Un social network. a misura della terza età. L età media della popolazione è in continua crescita in tutto il mondo e l invecchiamento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un social network. a misura della terza età. L età media della popolazione è in continua crescita in tutto il mondo e l invecchiamento"

Transcript

1 Un social network a misura della terza età A cura di Daniela D Aloisi e Raffaele Nicolussi L età media della popolazione è in continua crescita in tutto il mondo e l invecchiamento della popolazione produce pesanti conseguenze dal punto di vista socio-economico. In questo scenario le tecnologie dell informazione e della comunicazione possono svolgere un ruolo decisivo, almeno per mitigare le conseguenze dell invecchiamento, supportare gli anziani, mantenerli il più possibile integrati nel contesto sociale. Il progetto EasyReach vuole contribuire alla sfida tecnologica rappresentata dall aprire le tecnologie di comunicazione incentrate sulla integrazione sociale al bacino d utenza pre digital-divide, e quindi anziano e a bassa scolarizzazione. Il progetto sta realizzando un servizio basato sulla televisione di casa accessoriata con un telecomando di nuova concezione che sfrutta il riconoscimento di gesti e una infrastruttura software per condividere informazione e fornire stimoli agli utenti, supportando molti tipi di interazione sociale tra utenti. L hardware è molto semplice: un dispositivo del tutto simile a un piccolo telecomando TV, ma capace di catturare gesti e movimenti dell utente e di fare fotografie digitali. Le interazioni sociali saranno gestite dal software (un agente ) che risiederà localmente nel set-top-box (migliorando la scalabilità e la privacy); questo software analizzerà tutte le interazioni e i comandi dell utente. L agente locale potrà entrare in comunicazione con altri agenti locali su richiesta del proprio utilizzatore oppure in modo autonomo per ampliare e migliorare la qualità delle sue interazioni sociali.

2 a Nei numeri precedenti Reti sociali su Internet e Sentiment Analysis 1 Aprile/Maggio 2010 Reti sociali su Internet e Sentiment Analysis 2 Giugno 2010 Le frontiere dell intrattenimento domestico Luglio / Agosto / Settembre 2010 (Re)visioni: alcune tracce per interpretare le mutazioni televisive Ottobre 2010 Quanto è larga la banda? Oggi l utente può misurarla Dicembre / Gennaio 2011 Come misurarsi la banda, contestare gli Operatori e vivere felici Febbraio 2011 Qualità e Internet mobile. Le verità nascoste? 1 Marzo 2011 Qualità e Internet mobile. Le verità nascoste? 2 Aprile / Maggio 2011 La sostenibilità energetica non può fare a meno dell ICT Giugno 2011 Registro Pubblico delle Opposizioni: un opportunità per i cittadini e le imprese Luglio / Agosto / Settembre 2011 L opt-out nel telemarketing è sempre più realtà: dal telefono alla posta, con uno sguardo verso Internet Ottobre 2011 PANDORA: l ICT per il Crisis Management Dicembre / Gennaio 2012 Una nuova generazione di sportelli automatici accessibili e usabili da tutti Febbraio 2012 Campi Elettromagnetici 1 Marzo 2012 Campi Elettromagnetici 2 Aprile / Maggio 2012 misurainternet.it Qualità dell accesso ad Internet da postazione fissa Giugno 2012 Qualità del servizio dati in mobilità: alla partenza la prima esperienza regolamentare Luglio / Agosto / Settembre 2012 Loudness: questa pubblicità è troppo forte! Ottobre 2012 Open Gouvernment Data: una roadmap tecnica Dicembre / Gennaio 2013 IL QUADERNO DI TELÈMA È STATO REALIZZATO DALLA FONDAZIONE UGO BORDONI Presidente: Alessandro Luciano Direttore delle Ricerche: Mario Frullone Curatori del Quaderno: Daniela D Aloisi e Raffaele Nicolussi 42

3 UN SOCIAL NETWORK A MISURA DELLA TERZA ETÀ A Un social network a misura della terza età La piattaforma EasyReach di Daniela D Aloisi L età media della popolazione è in continua sivo, almeno per mitigare le conseguenze dell invecchiamento, supportare gli anziani, mantenerli crescita in tutto il mondo. In Italia, attualmente ci sono 144 persone di oltre 65 anni ogni 100 autonomi e motivarli alla socializzazione attraverso un uso semplice e coinvolgente di servizi con meno di 15 anni, mentre nel 1992 questo rapporto era di 97 a 100. In Europa nel 2060 la online e di facili ausili alla comunicazione. popolazione totale crescerà poco (517 milioni, Il progetto EasyReach (http://www.easyreach-project.eu/) nasce proprio con l obiettivo contro 502 milioni nel 2010), ma sarà molto più anziana con un 30% di europei di almeno 65 di proporre una soluzione innovativa e sostenibile per permettere alla popolazione anziana anni. L aumento dell età media è una grande conquista, ma pone anche problemi alle economie e ai sistemi previdenziali dei paesi europei. pre-digital-divide, di partecipare ai benefici e non scolarizzata, la cosiddetta popolazione L altra faccia della medaglia è che ci saranno della interazione basata su reti sociali. La soluzione proposta da EasyReach consiste nel meno persone in età lavorativa: la quota della popolazione tra i 15 e i 64 anni di età scenderà ridurre l isolamento utilizzando la tecnologia, dal 67% al 56%. Questo vuol dire che, all incirca, invece di 4 persone in età lavorativa per ogni binazione di varie tecniche allo stato dell arte creando una serie di servizi attraverso la com- pensionato ce ne sarebbero solo 2. che cooperano al fine di realizzare un accesso La crescita dell età media ha anche un impatto personalizzato a una piattaforma che ricorda sociale: l incremento della vita media implica la le reti sociali. diminuzione di un altro importante indicatore, lo L obiettivo centrale di EasyReach è quello di permettere a una particolare parte della popolazione HLY (Healthy Life Years) che misura l aspettativa in anni di vita senza disabilità. di utilizzare piattaforme digitali di socializzazione La mancanza di autonomia e la tendenza degli dalle quali sarebbe altrimenti esclusa. Gli aspetti anziani a isolarsi, soprattutto se costretti a rimanere a casa per periodi medio/lunghi come n un bassissimo livello di ingegnerizzazione focali del progetto sono rappresentati da: durante i periodi di convalescenza a seguito di dell ambiente domestico dell utente: il sistema malattie e/o traumi o a causa di disabilità, richiedono soluzioni innovative che li aiutino a rimanegitale e di uno speciale set-top-box creato dal richiede la presenza di un normale televisore dire in contatto con il mondo esterno e con le persone che erano abituate a frequentare. In questo n la realizzazione di una interfaccia grafica progetto; scenario le tecnologie dell informazione e della estremamente semplice che privilegia la facilità comunicazione possono svolgere un ruolo deci- e l intuitività di utilizzo; 43

4 a EasyReach n l introduzione di un telecomando innovativo che si basa su tecnologie di riconoscimento Il sistema EasyReach interagisce con gli utenti dei gesti per l esecuzione di tutte le attraverso il suo ambiente d interazione sociale operazioni disponibili sul sistema. Tramite tale telecomando, l utente gestisce l intera interazione con EasyReach attraverso un numero limitato di gesti intuitivi di facile esecuzione e memorizzazione. La scelta di utilizzare la televisione come mezzo di interazione è stata guidata dalla volontà di minimizzare i cambiamenti di abitudine delle persone coinvolte: EasyReach (Figura 1) è perciò costituito da una televisione, un set-topbox e da un telecomando che collegano però l utente con un canale sociale che gli permette di entrare in contatto con persone o gruppi che si trovano fuori, garantendogli nello stesso tempo l accesso ai suoi abituali canali televisivi. Figura 1. Il contesto di EasyReach. Figura 1 Il contesto di EasyReach La metafora della piazza (o Social Interaction Environment) che rappresenta il facilitatore della connessione tra l utente e il mondo esterno e viceversa. La piattaforma aveva bisogno di una semplice e immediata interfaccia verso l utente, non generalmente avvezzo alle nuove tecnologie, per rendergli chiara l idea dell esistenza di una comunità reale di persone con le quali comunicare: è stato scelto di organizzare l intero mondo virtuale di EasyReach sulla base della metafora della piazza. La piazza è da sempre il luogo deputato alla socializzazione, ed è un concetto familiare a molti: lo scopo è massimizzare la correlazione tra oggetti visualizzati e oggetti reali. La linearità dell interfaccia di EasyReach si contrappone a quelle complicate e dispersive di molti social network non adatte a persone anziane e poco familiari con la tecnologia. Un immagine di una delle schermate del sistema è mostrata in Figura 2: la scelta è stata quella di avere pochi elementi sullo schermo il cui layout viene ripetuto in tutti i servizi per non creare confusione nell utente. La piazza è stilizzata nell interfaccia del sistema: gli utenti sono visualizzati sullo schermo (People and personal contacts), distinguendo graficamente quelli online - le persone correntemente presenti in piazza - dagli altri; i gruppi tematici di conversazione - i crocchi nella piazza - sono visualizzati in una barra verticale a sinistra (Thematic Groups). Gli utenti nella piazza non sono solo amici e parenti dell utente ma anche altre persone suggerite da un 44

5 UN SOCIAL NETWORK A MISURA DELLA TERZA ETÀ A Information Area Thematic Groups Command Bar Figura 2. Un ambiente di interazione sociale di EasyReach. assistente personale, presente nel sistema e perso- People and personal contacts EasyReach - caratterizzati da una significativa ricopertura di in- nalizzato per ogni utente. Anche i gruppi non sono teressi rispetto a quelli dell utente. Tale prototipo di solo quelli cui l utente appartiene, ma anche quelli assistente integra anche un semplice servizio che suggeriti in base ai suoi interessi e attività. può ricordare all utente impegni presi, scadenze, A destra la barra dei comandi (Command Bar) date di interesse. elenca le azioni disponibili in quel contesto, come Collegandosi al sistema EasyReach, l utente di fatto ad esempio fare una foto o un video, creare un entra in piazza ed ha modo di rendersi conto di gruppo, etc. chi è presente tra i suoi amici, quali sono i crocchi La parte centrale contiene le informazioni legate al correntemente attivi, quali sono i nuovi contatti o servizio (Information Area) che cambia dinamicamente secondo le azioni e scelte dell utente: nell esempio riti dall assistente, etc., lasciando ovviamente all u- gruppi di possibile interesse eventualmente sugge- della figura è stato selezionato un amico, e quindi tente la decisione finale se iniziare a parlare con appaiono i messaggi scambiati tra questi e l utente. gli elementi suggeriti oppure no. Nel sistema è stato anche implementato un assistente personale, un agente software che ragiona utenti possono uscire ed entrare dal contesto vir- La rappresentazione della piazza è dinamica: gli in background sul profilo dell utente e sulle sue tuale EasyReach esattamente come le persone azioni nel sistema. Fornisce quindi dei suggerimenti aggiuntivi segnalando potenziali occasioni se. La metafora del luogo raggiungibile e noto è un possono entrare ed uscire da una piazza di pae- di interazione sociale, ad esempio la presenza di tentativo di creare familiarità inserendo un elemento membri EasyReach - utenti singoli oppure gruppi percorribile con il telecomando basato su gesti. 45

6 a Un social network a misura della terza età L hardware di EasyReach Un requisito di progetto importante è stato quello di individuare la televisione come mezzo per accedere alla rete sociale, rendendo l inclusione di un telecomando e di un decoder la scelta naturale per completare l architettura hardware del sistema. Lo speciale telecomando ideato per il sistema EasyReach contiene un unità inerziale a tre dimensioni completa (accelerometro, giroscopio e magnetometro), una telecamera, un microfono, una batteria ricaricabile e una tastiera molto semplice (Figura 3). Figura 3. Il telecomando di EasyReach. Il telecomando permette perciò di catturare i dati inerziali a seguito dei movimenti dell utente, di fare foto e filmati, e di registrare dei messaggi vocali. Tutti i dati catturati dal telecomando (foto, filmati e file audio) sono inviati al set-top-box EasyReach attraverso una connessione WiFi, mentre i dati inerziali vengono catturati separatamente ed utilizzati per il controllo dell interfaccia utente. La raccolta dei dati inerziali e dei dati multimediali serve complessivamente per catturare il comportamento dell utente. Un componente software installato sul set-top-box converte i dati inerziali di basso livello (del puntatore e dei gesti) per riconoscere caratteristiche di alto livello come particolari movimenti. La tastiera semplificata può essere usata per azioni semplici come spegnere e accendere il sistema, o controllare la televisione nei modi tradizionali. In questo modo, attraverso la pressione di un numero limitato di tasti oppure attraverso l esecuzione di pochi gesti, l utente è in grado di utilizzare la televisione sia per la visione dei canali ordinari, sia per entrare nella rete di EasyReach senza dover cambiare telecomando. Il secondo componente hardware è il set-top-box (o decoder) che è usato per abilitare e semplificare l interazione degli utenti con la TV e con la rete. È usato principalmente per: n gestire i dati raccolti dal telecomando per catturare gli input e i movimenti degli utenti; n processare le informazioni multimediali; n controllare direttamente la TV; n fare girare le componenti base del sistema software; n gestire i contenuti e le connessioni a Internet. Il set-top-box ha capacità di memorizzazione, calcolo e memoria centrali simili a quelle di un medio personal computer. Per rendere efficace il funzionamento della piattaforma EasyReach, è connesso direttamente con la televisione attraverso un cavo SCART o HDMI. Inoltre fornisce la connettività WiFi e ha un dispositivo programmabile a infrarossi che è usato per la gestione della televisione. 46

7 UN SOCIAL NETWORK A MISURA DELLA TERZA ETÀ A Interagire con la rete La piattaforma fornisce alcuni servizi tipici delle più diffuse reti sociali: questi servizi sono però stati ridisegnati e modellati per incontrare le esigenze particolari degli utenti a cui EasyReach è destinato. Un ulteriore facilitatore è l assistente personale che, in modo trasparente per l utente, monitora le sue attività e i suoi interessi e fornisce un aiuto pro-attivo sia nell uso dell ambiente EasyReach sia nella gestione di alcune sua attività. EasyReach si è focalizzato sin dall inizio su alcuni obiettivi specifici: n Mantenere gli anziani socialmente attivi, aumentando il numero e la qualità dei contatti con il mondo esterno. Gli utenti sono stimolati proattivamente a mantenere i loro contatti proponendo anzi l incontro virtuale con nuovi gruppi di persone. EasyReach tende a diventare il partner di riferimento nella vita dell anziano, in particolare se questi vive da solo, facendo diventare un comune elettrodomestico - la televisione - il centro focale dell interazione con il mondo esterno. n Recuperare le esperienze che andrebbero perse invece di essere trasferite ai giovani. Easyreach può supportare attivamente l utente a diventare il tutor di un gruppo di persone, per le quali agirà da consulente grazie alla sua esperienza passata anche quando non è in grado di muoversi da casa. n Aiutare l utente nell organizzazione delle proprie attività. Il sistema può essere utilizzato per la gestione dei propri appuntamenti, per lo svolgimento di importanti attività, come ad esempio il seguire una terapia medica o il pagamento delle varie bollette. n Mantenere le relazioni sociali acquisite durante la propria esistenza. La piattaforma potrà gestire le interazioni tra la persona anziana e le comunità reali, tra l altro in modo differente dalle comunità virtuali create dal sistema stesso. L individuo potrà così comunicare con la sua parrocchia oppure con il suo club sportivo, e comunque con tutti quei circoli in cui l anziano prima era attivamente partecipe e che non può più frequentare per problemi di mobilità fisica. Figura 4. Un incontro con gli anziani per la definizione dei servizi. Questi principi si sono tradotti in una serie di servizi specifici e nella realizzazione dell assistente personale. L adozione di un approccio centrato sull utente durante la fase di selezione dei servizi erogati dal sistema è alla base del progetto. Per questa ragione gli utenti anziani sono stati coinvolti sin dall inizio nell ideazione dei servizi stessi (Figura 4). I servizi non sono da intendersi esclusivamente come routines automatizzate bensì anche come occupazioni tipiche, in modo che essi comprendano e realizzino le seguenti classi di attività: 1. Scambiare messaggi multimediali con persone e/o gruppi. Il telecomando di EasyReach permette 47

8 a EasyReach 5 mostra la schermata relativa allo scambio di tali messaggi: nel riquadro centrale, a sinistra e in alto appaiono rispettivamente le foto e i filmati precedentemente registrati dall utente che possono essere scelti per l invio; a destra il menu per registrare un nuovo messaggio a scelta tra voce, foto e video; in basso il destinatario del messaggio; nella parte centrale l elemento correntemente selezionato per l invio. 2. Creazione gruppi tra persone che già si conoscono (per esempio, parenti e/o amici). Una delle caratteristiche del sistema è costituita dalla possibilità di esaminare i dati pubblici relativi ai contatti dell utente allo scopo di incoraggiare nuove possibilità di interazione sociale. 3. Creare gruppi di utenti accomunati dagli stessi interessi. L idea perseguita è quella di facilitare la condivisione di esperienze comuni interagendo a distanza. Il sistema EasyReach permette all utente di creare, gestire, partecipare a gruppi di interesse sullo stesso argomento. 4. Consentire l accesso a organizzazioni esistenti sul territorio, ad esempio una parrocchia, un centro anziani, etc. Nella vita di tutti i giorni, le persone anziane potrebbero essere interessate a partecipare alle attività di una particolare organizzazione come la parrocchia, un centro anziani, etc. L idea perseguita è quella di dare la possibilità ad una persona costretta a letto per un periodo anche lungo di continuare a sentirsi parte attiva della comunità che non può momentaneamente frequentare. 5. Organizzare sessioni di aiuto dove un utente particolarmente esperto può supportare o insegna- anche di registrare messaggi vocali, scattare foto e re ad altri utenti. Spesso gli anziani hanno bisogno registrare filmati che possono poi essere inviati ad di essere aiutati nelle loro attività quotidiane, o per altri utenti all interno della rete sociale. La Figura particolari necessità quali la compilazione di un modulo o l utilizzo di un nuovo dispositivo domestico. Il sistema pone particolare attenzione sull uso attivo delle informazioni di background relative agli utenti, relativamente a chi potrebbe avere il necessario know-how e abbia intenzione di condividerlo. L idea generale è quella di assicurare agli utenti un esperienza piacevole attraverso il raggiungimento del seguente obiettivo generale: incoraggiare la partecipazione a gruppi focalizzati su temi di comune interesse al fine di promuovere le relazioni sociali. Figura 5. Figura La 5 schermata La schermata di invio di di un invio messaggio di un messaggio (voce, (voce, foto foto o video) o video). Un possibile scenario scenario EasyReach sarà installato a casa dell utente posizionando il set-top-box vicino al televisore e sarà connesso alla rete di alimentazione, agli ingressi TV (saranno previsti gli standard più comuni, ad esempio SCART e HDMI) e all antenna. Il televisore sarà in permanenza impostato per ricevere il segnale del set-top-box. All utente sarà consegnato il nuovo telecomando e saranno date semplici istruzioni su come accendere/spegnere e attivare il sistema (compresa la 48

9 UN SOCIAL NETWORK A MISURA DELLA TERZA ETÀ A normale ricezione TV). Il sistema sarà inizialmente impostato su un profilo che l utente fornirà: in questo modo, EasyReach sarà in grado di cercare autonomamente altri utenti e di proporre gruppi di interesse vicini alle sue preferenze. EasyReach fornirà inoltre i consueti canali TV, e i nuovi servizi saranno forniti tramite quello che l utente percepirà semplicemente come un nuovo canale televisivo. L utente inoltre si renderà conto di come il telecomando sia sensibile ai suoi movimenti e alla sua posizione. Così un semplice puntamento allo schermo potrà generare comandi. Il telecomando potrà essere puntato verso oggetti, persone, testi presenti nell ambiente dell utente, allo scopo di acquisire immagini o brevi filmati (il feedback all utente sarà dato grazie alla stessa TV). In questo modo gli utenti potranno facilmente raccogliere e mandare immagini dalla propria abitazione. Le immagini potranno essere annotate a voce e memorizzate nel sistema. L utente comincerà a poco a poco a partecipare ai gruppi e alle attività suggerite dal sistema stesso e progressivamente acquisirà un ruolo sempre più attivo, avendo anche la possibilità di proporre a sua volta nuovi gruppi e nuove attività. EasyReach è stato costruito per uno specifico segmento di mercato: anziani con scarse capacità di comunicazione, comprese persone immigrate di prima generazione. Questo mercato è in continua espansione e ha già dimostrato di adottare facilmente qualunque soluzione abbia un buon rapporto costo/benefici (e un costo moderato). Si pensi ad esempio ai telefoni cellulari e ai televisori che sono estremamente diffusi anche tra i segmenti più poveri della popolazione. Lavorare con con gli utenti gli utenti di Raffaele Nicolussi Uno dei punti di forza nella progettazione del sistema è stata la realizzazione del pilot condotto su un ristretto gruppo di utenti attentamente scelti tra le decine che si sono offerte volontari per la sperimentazione. La progettazione centrata sull utente ci ha messo sin dall inizio di fronte agli utenti: è risultato chiaro quanto fosse importante confrontarsi continuamente con gli anziani per capire quali fossero i problemi dell interfaccia, le funzionalità desiderate e quelle che, probabilmente, non verranno mai utilizzate. Con un costante processo di raffinamento EasyReach è maturato continuamente nel corso dei mesi che sono occorsi per la sua realizzazione riuscendo a divenire un prodotto utilizzabile e in grado di fornire servizi di interesse per il cittadino anziano. Nella progettazione del pilot sono state affrontate e risolte innumerevoli problematiche e la prima, ovviamente, è stata quella di individuare i candidati alla sperimentazione. Per questo scopo la Fondazione Ugo Bordoni ha stretto un accordo di collaborazione con la Federazione Nazionale Pensionati del Lazio che gli ha permesso di entrare in contatto con due dei centri anziani più grandi della capitale. Trovato il serbatoio di utenti di test il passo successivo è stato quello di selezionarne un campione significativo. L utente del pilot che si è tentato di individuare doveva rispondere a ben determinate caratteristiche: età compresa tra i 65 e gli 80 anni titolo di studio basso assenza di conoscenza nell uso di internet L individuazione dei candidati alla sperimentazione è iniziata con la somministrazione di un questionario preliminare avente l obiettivo di effettuare una prima 49

10 a UN SOCIAL NETWORK A MISURA DELLA TERZA ETÀ EasyReach scrematura degli anziani in possesso delle caratteristiche Ogni installazione di EasyReach sarà caratterizzata cercate. I candidati così individuati sono da una TV HD a schermo piatto, il telecomando e il stati poi intervistati individualmente per approfondire set-top-box sviluppati dal progetto. meglio le loro caratteristiche ed effettuare, così, una seconda scrematura. Le persone scelte in questo modo sono risultate più di 20. Le prime dieci avranno un ruolo primario poiché saranno coloro che prenderanno parte attiva alla sperimentazione, mentre le altre dieci costituiranno la riserva che entrerà in azione qualora uno o più degli utenti ufficiali dovesse essere sostituito. La sperimentazione vera e propria deve ancora iniziare ma la sua progettazione è già pianificata fin nei minimi dettagli. Saranno coinvolti tre centri anziani: due a Roma e uno a Milano. In Germania, a Potsdam (vicino a Berlino), parteciperà una casa di riposo all interno della quale alcuni sistemi EasyReach consentiranno agli utenti anziani di interagire tra di loro e con i parenti a casa. Il pilot romano coinvolgerà sia gli utenti a casa che quelli che frequentano il centro anziani: dieci sistemi verranno installati nelle case di volontari, mentre altre due installazioni saranno effettuate all interno dei centri anziani. A Milano, invece, la sperimentazione sarà effettuata con modalità differenti: i test saranno condotti tutti in laboratorio e nel centro anziani. Questa diversa organizzazione dei test offrirà maggiori chance di esplorare tutti gli aspetti del sistema e individuarne le eventuali problematiche. Scheda del progetto Nelle case degli anziani la TV sarà da 32. Nei Centri Anziani si prevede una TV da 40 che sarà collocata nella sala principale del centro così da massimizzare il numero di interazioni utente-sistema. Una volta completata la fase di set-up, che prevede l istallazione e la configurazione del sistema completo a casa degli anziani, avverrà il primo incontro con gli utenti durante il quale il sistema verrà spiegato dando agli utenti la possibilità di usarlo per la prima volta da soli ma con la vigile presenza di un istruttore sempre pronto a rispondere alle loro domande e ad aiutarli in caso di difficoltà. A questo punto, gli utenti saranno in grado di iniziare a usare il sistema tranquillamente dalle loro case. Il pilot prevede di assegnare dei compiti specifici agli utenti così da verificare la loro confidenza con il sistema e la facilità di utilizzo. Gli utenti saranno costantemente monitorati attraverso l analisi dei file di log, la somministrazione di questionari, la realizzazione di interviste di persona e telefoniche e attraverso dei super utenti del sistema EasyReach dietro cui si alterneranno esperti della Fondazione Ugo Bordoni. I dati costantemente raccolti durante i tre mesi di sperimentazione permetteranno di capire quanto il sistema sia in grado di rompere l isolamento degli utenti anziani e migliorarne le condizioni di vita. Il progetto EasyReach è stato cofinanziato nell ambito del programma europeo Ambient Assisted Living (AAL). Partner del progetto sono la Fondazione Ugo Bordoni, il CNR-ISTC di Roma, FIMI-Barco, l Università di Milano Bicocca, la University di Potsdam (Germania), il CERETETH (Grecia) e IKnowHow (Grecia). La piattaforma è stata realizzata in italiano, inglese e tedesco. Hanno contributo alla realizzazione di questo numero Amedeo Cesta, Riccardo Rasconi e Marco Suriano (CNR-ISTC), Davide Merico e Roberto Bisiani (Università di Milano Bicocca). 50

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu 02 L Informatica oggi Dott.ssa Ramona Congiu 1 Introduzione all Informatica Dott.ssa Ramona Congiu 2 Che cos è l Informatica? Con il termine Informatica si indica l insieme dei processi e delle tecnologie

Dettagli

I Widget sbarcano sulla Connected TV

I Widget sbarcano sulla Connected TV I Widget sbarcano sulla Connected TV Il valore di Internet e dei suoi contenuti/servizi lo si intuisce dalla capacità di muovere il mercato dei dispositivi perché siano completamente liberi e in grado

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Pier Paolo Maggi, Gianmario Re Sarto AICA pierpaolomaggi@aicanet.it - g.resarto@aicanet.it

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

La filiale Bancaria, luogo di relazione

La filiale Bancaria, luogo di relazione GRUPPO TELECOM ITALIA ABI Dimensione Cliente 2009 La filiale Bancaria, luogo di relazione Agenda L evoluzione della filiale I modelli di evoluzione e le aree di relazione Le nostre esperienze Idee Cambiare:

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

FLSS Flatmates life support system. Report Usability Test. Chiara Frantini Sara Minoli Matteo Vacca

FLSS Flatmates life support system. Report Usability Test. Chiara Frantini Sara Minoli Matteo Vacca FLSS Flatmates life support system Report Usability Test Chiara Frantini Sara Minoli Matteo Vacca INDICE 1. Campione 2. Analisi dei risultati 2.1 Task analysis 2.2 Valutazioni soggettive 3. Errori 4. Possibili

Dettagli

1. Presentazione generale del progetto

1. Presentazione generale del progetto 1. Presentazione generale del progetto Il progetto CARER+, della durata di 36 mesi, cofinanziato nell ambito del Programma Quadro per la Competitività e l Innovazione Programma di Sostegno alle Politiche

Dettagli

Le nostre piattaforme sono realizzate con lo stesso criterio dei mattoncini LEGO. E possibile assemblare numerosi moduli, ognuno con differenti

Le nostre piattaforme sono realizzate con lo stesso criterio dei mattoncini LEGO. E possibile assemblare numerosi moduli, ognuno con differenti Speakage è una Plat-Agency (Platforms Agency) che sviluppa piattaforme web modulari a supporto della Comunicazione e del Marketing digitale avanzato. Realizza prodotti su misura e fornisce consulenza strategica

Dettagli

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO Avviso 26 del 4 marzo 2015 Piani formativi aziendali concordati Standard - Fondo di Rotazione SCHEDA DI PRE ADESIONE entro il 13 maggio 2015 STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO PREMESSA Venerdì 30 Gennaio

Dettagli

2) PARTENARIATO LOCALE

2) PARTENARIATO LOCALE 2) PARTENARIATO LOCALE Introduzione Questo documento è una analisi basata sulle presentazioni e sugli scambi di materiale raccolto durante il lavoro del gruppo tematico che è stato condotto all interno

Dettagli

Servizi e tecnologie di localizzazione outdoor e antifuga per persone fragili e malati di Alzheimer. C.LAB Salute

Servizi e tecnologie di localizzazione outdoor e antifuga per persone fragili e malati di Alzheimer. C.LAB Salute Servizi e tecnologie di localizzazione outdoor e antifuga per persone fragili e malati di Alzheimer C.LAB Salute Sviluppo di componenti innovative Nell ambito del progetto, dopo una ricerca su quanto presente

Dettagli

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita

Vendilo S.p.A. Internet, trend in crescita Vendilo S.p.A La società Vendilo, fondata nel 2006, nasce con l obiettivo di implementare ed offrire soluzioni che aiutino i Privati e le Aziende ad avvicinarsi al mondo di internet e alle vendite online.

Dettagli

I servizi cloud per la didattica

I servizi cloud per la didattica I servizi cloud per la didattica Un servizio offerto da DidaCloud srls Fare startup significa fare cose nuove che cambiano la vita propria e altrui Riccardo Luna, primo direttore dell edizione italiana

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice con funzione wlsn* integrata. La protezione è disinserita

Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice con funzione wlsn* integrata. La protezione è disinserita La protezione è disinserita Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice con funzione wlsn* integrata * Rete locale di sicurezza wireless (wlsn, Local SecurityNetwork) 2 La sicurezza

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati.

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 1 ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 2 Indice generale Abstract...3 Integrare: perché?...3 Le soluzioni attuali...4 Cos'è un ESB...5 GreenVulcano ESB...6 3 Abstract L'integrazione

Dettagli

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a:

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: RELAZIONE E COMUNICAZIONE Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: Microsoft Office System 2007 Windows Vista Microsoft Exchange Server 2007 è ancora più potente ed efficace, grazie

Dettagli

Analisi dei Requisiti

Analisi dei Requisiti Analisi dei Requisiti Pagina 1 di 16 Analisi dei Requisiti Indice 1 - INTRODUZIONE... 4 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...4 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...4 1.3 - RIFERIMENTI...4 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

La piattaforma di energy management per l analisi dei consumi disaggregati

La piattaforma di energy management per l analisi dei consumi disaggregati La piattaforma di energy management per l analisi dei consumi disaggregati enersaving a supporto dei Comuni L iniziativa enersaving è la rete di aziende costituitasi per promuovere iniziative volte a incrementare

Dettagli

SOLUZIONE Web.Orders online

SOLUZIONE Web.Orders online SOLUZIONE Web.Orders online Gennaio 2005 1 INDICE SOLUZIONE Web.Orders online Introduzione Pag. 3 Obiettivi generali Pag. 4 Modulo di gestione sistema Pag. 5 Modulo di navigazione prodotti Pag. 7 Modulo

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.0911 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO Sommario

ISTRUZIONI PER L USO Sommario ISTRUZIONI PER L USO Sommario PRESENTAZIONE... 2 DESCRIZIONE... 3 PROFILO UTENTE... 5 PAGINA AZIENDA... 6 PAGINA ASSOCIAZIONE... 9 DISCUSSIONI...12 GESTIONE AZIENDALE...13 DOMANDE...14 MERCATO DEL LAVORO...15

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Siamosolidali.it è un progetto promosso dell Ente Cassa di Risparmio di Firenze, nato dalla necessità di sostenere

Dettagli

La Piattaforma la Piattaforma La Piattaforma

La Piattaforma la Piattaforma  La Piattaforma In un mercato globale è sempre più importante conoscere ciò che si sta per acquistare, la provenienza delle materie prime e la catena produttiva (o filiera di produzione) associata al prodotto che si intende

Dettagli

Social Network. Social Business

Social Network. Social Business Social Network Social Business Piero Luchesi PMP AGENDA Agenda e introduzione Parte I Overview sul Social Business Era della collaborazione Social Network Apertura al Social Business Come fare Social Business

Dettagli

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA Grifo multimedia Srl Via Bruno Zaccaro, 19 Bari 70126- Italy Tel. +39 080.460 2093 Fax +39 080.548 1762 info@grifomultimedia.it www.grifomultimedia.it VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER

Dettagli

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Introduzione alla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica I principali campi di indagine Le fasi del processo di rilevazione (c) IdWeb S.r.l. Ottobre

Dettagli

Guida rapida. Per ricevere assistenza, digita sul browser del tuo computer assistenza.vodafone.it

Guida rapida. Per ricevere assistenza, digita sul browser del tuo computer assistenza.vodafone.it Per ricevere assistenza, digita sul browser del tuo computer assistenza.vodafone.it Guida rapida Edizione marzo 2010. Il servizio di comunicazione elettronica è regolato dalle relative Condizioni Generali

Dettagli

Hardware, software e dati

Hardware, software e dati Hardware, software e dati. Hardware il corpo del computer. Software i programmi del computer. Dati la memoria del computer ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva

Dettagli

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione AIESEC Italia Che cos è AIESEC? Nata nel 1948, AIESEC è una piattaforma che mira allo sviluppo della leadership nei giovani, offrendo loro l opportunità di partecipare a stage internazionali con l obiettivo

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Manuale Utente MyFastPage

Manuale Utente MyFastPage Manuale MyFastPage Utente Elenco dei contenuti 1. Cosa è MyVoice Home?... 4 1.1. Introduzione... 5 2. Utilizzo del servizio... 6 2.1. Accesso... 6 2.2. Disconnessione... 7 2.3. Configurazione base Profilo

Dettagli

Titolo progetto: ConsoliData. Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali. Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN

Titolo progetto: ConsoliData. Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali. Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN Titolo progetto: ConsoliData Ambito di intervento: ICT e dispositivi sensoriali Struttura di riferimento : Coordinatore di progetto: INFN Altri EPR coinvolti: - Altri organismi e soggetti coinvolti: Descrizione

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

PROGETTO CINQUE PETALI

PROGETTO CINQUE PETALI IL CONTESTO DI RIFERIMENTO I disturbi evolutivi rappresentano patologie complesse la cui evoluzione dipende anche in maniera rilevante dal tipo di interventi abilitativi attivati nell infanzia e dalla

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ

PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E CODICE DI COMPORTAMENTO EROGAZIONE IN MODALITA E-LEARNING DASEIN S.r.l. Sede Operativa di Torino: Lungo Dora Colletta 81-10153 Torino

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Contatti profittevoli

Contatti profittevoli Contatti profittevoli paolo.vitali@yourvoice.com Milano, 25 gennaio 2002 CONTATTARE significa: Informare Proporre nuovi servizi / prodotti Suscitare nuove esigenze Cliente Utente Socio Collega Partner

Dettagli

Il punto di partenza. tel. 02 47957868 / 0523 364107 - www.drgcomunicazione.it - www.kubox.it

Il punto di partenza. tel. 02 47957868 / 0523 364107 - www.drgcomunicazione.it - www.kubox.it Il punto di partenza L'epoca contemporanea è ormai scandita dai mezzi di comunicazione; all'uomo dei nostri giorni il compito di destreggiarsi tra una moltitudine di device e di messaggi differenti, ognuno

Dettagli

QL Hospitality. Soluzione per la comunicazione e l intrattenimento nel mondo dell ospitalità!

QL Hospitality. Soluzione per la comunicazione e l intrattenimento nel mondo dell ospitalità! QL Hospitality Soluzione per la comunicazione e l intrattenimento nel mondo dell ospitalità! Con questa soluzione si realizza un canale televisivo in alta definizione (HD), quindi compatibile con qualsiasi

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Grazie per avere acquistato CuboVision, la nuova grande televisione via internet di Telecom Italia! COSA TROVI NELLA SCATOLA Con CuboVision avrai accesso al mondo multimediale

Dettagli

Installare un nuovo programma

Installare un nuovo programma Installare un nuovo programma ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Installare un nuovo programma sul computer installazione Quando acquistiamo

Dettagli

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA)

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) Modena, dicembre 2007 Presenta TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) INTRODUZIONE...2 COME UTILIZZARE LA TASTIERA...5 DETTAGLI TASTIERE...7 1 INTRODUZIONE Assieme ad altre tastiere

Dettagli

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007

GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007 GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007 Inserire un grafico di Excel in una diapositiva Per iniziare la gestione di componenti multimediali in una presentazione PowerPoint, cominciamo con

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? GfK Group Smart TV 03/05/2013

SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? GfK Group Smart TV 03/05/2013 SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? 1 Metodologia Campione: 800 interviste, rappresentative degli italiani dai 30 ai 54 anni, utenti di internet negli ultimi 3 mesi Interviste su Panel Dialogatore di GfK

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice da oggi con funzione wlsn* integrata

Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice da oggi con funzione wlsn* integrata La protezione è disinserita Centrale di Controllo Antintrusione Easy Series Sicura e semplice da oggi con funzione wlsn* integrata * Rete locale di sicurezza senza fili (wireless Local SecurityNetwork)

Dettagli

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie formative e le metodologie educative.

Dettagli

Orologi HD Setik Manuale D uso

Orologi HD Setik Manuale D uso V1.0 Orologi HD Setik Manuale D uso Premessa Gli orologi HD Setik, sono i primi ad introdurre una telecamera FULL-HD all interno di un orologio ed a dargli caratteristiche di impermeabilità. L orologio

Dettagli

L Hotspot che Parla Ai Tuoi Clienti. FacileWifi.it

L Hotspot che Parla Ai Tuoi Clienti. FacileWifi.it L Hotspot che Parla Ai Tuoi Clienti FacileWifi.it IL PRODOTTO Il Facile Wifi è un sistema di autenticazione ad internet per reti wireless (HotSpot) e cablate ideato per unire la massima praticità di utilizzo

Dettagli

La Domotica : il ruolo del Tecnico Ortopedico

La Domotica : il ruolo del Tecnico Ortopedico La Domotica : il ruolo del Tecnico Ortopedico Che cosa è la domotica: La domotica è la tecnologia che studia l automazione della casa. Con tale termine (domos automatique) si intende identificare tutte

Dettagli

Guida per gli utenti ASL AT. Posta Elettronica IBM Lotus inotes

Guida per gli utenti ASL AT. Posta Elettronica IBM Lotus inotes Guida per gli utenti ASL AT Posta Elettronica IBM Lotus inotes Indice generale Accesso alla posta elettronica aziendale.. 3 Posta Elettronica... 4 Invio mail 4 Ricevuta di ritorno.. 5 Inserire un allegato..

Dettagli

PHONOTTO. User Manual. Versione 0.90

PHONOTTO. User Manual. Versione 0.90 PHONOTTO User Manual Versione 0.90 Installazione guidata Avviando l app partirà l installazione guidata, configurandola in base alle proprie preferenze ed esigenze. Il primo passo mostra le impostazioni

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Manuela Repetto Creare e condividere conoscenze in gruppo

Manuela Repetto Creare e condividere conoscenze in gruppo Manuela Repetto Creare e condividere conoscenze in gruppo Un modello per l analisi delle interazioni in rete Prefazione di Guglielmo Trentin Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE Progettazione e realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva attraverso le nuove tecnologie. PREMESSA Abbiamo scelto per semplicità di presentare in questo

Dettagli

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT CUSTOMER SUCCESS STORY Ottobre 2013 AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT PROFILO DEL CLIENTE Settore: Manifatturiero Azienda: AT&S Dipendenti: 7500

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

Vodafone Case Study UnoPiù. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore.

Vodafone Case Study UnoPiù. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore. L esperienza di Vodafone ci è utile anche per comprendere meglio quali tra le tante tecnologie

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

A proposito di A colpo d occhio 1. Per iniziare 7. Dedica... xiii Ringraziamenti... xv Autori... xvii

A proposito di A colpo d occhio 1. Per iniziare 7. Dedica... xiii Ringraziamenti... xv Autori... xvii Sommario Dedica................................................ xiii Ringraziamenti.......................................... xv Autori................................................. xvii 1 2 A proposito

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

Bayer. Vodafone Global Enterprise

Bayer. Vodafone Global Enterprise Vodafone Global Enterprise Bayer Studio del Caso Bayer S.p.A. (Italia) & Vodafone Global Enterprise sviluppano la formula corretta per aumentare la produttività degli impiegati Vodafone Global Enterprise

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

WWW.MEDPERVOI.NET. Nome del gruppo: GEM CHIODI GLORIA CONTI ELEONORA VITALI MELISSA

WWW.MEDPERVOI.NET. Nome del gruppo: GEM CHIODI GLORIA CONTI ELEONORA VITALI MELISSA WWW.MEDPERVOI.NET Nome del gruppo: GEM CHIODI GLORIA CONTI ELEONORA VITALI MELISSA INDICE PRESENTAZIONE INTRODUZIONE COME REALIZZARE UN SITO CON IL CMS: cos è un cms ; COME REALIZZARE IL BLOG: Cos è un

Dettagli

SOCIAL MEDIA MARKETING. pubblishock.it

SOCIAL MEDIA MARKETING. pubblishock.it SOCIAL MEDIA MARKETING - 2 - COSA SONO I SOCIAL NETWORK? I social network sono delle piattaforme web nate per condividere idee e informazioni con altre persone, che a loro volta possono esprimere il proprio

Dettagli

Retail L organizzazione innovativa del tuo punto vendita

Retail L organizzazione innovativa del tuo punto vendita fare Retail L organizzazione innovativa del tuo punto vendita fareretail è una soluzione di by www.fareretail.it fareretail fareretail è la soluzione definitiva per la Gestione dei Clienti e l Organizzazione

Dettagli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli Piano d azione: Favorire l accesso ad abitazioni dignitose (housing sociale) SERVIZI ALLA PERSONA Bando senza scadenza: Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

FidelJob gestione Card di fidelizzazione

FidelJob gestione Card di fidelizzazione FidelJob gestione Card di fidelizzazione Software di gestione card con credito in Punti o in Euro ad incremento o a decremento, con funzioni di ricarica Card o scala credito da Card. Versione archivio

Dettagli

Buone prassi per l inclusione. Prof.Torretta Claudia

Buone prassi per l inclusione. Prof.Torretta Claudia Buone prassi per l inclusione Il progetto che verrà presentato riguarda un processo educativo che è stato realizzato nell a.s.2013-2014 con la classe I B di Maltignano. Esso è stato pensato all interno

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

Èuna situazione complessa e per

Èuna situazione complessa e per LE RISORSE PER IL VOLONTARIATO NELLA CRISI: COME QUADRARE IL CERCHIO? Investire nella qualità della progettazione, ricerca di nuovi potenziali finanziatori, ricorso a campagne di sottoscrizione popolare.

Dettagli

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 12 La strategia di espansione globale Caso di apertura 12-3 La Wal-Mart si è rivolta verso altri paesi per tre ragioni - Le opportunità di crescita interna stavano

Dettagli

Giuliana Cacciapuoti consulente esperta inserimento e reinserimento lavorativo fasce deboli

Giuliana Cacciapuoti consulente esperta inserimento e reinserimento lavorativo fasce deboli Donne in età adulta e mondo del lavoro: recuperare il gap tecnologico Giuliana Cacciapuoti consulente esperta inserimento e reinserimento lavorativo fasce deboli 1.Uno sguardo alla condizione svantaggiata

Dettagli

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP)

Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) IPSIA San Benedetto del Tronto (AP) Le diverse componenti HARDWARE, pur opportunamente connesse ed alimentate dalla corrette elettrica, non sono in grado, di per sé, di elaborare, trasformare e trasmettere le informazioni. Per il funzionamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE Curriculum: Esperto di formazione a distanza DISSERTAZIONE FINALE Raccontami :

Dettagli

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati Affidabilità nel servizio precisione negli strumenti Chanda LPR Chanda LPR è una piattaforma

Dettagli

NON PROFIT REPORT 2012

NON PROFIT REPORT 2012 NON PROFIT REPORT 2012 I COMPORTAMENTI DIGITALI DEGLI UTENTI FEDELI NEL TERZO SETTORE ABSTRACT Non Profit Report 2012 / 1 @contactlab #nonprofitreport PERCHÈ UNA RICERCA SUL NON PROFIT? GLI OBIETTIVI DELL

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

Rivoluzione HR. human resource revolution

Rivoluzione HR. human resource revolution Rivoluzione HR human resource revolution L a tecnologia sta modificando le abitudini e lo stile di vita delle persone ma, nel nuovo mondo che verrà sarà il loro modo di pensare che dovrà cambiare. Ogni

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA Un percorso di professionalizzazione dei Dirigenti sportivi Modenesi Bando di Indizione Programma Scheda di iscrizione Il Contesto di riferimento Il movimento

Dettagli

CONOSCI MEGLIO IL WEB.

CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. di Stefania Pompigna Il mondo virtuale offre infinite opportunità ed infinite insidie. E meglio scoprirle, capirle ed impararle. GUIDA SULLA TORTUOSA STRADA

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli