PIANO DI EMERGENZA TRENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DI EMERGENZA TRENTO"

Transcript

1 Pag. 1 PIANO DI EMERGENZA secnd quant previst dal D. Lgs. n. 81/2008 PER TUTTE LE SEDI DELLA FONDAZIONE BRUNO KESSLER TRENTO Data N di revisine Natura della mdifica Ottbre Emissine dcument Lugli Mdifiche prcedurali e aggirnament cap.5 Settembre Aggirnament legislativ e mdifica dei cmpnenti Squadra Prnt Intervent

2 Pag. 2 INDICE 1. GESTIONE DELL EMERGENZA: INCENDIO, PRONTO INTERVENTO, EVACUAZIONE, PERSONALE ADDETTO pag 3 2. PROCEDURA PER L EMERGENZA.. pag 4 2.a In cas di allarme d emergenza.. pag 4 2.b In cas di incendi pag 4 2.c Numeri di emergenza utili pag 5 3. OBBLIGHI PER IL PERSONALE DEL SERVIZIO PORTIERATO pag 6 4. OBBLIGHI PER GLI ADDETTI ALLA SQUADRA DI PRONTO INTERVENTO pag 7 4.a Lug di ritrv del persnale chiamat in casi di emergenza pag 7 4.b Azini richieste al persnale chiamat in casi di emergenza pag 7 5. LA SQUADRA DI PRONTO INTERVENTO pag 8 AGGIORNAMENTO Settembre 2008 PREPARATO APPROVATO RSPP R. Dallacsta DESTINATARI TuttI

3 Pag GESTIONE DELL EMERGENZA: INCENDIO, PRONTO INTERVENTO, EVACUAZIONE, PERSONALE ADDETTO 1.a Generalità In cas di emergenza esiste un pian di intervent att a gestire in sicurezza la situazine. All intern di tutte le diverse Sedi della Fndazine Kessler vi sn persne frmate per affrntare una situazine di rischi medi in cas di incendi e cstituiscn la squadra di prnt intervent di emergenza. Ogni frequentatre delle Sedi è invitat, in cas di emergenza, a cnfrmarsi alle lr indicazini. I nminativi della squadra di emergenza sn elencati all ultim capitl del presente pian, le persne designate a far parte della squadra nn pssn rifiutare la nmina salv giustificat mtiv. La Fndazine ha, inltre, adeguat le prprie Sedi secnd standard di sicurezza previsti dalle vigenti nrmative attravers i seguenti strumenti: - dtazine di sistemi di rilevazine incendi in gni sede e di rilevazine gas negli ambienti che l richiedn, cn centralizzazine degli allarmi in pstazini presidiate; - segnalazine degli allarmi e delle uscite d emergenza in gni situazine d esercizi; - dtazine di adeguate vie di esd vers l estern degli edifici e di prte tagliafuc di cmpartimentazine per particlari settri; - presenza di adeguati sistemi di spegniment incendi cn l utilizz di estintri prtatili e idranti; - dtazine di adeguati sistemi di cnteniment dei rischi che pssn essere generati dall utilizz e dalla detenzine di sstanze chimiche, gas, srgenti di radiazini; - predispsizine ed espsizine del pian per frnteggiare l emergenza anche cn indicazini di cmprtament specifiche per ruli particlari; - espsizine di piantine degli edifici nei lughi maggirmente frequentati, cn segnalazine - presenza di una squadra pprtunamente addestrata all us dei sistemi antincendi, a frnteggiare le situazini d emergenza e ad assicurare l evacuazine degli edifici nelle situazini che l richiedn; - attuazine di un sistema infrmativ e di cntrll per tutt il persnale che pera in Fndazine, vlt a far cnscere i rischi presenti e le azini da cmpiere in situazini d emergenza..

4 Pag PROCEDURA PER L EMERGENZA In cas di incendi e in qualsiasi altra emergenza in cui pssa essere cmprmessa la sicurezza delle persne delle cse, tutti clr che sn presenti all intern delle strutture della Fndazine devn sservare le seguenti istruzini: Azinare un dei pulsanti d emergenza dispsti nei crridi (rmpere il vetrin dei pulsanti appsitamente segnalati). Infrmare della situazine di emergenza il Persnale del Servizi di prtierat: il presidi cntinu della sede di Pv, Via Smmarive: tel In cas di difficltà, infrmare direttamente i referenti d Istitut: il Respnsabile del. tel. 307; l peratre reperibile, in rari di chiusura della Fndazine, telefn cellulare da richiedere al Servizi prtierat della sede di Pv. 2.a In cas di allarme d emergenza Arrestare, se pssibile, gli impianti, le apparecchiature e sspendere gni perazine che ptrebbe cmprmettere la sicurezza. Uscire all estern dell edifici mantenend la calma, accmpagnand le persne spiti presenti, seguend la via d uscita segnalata più vicina. Le persne prtatrici di handicap devn essere accmpagnate dal referente della Fndazine che le spita. 2.b In cas di incendi nn utilizzare l ascensre; nn entrare da sli nelle zne invase da fum; chiudere le prte dei lcali interessati da incendi e fum, accertandsi che le persne sian state evacuate; assicurarsi di avere sempre un uscita libera da fiamme dal fum; in presenza di fum camminare abbassati, prteggend nas e bcca; nn usare acqua su apparecchiature elettriche.

5 Pag. 5 Se nn vi sn particlari pericli e l incendi è di piccle dimensini effettuare un tentativ di spegniment seguend le seguenti istruzini: se è pssibile e nn cmprta rischi disattivare la crrente all apparecchiatura ggett di incendi; utilizzare l estintre prtatile più vicin. In quest cas si dvrà azinare l estintre cn una man mentre cn l altra si tiene saldamente la manichetta, indirizzand il gett alla base delle fiamme, quindi prtarsi subit in zna aerata, se l estinguente è a gas cnsuma l ssigen dell ambiente; prre attenzine a dirigere il gett alla base del fuc e nn vers le fiamme; accertarsi che l incendi sia dmat, in quant il fuc può riprendere dalle ceneri. 2.c Numeri di emergenza utili In cas di accadimenti gravi e qualra sia impssibile cntattare i referenti della Fndazine: Telefnare ai seguenti numeri: Vigili del Fuc tel. 115 Sccrs pubblic tel. 113 Emergenza Sanitaria tel. 118 Carabinieri tel. 112 precisand il lug esatt dell event: Sede di Trent città, Via S. Crce, 77 Sede di Pv, Via Smmarive, 18 Sede di Pv, Via alla Cascata, 56/c Sede di Villazzan, Villa Tambsi. e descrivend la situazine in md sufficientemente dettagliata. Seguire le indicazini degli addetti alla squadra di emergenza quand sn presenti.

6 Pag OBBLIGHI PER IL PERSONALE DEL SERVIZIO DI PORTIERATO L addett al Servizi di prtierat di turn: quand viene allertat in merit a una grave situazine di pericl; quand suna l allarme d emergenza per incendi per altr grave mtiv; quand può essere cmprmessa la sicurezza delle persne delle cse; è tenut a seguire le seguenti istruzini: assume infrmazini sufficienti per decidere l intervent da eseguire; azina l allarme di emergenza, nel cas in cui l allarme nn sia già stat azinat, all scp di evacuare l edifici; infrma i cmpnenti della squadra di emergenza, i cui nminativi sn indicati nell ultim capitl del presente pian; avverte il Respnsabile del (Sede di Pv tel. 307 telefn cellulare ); infrma il respnsabile dell attività ggett dell intervent; infrma il respnsabile dell Uffici Tecnic. In cas di incendi per fatti gravi, chiede immediatamente l intervent dei: Vigili del Fuc, tel. 115 (precedut da prefiss 0) Sccrs Pubblic, tel. 113 e 118 (precedut da prefiss 0) Precisand: Fndazine Brun Kessler; indirizz della sede dell event; situazine rilevata. Rimane a dispsizine per le successive esigenze.

7 Pag OBBLIGHI PER GLI ADDETTI ALLA SQUADRA DI PRONTO INTERVENTO 4.a Lug di ritrv del persnale chiamat in casi di emergenza: Sede Trent città, Via S.Crce Pv, Via Smmarive Pv, Via alla Cascata Villazzan, Villa Tambsi Lug di ritrv Piazzale antistante In prssimità della guardila del Servizi Prtierat Marciapiede antistante Piazzale antistante 4.b Azini richieste al persnale chiamat in casi di emergenza La squadra di prnt intervent pera al cmand del cap squadra del membr anzian. Il cap squadra il su sstitut, sentit il Respnsabile della Fndazine eventualmente presente, crdinerà la squadra di prnt intervent, fin all arriv di frze pubbliche d intervent, cn l biettiv di: lcalizzare la causa dell allarme; favrire l esd delle persne dagli ambienti; aiutare le persne prtatrici di handicap; prestare prnt sccrs alle persne infrtunate; estinguere l incendi (se di ridtte dimensini) cn il mezz idne; blccare/neutralizzare impianti (tecnlgici, ascensri se vuti, apparecchiature di ricerca, cndizinatri d aria, ecc..) e ciò che genera rischi (serbati, bmble, sstanze chimiche, ecc.); scllegare la crrente delle zne interessate da incendi (se ciò nn determina situazini di maggir pericl); chiudere le valvle dei serbati di cmbustibili vicini alle situazini di rischi; allntanare dall incendi, per quant pssibile, eventuali sstanze infiammabili e periclse; chiudere le prte degli ambienti interessati dal fum (se evacuate dalle persne); mantenere le zne di intervent libere e sicure, allntanand gli estranei; mantenere la calma fra le persne evacuate, indirizzandle in lug sicur; seguire il pian per la sicurezza specific previst per i singli labratri; frnteggiare l emergenza cn l ausili di idnee prtezini persnali; bnificare, se nn cmprta pericli, le zne interessate dall event, incendi altr, prima di accedervi;

8 Pag. 8 in zne cntaminate da gas tssici (Clean Rm), lasciare il prim intervent agli appartenenti al nucle gestine gas tssici. 5. LA SQUADRA DI PRONTO INTERVENTO La squadra di prnt intervent per l emergenza è cmpsta da: Rbert Dallacsta, cap squadra ed inltre: Sede Trent Via S. Crce: Miriam Lucchi Addett Servizi prtierat della prpria Sede. Sede Pv, Via Smmarive e Via alla Cascata, per tutti gli edifici: Walter Bernardelli Renz Zambni Albert Zanetti Maur Chini Addett Servizi prtierat della Sede di Pv. Labratri Clean Rm: Claudi Gazzin Giampal Gazzin Severin Pedrtti (Rappresentante Lavratri) Labratri diversi Gianni Cser Victr Micheli Maur Dallaserra Sede Villazzan Villa Tambsi:: Addett Servizi prtierat della prpria Sede. Persnale frmat per gli interventi di prim sccrs. Bassetti Maddalena, Bernardelli Walter, Bertazzni Rbert, Bianchi Maurizi, Bianchini Pal, Camp Ines, Castti Sara, Chini Maur, Chini Michele, Cser Gianni, Dallacsta Rbert, Fellin Maurizi, Gabbi Lrenz, Gazzin Claudi, Gazzin Gianpal, Girdani Dimitri, Gttardi Glria, Leni Claudi, Lucchi Miriam, Meneghini Maur, Micheli Victr, Nardelli Mari, Panat Lredana, Pasquale Ivan, Pasquardini Laura, Pedrtti Severin, Rizzli Annamaria, Tabarelli de Fatis Cristina, Villani Pala, Zaffni Cinzia, Zanetti Albert, Persnale addett Servizi prtierat.

9 Pag. 9

PIANO DI EMERGENZA TRENTO

PIANO DI EMERGENZA TRENTO Pag. 1 di 11 Revisine 9 PIANO DI EMERGENZA secnd quant previst dal D.Lgs. n. 81/2008 e ss.mm. PER TUTTE LE SEDI DELLA FONDAZIONE BRUNO KESSLER TRENTO Data N di revisine Natura della mdifica Ottbre 1999

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN CATANIA PROCEDURE D EMERGENZA PREVISTE DAL PIANO DI EVACUAZIONE La nrma relativa alla predispsizine di un pian di evacuazine dell ambiente sclastic è citata nel

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

Via Versilia, 2 Roma

Via Versilia, 2 Roma pag 1 di 16 Via Versilia, 2 Rma pag 2 di 16 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. RESPONSABILITÀ... 3 3. Caratteristiche generali dell stabile... 3 4. Organizzazine per la gestine dell emergenza...

Dettagli

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI 30/11/2015 Pagina 1 di 7 INDICE REVISIONI REV DATA MODIFICA REDATTA: VERIFICATA: EMESSA: DATORE DI LAVORO: 00 01.12.2014 Prima emissine Cialdni Maletta Ilaria RSPP Alè Giuseppe Cialdni Sante Zandò 01 12.11.2015

Dettagli

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Art. 26, D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81) OGGETTO: Prcedura

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA ED EVACUAZIONE. Grafill Editoria Tecnica. Comune COMUNE DI Palermo Provincia PA. Azienda. Committente. Elaborato.

PIANO DI SICUREZZA ED EVACUAZIONE. Grafill Editoria Tecnica. Comune COMUNE DI Palermo Provincia PA. Azienda. Committente. Elaborato. FireStp PSE : Pian di Sicurezza ed Evacuazine Cmune COMUNE DI Palerm Prvincia PA Azienda Grafill Editria Tecnica Cmmittente Elabrat PIANO DI SICUREZZA ED EVACUAZIONE Tecnic: Data: FireStp PRO Pian di Sicurezza

Dettagli

Direzione Didattica "Carlo Collodi"

Direzione Didattica Carlo Collodi Direzine Didattica "Carl Clldi" C.s B. Crce,26 Trin Pless Clldi C.s B. Crce 26 Trin Pag 2 di 19 CARATTERISTICHE DEL PLESSO (Descrizine generale) TIPOLOGIA Nid d infanzia Scula d infanzia Scula Primaria

Dettagli

Direzione Didattica "Carlo Collodi"

Direzione Didattica Carlo Collodi Direzine Didattica "Carl Clldi" C.s B. Crce,26 Trin Pless Rdari Via Piacenza,16 Trin Pag 2 di 19 CARATTERISTICHE DEL PLESSO (Descrizine generale) TIPOLOGIA Nid d infanzia Scula d infanzia Scula Primaria

Dettagli

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi 4 Classificazine e definizine dei rischi lavrativi I rischi presenti negli ambienti di lavr, pssn essere divisi in tre grandi categrie riprtate in Tabella RISCHI PER LA SICUREZZA (Rischi di natura infrtunistica

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze Principi di sicurezza nell attrezzare aree di sccrs Ester Baldi Infermiera IRCCS Dn Carl Gncchi Firenze Obiettivi: Cncett e frme di rischi nel cntest dell emergenza Cme riuscire a ridurre i rischi Cncett

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Provincia di Sassari

COMUNE DI SASSARI Provincia di Sassari Studi Tecnic Per. Ind. Mnica Cassese Via Milan, 19 07100 Sassari (SS) Tel. 079/271011 cassesep@tiscali.it Studi Tecnic Gem. Peppin Masia Via Napli 23 07041 Algher (SS) Tel. 3938288036 pinmasia@htmail.cm

Dettagli

Comune COMUNE DI ORBASSANO (provincia di Torino) Azienda S.I.TO S.p.A. Interporto di Torino. Prima Strada, 2 10043 Orbassano (To)

Comune COMUNE DI ORBASSANO (provincia di Torino) Azienda S.I.TO S.p.A. Interporto di Torino. Prima Strada, 2 10043 Orbassano (To) Pian di Emergenza ed Evacuazine aree cmuni Cmune COMUNE DI ORBASSANO (prvincia di Trin) Azienda S.I.TO S.p.A. Interprt di Trin Prima Strada, 2 10043 Orbassan (T) Elabrat PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

PROCEDURA PER RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO E TEMPORALI FORTI

PROCEDURA PER RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO E TEMPORALI FORTI PROCEDURA PER RISCHIO IDROGEOLOGICO-IDRAULICO E TEMPORALI FORTI 1 Prcedura 01 NORMALITÀ La fase di Nrmalità rappresenta il livell base attiv nrmalmente, in assenza di segnalazini, di eventi in crs sul

Dettagli

PIANO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Comune di Arsiero. Relazione Generale. Modello d intervento RISCHIO IDRAULICO PIANO DI EMERGENZA SPEDITIVO

PIANO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Comune di Arsiero. Relazione Generale. Modello d intervento RISCHIO IDRAULICO PIANO DI EMERGENZA SPEDITIVO PIANO PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Cmune di Arsier Capitl QN QT MR Relazine Generale Mdell d intervent RISCHIO IDRAULICO pag. PE02.1 PIANO DI EMERGENZA SPEDITIVO RISCHIO IDRAULICO COMPITI DELLE FUNZIONI

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

[PIANO DI SICUREZZA DELLA SCUOLA]

[PIANO DI SICUREZZA DELLA SCUOLA] Istitut Omnicmprensiv Statale Beat Simne Fidati - Cascia Pl Sclastic di Cascia [PIANO DI SICUREZZA DELLA SCUOLA] Pian di sicurezza relativ all edifici sclastic di Lcalità La Stella sede del Pl Sclastic

Dettagli

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte)

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte) Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impiant elettric (prima parte) Pubblicat il 21/01/2008 Aggirnat al: 21/01/2008 di Gianluigi Saveri 1 Generalità Le strutture

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

ELETTRONICA GENERALE

ELETTRONICA GENERALE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAX PLANCK REGOLAMENTO PER L USO DEL LABORATORIO DI ELETTRONICA GENERALE A - Aspetti Generali 1) Tutti i dcenti che, a qualsiasi titl, utilizzan il labratri devn: a)

Dettagli

INFORMAZIONE PREVENZIONE SICUREZZA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. E. Fermi L. da Vinci

INFORMAZIONE PREVENZIONE SICUREZZA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. E. Fermi L. da Vinci INFORMAZIONE PREVENZIONE SICUREZZA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE E. Fermi L. da Vinci Via Bnistall, 73-50053 EMPOLI (FI) Tel. 057180614 - Fax 057180665 Cdice Fiscale 82004810485 PIANO DI EMERGENZA

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE STENIO

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE STENIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE STENIO Amministrazine, Finanza e Marketing-Cstruzini, Ambiente e Territri-Manutenzine e Assistenza Tecnica-Elettrnica ed Elettrtecnica Cd. Min. PAIS013004 -

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Prvincia di Csenza REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Settembre 2003 ART. 1 Istituzine e sede 1. E istituita, press la Prvincia di Csenza, la Cnsulta

Dettagli

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE Versine 1.5 del 1 febbrai 2010 Indice Indice... 2 Intrduzine... 3 Ambiti...

Dettagli

Gruppo Comunale di Protezione Civile - Zenson di Piave (TV) P.O.S. (Procedure Operative Standard) Esercitazione Standard

Gruppo Comunale di Protezione Civile - Zenson di Piave (TV) P.O.S. (Procedure Operative Standard) Esercitazione Standard Grupp Cmunale di Prtezine Civile - Zensn di Piave (TV) P.O.S. (Prcedure Operative Standard) Esercitazine Standard 1 Massim Rig ver 1.0 26/10/2009 Piazza II Giugn, 6-31050 Zensn di Piave (TV) - Telefn 0421.344164

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE ---------------------------------------------------------------------

DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE --------------------------------------------------------------------- ALLEGATO I DA COMPILARSI A CURA DELL AZIENDA OSPITANTE --------------------------------------------------------------------- Mlte aziende inserisc la valutazine dei rischi dell studente in alternanza scula-lavr

Dettagli

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio) Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA TEATRO ASTRA SCHIO PIANO DI EMERGENZA. Via P. Maraschin, 19; 36015 Schio (VI) Via Pasini 44; 36015 Schio (VI) Luigi Dalla Via

PIANO DI EMERGENZA TEATRO ASTRA SCHIO PIANO DI EMERGENZA. Via P. Maraschin, 19; 36015 Schio (VI) Via Pasini 44; 36015 Schio (VI) Luigi Dalla Via Pagina: 1 di 64 PIANO DI EMERGENZA Azienda: Sede Sciale Sede Operativa Attività svlta dalla Ditta Titlare della Ditta Respnsabile del Servizi di Prevenzine e Prtezine Fndazine Teatr Civic Via P. Maraschin,

Dettagli

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti)

Titolo I Definizioni. ART. 1 (Campo di applicazione e definizione dei soggetti) Reglament per la sicurezza e la salute dei lavratri sul lug di lavr della Scula Nrmale Superire emanat cn D.D. n.168 del 29 marz 2006 e affiss all Alb Ufficiale in data 29 marz 2006 Titl I Definizini ART.

Dettagli

QUADRO NORMATIVO E PROFILI DI RESPONSABILITÁ

QUADRO NORMATIVO E PROFILI DI RESPONSABILITÁ Guastalla, 16 Dicembre 2015 Ai Dcenti Al Persnale Ata Al Dsga Sit Web Oggett: Direttiva bblig vigilanza sugli alunni e prevenzine infrtuni. QUADRO NORMATIVO E PROFILI DI RESPONSABILITÁ La vigilanza sugli

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANIZZAZIONE EVENTI A FAVORE DI OIKOS ONLUS

REGOLAMENTO ORGANIZZAZIONE EVENTI A FAVORE DI OIKOS ONLUS REGOLAMENTO ORGANIZZAZIONE EVENTI A FAVORE DI OIKOS ONLUS Oiks Onlus ringrazia chiunque decida di rganizzare eventi di racclta fndi a su sstegn e incraggia a realizzarli. Tali eventi infatti, rappresentan

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

art. 46 D.Lgs 81/2008 e s.m.i. (D.M. 10 MARZO 1988)

art. 46 D.Lgs 81/2008 e s.m.i. (D.M. 10 MARZO 1988) art. 46 D.Lgs 81/2008 e s.m.i. (D.M. 10 MARZO 1988) CORSO DI FORMAZIONE per ADDETTI alla prevenzine INCENDI, ltta antincendi e gestine delle emergenze CORSO DI TIPO C : rischi di incendi elevat Durata

Dettagli

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO PROGETTO I - CAST Integrazine delle ICT nella catena del valre delle imprese del sistema Tessile Abbigliament AVVISO Dispnibilità della piattafrma tecnlgica di scambi dcumentale Pagina 1 di 7 1. PREMESSA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA Art. 26, cmma 3, D. Lgs. 81/2008 REVISIONE 0 LUGLIO 2015 Smmari 1. INFORMAZIONI GENERALI... 2 2. AREE DI LAVORO, FASI DI LAVORO, RISCHI SPECIFICI

Dettagli

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche)

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche) Ascensri e mntacarichi (Prescrizini particlari e verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 Prescrizini particlari Cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza"): In base al DM 8/3/85 il cmand di

Dettagli

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia DOMANDA N. PRESENTATA IL AL COMUNE DI FOLLONICA Larg Cavalltti 1 58022 FOLLONICA (GR) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER CAMBIO DI ALLOGGI ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

1 Documento 2. 2 Termini utilizzati 2. 3 Schema della rete BibliOpass 3. 4 Identità grafica 3. 5 Iscrizione presso una biblioteca ospitante 3

1 Documento 2. 2 Termini utilizzati 2. 3 Schema della rete BibliOpass 3. 4 Identità grafica 3. 5 Iscrizione presso una biblioteca ospitante 3 RETE DI PRESTITO BIBLIOPASS Prcedure per le bibliteche SOMMARIO 1 Dcument 2 2 Termini utilizzati 2 3 Schema della rete BibliOpass 3 4 Identità grafica 3 5 Iscrizine press una bibliteca spitante 3 6 Iscrizine

Dettagli

GIse registry Of Transcatheter treatment of mitral valve regurgitation (GIOTTO)

GIse registry Of Transcatheter treatment of mitral valve regurgitation (GIOTTO) CONSENSO INFORMATO DEL PAZIENTE PER IL REGISTRO SUL TRATTAMENTO PERCUTANEO DELLA INSUFFICIENZA MITRALICA A CURA DELLA SOCIETA ITALIANA DI CARDIOLOGIA INVASIVA GIse registry Of Transcatheter treatment f

Dettagli

Il mio piano d emergenza

Il mio piano d emergenza Italian Wrking fr ur future tday Il mi pian d emergenza 3 semplici passi per pianificare le emergenze Prevenire Semplice cme 3 semplici passi per pianificare le emergenze La mia famiglia Indirizz: Nme

Dettagli

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze Unine Amici del cane e del gatt ONLUS - Firenze Via Reginald Giuliani 130/r 50110 - Firenze - Tel. 3478345299 www.unineamicidelcaneedelgatt.it Reglament intern 2009 Reglament per la disciplina dell attività

Dettagli

SICUREZZA e IGIENE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

SICUREZZA e IGIENE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MOLINELLA Via De Amicis, 1 40062 Mlinella (BO) Tel 051/881155 fax 051/881641 e-mail ddmlinella@liber.it Dispensa frmativa relativa a: SICUREZZA e IGIENE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST

ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST Ragine Sciale: Sede: via cmune prv. P.IVA: cd. fisc. Telefn: Fax: Email: PEC: Persna di riferiment: rul: recapit tel. email Descrizine attività e principali

Dettagli

INDICE. 1. Premessa 3. 2. Descrizione DEL SITO 4

INDICE. 1. Premessa 3. 2. Descrizione DEL SITO 4 INDICE 1. Premessa 3 2. Descrizine DEL SITO 4 2.1 Plitica per la Sicurezza, la Salute e la Tutela Ambientale 5 2.2 Organizzazine per la Sicurezza 5 2.3 Rischi presenti nel sit 6 2.3.1 Rischi chimic 6 2.3.2

Dettagli

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROGETTO DI NUOVA REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI DEL COMPARTO EDILE SCAVI MEC S.R.L. Via dell Industria, 27 Smmacampagna

Dettagli

COMUNE DI LAVAGNA CONVENZIONE PER IL TRASPORTO IL RICOVERO TEMPORANEO DI ANIMALI RANDAGI TRA

COMUNE DI LAVAGNA CONVENZIONE PER IL TRASPORTO IL RICOVERO TEMPORANEO DI ANIMALI RANDAGI TRA COMUNE DI LAVAGNA CONVENZIONE PER IL TRASPORTO E IL RICOVERO TEMPORANEO DI ANIMALI RANDAGI L'ann, il girn del mese di, TRA II Cmune di Lavagna che interviene nel presente att a mezz della persna del Sig.

Dettagli

RISCHIO INCENDI BOSCHIVI

RISCHIO INCENDI BOSCHIVI pag. PE05.1 PIANO DI EMERGENZA SPEDITIVO RISCHIO INCENDI BOSCHIVI COMPITI DELLE FUNZIONI DI SUPPORTO Nella sttstante tabella vengn riprtate le Funzini di supprt che devn essere attivate nel cas si manifesti

Dettagli

Questo opuscolo fatto dagli studenti per gli studenti intende comunicare in modo semplice e diretto i principali contenuti di un importante

Questo opuscolo fatto dagli studenti per gli studenti intende comunicare in modo semplice e diretto i principali contenuti di un importante Quest puscl fatt dagli studenti per gli studenti intende cmunicare in md semplice e dirett i principali cntenuti di un imprtante prvvediment che tcca la vita sclastica.tratt del recente D.Lgs. 81/2008

Dettagli

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile COMUNE DI GRUARO Assessrat alla Prtezine Civile INDICE 1.1 Premessa...3 1.2 Scenari di rischi...3 2. PROCEDURE...3 2 1. RISCHIO DA EVENTI AD ELEVATO IMPATTO AMBIENTALE 1.1 Premessa Questa classe di eventi

Dettagli

Assegno di maternità 2013. Il contributo per l anno 2013 è pari ad 1.672,65.

Assegno di maternità 2013. Il contributo per l anno 2013 è pari ad 1.672,65. Cmune di Mnte di Prcida via Ludvic Quandel, 081.8684227 fax 081.8684227 www.cmune.mntediprcida.na.it Assegn di maternità 2013 Un assegn per le madri nn lavratrici Il cntribut per l ann 2013 è pari ad 1.672,65.

Dettagli

TRA TUTOR GROUP SRL AIAV ASSOCIAZIONE ITALIANA AGENTI DI VIAGGIO

TRA TUTOR GROUP SRL AIAV ASSOCIAZIONE ITALIANA AGENTI DI VIAGGIO CONVENZIONE PER ORGANIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER LE FIGURE PROFESSIONALI NELL AMBITO DELLA SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO D.LGS. N. 81/08 E SMI TESTO UNICO E ALTRI SERVIZI

Dettagli

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN Lc. Chez Rncz, 29/i - 11010 GIGNOD (Valle d Asta) Tel. 0165/25.66.11 - Fax. 0165/ 25.66.36 - E.mail: inf@cm-grand cmbin.vda.it AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO (d. LGS. N. 163/2006) PROPEDEUTICA ALL INDIVIDUAZIONE

Dettagli

Statuti. Croce Rossa Svizzera, Sezione del Sottoceneri

Statuti. Croce Rossa Svizzera, Sezione del Sottoceneri Statuti Crce Rssa Svizzera, Sezine del Sttceneri 1 1) Nme e sede La Crce Rssa Svizzera, Sezine del Sttceneri (in seguit CRSS ) è un assciazine ai sensi degli art. 60 segg. del Cdice civile svizzer; essa

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

Guida agli impianti di rilevazione incendi

Guida agli impianti di rilevazione incendi Guida agli impianti di rilevazine incendi Pubblicat il 11/10/2007 Aggirnat al: 08/01/2008 di Gianfranc Ceresini 10. Dispsizine e suddivisine in zne degli impianti autmatici Un impiant autmatic di rivelazine

Dettagli

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Bll (nn dvut dalle ONLUS) Al Cmune di Mntecchi Emilia DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Il sttscritt Cgnme Nme Cdice

Dettagli

LAVORI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO E NEGLI AMBIENTI CONFINATI

LAVORI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO E NEGLI AMBIENTI CONFINATI PROCEDURA DI SICUREZZA P.S. 1 Divisine S.I.I. nuva emissine 27/09/2011 LAVORI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO E NEGLI AMBIENTI CONFINATI TABELLA DELLE REVISIONI rev. data Descrizine Paragraf Pagina

Dettagli

o I Volontari del Soccorso (VDS) costituiscono in Italia la più numerosa delle sei Componenti della Croce Rossa Italiana

o I Volontari del Soccorso (VDS) costituiscono in Italia la più numerosa delle sei Componenti della Croce Rossa Italiana Vlntari del sccrs I Vlntari del Sccrs (VDS) cstituiscn in Italia la più numersa delle sei Cmpnenti della Crce Rssa Italiana L access alla Cmpnente è cnsentit ai vlntari che hann superat cn esit psitiv

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA Pagina 1 di 25 AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (art.26, c.3 del D.Lgs. 81/2008) DESCRIZIONE ATTIVITÀ: APPALTO MAGAZZINO

Dettagli

Oggetto: Richiesta erogazione integrazione retta per cittadini autosufficienti. ALTRO (specificare) Presenta domanda per l integrazione retta

Oggetto: Richiesta erogazione integrazione retta per cittadini autosufficienti. ALTRO (specificare) Presenta domanda per l integrazione retta MODULO 1 AL DIRETTORE DEL C.S.S.M. Crs Statut n. 13 12084 Mndvì Prt... del. Oggett: Richiesta ergazine integrazine retta per cittadini autsufficienti Il/La sttscritt/a nat a il residente a in Via tel.

Dettagli

5 Concorso Fotografico Internazionale 2013 Insubria in bicicletta

5 Concorso Fotografico Internazionale 2013 Insubria in bicicletta Cmunità Mntana Valli del Verban - Fndazine Malcantne Cmunità Mntana del Piambell - Gambargn Turism Cmune di 5 Cncrs Ftgrafic Internazinale 2013 Insubria in bicicletta Organizzat da enti Italiani e Svizzeri

Dettagli

ALLEGATO B DESCRIZIONE DELL IMMOBILE OGGETTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E RELATIVE MODALITA ATTUALI DI GESTIONE

ALLEGATO B DESCRIZIONE DELL IMMOBILE OGGETTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E RELATIVE MODALITA ATTUALI DI GESTIONE PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO LA SEDE DI INFORMATICA TRENTINA S.P.A. CIG 6256549B8E ALLEGATO B DESCRIZIONE DELL IMMOBILE OGGETTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E RELATIVE MODALITA

Dettagli

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA

AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA Pagina 1 di 25 AMT S.P.A. AZIENDA MOBILITÀ E TRASPORTI SPA VIA L.MONTALDO 2 16137 GENOVA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (art.26, c.3 del D.Lgs. 81/2008) DESCRIZIONE ATTIVITÀ: APPALTO VIA G.ADAMOLI

Dettagli

Una Promozione è costituita dalla definizione di una proposta di vendita di uno o più Articoli ad un prezzo diverso da quello normale di vendita.

Una Promozione è costituita dalla definizione di una proposta di vendita di uno o più Articoli ad un prezzo diverso da quello normale di vendita. Scnti, Buni e Prmzini Shp_Net è dtat di un sistema di gestine dei Buni e delle Prmzini cmplet e flessibile, in grad di generare autmaticamente Buni di Acquist destinati ai Clienti secnd specifiche definite

Dettagli

5 Concorso Fotografico Internazionale 2013 Insubria in bicicletta

5 Concorso Fotografico Internazionale 2013 Insubria in bicicletta Band del Cncrs Ftgrafic 2013 Insubria in bicicletta Cmunità Mntana Valli del Verban - Fndazine Malcantne Cmunità Mntana del Piambell - Gambargn Turism Cmune di Luin Cmune di Brissag Valtravaglia - CAI

Dettagli

ORGANISMO DI MEDIAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOVARA

ORGANISMO DI MEDIAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOVARA ORGANISMO DI MEDIAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOVARA Parte istante Sede legale: Via P. Azari n. 15 28100 Nvara Partita IVA: 00529380032 iscritt al n.1026 del Registr degli rganismi deputati a gestire

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verna - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Regine Venet ULSS 20 di Verna ALLEGATO TECNICO 2.1 Pagina 1 di 7 1. Persnale dedicat alla gestine

Dettagli

L Istituto Comprensivo statale Martin Luther King Caltanissetta di

L Istituto Comprensivo statale Martin Luther King Caltanissetta di Reg. cntratti N 225 Prt.n.0005107/C41 del 06 Nvembre 2014 CIG:ZD611CCB7D CONTRATTO DI PRESTAZIONE D'OPERA PROFESSIONALE OCCASIONALE RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN QUALITA DI R.S.P.P. ai sensi

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE INFISSI IN LEGNO

MANUALE USO E MANUTENZIONE INFISSI IN LEGNO MANUALE USO E MANUTENZIONE INFISSI IN LEGNO Manuale Us e Manutenzine infissi Pagina 1 di 12 F.LLI PANDOLFI INDICE Infrmazini pag. 3 Premessa. Avvertenze. Us Finestre/Prtefinestre/Prtni pag. 4 Apertura/chiusura

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli

Il giorno 05 luglio 2014 si è svolta l'esercitazione denominata PORTOFINO 2014

Il giorno 05 luglio 2014 si è svolta l'esercitazione denominata PORTOFINO 2014 Il girn 05 lugli 2014 si è svlta l'esercitazine denminata PORTOFINO 2014 SCENARIO Si iptizza che l'incendi, verificatsi nell estate del 2011 alle prime re del mattin in lcalità Csta del Termine e spent

Dettagli

Raccomandiamo di leggere attentamente il presente manuale prima di procedere all'accensione

Raccomandiamo di leggere attentamente il presente manuale prima di procedere all'accensione 4) 1. Istruzini di Sicurezza Raccmandiam di leggere attentamente il presente manuale prima di prcedere all'accensine dell'ups! 1.1 Trasprt Cntrllare che l'imball dell'ups in cartne sia integr. 1.2 Set-up

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

Sistema di Gestione Ambientale

Sistema di Gestione Ambientale P.G. N. 107289/06 ambientale Pag. 1/5 Indice 1 Scp e camp di applicazine...2 2 Riferimenti...2 3 Definizini...2 4 Mdalità perative...2 4.1 Rilevazine dei fabbisgni frmativi...2 4.2 Redazine del Pian di

Dettagli

Compilazione. Compilazione del Giornale dei lavori

Compilazione. Compilazione del Giornale dei lavori Girnale Elettrnic dei Lavri GIOELAV (Versine 1.1.0) Cs è GIOELAV? E una piattafrma sftware, residente in clud, per la registrazine di tutte le attività girnaliere riguardanti l'andament dei Cantieri e

Dettagli

UN ANNO ALLA PARI NEGLI STATI UNITI

UN ANNO ALLA PARI NEGLI STATI UNITI UN ANNO ALLA PARI NEGLI STATI UNITI SCOPRI GLI STATI UNITI SEGUENDO I PASSI DI UN BAMBINO DIVENTARE AU PAIR CON MONDO INSIEME E EURAUPAIR Ami i bambini e hai sempre sgnat di trascrrere un ann negli Stati

Dettagli

Piano Operativo di Sicurezza

Piano Operativo di Sicurezza IMPRESA ESECUTRICE DEI LAVORI: INDIRIZZO CANTIERE: OPERA DA REALIZZARE: IMPRESA AFFIDATARIA: Pian Operativ di Sicurezza Redatt in riferiment al singl cantiere interessat ai sensi degli articli 17 c. 1

Dettagli

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA

DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA PRIVACY IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DESCRIZIONE INTERVENTI TECNICI EFFETTUATI PER ATTESTAZIONE DI CONFORMITA ALLE DISPOSIZIONI DELL ALLEGATO B AL D. LGS. N. 196/2003 CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI

Dettagli

Guida ai sistemi di diffusione sonora per l emergenza

Guida ai sistemi di diffusione sonora per l emergenza Guida ai sistemi di diffusine snra per l emergenza (secnda parte) Pubblicat il: 22/01/2007 Aggirnat al: 22/01/2007 di Gianfranc Ceresini 1. Requisiti tecnici Nella centrale di cntrll e negli eventuali

Dettagli

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza)

COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prov. di Cosenza) COMUNE DI CASSANO ALL IONIO (Prv. di Csenza) SETTORE AMBIENTE E SERVIZI INTEGRATI Appalt integrat per SERVIZI DI IGIENE URBANA e gestine discarica COMUNALE del di Cassan All Ini DOCUMENTO DI VALUTAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI

REGOLAMENTO COMUNALE REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI Allegat A REGOLAMENTO COMUNALE REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI Apprvat cn deliberazine di Cnsigli Cmunale n. 24 in data 01.07.2013 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI ART. l

Dettagli

VADEMECUM INCLUSIONE

VADEMECUM INCLUSIONE www.ictramnti.gv.it Autnmia Sclastica n. 24 Istitut Cmprensiv Statale G. Pascli Via Orsini - 84010 Plvica - Tramnti (SA) - Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzine.it-

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13

ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13 ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13 Marca da bll 16,00 1 Al Respnsabile SUAP territrialmente SUAP cmpetente Via della Pineta 117 00040 Rcca Prira RM Marca da bll 1 OGGETTO: Istanza

Dettagli

A.S. 2012/2013 Scheda illustrativa progetti ALLA SCOPERTA DEL MIO PAESE

A.S. 2012/2013 Scheda illustrativa progetti ALLA SCOPERTA DEL MIO PAESE A.S. 2012/2013 Scheda illustrativa prgetti 1.1 Denminazine prgett ALLA SCOPERTA DEL MIO PAESE 1.2 Respnsabile prgett Prf.ssa Marr Anna Elisabetta Indicare l ambit disciplinare: Ambit linguistic/stric gegrafic-ambientale

Dettagli

DOTT. WALTER SGRONI IL: NOVEMBRE 2013. APPROVATO DAL C.D.A IL: 16.12.2013 verbale 15.04 Firma: SERV. IP/OSS - Dr. Alba Shima

DOTT. WALTER SGRONI IL: NOVEMBRE 2013. APPROVATO DAL C.D.A IL: 16.12.2013 verbale 15.04 Firma: SERV. IP/OSS - Dr. Alba Shima Redatt Pagina 1 Funzini interessate Organism di Vigilanza Servizi Sanitari Sci Assistenziale Servizi lavanderia PRODOTTO E REDATTO DAL DIRETTORE DOTT. WALTER SGRONI IL: NOVEMBRE 2013 APPROVATO DAL C.D.A

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli