La leadership comincia da te

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La leadership comincia da te"

Transcript

1 La leadership comincia da te

2

3 Una serie di seminari mirati, condotti da Marina Osnaghi e Wolfang Stabentheiner ideatore e sviluppatore della metodologia Future per lo sviluppo della cultura d impresa; per dirigenti che hanno lo scopo di aumentare notevolmente l efficacia professionale, il benessere personale e la qualità della vita. Per Titolari d impresa, Amministratori, Quadri e Dirigenti che intendono ottimizzare le loro competenze relazionali e di gestione, sviluppando il loro stile personale di gestione. Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner

4 LA LEADERSHIP COMINCIA DA TE FUTURE - Leadership - Training È possibile acquisire la leadership? La parte della leadership che si basa sul knowhow, quindi sulla conoscenza, e sulle tecniche può senza dubbio essere acquisita. Tuttavia la sostanza di base della leadership è l'uomo stesso, con le capacità in lui insite di guidare, gestire gli uomini e agire da capitano alla guida di un'organizzazione. Queste capacità non si acquisiscono, sono già presenti in noi. D'altra parte è sicuramente possibile svilupparle e ampliarle. Come in ogni collaboratore si nasconde più di ciò che generalmente egli mostra, anche nei leader si nascondono potenzialità che attendono ardentemente di essere sviluppate e applicate per il bene del leader stesso, dell'ambiente e dell'organizzazione di cui egli è responsabile. Investire nella leadership risulta utile per raggiungere l'obiettivo se l'acquisizione delle conoscenze, l'apprendimento dei metodi, l'allenamento dei comportamenti e lo sviluppo delle potenzialità individuali si evolvono come un insieme, aiutandosi e supportandosi fra loro. Il FUTURE Leadership Training soddisfa questa esigenza. Il contesto Molti anni fa abbiamo condotto uno studio sul tema: quali fattori influenzano maggiormente il clima in un'organizzazione? Il risultato è stato che la personalità del dirigente è decisiva. Prestiamo attenzione alle aziende più svariate, osserviamo i dipartimenti, i vari settori. Constatiamo spesso che le migliori prestazioni nascono quando è eccellente la personalità del leader. Quale tipo di nuovo collaboratore è attratto da noi? Qual'è il livello di motivazione dei nostri collaboratori e come è possibile alzarlo ulteriormente? Come vengono portati avanti i processi di cambiamento? Esiste autonomia da parte dei collaboratori nello sviluppo di questi processi? Qual'è la misura della cooperazione tra i collaboratori? Come affrontano i conflitti, quanto sono grandi l'orgoglio e la lealtà per l'impresa? Che posto occupano la ricerca del successo e la disponibilità a dare il meglio, per i clienti? Tutto questo è strettamente connesso con la nostra leadership, con la qualità della prestazione che noi stessi offriamo. Non è sorprendente? In tempi in cui, in tutti i settori, è richiesta la massima competenza e professionalità, molti sono ancora convinti che un'attività così complessa e determinante per il successo, come la gestione del personale, possa essere risolta senza alcuna conoscenza delle relative dinamiche. Il Future Leadership Training ha come obiettivo la massima competenza e la massima professionalità nella gestione del personale. Mette a Sua disposizione un set di strumenti estremamente utili per la gestione, il coaching e l'affiancamento dei collaboratori. Ma la leadership non è solo il puro e semplice uso degli strumenti. Il Leadership Training pone le basi per essere esperti nel gestire le relazioni con le persone. 4 Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner 2004

5 Oltre a ciò Lei potrà avere a sua disposizione un ricco e differenziato sistema di strumenti, che hanno lo scopo di: Risolvere in maniera naturale problemi pressanti e accompagnare e stimolare processi di cambiamento nell azienda Organizzare e arricchire la Sua vita, ciò che è essenziale per Lei, ciò che Le corrisponde come Individuo Esprimere tutto il potenziale, per poterlo impiegare nella realtà della vita quotidiana Rendere più chiare, più piene ed efficaci le Sue relazioni Guidare le persone in gruppo, aggregare le forze e sviluppare sinergie È necessario ampliare le basi riguardo a questo, le basi da cui Noi agiamo. Le basi personali, metodiche e i contenuti. Perciò il Future Leadership Training comprende lo sviluppo delle Sue capacità individuali di dirigente. Qui Lei troverà la situazione ottimale per sviluppare tutto il suo personale e individuale stile di Leader. L effetto: Il suo livello di efficacia professionale sale in maniera visibile, la qualità della vita inizia un progressivo miglioramento. I SEMINARI: Parte 1 - La personalità leader efficiente Self-management La padronanza sovrana sul proprio posto di lavoro e sulla prassi lavorativa con i collaboratori diretti è il presupposto per un comportamento gestionale efficace e per una chiara comunicazione. Se l'ambiente del leader è limpido e ordinato, potrà creare dei rapporti limpidi con i superiori, i colleghi e i collaboratori. La migliore organizzazione del lavoro si rivelerà inefficace, se il personale direttivo stesso non è "animato" dal proprio compito. Il suo entusiasmo è il presupposto per coinvolgere e appassionare gli altri. La propria convinzione, il dire "sì" a se stessi, è il presupposto per il "sì" dei collaboratori a lui affidati. Contenuti Riconoscermi come configuratore dietro la molteplicità dei ruoli Il significativo e l insignificante - l arte di focalizzare l essenziale Prevenzione dello stress negativo - ridurre lo stress Costruire una tensione positiva, in modo da raggiungere il massimo rendimento al momento giusto Management by objectives, un principio di vita Il pensiero positivo, chiave per salute e successo - essere eccellenti, come principio naturale di vita. Soddisfare tutte le esigenze per raggiungere con più leggerezza il successo Dal deficit all abbondanza - un lungo processo di sviluppo mentale Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner

6 Stima - un atteggiamento di base che conduce inevitabilmente al successo Motivare se stessi - sfruttare la quotidianità e le relazioni professionali e private come fonte di ricarica Attenzione alle condizioni elementari per il benessere del proprio corpo Verificare l'efficienza della prassi quotidiana, se necessario riordinarla Risultati I partecipanti vivranno una forte spinta motivazionale. Raggiungeranno gli obiettivi posti più rapidamente e con minor fatica, quasi giocando. La vita sarà più limpida. Il quotidiano più soddisfacente, i valori troveranno una completa realizzazione. Sempre più spesso i partecipanti saranno coloro che agiscono, non coloro che reagiscono. La condizione dell'essere spinti dagli altri si trasformerà in attiva configurazione. Il corpo - la salute e il benessere - elemento importante della nostra vita, verrà considerato da un nuovo punto di vista. Nell'insieme: se il lavoro riesce, avvertiremo meno stress e più piacere, avremo dei risultati più soddisfacenti. Parte 2 - La personalità del leader che conquista Comunicazione e conduzione del colloquio I processi del management sono in primo luogo dei processi di comunicazione. I dirigenti di successo sono sempre anche dei grandi comunicatori, capaci di creare dei solidi rapporti con superiori, colleghi, collaboratori e clienti. La "competenza sociale" di un colloquio è intesa come la capacità di andare a prendere l'altro proprio lì dove si trova e trasmettergli, rendergli credibili le proprie idee, gli obiettivi e le emozioni. La competenza sociale è anche la capacità di aprire l'interlocutore valorizzando i suoi punti di vista, risolvere in modo costruttivo i conflitti, ma anche, quando è necessario, portare qualcosa fino in fondo. Contenuti Condurre colloqui Creare l'atmosfera positiva per un colloquio Gestire in modo costruttivo punti di vista, critiche, conflitti, crisi "Vendere" con successo i propri punti di vista e le proprie idee Tecniche del colloquio diretto e indiretto Il colloquio di coaching competente Management attraverso l'ascolto Esprimere se stessi in modo autentico Risultati I colloqui saranno più brevi, più pragmatici ma anche più aperti e più sensibili: si concluderanno molto più spesso con soluzioni soddisfacenti per tutti i partecipanti, che troveranno gli strumenti per la prevenzione dei conflitti, ovvero per portarli verso soluzioni costruttive. Crescerà la comprensione reciproca e con questa la disponibilità alla cooperazione. Si tratta sempre di più del riuscire a conquistare gli altri per le proprie idee. I partecipanti riceveranno gli strumenti per la promozione mirata del collaboratore e il coinvolgimento dello stesso nel management mirato. 6 Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner 2004

7 Complessivamente, i partecipanti amplieranno la propria competenza relazionale e direttiva, un guadagno non soltanto per le loro attività professionali, ma anche per la sfera privata. Parte 3 - La personalità del leader umano Gestione e motivazione del collaboratore Ciò che distingue la personalità di Leader, è soprattutto l atteggiamento interiore verso il proprio lavoro e verso i propri collaboratori. Ne deriva perciò la forza di essere dirigente, senza limitarsi ad applicare meccanicamente tecniche di motivazione. Il collaboratore non viene visto come un oggetto che viene impiegato, bensì come soggetto, come individuo. Da ciò nasce non il funzionare ma una naturale cooperazione. Essere dirigente, significa incrementare lo sviluppo delle persone con cui si è in relazione e, attraverso questo, crescere e svilupparsi egli stesso. Dirigenti che sono partner vedono il loro compito nella promozione e nel sostegno degli altri e nella crescita e nello sviluppo personale. Si tratta dunque di essere dirigente e persona, ciò significa conquistare le persone. Non vincere, sottometterle, ma conquistarle come partner, per la cooperazione, per trovare soluzioni costruttive, conquistarle come clienti, moltiplicatori e collaboratori. Contenuti Fattori motivanti, conoscerli e comprenderli Creare ed attuare piani di motivazione Essere forza che guida Trasmettere il feedback, gestire la critica e i colloqui migliorativi Sfruttare gli errori come opportunità di miglioramento Riflettere sui singoli aspetti del proprio ruolo di dirigente Come gestire vicinanza e distanza Creare condizioni chiare per la cooperazione Il colloquio culturale col collaboratore, parte integrante nella guida dei collaboratori e nello sviluppo della cultura di impresa Progettazione della carriera insieme ai collaboratori; il dirigente come coach del proprio collaboratore Risultati I partecipanti impareranno ad innalzare, sistematicamente, il livello di motivazione dei propri collaboratori. Conosceranno le misure adeguate per ottimizzare il clima aziendale e per intensificare la cooperazione. La critica sarà espressa con l'obiettivo di farne scaturire nuova motivazione ed elementi concreti di crescita. I partecipanti dovranno conoscere le proprie forze e debolezze e sviluppare uno stile individuale di dirigenza. Conosceranno i retroscena di varie difficoltà fino allora inspiegabili, riscontrate nella cooperazione con i propri collaboratori, ed impareranno a gestirle. Complessivamente, i partecipanti vivranno una maggiore autocomprensione ed autoconsapevolezza nella loro posizione dirigenziale, sapranno adoperare le proprie capacità per un continuo accrescimento delle capacità dei propri collaboratori. Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner

8 Parte 4 - La personalità del leader integratore Lo sviluppo del team e sinergie Diversamente dal gruppo di lavoro, un team si pone degli obiettivi da raggiungere insieme. In primo piano non è l'obiettivo del singolo membro, ma quello del team. La sinergia nasce quando l'interesse del singolo è meno importante di quello del gruppo - l'effetto del gruppo sarà sempre maggiore di quello della somma di quanto raggiunto dai singoli. L'atmosfera, lo spirito del gruppo sono determinati da una cultura di gruppo elaborata insieme, un codice di disponibilità e comportamenti che sono risultati di particolare importanza ai membri del team. Il power-team si distingue dal team tradizionale per due fattori: la visione comune quale elemento riassuntivo e significativo per gli obiettivi comuni; il particolare interesse di ciascun membro del team verso l'altro, un rapporto umano profondo tra i membri, una promozione e un supporto reciproci. Un power-team si distingue per le alte prestazioni. Il nocciolo di quest'ultimo ingrediente è quindi il come, con quali passi concreti, creare le basi per lo sviluppo di un power-team nell'azienda. Vi forniremo gli strumenti pratici, di facile uso. Contenuti Condurre colloqui di lavoro orientati al risultato Attuare nel gruppo il management pragmatico (che riguarda i fatti e gli scopi) Il modello FUTURE per la risoluzione dei problemi Uso delle tecniche di moderazione che favoriscano la partecipazione Elaborare gli obiettivi attraverso la sinergia del gruppo Promuovere in modo mirato le sinergie del team Sviluppare la visione, la missione e gli obiettivi di orientamento Mettere a punto una cultura del gruppo vincolante per tutti i membri Riflessioni sul ruolo del team-leader Risultati I partecipanti riconosceranno le opportunità offerte da un team e sapranno come sfruttarle. Impareranno il sistema di come trasformare un mucchio, in un gruppo di lavoro e un gruppo di lavoro in un power-team. Conquisteranno la sicurezza nella gestione delle riunioni di gruppo avendo come risultato: più partecipazione, più motivazione, più cooperazione. Complessivamente, i partecipanti sperimenteranno una provata coscienza circa le caratteristiche di un team e riceveranno aiuti concreti per trasformare un gruppo di lavoro o un team in un power-team. L eccellenza come paradigma dello svilupparsi insieme. Alcune osservazioni sullo stile dei seminari Future Il formatore Future coopera con i partecipanti, non sta in cattedra. Questo significa che partirà da dove si trova il partecipante. Il formatore Future non è affatto interessato a portare la persona sulla sua strada, imprimerle modelli di pensiero e comportamentali non propri. Tutte le tecniche adoperate dal formatore Future mirano a promuovere le persone, ad attivare il loro potenziale individuale e portarlo nella vita reale. 8 Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner 2004

9 Il formatore Future assumerà un atteggiamento di incondizionata accettazione e valorizzazione dell'altro; creerà le condizioni affinché l'altro possa scoprire lui stesso le proprie doti e capacità e viverle nei vari passi di apprendimento. Imparare, non per una consapevolezza della propria insufficienza, ma per piacere, curiosità, fiducia in se stessi e volontà, a portare avanti qualcosa (la nostra vera dimensione non nasce dall'eliminazione delle nostre incapacità, ma dal riconoscere e sprigionare le nostre capacità). I partecipanti impareranno a capire i principi universali della vita che si nascondono dietro gli specifici contenuti didattici. Acquisteranno la padronanza di applicarli poi alle situazioni più svariate della vita. La trasmissione del sapere cognitivo non è fine a se stessa. E' invece al servizio del cambiamento di pensiero e comportamento. La trasmissione di tecniche va di pari passo con lo sviluppo della personalità, necessaria per l'uso sovrano di queste tecniche - la persona tutta dovrà imparare. Attraverso contatti aperti nel gruppo, attraverso la molteplicità e la ricchezza del programma, anche attraverso i più svariati esercizi fisici, piccoli ed efficaci, i partecipanti, nel corso del seminario, si ricaricheranno di energie e torneranno al loro lavoro e alle loro famiglie pieni di ottimismo e con una nuova motivazione. Il vantaggio non riguarda soltanto il lavoro, si riverserà anche nella vita privata. Durata dei seminari 4 moduli da 3 giorni ciascuno Costi Parte 1-4: 3.490,00 (IVAesclusa) Per il seminario sarà fornita ampia documentazione, nonché assistenza telefonica successiva, qualora necessaria. Spese per vitto e alloggio saranno a carico dell azienda o del partecipante. La Coaching&Coaching provvederà a concordare con l albergo, un prezzo agevolato per i partecipanti. Presupposti per una conclusione di successo Partecipare a tutti i seminari (Parte 1-4) Condizioni di contratto Il Future Leadership Training può essere prenotato solo come blocco completo (i 4 seminari tutti insieme). Dopo la Sua prenotazione Lei riceverà un invito scritto e la fattura. Il Suo posto in seminario è assicurato dal pagamento della fattura. La tariffa del seminario comprende i costi di tutti i singoli seminari, materiale didattico e all occorrenza, assistenza telefonica dopo il seminario. Non sono inclusi i costi di vitto e alloggio. Vi preghiamo cortesemente di pagarli direttamente all Hotel. Saremo felici di ricevere la Sua prenotazione. In caso di una eventuale disdetta, fino a 40 giorni prima dell inizio del seminario, verrà pagata una penale di 90 euro per diritti di segreteria. Nel caso di disdetta fino a 15 giorni prima dell inizio del seminario verrà applicata una penale del 50% di tutta la somma e, oltre questo termine, del 100%, a meno che Lei di sua iniziativa non porti un partecipante che prenda il Suo posto. Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner

10 WOLFGANG STABENTHEINER Nato nel 1949 a Innsbruck in Austria, Wolfgang Stabentheiner oggi risiede a Pafos sull'isola di Cipro. Ha ideato il FUTURE Coaching, accreditato dalla international coach federation come ACTP (accredited coaching training program). Ha creato lo stile dei seminari FUTURE, un metodo particolare per condurre i seminari: essenziale, focalizzato e allo stesso tempo concreto e pratico; intenso, sfidante e allo stesso tempo rilassante, ricreativo. Il metodo FUTURE rafforza ogni singolo individuo e allo stesso tempo ne stimola l'appassionata cooperazione con il gruppo. Ha sviluppato numerosi ed efficaci corsi di formazione, quali, ad esempio, FUTURE per la cultura aziendale e lo sviluppo del personale, FUTURE FORMAZIONE COACH, corso per professional coach. Oltre a questo ha sviluppato il corso FUTURE per i Manager direttori di case di riposo e istituti geriatrici, (questo ultimo è addirittura divenuto uno standard UE) ed è anche autore di tutti i testi didattici di supporto di tutti i corsi e seminari Future, dispense e documenti audio-visivi. Ha fondato, a livello di contenuti e di metodologia, il MANAGEMENT CENTRUM SCHLOSS LAUTRACH (Germania), uno dei più illustri centri di formazione per il Management nell'area di lingua tedesca. Ha sviluppato numerosi progetti fra i quali un progetto di consulenza aziendale per l'introduzione di una cultura aziendale di eccellenza. Ha fondato FUTURE Training-Consulting-Coaching, una rete di coach, trainer e consulenti nell'area di lingua italiana e tedesca formati e perfezionati da lui stesso ( Dal 1990 ha formato centinaia di coach, molti dei quali operano con grande successo nel settore economico, politico e della pubblica amministrazione, ma anche nella sanità e a livello individuale. Ha accompagnato aziende e top manager, trainer e responsabili delle risorse umane: > di gruppi di fama internazionale quali Siemens, BMW, Daimler-Chrysler-Bank, Swarowski, Flughafen München (Aeroporto di Monaco) ecc...; > di importanti medie imprese rappresentative e leader nei rispettivi mercati quali AL- KO, Flughafen Salzburg, Peri, Mediacom; > del mondo politico (Austria, Germania, Italia) e diplomatico (Italia); > della pubblica amministrazione; > del campo ecclesiastico; > del campo universitario; > del campo sociale e della sanità. 10 Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner 2004

11 MARINA OSNAGHI Prima in Italia ad essersi certificata come Master Certified Coach qualificata da ICF, (International Coach Federation, nel 2003 diventa presidente della Federazione Italiana Coach, e nel 2005 ne diventa Past President. La sua preparazione si basa anche su 5 anni (Master in Communication and Training and Coaching), seguiti presso la FutureAkademie di Baumkirchen. Qualificata a livello Internazionale come Future Trainer è specializzata nella applicazione del Future Methode, metodologia di coaching che si sviluppa in Europa da circa 15 anni, (il metodo è accreditato ACTP presso la ICF); sviluppa anche nuove tecniche e modelli di coaching da mettere a disposizione dei suoi clienti. La sua storia professionale, sviluppatasi nell'arco di 15 anni spesi nell'ambito aziendale come CEO ed imprenditore, le ha permesso di acquisire una notevole competenza nel settore tessile, commerciale, nella gestione di sinergie organizzative aziendali e nella gestione del personale. Specializzata nell'affiancamento di aziende, gruppi e singoli individui, si occupa anche di gestire in Italia i programmi della Scuola Future per professional Coach. Qualificata dal Moody International come sviluppatore e validatore di sistemi di qualità all'interno delle organizzazioni secondo le norme UNI-EN-ISO È qualificata da MRG, per MRG 360 Leadership assessment e fa parte del comitato di accreditamento ICF come esaminatore per la qualifica di nuovi coach accreditati. Parla fluentemente il tedesco e l'inglese e lavora facilmente in entrambe le lingue. Il suo background multiculturale, le permette di inserirsi facilmente e coerentemente in molteplici e differenti realtà e in diverse organizzazioni. Alcune fra le organizzazioni che ha accompagnato in vari progetti: Messe Frankfurt Italia Alpi s.p.a. Ifom, laboratorio di Oncologia molecolare Cippà Trasporti Elsevier Masson s.p.a. Condè Nast Italia per Morris Graham andassociates Ermenegildo Zegna Coaching: Executive coaching, Team coaching e team building. Gestione e risoluzione dei conflitti e problem solving. Training: Comunicazione, Leadership e sviluppo organizzativo, Corsi per la forza vendita, creare relazioni vincenti col cliente, sviluppo delle sinergie efficaci nel team, i livelli di sviluppo dell'organizzazione dal gruppo selvaggio al power team. Progetti aziendali Riorganizzazioni di reparto e aziendali, fusioni ed acquisizioni e progetti a breve, medio e lungo termine, di sviluppo interno alla azienda. Sviluppo di cultura di impresa. Definizione dei rapporti fornitore cliente internamente ed esternamente all'azienda. Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner

12 Date dei corsi I seminari inizieranno il primo giorno alle ore 10,00 e termineranno l'ultimo giorno alle ore 17,00. Per ragioni didattiche si raccomanda il pernottamento nell'albergo dove si svolge il seminario. Le spese di vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti e devono essere saldate direttamente in albergo. Luogo di svolgimento: Hotel Villa Carlotta - Belgirate VB - Lago Maggiore - Catena Bestwestern Tel. 0322/ Fax 0322/76705 sito: Il corso viene tenuto da Marina Osnaghi e Wolfgang E. Stabentheiner, sviluppatore ed ideatore del metodo Future. Contatti Coaching&Coaching: Viale Gian Galeazzo Milano Sede Operativa: Via Mincio Milano - Tel Copyright by Future Training Beratung Coaching - Wolfgang E. Stabentheiner 2004

13

14 Coaching&Coaching s.r.l. Viale Gian Galeazzo, Milano Tel Fax

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

ON LINE COACHING SCHOOL

ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL corso di coaching skills e avvio alla professione di coach Mentre si conclude la prima edizione, yucan.it e ICTF presentano il secondo corso online di avvio

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Premessa Aiutare i figli a orientarsi alla fine del quinquennio della scuola superiore, o sostenerli nella scelta di

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Coaching. Corporate. Destinatari. Programma di perfezionamento. Istituto Superiore per l Apprendimento dell Individuo Adulto

Coaching. Corporate. Destinatari. Programma di perfezionamento. Istituto Superiore per l Apprendimento dell Individuo Adulto Istituto Superiore per l Apprendimento dell Individuo Adulto Corporate Coaching Programma di perfezionamento Destinatari Il programma è rivolto a coloro i quali desiderano acquisire o perfezionare le facoltà

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Per facilitare la lettura del testo, si è scelto di non utilizzare esplicitamente la formulazione

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti 1 L educatore professionale nasce negli anni successivi alla seconda guerra mondiale Risponde alle esigenze concrete lasciate

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca

Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Scuola di Management per le Università, gli Enti di ricerca e le Istituzioni Scolastiche Le competenze per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane nelle università e negli enti di ricerca Dott. William

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Documentazione per la formazione

Documentazione per la formazione La mia formazione professionale di base come assistente di farmacia Documentazione per la formazione Versione luglio 2007 Nome/cognome Farmacia Inizio della formazione professionale Fine della formazione

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Scheda di valutazione individuale area dirigenza. Competenze e comportamenti Leggenda: 0,5=molto indoddisfacente 1=insoddisfacente

Scheda di valutazione individuale area dirigenza. Competenze e comportamenti Leggenda: 0,5=molto indoddisfacente 1=insoddisfacente Scheda di valutazione individuale area dirigenza Sessione di valutazione Nome e Cognome Valutatore Competenze e comportamenti Leggenda:,=molto indoddisfacente =insoddisfacente anno Incarico: PESATURA:

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli