ONCOLOGIA LA RICERCA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ONCOLOGIA LA RICERCA"

Transcript

1 ONCOLOGIA LA RICERCA RICERCA come ricerca scientifica, ricerca di aiuto, ricerca delle migliori soluzioni Antonio Rinaldi

2 IL CANCRO NON E E UNA MALATTIA NUOVA

3 IL CANCRO NON E E UNA MALATTIA NUOVA Ippocrate 460 a.c. carcinoma Celso 30 d.c. De carcinomate Aglancone II sec d.c. guarigione chirurgica Paolo d Egina 625 d.c. Albucasis 1013 d.c. Vesalio 1600 d.c. Halsted 1882 AD ESEMPIO DUCUMENTI DELLA CURA DEI TUMORI DELLA MAMMELLA INIZIANO DAL 460 a.c. FINO AD ARRIVARE AL VERO TRAGUARDO DI HALSTED

4 di persone si ammalano di cancro ogni anno oltre nuovi casi ogni anno in Italia Negli ultimi trent'anni l aumento della incidenza dei tumori dipende dall invecchiamento della popolazione. I casi prevalenti per tutti i tumori sono quasi quadruplicati in 30 anni, passando da circa 470mila nel 1977 a circa 1milione e 800mila nel 2007 Il rischio oncologico è correlato al processo di industrializzazione nel 900. Incremento dei TUMORI nelle regioni MERIDIONALI

5 Sono oltre i nuovi casi di cancro ogni anno: il 63,7% si verifica nell età > 65 anni

6 INCREMENTO dell incidenza dei tumori nei paesi in via di sviluppo.. e in relazione ai costi altissimi delle terapie è un problema che ci vedrà sempre più coinvolti come paesi più ricchi

7 FORTE INCREMENTO IN DONNE E UOMINI SOPRATTUTTO AL SUD INIZIALE DECREMENTO NEGLI UOMINI AL NORD Il rischio oncologico per le regioni del Sud Italia, storicamente piu' basso, si sta avvicinando a quello del Nord.

8 DECREMENTO della MORTALITA nettamente migliore nel CENTRO NORD SOPRAVVIVENZA a 5 ANNI Nettamente migliore nel CENTRO NORD TALE DATO E CORRELATO ALLA MIGLIORE ORGANIZZAZIONE SANITARIA DEL CENTRO-NORD

9 Genn Febb il -il rischio rischio oncologico oncologicoper per tutti tutti i i tumori tumori delle delle regioni regioni del del Sud, Sud, storicamente storicamente più più basso, basso, si si sta sta avvicinando avvicinando a a quello quello delle delle regioni regioni del del Nord Nord soprattutto soprattutto per per i i maschi maschi -i -i dati dati di di mortalità mortalitàper per tutti tutti i i tumori tumori negli negli ultimi ultimi anni anni sono sono costanti costanti nel nel Sud Sud e e in in riduzione riduzione nel nel centro-nord centro-nord sia sia per per i i maschi maschi che che per per le le femmine. femmine. - - la la sopravvivenza sopravvivenza a 5 anni annidalla dalla diagnosi diagnosi aumenta aumenta per per tutte tutte le le sedi sedi oncologiche oncologiche analizzate analizzate e e rimane rimane generalmente generalmente inferiore inferiore nell area nell area meridionale meridionale rispetto rispetto a a quella quella del del resto resto del del paese paese - -i i casi casi prevalenti prevalentisono sono quasi quasi quadruplicati quadruplicati in in anni anni passando passando da da circa circa mila mila nel nel a a circa circa 1,8 1,8 milioni milioni nel nel 2007: 2007: un un grande grande numero numero di di persone persone con con passata passata storia storia oncologica oncologica che che contribuisce contribuisce all aumento all aumento della della domanda domanda sanitaria sanitaria e e per per le le quali quali sono sono necessari necessari specifici specifici programmi programmi di di assistenza. assistenza. I dati riassunti sono stati pubblicati sul giornale ufficiale dell Istituto Tumori di Milano TUMORI

10 definizione di cancro Proliferazione anomala ed incontrollata di cellule di un certo tessuto, con invasione di altri tessuti normali

11 COSA E IL CANCRO Il cancro è una malattia GENETICA, correlata a mutazioni di alcuni GENI, attivandoli o spegnendoli e iniziando il PROCESSO DI PROLIFERAZIONE: Geni che promuovono la divisione cellulare o inibiscono la morte cellulare PROTO-ONCOGENI Geni che inibiscono la divisione cellulare o inducono la morte cellulare ONCOSOPPRESSORI Geni adibiti alla riparazione dei danni del DNA

12 Proliferazione, differenziazione e morte cellulare sono regolate da molecole segnalatorie Si scopre che la CELLULA che sembrava tutta comandata dal suo NUCLEO

13 Proliferazione, differenziazione e morte cellulare sono regolate da molecole segnalatorie È una realtà molto complessa dove recettori periferici, molecole chimiche esterne, citoplasmatiche e nucleari controllano la sua proliferazione

14 Proliferazione, differenziazione e morte cellulare sono regolate da molecole segnalatorie I segnali raggiungono la cellula come se avesse tante antenne che captano vari segnali e li trasducono al nucleo e controllano la sua proliferazione.

15 SU TALI BASI E CONOSCENZE SI E SVILUPPATA LA MODERNA

16 LE ARMI PREVENZIONE TERAPIA CHIRURGICA TERAPIA RADIANTE TERAPIA MEDICA

17 Prevenzione primaria IMPEDIRE IL DANNO GENETICO DI TRASFORMAZIONE NEOPLASTICA MODIFICA di COMPORTAMENTI INDIVIDUALI E SOCIALI CHEMIOPREVENZIONE VACCINI vaccini antipapillomavirus Vaccino antiepatite B ANALISI GENETICA

18 Prevenzione secondaria e diagnosi p. INDIVIDUARE UN TUMORE IN FASE PRECOCE PAP-TEST k della cervice uterina MAMMOGRAFIA k della mammella SANGUE OCCULTO FECI k colo-retto COLONSCOPIA k colo-retto PSA ed ECT PROSTATA k prostata

19 La chirurgia è l opportunità di guarigione di molti tumori

20 CHIRURGIA MODERNA CHIRURGIA LAPAROSCOPICA RESEZIONI METASTASI CHIRURGIA ROBOTICA CHIRURGIA PLASTICA RADIOLOGIA INTERVENTISTICA ecc È UNA CHIRUGIA SEMPRE MENO INVASIVA E DEVASTANTE PIU MIRATA, PRECISA.ED ESTETICA

21 E stata l integrazione con la RADIOTERAPIA con la TERAPIA MEDICA che ha permesso nuovi traguardi.

22 CDDP CHEMIOTERAPIA EPI 5 Fu CAPE OXA CPT11 TXT SCOPERTA DI NUOVI E POTENTI FARMACI

23 La chemoterapia NEO ADIUVANTE ADIUVANTE MAMMELLA RETTO POLMONE STOMACO VESCICA MAMMELLA COLON RETTO POLMONE STOMACO VESCICA PRIMARIA PALLIATIVA LOCOREGIONALE LINFOMI H e NH LEUCEMIE E LINOMI pediatrici T. WILMS SCLC TESTICOLO.. FASE METASTATICA INTRACAVITARIA SUPERFICILE CHEMOEMBOLIZZAZ..

24 ATTIVITA TOSSICITA COMPLIANCE Paclitaxel Docetaxel Vinorelbina Gemcitabina Antracicline liposomiali Vinorelbina OS Capecitabina

25 CHEMIOTERAPIA TOSSICITA Alopecia Nausea Vomito Astenia Diarrea Stipsi Nefrotossicità Epatossicità Neurotossicità Reazioni allergiche Ritenzione di fluidi Tossicità cutanea Cardiotossicità Tossicità gonadica

26 CHEMIOTERAPIA TOSSICITA Alopecia Nausea Vomito Astenia Diarrea Stipsi Nefrotossicità Epatossicità Neurotossicità Reazioni allergiche Ritenzione di fluidi Tossicità cutanea Cardiotossicità Tossicità gonadica ANTIEMETICI LA RICERCA HA PERMESSO DI RIDURRE SENSIBILMENTE LE GRAVI TOSSICITA RENDENDO PIU TOLLERABILE E CONTROLLABILE LA SOMMINISTRAZIONE DELLA CHEMIOTERAPIA GCSF ERITROPOETINE ecc

27 1896 Dr. George Beatson Glasgow Cancer Hospital poi The Royal Beatson Memorial Hospital 'G. T. Beatson, 'Inoperable carcinoma of mamma', Lancet, 1896,1i: , La rimozione delle ovaie determinava una regressione del tumore in alcune pazienti NASCEVA l ORMONOTERAPIA l

28 L ORMONOTERAPIA RAPPRESENTANO LE TAPPE DI UNA IMPORTANTE TERAPIA PER I TUMORI DELLA MAMMELLA E PROSTATA

29 1986..è chiaro che le cellule del cancro hanno delle diversità genetiche molto importanti rispetto alle cellule normali, però non sappiamo quali siano 1975 Premio Nobel, insieme a Howard Temin e David Baltimore Renato Dulbecco, nell'86, con un articolo su Science, sostenne la necessità di uno sforzo collettivo per decrittare l'intero materiale genetico umano :..NASCEVA PROGETTO GENOMA

30 MOLTI TUMORI ESPRIMONO DEI RECETTORI DI CUI SI CONOSCONO VARIE FAMIGLIE ( igfr her2 her3 Igfr kit pdgfr ecc.) l attivazione del recettore da molecole esterne alle cellule portano alla dimerizzazione e all attivazione di un enzima kinasico all interno della cellula. Parte l attivazione di varie molecole proteiche (TRASDUZIONE DEL SEGNALE) che stimolano il nucleo : la cellula si riproduce, diventa immortale, produce sostanze angiogenetiche, perde la capacità di adesione e tende a invadere e dare metastasi. PTEN mtor Akt FKHR p27 Cell division GSK-3 KINASI Cell survival Bad PI3K Membrana cellulare fosforilazione/attivazione intracellulare NF- NUCLEUS Sos Grb2 Shc Angiogenesis MAPK Ras MEK1/2 Raf TRASDUZIONE DEL SEGNALE Cell adhesion & invasion

31 I RECETTORI, e LE MOLECOLE ENZIMATICHE PROTEICHE CHE TRASDUCONO IL SEGNALE AL NUCLEO, REPPRESENTANO IMPORTANTI INTERRUTTORI DELLE CELLULE TUMORALI FONDAMENTALI PER LA LORO RIPRODUZIONE, INVASIONE, SOPRAVVIVENZA. OGGI RAPPRESENTANO I BERSAGLI DELLA NUOVA TERAPIA BIOLOGICA: LA TARGET THERAPY PTEN mtor Akt FKHR p27 Cell division GSK-3 KINASI Bad PI3K Membrana cellulare fosforilazione/attivazione intracellulare NF- NUCLEUS Sos Grb2 Shc MAPK Ras MEK1/2 Raf TRASDUZIONE DEL SEGNALE Cell survival Angiogenesis Cell adhesion & invasion

32 MOLTI FARMACI SONO A NOSTRA DISPOSIZIONE PER COLPIRE I RECETTORI O LE PROTEINE CHE TRASDUCONO IL SEGNALE TRASDUZIONE DEL SEGNALE K K ANTICORPI MONOCLONALI CETUXIMAB ( HER1) PANITUMUMAB ( HER1) TRASTUZUMAB ( HER2) RITUXIMAB ( CD20) BEVACIZUMAB ( VGF) INIBITORI TRASDUZIONE DEL SEGNALE IMATINIB ( bcr-abl, c-kit, PDGF-TK) GEFINITIB ( EGFR-Tk) ERLOTITIB ( EGFR-Tk) LAPTATINIB ( HER2/HER1) SUNITINIB ( PDGFR, KIT, RET, CSF1R, FLT3 ) SORAFENIB ( C-RAF e B-RAF, VEGFR-2, VEGFR-3, PDGFRbeta) EVEROLIMUS ( mtor) TEMSIROLIMUS ( mtor)

33 TRASTUZUMAB CETUXIMAB PANITUMUMAB HERCEPTIN RITUXIMAB ESEMPIO DI ANTICORPI PRODOTTI CON INGEGNERIA GENETICA CHE BLOCCANO I RECETTORI SULLA SUPERFICIE DELLE CELLULE TUMORALI

34 LAPATINIB SUNITINIB IMATINIB SORAFENIB ESEMPI DI BLOCCO DELLE PROTEINE CHE TRASDUCONO IL SEGNALE : Assunzione orale

35 NELLA REALTA LE COSE SONO PIU COMPLESSE PER LA COMPARSA DI MUTAZIONI DEI RECETTORI E DELLE PROTEINE CHE TRASDUCONO IL SEGNALE 20-30% MUTATO in CCR sporadico 30-40% MUTATO in CCR sporadico 20-30% PERDITA in CCR sporadico 6% MUTATO in CCR sporadico 5-10% MUTATO in CCR sporadico

36 Dr. Moses Judah Folkman Laurea con lode The Ohio State University, Columbus Specializzazione - Harvard Medical School Folkman J. Tumor angiogenesis: therapeutic implications New England Journal of Medicine 1971; 285: FU IL PRIMO A STUDIARE LE SOSTANZE CHE PERMETTONO AI TUMORI DI PRODURSI I VASI SANGUIGNI : ANGIOGENESI

37 Tumori piccoli (1-2 mm) avascolari Switch angiogenico Induce l'iperespressione di fattori pro-angiogenici come il VEGF I TUMORI INIZIALMENTE SONO UN PICCOLO ACCUMULO DI CELLULE PROLIFERANTI AVASCOLARI, PER POTER CRESCERE DEVONO CREARE DEI VASI SANGUIGNI CHE LI NUTRIRANNO. ESSI PRODUCONO DELLE SOSTANZE COME il VGF CHE STIMOLA LA NASCITA DEI VASI ( ANGIOGENESI)

38 CONTRO IL VGF POSSIAMO LANCIARE UN ANTICORPO CHE CERCHERA DI AFFAMARE IL TUMORE BEVACIZUMAB INDICAZIONI K mammella HER2 neg ADK Colon NSCLC non squamoso Cr renale

39 UNO UNO DEI DEI PROBLEMI E E IL IL COSTO DEI DEI NUOVI NUOVI FARMACI COSTO / MESE DI TERAPIA

40 La spesa per la prevenzione e terapia del cancro è elevatissima e rappresenta 6% del prodotto nazionale lordo e rappresenta 3-6% 70% spese di ospedalizzazione 15% farmaci 70% 10-15% Oncologia AL FINE DI PERMETTERE A TUTTI DI POTER UTILIZZARE NUOVI FARMACI E MIGLIORI OPPORTUNITA SARA NECESSARIO RISPARMIARE SUGLI SPRECHI.

41 EFFICACIA NELLA LOTTA AI TUMORI STRUTTURE UOMINI STRUMENTI APPARECCHIATURE SERVIZI INVESTIMENTI FORMAZIONE

42 LA NUOVA SFIDA E E L UMANIZZAZIONE DELLE CURE : qualità,, accoglienza, professionalità la fine dei chemioterapifici

43 FOTOGRAFIE 2004 VECCHIO OSPEDALE UNA REALTA CRESCIUTA RAPIDAMENTE

44 FOTOGRAFIE 2004 VECCHIO OSPEDALE UNA REALTA CRESCIUTA RAPIDAMENTE

45 FOTOGRAFIE 2004 VECCHIO OSPEDALE LA DIGNITA DEI PAZIENTI DA RISPETTARE LA NUOVA REALTA DELLA ONCOLOGIA E MOLTO CAMBIATA NEL NUOVO OSPEDALE

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma SEBASTIANO FILETTI Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche Università di Roma Sapienza, Roma La malattia tiroidea è in aumento negli ultimi anni. Quali le ragioni? Dati epidemiologici provenienti

Dettagli

TRATTAMENTO ED ASSISTENZA ALLA DONNA CON NEOPLASIA MAMMARIA NELLA SUA GLOBALITA

TRATTAMENTO ED ASSISTENZA ALLA DONNA CON NEOPLASIA MAMMARIA NELLA SUA GLOBALITA TRATTAMENTO ED ASSISTENZA ALLA DONNA CON NEOPLASIA MAMMARIA NELLA SUA GLOBALITA Luigi Salvagno U.O. di Oncologia ANATOMIA DELLA GHIANDOLA MAMMARIA PROGRESSIONE TUMORALE La progressione neoplastica richiede

Dettagli

Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei

Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei Approccio multidisciplinare e medicina personalizzata Roberto Labianca Direttore Cancer Center AO Papa Giovanni XXIII Direttore DIPO Bergamo

Dettagli

Neoplasie della mammella - 2

Neoplasie della mammella - 2 Neoplasie della mammella - 2 Fattori prognostici Numero di N+ : >3 Età e stato menopausale Diametro di T Invasione linfatica e vascolare Tipo istologico Grading Recettore per Estrogeni/Progesterone Amplificazione

Dettagli

BYE BYE CHEMIOTERAPIA!!.ARRIVANO LE BOMBE INTELLIGENTI!!! A A CURA DI ORIANA SURDO

BYE BYE CHEMIOTERAPIA!!.ARRIVANO LE BOMBE INTELLIGENTI!!! A A CURA DI ORIANA SURDO BYE BYE CHEMIOTERAPIA!!.ARRIVANO LE BOMBE INTELLIGENTI!!! A A CURA DI ORIANA SURDO Cancro «Massa abnormale di tessuto che cresce in eccesso e in modo scoordinato rispetto ai tessuti normali, e persiste

Dettagli

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia 1. 7 domande sui tumori 2. Convivere con la malattia Dott. Andrea Angelo Martoni Direttore Unità Operativa di Oncologia Medica Policlinico S.Orsola-Malpighi Bologna 1. Cosa sono i tumori? i tumori Malattia

Dettagli

ONCOLOGIA: I PIU IMPORTANTI PROGRESSI DEL 2012

ONCOLOGIA: I PIU IMPORTANTI PROGRESSI DEL 2012 dott. ssa Aurora Ferrari la ricerca 9 ONCOLOGIA: I PIU IMPORTANTI PROGRESSI DEL 2012 La Società Americana per l Oncologia Clinica (ASCO) ha reso noto il rapporto annuale, giunto ormai alla sua ottava edizione,

Dettagli

DETERMINAZIONE HER-2 E RISPOSTA A TERAPIA ANTI HER-2

DETERMINAZIONE HER-2 E RISPOSTA A TERAPIA ANTI HER-2 DETERMINAZIONE HER-2 E RISPOSTA A TERAPIA ANTI HER-2 Dr.ssa Caldara Dr.ssa Frisinghelli DIAGNOSI DONNA 47 aa Luglio 2003 quadrantectomia SE sx + svuotamento ascellare con diagnosi di carcinoma duttale

Dettagli

La ricerca clinica nell ambito di una Rete Regionale. Lucio Crinò

La ricerca clinica nell ambito di una Rete Regionale. Lucio Crinò Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia La ricerca clinica nell ambito di una Rete Regionale Lucio Crinò Direttore S.C. di Oncologia Medica Azienda Ospedaliera di Perugia Perugia, 30 ottobre

Dettagli

Ricerca di bersagli per la terapia sistemica del mesotelioma

Ricerca di bersagli per la terapia sistemica del mesotelioma Ricerca di bersagli per la terapia sistemica del mesotelioma Searching for targets for the systemic therapy of mesothelioma Stahel RA, Weder W, Felley- Bosco E, Petrausch U, Curioni-Fontecedro A, Schmitt-Opitz

Dettagli

Le cellule cancerose

Le cellule cancerose Le cellule cancerose Cosa è il cancro? Malattia che insorge in conseguenza di anomalie della funzionalità cellulare E la Seconda causa di morte si possono sviluppare in quasi tutti gli organi Le diverse

Dettagli

Prof.ssa Adriana Albini Angiogenesi come target di terapia LA TERAPIA BIOLOGICA MIRATA: LE PREMESSE

Prof.ssa Adriana Albini Angiogenesi come target di terapia LA TERAPIA BIOLOGICA MIRATA: LE PREMESSE Prof.ssa Adriana Albini Angiogenesi come target di terapia LA TERAPIA BIOLOGICA MIRATA: LE PREMESSE Anche se la base comune delle neoplasie è rappresentata dalla crescita incontrollata di cellule trasformate,

Dettagli

PATOLOGIA MOLECOLARE

PATOLOGIA MOLECOLARE Diagnosi rischio individuale diagnosi precoce PATOLOGIA MOLECOLARE prognosi therapia singolo paziente Example of an approximately 40,000 probe spotted oligo microarray with enlarged inset to show detail.

Dettagli

Alimentazione e Tumore della Mammella essere in forma Ti con gusto

Alimentazione e Tumore della Mammella essere in forma Ti con gusto Convegno 26 Maggio 2012 Sala E. De Pasquale del Palazzo Comunale di Latina Alimentazione e Tumore della Mammella essere in forma Ti con gusto Dott. Enzo Veltri Direttore U.O.C Oncologia Latina 1 Mortalità

Dettagli

Gravedona 22 ottobre 2010. Ruolo dei farmaci anti HER 2. Marilena Visini- Renato Ciotti Oncologia Medica-Ospedale A.Manzoni-Lecco

Gravedona 22 ottobre 2010. Ruolo dei farmaci anti HER 2. Marilena Visini- Renato Ciotti Oncologia Medica-Ospedale A.Manzoni-Lecco Gravedona 22 ottobre 2010 Ruolo dei farmaci anti HER 2 Marilena Visini- Renato Ciotti Oncologia Medica-Ospedale A.Manzoni-Lecco LONG SURVIVORS IN MBC FARMACI ANTI HER2 TUMORE MAMMELLA 1950 Diagnosi Operabile

Dettagli

Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica

Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica Domanda #1 (codice domanda: n.541) : Cosa caratterizza il grado T2 del colangiocarcinoma? A: Interessamento del connettivo periduttale B: Coinvolgimento

Dettagli

Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone

Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone I A Cura di: Simona Carnio Divisione di Oncologia Toracica - A.O.U. San Luigi - Orbassano (TO) Silvia Novello Dipartimento di Oncologia - Università

Dettagli

Avastin è utilizzato con altri medicinali antitumorali per il trattamento dei seguenti tipi di tumore negli adulti:

Avastin è utilizzato con altri medicinali antitumorali per il trattamento dei seguenti tipi di tumore negli adulti: EMA/175824/2015 EMEA/H/C/000582 Riassunto destinato al pubblico bevacizumab Questo è il riassunto della relazione pubblica europea di valutazione (EPAR) per. Illustra il modo in cui il comitato per i medicinali

Dettagli

Evento Formativo accreditato ECM

Evento Formativo accreditato ECM Evento Formativo accreditato ECM INCONTRI CON L ESPERTO 2015 Aula Polo Oncologico, 6 ottobre, 10 novembre, 24 novembre 2015 ID ECM 1252-132524 ED. 1 Responsabili Scientifici: Dott. A. Fontana, Dott. A.

Dettagli

ONCOLOGIA MEDICA 1 A.O.U. San Giovanni Battista,TORINO

ONCOLOGIA MEDICA 1 A.O.U. San Giovanni Battista,TORINO ONCOLOGIA MEDICA 1 A.O.U. San Giovanni Battista,TORINO Il rapporto tra ormoni e carcinomi della mammella ormonodipendenti venne dimostrato per la prima volta nel 1896 da Beatson. L ovariectomia determinava

Dettagli

CHEMIOTERAPIA NEL NSCLC

CHEMIOTERAPIA NEL NSCLC LA CHEMIOTERAPIA NEL TUMORE POLMONARE Dr. Antonio Ardizzoia, Dr.ssa Ilaria Colombo, Dr. Paolo Bidoli UO DI ONCOLOGIA MEDICA - AO SAN GERARDO DI MONZA CHEMIOTERAPIA NEL NSCLC Il ruolo della terapia medica

Dettagli

ame news farmaci maggio 2010 TIROIDE E INIBITORI DELLE TIROSIN-KINASI: UN NUOVO PROBLEMA PER L ENDOCRINOLOGO

ame news farmaci maggio 2010 TIROIDE E INIBITORI DELLE TIROSIN-KINASI: UN NUOVO PROBLEMA PER L ENDOCRINOLOGO TIROIDE E INIBITORI DELLE TIROSIN-KINASI: UN NUOVO PROBLEMA PER L ENDOCRINOLOGO Responsabile Editoriale AME: Vincenzo Toscano Introduzione L avvento delle terapie a bersaglio molecolare (targeted therapy)

Dettagli

Sviluppo e applicazione delle terapie. Alessandro Comandone SC Oncologia Ospedale Gradenigo Torino

Sviluppo e applicazione delle terapie. Alessandro Comandone SC Oncologia Ospedale Gradenigo Torino Sviluppo e applicazione delle terapie oncologiche:basi farmacologiche e tossicità. Alessandro Comandone SC Oncologia Ospedale Gradenigo Torino Le terapie anticancro: classificazione Ormonoterapia Chemioterapia

Dettagli

Cancro del colon. Diagnosi del cancro del colon. Terapia del cancro del colon. [ Maurizio Pianezza 2008 - Tutti i diritti riservati]

Cancro del colon. Diagnosi del cancro del colon. Terapia del cancro del colon. [ Maurizio Pianezza 2008 - Tutti i diritti riservati] [ Maurizio Pianezza 2008 - Tutti i diritti riservati] Cancro del colon Il mio comportamento Diagnosi del cancro del colon - clisma Tc - coloscopia con biopsia - T-PET - markers tumorali Cea Ca 19.9 Ca

Dettagli

Utilizzo dei vaccini in oncologia

Utilizzo dei vaccini in oncologia L E G U I D E Utilizzo dei vaccini in oncologia Fondazione Federico Calabresi Utilizzo dei vaccini in oncologia Michele Maio Luana Calabrò Arianna Burigo U.O.C. Immunoterapia Oncologica Azienda Ospedaliera

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO

PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO 1 PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO RECIDIVA LOCO-REGIONALE Dopo mastectomia, si definisce locale la ripresa della malattia a livello della cicatrice chirurgica o a livello

Dettagli

LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI

LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Il Consiglio Direttivo Nazionale LILT, nella seduta del 19 marzo 2015, ha formalmente approvato la documentazione relativa ai lavori della Commissione tecnico-scientifica

Dettagli

Her-2 nel carcinoma mammario

Her-2 nel carcinoma mammario Her-2 nel carcinoma mammario Piera Balzarini U.O. Anatomia Patologica Università degli Studi di Brescia Spedali Civili di Brescia Il gene ERBB2 dà origine ad un recettore tirosin-chinasico appartenente

Dettagli

Il Tumore Ovarico. Campagna d informazione e sensibilizzazione sul tumore ovarico

Il Tumore Ovarico. Campagna d informazione e sensibilizzazione sul tumore ovarico Campagna promossa da Campagna d informazione e sensibilizzazione sul tumore ovarico Il Tumore Ovarico LA MALATTIA Il carcinoma ovarico è il sesto tumore più diagnosticato tra le donne ed è il più grave

Dettagli

Principi attivi e indicazioni terapeutiche autorizzate sottoposte a payment by results, cost sharing e risk sharing. Data di inizio 24/07/2006

Principi attivi e indicazioni terapeutiche autorizzate sottoposte a payment by results, cost sharing e risk sharing. Data di inizio 24/07/2006 ALLEGATO A Principi attivi e indicazioni terapeutiche autorizzate sottoposte a payment by results, cost sharing e risk sharing Principio attivo ERLOTINIB (Tarceva ) SUNITINIB (Sutent ) SORAFENIB (Nexavar

Dettagli

Le applicazioni pratiche delle scoperte in biologia molecolare Luca Mazzucchelli Istituto cantonale di patologia Locarno

Le applicazioni pratiche delle scoperte in biologia molecolare Luca Mazzucchelli Istituto cantonale di patologia Locarno Le applicazioni pratiche delle scoperte in biologia molecolare Luca Mazzucchelli Istituto cantonale di patologia Locarno Oncologia Lago Maggiore Locarno 25 settembre 2008 Farmaco Target Indicazione Rituximab

Dettagli

8 maggio2014. Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico. La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea.

8 maggio2014. Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico. La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea. 8 maggio2014 Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea. Aiutaci ad abbattere il muro del silenzio Ognuno di noi ha una donna che ama e che ci ama: una mamma,

Dettagli

Tumori: presente e futuro cosa cambia nell oncologia del III millenio? Sergio Fava Oncologia Medica Legnano. Nerviano 26.02.2013

Tumori: presente e futuro cosa cambia nell oncologia del III millenio? Sergio Fava Oncologia Medica Legnano. Nerviano 26.02.2013 Tumori: presente e futuro cosa cambia nell oncologia del III millenio? Sergio Fava Oncologia Medica Legnano Nerviano 26.02.2013 Obiettivo: mortalità zero? La sconfitta del cancro non nascerà esclusivamente

Dettagli

20 febbraio 2012. Muore Renato Dulbecco

20 febbraio 2012. Muore Renato Dulbecco 20 febbraio 2012 Muore Renato Dulbecco la possibilità di avere una visione completa e globale del nostro DNA ci aiuterà a comprendere le influenze genetiche e non genetiche sul nostro sviluppo, la nostra

Dettagli

Anticorpi monoclonali anti-egfr

Anticorpi monoclonali anti-egfr Università degli Studi di Torino Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari Corso di Immunologia Prof.G.Forni Anticorpi monoclonali anti-egf Lara Fontani Famiglia recettori T erbb/her Ligandi EGF

Dettagli

IL RUOLO DEL MEDICO NUCLEARE NELL'IMAGING POLMONARE LOCALMENTE AVANZATA E. Giuseppe De Vincentis

IL RUOLO DEL MEDICO NUCLEARE NELL'IMAGING POLMONARE LOCALMENTE AVANZATA E. Giuseppe De Vincentis IL RUOLO DEL MEDICO NUCLEARE NELL'IMAGING E NEL TRATTAMENTO DELLA NEOPLASIA POLMONARE LOCALMENTE AVANZATA E METASTATICA Giuseppe De Vincentis 18 FDG PET: presupposti La degenerazione cancerosa si associa

Dettagli

Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione di nuovi casi di tumore al seno e 400.000 donne muoiono per questa malattia.

Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione di nuovi casi di tumore al seno e 400.000 donne muoiono per questa malattia. IL TUMORE AL SENO in EMILIA ROMAGNA I dati epidemiologici. La rete di assistenza 1. EPIDEMIOLOGIA del tumore al seno Lo scenario in italia Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione

Dettagli

Cura personalizzata del tumore del colon-retto metastatico: Che cosa è importante sapere

Cura personalizzata del tumore del colon-retto metastatico: Che cosa è importante sapere Cura personalizzata del tumore del colon-retto metastatico: Che cosa è importante sapere In sintesi In passato: la cura del cancro era decisa sulla base della sede di origine della neoplasia (seno, intestino,

Dettagli

Nuovi farmaci orali nei tumori gastrointestinali

Nuovi farmaci orali nei tumori gastrointestinali Nuovi farmaci orali nei tumori gastrointestinali Sara De Dosso Istituto Oncologico della Svizzera Italiana Gruppo Interesse Oncologia Ticinese 20 novembre 2014 Outline Capecitabina, (S1) Regorafenib Sunitinib

Dettagli

Marcatori molecolari prognostici. Milo Frattini Istituto cantonale di patologia Locarno

Marcatori molecolari prognostici. Milo Frattini Istituto cantonale di patologia Locarno Marcatori molecolari prognostici Milo Frattini Istituto cantonale di patologia Locarno Legnano 24.03.2009 Cancro colorettale - Epidemiologia Il cancro colorettale è la seconda causa di morte per malattie

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 95 del 31 gennaio 2012 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 95 del 31 gennaio 2012 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 95 del 31 gennaio 2012 pag. 1/5 ALEMTUZUMAB L01XC04 Alemtuzumab è indicato per il trattamento di pazienti affetti da leucemia linfocitica cronica a

Dettagli

L Insulina è un ormone prodotto dal pancreas implicato nel metabolismo dei carboidrati.

L Insulina è un ormone prodotto dal pancreas implicato nel metabolismo dei carboidrati. DIABETE E RISCHIO CANCRO: RUOLO DELL INSULINA Secondo recenti studi sono più di 350 milioni, nel mondo, gli individui affetti da diabete, numeri che gli regalano il triste primato di patologia tra le più

Dettagli

Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del comportamento della via EGFR-IGF1R per la linea cellulare H1650

Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del comportamento della via EGFR-IGF1R per la linea cellulare H1650 Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del comportamento della via EGFR-IGF1R per la linea cellulare H1650 Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del

Dettagli

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC METASTASI CEREBRALI DA CA MAMMELLA 10-30% delle pazienti con tumore mammario in fase avanzata Insorgono tardivamente nella storia naturale della malattia

Dettagli

Lettori: 1.163.000 Diffusione: 189.861. Dir. Resp.: Virman Cusenza. 28-NOV-2014 da pag. 13

Lettori: 1.163.000 Diffusione: 189.861. Dir. Resp.: Virman Cusenza. 28-NOV-2014 da pag. 13 Lettori: 1.163.000 Diffusione: 189.861 Dir. Resp.: Virman Cusenza 28-NOV-2014 da pag. 13 Lettori: 2.848.000 Diffusione: 431.913 Dir. Resp.: Ezio Mauro 28-NOV-2014 da pag. 7 Lettori: 484.000 Diffusione:

Dettagli

Le scelte sagge: dalla teoria alla pratica. Oncologia Medica IRCCS San Martino-IST

Le scelte sagge: dalla teoria alla pratica. Oncologia Medica IRCCS San Martino-IST Le scelte sagge: dalla teoria alla pratica Stefania Vecchio Oncologia Medica IRCCS San Martino-IST L oncologia in Italia Aumento costante dell incidenza di tumori Invecchiamento della popolazione nel 2030

Dettagli

Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics

Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics Milena Sinigaglia Quality Systems Management & Health S.r.l. Meetjob Oristano 23/24 Aprile 2013

Dettagli

Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare

Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare Il ciclo cellulare è regolato dall azione di PROTOONCOGENI e (attivatori della proliferazione cellulare) GENI ONCOSOPPRESSORI (inibitori del ciclo

Dettagli

Novità nel trattamento della malattia HER2+

Novità nel trattamento della malattia HER2+ PER UNA VITA COME PRIMA 7A EDIZIONE SABATO 11 MAGGIO 2013 Ospedale Sacro Cuore - Don Calabria Negrar (VR) Novità nel trattamento della malattia HER2+ Stato dell arte e prospettive Antonio Frassoldati Oncologia

Dettagli

Si verificano in tutte le classi di vertebrati ed invertebrati

Si verificano in tutte le classi di vertebrati ed invertebrati Genetica dei tumori Si verificano in tutte le classi di vertebrati ed invertebrati Sarcomi e carcinomi sono stati riscontrati in alcune mummie egiziane e vengono descritti nei papiri. I Greci erano a conoscenza

Dettagli

METASTASI POLMONARI. Terapia Oncologica. Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

METASTASI POLMONARI. Terapia Oncologica. Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma METASTASI POLMONARI Terapia Oncologica Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Metastasi polmonari: EPIDEMIOLOGIA Prevalenza nelle autopsie di

Dettagli

Polipi. Sessili. Peduncolati

Polipi. Sessili. Peduncolati Polipi Sessili Peduncolati Polipi Intestinali Polipi iperplastici 25% Polipi amartomatosi

Dettagli

METASTASI CEREBRALI. RADIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO MULTIMODALE DELLE METASTASI OSSEE E CEREBRALI Presidente: dott. G. Silvano

METASTASI CEREBRALI. RADIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO MULTIMODALE DELLE METASTASI OSSEE E CEREBRALI Presidente: dott. G. Silvano 1 RADIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO MULTIMODALE DELLE METASTASI OSSEE E CEREBRALI Presidente: dott. G. Silvano Taranto, 16-17 Marzo 2007 2 definizione Le metastasi cerebrali sono neoplasie che originano in

Dettagli

I nuovi farmaci in oncologia

I nuovi farmaci in oncologia Provincia di Ancona Assessorato alle Pari Opportunità Comune di Senigallia Comune di Arcevia Comune di Ostra Vetere ASUR Marche Zona territoriale n. 4 FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI JESI Università Politecnica

Dettagli

Epidemiologia dei tumori A. Spitale

Epidemiologia dei tumori A. Spitale Epidemiologia dei tumori A. Spitale 03 aprile 2007 Che cos è l Epidemiologia? Kleinbaum et al. (1982): L Epidemiologia è la scienza che studia lo stato di salute o di malattia nelle popolazioni umane I

Dettagli

D.G. Sanità D.d.g. 13 settembre 2012 - n. 7837

D.G. Sanità D.d.g. 13 settembre 2012 - n. 7837 6 Bollettino Ufficiale D.G. Sanità D.d.g. 13 settembre 2012 - n. 7837 Indicazioni della direzione generale Sanità in ambito oncoematologico per un uso appropriato di alcuni farmaci e procedure Premesso

Dettagli

Eudract 2007-004326-25. Ricercatore Responsabile dello studio: Prof. PierFranco Conte Dip di Onoclogia ed Ematologia- Università di Modena

Eudract 2007-004326-25. Ricercatore Responsabile dello studio: Prof. PierFranco Conte Dip di Onoclogia ed Ematologia- Università di Modena ShortHER: TRATTAMENTO ADIUVANTE CON HERCEPTIN PER 3 MESI VERSO 12 MESI, IN ASSOCIAZIONE CON 2 DIFFERENTI REGIMI DI CHEMIOTERAPIA, NELLE PAZIENTI CON CARCINOMA MAMMARIO HER2 POSITIVE Eudract 2007-004326-25

Dettagli

Marcatori classici. Colon. Mammella. Polmone. CEA Ca19-9. Ca15.3 CEA. CEA (adenocarcinoma) Cyfra (spinocellulare) NSE (microcitoma)

Marcatori classici. Colon. Mammella. Polmone. CEA Ca19-9. Ca15.3 CEA. CEA (adenocarcinoma) Cyfra (spinocellulare) NSE (microcitoma) Markers tumorali Colon CEA Ca199 Mammella Ca15.3 CEA Polmone CEA (adenocarcinoma) Cyfra (spinocellulare) NSE (microcitoma) Marcatori classici Problemi di interpretazione Bassa sensibilità Marcatore negativo

Dettagli

Aggiornamenti su RAS: mutazioni di KRAS ed NRAS nel carcinoma del colon retto. Carmelo Lupo

Aggiornamenti su RAS: mutazioni di KRAS ed NRAS nel carcinoma del colon retto. Carmelo Lupo Aggiornamenti su RAS: mutazioni di KRAS ed NRAS nel carcinoma del colon retto Carmelo Lupo RAS-RAF signaling Activation of the RAS-RAF signaling cascade occurs via the following sequential steps 1 : Activation

Dettagli

GIST Dott.ssa Valeria Petroni

GIST Dott.ssa Valeria Petroni GIST Dott.ssa Valeria Petroni Centro di Oncoematologia Pediatrica Clinica Pediatrica Ospedale Riuniti Presidio Salesi Introduzione Il GIST è il tumore di origine mesenchimale più comune a carico del tratto

Dettagli

I principali obiettivi del progetto dedicato alla salute maschile sono:

I principali obiettivi del progetto dedicato alla salute maschile sono: salute al maschile, L IMPEGNO DI FONDAZIONE UMBERTO VERONESI PER gli uomini Nel 2015 la Fondazione Umberto Veronesi s impegna in un progetto specificatamente dedicato alla salute maschile per rispondere

Dettagli

LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA

LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA Associazione Culturale Micene 1 Congresso Nazionale Evoluzione della Scienza e della Tecnica LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA Dr. Federico Selvaggi Università degli Studi G. d Annunzio Chieti/Pescara

Dettagli

la storia di HER2 Citogenetica e biologia molecolare dei tumori mammari: implicazioni cliniche HER2: Human Epidermal Receptor

la storia di HER2 Citogenetica e biologia molecolare dei tumori mammari: implicazioni cliniche HER2: Human Epidermal Receptor Citogenetica e biologia molecolare dei tumori mammari: implicazioni cliniche la storia di HER2 V. Martin 28 giugno 2011 HER2: Human Epidermal Receptor HER2 e carcinoma mammario alias c-erb, ERBB2, HER-

Dettagli

Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale per la Persona con tumore del colon-retto. Gianna Regis

Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale per la Persona con tumore del colon-retto. Gianna Regis Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale per la Persona con tumore del colon-retto Gianna Regis L intestino L intestino è un organo dell apparato gastro-enterico L intestino L intestino si divide

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE

AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANGILERI MARIA GRAZIA Data di nascita 17/05/1979 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE

Dettagli

L ormonoterapia e la terapia biologica. nel trattamento precauzionale del tumore mammario dopo chirurgia

L ormonoterapia e la terapia biologica. nel trattamento precauzionale del tumore mammario dopo chirurgia L ormonoterapia e la terapia biologica nel trattamento precauzionale del tumore mammario dopo chirurgia Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio

Dettagli

LA FISSAZIONE E LA PROCESSAZIONE DEI CAMPIONI ISTOLOGICI CON SOSTANZE A BASE ALCOLICA: POSSIBILI VANTAGGI E PROSPETTIVE FUTURE.

LA FISSAZIONE E LA PROCESSAZIONE DEI CAMPIONI ISTOLOGICI CON SOSTANZE A BASE ALCOLICA: POSSIBILI VANTAGGI E PROSPETTIVE FUTURE. LA FISSAZIONE E LA PROCESSAZIONE DEI CAMPIONI ISTOLOGICI CON SOSTANZE A BASE ALCOLICA: POSSIBILI VANTAGGI E PROSPETTIVE FUTURE. Dott.ssa Marchi Barbara Biologa sanitaria COMBINAZIONE TRA LA BIOLOGIA MOLECOLARE

Dettagli

Lo screening dei tumori del colon retto: aggiornamento per Farmacisti e Medici di Assistenza Primaria

Lo screening dei tumori del colon retto: aggiornamento per Farmacisti e Medici di Assistenza Primaria Lo screening dei tumori del colon retto: aggiornamento per Farmacisti e Medici di Assistenza Primaria La comunicazione con l assistito nel percorso di screening per i MAP 01 giugno 2013 e 16 novembre 2013

Dettagli

.E SE MI DEVO OPERARE?

.E SE MI DEVO OPERARE? Regione Lazio A cura di: U.O.C. Screening Oncologici dell ASL Roma C, via Monza2 U.O.C. Oncologia Medica Ospedale S. Eugenio.E SE MI DEVO OPERARE? Tel. 06.51008021 fax 06.51003771 email: screening.mammografico@aslrmc.it

Dettagli

Ministero della Salute DOCUMENTO TECNICO DI INDIRIZZO PER RIDURRE IL CARICO DI MALATTIA DEL CANCRO. Anni 2011-2013

Ministero della Salute DOCUMENTO TECNICO DI INDIRIZZO PER RIDURRE IL CARICO DI MALATTIA DEL CANCRO. Anni 2011-2013 Ministero della Salute DOCUMENTO TECNICO DI INDIRIZZO PER RIDURRE IL CARICO DI MALATTIA DEL CANCRO Anni 2011-2013 1 Indice 1.0 Il cancro in Italia pag. 4 1.1 Quadro epidemiologico nazionale pag. 4 1.1.1

Dettagli

Cosa sono i Macatori Tumorali?

Cosa sono i Macatori Tumorali? Marcatori tumorali Cosa sono i Macatori Tumorali? Sostanze biologiche sintetizzate e rilasciate dalle cellule tumorali o prodotte dall ospite in risposta alla presenza del tumore Assenti o presenti in

Dettagli

Servizi di Ricerca a Terzi. Luglio 2015

Servizi di Ricerca a Terzi. Luglio 2015 Servizi di Ricerca a Terzi Luglio 2015 Chi siamo Vera Salus Ricerca S.r.l. (VSR) è una target discovery biotech company che mette a disposizione le proprie competenze e la propria strumentazione in qualità

Dettagli

Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA

Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA SEZIONE LOMBARDA Aggiornamenti 2011 Corso di aggiornamento per Tecnici di Laboratorio Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA Azienda Ospedaliera S. Antonio Abate

Dettagli

Neoplasie dell apparato gastroenterico. Terapia medica

Neoplasie dell apparato gastroenterico. Terapia medica Neoplasie dell apparato gastroenterico Terapia medica Tumori del colon-retto COLON - Anatomia e vascolarizzazione FLESSURA EPATICA FLESSURA SPLENICA COLON TRASVERSO Mid colic a. Inf. mes. v. Sup. mes

Dettagli

Le nuove strategie per sconfiggere il cancro della mammella

Le nuove strategie per sconfiggere il cancro della mammella DUE WORKSHOP INTERNAZIONALI FANNO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE Aumentano le possibilità di cura tanto nel tumore localizzato quanto in quello in stadio avanzato. In particolare l attenzione è rivolta agli

Dettagli

Dir. Resp.: Roberto Napoletano

Dir. Resp.: Roberto Napoletano Tiratura 09/2014: 40.000 Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Roberto Napoletano da pag. 6 02-GIU-2015 www.datastampa.it Tiratura 09/2014:

Dettagli

Il test genetico BRCA1/BRCA2

Il test genetico BRCA1/BRCA2 L identificazione Il test genetico BRCA1/BRCA2 M.G.Tibiletti UO Anatomia Patologica Ospedale di Circolo-Università dell Insubria Varese IL CARCINOMA MAMMARIO FORME SPORADICHE FORME EREDITARIE FORME FAMIGLIARI

Dettagli

Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione di nuovi casi di tumore al seno e 400.000 donne muoiono per questa malattia.

Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione di nuovi casi di tumore al seno e 400.000 donne muoiono per questa malattia. IL TUMORE AL SENO in PUGLIA I dati epidemiologici. La rete di assistenza 1. EPIDEMIOLOGIA del tumore al seno Lo scenario in italia Ogni anno in tutto il mondo vengono diagnosticati più di un milione di

Dettagli

ONCOLOGIA. Dr. Alessandro Bernardini DEFINIZIONE

ONCOLOGIA. Dr. Alessandro Bernardini DEFINIZIONE ONCOLOGIA Dr. Alessandro Bernardini DEFINIZIONE Con il termine tumore (rigonfiamento) o in senso generale neoplasia (nuova formazione) o eteroplasia si definisce una massa di tessuto che cresce in modo

Dettagli

COMPARAZIONE DELLA METODICA AUTOMATICA SISH

COMPARAZIONE DELLA METODICA AUTOMATICA SISH COMPARAZIONE DELLA METODICA AUTOMATICA SISH (Silver Enhanced In Situ Hybridization) CON LA METODICA MANUALE FISH (Fluorescence In Situ Hybridization) PER LA VALUTAZIONE DELLO STATO DEL GENE HER2 (neu)

Dettagli

RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO. Angelo Tersidio

RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO. Angelo Tersidio RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO Angelo Tersidio ATTORE PROTAGONISTA: IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE ( e non è la solita frase di circostanza!) CANCRO DEL

Dettagli

www.medscape.org/viewarticle/805542

www.medscape.org/viewarticle/805542 Lucio Crinò, MD: Salve e benvenuti a questo programma. Sono Lucio Crinò, un oncologo medico di Perugia (Italia). Oggi parleremo degli attuali paradigmi per il trattamento del carcinoma del polmone non

Dettagli

Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza

Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza Oncologia epato-bilio-pancreatica Metastasi da tumore a sede primitiva ignota Monza, 06 Maggio 2011 Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza Epidemiologia Rappresentano meno del 5% di tutte

Dettagli

NUOVI MARCATORI TUMORALI E ANALISI SIEROPROTEOMICA NELLA DIAGNOSI E NELLA PROGNOSI DELLA PATOLOGIA TUMORALE

NUOVI MARCATORI TUMORALI E ANALISI SIEROPROTEOMICA NELLA DIAGNOSI E NELLA PROGNOSI DELLA PATOLOGIA TUMORALE NUOVI MARCATORI TUMORALI E ANALISI SIEROPROTEOMICA NELLA DIAGNOSI E NELLA PROGNOSI DELLA PATOLOGIA TUMORALE Centro di Riferimento Oncologico - Istituto Nazionale Tumori - IRCCS Aviano Unità di Patologia

Dettagli

La terapia adiuvante nel tumore della mammella in età avanzata

La terapia adiuvante nel tumore della mammella in età avanzata La terapia adiuvante nel tumore della mammella in età avanzata Lara Bettinzoli Recentemente sono stati pubblicati i risultati di uno studio sulla terapia adiuvante del carcinoma mammario nelle pazienti

Dettagli

Dott. Alessandro Fabbri U.O. Pneumologia ASL 3 PT Direttore ff Dott. Franco Vannucci

Dott. Alessandro Fabbri U.O. Pneumologia ASL 3 PT Direttore ff Dott. Franco Vannucci Dott. Alessandro Fabbri U.O. Pneumologia ASL 3 PT Direttore ff Dott. Franco Vannucci Negli ultimi anni c è stato un notevole cambiamento nella gestione diagnosticoterapeutica dei soggetti affetti da neoplasia

Dettagli

Insorgenza tumorale B C

Insorgenza tumorale B C Genetica dei tumori Corso di Genetica Medica Corsi di Laurea in Fisioterapia, Logopedia, Ortott. Ass. Oft, T.N.P.E. Facoltà di Medicina e Chirurgia Alberto Piazza Insorgenza tumorale Processo patologico

Dettagli

TERAPIA DEL CARCINOMA POLMONARE NON A PICCOLE CELLULE (NSCLC)

TERAPIA DEL CARCINOMA POLMONARE NON A PICCOLE CELLULE (NSCLC) TERAPIA DEL CARCINOMA POLMONARE NON A PICCOLE CELLULE (NSCLC) Negli ultimi anni vi è stata una evoluzione delle strategie terapeutiche nel NSCLC e l introduzione nella pratica clinica di nuovi farmaci

Dettagli

FARMACOLOGIA Oncologica. www.baveno.net by G.B.

FARMACOLOGIA Oncologica. www.baveno.net by G.B. Oncologica www.baveno.net by G.B. Agg: settembre 2015 AVVERTENZE 2 I contenuti della presentazione sono estrapolati da materiale esistente, redatti e verificati da personale sanitario Le informazioni fornite

Dettagli

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione Il ruolo del chirurgo generale in chirurgia oncologica dell'adolescente

Dettagli

Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori

Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori Università degli Studi di Bari Aldo Moro Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Biofarmaceutica Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori Dott.ssa Maria Luana Poeta Cos è un Tumore Omeostasi Tissutale

Dettagli

LINEE GUIDA TERAPEUTICHE TUMORI DEL COLON

LINEE GUIDA TERAPEUTICHE TUMORI DEL COLON LINEE GUIDA TERAPEUTICHE TUMORI DEL COLON DATA DI AGGIORNAMENTO: MARZO 2012 Adenoma con displasia alto grado o severa (1) Escissione locale completa endoscopica in unica escissione (non piecemeal) Resezione

Dettagli

IL CANCRO DELLA MAMMELLA MASCHILE. A. Sardaro

IL CANCRO DELLA MAMMELLA MASCHILE. A. Sardaro IL CANCRO DELLA MAMMELLA MASCHILE A. Sardaro Epidemiologia Rappresenta circa 1% di tutti i carcinomi mammari e

Dettagli

DIPARTIMENTO ONCOLOGIA

DIPARTIMENTO ONCOLOGIA CORTE DI GIUSTIZIA POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE I CONGRESSO NAZIONALE IL DIRITTO ALLA SALUTE: UN DIRITTO INALIENABILE CRITICITA A CONFRONTO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO ONCOLOGIA FederAnziani

Dettagli

Regione Toscana e ASL 1 di Massa e Carrara Servizio Sanitario della Toscana Liceo Artistico Statale Artemisia Gentileschi Progetto per migliorare l informazione ed il rapporto con i cittadini, attuato

Dettagli

ONCOLOGIA MEDICA. Terapia medica Radioterapia

ONCOLOGIA MEDICA. Terapia medica Radioterapia ONCOLOGIA MEDICA Terapia medica Radioterapia Tipi di terapia medica Chemioterapia Ormonoterapia Immunoterapia Terapie biologiche e molecolari ( targeted therapy ) Terapie di supporto e palliative (+ varie

Dettagli

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica LO SCREENING Uno dei principali obiettivi della medicina è diagnosticare una malattia il

Dettagli

Farmaci antineoplastici: esempi di reazioni avverse e relativo trattamento. Dr.ssa Giusi Giacomini Oncologia Jesi

Farmaci antineoplastici: esempi di reazioni avverse e relativo trattamento. Dr.ssa Giusi Giacomini Oncologia Jesi Farmaci antineoplastici: esempi di reazioni avverse e relativo trattamento Dr.ssa Giusi Giacomini Oncologia Jesi FARMACOVIGILANZA Complesso di attività finalizzate a valutare in maniera continuativa tutte

Dettagli

XIII riunione nazionale AIRTum Siracusa 6-7-8 Maggio 2009. G. Candela- Registro Tumori Trapani

XIII riunione nazionale AIRTum Siracusa 6-7-8 Maggio 2009. G. Candela- Registro Tumori Trapani Registro tumori, strumento autorevole per la gestione di un allarme e per la comunicazione del dato: risultati di un esperienza Giuseppina Candela Registro Tumori ASL9 TRAPANI XIII riunione nazionale AIRTum

Dettagli