Relazione Semestrale Non Certificata. JPMorgan Investment Strategies Funds II Société d Investissement à Capital Variable, Luxembourg

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione Semestrale Non Certificata. JPMorgan Investment Strategies Funds II Société d Investissement à Capital Variable, Luxembourg"

Transcript

1 Relazione Semestrale Non Certificata JPMorgan Investment Strategies Funds II Société d Investissement à Capital Variable, Luxembourg 31 marzo 2015

2 Relazione Semestrale Non Certificata Al 31 marzo 2015 Sommario Consiglio di Amministrazione 1 Dirigenza e Amministrazione della Società 2 Rendiconti finanziari e Dati statistici non certificati Prospetto del Patrimonio netto 3 Conto economico consolidato e variazioni del Patrimonio Netto 4 Rendiconto delle variazioni del numero di azioni 5 Dati statistici 5 Note ai Rendiconti finanziari non certificati 6 Portafoglio titoli JPMorgan Investment Strategies Funds II Alternative Strategies Fund 10 Appendice: Informazioni aggiuntive non certificate Coefficienti di spesa totale del Fondo e coefficienti di spesa massima del Fondo 12 Riepilogo degli obiettivi di investimento dei Comparti 12 Performance e volatilità 12 Tassi di interesse ricevuti/(addebitati) sui conti bancari 12 Comparto e classe di azioni soggetti a un aliquota di taxe d abonnement di 0,01% 12 Indice di rotazione del portafoglio titoli 13 Metodo di calcolo dell esposizione al rischio 13 Rendiconto storico delle variazioni del numero di azioni 14 Per maggiori informazioni visitare Non si accettano adesioni sulla base del presente rendiconto. Le sottoscrizioni sono valide solo se effettuate sulla base dell ultimo prospetto informativo, gli ultimi documenti contenenti informazioni chiave per gli investitori, integrati dal rendiconto annuale certificato più recente e da quello semestrale non certificato, se pubblicato successivamente. Il prospetto informativo corrente, i più recenti documenti contenenti informazioni chiave per gli investitori, le relazioni semestrali non certificate, nonché la relazione annuale certificata possono essere richiesti a titolo gratuito presso la sede legale della SICAV e presso il locale agente preposto ai pagamenti.

3 Consiglio di Amministrazione Presidente Iain O.S. Saunders Duine, Ardfern Argyll PA31 8QN Regno Unito Consiglieri Jacques Elvinger Elvinger, Hoss & Prussen 2, place Winston Churchill B.P. 425 L-2014 Luxembourg Granducato del Lussemburgo Jean Frijns Antigonelaan 2 NL-5631 LR Eindhoven Paesi Bassi Berndt May(fino il 12 dicembre 2014) JPMorgan Asset Management (Europe) S.à r.l. Austrian Branch Führichgasse 8 A-1010 Vienna Austria John Li How Cheong The Directors Office 19 rue de Bitbourg L-1273 Luxembourg Granducato del Lussemburgo Peter Thomas Schwicht Birkenweg 7 D Bad Vilbel Germania Daniel Watkins (a partire dal 13 dicembre 2014) JPMorgan Asset Management (UK) Limited 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP Regno Unito Massimo Greco (a partire dal 30 gennaio 2015) JPMorgan Asset Management (UK) Limited 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP Regno Unito Sede Legale 6, route de Trèves L-2633 Senningerberg Granducato del Lussemburgo 1

4 Dirigenza e Amministrazione della Società Società di gestione, Agente preposto ai registri e ai trasferimenti, Distributore globale e Agente di Domiciliazione JPMorgan Asset Management (Europe) S.à r.l. 6, route de Trèves L-2633 Senningerberg Granducato del Lussemburgo Gestori degli Investimenti JPMorgan Asset Management (UK) Limited 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP Regno Unito J.P. Morgan Alternative Asset Management Inc. 270 Park Avenue, Floor 25 New York Stati Uniti d America Agente depositario, societario, amministrativo e Ufficio di pagamento titoli J.P. Morgan Bank Luxembourg S.A. 6, route de Trèves L-2633 Senningerberg Granducato del Lussemburgo Revisori PricewaterhouseCoopers, Société coopérative 2, rue Gerhard Mercator B.P L-1014 Luxembourg Granducato del Lussemburgo Consulenti Legali Elvinger, Hoss & Prussen 2, place Winston Churchill B.P. 425 L-2014 Luxembourg Granducato del Lussemburgo 2

5 Prospetto del Patrimonio netto Al 31 marzo 2015 JPMorgan Investment Strategies Funds II Alternative Strategies Fund Attività Portafoglio titoli al valore di mercato Costo di acquisto: Liquidità in banca e presso i broker Interessi e dividendi netti esigibili Remissione delle commissioni* Utile netto non realizzato su contratti a termine su valute Totale Attività Passività Commissioni di gestione e di consulenza dovuti Altri debiti Totale Passività Totale Patrimonio Netto Totale storico Patrimonio Netto 30 settembre settembre * Si rimanda alla nota 3 a) Le note allegate formano parte integrante del presente bilancio. 3

6 Conto economico consolidato e variazioni del Patrimonio Netto Per il periodo dal 1 ottobre 2014 al 31 marzo 2015 JPMorgan Investment Strategies Funds II Consolidato Alternative Strategies Fund Global Multi Asset Portfolios Fund (1) EUR Patrimonio netto all inizio del periodo * Proventi Dividendi netti Interessi bancari Totale Proventi Costi Commissioni di gestione e di consulenza Commissioni di deposito e custodia, gestione e amministrazione Commissioni spettanti all Agente preposto ai registri e ai trasferimenti Taxe d abonnement Interessi passivi su scoperto di conto corrente Altre spese** Meno: remissione delle commissioni *** Totale Costi Utile/(Perdita) netto da investimenti ( ) ( ) ( ) Utile/(Perdita) netto realizzato su cessione di titoli Utile/(perdita) netto non realizzato su contratti a termine su valute ( ) ( ) ( ) Utile/(Perdita) netto realizzato su contratti finanziari futures Utile/(Perdita) netto realizzato su operazioni di cambio (1.243) Utile/(Perdita) netto realizzato nel periodo (62.785) Variazioni nette nelle plusvalenze/(minusvalenze) non realizzate su titoli ( ) ( ) Variazioni nette nelle plusvalenze/(minusvalenze) non realizzate su contratti a termine su valute Variazioni nette nelle plusvalenze/(minusvalenze) non realizzate su contratti finanziari futures ( ) - ( ) Variazioni nette nelle plusvalenze/(minusvalenze) non realizzate su operazioni di cambio (7.112) (5) (6.617) Variazioni nette nelle plusvalenze/(minusvalenze) non realizzate nel periodo ( ) ( ) Aumento/(diminuzione) del Patrimonio Netto per effetto di operazioni ( ) Movimenti nel capitale azionario Sottoscrizioni Riscatti ( ) ( ) ( ) Aumento/(diminuzione) del Patrimonio Netto per effetto di variazioni del capitale ( ) ( ) ( ) Totale Patrimonio netto alla fine del periodo (1) Questo comparto è stato amalgamato nel comparto JPMorgan Funds - Global Multi Asset Portfolios Fund in data 13 febbraio * Il saldo iniziale è stato calcolato in base ai tassi di cambio prevalenti al 31 marzo Lo stesso patrimonio netto calcolato in base ai tassi di cambio prevalenti al 30 settembre 2014 rispecchiava un valore di ** Le spese varie includono, principalmente, gli onorari degli Amministratori, onorari di revisione e inerenti questioni fiscali, spese di registrazione, pubblicazione, postali e tipografiche, nonché spese legali e di marketing. *** Si rimanda alla nota 3 a). Le note allegate formano parte integrante del presente bilancio. 4

7 Rendiconto delle variazioni del numero di azioni Per il periodo dal 1 ottobre 2014 al 31 marzo 2015 Azioni in circolazione all inizio del periodo Azioni sottoscritte Azioni riacquistate Azioni in circolazione alla fine del periodo JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - EUR (coperte) , , , ,972 JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - 5, ,151 JPM Alternative Strategies Fund C (acc) , ,946 12, ,176 JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - EUR (coperte) , , , ,778 JPM Alternative Strategies Fund I (acc) , , , ,601 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund (1) JPM Global Multi Asset Portfolios Fund D (acc) - SEK (coperte) , , ,115 - Dati statistici Valore netto dell attivo per azione nella valuta della classe di azioni 31 marzo settembre settembre 2013 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - EUR (coperte) 77,79 73,39 71,37 JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - 110,30 103,97 101,40 JPM Alternative Strategies Fund C (acc) - 117,95 110,75 107,11 JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - EUR (coperte) 80,45 75,64 - JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - 110,17 103,43 - JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund (1) JPM Global Multi Asset Portfolios Fund D (acc) - SEK (coperte) ,01 975,62 (1) Questo comparto è stato amalgamato nel comparto JPMorgan Funds - Global Multi Asset Portfolios Fund in data 13 febbraio Le note allegate formano parte integrante del presente bilancio. 5

8 Note ai Rendiconti finanziari non certificati Al 31 marzo Organizzazione JPMorgan Investment Strategies Funds II (la SICAV ) è una società di investimento costituita il 27 marzo 2006 per un periodo di tempo illimitato. Essa è costituita come una Société Anonyme del tipo Société d Investissement à Capital Variable (SICAV) in conformità con la parte I della legge del Lussemburgo del 17 dicembre 2010 e successivi emendamenti relativa agli organismi di investimento collettivo. Alla data del 31 marzo 2015, essa comprende un comparto. In data 27 marzo 2006, JPMorgan Asset Management (Europe) S.à r.l. è stata nominata dalla SICAV quale Società di Gestione. A partire dal 1 luglio 2011, JPMorgan Asset Management (Europe) S.à r.l. svolge le funzioni di Società di Gestione secondo il Capitolo 15 ai sensi della legge del Lussemburgo datata 17 dicembre 2010 e successivi emendamenti ed è conforme alle normative UCITS IV. La SICAV è iscritta al Registre de Commerce et des Societés, del Lussemburgo, al numero B Il comparto può contenere classi di azioni A,C e I chepotrebbero differire in termini di importo minimo di sottoscrizione, importo minimo di partecipazione e/o requisiti di investimento, valuta di denominazione e commissioni e spese ad esse attribuibili. Nel comparto, singole classi di azioni possono avere una valuta di denominazione diversa dalla valuta di denominazione del comparto. La valuta di denominazione di ciascuna classe di azioni è indicata da un suffisso apposto al nome della classe di azioni. 2. Principi contabili significativi I rendiconti finanziari sono stati compilati in accordo con le norme vigenti in Lussemburgo che disciplinano gli organismi di investimento collettivo. a) Valutazione dell investimento I valori mobiliari che sono quotati su borse ufficiali o negoziati su altri mercati regolamentati sono valutati sulla base dell ultimo prezzo disponibile alla data di calcolo del Valore Netto d Inventario (VNI). Se i titoli sono quotati o negoziati su più Borse o mercati, sarà applicato l ultimo prezzo disponibile, o, se appropriato, il prezzo medio della Borsa o del mercato principale. I titoli negoziabili non ammessi alla quotazione ufficiale presso una borsa valori né negoziati su un altro mercato regolamentato vengono valutati in base all ultima quotazione disponibile. I titoli per cui non sia disponibile una quotazione, o la cui ultima quotazione disponibile non sia rappresentativa, sono valutati sulla base del prezzo di vendita ragionevolmente prevedibile, determinato con prudenza e in buona fede dal Consiglio di Amministrazione. I valori mobiliari emessi da fondi di investimento a capitale variabile sono valutati sulla base dell ultimo prezzo disponibile o del valore netto d inventario, come dichiarato o fornito da detti fondi o dai rispettivi agenti. Attività liquide e strumenti del mercato monetario possono essere valutati al valore nominale più l eventuale interesse maturato od in base al costo ammortizzato. I rendiconti finanziari sono presentati sulla base dei valori patrimoniali netti di JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund il cui calcolo è stato eseguito in data 26 marzo 2015 (a causa della frequenza settimanale di calcolo del valore patrimoniale netto). In conformità con il prospetto informativo, il patrimonio netto è stato calcolato in base ai tassi di cambio più recenti noti al momento del calcolo. b) Utili e perdite realizzati e non realizzati sugli investimenti Le transazioni di investimento sono contabilizzate alla data di negoziazione (la data in cui l ordine di acquisto o cessione viene eseguito). Per le transazioni in altri piani di investimento collettivo, le transazioni vengono contabilizzate alla ricezione della conferma della transazione dagli agenti di trasferimento sottostanti. Gli utili e le perdite realizzati sulle cessioni di investimenti sono calcolati al costo medio del libro. La relativa fluttuazione del cambio tra la data di acquisto e la data di vendita degli investimenti è inclusa negli utili e perdite realizzati sugli investimenti. Utili e perdite non realizzati su partecipazioni di investimenti sono calcolati al costo totale del libro e includono i relativi utili e perdite non realizzati su operazioni di cambio. c) Computo degli utili Il reddito da interessi matura giornalmente. Il reddito da interessi bancari è calcolato in base al criterio della competenza. I dividendi maturano alla data ex-dividendo. Questo reddito è contabilizzato al netto di eventuali ritenute fiscali e corretto conseguentemente quando si applicano i rimborsi fiscali. d) Conversione di valute estere La valuta designata della SICAV è il dollaro USA () e ciascun comparto ha una propria valuta designata. I registri e le scritture contabili di ciascun comparto sono denominate nella valuta base del comparto corrispondente. Gli importi denominati in altre valute vengono convertiti nella valuta di base, secondo i seguenti criteri: (i) le valutazioni degli investimenti ed altre attività e passività inizialmente espresse in altre valute vengono convertite ogni giorno di contrattazione nella valuta di base utilizzando i tassi di cambio prevalenti in ciascun tale giorno di contrattazione; (ii) acquisti e vendite di investimenti esteri, reddito e spese vengono convertiti nella valuta di base utilizzando i tassi di cambio prevalenti nelle rispettive date di tali transazioni. Gli utili e le perdite netti realizzati e non realizzati sulle transazioni in valuta estera rappresentano: (i) utili e perdite in valuta estera derivanti dalla cessione e dal possesso di valute estere ed equivalenti di liquidità in valuta estera; (ii) utili e perdite realizzati tra la data di contrattazione e la data di regolamento sulle transazioni di titoli e contratti a termine in valuta estera; e (iii) utili e perdite derivanti dalla differenza tra gli importi di dividendi e interessi registrati e gli importi effettivamente ricevuti. Gli utili e le perdite risultanti dalla conversione sono inclusi alla voce Utile/(Perdita) netto realizzato su operazioni di cambio nel conto economico consolidato e variazioni del patrimonio netto. La valuta di riferimento del conto economico consolidato e variazioni del Patrimonio Netto è l. Per la conversione in i tassi di cambio applicati al 31 marzo 2015 erano i seguenti: 1 = 0, EUR e) Contratti a termine su valute Gli utili o perdite non realizzati su contratti a termine su valute aperti vengono valutati sulla base dei tassi di cambio prevalenti alla relativa data di valutazione. Le variazioni di tali importi sono incluse nel conto economico consolidato e variazioni del patrimonio netto, alla voce Variazione netta delle plusvalenze/(minusvalenze) non realizzate su contratti a termine su valute. Gli utili o perdite non realizzati vengono contabilizzati alla voce Utili/(Perdite) netti non realizzati su contratti a termine su valute nel rendiconto del patrimonio netto. 6

9 Note ai Rendiconti finanziari non certificati (seguito) Al 31 marzo 2015 f) Contratti finanziari futures su titoli e indici I contratti finanziari futures regolamentati sono valutati al prezzo di liquidazione quotato in borsa. I depositi iniziali di garanzia effettuati alla stipulazione dei contratti futures possono essere in contanti o in titoli. Durante il periodo in cui tali contratti sono operativi, le variazioni subite dal valore di ogni contratto sono registrate come utili e perdite non realizzati usando il marking-to-market per rifletterne il valore di mercato al termine di ogni giornata di contrattazione. Pagamenti di copertura dei margini di variazione sono effettuati o ricevuti, a seconda che si realizzino utili o si subiscano perdite. La frequenza di questi pagamenti di copertura dei margini può differire a seconda di dove venga negoziato il contratto. Alla chiusura di un contratto, la SICAV registra un utile o una perdita realizzato equivalente alla differenza tra il ricavo o il costo derivante dalla transazione di chiusura e il costo iniziale del contratto alla voce Utili/(Perdite) netti realizzati su contratti finanziari futures nel conto economico consolidato e variazioni del Patrimonio Netto. Gli utili o le perdite non realizzati sono contabilizzati alla voce Utili/(Perdite) netti non realizzati su contratti finanziari futures nel rendiconto del Patrimonio Netto. Le richieste di pagamenti di copertura giornaliere sono contabilizzate alla voce Utili/(Perdite) realizzati netti su contratti finanziari futures nel conto economico consolidato e variazioni del Patrimonio Netto. Alla data del 31 marzo 2015, la SICAV non detiene contratti finanziari futures. 3. Commissioni e spese a) Alternative Strategies Fund - Classe di azioni A, Classe di azioni A (coperte), Classe di azioni C, Classe di azioni I e Classe di azioni I (coperte); Global Multi Asset Portfolios Fund - Classe di azioni D (coperte) Le spese e commissioni addebitate a queste classi di azioni sono calcolate come una percentuale fissa del patrimonio totale netto di ciascuna classe di azioni. Questa percentuale fissa copre tutte le spese e commissioni relative alla gestione di queste classi di azioni, incluse le commissioni per la gestione degli investimenti, le commissioni per i servizi agli azionisti e altre spese operative e amministrative che comprendono, ma non sono limitate a, le commissioni spettanti agli agenti depositari, preposto ai registri e trasferimenti, ma escludono le commissioni sulle transazioni, le commissioni di performance, le imposte versate sugli investimenti o le spese straordinarie. Non vengono addebitati altri costi a queste classi di azioni e la Società di Gestione si fa carico dell eventuale discrepanza che potrebbe insorgere tra le spese effettive relative alle operazioni di queste classi di azioni e la percentuale fissa. Nella misura in cui le spese operative effettive siano inferiori alla percentuale fissa, il surplus viene versato alla Società di Gestione e incluso nelle Commissioni di gestione e consulenza. Nella misura in cui le spese operative effettive siano superiori alla percentuale fissa, il relativo ammontare sostenuto dalla Società di Gestione sarà riportato separatamente come Remissione della commissione nel Rendiconto del Patrimonio Netto nonché nel Conto economico consolidato e variazioni del Patrimonio Netto. Detto coefficiente annuale fisso di spesa è classificato come Coefficiente di Spesa Totale. I coefficienti annuali fissi delle commissioni per ciascuna classe di azioni sono indicati nell Appendice al presente rendiconto finanziario (l "Appendice"). I comparti possono investire in UCITS e altri UCI gestiti dalla società di gestione, dai gestori degli investimenti o da qualsiasi altro membro di JPMorgan Chase & Co.. Per evitare un doppio addebito delle commissioni annuali di gestione e consulenza su tali attività è possibile a) escludere le attività dal patrimonio netto in base al quale viene calcolata la commissione annuale di gestione e consulenza; oppure b) investire in UCTIS o UCI tramite classi esenti dal pagamento della commissione annuale di gestione e consulenza o altre commissioni equivalenti spettanti al relativo gruppo dei gestori degli investimenti; oppure c) compensare la commissione annuale di gestione e consulenza mediante uno sconto sulla commissione annuale di gestione e consulenza (o equivalenti) della SICAV o comparto addebitata all UCITS o UCI sottostanti; oppure d) addebitare solo la differenza tra la commissione annuale di gestione e consulenza della SICAV o comparto e la commissione annuale di gestione e consulenza (o equivalenti) addebitata all UCITS o UCI sottostanti. Le spese amministrative e di esercizio comprendono: (i) Le spese direttamente sostenute dal Fondo, incluse, ma non solo, le commissioni della banca depositaria, gli onorari e spese di revisione, la taxe d abonnement lussemburghese, onorari e ragionevoli spese vive sostenute dagli Amministratori. (ii) Una Commissione di servizio del fondo a favore della Società di gestione per i servizi amministrativi e correlati che costituirà l importo residuo delle spese amministrative e di esercizio, previa deduzione delle spese previste al punto i) di cui sopra. La Società di Gestione si fa carico quindi di tutte le spese sostenute per l esercizio e l amministrazione quotidiana del Fondo, incluse, ma non solo, le spese di costituzione come i costi di organizzazione e registrazione; le spese contabili comprendenti la tenuta della contabilità del fondo e i servizi amministrativi; le spese per l agente preposto ai trasferimenti che includono i servizi dell agente preposto ai registri e trasferimenti; i servizi dell agente amministrativo e dell agente di domiciliazione; le commissioni e le ragionevoli spese vive degli agenti di pagamento e rappresentanti; le spese e onorari legali; le spese periodiche di registrazione, elenco e quotazione in borsa, incluse le spese di traduzione, il costo di pubblicazione dei corsi azionari e spese postali, telefoniche, di trasmissione via fax e altri mezzi di comunicazione elettronici; nonché i costi e le spese di preparazione, stampa e distribuzione del prospetto informativo, dei documenti contenenti informazioni chiave per gli investitori o di qualsiasi altro documento di offerta, dei rendiconti finanziari e degli altri documenti messi a disposizione degli azionisti. Gli oneri amministrativi e di esercizio non comprendono le spese di transazione e le spese straordinarie. Eccetto laddove altrimenti indicato nell Appendice III del Prospetto Informativo, le spese di esercizio e amministrative sostenute dalle classi di azioni di tutti i comparti sono stabilite a un aliquota fissa specificata nell Appendice III del Prospetto Informativo. Le spese di esercizio e amministrative sostenute dalle classi di azioni I ed X saranno pari all importo minore tra le spese effettivamente sostenute dal Comparto e l aliquota massima indicata nell Appendice III del Prospetto Informativo. La Società di Gestione si farà carico delle eventuali spese di esercizio e amministrative che eccedono l aliquota specificata nell Appendice III del Prospetto Informativo. b) Commissioni di performance Ai sensi dell accordo di gestione degli investimenti, come disposto nell appendice al prospetto informativo, il gestore degli investimenti ha diritto di ricevere dal valore netto d inventario di determinati comparti o classi di azioni, una commissione di incentivo annuale basata sulla performance (la commissione di performance ) se la performance del comparto supera il rendimento del benchmark, subordinatamente all applicazione del metodo del rendimento massimo storico precedente secondo la definizione data nell Appendice V e come specificato nell Appendice III per ciascun comparto. In occasione di ogni giorno di valutazione,viene computata un attribuzione per la commissione di performance del precedente giorno di valutazione, laddove opportuno,e la commissione di performance finale è pagabile annualmente. Ai sensi delle disposizioni del relativo accordo di gestione degli investimenti, il gestore degli investimenti può avere diritto a percepire la commissione di performance dalla società di gestione. In occasione di ogni giorno di valutazione, il valore netto d inventario di ciascuna classe di ciascun comparto per la quale si applica una commissione di performance, che include un attribuzione per tutte le commissioni e le spese (inclusa la commissione di consulenza e gestione annuale, e le spese di esercizio e di amministrazione che devono essere sostenute dalla relativa classe alla percentuale stabilita nell Appendice al prospetto) viene corretto in base alle eventuali distribuzioni di dividendi e sottoscrizioni e riscatti trattati in quel giorno di valutazione e l eventuale commissione di performance maturata durante tale giorno per tale classe viene risommata (il valore netto d inventario corretto ). Ai fini del calcolo della commissione di performance, in occasione di ogni giorno di valutazione, viene calcolato il rendimento della classe di azioni inteso come differenza tra il valore netto d inventario (corretto risommando l eventuale commissione di performance maturata) in tale giorno e il valore netto d inventario corretto del giorno di valutazione precedente, espresso come un rendimento basato sul valore netto d inventario corretto del giorno di valutazione precedente di quella classe. 7

10 Note ai Rendiconti finanziari non certificati (seguito) Al 31 marzo 2015 Metodo del rendimento massimo storico precedente Se il rendimento della classe di azioni supera il rendimento del benchmark e il rendimento della classe di azioni cumulativo supera il rendimento massimo storico (come indicato nell appendice al prospetto informativo) l attribuzione della commissione di performance viene incrementata per il tasso della commissione di performance moltiplicato per il sovrarendimento moltiplicato per il valore netto di inventario corretto del giorno di valutazione precedente per tale classe di azioni. Se il rendimento della classe di azioni non supera il rendimento di benchmark, l attribuzione per la commissione di performance viene ridotta (ma non resa inferiore a zero) in misura pari al tasso della commissione di performance moltiplicato per il sovrarendimento negativo moltiplicato per il valore netto d inventario corretto di quella classe di azioni al giorno di valutazione precedente. In seguito a un periodo di sovrarendimento negativo, per cui l attribuzione per la commissione di performance sia stata ridotta a zero, non viene maturata alcuna nuova commissione di performance fino a quando il rendimento cumulativo della classe di azioni non superi il maggiore tra il rendimento massimo storico precedente e il rendimento cumulativo di benchmark a partire dall inizio del periodo contabile della SICAV. La commissione di performance maturata in qualsivoglia giorno di valutazione si riflette nel valore netto d inventario per azione sulla base di quali sottoscrizioni e riscatti possono essere accettati. Al 31 marzo 2015, non erano maturate commissioni di performance. La Società di Gestione ha interrotto l accumulo delle commissioni di performance del Comparto a decorrere dal 9 ottobre Il tasso della commissione di performance e i benchmark erano i seguenti: Comparto Classe di azione applicabile Tasso della commmissione di performance Benchmark di performance Metodo del rendimento massimo storico precedente JPMorgan Investment Strategies Funds II Alternative Strategies Fund 5% LIBOR one-month US Dollar Deposits JPMorgan Investment Strategies Funds II Alternative Strategies Fund EUR coperte 5% LIBOR one-month US Dollar Deposits coperte in EUR 4. Politica di Distribuzione La politica di ciascun comparto e classe di azioni prevede il reinvestimento di tutti i ricavi e gli utili di capitale senza pagare alcun dividendo. Il Consiglio di amministrazione avrà ciononostante l opzione, in qualsivoglia determinato periodo contabile, di proporre agli azionisti di qualsivoglia comparto o classe di azioni all assemblea generale annuale il pagamento di un dividendo pari a tutto o parte del reddito da investimento netto corrente di quel comparto o classe di azioni, qualora il Consiglio di amministrazione ritenga opportuno formulare una simile proposta. Il Consiglio di amministrazione può proporre il pagamento di un dividendo soltanto dagli utili effettivi di qualsivoglia comparto o classe di azioni. 5. Regime fiscale Secondo la legge e la pratica correnti, la SICAV non è soggetto ad alcuna imposta lussemburghese sul reddito o plusvalenze, né i dividendi distribuiti dalla SICAV sono soggetti ad alcuna ritenuta alla fonte. L unica imposta a cui è soggetto la SICAV in Lussemburgo è la tassa di sottoscrizione, ( Taxe d abonnement ) fino ad un aliquota annua di 0,05% in base al valore del patrimonio netto attribuito a ciascuna classe di azioni alla fine del relativo trimestre, calcolata e pagata trimestralmente. Un aliquota ridotta, pari allo 0,01% annuo del patrimonio netto sarà applicabile alle classi di azioni indicate nell Appendice. Le aliquote di 0,01% e 0,05% di cui sopra, a seconda dei casi, non sono applicabili per la parte del patrimonio della SICAV investita in altri organismi di investimento collettivo lussemburghesi che sono essi stessi già soggetti alla Taxe d abonnement. Nessuna imposta di bollo o altre imposte sono dovute nel Granducato del Lussemburgo per l emissione di azioni della SICAV. In Lussemburgo non è prelevata alcuna imposta sulle plusvalenze realizzate o non realizzate sulle attività della SICAV. Anche se i redditi da capitale ( capital gains ) realizzati della SICAV, sia a breve che a lungo termine, non dovrebbero essere soggetti a tassazione in un altro paese, i sottoscrittori di quote devono sapere e riconoscere che una simile possibilità non è completamente da escludersi. Il reddito periodico della SICAV, generato da alcuni dei suoi titoli, così come gli interessi maturati sui depositi in contanti in determinati paesi, possono essere soggetti a ritenuta con applicazione di aliquote diverse, che non può normalmente essere recuperata. 6. Nota relativa alle modifiche negli investimenti Una lista, per ciascun comparto, che specifica in relazione a ciascun investimento il totale degli acquisti e delle vendite effettuati durante il periodo in esame, può essere ottenuta gratuitamente, dietro richiesta, presso la sede legale della SICAV. Informazioni complementari sugli investimenti realizzati nei singoli comparti possono essere ottenute dagli azionisti presso la sede della SICAV. 7. Valore degli strumenti finanziari e rischi associati La SICAV ha stipulato contratti a termine su valute e contratti finanziari futures che, in misura variabile, rappresentano un rischio di mercato superiore all importo rispecchiato nel Rendiconto del Patrimonio Netto. L importo dei contratti rappresenta l entità della partecipazione della SICAV in questi strumenti finanziari. I rischi di mercato associati con tali contratti derivano dalle possibili fluttuazioni dei tassi di cambio, degli indici di borsa e del valore dei titoli sottostanti tali strumenti. Altri rischi di mercato e di credito comprendono la possibilità che un mercato per i contratti sia illiquido, che un cambiamento di valore dei contratti possa non essere in correlazione diretta con i cambiamenti di valore delle valute, indici o titoli sottostanti, o che la controparte di un contratto sia inadempiente ai termini del contratto. 8. Operazioni con parti associate Tutte le transazioni con parti associate sono state concluse alle normali condizioni di mercato. J.P. Morgan Chase & Co. e le sue consociate sono controparti per certi contratti a termine su valute e contratti finanziari futures. La società di gestione, l agente preposto ai registri e ai trasferimenti, il distributore globale e l agente di domiciliazione, i gestori degli investimenti, l agente depositario, societario, amministrativo, l agente preposto ai pagamenti e altri agenti connessi della SICAV sono considerati parti associate in quanto sono soggetti affiliati di JPMorgan Chase & Co. Inoltre, Elvinger, Hoss & Prussen (di cui Mr Jacques Elvinger, che è Presidente del Consiglio di Amministrazione della SICAV, è partner) viene remunerata per i servizi legali resi alla SICAV. 9. Accordi di condivisione delle commissioni I gestori degli investimenti possono stipulare accordi di condivisione delle commissioni soltanto laddove sussista un vantaggio diretto e identificabile per i clienti dei gestori degli investimenti, incluso il fondo, e laddove i gestori degli investimenti siano certi che le transazioni da cui scaturiscono le commissioni siano effettuate in buona fede, nel rigoroso rispetto dei relativi requisiti normativi e nei migliori interessi del fondo e degli azionisti. Qualsivoglia accordo siffatto deve essere stipulato dal gestore degli investimenti in conformità con le prassi ottimali del mercato. Considerati i diritti loro attribuiti dalle normative locali, i gestori degli investimenti possono fare ricorso a incentivi non monetari per il pagamento di servizi di ricerca o di esecuzione. In altre giurisdizioni potrebbero vigere altri accordi per il pagamento di tali servizi, in ossequio ai locali obblighi normativi. 8

11 Note ai Rendiconti finanziari non certificati (seguito) Al 31 marzo Informazioni per gli azionisti registrati in Germania Presso la sede legale della SICAV e l ufficio di pagamento e di informazioni tedesco, J.P. Morgan Bank AG, Junghofstraße 14, D Frankfurt am Main, si può ottenere gratuitamente su richiesta un elenco che specifica per ogni investimento all interno di ogni comparto gli acquisti e le vendite totali che hanno avuto luogo nel periodo in esame. Gli azionisti possono ottenere presso la sede legale della SICAV e l ufficio dell agente di pagamento e di informazioni tedesco maggiori informazioni sugli investimenti all interno del portafoglio di ogni comparto. 11. Informazioni per gli azionisti registrati in Svizzera J.P. Morgan (Suisse) S.A. è stata autorizzata dalla FINMA, l autorità federale svizzera di vigilanza sui mercati finanziari, quale rappresentante svizzera della SICAV e svolge anche il ruolo di agente preposto ai pagamenti. Il prospetto informativo, i documenti contenenti informazioni chiave per gli investitori, lo statuto, le relazioni annuali e semestrali della SICAV, nonché l elenco degli acquisti e cessioni che la SICAV ha effettuato durante il periodo finanziario possono essere richiesti gratuitamente alla sede centrale della rappresentante svizzera della SICAV, J.P.Morgan (Suisse) S.A., 8, rue de la Confédération, CH-1204 Geneva, Svizzera. Pagamenti di commissioni di retrocessione/rimborsi possono essere corrisposti attingendo alla commissione di gestione per la distribuzione/ commercializzazione del fondo di investimento ai distributori. Rimborsi/restituzioni possono essere concessi attingendo dalla commissione di gestione a favore di investitori istituzionali che detengono azioni del comparto per il vantaggio economico di soggetti terzi. 12. Onorari degli Amministratori L unica remunerazione corrisposta agli Amministratori è un onorario annuale. Gli Amministratori Associati rinunciano a percepire tale remunerazione e pertanto non sono stati versati onorari ai signori May, Greco e Watkins. Anche il sig. Schwicht era un Amministratore Associato ed ha rinunciato a percepire tale onorario fino al 1 novembre 2014, dopo di che è divenuto un Amministratore Indipendente. Il totale degli onorari corrisposti agli Amministratori per il periodo finanziario è stato di EUR , di cui EUR spettanti al Presidente. 13. Costi delle transazioni Per il periodo dal 1 ottobre 2014 al 31 marzo 2015, la SICAV ha sostenuto costi di transazioni che sono stati definiti come commissioni di intermediazione relative all acquisto o cessione di titoli negoziabili, strumenti derivati (eccetto i derivati OTC) o altri asset idonei. La SICAV ha sostenuto inoltro costi di transazioni addebitati dall agente depositario e relativi all acquisto e cessione di titoli negoziabili come indicato qui di seguito: Comparti Valuta di riferimento Costi delle transazioni dell agente di deposito e commissioni di intermediazione (valuta di riferimento) JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund 405 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund EUR Eventi durante l esercizio a) Commissioni di performance Adecorrere dal 9 ottobre 2014, la società di gestione ha sospeso l accumulo delle commissioni di performance dei seguenti comparti. -JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund. Il prospetto informativo della SICAV verrà successivamente emendato per indicare l eliminazione delle commissioni di performance. b) Amalgamazioni Gli azionisti dei seguenti comparti sono stati informati della decisione del Consiglio di Amministrazione di amalgamare detti comparti come indicato qui di seguito: a decorrere dal 13 febbraio 2014: - JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund è amalgamato con JPMorgan Funds - Global Multi Asset Portfolios Fund. 9

12 - Alternative Strategies Fund Portafoglio titoli Al 31 marzo 2015 Denominazione Divisa Quantità/ Valore nominale Valore di Mercato % Patrimonio Netto Investments Divisa Quantità/V alore nominale Valore di Mercato % Patrimon io Netto Quote di UCITS autorizzati o altri piani di investimento collettivo di organismi di investimento collettivo - UCITS Piani di investimento collettivo - UCITS Irlanda Egerton Capital Equity Fund PLC Class Class C Accumulation hedged Marshall Wace UCITS Fund PLC - MW TOPS Fund Class A , ,62 Lussemburgo DB Platinum - Chilton Diversified Fund Class I2C - U DB Platinum IV Systematic Alpha Fund Class I1C - U Merrill Lynch Investment Solutions - Och-Ziff European Multi-Strategy Fund Class B (acc) Merrill Lynch Investment Solutions - York Event Driven Fund Class E (acc) Schroder GAIA Egerton Equity Fund Class C Accumulation Hedged Schroder GAIA Paulson Merger Arbitrage Fund Classe E Accumulation Serviced Platform SICAV - Select Equity Long/Short Sub-Fund Class I () , , , , , , , , ,24 Totale piani di investimento collettivo - UCITS ,19 Totale quote di UCITS autorizzati o altri organismi di investimento collettivo ,19 Totale Investimenti ,19 Liquidità ,66 Altre attività/(passività) ,15 Totale Patrimonio Netto ,00 Ripartizione geografica del portafoglio al 31 marzo 2015 % Patrimonio Netto Lussemburgo 72,24 Irlanda 19,95 Totale Investimenti 92,19 Liquidità e altre attività/(passività) 7,81 Totale 100,00 Ripartizione geografica del portafoglio al 30 settembre 2014 % Patrimonio Netto Lussemburgo 75,29 Irlanda 19,95 Totale Investimenti 95,24 Liquidità e altre attività/(passività) 4,76 Totale 100,00 10

13 - Alternative Strategies Fund Portafoglio titoli Al 31 marzo 2015 Contratti a termine su valute Valuta acquistata Importo acquisto Valuta ceduta Importo vendita Data di Scadenza Date Plusvalenza/ (minusvalenza) non realizzata % Patrimonio Netto EUR /04/ , EUR /04/ Totale plusvalenza non realizzata sui contratti a termine su valute , EUR /04/2015 (9) - Totale minusvalenza non realizzata sui contratti a termine su valute (9) - Plusvalenza non realizzata netta sui contratti a termine su valute ,23 Controparte Plusvalenza/ (minusvalenza) non realizzata Barclays Bank PLC 186 BNP Paribas SA Standard Chartered Bank (9) Westpac Banking Corp

14 Appendice - Informazioni aggiuntive non certificate 1. Coefficienti di spesa totale del Fondo e coefficienti di spesa massima del Fondo# Comparto e Classe di Azione Per il periodo conclusosi il 31 marzo 2015* Per l esercizio conclusosi il 30 settembre 2014 Per l esercizio conclusosi il 30 settembre 2013 Data di Costituzione JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - EUR (coperte) 1,90% 1,90% 1,90% 31-mar-11 JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - 1,90% 1,90% 1,90% 31-mar-11 JPM Alternative Strategies Fund C (acc) - 1,20% 1,20% 1,20% 19-lug-12 JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - EUR (coperte) 1,16% 1,16% - 17-ott-13 JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - 1,16% 1,16% - 17-ott-13 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund (1) JPM Global Multi Asset Portfolios Fund D (acc) - SEK (coperte) 0,71% 1,90% 1,90% 12-nov-10 * Questi valori non includono le commissioni di performance. # I coefficienti di spesa vengono calcolati in conformità con le linee guida emanate in data 16 maggio 2008 dal Swiss Funds & Asset Management Association. Il coefficiente di spesa totale ( TER ) rappresenta il totale dei costi di esercizio espresso come una percentuale del patrimonio netto medio giornaliero del Fondo. Il costo di esercizio totale comprende le commissioni di consulenza e gestione degli investimenti, le commissioni spettanti alla banca depositaria, la taxe d abonnement e altre spese come riassunto nel conto economico consolidato. Interessi passivi su scoperto di conto corrente e commissioni di performance sono esclusi dal calcolo. I coefficienti di spesa massimi e i coefficienti di spesa totali per alcune classi di azioni possono essere cambiati nel corso dei precedenti cinque anni. Tutti i dettagli relativi a queste variazioni sono stati divulgati nei rendiconti finanziari degli anni precedenti. Tutti i valori TER sono annualizzati a meno che non sia indicato altrimenti. 2. Riepilogo degli obiettivi di investimento dei Comparti Alternative Strategies Fund Mira a conseguire la crescita del capitale a lungo termine investendo la maggior parte delle sue risorse in quote di UCITS e UCI di tutto il mondo, che abbiano esposizione a una gamma di strategie di investimento alternative. 3. Performance e volatilità Performance I rendimenti per periodi superiori ad un anno sono annualizzati. La performance dei comparti include il reinvestimento degli utili e si intende al netto delle spese. La performance passata non costituisce indicazione della performance attuale o futura. I dati della performance non tengono conto delle commissioni e dei costi incorsi per l emissione e il riscatto delle quote. Volatilità La deviazione standard (D) del prezzo viene calcolata su base giornaliera nel corso dell esercizio finanziario di ogni comparto. Le informazioni sotto riportate sono riferite al periodo compreso tra 1 ottobre 2014 to 31 marzo Se D è pari o inferiore a 0,1, la volatilità è stata Bassa Se D è superiore a 0,1 ma pari o inferiore a 1,0, la volatilità è stata Media Se D è superiore a 1,0 ma pari o inferiore a 2,4, la volatilità è stata Alta Se D è superiore a 2,4, la volatilità è stata Molto Alta Performance 3 mesi 6 mesi 9 mesi 1 anno 2 anni 3 anni Volatilità JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - EUR (coperte) 3,67% 5,78% 5,36% 5,49% 4,53% 4,33% Media JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - 3,79% 5,92% 5,47% 5,26% 4,48% 4,44% Media JPM Alternative Strategies Fund C (acc) - 3,98% 6,33% 6,09% 6,31% 5,33% - Media JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - EUR (coperte) 3,87% 6,17% 5,88% 6,17% - - Media JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - 3,99% 6,34% 6,12% 6,41% - - Media JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund (1) JPM Global Multi Asset Portfolios Fund D (acc) - SEK (coperte) 0,81% 3,23% 3,14% 4,04% 4,25% 4,07% Media 4. Tassi di interesse ricevuti/(addebitati) sui conti bancari Base per i tassi di interesse bancari I tassi sono basati sui tassi JPMorgan Chase Treasury e conseguentemente possono variare giornalmente. Gli interessi bancari maturati vengono accreditati su ciascuno dei conti bancari dei comparti con frequenza mensile il terzo giorno lavorativo del mese successivo, in base ai saldi bancari del mese precedente. 5. Comparto e classe di azioni soggetti a un aliquota di taxe d abonnement di 0,01% Le seguenti classi di azioni dei comparti sono soggette a un imposta patrimoniale di 0,01% annuo: Comparto e Classe di Azione JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - EUR (coperte) JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - (1) Questo comparto è stato amalgamato nel comparto JPMorgan Funds - Global Multi Asset Portfolios Fund in data 13 febbraio

15 Appendice - Informazioni aggiuntive non certificate (seguito) 6. Indice di rotazione del portafoglio titoli L indice di rotazione del portafoglio titoli è un indicatore della rilevanza dei costi aggiuntivi incorsi da un Fondo nell acquistare e cedere investimenti secondo la sua politica di investimento. L indice di rotazione del portafoglio titoli viene calcolato in conformità con la circolare CSSF 03/122 e con le linee guida emanate dal Swiss Funds & Asset Management Association in data 16 maggio 2008, come descritto qui di seguito: (Totale acquisti e cessioni di titoli -totale sottoscrizioni e riscatti di quote) Media delle attività nette del Comparto nella valuta di denominazione del Comparto L indice di rotazione del portafoglio titoli viene espresso come una percentuale laddove il risultato del calcolo è stato negativo, è stato pubblicato un valore zero. Comparto Indice di rotazione del portafoglio titoli (%) JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund 46,50 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund (1) 68,87 7. Metodo di calcolo dell esposizione al rischio Esposizione globale usando l approccio dell impegno JPMorgan Investment Strategies Funds II Alternative Strategies Fund (1) Questo comparto è stato amalgamato nel comparto JPMorgan Funds - Global Multi Asset Portfolios Fund in data 13 febbraio

16 Appendice - Informazioni aggiuntive non certificate (seguito) 8. Rendiconto storico delle variazioni del numero di azioni (seguito) Azioni in circolazione all inizio dell esercizio Azioni sottoscritte Azioni riacquistate Azioni in circolazione alla fine dell esercizio Per l esercizio finanziario conclusosi il 30 settembre 2014 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - EUR (coperte) , , , ,377 JPM Alternative Strategies Fund A (acc) , ,849 5,151 JPM Alternative Strategies Fund C (acc) , , , ,004 JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - EUR (coperte)* , , ,604 JPM Alternative Strategies Fund I (acc) - * , , ,817 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund JPM Global Multi Asset Portfolios Fund D (acc) - SEK (coperte) , , , ,656 Per l esercizio finanziario conclusosi il 30 settembre 2013 JPMorgan Investment Strategies Funds II - Alternative Strategies Fund JPM Alternative Strategies Fund A (acc) , ,000 JPM Alternative Strategies Fund A (acc) - EUR (coperte) , , , ,330 JPM Alternative Strategies Fund C (acc) , , , ,261 JPMorgan Investment Strategies Funds II - AmericaOne Fund (1) JPM AmericaOne Fund A (acc) , ,574 - JPMorgan Investment Strategies Funds II - EuropeOne Fund (1) JPM EuropeOne Fund A (acc) - EUR , ,341 - JPM EuropeOne Fund D (acc) - EUR , ,622 - JPM EuropeOne Fund I (acc) - EUR , ,178 - JPMorgan Investment Strategies Funds II - Global Multi Asset Portfolios Fund JPM Global Multi Asset Portfolios Fund D (acc) - SEK (coperte) , , , ,462 (1) Questi comparti sono stati liquidati in data 7 febbraio

17

18

19 Il presente rapporto è una traduzione della versione inglese originale. Nel caso di divergenze tra la versione inglese e a traduzione, laversione inglese farà fede.

20 Per ulteriori informazioni riguardanti il JPMorgan Investment Strategies Funds II, contattare il Distributore globale: JPMorgan Asset Management (Europe) S.à r.l. Postal Address: L-2633 Luxembourg Tel No: (352) Fax No: (352) Internet: IT H900 05/15

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo Schroder International Selection Fund Prospetto informativo (Società di investimento a capitale variabile (SICAV) di diritto lussemburghese) Febbraio 2015 Italia Schroder International Selection Fund

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

Modulo di sottoscrizione

Modulo di sottoscrizione Modulo di sottoscrizione Il presente Modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia di azioni di JPMORGAN INVESTMENT FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese a struttura multicomparto e multiclasse.

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04.

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04. Report dei prodotti del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 7.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su Carrefour, Nestlé,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Conti e carte Panoramica delle condizioni

Conti e carte Panoramica delle condizioni Conti e carte Panoramica delle condizioni Situazione 1.4.2015 Indice Note generali 3 Offerte pacchetti: Bonviva 4 Offerte pacchetti: Viva 5 Gamma dei Conti privati 6 Gamma dei Conti di risparmio 6 Traffico

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Mod. T915 Ed. 07/2014 BNL Risparmio Prodotto EVPH Il presente

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE Le note di sintesi sono composte dagli elementi informativi richiesti dalla normativa applicabile noti come "Elementi". Detti Elementi

Dettagli

Informazioni importanti

Informazioni importanti 0515 Informazioni importanti Sul presente Prospetto - Il Prospetto fornisce informazioni sul Fondo e sui Comparti e contiene informazioni che i potenziali investitori devono conoscere prima di procedere

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli