MANUALE D USO WEB SIT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE D USO WEB SIT"

Transcript

1 MANUALE D USO WEB SIT Comune di Cento v1 Gennaio 2015

2 TITOLO 1 INFORMAZIONI GENERALI...6 Panoramica sulle funzioni di WebSIT versione Passaggio dalla versione precedente...8 Requisiti di sistema per utilizzare WebSIT...9 I diversi progetti WebSIT - Landing pages...10 Accesso al sistema...10 Gestione della password...13 Richiesta password dimenticata...13 Cambio della password...14 Forzatura cambio password alla scadenza...14 L ambiente operativo...15 L Area della mappa...16 Pulsanti funzionali...17 TITOLO 2A - FUNZIONI BASE...19 Gli strumenti di navigazione della mappa...20 Pan...20 Zoom...20 Zoom su selezione...21 Zoom all estensione del progetto...21 Fattore di scala e coordinate di posizionamento...21 Menu di selezione...22 Menu ricerche...24 Ricerca di una particella catastale...25 Ricerca di un proprietario (Catasto Urbano e Terreni)...26 Ricerca di un immobile catastale...27 Ricerca di una Via...29 Ricerca di un Soggetto Residente...30 Ricerca di una zona urbanistica...31 Ricerca di un intervento Edilizio...33 Ricerca di una attività produttiva...34 Menu Opzioni / Strumenti avanzati...35 Accessibilità...35 Opzioni del Client...36 Mostra vista d insieme della mappa...37 Funzione Inforapido...38 Stampa della Mappa...39 Comandi di gestione dello stile...40 Comandi di quotatura...41 Comandi di disegno...42 Stampa della Mappa ad una scala prefissata...43 Rimozione del cartiglio di stampa...43 Stampa della Mappa con legenda...44 Stampa della Mappa formato e orientamento...45 Stampa della Mappa con annotazioni testuali...46 Esportazione della mappa...46 Misura di aree...48 Misura di linee (Distanze)...49 Misura radiale...50 Buffer...51 Menu Help (aiuto)...52 Comando Help...52 Pag. 2

3 Comando Profilo Utente...52 Comando Metadata...52 Condizioni d uso del sito...52 L area della Legenda...53 L area dei report...54 L area dei layers selezionati...54 Il pulsante di selezione altri dati (in relazione)...55 La barra dei comandi del report...56 Esportazione in Shape file degli oggetti selezionati...60 Esportazione in Shape file dell intero file...60 Ordinamento dei dati presenti nell area del report...60 Applicare filtri sui dati presenti nell area di report...60 Nascondere campi...61 Visualizzare campi nascosti...61 TITOLO 2B - FUNZIONI AVANZATE...62 Funzioni di Disegno...63 TITOLO 3 MODULI AGGIUNTIVI...65 Caratteristiche generali dei moduli aggiuntivi...66 Modulo Urbanistica e CDU...67 Visualizzazione della destinazione urbanistica di un area...68 Predisposizione del Certificato di Destinazione Urbanistica...69 Modulo gestione strade e numerazione civica...71 Inserimento di un nuovo numero civico...72 Spostare un numero civico esistente...73 Modificare i dati di un numero civico esistente...74 Cancellare un numero civico esistente...75 Gestione dei civici mancanti...75 Inserimento di un nuovo arco stradale...76 Modifica di un arco stradale esistente...77 Cancellazione di un arco stradale esistente...78 Inserimento di un nuovo toponimo...79 Modulo gestione Codici Ecografici...80 Inserimento di un nuovo Codice Ecografico...81 Spostare un Codice Ecografico esistente...82 Modificare i dati di un Codice Ecografico esistente...83 Cancellare un Codice Ecografico esistente...84 Utilizzare i codici ecografici per il collegamento con altre applicazioni...85 Attività di ricerca e mappatura dei codici ecografici...86 Modulo emerge per la gestione delle emergenze Terremoto in Emilia...87 Inserire un nuovo gruppo di lavoro...88 Connettersi ad un gruppo di lavoro esistente...88 Inserimento di una nuova scheda di segnalazione...89 Visualizzazione delle schede di segnalazione...90 Inserimento di zone interdette...90 Ricerca di un indirizzo...90 Ricerca di una segnalazione inserita precedentemente...91 Modulo emerge gestione piani di protezione civile...92 Gestione Normativa di Piano...92 Gestione Numeri utili...93 Gestione delle Allerte...94 Gestione degli esposti...95 Gestione degli eventi...96 Moduli Tributari...97 Pag. 3

4 Modulo Aree Fabbricabili...98 Funzioni disponibili per l utente interno...98 Gestione dei periodi...99 Gestione valori medi aree fabbricabili Disegno / modifica delle aree fabbricabili Ricerca di un area fabbricabile La funzione Le mie proprietà Elenco dei soggetti proprietari di aree fabbricabili Modulo IMU Modulo TARSU Modulo PLANCAT Planimetrie catastali Modulo gestione Passi Carrai / Occupazione Suolo Pubblico / TOSAP Inserimento di un Passo Carraio Ricerca di un Passo Carraio Visualizzazione tematismi di controllo sui passi carrai Modulo sezioni elettorali / sezioni di censimento Modulo schedatura patrimonio Pag. 4

5 Pag. 5

6 TITOLO 1 INFORMAZIONI GENERALI Pag. 6

7 Panoramica sulle funzioni di WebSIT versione 2.0 WebSIT 2.0 è un sistema di gestione territoriale ad interfaccia web che consente di poter eseguire tutte le funzioni di ricerca e visualizzazione delle informazioni collegate ai dati territoriali. Per poter utilizzare WebSIT è richiesto: Un collegamento ad internet Avere installato il visualizzatore Silver light di Microsoft WebSIT grazie ad un interfaccia grafica semplice ed intuitiva consente a tutti gli utenti, anche a quelli non esperti di cartografia, di accedere alle informazioni cartografiche territoriali e di poter analizzare i dati connessi agli oggetti cartografici. WebSIT è particolarmente utile per gli enti pubblici, nello svolgimento delle attività di controllo del territorio, di pianificazione urbanistica e di gestione delle risorse e la verifica dell evasione fiscale. È inoltre uno strumento di lavoro indispensabile per professionisti, imprese, cittadini, associazioni di categoria che possono, utilizzando le potenti funzioni di analisi territoriale di WebSIT, consultare tutte le informazioni disponibili WebSIT è un sistema modulare e aperto; è infatti possibile ampliare in qualsiasi momento le funzioni del sistema aggiungendo moduli operativi per le specifiche esigenze. Sono disponibili moduli per la gestione dello stradario, del catasto, dell urbanistica, dei tributi, del patrimonio, dei servizi ecc. Per conoscere l elenco completo dei moduli disponibili consultare il sito WebSIT è in grado di leggere e visualizzare dati nei diversi formati maggiormente utilizzati in ambiente GIS tra cui le mappe generate dal server MapGuide Open Source o ArcGis Server Sviluppato da AMBITO s.r.l. in ambiente Microsoft Silver light, multipiattaforma può utilizzare come base informativa diverse tipologie di database a seconda delle esigenze dell ente tra cui SQL Server, Oracle, MySQL L interfaccia grafica di WebSIT Pag. 7

8 Passaggio dalla versione precedente Rispetto alla versione precedente da cui WebSIT 2.0 ha mutuato tutte le funzioni esistenti aggiungendo nuove semplici funzioni di utilità generale. In particolare rimane inalterata la logica di funzionamento ad oggetti che consente la visualizzazione delle informazioni seguendo diversi metodi di ricerca: Partendo da un oggetto Partendo da una caratteristica collegata all oggetto Partendo dalla mappa In ogni caso una volta individuato l oggetto su cui effettuare le ricerche WebSIT dispone di un sistema di navigazione a cascata delle informazioni che consente di passare da un archivio all altro senza richiedere all utente la conoscenza dell archivio stesso e della sua struttura. Tramite la gestione delle classi dati WebSIT infatti è in grado di costruire al volo le relazioni e le funzioni necessarie per visualizzare tutte le informazioni correlate all oggetto. Per facilitare gli utenti al passaggio dalla versione precedente in WebSIT 2.0 è rimasta praticamente inalterata la disposizione del layout operativo, individuando in modo chiaro e preciso le aree dei comandi, la mappa, le legende e le aree dei report. Anche la logica operativa è stata mantenuta inalterata rispetto alla precedente versione consentendo agli operatori di loggarsi al sistema e ricevere dal sistema stesso l abilitazione alla consultazione delle diverse banche dati presenti. In più, rispetto alla precedente versione, è stato implementato l accesso libero e l accesso con Carta Nazionale dei Servizi, servizi federati regionali (FEDERA). Il sistema WebSIT può implementare al suo interno il collegamento a progetti sviluppati da enti esterni quali regioni o provincie e sfruttare appieno tutto il materiale ed i servizi cartografici disponibili in rete. Pag. 8

9 Requisiti di sistema per utilizzare WebSIT WebSIT è compatibile coi sistemi operativi più diffusi tra cui Windows e MacOS. WebSIT è utilizzabile cosi seguenti browser internet: Internet Explorer Mozilla Firefox Crome Safari Per visualizzare le mappe occorre installare il visualizzatore Silver light che viene scaricato e installato automaticamente sul sistema dell utente alla prima connessione. Nel caso occorra installare il visualizzatore seguire la procedura automatica prevista da Silver light. Le immagini utilizzati nel presente manuale si riferiscono a progetti diversi in quanto l uso dell applicativo non cambia al cambiare dell ente che lo sta implementando e le funzionalità sono condivise Pag. 9

10 I diversi progetti WebSIT - Landing pages Ogni progetto WebSIT è dotato di una landing page che consente all utente, prima di accedere alla cartografia di ricevere tutte le informazioni necessarie relativamente al progetto, ai dati contenuti, alle opportunità di scaricare parte dei livelli informativi presenti e alle sinergie che sono attive nel progetto stesso. Annota qui la landing page del tuo progetto: websit.comune.cento.fe.it Dalla pagina di accesso di WebSIT è possibile consultare le news e la rassegna stampa riguardante il progetto e accedere alla cartografia online degli enti aderenti al progetto medesimo. È possibile inoltre consultare il catalogo dati per il download del materiale divulgativo del progetto. Il portale WebSIT è un CMS completamente gestibile online da parte dell amministratore del SIT Alcuni esempi di landing pages: Il portale WebSIT Pag. 10

11 Accesso al sistema Sono previste 2 modalità differenti di accesso al sistema: Accesso libero Con l immissione di username e password A seconda del tipo di accesso scelto dall utente sarà possibile usufruire di un livello informativo pieno o limitato. NB: alcuni progetti WebSIT potrebbero non prevedere tutte le modalità di accesso sopraelencate. Accesso Libero è la modalità prevista per tutti i cittadini che devono consultare le informazioni territoriali, visualizzare la cartografia catastale, interrogare i dati censuari delle particelle, cercare un indirizzo e verificare le previsioni urbanistiche su di un determinato lotto. In genere, utilizzando l accesso libero, non sarà possibile visualizzare informazioni relative alle persone (dati personali) Per utilizzare accesso libero cliccare direttamente sul pulsante Accesso libero senza immettere login e password Pag. 11

12 Accesso al sistema con credenziali di dominio (accesso al PC) Consente di accedere al sistema e di ricevere i diritti previsti per l utente. È la modalità ordinaria utilizzata dagli utenti registrati. WebSIT gestisce i profili degli utenti assegnando ad ognuno uno specifico livello di accesso configurabile dall amministratore di sistema. Per cambiare il proprio livello di accesso o richiedere nuove credenziali di accesso occorre contattare l helpdesk SSI tel o mandare una mail a L amministratore di sistema rilascerà le credenziali di accesso seguendo le politiche di sicurezza e di accesso concordate con l amministratore delle banche dati di WebSIT Una volta inserite le proprie credenziali digitare su Entra per accedere al sistema Una volta connessi al sistema vengono visualizzati nella parte alta a destra il nome dell utente e la data dell ultima connessione Con il pulsante Esci dall applicazione è possibile ritornare alla Home Page, cambiare utente, chiudere il browser, accedere ai servizi Ambito e annullare l uscita dal sistema All utente che si collega senza immettere le credenziali di accesso vengono assegnati i diritti base dell utente ospite Pag. 12

13 Gestione della password Gli strumenti di gestione della password sono disponibili solo per gli utenti registrati che accedono usando Login e Password e prevedono le seguenti funzioni: Richiesta password dimenticata nel caso in cui l utente abbia dimenticato la propria password di accesso al sistema è possibile richiederla utilizzando la funzione richiesta password presente nella maschera di login Inserire l indirizzo con cui si è registrati al servizio WebSIT Il sistema provvederà ad inviare a tale indirizzo le credenziali di accesso. Una volta ricevute tali credenziali è consigliabile cambiare immediatamente la password come descritto nel capitolo seguente. Nel caso in cui si ricevano le credenziali di accesso tramite senza averle richieste è consigliabile procedere immediatamente al cambio password e segnalare all amministratore del sistema l avvenuto invio senza password da parte dell utente. Pag. 13

14 Cambio della password Per procedere al cambio della password occorre prima di tutto connettersi al servizio utilizzando la propria password dopodiché accedere al menu aiuto, col pulsante profilo utente procedere alla modifica della password digitando prima la vecchia password e poi la nuova password immessa anche nella casella di conferma NB: la nuova password immessa deve soddisfare i requisiti di complessità previsti dal sistema: Non può essere uguale alla precedente Deve avere lunghezza minima di 8 caratteri Devono essere presenti almeno 3 delle seguenti tipologie di caratteri o Lettere maiuscole o Lettere minuscole o Numeri o Simboli o caratteri speciali Nel caso in cui non vengano rispettate le regole di cui sopra il sistema non accetta il cambio password Forzatura cambio password alla scadenza All interno del progetto WebSIT possono essere contenuti dati personali e/o sensibili per cui è attivo un sistema di scadenza periodica (90 giorni) della password che obbliga l utente al cambio password. Al momento della connessione, se la password è scaduta il sistema avvia automaticamente la procedura di cambio password illustrata nel capitolo precedente. Pag. 14

15 L ambiente operativo L ambiente operativo di WebSIT è particolarmente semplice da utilizzare in quanto suddiviso in sezioni bene individuabili che interagiscono tra di loro Sono individuate le seguenti sezioni: 1. Area della mappa 2. Pulsanti funzionali 3. Legenda contenuti 4. Area di output dei dati Tutte le sezioni interagiscono con la mappa modificandone l aspetto, localizzando il punto di vista o effettuando delle selezioni dirette. A sua volta gli oggetti selezionati in mappa potranno essere descritti nelle altre sezioni, in particolare nell Area di output dei dati. Le aree 1, 3 e 4 sono dimensionabili a piacimento da parte dell utente che può allargarle o restringerle per meglio operare con le informazioni contenute. Per allargare un area portarsi col cursore del mouse sul bordo. Quando il puntatore prende l aspetto di una doppia freccia, cliccare col tasto destro e stirare la dimensione dell area. L area dei report è dotata di uno speciale pulsante che consente di ampliare al massimo l area stessa, utilizzando lo spazio occupato dall area della mappa per poi ripristinare le dimensioni precedenti Pag. 15

16 L Area della mappa L area delle mappa è la parte che occupa la maggior parte dell interfaccia dell applicativo WebSIT. È possibile navigare la mappa con semplici movimenti del mouse: Utilizzando la rotella del mouse si effettuano dei movimenti di zoom sulla mappa Muovendosi col mouse e tenendo premuto contemporaneamente il tasto sinistro si effettuano dei Pan sulla mappa Quando la mappa è in fase di caricamento o generazione, nell angolo in basso a destra compare l icona di scaricamento. In fase di caricamento la mappa viene ricomposta per layer progressivi. Nell esempio si può notare come prima viene rigenerato il reticolo stradale e poi successivamente viene rigenerato lo strumento urbanistico. Non sovraccaricare la mappa con sequenze di richieste troppo ravvicinate ma attendere il completamento dell operazione in corso prima di effettuare una nuova richiesta. Pag. 16

17 Pulsanti funzionali La barra dei pulsanti funzionali è interattiva e consente all utente di avere a disposizione tutte le funzioni del sistema e di conoscerne brevemente l effetto dell azione grazie alle etichette che compaiono passando col mouse sui pulsanti. I pulsanti base di WebSIT sono nell ordine i seguenti: Moduli aggiuntivi Pan Zoom Selezione Ricerca Strumenti Help Passando sui pulsanti si apre il sottomenù relativo ed è possibile utilizzare gli altri pulsanti funzionali. Pag. 17

18 Pag. 18

19 TITOLO 2A - FUNZIONI BASE Pag. 19

20 Gli strumenti di navigazione della mappa WebSIT è dotato di potenti strumenti di navigazione che consentono all utente di muoversi agevolmente all interno della mappa e di trovale le informazioni che occorrono. A seconda della scala di visualizzazione WebSIT provvede ad ottimizzare i dati visibili e a presentare un set informativo cartografico adeguato alla scala di visualizzazione. Pan Pan è lo strumento attivo di default del progetto che viene utilizzato semplicemente cliccando sulla mappa e trascinando col pulsante sinistro del mouse premuto L effetto di trascinamento del pan è morbido e consente all utente di individuare facilmente la porzione di mappa da centrare a schermo Zoom Lo strumento di zoom presenta 3 varianti. Zoom a finestra Cliccare sul pulsante zoom a finestra e tracciare una finestra sulla mappa. WebSIT centra la mappa sulla base della finestra tracciata Zoom in, avvicinamento immediato alla mappa Zoom out, allontanamento immediata dalla mappa Per effettuare zoom in/out è possibile utilizzare anche la rotellina del mouse. Ogni scatto di rotella corrisponde a raddoppiare/dimezzare il fattore di scala. Pag. 20

21 Zoom su selezione Dopo aver effettuato una selezione il sistema si posizione ad uno zoom tale che consente di visualizzare a monitor tutti gli oggetti selezionati Zoom all estensione del progetto Zoom all estensione del progetto porta la mappa ad una scala tale da consentire la visualizzazione dell intero territorio oggetto di consultazione. Fattore di scala e coordinate di posizionamento Nella barra di stato WebSIT visualizza il fattore di scala corrente. È possibile cambiare scala utilizzando le tecniche di zoom spiegate nei capitoli precedenti oppure digitando direttamente nella casella Scala il valore di scala desiderato. Lo coordinate di posizionamento indicano all utente la posizione corrente del mouse espresse in coordinate Gauss Boaga nel sistema di riferimento nazionale Monte Mario / Italy Zone 1 EPSG 3003 Pag. 21

22 Menu di selezione Il menu di selezione è il più complesso degli strumenti di menù e comprende diverse modalità di selezione che permettono all utente di effettuare selezioni con la massima flessibilità Tutte le selezioni visualizzano le inforamzioni degli oggetti selezionati nell area dei report Nell ordine i comandi di selezione: Selezione a punto (continua) consente di cliccare sulla mappa e selezionare tutti gli oggetti presenti in un punto (anche su strati sottostanti). la selezione aggiunge sempre nuovi aggetti alla collezione degli oggetti selezionati Cancella selezione Cancella dalla selezione tutti gli oggetti cartografici N.B. non elimina gli oggetti ma li toglie solo dallo stato selezionato. Selezione a punto (continua con inversione) Simile alla selezione a punto (continua) ma se si clicca su di un oggetto già selezionato questo viene deselezionato Selezione all interno della selezione corrente Partendo da una selezione corrente è possibile selezionare altri oggetti che stanno all interno della selezione stessa Nell esempio risulta selezionata una particella èd è possibile chiedere al sistema di selezionare tutti i civici esistenti nella particella La selezione può avvenire per intersezione o per interna (completamente contenuta) Una volta effettuata la conferma viene deselezionata la selezione originaria e vengono selezionati i nuovi oggettti che rispondono alle caratteristiche impostate Selezione a punto (singola) Consente di effettuare una selezione del tutto simile alla selezione a punto (Continua) ma una volta cliccato sulla mappa viene disattivata la funzione di selezione e si passa alla funzione di default della mappa cioè il pan Selezione a rettangolo SI traccia un rettangolo (orizzontale) e il sistema seleziona tutti gli oggetti contenuti ed intersecati dal rettangolo Pag. 22

23 Selezione a poligono (Interseca) Si traccia un poligono sulla mappa e il sistema seleziona tutti gli oggetti che sono contenuti (anche solo in parte nel poligono Selezione a poligono (Interna) Come la selezione a poligono (interseca) ma vengono selezionati solo gli oggetti completamente contenuti nel poligono Selezione a circonferenza Si traccia una circonferenza partendo da un punto e vengono selezionati tutti gli oggetti anche parzialmente contenuti in essa Pag. 23

24 Menu ricerche Il Menu ricerche mette a disposizione dell utente un potente strumento di ricerca su livelli differenziati di informazioni. Le ricerche possono portare alla selezione in mappa o alla visualizzazione di un report di informazioni relative agli oggetti trovati; l effetto della ricerca viene gestito dai pulsanti Sostituisci - Mappa Report Con Sostituisci vengono abbandonate le informazioni frutto di precedenti ricerche e sostituite con quelle della ricerca attuale Col pulsante Mappa l effetto della ricerca viene rappresentato dalla visualizzazione e selezione in mappa degli oggetti trovati Col pulsante Report l effetto della ricerca viene riversato nell area dei report per la successiva consultazione Dall area dei report sarà possibile successivamente selezionare gli oggetti in mappa. Alcune ricerche sono disponibili per tutti gli utenti mentre altre potrebbero richiedere diritti di accesso particolari. Nel caso in cui l utente non sia abilitato alla lettura dei dati oggetto della ricerca WebSIT avvisa con il messaggio riportato sotto Per la gestione dei diritti consultare il capitolo Accesso al Sistema Pag. 24

25 Ricerca di una particella catastale Ricerca disponibile per tutti gli utenti Cliccare su ricerche Catasto - Particelle È possibile effettuare la ricerca di una o più particelle catastale inserendo gli estremi della stessa (foglio e mappale) nelle rispettive caselle. Occorre inserire in ogni riga il numero di foglio e i numeri di mappale di quel foglio separandoli da virgola per cercare particelle su più fogli, fino ad un massimo di 3, utilizzare le altre righe disponibili come indicato nell esempio a fianco una volta immessi i riferimenti catastali utilizzare i pulsanti di selezione (mappa/report) desiderati. Tralasciando le informazioni relative al mappale e inserendo solo il riferimento al Foglio verranno ricercate tutte le particelle di quel foglio Tralasciando i riferimenti al foglio e inserendo solo i numeri di particella verranno ricercate tutte le particelle di tutti i fogli con quel riferimento. Effetto della ricerca le particelle vengono evidenziate in mappa Pag. 25

26 Ricerca di un proprietario (Catasto Urbano e Terreni) Ricerca disponibile solo per utenti abilitati Cliccare su ricerche Catasto - Proprietà Nel campo di ricerca è possibile inserire Nome, Cognome, codice fiscale o denominazione del soggetto su cui effettuare ricerca È possibile inserire anche un testo parziale; nell esempio riportato WebSIT ricercherà tutti gli immobili di proprietà del Sig. Rossi o di società che hanno nella denominazione la parola Rossi. Non occorre inserire caratteri jolly tipo % o asterisco In questo caso la ricerca è disponibile solo su report; si dovrà passare dal report per visualizzare l elenco dei terreni di proprietà del soggetto e poi richiedere la visualizzazione in mappa. Esito della ricerca riportato nell area dei report Notare che oltre a Rossi il sistema ha individuato anche Grossi e Capirossi, cognomi che contengono la parola Rossi Per l uso del report fare riferimento al capitolo relativo Pag. 26

27 Ricerca di un immobile catastale Ricerca disponibile solo per tutti gli utenti Cliccare su ricerche Catasto - Immobili Nel campo di ricerca è possibile specificare se ricercare su terreni e su urbano o su entrambi Possono essere effettuate ricerche per categoria catastale, classe, descrizione e rendita. La funzione è molto utile per individuare velocemente determinate categorie di immobili. Una volta individuato l elenco degli immobili cliccare su Seleziona altri dati, selezionare particelle e visualizzare in mappa le particelle catastali ricercate. Elenco degli immobili con categoria A5 Pag. 27

28 Ricerca nello stradario di un numero civico Ricerca disponibile per tutti gli utenti Cliccare su ricerche Stradario - Civici Nel campo di ricerca è possibile inserire il nome della via, il numero e il subalterno su cui occorre fare la ricerca Per il nome della via si consiglia di inserirlo parzialmente in quanto spesso non si conosce l esatta denominazione (es via Garibaldi, via G. Garibaldi, via Giuseppe Garibaldi = scrivere solo Garibaldi) Provvederà poi WebSIT ad effettuare la ricerca corretta. Non occorre inserire caratteri jolly tipo % o asterisco Se si omette di inserire il civico il sistema troverà tutti i civici di quella via. Se si omette la via il sistema troverà tutti i civici con quel numero in tutte le vie Il sub corrisponde al barrato In questo caso la ricerca è disponibile sia in mappa che su report Nell esempio vengono trovati tutti i civici di via Roma e via Cà di Romagnolo che contengono il numero 1 nel civico La selezione in mappa produce l evidenziazione e la zoomata sui civici trovati come riportato nell esempio sotto riportato. Per l uso del report fare riferimento al capitolo relativo Pag. 28

29 Ricerca di una Via Ricerca disponibile per tutti gli utenti Cliccare su ricerche Stradario - Vie Nel campo di ricerca è possibile inserire il nome della via da ricercare Per il nome della via si consiglia di inserirlo parzialmente in quanto spesso non si conosce l esatta denominazione (es via Garibaldi, via G. Garibaldi, via Giuseppe Garibaldi = scrivere solo Garibaldi) Provvederà poi WebSIT ad effettuare la ricerca corretta. Non occorre inserire caratteri jolly tipo % o asterisco In questo caso la ricerca è disponibile sia in mappa che su report La selezione in mappa produce l evidenziazione e la zoomata sulla via individuata come riportato nell esempio sotto riportato. Pag. 29

30 Ricerca di un Soggetto Residente Ricerca disponibile solo per utenti abilitati Cliccare su ricerche Anagrafe Nel campo di ricerca è possibile inserire Nome, Cognome, codice fiscale o Nazionalità, età minima e massima In questo caso la ricerca è disponibile solo su report. La ricerca per Nazionalità ed età sono particolarmente utili per analizzare la struttura sociale della popolazione e realizzare mappature territoriali specifiche Nell esempio sotto riportato la mappa della presenza di cittadini di nazionalità marocchina nel territorio comunale Il report riporterà il set di dati previsto per la consultazione da WebSIT secondo le politiche di sicurezza definite dall amministratore delle banche dati. Per l uso del report fare riferimento al capitolo relativo Pag. 30

31 Ricerca di una zona urbanistica Ricerca disponibile per tutti gli utenti. Occorre aver abilitato precedentemente il modulo Urbanistica CDU Cliccare su ricerche Urbanistica - Zone Inserire il nome della zona o parte della sua descrizione Indicare se si intende ricercare su tipologie particolari di Zone urbanistiche (zone, tutele, rispetti) La ricerca su report visualizza l elenco delle zone del tipo richiesto e il relativo strumento urbanistico che le definisce. Cliccando sul Link Normativa è possibile accedere al testo delle norme tecniche per quella zona. La Normativa è in formato PDF quindi scaricabile e stampabile da parte dell utente Se il proprio browser lo consente è possibile visualizzare l indice della normativa e i relativi segnalibri per una fluida navigazione tra i capitoli Pag. 31

32 La ricerca sulle zone urbanistiche può essere indirizzata alla selezione in mappa. Nell esempio viene riportata al ricerca di tutte le zone a destinazione ricettiva e la localizzazione nel capoluogo Per attivare la selezione delle zone urbanistiche occorre procedere prima all accensione del relativo layer selezionabile dalla legenda come riportato a fianco Di default la selezione dei layer dell urbanistica è disabilitata. Attivare il layer su cui si intende effettuare la selezione. Per ulteriori informazioni sulla gestione dell area della legenda consultare il capitolo relativo. Pag. 32

33 Ricerca di un intervento Edilizio Ricerca disponibile per tutti gli utenti. Occorre aver abilitato precedentemente il modulo Codici Ecografici Cliccare su ricerche Codici Ecografici - Interventi edilizi Utilizzare le diverse opzioni per compilare la ricerca desiderata; si possono effettuare ricerche per Tipo di procedimento Codice del procedimento Oggetto (anche parziale) Tipo di intervento Anno di presentazione (Protocollo) Stato del procedimento Esito Filtro temporale su data di presentazione data inizio lavori data fine lavori di seguito si riporta un esempio di ricerca e visualizzazione su report A lato esempio di visualizzazione su mappa di tutti i procedimenti presentati nell anno corrente Può essere molto utili visualizzare mappe dei cantieri aperti, anche suddivise per tipologia dei lavori o di procedimento. WebSIT geo localizza gli interventi edilizi mediante il codice ecografico. Per ulteriori informazioni consultare il capitolo relativo al codice ecografico. Pag. 33

34 Ricerca di una attività produttiva Ricerca disponibile per tutti gli utenti. Cliccare su ricerche Anagrafe Attività - Attività Utilizzare le diverse opzioni per compilare la ricerca desiderata; si possono effettuare ricerche per Ragione Sociale Codice fiscale / partita IVA Tipologia di attività Di seguito si riporta un esempio di ricerca e visualizzazione su report Pag. 34

35 Menu Opzioni / Strumenti avanzati Il menu strumenti avanzati consente l esecuzione di particolari comandi a disposizione dell utente per le funzioni di analisi dei dati e stampa. Nei capitoli seguenti vengono illustrate le diverse funzioni presenti Accessibilità WebSIT consente di variare le condizioni di accessibilità del progetto aiutando anche chi ha difficoltà visive ad utilizzare il sistema cartografico Sono previste 3 modalità differenti di visualizzazione, normale, ad alto contrasto e in toni di grigi per rispondere alle esigenze normative in materia di accessibilità dei servizi web istituzionali Pag. 35

36 Opzioni del Client La funzione consente di ridurre la qualità della mappa per velocizzare la navigazione anche a quegli utenti che non hanno un sistema di connessione veloce. Selezionare la qualità della mappa desiderata Pag. 36

37 Mostra vista d insieme della mappa È un comando che consente di visualizzare la vista d insieme della mappa nel modo illustrato di seguito Viene aperto un riquadro che posiziona la zoomata attuale nella visione d insieme del progetto Pag. 37

38 Funzione Inforapido La funzione Inforapido consente all utente di accedere direttamente dalla mappa alle informazioni relative a tutti gli oggetti presenti nell area circostante il puntatore del mouse. Di default la funzione Inforapido è attiva e posizionandosi in mappa visualizza il riquadro Inforapido L area gialla contornata in rosso rappresenta l area di indagine di Inforapido. Spostandosi col mouse sul punto informativo si ottiene l apertura dell inforapido La maschera Inforapido consente di visualizzare tutti gli oggetti presenti e le gerarchie relazionali senza dover passare dall area dei report La maschera inforapido è dotata di pulsanti di controllo che consentono: 1. Ingrandimento maschera 2. Riduzione maschera 3. Disattivazione funzione inforapido 4. Blocca sblocca la finestra inforapido 5. Chiusura temporanea della finestra inforapido Le funzioni di navigazione di inforapido: 1. Visualizza informazioni correlate 2. Evidenzia l oggetto in mappa 3. Zoom sull estensione dell oggetto 4. Apri i dati dell oggetto nell area dei report 5. Riporta gli estremi identificativi dell oggetto Pag. 38

39 Stampa della Mappa Cliccando sul pulsante di stampa della mappa si apre il layout di stampa che consente l impaginazione della cartografia che si intende stampare. La funzione di stampa è dotata di una barra degli strumenti di annotazione, la barra dell impostazione del formato di stampa e della scala di stampa. Comandi di gestione dello stile comandi di inserimento annotazioni/geometrie Comandi di selezione comandi di impostazione del layout di stampa Pag. 39

40 Comandi di gestione dello stile Tutti i comandi di stile hanno effetto sugli oggetti disegnati successivamente al cambio di impostazione Le impostazioni hanno effetto su tutti i tipi di geometrie che verranno disegnate. Stile di riempimento Impostare lo stile di riempimento agendo sulla rampa del colore e impostando la trasparenza Contorno Impostare il colore del contorno e la trasparenza Tipi di linea Impostare il tipo di linea e lo spessore Pag. 40

41 Comandi di quotatura È possibile inserire delle quotature in anteprima di stampa. Queste verranno inserite nella stampa in modo dinamico; WebSIT mantiene la leggibilità delle quote al variare della scala di stampa 1. Quotatura lineare 2. Quotatura di un rettangolo 3. Quotatura di un poligono irregolare Cliccare sul pulsante di quotatura e tracciare la geometria da quotare. Nel caso di poligono la quota viene inserita automaticamente nell area Pag. 41

42 Comandi di disegno 1. Inserimento di un punto sul layout di stampa 2. Inserimento di polilinee 3. Inserimento di poligoni irregolari 4. Inserimento di rettangoli 5. Inserimento di tracce a mano libera 6. Inserimento di frecce 7. Inserimento di triangoli, 8. Inserimento di cerchi 9. Inserimento di ellissi 10. Cancellazione e modifica degli elementi inseriti 11. Ceck di abilitazione alla modifica Gli elementi inseriti possono essere ruotati e modificati a piacere da parte dell utente Nell immagine esempi di annotazioni varie NB: tutte le personalizzazione delle stampe, una volta chiuso il pannello di stampa vengono perse pertanto è opportuno che l utente salvi la stampa su file (mediante la stampa su PDF) se intende procedere in un secondo tempo alla ristampa della cartografia. Pag. 42

43 Stampa della Mappa ad una scala prefissata È possibile stampare la mappa ad una scala definita. Dal pannello di stampa impostare la scala della mappa alla dimensione desiderata È possibile scalare al stampa anche utilizzando la rotellina del mouse sull anteprima di stampa della mappa 1. Con il pulsante Pan centrare la stampa nel layout 2. Con il pulsante selezione a punto selezionare eventuali oggetti presenti sulla mappa 3. Se necessario cancellare la selezione 4. Impostare la scala di stampa desiderata Rimozione del cartiglio di stampa E possibile rimuovere il cartiglio di stampa agendo sul pulsante apposito Cliccando nuovamente sul pulsante si ottiene il ripristino del cartiglio Pag. 43

44 Stampa della Mappa con legenda Per inserire la legenda nella mappa che si andrà a stampare utilizzare i pulsanti di visualizzazione e aggiornamento della legenda. La legenda può essere aperta o chiusa nei suoi elementi ad albero per visualizzare solo gli strati interessati dalla tematizzazione. 1. Visualizza/nascondi la legenda 2. Aggiorna la legenda Scorrere la legenda verso l alto o verso il basso per centrare i tematismi prescelti Pag. 44

45 Stampa della Mappa formato e orientamento È possibile variare l impostazione del formato pagina di stampa utilizzando i pulsanti imposta pagina e ripristina impostazioni base. È possibile scegliere tra il formato A4 e A3 Con orientamento verticale od orizzontale 1. Imposta pagina (formato e orientamento) 2. Ripristina impostazioni di default 3. Invia il layout alla stampante Pag. 45

46 Stampa della Mappa con annotazioni testuali È possibile inserire nella stampa delle annotazioni testuali utilizzando il riquadro annotazioni Esportazione della mappa È possibile esportare la mappa su file direttamente in formato immagine. WebSIT chiede all utente il percorso d i salvataggio del file e il formato dell immagine Pag. 46

47 Caricamento di uno shape file esterno E possibile importare uno shape file esterno direttamente in mappa utilizzando il pulsante dei tools avanzati. Selezionare il file che si intende inserire Immettere il nome del layer per il nuovo file ATTENZIONE: gli shape file devono essere nel sistema di riferimento utilizzato dal progetto WebSIT generalmente 3003, utilizzato per la fornitura dei dati catastali Il nuovo layer viene inserito in legenda nel blocco Layers Utente. Conversione al volo delle coordinate del puntatore Quando occorre conoscere le coordinate di un punto in altri sistemi utilizzare l apposita funzione che consente di scegliere il sistema di riferimento su cui traslare le coordinate Cliccando col puntatore sulla mappa si ottengono le coordinate del punto nel sistema scelto. Il comando rimane attivo finche non si seleziona un altro comando. Pag. 47

48 Misura di aree È possibile effettuare la misura di un area direttamente a video specificando i vertici del poligono interessato come indicato nell esempio sotto Al termine della misurazione fare doppio click sulla mappa Il sistema quota ogni lato del poligono ed indica la superficie complessiva in metri quadrati. Per la precisione delle misurazioni occorre tenere presente la precisione della cartografia originaria e di conseguenza considerare l uso che viene fatto della misurazione effettuata. WebSIT arrotonda le misure ad un decimale Pag. 48

49 Misura di linee (Distanze) È possibile effettuare la misura di una linea (distanza) direttamente a video specificando i vertici della linea di misura come indicato nell esempio sotto Al termine della misurazione fare doppio click sulla mappa Il sistema quota ogni segmento della linea ed indica la misura complessiva in metri. Per la precisione delle misurazioni occorre tenere presente la precisione della cartografia originaria e di conseguenza considerare l uso che viene fatto della misurazione effettuata. WebSIT arrotonda le misure a due decimali Pag. 49

50 Misura radiale È possibile effettuare la misura radiale direttamente a video specificando il centro del raggio come indicato nell esempio sotto Al termine della misurazione fare click sulla mappa Per la precisione delle misurazioni occorre tenere presente la precisione della cartografia originaria e di conseguenza considerare l uso che viene fatto della misurazione effettuata. WebSIT arrotonda le misure a due decimali Pag. 50

51 Buffer I buffer sono il metodo per calcolare delle fasce di rispetto attorno a determinati oggetti e sono estremamente utili per creare agevolmente mappe tematiche Per creare un buffer occorre selezionare l oggetto su cui calcolare la fascia di rispetto (es. un antenna di un ripetitore) Impostare la dimensione del buffer (distanza in metri attorno agli oggetti selezionati e il colore di rappresentazione WebSIT elabora il buffer e lo rappresenta in mappa secondo le impostazioni definite dall utente Se non viene selezionato alcun oggetto invece viene presentato il messaggio che è impossibile creare un buffer Il buffer viene visualizzato nell area della legenda nella sezione Layer Utente e può essere acceso o spento a piacere. Una volta creato il buffer può essere selezionato e utilizzato per delle selezioni all interno dell area di buffer. Vedi il capitolo menu di selezione Pag. 51

52 Menu Help (aiuto) Il menù Help contiene funzioni di supporto all utente e informative per quanto concerne le banche dati presenti nel sistema e il loro livello di aggiornamento Comando Help Apre la presente guida in formato PDF. La guida è scaricabile e navigabile in quanto dotata di un sistema si segnalibri che ne facilitano la lettura. Comando Profilo Utente Vedi capitolo cambio della password Comando Metadata Apre nell area del report la scheda descrittiva di ogni banca dati presente nel WebSIT Per ogni banca dati sono riportati i dati descrittivi della medesima, le modalità e frequenze di aggiornamento nonché eventuali collegamenti (link) a siti esterni che possano documentare la consistenza della archivio. Nella colonna licenza sono riportati gli estremi delle licenze d uso dei dati scaricabili dal sistema Condizioni d uso del sito È un documento che descrive all utente le condizioni d uso del sito, e le modalità con cui vengono trattati i dati degli utenti registrati. Pag. 52

53 L area della Legenda La legenda è l elemento che consente all operatore di attivare determinati tematismi presenti all interno del progetto WebSIT La legenda è una struttura ad albero navigabile dinamicamente. È infatti possibile, cliccando sui nodi della struttura aprire gli eventuali sotto nodi presenti La legenda si incrementa dinamicamente quando si aggiungono moduli al progetto pertanto l ordine degli elementi della legenda potrebbe variare anche durante la sessione di lavoro Col pulsante aggiorna legenda viene ricaricata l intera legenda Alcuni elementi della legenda sono comunque sempre presenti e sono: Layers di servizio Contiene i layers funzionali per il sistema WebSIT Selezionabili Contiene i layers i cui oggetti possono essere selezionati direttamente in mappa Cartografia di base Contiene i layers o gruppi di layers con le cartografie di base del progetto che possono essere le CTR, ortofotoimmagini, viabilità e infrastrutture, territorio comprendente i confini comunali e i centri abitati Le immagini e le carte tecniche possono a loro volta essere suddivise in sottogruppi Stradario Contiene gli elementi dello stradario, Vie e civici Catasto Contiene gli elementi base del catasto, Particelle e Fabbricati, la suddivisione in fogli e gli elementi di vestizione dettagliata (simbologia) Dalla legenda è possibile cogliere immediatamente gli elementi visibili e attivi e quelli disattivati. Alcuni elementi anche se attivi potranno essere visibili solo a determinate scale; la visualizzazione viene gestita automaticamente dal sistema secondo le impostazioni definite dall amministratore. E il caso delle vestizioni catastali che sono visibili fino alla scala 1:2500 poi vengono automaticamente spenti dal sistema. Se si clicca sul selettore di layers si accende o si spegne il layer singolo, se si clicca sul selettore di gruppo si accendono o si spengono tutti i layers del gruppo Pag. 53

54 L area dei report L area dei report è caratterizzata dai seguenti sotto elementi: 1 Area dei Layers selezionati 2 Pulsante di selezione altri dati (in relazione) 3 Barra dei comandi del report 4 Area del report L area dei layers selezionati contiene l elenco dei tipi di oggetti selezionati in mappa suddivisi per layer e riporta in numero di oggetti selezionati. Cliccando sul pulsante corrispondente viene riempita l area del report coi dati degli oggetti di quel layer (gruppo) Nell esempio cliccando su catasto (65) vengono visualizzate nell area del report le informazioni relative alle 65 particelle catastali presenti nella selezione. Quando si seleziona uno o più oggetto in mappa immediatamente WebSIT aggiorna l area dei layers selezionati Con il pulsante di cancellazione vengono rimossi dalla selezione tutti gli oggetti selezionati di quel layer; gli oggetti vengono deselezionati anche sulla mappa Pag. 54

55 Il pulsante di selezione altri dati (in relazione) consente di visualizzare nell area del report le informazioni collegate alle righe selezionate nel report ma presenti in archivi relazionati all interno di WebSIT Nell esempio, dopo aver visualizzato nell area del report i dati delle 65 particelle catastali è possibile chiedere al sistema di visualizzare i dati censuari delle medesime particelle allibrate al catasto terreni o all urbano, consultare gli interventi edilizi rilasciati sulle particelle selezionate o visualizzarne la destinazione urbanistica Questa funzione rende WebSIT estremamente funzionale e pratico in quanto è il sistema che conosce e costruisce le relazioni tra i diversi archivi e li propone all utilizzatore senza che questi debba conoscerne la struttura logica. Le relazioni possono essere a cascata, una di seguito all altra, nell esempio è possibile notare come, una volta visualizzati i dati censuari al catasto terreni, è possibile chiedere al sistema di visualizzare i relativi proprietari Saper utilizzare in modo pieno il pulsante di relazione è fondamentale per attingere il massimo del patrimonio informativo presente in WebSIT Pag. 55

56 La barra dei comandi del report mette a disposizione dell utente una serie di opzioni di elaborazione del report stesso cha andiamo ad analizzare nel dettaglio Pulsante dati precedenti Consente di visualizzare i report precedenti Cliccare sulla freccia di selezione e scegliere quale report precedente si intende richiamare Pulsante sommatoria Visualizza a pie di pagina del report una barra grigia in cui è possibile inserire i totali delle colonne. Cliccando col tasto destro del mouse compare un menu che consente di impostare la somma, il valore minimo/ massimo, il conteggio di riga o la media. Con l opzione customize è possibile impostare nella stessa colonna più valori contemporaneamente Pulsante raggruppamento Consente all utente di effettuare dei raggruppamenti nella visualizzazione del report Visualizza una barra grigia in testa al report su cui è possibile trascinare i campi da utilizzare per il raggruppamento Nell esempio sono state raggruppate tutte le informazioni relative alle particelle catastali in ordine alla qualità. Cliccando sulla qualità specifica è possibile vedere i dati delle sole particelle di quella qualità Possono essere effettuati anche raggruppamenti strutturati su più livelli Pag. 56

57 Filtra selezionati Consente di mantenere nel report solo gli oggetti selezionati Le righe che non hanno il contrassegno di spunta verranno rimosse. Rimuovi tutto Il pulsante rimuovi tutto vuota l area del report. Nell area dei layers selezionati gli oggetti rimangono comunque sempre presenti e sulla mappa rimangono selezionati. Seleziona tutto Mette la spunta di selezione a tutte le righe presenti nell area dei report Deseleziona tutto Toglie la spunta di selezione a tutte le righe presenti nell area dei report Pag. 57

58 Inverti selezione Inverte la selezione corrente, mette la spunta di selezione a chi non ce l ha e la toglie a quelle righe che ce l hanno Stampa Presenta l anteprima di stampa delle informazioni presenti nell area dei report L anteprima di stampa può essere stampata o salvata nei diversi formati previsti. I formati si salvataggio sono i più comuni: PDF XLS RTF CSV HTML ecc.. Una volta selezionato il formato indicare un quale cartella si intende salvare il file e procedere seguendo le istruzioni. Pag. 58

59 Esporta La funzione di esportazione è simile alla stampa e segue le stesse regole. E possibile scegliere il formato del file di esportazione tra quelli disponibili Seleziona in mappa Consente di selezionare sulla mappa gli oggetti presenti nell area del report Questo comando è attivo solo per i report che hanno un collegamento diretto agli oggetti cartografici Espandi Espande le dimensioni dell area del riporta occupando tutto lo spazio generalmente adibito alla visualizzazione della mappa Ri-cliccando sul pulsante espandi l area dei report torna alla sua dimensione iniziale Pag. 59

60 Esportazione in Shape file degli oggetti selezionati E possibile esportare gli oggetti selezionati (se cartografici) in shape file. Vengono esportate solo le righe selezionate Il sistema effettua il download in file zip dello shape Esportazione in Shape file dell intero file E possibile esportare l intera tabella degli oggetti in selezione in shape file. Vengono esportate tutte le righe del database anche quelle eventualmente non selezionate Il sistema effettua il download in file zip dello shape Ordinamento dei dati presenti nell area del report A volte può essere necessario ordinare i dati presenti nell area dei report Cliccare sull intestazione di colonna che si vuole ordinare per ottenere un ordinamento diretto, ri-cliccare per ottenere un ordinamento inverso cliccare un ultima volta per togliere l ordinamento Quando il report è ordinato compare a fianco della colonna la freccia che indica il senso di ordinamento Applicare filtri sui dati presenti nell area di report È possibile applicare filtri ai dati presenti nell area dei report cliccando sul simbolo di filtro che compare nella casella di intestazione, appare un menu a tendina dove è possibile indicare quali valori filtrare nell insieme dei valori presenti. Pag. 60

61 Nascondere campi È possibile nascondere un campo presente nel report semplicemente trascinandolo in un area esterna al report stesso Quando compare l icona con la x rossa lasciare il pulsante del mouse e il campo viene rimosso. Visualizzare campi nascosti Cliccare col tasto destro sull intestazione di colonna Scegliere Show Column Chooser Viene visualizzato il pannello coi campi nascosti che possono essere trascinati nell area del report. Pag. 61

62 TITOLO 2B - FUNZIONI AVANZATE Pag. 62

63 Funzioni di Disegno WebSIT offre potenti funzioni di disegno semplicemente utilizzando lo strumento on line. Il menù di disegno viene attivato mediante la barra delle funzioni di disegno stesso dai vari comandi di editing a cui si rimanda per l uso particolare del disegno. In questo capitolo vengono illustrate le modalità e i concetti basilari del disegno. La barra delle funzioni di disegno è a medesima per tutti i contesti di disegno e quindi è di facile apprendimento. I pulsanti non sono sempre attivi ma lo sono solamente quelli che nella situazione contingente hanno una logica operativa Nell esempio a fianco è attivo solamente il pulsante inserisci nuova geometria in quanto non è selezionato alcun oggetto e quindi logicamente l utente è in fase di inserimento. Se viene selezionato un oggetto la barra attiva altri pulsanti di editing come evidenziato nell immagine sotto riportata Occorre prestare particolare attenzione all area di notifica della barra di disegno che riporta preziosi suggerimenti sulle operazioni che si possono effettuare nella situazione contingente. Pag. 63

64 Per inserire un nuovo oggetto cartografico cliccare sul pulsante inserisci Tracciare l oggetto, che può essere un punto, un area o un poligono, a seconda del tipo di oggetto che si e scelto di inserire. Al termine il sistema propone la compilazione della scheda dati associata all oggetto stesso. Terminata la compilazione della scheda dati è possibile modificare ulteriormente l oggetto inserito. Posizionandosi sul punto mediano di un lato del poligono viene attivato lo snap che consente l inserimento la stiratura di un nuovo vertice. Posizionandosi su di un vertice è possibile spostare o stirare il vertice stesso. Con i comandi copia e incolla è possibile duplicare una geometria e copiarne anche tutti gli attributi di descrizione Mentre si stira o si sposta un vertice è possibile attivare lo snap a vertici di altri oggetti semplicemente premendo il tasto CTRL Con il comando modifica dati è possibile inserire o modificare i dati dell oggetto selezionato Se l esito di una modifica non soddisfa l autore con i pulsanti annulla/ripeti è possibile intervenire su quanto appena fatto Mentre con il pulsante annulla modifiche Vengono annullate le modifiche fatte Una volta completato l inserimento della geometria, con il pulsante conferma modifiche viene chiuso l editing sulla geometria Pag. 64

65 TITOLO 3 MODULI AGGIUNTIVI Pag. 65

66 Caratteristiche generali dei moduli aggiuntivi Ogni progetto WebSIT è corredato di una serie di moduli aggiuntivi che possono variare a seconda delle impostazioni del progetto stesso Cliccando sul pulsante moduli aggiuntivi si apre la maschera di selezione del modulo, selezionare il modulo che si intende attivare a chiudere la maschera di selezione. Il modulo è una particolare funzione di WebSIT che può essere utilizzata dall utente; caricando un modulo l utente carica nuove cartografie, nuovi report e banche dati specifiche per quel modulo. Per ogni modulo la maschera di attivazione descrive brevemente le principali funzioni. I moduli sono soggetti alle politiche di protezione dei dati del progetto WebSIT specifico e pertanto potranno essere protetti e attivabili solamente dagli utenti abilitati. Nell esempio è possibile individuare quando un modulo è disponibile, è abilitabile da parte dell utente connesso oppure è già stato abilitato Modulo disponibile Utente abilitato Modulo già attivo Non si possiedono i diritti per accedere al modulo Per rimuove un modulo già attivo cliccare nuovamente sul pulsante che identifica il modulo Quando un modulo viene caricato WebSIT aggiunge nella barra dei pulsanti uno o più pulsanti relativi al modulo e imposta una nuova serie di funzioni specifiche per quel modulo. Pag. 66

67 Modulo Urbanistica e CDU Modulo per le funzioni urbanistiche disponibile a tutti, per la stampa del CDU Riservato Il modulo urbanistica e CDU consente di accedere alla gestione urbanistica del territorio. Questo modulo generalmente è già attivo all avvio di WebSIT in quanto si tratta di un modulo basilare per le operazioni di consultazione degli strumenti urbanistici e generalmente rivolto a tutti i cittadini ed utilizzatori del sistema. Il modulo attiva il menu specifico che prevede la redazione del CDU in modalità automatica e uno strumento di ricerche delle zone urbanistiche Il modulo carica anche la cartografia urbanistica vigente e la inserisce nella legenda. L urbanistica è suddivisa per tavole secondo la consistenza effettiva degli strumenti urbanistici vigenti e quindi sarà possibile attivare una tavola alla volta oppure visualizzare più tavole sovrapposte selezionandole direttamente dalla legenda. Per il funzionamento dello strumento legenda fare riferimento al capitolo relativo. Pag. 67

68 Visualizzazione della destinazione urbanistica di un area WebSIT è dotato di un sistema di analisi dei dati territoriale che consente all utente di interrogare una o più particelle per ottenere in automatico la destinazione urbanistica. Il sistema effettua una interrogazione geografica sugli strati urbanistici che intersecano la particella e propone la visualizzazione della destinazione urbanistica vigente. Procedere nel modo seguente: 1. selezionare una particella catastale mediante ricerca o selezione diretta in mappa (vedi i capitoli relativi alla selezione e ricerca) 2. cliccare sul pulsante catasto per visualizzare le informazioni sulla particella 3. cliccare sul pulsante di selezione altri dati e richiamare la destinazione urbanistica libera Della particella selezionata vengono presentate tutte le previsioni degli strumenti urbanistici vigenti sia per quanto riguarda la zonizzazione sia le tutele e i rispetti presenti sulla particella. Come è possibile vedere dall esempio la particella è interessata da diversi vincoli e tutele derivanti anche da strumenti urbanistici differenti. Per ogni tipo di destinazione/rispetto/tutela viene riportato il riferimento catastale, la percentuale di area interessata rispetto al totale della particella, lo strumento che norma l area, il riferimento all articolo della normativa e all oggetto e il link diretto alla normativa. La visualizzazione destinazione urbanistica riservata riporta in aggiunta ai dati della precedente anche le superfici calcolate della particella (che potrebbero differire dalle superfici catastali ufficiali) e le porzioni di intersezione con le destinazioni urbanistiche espresse sia in percentuale che in metri quadrati. Cliccando sul link viene aperta la normativa in pdf sull articolo interessato. La normativa è scaricabile e navigabile in quanto dotata di un sistema si segnalibri che ne facilitano la lettura. Pag. 68

69 Predisposizione del Certificato di Destinazione Urbanistica La funzione di predisposizione del Certificato di Destinazione Urbanistica CDU è riservata solo ad alcuni utenti dell ente secondo il programma di sicurezza concordato con l amministratore delle banche dati. Per ottenere il permesso ad utilizzare tale funzione consultare il capitolo Accesso al Sistema È possibile comunque visualizzare liberamente la destinazione urbanistica utilizzando il metodo descritto nel capitolo Destinazione Urbanistica Libera Per predisporre un CDU occorre seguire i seguenti passaggi: selezionare una o più particelle catastali (vedi capitolo strumenti di selezione) se non si seleziona alcuna particella il sistema presenta un messaggio che invita a farlo inserire i dati relativi al richiedente e alla richiesta di rilascio del CDU Specificare se si intende rilasciare il certificato in Bollo o includere lo stralcio di mappa nel qual caso è richiesto di inserire il rettangolo relativo allo stralcio che si vuole includere Lo stralcio di mappa verrà inserito alla scala di visualizzazione e con gli strumenti urbanistici attivi. Pertanto se si vuole cambiare scala o strumento occorre farlo prima dell emissione del certificato Pag. 69

70 Il Certificato verrà stampato sul modello predisposto dall amministratore di sistema; il modello è modificabile comunque dall utente prima di procedere col salvataggio e la stampa. Con la barra degli strumenti del CDU è possibile procedere al salvataggio del documento nelle cartelle dell utente, stampare direttamente il documento o visualizzare l anteprima di stampa per controllare la corretta predisposizione del documento stesso. Con il pulsante di chiusura si ritorna alla visualizzazione di mappa. N.B. WebSIT non conserva copia dei CDU pertanto è consigliabile salvare il documento sul proprio PC. Il CDU viene salvato in formato RTF leggibile da tutti i programmi di videoscrittura. Pag. 70

71 Modulo gestione strade e numerazione civica Modulo per le funzioni di gestione dello stradario ad uso riservato Consente di gestire il disegno dello stradario e della numerazione civica. È provvisto di 4 pulsanti funzione: 1. gestione numeri civici 2. civici mancanti 3. gestione strade 4. gestione elenco vie e codifica Il modulo potrà essere disponibile solo per quegli utenti abilitati alla modifica dello stradario comunale e al rilascio di nuovi numeri civici. L editor della mappa ha delle caratteristiche simili per tutte le funzioni del modulo che vengono di seguito illustrate. Pulsante aggiungi operativo di default consente di inserire nuovi elementi cartografici Gli altri pulsanti ad esclusione del pulsante chiudi il menù di modifica, sono disattivati. Se si seleziona un elemento cartografico già esistente in mappa si disabilita il pulsante aggiungi e vengono attivate le funzioni di editing 1. Copia la geometria corrente 2. Incolla la geometria corrente (disabilitato) 3. Aggiunge una nuova geometria (disabilitato) 4. Modifica i dati dell elemento selezionato 5. Elimina l elemento selezionato 6. Annulla l ultima modifica geometrica 7. Ripristina l ultima modifica annullata 8. Annulla le modifiche all elemento selezionato 9. Conferma le modifiche all elemento selezionato Per l editing fare riferimento alle indicazioni di aiuto riportate nella barra inferiore Per approfondire l uso dei comandi fare riferimento alle singole funzioni spiegate nei capitoli seguenti Pag. 71

72 Inserimento di un nuovo numero civico Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica dei numeri civici WebSIT attiva il menù di modifica della mappa evidenziato dal bordo giallo sul lato sinistro e inferiore Per ogni pulsante selezionato, nella fascia inferiore viene descritta la funzione relativa. Cliccare sul pulsante aggiungi elemento Cliccare sulla mappa per individuare il punto di inserimento del civico NB: si consiglia di inserire il civico nella sagoma dell edifico catastale al fine di poter costruire relazioni geografiche tra gli edifici e la numerazione civica Una volta inserito il civico WebSIT apre la maschera di editing delle informazioni associate al civico ed in particolare chiede l inserimento della via, del numero e del sub (Barrato) Notare come il sistema propone all utente le vie più prossime alla posizione del civico per facilitarlo nella scelta del nome della via. Civico e Sub non possono avere lunghezza superiore rispettivamente a 5 e 3 caratteri Il numero può contenere solo un valore numerico mentre il sub può contenere anche lettere oltre a numeri. Se si inserisce un civico già presente il sistema avverte l utente e non accetta l inserimento Cliccare sul comando conferma per salvare l inserimento Pag. 72

73 Spostare un numero civico esistente Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica dei numeri civici Selezionare il civico in mappa Mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse spostare il civico come illustrato nell immagine Rilasciare il tasto sinistro nel punto in cui si intende posizionare il civico Cliccare sul comando conferma per salvare lo spostamento Per avere l aggiornamento corretto della mappa fare un leggero movimento di pan. N.B. si raccomanda di mantenere la posizione dei civici all interno delle sagome degli edifici catastali. Pag. 73

74 Modificare i dati di un numero civico esistente Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica dei numeri civici Selezionare il civico in mappa Cliccare il pulsante di modifica dei dati dell elemento selezionato Si apre la maschera di inserimento delle informazioni del civico per la modifica Effettuare le modifiche e confermare Civico e Sub non possono avere lunghezza superiore rispettivamente a 5 e 3 caratteri Il numero può contenere solo un valore numerico mentre il sub può contenere anche lettere oltre a numeri. Se si inserisce un civico già presente il sistema avverte l utente e non accetta l inserimento Cliccare sul comando conferma per salvare le modifiche Pag. 74

75 Cancellare un numero civico esistente Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica dei numeri civici Selezionare il civico in mappa Cliccare il pulsante di cancellazione dell elemento selezionato Prima di eliminare il civico WebSIT Chiede una ulteriore conferma A questo punto il civico viene eliminato definitivamente. Per avere l aggiornamento corretto della mappa fare un leggero movimento di pan. Gestione dei civici mancanti Per garantire il corretto aggiornamento dello stradario WebSIT dispone di uno strumento di controllo dei civici mancanti che provvede alla verifica delle banche dati collegate allo stradario (anagrafe residenti / archivio attività economiche) e alla eventuale segnalazione di civici mancanti. Per ogni civico mancante individuato viene riportato il riferimento al soggetto/data che richiede il posizionamento di tale civico. Pag. 75

76 Inserimento di un nuovo arco stradale Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica archi stradali WebSIT attiva il menù di modifica della mappa evidenziato dal bordo giallo sul lato sinistro e inferiore Per ogni pulsante selezionato, nella fascia inferiore viene descritta la funzione relativa. Cliccare sul pulsante aggiungi elemento Cliccare sulla mappa e tracciare il nuovo arco stradale Al termine fare doppio click col mouse, si apre la maschera di editing delle informazioni collegate all arco stradale Immettere i dati richiesti cliccare su conferma Cliccare sul comando conferma per salvare l inserimento Quando si traccia una nuova via è possibile utilizzare i comandi di snap agli archi esistenti tenendo premuto il pulsante CTRL Per avere l aggiornamento corretto della mappa fare un leggero movimento di pan. Pag. 76

77 Modifica di un arco stradale esistente Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica archi stradali WebSIT attiva il menu di modifica della mappa evidenziato dal bordo giallo sul lato sinistro e inferiore Per ogni pulsante selezionato, nella fascia inferiore viene descritta la funzione relativa. Selezionare un arco stradale esistente Compaiono le maniglie di editing nei nodi dell arco Per inserire nuovi nodi e migliorare la geometria posizionarsi col cursore del mouse nel punto intermedio dell arco e cliccare trascinando il nuovo nodo Completare la geometria perfezionando tutti i punti necessari. Nella fase di modifica è possibile attivare lo snap di collegamento ai nodi esistenti tenendo premuto il tasto CTRL Nei punti di intersezione con le strade esistenti creare un nodo che spezzi l elemento esistente e ridisegnare eventualmente la parte mancante. Cliccare sul comando conferma per salvare l inserimento Per la modifica dei dati descrittivi dell arco, selezionarlo e cliccare sul pulsante di modifica e compilare la scheda relativa Per avere l aggiornamento corretto della mappa fare un leggero movimento di pan. Pag. 77

78 Cancellazione di un arco stradale esistente Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica archi stradali Selezionare un arco stradale esistente Cliccare il pulsante di cancellazione dell elemento selezionato Prima di eliminare l arco WebSIT Chiede una ulteriore conferma A questo punto l arco viene eliminato definitivamente Per avere l aggiornamento corretto della mappa fare un leggero movimento di pan. Pag. 78

79 Inserimento di un nuovo toponimo Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica tabella vie Si apre la finestra di gestione delle vie dove è possibile procedere con l inserimento di una nuova via, la modifica o la cancellazione di una esistente Inserire il codice via anagrafico e il nome ufficiale completo della via Il codice anagrafico della via non può eccedere i 6 caratteri Prima di inserire un toponimo nuovo contattare l ufficio preposto alla codifica Pag. 79

80 Modulo gestione Codici Ecografici Modulo per le funzioni di gestione dei codici ecografici ad uso riservato Consente di gestire i codici ecografici che consentono il collegamento delle banche dati gestionali al territorio. Il codice ecografico costituisce, insieme al civico e al riferimento catastale un metodo di aggancio delle informazioni alfanumeriche contenute negli applicativi gestionali (tributi, edilizia, SUAP ecc.) estremamente versatile. Il codice ecografico infatti identifica un punto sul territorio mediante le sue coordinate reali e quindi non è soggetto ai mutamenti frequenti che subisce la numerazione civica e il catasto. Il codice ecografico identifica l oggetto in maniera univoca e ne tiene una traccia storica immutabile. Il codice ecografico non identifica solo gli edifici ma comprende le seguenti classi tipologiche: Edifici Comparti Lotti Strade Altro Il modulo è provvisto di 2 funzioni: ricerca degli interventi edilizi inserimento, la cancellazione e la modifica dei codici ecografici Il modulo potrà essere disponibile solo per quegli utenti abilitati alla modifica dei codici ecografici e al rilascio di nuove autorizzazioni edilizie (SUAP SUE). L editor della mappa ha delle caratteristiche simili per tutte le funzioni del modulo che vengono di seguito illustrate. Pulsante aggiungi operativo di default consente di inserire nuovi elementi cartografici Gli altri pulsanti ad esclusione del pulsante chiudi il menu di modifica, sono disattivati. Se si seleziona un elemento cartografico già esistente in mappa si disabilita il pulsante aggiungi e vengono attivate le funzioni di editing 1. Modifica i dati dell elemento selezionato 2. Elimina l elemento selezionato 3. Annulla l ultima modifica geometrica 4. Ripristina l ultima modifica annullata 5. Annulla le modifiche all elemento selezionato 6. Conferma le modifiche all elemento selezionato Per l editing leggere le indicazioni di aiuto riportate nella barra inferiore Per approfondire l uso dei comandi fare riferimento alle singole funzioni spiegate nei capitoli seguenti Pag. 80

81 Inserimento di un nuovo Codice Ecografico Modulo riservato Dal modulo codici ecografici selezionare modifica dei codici WebSIT attiva il menu di modifica della mappa evidenziato dal bordo giallo sul lato sinistro e inferiore Per ogni pulsante selezionato, nella fascia inferiore viene descritta la funzione relativa. Cliccare sul pulsante aggiungi elemento Cliccare sulla mappa per individuare il punto di inserimento del nuovo codice ecografico Una volta inserito il Codice ecografico WebSIT apre la maschera di editing delle informazioni associate ed in particolare chiede l inserimento della tipologia, dell etichetta da visualizzare in mappa, e la data di inserimento Cliccare sul comando conferma per salvare l inserimento Pag. 81

82 Spostare un Codice Ecografico esistente Modulo riservato Dal modulo Codici ecografici selezionare modifica dei Codici ecografici Selezionare il Codice ecografico in mappa Mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse spostare il Codice ecografico come illustrato nell immagine Rilasciare il tasto sinistro nel punto in cui si intende posizionare il Codice ecografico Cliccare sul comando conferma per salvare lo spostamento Per avere l aggiornamento corretto della mappa fare un leggero movimento di pan. N.B. data la natura del codice ecografico che identifica un punto nello spazio contraddistinto dalla coordinate geografiche stesse del punto si sconsiglia di modificare la posizione del codice stesso se non prima di aver verificato che associato ad esso non vi siano informazioni di collegamento ai gestionali. Pag. 82

83 Modificare i dati di un Codice Ecografico esistente Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica dei Codici ecografici Selezionare il codice ecografico in mappa Cliccare il pulsante di modifica dei dati dell elemento selezionato Si apre la maschera di inserimento delle informazioni del codice ecografico per la modifica Effettuare le modifiche e confermare Cliccare sul comando conferma per salvare le modifiche Pag. 83

84 Cancellare un Codice Ecografico esistente Modulo riservato Dal modulo stradario selezionare modifica dei Codici ecografici Selezionare il codice ecografico in mappa Cliccare il pulsante di cancellazione dell elemento selezionato Prima di eliminare il codice ecografico WebSIT Chiede una ulteriore conferma A questo punto il codice ecografico viene eliminato definitivamente. Per avere l aggiornamento corretto della mappa fare un leggero movimento di pan. NB: prima di cancellare un codice ecografico si consiglia di verificare che ad esso non vi siano associate informazioni di collegamento ai gestionali. Pag. 84

85 Utilizzare i codici ecografici per il collegamento con altre applicazioni I codici ecografici sono utilizzati anche per collegare il WebSIT ai dati delle applicazioni gestionali in uso presso l ente. È possibile infatti prelevare un codice ecografico da WebSIT ed inserirlo all interno di un applicazione per far si che tutti i dati gestiti dalla stessa possano poi essere ricondotti automaticamente agli oggetti del territorio. Utilizzando il pulsante WebSITLink viene copiato il codice ecografico in memoria e potrà poi essere incollato nella scheda dell applicazione gestionale, nell esempio l applicativo per la gestione dell attività edilizia SUAP SUE Net Pag. 85

86 Attività di ricerca e mappatura dei codici ecografici I codici ecografici sono molto comodi per effettuare delle ricerche e delle mappature relativamente all attività edilizia in corso. Il codice ecografico infatti può associare ad esso tutte le informazioni relative alle istanze presenti negli archivi dell edilizia oppure associare altre informazioni di tipo tributario e fiscale. Una volta individuati gli interventi oggetto della richiesta si può procedere selezionando in mappa i relativi codici ecografici visualizzando nell area dei report le informazioni connesse Nell esempi a fianco ricerca delle istanze di nuova costruzione presentate nel corso dell anno corrente. Cliccando sul pulsante mappa vengono individuati i codici ecografici oggetto dell intervento Aprendo il report codici ecografici è possibile visualizzare le informazioni collegate al codice e successivamente visualizzare le informazioni relative alle istanze Navigando tra i report è possibile individuare tutte le istanze relative ad un codice ecografico Per la navigazione tra i report consultare il capitolo relativo all uso dei report I dati collegati ai codici ecografici sono variabili in funzione delle banche dati associate. Pag. 86

87 Modulo emerge per la gestione delle emergenze Terremoto in Emilia Nella gestione delle emergenze è spesso necessario classificare e georiferire i dati relativi alle richieste di intervento. Per questo scopo è stato sviluppato il modulo emerge che consente di mappare tutte le richieste di intervento, classificarle in ordine all urgenza e procedere al sopralluogo rilevando tutti i parametri statici dell edificio. Il modulo è sviluppato sulla base del modulo ministeriale AeDES 06/2008 scheda di rilevamento danno, pronto intervento e agibilità per edifici ordinari nell emergenza post-sismica ed è stato realizzato in occasione del terremoto del Maggio 2012 che ha colpito i nostri territori emiliani. All avvio il modulo chiede all utente in quale modalità intende operare: Sola consultazione utile al cittadino per conoscere lo stato delle richieste di intervento Operativo per il proprio gruppo di lavoro (ENTE) già esistente Creazione di un nuovo gruppo di lavoro (ENTE) Chiunque può costituire un nuovo gruppo di lavoro e iniziare ad inserire dati anche per prova. Il servizio è completamente gratuito. Pag. 87

88 Inserire un nuovo gruppo di lavoro La prima operazione da fare per iniziare ad usare il modulo emerge è quella di creare un nuovo gruppo di lavoro. Chiunque può creare il proprio gruppo di lavoro compilando la scheda sotto riportata. Tutti gli utenti che vorranno inserire dati per il gruppo di lavoro dovranno essere a conoscenza della password di accesso al gruppo stesso Gli utenti di un gruppo di lavoro non potranno modificare le informazioni inserite dagli utenti di altri gruppi Connettersi ad un gruppo di lavoro esistente Per connettersi ad un gruppo di lavoro esistente occorre conoscerne la password di accesso impostata dal soggetto che ha costituito il gruppo di lavoro. Una volta che si ha accesso al gruppo verranno visualizzate le schede di segnalazione di quel gruppo. Pag. 88

89 Inserimento di una nuova scheda di segnalazione Per inserire una nuova scheda di segnalazione andare nel menù del modulo emerge e selezionare il pulsante di inserimento modifica delle segnalazioni Inserire un nuovo punto con il comando + E successivamente cliccare sulla mappa nel punto desiderato. Una volta inserito il punto utilizzare gli altri pulsanti della barra di editing Nell ordine hanno le seguenti funzionalità: modificare la scheda di segnalazione cancellare la segnalazione annullare le modifiche apportate chiudere l editor senza salvare chiudere l editor salvando i dati inseriti la scheda dati di segnalazione si presenta nel modo seguente compilare tutti i dati relativi alla richiesta di sopralluogo, ai dati degli immobili e all esito del sopralluogo come illustrato nelle schermate seguenti. Pag. 89

90 Visualizzazione delle schede di segnalazione A seconda della priorità della segnalazione WebSIT visualizza 5 simboli diversi in corrispondenza della stessa: Pallino ciano = priorità massima Pallino viola = priorità alta Pallino arancione = priorità Media Pallino giallo = priorità Bassa Pallino verde = priorità minima Una volta che è avvenuto il sopralluogo il pallino viene convertito in triangolo e a seconda dell esito del sopralluogo possiamo avere i seguenti simboli: Triangolo Rosso = Fabbricato inagibile Triangolo Giallo = Fabbricato da rivedere Triangolo Verde = Fabbricato agibile In questo modo è facile anche evidenziare i fabbricati su cui occorre ancora effettuare i sopralluoghi e quelli su cui emettere le ordinanze di sgombero e rimessa in sicurezza. Cliccando sulla segnalazione è possibile avere il report di tutte le segnalazioni presenti sul territorio Inserimento di zone interdette È possibile effettuare l inserimento di zone interdette alla popolazione civile o al transito di veicoli semplicemente selezionando l apposita icona e tracciando la perimetrazione della zona. Assegnare un nome alla zona, indicare il rischio presente in quella zona e l eventuale simbolo di tematizzazione. Pag. 90

91 Ricerca di un indirizzo È possibile richiedere al sistema la ricerca di un indirizzo sulla mappa. Cliccare sull apposito pulsante del modulo emerge e compilare i campi di ricerca per indirizzo Il sistema utilizza una funzione di ricerca indirizzi che riporta nell apposito riquadro tutti gli indirizzi che corrispondono alla ricerca effettuata. Cliccare sull icona di visualizzazione in mappa dell indirizzo per indicare a WebSIT il toponimo scelto. Ricerca di una segnalazione inserita precedentemente È possibile richiedere al sistema la ricerca di una segnalazione precedentemente inserita. Cliccare sull apposito pulsante del modulo emerge e compilare i campi di ricerca della segnalazione Non è necessario compilare tutti i campi. È possibile pertanto effettuare anche ricerche sulla priorità ed evidenziare tutte quelle che non hanno ancora esito La selezione delle segnalazioni viene presentata in mappa dinamicamente col pulsante mappa Pag. 91

92 Modulo emerge gestione piani di protezione civile Oltre alla versione sviluppata gratuitamente per i comuni terremotati dell Emilia è disponibile un modulo emerge che consente di gestire i piani comunali o sovracomunali di protezione civile. Il modulo consente: 1. la gestione della cartografia di piano di protezione civile e della normativa 2. l elenco dei numeri utili di emergenza 3. gestione delle allerte 4. gestione degli esposti - inventario dei beni e delle risorse disponibili 5. Gestione eventi calamitosi Il modulo consente la gestione completa sia delle situazioni di attenzione / preallerta che delle allerte Gestione Normativa di Piano Tutti i documenti di piano sono gestiti sia dal punto di vista cartografico che descrittivo, il sistema consente il collegamento al documento di pianificazione dell emergenza e alle schede specifiche di intervento La mappatura delle tavole riproduce fedelmente i rischi individuati Per ogni tipologia di rischio viene individuato uno specifico layer che può essere attivato o disattivato dallo strumento legenda. La normativa viene collegata tramite file PDF scaricabile dall utente Pag. 92

93 Gestione Numeri utili Tramite lo strumento ricerca emerge numeri utili è possibile accedere all elenco dei numeri necessari in caso di emergenza. Il risultato della ricerca viene riportato nell area dei report. Se l utente dispone dei diritti per la modifica vengono visualizzati i pulsanti di editing che consentono la modifica o l eliminazione del numero utile Per l inserimento di un nuovo numero utile utilizzare il pulsante nella barra dei comandi La maschera di editing dei numeri utili consente la gestione di tutti i dati necessari al fine di individuare il servizio e contattarlo in caso di emergenza Pag. 93

94 Gestione delle Allerte Tramite lo strumento di ricerca Emerge Allerte è possibile accedere all elenco delle allerte che si sono verificate sul territorio. Il risultato della ricerca viene riportato nell area dei report. Se l utente dispone dei diritti per la modifica vengono visualizzati i pulsanti di editing che consentono la modifica o l eliminazione delle Allerte Per l inserimento di un nuovo numero utile utilizzare il pulsante nella barra dei comandi La maschera di editing delle allerte consente la gestione di tutti i dati necessari al fine di documentare l allerta e mantenere aggiornato l archivio corrispondente Pag. 94

95 Gestione degli esposti Tramite lo strumento di ricerca Emerge Esposti è possibile accedere all elenco degli esposti presenti sul territorio. Il risultato della ricerca viene riportato nell area dei report. Se l utente dispone dei diritti per la modifica vengono visualizzati i pulsanti di editing che consentono la modifica o l eliminazione dei dati dell archivio degli esposti Per l inserimento di un nuovo Esposto utilizzare il pulsante nella barra dei comandi La maschera di editing degli esposti consente la gestione di tutti i dati necessari al fine di poter organizzare operazioni di soccorso/ messa in sicurezza alle persone e cose esposte al rischio Pag. 95

96 Gestione degli eventi Tramite lo strumento di ricerca Emerge Eventi è possibile accedere all elenco degli eventi occorsi sul territorio. Il risultato della ricerca viene riportato nell area dei report. Se l utente dispone dei diritti per la modifica vengono visualizzati i pulsanti di editing che consentono la modifica o l eliminazione dei dati dell archivio degli eventi Per l inserimento di un nuovo Evento utilizzare il pulsante nella barra dei comandi La maschera di editing degli esposti consente la gestione di tutti i dati necessari al fine di poter organizzare operazioni di soccorso/ messa in sicurezza alle persone e cose esposte al rischio Pag. 96

97 Moduli Tributari Il modulo Tributi consente la gestione del territorio sotto il profilo fiscale e tributario. È un modulo fortemente legato alla gestione catastale del territorio e dai dati catastali tre le maggiori informazioni per la visualizzazione delle informazioni e l interconnessione con le banche dati del comune. Il modulo infatti consente di effettuare consultazioni strategiche incrociate sui dati di provenienza degli archivi gestionali dei tributi comunali e nello specifico Aree Fabbricabili, IMU (ex ICI), Tarsu,TOASAP. Pag. 97

98 Modulo Aree Fabbricabili Il modulo aree fabbricabili consente la gestione delle aree fabbricabili presenti sul territorio dell ente. Ogni area viene schedata e riceve i parametri necessari alla definizione del valore di mercato utilizzabile ai fini del calcolo dell imposta municipale sulle aree fabbricabili. Inoltre consente al cittadino di conoscere la base imponibile per il calcolo dell imposta dovuta e il corretto importo per il versamento. Il modulo quindi ha una doppia valenza; fornire all utente interno uno strumento di controllo, fornire al cittadino uno strumento di supporto al calcolo del valore della propria area. Funzioni disponibili per l utente interno Occorre una abilitazione specifica Dal menù aree fabbricabili è possibile: 1. Gestione periodi 2. Gestione valori medi aree fabbricabili 3. Disegno/ modifica delle aree fabbricabili 4. Ricerca di un area specifica Pag. 98

99 Gestione dei periodi Tramite lo strumento di ricerca Aree Fabbricabili Periodi è possibile accedere all elenco dei periodi attualmente gestiti. Il risultato della ricerca viene riportato nell area dei report. I periodi corrispondono alle variazioni di valore delle aree fabbricabili. Possono comportare variazione di valere delle aree fabbricabili i seguenti eventi: 1. Varianti agli strumenti urbanistici 2. Variazioni importanti dei valori di mercato 3. Approvazione di criteri di stima differenti 4. Variazioni annuali secondo gli indicatori ISTAT (approvati annualmente con apposto atto del responsabile) Se l utente dispone dei diritti per la modifica vengono visualizzati i pulsanti di editing che consentono la modifica o l eliminazione dei dati dell archivio periodi Per l inserimento di un nuovo periodo utilizzare il pulsante nella barra dei comandi La maschera di editing del periodo consente di inserire tutti i parametri necessari per la definizione del periodo stesso e i riferimenti alla eventuale normativa (atto) di definizione del periodo stesso. Pag. 99

100 Gestione valori medi aree fabbricabili Tramite lo strumento di ricerca Aree Fabbricabili Valori è possibile accedere all elenco dei valori delle aree fabbricabili. La ricerca può essere effettuata per codifica del valore o per singolo periodo di applicazione del valore. I valori sono infatti strettamente collegati alla micro zonizzazione catastale (Codice valore), alla tipologia di area (uso) e al periodo di riferimento. Il risultato della ricerca viene riportato nell area dei report. 1. Se l utente dispone dei diritti per la modifica vengono visualizzati i pulsanti di editing che consentono la modifica o l eliminazione dei dati dell archivio. Per l inserimento di un nuovo periodo utilizzare il pulsante nella barra dei comandi La maschera di editing consente di inserire tutti i parametri necessari per la definizione del valore stesso con i riferimenti al periodo di validità, alla Microzona e alla tipologia d uso. Pag. 100

101 Disegno / modifica delle aree fabbricabili E possibile disegnare direttamente le aree fabbricabili usando lo strumento di editing le cui modalità d uso sono illustrate nel Titolo 3 Funzioni di disegno Al termine del tracciamento dell area viene proposta la maschera di editing delle informazioni che consente di specificare il periodo iniziale e finale di validità di quell area, l indice di edificabilità (1) e l indice di raccordo (2) nonché tutti i riferimenti alla normativa urbanistica che consentono di attribuire a tale area una condizione di edificabilità. Nel caso occorra modificare i dati di un area esistente è possibile selezionarla e mediante i pulsanti di editing del report apportare le modifiche necessarie. Per calcolare il valore dell area fabbricabile il sistema moltiplica la superfici della stessa per l indice di edificabilità, per l indice di raccordo e per il valore nel periodo considerato secondo la seguente formula: V = Area x Indice1 x Indice2 x Costo/mq Pag. 101

102 Per ogni particella catastale il sistema è in grado di calcolare la superficie di sovrapposizione all area edificabile e di conseguenza il valore viene riportato dall area alla particella catastale. Nell esempio sottoriportato si può notare come il sistema indvidui 2 porzioni di particella e ne calcoli il valore in base all edificabilità. 1. La porzione di 939 mq (calcolata) pari al % dell intero mappale è edificabile con un valore imponibile pari ad La porzione di 1348 mq. (calcolata) pari al % dell intero mappale è da cedere al comune e quindi ha valore imponible pari a zero 3. la restante parte è considerata non edificabile Pag. 102

103 Ricerca di un area fabbricabile Questa ricerca è disponibile per tutti gli utenti. È possibile effettuare una ricerca di un area fabbricabile dal menù ricerche aree fabbricabili - ricerca aree fabbricabili Il sistema consente di effettuare ricerche sulla tipologia di indice e sulle annotazioni riportate generalmente utilizzate per l individuazione dei singoli lotti. E comunque preferibile effettuare prima la ricerca della particella catastale interessata e poi da qui visualizzarne al condizione di edificabilità mediante il menù seleziona altri dati Sono disponibili 2 modalità difverse di visualizzazione del dato per l area fabbricabile: dettagli riporta tutta la situazione delle aree particella per particella imponibili calcola immediatamente l imponibile totale per ogni particella Pag. 103

104 La funzione Le mie proprietà La funzione le mie proprietà agevola il cittadino nell individuazione di quelle che sono le sue proprietà evitando la ricerca per foglio e mappale. WebSIT preleva dal profilo di registrazione dell utente il codice fiscale e su questo effettua le ricerche catastali. Selezionare il pulsante le mie proprietà Viene notificato il codice fiscale del soggetto registrato al fine di poter evitare eventuali errori di assegnazione delle proprietà Selezionando il comando conferma vengono evidenziate e selezioante le particella catastali di proprietà del soggetto. E questo punto è possibile consultare il valore delle aree edificabili relative alla propria proprietà. Pag. 104

105 Elenco dei soggetti proprietari di aree fabbricabili Funzione riservata ad utenti abilitati Con Web SIT è estremamente semplice ottenere l elenco dei soggetti proprietari di aree fabbricabili al fine di effettuare i necessari controlli fiscali. Selezionare un area fabbricabile Al pulsante seleziona altri dati è possibile richiamare l elenco soggetti con imponibile dettagliato o con imponibile totale. Elenco imponibili dettagliato Elenco imponibili totale Ogni elenco può essere stampato o esportato nei formati più comuni (Excel, TXT pdf) Pag. 105

106 Modulo IMU Il modulo IMU consente di calcolare, per ogni particella catastale il valore imponibile e l imposta secondo le tabelle parametriche e le tariffe adottate da ogni ente. Il modulo è strettamente legato alla gestione catastale Selezionare una particella catastale. Questa può essere un fabbricato o un terreno. passare alla visualizzazione dati sull immobile e selezionare i subalterni su cui si intende effettuare la verifica da qui passare alla vista IMU dove è possibile individuare le rendite catastali, il coefficiente di rivalutazione, la maggiorazione e l aliquota, da applicare nonché l imposta lorda. Il report indica anche eventuali detrazioni che possono essere applicate all imposta a seconda della situazione oggettiva del soggetto interessato. Pag. 106

107 Il sistema è in grado di visualizzare anche i versamenti effetuati dal soggeto proprietario mediante l inerconnesione con la banca dati della gestione tributi del comune. In questo modo diventa estremamente semplice confrontare i valori degli immobili posseduti con i valori dei versamenti effettuati. Il report comprende anche i dati in storico per i diversi anni. La ricerca può avvenire anche partendo da un soggetto proprietario Vengono individuate tutte le proprietà del soggetto con la relativa percentuale di proprietà e il diritto E da qui è possibile passare direttamente ai versamenti IMU o al calcolo dell imposta per ogni singola particella. È possibile, secondo le richieste dell ente effettuare anche elenchi di verifica tra quanto versato e quanto calcolato. Pag. 107

108 Modulo TARSU Anche il modulo TARSU, come il modulo IMU è fortemente legato ai dati catastali in quanto da questi calcola la superfice degli immobili e li confronta con le superfici denunciate. L effetto di questo raffronto può essere visualizzato direttamente in mappa richiamando dalla legenda, gruppo tributi/ controlli la mappa di verifica TARSU Questa riporta cono 3 colorazioni differenti gli edifici in cui riscontra una differenza tra quanto dichiarato e quanto calcolato dal sistema. Selezionando la particella evidenziata è possibile verificare la superficie calcolata e le superfici effettivamente dichiarate. Il sistema si interconnette direttamente al sistema di gestione dei tributi del comune. È possibile effettuare anche ricerche sul soggetto proprietario o residente e da questo individuare eventuali differenze tra superficie dichiarata e superficie calcolata Il dato della Tarsu è collegabile a tutti gli archivi che contengono il riferimento al codice fiscale del soggetto Pag. 108

109 Modulo PLANCAT Planimetrie catastali Il modulo PLANCAT consente agli utenti abilitati di visualizzare le planimetrie catastali degli immobili, misurarne le superfici e stamparle. I dati delle Planimetrie catastali di primo impianto devono essere richieste dal comune all ufficio catastale competente per territorio che le fornisce su supporto magnetico. Successivamente al primo impianto è possibile effettuare l aggiornamento periodico dal Portale dei Comuni. Il modulo è molto utile per effettuare indagini approfondite sugli edifici, sia ai fini tributari che urbanistici. Dopo aver attivato il modulo selezionare una o più particelle catastali Nel report viene visualizzato il pulsante PLANCAT che consente di accedere alle immagini delle planimetrie associate all immobile Pag. 109

110 Il visualizzatore riporta sul lato sinistro l elenco delle planimetrie disponibili e al centro visualizza l immagine selezionata. L immagine può essere ingrandita per visualizzare determinati particolari. A seconda dell avanzamento dell informatizzazione del catasto provinciale è possibile visualizzare elaborati planimetrici, elenco subalterni assegnati, dimostrazione dei subalterni assegnati, planimetria UIU Pag. 110

111 Le planimetrie catasali possono essere stampate direttamente dal visualizzatore. Gli strumenti di stampa sono i medesimi illustrati nel capitolo relativo alla stampa della mappa. Anche le planimetrie catastali possono essere annotate ed è possibile effetuare il calcolo delle aree dei singoli vani con lo strumento di quotatura come riportato nell immagine sottostante. Pag. 111

112 Modulo gestione Passi Carrai / Occupazione Suolo Pubblico / TOSAP Il modulo Passi carrai consente di effettuare la rilevazione nel territorio dei passi carrai e la loro mappatura su WebSIT. La rilevazione può essere fatta con strumenti tradizionali o con strumenti GPS di ultima generazione. Il dato può essere importato direttamente da file prodotto dagli strumenti di rilievo oppure essere digitati direttamente on line tramite WebSIT. Una voltainseriti in mappa i passi carrai possono essere tematizzati a seconda della loro situazione autorizzatoria. È possibile quindi visualizzare i passi autorizzati regolarmente e quelli senza autorizzazione. Il sistema gestisce 3 tipologie di passaggio carraio: a raso con manufatto immissione di strada privata. Nell esempio sottoriportato sono facilmente indvduabili i passi carrai con manufatto che risultano essere senza autorizzazione e quindi oggetto di verifica da parte dell ente Se nel corso della rilevazione vengono effettuate riprese fotografiche possono essere rese visibili direttamente sulla mappa Pag. 112

113 Inserimento di un Passo Carraio L inserimento di un passo carraio può avvenire direttamente on line con il pulsante Cliccare sul punto della mappa su cui si intende inserire il nuovo passo carraio Compilare la scheda di identificazione del passo carraio La scheda può essere personalizzabile per ogni comune Inserire il numero di autorizzazione (se presente) Inserire le informazioni relative alla classificazione del passo e alle sue dimensioni Inserire l eventuale immagine fotografica Confermare l inserimento Una volta terminato l inserimento, passando con il mouse sul punto della mappa ove è posizionato il passo carraio possibile evidenziare in anteprima le informazioni di sintesi del passo e l immagine rilevata. è Pag. 113

114 Ricerca di un Passo Carraio Dal menù Ricerche- Passi carrai Ricerca passi carrai è possibile effettuare le ricerche per n. di autorizzazione, ubicazione e tipologia di accesso. La ricerca può essere indirizzata sia su mappa che su report. La ricerca su report produce un elenco di tutti i passi con visualizzazione dei dati di rilievo e preview dell immagine scattata. Passando con il mouse sull immagine viene visualizzata una immagine ingrandita. Cliccando sul Link Foto viene effettuato il download dell immagine in alta definizione La ricerca di un passo carraio può essere effettuata anche partendo da un numero civico o da un soggetto proprietario Pag. 114

115 Visualizzazione tematismi di controllo sui passi carrai Tramite la legenda Passi Carrai è possibile attivare la visualizzazione di tutti quegli immobili accatastati in particolari tipologie (C6 / Produttivi) che fanno ritenere probabile la presenza di un passo carraio. In questo modo si ottiene una mappa facilmente consultabile che evidenzia eventuali edifici senza passo carraio su cui effettuare verifiche di approfondimento. Edificio senza passo carraio da verificare Pag. 115

WEB SIT GUIDA RAPIDA

WEB SIT GUIDA RAPIDA WEB SIT GUIDA RAPIDA Febbraio 2013 Panoramica sulle funzioni di WebSIT versione 2.0 WebSIT 2.0 è un sistema di gestione territoriale ad interfaccia web che consente di poter eseguire tutte le funzioni

Dettagli

MANUALE D USO WEB SIT GUIDA BASE

MANUALE D USO WEB SIT GUIDA BASE MANUALE D USO WEB SIT GUIDA BASE Aprile 2013 Sommario TITOLO 1 INFORMAZIONI GENERALI...4 Panoramica sulle funzioni di WebSIT versione 2.0...5 Passaggio dalla versione precedente...6 Requisiti di sistema

Dettagli

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema Esplora gli argomenti della guida Requisiti di sistema Menu laterale Menu Strumenti principali Menu altri Strumenti Temi Legenda Aggiungere / rimuovere temi Temi per editing Temi per snap Esporta/Carica

Dettagli

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave 1 ACCESSIBILITA AL SISTEMA 3 2 VISUALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DEI LIVELLI CARTOGRAFICI 4 2.1 Visualizzazione del singolo livello cartografico 4 2.2 Accensione/spegnimento

Dettagli

ANVCO WEB GIS in HTML5

ANVCO WEB GIS in HTML5 Pag. 1 a 32 ANVCO WEB GIS in HTML5 GUIDA ALL UTILIZZO Versione Luglio 2014 Pag. 2 a 32 SOMMARIO Avviamento del visore... 4 Link... 4 Desktop, Tablet e Smartphone... 4 Modalità Light per Tablet... 4 Accesso...

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica

Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica Navigatore Web e Certificato di destinazione urbanistica Manuale utente Sommario Sommario... 2 Sommario... 4 Accesso... 6 Autenticazione... 7 Consultazione dei dati cartografici... 13 Barra degli strumenti...

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Tutorial gvsig. Versione 1.1

Tutorial gvsig. Versione 1.1 Tutorial gvsig Versione 1.1 24/10/2007 Tutorial gvsig - Versione 1.1 www.gvsig.org Testo e screenshot a cura di R3 GIS Srl Via Johann Kravogl 2 39012 Merano (BZ) Italia Tel. +39 0473 494949 Fax +39 0473

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

MArine Coastal Information SysTEm

MArine Coastal Information SysTEm GUIDA ALL UTILIZZO DELL INTERFACCIA CARTOGRAFICA Il MArine Coastal Information SysTEm è un sistema informativo integrato che permette di gestire dati ambientali interdisciplinari (fisici, chimici e biologici)

Dettagli

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri.

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri. Introduzione Il modulo software Metropolis Urbanistica è un applicazione Web su base cartografica che consente la fruizione dei dati inerenti la proprietà (cartografia catastale) e la normativa relativa

Dettagli

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE Servizio INT Sistema Informativo Geografico INDICE Utilizzare il bt.viewer Navigare nella mappa Confrontare foto aeree Tematismi Tematismi: applicare la

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

SITI Cloud Manuale utente

SITI Cloud Manuale utente 1 SITI Cloud Manuale utente 2 Autenticazione Per accedere ai servizi forniti da SITICloud, dopo aver richiamato con il browser l'indirizzo che Vi è stato assegnato è necessario identificarsi. Si apre la

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9 Indice III Indice Unità 1 Il personal computer, 1 1.1 Struttura del personal computer, 2 1.2 Il software, 5 1.3 I dispositivi informatici di stampa, 6 1.4 Il disegno al computer, 7 1.5 La fotografia digitale,

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto. Manuale Utente. SITI Viewer GIS. ABACO S.r.l.

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto. Manuale Utente. SITI Viewer GIS. ABACO S.r.l. Progetto SITI Catasto Manuale Utente SITI Viewer GIS ABACO S.r.l. ABACO S.r.l. C.so Umberto, 43 46100 Mantova (Italy) Tel +39 376 222181 Fax +39 376 222182 www.abacogroup.com e-mail : info@abacogroup.com

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03. PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005 PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.DOC Pagina 1 di 30 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI...

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

MODULO 5 BASI DI DATI

MODULO 5 BASI DI DATI MODULO 5 BASI DI DATI A cura degli alunni della VD 2005/06 del Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento NA Supervisione prof. Ciro Chiaiese SOMMARIO 5.1 USARE L APPLICAZIONE... 3 5.1.1 Concetti fondamentali...

Dettagli

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE MARZO 2006 INDICE 1. INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI... 4 2. STRUMENTAZIONE NECESSARIA... 5 3. ACCESSO AL SERVIZIO... 6

Dettagli

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto 1.4. Manuale Utente. ABACO S.r.l.

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto 1.4. Manuale Utente. ABACO S.r.l. Progetto SITI Catasto 1.4 Manuale Utente SITI Viewer GIS ABACO S.r.l. ABACO S.r.l. C.so Umberto, 43 46100 Mantova (Italy) Tel +39 376 222181 Fax +39 376 222182 www.abacogroup.com e-mail : info@abacogroup.com

Dettagli

Modulo gestione Codici Ecografici

Modulo gestione Codici Ecografici Modulo gestione Codici Ecografici Modulo per le funzioni di gestione dei codici ecografici ad uso riservato Consente di gestire i codici ecografici che consentono il collegamento delle banche dati gestionali

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO

Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO Città di Desenzano del Garda CARTOGRAFIA ON LINE MANUALE D USO Introduzione Dall indirizzo internet http://cartoglobo.imteam.it/desenzano/ si accede liberamente ad un servizio di consultazione on line

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. www.tdgroup.it Presentazione funzionale (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. Via del Fischione, 19 56019 Vecchiano - Migliarino P. (PI) Tel. (+39) 050.8971 Fax (+39) 050.897

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 INFORMAZIONI SUL DISPOSITIVO READER...2 OPERAZIONI DI BASE...2 APPLICAZIONI E SCHERMATA [HOME]...2 Barra di stato...3 Finestra di notifica...4 OPERAZIONI DEL

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI

MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI Il sito per il MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI all indirizzo http://servizi-finlombarda.it/areeverdi/ presenta una home page di questo tipo: Direttamente

Dettagli

zonamatematica etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1

zonamatematica etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1 zonamatematica Il portale De Agostini Scuola dedicato all insegnamento e all apprendimento della matematica nella scuola secondaria etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1 zonamatematica etutor EDITOR

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

MUDE Piemonte. Strumento per la georeferenzazione degli interventi edilizi. Guida alle modalità operative

MUDE Piemonte. Strumento per la georeferenzazione degli interventi edilizi. Guida alle modalità operative MUDE Piemonte Strumento per la georeferenzazione degli interventi edilizi Guida alle modalità operative STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V01 Tutto il documento

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

La carta intelligente: l ambiente layout

La carta intelligente: l ambiente layout La carta intelligente: l ambiente layout Un layout di AutoCAD è paragonabile a un foglio di carta e vi consente di impostare alcune opzioni tra cui quelle di stampa. In un disegno avete la possibilità

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

GUIDA RAPIDA di FLUR20XX

GUIDA RAPIDA di FLUR20XX GUIDA RAPIDA di COMPATIBILITA è compatibile con i sistemi operativi Microsoft Windows 9x/ME/NT/2000/XP/2003/Vista/Server2008/7/Server2008(R. Non è invece garantita la compatibilità del prodotto con gli

Dettagli

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine Guida Utente V.0 Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti 7 Risorse 0 Presentazioni Procedura d ordine Cos è aworkbook Prodotti Risorse Presentazione Assortimento aworkbook presenta al

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio e del mare GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Stato del documento Redatto Approvato Funzione Team di progetto Geoportale nazionale Responsabile

Dettagli

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services Manuale d'uso Indice generale Visualizzatore GREASE...1 Toolbar...3 FUNZIONI DI BASE...3 Annulla selezione...4 Aggiornamento...4 Stampa...4

Dettagli

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel Il Foglio Elettronico 1 Parte I Concetti generali Celle e fogli di lavoro.xls Inserimento dati e tipi di dati Importazione di dati Modifica e formattazione di fogli di lavoro FOGLIO ELETTRONICO. I fogli

Dettagli

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni COS È? principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni un programma gratuito: la versione base offre 300 MB di spazio disco

Dettagli

SardegnaMappe Manuale utente

SardegnaMappe Manuale utente SardegnaMappe Manuale utente [2] Indice 1. Introduzione 4 2. Requisiti dell utente 5 3. L applicazione SardegnaMappe 6 3.1. Panoramica dell applicazione 6 3.1.1. Accesso all applicazione 6 3.1.2. Icona

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 INDICE 1 Strumenti di Presentazione... 4 2 Concetti generali di PowerPoint... 5 2.1 APRIRE POWERPOINT... 5 2.2 SELEZIONE DEL LAYOUT... 6 2.3 SALVARE LA PRESENTAZIONE...

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

Breve guida a WORD per Windows

Breve guida a WORD per Windows 1. COSA È Il Word della Microsoft è pacchetto applicativo commerciale che rientra nella categoria dei word processor (elaboratori di testi). Il Word consente il trattamento avanzato di testi e grafica,

Dettagli

L interfaccia di Microsoft Word 2007

L interfaccia di Microsoft Word 2007 L interfaccia di Microsoft Word 2007 Microsoft Word 2007 è un Word Processor, ovvero un programma di trattamento testi. La novità di questa versione riguarda la barra multifunzione, nella quale i comandi

Dettagli

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto Manuale Utente WebGis Comune di Regalbuto MANUALE UTENTE All avvio dell applicazione si apre una finestra suddivisa in diverse aree. Di seguito si riporta la schermata iniziale con evidenziate e numerate

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Informativa sui cookie secondo la normativa europea Informativa sui cookie secondo la normativa europea Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo

Dettagli

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla struttura del sito e sugli elementi degli ambienti di

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

DUPLIKO! Manuale Utente

DUPLIKO! Manuale Utente DUPLIKO Manuale Utente Indice 1. Introduzione 1.1 Scopo 1.2 Generalità 2. Menu Principale 2.1 Interfaccia 2.2 Il Menu Principale 3. Archivi 3.1 Tabelle Generiche 4. Gestione 4.1 Caricare un anagrafica

Dettagli

I tracciati sono contorni che potete trasformare in selezioni o a cui potete applicare un riempimento o una traccia di colore. tracciato temporaneo

I tracciati sono contorni che potete trasformare in selezioni o a cui potete applicare un riempimento o una traccia di colore. tracciato temporaneo Disegnare Il disegno (1) Quando si disegna in Adobe Photoshop si creano forme vettoriali e tracciati. Per disegnare potete usare gli strumenti: Forma Penna Penna a mano libera Le opzioni per ogni strumento

Dettagli

WebGis Comune di Novara

WebGis Comune di Novara 1 / 12 Progetto GeoCivit@s 2 / 12 Premesse Con il presente documento si descrive sinteticamente la nuova applicazione personalizzata per la pubblicazione dei dati geografici. Tale documento contiene una

Dettagli

Note operative per Windows 7

Note operative per Windows 7 Note operative per Windows 7 AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

SERVIZIO CONTRATTI PUBBLICI PROGRAMMAZIONE

SERVIZIO CONTRATTI PUBBLICI PROGRAMMAZIONE In collaborazione con: Regioni e Province autonome, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, ITACA SERVIZIO CONTRATTI PUBBLICI PROGRAMMAZIONE AliProg4 Programmazione Servizio web per la creazione

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo FINSON EXTRACAD 6 minimo AVVIO Attraverso l icona ExtraCAD 2D presente sul desktop o tra i programmi del menù Start. In alcuni casi il software potrebbe non essere stato installato nella cartella Programmi,

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Approvato: Versione: 1.0 Distribuito: 01/08/2013 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. PRIMI PASSI.....4

Dettagli

Condividere i documenti

Condividere i documenti Appendice Condividere i documenti Quando si lavora in gruppo su uno stesso documento, spesso succede che ciascun redattore stampi una copia del testo per segnare su di essa, a mano, le proprie annotazioni

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO INDICE Verifica dei requisiti tecnici... 1 *Rimozione blocco popup... 1 In Internet Explorer... 1 In Mozilla Firefox... 4 In Google Chrome...

Dettagli

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna Geoportale web gis Provincia Regionale di Enna Guida alla consultazione del geoportale della Provincia Regionale di Enna Introduzione Cos è il Geoportale: Il Geoportale della Provincia di Enna ha la finalità

Dettagli

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA 7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA La principale utilità di un programma di posta elettronica consiste nel ricevere e inviare messaggi (con o senza allegati) in tempi brevissimi. Esistono vari programmi di

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Sommario Uso del computer e gestione dei file... 3 Sistema Operativo Windows... 3 Avvio di Windows... 3 Desktop... 3 Il mouse... 4 Spostare le icone... 4 Barra delle

Dettagli

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi CAPITOLO 1 Iniziare Obiettivi Richiamare i comandi di AutoCAD tramite menu, menu di schermo, digitalizzatore, riga di comando o barre degli strumenti Comprendere il funzionamento delle finestre di dialogo

Dettagli

MANUALE OPERATORE CMS ASMENET

MANUALE OPERATORE CMS ASMENET MANUALE OPERATORE CMS ASMENET 2.0 Pag. 1 di 46 INDICE Termini e definizioni... pag. 3 Introduzione... pag. 4 Descrizione generale e accesso al back office... pag. 5 1 Gestione della pagina... pag. 6 1.1

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI SISTEMA DISTRIBUZIONE SCHEDE OnDemand GUIDA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI un servizio Avviso agli utenti Il prodotto è concesso in licenza come singolo prodotto e le parti che lo compongono

Dettagli

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12 $FFHVV;3 A Sommario cura di Ninni Terranova Marco Alessi DETERMINARE L INPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 DETERMINARE L OUTPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 CREARE LA STRUTTURA DI UNA TABELLA 3 STABILIRE

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Informativa sui cookie secondo la normativa europea Informativa sui cookie secondo la normativa europea Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo

Dettagli

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003

MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 1. Novità di Excel 2003 MANUALE OPERATIVO EXCEL 2003 CAPITOLO 1 Microsoft Office Excel 2003 ha introdotto alcune novità ed ha apportato miglioramenti ad alcune funzioni già esistenti nelle precedenti versioni

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

Modulo 6 Strumenti di presentazione - Open Office Impress Ivana Sacchi - 2003

Modulo 6 Strumenti di presentazione - Open Office Impress Ivana Sacchi - 2003 6.1.1 Primi passi con gli strumenti di presentazione 6.1.1.1 Aprire un programma di presentazione. 1. Premi il pulsante Start sulla Barra delle funzioni di Windows. 2. Seleziona il menu Programmi. 3. Cerca

Dettagli

Manuale Utente WinGepa

Manuale Utente WinGepa Manuale Utente WinGepa a cura dell Ufficio per i Progetti Informatici e la Statistica - Arcidiocesi di Milano Tel: 02 8556276 e_mail: gepa@diocesi.milano.it INDICE INDICE...1 AVVIO DEL PROGRAMMA...3 Primo

Dettagli

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Indice Format PDF e software per la creazione di documenti Che cosa si può fare con Adobe Acrobat Commenti, annotazioni e marcature grafiche

Dettagli

COMUNE DI SANREMO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE

COMUNE DI SANREMO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE COMUNE DI SANREMO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE Per accedere al nuovo Portale è possibile - accedere al sito istituzionale del comune di Sanremo ( www.comunedisanremo.it) e qui dal menù a tendina Servizi

Dettagli