AxWin6. Manuale Utente. Versione 2.10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AxWin6. Manuale Utente. Versione 2.10"

Transcript

1 AxWin6 Manuale Utente Versione 2.10

2 1 Descrizione di AxWin Glossario Operazioni preliminari Requisiti minimi per il PC Procedura per l installazione di AxWin La chiave hardware Come iniziare Informazioni preliminari Connessione al Database AxCom Breve spiegazione della filosofia del sistema AxWin Menu Archivi Utenti Sedi Ditte Menu Visualizza Presenti Ricerche Speciali Menu Configurazioni Gruppi Profili Configura Presenze Configurazione Allarmi Antipassback Scheduler Menu Storici Eventi Operazioni Alarms Menu Fasce Orarie Fasce Orarie Giorni Festivi Menu Password Inserisci e ritira password Nuovo operatore Modifica Password Menu Sistema Terminali Rinfresco totale Connessione Db Rinfresco per terminale Configurazioni sistema Edita Menu Lingua Stato terminali Informazioni

3 1 Descrizione di AxWin6 APICE S.r.l. AxWin6 è un software flessibile e completo per il Controllo Accessi e la Rilevazione delle Presenze. I nodi comunicano tra loro tramite tecnologia LONWORKS oppure RS485. AxWin6 può anche gestire terminali connessi a sottoreti LONWORKS o RS485 collegate a reti LAN principali, tramite router standard. AxWin6 offre la possibilità di gestire ditte, tessere, lettori e archivi utenti in maniera completa. Ogni tabella dell archivio utenti contiene i dati privati dell utente, la ditta e la sede di cui fa parte, la tessera associata con la data di inizio e di scadenza e l immagine dell utente. Grazie al concetto di Gruppi e Profili le operazioni di abilitazione e disabilitazione delle tessere nei vari lettori sono completamente automatizzate. Gli operatori hanno accesso unicamente alle funzioni di AxWin6 previste dal loro livello di sicurezza, che può essere identificato tramite login e password richieste dal programma alla sua apertura. Il programma contiene un insieme completo di funzioni incluso la registrazione, la visualizzazione e la stampa degli utenti, delle ditte, delle tessere, dei lettori, dei transiti, delle presenze e degli antipassback insieme a funzioni di utilità e diagnostica. AxWin6 è stato pensato per risolvere un ampia gamma di problemi riguardanti il controllo accessi. Se richieste, sono possibili personalizzazioni e implementazioni di specifiche funzioni e di ulteriori report di stampa. Il programma richiede una chiave hardware per la protezione da copie illegali. AxWin6 è anche disponibile nella versione client, con la quale è possibile accedere agli archivi, che sono presenti su un server, da diverse postazioni connesse in una rete LAN. 3

4 2 Glossario APICE S.r.l. Antipassback: Badge: Banda oraria: Codice utente: Controllo accessi: Fascia oraria: Lettore: Profilo: Operatore: PIN: Prefisso: Revisione: per la creazione di percorsi obbligati. Si può fare in modo che un utente non possa transitare due volte di seguito da un varco, generando un meccanismo simile alle doppie porte di accesso nelle banche. L antipassback può essere di tipo locale ad un varco controllato da un terminale (gestito dal terminale stesso), oppure di tipo globale tra terminali diversi (gestito da AxWin). supporto che contiene dei dati, grazie ai quali è possibile il riconoscimento del suo possessore. Ne esistono di vari tipi. Il Badge magnetico è una tessera di plastica con una banda magnetica sulla quale è memorizzato un codice. Il codice è acquisito strisciando il badge nel relativo lettore. I badges di prossimità contengono un microchip ed un antenna. Sono alimentati tramite un campo magnetico generato dal lettore e trasmettono a questo un codice univoco. I badges con codice a barre riportano stampato il codice identificativo nel formato codice a barre. Passandolo nella relativa testina tale codice viene letto. I badge a carta chip presentano delle piazzole di metallo su un lato della tessera. Inserendo il badge nel lettore si stabiliscono gli opportuni contatti elettrici sui quali passano i dati scambiati con il microchip contenuto nel badge. intervallo di tempo, da... a.., valido per uno o più giorni della settimana. numero identificativo dell'utente che è il codice memorizzato nella tessera associata all'utente stesso. insieme dei processi e dispositivi dispiegati per abilitare o prevenire il transito delle persone in determinate aree. serie di intervalli di tempo in una settimana (bande) durante i quali è autorizzato il transito dei diversi tipi di utenti. dispositivo utilizzato per la lettura delle tessere. La tipologia dipende dal tipo di tessere utilizzate (magnetica, prossimità, codice a barre o a contatto). rappresenta un sottoinsieme di lettori che identificano un percorso autorizzato per uno specifico tipo di utente. la persona che utilizza AxWin. Numero di Identificazione Personale. il codice memorizzato nella tessera, di solito, ha una parte fissa, che identifica il codice impianto, e una parte variabile, chiamata codice utente. che identifica l'utente. La parte fissa è chiamata prefisso, anche se questo non è sempre presente prima del codice utente. si tratta di un metodo per la gestione dei duplicati di badge smarriti. Normalmente se un utente smarrisce un badge, il suo codice non è più uti- 4

5 Terminale: Gruppo: Utente: Varco: lizzabile e gli si deve assegnare un nuovo codice utente. Usando la revisione è possibile riservare un carattere che indichi il numero di duplicato del badge, per esempio, si abilita il badge n 201 revisione 1, il n 201 revisione 0 non transiterà più, ma il proprietario potrà mantenere il suo solito codice utente dispositivo elettronico dotato di autonomia locale, orologio e memoria; per una rete LONWORKS, gestisce i lettori installati ai varchi attraverso nodi appositi. Il terminale Apice per rete LONWORKS progettato per questo utilizzo è denominato LonServer, può gestire fino a 8 varchi per un massimo di 16 lettori. rappresenta un sottoinsieme di utenti del sistema che hanno in comune le stesse caratteristiche di transito (fascia oraria, antipassback, ecc.). il proprietario della tessera. passaggio che identifica la comunicazione tra due zone, per esempio la porta di un ufficio che si apre verso un corridoio. 5

6 3 Operazioni preliminari 3.1 Requisiti minimi per il PC I requisiti minimi richiesti per il PC sono i seguenti: Sistema operativo: Windows XP SP3 o superiore. Processore: Pentium IV, 1.4 GHz 1 GB RAM (raccomandato 2 GB) Lettore DVD Spazio libero su HD: 20 GB per il database di AxWin USB Monitor a colori con risoluzione minima 1280x porta LAN 2 porte USB Poiché l interruzione del programma causata da un improvvisa interruzione di alimentazione elettrica del PC potrebbe provocare il danneggiamento di alcuni file dell archivio, si raccomanda di dotare il PC di un unità di alimentazione di riserva. 1.1 Procedura per l installazione di AxWin6 Il programma AxWin6 include: AxCom: motore di comunicazione AxWin Client Workstation Microsoft SQL Server Database Per installare il programma: 1 inserire il DVDROM nel lettore 2 se è abilitato l avvio automatico da DVDROM attendere l avvio dell installazione, altrimenti selezionare l unità collegata al lettore di DVDROM e lanciare il file InstallAxwin, dopo qualche secondo si avvia il processo di installazione. 3 Nella finestra Console di Installazione di AxWin6 è possibile selezionare il tipo di installazione: - installazione SQL Server ed il database di AxWin6 - installazione o aggiornamento del database di AxWin6 (solo se esiste il motore Microsoft SQL Server 2008) - installazione di AxWin6 (installazione del motore di AxCom e della postazione client AxWin6) - client AxWin (installazione della sola postazione client) 6

7 - Installazione di moduli aggiuntivi - Winleggo e Lspy NOTA: Per maggiori dettagli sull installazione fare riferimento al manuale Axwin6 Quick Install 1.2 La chiave di protezione AxWin è distribuita con una protezione contro la pirateria mediante una chiave hardware o software La chiave Hardware Nel caso che axwin sia fornita con una chiave hardware, essa deve essere connessa ad una porta USB della postazione. Il driver per la chiave USB è presente nel DVD. Alla prima connessione della chiave USB verificare che il DVD sia già inserito. AVVISO IMPORTANTE: quando si avvia AxCom è necessario che trovi correttamente inserita la chiave, altrimenti l applicazione verrà avviata in modalità dimostrativa. Il sistema in questa configurazione non è in grado di comunicare con i terminali La chiave Software Nel caso che axwin sia fornita con una chiave software seguire la tabella sottostante per l attivazione: # Attività Immagine 1. Attività preliminare: - Installare MICROSOFT SQL SERVER e il Database di AxWin - Installare AxWin 6 2. All avvio di AXCOM verrà richiesta la LICENZA SOFTWARE. Cliccare su Yes e inseguito selezione il file. Salvo diversa comunicazione da parte di Apice La licenza sarà presente nel CD nella cartella: Software License 7

8 3. Una volta caricata una licenza valida, apparirà la seguente finestra, che informa che la licenza va REGISTRATA entro 15 giorni. Per lanciare AxCOM, cliccare su No 4. Entro 15 giorni effettuare la REGISTRAZIONE: Cliccare su Gestione licenza in finestra eventi di AXCOM 5. Nella seguente finestra riempire tutti i campi richiesti: - Nome cliente o azienda - Nome di riferimento - Telefono e/o mail Cliccare su Crea file per l invio e selezionare dove si desidera salvare il file LicenseFile.lic. Cliccare su Chiudi 6. Inviare per mail il file appena generato a 7. Tramite mail, Apice invierà un nuovo file LicenseFile.lic che rappresenta la licenza registrata 8

9 8. Per caricare il file di licenza registrata, cliccare su Gestione licenza in finestra eventi di AXCOM. Cliccare su Cerca file licenza e selezionare il file inviato da Apice per mail. 9. Cliccare su Applica licenza e in seguito Chiudi 9

10 2.1 Informazioni preliminari 2 Come iniziare Il software AxCom gestisce la comunicazione a basso livello. I dispositivi di gestione del database in campo (come LonServer per rete LONWORKS o i terminali 485) memorizzano tutte le informazioni riguardo agli utenti autorizzati, movimenti attraverso i lettori del sistema (ingressi ed uscite) e l integrità degli accessi (transiti regolari o avviso di transiti anomali) nella propria memoria. Il software AxCom permette di interagire in modo del tutto trasparente all utente con i dispositivi in campo e di conservare i dati sia nel database locale (memorizzato sul disco del PC centrale dove è installato Microsoft SQL Server) sia nel database distribuito (Database in campo, memorizzato nei dispositivi). Anche se questi database possono essere inizialmente uguali, durante la normale attività possono disallinearsi a causa dei seguenti eventi: 1. nuovi utenti o altre impostazioni del sistema sono modificate sul PC centrale, come ad esempio modifiche delle fasce orarie, modifiche a livello di accesso o altro. 2. informazioni di nuovi transiti o transiti anomali vengono acquisite dai dispositivi in campo. Quando il PC centrale non comunica per un lungo periodo con le unità di controllo in rete, questi due database sono effettivamente disallineati. AxWin6 è composto da un insieme di archivi gestiti dal motore di comunicazione seriale e LONWORKS. Ogni funzione di gestione lavora su questi archivi e genera una coda di comandi da inviare ai terminali. AxCom gestisce: Impostazioni dei terminali: include tutte le informazioni riguardanti i terminali e i lettori installati. AxWin6 gestisce i seguenti archivi: Gruppi: include i dati relativi ai differenti tipi di utenti Profili: include i dati relativi ai differenti livelli di accesso Fasce orarie: è l archivio delle fasce orarie, con gli intervalli di tempo. Utenti: include tutti i dati degli utenti, le ditte, i livelli di accesso assegnati, il PIN opzionale ed il credito, il codice tessera e le date di inizio e fine. Al momento della creazione di un nuovo utente, all assegnazione di una tessera o alla modifica dei dati, AxWin6 prepara una coda di comandi da fornire ai terminali in rete interessati e, se l interfaccia di rete è abilitata, questi comandi vengono effettivamente trasmessi ai nodi. Dopo una trasmissione avvenuta con successo, i comandi vengono rimossi dalla coda. Se uno o più terminali sono fuori linea (non alimentati o che non rispondono), i comandi vengono mantenuti in coda e forniti non appena il terminale è nuovamente disponibile. 10

11 2.2 Connessione al Database Al primo avvio di Axcom sarà necessario effettuare la connessione al database compilando la seguente finestra inserendo i dati del server SQL, del Database e del modo di autenticazione. Successivamente premere su Test Se tutto è corretto apparirà la scritta Connection Successfully, premere OK e successivamente Save NOTA: Per maggiori dettagli sui dati da inserire in questa finestra fare riferimento al manuale Axwin6 Quick Install 11

12 2.3 AxCom Per la rete LONWORKS, la parola terminali indica il LonServer installato sul dispositivo. Ogni LonServer può gestire fino a 16 lettori, ed ognuno sarà fisicamente connesso agli altri nodi. Una volta che i nodi di rete sono stati configurati, il funzionamento del sistema è assolutamente indipendente dalla presenza di un software AxCom connesso. Questo però non significa che il sistema possa sempre funzionare senza essere connesso ad un PC: connessioni ricorrenti sono necessarie per scaricare i dati in coda sui terminali e per inviare i controlli di riconfigurazione, attivazione di nuovi utenti, ecc Aprire la finestra Terminali. Qui è possibile creare, modificare od eliminare un terminale. Dopo aver cliccato su Nuovo tutti i parametri associati al terminale devono essere definiti: 12

13 - Nome: il nome del terminale (per esempio LonServer, LM2002). Se è Abilitato, il terminale è attivo. - Com. Type: tipo di comunicazione, è possibile scegliere tra Serial, TCP/IP, Modem e LONWORKS (Nota: doppio click per selezionare una voce nel menù, premere ESC per uscire). - Terminal Number/Subnet nel caso di un terminale RS485, inserire l ID del terminale, nel caso di un terminale LONWORKS inserire la Subnet ID. - Tel Number/Node nel caso di un terminale Modem, inserire il numero di telefono da chiamare, nel caso di terminale RS485, lasciare vuoto, nel caso di terminale LONWORKS inserire il Node ID. - Firmware Version è il tipo di terminale. è possibile scegliere tra una lista di tipi di terminali. - Settaggi seriale: inserire il numero di porta COM e il baudrate nel caso di comunicazione via seriale - Settaggi TCP: inserire l indirizzo e la porta nel caso di comunicazione TCP/IP - Settaggi Modem: cliccare su Modem per vedere e selezionare il modem installato - LONWORKS Settings: cliccare su Network per vedere e selezionare una rete dalla lista LNS Server Networks. Cliccare su Interface per vedere e scegliere un interfaccia dalla lista LNS Server Interfaces. In Tx è possibile selezionare il tempo di intervallo del polling dei nodi LONWORKS. - Opzioni (impostazioni opzionali): cliccare su Time Zone per impostare la Time Zone locale. Cliccare su Site per associare un sito al terminale. I siti possono essere creati anche nel client di AxWin. - Local/Remote: attualmente non implementato Per salvare i parametri, cliccare su Salva. Impostazioni LONWORKS Se è stato selezionato un terminale LONWORKS (per esempio LonServer), è necessario impostare i seguenti parametri: Aprire la finestra Lettori. Qui è possibile creare, modificare o eliminare un lettore da associare al terminale creato nella finestra Terminali. Dopo aver cliccato su Nuovo, è possibile impostare tutti i parametri associati al lettore. Per salvare i parametri, cliccare su Salva. Per un terminale LonServer, vanno riempiti solo i primi due campi: - Numero del lettore - Nome del lettore Nota: ogni LonServer gestisce fino a 16 lettori. 13

14 Aprire la finestra Mittenti. In questa finestra è possibile creare, modificare od eliminare un mittente da associare al terminale creato nella finestra Terminali. Un LonServer può gestire fino a 8 Controller. E possibile creare una serie di mittenti per ogni controller. Il mittente Memoria e il suo sender number sono creati automaticamente dal programma per ogni controller. Quando un lettore è creato nella finestra precedente, automaticamente sono creati il mittente Varco e il numero di mittente per il controller associato al lettore. L associazione tra Lettore e Controller avviene in questo modo: lettore n 1 e lettore n 2 sono associati al Controller 1, lettore n 3 e lettore n 4 sono associati al Controller 2, e la stessa logica è valida per gli altri lettori e controller. L operatore può aggiungere altri mittenti, cliccando su Nuovo Sender e scegliere un numero di mittente. Per salvare il mittente, cliccare su Salva. 14

15 Se (On delete) delete all records of this sender form historical è abilitato, quando un mittente è cancellato, è completamente rimosso dal database. Se (On delete) save sender name on historical è abilitato, quando un mittente è cancellato, è salvato in una tabella di backup nel database. Aprire la finestra Special Settings, per creare un APB Manager e scegliere il LonServer controllato dal APB Manager. Impostazioni RS485 Se un terminale RS485 è selezionato (per esempio LM2002 o LM-IP), è necessario impostare i seguenti parametri: Aprire la finestra Lettori. Qui è possibile creare, modificare o eliminare un lettore da associare al terminale creato nella finestra Terminali. Dopo aver cliccato su Nuovo tutti i parametri associati al lettore possono essere impostati. Per salvare i parametri, cliccare su Salva. Per un terminale RS485 vanno riempiti i seguenti campi: 15

16 - Numero del lettore - Nome del lettore - Tipo del lettore (per esempio: Clock and Data, Wiegand 26...) - Lettore abilitato - Inserisci/disinserisci allarme - Usa LCR (quando si legge una tessera) - Verifica il cambio di stato di allarme (far riferimento al manuale WinLeggo) - Tracciato lettori (dove è possibile impostare quali caratteri devono essere letti nel caso di lettori Clock and Data. Per maggiori informazioni far riferimento al manuale di WinLeggo) Aprire Settaggi terminale. In questa finestra l operatore può impostare la configurazione della memoria dei terminali e l impostazione del prefisso (far riferimento al manuale di WinLeggo). 16

17 Nella finestra Finestra Eventi, cliccare su click on Ricarica Terminali quando viene creato un nuovo terminale. Per stabilire la comunicazione con i terminali, verificare che siano attivi i pulsanti Start/Stop LoadEventThread e Start/Stop polling. 17

18 In questa finestra è possibile impostare i seguenti parametri: - Timer polling intervallo ms: intervallo tra due richieste consecutive dal PC ai terminali. - Orologio tempo di aggiornamento: numero di richieste dal PC al terminale prima di inviare il comando di aggiornamento dell orologio. - Tempo di attesa dopo offline: intervallo tra due interrogazioni successive dal PC al terminale, quando quest ultimo è offline. In AxWin connected now sono elencati tutti i client connessi ad AxCom. E possibile disconnettere un client cliccando su Disconnect selected client. Cliccando su Partial refresh è possibile rinfrescare un solo terminale. Cliccando su Total refresh è possibile rinfrescare tutti i terminali. 18

19 2.4 Breve spiegazione della filosofia del sistema Gli utenti del sistema, cioè i proprietari delle tessere, sono divisi da Axwin in Gruppi. Ogni gruppo è caratterizzato dalle modalità di transito che le persone appartenenti hanno per ogni lettore, e questo significa: se i loro transiti devono essere memorizzati; se essi devono rispettare un antipassback associato; se il lettore deve mostrare un messaggio sul display al passaggio dell'utente e quale messaggio; se essi abbiano un privilegio (questo oggetto verrà chiarito oltre); se essi possano transitare solo in alcune fasce orarie; se ogni transito comporta un certo importo; se è necessario la verifica della loro presenza in certe aree. Un lettore attento dovrebbe aver notato un'apparente stranezza: il gruppo spiega in modo molto dettagliato tutte le modalità di transito, ma non specifica in quali lettori l'utente può transitare o meno. Questo non è un errore ma è unicamente una conseguenza diretta della filosofia seguita per l'impostazione del software: i percorsi fisici previsti per i diversi gruppi non sono definiti dal livello del gruppo, ma da un parametro diverso, il profilo. Un profilo è un sottoinsieme di lettori scollegato completamente dalle fasce orarie e da qualsiasi modalità di transito. Solo al momento della sua creazione, il profilo viene associato immediatamente al gruppo in maniera univoca. Si prega di notare che lo stesso gruppo può essere associato a più di un profilo. Quando viene creato un utente, esso è associato a un profilo e di conseguenza a un gruppo. Supponiamo di dover configurare un sistema di controllo accessi in una piccola ditta fornito di un lettore al cancello principale, uno per l'accesso al laboratorio e uno per la zone degli uffici, e di dover distinguere due tipi differenti di utenti, uno per i dirigenti, senza limitazione di accesso, e un altro per i dipendenti, limitati da fasce orarie. Oltre a questo, i dipendenti hanno due possibilità di transito: gli operai saranno abilitati al passaggio dal cancello principale e al laboratorio, gli impiegati dal cancello principale e gli uffici. Avremo dunque due gruppi: Dirigenti : senza alcuna restrizione di lettore. Dipendenti : restrizione con fasce orarie su ogni lettore. Verranno definiti 3 profili: Supervisore: gruppo = Dirigenti. Accesso dal cancello principale, agli uffici e al laboratorio. Impiegato: gruppo= Dipendenti. Accesso dal cancello principale e agli uffici. Operaio: gruppo= Dipendenti. Accesso dal cancello principale e al laboratorio.. In conclusione verrà costruita la seguente struttura: 19

20 Gruppi Lettori Cancello Uffici Laboratorio Dirigenti Accesso 24h Accesso 24h Accesso 24h Dipendenti Fascia oraria Fascia oraria Fascia oraria Profili Supervisore Impiegati Operai gruppo=dirigenti gruppo=dipendenti gruppo=dipendenti Supervisore Abilitato 24h su ogni varco. Impiegati Abilitati secondo fascia oraria su due lettori. Operai Abilitati secondo fascia oraria su due lettori Il profilo Supervisore è associato al gruppo Dirigenti, il profilo Impiegati e Operai sono associati al gruppo Dipendenti. Così quando viene creato un utente con il profilo supervisore, esso è associato automaticamente al gruppo dirigenti, e quando viene creato un utente impiegato o operaio, viene automaticamente associato al gruppo impiegati. Gli impiegati avranno accesso agli uffici o al laboratorio, secondo il loro profilo. 20

21 2.5 AxWin6 All'avvio AxWin6 apre una finestra dove l'operatore deve inserire un nome utente e una password. Il nome utente predefinito è admin, la password predefinita è admin. Al primo accesso il software richiede di modificare la password. L'operatore predefinito (con le sue credenziali predefinite) è Supervisor e il livello è 255 (vedi il paragrafo Passwords ) Menu Archivi Utenti 21

22 Questo archivio contiene tutte le informazioni che riguardano gli utenti. A questo livello è possibile creare, eliminare o modificare un utente. In questa finestra è possibile visualizzare tutte le informazioni riguardo agli utenti presenti in memoria. Devono essere inserite le informazioni essenziali dell'utente: - Cognome - Nome - Profilo (è necessario selezionare un profilo creato in precedenza oppure è possibile aprire la finestra Profili per creare un nuovo profilo) - Ditta (è necessario selezionare un'azienda creata in precedenza oppure è possibile aprire la finestra Ditte per creare un nuova azienda) - Sede (è necessario selezionare una sede creata in precedenza oppure è possibile aprire la finestra Sedi per creare una nuova sede) 22

23 - Credito (il valore del credito da associare all'utente, nel caso non sia usato lasciare 1) - Pin - Codici: aggiungi uno o più codici cliccando su Nuovo - Per ogni codice deve essere impostata una data di inizio e una di fine validità. - Definire se viene utilizzato un emulatore (fare riferimento a Configurazioni sistema ) - Definire lo stato del codice potendo scegliere tra IN FORZA, DISMESSO, FORZA ASSENTE, BLOCCATO (Attenzione: solo impostando IN FORZA il badge sarà abilitato, impostando BLOCCATO il badge potrà essere modificato solo da un amministratore) - Assegnare una descrizione al codice (questo campo ha finalità puramente descrittive) - Abilitato: per abilitare o disabilitare una tessera - Visitatore: per salvare l'utente come visitatore - Usa web cam per caricare una foto dell'utente - Export Value: salvare un valore numerico associato all'utente I campi evidenziati in rosso sono obbligatori. 23

24 In Informazioni personali, si possono inserire ulteriori informazioni dell'utente, al raggiungimento delle date evidenziate l utente non sarà più abilitato. Se si utilizza il modulo Commesse, può essere richiesto di associare l utente a una commessa presente nel database, specificando il tempo di inizio e di fine assegnazione a quella determinata commessa. In Altre informazioni, è possibile vedere gli eventi associati all'utente. In Targhe è possibile associare e gestire le targhe dell utente. Abilitazioni Aggiuntive serve per Abilitare l utente sui terminali TERP 3. Gestione Ascensori serve per abilitare l utente ai piani desiderati (è necessario abilitare il modulo ascensori ed avere almeno un LM-Ascensori). 24

25 Sedi In questa finestra è possibile creare, modificare o eliminare nuove sedi Ditte In questa finestra è possibile aggiungere, eliminare o modificare nuove aziende da associare agli utenti. Selezionando il tab altre informazioni si trovano informazioni addizionali da poter associare alla ditta. 25

26 2.5.2 Menu Visualizza Presenti Nella colonna di sinistra della finestra, è possibile vedere tutte le Aree virtuali, che devono essere create in Configurazioni>Configura Presenze, sotto la voce Archivi Presenze. Se si clicca su una di queste Aree virtuali, appare nella colonna di destra la lista degli utenti presenti in quell area Ricerche Speciali E' possibile la ricercare ed esportare mediante filtri su Utenti, Targhe oppure su Ricerche Speciali Solo Utenti/Codici è possibile filtrare gli utenti ed eseguire delle operazioni massive di cambio data scadenza, eliminazione utenti scaduti, eliminazione utenti a seconda dell ultima data evento Tempi di permanenza E' possibile calcolare ed esportare il tempo di permanenza nelle aree selezionando il periodo, l utente e la ditta 26

27 2.5.3 Menu Configurazioni Gruppi In questa finestra è possibile vedere, creare, eliminare o modificare un Gruppo. Cliccare su Modifica config. per inserire o modificare i parametri. Per i lettori associati a terminali LONWORKS, devono essere impostati i seguenti parametri: - Fascia Oraria (nota: una nuova fascia oraria deve essere creata nella finestra Fasce Orarie ) - Memorizza: per indicare al software di memorizzare questa fascia oraria. - Privilegio: per indicare che il gruppo ha un privilegio (questa informazione è utilizzata internamente nei dispositivi). Per i lettori associati ai terminali RS485, devono essere impostati i seguenti parametri: - Fascia Oraria (nota: una nuova fascia oraria deve essere creata nella finestra Fasce Orarie ) - Memorizza: per indicare al software di memorizzare questa fascia oraria. - Privilegio: per indicare che il gruppo ha un privilegio (questa informazione è utilizzata internamente nei dispositivi). - Antipassback: No Antipassback, Tra lettori (tra lettore1 e lettore2 connessi con lo stesso terminale), senso di scorrimento. - Campo generico da associare al lettore: Fisso, Causale, Tariffa (min), Inizio Tariffa. I valori da associare a questo campo possono essere un valore numerico o un valore in Euro. - Invia comando: per inviare o no la configurazione del lettore al terminale. 27

28 Profili In questa finestra è possibile vedere, creare, eliminare o modificare un Profilo. In ogni profilo, seleziona il/i lettore/i da abilitare ed il gruppo. Cliccando su Gruppi è possibile aprire la finestra Configurazione gruppi per vedere, creare o modificare un nuovo gruppo. E' possibile filtrare la lista dei Profili nella base dati: seleziona il filtro Enable filter for profile list ed inserire il nome del profilo per la ricerca, poi cliccare su Aggiorna lista. In Operazioni Avanzate è possibile creare un nuovo profilo a partire dall'unione di più profili Configura Presenze Per creare un area virtuale è necessario configurare i lettori come ingressi o uscite. Uno o più gruppi vanno selezionati. Il nome della area virtuale può essere impostato in Nome Archivio. Altre impostazioni sono disponibili per future implementazioni (Contatore, Check Permanenza, Antipassback, Soglia) Configurazione Allarmi Per creare o modificare un pop-up al verificarsi di un allarme: inserire una descrizione dell'allarme ed altre informazioni (in Azioni per operatori ), selezionare un Evento, Terminale, Lettore, Fascia Oraria e Check input solo serie 2000 (solo per terminali Leggo2000). 28

29 Selezionare Salva per salvare in memoria l'allarme, e Usa suono per associare un suono in formato Wave. In Gestione Allarmi Gruppi è possibile creare un gruppo di operatori che possono visualizzare i pop-up degli allarmi Antipassback Nella finestra Antipassback è possibile creare per ogni gruppo tutte le regole di antipassback. Cliccare su Modifica e fare doppio click su una casella associata al Reader from e Reader to ; compare la seguente finestra: 29

30 Sono quattro le possibilità di configurazione dell'antipassback. Se una tessera è passata dal lettore X, nel momento in cui passa dal lettore Y essa è: - Disabilitata - Abilitata - Abilitata per un periodo di tempo (definito dall'utente) - Disabilita per un periodo di tempo (definito dall'utente) Una volta creati gli antipassback è possibile copiarli da un gruppo ad un altro Scheduler Questo scheduler può essere utilizzato per creare alcuni eventi schedulati per il sistema: - Rinfresco Totale - Rinfresco Parziale - Svuota Storico - Svuota archivi presenze - Backup E' possibile creare nuovi eventi, selezionando il tipo di operazione, il tipo di esecuzione, i terminali coinvolti, un file per il log degli eventi e una cartella per i file di backup. Le operazioni create in questa finestra sono utilizzate dal modulo aggiuntivo modulo servizio scheduler per AxWin6. 30

31 31

32 2.5.4 Menu Storici Eventi In questa finestra sono visibili tutti gli eventi dello storico. Selezionando una voce in Campi da visualizzare, verrà mostrata la colonna corrispondente in nella tabella. Se non viene selezionata alcuna voce, saranno mostrate tutte le colonne. Gli eventi possono essere filtrati per Data inizio e Data fine, ordinati per nome o data. I risultati mostrati nella tabella possono essere limitati (per esempio a 65535) oppure illimitati. Cliccando sull intestazione di ogni colonna è possibile filtrare i record rappresentati. Per aggiornare i dati nella tabella è sufficiente cliccare su Aggiorna. 32

33 Cliccare su Elimina tutto lo storico per eliminare completamente lo storico dalla base dati. Cliccare su Elimina vista dallo storico per eliminare solo i risultati mostrati dalla base dati.. Cliccare su Esporta per esportare i risultati in un file. Compare una finestra, dove poter selezionare il formato del file ed altre impostazioni aggiuntive Operazioni In questa finestra un operatore può vedere tutto lo storico delle operazioni eseguite sul software, eseguite da se stesso o da altri operatori (secondo le regole impostate in Password > Nuovo Operatore > Abilita Operatori ). 33

34 Alarms In questa finestra è visibile lo storico degli allarmi. Se un operatore visualizza e segna come risolto l'allarme, vedrà il suo nome memorizzato nella casella in basso. 34

35 2.5.5 Menu Fasce Orarie Fasce Orarie In questa finestra è possibile creare, modificare o eliminare una nuova fascia oraria. Per ogni fascia oraria sono possibili 4 diversi intervalli di tempo Giorni Festivi AxWin deve comunicare ai terminali quali sono i giorni dell'anno da considerare festivi. Nella finestra Giorni festivi, inserire la data e la descrizione dei giorni festivi. 35

36 2.5.6 Menu Password Inserisci e ritira password Per cambiare operatore, prima cliccare su Ritira poi cliccare Inserisci e inserire login e password Nuovo operatore Per creare un nuovo operatore o modificare le sue impostazioni, l'operatore corrente deve essere Supervisor. L'operatore predefinito del software è Supervisor. Nella parte superiore della finestra è visibile la descrizione dell'account dell'operatore corrente. Nella finestra seguente un operatore Supervisor può creare, modificare o eliminare un altro operatore. I campi da compilare sono: - Nome Utente - Login name - Password 36

37 - Giorni scadenza pw (giorni prima della scadenza della password) - Primo assegnamento pw (selezionare se si desidera che venga cambiata la password al primo accesso). - Livello utente: il livello del nuovo operatore (nota: il livello del nuovo operatore non può essere superiore a quello dell'operatore corrente) - Supervisore: selezionare se il nuovo operatore è Supervisore Cliccando su Abilita sedi, è possibile scegliere quali sedi sono visibili e controllabili dal nuovo operatore. Cliccando su Cambia Password, è possibile cambiare la vecchia password dell'operatore con una nuova. Cliccando su Abilita operatori, è possibile scegliere se il nuovo operatore può vedere in Storici>Operazioni le operazioni associate ad altri operatori (con un livello più basso naturalmente). Cliccando su Abilita comandi manuali, è possibile abilitare l operatore ad aprire manualmente un varco Modifica Password E' possibile accedere alla finestra Gestione login e password e modificare i parametri associati ad un utente creato precedentemente. 37

38 2.5.7 Menu Sistema Terminali Compare la finestra Terminali di AxCom per creare, modificare o eliminare i terminali Rinfresco totale Può succedere a volte di aver bisogno di riallineare il contenuto della base dati locale di AxWin con quella distribuita sui diversi terminali. L'operazione di rinfresco totale cancella completamente le tessere in memoria dei terminali e crea nuovamente gli archivi locali delle tessere abilitate, secondo i dati memorizzati in AxWin. Viene riscritta anche la lista dei gruppi e delle fasce orarie. Durante questa operazione, il terminale e i lettori connessi ad esso non possono essere utilizzati Connessione Db In questa finestra è visibile il nome della base dati di AxWin e dove è memorizzato. Cliccando su Elimina file di configurazione, viene eliminato il file che contiene la stringa di connessione. Per creare o modificare una configurazione, cliccare su Configurazione manuale. Compare la seguente finestra: 38

39 Fare riferimento al paragrafo Connessione al database Rinfresco per terminale In questa finestra è possibile scegliere il terminale da rinfrescare: 39

40 Rinfresco per sede In questa finestra è possibile scegliere la sede da rinfrescare: Configurazioni sistema Emulatori Se l'operatore del sistema utilizza un emulatore (come EPR) per inserire I codici delle tessere, è possibile in questa finestra impostare i parametri per filtrare le cifre del codice della tessera. 40

41 Configurazione di default In questa finesta è possibile impostare le sacdenze di default dei badge e di impostazioni avanzate Configurazione timers In questa finestra è possibile modificare i timer di sistema 41

42 Importazione In questa finestra è possibile abilitare AxCom a importare un file di testo con una lista di utenti. Per fare un importazione degli utenti in axwin è necessario creare un file di testo fatto in questo modo: CODICE,COGNOME,NOME,PROFILO,DATAINIZIO,DATAFINE,#,DITTA,EXPORT VALUE Il campo # può avere il valore A, D o I A = Abilita o aggiorna utente (per aggiornare l utente è necessario che i campi CODICE, COGNOME, NOME corrispondano) D = Disabilita utente a cui è assegnato il CODICE liberando il badge (successivamente all utente può essere assegnato un altro CODICE) I = Disabilita utente a cui è assegnato il CODICE lasciando il badge assegnato Nel campo PROFILO ci deve essere il numero riferito all ID del profilo che trova nella tabella Profiles il formato DATA deve essere necessariamente scritto nella forma GG/MM/AAAA e il separatore deve essere necessariamente una, I campi,ditta,export VALUE sono opzionali Abilitando l importazione da axwin in configurazione di sistema Importazioni, il motore cercherà ogni minuto il file nel percorso indicato e una volta importato lo cancellerà. Per verificare se le importazioni sono andate a buon fine è possibile consultare il file ImportLog.log Esempio: ,ROSSI,BRUNELLA,3,01/01/2012,31/05/2050,A 42

43 Edita Menu Cliccare su Edita Menù per aprire la seguente finestra: In Testi un operatore può modificare le etichette visibili nella finestra del programma. Selezionare un Testo oggetto, scrivere un nuovo testo e cliccare su Cambia. 43

44 In Livelli l'operatore corrente può assegnare ad una finestra un livello di sicurezza. Cliccando su Azioni, selezionare la finestra nel menù e selezionare un Nome oggetto. Cambiare il livello di sicurezza (il valore minimo è 0, il valore massimo è rappresentato dal livello associato all'operatore corrente) e cliccare su Cambia. Per esempio, se l'operatore con livello 255 assegna ad una finestra il livello=100, un operatore con un livello inferiore di 100 non sarà in grado si aprire questa finestra. Un livello può essere assegnato anche ad un profilo: selezionare Profili e cambiare il livello di sicurezza. 44

45 Lingua Nella barra degli strumenti, l'utente può cambiare la lingua del programma: English o Italiano Stato terminali Dopo aver abilitato Stato terminali, compare nella finestra principale lo stato dei terminali divisi per sede. Descrizione simbolo: Possibili colorazioni del terminale: Possibili colorazioni in base all ultimo evento ricevuto (solo LM2002/LMIP): Informazioni Per conoscere la versione del programma aprire Informazioni. 45

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE Copyright 2008-2014 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INTRODUZIONE!...

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Il cavo di alimentazione è rigidamente fissato nella parte inferiore del terminale (fig.1), tale cavo deve essere connesso al trasformatore esterno (fig. ) e, questi,

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Risoluzione di altri problemi di stampa

Risoluzione di altri problemi di stampa di altri problemi di stampa Nella tabella riportata di seguito sono indicate le soluzioni ad altri problemi di stampa. 1 Il display del pannello operatore è vuoto o contiene solo simboli di diamanti. La

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli