PROGRAMMA DEL CLUB MESE DI GIUGNO 2002

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DEL CLUB MESE DI GIUGNO 2002"

Transcript

1 DISTRETTO 2030 Anno 4 NUMERO 40 Giugno 2002

2 PROGRAMMA DEL CLUB MESE DI GIUGNO 2002 Venerdì 7 : ore Interclub R.C. Genova Nord Conviviale di Gala con Consorti HOTEL JOLLY MARINA Porto Antico Ponte Calvi, 5 - Genova Celebrazione del XXX.le di Fondazione del Club Segreteria Tel Sabato 8 : ore Arenzano Conviviale di Gala con Consorti Celebrazione del XXV.le di Fondazione del Club Segreteria Tel Interclub R.C. Genova Sud-Ovest Giovedì 13 :ore Chiesa di San Matteo Interclub R.C. Genova Nord-Ovest Piazzetta San Matteo Genova Concerto di musiche barocche con i solisti del Conservatorio N. Paganini. Dopo il concerto, cena al ristorante Rina. Sabato 15 e Domenica 16 : ASSEMBLEA DISTRETTUALE Torino, c/o Centro Congressi Lingotto, Via Nizza 280 Chiusura anno rotariano 2001/2002 del Governatore Franco Grasso con il seguente tema: Rotary nuovo nella società che cambia Mercoledì 19 : ore Palazzo delle Prefettura - con Consorti Passaggio delle Consegne dei Rotary genovesi e consegna del Presidents Award al S.E. Dott. Antonio Di Giovine Mercoledì 26 : ore A N N U A L E C E N A D I G A L A, con Consorti Ristorante Antica Osteria del Bai, Via Quarto, 12, Genova-Quarto Passaggio delle Consegne tra il Presidente 2001/2002 Enrico Brizzolara e il Presidente 2002/2003 Francesca Milintenda Saranno rappresentati anche tutti gli altri R.C. Genovesi. i prega di comunicare alla Segreteria le eventuali assenze telefonando, almeno due giorni prima della riunione, al n

3 ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2030 ITALIA PIEMONTE, LIGURIA, VALLE D AOSTA F R A N C O G R A S S O Governatore La lettera n. 12 del Governatore - giugno 2002 Carissimi Amici e Amiche, Vi scrivo la lettera mensile n.12, mentre mi sto avviando a concludere l anno di Governatorato, un lungo viaggio ed una straordinaria esperienza umana che resteranno per me indimenticabili. Vi assicuro che si è trattato di una stupenda (pur se molto impegnativa) avventura che, avviatasi all inizio del 2000, ho costantemente vissuto con dedizione e con gioia specialmente negli ultimi 12 mesi trascorsi a contatto diretto con Voi e con i Vostri Club. Viene ora il tempo dei consuntivi e dei bilanci: cosa abbiamo fatto quest anno congiuntamente? Abbiamo raggiunto gli obiettivi indicatici dal Rotary International o quelli che ci eravamo prefissi? Possiamo ritenerci soddisfatti del nostro lavoro? Il tempo continua a scorrere talmente in fretta che le domande si accavallano nella nostra mente e più volte succede che sia difficile dare a noi stessi adeguate risposte. Non voglio ora dilungarmi, ma desidero darvi soltanto notizie schematiche: se volete saperne di più Vi invito a partecipare numerosi al Congresso di Torino molto prossimo (15-16 giugno p.v.) dove tra l altro io farò una relazione dettagliata del nostro lavoro comune, mentre il tema dominante sarà Rotary nuovo nella Società che cambia. Alcuni punti del programma iniziale mi stavano particolarmente a cuore e precisamente: a) espansione e sviluppo dell effettivo, b) formazione e informazione rotariana, c) apertura verso l esterno e collaborazione con altri distretti, d) partecipazione ai programmi della Rotary Foundation. Ebbene, contrariamente alle perplessità d inizio anno, l espansione è stata d entità straordinaria e sorprendente, agevolata dalla disponibilità sponsorizzatrice di 11 Club esistenti e supportata dai Rappresentanti Speciali da me nominati: a tutt oggi sono stati costituiti 9 nuovi Club (Orta San Giulio, Torino Stupinigi, Torino Lamarmora, Torino San Carlo, Torino Mole Antonelliana, Torino Polaris, Canale Roero, Rivoli, Genova San Giorgio) composti in gran parte da giovani (uomini e donne). Lo sviluppo dell effettivo è avvenuto in vari Club con l ingresso di molti nuovi Soci (anche 8-10 Soci, con un massimo di 21 Soci per il Club di Genova,) mentre in altri Club si è segnato il passo (o, purtroppo, c è anche stato qualche decremento) e l età media è IA SAN QUINTINO, TORINO TEL FAX

4 inesorabilmente salita lasciando gli stessi Club ancorati al passato. L ingresso complessivo di 450 nuovi Soci (di entrambi i sessi) consente comunque di guardare con molto ottimismo al futuro del Rotary. Si è curata particolarmente anche la formazione e l informazione Rotariana non solo tramite i tradizionali SIPE e l assemblea di Savona, ma soprattutto tramite specifici seminari e convegni (Seminario per la Fondazione Rotary ad Alessandria, Convegno di metà anno con Assistenti e Presidenti ad Asti, Forum Rotary-Rotaract a Sestrière, Convegno riservato a tutti i nuovi Soci ad Asti) Si è agevolata l apertura verso l esterno tramite i Convegni di Torino ( Le Dimore Sabaude ) e di Genova ( Genova 2004: capitale della cultura ) e, soprattutto, si è partecipato all organizzazione del 1 Convegno Nazionale dei Rotariani dei 10 Distretti italiani del R.I. Educare per la pace a Roma: il Presidente Richard King (intervenuto personalmente a tale manifestazione, insieme a molte autorità rotariane, civili e militari) ne è rimasto entusiasta ed ha definito tale Convegno la più bella manifestazione rotariana dell anno. I contributi versati alla Fondazione Rotary (soprattutto finalizzati alla Polio Plus) sono stati ulteriormente incrementati, così come i progetti umanitari intrapresi mediante Matching Grant. Durante il mio mandato ho girato abbastanza sia nel nostro Distretto che in Italia e all Estero per imparare, conoscere e farci conoscere sempre di più; mi ha guidato una gran voglia di conoscere profondamente il Rotary ed ho partecipato a convegni in cui si è anche parlato di come migliorare la comunicazione e la comprensione tra le varie comunità discutendo di doveri e diritti umani, di identità culturale e di integrazione sociale. Ora voglio rivolgere a tutti Voi un invito: uscite spesso dal Vostro Club, partecipate alla riunioni Interclub, agli appuntamenti distrettuali e anche agli incontri internazionali (Vi ricordo ancora una volta che fra alcuni giorni dal 23 al 26 giugno a Barcellona si terrà la Convention Mondiale del Rotary) Soltanto confrontandosi con altri Soci del Rotary, con altre realtà, con altre tradizioni, conoscendo quello che pensano e fanno gli altri nei loro Club e Distretti, soltanto allora capirete veramente che cosa è il Rotary, il vero Rotary. Le cose da dirvi sarebbero ancora molte e, proprio perché questa è la 12 lettera, dovrei parlare anche di sentimenti e di quello che sto provando in quest ultimo mese; ma lo farò poi o forse non lo farò. Voglio però ringraziarvi per tutto ciò che quest anno avete fatto per il Rotary e per tutto ciò che mi avete dato, collaborazione, idee, consigli, calorosa amicizia, affetto, stima: una grande patrimonio che in così poco tempo mi ha reso moralmente e umanamente ricco ed ha inciso notevolmente sul mio modo di essere. Anche da parte di Eugenia, invio un grazie di cuore a tutti Voi e ai Vostri cari che in vario modo sono stati vicini al Rotary. 4

5 ATTIVITA DEL CLUB Mercoledì 8 : Serata con Consorti e Amici NEL MONDO SCIENTIFICO DELLA RICERCA BIO-MOLECOLARE nell Istituto della nostra socia Dr. Adriana Albini ore visita guidata al Laboratorio di Biologia Molecolare IST (c/o C.B.A) Ospedale San Martino Largo Rosanna Benzi, 10 - Genova ore Fine visita ed aperitivo Trasferimento ad Hotel Jolly Plaza ore Conviviale a HOTEL JOLLY PLAZA Via Martin Piaggio, 11 Genova Conferenza del Direttore del Laboratorio e socio organizzatore, Dr. Adriana Albini sul tema : Dal tè verde all ingegneria genetica: antiche e nuove armi per sconfiggere i tumori. E stato sicuramente uno dei più interessanti incontri rotariani del nostro Club. Alle ore 18 e 30 il gruppo dei soci si è recato a visitare il Laboratorio di Biologia Molecolare diretto dalla nostra consocia Dott.sa Adriana Albini. Adriana ci ha accolti con grande entusiasmo e, con la precisione e passione che la distingue, ci ha condotto all interno del laboratorio ove vengono svolte sperimentazioni di grande attualità ed importanza nel campo della ricerca sul cancro. Adriana Albini ha illustrato con semplicità le varie apparecchiature in uso e ci ha mostrato colture cellulari tumorali e sperimentazioni su di esse. Prima di recarci a cena al Jolly Plaza, ai soci intervenuti è stato offerto un ottimo aperitivo. Giunti al Jolly Plaza, dopo la cena, Adriana Albini ha potuto spiegare ai convenuti la sua attività professionale, facendo altresì un escursus dello stato dell arte della ricerca sul cancro. Con sorpresa di molti Adriana ha poi raccontato della sua grande passione quale scrittrice di romanzie e di articoli in campo letterario. Di seguito riportiamo la relazione professionale relativa alla sua attività di riceca e, in coda, una breve biografia della nostra consocia, anche relativa alla sua attività di scrittrice. 5

6 Dal tè verde all ingegneria genetica: antiche e nuove armi per sconfiggere i tumori Nonostante i progressi ottenuti in campo oncologico, le terapie rivolte alla cura di alcune forme tumorali metastatizzanti comportano spesso gravi problemi per i malati. Le numerose scoperte ottenute dalla ricerca di base forniscono nuovi potenziali bersagli terapeutici. Le possibili strategie attuabili per il controllo della formazione e della crescita dei tumori comprendono la prevenzione, la diagnosi precoce, la resezione chirurgica o radioterapia, e terapie farmacologiche. Tra queste, l uso di composti naturali o sintetici ad azione chemiopreventiva appare un approccio attuale per la lotta al cancro rappresentando un efficace strumento capace sia di prevenire o rallentare lo sviluppo del tumore che, in associazione alle terapie classiche, di contribuire ad arrestare la progressione tumorale. La chemioprevenzione prevede la somministrazione cronica di specifiche molecole. Le caratteristiche del chemiopreventivo ideale sono: elevata tollerabilità, assenza di effetti collaterali o da accumulo, facilità di somministrazione, basso costo. Tra la molecole già studiate e in parte testate su tumori umani si annoverano sia composti sintetici tra cui il tamoxifen, l aspirina, la vitamina A, la fenretinide, e il fluimucil, che composti naturali quali il selenio, la vitamina E, il calcio ed altri antiossidanti. Negli ultimi anni l attenzione dei ricercatori è stata rivolta allo studio degli effetti preventivi e terapeutici di antiossidanti di origine vegetale quali le catechine del tè verde, gli isoflavonoli della soia, il licopene del pomodoro e il resveratrolo del vino rosso. Gli effetti benefici anti-tumorali e anti-infiammatori del tè verde sono stati attribuiti alle sostanze antiossidanti in esso contenute tra cui carotenoidi, clorofille, vitamine C e E, sali minerali ed in particolare alle catechine, polifenoli con potenti proprietà antiossidanti, facenti parte della famiglia dei flavonoidi. Tra queste, il polifenolo più promettente è l epigallocatechina-3-gallato, detta brevemente EGCG, presente in maggior percentuale nel tè verde (25%) e in minor percentuale anche in quello nero (4%). Il potenziale terapeutico attribuito a questa bevanda comprende protezione dall infarto, riduzione del rischio di aterosclerosi (fa diminuire il tasso ematico di colesterolo cattivo, l Ldl, e di trigliceridi), capacità di aumentare la velocità con cui l organismo brucia i grassi, 6

7 proprietà anti-infiammatorie ed anche anti-virali. Le proprietà protettive dai tumori del té verde sono note da ormai un decennio e recentemente numerose sono state le ricerche pubblicate su riviste scientifiche di rilievo internazionale. Molti di questi studi si riferiscono ad indagini epidemiologiche che sottolineano come la mortalità per neoplasie sia significativamente bassa nei paesi asiatici (Cina e Giappone soprattutto) dove il tè verde è largamente diffuso come bevenda. Più recentemente il gallato è diventato oggetto di numerosi studi biochimici, assieme al resveratrolo (3,4,5 triidrossistilbene), una fitoalexina prodotta naturalmente da alcuni spermatofiti, come la vite, in risposta a lesioni o infezioni. Dato che è presente nella buccia degli acini il vino rosso, meno processato, ne contiene quantità superiori al bianco. Come composto fenolico, il resveratrolo contribuisce al potenziale antiossidante del vino rosso e può giocare un ruolo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. E stato dimostrato che il resveratrolo modula il metabolismo dei lipidi e inibisce l ossidazione delle lipoproteine a bassa densità e l aggregazione delle piastrine. Inoltre, come fitoestrogeno, il resveratrolo può dare una protezione cardiovascolare. Questo composto possiede inoltre proprietà antiinfiammatorie e antitumorali. Dovranno essere realizzati ulteriori studi sulla biodisponibilità e sui percorsi metabolici per stabilire definitivamente l incidenza sulla salute del resveratrolo nella dieta. Le armi terapeutiche che abbiamo oggi a disposizione sono numerose e differiscono per la loro capacità di agire a diversi livelli. La cellula tumorale è solitamente una cellula che si divide continuamente e il blocco forzato di questo evento è spesso causa di morte apoptotica. La comunicazione cellulare con l ambiente e con le altre cellule rappresenta un evento fondamentale per il ciclo vitale e avviene grazie a recettori presente sulla superficie esterna; questi possono essere paragonati ad interrutori che attivano dei circuiti interni che conducono alla proliferazione o altre attività. I segnali cellulari si propagano attraverso elementi chiave, come avviene per la corrente elettrica in un circuito elettronico. Un inibitore ottimale del ciclo cellulare dovrebbe colpire specificamente la cellula tumorale causandone il suicidio, un esempio dei 7

8 nostri giorni è il Gleevec Imatinib: un farmaco di nuova generazione contro la leucemia mieloide cronica; è i primi farmaci approvati dalla FDA (Food and drugs administration) capaci di colpire direttamente una proteina oncogena. Tra gli inibitori dei recettori cellulari attualmente disponibili ci sono lo ZD 1839 (IRESSA), un inibitore specifico del recettore dell EGF (fattore di crescita epiteliale), efficace contro il carcinoma polmonare e lo Trastuzumab (Herceptin) un anticorpo monoclonale umanizzato contro l oncoproteina Her2/Neu, usato in associazione con chemioterapici contro il carcinoma mammario metastatico. Un altro tipo di terapia prevede la possibilità di indebolire il tumore privandolo dell ossigeno e del nutrimento portati dal sangue. L angiogenesi (dal greco angêion, vaso, e génesis, nascita) è la scienza che studia i meccanismi genetici di formazione dei vasi sanguigni negli organismi. È attraverso le arterie del sistema vascolare che organi e tessuti ricevono l apporto di sangue (e quindi di ossigeno e di sostanze nutrienti) indispensabile per la loro sopravvivenza. Lo stesso vale per il tumore: all inizio della trasformazione neoplastica, quando alcune cellule abbandonano il normale ciclo di sviluppo e diventano tumorali, nuove strutture vascolari si formano a partire da quelle preesistenti nell organismo, in questo modo le cellule neoplastiche riescono a ottenere il sangue necessario alla loro proliferazione. La terapia anti-angiogenica non colpisce la cellula tumorale per cui deve essere associata ad altri trattamenti farmacologici, inoltre molti inibitori dei tumori e dell angiogenesi sono proteine e data la necessità di somministrazione cronica, l uso di pompe di DNA che facciano le proteine tumorali all interno dell organismo rappresenta un approccio promettente. Per terapia genica si intende il trasferimento di materiale genetico allo scopo di prevenire o curare una malattia. Nel caso delle malattie genetiche, in cui un gene è difettoso o assente, la terapia genica consiste essenzialmente nel trasferire la versione funzionante del gene nell organismo dell ospite, in modo da rimediare al difetto. La terapia genica è una scienza giovane: il primo tentativo fu effettuato negli Stati Uniti nel 1990 su una bambina affetta da SCID, una grave immunodeficienza ereditaria. Da allora, nonostante gli indubbi progressi raggiunti, sono 8

9 ancora pochissimi i tentativi di terapia genica per i quali si possa parlare di un successo dal punto di vista clinico. L applicabilità della terapia genica rimane una prospettiva - sicuramente fondata - per il prossimo futuro. Ad oggi, le numerose sperimentazioni in corso in tutto il mondo hanno soprattutto lo scopo di migliorare le conoscenze biologiche di base e le metodiche di terapia genica perché possa finalmente diventare uno strumento efficace nelle mani dei medici. Ma come attaccare i tumori con la terapia genica? Le strategie in uso prevedono la reintroduzione di un gene onco-soppressore, la terapia suicida introducendo all interno della cellula tumorale un gene mortale, ingegnerizzando i linfociti, le sentinelle del sistema immunitario deputate alla difesa dell organismo, modificandoli in modo da riconoscere e uccidere il tumore (immunoterapia genica) o attraverso l inibizione dell angiogenesi. L ultima frontiera della scienza per la diagnostica è il sistema microarrays. Questo sistema è costituito da migliaia di sequenze di DNA immobilizzate su di un supporto miniaturizzato dal formato all incirca di una scheda telefonica che permette di analizzare un campione biologico al fine di valutare le variazioni di ogni singolo gene o scoprire mutazioni. Le alterazioni dell espressione di un gene o di una sequenza del DNA possono avere effetti profondi sulle funzioni biologiche causandone alterazioni, da ciò risulta chiaro che l introduzione di questa nuova tecnologia di analisi del DNA in campo diagnostico potrà fornire un metodo veloce per identificare sia l espressione dei geni che le loro variazioni indirizzando la scelta del tipo d intervento terapeutico da attuare. Adriana Albini-Noonan, nata a Venezia il 2/9/55, è Direttore del Laboratorio di Biologia Molecolare presso l Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova. E moglie di un ingegnere genetico americano, Douglas McClain Noonan, e ha due bambini, Thomas e Silvia. Da quando si è laureata in chimica, nel 1979, si occupa di biochimica dei tumori ed é conosciuta a livello internazionale per i suoi studi sulla metastasi in provetta. Attualmente sta anche conducendo studi su tumori associati all AIDS. Ha vinto due premi scientifici, uno in Germania e uno negli Stati Uniti, paesi nei quali ha svolto lunghi soggiorni di ricerca ed ha ricevuto il Premio Firenze Donna nel 2000 per la ricerca. Ha pubblicato oltre centoventi articoli scientifici sulle più qualificate riviste americane ed europee e numerosi articoli divulgativi in italiano. 9

10 Prima di ottenere la laurea in chimica e dedicarsi all attività di ricerca ha svolto attività giornalistica collaborando ai quotidiani liguri Il Lavoro e Il Corriere Mercantile. In passato ha anche pubblicato poesie e racconti sulla rivista letteraria ligure Resine. Come opere di narrativa, nel 1994 è uscito: Un clone in valigia finalista al premio Città di Chiavari e vincitore della sezione speciale del Premio Giovanni Gronchi; nel 1995 Sindrome di borderline, entrato nella prima selezione del Premio Rapallo-Carige 1996 per la donna scrittrice e vincitore del Premio Giovanni Gronchi con Medaglia d argento della Presidenza della Repubblica. SOCI presenti:adani, ALBINI, AMALFITANO, BRIZZOLARA, CHIODINI, FUSELLI, GARAVENTA, IACHINO, LA LUCE, MASCIA, MURATORI, ROMEO,SAVIOLI. Effettivo del Club n 43 Soci presenti: 13 Percentuale di presenza = 32% CONIUGI dei SOCI: Albini, Brizzolara, Chiodini, Garaventa. OSPITI DEI SOCI:di Brizzolara, Maria Cristina, Ing. Magnaghi. Sabato 11 : Gita libera con auto private a Bergamo ore visita con i rotariani del R.C. Milano Sud alla mostra della ricca collezione RAU (dipinti e oggetti d arte) insieme alla rotariana Dott.ssa Ermanna Vezzoli, co-organizzatrice della mostra che accompagnerà i partecipanti anche nella successiva visita a Bergamo Alta (ore 13.00). ore Conviviale rotariana in ristorante tipico ore Fine dell incontro per visita libera alla città e rientro Sabato 18 : ASSEMBLEA DISTRETTUALE c/o Associazione Industriali Centro Congressi Via Fanti, 17 Torino SOCI presenti:bagnasco,milintenda, TOMASELLI, VASSALLO. Effettivo del Club n 43 Soci presenti 4 Percentuale di presenza = 9% Giovedì 23 :Interclub con R.C. Genova Est ore Riunione Conviviale con Consorti HOTEL JOLLY MARINA Porto Antico Ponte Calvi, 5 Genova Testimonianze di rotariane (Co-relatrici Prof. Dott. F. Milintenda e Prof. Ing. D. Mascia) SOCI presenti: PISTOLESE, ALBINI, AMALFITANO, BENEDETTI, BRIZZOLARA, CHIODINI, DODERO, GARAVENTA, GIACOMAZZI, MASCIA, MURATORI, PARODI Annamaria, SAVIOLI. Effettivo del Club n 43 Soci presenti 12 Percentuale di presenza = 30% CONIUGI dei SOCI: Brizzolara, Chiodini, Dodero, Garaventa, Giacomazzi. OSPITI DEI SOCI: di Mascia, Ing. Elisa Spallarossa. 10

11 11

12 L IMMAGINE DEL MESE Via Quadrio in una foto di fine ottocento. (Archivio storico fotografico del Comune di Genova) Distribuzione riservata ai Soci Rotariani Direttore responsabile Ing.Alessandro Savioli Tel Fax Web: 12

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014

LAST SIPE. Appunti Livorno 21 giugno 2014 LAST SIPE Appunti Livorno 21 giugno 2014 SAPERE, FARE, FAR SAPERE Ho sentito questo slogan per la prima volta da Gianni Bassi, grande Governatore del Distretto 2070, appassionato rotariano, con una visione

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

Terapia oncologica nell ambito di uno studio c l i n i c o. Opuscolo informativo per pazienti oncologici e loro parenti

Terapia oncologica nell ambito di uno studio c l i n i c o. Opuscolo informativo per pazienti oncologici e loro parenti Terapia oncologica nell ambito di uno studio c l i n i c o Opuscolo informativo per pazienti oncologici e loro parenti A Si ringraziano la dottoressa in Scienze Naturali Stephanie Züllig, il dottore in

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Aferesi terapeutica. Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano

Aferesi terapeutica. Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano Aferesi terapeutica Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano Sommario: breve e dolce Parte 1: i dati 1 Parte 3: la lipidoaferesi 3 Colesterolo buono e colesterolo

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Lo screening mammografico. La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione

Lo screening mammografico. La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione Lo screening mammografico La diagnosi precoce del cancro del seno aumenta le possibilità di guarigione Indice 03 Gli esperti raccomandano la mammografia nell ambito di un programma di screening 04 Che

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ULSS9 Azienda ULSS n. 9 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 DESIGNAZIONE dei DIRIGENTI MEDICI AUTORIZZATI al RILASCIO dei

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Manuale del presidente di club

Manuale del presidente di club Manuale del presidente di club Parte della Cartella per dirigenti di club 222-IT (312) FATTURA DI CLUB: NUOVA PROCEDURA Che cosa è cambiato A decorrere da gennaio 2015, la fattura di club sarà contenuta

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Cibo e salute: le scelte alimentari che promuovono o contrastano la progressione tumorale

Cibo e salute: le scelte alimentari che promuovono o contrastano la progressione tumorale Cibo e salute: le scelte alimentari che promuovono o contrastano la progressione tumorale L attuale impressionante diffusione delle patologie tumorali è diretta conseguenza del mutato contesto ambientale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli