Statistica sociale. Facoltà di Scienze Politiche. (prof.ssa C. Davino) La sintesi degli indicatori sociali. Corso di. Seminario su:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Statistica sociale. Facoltà di Scienze Politiche. (prof.ssa C. Davino) La sintesi degli indicatori sociali. Corso di. Seminario su: gherghi@unina."

Transcript

1 Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze Politiche Corso di Statistica sociale (prof.ssa C. Davino) Seminario su: La sintesi degli indicatori sociali marco gherghi Dipartimento di matematica e statistica Università di Napoli Federico II

2 Le fasi di un indagine statistica. Coerenza con il problema posto Definizione del problema. Approccio esplorativo o confermativo. Uso delle informazioni a priori. Scelta delle unità (indagine censuaria o campionaria) Conclusioni Controllo Raccolta dei dati. Scelta delle variabili (princìpi di pertinenza, esaustività, non ridondanza) Interpretazione dei risultati Scelta del metodo di analisi. Metodi univariati, bivariati, multivariati, multidimensionali,. Significatività e rilevanza dei risultati

3 Concetti, indicatori e indci La traduzione empirica di una teoria si realizza attraverso l operativizzazione dei concetti;.. Base della teoria. Macrocategorie che definiscono il concetto.. Rappresentazione parziale del concetto Quantificazione degli indicatori Misure sintetiche

4 Concetti, indicatori e indci Concetto Dimensione 1 Dimensione 2 Dimensione 3 Indicatore Indicatore Indicatore Indicatore Indicatore Indicatore Variabile Variabile Variabile Variabile Variabile Variabile Indice

5 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de Le DIMENSIONI: 1. Tenore di vita 2. Affari e lavoro 3. Ambiente e Servizi 4. Criminalità 5. Popolazione 6. Tempo libero

6 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de Le DIMENSIONI, gli INDICATORI e le VARIABILI 1. Tenore di vita 1. La ricchezza prodotta (Ammontare pro capite del valore aggiunto al costo dei fattori a prezzi correnti) 2. Gli stipendi (Importo medio annuo delle retribuzioni di operai e di impiegati) 3. Una vita assicurata (Ammontare medio per abitante dei premi per polizze vita) 4. Le pensioni (Importo medio mensile percepito dai pensionati) 5. L abitazione (Prezzo medio al mq per un appartamento nuovo in zona semicentrale) 6. Le spese (Consumi per abitante ai prezzi correnti)

7 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de Le DIMENSIONI, gli INDICATORI e le VARIABILI 2. Affari e lavoro 1. Lo spirito imprenditoriale (Imprese registrate ogni 100 abitanti) 2. Il turn over (Rapporto tra nuove iscrizioni e imprese cessate) 3. I fallimenti (Numero di imprese fallite ogni 1000 registrate) 4. I crediti non riscossi (Importo medio dei protesti per abitante) 5. La vocazione all estero (% di export sul valore aggiunto) 6. Alla ricerca di un posto sicuro (% di persone in cerca di lavoro in rapporto alle forze lavoro)

8 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de Le DIMENSIONI, gli INDICATORI e le VARIABILI 3. Ambiente e servizi 1. La possibilità di trasporto (Indice di dotazione infrastrutturale di trasporto) 2. Gli arretrati della giustizia (Procedimenti civili pendenti per ogni 1000 abitanti) 3. Il clima (Escursione termica: differenza tra i valori delle temperature medie mensili del mese più caldo e del mese più freddo dell anno) 4. I decessi per tumore (Morti per tumore sul totale dei decessi) 5. La pagella ecologica (Indice sintetico Legambiente sull ecosistema urbano) 6. Il rischio sulle strade (Incidenti stradali ogni 1000 auto circolanti)

9 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de Le DIMENSIONI, gli INDICATORI e le VARIABILI 4. Criminalità 1. Allarme rapine (Numero di rapine denunciate ogni 100mila abitanti) 2. I furti auto (Numero di furti d auto denunciati ogni 100mila abitanti) 3. Gli appartamenti svaligiati (Numero di furti in casa denunciati ogni 100mila abitanti) 4. La microdelinquenza (Numero di borseggi e scippi denunciati ogni 100mila ab.) 5. Il trend (Variazione del trend totale dei delitti denunciati dalle forze di Polizia) 6. La difesa dell ordine pubblico (Indice delle prestazioni e dotazioni delle forze di Polizia statali)

10 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de Le DIMENSIONI, gli INDICATORI e le VARIABILI 5. Popolazione 1. Le nascite (Numero di nati vivi ogni 1000 abitanti nel 1999 vs. stesso indice nel 1995) 2. I decessi (Numero di morti ogni 1000 abitanti) 3. La vita rifiutata (Numero di suicidi e tentativi di suicidio ogni 100mila abitanti) 4. I trasferimenti (Numero di nuove iscrizioni anagrafiche per trasferimenti da altre province ogni 100 cancellazioni) 5. La mortalità infantile (Numero di morti entro il primo anno di vita ogni 1000 nati vivi) 6. I divorzi (Numero di divorzi ogni 100mila famiglie)

11 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de Le DIMENSIONI, gli INDICATORI e le VARIABILI 6. Tempo libero 1. Le associazioni (Numero di associazioni artistiche, culturali e ricreative ogni 100mila abitanti) 2. Gli spettacoli sportivi (Spesa media per abitante per assistere a spettacoli sportivi) 3. Gli spettacoli teatrali e musicali (Spesa media per abitante per assistere a spettacoli teatrali e musicali) 4. Gli spettacoli cinematografici (Spesa media per abitante per assistere a spettacoli cinematografici) 5. Le palestre (Numero di palestre ogni 100mila abitanti) 6. Le librerie (Numero di librerie ogni 100mila abitanti)

12 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita L interpretazione de 1 concetto 1 indice sintetico 36 variabili 6 dimensioni

13 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita 1 concetto L interpretazione de 1 indice sintetico Il calcolo dell indice sintetico 36 variabili 6 dimensioni PASSO 1: Per ciascuna variabile vengono attribuiti punti alla Provincia con il miglior valore, e punteggi proporzionali a tutte le altre. Esempio: Reddito pro capite 1 classificata: BOLOGNA ( ) punti 2 classificata: MILANO ( ) :1.000 = : x x = = 991

14 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita 1 concetto L interpretazione de 1 indice sintetico Il calcolo dell indice sintetico 36 variabili 6 dimensioni PASSO 1: Per ciascuna variabile vengono attribuiti punti alla Provincia con il miglior valore, e punteggi proporzionali a tutte le altre. Esempio: Reddito pro capite 1 classificata: BOLOGNA ( ) punti 2 classificata: MILANO ( ) 991 punti : 47 classificata: MACERATA ( ) 674punti

15 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita 1 concetto L interpretazione de 1 indice sintetico Il calcolo dell indice sintetico 36 variabili 6 dimensioni PASSO 2: Si calcola il punteggio di ciascuna dimensione come media dei punteggi delle variabili corrispondenti. Esempio: Tempo libero (per Macerata) Associazioni Spettacoli sportivi Spettacoli teatrali Spettacoli cinem. Palestre Librerie Punteggio dimensione Tempo libero per Macerata: = = 412

16 Un esempio: l indagine sulla Qualità della vita 1 concetto L interpretazione de 1 indice sintetico Il calcolo dell indice sintetico 36 variabili 6 dimensioni PASSO 3: Il punteggio sintetico complessivo viene calcolato come media dei punteggi delle singole dimensioni. Esempio: Indice complessivo (per Macerata) Tenore di vita Affari e lavoro Servizi e ambiente Criminalità Popolazione Tempo libero Punteggio sintetico complessivo per Macerata: = = 460 (Corrispondente alla 47 posizione)

17 Possibili alternative per la definizione dell indice sintetico 1. Approccio ordinale Si trasforma ciascun indicatore in ranghi (ordinamento) e si effettua la media semplice dei ranghi. Si effettua poi la graduatoria sui valori dell indice così ottenuto. 2. Approccio cardinale Si trasformano gli indicatori, ad esempio standardizzandoli e rendendoli così indipendenti dalle possibili differenze delle unità di misura, e si effettua una media aritmetica semplice delle nuove variabili così ottenute.

18 Il problema della sintesi delle variabili: l Analisi in Componenti Principali (ACP) x 1 x 2 x p La matrice dei dati Tabella individui variabili: Le righe rappresentano gli individui e sono in genere osservazioni, oggetti, unità statistiche; Le colonne rappresentano le variabili definite da valori numerici continui; i 1 i 2 i n x p 21,1 3,2 12, ,6 8,4 17,2 X = :... x ij... : 16,4 7,2 21,3 Le n unità sono quindi punti di uno spazio a p dimensioni, impossibile da rappresentare quando è p>2; L obiettivo è trovare k«p nuove variabili, combinazioni lineari di quelle di partenza, in grado di rappresentare al meglio l informazione contenuta nello spazio originario; x 1 x 2

19 L Analisi in Componenti Principali (ACP) Distanza dall origine nello spazio originario Tra le infinite rette passanti per la nube dei punti, si sceglierà quella più vicina ai punti stessi, cioè quella che rende minima la somma dei quadrati delle distanze dei punti dalla retta stessa; Criterio per la determinazione del nuovo asse i ( ) 2 P min P ~ i i = x 2 O x p P i x 1 Distanza dall origine nel nuovo spazio ~ P i Il concetto può essere generalizzato al caso di p variabili. In questo caso si potranno costruire k nuove variabili, che dovranno essere tra loro ortogonali. x 1 x 2

20 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Matrice dei dati: 16 Paesi, 10 variabili continue Cereali Riso Patate Zucchero Verdure Vino Carne Latte Burro Uova Belgio 72,2 4,2 98,8 40,4 103,2 20,9 102,0 80,0 7,7 14,2 Danimarca 70,5 2,2 57,0 39,5 50,0 22,0 105,8 145,2 4,1 14,3 Germania 71,3 2,3 74,1 37,1 83,1 22,8 97,2 90,7 6,9 14,8 Grecia 109,8 5,4 90,0 30,0 229,5 25,3 77,1 63,1 0,9 11,3 Spagna 71,4 5,8 107,8 26,8 191,7 43,0 102,1 98,4 0,6 15,3 Francia 73,0 4,3 78,2 34,1 95,0 64,5 110,5 98,9 8,9 15,0 Irlanda 93,4 3,2 151,5 34,8 55,0 3,9 105,0 185,9 3,4 11,4 Italia 110,2 4,8 38,6 27,9 181,9 61,6 88,0 65,0 2,4 11,1 Olanda 54,6 5,0 86,7 39,7 99,0 14,0 89,4 136,2 5,4 10,7 Portogallo 86,0 5,7 106,6 29,4 100,0 57,0 75,5 96,0 1,5 7,7 RegnoUnito 74,3 4,5 94,1 39,8 60,0 10,4 74,4 129,3 3,2 10,8 Austria 68,7 4,2 62,6 37,1 81,9 34,3 93,4 121,3 4,3 13,4 Finlandia 70,1 5,4 61,6 35,7 52,6 10,2 65,0 208,4 5,8 10,9 Islanda 79,7 1,9 50,2 54,9 50,0 6,2 71,7 205,6 4,6 11,3 Norvegia 76,9 3,5 73,2 37,3 48,3 6,6 54,9 176,5 2,1 11,3 Svezia 69,3 4,3 70,0 37,5 48,5 12,3 60,5 154,1 5,7 12,9

21 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Statistiche descrittive EFFETTIVI TOTALI : 16 PESO TOTALE : IDEN ETICH. EFF. PESO MEDIA SQM MIN MAX CERE - cereali RISO - riso PATA - patate ZUCC - zucchero VERD - verdure VINO - vino CARN - carne LATT - latte BURR - burro UOVA - uova Differenza nella variabilità dei dati Necessità di rendere i dati omogenei Standardizzazione delle variabili X = X µ * i i i σ i

22 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Matrice dei dati standardizzati Cere Riso Pata Zucc Verd Vino Carn Latt Burr Uova Belgio -0,42 0,03 0,66 0,63 0,14-0,26 0,95-1,05 1,48 0,96 Danimarca -0,53-1,64-0,92 0,49-0,83-0,20 1,17 0,36-0,05 1,01 Germania -0,48-1,55-0,27 0,11-0,23-0,16 0,67-0,82 1,14 1,25 Grecia 2,19 1,02 0,33-1,00 2,43-0,03-0,51-1,42-1,41-0,48 Spagna -0,47 1,36 1,00-1,50 1,75 0,87 0,96-0,65-1,54 1,50 Francia -0,36 0,11-0,12-0,36-0,01 1,96 1,45-0,64 1,99 1,35 Irlanda 1,05-0,80 2,65-0,25-0,74-1,12 1,13 1,25-0,35-0,43 Italia 2,21 0,52-1,61-1,32 1,57 1,81 0,13-1,38-0,77-0,58 Olanda -1,63 0,69 0,20 0,52 0,06-0,61 0,21 0,17 0,50-0,78 Portogallo 0,54 1,27 0,95-1,09 0,08 1,58-0,60-0,70-1,16-2,27 RegnoUnito -0,27 0,28 0,48 0,53-0,65-0,79-0,67 0,02-0,43-0,73 Austria -0,66 0,03-0,71 0,11-0,25 0,42 0,45-0,15 0,03 0,56 Finlandia -0,56 1,02-0,74-0,11-0,78-0,80-1,22 1,74 0,67-0,68 Islanda 0,10-1,89-1,17 2,89-0,83-1,00-0,83 1,68 0,16-0,48 Norvegia -0,09-0,56-0,31 0,14-0,86-0,98-1,81 1,04-0,90-0,48 Svezia -0,62 0,11-0,43 0,18-0,86-0,69-1,48 0,56 0,63 0,31 Media 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 sqm 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00

23 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Matrice di correlazione Cere Riso Pata Zucc Verd Vino Carn Latt Burr Uova Cere 1,00 Riso 0,13 1,00 Pata 0,06 0,23 1,00 Zucc -0,41-0,69-0,28 1,00 Verd 0,56 0,57 0,07-0,64 1,00 Vino 0,29 0,42-0,13-0,62 0,54 1,00 Carn -0,07-0,15 0,29-0,19 0,22 0,39 1,00 Latt -0,34-0,39-0,04 0,58-0,75-0,69-0,41 1,00 Burr -0,52-0,34-0,19 0,43-0,46-0,06 0,29 0,10 1,00 Uova -0,34-0,31-0,10 0,02 0,07 0,11 0,60-0,22 0,45 1,00

24 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei La correlazione tra le variabili originarie può essere interpretata in termini di una parziale ridondanza di informazione. Le diverse variabili misurano, cioè, in parte la stessa cosa. Origine x p Obiettivo dell ACP è determinare k nuove variabili, combinazioni lineari delle variabili di partenza e tra loro non correlate, in grado di rappresentare al meglio l informazione contenuta nello spazio originario. x 2 x 1

25 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei v La prima operazione è la centratura delle variabili che, da un punto di vista geometrico, comporta la traslazione del sistema nel baricentro dei punti. Baricentro Origine x p x 1 x 2

26 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei v La prima operazione è la centratura delle variabili che, da un punto di vista geometrico, comporta la traslazione del sistema nel baricentro dei punti. Baricentro Origine x p x 1 x 2

27 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei v La prima operazione è la centratura delle variabili che, da un punto di vista geometrico, comporta la traslazione del sistema nel baricentro dei punti. Baricentro Prima nuova variabile v Tutte le nuove variabili passano necessariamente per il baricentro (la nuova origine). Per determinare la prima nuova variabile, sarà quindi sufficiente individuare un solo altro punto, che tipicamente è quello che si trova a distanza unitaria dal baricentro nella direzione di massimo allungamento della nube dei punti. v Tale punto sarà definito da p coordinate. Tali coordinate costituiscono il primo autovettore. Punto a distanza unitaria dalla nuova origine e nella direzione di massimo allungamento della nube dei punti v Discorso analogo può essere fatto per la determinazione degli assi successivi che saranno, per costruzione, tra di loro ortogonali.

28 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Cere cereali Riso riso Pata patate Zucc zucchero Verd verdure Vino vino Carn carne Latt latte Burr burro Uova uova Baricentro Ciascun autovettore rappresenta dunque il sistema di pesi da applicare alle variabili originarie per ottenere le coordinate dei punti sui nuovi assi. Prima nuova variabile Punto a distanza unitaria dalla nuova origine e nella direzione di massimo allungamento della nube dei punti

29 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Es.: Belgio (sul primo asse) Cere Riso Pata Zucc Verd Vino Carn Latt Burr Uova 72,2 4,2 98,8 40,4 103,2 20,9 102,0 80,0 7,7 14, Cere Riso Pata Zucc Verd Vino Carn Latt Burr Uova Cere Riso Pata Zucc Verd Vino Carn Latt Burr Uova -0,42 0,03 0,66 0,63 0,14-0,26 0,95-1,05 1,48 0,96-0,42 0,03 0,66 0,63 0,14-0,26 0,95-1,05 1,48 0,96 Calcolo della coordinata del BELGIO sul primo asse 0,30 = (-0,42 0,30) + (0,03 0,35) + 0,35 0,11-0,44 0,45 0,37 0,12-0,40-0,25-0,04 + (0,66 0,11) + + (0,96-0,04) = - 0,23

30 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Coordinate sui fattori di sintesi (solo i primi 5) BELGIO -0, DANIMARCA -1, GERMANIA -0, GRECIA 3, SPAGNA 2, FRANCIA 0, IRLANDA -0, ITALIA 3, OLANDA -0, PORTOGALLO 2, REGNO UNITO -0, AUSTRIA -0, FINLANDIA -1, ISLANDA -3, NORVEGIA -1, SVEZIA -1, Media 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Varianza 3,89 2,30 1,21 0,97 0,56 (Autovalori)

31 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Gli autovalori Num Autov. % % cum. Istogramma

32 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Le coordinate nel vecchio e nel nuovo spazio Variabili iniziali Componenti Principali Ce Ri Pa Zu Ve Vi Ca La Bu Uo Belg 72,2 4,2 98,8 40,4 103,2 20,9 102,0 80,0 7,7 14,2-0,23-1,97-0,63 0,09-0,13 Dani 70,5 2,2 57,0 39,5 50,0 22,0 105,8 145,2 4,1 14,3-1,53-1,49 0,43-1,01 0,27 Germ 71,3 2,3 74,1 37,1 83,1 22,8 97,2 90,7 6,9 14,8-0,86-2,13 0,30-0,65 0,11 Grec 109,8 5,4 90,0 30,0 229,5 25,3 77,1 63,1 0,9 11,3 3,45 1,44 0,33-1,12 0,80 Spag 71,4 5,8 107,8 26,8 191,7 43,0 102,1 98,4 0,6 15,3 2,91-0,95-1,24 0,39 1,73 Fran 73,0 4,3 78,2 34,1 95,0 64,5 110,5 98,9 8,9 15,0 0,67-3,08 0,31 0,74-1,12 Irla 93,4 3,2 151,5 34,8 55,0 3,9 105,0 185,9 3,4 11,4-0,57 0,63-2,93-1,78-0,81 Ital 110,2 4,8 38,6 27,9 181,9 61,6 88,0 65,0 2,4 11,1 3,41 0,32 2,28-0,75-0,56 Olan 54,6 5,0 86,7 39,7 99,0 14,0 89,4 136,2 5,4 10,7-0,79 0,04-0,68 1,36 0,04 Port 86,0 5,7 106,6 29,4 100,0 57,0 75,5 96,0 1,5 7,7 2,40 1,97-0,41 0,84-1,54 GrBr 74,3 4,5 94,1 39,8 60,0 10,4 74,4 129,3 3,2 10,8-0,70 1,17-0,54 0,26 0,01 Aust 68,7 4,2 62,6 37,1 81,9 34,3 93,4 121,3 4,3 13,4-0,19-0,89 0,48 0,41 0,21 Finl 70,1 5,4 61,6 35,7 52,6 10,2 65,0 208,4 5,8 10,9-1,48 1,44 0,26 1,64 0,04 Isla 79,7 1,9 50,2 54,9 50,0 6,2 71,7 205,6 4,6 11,3-3,57 0,94 1,37-1,36-0,16 Norv 76,9 3,5 73,2 37,3 48,3 6,6 54,9 176,5 2,1 11,3-1,46 2,02 0,29-0,06 0,63 Svez 69,3 4,3 70,0 37,5 48,5 12,3 60,5 154,1 5,7 12,9-1,48 0,54 0,39 0,99 0,46

33 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei Le coordinate nel vecchio e nel nuovo spazio Variabili iniziali standardizzate Componenti principali Cere Riso Pata Zucc Verd Vino Carn Latt Burr Uova Belg -0,42 0,03 0,66 0,63 0,14-0,26 0,95-1,05 1,48 0,96-0,23-1,97-0,63 0,09-0,13 Dani -0,53-1,64-0,92 0,49-0,83-0,20 1,17 0,36-0,05 1,01-1,53-1,49 0,43-1,01 0,27 Germ -0,48-1,55-0,27 0,11-0,23-0,16 0,67-0,82 1,14 1,25-0,86-2,13 0,30-0,65 0,11 Grec 2,19 1,02 0,33-1,00 2,43-0,03-0,51-1,42-1,41-0,48 3,45 1,44 0,33-1,12 0,80 Spag -0,47 1,36 1,00-1,50 1,75 0,87 0,96-0,65-1,54 1,50 2,91-0,95-1,24 0,39 1,73 Fran -0,36 0,11-0,12-0,36-0,01 1,96 1,45-0,64 1,99 1,35 0,67-3,08 0,31 0,74-1,12 Irla 1,05-0,80 2,65-0,25-0,74-1,12 1,13 1,25-0,35-0,43-0,57 0,63-2,93-1,78-0,81 Ital 2,21 0,52-1,61-1,32 1,57 1,81 0,13-1,38-0,77-0,58 3,41 0,32 2,28-0,75-0,56 Olan -1,63 0,69 0,20 0,52 0,06-0,61 0,21 0,17 0,50-0,78-0,79 0,04-0,68 1,36 0,04 Port 0,54 1,27 0,95-1,09 0,08 1,58-0,60-0,70-1,16-2,27 2,40 1,97-0,41 0,84-1,54 ReUn -0,27 0,28 0,48 0,53-0,65-0,79-0,67 0,02-0,43-0,73-0,70 1,17-0,54 0,26 0,01 Aust -0,66 0,03-0,71 0,11-0,25 0,42 0,45-0,15 0,03 0,56-0,19-0,89 0,48 0,41 0,21 Finl -0,56 1,02-0,74-0,11-0,78-0,80-1,22 1,74 0,67-0,68-1,48 1,44 0,26 1,64 0,04 Isla 0,10-1,89-1,17 2,89-0,83-1,00-0,83 1,68 0,16-0,48-3,57 0,94 1,37-1,36-0,16 Norv -0,09-0,56-0,31 0,14-0,86-0,98-1,81 1,04-0,90-0,48-1,46 2,02 0,29-0,06 0,63 Svez -0,62 0,11-0,43 0,18-0,86-0,69-1,48 0,56 0,63 0,31-1,48 0,54 0,39 0,99 0,46 Medie 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 var 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 3,88 2,31 1,22 0,97 0,56

34 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei L interpretazione dei fattori: correlazione tra variabili iniziali e componenti principali Ce Ri Pa Zu Ve Vi Ca La Bu Uo Ce 1,00 Ri 0,13 1,00 Pa 0,06 0,23 1,00 Zu -0,41-0,69-0,28 1,00 Ve 0,56 0,57 0,07-0,64 1,00 Vi 0,29 0,42-0,13-0,62 0,54 1,00 Ca -0,07-0,15 0,29-0,19 0,22 0,39 1,00 La -0,34-0,39-0,04 0,58-0,75-0,69-0,41 1,00 Bu -0,52-0,34-0,19 0,43-0,46-0,06 0,29 0,10 1,00 Uo -0,34-0,31-0,10 0,02 0,07 0,11 0,60-0,22 0,45 1,00 1 0,59 0,69 0,21-0,87 0,89 0,73 0,24-0,79-0,50-0,07 1,00 2 0,36 0,27 0,07-0,01-0,05-0,35-0,81 0,39-0,64-0,86 0,00 1,00 3 0,19-0,14-0,95 0,16 0,12 0,30-0,32-0,16 0,09-0,01 0,00 0,00 1,00 4-0,60 0,61-0,10-0,18-0,13 0,17-0,25 0,02 0,28-0,09 0,00 0,00 0,00 1,00 5-0,20 0,07-0,11-0,04 0,28-0,34-0,15 0,02-0,31 0,43 0,00 0,00 0,00 0,00 1,00

35 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei La rappresentazione grafica: il cerchio delle correlazioni Fattore 2 (23.0%) latte cereali riso patate zucchero verdure vino -0.5 burro uova carne Fattore 1 (38.9%)

36 Un esempio di ACP: la Dieta nei Pesi europei La rappresentazione grafica: i punti-unità Fattore 2 (23.0%) 2 NORVEGIA PORTOGALLO 1 ISLANDA FINLANDIA REGNO UNITO GRECIA SVEZIA IRLANDA ITALIA 0 OLANDA Fattore 1 (38.9%) -1 AUSTRIA SPAGNA DANIMARCA -2 GERMANIA BELGIO -3 FRANCIA

37 L applicazione dell ACP ai dati del Sole 24ore 1. La visualizzazione delle relazioni (12 variabili selezionate)!

38 L applicazione dell ACP ai dati del Sole 24ore 1. La visualizzazione delle relazioni (12 variabili selezionate)!

39 L applicazione dell ACP ai dati del Sole 24ore 2. La determinazione di una graduatoria La graduatoria può essere determinata sulla base della prima componente principale, ossia sulla base delle coordinate delle Province sul primo fattore di sintesi, oppure sulla base di una media ponderata delle coordinate sui k fattori ritenuti significativi.

40 L applicazione dell ACP ai dati del Sole 24ore 2. La determinazione di una graduatoria Grad Prov Punti 1 FE 100,00 2 RN 97,44 3 MO 96,64 4 MN 94,61 5 RE 93,60 6 RA 92,47 7 BO 90,20 8 MS 89,66 9 SO 88,41 10 LU 87,91 35 PV 61,78 36 BZ 61,29 37 BS 61,19 38 AL 61,07 39 MC 60,84 40 VE 59,77 41 PN 59,24 42 VI 58,46 43 IM 57,61 44 VR 57,50 45 GO 56,89 Grad Prov Punti 95 CT 17,69 96 AV 17,57 97 BN 16,78 98 TP 16,06 99 SA 15, VV 15, KR 13, CE 8, NA 0,00

41 L applicazione dell ACP ai dati del Sole 24ore Il confronto fra le graduatorie GRAD ACP Prov 1 FE 2 RN 3 MO 4 MN 5 RE 6 RA 7 BO 8 MS 9 SO 10 LU GRAD SOLE Prov 1 SO 2 FE 3 RN 4 BO 5 RE 6 MO 7 MN 8 RA 9 VB 10 PR

42 L applicazione dell ACP ai dati del Sole 24ore Il confronto fra le graduatorie GRAD ACP Prov 35 PV 36 BZ 37 BS 38 AL 39 MC 40 VE 41 PN 42 VI 43 IM 44 VR 45 GO GRAD SOLE Prov 35 MC 36 SV 37 UD 38 CR 39 IS 40 RO 41 PO 42 VE 43 AO 44 TV 45 TE

43 L applicazione dell ACP ai dati del Sole 24ore Il confronto fra le graduatorie GRAD ACP Prov 90 BR 91 FG 92 NU 93 CZ 94 EN 95 CT 96 AV 97 BN 98 TP 99 SA 100 VV 101 KR 102 CE 103 NA GRAD SOLE Prov 90 EN 91 RI 92 CS 93 CE 94 FG 95 FR 96 SA 97 SR 98 NU 99 CL 100 PA 101 AG 102 RC 103 VV

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 L ASSICURAZIONE AUTO IL COSTO MEDIO, LA FREQUENZA SINISTRI E IL RAPPORTO SINISTRI A PREMI La misura complessiva della sinistrosità del ramo r.c. auto deve essere analizzata

Dettagli

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Marzo 2010 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 I prestiti personali Le prestazioni in caso di infortunio

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010)

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010) TBELL PREZZI DEGLI INTERVENTI PER PROVINCI (escluso pezzi di ricambio) G comune/provincia 290,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 L comune/provincia SI Trasferta

Dettagli

UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011)

UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011) UNIONCAMERE PROGETTO EXCELSIOR 2011 QUESTIONARIO PER LE IMPRESE (OTTOBRE 2011) NB: Si richiede di rispondere alle domande presenti nelle diverse sezioni del questionario facendo riferimento all impresa

Dettagli

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero.

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici -ANIA Università LUISS Guido Carli Roma, 24 ottobre 2011

Dettagli

(prezzo di chiusura del Venerdi' - prezzo di chiusura del Venerdi' precedente)/(prezzo di chiusura del Venerdi' precedente)

(prezzo di chiusura del Venerdi' - prezzo di chiusura del Venerdi' precedente)/(prezzo di chiusura del Venerdi' precedente) Vediamo ora alcuni esempi. Esempio1 (titoli) Consideriamo alcuni dati riguardanti il tasso settimanale di ritorno di cinque titoli della borsa di New York, registrati da Gennaio 1975 a Dicembre 1976. Il

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

L Azienda. Investimenti in tecnologia ed innovazione. - Nuovo sito produttivo a Legnago di bruciatori residenziali, commerciali ed industriali;

L Azienda. Investimenti in tecnologia ed innovazione. - Nuovo sito produttivo a Legnago di bruciatori residenziali, commerciali ed industriali; Aprile 2013 L Azienda Fondata nel 1922, Riello è oggi leader mondiale nella produzione di bruciatori e protagonista europeo nel mercato dei prodotti e dei servizi per il riscaldamento e la climatizzazione.

Dettagli

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45 Tariffa R.C.A. Valida dal Salvo modifiche che verranno comunicate almeno 60 giorni prima della loro applicazione Tutti gli importi sono in Euro e non comprendono le imposte RCA (12,50%) e il contributo

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO ATTIVITA PRELIMINARI GRUPPO DI LAVORO Dott. Pietro COMBA Istituto Superiore di Sanità Cap. Pietro DELLA PORTA Carabinieri

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

Numero di graduatorie 2013

Numero di graduatorie 2013 Trasferimenti Volontari Individuali - DOMANDE 2013 5.930 Domande presentate 5.810 Domande inserite in graduatoria (120 RISORSE ESCLUSE PER MANCANZA REQUISITI PREVISTI DALL ACCORDO DEL 22 MAGGIO 2013) 132

Dettagli

Osservatorio Mercato Immobiliare

Osservatorio Mercato Immobiliare agenzia del Territorio direzione centrale Osservatorio Mercato Immobiliare direttore Gianni Guerrieri IL MERCATO IMMOBILIARE NEL PRIMO SEMESTRE 2007 a cura dell ufficio studi dc_omi@agenziaterritorio.it

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE 1 CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Mod. 9012 / 11 / SM NON CONSERVARE NELLA AUTOVETTURA 2 NOTA INFORMATIVA (ai sensi dell art. 185 del decreto legislativo 209/05 (Codice delle assicurazioni private) INFORMAZIONI

Dettagli

Cluster Analysis. Paese Cereali (Ce) Riso (R) Patate (P) Zucchero (Z) Verdure (Ver) Vino (Vi) Carne (Ca) Latte (L) Burro (B) Uova (U)

Cluster Analysis. Paese Cereali (Ce) Riso (R) Patate (P) Zucchero (Z) Verdure (Ver) Vino (Vi) Carne (Ca) Latte (L) Burro (B) Uova (U) Analysis Esempio Stiamo studiando le abitudini alimentari nei Paesi europei. Sulla base dei dati a disposizione, ci chiediamo se si possano individuare sotto-aree con abitudini alimentari simili. Dati:

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata La Posta Elettronica Certificata Che cos è la PEC - Perché è nata la PEC - La certificazione della PEC - Le differenza tra PEC, email normale, posta tradizionale e fax - Il Quadro Normativo; la differenza

Dettagli

2015: RADIAZIONI AUTOVETTURE SECONDO LA CLASSE EURO (Val. %)

2015: RADIAZIONI AUTOVETTURE SECONDO LA CLASSE EURO (Val. %) Roma, 6 novembre 2015 MERCATO AUTOVEICOLI ACI: RALLENTA AD OTTOBRE IL MERCATO DELLE AUTO USATE MENTRE PER I MOTOCICLI SI REGISTRA UN CALO DEL 9% Rallenta, ma non si ferma, nel mese di ottobre il trend

Dettagli

Presentazione Il Rapporto nazionale sugli alunni con cittadinanza non italiana, realizzato anche quest anno dalla Direzione Generale per lo Studente insieme alla Fondazione Ismu (Iniziative e studi sulla

Dettagli

Software Ecodev D Visura tramite SMS: Istruzioni e modalità di utilizzo

Software Ecodev D Visura tramite SMS: Istruzioni e modalità di utilizzo Software Ecodev D Visura tramite SMS: Istruzioni e modalità di utilizzo Il servizio Visure PRA per gli Autodemolitori si arricchisce di una nuova funzione, visure tramite SMS, che accelera la verifica

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO GARDESANO. Attività Formativa 1999-2008

ENTE BILATERALE TURISMO GARDESANO. Attività Formativa 1999-2008 Attività Formativa 0 CORSI ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO ANNO NUMERO NUMERO 00 01 02 03 04 05 06 07 0 CORSI PARTECIPANTI IGIENE ALIMENTARE X X 2 37 RESPONSABILE SICUREZZA LAVORO X X 2 AREA

Dettagli

A COSA POSSONO SERVIRE QUESTE ANALISI

A COSA POSSONO SERVIRE QUESTE ANALISI CAPITOLO 6 - SINTESI OBIETTIVO Questo Capitolo presenta i risultati delle analisi degli investimenti delle mafie in aziende. Obiettivo dell analisi è individuare i motivi per cui le mafie investono in

Dettagli

Assemblea dei Delegati di Coopersalute

Assemblea dei Delegati di Coopersalute Assemblea dei Delegati di Coopersalute Firenze, 21 giugno 2010 Villa Vittoria Firenze Fiera TOTALE ISCRITTI febbraio 2010 54.568 ISCRITTI ISCRITTI in percentuale suddivisi per regione di residenza febbraio

Dettagli

Grande Banca Popolare. Riorganizzazione del Gruppo Verona, 18 Luglio 2011 Presentazione in webcast alle 16:30

Grande Banca Popolare. Riorganizzazione del Gruppo Verona, 18 Luglio 2011 Presentazione in webcast alle 16:30 Grande Banca Popolare Riorganizzazione del Gruppo Verona, 18 Luglio 2011 Presentazione in webcast alle 16:30 Contenuti Il Progetto Grande Banca Popolare Impatti economici dell operazione 2 Il nuovo assetto

Dettagli

F FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA

F FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA F FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA Servizio offerto a: Consumatori Clientela al dettaglio Imprese Per una migliore comprensione delle diverse fasce

Dettagli

RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO

RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO NEL 2010 E vietata la riproduzione anche parziale senza l autorizzazione di OSSIF 1 INDICE PREMESSA... 3 Capitolo 1... 4 Impianti e caratteristiche...

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA 15 DICEMBRE 2010

FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA 15 DICEMBRE 2010 FOGLIO INFORMATIVO relativo al Contratto di Prestito Vitalizio Ipotecario PATRIMONIOCASA Servizio offerto a: Consumatori Clientela al dettaglio Imprese Per una migliore comprensione delle diverse fasce

Dettagli

Roma, Uff.IX Prot.n. 22107. Alla Presidenza del Consiglio dei ministri Segretariato generale. A tutti i Ministeri - Gabinetto

Roma, Uff.IX Prot.n. 22107. Alla Presidenza del Consiglio dei ministri Segretariato generale. A tutti i Ministeri - Gabinetto Roma, Uff.IX Prot.n. 22107 Alla Presidenza del Consiglio dei ministri Segretariato generale A tutti i Ministeri - Gabinetto Agli Uffici centrali di bilancio presso i ministeri Alle Ragionerie provinciali

Dettagli

ABRUZZO. ALFONSO CHIAROMONTE - RIPARATORE Alfonso CHIAROMONTE Via Gioacchino Pizzi, 29 - S.B. del Tronto (AP) Province servite: TE - PE -

ABRUZZO. ALFONSO CHIAROMONTE - RIPARATORE Alfonso CHIAROMONTE Via Gioacchino Pizzi, 29 - S.B. del Tronto (AP) Province servite: TE - PE - ABRUZZO ALFONSO CHIAROMONTE - RIPARATORE Alfonso CHIAROMONTE Via Gioacchino Pizzi, 29 - S.B. del Tronto (AP) Province servite: TE - PE - PISTONI RODOLFO - RIPARATORE RODOLFO PISTONI P.le S.Paolo n 20 -

Dettagli

SINTESI CONVENZIONE I DETTAGLI DELLA CONVENZIONE

SINTESI CONVENZIONE I DETTAGLI DELLA CONVENZIONE SINTESI CONVENZIONE Intesa Sanpaolo e Confcommercio Imprese per l Italia hanno rinnovato l Accordo, fissando condizioni di assoluto rilievo su POS e ANTICIPO TRANSATO POS, per le imprese associate. Novità

Dettagli

Estratto delle Norme che regolano il contratto Libro Matricola n. 01 BD93404

Estratto delle Norme che regolano il contratto Libro Matricola n. 01 BD93404 NO RISK NO COST Applicabile a tutte le Smart Fortwo 451 immatricolate dal 14/05/2007 al 30/06/2007 Estratto delle Norme che regolano il contratto Libro Matricola n. 01 BD93404 Inclusione veicolo Per quanto

Dettagli

LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE ABSTRACT ANIA. Fondazione per la Sicurezza Stradale

LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE ABSTRACT ANIA. Fondazione per la Sicurezza Stradale LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE ABSTRACT ANIA Fondazione per la Sicurezza Stradale LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE

Dettagli

COSTI (iva esclusa): 100

COSTI (iva esclusa): 100 TWZ COSTI (iva esclusa): 100 IMPOSTE: 147,83 MESSA SU STRADA (chiavi in mano): 268,83 URBAN URB 45 TWIZY URBAN 45 4 / 5 0 URB 80 TWIZY URBAN 7 / 9 0 CHIAVI 5.554,69 6.990,00 6.224,11 7.800,00 COLOR COL

Dettagli

4 VALORE ASSICURATO E MASSIMO ASSICURABILE

4 VALORE ASSICURATO E MASSIMO ASSICURABILE POLIZZA ASSICURATIVA AUTOVETTURE, AUTOCARRI < 35 q.li e > 35 q.li CON ANTIFURTO SATELLITARE (valida per convenzioni UniSat e TruckSat) La polizza assicurativa Leasing Autovetture, Autocarri < 35 q.li e

Dettagli

Tabelle premi per le assicurazioni di Responsabilità civile Veicoli e Natanti a motore

Tabelle premi per le assicurazioni di Responsabilità civile Veicoli e Natanti a motore Tabelle premi per le assicurazioni di Responsabilità civile Veicoli e Natanti a motore - Escluse Imposte - Compresi Contributi per: - Servizio Sanitario Nazionale (10,5%) - Fondo Vittime della Strada (4%)

Dettagli

L ASSICURAZIONE AUTO 6

L ASSICURAZIONE AUTO 6 6 Nel 2011 per il ramo r.c. auto si è registrato un aumento del volume premi pari al 5,2% che ha fatto seguito a quello del 2010 (+4,4%). La crescita della raccolta premi, pur in presenza di un moderato

Dettagli

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006 Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company Indicod-Ecr Milano, 15 Novembre 26 Temi di riflessione Evoluzione consumatore 1.Quali sono le caratteristiche del nuovo consumatore? 2 I consumatori

Dettagli

Convenzione Mercedes-Benz Financial Services Italia

Convenzione Mercedes-Benz Financial Services Italia CONTRATTO DI ASSICURAZIONE CORPI VEICOLI TERRESTRI Convenzione Mercedes-Benz Financial Services Italia Fascicolo informativo Modello: AZ FIGC00 ALL0 ARD000 ARD000 01052013 0028 Il presente Fascicolo Informativo,

Dettagli

CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX

CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX Roma, 22 giugno 2000 CIRCOLARE N.89/2000 OGGETTO: AUTOTRASPORTO RESTITUZIONE DELLA CARBON TAX CIRCOLARE MIN.FINANZE N.125/D DEL 20.6.2000. Nel contesto delle trattative sull ultima vertenza dell autotrasporto,

Dettagli

Fascicolo informativo Flex Protection Modello AZ0 FIGC0 ALL0 ARD000 ARD000 14072015 0033

Fascicolo informativo Flex Protection Modello AZ0 FIGC0 ALL0 ARD000 ARD000 14072015 0033 Contratto di assicurazione corpi veicoli terrestri per autovetture ad uso privato e veicoli commerciali fino a 35 q.li Accordo GENERAL MOTORS FINANCIAL ITALIA SpA Fascicolo informativo Flex Protection

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici CIRCOLARE TELEGRAFICA URGENTE N.32 - AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA DI : AGRIGENTO, ANCONA, BARI, BOLOGNA, CALTANISSETTA, CATANIA, CATANZARO, COMO,COSENZA, ENNA, FIRENZE, FROSINONE, GENOVA, LIVORNO, LUCCA,

Dettagli

OGGETTO: Istituzione dei codici per il versamento, tramite modello F24, dei contributi dovuti dagli iscritti all Ordine dei Consulenti del Lavoro

OGGETTO: Istituzione dei codici per il versamento, tramite modello F24, dei contributi dovuti dagli iscritti all Ordine dei Consulenti del Lavoro Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 24 /E Roma, 03/03/2011 OGGETTO: Istituzione dei codici per il versamento, tramite modello F24, dei contributi dovuti dagli iscritti all Ordine

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE Programma Assicurativo Incendio, Furto e Kasko per Vetture e Veicoli Commerciali di Nuova Immatricolazione e Usati (Mercedes Benz e smart) CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE edizione MBFSI 07-2009 NON CONSERVARE

Dettagli

Acquista, elabora e gestisci dati e informazioni aziendali. Alcune delle analisi che puoi visualizzare accedendo a Leanus

Acquista, elabora e gestisci dati e informazioni aziendali. Alcune delle analisi che puoi visualizzare accedendo a Leanus Acquista, elabora e gestisci Alcune delle analisi che puoi visualizzare accedendo a Leanus Acquista, elabora e gestisci Listino Prezzi Informazioni Camerali, Catastali di soggetti nazionali internazionali

Dettagli

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno La pubblicità in cifre 2006 totale anno PARTE 1 I MACRO INDICATORI ECONOMICI La crescita del prodotto interno lordo Dati a prezzi costanti 1995; variazioni percentuali medie annue. paesi 1994 1995 1996

Dettagli

Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro

Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro Risultati in Europa e Italia - Maggio 2013 Risultati rappresentativi in 31 Paesi europei partecipanti per l'agenzia europea per la

Dettagli

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave

La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave MEMO/08/XXX Bruxelles, 16 ottobre 2008 La protezione e l'inclusione sociale in Europa: fatti e cifre chiave La Commissione europea pubblica oggi il resoconto annuale delle tendenze sociali negli Stati

Dettagli

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006

Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company per Indicod-Ecr. Milano, 15 Novembre 2006 Come intercettare la domanda dei consumi Studio Bain & Company Indicod-Ecr Milano, 15 Novembre 26 Agenda Evoluzione consumatore 1.Quali sono le caratteristiche del nuovo consumatore? 2 I consumatori cercano

Dettagli

Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali - a.a. 2013-2014

Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali - a.a. 2013-2014 Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali - a.a. 2013-2014 Il boxplot o diagramma a scatola e baffi, è un grafico, utilizzato per la rappresentazione di variabili

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 2010 PRIMI RISULTATI E SCENARI. 25 agosto 2010

ELEZIONI REGIONALI 2010 PRIMI RISULTATI E SCENARI. 25 agosto 2010 ELEZIONI REGIONALI 2010 PRIMI RISULTATI E SCENARI 25 agosto 2010 Indice 1. Risultati 13 regioni 2. Dati di sondaggio 2 Indice 1. Risultati 13 regioni 2. Dati di sondaggio 3 Affluenza. Trend 1979-2010 elezioni

Dettagli

SPECIFICHE INFORMATICHE RICHIESTE:

SPECIFICHE INFORMATICHE RICHIESTE: La nuova piattaforma RICESTAT prevede per l invio dei dati, dal vostro programma gestionale, l'interscambio di un file xml Di seguito troverete la varie specifiche informatiche richieste ai fini dell'accettazione

Dettagli

TABELLE PREMI. Settore IV. Autocarri e Motocarri

TABELLE PREMI. Settore IV. Autocarri e Motocarri TARIFFE PER LE ASSICURAZIONI DI RESPONSABILITA CIVILE VEICOLI A MOTORE E NATANTI TABELLE PREMI (ESCLUSI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE ED IMPOSTE) Settore IV Autocarri e Motocarri EDIZIONE 01.12.2013 (EFFETTO

Dettagli

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007

IP/07/584. Bruxelles, 27 avril 2007 IP/07/584 Bruxelles, 27 avril 2007 Sicurezza stradale: il programma d azione europeo continua a registrare buoni risultati l obiettivo di salvare 25 000 vite sulle strade d Europa può essere raggiunto

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi

Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi Il trend degli stipendi degli insegnanti della scuola statale dal 1995 ad oggi Tre cifre sintetizzano eloquentemente la situazione delle retribuzioni dei docenti della scuola statale negli ultimi 13 anni

Dettagli

Gamma. prodotti. hot&cold. snack&food. Maggio 2015. can&bottle

Gamma. prodotti. hot&cold. snack&food. Maggio 2015. can&bottle hot&cold Gamma snack&food can&bottle prodotti Maggio 2015 Necta è il marchio di riferimento di N&W, Gruppo leader del mercato Vending a livello mondiale, con una posizione predominante nel panorama europeo.

Dettagli

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Benevento Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE PENSIONATI

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE PENSIONATI FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE PENSIONATI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA EMILVENETA S.P.A. Viale Reiter, 34 41121 - Modena Tel.: 059/235785 Fax: 059/4900498 [email: info@bancaemilveneta.it

Dettagli

La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l EHCI

La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l EHCI Fonte: pubblicato su: La classifica dei sistemi sanitari europei, secondo l EHCI Miriam Levi L Euro Health Consumer Index (EHCI) 2014 mette a confronto le performance dei sistemi sanitari europei, partendo

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI ALLEGATO B Compilare l atto di candidatura, stamparlo, firmarlo ed inviarlo all Agenzia Nazionale LLP Italia per posta, o a mezzo fax nelle modalità specificate nell Invito a presentare candidature ESPERTI

Dettagli

STUDIO DI SETTORE VG82U

STUDIO DI SETTORE VG82U ALLEGATO 18 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE VG82U SERVIZI PUBBLICITARI, RELAZIONI PUBBLICHE E COMUNICAZIONE 862 CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE L'applicazione dello studio

Dettagli

Tariffa e Norme Assuntive Auto Rischi Diversi Garanzie Dirette. Valide dal 01/06/2010

Tariffa e Norme Assuntive Auto Rischi Diversi Garanzie Dirette. Valide dal 01/06/2010 Tariffa e Norme Assuntive Auto Rischi Diversi Garanzie Dirette Valide dal 01/06/2010 Indice Norme assuntive pag. 3 Tariffe Incendio e Furto pag. 4 Incendio Autovetture pag. 6 Furto Autovetture pag. 6

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

STUDIO DI SETTORE VG87U

STUDIO DI SETTORE VG87U ALLEGATO 21 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE VG87U CONSULENZA FINANZIARIA, AMMINISTRATIVO-GESTIONALE E AGENZIE DI INFORMAZIONI COMMERCIALI CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE

Dettagli

Reggio Emilia. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Reggio Emilia. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Reggio Emilia Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto

Dettagli

UNISCITI ORA AI MIGLIORI PARRUCCHIERI D EUROPA

UNISCITI ORA AI MIGLIORI PARRUCCHIERI D EUROPA UNISCITIORAAIMIGLIORIPARRUCCHIERID EUROPA 10dicembre2012 Gentile, Tuttiipaesieuropeidispongonodiproprisisteminazionaliperlaformazioneelaqualificadiparrucchieri

Dettagli

LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE

LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE LE PENSIONI DI ANZIANITA IN EUROPA QUADRO SCHEMATICO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE AUSTRIA BELGIO CIPRO DANIMARCA ESTONIA FINLANDIA FRANCIA La pensione ordinaria è erogata al compimento del 60 anno di età

Dettagli

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale LOGO MLPS/MIUR ALLEGATO B N di Protocollo ATTO DI CANDIDATURA ESPERTI INDIPENDENTI NEL QUADRO DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME: NOME(I): DATA DI NASCITA (GG/MM/AAAA): / /

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Tassazione in ambito UE: Campione e Paesi

Tassazione in ambito UE: Campione e Paesi Tassazione in ambito UE: Campione e Paesi A livello internazionale, l esistenza di legislazioni fiscali differenti ha fatto si che anche all interno dell Unione Europea, si assista con maggior frequenza

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition Summary in Italian Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Riassunto in italiano L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2006 Edition. Uno sguardo sull Educazione: Gli indicatori dell OCSE Edizione 2006

Education at a Glance: OECD Indicators - 2006 Edition. Uno sguardo sull Educazione: Gli indicatori dell OCSE Edizione 2006 Education at a Glance: OECD Indicators - 2006 Edition Summary in Italian Uno sguardo sull Educazione: Gli indicatori dell OCSE Edizione 2006 Riassunto in italiano Uno sguardo sull educazione fornisce agli

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale

L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale L azione della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2011-2012 Umberto Guidoni Segretario Generale Fondazione ANIA per la sicurezza stradale

Dettagli

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007 A STATISTICA (A-K) a.a. 007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 007 STESS N.O. RD 00 GORU N.O. RD 006 ) La distribuzione del numero degli occupati (valori x 000) in una provincia

Dettagli

Onere fiscale elevato in Svizzera

Onere fiscale elevato in Svizzera SCHEDA D INFORMAZIONE N 4: QUESTIONI SULLA RIDISTRIBUZIONE Onere fiscale elevato in Svizzera Nel confronto internazionale, la Svizzera viene regolarmente considerata un paradiso fiscale. Le cifre dell

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 3 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca Modelli di organizzazione di un sistema sanitario (a) Si differenziano

Dettagli

Sintesi statistiche sul turismo

Sintesi statistiche sul turismo Sintesi statistiche sul turismo Estratto di Sardegna in cifre 2014 Sommario Le fonti dei dati e degli indicatori... 3 Capacità degli esercizi ricettivi... 3 Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi...

Dettagli

Un fattore da prendere in considerazione è rappresentato dai prezzi e dalle tariffe dell energia.

Un fattore da prendere in considerazione è rappresentato dai prezzi e dalle tariffe dell energia. 5. Prezzi dell energia Un fattore da prendere in considerazione è rappresentato dai prezzi e dalle tariffe dell energia. Osservando i prezzi medi dell ultimo decennio 40 si nota che dei principali prodotti

Dettagli

LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE PER INVESTIMENTI FISSI: CONFRONTO EUROPEO ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE GRATUITO PER CONSUMATORI CON TRATTAMENTI PENSIONISTICI MENSILI FINO A 1.500,00 EURO CON BASSA OPERATIVITA' Decorrenza condizioni : 07/05/2014 INFORMAZIONI SULLA

Dettagli

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE Formazione oltre i confini per crescere insieme SELEZIONE CANDIDATURE PAESE SELEZIONE CANDIDATURE FORMAZIONE FRANCIA 12 3 Formazione Esabac 3 Formazione

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 febbraio 2015 Dicembre 2014 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di dicembre 2014 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dell 1,8% rispetto al

Dettagli

La statistica multivariata

La statistica multivariata Cenni di Statistica Multivariata Dr Corrado Costa La statistica multivariata La statistica multivariata è quella parte della statistica in cui l'oggetto dell'analisi è per sua natura formato da almeno

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO DI BASE GRATUITO B.C.C. DI TERRA D OTRANTO

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO DI BASE GRATUITO B.C.C. DI TERRA D OTRANTO Pensionati B FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE GRATUITO B.C.C. DI TERRA D OTRANTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DI BASE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA EMILVENETA S.P.A. Viale Reiter, 34 41121 - Modena Tel.: 059/235785 Fax: 059/4900498 [email: info@bancaemilveneta.it / www.bancaemilveneta.it]

Dettagli

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS

PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS p. 1/10 Università della Calabria PROGRAMMA Lifelong Learning - ERASMUS Dr. Antonio Fuduli (Corso di Laurea in Informatica) Dr. Gennaro Infante (Corso di Laurea in Matematica) p. 2/10 Lifelong Learning

Dettagli

STUDIO DI SETTORE VG55U

STUDIO DI SETTORE VG55U ALLEGATO 10 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE VG55U SERVIZI DI POMPE FUNEBRI E ATTIVITÀ CONNESSE CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE L'applicazione dello studio di settore attribuisce

Dettagli

STUDIO DI SETTORE VG82U

STUDIO DI SETTORE VG82U ALLEGATO 18 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE VG82U SERVIZI PUBBLICITARI, RELAZIONI PUBBLICHE E COMUNICAZIONE CRITERI PER L EVOLUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE L'applicazione dello studio di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO BASE GRATUITO PENSIONATI

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO BASE GRATUITO PENSIONATI INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO BASE GRATUITO PENSIONATI Banca di Credito Cooperativo di Cagliari s.c. Viale Armando Diaz 109-09125 - CAGLIARI (CA) Tel. : 070342941 - Fax:

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 giugno 2015 Aprile 2015 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di aprile 2015 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali aumenta dello 0,5% rispetto al mese precedente

Dettagli