CARTA DEI SERVIZI Struttura Complessa CLINICA MEDICA. Strada di Fiume Trieste

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI Struttura Complessa CLINICA MEDICA. Strada di Fiume 447 34149 Trieste www.aots.sanita.fvg.it"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI Struttura Complessa CLINICA MEDICA Strada di Fiume Trieste

2 Struttura Complessa CLINICA MEDICA OSPEDALE DI CATTINARA 6 e 7 PIANO TORRE MEDICA Tutto il personale dell Azienda, nel formularle i migliori auguri per una rapida guarigione, desidera rassicurarla che ogni sforzo sarà fatto per fornirle la migliore assistenza possibile per la Sua malattia. Comprendiamo che questo momento è per lei spiacevole, ma non Le verranno a mancare né la nostra solidarietà né la comprensione per questa Sua particolare situazione. In questo opuscolo troverà alcune informazioni utili sul Reparto che la ospiterà, ed altre, più generali, sui servizi offerti dall Azienda Ospedaliera. 2

3 DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA di MEDICINA INTERNA Direttore: prof. Claudio Tiribelli Struttura Complessa CLINICA MEDICA Direttore: prof. Gianni Biolo Tel.: ; Fax: mail: Coordinatori Infermieristici: Makuc Evelyn e Cristan Nadia Tel: ; Fax: mail: NUMERI UTILI TELEFONO FAX SEGRETERIA piano DEGENZA DEGENZA piano piano DAY HOSPITAL piano AMBULATORIO Poliambulatorio St 84 AMBULATORIO Poliambulatorio St 83 STAFF MEDICO PERSONALE DEL REPARTO Altamura Nicola Barazzoni Rocco Casarsa Chiara Cattin Maria Rosa Comar Consuelo De Monte Ariella Fonda Maurizio Mearelli Filippo Panizon Emiliano Vinci Pierandrea Zanetti Michela Zorat Francesca 3

4 La Clinica Universitaria, nata nel 1971, è sede d insegnamento per Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia ed Infermieristica e per le Scuole di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza, Medicina Interna e Medicina dello Sport; è inoltre sede di attività di ricerca clinica sempre finalizzata al miglioramento della cura al paziente. L assistenza si svolge con attività di ricovero ordinario, day-hospital e ambulatorio. Il personale medico è formato da internisti in grado di dare un assistenza costantemente aggiornata in ogni branca della Medicina Interna, possiede specifiche competenze nei campi della trombosi, della nutrizione clinica (obesità, sindromi da malnutrizione e nutrizione artificiale), dell endocrinologia, delle malattie metaboliche, delle malattie vascolari, dell epatologia e della reumatologia. Queste ultime offerte assistenziali vengono erogate anche a livello ambulatoriale, tramite C.U.P o appuntamento telefonico. I pazienti sono accolti su invio del Pronto Soccorso oppure con appuntamento, sia in degenza ordinaria sia regime di day hospital. Posti letto: 77 Sono a disposizione dei pazienti stanze ad 1, 2, o 4 letti con bagni annessi, spazi ricreativi con soggiorni e telefono pubblico. Le diete sono personalizzate, se necessario, dalla Dietista della Clinica. Se lo vorrà, potrà usufruire di alcuni servizi comuni: al 5 piano: telefoni, distributori di cibo e beva nde; al 2 piano: bar, tavola calda, giornali che sono proposti in vendita quotidianamente anche in reparto. 4

5 STAFF del Comparto Due Coordinatori Infermieristici; Infermieri professionali; Infermieri generici; OTA - Operatori Tecnici dell Assistenza ; Ausiliari socio-sanitari. Alcuni operatori non dipendono dal Reparto: I fisioterapisti effettuano la riabilitazione; Il personale per il trasporto dei Pazienti verso la Radiologia ed altri Servizi; Il personale per le pulizie. Le caratteristiche didattiche della Clinica Universitaria richiedono anche la presenza di: studenti del Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, di Infermieristica e di Medici Specializzandi. In corsia potrete trovare anche dei volontari. 5

6 COME DISTINGUERE IL PERSONALE DAL COLORE DELLE DIVISE bianco medici, biologi, chimici, fisici, farmacisti,studenti di medicina e di infermieristica, medici specializzandi, volontari verde con colletto verde scuro coordinatori infermieristici verde infermieri giallo infermieri generici azzurro con il colletto bianco OTA, OSS (operatori tecnici addetti all assistenza) azzurro ausiliari celeste con il colletto bianco capotecnici celeste con il colletto blu fisioterapisti, logopedisti, ortottisti, terapisti occupazionali celeste tecnici (di radiologia, di laboratorio ) bianco con profilo sulla tasca arancio personale amministrativo 6

7 DURANTE LA DEGENZA L attività dei Medici e del Personale di assistenza sui pazienti è particolarmente intensa il mattino: per questo non sono consentite fuori orario le visite ai ricoverati. Se un paziente, durante il regolare periodo di visita, deve essere sottoposto a qualsiasi intervento medico-infermieristico, i Visitatori devono uscire dalla stanza di degenza per rispettare la privacy, come da normativa vigente. Ogni paziente ha diritto alla maggiore tranquillità possibile. Perciò è consentito solo un visitatore alla volta; inoltre si invita a parlare a bassa voce. L uso di radio e televisione è permesso solo se con auricolare. Si raccomanda di tenere con sé esclusivamente ciò che è strettamente indispensabile; in particolare nessun oggetto di valore, e solo piccole somme di denaro. Solo in caso di estrema necessità potrete rivolgervi al personale che provvederà alla custodia dei vostri valori. E consentito assumere esclusivamente i farmaci distribuiti dal Personale. Per ogni dubbio riguardante quest indicazione consultate il vostro Medico di Reparto. DURANTE LA DEGENZA È CONSENTITO USCIRE DALL OSPEDALE SOLO CON IL CONSENSO SCRITTO DEL MEDICO DEL REPARTO. CIBO, e BEVANDE, FUMO e FIORI. La prima colazione è usualmente servita verso le 9, il pranzo dalle alle e la cena dalle alle Possiamo offrire qualche possibilità di scelta nella Sua dieta, comunque sempre compatibilmente alle necessità dettate dalla Sua patologia. In casi particolari offriamo una dieta personalizzata dal Servizio di Dietologia ospedaliero e/o dalla dietista di Reparto. 7

8 Si possono portare cibi e bevande ai Pazienti solo dopo preventiva approvazione del Medico di Reparto. GLI ALCOLICI ED IL FUMO SONO DEL TUTTO BANDITI: FANNO MALE A TUTTI. Alcuni ricoverati possono essere allergici ai fiori e potrebbero esserne danneggiati: si prega di non accettarli. TELEFONI CELLULARI PER MOTIVI DI SICUREZZA I TELEFONI CELLULARI SONO VIETATI PERCHÈ POSSONO INTERFERIRE CON GLI STRUMENTI ELETTRONICI DI USO MEDICO. Se non potete alzarvi e volete comunicare all esterno, un telefono cordless è a vostra disposizione. Sul suo uso confidiamo nella Vostra discrezione. INFORMAZIONI SULLA SALUTE DEI RICOVERATI I medici possono fornire informazioni sulla salute dei ricoverati, secondo le modalità esposte nell atrio, solo dopo la preventiva autorizzazione del Paziente stesso. Se un Paziente è stato accolto fuori reparto per mancanza di posto-letto, prenotarsi in Segreteria ( ). In alcuni casi di reale necessità, le informazioni sono fornite anche il sabato e la domenica, comunque in dipendenza del carico di lavoro del medico di turno. 8 ALLA DIMISSIONE Il paziente riceverà una relazione scritta, destinata al Medico Curante, comprendente la diagnosi, i referti dei principali accertamenti eseguiti e i consigli per il proseguimento della cura. Se ve ne fosse la necessità, il paziente potrà essere dimesso e richiamato telefonicamente per proseguire il proprio percorso diagnostico/terapeutico.

9 Qualora il ricoverato desideri la copia della cartella, potrà farne richiesta al momento della dimissione; per tale servizio dovrà pagare un corrispettivo, proporzionale al numero delle pagine. Dopo la dimissione, per ottenerla dovrà invece rivolgersi direttamente al CUP di Cattinara. Se il Paziente non può raggiungere il domicilio con i suoi mezzi, dovrà segnalarlo per tempo al personale infermieristico che terrà conto di prenotare il trasporto con ambulanza. Questo servizio è a pagamento. SERVE ALTRO? Per il pubblico l orario della Segreteria, ubicata al 6 piano torre Medica (Torre Azzurra), è dalle ore 9.00 alle 12:30, da lunedì a venerdì. Se si desidera prendere contatto telefonicamente con un Medico, si prega di chiamare prima ore 8.00 alle 9.00 e dalle ore 12:30 alle 13:30, in modo da non interrompere la visita ai Pazienti. Il Direttore del reparto è a disposizione per altre informazioni e per ricevere proposte di miglioramento, segnalazioni o lamentele: prenotarsi di persona presso la Segreteria della Clinica telefonando allo DAY HOSPITAL Il Day-Hospital è dedicato ad effettuare accertamenti complessi senza la scomodità, per il Paziente, di una prolungata degenza in Ospedale. Usualmente è usato per alcune malattie internistiche, come quelle seguite nell ambulatorio di reparto; norme regionali specificano le modalità e l appropriatezza di questo tipo di ricovero. La richiesta deve essere normalmente compilata dal Medico Curante. Il ricovero va concordato con un Medico del Reparto, che potrà essere trovato allo

10 AMBULATORI Ambulatorio per la Sindrome Metabolica (Dott. Rocco Barazzoni, Dott.ssa Maria Rosa Cattin, Dott. Pierandrea Vinci) UBICAZIONE: Ospedale di Cattinara Palazzina Poli Ambulatori I piano stanza n 84 MODALITÀ DI ACCESSO: per appuntamento telefonando al numero dalle ore 8 alle ore 14 dal lunedì al venerdì. L ambulatorio Sindrome Metabolica è rivolto alla diagnosi e al trattamento dell obesità associata a complicanze (diabete, dislipidemia, ipertensione arteriosa) che aumentano in modo rilevante il rischio cardiovascolare. Sono eseguibili le seguenti prestazioni: visita ambulatoriale esami ematochimici elaborazione di piano dietetico personalizzato valutazione non-invasiva dello stress ossidativo (AGE-reader) valutazione non-invasiva dell'attività motoria giornaliera e della spesa energetica (Arm-band o contapassi) counseling nutrizionale (valutazione della motivazione al cambiamento e stesura di un patto terapeutico con obiettivi realistici condivisi) Ambulatorio Nutrizione Clinica e Nutrizione Artificiale UBICAZIONE: Ospedale di Cattinara Palazzina Poli Ambulatori I piano stanza n 84. MODALITÀ DI ACCESSO: per appuntamento telefonando al numero (da lunedì a venerdì, dalle 8 alle 13); tempo massimo di attesa 7 giorni; ambulatorio NAD: prenotazione telefonica al numero (da lunedì a venerdì, dalle 8 alle 13); tempo massimo di attesa 7 giorni. L ambulatorio è dedicato alla diagnosi e al trattamento della malnutrizione in difetto: sindromi da malassorbimento, problemi 10

11 nutrizionali legati a patologie con fabbisogni specifici (malattie renali, pancreatiche, epatiche, patologie neurologiche, disfagia, sindrome dell intestino corto). Inoltre la Clinica medica è sede del Team nutrizionale per la Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD) sia per quanto riguarda la modalità enterale (nutrizione artificiale per sonda) sia parenterale (nutrizione artificiale per vena); in collaborazione con l Azienda territoriale esegue le visite per il rilascio delle autorizzazioni all utilizzo dei supplementi orali. Ambulatorio Obesità (prof. Gianni Biolo) UBICAZIONE: Ospedale di Cattinara Palazzina Poli Ambulatori I piano stanza n 84. MODALITÀ DI ACCESSO: per prenotazione attraverso gli sportelli CUP; tempo massimo di attesa 20 giorni. L ambulatorio è dedicato all inquadramento diagnostico e terapeutico dell obesità (Indice di Massa Corporea superiore a 30 kg/m 2 ) e delle sue complicanze. Per quanto riguarda l aspetto diagnostico è possibile la valutazione del dispendio energetico (calorimetria indiretta), della composizione corporea (impedenzometria) e di alcuni aspetti metabolici particolari (ad esempio insulino-resistenza). Ambulatorio Patologia Trombo-Embolica UBICAZIONE: Ospedale di Cattinara, X piano della Torre Medica. MODALITÀ DI ACCESSO: per appuntamento telefonando al numero (da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 13); tempo massimo di attesa 7 giorni. L ambulatorio offre particolari competenze ai pazienti che abbiano sofferto di eventi trombotici (ictus cerebri, trombosi venose profonde, arteriopatie degli arti inferiori) ed ai loro famigliari con la finalità di identificare possibili forme ereditarie della patologia. Ambulatorio Epatologia (dott.ssa Francesca Zorat) UBICAZIONE: Ospedale di Cattinara Palazzina Poli Ambulatori 11

12 I piano stanza 84. MODALITÀ DI ACCESSO: tramite CUP o telefonando al numero dalle ore 8 alle ore 14 dal lunedì al venerdì. Tempo massimo di attesa 30 giorni. Il personale dell Ambulatorio Epatologico si prende carico e cura dei pazienti che siano affetti da malattia croniche di fegato; in particolare di: o epatite virali HCV e HBV correlate; o epatiti autoimmuni; o epatiti di natura metabolica ( steatosi, emacromatosi, alcool); o cirrosi epatica; o neoplasie primitive del fegato. L offerta è completa da alcune particolari prestazioni diagnosticoterapeutiche quali: biopsia epatica, chemio-embolizzazione intrarteriosa, paracentesi, salassi, ecc. Tali prestazioni possono essere eseguite in regime di ricovero ordinario e/o Day Hospital. Ambulatorio Reumatologia UBICAZIONE: Ospedale di Cattinara Palazzina Poli Ambulatori I piano stanza 84. MODALITÀ DI ACCESSO: tramite CUP o telefonando al numero dalle ore 8 alle ore 14 dal lunedì al venerdì. Tempo massimo di attesa 10 giorni. L ambulatorio reumatologico si occupa della diagnosi, terapia e follow-up dei pazienti con malattie immuno-reumatologiche, con particolare interesse rivolto alle connettiviti con eventuale impegno del sistema nervoso centrale e delle artriti croniche. Oltre alla visita reumatologica, presso l ambulatorio vengono erogate le seguenti prestazioni: somministrazione di farmaci per l artrite reumatoide, quella psoriasica e per le spondiloartriti sieronegative; infiltrazioni intra-articolari ed artrocentesi 12

13 Come utente dell Azienda Ospedaliero - Universitaria Ospedali Riuniti di Trieste Ha il Diritto di: FIDUCIA Ogni utente dell Azienda ha il diritto di essere trattato come un soggetto degno di fiducia. QUALITA L Azienda Ospedaliero Universitaria, Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione, ha come scopo lo svolgimento unitario e coordinato delle funzioni di assistenza, didattica e ricerca, in modo da migliorare il servizio pubblico di tutela della salute, accrescere la qualità dei processi formativi, sviluppare le conoscenze biomediche e l innovazione tecnologica, nella paritaria valorizzazione delle funzioni e delle attività del personale ospedaliero e del personale universitario. 13

14 L Azienda presta l assistenza sanitaria con continuità, professionalità, attenzione alla persona, garantendo l integrazione organizzativa e multidisciplinare; la comprensione ed il rispetto delle persone assistite e dei loro familiari. SICUREZZA Ogni utente ha il diritto alle prestazioni necessarie a tutela della sua salute, senza subire altri danni dovuti al malfunzionamento delle strutture o dei servizi. Al fine di garantire questo diritto, l Azienda s impegna a monitorare continuamente i fattori di rischio e a provvedere alla manutenzione continua delle strutture e dei dispositivi sanitari aziendali. Inoltre l Azienda si impegna a provvedere alla formazione continua degli operatori sanitari (Legge 23 Dicembre 2000, n. 338). PROTEZIONE Ogni utente, che per le sue condizioni di salute si trovi in una situazione di debolezza, ha diritto ad essere protetto ed assistito. Tale diritto di speciale protezione riguarda anche i bambini, che hanno bisogno di ricovero presso il nostro Ospedale. Gli Uffici preposti dell Azienda Ospedaliero-Universitaria custodiscono, con carattere di eccezionalità, solamente i beni dei pazienti ricoverati d urgenza e di quelli incapaci di assumersene la custodia. Si raccomanda agli utenti di non portare alcun tipo di valore (denaro, oggetti in oro, gioielli) durante il periodo di ricovero. NORMALITA Ogni utente ha il diritto a essere curato nelle strutture dell Azienda Ospedaliero-Universitaria, senza che siano alterate -oltre l indispensabile- le proprie abitudini, relazioni sociali e familiari. CERTEZZA Ogni utente ha il diritto alla certezza del trattamento sanitario senza subire le conseguenze di conflitti professionali o organizzativi o di favoritismi per la propria condizione economica e sociale. L Azienda ha il dovere di fissare i tempi di attesa entro i quali specifici servizi devono essere erogati, in conformità agli standard e riguardo al grado di urgenza del caso. Ogni utente che lo richieda ha il diritto di consultare le liste di attesa, nei limiti del rispetto della privacy. 14

15 PARTECIPAZIONE Ciascun utente, la sua famiglia, gli organi di tutela e di volontariato possono collaborare al miglioramento della qualità delle prestazioni sanitarie e alle attività dell Azienda Ospedaliero- Universitaria attraverso: le indagini di Audit Civico; le rilevazioni della qualità percepita; i gruppi misti di lavoro su problematiche specifiche; le segnalazioni ed i reclami. La partecipazione al processo di cura include anche il diritto del paziente a conoscere il proprio referente delle cure e a riconoscere la qualifica degli operatori che vi partecipano. DIFFERENZA Ogni utente ha diritto a ricevere trattamenti differenti secondo le proprie esigenze e il rispetto della propria individualità, senza alcuna discriminazione legata all età, al sesso, alla nazionalità, alla razza, alla lingua, alle opinioni politiche, al credo professato, alla cultura. L Azienda s impegna a soddisfare, per quanto possibile, le richieste di assistenza religiosa o spirituale, badando a prendere contatto con i diversi ministri di culto. TEMPO Ogni utente ha diritto al rispetto del suo tempo. Nel caso in cui i tempi concordati non possano essere rispettati, egli deve essere informato dell entità e dei motivi del ritardo. Nel caso in cui l Azienda non sia in grado di fornire i servizi nel tempo massimo predeterminato, deve garantire la possibilità di usufruire di servizi alternativi con qualità comparabile. RISERVATEZZA E CONFIDENZIALITA Ogni utente ha il diritto alla confidenzialità delle informazioni di carattere personale, incluse quelle che riguardano il suo stato di salute e le possibili procedure diagnostiche e/o terapeutiche cui deve essere sottoposto, così come al diritto alla protezione della sua privacy durante l esecuzione di esami diagnostici, visite specialistiche e trattamenti medico-chirurgici in generale. I professionisti dell Azienda Ospedaliero Universitaria s impegnano a fornire ai pazienti e ai loro famigliari, salvo in caso di manifesto dissenso, comunicazioni sia del ricovero sia delle condizioni di salute. Le informazioni aggiornate saranno fornite durante tutto il processo di cura e di ciò sarà data evidenza nella cartella clinica. La copia della documentazione clinica può essere richiesta dal titolare della cartella o da altra persona munita di documento del delegante 15

16 (o copia) o autocertificazione. La domanda per ottenere copia della cartella clinica può essere presentata: al momento della dimissione o nei giorni immediatamente successivi, (prima dell'invio della cartella all'archivio); va richiesta agli sportelli del CUP degli ospedali Maggiore e Cattinara. Dall 1/6/2005 le richieste di copia delle cartelle cliniche presentate al CUP potranno essere evase solo dopo pagamento anticipato della tariffa minima di 5.00, al momento del ritiro dovrà essere corrisposta la differenza. Si ricorda che il personale dell'archivio Cartelle Cliniche è in servizio dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore e può essere raggiunto al numero telefonico per informazioni, soprattutto se relative alle cartelle cliniche antecedenti al DIGNITA Ogni utente, a maggior ragione se portatore di malattie inguaribili, ha diritto al rispetto della dignità personale, soffrendo il meno possibile e ricevendo tutta l assistenza necessaria. L Ospedale riconosce e rispetta i bisogni del malato terminale in più modi: col trattamento dei sintomi primari e secondari, con la gestione del dolore, con la risposta alle esigenze emotive, religiose e culturali sia proprie sia dei suoi famigliari. IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE ED AL CONSENSO Ogni utente ha il diritto ad avere informazioni esaurienti, in tempi congrui, sulla propria diagnosi, terapia e prognosi. Questo a maggior ragione nel caso d interventi complessi che richiedono il suo esplicito consenso: il paziente ha diritto a dare o negare il proprio consenso alle terapie proposte o alle analisi. Durante la permanenza in Ospedale, come previsto dalla normativa vigente, gli è richiesto un consenso generico e uno specifico per ogni procedura invasiva e/o più complessa. In assenza della sottoscrizione del consenso informato, al medico è interdetta ogni attività di diagnosi e cura, ad eccezione dei casi previsti dalla legge e per le situazioni di urgente necessità per imminente pericolo di vita. L utente riceve un informazione chiara e completa sulle sperimentazioni cliniche e vi può aderire solo dopo aver firmato il relativo consenso informato. 16

17 INFORMAZIONE E DOCUMENTAZIONE SANITARIA. I medici e gli operatori sanitari garantiscono un informazione chiara, semplice, essenziale, completa e comprensibile alla persona assistita. L utente ha diritto a partecipare all elaborazione del piano di cura, a essere informato su come la malattia potrà incidere sulla sua qualità della vita e sui rimedi terapeutici e assistenziali atti ad eliminare o a ridurre gli stati di sofferenza e dolore. La Cartella Clinica dovrà essere chiara, leggibile e completa di tutte le informazioni riguardanti diagnosi, trattamenti ed interventi eseguiti. Ha il diritto a ricevere una lettera di dimissione alla fine del ricovero. Nel caso in cui la diagnosi non sia completa, il paziente ha diritto ad avere una lettera di dimissioni con le conclusioni provvisorie. A ogni utente è consentito interrompere la cura in qualsiasi fase del processo clinico-assistenziale o rifiutare un trattamento. I sanitari hanno l obbligo di informare il paziente sulle possibili conseguenze di questo comportamento. RIPARAZIONE DEI TORTI Ogni utente può presentare all Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) reclami per eventi che siano ritenuti violazione dei propri diritti. Gli utenti e i loro familiari possono esercitare questo diritto con un colloquio diretto o telefonico nelle fasce orarie di apertura dell ufficio oppure con lettera, fax, oppure attraverso l apposito modulo reperibile nei punti informativi e presso le apposite cassette per la raccolta reclami. L Azienda Ospedaliero Universitaria ha il dovere di rispondere in merito all oggetto del reclamo. Per i disservizi facilmente risolvibili l URP garantisce una risposta in tempo reale o, al massimo, entro 15 giorni. Per i casi più complessi, che richiedono un istruttoria, la risposta è garantita entro 30 giorni. Il paziente ha facoltà di adire alle vie legali per il risarcimento dei presunti danni subiti. DONAZIONE ORGANI L utente può manifestare la decisione di donare gli organi mediante una dichiarazione di volontà, prevista dalla Legge 91/99, recandosi presso il Punto Informativo dell Ufficio Relazioni con il Pubblico dell Ospedale di Cattinara. Gli operatori di tale ufficio sono a disposizione per fornire altre informazioni e dettagli sull argomento. 17

18 Come utente dell Azienda Ospedaliero - Universitaria Ospedali Riuniti di Trieste Ha il Dovere di: Ci aspettiamo che Lei: - rispetti il lavoro e la professionalità degli operatori sanitari, quale condizione indispensabile per attuare un corretto programma assistenziale; - tenga un comportamento responsabile e rispettoso nei confronti degli altri utenti; - abbia cura degli ambienti, delle attrezzature, degli arredi e dei presidi sanitari presenti nelle Strutture Ospedaliere; - osservi le scadenze e gli orari stabiliti, permettendo così il normale svolgimento dell'attività. Inoltre è vietato: - Fumare in qualsiasi ambiente della Struttura Ospedaliera. - L uso dei telefoni cellulari perché possono interferire con il funzionamento delle apparecchiature elettromedicali (pompe di infusione, respiratori automatici, ecc.) - Introdurre animali nell intero perimetro dell Azienda Ospedaliero-Universitaria. Infine, si consiglia, al fine di tutelarne la salute, di evitare l ingresso dei minori nei reparti di degenza. In casi particolari le deroghe devono essere concordate con il personale del reparto. COSA PORTARE IN OSPEDALE Documenti Personali: PER I CITTADINI RESIDENTI NELLA COMUNITÀ EUROPEA: Documento di identità Tessera sanitaria rilasciata dall ASL di appartenenza Codice Fiscale Proposta di Ricovero PER I CITTADINI STRANIERI NON ISCRITTI AL S.S.N. E NON RESIDENTI IN ITALIA: 18

19 passaporto e/o carta d identità, modulo ISI e/o permesso di soggiorno Documentazione Clinica: Eventuali esami diagnostici, cartelle cliniche, documentazione sanitaria precedente e la terapia in atto In caso i farmaci da Lei assunti non siano disponibili in reparto, al momento del ricovero La preghiamo di consegnare la propria terapia al personale medico ed infermieristico che provvederà a verificarne integrità e scadenza e successivamente a somministrargliela secondo l abituale schema domiciliare. Effetti Personali: Biancheria personale, vestaglie pantofole, asciugamani Necessario per l igiene quotidiana. GESTIONE DEL DOLORE Nell ambito della personalizzazione ed umanizzazione delle cure nell arco della degenza viene costantemente valutata la scala del dolore sia dai medici che dal personale infermieristico. Ci si serve di una scala analogica mista che viene facilmente compresa dal paziente che va dallo 0 (assenza di dolore) a 10 dolore intollerabile. CONSENSO INFORMATO L utente ha diritto ad essere compiutamente informato sullo stato di avanzamento dei piani diagnostico-terapeutici e ad esprimere o negare il proprio consenso alle terapie proposte o alle procedure. 19

20 Durante la permanenza in Ospedale verrà richiesto un consenso generale ed uno specifico, come previsto dalla normativa vigente, per le procedure di carattere invasivo e/o più complesse. I processi che richiedono un consenso informato sono i seguenti: Trattamento sanitario, diagnostico terapeutico e chirurgico Sperimentazioni cliniche Trattamento dei dati personali. Il Consenso prevede più fasi, si giova dell ausilio di materiale informativo periodicamente aggiornato e può essere ritirato in qualsiasi momento. PARTECIPAZIONE ALLA CURA Una forte alleanza terapeutica e l instaurarsi di un rapporto di fiducia costituiscono la base necessaria per un intervento sanitario efficace. Teniamo molto a coniugare professionalità, perizia tecnica ed avanzamento tecnologico delle pratiche diagnostico-terapeutiche con una costante informazione, ascolto ed attenzione umana al Paziente ed ai suoi Familiari. L utente ha diritto a partecipare all elaborazione del piano di cura, ad essere informato su come la malattia potrà incidere sulla qualità della sua vita e sui rimedi terapeutici ed assistenziali atti ad eliminare o almeno a ridurre gli eventuali stati di sofferenza e dolore. Ad ogni utente è consentito interrompere la cura in qualsiasi fase del processo clinico-assistenziale o rifiutare un determinato trattamento. I sanitari hanno l obbligo di informare il paziente sulle possibili conseguenze di questo comportamento. Le informazioni sullo stato di salute dei degenti vengono fornite dal primario e dai medici. Per ovvie ragioni di riservatezza tutte le informazioni cliniche vengono riferite soltanto ai familiari diretti o ad altre persone SE ESPRESSAMENTE DELEGATE DAL PAZIENTE. I Parenti possono visionare la cartella clinica insieme al medico. Al fine di garantire una continuità di informazione è auspicabile che la medesima persona mantenga i rapporti con il medico. I familiari vengono costantemente coinvolti nel programma assistenziale del paziente. Al momento della dimissione (in situazioni particolari nel corso della degenza) il Medico di Medicina Generale e lo Specialista di riferimento verranno informati mediante accurata lettera di dimissione sui motivi del ricovero, stato clinico, decorso, aspetti educazionali e programma per il Paziente. 20

21 NO! N.B.: PER MOTIVI DI TUTELA DELLA PRIVACY, NON VENGONO FORNITE INFORMAZIONI TELEFONICHE SULLE CONDIZIONI CLINICHE DEI DEGENTI. VI PREGHIAMO CORTESEMENTE DI NON INSISTERE. RELIGIONE A tutti i Pazienti ricoverati viene garantito il rispetto della loro fede. E' possibile ricevere i ministri del proprio culto. E garantita la presenza di un sacerdote di culto cattolico che visita giornalmente il reparto. MEDIAZIONE CULTURALE Il mediatore culturale è un professionista che, utilizzando la lingua di origine dell utente straniero, lo aiuta a comprendere quanto gli viene richiesto, prescritto o proposto dal medico, dagli operatori sanitari e dai professionisti dell Ospedale. Il mediatore culturale interviene al fine di consentire all utente straniero la corretta comprensione: del problema sanitario delle necessità urgenti del modo in cui vengono eseguiti ed a cosa servono gli esami clinici, le procedure diagnostiche ed i conseguenti consensi richiesti della diagnosi delle indicazioni terapeutiche da seguire alla dimissione SICUREZZA DEL PAZIENTE All interno della Clinica Medica si attuano misure di tutela del paziente che prevedono l Identificazione corretta del Paziente (braccialetto identificativo). Vengono inoltre attuate misure per migliorare la gestione dei farmaci ad alto rischio (gli elettroliti 21

22 concentrati non sono presenti nelle aree assistenziali se non in quelle dove la loro presenza è clinicamente necessaria e autorizzata dalla politica ospedaliera e dove sono state messe in atto azioni di prevenzione della somministrazione involontaria). Sono in atto misure volte a: ridurre il rischio di infezioni associate all assistenza sanitaria; ridurre il rischio di danno al paziente in seguito a caduta; prevenire gli errori medici ed analizzare gli eventi sentinella; identificare accuratamente i pazienti; comunicare efficacemente con i pazienti ed i familiari; ridurre i ritardi nei vari processi di cura del paziente. Gli ambienti vengono costantemente valutati, i dispositivi elettromedicali sono sottoposti a periodico controllo, verifica di sicurezza e manutenzione. DENARO E VALORI Pur essendo in atto una vigilanza continua è consigliabile non lasciare somme di denaro in eccesso o oggetti di valore ai Pazienti NORME DI COMPORTAMENTO Se siete ricoverati in Medicina Clinica, per la Vostra sicurezza, non dovete allontanarvi dal reparto, salvo espressa autorizzazione da parte del Personale di assistenza. Se decidete di lasciare l ospedale contro il parere dei sanitari che Vi curano Vi verrà richiesto di firmare una liberatoria di responsabilità. Per qualunque dubbio il personale è a vostra disposizione. CERTIFICATO DI DEGENZA Il certificato di ricovero, necessario per giustificare l'assenza da lavoro, studio o per l'assicurazione, viene rilasciato dall ufficio Accettazione Amministrativa situato al 3 piano vic ino al Pronto Soccorso, dal lunedì al venerdì dalle 7.15 alle ed il sabato dalle 7.15 alle Domenica chiuso. 22

AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Presidio Ospedaliero di Cremona Dipartimento di Neuroscienze e Osteoarticolare

AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Presidio Ospedaliero di Cremona Dipartimento di Neuroscienze e Osteoarticolare AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Presidio Ospedaliero di Cremona Dipartimento di Neuroscienze e Osteoarticolare Unità Operativa di RIABILITAZIONE SPECIALISTICA DI COSA CI OCCUPIAMO La

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CHIRURGIA GENERALE. Unità Clinica Operativa. Strada di Fiume 447 34149 Trieste www.aots.sanita.fvg.it

CARTA DEI SERVIZI CHIRURGIA GENERALE. Unità Clinica Operativa. Strada di Fiume 447 34149 Trieste www.aots.sanita.fvg.it CARTA DEI SERVIZI Unità Clinica Operativa CHIRURGIA GENERALE Strada di Fiume 447 34149 Trieste www.aots.sanita.fvg.it Unità Clinica Operativa CHIRURGIA GENERALE OSPEDALE DI CATTINARA XIV e XV PIANO TORRE

Dettagli

S. C. di MEDICINA INTERNA OSPEDALE DI ASIAGO

S. C. di MEDICINA INTERNA OSPEDALE DI ASIAGO S. C. di MEDICINA INTERNA OSPEDALE DI ASIAGO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Complessa di Medicina dell Ospedale di Asiago fa parte del Dipartimento di area medica. Si trova al piano terra e

Dettagli

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI MEDICINA INTERNA Ospedale di Santa Margherita Ligure Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI Capo Sala : Sig.ra Giulia PARETI DOVE SIAMO La struttura è situata al TERZO piano dell Ospedale di Santa Margherita

Dettagli

CASA DI CURA ULIVELLA E GLICINI Standard di qualità ed impegni verso i cittadini

CASA DI CURA ULIVELLA E GLICINI Standard di qualità ed impegni verso i cittadini E VERSO I CITTADINI RICONOSCERE IL PERSONALE ASPETTI RELAZIONALI UMANIZZAZIONE Garantire la riconoscibilità del personale che svolge servizio al pubblico Garantire il miglioramento dei rapporti tra gli

Dettagli

Unità Operativa di Chirurgia

Unità Operativa di Chirurgia Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento Chirurgico Unità Operativa di Chirurgia Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento Chirurgico Unità Operativa di Chirurgia Guida ai Servizi

Dettagli

Dipartimento Medico Internistico 1

Dipartimento Medico Internistico 1 Dipartimento Medico Internistico 1 Direttore: Dott. G.F. Stefanini Dipartimento Medico Internistico 1 Guida ai Servizi Dipartimento Medico Internistico 1 Direttore: Dott. G.F. Stefanini Dipartimento Medico

Dettagli

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. Guida al ricovero

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. Guida al ricovero Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a Guida al ricovero Gentile Signore/a, Il personale sanitario, medico ed infermieristico del Reparto desidera assicurarle

Dettagli

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Complessa di Gastroenterologia rappresenta il punto di riferimento per il territorio ed il nosocomio ospedaliero

Dettagli

C A R T A D E I S E R V I Z I

C A R T A D E I S E R V I Z I Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA UNITA` LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 C A R T A D E I S E R V I Z I U n i t à O p e r a t i v a d i G e r i a t r i a Presidio Ospedaliero di Dolo Complesso

Dettagli

www.casadicurasanfeliciano.it

www.casadicurasanfeliciano.it Tutte le informazioni contenute nella Carta dei Servizi Casa di Cura San Feliciano sono reperibili e in costante aggiornamento sul sito Internet www.casadicurasanfeliciano.it Lettera ai Pazienti Gentile

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

Ospedale privato Villa Igea

Ospedale privato Villa Igea Residenza psichiatrica il Borgo Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure, attraverso

Dettagli

Day Hospital Psichiatrico

Day Hospital Psichiatrico Day Hospital Psichiatrico Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure, attraverso

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Unità Operativa di Ginecologia

Unità Operativa di Ginecologia Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Maternità, Infanzia, Età Evolutiva Unità Operativa di Ginecologia Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Maternità, Infanzia, Età Evolutiva

Dettagli

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL.

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL. L Hospice è una struttura dell ASL 1 Imperiese che accoglie prevalentemente pazienti con tumore in fase avanzata o terminale che necessitano di cure palliative di livello specialistico o che non possono

Dettagli

Informazioni per il paziente ricoverato Presidio Ospedaliero di Borgomanero

Informazioni per il paziente ricoverato Presidio Ospedaliero di Borgomanero Regione Piemonte Azienda Sanitaria Locale NO Presidi Ospedaliero di Borgomanero Informazioni per il paziente ricoverato Presidio Ospedaliero di Borgomanero Dicembre 2014 10 edizione 1 Realizzato a cura

Dettagli

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA libro:layout 1 21-10-2010 15:06 Pagina 49 POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E CLINICA M. L. Amerio, D. Domeniconi in collaborazione con la Rete dei Servizi di Dietetica e Nutrizione Clinica

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

Servizio Specialistico Ambulatoriale

Servizio Specialistico Ambulatoriale Servizio Specialistico Ambulatoriale Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure,

Dettagli

Centro Allergie Alimentari

Centro Allergie Alimentari AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA Dipartimento ad Attività Integrata Sperimentale (DAIS) per la Salute della Donna e del Bambino Dipartimento di Pediatria Salus Pueri Centro Allergie Alimentari

Dettagli

S.S.D. ONCOLOGIA. OSPEDALE SESTRI LEVANTE sesto piano DIPARTIMENTO MEDICO. Direttore Dipartimento e Responsabile SSD Marco SCUDELETTI

S.S.D. ONCOLOGIA. OSPEDALE SESTRI LEVANTE sesto piano DIPARTIMENTO MEDICO. Direttore Dipartimento e Responsabile SSD Marco SCUDELETTI S.S.D. ONCOLOGIA OSPEDALE SESTRI LEVANTE sesto piano DIPARTIMENTO MEDICO Direttore Dipartimento e Responsabile SSD Marco SCUDELETTI CPSE Francesca STAGNARO Per maggiori informazioni visita il sito www.asl4.liguria.it

Dettagli

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO Rev. 01 del 21.10.2014 1. Presentazione del libretto informativo Dal 1999 ci occupiamo di assistenza domiciliare ed il nostro intento è stato

Dettagli

CARTA DEI SERVII Struttura Cpessa CHIRURGIA PASTICA. Strada di Fiume 447 34149 Trieste www.aots.sanita.fvg.it

CARTA DEI SERVII Struttura Cpessa CHIRURGIA PASTICA. Strada di Fiume 447 34149 Trieste www.aots.sanita.fvg.it CARTA DEI SERVII Struttura Cpessa CHIRURGIA PASTICA Strada di Fiume 447 34149 Trieste www.aots.sanita.fvg.it Struttura complessa CHIRURGIA PASTICA OSPEDALE DI CATTINARA DEGENZA IX PIANO TORRE CHIRURGICA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. L Istituto di Cura Città di Pavia è certificato UNI EN ISO 9002; 1994 (ISO 1992; 1994).

CARTA DEI SERVIZI. L Istituto di Cura Città di Pavia è certificato UNI EN ISO 9002; 1994 (ISO 1992; 1994). CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento volto alla tutela dei diritti dell utente attraverso il controllo diretto della qualità dei servizi erogati. La Carta dei Servizi nasce in ottemperanza

Dettagli

UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. pag.

UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. pag. pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA

Dettagli

RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE

RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE Ospedale di Chiavari DOVE SIAMO Presso l Ospedale di Chiavari, SECONDO, TERZO e QUARTO piano, corpo centrale. La Residenza Sanitaria Assistenziale è un presidio sanitario

Dettagli

CARDIOLOGIA Centro Regionale di Riabilitazione Cardiologica

CARDIOLOGIA Centro Regionale di Riabilitazione Cardiologica CARDIOLOGIA Centro Regionale di Riabilitazione Cardiologica Ospedale di Sestri Levante Responsabile Dott. Guido GIGLI Capo Sala: I.P. Marisa PAGLIARI DOVE SIAMO Il reparto è situato al QUINTO piano dell

Dettagli

Via Nicolò Copernico 12 - Valdagno - Vicenza

Via Nicolò Copernico 12 - Valdagno - Vicenza Via Nicolò Copernico 12 - Valdagno - Vicenza Documento redatto nel mese di gennaio 2013, modificato nel mese di gennaio 2015. PREMESSA La riforma della sanità del 1999 ha modificato in maniera sostanziale

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

FONDAZIONE OSPEDALE MARCHESI di INZAGO D.g.r. 23 febbraio 2004 n. 7/16452 ADI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI 2015

FONDAZIONE OSPEDALE MARCHESI di INZAGO D.g.r. 23 febbraio 2004 n. 7/16452 ADI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI 2015 FONDAZIONE OSPEDALE MARCHESI di INZAGO D.g.r. 23 febbraio 2004 n. 7/16452 ADI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI 2015 1. La Fondazione Ospedale Marchesi nella rete dei servizi.

Dettagli

AMBULATORI INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

AMBULATORI INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DIPARTIMENTO STRUTTURALE NEUROSCIENZE E ORGANI DI SENSO Prof. Alessandro Martini Unità Operativa Complessa ODONTOIATRIA e STOMATOLOGIA Responsabile: Prof. Edoardo Stellini

Dettagli

DAY SURGERY MULTIDSCIPLINARE

DAY SURGERY MULTIDSCIPLINARE DAY SURGERY MULTIDSCIPLINARE Ospedale di Santa Margherita Ligure Responsabile: Dott. Matteo VITA Capo Sala: Sig.ra Anna ECCHIO DOVE SIAMO La struttura è situata al 5 piano dell Ospedale di Santa Margherita

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.)

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Dipartimento Materno Infantile Struttura Operativa Complessa di OSTETRICIA E GINECOLOGIA CARTA

Dettagli

OSPEDALE DI ESINE. Guida al servizio Unità Operativa di Riabilitazione Specialistica

OSPEDALE DI ESINE. Guida al servizio Unità Operativa di Riabilitazione Specialistica OSPEDALE DI ESINE Guida al servizio Unità Operativa di Riabilitazione Specialistica GS RIABSP 001 - Rev. 00-30.10.2009 Gentile Signora / Egregio Signore Questo opuscolo ha lo scopo di presentarle la nostra

Dettagli

guida per il paziente ricoverato nell ospedale di vipiteno

guida per il paziente ricoverato nell ospedale di vipiteno guida per il paziente ricoverato nell ospedale di vipiteno IMPRESSUM: Editore: Azienda Sanitaria dell Alto Adige, Comprensorio Sanitario di Bressanone 2012 Leggenda Saluto Il nostro ospedale Ricovero Visita,

Dettagli

Unità Operativa di Cardiologia

Unità Operativa di Cardiologia Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento Cardiovascolare Unità Operativa di Cardiologia Ambulatorio di Cardiologia Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento Cardiovascolare Unità

Dettagli

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Sestri Levante. Responsabile Dott. Marco SCUDELETTI DOVE SIAMO. Capo Sala: Sig.ra Marina PERI

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Sestri Levante. Responsabile Dott. Marco SCUDELETTI DOVE SIAMO. Capo Sala: Sig.ra Marina PERI MEDICINA INTERNA Ospedale di Sestri Levante Responsabile Marco SCUDELETTI Capo Sala: Sig.ra Marina PERI DOVE SIAMO Il reparto è situato al QUARTO piano dell Ospedale di Sestri Levante. LE NOSTRE ATTIVITA

Dettagli

Mod. CDS Rev. 2 Data 01.08.11 Pagina 1 di 14

Mod. CDS Rev. 2 Data 01.08.11 Pagina 1 di 14 HOSPICE VIA DELLE STELLE REGGIO CALABRIA Mod. CDS Rev. 2 Data 01.08.11 Pagina 1 di 14 La carta dei servizi è il documento che la legge italiana ha voluto realizzare nel processo di innovazione dei rapporti

Dettagli

Presidio Ospedaliero di Ravenna. Dipartimento Emergenza-Urgenza. U.O. Pronto Soccorso e Medicina d'urgenza. Pronto Soccorso.

Presidio Ospedaliero di Ravenna. Dipartimento Emergenza-Urgenza. U.O. Pronto Soccorso e Medicina d'urgenza. Pronto Soccorso. Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Emergenza-Urgenza U.O. Pronto Soccorso e Medicina d'urgenza Pronto Soccorso Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Emergenza-Urgenza

Dettagli

La R.S.A., quale servizio residenziale, è attiva 24 ore su 24 e 365 giorni all anno garantendo:

La R.S.A., quale servizio residenziale, è attiva 24 ore su 24 e 365 giorni all anno garantendo: RIO OASI S.r.l. Residenza Sanitaria Assistenziale P.zza A.Sebastiani snc - 00020 Riofreddo (RM) C.F./P.IVA 05456541001 Tel. 0774/920724 Fax 0774/920763 e-mail: riooasi@virgilio.it LA STRUTTURA E I SERVIZI

Dettagli

Ospedale privato Villa Igea

Ospedale privato Villa Igea Area psichiatrica Doppia Diagnosi Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure,

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione

Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Presidio Ospedaliero di Lugo Dipartimento di Emergenza-Urgenza Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Lugo Dipartimento di Emergenza-Urgenza Unità Operativa

Dettagli

S.S. RETE LOCALE DI CURE PALLIATIVE

S.S. RETE LOCALE DI CURE PALLIATIVE S.S. RETE LOCALE DI CURE PALLIATIVE CURE DOMICILIARI HOSPICE I quadri sono stati eseguiti e donati all Hospice dagli Allievi della Scuola Media Statale Della Torre - Garibaldi di Chiavari CURE PALLIATIVE

Dettagli

Unità Operativa di Ostetricia

Unità Operativa di Ostetricia Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Maternità, Infanzia, Età Evolutiva Unità Operativa di Ostetricia Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento Maternità, Infanzia, Età Evolutiva

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Casa di Cura Ambrosiana CARTA DEI SERVIZI. Un aiuto per utilizzare al meglio i nostri servizi.

CARTA DEI SERVIZI. Casa di Cura Ambrosiana CARTA DEI SERVIZI. Un aiuto per utilizzare al meglio i nostri servizi. CARTA DEI SERVIZI Casa di Cura Ambrosiana CARTA DEI SERVIZI Un aiuto per utilizzare al meglio i nostri servizi. CASA DI CURA AMBROSIANA S.p.A ISTITUTO SACRA FAMIGLIA Piazza Mons. Moneta, 1 20090 Cesano

Dettagli

Area Funzionale Chirurgica del P.O. di Pescia GUIDA AI SERVIZI

Area Funzionale Chirurgica del P.O. di Pescia GUIDA AI SERVIZI Area Funzionale Chirurgica del Presidio Ospedaliero S.S. Cosma e Damiano di Pescia ON-LINE www.usl3.toscana.it SISTEMA CARTA DEI SERVIZI Gentile Signore, Gentile Signora, l Area Funzionale Chirurgica dell

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Unità Operativa di Recupero e Riabilitazione Funzionale (UORRF) Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo

GUIDA PER L UTENTE. Unità Operativa di Recupero e Riabilitazione Funzionale (UORRF) Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, 3-20153 Milano Tel. 02/4022.1 www.sancarlo.mi.it Unità Operativa di Recupero e Riabilitazione Funzionale (UORRF) 16 Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo A cura di Edizione giugno

Dettagli

BAMBINI GUIDA PER L UTENTE. www.istituto-besta.it

BAMBINI GUIDA PER L UTENTE. www.istituto-besta.it BAMBINI al BESTA GUIDA PER L UTENTE www.istituto-besta.it La Fondazione Carlo Besta è all avanguardia nello studio e nella cura dei disordini neurologici congeniti, acquisiti e geneticamente determinati

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE

REGOLAMENTO DI GESTIONE Idl 3 Edizione n 08 del 01/01/2009 Pagina 1 di 5 REDAZIONE RQ APPROVAZIONE DG Dott.ssa Gavioli Roberta Dott. Luca Secchi. Idl 3 Edizione n 08 del 01/01/2009 Pag.2 di 5 1. FINALITA DELLA STRUTTURA 1.1.

Dettagli

PATTO DI ACCOGLIENZA (Delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2012, Nr.10)

PATTO DI ACCOGLIENZA (Delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2012, Nr.10) Azienda pubblica di servizi alla persona APSP Fondazione Martinsheim di Castelrotto Vicolo Vogelweider 10 39040 CASTELROTTO PATTO DI ACCOGLIENZA (Delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2012,

Dettagli

UNITA OPERATIVA COMPLESSA. EMATOLOGIA d.u SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. Prof.

UNITA OPERATIVA COMPLESSA. EMATOLOGIA d.u SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. Prof. pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNITA OPERATIVA COMPLESSA EMATOLOGIA d.u OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI MA 28 Rev. 0 del 12.01.12

Dettagli

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE CENTRO DI TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE Direttore: dott. Marco Bertolotto LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE Le Cure Palliative forniscono il sollievo dal dolore e da altri gravi

Dettagli

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE ALLEGATO 1 PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE Il presente progetto è finalizzato alla sperimentazione nella Regione Piemonte di un percorso di presa in carico

Dettagli

INDICE. IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio

INDICE. IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio INDICE IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio 1. Dove siamo pag. 3 2. Chi siamo pag. 3 3. Orari e giorni di apertura del centro pag. 5 4. Pernottamento pag. 6 5.Trasporto con mezzo e accompagnatore pag.

Dettagli

CENTRO RESIDENZIALE CURE PALLIATIVE - HOSPICE SAN MARCO -

CENTRO RESIDENZIALE CURE PALLIATIVE - HOSPICE SAN MARCO - CENTRO RESIDENZIALE CURE PALLIATIVE - HOSPICE SAN MARCO - PERCORSO ASSISTENZIALE PER PAZIENTI TERMINALI Indice 2 1. Premessa 3 2. Attività dell Hospice San Marco 3 3. Obiettivi 4 4. Criteri di Ammissione

Dettagli

CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014

CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014 A.G.I. Medica srl Poliambulatorio A.G.I. Medica Viale Toselli 94 Siena CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014 Pagina 1 di 6 Chi siamo Il POLIAMBULATORIO A.G.I. Medica, gestito dalla società A.G.I. Medica srl,

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

Carta dei Servizi. Medicina di Gruppo. Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio

Carta dei Servizi. Medicina di Gruppo. Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio Medicina di Gruppo Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio Dott. C. Campiglia (referente) Dott. M. Budelli Dott. M. Corio Dott. G. Gorletta Dott. C. Grassi Dott. R. Stella Indice Presentazione

Dettagli

Cliniche Universitarie Tübingen

Cliniche Universitarie Tübingen italienisch Cliniche Universitarie Tübingen CLINICA PER CHIRURGIA GENERALE, VISCERALE E DEL TRAPIANTO CLINICA PER ANESTESIOLOGIA E MEDICINA INTENSIVA DIPARTIMENTO DI OCULISTICA CLINICA GINECOLOGICA CLINICA

Dettagli

Regolamento della Residenza Santa Rita

Regolamento della Residenza Santa Rita Regolamento della Residenza Santa Rita Art.1 PREMESSA La Residenza Santa Rita è una residenza destinata ad ospitare persone anziane autosufficienti e parzialmente autosufficienti di ambo i sessi, che non

Dettagli

F.C.S.A. VADEMECUM F.C.S.A. FEDER-A.I.P.A. FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE PAZIENTI ANTICOAGULATI

F.C.S.A. VADEMECUM F.C.S.A. FEDER-A.I.P.A. FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE PAZIENTI ANTICOAGULATI F.C.S.A. FEDER-A.I.P.A. FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE PAZIENTI ANTICOAGULATI F.C.S.A. FEDERAZIONE CENTRI SORVEGLIANZA ANTICOAGULATI VADEMECUM PER IL PAZIENTE IN TRATTAMENTO CON ANTICOAGULANTI

Dettagli

SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA

SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA REGIONE DEL VENETO AZIENDA SOCIO SANITARIA LOCALE N. 10 VENETO ORIENTALE www.assl10.veneto.it SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA In caso di emergenza chiamare il 118 Per garantire vacanze

Dettagli

Consigli ed informazioni per i bambini/e ricoverati e i loro famigliari Presidio ospedaliero Santa Chiara - Trento

Consigli ed informazioni per i bambini/e ricoverati e i loro famigliari Presidio ospedaliero Santa Chiara - Trento INDICE: PREMESSA LA CARTA DEI DIRITTI DEL BAMBINO IN OSPEDALE BENVENUTI IN CHIRURGIA PEDIATRICA L UNITÁ OPERATIVA DI CHIRURGIA PEDIATRICA IL PERSONALE IL RICOVERO LA SALA OPERATORIA LA GIORNATA DEL BAMBINO

Dettagli

Casa di Cura Karol Wojtyla Hospital 1

Casa di Cura Karol Wojtyla Hospital 1 Casa di Cura Karol Wojtyla Hospital 1 Finito di stampare nel mese di Maggio 2014 dalla Tipografia Elle Commerciale Progettazione grafica per CAIA Foto Officina Fotografica 2 Casa di Cura Karol Wojtyla

Dettagli

HOSPICE CASA GEROSA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA EQUIPE E SEDE

HOSPICE CASA GEROSA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA EQUIPE E SEDE HOSPICE CASA GEROSA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L Hospice è una struttura di degenza che accoglie pazienti oncologici, in fase avanzata di malattia che, per intensità di sintomi o per impossibilità,

Dettagli

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi.

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. CARTA DEI SERVIZI Presentazione Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. Questo importante strumento è stato concepito per portarla a conoscenza dei servizi erogati all

Dettagli

Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione

Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento di Emergenza-Urgenza Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento di Emergenza-Urgenza Unità Operativa

Dettagli

Dr. Michele Cedrone, Ospedale San Giovanni dell Addolorata, Roma

Dr. Michele Cedrone, Ospedale San Giovanni dell Addolorata, Roma Confronto dei Criteri, degli Indicatori e degli Standard scelti per la valutazione multi-dimensionale dell attività di 4 Strutture Complesse di Ematologia certificate ISO 9001-2000 Dr. Michele Cedrone,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA

PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA UOC FIBROSI CISTICA, DMP OPBG- IRCCS e ASSOCIAZIONE OFFICIUM ONL.US. PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA Sviluppo ed Implementazione della cultura assistenziale del malato cronico

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete COMPOSIZIONE DELLA MEDICINA DI RETE La Medicina in Rete è una associazione, libera, volontaria e paritaria che ha lo scopo di esercitare la Medicina

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Principi Generali Finalità del servizio Il servizio di Assistenza Domiciliare

Dettagli

Struttura del Centro. Reparto di degenza

Struttura del Centro. Reparto di degenza Reparto di degenza Il reparto di degenza dispone di 10 stanze singole e di moderne apparecchiature diagnostiche, riabilitative e terapeutiche. Ogni stanza è dotata di un sistema di climatizzazione, poltrona

Dettagli

Studio dei medici di famiglia San Tiziano via Postumia di Camino n.6 Tel. 0422.207424 ODERZO ( TV )

Studio dei medici di famiglia San Tiziano via Postumia di Camino n.6 Tel. 0422.207424 ODERZO ( TV ) Studio dei medici di famiglia San Tiziano via Postumia di Camino n.6 Tel. 0422.207424 ODERZO ( TV ) San Tiziano vescovo patrono di Oderzo Benvenuti negli studi dei medici di famiglia! In questa struttura,

Dettagli

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13

AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO - SANITARIA N.13 Unità Operativa Complessa di MEDICINA INTERNA Presidio Ospedaliero di Mirano (VE) Direttore: Dott. Giuseppe Donà

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007. Unità operativa di Oculistica Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007. Unità operativa di Oculistica Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007 Unità operativa di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento di Chirurgia Specialistica Unità Operativa di Monoblocco - Quarto piano: degenza Direttore: dott. Pierluigi

Dettagli

Unità Operativa di Cardiologia

Unità Operativa di Cardiologia Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento Cardiovascolare Unità Operativa di Cardiologia Ambulatorio di Cardiologia Guida ai Servizi Presidio Ospedaliero di Faenza Dipartimento Cardiovascolare Unità

Dettagli

Regione Piemonte Presidi Ospedalieri Riuniti Azienda Sanitaria Locale NO. Informazioni per il cittadino ricoverato. Giugno 2009 9 edizione

Regione Piemonte Presidi Ospedalieri Riuniti Azienda Sanitaria Locale NO. Informazioni per il cittadino ricoverato. Giugno 2009 9 edizione Regione Piemonte Presidi Ospedalieri Riuniti Azienda Sanitaria Locale NO Borgomanero Informazioni per il cittadino ricoverato Giugno 2009 9 edizione libretto asl borgomanero.indd 1 26/06/2009 16.50.33

Dettagli

La medicina dello Sport a Careggi : un percorso medico sportivo diagnosticoclinico

La medicina dello Sport a Careggi : un percorso medico sportivo diagnosticoclinico La medicina dello Sport a Careggi : un percorso medico sportivo diagnosticoclinico terapeutico La Medicina dello Sport rappresenta oggi una specifica disciplina aderente sia al settore della medicina interna

Dettagli

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari.

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. LA CARTA DEI VALORI ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. DIGNITÀ Ci impegniamo ogni giorno per

Dettagli

DAY SURGERY. Interruzione Volontaria di Gravidanza

DAY SURGERY. Interruzione Volontaria di Gravidanza DAY SURGERY Interruzione Volontaria di Gravidanza Interruzione Volontaria di Gravidanza (I.V.G.) A Niguarda si effettua l Interruzione Volontaria di Gravidanza (I.V.G.) con un percorso dedicato. L intervento

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Ultima revisione: Aprile 2014 PARTE GENERALE 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE SCARPARI FORATTINI ONLUS L ente trae origine dalle disposizioni testamentarie

Dettagli

Guida all'accesso ai servizi

Guida all'accesso ai servizi Residenza Sanitaria Assistenziale /Residenza Protetta G. Borea e Z. Massa Sanremo CARTA DEI SERVIZI Guida all'accesso ai servizi Periodo di riferimento 2012/2013 1 SOMMARIO INTRODUZIONE. 1.COS E LA RESIDENZA

Dettagli

Ambulatorio di Cardiologia

Ambulatorio di Cardiologia via Nazario Sauro, 32-30014 Cavarzere (VE) - Tel. 0426 316111 - Fax 0426 316445 Ambulatorio di Cardiologia Redatto da: - Medico specialista, - Coord. Amministrativa - Coord. Infermieristica - Personale

Dettagli

Spedali Civili di Brescia azienda ospedaliera. Pneumologia. Primario: Dr. G.Franco Tassi

Spedali Civili di Brescia azienda ospedaliera. Pneumologia. Primario: Dr. G.Franco Tassi Spedali Civili di Brescia azienda ospedaliera Pneumologia Primario: Dr. G.Franco Tassi CARTA DEI SERVIZI INFORMAZIONI E NOTIZIE UTILI PER I PAZIENTI E I LORO FAMILIARI 2 Gentile Signore/a Nell accoglierla

Dettagli

REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO

REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO Roma, 20 gennaio 2011 Articolo 1: Caratteristiche Generali 1. Il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico (di seguito Policlinico Universitario)

Dettagli

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie.

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie. GENETICA MEDICA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L ambulatorio di Genetica Medica fa parte del Dipartimento Materno Infantile. Essa collabora ed interagisce strettamente con le Strutture del Dipartimento

Dettagli

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera Spesa complessiva del Servizio Sanitario Nazionale 2011

Dettagli

Progetto di Assistenza Domiciliare

Progetto di Assistenza Domiciliare Progetto di Assistenza Domiciliare Per curare efficacemente un malato cronico, oggi non è più sufficiente limitarsi alla corretta interpretazione dei segni e dei sintomi clinici della malattia e/o alla

Dettagli

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate)

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) 09/2009 CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Dettagli

Qual è il numero verde per prenotare visite ed esami ambulatoriali?

Qual è il numero verde per prenotare visite ed esami ambulatoriali? In questa pagina pubblichiamo le risposte alle domande più frequenti poste dai cittadini. Per altre informazioni potrete contattare l Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero telefonico 0331 751525.

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO

UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO CARTA DEI SERVIZI UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO Sportello al pubblico presso il Servizio di Assistenza Domiciliare Castelfranco

Dettagli

C R CENTRO CARTA DEI SERVIZI RIABILITATIVO CALACIURA. CASA di CURA Riabilitativa S.P. 80 Biancavilla CT

C R CENTRO CARTA DEI SERVIZI RIABILITATIVO CALACIURA. CASA di CURA Riabilitativa S.P. 80 Biancavilla CT C R CENTRO RIABILITATIVO CALACIURA C CASA di CURA Riabilitativa S.P. 80 Biancavilla CT CARTA DEI SERVIZI 1. SCOPI E CARATTERISTICHE DEL CENTRO La Mission della Casa di Cura Mons. Giosuè Calaciura è fornire

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA ASSISTENZA A DOMICILIO FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli