Home plus /Office plus

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Home plus /Office plus"

Transcript

1 Home plus /Office plus Centrale PBX ISDN Manuale d Uso Ver.1.0 Programma di Configurazione Via Serenari, Castel Maggiore (BO) Italia Telefono fax

2 INDICE 1 INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA DI CONFIGURAZIONE Requisiti di sistema: Installazione del programma con Windows Installazione del programma con Windows 95/98/NT 5 2 AVVIO DEL PROGRAMMA DI CONFIGURAZIONE Uso del mouse e della tastiera Avvertenze 7 3 IMPOSTAZIONE DELLA PORTA SERIALE 8 4 CONFIGURAZIONE DEI PARAMETRI DEL PBX 10 5 CONFIGURAZIONE DEI DERIVATI INTERNI 13 6 CONFIGURAZIONE DEI NUMERI DI CHIAMATA ESTERNI Assegnazione dei numeri per le chiamate entranti Trasmissione dei dati al centralino Assegnazione dei numeri per le chiamate uscenti 22 7 IMPOSTAZIONE DELLE CARATTERISTICHE DI SERVIZIO Servizio notte Numeri brevi Salvataggio su file dei numeri brevi Numeri proibiti e permessi 27 8 CITOFONO/ATTUATORE/SENSORE (PER ISDN OFFICE PLUS ) Citofono-apriporta Funzione Farmacia Sensore Attuatore 32 9 MUSICA SU ATTESA OPZIONI AVANZATE 34 Pag. 2 di 46

3 11 OPERAZIONI DA COMPIERE COL FILE DI CONFIGURAZIONE Salvataggio del file Caricamento da file Trasmissione al PBX Caricamento dal PBX MANUTENZIONE DEL PBX IMPOSTAZIONI DI PROGRAMMA RAPPORTI DI ADDEBITO Impostazione dell unità di addebito Rapporto di addebito totale 45 Pag. 3 di 46

4 1 Installazione del programma di configurazione Il CD-Rom fornito con il centralino contiene il programma per la sua configurazione. Questo programma vi permette di impostare tutte le caratteristiche offerte dal centralino. Si richiede un minimo d esperienza nell'uso del Personal Computer per l installazione del programma di configurazione del centralino, contenuto nel file setup.exe. Prima di iniziare l installazione del programma sul PC, prendete nota dei seguenti punti: Fate una copia del programma di configurazione su floppy-disk da 1,44M. Lavorate esclusivamente con la copia. 1.1 Requisiti di sistema: Il vostro PC deve avere la seguente configurazione minima: PC IBM-compatibile con CPU a 66 MHz o superiore (è consigliabile un Pentium a 100 MHz). Drive per CD-Rom. Drive per floppy-disk da 1.44M (drive A ). Almeno 15 MB di spazio disponibile sull'hard disk. 16 MB o più di RAM (sono consigliabili 32 MB). Sistema operativo: Microsoft Windows 3.11, 95, 98 oppure NT. Una porta seriale libera (preferibilmente COM 2) per collegare il PC al centralino tramite il cavo seriale fornito in dotazione Installazione del programma con Windows 3.11 Inserire il disco N 1 nel drive A del PC. Selezionare Avvio dal Program Manager. Selezionare il drive A. Caricare il programma di installazione setup.exe con un doppio click sull icona corrispondente. Cliccate una volta sul pulsante OK. Seguire le istruzioni del programma di installazione. Pag. 4 di 46

5 1.1.2 Installazione del programma con Windows 95/98/NT Inserire il disco N 1 nel drive A del PC. Cliccate col tasto sinistro del mouse sul campo Avvio della barra delle applicazioni. Cliccate col tasto sinistro del mouse sul campo Esegui nella finestra del menù Avvio. Dal drive A, avviare il programma setup.exe con un doppio click del tasto sinistro del mouse. Seguire le istruzioni per il programma di installazione. Quando l installazione del programma è terminata, viene creato il gruppo di programmi Home-Office ; al suo interno sono presenti due icone: l icona Disinstalla è relativa al programma per disinstallare il programma di configurazione dal PC. l icona Programma di configurazione serve per lanciare il programma di configurazione del centralino. Potete in qualunque momento modificare a piacere i nomi del gruppo di programmi e delle icone relative. Cliccando col tasto sinistro del mouse sull icona Programma di configurazione, siete ora pronti per configurare il centralino ISDN Home plus. Pag. 5 di 46

6 2 Avvio del programma di configurazione Dopo avere lanciato il programma di configurazione appare la finestra di dialogo che permette la configurazione dei servizi e delle funzioni del centralino. Per iniziare la procedura di configurazione, cliccate con il tasto di sinistra del mouse sulla casella più a sinistra della barra delle applicazioni, avente il seguente simbolo: 2.1 Uso del mouse e della tastiera Potete attivare i servizi oppure inserire nomi e numeri nei campi dove sono richiesti, utilizzando il mouse e la tastiera del PC. Se usate il mouse, posizionate il puntatore sul pulsante (tasto), sulla casella o sul campo richiesto e cliccate col tasto sinistro del mouse una o due volte, a seconda del tipo di servizio da attivare. Per usare i comandi con la tastiera, premete il tasto ALT e tenetelo premuto digitando contemporaneamente la lettera sottolineata. Quindi lasciate andare entrambi i tasti. Usate i tasti TAB e le frecce [!] ["] [#] [$] per spostarvi tra le varie finestre di dialogo ed i menù corrispondenti. Confermate le vostre impostazioni premendo il tasto [INVIO ]. Pag. 6 di 46

7 Se volete uscire da un menu senza effettuare alcun cambiamento premete il tasto [ESC]. 2.2 Avvertenze Ogni volta che chiudete una finestra di dialogo, confermando la scelta effettuata premendo col puntatore del mouse il tasto OK, tutte le impostazioni (hardware e software) sono salvate automaticamente nel file pbxconf.ini. Si raccomanda di non cancellare o modificare per nessuna ragione questo file, altrimenti tutte le impostazioni del centralino saranno perse per sempre, ed occorrerà riprogrammare la centrale per crearne uno nuovo. Per annullare un servizio o una impostazione che avete già impostato, occorre premere il tasto Annulla. Se avete già confermato con OK una scelta che non vi convince o che dovete modificare, occorre che ripetiate la sequenza di programmazione del servizio. Nel programma di configurazione sono presenti alcuni campi che si riferiscono a servizi non ancora implementati sul centralino o non disponibili ancora da parte del Gestore della rete ISDN pubblica: si consiglia di non modificare questi campi, per evitare possibili malfunzionamenti. I servizi e le funzioni relative ai derivati 27, 28, 29, nonché le impostazioni per il citofono-apriporta, il sensore e l attuatore sono disponibili ed attivabili solo per il centralino ISDN Office plus. Pag. 7 di 46

8 3 Impostazione della porta seriale Per scegliere la porta seriale di comunicazione tra il PC ed il PBX occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate sul menù Opzioni : appare la seguente finestra di dialogo Cliccate su Porte : appare la seguente finestra di dialogo Pag. 8 di 46

9 Scegliete la porta COM (da 1 a 4): vi consigliamo di utilizzare la porta COM 2. Confermate la scelta premendo il tasto OK, oppure annullate l operazione premendo il tasto Annulla. La velocità di trasmissione dati è impostata in fabbrica a 9600 baud e non può essere modificata. Pag. 9 di 46

10 4 Configurazione dei parametri del PBX Per iniziare ad impostare i servizi ed i parametri del PBX, occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Impostazioni comuni : appare la seguente finestra di dialogo Pag. 10 di 46

11 È possibile ora impostare o variare i parametri di configurazione del PBX, scegliendo all interno dei rispettivi campi le opzioni disponibili e cliccando col tasto sinistro del mouse una volta per confermare la scelta. linea ISDN Potete scegliere tra il collegamento su linea ISDN Punto-Multipunto o Punto-Punto. Il centralino è impostato in fabbrica per la configurazione punto-multipunto. prefisso internazionale Il centralino è impostato in fabbrica col prefisso internazionale dell Italia; ad esso corrispondono le impostazioni di base, valide in Italia per: il tempo di flash del tasto [R] di messa in attesa (standard 100 ms), il codice di impegno della linea esterna (la cifra zero ), le impostazioni delle suonerie esterne ed interne. Scegliendo dal menù una nazione diversa, queste opzioni sono modificate dal programma automaticamente, per adattarsi ai rispettivi paesi. scelta Musica È possibile scegliere tra la musica su attesa interna, la musica su attesa esterna e l attesa con tono interno. Il dispositivo di musica su attesa esterna può essere collegato ad uno dei derivati interni, eccetto il derivato 21 (di default è il telefono principale che funge da Posto Operatore ). La musica o il messaggio di attesa vengono normalmente attivati per utente interno o esterno in attesa col tasto [R] con le funzioni di messa in attesa, selezione diretta allo sgancio e messa in attesa con richiamata alternata tra due Utenti. num. esterno princ. Per il collegamento su linea punto-punto, in questo campo deve essere inserito il numero di telefono della linea esterna. Per il collegamento su linea punto-multipunto, in questo campo deve essere inserito il primo multinumero assegnato dal Gestore. Quando configurate gli interni potete poi scegliere se fare suonare oppure no ogni interno, quando arriva una chiamata su questo numero. numero interno P.O. Il telefono principale (Posto Operatore) è impostato di default sul derivato numero 21. Da esso è possibile programmare le varie funzioni del centralino; se volte assegnare un altro derivato interno come Posto Operatore, lo potete scegliere tra i derivati da 22 a 28. Pag. 11 di 46

12 codici funzioni I codici funzioni sono i numeri che dovete premere dalla tastiera di un derivato interno, per attivare i servizi; come impostazione di base essi sono: selezione impegno linea esterna: tasto 0. attivazione programmazione di un servizio: tasto 9. richiamo numeri brevi: tasto 7. risposta per assente ad una chiamata su un altro interno: tasto 8. ritmi chiamata Potete scegliere a vostro piacimento i ritmi dei segnali per le chiamate interne, esterne e dal citofono esterno disponibile, basandovi sulla tabella nel Paragrafo 1.6 del Manuale di installazione e funzionamento. altro Il campo abilita prog. da tutti i derivati permette di abilitare tutti i derivati interni (oltre al Posto Operatore) alla programmazione dei servizi del PBX. Pag. 12 di 46

13 5 Configurazione dei derivati interni Per configurare i derivati interni occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Derivati Interni, appare la seguente finestra di dialogo: All interno della finestra di dialogo sono presenti le seguenti informazioni per ciascun derivato: Numero del derivato interno. Tipo di dispositivo assegnato: telefono, fax gruppo 3, segreteria, cordless, ecc.. Tipo di terminale: analogico (non modificabile). Bus S 0 utilizzato: esterno (mainboard, non modificabile). Tipo di interfaccia utilizzato per il collegamento: porta (non modificabile). Facendo un doppio clic sulla riga corrispondente ad un derivato interno, ad esempio il 21, appare la seguente finestra di dialogo Pag. 13 di 46

14 È possibile ora impostare o variare i parametri di configurazione dei derivati interni del PBX, scegliendo all interno dei rispettivi campi le opzioni disponibili e cliccando col tasto sinistro del mouse una volta per confermare la scelta. nome interno Permette di assegnare un nome al derivato interno. capacità portante Permette di impostare le caratteristiche del servizio ISDN a cui il derivato deve rispondere, ad esempio, se il derivato deve effettuare solo comunicazioni in fonia, oppure trasmissione e ricezioni di fax. Si consiglia di impostare questa funzione su tutto per consentire la completa operatività del derivato per tutti i servizi ISDN. Pag. 14 di 46

15 tipo dispositivo Permette di impostare il tipo di dispositivo collegato. È possibile scegliere tra dispositivi come telefono, fax gruppo 3, modem analogico, risponditore automatico, segreteria telefonica, ecc. Se si collega all interno un fax con telefono, occorre che programmiate il dispositivo come derivato misto. accesso linea Permette di impostare come il derivato deve accedere alla linea esterna. servizio notte Quando è attivo il Servizio Notte, le chiamate esterne sono inoltrate al derivato programmato per questo servizio. Potete anche scegliere se uno o più derivati (non in Sevizio Notte) debbano o meno squillare, quando arriva una chiamata esterna sul numero associato ad essi. supplementare Come servizi supplementari per ciascun derivato, sono previsti il servizio di Avviso di chiamata ed il servizio di Non disturbare. Cliccando sul campo avviso di chiamata, si abilita il derivato a ricevere il tono di avviso di chiamata, se è già impegnato in una comunicazione. Potete rispondere alla chiamata premendo il tasto R di Flash; successivamente, col tasto R potete comunicare alternativamente col primo o col secondo interlocutore, oppure potete terminare la chiamata in corso riagganciando il microtelefono e prendendo la chiamata esterna in attesa. Cliccando sul campo non disturbare si abilita il derivato a non ricevere le chiamate, e quindi a non squillare, quando arriva una chiamata. Se avete attivato il servizio di Non disturbare, non vengono passate le chiamate destinate a questo interno. automatico Cliccando sul campo linea esterna, il derivato può impegnare la linea esterna non appena si solleva il microtelefono, senza selezionare il prefisso di accesso. I fax e i modem utilizzano questa funzione per velocizzare le comunicazioni. Se non si vuole utilizzare questa funzione, occorre cliccare sul campo off. Pag. 15 di 46

16 Permessi Permette di abilitare il derivato per l attivazione del contatto attuatore, componendo il numero 18. segnalazione Permette di attivare sul derivato i particolari segnali di avviso, quando, ad esempio, arriva una chiamata dalla linea esterna, quando viene premuto il pulsante del citofono esterno, ecc. altri numeri Sono previsti i seguenti campi: numeri esterni Cliccando in questo campo, appare la finestra di dialogo che vi permette di assegnare a ciascun derivato i numeri esterni, affinché esso squilli alla loro chiamata. numeri permessi /proibiti Cliccando in questo campo, appare la finestra di dialogo che vi permette di assegnare a ciascun derivato prefissi ed i numeri consentiti alla selezione, oppure bloccati alla selezione. impulso di addebito Cliccando in questo campo, si attiva la trasmissione degli scatti di addebito della chiamata esterna (impulso a 12kHz) a ciascun derivato interno, previo la vostra richiesta di attivazione del servizio al Gestore telefonico della linea ISDN. CLIR (Restrizione numero) Cliccando in questo campo si abilita la restrizione sulla presentazione del numero chiamante. CLIP (Presentazione numero) Cliccando in questo campo, si abilita la funzione di presentazione del numero chiamante. Pag. 16 di 46

17 trasferimento Permette di attivare tre diversi tipi di Trasferimento e Deviazione di chiamata: permanente Tutte le chiamate interne ed esterne vengono sempre inoltrate al numero (interno o esterno) programmato indicato in questo campo. Se la chiamata deve essere inoltrata a un numero, dovete inserire il prefisso zero per l impegno della linea esterna. Le chiamate interne non sono deviate all'esterno. su occupato Se il derivato è occupato, la chiamata viene deviata al numero programmato. su libero dopo N secondi Se non si risponde alla chiamata entro un dato numero di secondi, questa viene inoltrata al numero programmato. Se la chiamata deve essere inoltrata ad un numero esterno, occorre inserire il prefisso zero per l impegno della linea esterna. Le chiamate interne non possono essere deviate esternamente. Pag. 17 di 46

18 6 Configurazione dei numeri di chiamata esterni 6.1 Assegnazione dei numeri per le chiamate entranti Per configurare i numeri esterni in ingresso, occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Numeri Cliccate su numeri chiamata entranti : appare la seguente finestra di dialogo Cliccate sul campo Nuovo : si apre la finestra di dialogo che vi consente di assegnare i multinumeri (MSN) ai derivati interni, come mostrato nell esempio. Pag. 18 di 46

19 Esempio Gli interni 21 e 24 devono suonare quando arriva una chiamata esterna col numero ; il gruppo S 0 assegnato di default è lo 0, e non è modificabile. Dopo avere inserito nel campo numero esterno il numero , cliccate una volta sui numeri interni 21 e 24, selezionandoli. Quando avete confermato l'impostazione con OK, la modifica nella finestra di dialogo precedente appare come segue: Pag. 19 di 46

20 È possibile assegnare a ciascun derivato interno i numeri esterni, come mostrato nel primo esempio. Terminata la programmazione, chiudete la finestra di dialogo cliccando sul tasto OK Trasmissione dei dati al centralino Dopo avere effettuato la programmazione dei servizi, occorre trasmettere i dati al centralino: per effettuare ciò, occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo File. Selezionate l opzione Trasmettere al PBX. Pag. 20 di 46

21 Cliccate una volta nel campo Trasmettere al PBX : la trasmissione dei nuovi dati di configurazione dal PC al PBX inizia immediatamente. Durante la trasmissione dei dati, la finestra di dialogo stato del processo vi informa dell avanzamento della trasmissione dei dati verso il PBX. Terminata la trasmissione, avete così completato la fase principale della configurazione del vostro centralino. Vi consigliamo di controllare se la configurazione è stata effettuata correttamente, componendo da un telefono esterno i numeri programmati per i vostri derivati e verificando che i derivati squillino alla chiamata. In caso contrario, vi consigliamo di ripetere la procedura di programmazione. Pag. 21 di 46

22 6.2 Assegnazione dei numeri per le chiamate uscenti Per configurare i numeri esterni in uscita, per ciascun derivato, occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Numeri. Cliccate su numeri chiamata uscenti : appare la seguente finestra di dialogo La procedura per assegnare dei numeri uscenti a ciascun derivato è eseguita nello stesso di quella descritta nel Paragrafo precedente, per l assegnazione dei numeri di chiamata entranti. Una volta programmato un numero per ciascun derivato interno, è possibile che esso venga presentato all interlocutore remoto chiamato. In altre parole, potete decidere che alla parte chiamata, quando da un interno si effettua una telefonata, appaia sempre lo stesso numero, quello assegnato come numero chiamata uscente. Pag. 22 di 46

23 7 Impostazione delle caratteristiche di servizio 7.1 Servizio notte Selezionate il campo Configurazione e cliccate sul campo Servizio Notte per programmare questo servizio. Esso vi permette di inoltrare le chiamate entranti (esterne) a un derivato definito da voi. Se al posto del derivato da utilizzare in Servizio Notte, viene programmato un numero esterno per la deviazione, questa chiamata viene inoltrata alla destinazione esterna. È possibile ora impostare o variare i parametri di configurazione per il servizio, scegliendo all interno dei rispettivi campi le opzioni disponibili e cliccando col tasto sinistro del mouse una volta per confermare la scelta. Numero Interno Cliccando in questo campo, si imposta il numero del derivato al quale sono inoltrate le chiamate quando è attivo il Servizio Notte. Stato Cliccando in questo campo, è possibile selezionare tre opzioni per il derivato: attivo: il derivato è stato abilitato per ricevere le telefonate in Servizio Notte. non attivo: il derivato non è stato abilitato per ricevere le telefonate in Servizio Notte. Pag. 23 di 46

24 Controllo orario: il Servizio Notte è stato abilitato per il derivato, nel periodo di tempo programmato. Impostazione orario Potete impostare l orario di inizio e di fine del Servizio Notte. Esempio I derivati 25 e 28 devono ricevere sempre le chiamate a loro destinate, anche in Servizio Notte: essi devono essere inclusi nel campo servizio notte in figura. Pag. 24 di 46

25 7.2 Numeri brevi Il centralino dispone di 100 numeri brevi globali, validi per tutti i derivati. Come per tutti gli altri parametri di sistema, essi sono protetti dalle interruzioni di corrente, cioè non si cancellano se manca temporaneamente l alimentazione esterna. Per programmare i numeri brevi, occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Numeri. Cliccate su Numeri brevi : appare la seguente finestra di dialogo Cliccate due volte sulla riga corrispondente al numero breve da programmare. Comporre il numero di telefono, comprensivo della cifra zero per l impegno della linea esterna prima della selezione del numero. Scrivere il nome associato a quel numero. Cliccate sul tasto Imposta per confermare la scelta di quel numero breve. Ripetere questa procedura per tutti i numeri brevi che si vuole programmare. Pag. 25 di 46

26 7.2.1 Salvataggio su file dei numeri brevi Premete col puntatore del mouse il tasto Salva per memorizzare in un file sul PC l insieme dei numeri brevi programmati: si apre la finestra di dialogo Potete salvare i dati nel file pbxconf.kzw. Dopo avere salvato il file, terminata la programmazione di tutti i numeri brevi, premete il tasto OK per confermare. Il file contenente i numeri brevi è salvato nella Directory in cui avete installato il programma di configurazione. Questo file non viene trasferito subito con gli altri dati di programmazione al centralino. Esso è trasmesso dal PC al PBX, solo dopo aver caricato da esso i dati di configurazione. Se questo file su PC viene cancellato, i numeri brevi con i loro rispettivi nomi non possono essere recuperati ed occorre ripetere la procedura di programmazione descritta. Pag. 26 di 46

27 7.3 Numeri proibiti e permessi È possibile programmare per ciascun derivato interno fino a dieci insiemi di numeri (prefissi), affinché essi siano i soli abilitati a essere selezionati sulla linea esterna, oppure ad essere bloccati in selezione. Per programmarli, occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Numeri. Cliccate su Numeri proibiti / permessi : appare la seguente finestra di dialogo Questa procedura vi permette di autorizzare i derivati a chiamare un numero limitato di numeri esterni o di bloccare determinati prefissi telefonici. I numeri permessi sono contraddistinti dalla lettera P, quelli proibiti dalla lettera D ( denied ). Numeri permessi Potete inserire fino a 10 numeri (da P10 a P19, da P20 a P29, ecc.) per ciascun derivato. Cliccate due volte sulla riga corrispondente al numero permesso (P) da programmare. Componete le cifre del numero permesso. Pag. 27 di 46

28 Scrivete il nome associato a quel numero. Cliccate sul tasto Imposta per confermare la scelta di quel numero. Ripetete questa procedura per tutti i numeri che si vuole programmare e per ciascun derivato. Con questa funzione, potete garantire che le chiamate esterne possono essere effettuate soltanto alle destinazioni approvate dal rispettivo derivato. Numeri proibiti Potete inserire fino a 10 numeri (da D10 a D19, da D20 a D29,ecc.) per ciascun derivato. I numeri proibiti, inaccessibili alla selezione, vi permettono di evitare telefonate costose. Nell'esempio mostrato, relativo all interno 22 non ci si può collegare al prefisso telefonico 0005, a condizione che, selezionando i campi Configurazione - Derivati interni Elenco dispositivi Seleziona, abbiate selezionato nel campo accesso linea numeri proibiti per il derivato corrispondente. La procedura di programmazione dei numeri proibiti è del tutto analoga a quella per i numeri permessi. Pag. 28 di 46

29 8 Citofono/attuatore/sensore (per ISDN Office plus ) Potete usare questa opzione se avete collegato un citofono-apriporta esterno o un sensore/attuatore (ad esempio per allarme) al centralino. 8.1 Citofono-apriporta Per configurare il citofono apriporta, a cui corrisponde l interno numero 29, occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Derivati interni : appare la seguente finestra di dialogo Cliccate due volte sul numero 29, per impostare le opzioni relative al collegamento col citofono esterno: da ogni derivato vi potrete poi collegare automaticamente al citofono esterno, componendo il numero 29 Mentre siete in comunicazione con l interlocutore al citofono, potrete azionare l apriporta componendo la cifra 0. Pag. 29 di 46

30 8.2 Funzione Farmacia Con la funzione "Farmacia", le chiamate dal citofono esterno attivano nel centralino la selezione verso un numero esterno o interno preprogrammato. Inserite nel campo seleziona numero la cifra zero per l impegno linea e poi il numero da far selezionare: quando qualcuno preme il campanello per la chiamata dal citofono, la chiamata viene inoltrata ad esso. Attenzione: la chiamata citofonica viene deviata al numero esterno soltanto se il Servizio Notte è attivato. Pag. 30 di 46

31 8.3 Sensore Al posto del citofono-apriporta potete collegare ai morsetti un sensore/attuatore (ad esempio, un contatto di allarme). Selezionate il campo Combinazione attuatore / sensore. Inserite nel campo seleziona numero la cifra zero per l impegno linea e poi il numero da far selezionare: quando si chiude il contatto sensore, la chiamata viene inoltrata ad esso. Dopo l'attivazione del servizio, il derivato di allarme squilla per 15 secondi. Nell'esempio, il derivato programmato è il 23. Può essere selezionato anche un numero esterno, ma non dovete dimenticare di inserire la cifra zero per l impegno della linea esterna. Pag. 31 di 46

32 8.4 Attuatore Questa funzione può essere utilizzata, collegando sul centralino un alimentatore (da 8-12V ac / 1A) al morsetto [AC-IN] e l attuatore al morsetto TÖ]. Nel campo è usato come.. appare il numero 29. Cliccate nel campo Combinazione attuatore / sensore. Componendo il numero 29 da un derivato interno, potete agire sull attuatore esterno (ad esempio il contatto per la luce delle scale, per l apertura del box garage, ecc.). Pag. 32 di 46

33 9 Musica su attesa Quando una conversazione esterna è stata messa in attesa, l interlocutore esterno può sentire o un tono di attesa, oppure la musica di attesa standard del centralino. In alternativa, è possibile collegare una sorgente di musica su attesa esterna, oppure un risponditore automatico con messaggio pre-registrato, ad un qualsiasi derivato interno. In questo modo chi chiama sente la melodia o il messaggio pre-registrato. Per configurare il tipo di attesa (con o senza musica) occorre eseguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo Configurazione. Cliccate su Impostazioni comuni : appare la seguente finestra di dialogo Nel campo scelta Musica cliccate una volta sul tipo di attesa: fisso indica la attesa con tono; Musica su porta a2/b2,..,a8/b8 seleziona l interno al quale la sorgente esterna deve essere collegata.

34 10 Opzioni avanzate Il centralino è stato predisposto per supportare alcuni servizi opzionali (rifer. finestra di dialogo in figura). Potete prendere contatto col vostro fornitore per richiedere le informazioni relative a questi servizi opzionali. Pag. 34 di 46

35 11 Operazioni da compiere col file di configurazione 11.1 Salvataggio del file Una volta effettuata la configurazione dei parametri e dei servizi del centralino, è necessario salvarla; per fare ciò, occorre seguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo File. Cliccate su Salva file : appare la seguente finestra di dialogo Potete salvare i dati nel file pbxconf.cfd, selezionandolo col puntatore del mouse. Cliccate sul tasto Salva per salvare il file nella Directory in cui avete installato il programma di configurazione. Se si verificano problemi di funzionamento e dovete riavviare il centralino con le sue impostazioni di fabbrica, tutte le funzioni e le opzioni che avete programmato verranno cancellate e dovrete riprogrammare tutto di nuovo. Per questo motivo si consiglia, una volta programmata il centralino, di salvare i dati in un file: in questo modo, non perderete le impostazioni che avete fatto e potrete velocemente riprogrammare il PBX. Potete anche salvare versioni diverse della configurazione con nomi diversi, per richiamarli al momento opportuno. Pag. 35 di 46

36 11.2 Caricamento da file È possibile caricare il file di configurazione, precedentemente memorizzato, prima di trasmetterlo al PBX; per fare ciò, occorre seguire la seguente procedura. Cliccate col puntatore del mouse sul campo File. Cliccate su Carica file : appare la seguente finestra di dialogo Potete caricare i dati di configurazione dal file pbxconf.cfd, selezionandolo col puntatore del mouse. Cliccate sul tasto Apri per caricare il file dalla Directory in cui avete installato il programma di configurazione. Se e quando necessario, potete caricare il file con la configurazione richiesta, controllare se questa configurazione è corretta oppure modificarla a vostro piacimento. Se necessario, il nome del file può essere cambiato a piacere. La configurazione deve essere quindi trasmessa al centralino. Pag. 36 di 46

37 11.3 Trasmissione al PBX Per trasmettere il file contenente la configurazione impostata al PBX occorre procedere come segue. Cliccate col puntatore del mouse sul campo File. Cliccate su Trasmettere al PBX. Pag. 37 di 46

38 Cliccate una volta nel campo Trasmettere al PBX : la trasmissione dei nuovi dati di configurazione dal PC al PBX inizia immediatamente. Durante la trasmissione dei dati, la finestra di dialogo stato del processo vi informa dell avanzamento della trasmissione dei dati verso il PBX. Terminata la trasmissione, avete così completato la configurazione del vostro centralino Caricamento dal PBX Se necessario, potete caricare sul vostro PC il file con la configurazione impostata nel centralino; per farlo, occorre procedere come segue. Cliccate col puntatore del mouse sul campo File. Cliccate una volta nel campo Carica da PBX : la trasmissione dei nuovi dati di configurazione dal PBX al PC inizia immediatamente. Pag. 38 di 46

39 Durante la trasmissione dei dati, la finestra di dialogo stato del processo vi informa dell avanzamento della trasmissione dei dati verso il PC. Terminata la trasmissione, avete così completato il caricamento sul PC della configurazione del vostro centralino. Pag. 39 di 46

40 12 Manutenzione del PBX In qualunque momento, è possibile avere le informazioni sull attuale configurazione corrente dell hardware del PBX ed eventuali errori di sistema. Cliccate col puntatore del mouse sul campo File. Cliccate su Opzioni. Cliccate sul campo Diagnostici di sistema : appare la seguente finestra di dialogo Pag. 40 di 46

41 Sullo schermo sono visualizzate le informazioni relative allo stato attuale del centralino. Se si verificano dei problemi e dovete rivolgervi al Centro Assistenza, tenete queste informazioni a portata di mano. Firmware In questo campo è indicata la versione del firmware implementato sul PBX e la data in cui è stato creato. Hardware In questo campo è indicato il nome del PBX e la versione hardware corrispondente. Pag. 41 di 46

42 Dati Statici In questo campo sono disponibili le informazioni necessarie al Centro Assistenza in caso di errori di sistema. Esse sono protette in caso di mancanza di corrente e permettono quindi una verifica estesa per individuare la fonte degli errori. Dati dinamici In questo campo sono disponibili le informazioni necessarie al Centro Assistenza in caso di errori di sistema. Esse sono protette in caso di mancanza di corrente e permettono quindi una verifica estesa per individuare la fonte degli errori. Esse sono riportate ai valori iniziali ogni volta che si riavvia il centralino (reset della centrale). Pag. 42 di 46

Teleprogrammatore Europa280B, CT312K, CT416K

Teleprogrammatore Europa280B, CT312K, CT416K Teleprogrammatore Europa280B, CT312K, CT416K GUIDA PER L UTENTE MANUALE TELEPROGRAMMATORE Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente

Dettagli

MANUALE. Software di teleprogrammazione

MANUALE. Software di teleprogrammazione MANUALE Software di teleprogrammazione Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane. I prodotti

Dettagli

MANUALE. Software di teleprogrammazione

MANUALE. Software di teleprogrammazione MANUALE Software di teleprogrammazione Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane. I prodotti

Dettagli

MANUALE. Software di teleprogrammazione

MANUALE. Software di teleprogrammazione MANUALE Software di teleprogrammazione Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane. I prodotti

Dettagli

SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE

SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE 7IS-80305 Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche

Dettagli

SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE

SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE 7IS-80263 Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche

Dettagli

CENTRALE TELEFONICA Urania 16 IP Manuale Utente

CENTRALE TELEFONICA Urania 16 IP Manuale Utente CENTRALE TELEFONICA Urania 16 IP Manuale Utente Grazie per aver scelto una centrale telefonica Urania 16 IP, ci auguriamo che possa soddisfare tutte le vostre esigenze in modo semplice ed efficace. Il

Dettagli

Servizio Fonia Cloud PBX

Servizio Fonia Cloud PBX Servizio Fonia Cloud PBX Manuale utente Telefono VoIP Polycom VVX 400 e servizi offerti dalla piattaforma Cloud PBX Acantho Revisioni del documento Revisione Autore Data Descrizione 1.0 P. Pianigiani 11/12/2014

Dettagli

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

Dettagli

Telefonare su PC Panoramica

Telefonare su PC Panoramica Telefonare su PC Panoramica Tramite l interfaccia utente del centralino telefonico Gigaset T500 PRO e Gigaset T300 PRO si ha accesso alle funzioni del centralino. Login sull interfaccia utente del centralino

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Manuale dell utente. InCD. ahead

Manuale dell utente. InCD. ahead Manuale dell utente InCD ahead Indice 1 Informazioni su InCD...1 1.1 Cos è InCD?...1 1.2 Requisiti per l uso di InCD...1 1.3 Aggiornamenti...2 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...2 2 Installazione...3

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Servizio Fonia Cloud PBX

Servizio Fonia Cloud PBX Servizio Fonia Cloud PBX Manuale utente Telefono VoIP Snom 710 e servizi offerti dalla piattaforma Cloud PBX Acantho Revisioni del documento Revisione Autore Data Descrizione 1.0 P. Pianigiani 12/12/2014

Dettagli

Teleprogrammatore FOX 70M / POLARIS PLUS

Teleprogrammatore FOX 70M / POLARIS PLUS Teleprogrammatore FOX 70M / POLARIS PLUS GUIDA PER L UTENTE MANUALE TELEPROGRAMMATORE Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente

Dettagli

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC Versione 2.0 03/07-01 PC Manuale d uso TiManager Software per la gestione degli applicativi Bticino TiManager INDICE 2 1. Requisiti Hardware e Software Pag. 4 2. Installazione Pag. 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC Versione 1.0 02/08-01 PC Manuale d uso TiStereoControl Software per la configurazione del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl 2 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4

Dettagli

Servizio Fonia Cloud PBX

Servizio Fonia Cloud PBX Servizio Fonia Cloud PBX Manuale utente Telefono VoIP Gigaset SL610 Pro e servizi offerti dalla piattaforma Cloud PBX Acantho Revisioni del documento Revisione Autore Data Descrizione 1.0 P. Pianigiani

Dettagli

Servizio Fonia Cloud PBX

Servizio Fonia Cloud PBX Servizio Fonia Cloud PBX Manuale utente Telefono VoIP Polycom SoundStation IP5000/IP6000 e servizi offerti dalla piattaforma Cloud PBX Acantho Revisioni del documento Revisione Autore Data Descrizione

Dettagli

Centralino Telefonico

Centralino Telefonico PART. T5853C - 11/05 - PC Manuale d installazione Centralino Telefonico 335828 3 INDICE 1. INTRODUZIONE Pag. 7 Avvertenze per l installatore Pag. 7 Contenuto della confezione Pag. 7 2. IL CENTRALINO Pag.

Dettagli

EUROPLUS - SOFT Art.: 4096

EUROPLUS - SOFT Art.: 4096 LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 EUROPLUS - SOFT Art.: 4096 MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Informazioni generali... 3 1.1 Requisiti di sistema...

Dettagli

Vianova IP Centrex Enterprise Telefoni digitali famiglia 1100 e terminali analogici

Vianova IP Centrex Enterprise Telefoni digitali famiglia 1100 e terminali analogici guida all uso Vianova IP Centrex Enterprise Telefoni digitali famiglia 1100 e terminali analogici 3 Sommario Introduzione... 4 Terminali digitali IP Phone... 5 IP Phone 1120e...5 IP Phone 1140e...6 IP

Dettagli

Istruzioni d uso. innovaphone mypbx. Versione 10

Istruzioni d uso. innovaphone mypbx. Versione 10 Nome utente Istruzioni d uso innovaphone mypbx Versione 10 Configurazione Attiva/disattiva Videotelefonia Seleziona terminale Deviazioni di chiamata Indicatore Presenza Comunicazioni Profilo Finestra ricerca

Dettagli

AMICO SPORT. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO SPORT. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO SPORT Manuale di istruzioni - Italiano 1 1. Descrizione Telefono 2 2. Iniziare a utilizzare 1. Rimuovere il coperchio della batteria. 2. Inserire la batteria nel suo vano. Rivolgere i tre punti in

Dettagli

Istruzioni operative instal azione FirmaVerifica3.0 Pag.1 di 27

Istruzioni operative instal azione FirmaVerifica3.0 Pag.1 di 27 Istruzioni operative installazione FirmaVerifica3.0 Pag.1 di 27 Generalità... 3 Operazioni preliminari... 4 Requisiti tecnici... 5 Installazione applicazione...6 Visualizzazione fornitura... 14 Gestione

Dettagli

Lettore di badge Nexus

Lettore di badge Nexus Lettore di badge Nexus Lettore di tessere magnetiche Nexus Benvenuti nella guida del lettore di tessere magnetiche per PC Nexus. Nexus BadgeReader - 2001-2004 Nexus Technologies s.r.l. Firenze Italia pag.

Dettagli

LabelShop 8. Manuale dell amministratore. Admin Guide

LabelShop 8. Manuale dell amministratore. Admin Guide LabelShop 8 Manuale dell amministratore Admin Guide Guida per l amministratore DOC-OEMCS8-GA-IT-02/03/06 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere

Dettagli

EMK Virtual Telephone

EMK Virtual Telephone Soluzioni per comunicare EMK Virtual Telephone Terminale Virtuale per sistemi EMK 34S/34Ex/60 Applicazioni CTI per EMK Edizione Luglio 2003 - EMK Virtual Telephone Windows Edition La documentazione potrebbe

Dettagli

+LFRP#$WWHQGDQW 3 0DQXDOH#GnXVR#H#GL#LQVWDOOD]LRQH GHO#SRVWR#RSHUDWRUH#3&#SHU +LFRP#483#(2+/#+L3DWK#6833/#+L3DWK#$OO6HUYH#483

+LFRP#$WWHQGDQW 3 0DQXDOH#GnXVR#H#GL#LQVWDOOD]LRQH GHO#SRVWR#RSHUDWRUH#3&#SHU +LFRP#483#(2+/#+L3DWK#6833/#+L3DWK#$OO6HUYH#483 û +LFRP#$WWHQGDQW 3 0DQXDOH#GnXVR#H#GL#LQVWDOOD]LRQH GHO#SRVWR#RSHUDWRUH#3&#SHU +LFRP#483#(2+/#+L3DWK#6833/#+L3DWK#$OO6HUYH#483,QIRUPDWLRQ#DQG &RPPXQLFDWLRQV 6XOOH#LVWUX]LRQL#GnXVR Le presenti istruzioni

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Guida all installazione

Guida all installazione Guida all installazione Presentazione Vi ringraziamo per aver scelto Evoluzioni SL. Evoluzioni SL, è un software appositamente studiato per la gestione degli studi legali, in ambiente monoutente e multiutente,

Dettagli

CLD 2/8 CLD 2/8 S. Centralini telefonici. Manuale d'uso. Versione 4.0

CLD 2/8 CLD 2/8 S. Centralini telefonici. Manuale d'uso. Versione 4.0 CLD 2/8 CLD 2/8 S Centralini telefonici Manuale d'uso Versione 4.0 via Serenari, 1-40013 Castel Maggiore (BO) Italy Telefono +39 051 706711 - Fax +39 051 706700 saiettelecom.it - e-mail: sales@saiettelecom.it

Dettagli

Segreteria integrata e voicetomail

Segreteria integrata e voicetomail Segreteria integrata e voicetomail 1 Introduzione In questa mini-guida mostreremo come programmare ed attivare le segreterie telefoniche integrate nei FRITZ!Box. In questo modo nessuna chiamata andrà persa:

Dettagli

Interfaccia software per pc

Interfaccia software per pc Interfaccia software per pc Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane.

Dettagli

Manuale di installazione e dell utente

Manuale di installazione e dell utente Manuale di installazione e dell utente 16 bit, per Windows 3.1 ii Informazioni sul copyright Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata o tradotta in

Dettagli

Word Libre Office. Barra degli strumenti standard Area di testo Barra di formattazione

Word Libre Office. Barra degli strumenti standard Area di testo Barra di formattazione SK 1 Word Libre Office Se sul video non compare la barra degli strumenti di formattazione o la barra standard Aprite il menu Visualizza Barre degli strumenti e selezionate le barre che volete visualizzare

Dettagli

Altiris Carbon Copy. Guida dell'utente

Altiris Carbon Copy. Guida dell'utente Altiris Carbon Copy Guida dell'utente Avviso Le informazioni contenute in questa Guida sono soggette a modifiche senza preavviso. LA ALTIRIS, INC. DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI OMISSIONI O

Dettagli

SECU-Up Software update e abilitazione di opzioni per SECUTEST... / SECULIFE ST

SECU-Up Software update e abilitazione di opzioni per SECUTEST... / SECULIFE ST Istruzioni per l uso SECU-Up Software update e abilitazione di opzioni per SECUTEST... / SECULIFE ST 3-348-848-29 6/5.09 Indice Pagina 1 Generalità... 3 1.1 Update del software... 3 1.2 Abilitazione di

Dettagli

Presentation Draw. Guida dell utilizzatore

Presentation Draw. Guida dell utilizzatore Presentation Draw I Guida dell utilizzatore Conservare l intera documentazione dell utente a portata di mano per riferimenti futuri. Il termine puntatore in questo manuale si riferisce al puntatore interattivo

Dettagli

IT MANUALE TECNICO. Manuale tecnico software ViP Manager Art. 1449. www.comelitgroup.com

IT MANUALE TECNICO. Manuale tecnico software ViP Manager Art. 1449. www.comelitgroup.com IT MANUALE TECNICO Manuale tecnico software ViP Manager Art. 1449 www.comelitgroup.com SOMMARIO 1 Installazione software ViP Manager Art. 1449... 5 1.1 Requisiti sistema....5 1.2 Procedura di installazione...5

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

Configurazione Hardware minima: o 32 MB RAM o superiori o Processore classe Pentium (200MHz o superiore) o Porta Universal Serial Bus (USB)

Configurazione Hardware minima: o 32 MB RAM o superiori o Processore classe Pentium (200MHz o superiore) o Porta Universal Serial Bus (USB) Modem ADSL AM100 Versione 1.0 Questo manuale illustra l'installazione Hardware e Software del modem USB ADSL AM100 e la configurazione per l'accesso ad Internet con Libero ADSL. 1 x Modem USB ADSL AM100

Dettagli

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI

FRANCESCO MARINO - TELECOMUNICAZIONI Classe: Data Gruppo: Alunni assenti Al termine di questa esercitazione ciascun alunno dovrà essere in grado di installare, configurare e utilizzare Microsoft Fax in Windows 95, 98 o Me. Le fasi di installazione

Dettagli

Manuale utente. INFORMA 600E (Cod. HEINF6E) INFORMA 600GSM (Cod. HEINF6G) INFORMA 600GSMVV (Cod. HEINF6V) INFORMA 600GSM-AE (Cod.

Manuale utente. INFORMA 600E (Cod. HEINF6E) INFORMA 600GSM (Cod. HEINF6G) INFORMA 600GSMVV (Cod. HEINF6V) INFORMA 600GSM-AE (Cod. Combinatore telefonico multifunzione a sintesi vocale INFORMA 600E (Cod. HEINF6E) INFORMA 600GSM (Cod. HEINF6G) INFORMA 600GSMVV (Cod. HEINF6V) INFORMA 600GSM-AE (Cod. HEINF6GAE) Manuale utente DT00981HE0908R01

Dettagli

MANUALE. Installazione Programmazione - Uso 7IS-80015

MANUALE. Installazione Programmazione - Uso 7IS-80015 MANUALE Installazione Programmazione - Uso 7IS-80015 Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane

Dettagli

WinSteno 2002 Sistema multilingue

WinSteno 2002 Sistema multilingue WinSteno 2002 Sistema multilingue Installazione di WinSteno 2002 Requisiti di sistema Per usare questo programma è necessario disporre di Microsoft Windows 95\98\ME o Windows NT\2000 o Xp. Il computer

Dettagli

Manuale utente. INFORMA 600D (Cod. HEINF6ED) INFORMA 600DGSM (Cod. HEINF6GD) INFORMA 600DGSMVV (Cod. HEINF6VD)

Manuale utente. INFORMA 600D (Cod. HEINF6ED) INFORMA 600DGSM (Cod. HEINF6GD) INFORMA 600DGSMVV (Cod. HEINF6VD) Combinatore telefonico multifunzione a sintesi vocale INFORMA 600D (Cod. HEINF6ED) INFORMA 600DGSM (Cod. HEINF6GD) INFORMA 600DGSMVV (Cod. HEINF6VD) Manuale utente DT01196DI0908R01 Questa apparecchiatura

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

Servizio Fonia Cloud PBX. Manuale utente. Client web RECEPTIONIST per il Posto Operatore Cloud PBX Acantho. Edizione Luglio 2015

Servizio Fonia Cloud PBX. Manuale utente. Client web RECEPTIONIST per il Posto Operatore Cloud PBX Acantho. Edizione Luglio 2015 Servizio Fonia Cloud PBX Manuale utente Client web RECEPTIONIST per il Posto Operatore Cloud PBX Acantho Edizione Luglio 2015 L a p p l i c a t i v o R e c e p t i o n i s t p e r i l P o s t o O p e r

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Voce per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Voce per il Referente Aziendale 1 Indice Indice Introduzione 4 Accesso all interfaccia web 4 Gestione Servizi Aziendali 6 Centralino 6 Lista degli Operatori 8 Orari di operatività 11 Parametri

Dettagli

Guida rapida Cisco SPA 303

Guida rapida Cisco SPA 303 Giugno 2011 Guida rapida Cisco SPA 303 www.vodafone.it numero breve 42323, gratuito da cellulare Vodafone numero verde 800-227755, dalle 8.00 alle 24.00 Questo materiale è stato realizzato con carta riciclata

Dettagli

Sistema Digitale Super Ibrido KX-TD612

Sistema Digitale Super Ibrido KX-TD612 P Sistema Digitale Super Ibrido KX-TD612 KX-TD612 KX-T7536 Un nuovo sistema telefonico digitale perfettamente adatto nell era di Internet Il sistema KX-TD612 fornisce le più avanzate funzioni digitali

Dettagli

T12Win Software di programmazione per Operatori Automatici T11/T12

T12Win Software di programmazione per Operatori Automatici T11/T12 TEMA TELECOMUNICAZIONI S.r.l. Telecomunicazioni - Elettronica - Microapplicazioni Audiotelefoniche T12Win Software di programmazione per Operatori Automatici T11/T12 DOCUMENTAZIONE PRELIMINARE Software

Dettagli

TELEBOX 328 INTERFACCIA TELEFONICA PER SECURBOX 368 MANUALE DI PROGRAMMAZIONE. versione 6.xx

TELEBOX 328 INTERFACCIA TELEFONICA PER SECURBOX 368 MANUALE DI PROGRAMMAZIONE. versione 6.xx TELEBOX 328 INTERFACCIA TELEFONICA PER SECURBOX 368 MANUALE DI PROGRAMMAZIONE versione 6.xx INDICE 1.1 INTRODUZIONE 2.1 STRUTTURA 2.2 CARATTERISTICHE 2.3 INFORMAZIONI PRELIMINARI 3.1 NUMERI TELEFONICI

Dettagli

Centralino telefonico art. 335818

Centralino telefonico art. 335818 Centralino telefonico art. 335818 Manuale d uso Part. T5842C - 11/05 - PC Note BTicino la ringrazia per aver scelto il centralino telefonico art. 335818, un prodotto che consente di integrare le funzioni

Dettagli

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database Microsoft Access Introduzione alle basi di dati Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale limitato Meccanismi di sicurezza, protezione di dati e gestione

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

Manuale Installazione e Configurazione

Manuale Installazione e Configurazione Manuale Installazione e Configurazione INFORMAZIONI UTILI Numeri Telefonici SERVIZIO TECNICO HOYALOG.......02 99071281......02 99071282......02 99071283........02 99071284.....02 99071280 Fax 02 9952981

Dettagli

Blue s Recorder. Configurazioni di utilizzo C A P I T O L O 3

Blue s Recorder. Configurazioni di utilizzo C A P I T O L O 3 Capitolo 3 Blue s Recorder 21 C A P I T O L O 3 Blue s Recorder Blue s Recorder è un programma di bufferizzazione dei dati per sistemi Windows: riceve una serie di caratteri dalla porta seriale e li scrive

Dettagli

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows NT 4.0 Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows NT 4.0 Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2 Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit I Windows NT 4.0 Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2 Bluewin SA Telefono Customer Care Services: Hardturmstrasse 3 HighWay 0900 900

Dettagli

1.1 Installazione di ARCHLine.XP

1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1.1 Contenuto del pacchetto di ARCHLine.XP Controllare il contenuto del vostro pacchetto ARCHLine.XP : Manuale utente di ARCHLine.XP (se in formato elettronico è contenuto

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

DMK-DMG Data Logger MANUALE DEL SOFTWARE SOMMARIO

DMK-DMG Data Logger MANUALE DEL SOFTWARE SOMMARIO 77 DMK-DMG Data Logger I154 I 0510 MANUALE DEL SOFTWARE SOMMARIO Introduzione... 2 Risorse minime del PC... 2 Installazione... 2 Attivazione del collegamento PC - Multimetri... 3 Principi base... 4 Finestra

Dettagli

IT MANUALE TECNICO. Centralino telefonico Art. 2906 Schede di espansione Art. 2907-2908 - 2909-2913. www.comelitgroup.com

IT MANUALE TECNICO. Centralino telefonico Art. 2906 Schede di espansione Art. 2907-2908 - 2909-2913. www.comelitgroup.com IT MANUALE TECNICO Centralino telefonico Art. 2906 Schede di espansione Art. 2907-2908 - 2909-2913 www.comelitgroup.com SOMMARIO 1. NORME DI SICUREZZA pag. 4 2. INTRODUZIONE pag. 4 3. INSTALLAZIONE pag.

Dettagli

L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050

L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050 L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050 Contenuto 1 Descrizione...3 2 Impostazione di Fritz!Box Fon WLAN per collegamento a internet4 2.1 Configurazione di Fritz!Box Fon WLAN 7050 con cavo USB...4 2.2

Dettagli

Guida rapida Cisco SPA 504G

Guida rapida Cisco SPA 504G Guida rapida Cisco SPA 504G Indice Indice Introduzione 3 Panoramica del telefono 4 Gestione delle chiamate 6 Effettuare una chiamata 6 Rispondere a una chiamata 6 Concludere una chiamata 7 Mettere una

Dettagli

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Switch Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Switch Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti fondamentali

Dettagli

Questa versione permette di stampare la configurazione dell impianto e risolve alcuni problemi riscontrati nelle versioni precedenti.

Questa versione permette di stampare la configurazione dell impianto e risolve alcuni problemi riscontrati nelle versioni precedenti. SOFTWARE PER CENTRALI FENICE Software_Fenice_1.2.0 12/09/2012 Questo Software permette all'installatore di programmare le centrali della serie Fenice, di aggiornare i firmware dei vari componenti del sistema

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows 95/98/ME Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows 95/98/ME Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2 Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit I Windows 95/98/ME Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2 Bluewin SA Telefono Customer Care Services: Hardturmstrasse 3 HighWay 0900 900

Dettagli

Manuale Print and fax

Manuale Print and fax Manuale Print and fax Print And Fax è l applicativo che consente ai Clienti FastWeb che hanno sottoscritto il servizio Fax, di spedire fax dall interno di qualsiasi programma che preveda un operazione

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

HAMLET WaveMemory V90/56K Indice

HAMLET WaveMemory V90/56K Indice MANUALE PC HAMLET WaveMemory V90/56K Indice INDICE 2 Premessa 3 Informazioni generali 4 Configurazione del modem 6 Installazione dell hardware 8 Funzionamento di WaveMemory 10 Installazione del software

Dettagli

Guida Introduttiva. Laplink Software, Inc. Guida Introduttiva. MN-LLG-IT-14 (Rev 01/08) w w w. l a p l i n k. c o m / i t / s u p p o r t

Guida Introduttiva. Laplink Software, Inc. Guida Introduttiva. MN-LLG-IT-14 (Rev 01/08) w w w. l a p l i n k. c o m / i t / s u p p o r t 1 Guida Introduttiva Laplink Software, Inc. Per accedere al supporto tecnico, visitare il sito Web all indirizzo: www.laplink.com/it/support Per altri tipi di richieste, è possibile contattare Laplink

Dettagli

Software di programmazione

Software di programmazione Software di programmazione TwinLoad MANUALE D INSTALLAZIONE E D USO Indice 1. Presentazione... 3 2. Installazione del software... 4 3. Programmazione in locale... 6 3.1 Procedura... 6 3.2 Accesso al sistema...

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

www.associazioni.milano.it - Il sito dedicato alle associazioni no-profit di Milano e provincia

www.associazioni.milano.it - Il sito dedicato alle associazioni no-profit di Milano e provincia Pubblicare le pagine via FTP Per pubblicare le pagine web della vostra Associazione sullo spazio all'indirizzo: http://www.associazioni.milano.it/nome occorrono i parametri sotto elencati, comunicati via

Dettagli

Canon cost manager. per stampanti e plotter Canon LFP. Versione per Windows 98-ME, NT 4.0-2000-XP. Manuale d'uso

Canon cost manager. per stampanti e plotter Canon LFP. Versione per Windows 98-ME, NT 4.0-2000-XP. Manuale d'uso Canon cost manager per stampanti e plotter Canon LFP Versione per Windows 98-ME, NT 4.0-2000-XP Manuale d'uso Sommario Manuale di Canon cost manager BENVENUTI IN CANON COST MANAGER 3 CAPITOLO I - INSTALLAZIONE

Dettagli

Manuale per la configurazione della connessione remota tramite telefono alla rete Internet - Connessione Dial-Up/PPP. (Revisione 1999-11-26)

Manuale per la configurazione della connessione remota tramite telefono alla rete Internet - Connessione Dial-Up/PPP. (Revisione 1999-11-26) Università degli studi di Roma Tor Vergata Centro di Calcolo e Documentazione Via Orazio Raimondo 18 I - 00173 Roma http://www.ccd.uniroma2.it Tel. +39 06 7259.2150 Fax. +39 06 7259.2125 Email: Info@CCD.UniRoma2.It

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Manuale. Print And Fax

Manuale. Print And Fax Manuale Print And Fax Print And Fax è l'applicativo che consente ai Clienti FastWeb che hanno sottoscritto il servizio Fax, di spedire fax dall interno di qualsiasi programma che preveda un operazione

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Questo programma può raccogliere dati provenienti dall HD450 quando l apparecchio è collegato a un PC e anche scaricare dati memorizzati

Dettagli

Business Communications Manager Scheda funzioni del telefono

Business Communications Manager Scheda funzioni del telefono Business Communications Manager Scheda funzioni del telefono 2002 Nortel Networks P0935989 Versione 02 Pulsanti Il pulsante Funzione del telefono Business Series Terminal (serie T) è rappresentato da

Dettagli

PHARO User Configuration Software UCS MANUALE PER L UTENTE. 8540588 - Rev.0-15/07/2004. www.reer.it pharo.reer.it

PHARO User Configuration Software UCS MANUALE PER L UTENTE. 8540588 - Rev.0-15/07/2004. www.reer.it pharo.reer.it PHARO User Configuration Software UCS MANUALE PER L UTENTE 8540588 - Rev.0-15/07/2004 www.reer.it pharo.reer.it Il presente manuale è coperto da diritti d autore. Tutti i diritti che ne derivano appartengono

Dettagli

PalmViewCAM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0)

PalmViewCAM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0) PalmViewCAM POWERLINE DIGITAL VIDEO RECORDER MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0) Vi ringraziamo per aver scelto il nostro prodotto. Vi invitiamo a leggere attentamente il presente manuale di istruzioni

Dettagli

Guida rapida all uso del client UC-One Desktop e Mobile per il servizio Cloud PBX Acantho

Guida rapida all uso del client UC-One Desktop e Mobile per il servizio Cloud PBX Acantho Guida rapida all uso del client UC-One Desktop e Mobile per il servizio Cloud PBX Acantho Versione 1.0 Dicembre 2014 Installazione su Smartphone Android oppure ios 1. Accedere allo store Play Store oppure

Dettagli

Mail And Fax Manuale Utente. Indice

Mail And Fax Manuale Utente. Indice Mail And Fax Manuale Utente Indice Manuale Utente 1 Indice 1 1 Introduzione 2 2 Requisiti di sistema 2 3 Predisposizione di Outlook 2 3.1 Controllo della versione di Outlook...3 3.2 Controllo della configurazione

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

cost manager per stampanti e plotter Versione per Windows 2000 - XP 32 - XP 64 - Vista 32 - Vista 64 Manuale d'uso

cost manager per stampanti e plotter Versione per Windows 2000 - XP 32 - XP 64 - Vista 32 - Vista 64 Manuale d'uso cost manager per stampanti e plotter Versione per Windows 2000 - XP 32 - XP 64 - Vista 32 - Vista 64 Manuale d'uso Sommario BENVENUTI IN COST MANAGER 3 CAPITOLO I - INSTALLAZIONE E PRIMO AVVIO 4 REQUISITI

Dettagli

CTIconnect PRO 3.x. Manuale d uso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x

CTIconnect PRO 3.x. Manuale d uso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x CTIconnect PRO 3.x Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x Manuale d uso CTIconnect PRO è l applicazione di collaboration che permette agli utenti di monitorare lo stato di presence dei propri colleghi e

Dettagli

Manuale Utente Portale utente, codici di accesso & Casella vocale per il centralino 3CX Versione 7.0

Manuale Utente Portale utente, codici di accesso & Casella vocale per il centralino 3CX Versione 7.0 Manuale Utente Portale utente, codici di accesso & Casella vocale per il centralino 3CX Versione 7.0 Copyright 2006-2008, 3CX ltd. http:// E-mail: info@3cx.com Le Informazioni in questo documento sono

Dettagli

XFE503 SCHEDA SERVIZI AUDIO E ALLARMI PER CENTRALI SERIE XF500 MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO

XFE503 SCHEDA SERVIZI AUDIO E ALLARMI PER CENTRALI SERIE XF500 MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO XFE503 SCHEDA SERVIZI AUDIO E ALLARMI PER CENTRALI SERIE XF500 MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO Sommario Scheda XFE503 SOMMARIO PRESENTAZIONE DELLA SCHEDA XFE503...3 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...3 CONNESSIONI

Dettagli

Per una corretta funzionalità del centralino si consiglia l'utilizzo di apparecchiature telefoniche omologate.

Per una corretta funzionalità del centralino si consiglia l'utilizzo di apparecchiature telefoniche omologate. DOMINO 2.8 N Gentile cliente, La ringraziamo per la preferenza accordataci. Acquistando un centralino DOMINO 2.8 N, Lei è entrato in possesso di un sistema affidabile, completo di possibilità e concepito

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Uso della tastiera per accedere a Windows

Uso della tastiera per accedere a Windows Usabilità e Accesso David Colven Uso della tastiera per accedere a Windows auxiliarisorse Aprile 2004 Traduzione e adattamento a cura di Auxilia Versione del testo originale: Ottobre 2002 Copyright: David

Dettagli