ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ di BOLOGNA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ di BOLOGNA"

Transcript

1 ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ di BOLOGNA FACOLTÀ di SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea Specialistica in Scienze di Internet Titolo della Tesi: Game Modding e Game Art: l'opera digitale come produzione collettiva. Comunità di pratica e sistema delle ricompense nella "bottega-rete Tesi di Laurea in Social Network Analysis RELATORE: PRESENTATA DA: Chiar.mo Prof. Marco Ruffino Cristina Donati CORRELATORE: Chiar.ma Prof.ssa Silvana Vassallo Anno Accademico 2008/2009 Sessione III

2

3 A tutta la community e a coloro che sono stati di supporto e che hanno reso possibile la redazione di questa tesi e in particolare, ad AB e alla mia server Pin

4 iv

5 Indice 0. Introduzione Storia dei Videogame Videogioco: forme e significato...10 Video...10 Gioco Tappe evolutive...14 Manipolazione...14 Narrazione...15 Ambiente...15 Emozione Viaggio fra i videogiochi che hanno fatto storia...16 Gli albori anni '50-'60-' Gli anni '80 l'età dell'oro e la crisi...17 Gli anni '90 l'evoluzione grafica e tecnologica...19 I giorni nostri, il nuovo secolo Un approccio alla classificazione Mondi virtuali I giocatori Videogiochi e mezzi di comunicazione Modding e Game Art Il modding...38 Add-on for gaming Game Art...41 L'interesse degli artisti al videogioco nel tempo...43 Alcuni Game Artist e le loro creazioni...44 Game Art alla portata di tutti Community of Practice Analisi delle reti sociali Comunità di pratica...55 CoP e analisi delle reti sociali...61 CoP e NoP...63 CoP e altre forme di aggregazione...64 Struttura organizzativa per le comunità di pratica distribuite...65 Ciclo di vita di una CoP...67 Scelta dei membri di gruppi di lavoro Case Study: The Sims Il contesto Gli attori I prodotti Un ipotesi di modello produttivo a rete Dall'ipotesi di modello all'analisi del network Selezione delle fonti...83 v

6 Rete Modder...83 Rete Producer/Prosumer...85 Rete Consumer Selezione dell'orizzonte temporale Raccolta dei dati e costruzione del dataset per la subnet modder...88 Abstract della fonte Modthesims...88 Funzionamento di MTS e processo di pubblicazione di mod...89 Definizione del campione...89 Costruzione dei dati relazionali...90 Limiti del campione Raccolta dei dati e costruzione del dataset per la subnet producer...92 Abstract della fonte Koinup...92 Funzionamento di Koinup e processo di pubblicazione...92 Definizione del campione...93 Costruzione dei dati relazionali...93 Limiti del campione Raccolta dei dati e costruzione del dataset per la subnet consumer...95 Verso il sondaggio...95 Pubblicazione e somministrazione del sondaggio...95 Struttura delle domande...96 Identificazione dei partecipanti...97 Rilevazione delle relazioni consumer-consumer...97 Rilevazione delle relazioni consumer-modder...98 Rilevazione delle relazioni consumer-producer...98 Costruzione dei dati relazionali...98 Limiti del campione Aggregazione dei dataset Analisi della rete Dimensione interna Modder Dimensione interna Producer Dimensione interna Consumer Dimensione relazione fra subnet (whole network) Subnet e whole network a confronto Conclusioni Appendice B4. Sondaggio Consumer Bibliografia Capitoli 1 e Capitoli 3 e Glossario vi Introduzione

7 0. Introduzione Sono passati diversi anni da quando per la prima volta mi affacciai agli studi su internet. Allora la parola economia accanto ad internet riusciva a farla trasparire più normale di ciò che fosse in realtà, solo gli uditori più attenti che non si fermavano alla prima parola, restavano incuriositi e ponevano domande. Mi sono scontrata con tante persone che ignorando questa realtà la consideravano totalmente inutile, un mondo sconosciuto, qualcosa di cattivo e così via. Se avessi raccolto tutte le affermazioni udite fino ad oggi, credo che potrebbe uscirne un libro. Sfatare i luoghi comuni mi ha sempre affascinata, così come cercare di spiegare alle persone cosa realmente stessi studiando e quali fossero i miei interessi, sebbene spesso la battaglia non valesse la pena di essere combattuta. Così, proseguendo dall'economia alle scienze di internet, ho cercato di arricchirmi non tanto, e non solo, di programmazione, ma di colorare il più possibile le mie conoscenze. Ho sempre cercato collegamenti fra libri di testo e realtà e così è nata l'idea di questa tesi. Credo che quasi tutti, da adulti o da bambini, si siano appassionati a un gioco al punto tale da esserne assorbiti e magari criticati dagli altri con frasi tipo è solo un gioco, falla finita. Se restringiamo il campo parlando solo di videogiochi, la visione negativa peggiora ulteriormente. Quello dedicato al gioco pare essere considerato come tempo sprecato, tanto più se si è in età adulta. Dalla passione per un videogioco nasce questa tesi, attingendo a principi di arte digitale e di analisi delle reti sociali, cercando di sviscerare la natura di una delle comunità più ampie relative a un gioco singleplayer e offline e cercando similitudini ad altri contesti. Potrete leggere questa dissertazione con scetticismo, come coloro che non capiscono perché le persone passino così tanto tempo a fare qualcosa di apparentemente inutile e senza una ricompensa monetaria, o magari con curiosità, cercando di capire come mai esista una comunità online così attiva per un gioco al quale non si può partecipare attivamente in modalità multi giocatore. Si tenterà di capire, attraverso l'analisi delle reti, quale sia la molla che spinge le persone a partecipare alla community, cercando l'esistenza di un sistema 0. Introduzione 7

8 di ricompense intangibile, costituito da ringraziamenti e popolarità. Ma non solo, pur non portandovi direttamente all'interno di una realtà virtuale si cercherà di spiegare come possa essere plasmata e trasformata in uno strumento per creare arte, svincolandola dal contesto meramente ludico. La mia visione personale in quanto abitante della community, ha permesso di interpretare e catturare diverse delle dinamiche che saranno trattate. L'habitat familiare ha favorito la costruzione della serie di ipotesi che tenteremo di provare/sfatare, ma, quando la troppa conoscenza portava passi falsi ed errori, la prospettiva di abitante ha dovuto abbandonare il campo, lasciando posto all'analisi scientifica. Si partirà con capitoli introduttivi sul mondo dei videogiochi e sull'arte digitale realizzata tramite essi, lasciando spazio a varie considerazioni e teorie sul modding, ovvero l'arte di modificare il gioco. In particolare nel corso del capitolo 1 si viaggerà attraverso l'evoluzione del videogioco, non solo dal punto di vista tecnologico ma anche dal lato delle forme, del significato e di come nel tempo l'approccio a questo settore sia cambiato, sia da parte del giocatore sia da parte dei media generalisti. Il capitolo 2 si occuperà dell'influenza dei nuovi media sugli ambienti circostanti, in particolare di come l'arte si appropri del videogioco utilizzandolo come strumento o come oggetto, sperimentando nuove modalità creative. E, in ambito di creatività e di videogioco, si tenterà di descrivere il processo di manipolazione e di sfida al gioco, il modding, nella sua storia e nei suoi sviluppi attuali. Si procederà poi trattando il tema delle Community of Practice (CoP), al capitolo 3, analizzando la letteratura esistente e cercando di capire se questa morfologia di rete caratterizzata in particolare dalla condivisione della conoscenza -, possa essere compatibile con il contesto emergente delle community online di modding e game art. Le informazioni raccolte saranno importanti strumenti nello svolgere l'analisi del caso di studio The Sims che troverà ampio spazio nel corso del capitolo 4, in cui sarà costruito un dataset su un campione delle diverse tipologie di attori (modder, producer e consumer), su cui saranno applicate metodologie e misure di analisi delle reti sociali al fine di verificare le interazioni esistenti e l'eventuale esistenza di un pattern compatibile alle CoP. Infine, il capitolo 5 racchiuderà le conclusioni e le ipotesi per futuri sviluppi delle tematiche qui trattate Introduzione

9 1. Storia dei Videogame Il giocattolo futurista sarà utilissimo anche all'adulto, poiché lo manterrà giovane, agile, festante, disinvolto, pronto a tutto, instancabile, istintivo e intuitivo Giacomo Balla, Fortunato Depero da Ricostruzione futurista dell'universo, 1915 Il videogioco nasce per caso, da esperimenti di calcolo e visualizzazione dei calcolatori, si sviluppa come una forma di cultura bassa e controversa, e diventa, in alcuni casi, una controcultura o addirittura un'avanguardia artistica. L'idea del videogioco si sviluppa dal desiderio di manipolare le immagini sullo schermo, seguendo lo stesso processo evolutivo di cinema e televisione, aggiungendo però il fattore di interattività rispetto ai precedenti. Possiamo dire che la mediamorfosi 1 del videogame si sia conclusa [Bittanti, 2002]: introdotto sul mercato nei primi anni '70, il ludus elettronico non è più una semplice meraviglia tecnologica ma un prodotto complesso, causa ed effetto della rivoluzione digitale. Questo processo non è stato né facile né veloce, la regola dei trent'anni citata da Paul Saffo [1992] secondo la quale da cinque secoli a questa parte la quantità di tempo richiesta perché le nuove idee possano penetrare completamente all'interno di una cultura si è assestata regolarmente su una media di tre decenni si applica alla perfezione. Mentre il videogiocatore nei primi anni ottanta veniva classificato come NERD strana specie di essere umano con numerosi brufoli o lentiggini sulla cute, tendenzialmente asociale e soddisfatto del suo stato - oggi videogiocare è diventato "cool", soprattutto con l'aumento delle prestazioni grafiche e della pubblicità martellante delle multinazionali del divertimento. Maietti [2004] espone l'imporsi dei videogiochi come una serie di imbarazzi: quello dei ricercatori che utilizzavano i calcolatori del MIT per scopi lontani da finalità scientifiche, quello dei genitori che vedevano i propri figli perduti nelle sale giochi o chiusi nelle 1 Con mediamorfosi si intende la trasformazione dei mezzi di comunicazione causata dalla giustapposizione di bisogni percepiti, pressioni competitive e politiche e innovazioni sociali e tecnologiche [Bittanti, 2002] 1. Storia dei Videogame 9

10 proprie stanze e quello della cultura che non trovava risposte teoriche all'imperialismo videoludico. Manovich [2000] definisce il videogioco un nuova forma culturale, che dipende dal computer per la sua presentazione e distribuzione, insieme a internet, mondi virtuali, multimedia, computer grafica e computer animation. La cultura è un processo, una pratica sociale, non un dato di fatto, può essere appresa solo tramite l'esperienza, non esiste una sola cultura, ma tante culture e non esistono punti di vista assoluti per la loro conoscenza e valutazione. Secondo queste considerazioni possiamo definire che il videogame è una forma culturale a tutti gli effetti, si esprime attraverso un codice, si apprende attraverso l'esperienza e si manifesta in modi eterogenei. I videogiochi sono un medium e si affermano a prescindere dagli studi sulle comunicazioni di massa, si affermano nel momento in cui vengono accolti, manipolati e fatti propri da una comunità di utenti. 1.1 Videogioco: forme e significato La parola videogioco è ambigua semanticamente, e ciò deriva dalla mancata distinzione fra hardware e software: spesso infatti si estende per metonimia il concetto di videogame dal solo software al sistema software/hardware [Allevi, 2002]. Ciò è confermato dalla definizione che possiamo ricavare da un dizionario italiano Videogioco: Dispositivo elettronico che utilizza uno speciale monitor o lo schermo di un normale televisore per visualizzare immagini di giochi vari (gare sportive, combattimenti e sim.); anche, il gioco stesso [Dizionario italiano Sabatini Coletti, 1981]. Video Il prefisso video deriva dalla tecnologia screen-based impiegata ed emerge dalla definizione appena citata utilizza uno speciale monitor o schermo di un televisore, infatti, sebbene il fulcro di questa tesi vada a focalizzarsi sui videogame per computer, non possiamo non citare le forme alternative, come coin-op, console e hand-held (tascabili/portatili), che hanno accompagnato l'evoluzione del videogioco e che tutt'ora ricoprono un ruolo da protagonisti. Fra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, quando ancora i personal computer e i Storia dei Videogame

11 primi prototipi di console erano troppo costosi e la guerra allo standard per l'home entertaiment immetteva fin troppe alternative incompatibili fra loro sul mercato, i coin-op(erated), così denominati dalla necessità di inserire una moneta per poter giocare, invadevano le sale giochi e portavano i videogames a un vasto pubblico che ancora ne ignorava l'esistenza. I coin-op o arcade, erano macchine a gettoni, tramite le quali si giocava solitamente in piedi, singolarmente o in coppia, studiati per offrire un elevato coinvolgimento sensoriale. Inducevano i giocatori a pagare la cifra necessaria a una o più partite, grazie anche all'introduzione - a partire dagli anni '80 - di schermate e filmati di congratulazioni attivati al superamento di un certo livello, che in qualche modo arrestavano l'interazione passando il gioco a un nuovo utente. Le console portarono i videogiochi nel salotto di casa, permettendo agli utenti di giocare tramite il televisore e un joypad manipolabile dalla poltrona. La distanza dallo schermo apre il campo a una nuova serie di giochi, incentrati sulla velocità di azione e si delinea il successo dei titoli sportivi, come calcio e formula 1, prodotti che escono in versioni rinnovate annualmente (ed è l'avvento di EA Sports). Ma prima di giungere alla loro affermazione, subirono diverse sconfitte: da un lato la lotta allo standard vedeva ogni produttore sviluppare una propria console che supportava cartucce -e quindi giochi- incompatibili fra loro, con conseguente sovrabbondanza di alternative, dall'altro la spietata concorrenza dei primi computer, come il Commodore64 che si promuoveva tramite aggressive campagne pubblicitarie comparative e lanciando il messaggio Perché comprare una console a tuo figlio distraendolo dalla scuola, quando potresti comprare un computer che lo preparerà al college?, portarono al fallimento di diverse società nel corso degli anni '80. Alcune sfide fra case produttrici, come Nintendo e Sega, sfociarono nell'identificazione console/protagonista del gioco, tramite i rinomati Mario e Sonic. Con l'avvento della Playstation (Sony) negli anni '90, il supporto ottico (CD) sostituì le cartucce ma non l'incompatibilità dei titoli fra una console e l'altra. Xbox, PS3 e Wii (Microsoft, Sony e Nintendo) sono oggi i prodotti che si contendono il mercato delle console da tavolo, e le case produttrici di videogiochi si prodigano per rendere i loro titoli disponibili sulle diverse piattaforme. La Wii in particolare rilancia il mercato dei casual game giochi caratterizzati da regole semplici e fruibili senza particolare impegno, soprattutto orientati a un pubblico di 1. Storia dei Videogame 11

12 età variabile e femminile - e introduce innovazioni nei sistemi di controllo che sono sempre più lontani dal concetto classico di joypad. Gli hand-held sono console portatili, sono oggetti tecnologici più simili al giocattolo, che stimolano l'utilizzo in momenti di pausa o attesa. I titoli per questi strumenti sono studiati per essere di breve durata con salvataggi frequenti e danno luogo a strutture di gioco semplificate. La loro storia inizia sul finire degli anni '70, ma il vero boom internazionale si registra con il GameBoy (Nintendo) all'inizio degli anni '90. Da allora il mercato è stato conteso, come nel caso delle console da tavolo, da produttori diversi con sistemi incompatibili fra loro, e oggi possiamo classificare anche tutti i cellulari dotati di supporto Java e palmari in questa categoria, visto l'ampio sviluppo del mercato di videogiochi dedicati a questo genere di supporti. Il computer è la piattaforma che rende partecipi utenti tecnologicamente più esperti, infatti nasce come piattaforma di lavoro, al contrario del televisore che è già dedicato al tempo libero. Utilizzare un computer richiede una forma di apprendimento costante, volto a comprenderne i vari aggiornamenti. La maggiore vicinanza del monitor che permette di focalizzare l'attenzione sui dettagli- e il supporto di una scrivania per mouse e tastiera permettono lo sviluppo di giochi di maggior spessore, come giochi di ruolo, strategia e avventure grafiche (punta e clicca). I generi si moltiplicano e vengono realizzati software che sfruttano sempre più le capacità dell'hardware, in particolare le schede video. Gioco Dopo la carrellata dei diversi video intrinseci al termine videogioco, possiamo soffermarci sul suffisso gioco. Con gioco si intende un'attività strutturata, svincolata da qualsiasi fine pratico, che può avere come conseguenza diretta la gratificazione individuale o collettiva. Negli altri mammiferi è un'attività tipica degli individui giovani, legata all'esplorazione e apprendimento dei comportamenti sociali, innati e acquisiti, mentre per gli uomini non è una prerogativa giovanile, il gioco svolge un ruolo significativo anche nell'adulto (homo ludens) [Allinovi, 2002]. Il gioco è all'interno dell'io che ci gioca, Jung considerava il gioco come realizzazione del Sé attraverso il processo d'individuazione. Nel gioco convivono aspetti fortemente contraddittori, che Storia dei Videogame

13 rifiutano di essere ridotti a unità: attività sociale o collettiva, comportamento o stato d'animo, divertimento o concentrazione, agonismo o collaborazione, frivolezza o sacralità, libertà o vincolo. Si sceglie di giocare e di entrare nel gioco, si è liberi di uscire quando lo si desidera, ma finché si partecipa è necessario rispettare le regole [Bartezzaghi in Bellasi et al., 2002]. Gioco e cultura sono fortemente interdipendenti e come fa notare Caillois [1967], si va dall'attività non strutturata dei bambini (paidia) a quella organizzata in regole e rituali (ludus), e ogni gioco è caratterizzato da una componente differente di questi due elementi. Si possono identificare 4 categorie ludiche principali alle quali ricondurre tutte le forme di gioco [Callois,1967]: agon: competizione, intesa come medesime condizioni di partenza per tutti i partecipanti, dando quindi uguali probabilità di successo ad ogni giocatore; alea: il caso, misurandosi uno con l'altro i giocatori sono uguali verso un avversario comune, rappresentato dalla sfortuna; mimicry: mimetismo, ovvero l'assumere un ruolo; ilinx: la vertigine, (ricerca volontaria di un turbamento sensoriale capace di generare panico voluttuoso) Sebbene questa classificazione sia precedente all'affermazione del videogioco, alcuni autori [Allinovi, Maietti, 2002] hanno voluto applicarla nel tentativo di effettuare una descrizione dei generi videoludici più analitica rispetto alle classificazioni popolari, usate da fan, riviste specializzate e case produttrici. L'agon infatti è presente in ogni videogioco, non esiste miglior arbitro del computer per garantire a tutti le stesse probabilità di successo, l'alea è presente ad ogni nuova partita, poiché gli algoritmi di gioco prevedono quasi sempre elementi casuali, il mimetismo è una componente fondamentale e la vertigine è data, oltre che dalle sensazioni, anche dall'effetto di straniamento. Probabilmente più accurato, il tentativo di Chris Crawford, grazie anche alla sua professione di game designer, datato In The Art of Computer Game Design riassume in quattro momenti fondamentali l'esperienza videoludica: rappresentazione: un gioco è un sistema formale (poiché governato da regole) chiuso nel senso di autosufficiente - che soggettivamente rappresenta un sottoinsieme della realtà; 1. Storia dei Videogame 13

14 interazione: il gioco non può essere considerato una storia, perché può essere ripetuto più volte, utilizzando strategie diverse di volta in volta, mentre una storia rimane immutata quando viene ripetuta e non vengono aggiunte nuove informazioni; conflitto: nasce spontaneamente dall'interazione, dal cercare di portare a compimento determinati obiettivi scontrandosi con l'intelligenza artificiale del gioco; sicurezza: conflitto implica pericolo, come il rischio di subire un danno e ciò non è mai desiderabile, ma nel gioco il conflitto è fittizio e non ci sono conseguenze fisiche, per questo è risolto in sicurezza. 1.2 Tappe evolutive Non è possibile parlare di evoluzione nel settore videoludico senza citare il connubio hardware e software, i processi di sviluppo che li investono viaggiano, infatti, paralleli, sebbene con tempi diversi. Attualmente sviluppare un videogame richiede almeno 2 anni, e, quando si comincia a pensare a un nuovo progetto, è necessario proiettarsi in avanti pensando in prospettiva della tecnologia che sarà disponibile al momento del lancio sul mercato. Dalle linee e stanghette di Pong ai mondi fotorealistici, persistenti e abitabili di The Sims, il processo evolutivo che ha portato il videogioco da semplice esercitazione tecnologia a mezzo di intrattenimento di massa ha quattro tappe fondamentali [Allinovi, 2002]: manipolazione, narrazione, ambiente ed emozione. Manipolazione Siamo nel 1958 e il videogioco è un esperimento di ricercatori di laboratorio, un test per verificare le capacità di calcolo dei primi elaboratori. L'aspetto ludico è nella fase di programmazione, nell'utilizzo giocoso di mainframe costosissimi e accessibili solo a un numero ristretto di persone. Gli elementi che costituiscono il nucleo del gioco in questa fase sono principalmente figure geometriche bianche su un fondo nero e l'interazione è rappresentata dal respingere, colpire, raccogliere o eliminare un oggetto dallo schermo. In questo senso è la novità data dalla possibilità di muovere queste forme a stimolare la curiosità, il divertimento e Storia dei Videogame

15 l'interesse commerciale, non il potenziale ludico derivato da questa forma di controllo. Narrazione I miglioramenti costanti della tecnologia digitale accrescono il significato degli oggetti sullo schermo. Space Invaders (Taito, 1978) ha un impatto ben diverso da Pong (Atari, 1972), il modello di gioco è simile, ma salvare il mondo da invasioni aliene è diverso rispetto a respingere una pallina. Cominciano a delinearsi stili di gioco sempre più definiti e distinti: stereotipi si legano a stereotipate strutture di gioco, binomi del tipo fantascienza/sparatutto, arti marziali/picchiaduro, ma anche sport e favole trovano spazio in trasposizioni videoludiche. Alcuni personaggi diventano icone, creando un vero mercato di merchandising, fra questi Pac-Man (Namco, 1980), che sbarca anche come protagonista di una serie di cartoni animati trasmessa dal network ABC (negli Stati Uniti). Ambiente Il connubio tecnologia e forma ludica porta i videogiochi a una nuova evoluzione grazie all'avvento del 3D, il genere lascia spazio all'ambiente. L'azione passa in prima persona, sparatutto in cui appaiono solo mani e arma impugnata come se la scena fosse vissuta con i propri occhi, con angolazioni che permettono di spaziare nell'ambiente. Il linguaggio cinematografico si fonde al gioco, arricchendolo di elementi quali inquadrature particolari, zoom, controcampi etc., e citando Jay Wilbur, uno degli autori di Doom, Noi non creiamo storie, creiamo mondi. Emozione Dall'ambiente alla sua popolazione, due evoluzioni hanno segnato questo passaggio: da un lato la computer graphic ha permesso una maggiore definizione dei volti e della loro mimica e dall'altro l'intelligenza artificiale ha permesso di strutturare i comportamenti. Le emozioni percepite dall'utente si espandono e l'elemento multiplayer attiva modelli di interazione molto più complessi rispetto all'esperienza solitaria, che liberano il massimo potenziale dell'intrattenimento. 1. Storia dei Videogame 15

16 1.3 Viaggio fra i videogiochi che hanno fatto storia Navigando fra le pagine di Youtube e lanciando una ricerca con le parole chiave videogame history appare una vasta gamma di risultati: in quanto realizzati da fan, non forniranno basi scientifiche e locuzioni verbali degne di nota, ma alcuni di questi permettono un reale tuffo nel passato, attraversando un tunnel che ci catapulta in oltre trent'anni di storia dei videogiochi. Ad esempio in History of Video Games (114 games) creato da Applemctom [2007, sicuramente tutti potranno riconoscere, almeno per sentito dire, un paio di giochi. Gli albori anni '50-'60-'70 La nascita dei videogame è alquanto originale in quanto è legata ad esperimenti di ricerca e alla volontà di manipolare le immagini. Il primo tentativo, sebbene esso non sia considerato come il primo videogioco, risale al 1952 quando, nei laboratori dell'università di Cambridge, A.S. Douglas, come esempio per la sua tesi di dottorato, realizzò OXO, la trasposizione del gioco Tris per computer: lo scopo era completare una tesi e non intrattenere gli utenti, e per questo OXO non fu considerato il primo videogame della storia. Qualche anno dopo, nel 1958, il fisico Willy Higinbotham del Brookhaven National Laboratory, realizzò Tennis for two, un gioco per simulare le leggi fisiche - quelle di una partita di tennis tramite un oscilloscopio - per attirare gli studenti distratti e poco interessati alla materia. Tuttavia, Tennis for two viene ricordato come un esperimento universitario più che come un gioco. Il primo videogioco che la storia ricordi è Spacewar! sviluppato nel 1962 da sei giovani ricercatori del MIT (Massachusetts Institute of Technology), in particolare Steve Russel. Spacewar mostrava due astronavi capaci di lanciare missili e consisteva nell'abbattere l'astronave dell'altro giocatore: divenne il primo videogioco largamente diffuso poiché fu incluso in tutti i nuovi computer DEC per i quali era stato realizzato. In realtà occorre stringere il valore di largamente diffuso: la complessità del progetto e l'elevato costo dei computer DEC di certo non lo portarono in ogni casa, il reale incontro con il grande pubblico avvenne solo alla fine del 1973 quando apparve nelle sale giochi come coin-op, e non fu il successo che si prospettava, non riuscendo nemmeno a coprire i costi di produzione. Il grande sviluppo dei videogiochi si Storia dei Videogame

17 ebbe solamente a partire dagli anni Settanta: quello che viene ricordato come il primo videogioco fu, infatti, commercializzato solo nel 1972, sotto il nome di Pong. Ma prima di Pong, gli schizzi dell'ingegnere Ralph Baer che lavorava per la Sanders and Associates e la sua idea di poter giocare sul televisore di casa portarono alla commercializzazione di Magnavox Odyssey pronto dal 1970 e commercializzato con un gioco di Ping Pong nel Natale del Magnavox Odyssey, è considerato l'antenato di Pong e la prima console. Mentre Baer lavorava al Magnavox, Nolan Bushnell, colui che fondò Atari, stava seguendo più o meno la stessa strada e fu lui nel 1972 a commercializzare Pong, uno dei primi videogiochi coin-op della storia. Fu questo a passare alla memoria del pubblico come il primo videogioco proprio perché era destinato a luoghi pubblici e ciò gli permise di raggiungere le masse. Citando le parole di Bushnell: Dopo aver installato la prima macchina sono andato di corsa a casa perché ero troppo emozionato per sopportare un insuccesso. Un paio d ore più tardi, il gestore della sala giochi mi telefona disperato. Si è rotto, dice. E io mi precipito a vedere cos è successo. In effetti non funzionava più. Ma soltanto perché le monetine da 25 centesimi non entravano più nella macchina. Il mio PONG era così pieno di soldi che rischiava di scoppiare! Atari vendette cabinati di Pong, e presto molti imitatori seguirono l'esempio. L'età dell'oro dei videogiochi arcade era iniziata. La fine del decennio si chiuse con Space Invaders, che introdusse nuove funzioni quale il salvataggio della classifica dei punteggi migliori, che segnò in qualche modo la nascita del multiplayer. Fra gli arcade che hanno mosso i primi passi della storia dei videogiochi non si può non citare Pac-Man la buffa palla gialla che mangiava quadratini sfuggendo a fantasmi in miniatura - uno dei primi a colori, reso popolare anche dal merchandising, dalle imitazioni e dagli hack che ne modificavano l'aspetto e/o il meccanismo. Gli anni '80 l'età dell'oro e la crisi Nel corso degli anni Ottanta furono sviluppate svariate console domestiche, che unite all'avvento dei PC portano i videogame in casa : al vantaggio della disponibilità permanente si aggiungeva la replicabilità, infatti non era necessario inserire monetine per continuare a giocare. Per l'evoluzione dei videogame è l'età 1. Storia dei Videogame 17

18 dell'oro, non esistevano ancora regole né pietre di paragone: la creatività di grandi programmatori e game designer diede alla luce idee e concetti, che per un giocatore oggi sono spesso scontati. Il fervore videoludico portò alla nascita di generi che tutt'oggi popolano gli scaffali: dagli sparatutto ai gestionali (stile god-power), dagli strategici ai primi giochi di ruolo in tempo reale come Dungeon Master. Tuttavia, l'eccessiva creatività e attrattività di questo mercato emergente portò a una profonda crisi del settore nel 1983, che causò un vuoto di tre anni al termine dei quali si registrò il successo sul mercato della console Nintendo Entertainment System (NES) e l'entrata in gioco del Giappone. Fra i fattori che portarono al crollo del sistema in particolare di quello delle console - possiamo citare: il boom dei primi personal computer ( ), coadiuvato da un marketing aggressivo che promuoveva l'acquisto di computer poco costosi, come il Commodore 64 al posto delle console per i videogiochi; la troppa scelta offerta dal mercato delle console, e per ognuna esisteva una serie di giochi non compatibili tra loro; i contratti fra produttori e rivenditori che prevedevano il ritiro dei titoli invenduti, questo meccanismo portò ingenti perdite e diverse aziende fallirono; una sorta di protesta dei game designer che pretendevano di essere equiparati a musicisti, registi e attori, guadagnando royalty sulle vendite (Atari era parte di Warner Comunications) e quantomeno di essere citati nei crediti; la guerra dei prezzi: vista la concorrenza i prezzi subivano ribassi continui. La crisi terminò nel 1985, come anticipato, quando Nintendo lanciò sul mercato NES. Il Giappone dominava il mercato videoludico, alla Nintendo si contrappose Sega, che con il suo Megadrive riuscì a contrastare il potere di Nintendo in particolare in Europa e in Sudamerica. Da questo momento nacque un nuovo fenomeno: l'identificazione del personaggio nella sua console, con i celebri Mario (diventò la Nintendo) e Sonic (diventò Sega). Come dimenticare giochi del calibro di Galaga, una via di mezzo tra Spacewar e Space Invaders in cui era necessario distruggere navi nemiche; Arkanoid, che stimolava i riflessi dovendo rigettare la pallina per colpire una serie di mattoncini; Centipede, il serpente che doveva raggiungere quadratini nello schermo senza arrotolarsi su sé stesso, riportato alla Storia dei Videogame

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Psicologia e videogames

Psicologia e videogames Prof.ssa Michela De Luca Corso Cyberpsicologia-Lumsa Dott. Massimiliano Marzocca Psicologo - Psicoterapeuta massimilianomarzocca.blogspot.it wwww.massimilianomarzocca.it Psicologia e videogames CHE COSA

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Prof. Michela De Luca Corso di Cyberpsicologia- Lumsa Dott.Massimiliano Marzocca Psicologo Psicoterapeuta massimilianomarzocca.blogspot.it www.massimilianomarzocca.it

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu 02 L Informatica oggi Dott.ssa Ramona Congiu 1 Introduzione all Informatica Dott.ssa Ramona Congiu 2 Che cos è l Informatica? Con il termine Informatica si indica l insieme dei processi e delle tecnologie

Dettagli

Rivalry in Video Games

Rivalry in Video Games Rivalry in Video Games Rivalry in Video Games by GANGAI E. is licensed under a Creative Commons Attribuzione Non opere derivate 3.0 Unported License. Studente: Gangai Enrico Matricola: 463065 A.A.: 06/07

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la PREMESSA Lo studio dei mass media non può mai prescindere dal contesto storico-sociale in cui opera e di cui tratta influenzando, spesso, i soggetti che vi vivono. È sembrato opportuno partire, in questo

Dettagli

Crescita della produttività e delle economie

Crescita della produttività e delle economie Lezione 21 1 Crescita della produttività e delle economie Il più spettacolare effetto della sviluppo economico è stata la crescita della produttività, ossia la quantità di prodotto per unità di lavoro.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Economia Corso di Laurea in Scienze economico aziendalimanagement

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Economia Corso di Laurea in Scienze economico aziendalimanagement UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Facoltà di Economia Corso di Laurea in Scienze economico aziendalimanagement Relatore: Prof.ssa Maria Emilia Garbelli Correlatore: Prof. Silvio Brondoni Tesi di

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

www.andreatorinesi.it

www.andreatorinesi.it La lunghezza focale Lunghezza focale Si definisce lunghezza focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo (a infinito ) e il piano su cui si forma l'immagine (nel caso del digitale, il sensore).

Dettagli

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità con il contributo della L.R. 16/2009 Cittadinanza di genere Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità (percorso per le scuole primarie) Premessa Nell ambito delle iniziative

Dettagli

Istituto San Tomaso d Aquino

Istituto San Tomaso d Aquino Istituto San Tomaso d Aquino alba pratalia aràba Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella didattica a.s. 2013 2014 a.s. 2014 2015 0 Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella

Dettagli

Augure Influencers Ranking Tutto sulla metodologia AIR

Augure Influencers Ranking Tutto sulla metodologia AIR Augure Influencers Ranking Tutto sulla metodologia AIR V1.0 Ottobre 2014 Oualid Abderrazek Product Marketing Augure Influencers Ranking 2 Contents 1. Contesto...4 2. L algoritmo...4 a. Esposizione...5

Dettagli

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi):

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi): Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dario Maggiorini, Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano LIKE THIS! Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html

Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html E se l'innovazione passasse dall'università? Intervista al nuovo rettore dell'università di Torino Intervistatrice: Flavia Marzano Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html

Dettagli

In meno di dieci anni i social. Social Learning, la formazione 2.0

In meno di dieci anni i social. Social Learning, la formazione 2.0 Social Learning, la formazione 2.0 È IL MODO PIÙ NUOVO DI EROGARE CONTENUTI E INFORMAZIONI A DIPENDENTI, CLIENTI E FORNITORI, MA È ANCHE LA FORMA PIÙ ANTICA DI APPRENDIMENTO, CHE PASSA DALLE RELAZIONI,

Dettagli

Associazione Docenti Italiani http://www.adiscuola.it

Associazione Docenti Italiani http://www.adiscuola.it Associazione Docenti Italiani http://www.adiscuola.it DA GUTENBERG ALL EBOOK Come cambia l'editoria scolastica di Valentina Gabusi DA GUTENBERG ALL EBOOK Come cambia l'editoria scolastica - Valentina Gabusi

Dettagli

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE Le immagini contenute in questa presentazione sono estratte da pagine web, se qualcuno dovesse trovare immagini coperte da copyright,

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHEFORTE! Nasce nel 2011 TARGET: Mamme con bambini dai 3 ai 13 anni. Content Labs Presenza sul mercato di siti e blog quasi esclusivamente

Dettagli

1/ Internet e i sistemi automatici

1/ Internet e i sistemi automatici Dario Martinis e Andrea Deltetto hanno generato online oltre 700.000 euro di profitto netto in pochi anni, collaborato a tempo pieno con società online dai fatturati multi-milionari e insegnato ad oltre

Dettagli

Crowdsourcing Il valore partecipativo come risorsa per il futuro del business

Crowdsourcing Il valore partecipativo come risorsa per il futuro del business Crowdsourcing Il valore partecipativo come risorsa per il futuro del business Open Lectures_Prof. Stefano Maffei_Piera Giordano_Marco Marzini_Maria Oggioni_Giulia Setticasi_Teresa Zabot_Gabriele Zanoni_Carmelo

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ 1977 2012 35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ DIFFERENZIARSI PER SOPRAVVIVERE ALLA COMPETIZIONE E AVERE SUCCESSO Come un azienda può ritagliarsi un immagine che la distingua in un mercato sovraffollato. CHE

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

La scuola ha bisogno di cambiare

La scuola ha bisogno di cambiare Oggi il modo di comunicare è cambiato. La Rivoluzione digitale ha innescato nuove dinamiche di relazione e di condivisione delle informazioni. Il flusso continuo di conoscenze ha creato la necessità di

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO ANICA, TRA PASSATO E FUTURO Documentario di Massimo De Pascale e Saverio di Biagio Regia di Saverio Di Biagio PREMESSA Il rischio di ogni anniversario è quello di risolversi in una celebrazione, magari

Dettagli

N e w s a z i e n d e

N e w s a z i e n d e N e w s a z i e n d e pilla, lo stile ha un volto Intervista a Ivo Sedazzari, il designer che da oltre trent anni collabora con l azienda vicentina nella creazione degli oggetti d arte funeraria. Un sodalizio

Dettagli

COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta.

COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta. COME CATTURARE I MOMENTI CHE CONTANO: raggiungere le persone giuste con il messaggio giusto al momento giusto, ogni volta. Parlare di sessione online è ormai obsoleto: oggi non si va più online, si vive

Dettagli

Giochi e videogiochi. in biblioteca.

Giochi e videogiochi. in biblioteca. Giochi e videogiochi in biblioteca. I videogiochi in biblioteca a cura di Alfonso Noviello Milano 20 giugno 2012 1. Le biblioteche non sono forse per i libri e la lettura? 2. I videogiochi non sono una

Dettagli

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità Giunta Regione Toscana con il contributo della L.R. 16/2009 Cittadinanza di genere Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità (percorso per le scuole dell infanzia) Premessa

Dettagli

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino. Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.it/ L approvazione della legge n. 128/2013 consente da quest

Dettagli

Comunicare Dott. Generoso Di Zenzo 1 PARLARE IN PUBBLICO Il giorno della presentazione è ormai arrivato: la sala si sta riempiendo, tante paia di occhi che un momento fa si guardavano attorno, osservando

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea triennale in Scienze umanistiche per la comunicazione

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea triennale in Scienze umanistiche per la comunicazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI STUDI UMANISTICI Corso di laurea triennale in Scienze umanistiche per la comunicazione LA RETE SOCIALE PER COMUNICARE L'AMBIENTE: SOCIAL NETWORK ED ECOLOGIA

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

Progettare un sito web

Progettare un sito web Progettare un sito web Fasi della progettazione La progettazione di un sito web dovrebbe passare attraverso 4 fasi differenti: 1. Raccolta e realizzazione dei contenuti e delle informazioni da pubblicare

Dettagli

CONOSCI MEGLIO IL WEB.

CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. di Stefania Pompigna Il mondo virtuale offre infinite opportunità ed infinite insidie. E meglio scoprirle, capirle ed impararle. GUIDA SULLA TORTUOSA STRADA

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Strategie di web-marketing

Strategie di web-marketing Strategie di web-marketing Prima di iniziare il web-marketing Prima di iniziare una strategia di web-marketing, è necessario comprendere se questo possa essere veramente utile alla propria azienda: Cosa

Dettagli

Hardware, software e dati

Hardware, software e dati Hardware, software e dati. Hardware il corpo del computer. Software i programmi del computer. Dati la memoria del computer ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI ComeCercareClienti.com ComeCercareClienti.com Copyright Matteo Pasqualini Vietata la Autore: Matteo Pasqualini 1 ComeCercareClienti.com

Dettagli

A) Accenni al fatto che avete frequentato la stessa Università, subito, mentre vi presentate

A) Accenni al fatto che avete frequentato la stessa Università, subito, mentre vi presentate Rispondi al questionario per scoprire quanto sei incisivo nella PERSUASIONE! Per te 10 domande selezionate dal Prof. Robert Cialdini, cattedra di Psicologia e Marketing presso l Università dell Arizona,

Dettagli

1/ Internet e i sistemi automatici

1/ Internet e i sistemi automatici Dario Martinis e Andrea Deltetto hanno generato online oltre 700.000 euro di profitto netto in pochi anni, collaborato a tempo pieno con società online dai fatturati multi-milionari e insegnato ad oltre

Dettagli

Comunicare con una mostra. Pratiche culturali di integrazione

Comunicare con una mostra. Pratiche culturali di integrazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Scienze della Comunicazione pubblica, sociale e politica Comunicare con una mostra Pratiche culturali di integrazione

Dettagli

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64.

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64. 1 PROPOSTA PROGETTUALE.. CORSO di RISPARMIO ENERGETICO PREMESSA Il presente progetto rappresenta una proposta formativa il cui obiettivo è sensibilizzare i bambini verso una nuova consapevolezza di rispetto

Dettagli

Educare ai videogiochi

Educare ai videogiochi Educare ai videogiochi Damiano Felini Università degli Studi di Parma Insegnare i videogiochi ai ragazzini, che li sanno già usare perfettamente, può sembrare un obiettivo strano: non lo è, se si pensa

Dettagli

6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook. SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi

6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook. SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi 6 Strategie per valorizzare ed espandere più velocemente la tua attività artiginale su Facebook SPECIAL REPORT di Claudia Baruzzi AVVISO NON HAI IL DIRITTO DI RISTAMPARE, MODIFICARE, COPIARE O RIVENDERE

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

Analisi dei Requisiti

Analisi dei Requisiti Analisi dei Requisiti Pagina 1 di 16 Analisi dei Requisiti Indice 1 - INTRODUZIONE... 4 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...4 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...4 1.3 - RIFERIMENTI...4 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

Sintesi della Lingua Italiana dei Segni mediante l utilizzo del Motion Capture e dei metodi procedurali

Sintesi della Lingua Italiana dei Segni mediante l utilizzo del Motion Capture e dei metodi procedurali Sintesi della Lingua Italiana dei Segni mediante l utilizzo del Motion Capture e dei metodi procedurali Andreea Barticel Introduzione Le lingue dei segni rappresentano il mezzo principale di comunicazione

Dettagli

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA)

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) Modena, dicembre 2007 Presenta TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) INTRODUZIONE...2 COME UTILIZZARE LA TASTIERA...5 DETTAGLI TASTIERE...7 1 INTRODUZIONE Assieme ad altre tastiere

Dettagli

Manuale Utente. Versione 3.0. Giugno 2012 1

Manuale Utente. Versione 3.0. Giugno 2012 1 Manuale Utente Versione 3.0 Giugno 2012 1 Manuale d uso di Parla con un Click Versione 3.0 Indice degli argomenti 1. Immagini Modificare le immagini - Modifiche generali delle immagini - Modifiche specifiche

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO Sommario

ISTRUZIONI PER L USO Sommario ISTRUZIONI PER L USO Sommario PRESENTAZIONE... 2 DESCRIZIONE... 3 PROFILO UTENTE... 5 PAGINA AZIENDA... 6 PAGINA ASSOCIAZIONE... 9 DISCUSSIONI...12 GESTIONE AZIENDALE...13 DOMANDE...14 MERCATO DEL LAVORO...15

Dettagli

Come l aspetto ludico possa essere utile all apprendimento: il software didattico Sorpasso!

Come l aspetto ludico possa essere utile all apprendimento: il software didattico Sorpasso! 1 Erika Firpo Come l aspetto ludico possa essere utile all apprendimento: il software didattico Sorpasso! INTRODUZIONE Sempre più spesso i bambini e i ragazzi passano parte del loro tempo a giocare coi

Dettagli

Compagnia delle Ombre. www.compagniadelleombre.it

Compagnia delle Ombre. www.compagniadelleombre.it Compagnia delle Ombre www.compagniadelleombre.it Chi Siamo La Compagnia delle Ombre nasce dal fortunato incontro di professionisti con diversi ruoli e competenze: registi, attori, sceneggiatori, formatori

Dettagli

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati.

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 1 ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 2 Indice generale Abstract...3 Integrare: perché?...3 Le soluzioni attuali...4 Cos'è un ESB...5 GreenVulcano ESB...6 3 Abstract L'integrazione

Dettagli

La macchina fantastica: il libro dentro un computer Percorsi di esplorazione tecnologica nella scuola dell infanzia

La macchina fantastica: il libro dentro un computer Percorsi di esplorazione tecnologica nella scuola dell infanzia 1 Difficile raccontare un esperienza vissuta in modo così coinvolgente lavorando fianco a fianco con un piccolo gruppo di bambini di cinque anni. Difficile essere credibili in una relazione tecnica che

Dettagli

OCCAMBE. NUOVE METODOLOGIE FORMATIVE PER IL RETAIL edugame per allenarsi alla vendita Asseprim 12 giugno 2014. Giorgio Manfredi Annamaria Colucci

OCCAMBE. NUOVE METODOLOGIE FORMATIVE PER IL RETAIL edugame per allenarsi alla vendita Asseprim 12 giugno 2014. Giorgio Manfredi Annamaria Colucci OCCAMBE NUOVE METODOLOGIE FORMATIVE PER IL RETAIL edugame per allenarsi alla vendita Asseprim 12 giugno 2014 Giorgio Manfredi Annamaria Colucci CHI SIAMO Chi siamo Occambee è una core competence company

Dettagli

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria.

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria. Scuola Primaria A.Manzi Bellaria Igea Marina Per l anno scolastico 2011 la scuola primaria Alberto Manzi di Bellaria Igea Marina ha scelto per la II A, II B e II C il laboratorio Eroi della mia fantasia,

Dettagli

Tablet, una marcia in più nel processo di vendita

Tablet, una marcia in più nel processo di vendita WHITE PAPER Tablet, una marcia in più nel processo di vendita Gli elementi di innovazione introdotti dai tablet nel mondo della comunicazione digitale sono molti. Fra questi ce ne sono alcuni particolarmente

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

www.learningschool.it

www.learningschool.it Piano di Formazione Scuola Vendite Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Gli ultimi 2 anni, causati dalla profonda crisi economica internazionale, hanno visto un rallentamento del

Dettagli

Metodo di gioco VINCENTE e GARANTITO. Non lasci possibilità per il bookmaker. Annienti le probabilità di perdere. Riduci il rischio del 100%

Metodo di gioco VINCENTE e GARANTITO. Non lasci possibilità per il bookmaker. Annienti le probabilità di perdere. Riduci il rischio del 100% Metodo di gioco VINCENTE e GARANTITO Non lasci possibilità per il bookmaker Annienti le probabilità di perdere Riduci il rischio del 100% da Zero a 50.000 Euro in meno di un anno Investimento a partire

Dettagli

Guadagnare con Internet con. guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com

Guadagnare con Internet con. guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com Guadagnare con Internet con i modelli di business online: guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com Internet e business Molte persone guardano a Internet come strumento

Dettagli

a cura dott.ssa Maria Cristina Theis

a cura dott.ssa Maria Cristina Theis Essere genitori «nell era digitale: implicazioni delle nuove tecnologie (internet, cellulari, televisione, videogiochi) nella crescita dei bambini e modalità di approccio al loro utilizzo. a cura dott.ssa

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

Costruire un economia digitale: l importanza di salvaguardare i livelli occupazionali nelle industrie creative dell UE

Costruire un economia digitale: l importanza di salvaguardare i livelli occupazionali nelle industrie creative dell UE SINTESI DELLO STUDIO Marzo 2010 Costruire un economia digitale: l importanza di salvaguardare i livelli occupazionali nelle industrie creative dell UE TERA Consultants Lo studio è stato condotto da TERA

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE Curriculum: Esperto di formazione a distanza DISSERTAZIONE FINALE Raccontami :

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE:

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: CARATTERISTICHE, SIGNIFICATO E POTENZIALITA' Villa d Almè, ottobre-novembre 2015 Maria Coelli 1 La supervisione e l'intervisione -Per supervisione

Dettagli

Altre risorse umane impegnate:

Altre risorse umane impegnate: Formulario di verifica finaledel percorso progettuale Denominazione Impresa:GameOvers.p.a Sede giuridica dell impresa:duan Street 8, New York Amministratore Delegato:Alessia Laface Il tuo ruolo: Direttore

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA ESERCITAZIONE La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA Il World Wide Web, come abbiamo visto, costituisce sicuramente un ambiente che offre importanti opportunità e risorse per lo

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

PRESENTAZIONE Time & Mind

PRESENTAZIONE Time & Mind PRESENTAZIONE Time & Mind Febbraio 2008 Time & Mind srl C.so Svizzera, 185 10149 Torino T +39 011 19505938 www.timeandmind.com - info@timeandmind.com Ecosistemi Digitali al servizio delle aziende L agenzia

Dettagli

Psicologia dei Nuovi Media. Andrea Farinet

Psicologia dei Nuovi Media. Andrea Farinet Psicologia dei Nuovi Media Andrea Farinet 1. Psicologia dei nuovi media: riferimenti teorici e oggetti di analisi 2. Comprendere i nuovi media: da Internet all embodiment 3. Applicare la psicologia dei

Dettagli

febbraio 2007 progetto. installazione postazione mediasender e diffusione video promozionale cliente. ISUZU Italia

febbraio 2007 progetto. installazione postazione mediasender e diffusione video promozionale cliente. ISUZU Italia febbraio 2007 febbraio 2007 progetto. installazione postazione mediasender e diffusione video promozionale cliente. ISUZU Italia bluemarketing.presentazione Bluemarketing è il nome che noi di Nikitadesign

Dettagli

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI Progetto in rete I CARE CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CURNO SCUOLA PRIMARIA DI CURNO GIOCHI LOGICI MATEMATICI REFERENTE: Ins. EPIFANI VINCENZA Tempi : II QUADRIMESTRE Classe

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli