi del riassunto delle caratteristiche del prodotto e del foglio illustrativo

Allegato III. Modifiche attinenti i paragrafi del riassunto delle caratteristiche del prodotto e del foglio illustrativo Allegato III Modifiche attinenti i paragrafi del riassunto delle caratteristiche del prodotto e del foglio illustrativo 39 RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 40 Paragrafo 4.1. Indicazioni terapeutiche

Dettagli

Poliambulatorio Pedesini 25-02-2015 DATI ANAGRAFICI

Poliambulatorio Pedesini 25-02-2015 DATI ANAGRAFICI DATI ANAGRAFICI cognome stato civile nome codice fiscale luogo e data di nascita residente a provincia CAP indirizzo tel. abitazione professione tel. ufficio tel. cellulare e-mail medico di base inviato

Dettagli

Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente)

Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente) All ASL di BRESCIA Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente) CERTIFICAZIONE ai sensi dell art. 4, comma 1 del Decreto Ministero Sanità 28 maggio 1999, n. 329 Regolamento recante norme di individuazione

Dettagli

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA Disciplina: MEDICINA INTERNA Docente: Prof. Alessandro SQUIZZATO Scopo del corso è la trattazione sistematica delle più comuni patologie della Medicina Interna e delle sue principali Specializzazioni.

Dettagli

Allegato B (V10 1/5 feb. 2016)

Allegato B (V10 1/5 feb. 2016) Registro nazionale Italiano Donatori Midollo Osseo Italian Bone Marrow Donor Registry Allegato B (V10 1/5 feb. 2016) QUESTIONARIO ANAMNESTICO PRE-ISCRIZIONE Le risposte che Lei fornirà sono confidenziali

Dettagli

Quali sono le malattie reumatiche più importanti?

Quali sono le malattie reumatiche più importanti? Quali sono le malattie reumatiche più importanti? L ARTROSI, una patologia legata alla degenerazione delle cartilagini e del tessuto osseo nelle articolazioni, è la malattia reumatica più frequente. Il

Dettagli

Tavola delle vaccinazioni per classi di età e priorità.

Tavola delle vaccinazioni per classi di età e priorità. Tavola delle vaccinazioni per classi di età e priorità. Le vaccinazioni prioritarie che sono evidenziate in grassetto dovrebbero prevedere dei programmi organici ed efficaci di offerta attiva. 13 19 (*)

Dettagli

SEMINARIO FORMATIVO LA DONAZIONE DEL SANGUE ASPETTI SANITARI E GIURIDICI 21 NOVEMBRE 2012

SEMINARIO FORMATIVO LA DONAZIONE DEL SANGUE ASPETTI SANITARI E GIURIDICI 21 NOVEMBRE 2012 SEMINARIO FORMATIVO LA DONAZIONE DEL SANGUE ASPETTI SANITARI E GIURIDICI 21 NOVEMBRE 2012 1 LINEE GUIDA PER LA SELEZIONE DEL DONATORE DI SANGUE ED EMOCOMPONENTI G. COCONE 2 CRITERI GENERALI DI ACCETTAZIONE

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015

RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015 RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015 Nome e Cognome dell Assicurato/a Data di nascita / / Professione Documento di riconoscimento N. del documento PARTE I: DICHIARAZIONI DELL ASCURANDO RACCOLTE

Dettagli

WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ FEBBRE REUMATICA

WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ FEBBRE REUMATICA WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ FEBBRE REUMATICA Febbre reumatica Malattia infiammatoria acuta sistemica che si manifesta 2-4 settimane dopo un'infezione faringea da streptococco b-emolitico del gruppo A E'

Dettagli

Dr. Reckeweg R1 - Gocce

Dr. Reckeweg R1 - Gocce Dr. Reckeweg R1 - Gocce Tonsilliti, infiammazioni acute e croniche, scarlattina, otiti dell orecchio medio, adeniti. Controindicazioni: ipersensibilità al cromo, disfunzioni renali, gravidanza e allattamento.

Dettagli

IL MEDICO DI FAMIGLIA ED I CAS. Andrea PIZZINI Medico di Famiglia - TORINO

IL MEDICO DI FAMIGLIA ED I CAS. Andrea PIZZINI Medico di Famiglia - TORINO IL MEDICO DI FAMIGLIA ED I CAS Andrea PIZZINI Medico di Famiglia - TORINO Centro Accoglienza e Servizi CAS Il CAS è responsabile del percorso di presa in carico del paziente oncologico attraverso figure

Dettagli

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale Il Lichen Orale 1. Che cosa e il lichen planus? 2. E una malattia trasmissibile o infettiva? 3. Quali distretti corporei può colpire? 4. Quali sono gli aspetti clinici della malattia quando colpisce il

Dettagli

Modalità d uso : per via orale

Modalità d uso : per via orale Modalità d uso : per via orale - da 30 a 50 gocce sotto la lingua per 2 o 3 volte al giorno per 5 o 6 giorni dipende dalla gravita dell infezione, comunque un sovradosaggio del prodotto non porta alcun

Dettagli

SEZIONE ZANON DEGANUTTI UDINE

SEZIONE ZANON DEGANUTTI UDINE AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI UDINE DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASFUSIONALE Direttore: dr. Vincenzo De Angelis Tel. 0432 552346-39 fax 0432 552342 SEZIONE ZANON DEGANUTTI UDINE MODELLO INFORMATIVO

Dettagli

VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario

VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario con il contributo educazionale di indice Indice 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Cos è l angioedema ereditario (AEE)? 4 Come si manifesta? 6 Come viene diagnosticato?

Dettagli

L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE

L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE SCUOLA ITALIANA per lo STUDIO e la DIVULGAZIONE dell' OMEOPATIA HAHNEMANNIANA I serata 14/5/2013 L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE Il video della serata è disponibile su YouTube sul canale:

Dettagli

15 MARZO 2010. Banca regionale del sangue cordonale. Centro Trasfusionale del Policlinico S.Orsola Malpighi. Accreditamento FACT

15 MARZO 2010. Banca regionale del sangue cordonale. Centro Trasfusionale del Policlinico S.Orsola Malpighi. Accreditamento FACT 15 MARZO 2010 Banca regionale del sangue cordonale Centro Trasfusionale del Policlinico S.Orsola Malpighi Accreditamento FACT Terza fonte di cellule staminali emopoietiche Aumentano le possibilità di cura

Dettagli

Criteri Sospensioni. se affezione attiva,cronica o recidivante ghe,immunologiche,renali,metaboliche,respiratorie

Criteri Sospensioni. se affezione attiva,cronica o recidivante ghe,immunologiche,renali,metaboliche,respiratorie Pag. 1 di 7 *: criteri modificati. SOSPENSIONI ABORTO 6 mesi dall evento AFFEZIONI gastrointestinali,epatiche,urogenitali,ematologiesclusione se affezione attiva,cronica o recidivante ghe,immunologiche,renali,metaboliche,respiratorie

Dettagli

Fibromi uterini, le soluzioni possibili

Fibromi uterini, le soluzioni possibili Università Cattolica del Sacro Cuore Policlinico Universitario A. Gemelli ROMA Dipartimento per la Tutela della Salute della Donna e della Vita Nascente Dipartimento di Bioimmagini e Scienze Radiologiche

Dettagli

PROGETTO PER SCOPI DI CONSULTAZIONE SOLTANTO

PROGETTO PER SCOPI DI CONSULTAZIONE SOLTANTO REQUISITI TECNICI PROPOSTI PER IL SANGUE E I COMPONENTI DEL SANGUE Fascicolo 1 PROGETTO PER SCOPI DI CONSULTAZIONE SOLTANTO ALLEGATO I REQUISITI RELATIVI ALL'INFORMAZIONE A. INFORMAZIONI DA FORNIRE AI

Dettagli

TARIFFARIO AZIENDALE PRESTAZIONI DI RICOVERO

TARIFFARIO AZIENDALE PRESTAZIONI DI RICOVERO Allegato A TARIFFARIO AZIENDALE PRESTAZIONI DI RICOVERO DRG 1 Craniotomia età > 17 anni, con CC 1 Craniotomia età > 17 anni, con CC 1 Craniotomia età > 17 anni, con CC 2 Craniotomia età > 17 anni, senza

Dettagli

Allegato B - SCO (V1 1/14 gen. 2013)

Allegato B - SCO (V1 1/14 gen. 2013) Registro nazionale Italiano Donatori Midollo Osseo Italian Bone Marrow Donor Registry Allegato B - SCO (V1 1/14 gen. 2013) QUESTIONARIO ANAMNESTICO DONAZIONE SCO ALLOGENICA SOLIDARISTICA Madre del neonato

Dettagli

001.253.0 acromegalia e gigantismo

001.253.0 acromegalia e gigantismo 253.0 394 395 396 397 414 416 417 424 426 ACROMEGALIA E GIGANTISMO MALATTIE DELLA VALVOLA MITRALE MALATTIE DELLA VALVOLA AORTICA MALATTIE DELLE VALVOLE MITRALE E AORTICA MALATTIE DI ALTRE STRUTTURE ENDOCARDICHE

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da compilarsi a cura dell utente) in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare

SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da compilarsi a cura dell utente) in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da comparsi a cura dell utente) residente a Prov. in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare e nome Data di nascita Grado di parentela Cod. ( vedi

Dettagli

Malattie a trasmissione sessuale

Malattie a trasmissione sessuale Malattie a trasmissione sessuale 1 Definizione Sono infezioni che colpiscono sia gli organi genitali che altre parti del corpo e che si trasmettono mediante i rapporti sessuali con persone infette. 2 Inquadramento

Dettagli

Criteri Sospensioni. *: criteri modificati. SOSPENSIONI 6 mesi dall evento AFFEZIONI gastrointestinali,epatiche,urogenitali,ematologiesclusione

Criteri Sospensioni. *: criteri modificati. SOSPENSIONI 6 mesi dall evento AFFEZIONI gastrointestinali,epatiche,urogenitali,ematologiesclusione Pag. 1 di 8 *: criteri modificati. SOSPENSIONI ABORTO 6 mesi dall evento AFFEZIONI gastrointestinali,epatiche,urogenitali,ematologiesclusione se affezione attiva,cronica o recidivante ghe,immunologiche,renali,metaboliche,respiratorie

Dettagli

D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) NOTE ESPLICATIVE

D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) NOTE ESPLICATIVE D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) Regolamento recante norme di individuazione delle malattie croniche e invalidanti NOTE ESPLICATIVE Novembre 1999

Dettagli

Accurata selezione del donatore

Accurata selezione del donatore Pag 1 IDONEITA DEL DONATORE DI SANGUE Linee guida applicative dei decreti ministeriali per la selezione del donatore L Istruzione soddisfa il Requisito Organizzativo: B.14.1.4 N 5 dell Accreditamento Istituzionale

Dettagli

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo?

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo? Società Italiana di Endocrinologia Le informazioni presenti sul sito non intendono sostituire il programma diagnostico, il parere ed il trattamento consigliato dal vostro medico. Poiché non esistono mai

Dettagli

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI

IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia (orale, endovenosa, sottocutanea) ha un ruolo fondamentalenellaterapia nella terapia delmielomamultiploche Multiplo è una malattia

Dettagli