PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015"

Transcript

1 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: DISCIPLINE GRAFICHE Prof. Paolo Maria Arosio Prof. Lorenzo Cazzaniga A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 1 di 4

2 COMPETENZE La disciplina intende indagare gli aspetti fondamentali del linguaggio visivo pertinenti alla grafica di comunicazione. L itinerario didattico affronta le tematiche più significative di tale ambito, in modo da fornire allo studente, un panorama il più possibile articolato e diversificato dei campi d intervento del progettista grafico, dando un giusto rilievo a tutte le componenti che contribuiscono a fare di quest ultimo un operatore consapevole del contesto in cui è chiamato ad intervenire. Obiettivo generale della disciplina è di consentire l acquisizione di una metodologia operativa ben definita, dove la gestione logica e consapevole degli aspetti conoscitivi, comunicativi, creativi e tecnici, concorra alla produzione di messaggi visivi specifici del settore. In quest ottica le abilità personali di tipo tecnico e creativo dovranno essere di volta in volta verificate, in rapporto alle esigenze funzionali e comunicative d ogni singolo progetto. Ciò richiede l applicazione di un operatività metodologica corretta, sperimentata nel percorso scolastico e la maturazione di una flessibilità mentale tale da garantire la capacità di riutilizzare le conoscenze acquisite adattandole ad ogni nuova situazione. Lo studente dovrà quindi possedere: competenze adeguate nell uso del disegno a mano libera e nella gestione dei software grafici e multimediali Dovrà essere in grado di individuare e coordinare le interconnessioni tra il linguaggio grafico ed il prodotto o ente da pubblicizzare, il testo da strutturare o illustrare ed il target destinatario. Dovrà procedere nella progettazione seguendo un iter basato sull analisi dei problemi, la sintesi grafica e la verifica dei risultati; partendo dall individuazione del messaggio di riferimento per arrivare alla realizzazione del prodotto di divulgazione, passando dagli schizzi preliminari, dai layout, dalla composizione del testo, dalla elaborazione digitale, dai metodi di pubblicazione, etc, Dovrà conoscere i precedenti storici legati alla comunicazione visiva, sviluppare la capacità di analizzare e rielaborare i precedenti, moderni e contemporanei, dall invenzione della stampa in poi Dovrà sviluppare la capacità di individuare ed utilizzare gli elementi estetici e funzionali alla comunicazione, derivati dalla gestione corretta dello spazio visivo, della percezione, del colore, dei caratteri tipografici etc. CONOSCENZE Conoscere i linguaggi visivi Conoscere gli elementi strutturali delle immagini Conoscere la metodologia esecutiva e le tecniche di realizzazione del progetto grafico Conoscere le problematiche tecniche e le funzioni comunicative relative alla progettazione del marchio L iter progettuale: definizione del problema, creazione del concept, sviluppo, implementazione Le figure e le strutture professionali Gli elementi della comunicazione visiva: regole compositive, della percezione, il colore, le interazioni formali Chiavi di lettura storiche: i precedenti, il contemporaneo, gli autori I caratteri: la composizione tipografica, le regole Le immagini: fotografia e illustrazione Introduzione alla pubblicità: gli elementi, le regole, le funzioni Alcune Unità didattiche previste/possibili nel Biennio: Il Manifesto: funzioni, classificazione, struttura, storia. Progetto di un manifesto Il Packaging:funzioni, struttura, comunicazione. Progetto della veste grafica e del logotipo di prodotto di una confezione. Il Calendario A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 2 di 4

3 Il Marchio: classificazione, funzioni, struttura. Progetto di logotipi, sigle, pittogrammi o ideogrammi La comunicazione pubblicitaria attraverso la realizzazione di annunci pubblicitari, inseriti in una ipotetica campagna Eventuali collaborazioni con il territorio CONTENUTI IMPRESCINDIBILI Conoscenza: dell iter progettuale: definizione del problema, creazione del concept, sviluppo, implementazione delle figure e delle strutture professionali della tipografia:della composizione e delle regole delle immagini: fotografiche e illustrazioni della grafica pubblicitaria: gli elementi, le regole, le funzioni NOTE OBIETTIVI MINIMI Conoscenza e applicazione dell iter progettuale anche se a livello superficiale. Applicazione di un operatività corretta, che segua un percorso logico, anche se guidata e non completamente autonoma nell elaborazione creativa. Svolgimento di tutte le esercitazioni programmate nel primo e nel secondo quadrimestre, recuperando quelle non eseguite nei tempi prefissati. VERIFICHE E CRITERI DI VALUTAZIONE Si attueranno una serie di verifiche in itinere, legate alle diverse fasi del percorso progettuale, così da valutarne l andamento e la correttezza operativa. Le verifiche saranno a livello di classe, ma più spesso a carattere individuale, dove il confronto sulle scelte operate (intenti iniziali, obiettivi, ipotesi formulate, elaborati grafici, strumenti e tecniche), aiuterà l alunno nell adottare un atteggiamento critico nei confronti del proprio lavoro. Ulteriori verifiche e valutazioni riguarderanno anche le conoscenze teoriche dei contenuti programmatici. Le valutazioni quadrimestrali riguarderanno il raggiungimento degli obiettivi cognitivi predefiniti, che in rapporto ai requisiti d ogni singolo progetto e alle fasi previste dall iter metodologico, si possono sintetizzare nelle seguenti voci: a) Qualità dell analisi preliminare b) correttezza del percorso metodologico c) attinenza agli obiettivi comunicativi e capacità di tradurli in elaborati adeguati d) abilità tecnico-esecutive e) creatività f) autonomia operativa g) gestione del progetto nei tempi prestabiliti. h) efficacia della comunicazione. Saranno considerati anche il grado d interesse e di partecipazione dimostrati e le potenzialità espresse dall alunno; inoltre l allievo dovrà svolgere tutte le esercitazioni programmate in entrambi i quadrimestri e dovrà recuperare quelle non eseguite nei tempi prefissati, entro la fine dell anno scolastico. USCITE DIDATTICHE A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 3 di 4

4 ATTIVITA INTERDISCIPLINARI O PROGETTO DI ISTITUTO Sono previste attività interdisciplinari soprattutto con il Laboratorio Grafico, vista la diretta consequenzialità e interdipendenza delle procedure operative, sia come approfondimento delle tecniche, che come sperimentazione e verifica del proprio lavoro. Auspicabili sono anche i contributi e le collaborazioni con materie determinanti nella produzione di manufatti comunicativi, come Italiano (ad esempio nell'uso del linguaggio pubblicitario, nell'uso delle figure retoriche e in una comprensione più ampia del modello comunicativo), Storia dell'arte (nello sviluppare una conoscenza e una consapevolezza delle origini e delle motivazioni alla base di molte scelte creative ereditate dalla produzione artistica), Inglese (nell'uso diffuso della lingua nell'ambito professionale della grafica pubblicitaria); senza escludere le altre materie curriculari per eventuali collaborazioni più specifiche. PROFILO DELLO STUDENTE ALLA FINE DEL SECONDO BIENNIO Al termine del biennio lo studente conoscerà i processi progettuali e operativi inerenti la grafica negli ambiti tradizionale e digitale, editoriale, comunicativo e pubblicitario; individuando sia nell'analisi che nella fase produttiva, gli aspetti comunicativi, narrativi, estetici e funzionali, commerciali e concettuali, che interagiscono e caratterizzano la comunicazione visiva nella grafica. Conoscerà le tecniche, i materiali e le strumentazioni fotografiche, informatiche e multimediali basilari; comprenderà e applicherà i principi e le regole della composizione e le teorie essenziali della percezione visiva. Saprà cogliere la relazione tra il soggetto o il prodotto da valorizzare e il target di riferimento nella comunicazione. Infine, sarà in grado di gestire l'iter progettuale, attraverso l'analisi del prodotto o del testo di riferimento, fino alla sintesi grafica finale passando dagli schizzi preliminari, dai layout sperimentali, dalla composizione del testo e dalla elaborazione digitale conclusiva operando sempre in sinergia con il laboratorio dove verificherà e approfondirà le competenze tecnico esecutive anche in funzione dei metodi di produzione e pubblicazione. Il laboratorio di grafica in particolare, attraverso l'esercizio costante, avrà sviluppato le conoscenze basilari necessarie per l'utilizzo delle tecniche informatiche legate al disegno vettoriale, al fotoritocco, all'impaginazione e al web publishing. Data di compilazione: Giussano, 18/10/2014 Verifica del Docente: Firma Prof. Paolo Arosio A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 4 di 4

5 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO QUINTO ANNO DISCIPLINA: DISCIPLINE GRAFICHE Prof. Paolo Maria Arosio A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 1 di 4

6 COMPETENZE La disciplina intende indagare gli aspetti fondamentali del linguaggio visivo pertinenti alla grafica di comunicazione. L itinerario didattico affronta le tematiche più significative di tale ambito, in modo da fornire allo studente, un panorama il più possibile articolato e diversificato dei campi d intervento del progettista grafico, dando un giusto rilievo a tutte le componenti che contribuiscono a fare di quest ultimo un operatore consapevole del contesto in cui è chiamato ad intervenire. Obiettivo generale della disciplina è di consentire l acquisizione di una metodologia operativa ben definita, dove la gestione logica e consapevole degli aspetti conoscitivi, comunicativi, creativi e tecnici, concorra alla produzione di messaggi visivi specifici del settore. In quest ottica le abilità personali di tipo tecnico e creativo dovranno essere di volta in volta verificate, in rapporto alle esigenze funzionali e comunicative d ogni singolo progetto. Ciò richiede l applicazione di un operatività metodologica corretta, sperimentata nel percorso scolastico e la maturazione di una flessibilità mentale tale da garantire la capacità di riutilizzare le conoscenze acquisite adattandole ad ogni nuova situazione. Lo studente dovrà quindi possedere: competenze adeguate nell uso del disegno a mano libera e nella gestione dei software grafici e multimediali Dovrà essere in grado di individuare e coordinare le interconnessioni tra il linguaggio grafico ed il prodotto o ente da pubblicizzare, il testo da strutturare o illustrare ed il target destinatario. Dovrà procedere nella progettazione seguendo un iter basato sull analisi dei problemi, la sintesi grafica e la verifica dei risultati; partendo dall individuazione del messaggio di riferimento per arrivare alla realizzazione del prodotto di divulgazione, passando dagli schizzi preliminari, dai layout, dalla composizione del testo, dalla elaborazione digitale, dai metodi di pubblicazione, etc, Dovrà conoscere i precedenti storici legati alla comunicazione visiva, sviluppare la capacità di analizzare e rielaborare i precedenti, moderni e contemporanei, dall invenzione della stampa in poi Dovrà sviluppare la capacità di individuare ed utilizzare gli elementi estetici e funzionali alla comunicazione, derivati dalla gestione corretta dello spazio visivo, della percezione, del colore, dei caratteri tipografici etc. CONOSCENZE Si proseguono, approfondendole e ampliandole le seguenti conoscenze: Conoscere i linguaggi visivi Conoscere gli elementi strutturali delle immagini Conoscere la metodologia esecutiva e le tecniche di realizzazione del progetto grafico L iter progettuale: definizione del problema, creazione del concept, sviluppo, implementazione La comunicazione nel web, la grafica e le sue applicazioni Le figure e le strutture professionali Gli elementi della comunicazione visiva: regole compositive, della percezione, il colore, le interazioni formali Chiavi di lettura storiche: i precedenti, il contemporaneo, gli autori Il linguaggio pubblicitario: gli elementi, le regole, le funzioni Alcune Unità didattiche previste/possibili nel monoennio: L'immagine coordinata: analisi, funzioni e progetto degli elementi istituzionali con relative applicazioni La grafica editoriale: il pieghevole, le copertine, i cataloghi, i libri, le riviste, ecc. Il Sito Web. Analisi e introduzione alla comunicazione nel web. Analisi e progettazione degli elementi grafici Eventuali collaborazioni con il territorio Percorso personale di verifica e approfondimento di un ambito della produzione grafica attuale A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 2 di 4

7 CONTENUTI IMPRESCINDIBILI Conoscenze/competenze: dell iter progettuale: definizione del problema, creazione del concept, sviluppo, implementazione delle figure e delle strutture professionali della tipografia:della composizione e delle regole delle immagini: fotografiche e illustrazioni della grafica pubblicitaria: gli elementi, le regole, le funzioni delle interazioni tra tutti i settori del graphic design e fra i vari linguaggi. comunicare e saper esporre i contenuti della propria produzione utilizzando le modalità più adeguate elaborare un percorso individuale nell'ambito della produzione grafica basata sui propri interessi, le recente produzione estetica visiva, le radici storico culturali e l'evoluzione attuale dei linguaggi visivi NOTE OBIETTIVI MINIMI Conoscenza e applicazione dell iter progettuale. Applicazione di un operatività corretta, che segua un percorso logico, anche se guidata e non completamente autonoma nell elaborazione creativa. Consapevolezza delle interazioni tra tutti i settori del graphic design e fra i vari linguaggi. Svolgimento di tutte le esercitazioni programmate nel primo e nel secondo quadrimestre, recuperando quelle non eseguite nei tempi prefissati. VERIFICHE E CRITERI DI VALUTAZIONE Si attueranno una serie di verifiche in itinere, legate alle diverse fasi del percorso progettuale, così da valutarne l andamento e la correttezza operativa. Le verifiche saranno a livello di classe, ma più spesso a carattere individuale, dove il confronto sulle scelte operate (intenti iniziali, obiettivi, ipotesi formulate, elaborati grafici, strumenti e tecniche), aiuterà l alunno nell adottare un atteggiamento critico nei confronti del proprio lavoro. Ulteriori verifiche e valutazioni riguarderanno anche le conoscenze teoriche dei contenuti programmatici. Le valutazioni quadrimestrali riguarderanno il raggiungimento degli obiettivi cognitivi predefiniti, che in rapporto ai requisiti d ogni singolo progetto e alle fasi previste dall iter metodologico, si possono sintetizzare nelle seguenti voci: a) Qualità dell analisi preliminare b) correttezza del percorso metodologico c) attinenza agli obiettivi comunicativi e capacità di tradurli in elaborati adeguati d) abilità tecnico-esecutive e) creatività f) autonomia operativa g) gestione del progetto nei tempi prestabiliti. h) efficacia della comunicazione. Saranno considerati anche il grado d interesse e di partecipazione dimostrati e le potenzialità espresse dall alunno; inoltre l allievo dovrà svolgere tutte le esercitazioni programmate in entrambi i quadrimestri e dovrà recuperare quelle non eseguite nei tempi prefissati, entro la fine dell anno scolastico. USCITE DIDATTICHE A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 3 di 4

8 ATTIVITA INTERDISCIPLINARI O PROGETTO DI ISTITUTO Sono previste attività interdisciplinari soprattutto con il Laboratorio Grafico, vista la diretta consequenzialità e interdipendenza delle procedure operative, sia come approfondimento delle tecniche, che come sperimentazione e verifica del proprio lavoro. Auspicabili sono anche i contributi ed eventuali attività trasversali, con materie determinanti nella produzione di manufatti comunicativi, come Italiano (ad esempio nell'uso del linguaggio pubblicitario, nell'uso delle figure retoriche e in una comprensione più ampia del modello comunicativo), Storia dell'arte (nello sviluppare una conoscenza e una consapevolezza delle origini e delle motivazioni alla base di molte scelte creative ereditate dalla produzione artistica), Inglese (nell'uso diffuso della lingua nell'ambito professionale della grafica pubblicitaria); senza escludere le altre materie curriculari per eventuali collaborazioni più specifiche. PROFILO DELLO STUDENTE ALLA FINE DEL MONOENNIO Al termine del quinto anno lo studente conoscerà e saprà applicare i processi progettuali e operativi inerenti la grafica negli ambiti tradizionale e digitale, editoriale, comunicativo e pubblicitario; individuando sia nell'analisi che nella fase produttiva, gli aspetti comunicativi, narrativi, estetici e funzionali, commerciali e concettuali, che interagiscono e caratterizzano la comunicazione visiva nella grafica. Conoscerà e sarà in grado di impiegare in modo appropriato le tecniche, i materiali e le strumentazioni fotografiche, informatiche e multimediali basilari; comprenderà e applicherà i principi e le regole della composizione e le teorie essenziali della percezione visiva. Saprà cogliere le interazioni tra la produzione grafica e le altre forme di linguaggio artistico del passato e della contemporaneità, dei fondamenti culturali,sociali, commerciali e stilistici, la relazione con il soggetto o il prodotto da valorizzare e il target di riferimento nella comunicazione. Infine, sarà in grado di gestire l'iter progettuale in modo appropriato al corso liceale seguito, attraverso l'analisi del prodotto o del testo di riferimento, fino alla sintesi grafica finale passando dagli schizzi preliminari, dai layout sperimentali, dalla composizione del testo e dalla elaborazione digitale conclusiva operando sempre in sinergia con il laboratorio dove verificherà e approfondirà le competenze tecnico esecutive anche in funzione dei metodi di produzione e pubblicazione. Il laboratorio di grafica in particolare, attraverso l'esercizio costante, avrà sviluppato le conoscenze basilari necessarie per l'utilizzo delle tecniche informatiche legate al disegno vettoriale, al fotoritocco, all'impaginazione e al web publishing. Data di compilazione: Giussano, 18/10/2014 Verifica del Docente: Firma Prof. Paolo Arosio A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014 pag. 4 di 4

COMPETENZE (eventualmente associare le capacità ed abilità richieste) CONOSCENZE (moduli o unità didattiche o contenuti) NOTE OBIETTIVI MINIMI

COMPETENZE (eventualmente associare le capacità ed abilità richieste) CONOSCENZE (moduli o unità didattiche o contenuti) NOTE OBIETTIVI MINIMI PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: Laboratorio grafico Prof. Milena Manigrasso Prof. Cristina Cingi A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 01/10/2014

Dettagli

DISCIPLINE GRAFICHE e LABORATORIO DI GRAFICA

DISCIPLINE GRAFICHE e LABORATORIO DI GRAFICA Anno Scolastico 2014/2015 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: GRAFICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A DISCIPLINE GRAFICHE e LABORATORIO DI GRAFICA SECONDO BIENNIO/QUINTO ANNO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITÀ Conoscere

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE DI VENEZIA INDIRIZZO GRAFICA DISCIPLINE GRAFICHE. Secondo Biennio 3 e 4 anno (6 ore settimanali)

LICEO ARTISTICO STATALE DI VENEZIA INDIRIZZO GRAFICA DISCIPLINE GRAFICHE. Secondo Biennio 3 e 4 anno (6 ore settimanali) LICEO ARTISTICO STATALE DI VENEZIA INDIRIZZO GRAFICA DISCIPLINE GRAFICHE Secondo Biennio 3 e 4 anno (6 ore settimanali) La materia propone una formazione progettuale, nell ambito del communication design,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Prof. M. C. Cassanmagnago Prof. V. Cazzaniga Prof. P. Cinelli Prof. R. Colombo SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: LABORATORIO di DESIGN legno e arredamento Prof.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Prof. M. C. Cassanmagnago Prof. V. Cazzaniga Prof. P. Cinelli Prof. R. Colombo SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: DISCIPLINE PROGETTUALI di DESIGN legno e arredamento

Dettagli

Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura)

Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura) Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura) PROFILO GENERALE E COMPETENZE Pittura Al termine del percorso liceale lo studente conoscerà e saprà

Dettagli

DESIGN PROGETTO CULTURALE E FORMATIVO ( nuovo ordinamento- Progettazione e Laboratorio)

DESIGN PROGETTO CULTURALE E FORMATIVO ( nuovo ordinamento- Progettazione e Laboratorio) Obiettivi Tematiche Argomenti Dal profilo in uscita nuovo ordinamento - Individuare i principi e le regole della composizione e le teorie essenziali della percezione visiva; - Acquisire le teoriche di

Dettagli

LABORATORIO GRAFICA. U.D.A. n.1 Regole compositive con software digitali per la grafica

LABORATORIO GRAFICA. U.D.A. n.1 Regole compositive con software digitali per la grafica Secondo biennio LABORATORIO GRAFICA U.D.A. n.1 Regole compositive con software digitali per la grafica PECUP Conoscere e saper applicare i principi della percezione visiva e della composizione della forma

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013 / 2014. INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI Disegno professionale CLASSE V SEZ.

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013 / 2014. INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI Disegno professionale CLASSE V SEZ. Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 2 del : 08/10/2013 Anno scolastico 2013 / 2014 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI Disegno

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA Indirizzo Produzioni industriali e artigianali Articolazione Artigianato ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA CARATTERI E FINALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA I percorsi degli Istituti professionali si caratterizzano

Dettagli

INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE

INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE Grafica digitale (Graphic Design) PROGETTO DIDATTICO Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: - aver approfondito la conoscenza degli elementi costitutivi

Dettagli

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015 Programmazione didattica per Matematica Primo Biennio a.s. 2014-2015 Obiettivi educativi e didattici. Lo studio della matematica, secondo le indicazioni nazionali, concorre con le altre discipline, alla

Dettagli

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD )

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: DESIGN ARREDAMENTO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A: DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) SECONDO BIENNIO CLASSI : TERZE E QUARTE

Dettagli

Scuola di fotografia, arti multimediali e comunicazione visiva, Firenze

Scuola di fotografia, arti multimediali e comunicazione visiva, Firenze THEDARKROOM FIRENZE Scuola di fotografia, arti multimediali e comunicazione visiva, Firenze CORSO ACCADEMICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE IN GRAFICA PUBBLICITARIA IN ITALIANO 192 ore totali durata: 6 mesi

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD )

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: ARCHITETTURA E AMBIENTE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A: DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) SECONDO BIENNIO CLASSI : TERZE

Dettagli

Indirizzo Grafica e Comunicazione

Indirizzo Grafica e Comunicazione Istituti tecnici Settore tecnologico Indirizzo Grafica e Comunicazione L indirizzo Grafica e Comunicazione ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze

Dettagli

CORSO DI OPERATORE/TRICE GRAFICO ADDETTO/A PRESTAMPA

CORSO DI OPERATORE/TRICE GRAFICO ADDETTO/A PRESTAMPA CORSO DI OPERATORE/TRICE GRAFICO ADDETTO/A PRESTAMPA Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, gestito da un consorzio di Comuni che organizza, in diversi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI DIPARTIMENTO A. S. 2015/16 Indirizzo: GRAFICA

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI DIPARTIMENTO A. S. 2015/16 Indirizzo: GRAFICA PROGRAMMAZIONE GENERALE DI DIPARTIMENTO A. S. 2015/16 Indirizzo: GRAFICA PREMESSA Questo nuovo indirizzo rappresenta una delle parti innovative dell offerta formativa del nostro Liceo e ha completato il

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2014/2015 MATERIE GRAFICHE TECNICO indirizzo: Grafica e comunicazione TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA - CLASSI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELMELLA. ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELMELLA. ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqas dfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnm

Dettagli

L.A.S. A.MODIGLIANI PADOVA DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE PITTORICHE PROGRAMMAZIONE

L.A.S. A.MODIGLIANI PADOVA DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE PITTORICHE PROGRAMMAZIONE L.A.S. A.MODIGLIANI PADOVA DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE PITTORICHE PROGRAMMAZIONE Il Liceo Artistico Modigliani, dopo un primo biennio comune, si articola in due indirizzi: ARCHITETTURA E AMBIENTE e ARTI

Dettagli

ISTITUTO STATALE SUPERIORE FEDERIGO ENRIQUES CASTELFIORENTINO ISTITUTO PROFESSIONALE DEI SERVIZI COMMERCIALI SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO STATALE SUPERIORE FEDERIGO ENRIQUES CASTELFIORENTINO ISTITUTO PROFESSIONALE DEI SERVIZI COMMERCIALI SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO STATALE SUPERIORE FEDERIGO ENRIQUES CASTELFIORENTINO ISTITUTO PROFESSIONALE DEI SERVIZI COMMERCIALI SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE Anno scolastico 2013/2014 Programma di LAB. TECNICO PROFESSIONALE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I percorsi liceali come recita la normativa, devono fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione

Dettagli

UNITA FORMATIVA TECNICO GRAFICO Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura

UNITA FORMATIVA TECNICO GRAFICO Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura Modulo di lavoro Pagina 1 di 10 UNITA FORMATIVA TECNICO GRAFICO Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura REALIZZAZIONI DI PRODOTTI GRAFICI

Dettagli

TECNOLOGIA COMPETENZE

TECNOLOGIA COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO F. DE Sanctis CURRICOLO VERTICALE DI TECNOLOGIA A.S. 2013/2014 1 TECNOLOGIA La materia tecnologia comporta la formazione di competenze diversificate, che vanno dalla formazione di

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO OPZIONI Schede disciplinari Secondo biennio e quinto anno (Art. 8, comma 4, lettera c) d.p.r. n. 87 del 15 marzo 2010) ISTITUTI

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I percorsi liceali come recita la normativa, devono fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione

Dettagli

IIS D ORIA - UFC PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO PROFESSIONALE GRAFICO MATERIA TECNICHE PROFESSIONALI DI GRAFICA ANNO DI CORSO 5 ANNO

IIS D ORIA - UFC PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO PROFESSIONALE GRAFICO MATERIA TECNICHE PROFESSIONALI DI GRAFICA ANNO DI CORSO 5 ANNO INDICE DELLE UFC 1 Il progetto editoriale. 2 Tecniche multimediali. 3 Laboratorio informatico di Illustrator Photoshop. 4 Riprese con strumento fotografico e video digitale con postproduzione. TIPOLOGIA

Dettagli

isgmd Ateneo Post-Diploma grafica moda design Istituto Superiore - Ateneo Post-diploma - Masters Accreditato dalla regione Lombardia

isgmd Ateneo Post-Diploma grafica moda design Istituto Superiore - Ateneo Post-diploma - Masters Accreditato dalla regione Lombardia isgmd Ateneo Post-Diploma Lecco, via Cavour 90 i www.isgmd.it tel. +390341282336 fax +390341264400 is grafica moda design Istituto Superiore - Ateneo Post-diploma - Masters Accreditato dalla regione Lombardia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RELATIVA ALLA DISCIPLINA: LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI (LABORATORIO FOTOGRAFIA E COMPUTER GRAFICA)

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RELATIVA ALLA DISCIPLINA: LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI (LABORATORIO FOTOGRAFIA E COMPUTER GRAFICA) Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE GRAFICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RELATIVA ALLA DISCIPLINA: LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI (LABORATORIO FOTOGRAFIA E COMPUTER GRAFICA) CLASSI PRIME

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma SCEGLI CON IL CUORE pag. 2 Il corso, di durata triennale, permette di conseguire un alta formazione nel campo del design della comunicazione visiva. Il percorso formativo è strutturato in modo da trasmettere

Dettagli

Operatore Grafico 1 anno UC 1.01

Operatore Grafico 1 anno UC 1.01 Operatore Grafico 1 anno UC 1.01 Rappresentazione prodotto grafico CONOSCENZE Riconoscere le caratteristiche e specifiche tecniche definite nel progetto grafico, tenendo conto del supporto attraverso cui

Dettagli

PROGRAMMI CORSI TRIENNALI. I anno CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE. CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e

PROGRAMMI CORSI TRIENNALI. I anno CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE. CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e PROGRAMMI CORSI TRIENNALI CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e COMPUTER-LAB ( laboratorio di computer grafica) Il laboratorio di computer grafica si affianca

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Operatore Grafico 2 anno UC 1.01

Operatore Grafico 2 anno UC 1.01 Operatore Grafico 2 anno UC 1.01 Rappresentazione prodotto grafico CONOSCENZE Riconoscere le caratteristiche e specifiche tecniche definite nel progetto grafico, tenendo conto del supporto attraverso cui

Dettagli

PROGETTO MICHELANGELO

PROGETTO MICHELANGELO PROGETTO MICHELANGELO Premessa Il progetto nasce dall esigenza di ridefinire, in termini didatticamente e culturalmente innovativi, l intera esperienza formativa degli istituti secondari di istruzione

Dettagli

TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE

TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE a.s.2013/2014 TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE indirizzo: Tecnico della Grafica e della comunicazione TEORIE DELLA COMUNICAZIONE: Classi terze tecnico grafico TEORIE DELLA COMUNICAZIONE: Non ancora

Dettagli

UNITÁ FORMATIVA n. 1 - Area professionale DATI GENERALI. DATI DI ESITO Riferimento: standard formativi minimi regionali DDG N. 1544/10 allegato B

UNITÁ FORMATIVA n. 1 - Area professionale DATI GENERALI. DATI DI ESITO Riferimento: standard formativi minimi regionali DDG N. 1544/10 allegato B Modulo di lavoro Pagina 1 di 12 + UNITA FORMATIVA OPERATORE GRAFICO indirizzo MULTIMEDIA Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura Descrizione

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DOCENTI DI INFORMATICA E LABORATORIO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI 1 e E 2 e ITC IPC OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO: Potenziare la capacità d ascolto Sviluppare le capacità comunicative

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE: DISEGNO PROFESSIONALE classe Prima FINALITÀ GENERALI Nell indirizzo dell Operatore Grafico Pubblicitario, la disciplina Disegno Professionale costituisce il supporto pratico-teorico

Dettagli

ACCADEMIA DELLA PUBBLICITÀ

ACCADEMIA DELLA PUBBLICITÀ ACCADEMIA DELLA PUBBLICITÀ Se fosse solo una scuola, non ci sarebbe niente di nuovo! ART DIRECTOR - GRAPHIC DESIGNER - VIDEOMAKER FOTOGRAFO - COPYWRITER - WEB DESIGNER FOTORITOCCATORE - DESIGNER CHI E

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO di MUSICA Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area Periodo di riferimento Traguardi di competenza Obiettivi

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS Atripalda (Av) DIPARTIMENTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS Atripalda (Av) DIPARTIMENTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LICEO SCIENTIFICO V. DE CAPRARIIS Atripalda (Av) DIPARTIMENTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE Programmazione didattica-educativa Bienno-triennio a.s. 2013/2014 Premessa Sulla base di una scelta didattica

Dettagli

Settore :Industria e artigianato Indirizzo :Produzioni industriali e artigianali

Settore :Industria e artigianato Indirizzo :Produzioni industriali e artigianali Is tituto Profess ionale di Stato pe r l Indus tria e l Artigianato CAVOUR-MARCONI Loc. Piscille Via Assisana, 40/d-06154 PERUGIA Tel. 075/5838322 Fax 075/32371 e-mail: i p s i a p g @ t i n. i t - sito

Dettagli

Lingua e letteratura italiana

Lingua e letteratura italiana Lingua e letteratura italiana 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Lingua e letteratura italiana 119 119 119 119 119 Premessa generale La lingua italiana, nel percorso dell obbligo di istruzione riferito

Dettagli

INDIRIZZO DESIGN SETTORE DELLA PRODUZIONE ARTISTICA DESIGN DEI METALLI E DEL GIOIELLO

INDIRIZZO DESIGN SETTORE DELLA PRODUZIONE ARTISTICA DESIGN DEI METALLI E DEL GIOIELLO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE D ISTITUTO A.S. 2012-2013 LICEO ARTISTICO ORDINAMENTO DPR N 89 DEL 15.03.2010 INDIRIZZO DESIGN SETTORE DELLA PRODUZIONE ARTISTICA DESIGN DEI METALLI E DEL GIOIELLO DIPARTIMENTO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA. Lingue straniere. a.s. 2013-2014 NUOVO ORDINAMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA. Lingue straniere. a.s. 2013-2014 NUOVO ORDINAMENTO I S T I T U T O M A G I S T R A L E D I B E L V E D E R E M A R I T T I M O (CO S E N Z A ) Via Annunziata, 4 87021 Belvedere Marittimo (Cosenza) - tel. / fax.: 0985 809 PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA

Dettagli

Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H

Liceo Scientifico  C. CATTANEO  PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 2 PREREQUISITI... 2 CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA...

Dettagli

I STITUTO P ROFESSIONALE DI STATO GAETANO SALVEMINI - Palermo

I STITUTO P ROFESSIONALE DI STATO GAETANO SALVEMINI - Palermo Programmazione primo anno: Le basi della grafica tratta tutti gli elementi della progettazione grafica singolarmente presi; scopo di tale programmazione è fare comprendere come sia possibile unire i vari

Dettagli

Macroarea: Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO. Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO. Docente Collaboratore. Prof.

Macroarea: Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO. Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO. Docente Collaboratore. Prof. Denominazione: GIORNALE SCOLASTICO Macroarea: A Responsabile del Progetto: Prof.ssa IMMACOLATA ANZEVINO Docente Collaboratore Prof.ssa SERENA PANTI 2. Finalità: Contribuire alla formazione di cittadini

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

ACCADEMIA DELLA PUBBLICITÀ

ACCADEMIA DELLA PUBBLICITÀ ACCADEMIA DELLA PUBBLICITÀ Se fosse solo una scuola, non ci sarebbe niente di nuovo! ART DIRECTOR - GRAPHIC DESIGNER - VIDEOMAKER FOTOGRAFO - COPYWRITER - WEB DESIGNER FOTORITOCCATORE - DESIGNER CHI E

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010

SCHEDA PROGRAMMAZIONE CONSIGLI DI CLASSE. CLASSE 5A igea ANNO SCOLASTICO 2009/2010 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE ARCHIMEDE Via Cento n. 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto (BO) C.F. 80073690374 Tel 051 821832/823651 Fax 051 825226 E-Mail: informazioni@isis-archimede.it Sito

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011 Via Cappuccini, 27 75100 MATERA Tel/fax 0835 310024 - Presidenza 0835 310040 C.F. 93002390776 http:/www.liceoartisticomatera.it mtsl01000b@istruzione.it SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

Anno Scolastico Classe Tutor scolastico. 2008/2009 IV A T.A.M. prof. arch. Antonino Bongiorno. 2009/2010 V A T.A.M. prof. arch. Antonino Bongiorno

Anno Scolastico Classe Tutor scolastico. 2008/2009 IV A T.A.M. prof. arch. Antonino Bongiorno. 2009/2010 V A T.A.M. prof. arch. Antonino Bongiorno PROGETTTTO FFORMATTI IVO DII QUALLI IFFI ICAZZI IONE PROFFESSI IONALLE DII SECONDO LLI IVELLLLO TECNICO INFORMATII ICO E COMMERCIALE DII PRODOTTII MODA Anno Scolastico Classe Tutor scolastico 2008/2009

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni

Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni Programmazione Italiano, storia e geografia. Classe IV Costruzioni, ambiente e territorio Anno 2014/2015 Professoressa Pili Francesca Situazione di

Dettagli

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV]

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] corso triennale GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] Progetto: Flavia Pellegrini Comunicazione e informazione sono oggi presenze generalizzate e pervasive che caratterizzano ogni aspetto della quotidianità.

Dettagli

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Area dei linguaggi: ITALIANO o L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione), attraverso

Dettagli

CURRICOLO PER COMPETENZE SCUOLA PRIMARIA Direzione Didattica Statale San Giovanni TERNI. OBIETTIVI di apprendimento (al termine della classe quinta)

CURRICOLO PER COMPETENZE SCUOLA PRIMARIA Direzione Didattica Statale San Giovanni TERNI. OBIETTIVI di apprendimento (al termine della classe quinta) CURRICOLO PER SCUOLA PRIMARIA Direzione Didattica Statale San Giovanni TERNI 1. IMPARARE AD IMPARARE 1. Sperimenta una pluralità di esperienze, gestisce diverse possibilità espressive e sviluppa abilità

Dettagli

educazione agli usi creativi della lingua riflessione su di essa controllo progressivo dei linguaggi in ambito disciplinare

educazione agli usi creativi della lingua riflessione su di essa controllo progressivo dei linguaggi in ambito disciplinare INTRODUZIONE Lo sviluppo di competenze linguistiche ampie e sicure è condizione indispensabile per la crescita della persona e per l'esercizio pieno della cittadinanza, per l'accesso critico a tutti gli

Dettagli

Scienze umane 89 89 89 89 89

Scienze umane 89 89 89 89 89 Scienze umane 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Scienze umane 89 89 89 89 89 Premessa generale Il ruolo delle Scienze Umane nella formazione liceale Le scienze umane si sono costituite a partire

Dettagli

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello

Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Piani Di Studio. Corsi di Diploma Accademico di I Livello Dipartimento di Arti Visive Scuola di Pittura Scuola di Scultura Scuola di Decorazione Scuola di Grafica Dipartimento di Progettazione ed Arti

Dettagli

LICEO ARTISTICO G.PASCOLI PROGRAMMA 3E - GRAFICO LABORATORIO GRAFICO 7 ore settimanali 2015/2016 Prof. Gianluca Turatti

LICEO ARTISTICO G.PASCOLI PROGRAMMA 3E - GRAFICO LABORATORIO GRAFICO 7 ore settimanali 2015/2016 Prof. Gianluca Turatti LICEO ARTISTICO G.PASCOLI PROGRAMMA 3E - GRAFICO LABORATORIO GRAFICO 7 ore settimanali 2015/2016 Prof. Gianluca Turatti LIBRI DI TESTO 1. Il manuale del graphic design, progettazione e produzione di Gavin

Dettagli

Indicatori Obiettivi di apprendimento Contenuti e attività Competenze. L alunno utilizza il colore per differenziare e riconoscere gli oggetti.

Indicatori Obiettivi di apprendimento Contenuti e attività Competenze. L alunno utilizza il colore per differenziare e riconoscere gli oggetti. ARTE E IMMAGINE CLASSE I SCUOLA PRIMARIA Osservare e Esprimersi e L alunno conosce e usa il colore. L alunno riconosce nella realtà e nella rappresentazione: relazioni spaziali, rapporto verticale, orizzontale,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto d Istruzione Superiore CATERINA CANIANA Via Polaresco 19 24129 Bergamo Tel: 035 250547 035 253492 Fax: 035 4328401 http://www.istitutocaniana.it

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013/14 ATTIVITA EXTRACURRICULARE LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio A PORTATA DI MOUSE Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 1 del : 12/06/03 Anno scolastico 2011 / 2012 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI LINGUA

Dettagli

Liceo Linguistico Marcelline Bolzano Docente: Lavezzo Martina

Liceo Linguistico Marcelline Bolzano Docente: Lavezzo Martina Liceo Linguistico Marcelline Bolzano Docente: Lavezzo Martina CURRICULUM DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE/EDUCAZIONE FISICA Nella stesura del curriculum di Scienze Motorie e Sportive/Educazione Fisica si

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014. Prof. Forlin Maria Nives AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING INDIRIZZO

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014. Prof. Forlin Maria Nives AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING INDIRIZZO PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014 DOCENTE DISCIPLINA CLASSE INDIRIZZO Prof. Forlin Maria Nives Economia Politica 3^ AEM AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING DATA DI PRESENTAZIONE 10 Novembre 2013

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI FISICA anno scolastico 2014/2015

PIANO DI LAVORO DI FISICA anno scolastico 2014/2015 Tel. 0124/45.45.11 - Fax 0124/45.45.45 Cod. Fisc. 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it URL: www.istitutomoro.it ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale

Dettagli

Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2014/20145 SCUOLA PRIMARIA Compito Esperto Classi Quinte TITOLO: educazione all'affettività e alla sessualità

Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2014/20145 SCUOLA PRIMARIA Compito Esperto Classi Quinte TITOLO: educazione all'affettività e alla sessualità VALORE DI RIFERIMENTO Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2014/20145 SCUOLA PRIMARIA Compito Esperto Classi Quinte TITOLO: educazione all'affettività e alla sessualità Democrazia, non violenza e pace (società):

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI ABILITA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI CONOSCENZE NUCLEO: ESPRIMERE E COMUNICARE

Dettagli

VALUTAZIONE DELL ALUNNO

VALUTAZIONE DELL ALUNNO LA VALUTAZIONE VALUTAZIONE DELL ALUNNO In seguito all introduzione del voto decimale nella scuola, ripristinato dal tanto discusso e contestato decreto Gelmini, si è sviluppato, nelle scuole, un ampio

Dettagli

Laboratorio di Scultura: Ascoltare lo spazio Progettazione e realizzazione di un opere d arte attraverso un intervento site specific

Laboratorio di Scultura: Ascoltare lo spazio Progettazione e realizzazione di un opere d arte attraverso un intervento site specific Laboratorio di Scultura: Ascoltare lo spazio Progettazione e realizzazione di un opere d arte attraverso un intervento site specific Docente: Simone Cametti cell 328 1546195 email simonecametti@hotmail.it

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria

LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA. a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA. Docente : Giuliano Maria LICEO CLASSICO STATALE VITRUVIO POLLIONE FORMIA a.s. 2014-2015 PIANO DI LAVORO ANNUALE STORIA E GEOGRAFIA Classe V sez. C Docente : Giuliano Maria Per gli OBIETTIVI GENERALI e la VALUTAZIONE, si fa riferimento

Dettagli

Istituto d Istruzione SUPERIORE STATALE B. Carniello ISTITUTO TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONE. Settore tecnologico

Istituto d Istruzione SUPERIORE STATALE B. Carniello ISTITUTO TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONE. Settore tecnologico Istituto d Istruzione SUPERIORE STATALE B. Carniello ISTITUTO TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONE Settore tecnologico Per chi È interessato alla comunicazione attraverso i linguaggi tradizionali e multimediali

Dettagli

DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI

DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI Nel corso del 2002-2003 un gruppo di insegnanti ricercatori si è riunito nella elaborazione di una indagine promossa dall Ufficio Scolastico Regionale

Dettagli

ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163

ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO 1. L'allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Comunicazione visiva Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento

Dettagli

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L alunno è capace di interagire in modo efficace in diverse

Dettagli

LINGUA E CULTURA STRANIERA

LINGUA E CULTURA STRANIERA LINGUA E CULTURA STRANIERA LICEO CLASSICO LINEE GENERALI E COMPETENZE Lo studio della lingua e della cultura straniera deve procedere lungo due assi fondamentali tra loro interrelati: lo sviluppo di competenze

Dettagli

Regolamento Scuola di Grafica

Regolamento Scuola di Grafica Regolamento Scuola di Grafica Corso di Diploma Accademico di Primo Livello Triennale in Grafica d Arte Corso di Diploma Accademico di Secondo Livello Biennale in Grafica d Arte 1.1 Ordinamento didattico

Dettagli

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Bozza 16 novembre 2011 allegato B 4 Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

Programmazione didattica

Programmazione didattica DISCIPLINA: Informatica CLASSE 2ª A B C D F Turismo DOCENTE Buda Iolanda 1. PREMESSA Finalità della disciplina è il conseguimento delle abilità e delle competenze necessarie all utilizzo consapevole e

Dettagli

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011 SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011 1 LICEO ARTISTICO STATALE C.Levi MATERA In caso di ISS indicare l ordine di scuola a cui si riferisce il progetto (Liceo,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA SCHEDA PROGETTAZIONE UDA UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Descrizione sintetica del progetto Prodotti Competenze mirate Comuni/cittadinanza professionali BISOGNI, BENI, CONSUMI DEGLI ADOLESCENTI Il

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 1^ sezione L Data di approvazione 15/10/2012 Doc.: Mod.PQ12-041 Rev.: 3 Data:

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 L insegnamento di lingue straniere nel biennio si propone di promuovere lo sviluppo graduale

Dettagli

I.I.S.TELESI@ Telese Terme A.S. 2013/2014. Verbale n. 1

I.I.S.TELESI@ Telese Terme A.S. 2013/2014. Verbale n. 1 I.I.S.TELESI@ Telese Terme A.S. 2013/2014 Verbale n. 1 Il presente verbale è frutto del lavoro comune svolto dai docenti del gruppo linguistico dei singoli dipartimenti dell I.I.S. Telesi@: LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

Liceo Classico E. Cairoli Varese

Liceo Classico E. Cairoli Varese ESA BAC Esame di Stato = Baccalauréat Liceo Classico E. Cairoli Varese Accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese relativo al doppio rilascio del diploma d

Dettagli