Cap. 1 - Analisi del contesto socio-ambientale. Cap. 2 - Presentazione dell istituto. Cap. 3 - Ambito didattico. Cap. 4 La nostra offerta formativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cap. 1 - Analisi del contesto socio-ambientale. Cap. 2 - Presentazione dell istituto. Cap. 3 - Ambito didattico. Cap. 4 La nostra offerta formativa"

Transcript

1 B i e n n i o s c o l a s t i c o w w w. c a r d u c c i - g a l i l e i. i t NEWS Dal 1 febbraio 2014 è operativo il servizio di consultazione on-line del registro elettronico da parte dei genitori

2 Sommario INTRODUZIONE Il Nostro Progetto Cap. 1 - Analisi del contesto socio-ambientale Fermo: Il contesto socio- economico Cap. 2 - Presentazione dell istituto L Istituto (notizie storiche) Presentazione dei Corsi di Studio e relativi sbocchi professionali CORSO ECONOMICO (Sede Centrale: Viale Trento, 63) Indirizzo Amministrazione, finanza e marketing 1 Biennio Amministrazione, finanza e marketing 2 Biennio e Terzo anno Amministrazione, finanza e marketing 2 Biennio e Terzo anno Sistemi informativi aziendali 2 Biennio e Terzo anno Relazioni internazionali per il marketing Indirizzo Turismo 1 Biennio Turismo 2 Biennio e Terzo anno Turismo CORSO TECNOLOGICO (Sede Geometri: Viale Trento, 115) Indirizzo Costruzioni,ambiente e territorio 1 Biennio Costruzione, ambiente e territorio 2 Biennio e Terzo anno Costruzione, ambiente e territorio 2 Biennio e Terzo anno CAT opzione Tecnologie del legno nelle costruzioni 2 Biennio e Terzo anno CAT- articolazione Geotecnico Cap. 3 - Ambito didattico La Formazione e l Aggiornamento Le Finalità e gli Obiettivi educativo - didattici Il contratto formativo La valutazione Cap. 4 La nostra offerta formativa Attività di orientamento Attività di accoglienza Scuola aperta Area del recupero e del sostegno Bisogni educativi speciali (BES)

3 Educazione alla salute Reti attive nell Istituto Educazione ad una cittadinanza attiva, europea, mondiale Cap. 5 I progetti pluriennali Progetti dell area professionale Progetti dell area linguistica Progetti di potenziamento delle abilità in ambito informatico Attività sportiva scolastica Progetto cinema Progetto biblioteca Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro Viaggi d istruzione in Italia e all estero Scambi culturali in Europa Cap. 6 Progetti del POF per l a. s. corrente Progetti del Piano per l offerta formativa per l a. s

4 IL NOSTRO PROGETTO Introduzione Il Piano dell Offerta Formativa è elaborato dal Collegio dei Docenti sulla base degli indirizzi generali per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal Consiglio d istituto, tenuto conto delle proposte e dei pareri formulati dagli Organismi e dalle Associazioni anche di fatto, dei genitori e degli studenti. A tale processo di elaborazione partecipano, anch essi con proposte e pareri, gli Enti Locali, il mondo imprenditoriale, il settore del no profit, il mondo del volontariato. Si tratta quindi di un documento in cui confluiscono tutte le risorse di cui la scuola può disporre ed è per sua natura un cantiere sempre aperto a nuove istanze, nuovi bisogni, nuove prospettive. Il Piano, adottato dal Consiglio d Istituto è reso pubblico e messo a disposizione degli utenti,genitori e alunni, che hanno diritto alla conoscenza delle prestazioni e dei servizi offerti, alla trasparenza dei criteri di valutazione, e anche all'accesso a tutti gli atti scolastici (Legge 241/90). Agisce, pertanto, anche come strumento di identificazione della nostra scuola, della sua capacità di soddisfare i compiti di servizio educativo che le sono affidati e delle modalità attraverso cui essa eroga tale servizio,nel rispetto dei bisogni degli studenti e delle caratteristiche del territorio. Le varie proposte di iniziative didattiche sono finalizzate all'arricchimento dell'offerta formativa nonché al consolidamento dell'identità culturale dell'istituto e all'evidenziazione dei suoi processi innovativi e sperimentali. 4 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

5 La città di Fermo è situata a 319 mt. di altitudine sopra le ultime propaggini di un contrafforte poco distante dal Mare Adriatico, pittorescamente disposta attorno ad un colle tufaceo, dominato dalla mole imponente del Duomo. Sede Arcivescovile Metropolitana ed importante città marchigiana, dista 6 km da Porto San Giorgio, che è il suo scalo naturale. IL CONTESTO SOCIO-ECONOMICO Il territorio di Fermo e del fermano, si caratterizza per la presenza di una struttura produttiva articolata sulla base di piccole e medie im-prese, operanti soprattutto nei settori della calzatura e del cappello, ma anche nell area eno gastronomica tipica. La fisionomia geografica del territorio evidenzia la sua vocazione turi-stica con possibilità di occupazione anche in questo settore; considerevole, altresì, la presenza di un patrimonio artistico di notevole rilievo che offre la possibilità di co-niugare la fruizione turistica di tipo ricreativo (es. Parco Nazionale dei Sibillini, litorale, porto turistico, camping etc.) con quella più speci-ficatamente di tipo culturale (es. patrimonio storicoarchitettonico dei vari Comuni del fermano). L analisi del contesto socio-economico è funzionale alla continua opera di rimodulazione della offerta formativa. A tale scopo, periodicamente, sono effettuate indagini presso il mondo imprenditoriale ed universitario per verificare se i percorsi curriculari, favoriscono o no un sereno e proficuo inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e in quello accademico. 5 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

6 L ISTITUTO (NOTIZIE STORICHE) L ITCGT G.B.Carducci-G.Galilei è stato istituito nel 1923; diventa Statale nel 1951 e, da allora, contribuisce alla formazione di tecnici e dirigenti per il tessuto economico ed imprenditoriale del nostro territorio per i settori relativi alle professioni di ragioniere e di geometra. Nell anno scolastico 1971/72 l ITG ottiene l autonomia dall ITC Carducci di Fermo assumendo il nome di ITG G. Galilei. Nell anno scolastico è stato istituito, presso l ITC Carducci, il corso ITER per rispondere in modo adeguato alle esigenze del territorio a forte vocazione turistica. Dall a.s. 1997/98, nell ambito della razionalizzazione della rete scolastica, l ITG Galilei è fuso all ITC G.B. Carducci. (fusione effettuata con Decreto Provveditoriale del 4/4/1997, prot. n 8186). Dall a.s l ITCGT è stato individuato dal Ministero della Pubblica Istruzione come scuola polo per la multimedialità in ambito regionale. E Test-Center per Simucenter, ECDL, EUCIP. 6 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

7 GLI INDIRIZZI DI STUDIO CORSO ECONOMICO INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Titolo conseguito: Diploma di perito commerciale Il Diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing ha competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi e processi aziendali (organizzazione, pianificazione, programmazione, amministrazione, finanza e controllo), degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell economia sociale. Integra le competenze dell ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell azienda e contribuire sia all innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell impresa inserita nel contesto internazionale. Nell articolazione Relazioni internazionali per il marketing, il profilo si caratterizza per il riferimento sia all ambito della comunicazione aziendale con l utilizzo di tre lingue straniere e appropriati strumenti tecnologici sia alla collaborazione nella gestione dei rapporti aziendali nazionali e internazionali riguardanti differenti realtà geo-politiche e vari contesti lavorativi. Nell articolazione Sistemi informativi aziendali, il profilo si caratterizza per il riferimento sia all ambito della gestione del sistema informativo aziendale sia alla valutazione, alla scelta e all adattamento di software applicativi. Tali attività sono tese a migliorare l efficienza aziendale attraverso la realizzazione di nuove procedure, con particolare riguardo al sistema di archiviazione, all organizzazione della comunicazione in rete e alla sicurezza informatica. 7 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

8 QUADRI ORARI DEGLI INDIRIZZI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING MATERIE DI STUDIO I II III IV V LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO ED ECONOMIA SCIENZE INTEGRATE (Scienze della Terra e Biologia) SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE SCIENZE INTEGRATE (Fisica) SCIENZE INTEGRATE (Chimica) GEOGRAFIA INFORMATICA SECONDA LINGUA COMUNITARIA ECONOMIA AZIENDALE DIRITTO ECONOMIA POLITICA TOTALE ORE SETTIMANALI AFM articolazione RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING MATERIE DI STUDIO III IV V LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE SECONDA LINGUA COMUNITARIA TERZA LINGUA STRANIERA ECONOMIA AZIENDALE E GEO-POLITICA DIRITTO RELAZIONI INTERNAZIONALI TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE TOTALE ORE SETTIMANALI AFM - articolazione SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI MATERIE DI STUDIO III IV V LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE SECONDA LINGUA COMUNITARIA INFORMATICA * ECONOMIA AZIENDALE * DIRITTO ECONOMIA POLITICA TOTALE ORE SETTIMANALI *La disciplina prevede la compresenza dell insegnante di laboratorio 8 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

9 INDIRIZZO TURISMO Titolo conseguito: Diploma nel Turismo. Il Diplomato nel Turismo ha competenze specifiche nel comparto delle imprese del settore turistico e competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali. Interviene nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico ed ambientale. Integra le competenze dell ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell azienda e contribuire sia all innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell impresa turistica inserita nel contesto internazionale. INDIRIZZO TURISMO MATERIE DI STUDIO I II III IV V LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO ED ECONOMIA SCIENZE INTEGRATE (Scienze della Terra e Biologia) SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE SCIENZE INTEGRATE (Fisica) SCIENZE INTEGRATE (Chimica) GEOGRAFIA INFORMATICA SECONDA LINGUA COMUNITARIA TERZA LINGUA STRANIERA DISCIPLINE TURISTICHE E AZIENDALI GEOGRAFIA TURISTICA DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA ARTE E TERRITORIO TOTALE ORE SETTIMANALI ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

10 CORSO TECNOLOGICO INDIRIZZO COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO Titolo conseguito: Diploma di Geometra Il Diplomato nell indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio : - ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti per il rilievo, nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell utilizzo ottimale delle risorse ambientali; - possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico; - ha competenze nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali; - ha competenze relative all amministrazione di immobili. Nell opzione Tecnologie del legno nelle costruzioni il diplomato ha competenze nel campo dei materiali utilizzati nelle costruzioni in pietra, legno e con tecniche di bioarchitettura, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie del legno e dei centri di taglio a controllo numerico impiegati nelle realizzazioni di carpenteria in legno. Nell articolazione Geotecnico, il Diplomato ha competenze specifiche nella ricerca e sfruttamento degli idrocarburi, dei minerali di prima e seconda categoria, delle risorse idriche. Interviene, in particolare, nell'assistenza tecnica e nella direzione lavori per le operazioni di coltivazione e perforazione. QUADRI ORARI DEGLI INDIRIZZI COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO MATERIE DI STUDIO I II III IV V LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO ED ECONOMIA SCIENZE INTEGRATE (Scienze della Terra e Biologia) SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA O ATTIVITÀ ALTERNATIVE SCIENZE INTEGRATE (Fisica) SCIENZE INTEGRATE (Chimica) TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA TECNOLOGIE INFORMATICHE SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE COMPLEMENTI DI MATEMATICA GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL AMBIENTE DI LAVORO PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI, IMPIANTI* GEOPEDOLOGIA, ECONOMIA ED ESTIMO* TOPOGRAFIA* TOTALE ORE SETTIMANALI *La disciplina prevede la compresenza dell insegnante di laboratorio CAT: opzione Tecnologie del legno nelle costruzioni MATERIE DI STUDIO III IV V COMPLEMENTI DI MATEMATICA GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL AMBIENTE DI LAVORO PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI, IMPIANTI* GEOPEDOLOGIA, ECONOMIA ED ESTIMO* TOPOGRAFIA* TECNOLOGIA DEL LEGNO NELLE COSTRUZIONI* TOTALE ORE SETTIMANALI *La disciplina prevede la compresenza dell insegnante di laboratorio 10 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

11 CAT: articolazione GEOTECNICO MATERIE DI STUDIO III IV V COMPLEMENTI DI MATEMATICA GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL AMBIENTE DI LAVORO GEOLOGIA E GEOLOGIA APPLICATA* TOPOGRAFIA E COSTRUZIONI* TECNOLOGIE PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO E DELL AMBIENTE* TOTALE ORE SETTIMANALI e dopo il diploma? Prosecuzione degli studi iscrivendosi: - a qualsiasi Facoltà universitaria - agli Istituti Tecnici Superiori (ITS) oppure Inserimento nel mondo del lavoro Il diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing potrà: Iscriversi a corsi di formazione post-diploma e tirocini post-diploma Partecipare a concorsi presso enti pubblici o privati (industria, commercio, credito, assicurazioni, pubblica amministrazione) Diventare imprenditore e/o continuare l attività di famiglia Il diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing articolazione Relazioni internazionali per il marketing potrà: Iscriversi a corsi di formazione post-diploma e tirocini post-diploma Partecipare a concorsi presso enti pubblici o privati (industria, commercio, credito, assicurazioni, pubblica amministrazione) Partecipare a concorsi presso enti pubblici o privati ove siano richieste competenze per la gestione delle relazioni commerciali internazionali riguardanti differenti realtà geo-politiche o settoriali Diventare imprenditore e/o continuare l attività di famiglia 11 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

12 Il diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing, articolazione Sistemi Informativi Aziendali potrà: Iscriversi a corsi di formazione post-diploma e tirocini post-diploma Partecipare a concorsi presso enti pubblici o privati (industria, commercio, credito, assicurazioni, pubblica amministrazione) Usare tutti i servizi telematici di base Trovare impiego presso aziende che sviluppano software per la gestione delle attività aziendali e realizzano siti web Collaborare con i responsabili aziendali nella scelta di software e strumentazioni informatiche Diventare imprenditore e/o continuare l attività di famiglia Il diplomato nel Turismo potrà: Iscriversi a corsi di formazione post-diploma e tirocini post-diploma Partecipare a concorsi presso enti pubblici o privati (industria, commercio, credito, assicurazioni, pubblica amministrazione) Svolgere attività di operatore turistico presso Aziende di promozione turistica, Assessorati al turismo (regionali, provinciali e comunali), fiere, congressi, campeggi, manifestazioni ed eventi culturali Diventare imprenditore e/o continuare l attività di famiglia Il diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio potrà: Partecipare a concorsi presso enti pubblici o privati (industria, commercio, credito, assicurazioni, pubblica amministrazione) Inserirsi nel mondo del lavoro come libero professionista (topografo per il rilievo di fabbricati e la redazione di pratiche catastali, progettista nuove costruzioni, direttore dei lavori) Inserirsi negli Uffici Tecnici di aziende pubbliche o private come dipendente ( Comune, Provincia e Regione, ULSS, Assicurazioni, quasi tutte le aziende che riguardano operazioni sul territorio e sugli immobili Il diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio nell opzione Tecnologie del legno nelle costruzioni potrà esplicare le competenze acquisite lì dove è necessario: Selezionare i materiali da costruzione in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione Rilevare il territorio, le aree libere e i manufatti, scegliendo le metodologie e le strumentazioni più adeguate ed elaborare i dati ottenuti. Il diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio, articolazione Geotecnico potrà: Intervenire nell assistenza tecnica e nella direzione dei lavori per le operazioni di coltivazione e perforazione Collaborare nella conduzione e direzione di cantieri per costruzioni in sotterraneo di opere quali tunnel stradali e ferroviari, viadotti, dighe, fondazioni speciali Intervenire nella ricerca e controllo dei parametri fondamentali per la determinazione della pericolosità idrogeologica e geomorfologica 12 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

13 LE RISORSE UMANE L elenco dei docenti, dei Coordinatori di classe, dei Coordinatori di disciplina e dei componenti le commissioni sono reperibili sul sito dell Istituto. 13 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

14 GLI ALUNNI DELL A.S INDIRIZZO E/O CORSO DI STUDIO Alunni Classi NUOVO ORDINAMENTO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI 41 2 RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING 24 1 TURISMO COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO ORDINAMENTO PREVIGENTE IGEA 56 2 MERCURIO 41 2 ITER 59 3 GEOMETRI 80 3 TOTALI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. Roberto Giuseppe Capponi Coordina le attività di tutti gli organi collegiali; controlla i processi avviati; organizza le risorse umane e finanziarie. I COLLABORATORI I collaboratori sostituiscono il Dirigente in caso di assenza breve o di impedimento. Hanno il compito di curare la disciplina degli alunni ed intervengono in caso di necessità. Controllano le assenze degli alunni ed autorizzano l'ingresso e l'uscita fuori degli stessi. Sovrintendono alle iscrizioni e, in collaborazione con l'apposita commissione, alla formazione delle classi. Sono responsabili delle sostituzioni dei docenti ed hanno il compito di coordinare gli esami di idoneità ed integrativi compresa la definizione di calendari e la composizione delle commissioni. Sovrintendono all'organizzazione interna dell'istituto. IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI Rag. Gina Noviello Sovrintende (con autonomia operativa e nell ambito delle direttive di massima impartite e degli obiettivi assegnati) ai servizi amministrativi e generali dell Istituzione scolastica, coordinando il relativo personale. LE FUNZIONI STRUMENTALI Operano al fine di offrire un servizio al pubblico sempre più qualificato efficiente ed efficace IL CONSIGLIO D ISTITUTO l Consiglio di Istituto ha il compito di deliberare sull organizzazione e sulla programmazione della vita e delle attività della scuola ed ha competenze amministrativocontabili su tutte le attività dell Istituto. Esso elegge nel suo seno una Giunta Esecutiva della quale fanno parte di diritto il Dirigente Scolastico (che la presiede) ed il DSGA (Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi) che svolge anche la funzione di segretario. LE FAMIGLIE Rappresentate negli organi collegiali: 2 genitori nei singoli consigli di classe e 4 nel Consiglio d Istituto presieduto da un genitore. 14 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

15 LE RISORSE MATERIALI Sede Centrale (Viale Trento, 63) Presso la Sede Centrale sono presenti: Aule scolastiche normali n 38 Aula Audiovisivi Aula CIC Aula Magna Antonio Battista Deposito attrezzeria Deposito materiale mobile Infermeria Attrezzature per disabili Servizio Bar Palestra Sala Insegnanti Sala riunioni Sala server Servizio fotocopie Software didattico e scientifico Magazzino Uffici: Dirigente scolastico, Vicario, DSGA, Segreteria Amministrativa, Segreteria Didattica, Protocollo Tutte le aule, i laboratori e gli uffici sono collegati in rete ed hanno la possibilità di accedere a Internet tramite una connessione veloce HDSL a 2 Mbit/sec. Dall a.s. 2013/2014 è attiva una rete wireless che copre tutte le aule dell Istituto. AULE SPECIALI, LABORATORI E DOTAZIONI SPECIALI SEDE CENTRALE Aula Magna con Videoproiezione e servizi multimediali (videoconferenza) Aula video multimediale e laboratorio di produzione video Aula LIM Aula CIC Laboratorio di chimica e fisica Laboratorio di scienze Laboratorio computer Pennesi Laboratorio computer Trattamento testi 2 Laboratorio linguistico tradizionale Laboratorio multimediale linguistico Laboratorio computer Office con LIM Laboratorio computer MULTILAB 1 Laboratorio computer MULTILAB 2 con LIM Laboratorio computer TURISMO Laboratorio computer per docenti Aula Simucenter Unità mobili multimediali Biblioteca con postazioni per ascolto musica, video-proiezioni, video-conferenza, postazioni multimediali con accesso internet Palestra polifunzionale 15 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

16 Sede Geometri (Viale Trento, 115) Presso la Sede Geometri sono presenti: Aule scolastiche normali n 15 Sala insegnanti Ufficio di Presidenza e CIC Sala ricevimento genitori Servizio bar Palestra esterna al plesso Biblioteca Servizio fotocopie Sala computer per docenti Software didattico e scientifico Magazzino Presso i laboratori, la segreteria, la presidenza e le sale docenti tutti i computer sono collegati in rete; esiste inoltre un collegamento dati diretto in ponte radio a 150 Mbit con la Sede Centrale per lo scambio di informazioni e accesso ad Internet. Dall a.s. 2013/2014 è attiva una rete wireless che copre tutte le aule dell Istituto. AULE SPECIALI, LABORATORI E DOTAZIONI SPECIALI SEDE GEOMETRI Aula di Fotogrammetria - Topografia Aula disegno 1 biennio Aula disegno 3 triennio Aula video Aula LIM Laboratorio linguistico multimediale Laboratorio tecnologia e tecnica di rappresentazione grafica Lavorazione legno Laboratorio grafica computerizzata B con LIM Laboratorio grafica computerizzata A Laboratorio di fisica Laboratorio di impianti Laboratorio di chimica Laboratorio di scienze Unità mobile multimediale L accesso pomeridiano alle strutture dell Istituto è consentito agli studenti, previa esplicita richiesta, per attività extracurricolari deliberate dal Consiglio di Classe (o autonomamente proposte da studenti e/o genitori tramite i rappresentanti degli stessi negli organi collegiali) e autorizzate dal Consiglio d Istituto. La vigilanza e la correlativa assunzione di responsabilità per le attività in questione è attribuita ai docenti e al personale ATA nel rispetto della normativa in tema di attribuzioni, competenze e responsabilità nell espletamento delle relative funzioni ed a coloro, genitori e studenti che espressamente, in forma scritta, assumano la responsabilità per danni a cose o a persone. 16 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

17 LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO Fondamento dell attività didattico-educativa è la capacità, dell intero corpo docente, di ripensare continuamente il proprio intervento facendo tesoro dell esperienza maturata a diretto contatto con gli studenti e dei contributi scientifici in ambito metodologico e disciplinare. Considerata in primo luogo la complessità delle competenze richieste dal profilo professionale del docente (competenze disciplinari, pedagogiche, metodologico-didattiche, organizzativorelazionali e di ricerca) e tenuto conto della necessità di stare al passo con i tempi nell utilizzo delle nuove tecnologie, l aggiornamento e la formazione si configurano come processi che accompagnano costantemente l intera attività docente, facendo del diritto-dovere all aggiornamento un elemento decisivo per il miglioramento dell offerta formativa. IL CONTRATTO FORMATIVO Il contratto formativo consiste nella dichiarazione esplicita e partecipata dell operato della scuola. Viene stabilito tra il Consiglio di classe e la classe stessa, come pure tra il singolo docente e la classe ed ha lo scopo di far conoscere a genitori ed alunni l offerta formativa della scuola, coinvolgendo questi ultimi in un processo di responsabilizzazione al rispetto delle regole e degli impegni in un quadro di reciproca trasparenza. LA VERIFICA La verifica dell apprendimento di ogni singolo alunno deve realizzarsi attraverso prove, strutturate e non strutturate, diverse e ripetute nel tempo e deve tendere a misurare il raggiungimento dei singoli obiettivi cognitivo-operativi, indicando il livello di apprendimento conseguito ed il corrispondente voto decimale. L alunno, anche per favorire il processo dell apprendimento, ha il diritto di conoscere in ogni momento, i risultati debitamente motivati delle singole prove. LA VALUTAZIONE La valutazione del processo formativo risponde alle finalità di far conoscere allo studente, in ogni momento, la sua posizione nei confronti delle mete prefissate, al Consiglio di Classe l efficacia delle strategie adottate per adeguare strutture e metodi di insegnamento e alla società i livelli di garanzia sulla reale consistenza dei titoli di studio (conoscenze, abilità, competenze) rilasciati con valore legale. La valutazione non è episodica, ma fa parte integrante del processo di insegnamento-apprendimento. In questa prospettiva, la valutazione assume diverse funzioni secondo le diverse fasi del processo formativo. In un primo momento è tesa a rilevare informazioni relative alle conoscenze ed abilità che si ritengono prerequisiti rispetto alle procedure didattiche da avviare, viene attuata tramite test d ingresso e costituisce il punto di partenza della programmazione. Un secondo importante momento del processo di valutazione è quello che tende a cogliere, in itinere, i livelli di apprendimento dei singoli e costituisce un fondamentale strumento di verifica dell efficacia delle procedure seguite. Consente, pertanto, di attuare per tempo utili strategie di recupero, nonché di rivedere e correggere il processo in corso. Per essa si utilizzano strumenti quali test, questionari, veloci indagini orali. C è, infine, un terzo momento del processo di valutazione con cui si intende verificare se i traguardi disciplinari siano stati raggiunti: ha quindi funzione di bilancio consuntivo sull attività scolastica e sugli apprendimenti che la stessa ha promosso. Si utilizzano strumenti funzionali alla verifica degli obiettivi prefissati quali: prove scritte non strutturate di vario tipo, prove scritte strutturate, prove orali. Nel piano di lavoro del Consiglio di classe vengono definiti il numero e la tipologia di verifiche previste per ciascuna disciplina, nonché l incidenza, nella valutazione di fine periodo, di fattori quali, il metodo, la progressione, l impegno e la partecipazione. Per l informazione alle famiglie è prevista una scheda di interperiodo che rappresenta un quadro sintetico rispetto all andamento didattico; la pagella riporta il profitto per ogni disciplina con voti su scala decimale e il voto di Condotta definito sulla base della seguente tabella approvata dagli OOCC. 17 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

18 CRITERI PER L ATTRIBUZIONE DEL VOTO DI CONDOTTA Il voto di condotta viene attribuito dall intero Consiglio di Classe riunito per gli scrutini secondo i criteri indicati nella tabella sottostante, valutati sia nell attività curriculare che extracurriculare (viaggi di istruzione, visite guidate, corsi di recupero-approfondimento pomeridiani, attività e progetti pof, ogni altra attività che rientri nella programmazione didattico-educativa d Istituto); nell attribuzione definitiva dello stesso occorre vagliare con attenzione la situazione di ogni singolo alunno considerando la frequenza degli indicatori riferibili ad ogni singolo voto Griglia di valutazione della condotta degli studenti Comportamento molto corretto/irreprensibile nei rapporti con compagni, docenti e personale amministrativo Partecipazione attiva/costruttiva all attività didattico-educativa; l alunno collabora con studenti e insegnanti assumendo un ruolo propositivo all interno del gruppoclasse Puntuale/scrupoloso rispetto delle regole di condotta della vita scolastica Comportamento adeguato/corretto nei rapporti con compagni, docenti e personale amministrativo Partecipazione da sollecitare/ricettiva all attività didattico-educativa Accettabile/regolare rispetto delle regole di condotta della vita scolastica Comportamento non sempre corretto verso compagni, insegnanti e personale scolastico; partecipazione poco collaborativa al funzionamento del gruppo classe; presenza di un provvedimento disciplinare (censura scritta) che rilevi comportamenti comunque non lesivi della dignità altrui Limitata attenzione e partecipazione discontinua all attività didattico-educativa Osservazione non sempre regolare delle regole di condotta della vita scolastica (es. episodiche assenze strategiche, lieve tendenza al ritardo, irregolarità nella giustificazione delle assenze e così via) Dal D.M 16/01/2009, n. 5 (art. 4) Articolo 4 Criteri ed indicazioni per l attribuzione di una votazione insufficiente 1. Premessa la scrupolosa osservanza di quanto previsto dall articolo 3, la valutazione insufficiente del comportamento, soprattutto in sede di scrutinio finale, deve scaturire da un attento e meditato giudizio del Consiglio di classe, esclusivamente in presenza di comportamenti di particolare gravità riconducibili alle fattispecie per le quali lo Statuto delle studentesse e degli studenti - D.P.R. 249/1998, come modificato dal D.P.R. 235/2007 e chiarito dalla nota prot. 3602/PO del 31 luglio nonché i regolamenti di istituto prevedano l irrogazione di sanzioni disciplinari che comportino l allontanamento temporaneo dello studente dalla comunità scolastica per periodi superiori a quindici giorni (art. 4, commi 9, 9 bis e 9 ter dello Statuto). 2. L attribuzione di una votazione insufficiente, vale a dire al di sotto di 6/10, in sede di scrutinio finale, ferma restando l autonomia della funzione docente anche in materia di valutazione del comportamento, presuppone che il Consiglio di classe abbia accertato che lo studente: 1. nel corso dell anno sia stato destinatario di almeno una delle sanzioni disciplinari di cui al comma precedente; 2. successivamente alla irrogazione delle sanzioni di natura educativa e riparatoria previste dal sistema disciplinare, non abbia dimostrato apprezzabili e concreti cambiamenti nel comportamento, tali da evidenziare un sufficiente livello di miglioramento nel suo percorso di crescita e di maturazione in ordine alle finalità educative di cui all articolo 1 del presente Decreto. 3. Il particolare rilievo che una valutazione di insufficienza del comportamento assume nella carriera scolastica dell allievo richiede che la valutazione stessa sia sempre adeguatamente motivata e verbalizzata in sede di effettuazione dei Consigli di classe sia ordinari che straordinari e soprattutto in sede di scrutinio intermedio e finale. 4. In considerazione del rilevante valore formativo di ogni valutazione scolastica e pertanto anche di quella relativa al comportamento, le scuole sono tenute a curare con particolare attenzione sia l elaborazione del Patto educativo di corresponsabilità, sia l informazione tempestiva e il coinvolgimento attivo delle famiglie in merito alla condotta dei propri figli. 18 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

19 LA VALUTAZIONE INTERMEDIA E DI FINE ANNO In funzione della pubblicazione del D.M. 3 ottobre 2007 n 80 e dell O.M. n 92 del 5 novembre 2007 (Prot. N 11075), il Collegio dei Docenti ha definito le modalità di valutazione intermedia e di fine anno deliberando di prevedere un azione di recupero (curricolare e/o corso) sia in itinere che finale. Nella valutazione finale i Consigli di classe terranno conto della presenza dell alunno ad almeno ¾ dell orario scolastico e dei criteri previsti dal Collegio docenti per eventuali deroghe al limite massimo di assenze. Per gli alunni che avranno adempiuto l obbligo scolastico si procederà inoltre alla certificazione delle competenze conseguite, come richiesto dalla vigente normativa. CREDITO SCOLASTICO Il Consiglio di classe attribuisce in sede di scrutinio finale di ciascuno degli ultimi tre anni un credito per l andamento degli studi, denominato credito scolastico, che non può essere complessivamente superiore a 25 punti e che tenga conto della preparazione complessiva raggiunta da ciascun alunno, con riguardo ai seguenti parametri: profitto; assiduità della frequenza scolastica; interesse ed impegno nella partecipazione al dialogo educativo, alle attività complementari e integrative; eventuali crediti formativi. CREDITO FORMATIVO Il Credito formativo, parte integrante del credito scolastico, consiste in ogni qualificata esperienza, debitamente documentata, dalla quale derivino competenze coerenti con il tipo di corso cui si riferisce l esame di Stato. LA TRASPARENZA DELL AZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA: RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA Ai fini di un maggior coinvolgimento delle famiglie, sollecitate anche dal processo di riforma in atto nella scuola a fornire un contributo attivo in termini di proposte nella elaborazione del POF, sono previste le seguenti modalità: incontro di inizio anno con tutti i genitori degli alunni per illustrare le linee essenziali del POF ed accogliere eventuali suggerimenti e proposte; ricevimento settimanale, attuato secondo un calendario deliberato dal collegio dei docenti che preveda anche la possibilità di contatti scuola-famiglia prenotati telefonicamente o via fax o via ; ricevimenti pomeridiani (due nel corso dell anno scolastico); invio di una scheda di interperiodo con informazioni in merito all andamento didattico degli a- lunni; partecipazione delle famiglie degli studenti delle quinte classi alla cerimonia di consegna del diploma; sportello di consulenza sui problemi degli adolescenti (previo accordo con gli enti locali circa la disponibilità di personale qualificato; le modalità di fruizione del servizio sarebbero simili a quelle previste per lo sportello studenti). Dal 1 febbraio 2014 è operativo il servizio di consultazione on-line del registro elettronico da parte dei genitori. 19 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

20 ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO Le attività organizzate da un apposita commissione si esplicano nei seguenti interventi: 1. informare gli alunni della scuola media inferiore in merito all offerta formativa propria dell ITCGT G.B.Carducci-G.Galilei individuando le forme più adeguate per realizzare tale obiettivo (colloquio diretto con gli alunni e con i docenti, opuscolo informativo, apertura della scuola in giorni prestabiliti per far conoscere alla potenziale utenza le risorse dell Istituto, etc.); 2. orientare gli alunni che abbiano terminato il biennio alla scelta dei vari indirizzi di studio esistenti all interno dell Istituto; 3. offrire, agli alunni delle quarte e quinte classi, un aiuto relativo alla scelta della Università in termini di informazione circa le possibilità di accesso, gli sbocchi occupazionali, di verifica e confronto circa le proprie capacità e attitudini, anche con l ausilio di docenti universitari e di esperti; 4. favorire eventuali incontri con ex studenti dell Istituto che sono impegnati negli studi universitari nelle varie facoltà o che sono inseriti nel mondo del lavoro, allo scopo di recepire le loro esperienze; 5. favorire incontri con i rappresentanti del mondo del lavoro. ATTIVITÀ DI ACCOGLIENZA Il programma di accoglienza per gli alunni delle prime classi deve consentire di superare la prima e più delicata fase di raccordo tra i due cicli scolastici. Le finalità dell accoglienza sono: 1. conoscere gli studenti; 2. informare gli studenti; 3. favorire la socializzazione; 4. promuovere le prime fasi dell attività didattica in relazione alla situazione di ingresso. Le attività degli studenti nei primi giorni di scuola saranno dunque le seguenti: visita alle strutture didattiche e ricreative offerte dall Istituto; scambio di indirizzi e di numero di telefono con i compagni di classe; analisi della Carta dei servizi, del Piano dell Offerta Formativa e del Regolamento d Istituto. LA SCUOLA APERTA E I LABORATORI Per far conoscere da vicino la nostra scuola si sono attivate due iniziative che, come di consueto, saranno realizzare con tutta la cura e l'attenzione che richiedono. Durante le giornate di scuola aperta il dirigente, i docenti, gli alunni, i tecnici daranno modo ai giovani visitatori e alle loro famiglie di avere un primo e concreto contatto con l'istituzione che dovrà, se coinciderà la scelta, essere il luogo di riferimento per tante attività, esperienze e relazioni. Sono inoltre previsti i Laboratori Pillole di.., destinati a tutti gli alunni delle Scuole medie, per presentare le discipline caratterizzanti gli indirizzi di studio del nostro Istituto: Informatica, Diritto, Economia Aziendale, Geografia, Lingue, Disegno Tecnico, Architettura, Costruzioni. RECUPERO, SOSTEGNO, POTENZIAMENTO In relazione a quanto disposto dal D.M. 3 ottobre 2007 n 80 e dalla O.M. n 92 del 5 novembre 2007 (Prot. N 11075) ed ai sensi delle relative delibere del Collegio dei Docenti, l Istituto è impegnato a porre in essere il massimo possibile delle azioni didattiche, educative e formative relative al recupero, al sostegno ed al potenziamento delle abilità dei propri alunni. Relativamente alle attività di sostegno, su specifica domanda/richiesta scritta da parte delle famiglie, si fa riferimento ai docenti che hanno offerto la propria disponibilità per le proprie classi e per classi diverse. 20 ITCGT Carducci Galilei FERMO Piano Offerta Formativa

futuro itcgt anni verso il ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PER GEOMETRI E PER IL TURISMO CARDUCCI-GALILEI

futuro itcgt anni verso il ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PER GEOMETRI E PER IL TURISMO CARDUCCI-GALILEI itcgt ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PER GEOMETRI E PER IL TURISMO CARDUCCI-GALILEI F E R M O COMMERCIALE GEOMETRI da 9O anni verso il futuro AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore

Istituto d Istruzione Superiore Istituto d Istruzione Superiore Alfonso M. de Liguori Sant Agata de Goti Distretto scolastico n 8 82019 SANT AGATA DEI GOTI (BN) Tel. 0823/953117 0823/953140(fax) Via S. Antonio Abate n. 32 ANNO SCOLASTICO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING INDIRIZZO TURISMO ARTICOLAZIONE SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI ORIENTAMENTO SPORTIVO

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico AREA DI ISTRUZIONE GENERALE RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE TECNOLOGICO

Dettagli

Istruzione professionale:

Istruzione professionale: Istruzione professionale: DUE BIENNI + QUINTO ANNO - ESAME DI STATO - ACCESSO AI CORSI UNIVERSITARI Indirizzi attivi: Servizi Commerciali dal terzo anno è possibile anche scegliere Servizi Socio-Sanitari

Dettagli

CRITERI GENERALI PER CORSI DI RECUPERO (Deliberati dal Collegio Docenti del 9 Febbraio 2012)

CRITERI GENERALI PER CORSI DI RECUPERO (Deliberati dal Collegio Docenti del 9 Febbraio 2012) MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. DE SIMONI Via Tonale n.18-23100 SONDRIO Tel. 0342/ 514516-216255 Fax. 0342/ 514798 Cod. Fisc. 80001880147 -

Dettagli

Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto

Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto Indicatori e descrittori per l attribuzione del voto relativo al comportamento di ciascuno studente VOTO 10 9 8 7 6 5 Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto

Dettagli

La riforma degli Istituti Tecnici

La riforma degli Istituti Tecnici La riforma degli Istituti Tecnici Il progetto di riordino dell istruzione tecnica intende rilanciare a pieno titolo gli Istituti Tecnici quale migliore risposta della scuola alla crisi, perché favorisce

Dettagli

LORENZO ROTA. Istituto Superiore. di Calolziocorte

LORENZO ROTA. Istituto Superiore. di Calolziocorte Istituto Superiore LORENZO ROTA di Calolziocorte Liceo Scientifico Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Liceo delle Scienze Umane Amministrazione Finanza e Marketing Costruzione Ambiente e Territorio

Dettagli

Oberdan: la strada per il mio futuro. Liceo. Tecnico economico. Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio

Oberdan: la strada per il mio futuro. Liceo. Tecnico economico. Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio Istituto Statale di Istruzione Superiore G. Oberdan Treviglio Oberdan: la strada per il mio futuro Liceo Liceo delle Scienze Umane Liceo Economico Sociale (LES) Tecnico economico Amministrazione, finanza

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore

Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Istituto d Istruzione Superiore T. Fiore Modugno - Via P. Annibale M. di Francia, Grumo - Via Roma, L ISTITUTO ECONOMICO La formazione tecnica e scientifica di base necessaria a un inserimento altamente

Dettagli

un luogo per crescere! ISTITUTO TECNICO indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING Articolazioni dal terzo anno SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

un luogo per crescere! ISTITUTO TECNICO indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING Articolazioni dal terzo anno SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI 1 un luogo per crescere! ISTITUTO TECNICO indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING Articolazioni dal terzo anno AMMINISTRAZIONE FINANZA e MARKETING RELAZIONI INTERNAZIONALI per il MARKETING SISTEMI

Dettagli

Guida alla riforma Tratto dal sito del ministero

Guida alla riforma Tratto dal sito del ministero Guida alla riforma Tratto dal sito del ministero Scuola materna Possono iscriversi alla scuola dell infanzia anche i bambini di 2 anni e mezzo. stradale Cittadinanza e Costituzione È la nuova disciplina,

Dettagli

IISTRUZIONE PER L USO

IISTRUZIONE PER L USO IISTRUZIONE PER L USO L Istituto di Istruzione Superiore Via Lentini 78 Roma nasce il Settembre 0 dall aggregazione dell ITC S.Pertini con sede in Via Lentini 78 Roma e dell IIS G.Falcone con sedi in

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

BIENNIO COMUNE TOTALE ORE SETTIMANALI

BIENNIO COMUNE TOTALE ORE SETTIMANALI SETTORE TECNOLOGICO Il settore Tecnologico comprende due indirizzi, riferiti alle aree tecnologiche più rappresentative del sistema economico e produttivo del Paese: Costruzioni, Ambiente e Territorio

Dettagli

attività integrative sbocchi futuri rapporti scuola famiglia

attività integrative sbocchi futuri rapporti scuola famiglia attività integrative Patente europea del computer (E.C.D.L.) Certificazione internazionale delle competenze linguistiche Stage estivi in azienda Corsi di educazione stradale (patentino) Gruppo sportivo

Dettagli

ORIENTAMENTO PER GLI STUDENTI DI TERZA MEDIA INFORMAZIONI GENERALI

ORIENTAMENTO PER GLI STUDENTI DI TERZA MEDIA INFORMAZIONI GENERALI ORIENTAMENTO PER GLI STUDENTI DI TERZA MEDIA INFORMAZIONI GENERALI (per procedere nella presentazione cliccare sulle frecce o girare la rotellina del mouse) Nelle pagine seguenti presenteremo una rapida

Dettagli

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.

Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo. Via delle Rimembranze n 26, 40068 San Lazzaro(BO) Telefono: 051/464510 051/464545 051/464574 Fax: 051/452735 E-mail: iis@istitutomattei.bo.it Sito: www.istitutomattei.it INDICE Chi siamo Profilo culturale,

Dettagli

SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici: 74 14 14barrato 18 Treno: stazione Lingotto (fronte istituto)

SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici: 74 14 14barrato 18 Treno: stazione Lingotto (fronte istituto) Liceo Scientifico Statale Niccolò Copernico C.so Caio Plinio 2 10127 Torino Tel: 011616197-011618622 fax: 0113172352 Sito:www.copernico.to.it E-Mail: lsscopernico@virgilio.it SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici:

Dettagli

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Liceo Scientifico Sezione A. Maserati Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Cos è il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate La recente riforma della scuola secondaria ha ripreso la

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

I nuovi Istituti Tecnici. Gli indirizzi di studio della Sezione Compagnoni

I nuovi Istituti Tecnici. Gli indirizzi di studio della Sezione Compagnoni SEZIONE TECNICA COMPAGNONI domenica 15 dicembre 2013 ore 16.00-18.30 sabato 18 gennaio 2014 ore 15.00-17.30 domenica 9 febbraio 2014 ore 10.00-12.30 Ho deciso! Amministrazione Finanza Marketing! Mi piace!

Dettagli

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26 6. LA VALUTAZIONE La valutazione è momento centrale nella pratica educativa e nel processo di apprendimento degli studenti, e riguarda molti aspetti della vita scolastica. Il Collegio dei Docenti indica

Dettagli

La riforma degli Istituti Tecnici

La riforma degli Istituti Tecnici La riforma degli Istituti Tecnici Nel nostro Paese si è legati ancora ad un modello culturale che tende spesso a contrapporre il sapere al saper fare, la conoscenza teorica alle competenze tecniche e pratiche,

Dettagli

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche FINALITA fornire una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dell Unione europea offrire un limitato numero di ampi indirizzi, correlati a settori fondamentali

Dettagli

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO IIS GIUSEPPE PEANO LINGUISTICO TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO LICEO ISTITUTO sede mezzi di trasporto accessibilità studenti disabili Via Andrea Doria, n 2

Dettagli

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTRUZIONE TECNICA ECONOMICA: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

TABELLA di attribuzione CREDITO SCOLASTICO (allegata al D.M. 42/2007 che sostituisce la tabella prevista dall art. 11 comma 2 del D.P.R.

TABELLA di attribuzione CREDITO SCOLASTICO (allegata al D.M. 42/2007 che sostituisce la tabella prevista dall art. 11 comma 2 del D.P.R. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI PRIMIERO Liceo Economico per l Impresa, Liceo Economico per il Turismo, Liceo Scientifico, Corso Tecnico per le Costruzioni, l Ambiente ed il Territorio Criteri per

Dettagli

I nuovi Istituti Tecnici. Gli indirizzi di studio della Sezione Compagnoni

I nuovi Istituti Tecnici. Gli indirizzi di studio della Sezione Compagnoni SEZIONE TECNICA COMPAGNONI domenica 14 dicembre 2014 ore 10.00 giovedì 22 gennaio 2015 ore 18.00 - domenica 8 febbraio 2015 ore 15.00 0.00-12.30-20.30 ore 15.00-17.30 Ho deciso! Amministrazione Finanza

Dettagli

GEOMETRI E RAGIONIERI

GEOMETRI E RAGIONIERI GEOMETRI E RAGIONIERI 2012 NUOVA SEDE PALAGIANO GEOMETRI Istituto Tecnologico: Costruzioni, Ambiente e Territorio RAGIONIERI Istituto Economico: Amministrazione, Finanza e Marketing COMMERCIALE LINGUISTICO

Dettagli

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 18 Dicembre 2014

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 18 Dicembre 2014 LICEO SCIENTIFICO STATALE R. Donatelli B. Pascal 20133 MILANO Viale Campania, 6 e Via A. Corti, 16 Tel. 02.70126738 e 02.2360306 - Fax 02.70106474 e 02.2666487 Email: mips37000t@istruzione.it - Pec: mips37000t@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Tecnico Economico. Bramante. www.itcbramante.it. da oltre 150 anni

Istituto Tecnico Economico. Bramante. www.itcbramante.it. da oltre 150 anni Istituto Tecnico Economico Bramante www.itcbramante.it da oltre 150 anni OFFERTA FORMATIVA BIENNIO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING INDIRIZZI DEL TRIENNIO ECONOMICO AZIENDALE AMMINISTRAZIONE FI- NANZA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo Prot. n. 2994/D6 Sovizzo, 20 novembre 2015 Al Collegio docenti Al Consiglio di Istituto AI Genitori Al Personale ATA dell IC Sovizzo LORO SEDI OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 4726/A19 Calolziocorte, 30/09/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI : Biennio Comune Progetto CINQUE Diploma di GEOMETRA Il corso di studi per GEOMETRI Progetto Cinque, istituito all ITCG BARATTA nel 1992, ha la durata di 5 anni e al termine

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 16 Novembre 2012

ATTIVITA DI SOSTEGNO E RECUPERO E CRITERI PER L AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA. Il Consiglio d Istituto nella seduta del 16 Novembre 2012 LICEO SCIENTIFICO STATALE R. Donatelli B. Pascal 20133 MILANO Viale Campania, 6 e Via A. Corti, 16 Tel. 02.70126738 e 02.2360306 - Fax 02.70106474 e 02.2666487 Email: mips37000t@istruzione.it - Pec: mips37000t@pec.istruzione.it

Dettagli

VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO

VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PAESE Viale Panizza 4-31038 - PAESE (TV) TEL. 0422.959057 - FAX 0422.959459 - Codice Fiscale 94131860267 e-mail: tvic868002@istruzione.it pec: tvic868002@pec.istruzione.it sito:

Dettagli

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino Carissimi alunni, gentili genitori, questo opuscolo è stato pensato per far conoscere l offerta formativa della nostra scuola a

Dettagli

Istituto tecnico per geometri G. GUARINI - Modena. Indirizzo costruzioni ambiente e territorio

Istituto tecnico per geometri G. GUARINI - Modena. Indirizzo costruzioni ambiente e territorio Istituto tecnico per geometri G. GUARINI - Modena Indirizzo costruzioni ambiente e territorio L'istituto tecnico G.Guarini fornisce agli studenti una preparazione negli studi del settore Costruzioni Ambiente

Dettagli

1. IDENTITA DELL ISTITUTO

1. IDENTITA DELL ISTITUTO Piano dell offerta formativa - 1-1. IDENTITA DELL ISTITUTO L Istituto tecnologico per le costruzioni, l ambiente ed il territorio ( ex Istituto Geometri) tende a formare una figura professionale capace

Dettagli

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi Orientamento La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi A cura del Prof. Graziano Galassi (Componente della Commissione Orientamento) IDENTITA DEGLI ISTITUTI TECNICI Solida base culturale

Dettagli

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica Istruzione professionale statale Servizi Commerciali Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica All avanguardia da sempre nella formazione dei giovani L istituto

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "ALBERT EINSTEIN" ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI e SCIENTIFICO TECNOLOGICO PERFEZIONAMENTO ENERGETICO-AMBIENTALE CORSO SERALE e EDUCAZIONE PER ADULTI 00168 ROMA -

Dettagli

TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO. CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale

TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO. CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale ATERNO-MANTHONÈ St. TURISTICO RELAZIONI INTERNAZIONALI COSTRUZIONE AMBIENTE E TERRITORIO CORSI STUDENTI LAVORATORI - ex serale Via Tiburtina, 0-6519 PESCARA Tel. 085 408-085 418880 petd07000x@istruzione.it

Dettagli

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA L'Istituto organizza e promuove varie attività, rivolte espressamente agli alunni del biennio e/o del triennio con obiettivo della specializzazioni per migliorare la

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "EMANUELE MORSELLI INDIRIZZI: CHIMICO - ELETTROTECNICA - MECCANICA E MECCATRONICA- AGRARIA,AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA ELETTRONICA- INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare,

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare, ITALIA Introduzione La riforma del sistema italiano è stata oggetto di numerose discussioni e polemiche. La legge di riforma dell ordinamento varata nel 2000 è stata successivamente abrogata dal nuovo

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA

Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA LICEO SCIENTIFICO COSSATO & VALLEMOSSO LICEO DELLE SCIENZE UMANE COSSATO LICEO LINGUISTICO COSSATO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

LICEO LINGUISTICO ISTITUTO TECNICO BIOTECNOLOGIE SANITARIE

LICEO LINGUISTICO ISTITUTO TECNICO BIOTECNOLOGIE SANITARIE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO LINGUISTICO ISTITUTO TECNICO BIOTECNOLOGIE SANITARIE Viale Leonardo Da Vinci, 300 - Modena Tel. 059 35 26 06 - Fax 059 35 27 17 e-mail: MOIS02100T@istruzione.it www.istitutoselmi.gov.it

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico AREA DI ISTRUZIONE GENERALE RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO

Dettagli

Anno 2014 2015. classi I - II - III IV - V. Liceo Scientifico - Scienze Applicate

Anno 2014 2015. classi I - II - III IV - V. Liceo Scientifico - Scienze Applicate 1 Liceo Scientifico - Scienze Applicate Liceo Scientifico Scienze Applicate PROGETTO SPORT (classe 1^ - 2^-3^) Istituto Tecnico Anno 2014 2015 classi I - II - III IV - V Settore Tecnologico Costruzioni

Dettagli

Istituto Tecnico. Pasini. Settore Tecnologico. Schio

Istituto Tecnico. Pasini. Settore Tecnologico. Schio Istituto Tecnico Pasini Settore Tecnologico Schio LA STORIA L'Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri "L. e V. Pasini" di Schio nel 2009 ha festeggiato il suo 50 anno di vita autonoma. La storia dell'istituto

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI SCUOLA MEDIA ARMANDO DIAZ OLBIA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PREMESSA Da alcuni anni la nostra scuola è frequentata da alunni stranieri provenienti da paesi europei ed extraeuropei, da

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

ORARIO SETTIMANALE C.A.T. SERALE "A. CANOVA" D.P.R. 263 tab. 3 [1]

ORARIO SETTIMANALE C.A.T. SERALE A. CANOVA D.P.R. 263 tab. 3 [1] ISTITUTO TECNICO DI STATO PER GEOMETRI Antonio Canova Viale Astichello, 195-36100 VICENZA CORSO SERALE PER TECNICO DELLE COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (GEOMETRA) DISCIPLINE E QUADRO ORARIO ORARIO

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F.

Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2014/15 3. PIANI DI STUDIO 3.1 Finalità e obiettivi

Dettagli

Criteri ed indicazioni per la valutazione degli alunni

Criteri ed indicazioni per la valutazione degli alunni Criteri ed indicazioni per la valutazione degli alunni La verifica degli apprendimenti, momento importante del processo formativo, servirà ai docenti per modificare o integrare gli obiettivi, i metodi

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

Vieni con noi Iscriviti alla

Vieni con noi Iscriviti alla Vieni con noi Iscriviti alla SEZIONE PROFESSIONALE per i servizi commerciali e turistici Ilaria Alpi Sede Via Mogadiscio, 41 Tel. 0832 947778 73043 Copertino dell Istituto d Istruzione Superiore Copertino

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

I nuovi Istituti Tecnici

I nuovi Istituti Tecnici La riforma del Sistema di Istruzione Secondaria Superiore I nuovi Istituti Tecnici Riorganizzazione ordinamenti scolastici Principali riferimenti normativi: Legge 6 agosto 2008 n. 133 Conversione in legge,

Dettagli

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti Offerta formativa Istituto Tecnico Commerciale - Liceo Socio-Psicopedagogico Via Bonistallo, 73-50053 EMPOLI Tel. 0571-80614/81696 Fax 0571-82189/946803 Indirizzo ERICA Indirizzo ERICA SPORT Indirizzo

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

SETTORE TECNOLOGICO. Istituto Tecnico Tecnologico V. Cerulli (via Gramsci, 68)

SETTORE TECNOLOGICO. Istituto Tecnico Tecnologico V. Cerulli (via Gramsci, 68) I nuovi Istituti tecnici sono raggruppati in 2 settori: Economico Tecnologico L I.I.S. V.Crocetti-V.Cerulli offre ai propri studenti una formazione nel SETTORE ECONOMICO E NEL SETTORE TECNOLOGICO: SETTORE

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI Viale Italia n.18-83100 Avellino Sede centrale: Tel.0825 1643184 Fax: 0826 1643182 Succursale: Via Ferrante - tel e fax 0825 36581

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 1^ sezione L Data di approvazione 15/10/2012 Doc.: Mod.PQ12-041 Rev.: 3 Data:

Dettagli

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127

Come Raggiungerci. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/519000. Tel. 0331/841260. Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 Come Raggiungerci Tel. 0331/841260 Tel. 0331/519000 Tel. 0331/841260 Tel. 0331/841379 Tel. 0332/236127 ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE Eugenio Montale Via Gramsci, 1 21049 TRADATE C.F.80101550129 Tel.

Dettagli

Prot. n. 4223/B18 Mugnano di Napoli, 13 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI

Prot. n. 4223/B18 Mugnano di Napoli, 13 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO Via Roma, 80 80018 MUGNANO DI NAPOLI Telefono/Fax 081-7451142 Distretto 26 Codice NAEE15100R Codice fiscale 80101770636 @-mail: naee15100r@istruzione.it web site: www.cdsequino.gov.it

Dettagli

RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014

RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014 RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014 A) PREMESSA I- Il Liceo Classico - Linguistico Virgilio di Mantova è frequentato, ad oggi, da 785 studenti distribuiti in 35 classi di cui 304

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

Istituto offre inoltre le seguenti opportunità:

Istituto offre inoltre le seguenti opportunità: Il Polo Tecnico di Bra ha l obiettivo di rispondere alle diverse domande di formazione in ambito economico e tecnologico, intendendo in tale espressione la cultura di base, i patrimoni di conoscenze, le

Dettagli

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Istituto Tecnico Commerciale Laparelli Foiano della Chiana Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Mercoledì 16 Gennaio 2013 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Amministrazione finanza e marketing

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI -

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI - Prot. n. 5866/C16a Jesi, 13/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE E. Fermi ISERNIA

ISTITUTO TECNICO STATALE E. Fermi ISERNIA ISTITUTO TECNICO STATALE E. Fermi ISERNIA Guida dello studente www.itef-isernia.it Indirizzi di studio: Amministrazione, Finanza e Marketing (ex ragioniere/perito comm.le) Relazioni Internazionali per

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

COLLEGAMENTI CON I MEZZI PUBBLICI

COLLEGAMENTI CON I MEZZI PUBBLICI La scuola COLLEGAMENTI CON I MEZZI PUBBLICI Linee AMAT V.le del Fante: 615, 645, 837 Via Resuttana/S.Lorenzo: 628, 619 V.le Strasburgo: 544, 614, 644, 662, 667, 704 P.zza A. De Gasperi: 101, 106, 107,

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini"

Istituto Scolastico Comprensivo Statale R. Fucini Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini" Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di I di Monteroni d Arbia e Murlo Viale Rimembranze,127 Tel 0577375118 53014 - MONTERONI D'ARBIA (SI) e. mail siic80800q@istruzione.it

Dettagli

ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE

ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE L Istituto Italo Calvino affronta una duplice sfida: rinnovare i tradizionali processi di apprendimento

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. LUNARDI BRESCIA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. LUNARDI BRESCIA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. LUNARDI BRESCIA REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI DI RECUPERO/SOSTEGNO E SALDO DEBITI FORMATIVI (O.M. 92/ 7, D.M. 80/ 07, DPR 122/2009, art. 4.6)) Pagina 1

Dettagli

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI SERVIZI DI SALA E DI VENDITA

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI SERVIZI DI SALA E DI VENDITA I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto offre tre diversi profili professionali: ENOGASTRONOMIA SERVIZI DI SALA E DI VENDITA ACCOGLIENZA TURISTICA Nell articolazione dell ENOGASTRONOMIA, il

Dettagli

Gli indirizzi di studio

Gli indirizzi di studio Gli indirizzi di studio L Istituto Caniana rappresenta oggi un polo scolastico della GRAFICA e della MODA di primo piano a livello nazionale. Lo dimostra il fatto, ad esempio, che nell anno scolastico

Dettagli

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI

AREA 5. RAPPORTI CON ENTI ESTERNI A.S. 2014/2015 AREA 1. REVISIONE E GESTIONE DEL POF REVISIONE E GESTIONE DEL POF ATTIVITA INTERNE PER IL POTENZIAMENTO E AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AREA 2. SERVIZI AL PERSONALE DOCENTE GESTIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 L alunno al centro RISPETTO DELLE INDIVIDUALITA ATTENZIONE ALLE SPECIFICITA PERSONALI ATTENZIONE AI DIVERSI STILI DI APPRENDIMENTO CURA DELLE RELAZIONI

Dettagli

VALUTAZIONE FORMATIVA

VALUTAZIONE FORMATIVA VALUTAZIONE FORMATIVA SETTEMBRE PROVE DI INGRESSO Le prove d ingresso, mirate e funzionali, saranno comuni a tutte le classi prime della scuola secondaria di primo grado dell Istituto Comprensivo e correlate

Dettagli

CORSI DI STUDIO E CURRICOLI

CORSI DI STUDIO E CURRICOLI CORSI DI STUDIO E CURRICOLI L IIS Einaudi-Baronio si articola in due Poli, uno Tecnico e uno Professionale. Per il Polo Tecnico, attualmente, risultano istituiti due indirizzi a sviluppo quinquennale:

Dettagli

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento Carta dei Servizi Scolastici ITI Buonarroti Trento PREMESSA La Carta dei Servizi dell I.T.I. Buonarroti è il documento che riassume i principi ispiratori delle attività della scuola e rende esplicite tali

Dettagli

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto offre quattro diversi profili professionali: ENOGASTRONOMIA CUCINA SERVIZI DI SALA E DI VENDITA ENOGASTRONOMIA PROD. DOLCIARI ARTIGIANALI E INDUSTRIALI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Per la realizzazione dall anno scolastico 2003/2004

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

Il sistema scolastico italiano

Il sistema scolastico italiano Il sistema scolastico italiano Prof. Antonella Centomo Corso di formazione per mediatori culturali ULSS 5 La scuola nella Costituzione Art.9. La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli