OSSERVATORIO SULL EFFICIENZA ENERGETICA: LE FAMIGLIE E LO SMALL BUSINESS ITALIANI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OSSERVATORIO SULL EFFICIENZA ENERGETICA: LE FAMIGLIE E LO SMALL BUSINESS ITALIANI"

Transcript

1 OSSERVATORIO SULL EFFICIENZA ENERGETICA: LE FAMIGLIE E LO SMALL BUSINESS ITALIANI Luca Dal Fabbr Prsdn Dmcnca SpA Quara Cnfrnza naznal pr l rnnvabl rmch Mlan, Lundì 13 Magg 2013

2 CHI SIAMO LA RETE DOMOTECNICA (l spcalsa dll ffcnza nrgca) U N A R E T E I N D I P E N D E N T E Dmcnca S.p.A. è la prma unca r Naznal n Franchsng pr aznd d Insallazn. Naa n Iala nl 1993, Dmcnca rapprsna gg la pszn dll nra flra dl sr nrga: cn lr Imprs Impansch affla n Iala cn pù d add; 25 Sud d Prgazn cllga (Prn) cn 160 cnc; lr prar; 70 parnr ndusral. Rspnd all sgnz d cascun arg d cln, cm prva, ndusr aznd dl rzar, frnnd ndcazn su ssm mpansc pù adgua, n funzn dl p d avà dl lvll d cmfr dsdra. Ralzza mpan ad ala ffcnza nrgca ara su gn plga d dfc, slznand d ngrand l cnlg pù nnvav d ulzzand, dv pssbl, fn nrgch rnnvabl. Frnsc cnsulnza, asssnza suppr pr l'splamn dll prach burcrach ncssar ad accdr agl ncnv fscal d un srvz cmpl d manunzn prgrammaa dll'mpan, asssnd l cln nl mp cmpland l ffra cn spcfc srvz d garanza. Luca Dal Fabbr, Prsdn Dmcnca S.p.A. L O S P E C I A L I S T A

3 Luca Dal Fabbr, Prsdn Dmcnca S.p.A. IL METODO DOMOTECNICA Un s d cnch cnscnz ncssar a svluppar la prfssnalà dll fgur. U N M E T O D O P E R C R E S C E R E Psznamn sragc Slzn accuraa d mrca dv prar Scla dll cnlg mglr cn un sguard vrs l nvà Indvduazn d pù apprpra parnr frnr pssbl Affancamn d rganzzazn d crs 360 U N V A L O R E A G G I U N T O

4 COME OPERIAMO ORIZZONTALITÀ DELL APPROCCIO qualfca frmazn nfrmazn Accrdamn CERTIFICAZIONE dll prfssnalà a favr dlla rasparnza Affancamn aggrnamn dll cmpnz COSTANTE prmann Snsblzzazn d cnsumar su cnlg, ncnv sul GREEN LIVING Prmuvr un ssma, nn un nsm d cmpnn

5 - POMPA DI CALORE - LE SOLUZIONI PROPOSTE: ESEMPIO 1 CARATTERISTICHE: rasfrsc calr da una srgn (prncpalmn l'ara, l'acqua l sul) all'ara dgl ambn all'acqua n ub dll'mpan; prm ad smp d prlvar l calr cnnu n una srgn ad una mpraura d 12 C ulzzarl pr rscaldar acqua fn a 50 C lr, ulzzand crca 1/5 dll'nrga usaa pr al scp da una radznal caldaa. BENEFICI: nn ulzza cmbusbl, ma sl nrga lrca: a) dmnuzn spsa apprvvgnamn cmbusbl; b) abbamn mssn CO2. Trasfrr calr csa mn ch gnrarl, spcalmn prndndl grauamn.

6 Onr l calr dal sl, n md pù ffcac rsp al passa, c prm d rsparmar sulla blla nrgca rspar l ambn - SOLARE TERMICO - LE SOLUZIONI PROPOSTE: ESEMPIO 2 CARATTERISTICHE: prm d scaldar l'acqua dsnaa ad us sanar d n ml cas anch qulla pr l rscaldamn dgl ambn; prm d cprr fn al 90% dl fabbsgn d acqua calda sanara, n cas d ngrazn cn mpan radan, fn al 50% dl fabbsgn d rscaldamn. BENEFICI: lmazn dll'us dl gnrar d calr cn cnsgun rsparm d cmbusbl nrga lrca; dmnuzn spsa apprvvgnamn cmbusbl nrga lrca; abbamn mssn CO2.

7 La cndnsazn prm d nr dall calda rndmn alssm, mpnsabl f n a qualch ann fa LE SOLUZIONI PROPOSTE: ESEMPIO 3 - CALDAIA A CONDENSAZIONE - CARATTERISTICHE: mglr rndmn «asslu» d cmbusn (lr l 100%) pché rcupra buna par dl calr d fum, ch nrmalmn vn dsprs dal camn; mglr rndmn «md sagnal»: quand la caldaa lavra a pnza rda l rndmn rman lva. BENEFICI: rduzn d cnsum d cmbusbl: dmnuzn spsa apprvvgnamn cmbusbl; abbamn mssn CO2.

8 Sn l ulma vluzn dl md d rscaldars pù anc dl mnd sfruan l nrga rnnvabl pù vcna a n, la bmassa LE SOLUZIONI PROPOSTE: ESEMPIO 4 - GENERATORI DI CALORE A BIOMASSA- CARATTERISTICHE: ulzzan bmassa, lr alla lgna, anch cppa pll ch drvan dagl scar d lavrazn dl lgn; rndmn dll calda a bmassa è lva può raggungr l 93%. BENEFICI: a parà d calr prd cmbusbl vgal csan ml mn rsp a qull fssl; gnrar d calr s prsnan cm lgan lmn d'arrd suda appsamn pr rscaldar ffcnmn; la CO2 mmssa nll'ambn (prncpal causa dll'ff srra) è par a qulla assrba dalla pana duran l su ccl val, prand l blanc al a zr.

9 OSSERVATORIO SULL EFFICIENZA ENERGETICA: L FAMIGLIE l SMALL BUSINESS Ialan Inrduzn

10 OSSERVATORIO SULL EFFICIENZA ENERGETICA L FAMIGLIE l SMALL BUSINESS alan (prma fas d un ssrvar prmann) O b v Mnrar l vluzn dl mrca Cnscr l sgnz dl cln Capr l ar pù nrssan d mrca Auar prcss d svlupp dl mrca dll ffcnza nrgca A r m a c h La dazn dll famgl dll pccl aznd alan: p d mpan prsn prczn dl prpr grad d slamn nrgc; L ffcnza nrgca: grad d nfrmazn auprcp, prczn d ulà, mpgn prsnal; L ffcnamn nrgc dlla prpra abazn dlla prpra sruura azndal: prfgurazn d rsparm; prpnsn ad ffuar vnual nrvn; barrr mv; lv dcsnal; I playr d sr: l rul d argan, grand aznd dsrbur nl prcss dcsnal prav dll ffcnamn; Il mrca pnzal: nrss vrs alcun ffr cn ndcazn d spsa. Cm prcpam l ffcnza nrgca, qual bsgn d cmfr, cm scglam l cnlg vvam la ssnblà?

11 STUDIO QUANTITATIVO: L FAMIGLIE l SMALL BUSINESS alan E sa cnd nl ms d lugl un sud ngra, qual-quanav, pr ndagar n md apprfnd l prczn gl aggamn dll famgl dll pccl mprs alan n rlazn al rsparm all'ffcnamn nrgc. CAMPIONE FAMIGLIE: CAMPIONE PICCOLE IMPRESE: nrvs lfnch (ssma CATI) a 800 famgl alan. sn sa nrvsa rspnsabl dgl acqus d gn famgla. l campn casual srafca pr qu è rapprsnav dll famgl alan pr: -gnr d à dl capfamgla, -numr d cmpnn dl nucl famglar, -ara ggrafca, -ampzza d cnr urban d rsdnza. al n dl margn d rrr ( 3%) rsula pssn qund ssr ss a u l famgl alan. nrvs lfnch (ssma CATI) a rspnsabl d 300 pccl aznd alan cn sgun rqus: -mn d 20 dpndn, -faura nfrr a 2,5 mln. l campn casual srafca pr qu è rapprsnav dll pccl mprs alan pr dsrbuzn ggrafca (rgn) sr d avà.

12 L cnlg ada da famgl pccl aznd Ossrvar sull Effcnza Enrgca

13 Pr l rscaldamn ssm ancra radznal: nll cas dgl alan prval la caldaa radznal nll aznd l cndznar T c n l g a d a TESTO DELLA DOMANDA: In Iala c sn cas/aznd ml dvrs ra lr pr cm è rganzza l ssma d rscaldamn raffrscamn. Può drm gnlmn qual d qus srumn pr l rscaldamn sn prsn nlla sua casa/aznda?.

14 Pc nnvav anch ssm d dsrbuzn dl calr. Dcsamn mnrar gl mpan radan. T c n l g a d a TESTO DELLA DOMANDA: E cm vn dsrbu l calr all nrn dlla prpra casa/aznda? Può drm gnlmn qual d qus srumn sn prsn nlla sua casa/aznda?.

15 Pr ra, sl l 4% dll famgl dll pccl mprs alan usa nrga slar. T c n l g a d a TESTO DELLA DOMANDA: Può drm gnlmn drm s sn prsn nlla sua abazn/aznda anch qus srumn?.

16 L ffcnza nrgca: grad d nfrmazn auprcp, prczn d ulà, mpgn prsnal Ossrvar sull Effcnza Enrgca

17 Gl alan s prcpscn bn nfrma su m dl rsparm nrgc: cs, sluzn, pprunà smbran char a pù Lvll d nfrmazn su alcun asp dl rsparm nrgc Famgl (Small Busnss) L v l l d Ml nfrma (v 8-10) Abbasanza nfrma (v 6-7) Nn sa Pc nfrma (v 4-5) Pr nulla nfrma (v 1-3) la pssblà d MANTENERE l prpr ABITUDINI famlar RISPARMIANDO n blla vanagg ch l rsparm nrgc prbb avr a lvll cnmc n rmn d RISPARMIO n blla Infrma 69% Infrma 69% V md 6,3 6,2 n f r m a z n SISTEMI ch prbb adar pr mglrar l'ffcnza nrgca dlla sua casa COSTI d vnual nrvn pr mglrar l'ffcnza nrgca dlla sua casa Infrma 67% Infrma 61% ,1 5,9

18 La prczn d ulà dl rsparm nrgc crsc al dmnur dll à ra la pplazn; nl sr srvz nll small busnss; smpr all aumnar dl lvll d nfrmazn FAMIGLIE TRA TUTTI SMALL BUSINESS TRA TUTTI ann 48 apparamn mp. cnralz ann ann pù apparamn mp. au ngz mp. cnralz. 17 lmnar ngz mp. au. 37 mda nfrr nr sabl pr uffc 31 dplma capannn laura lav. aunm mpga nfrma nn nfrma pra nn ccupa nfrma nn nfrma Indusra Csruzn Cmmrc/raspr/albrgh Alr srvz Valr prcnual P r c z n d u l à Ch rn MOLTO UTILE l rsparm nrgc

19 Massm l mpgn dchara dall famgl n cnfrn dl rsparm nrgc, ma dffus dubb sull ffva ncsvà dll azn ndvdual P r c z n TESTO DELLA DOMANDA: S dc ch c san ml pccl cmpramn ch l sngl cadn può adar pr rdurr cnsum d nrga, cm nr la mpraura d casa nr cr mpraur, cnnr l us dl cndznar, usar gl lrdmsc a bass mpraur A qus prps abbam raccl alcun pnn. Indch pr favr n ch msura l cndvd..

20 Sml l prczn dll small busnss, ra cu mrgn dubb anch sull applcablà ad ambn d lavr P r c z n TESTO DELLA DOMANDA: S dc ch c san ml pccl cmpramn ch l sngl cadn può adar pr rdurr cnsum d nrga, cm nr la mpraura d casa nr cr mpraur, cnnr l us dl cndznar, usar gl lrdmsc a bass mpraur A qus prps abbam raccl alcun pnn. Indch pr favr n ch msura l cndvd..

21 Nl valuar nrvn d ffcnamn prval l anzn su asp d carar cnmc: rsparm gnra, nvsmn nzal mp d rrn dll nvsmn. E f f c n a m n P l a y r d n r g c s r TESTO DELLA DOMANDA: Gl prar dl sr dcn ch, n ml cas, gl nrvn sugl mpan d casa pssn prar a rsparm sgnfcav. Pr smp spss l nvsmn nzal gnra un rsparm annu d cs n nrga ch prm d rcuprar n pch ann la spsa nzal cnnuar a bnfcar dp d rsparm. Qual sarbb l lmn su cu L prsnalmn punrbb l anzn nl valuar una sluzn d qus p?.

22 L ffcnamn nrgc: vanagg prfgura barrr mv Ossrvar sull Effcnza Enrgca

23 Dbau l prfgurazn su pssbl ff n blla dll ffcnamn nrgc, ma s cnfgura l rsch d una ffra svrasmaa TESTO DELLA DOMANDA: V sn pnn dvrs sul rsparm nrgc ch è pssbl nr nlla prpra casa/aznda. Scnd L quan sarbb pssbl rsparmar cmplssvamn sull bll (nrga lrca gas) adand mglr cmpramn d cnsum nsalland l sluzn cnch pù ffcn dspnbl sul mrca? Indch una prcnual d rsparm sul al dl cnsum.

24 Amp l «mrca mv pnzal»: un rrn frl da smlar cn ffr cncr FAMIGLIE SMALL BUSINESS VALUTEREI cn anzn l prps l da d ralzzarl % VALUTEREI cn anzn l prps l da d ralzzarl % Sar ml CURIOSO d sapr csa m dcn qual SOLUZIONI suggrscn 9 43 Sar ml CURIOSO d 52% sapr csa m dcn qual % SOLUZIONI suggrscn Mrca mv pnzal (dspnbl al cambamn) 43% Sprau: pù sru, rsdn nl Nrd Es, l famgl numrs Mrca mv pnzal (dspnbl al cambamn) 45% Sprau: avà dl Cnr Iala, ngz cn mpan aunm, uffc cn mpan cnralzza TESTO DELLA DOMANDA: Immagn ch dman l prpnssr d far un sam dlla sua casa/aznda, d su cnsum, d su mpan pr capr cm rndr pù ffcn la sua abazn/aznda dal pun d vsa d cnsum nrgc. Rsp a qusa ps abbam raccl dvrs cmmn. Pr cascun ndch pr crsa n ch msura l cndvd.

25 Nl valuar nrvn d ffcnamn prval l anzn su asp d carar cnmc: rsparm gnra, nvsmn nzal mp d rrn dll nvsmn. TESTO DELLA DOMANDA: Gl prar dl sr dcn ch, n ml cas, gl nrvn sugl mpan d casa pssn prar a rsparm sgnfcav. Pr smp spss l nvsmn nzal gnra un rsparm annu d cs n nrga ch prm d rcuprar n pch ann la spsa nzal cnnuar a bnfcar dp d rsparm. Qual sarbb l lmn su cu L prsnalmn punrbb l anzn nl valuar una sluzn d qus p?.

26 L ffcnamn nrgc: gl prar dl sr Ossrvar sull Effcnza Enrgca

27 TESTO DELLE DOMANDE: S L dcdss d valuar l da d ffuar qualch nrvn pr mglrar l ffcnza nrgca dlla sua casa, a ch pnsa ch s rvlgrbb pr. E f f c n a m n n r g c Insallar grand aznd gl nrlcur dal dll famgl pr cnsulnza prvnv. P l a y r d s r

28 TESTO DELLE DOMANDE: S L dcdss d valuar l da d ffuar qualch nrvn pr mglrar l ffcnza nrgca dlla sua casa, a ch pnsa ch s rvlgrbb pr. I rvndr spcalzza supran l grand aznd cm appal pr acqus nsallazn. Rmangn al p gl nsallar. E f f c n a m n n r g c P l a y r d s r

29 Alcun ffr cncr: l mrca pnzal Ossrvar sull Effcnza Enrgca

30 Pù d una famgla su dc ha nnzn d ffuar almn un nrvn d ffcnamn da qu a un ann. TESTO DELLA DOMANDA: L aualmn pnsa ch da qu a un ann ffurà qualch nrvn pr mglrar l ffcnza nrgca dlla sua casa? S sì, qual?.

31 Prpnsn all acqus d una caldaa ad lvaa ffcnza (cs crca ): Scuramn sì Prbablmn sì Nn sa Prbablmn n Scuramn n nvsr crca ur pr acqusar una caldaa ad lvaa ffcnza, cn un rsparm dl 20% n blla un rnr dll nvsmn n crca 5 ann Prpns 8% Il 6,5% dll famgl famgl pnzal PIÙ DI LE FAMIGLIE ITALIANE POTENZIALMENTE INTERESSATE

32 Prpnsn all acqus d una caldaa ad lvaa ffcnza d sallazn d pannll slar: (cs ) (pr ch vv n una vlla sngla a schra) Scuramn sì Prbablmn sì Nn sa Prbablmn n Scuramn n nvsr crca ur pr nsallar anch pannll slar pr la prduzn d acqua calda, cn un rsparm dl 30% n blla un rnr dll nvsmn n crca 6 ann Prpns 8% Il 2% dll famgl alan famgl pnzal OLTRE LE FAMIGLIE ITALIANE POTENZIALMENTE INTERESSATE

33 Ossrvar sull Effcnza Enrgca Sns

34 Il mrca pnzal Olr 1 famgla su 10 1 aznda su 20 nnd ffuar un nrvn d ffcnamn nl prssm ann. Mn prpns nn nfrma. Sull prps frmula all famgl s racclgn ndcazn su un mrca pnzal mpran: Olr pnzal nrssa all acqus d una caldaa a cndnsazn Olr (rsdn n vll) pnzal nrssa all nsallazn d una caldaa ad ala ffcnza cn pannll slar. Sul frn Small busnss dcharan d ssr nrssa a prndr n cnsdrazn nrvn: Il 24% dgl uffc (cn mpan aunm); Il 10% d ngz (cn mpan aunm); Il 12% dll aznd cn sd n un sabl unc n un capannn. Ossrvar sull Effcnza Enrgca

35 Alcun cnsdrazn d sns Una buna par dgl alan è cnsapvl ch un bun ffcnamn nrgc pssa prar vanagg cnssn sa sull bll dl gas ch dll lrcà. Olr l 40% dll famgl dll aznd sn curs nrssa a nrvn d ffcnamn. I Cln sn mvamn prn, ma s ha l mprssn d un pushng cmmrcal frs rpp cnnu. L nrlcur prvlga dll famgl s cnfrma l argan, mnr l aznd s rvlgn n prma sanza prvalnmn a rvndr spcalzza. Gl argan sn prfr da cln pù nfrma su bnfc dl rsparm nrgc. Ossrvar sull Effcnza Enrgca

36 GRAZIE DELL ATTENZIONE Luca Dal Fabbr, Prsdn Dmcnca S.p.A.

RAPPRESENTAZIONE DI SEGNALI NEL DOMINIO DELLA FREQUENZA: CASO DEI SEGNALI APERIODICI

RAPPRESENTAZIONE DI SEGNALI NEL DOMINIO DELLA FREQUENZA: CASO DEI SEGNALI APERIODICI RAPPRESENTAZIONE DI SEGNALI NEL DOMINIO DELLA FREQUENZA: CASO DEI SEGNALI APERIODICI Da un sgnal aprdc s(), la sua rapprsnazn nl dmn dlla frqunza è frna dalla sgun dfnzn d rasfrmaa d Furr: S( ) F[s()]

Dettagli

Istruzioni per l uso. www.qlocktwo.com

Istruzioni per l uso. www.qlocktwo.com Isruzn pr l us www.qlckw.cm IT Gdv l mp Isruzn pr l us Prma dl prm ulzz dl QLOCKTWO TOUCH lggr anamn l prsn sruzn pr l us prsar anzn all ndcazn d scurzza rpra n fnd all sruzn. Il prsn dcumn è rprbl anch

Dettagli

Esercizi di simulazione di memorie cache

Esercizi di simulazione di memorie cache Esrz smuzn mmr 1) Mmr ss r S nsr un ssm mmr (mmr + ) rrzz mnsn sgun: - mmr r 4 K by, nrzz sng by - 1 K by, nrzz sng by - gn b nn 256 by Cnsrn squnz rs mmr rpr qu s, s mpr b usr mprmn un nrzzmn r n rsp

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

al sistema GHS fabbricanti e agli impo

al sistema GHS fabbricanti e agli impo hm d p h E m f n n md l ssm GHS nuv z l v n p Infmzn m m dsn h d p p l zzn d p. fbbn gl mp GHS l nuv ssm glblmn unfm d zn d pl GHS è l nm d Glblly Hmnzd Sysm f Cssfn nd Lbllng f Chmls, l nuv ssm d ssfzn

Dettagli

Esercitazione n 4. Meccanismi combinati Resistenze termiche e Trasmittanze termiche

Esercitazione n 4. Meccanismi combinati Resistenze termiche e Trasmittanze termiche Ercazon n 4 Mccanm combna nz rmch Tramanz rmch ) Valuar l ramanz rmch dll gun polog d fnr: a) fnra a vro ngolo ( por vro L [mm]; [W/(m)]); b) fnra con dopp vr ( por vro L [mm], ε ε 0.9, nrcapdn ara L n

Dettagli

RICHIESTA s DI RINUNCIA ALLA CONVENZIONE SANITARIA DIPENDENTI ENEA

RICHIESTA s DI RINUNCIA ALLA CONVENZIONE SANITARIA DIPENDENTI ENEA Cassa d Asssnza Scuzza Salu MODULO DI RINUNCIA Il psn mdul dv ss cmpla n u l su pa su n l 20/11/2004 RICHIESTA s DI RINUNCIA ALLA CONVENZIONE SANITARIA DIPENDENTI ENEA E FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO

Dettagli

Sistemi trifase. Parte 2. www.die.ing.unibo.it/pers/mastri/didattica.htm (versione del 16-12-2013) Potenza assorbita da un carico trifase (1)

Sistemi trifase. Parte 2. www.die.ing.unibo.it/pers/mastri/didattica.htm (versione del 16-12-2013) Potenza assorbita da un carico trifase (1) Ssm rfas ar www.d.ng.unbo./prs/masr/ddaca.hm rson dl 6--0 onza assorba da un carco rfas Un gnrco carco rfas può ssr consdrao un doppo bpolo du por Sclo un rmnal d rfrmno, s può sprmr la ponza sanana assorba

Dettagli

I RIFIUTI DI NOVARA. Altieri ASSA S.p.a. 28/02/2013

I RIFIUTI DI NOVARA. Altieri ASSA S.p.a. 28/02/2013 2013 I RIFIUTI DI NOVARA Alr ASSA S.p.. 28/02/2013 2 Rfu L Cmmss Eurp c l Drv 2008/98/CE dc l v d rur r l 2020 ll s d rfu ssd u rul crl ll prvz quv qulv d rfu. L Il h rcp l v c l DLs 205 dl 3 dcmr 2010

Dettagli

apertura autunno 2012

apertura autunno 2012 CSTRUZI STI IMPITI SPRTIVI pwrd by prur uunn 22 CMP BBMTI DLL IU 22 r r LU MR DI T MR DI I CLDI V -22 7 V DI SB RDI 7-22 DM T 7-22 I C 22 L 22 d fn r r chu ndc d 3 m -2 nu 3 pr m c nd r c LU r MR M TT

Dettagli

Sistemi trifase. www.die.ing.unibo.it/pers/mastri/didattica.htm (versione del 30-10-2012) Sistemi trifase

Sistemi trifase. www.die.ing.unibo.it/pers/mastri/didattica.htm (versione del 30-10-2012) Sistemi trifase Ssm rfas www.d.ng.unbo./prs/masr/ddaca.hm vrson dl 0-0-0 Ssm rfas l rasporo la dsrbuzon d nrga lrca avvngono n prvalnza pr mzzo d ln rfas Un ssma rfas è almnao mdan gnraor a r rmnal rapprsnabl mdan rn

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA. a.s. 2013/2014 SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI

SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA. a.s. 2013/2014 SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA a.s. 2013/2014 "LA FESTA DEI NONNI" SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI " Inzam l'ann sclastc fstggand nstr NONNI pr rcrdar quant sn przs pr n bambn. Pnsam ch l md pù bll

Dettagli

GLI I M PIANTI SONO LA SOLUZIONE!

GLI I M PIANTI SONO LA SOLUZIONE! QUALI SONO I VANTAGGI DI UN IMPIANTO DENTALE? TESTIMONIANZE Mglra dl cfrt dlla qutà d vta Dnqu Mastcazn ffic, 4 8 n UNO O PIU DENTI MANCANTI? prvav dlrs dd a dvat a fr r l lt l ld «Il st acvl cn l ca udn.

Dettagli

Come Vendere AdWords. Programma Agenzie QUalificate AdWords

Come Vendere AdWords. Programma Agenzie QUalificate AdWords Cm Vndr Prgrmm Agnz QUlfct 1 Pt frz PERTINENZA PERTINENZA Rggg Rggg clt clt nl nl mmnt mmnt tt tt mstr mstr gl gl nnc nnc ptnzl ptnzl clt clt mntr mntr stnn stnn ttvmnt ttvmnt crcnd crcnd 'ttvtà 'ttvtà

Dettagli

BEATI GLI OPERATORI DI PACE

BEATI GLI OPERATORI DI PACE BEATI GLI OPERATORI DI PACE Prgham Auam, Sgnr! Auam, Sgnr, ad ssr un prar d pac prché slan allra Auam parcch, Sgnr, prché nn è facl dal mmn ch c'è un p' d Can dnr d m spss prnd fuc cm un fammfr. Auam a

Dettagli

Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI REQUISITI DI ACCESSO CLASSI DI

Tabella B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI REQUISITI DI ACCESSO CLASSI DI Tablla B NUOVE CLASSI DI CONCORSO: DENOMINAZIONE, TITOLI DI ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI REQUISITI DI ACCESSO CLASSI DI NUOVA CLASSE DI CONCORSO E DI ABILITAZIONE E CORRIPONDENZA CON PRECEDENTI CLASSI

Dettagli

RETROAZIONE A V. = segnale d ingresso del blocco dell amplificatore retroazionato. = segnale d uscita A = amplificatore β = rete di retroazione

RETROAZIONE A V. = segnale d ingresso del blocco dell amplificatore retroazionato. = segnale d uscita A = amplificatore β = rete di retroazione ETOZOE Un amplcat è sggtt a azn quand una pat dl sgnal d uscta vn ptat n ngss smmat algbcamnt al sgnal d ngss. n un amplcat taznat è psnt una t β (bta) d tazn ch pta n ngss una pat dl sgnal d uscta. l

Dettagli

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 22. Rimini, 19 novembre 2014

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 22. Rimini, 19 novembre 2014 Macroconomia Laura Vici laura.vici@unibo.i www.lauravici.com/macroconomia LEZIONE 22 Rimini, 19 novmbr 2014 Macroconomia 362 I mrcai finanziari in conomia apra Dao ch l acquiso o la vndia di aivià finanziari

Dettagli

OPERAZIONE MANI PULITE

OPERAZIONE MANI PULITE Tl: OPERAZIONE MANI PULITE Aur: Lur Css Prcrs ddc ssc: 1. L u pug d rr AVVERTENZA: L dmd ch sgu s spr l prcrs prcrs dc h cm b qull d rfcr l pdrz d lcu cmpz (l cpcà cè d pplcr cscz ccul prcdurl ch cs drs

Dettagli

Simulazione del processo di essiccazione di cereali. in letto fisso. condizionamento industriale. Natalino Mandas, Francesco Cambuli

Simulazione del processo di essiccazione di cereali. in letto fisso. condizionamento industriale. Natalino Mandas, Francesco Cambuli 52_TER_dc_mandas 29-11-2007 20:11 Pagna 52 condzonamno ndusral d glucd (dra d carbono), l frmnazon nrcllular, gl svlupp d bar d muff, favor dal rscaldamno naural. Nl corso dgl ulm dcnn, l procsso d ssccazon

Dettagli

Principi ed applicazioni del metodo degli elementi finiti. Formulazione base con approccio agli spostamenti

Principi ed applicazioni del metodo degli elementi finiti. Formulazione base con approccio agli spostamenti Prncp d applcazon dl mtodo dgl lmnt fnt Formulazon bas con approcco agl spostamnt PRINCIPIO DEI LAVORI VIRTALI Data una crta statca: sforz σ j, forz d volum F forz d suprfc f j ; s dmostra ch mporr la

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

Parte 4 - Pag.1. Vision 2000 - obiettivi della revisione. Oltre la ISO 9000: Vision 2000. Vision 2000 - elementi innovativi

Parte 4 - Pag.1. Vision 2000 - obiettivi della revisione. Oltre la ISO 9000: Vision 2000. Vision 2000 - elementi innovativi Olr la ISO 9000: Vso 2000 G.Rass - 11 maggo 2001 1 Vso 2000 - obv dlla rvso Obv dlla rvso dlla ISO 9000: passar dalla culura dlla coformà dll vdz a qulla dl couo mgloramo, ral msurabl dal cl Il progo d

Dettagli

S O L U Z I O N I + 100

S O L U Z I O N I + 100 S O L U Z I O N I Nl 00 un farmaco vnva vnduto a 70 a) Nll pots ch ogn anno l przzo aumnt dl 3% rsptto all anno prcdnt quanto vrrbb a costar lo stsso farmaco nl 0? b) Supponamo ch l przzo dl farmaco nl

Dettagli

Ogni anno a Padenghe si ripete la magia!

Ogni anno a Padenghe si ripete la magia! Ogn anno a Padngh s rpt la maga! C ra una volta un pas ncantvol ch s spcchava nl lago. Ogn anno, pr poch gorn, nl pccolo pas avvnva una maga: l asfalto l slcato s coprvano d rba, l v lascavano posto a

Dettagli

Capgemini Italia Spa. Ingegneria del Software. Roma, 11 Dicembre 2009

Capgemini Italia Spa. Ingegneria del Software. Roma, 11 Dicembre 2009 Capgmn Ita Spa Inggnra dl Softwar Roma, 11 Dcmbr 2009 Soc Ntwork Gorfrnzato su Mobl Fzon Rzzar soc ntwork (tpo facbook o lnkn) n cu è possbl aggornar nl propro proflo propra poszon attu (tt longt) rndr

Dettagli

l f o e l M e s s i c o, m e n t r e a n o r d c o n f i La Florida è uno Stato federato

l f o e l M e s s i c o, m e n t r e a n o r d c o n f i La Florida è uno Stato federato FLORIDA TERRITORIO, CLIMA d E AMBIENTI l f l M s s i c, m n t r a n r d c n f i La Flrida è un Stat fdrat mridinal dgli Stati Uniti d'amrica..si stnd su buna part dlla pnisla d è bagnata ad vst dal Glf

Dettagli

( ) mentre: Se si fa l ipotesi SVEA cioè di inviluppo del campo lentamente variabile lungo z:

( ) mentre: Se si fa l ipotesi SVEA cioè di inviluppo del campo lentamente variabile lungo z: I B PROPGTION THOD (BP) ssga il cap i pr sudiar l vlui è cssari calclar il valr i quidi:. Si suppga ch il cap sia craic uidirial si prpaghi lla diri psiiva dll ass. Si par dall quai scalar dll d di Hlhl

Dettagli

LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE

LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE LE LINEE GUIDA PROGRAMMATICHE D AMBITO Uff Uff ATEM Cmu Cmu d d Vllfr Vllfr d d Vr Vr RIFERIMENTI NORMATIVI D.M.

Dettagli

Legge regionale 2 agosto 2013, n. 45

Legge regionale 2 agosto 2013, n. 45 Dzn n D Cnnz Cn c Lgg gn g 013 n. 45 Invn gn fnnz n fv fmg v n ffcà cn cn g c. bn Uffc n. 39 m 07.0.013 gg 45 v CONRIBUI gn fmg n c c cnbu fv fg nuv n cc n ff v 70000 g un num; c 3 cnbu fv fmg num (mn

Dettagli

SEGNALETICA LUMINOSA DA CANTIERE

SEGNALETICA LUMINOSA DA CANTIERE SN UNS NR V PR PR: -. 51 S PR PN P.. 5050 5040 PRS N PRZZ PR. 5041 1 N P V PR PR: - - - - - 1 - UR - - 1 N P PR N -SR PR -SR SRZN PR SUPR N 7 N U, N N PRN N NRRUR SRN + SP PR SSUZN R PR SUPR N 7 N U, N

Dettagli

Lezione 21 (BAG cap. 19) Regimi di cambio. Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia

Lezione 21 (BAG cap. 19) Regimi di cambio. Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Lzion 21 (BAG cap. 19) Rgimi di cambio Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsià di Pavia Il capiolo si occupa Aggiusamno nl mdio priodo d ffi di una svaluazion Crisi dl asso di cambio Tasso di

Dettagli

Osservatorio. sull Efficienza Energetica. Quarta Conferenza nazionale. sull Efficienza Energetica. Le FAMIGLIE e lo SMALL BUSINESS italiani

Osservatorio. sull Efficienza Energetica. Quarta Conferenza nazionale. sull Efficienza Energetica. Le FAMIGLIE e lo SMALL BUSINESS italiani Osservatorio sull Efficienza Energetica Le FAMIGLIE e lo SMALL BUSINESS italiani Quarta Conferenza nazionale sull Efficienza Energetica Roma, 21 e 22 novembre 2012 Palazzo Rospigliosi - Via XXIV Maggio

Dettagli

Appunti ed Esercizi di Fisica Tecnica e Macchine Termiche

Appunti ed Esercizi di Fisica Tecnica e Macchine Termiche Appun d Esrz d Fsa Tna Mahn Trmh Cap.. Sambaor d alor Nola Forgon Paolo D Maro Vrson 0.03 0.05.0. La prsn dspnsa è rdaa ad slusvo uso ddao dgl allv d Dplom Unvrsar dl sor ndusral dll Unvrsà dgl Sud d Psa.

Dettagli

ANMDO Sezione Regionale Piemonte e Valle d Aosta

ANMDO Sezione Regionale Piemonte e Valle d Aosta ANMDO Pmn Vall d Asa Gvnanc clnc Asssnzal Dzn Sanaa Bzza Dcumnal ad us nn Ob 2008 Sga Scnfca Rgnal ANMDO Szn Rgnal Pmn Vall d Asa GOVERNANCE CLINICO ASSISTENZIALE E DIREZIONE SANITARIA ANALISI, MODELLI

Dettagli

Autoinduzione. 4 L: coefficiente di autoinduzione o. 4 r. Un circuito percorso da corrente genera un B (legge di Ampere-Laplace):

Autoinduzione. 4 L: coefficiente di autoinduzione o. 4 r. Un circuito percorso da corrente genera un B (legge di Ampere-Laplace): S ds u r Autonduzon Un crcuto prcorso da corrnt gnra un B (lgg d Ampr-aplac): ds ur B 4 r Produc un flusso attravrso l crcuto stsso (così com attravrso una ualunu S ch abba com contorno) nds r 4 : coffcnt

Dettagli

Lezione 3. F. Previdi - Automatica - Lez. 3 1

Lezione 3. F. Previdi - Automatica - Lez. 3 1 Lzon 3. Movmno Equlbro F. Prv - Auomaca - Lz. 3 1 Schma lla lzon 1. Movmno ll usca un ssma LTI SISO. Movmno lbro movmno forzao 3. Equlbro un ssma LTI SISO 4. Guaagno saco un ssma LTI SISO F. Prv - Auomaca

Dettagli

IDEA PROGETTO I GIOVANI E LA VELA. t t S e l e. R e g i o n e. L a z i o D i r e z i o n e. R e g i o n a l e. F o r m a z i o n e.

IDEA PROGETTO I GIOVANI E LA VELA. t t S e l e. R e g i o n e. L a z i o D i r e z i o n e. R e g i o n a l e. F o r m a z i o n e. Fdrazn Italana Vla Va Vtrchan, 113 00189 Rma Tl. +39 06 33220441 Fax +39 06 3337203 v-zna@fdrvla.t www.fdrvla.t C.F. 95003780103 t t S l R g n L a z D r z n R g n a l F r m a z n P r f s s IDEA PROGETTO

Dettagli

4. La progettazione concettuale

4. La progettazione concettuale 4. La prgttazin cncttual 4.4 Esmpi 1. intrduzin alla prgttazin di basi di dati 2. mdll Entità-Rlazin 3. tdlgia pr la prgttazin cncttual 4. smpi ciascun, vgliam ricrdar, cg, di, s è,, nl cas l sia, il nur

Dettagli

Norma UNI EN ISO 13788

Norma UNI EN ISO 13788 UNI EN ISO 13788 (2003: PRESTAZIONE IGROTERMICA DEI COMPONENTI E DEGLI ELEMENTI PER EDILIZIA TEMPERATURA SUPERFICIALE INTERNA PER EVITARE L'UMIDITA' SUPERFICIALE CRITICA E CONDENSAZIONE INTERSTIZIALE METODO

Dettagli

a) Resistenza bleeder Rb (per garantire il funzionamento continuo)

a) Resistenza bleeder Rb (per garantire il funzionamento continuo) Prgtt d cnvrttr push-pull pcfch: 36-7 V (applc. Tlcm) V, 0 A (uscta slata) Prcsn: statca %, dnamca 5% rchd d garantr l funznamnt cntnu clt prgttual: frqunza d cmmutazn fs50 khz wtch: Msft Frqunza d uscta

Dettagli

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1 Schd Prdtt Prstit Prsn Agnti Mtri Lugli 2009 Mrkting Dprtmnt (Vr. 1 PP 07/2009) 1 INDICE Prdtt Prfil Richidnt Prfil d Età Richidnt Ctgri Finnzibili Richidnt Ctgri nn Finnzibili Evntu Cbbligzin Dcumntzin

Dettagli

2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione.

2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione. D.M. 21-5-2001 n. 308 Rgolamno concnn «Rqus mnm suual oganzzav p l'auozzazon all'sczo d svz dll suu a cclo sdnzal smsdnzal, a noma dll'acolo 11 dlla L. 8 novmb 2000, n. 328». Pubblcao nlla Gazz. Uff. 28

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PARITARIA AD INDIRIZZO EUROPEO M. MONTESSORI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

SCUOLA PRIMARIA PARITARIA AD INDIRIZZO EUROPEO M. MONTESSORI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA AD INDIRIZZO EUROPEO M. MONTESSORI Va Mglara 7 10143 Trn Tlfn 011/4375686 - Fax 011/4734496 www.sculamntssr.t - E-mal nf@sculamntssr.t PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Ann Sclastc

Dettagli

Aspettative. In questa lezione: Discutiamo di previsioni sulle variabili future, e di aspettative. Definiamo tassi di interesse nominale e reale.

Aspettative. In questa lezione: Discutiamo di previsioni sulle variabili future, e di aspettative. Definiamo tassi di interesse nominale e reale. Aspaiv In qusa lzion: Discuiamo di prvisioni sull variabili fuur, di aspaiv. Dfiniamo assi di inrss nominal ral. Ridfiniamo lo schma IS-LM con inflazion. 198 Imporanza dll Aspaiv L dcisioni rlaiv a consumo

Dettagli

IL QUADRO DI RIFERIMENTO NORMATIVO LA DIRETTIVA COMUNITARIA 2002/96

IL QUADRO DI RIFERIMENTO NORMATIVO LA DIRETTIVA COMUNITARIA 2002/96 QUDR D RFRMN NRMV DRV MUNR 2002/96 MB D PPZN R D U G 1, PURH NN R D PR D R P D PPRHUR H NN RNRN N UDD GR. U NH PPRHUR NN U D URZZ, RM, MR B DN FN PFMN MR. FZN 10 GR (NN D PRD) 1. GRND RDM 2. P RDM 3. PPRHUR

Dettagli

RP RESEARCH & PROJECTS s.r.l.

RP RESEARCH & PROJECTS s.r.l. RP RESEARCH & PROJECTS s.r.l. Nuna mprsa pur mnma ch sa può avr cmncamnt fn snza qust tr cs, cè: snza ptr, snza sapr, snza cn amr vlr. Dal Brv dll Art d Pttr d Sna ; XIII Scl INDICE Aznda CFD Prv d labratr

Dettagli

CORSO GARIBALDI. Dall Expo 1906. All Expo 2015 LA FONTE LE ANNATE CONSIDERATE LE ANNATE CONSIDERATE

CORSO GARIBALDI. Dall Expo 1906. All Expo 2015 LA FONTE LE ANNATE CONSIDERATE LE ANNATE CONSIDERATE LA SCUOLA MEDIA DEL QUARTIERE PER IL QUARTIERE g nn S Sn I g ICS Mn Sg, Mn E - A.S. - Sn (M Pn) A zzzn nn gn nn: Cn P, C Mn, G P, L Lnz, Lzz C, Mngn M, Mzz G, Mn C N, R An, Sn P, Sg Lnz, T N, Vnzn S. A

Dettagli

LE NUOVE SCUOLE NEL GIARDINO POZZATI

LE NUOVE SCUOLE NEL GIARDINO POZZATI COMUNE DI BOLOGNA Sttr Lavri Pubblici Quartir Rn LE NUOVE SCUOLE NEL GIARDINO POZZATI LABORATORIO PARTECIPATO PROGETTIAMO INSIEME IL QUARTIERE Assmbla pubblica cnclusiva Prsntazin risultati finali dl Labratri

Dettagli

DAL LICEO ALL UNIVERSITA LE SCELTE E LE OPZIONI PROFESSIONALI I DATI DAL 2001 AL 2011

DAL LICEO ALL UNIVERSITA LE SCELTE E LE OPZIONI PROFESSIONALI I DATI DAL 2001 AL 2011 DAL LICEO ALL UNIVERSITA LE SCELTE E LE OPZIONI PROFESSIONALI I DATI DAL 2001 AL 2011 Ar d scrzon 70 2001 60 50 2003 40 30 20 2004 10 0 Altro Ara MEDICO-FARMAC.- PSICOLOGICA Ara SCIENTIFICA Ara SOCIALE

Dettagli

Automatic. Il sistema. Tecnologia e Design. Accensione programmata ad orario. Temperatura cottura controllata Professionalità a casa tua

Automatic. Il sistema. Tecnologia e Design. Accensione programmata ad orario. Temperatura cottura controllata Professionalità a casa tua DELUXE N vrs b m u P & Lg Dux pr rdr u fr d ur pr d u rrdm. L pps ssm d bz rd d pr ssr ss. Pr sì ur s p mdà pr u. d Vrs O CASS IN L. 73,5 P. 90 H. 99,5 55 x 100 L. 84 P. 112,5 H. 99,5 Tg Dsg Grz uv brur

Dettagli

Bravi in tutto! La collana per imparare divertendosi! La soluzione per diventare... Edizioni del Quadrifoglio. RCS Libri S.p.A. Divisione Education

Bravi in tutto! La collana per imparare divertendosi! La soluzione per diventare... Edizioni del Quadrifoglio. RCS Libri S.p.A. Divisione Education .B IT.. TTO U N T VI I BRA La cllana pr imparar divrtndsi!.b IT.. TTO U N T VI I BRA La sluzin pr divntar... Bravi in tutt! RCS Libri S.p.A. Divisin Educatin Via Rizzli, 8 20132 Milan www.fabbriscula.it

Dettagli

CARNET DEI SERVIZI DEDICATI AL SOCIO. Pronti ad aiutarti!

CARNET DEI SERVIZI DEDICATI AL SOCIO. Pronti ad aiutarti! CARNET DEI SERVIZI DEDICATI AL SOCIO Pr d ur! A Pccl vgg d grd! www.crmprs.cm S vu rsprmr FINO A! 3000/ANNO lf sub ll 0432 54 62 58 Prd dsrbu dllʼe Eurp dl Lvr dllʼimprs FVG cllbrz c Assmcrmprs. INFORMAZIONI

Dettagli

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) Data: 21 luglio 2015

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) Data: 21 luglio 2015 1 WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) D: 21 lugl 2015 Gupp d lv: Lz Old P Fd Fl Slv Sfll (ECUBA S..l.) (ECUBA S..l.) (Rg FVG) 2 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE Cmu d: VERZEGNIS A d fm dl bl

Dettagli

CAPITOLO 7 COMPRESSIBILITÀ E CONSOLIDAZIONE EDOMETRICA

CAPITOLO 7 COMPRESSIBILITÀ E CONSOLIDAZIONE EDOMETRICA CAPITOLO 7 La risulan dll dfrmazini ricali ch si manifsan in un rrn è cmunmn indicaa cn il rmin cdimn di al grandzza, nlla praica inggnrisica, inrssa di sli cnscr sia l nià sia l luzin nl mp. I principali

Dettagli

II Prefetto della Provincia di Pisa

II Prefetto della Provincia di Pisa II Pf dll Pvc d Ps Vs l lgg 10 gs 2002. 168 d cvs dl D.L. 20 gug 2002. 121 c -- Dspsz ug p g l scuzz ll cclz sdl" ch ll. 4 sblsc ch sull sd d cu ll'. 2 cmm 2 l D dl.d.s. vv su sgl d ss dvdu c pps pvvdm

Dettagli

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) Data: 21 luglio 2015

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) Data: 21 luglio 2015 1 WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) D: 21 lugl 2015 Gupp d lv: Lz Old P Fd Fl Slv Sfll (ECUBA S..l.) (ECUBA S..l.) (Rg FVG) 2 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE Cmu d: CAVAZZO CARNICO

Dettagli

Stati di equilibrio stabile

Stati di equilibrio stabile Stati di quilibri stabil 1) nctti di bas 2) Prim principi dlla trmdinamica 3) Scnd principi dlla trmdinamica 4) STATI DI EQUIIBRIO STABIE 5) Diagramma nrgia-ntrpia 6) avr, nn-lavr calr 7) Macchin trmich

Dettagli

PIANO DI LAVORO. Verranno prefissati come obbiettivi disciplinari per la seconda classe i seguenti argomenti: DIRITTO ED ECONOMIA PROF.

PIANO DI LAVORO. Verranno prefissati come obbiettivi disciplinari per la seconda classe i seguenti argomenti: DIRITTO ED ECONOMIA PROF. Lc Scnfc "Brrnd Russll" V G, 16-20162 Mln - Tl 026430051/2 - Fx 026437132 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DI LAVORO Mr d nsgnmn: Dcn: CLASSE DIRITTO ED ECONOMIA PROF. FABIO TRAPASSO 2 BSU 1. OBIETTIVI

Dettagli

Il Progress Test nei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie

Il Progress Test nei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie Il Pgss Tst n Cs d Lu dll Pfssn Snt Pl Pllstn (Psdnt C.d.L. n Fstp) Luc Btzz (Cdnt C.d.L. n Fstp) Unvstà d Blgn 1 Pgss Tst Infm Fstpst PROFESSIONI CHE HANNO PARTECIPATO Osttch (ch hnn sgut un pcdu plll)

Dettagli

Il ruolo delle aspettative in economia

Il ruolo delle aspettative in economia Capiolo XV. Il ruolo dll aspaiv in conomia . Tassi di inrss nominali rali Il asso di inrss in rmini di mona è chiamao asso di inrss nominal. Il asso di inrss sprsso in rmini di bni è chiamao asso di inrss

Dettagli

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI DANIELE GIANNINI Frsco com un fior sboccia nl primo giorno primavra Il gol Danil D Rossi al Brasil ha s gnato simbolicamnt la fin dll invrno Il risvglio dlla natura qullo dlla Nazional stava prdndo immritatamnt

Dettagli

TERRA E AMBIENTE PARTE A

TERRA E AMBIENTE PARTE A TERRA E AMBIENTE PARTE A Isu d prvsa affrnza Isu pr l'ambn Marn Csr Isu d Blga Agrambnal Frsal Isu pr la Dnamca d Prcss Ambna Isu d Glga Ambnal Gnggnra Isu d Gscnz Grsrs Isu sull'inqunamn Amsfrc Isu d

Dettagli

5, 99 0, 95 1, 99. dal 3al 18 Maggio. dal 8 al 25 Maggio. Offerte valide. Offerte valide. DASH Liquido Lavatrice 24 DOSI X 2 PEZZI Actilift.

5, 99 0, 95 1, 99. dal 3al 18 Maggio. dal 8 al 25 Maggio. Offerte valide. Offerte valide. DASH Liquido Lavatrice 24 DOSI X 2 PEZZI Actilift. DASH Lqud Lv 24 DOSI X 2 PEZZI Af Imbb d m Bu In C FELCE AZZURRA Ammbdn 3 L Off vd Off vd d 3 d 25 NELSEN P L www.pn. Pzz! ndb n P d f! BIONSEN Shmp 250 m 9 d. BIONSEN D 250 m A BREEZE Ddn Squz 250 m Um

Dettagli

Celebrity Nails. Celebrity Nails. Facili da usare...veloci da applicare...risultati naturali... Solo due e...fa tutto!!!

Celebrity Nails. Celebrity Nails. Facili da usare...veloci da applicare...risultati naturali... Solo due e...fa tutto!!! Gammacsmiciia srl Gammacsmiciia srl Labrari i Pruzin na Labrari i Pruzin na Prsna Nvia Prsna Nvia Clbriy Nails Clbriy Nails Mnpri Gl furni Mnpri Gl furni Disribui a: Facili a usarvlci a applicarrisulai

Dettagli

Bando Trasferimenti da altra sede e passaggi di corso di studio - A.A. 2015-16

Bando Trasferimenti da altra sede e passaggi di corso di studio - A.A. 2015-16 C Cr Sr rrr su 1 B rsr lr s pssgg rs su -.. 2015-16 Sr S l u l prvu sru (r. 5 l B) r. 1 l B sbls h pss prpr l su b slusv: ) gl su prv lr s h h l srz u rs su ll sss lss qull u s sr, qul ur h, ll s u prvg,

Dettagli

OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con delibera di Giunta Comunale n. 428 dell 11/12/2012) Responsabile Filippo Toscano

OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con delibera di Giunta Comunale n. 428 dell 11/12/2012) Responsabile Filippo Toscano OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con dlbra d Gunta Comunal n. 428 dll 11/12/2012) Rsponsa Flppo Dscrz Az / Isttuz Agnza pr la famgla Isttuz dll Agnza pr la famgla 01/01/12 31/12/12 Obttvo

Dettagli

Listino PC gennaio 2014

Listino PC gennaio 2014 : Dispnibilià limiaa Lisin PC gnnai 2014 DESCRIZIOE Przz OTA: l unià cn Win8 (anch qull cn Win7 prcarica licnza Win8 Win8.1) includn una licnza Offic "TRIAL", valida 30 girni. Cabin Micrwr, chips Inl H61,

Dettagli

Giornata di studi UNIVERSITA DEGLI STUDI LINK CAMPUS UNIVERSITY. ROMA Via Nomentana, SETTEMBRE 2013 ore 08.30/19.30

Giornata di studi UNIVERSITA DEGLI STUDI LINK CAMPUS UNIVERSITY. ROMA Via Nomentana, SETTEMBRE 2013 ore 08.30/19.30 LS Vè nv G n S u L nv n nm pu n L p à mm n f u u p nm à, Cm C uz n, h mvnn,p Rm C z n S n Ann S m n L u C n u u ì C C m ò n n m pu L v uz n n m n m nn D num m p p n p nf m p S P : 6 8 m : @un nk Un v à

Dettagli

} Associazioni, scuole, gruppi e singoli partecipanti

} Associazioni, scuole, gruppi e singoli partecipanti v f S N d 5 0 2 s s C F f 38 } Assz, su, grupp sg prp 43 } Ngz dr 5586 } V r rm FB 2848 } V r rm r 7987 } VOTI TOTALI 448 } V u S Su M r M 55 Cr 65 b F 20 T 8 M } R d N Su S Mr Igrd -Bmb d 3, 4 5. -P.

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione urà Nl crru Rpr dgl dll vgl d uffc ffu dll urà u dll dlbr 3/1 ugl E Prc Nl Prm C dlbr. 3/1, l urà h rch gl rgm dpd d lu (), lr ruur c fu lgh (d gu l ), u pr l pubblch mmr gl d cu ll r. 11, cmm 1, lr, dl

Dettagli

App.Cap.II: Dettagli e sviluppi per il capitolo 2. App.Cap.II-1: Risposta di un sistema del primo ordine con ingresso a impulso.

App.Cap.II: Dettagli e sviluppi per il capitolo 2. App.Cap.II-1: Risposta di un sistema del primo ordine con ingresso a impulso. SCPC n C.II.C.II: Dgl svlu r l olo.c.ii-: sos un ssm l rmo orn on ngrsso mulso. () () δ () Pr l soluon onvn suvr l ss m n u r rsolvr u vrs E.D.O. Pr

Dettagli

Listino PERSONAL COMPUTER febbraio 2010

Listino PERSONAL COMPUTER febbraio 2010 DESCRIZIOE Przz Un Cabin Micrwr, chips VIDIA MCP73-PV, 2 sls pr RAM [DDR2 RAM fin a 4 GB], funzinalià grafich d audi ingra, 2 allggiamni da 3.5" inrni pr HD, 2 allggiamni da 5.25" srni, schda di r 10/100/1000

Dettagli

ELENCO RIEPILOGATIVO DELLE CESSIONI INTRACOMUNITARIE DI BENI E DEI SERVIZI RESI

ELENCO RIEPILOGATIVO DELLE CESSIONI INTRACOMUNITARIE DI BENI E DEI SERVIZI RESI LNC LATV DLL CSSN NTACMUNTA D BN D SVZ S Mod. NTA-1 DCTA LNC D D FMNT MS ANN 20 TMST ANN 20 L NFMAZN DLL SZN 1 e/o 3 SN DA FS A (Barrare la casella): SL 1 MS DL TMST 1 2 MS DL TMST 3 TMST CMLT NUM D FMNT

Dettagli

Eriberto de Munari Referente per la qualità dell aria ARPA Emilia-Romagna

Eriberto de Munari Referente per la qualità dell aria ARPA Emilia-Romagna Convgno Nazonal LA MOBILITA SOSTENIBILE NELLE AREE URBANE Vnrdì 30 novmbr 007 Padova Caffè Pdrocch, Sala Ross Inquamnto atmosfrco poltch dll ara Panura Padana Erbrto d Munar Rfrnt pr la qualtà dll ara

Dettagli

'.:1-t':;;: 3 aprile. tf,*bqè 1726I.; -"'..--"'l'- nato a siena. _-- r'1i ottobre -.--;-- - ,ilr*{rrh. G!(t0u6I(tlT+z fr. ,rrl*d;

'.:1-t':;;: 3 aprile. tf,*bqè 1726I.; -'..--'l'- nato a siena. _-- r'1i ottobre -.--;-- - ,ilr*{rrh. G!(t0u6I(tlT+z fr. ,rrl*d; 9.2. *@,b9".! -41.2,2-.,%-. L # \ ' '.1-t';; 'f nn m lnv"".,t.,,ràt#*t+-ér", rtts{*ct d1 ms d Gnn.,s (l n rr) n Sn,.tr sttscrtt Sgnr -c) r-) Brcf ORENZO nt Sn 3 prl t-t' \ 1V; tf,*bqè rsdnt, Vl V.Vnt,

Dettagli

Esercitazioni di Elettrotecnica: circuiti in regime stazionario

Esercitazioni di Elettrotecnica: circuiti in regime stazionario Maffucc: rcut n rgm stazonaro r- Unrstà dgl Stud d assno srctazon d lttrotcnca: crcut n rgm stazonaro ntono Maffucc r sttmbr Maffucc: rcut n rgm stazonaro r- Sr paralllo parttor S alcolar la rsstnza qualnt

Dettagli

IL FURTO DEL DIAMANTE GIGANTE

IL FURTO DEL DIAMANTE GIGANTE IL FUT DEL DIMNTE GIGNTE T d Grm S Crdm d Ib Smrg Crdm dr d rz ur Edg d dr r Drr: Ip Bru Cpr d br h (dg) dr Cv (r) Grph Dgr: dr Cv / hwrdfdt Iurz pg z f: br h (dg) E Buf MD5 (dg pg.123), Sud rpà dr Cv

Dettagli

legenda COMMITTENTE: Scala 1:5.000

legenda COMMITTENTE: Scala 1:5.000 l Arftgrmmtrc lgnd TTT: Scl :. rs d'cqu rtcl drc prncpl rltv fsc d rsptt Prc gnl Vll Tcn TTA' AAS Ar d rsptt d crs d'cqu d ntr nturlstc (. /) prs Ar gugn 99 AAZ AT TTA (rtgrf- Arftgrmmtr- Tpgrf- nch t

Dettagli

-25% BellaVita. Benessere e leggerezza Wellbeing and light

-25% BellaVita. Benessere e leggerezza Wellbeing and light Bssr rzz Wb d h BV Lz S d Prm Lrzz Ad cu d pr A bss cu d rss s r u 161 675 kj 3.0 Cu d sd Sdum c Lrzz Gus u! Fvur fr! Qud vu, dv vu! Wh yu w, whr yu w! N Ls Lcs fr N Gu, r Gu fr, r fr Prcà Prcc Bssr Wb

Dettagli

INTEGRATORE INVERTENTE E INTEGRATORE INVERTENTE REALE

INTEGRATORE INVERTENTE E INTEGRATORE INVERTENTE REALE INEGAOE INEENE E INEGAOE INEENE EALE E un crcu ch rnsc n usca un sgnal prprznal all ngral dl sgnal d ngrss. Pr nr la unzn d usca s srua l qupnzalà dgl ngrss ch gl ngrss nn assrbn crrn. Pr l qupnzalà dgl

Dettagli

ITALIA REPUBBLICA Francobolli nuovi

ITALIA REPUBBLICA Francobolli nuovi ITALIA REPUBBLICA Fnll nuv n 113 A pt l l 6 6 ntsm ntsm Gnt Gnt ll ll fltl fltl l 8, l l 8, t vl l t pstl vl tln pstl sn mht u. Qull lfnum pp ll z stt qull ll Pst stt Itln. qull Qust ll llzn Pst Itln..Qust

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

A.A Ingegneria Gestionale 2 appello del 11 Luglio 2016 Soluzioni - Esame completo

A.A Ingegneria Gestionale 2 appello del 11 Luglio 2016 Soluzioni - Esame completo FISI.. 5-6 Igg Gsl ppll dl Lugl 6 Sluz - s pl. U h d s p l d u D su d du l plll DL gu d u sz d gg 5 l sgu sg: l h, l ll vlà ss vk/h, l pù d pssl dlz d dul 9/s p ps l uv u vlà s d h s l d L v dll g l sl

Dettagli

VectorWorks. Differenze fra la versione International e la versione in italiano

VectorWorks. Differenze fra la versione International e la versione in italiano 7150 Rvw Dv, Club, MD 21046 Tlf: 410.290.5114 Fx: 410.290.8050 www.s. VWs è u Ns N Dsbu slusv l Il: VWs Dffz f l vs Il l vs l vs l, è suu lu, s u uz ll vs Il, è lu ls, u vs s l z ( s u) l l us ù sl uv.

Dettagli

Ing. Fabrizio Fioravanti, Ph.D. Ing. Marius Spinu, Ph.D. ... Javascript. Settembre 2001

Ing. Fabrizio Fioravanti, Ph.D. Ing. Marius Spinu, Ph.D. ... Javascript. Settembre 2001 . Ing. Fbrz Frvn, Ph.D. Ing. Mrus Spnu, Ph.D........... Jvscrp Smbr 2001 1. JAVASCRIPT: LE ORIGINI... 4 JAVASCRIPT E JSCRIPT... 4 2. ASPETTI E CARATTERISTICHE GENERALI... 6 VANTAGGI E SVANTAGGI... 7 LE

Dettagli

LA DOMANDA DI TRASPORTO CARATTERIZZAZIONE E MODELLI (Capitolo 2)

LA DOMANDA DI TRASPORTO CARATTERIZZAZIONE E MODELLI (Capitolo 2) Fcolà d Inggnr - Unvrsà d Bologn nno ccdmco: 00/ TECNIC ED ECONOMI DEI TSPOTI Docn: Mrno Lup L DOMND DI TSPOTO CTTEIZZZIONE E MODELLI (Cpolo Modll d domnd - Modllo d domnd dscrvo (o non compormnl: non

Dettagli

www.superleagueformula.com

www.superleagueformula.com Dal sit www.wikipdia.it Suprlagu Frmula Da Wikipdia, l'nciclpdia libra. Suprlagu Frmula Catgria Nazin autmbilism Intrnazinal Prima dizin 2008 Mtri Pnumatici Pilta campin (2010) Squadra campin (2010) Sit

Dettagli

Spettro di densità di potenza e rumore termico

Spettro di densità di potenza e rumore termico Spro di dnsià di ponza rumor rmico lcomunicazioni pr l rospazio. Lombardo DI, Univ. di Roma La Sapinza Spro di dnsià di onza- roprià sprali: rasormaa di Fourir RSFORM DI FOURIR NI-RSFORM DI FOURIR S s

Dettagli

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA CITTÀ DI ALESSANDRIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PIAZZA DELLA LIBERTÀ n. 1 MAGAZZINO EX VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA FILE: procdura

Dettagli

Regole e modelli per l attivazione e la gestione del registro di emergenza

Regole e modelli per l attivazione e la gestione del registro di emergenza ALLEGATO 6 al Manual pr la Gstin dl Prtcll infrmatic, di Flussi dcumntali dgli Archivi Rgl mdlli pr l attivazin la gstin dl rgistr di mrgnza 7 Rgl mdlli pr l attivazin la gstin dl rgistr di mrgnza Nl cas

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Semifreddo di biscotti al doppio cioccolato

Semifreddo di biscotti al doppio cioccolato Semfredd d b l dpp l Vgl d dle, men vgl d endere l frn? Beh llr ngl l re d que emfredd d b l l he m h whpp un m m! Grze Alby per l re gle n pen l m del m blg emple, vele e gu! V e p! INGREDIENTI 1. Un

Dettagli

Errore standard di misurazione. Calcolare l intervallo del punteggio vero

Errore standard di misurazione. Calcolare l intervallo del punteggio vero Error sandard di misurazion Calcolar l inrvallo dl punggio vro Problmi di prcision La prsnza noa dll rror di misura rnd incro il significao dl punggio onuo. L andibilià dl s ci informa di quano rror di

Dettagli

Polarizzazione del BJT

Polarizzazione del BJT Plazzazn dl BJT Il ccut d plazzazn, ccut D, p mp l punt d la dl BJT quand l gnal n ng è null P un BJT utlzzat cm amplfcat, p l punt d la è al cnt dlla gn atta Il ccut D d gaant l pù pl : - la taltà dl

Dettagli

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014 V l Bgl! g bb g v 213/214 2 g bb g v 213/214 BBNMN P BUNM UÀ 1.25 BUNM LL 1.5 BUNM P BUN B F BUN P 7 42 28 8 21 PXYZ BUN P v B PLNM 38 225 14 8 21 F N LL 23 145 125 8 21 G H L M N Q GN P N NN.GV. NN UN

Dettagli

smart BRABUS tailor made >> Dall originale al pezzo unico.

smart BRABUS tailor made >> Dall originale al pezzo unico. smr BRABUS r md >> D rgn pzz nc. smr BRABUS r md 02 03 d n Q n v d d h c c p s. à n s r p Un smr frw è smpr spc. E cn smr BRABUS r md dvn nch nc. Cr smr frw prsn nc n chr sgn fvr d prsnzzzn n cà. N pgn

Dettagli

1. Variabili casuali continue e trasformazioni di variabili casuali...3. 2. La variabile casuale normale... 14

1. Variabili casuali continue e trasformazioni di variabili casuali...3. 2. La variabile casuale normale... 14 ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ PARTE II Rccardo Borgon Elna Colcno Pro Quao Sara Sala INDICE. Varabl casual connu rasformazon d varabl casual....3. La varabl casual normal... 4 3. Funzon gnrarc

Dettagli

EFFETTI DELLA COMPRESSIBILITA SULLA GESTIONE DI UNA DISCARICA PER RIFIUTI URBANI

EFFETTI DELLA COMPRESSIBILITA SULLA GESTIONE DI UNA DISCARICA PER RIFIUTI URBANI EFFETTI DELLA COMPRESSIBILITA SULLA GESTIOE DI UA DISCARICA PER RIFIUTI URBAI Gabrl D Rull Door Inggnr Dparmno DICEA d Inggnra Cvl prsso la faolà d Inggnra dll Unvrsà dgl Sud d Frnz. Pro Srn Profssor ordnaro

Dettagli