Circolare n. 4/2015 TASSA VIDIMAZIONE LIBRI SOCIALI: VERSAMENTO ENTRO IL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Circolare n. 4/2015 TASSA VIDIMAZIONE LIBRI SOCIALI: VERSAMENTO ENTRO IL"

Transcript

1 Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 4/2015 TASSA VIDIMAZIONE LIBRI SOCIALI: VERSAMENTO ENTRO IL Gentile cliente, con la presente desidero informarla che entro lunedì 16 marzo 2015 le società di capitali devono effettuare il versamento della tassa annuale di concessione governativa per la vidimazione dei libri sociali relativa al La tassa è dovuta in forma forfettaria, ossia fissa a prescindere dal numero dei libri o registri e delle relative pagine utilizzati nel corso dell'anno solare ed è pari a: 309,87, se il capitale sociale o fondo di dotazione alla data dell'1 gennaio 2015 è inferiore o uguale a ,90 euro; 516,46, se il capitale sociale o fondo di dotazione alla data dell'1 gennaio 2015 supera ,90. Qui di seguito riepiloghiamo le società tenute al versamento, i termini e le modalità di pagamento. Società obbligate Sono tenute al versamento della tassa tutte le società di capitali (Spa, Srl e Sapa), comprese quelle in liquidazione ordinaria e quelle sottoposte a procedure concorsuali diverse dal fallimento, sempre che permanga l obbligo della tenuta dei libri da vidimare. Sono invece esonerati dal pagamento della tassa in esame: le società di capitali già dichiarate fallite; le società cooperative e di mutua assicurazione;

2 i consorzi che non hanno assunto la forma di società consortili; le società sportive dilettantistiche costituite in forma di società di capitali senza scopo di lucro affiliate ad una Federazione sportiva nazionale, ad una disciplina sportiva associata o ad un Ente di formazione sportiva. Libri sociali obbligatori per i quali sussiste l obbligo di bollatura I libri registri sociali obbligatori sono sostanzialmente quelli indicati dall art del c.c. per i quali sussiste l'obbligo della bollatura presso il Registro delle imprese o un notaio. il libro dei soci; il libro delle obbligazioni; il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo; il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti; i libri previsti per i nuovi organi societari; ogni altro libro o registro per i quali l'obbligo della bollatura è previsto da norme speciali. Invece, gli altri libri contabili previsti dal codice civile (libro giornale e libro degli inventari) e quelli previsti dalle norme fiscali (registri Iva, registro beni ammortizzabili, ecc.) non devono essere vidimati. Per tali scritture contabili, l unica formalità richiesta per il loro uso è rappresentata dalla numerazione progressiva delle pagine eseguita direttamente dal soggetto obbligato alla tenuta delle stesse. Importo tassa annuale per il 2015 La tassa è dovuta in forma forfettaria, ossia fissa a prescindere dal numero dei libri o registri e delle relative pagine utilizzati nel corso dell'anno solare; si riferisce, quindi, a tutte le formalità di numerazione

3 e bollature effettuate nell anno solare di riferimento, incluse quelle poste in essere prima del pagamento della tassa in argomento. E deducibile ai fini Ires e Irap. L importo da pagare si differenzia in base all ammontare del capitale sociale o del fondo di dotazione della società risultante al 1 gennaio dell anno per il quale si effettua il versamento: se il capitale sociale o il fondo di dotazione é pari o inferiore a ,90 é dovuta una tassa annuale di 309,87; se il capitale sociale o il fondo di dotazione é superiore a ,90 é dovuta una tassa annuale di 516,46. Se le società interessate al pagamento in oggetto effettuano variazioni del capitale o del fondo di dotazione successive alla data del , anche se effettuate prima del versamento della tassa per l anno 2015 (ossia prima del ), tali variazioni non hanno alcuna influenza nel determinare la misura del pagamento della tassa per l anno 2015, ma avranno effetto su quanto sarà dovuto per il ESEMPIO La società Rossi SPA presenta, al , un capitale sociale pari a Il viene deliberato un aumento del capitale sociale a Entro il , la società deve versare la tassa dovuta per il 2015 comunque nella misura di 309,87, mentre nel 2016 dovrà versare una tassa maggiorata pari a 516,46. La società che dopo aver effettuato il versamento della tassa annuale trasferisce la propria sede sociale in una circoscrizione territoriale di competenza di un altro ufficio dell Agenzia delle Entrate è esonerata dall effettuare un altro versamento; il trasferimento, infatti, non impone una nuova vidimazione dei libri sociali. Le modalità di versamento sono distinte a seconda che la società si trovi nel primo anno di attività o in un anno successivo al primo. SOCIETA PRIMO ANNO DI ATTIVITA : il primo pagamento va effettuato tramite bollettino di c/c postale n intestato all Ufficio delle Entrate Centro Operativo di Pescara e prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività.

4 SOCIETA DAL SECONDO ANNO DI ATTIVITA IN POI: la tassa annuale va pagata tramite modello F24, inserendo il codice tributo 7085 Tassa annuale vidimazione libri sociali e indicando l anno corrispondente (2015 per il versamento del 16 marzo). La tassa annuale può essere compensata con eventuali crediti IRES o IRAP o con un eventuale credito IVA risultante al mediante compilazione dell apposito modello F24 che deve essere presentato anche nel caso in cui il saldo sia pari a zero (attenzione alle nuove regole sul versamento con modello F24 nel caso di saldo a zero). Cosa fare in caso di omesso o insufficiente versamento Nel caso di omesso o insufficiente versamento della tassa annuale di vidimazione dei libri sociali nei termini ordinari, vi sono dei dubbi sulla corretta sanzione da applicare. Il primo filone di pensiero é che, ai sensi dell art. 9 del DPR 641/72, si debba applicare una sanzione generica che va dal 100% al 200% della tassa medesima e, comunque, non inferiore a 103,29. Un secondo orientamento ritiene invece che vada applicata la sanzione del 30%, prevista dall art. 13 del D.Lgs. n. 471/97 per l omesso o tardivo versamento di un tributo. In mancanza di una posizione ufficiale dell Agenzia delle Entrate, il consiglio é quello di adottare sempre la soluzione più prudenziale, che é quella prevista dall art. 9 del DPR 641/72. Qualora il contribuente intenda regolarizzare spontaneamente la propria posizione può ricorrere all istituto del ravvedimento operoso, che comporterà una riduzione della sanzione differente a seconda dell orientamento preso: nel caso di pagamento entro 30 giorni dalla scadenza, si applicherà la sanzione di 1/10 del minimo e quindi il 10% nella prima ipotesi (DPR 641/72) e di 1/10 del 30% e quindi il 3% nella seconda ipotesi (D.Lgs. 471/97); nel caso di pagamento oltre i 30 giorni ma entro 90gg dalla scadenza, si applicherà la sanzione di 1/9 del minimo e quindi il 11,11% nella prima ipotesi (DPR 641/72) e di 1/9 del 30% e quindi 3,30% nella seconda ipotesi (D.Lgs. 471/97); nel caso di pagamento oltre i 90gg ma entro un anno dalla scadenza, si applicherà la sanzione di 1/8 del minimo e quindi il 12,5% nella prima ipotesi (DPR 641/72) e di 1/8 del 30% e quindi il 3,75% nella seconda ipotesi (D.Lgs. 471/97). Si precisa che, qualora si adotti il secondo orientamento previsto dal DPR 471/97, é possibile ricorrere al ravvedimento sprint (di cui all art. 23, comma 31, D.L. n. 98/2011).

5 A prescindere dal tipo di ravvedimento, il versamento della sanzione deve essere eseguito contestualmente alla regolarizzazione del tributo ed al versamento degli interessi moratori dell 0,5% con le seguenti modalità: la tassa annuale maggiorata degli interessi tramite modello F24, indicando il codice tributo 7085, l anno di riferimento 2015, rigorosamente in due righi separati; la sanzione tramite modello F23 indicando il codice ufficio RCC, la causale SZ e il codice tributo 678T. Lo Studio rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento. Cordiali saluti. Dott.ssa

Studio Luciano Lancellotti

Studio Luciano Lancellotti News per i Clienti dello studio del 3 Marzo 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Tassa vidimazione libri sociali: alla cassa entro il prossimo 16.03.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 16 marzo 2012

Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 16 marzo 2012 CIRCOLARE A.F. N. 31 del 1 Marzo 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 16 marzo 2012 Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che il 16 marzo

Dettagli

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 17 marzo 2014 Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che il 17 marzo 2014 (poiché il 16 cade di domenica)

Dettagli

Circolare N.42 del 7 Marzo 2013. Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013

Circolare N.42 del 7 Marzo 2013. Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013 Circolare N.42 del 7 Marzo 2013 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013 Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Studio Rosina e Associati

Studio Rosina e Associati FULVIO ROSINA DANIELA ROSINA ANT ANTONIO ROSINA GIOVANNI TRAVERSO MAURIZIO CIVARDI FRANCESCO PITTIGLIO SIMONETTA MANFREDINI STEFANO LUPINI MASSIMO SCOTTON MARCO SANGUINETI SIMONE PAZZAGLIA PAOLA BROVERO

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI TABELLE RIEPILOGATIVE TABELLA A IL LIBRO GIORNALE E IL LIBRO DEGLI INVENTARI Imposta di bollo Libro giornale e libro Imprenditori Commerciali

Dettagli

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI UFFICIO REGISTRO IMPRESE LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI Aggiornata Aprile 2013 Presso la Camera di Commercio di Grosseto vengono vidimati i libri ed i registri di imprese o soggetti (professionisti,

Dettagli

VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE ANNUALI E BOLLI

VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE ANNUALI E BOLLI STUDIO NOTARILE GIANLUCA CESARE PLATANIA Via dei Partigiani 5 - Bergamo Tel. 035 235001 - Fax 035 235868 www.notaioplatania.it email: gplatania@notariato.it VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE

Dettagli

GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI (Aggiornata a dicembre 2013) 1. COMPETENZA TERRITORIALE DEL REGISTRO IMPRESE Competente alla bollatura è la Camera di Commercio nella

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 4 marzo 2014

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 4 marzo 2014 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 4 marzo 2014 Oggetto: Circolare n. 5/2014 del 4 marzo 2014 Egregi

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE. GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

REGISTRO DELLE IMPRESE. GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 11/12/2014 INDICE 1. COMPETENZA TERRITORIALE DEL REGISTRO IMPRESE... 3 2. PREPARAZIONE DEI LIBRI DA BOLLARE... 3 3. LIBRO

Dettagli

BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI 1. REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata o presso

Dettagli

GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI

GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI Sommario 1 Competenza Territoriale del Registro Imprese... 3 2 - Informazioni in materia di bollatura e numerazione dei libri e registri contabili...

Dettagli

Ai Gentili Clienti Loro sedi

Ai Gentili Clienti Loro sedi Consulenza Tributaria, del lavoro e gestionale Centro elaborazione dati contabili Elaborazione cedolini paga Scheda n. 27 del 20 ottobre 2006 Ai Gentili Clienti Loro sedi LIBRI E REGISTRI CONTABILI: BOLLATURA

Dettagli

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI Luglio 2013 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV6 IST/BOLL/1 1. Premessa LA BOLLATURA DEI LIBRI

Dettagli

BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Alla conclusione di ciascun anno è buona norma per le imprese ed i professionisti verificare il pieno rispetto delle regole di tenuta delle scritture contabili, intese

Dettagli

Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015

Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015 Legnano, 06 Marzo 2015 Alle imprese assistite Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015 Entro il 16.3.2015 le società di capitali (spa, srl e sapa) devono provvedere al versamento della tassa

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI L'Ufficio Registro Imprese effettua la bollatura dei libri sociali e dei registri previsti da leggi speciali, a meno che la legge stessa non indichi

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata

Dettagli

O L L A T V I D I M A Z I O N E. Normativa di riferimento. Ufficio competente. Tasse di concessione governativa

O L L A T V I D I M A Z I O N E. Normativa di riferimento. Ufficio competente. Tasse di concessione governativa BOLLATURAB DI LIBRI E REGISTRI O L L A T D.P.R. 26/10/1972, n. 641 art. 23 d.lgs. 18/08/2000, n. 267 U Circ. Min. 03/05/1996, n. 108/E R Risoluzione del Ministero delle Finanze 31/05/1975, n. 402149 A

Dettagli

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Gentile cliente, La informo che entro il 17 marzo prossimo scade il versamento del saldo iva per il 2013 calcolato sulla

Dettagli

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LATINA GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 01/02/2014 Ha curato particolarmente la stesura e l aggiornamento della presente

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE INIZIALE DI LIBRI E REGISTRI

BOLLATURA E NUMERAZIONE INIZIALE DI LIBRI E REGISTRI Pagina 1 di 8 Pagina 2 di 8 Per effetto della Legge 383 del 18/10/01, entrata in vigore il 25/10/01, è venuto meno l obbligo di procedere alla numerazione e alla bollatura presso i notai ed il Registro

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a NETWORK TRA LIBERI PROFESSIONISTI Dottori Commercialisti ed esperti contabili Ferdinando Boccia Gualtiero Castiglioni Paola Castiglioni Enrico Colombo Bolla Massimo De Marchi Marco Grecchi Roberto Ianni

Dettagli

MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI

MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI OBBLIGATORI. APPROFONDIMENTI Sommario: 1. Premessa 2. Quadro normativo attuale 3. Numerazione dei libri e dei registri contabili 4. Tassa sulle concessioni

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8S8BYW67581 Data ultima modifica 09/03/2012 Prodotto Gestione Deleghe Modulo Gestione Deleghe Oggetto: Calcolo Tassa Concessione Governativa: modalità operative

Dettagli

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LATINA GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 26 luglio 2010 A cura del dott. Luciano Ciccaglione VIDIMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

Libro giornale NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. Libro degli inventari NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c.

Libro giornale NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. Libro degli inventari NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. LA SEMPLIFICAZIONE PER SCRITTURE CONTABILI E REGISTRI FISCALI La legge sul rilancio dell economia, entrata in vigore il 25 ottobre scorso, ha soppresso o semplificato alcuni adempimenti considerati onerosi

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/10 OGGETTO MODALITA DI TENUTA E CONSERVAZIONE DEI REGISTRI CONTABILI E DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI CLASSIFICAZIONE D.I. CODICE CIVILE ART. 2214 30.000.cc2214 RIFERIMENTI NORMATIVI ARTT. 2214 2220 2421-2963

Dettagli

OGGETTO: Acconto IVA. La scadenza del 28.12.2015

OGGETTO: Acconto IVA. La scadenza del 28.12.2015 CIRCOLARE N. 5/2015 UMBERTIDE, 21 Dicembre 2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Acconto IVA. La scadenza del 28.12.2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo

Dettagli

PATENT BOX. Definizione dell'agevolazione

PATENT BOX. Definizione dell'agevolazione STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - Circolare n. 11/15 Legnago, 27.11.2015 VERSAMENTO SECONDO ACCONTO IRES IRPEF IRAP CONTRIBUTI

Dettagli

2. SOPPRESSIONE DELL OBBLIGO

2. SOPPRESSIONE DELL OBBLIGO Cattedra di diritto commerciale Prof. Gian Domenico Mosco MATERIALI Circolare Agenzia delle Entrate 22 ottobre 2001, n.92 E - Soppressione e semplificazione di adempimenti a carico del contribuente. (Estratto)

Dettagli

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE Claudio Venturi Libri sociali, registri, scritture e documenti contabili Numerazione, bollatura,

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE DISTINTA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI DA BOLLARE E NUMERARE. Presentata dal Sig.

REGISTRO DELLE IMPRESE DISTINTA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI DA BOLLARE E NUMERARE. Presentata dal Sig. DISTINTA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI DA BOLLARE E NUMERARE Bologna, Numero protocollo Presentata dal Sig. RELATIVA ALLA SEGUENTE IMPRESA: Ditta (ragione o denominazione sociale): con sede in:

Dettagli

Ravvedimento in ASSENZA di dichiarazioni dei redditi per l anno d imposta 2008 (SENZA IMPOSTA DOVUTA)

Ravvedimento in ASSENZA di dichiarazioni dei redditi per l anno d imposta 2008 (SENZA IMPOSTA DOVUTA) Ravvedimento in ASSENZA di dichiarazioni dei redditi per l anno d 2008 (SENZA IMPOSTA DOVUTA) Presentazione della dei redditi relativamente al periodo d 2008 comprensiva del modulo e, se necessario, dei

Dettagli

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE Claudio Venturi Libri sociali, registri, scritture e documenti contabili Numerazione, bollatura,

Dettagli

D. Liburdi, F. Colombo. Il ravvedimento operoso Aggiornato con Decreto Anti-Crisi n. 185/2008

D. Liburdi, F. Colombo. Il ravvedimento operoso Aggiornato con Decreto Anti-Crisi n. 185/2008 D. Liburdi, F. Colombo Il ravvedimento operoso Aggiornato con Decreto Anti-Crisi n. 185/2008 Edizione 2009 INDICE CAPITOLO PRIMO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO 1. Gli aspetti generali e la prima interpretazione

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI Aggiornamento marzo 2015 La legge 383/01 ha introdotto, con decorrenza 25 ottobre 2001, alcuni importanti novità in materia di bollatura di scritture e

Dettagli

I termini di stampa dei registri e libri contabili

I termini di stampa dei registri e libri contabili ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 19 8 OTTOBRE 2014 I termini di stampa dei registri e libri contabili Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Circolare N.152 del 16 novembre 2011 La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Con la presente informativa, per tutti i clienti

Dettagli

Riferimenti Legislativi: Decreto del Ministero dell Economia 11 dicembre 2014 pubblicato su G.U. n. 290 del 15 dicembre 2014.

Riferimenti Legislativi: Decreto del Ministero dell Economia 11 dicembre 2014 pubblicato su G.U. n. 290 del 15 dicembre 2014. INFORMATIVA N. 1 / 2015 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: TASSO DI INTERESSE LEGALE Riferimenti Legislativi: Decreto del Ministero dell Economia 11 dicembre 2014 pubblicato su G.U. n. 290 del 15

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

SOGGETTI INTERESSATI

SOGGETTI INTERESSATI Associazione Nazionale Tributaristi L.A.P.E.T. I REGIMI CONTABILI DEGLI ENTI NON COMMERCIALI GIAMPIERO LA TORRE Tributarista in Gradisca d'isonzo (GO) SOGGETTI INTERESSATI Associazioni Sportive Dilettantistiche

Dettagli

I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche

I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche I regimi contabili Le associazioni sportive dilettantistiche che svolgono attività commerciale hanno l'obbligo

Dettagli

Milano Roma. News fiscali e societarie

Milano Roma. News fiscali e societarie Milano Roma News fiscali e societarie Luglio 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI La Manovra correttiva 2011 Il Decreto Legge 6 luglio 2011, n. 98, la c.d. Manovra correttiva, da convertire in legge

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO. 1. Gli aspetti generali e la prima interpretazione dell Amministrazione finanziaria... pag.

INDICE CAPITOLO PRIMO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO. 1. Gli aspetti generali e la prima interpretazione dell Amministrazione finanziaria... pag. INDICE CAPITOLO PRIMO IL RAVVEDIMENTO OPEROSO 1. Gli aspetti generali e la prima interpretazione dell Amministrazione finanziaria... pag. 9 CAPITOLO SECONDO LE SINGOLE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI 1. Gli omessi

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 dicembre 2011, con il commento

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali Novembre 2013 Indice 1. Analisi dei verbali degli organi sociali 2. Obiettivi della verifica dei libri sociali 3. Elenco dei libri sociali 2 1 Analisi dei verbali

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Normativa di riferimento.

Dettagli

I termini di stampa dei registri e libri contabili

I termini di stampa dei registri e libri contabili ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 19 5 DICEMBRE 2015 I termini di stampa dei registri e libri contabili Copyright 2015 Acerbi

Dettagli

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22 1. LA FIGURA DEL TRIBUTARISTA 1.1. La figura del Tributarista Pag. 9 1.1.1. Premessa Pag. 9 1.1.2. Le principali caratteristiche, obblighi ed attività del tributarista in sintesi Pag. 10 2. LA LEGGE N.

Dettagli

ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI

ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI - IMPOSTE SUL REDDITO (IRES) - OBBLIGHI DICHIARATIVI - IMPOSTA REGIONALE SULLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (IRAP) - AGEVOLAZIONI/ESENZIONI

Dettagli

Periodico informativo n. 168/2014. Acconto IVA. La scadenza del 29.12.2014

Periodico informativo n. 168/2014. Acconto IVA. La scadenza del 29.12.2014 Periodico informativo n. 168/2014 Acconto IVA. La scadenza del 29.12.2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo metterla a conoscenza del fatto che il prossimo

Dettagli

1.a. Aspetti gestionali

1.a. Aspetti gestionali 1.a. Aspetti gestionali Per le Associazioni sportive l attività istituzionale è quella svolta in conformità alle finalità statutarie e rivolta agli associati. Il decreto legislativo del 4 dicembre 1997,

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Normativa di riferimento.

Dettagli

OMAGGI A CLIENTI E FORNITORI

OMAGGI A CLIENTI E FORNITORI Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 31/2006 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

Periodico informativo n. 173/2014 Dichiarazioni tardive e rettificative entro fine mese

Periodico informativo n. 173/2014 Dichiarazioni tardive e rettificative entro fine mese Periodico informativo n. 173/2014 Dichiarazioni tardive e rettificative entro fine mese Gentile Cliente, Il contribuente che avrà commesso errori riguardanti l invio delle dichiarazioni fiscali, dovrà

Dettagli

Società di capitali. Forma giuridica

Società di capitali. Forma giuridica Società di capitali Forma giuridica Le società di capitali sono definite tali in quanto in esse prevale l'elemento oggettivo, costituito dal capitale, rispetto a quello soggettivo rappresentato dai soci.

Dettagli

Termini di dichiarazione e versamento per le operazioni straordinarie

Termini di dichiarazione e versamento per le operazioni straordinarie Termini di dichiarazione e versamento per le operazioni straordinarie PREMESSA 1 In caso di operazioni straordinarie, la disciplina della presentazione delle dichiarazioni fiscali ai fini delle imposte

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

che i beni omaggiati siano o meno oggetto dell attività esercitata; del soggetto destinatario degli stessi (clienti / dipendenti).

che i beni omaggiati siano o meno oggetto dell attività esercitata; del soggetto destinatario degli stessi (clienti / dipendenti). Ai Gentili Clienti Gli omaggi natalizi Considerato l avvicinarsi delle festività natalizie, in occasione delle quali costituisce una prassi diffusa tra gli operatori economici effettuare omaggi a clienti

Dettagli

TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE. Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it

TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE. Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it OGGETTO DELLA TASSA ATTI SOGGETTI AL PAGAMENTO DELLA TASSA MODALITA DI PAGAMENTO

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 33/2014 del 15/5/2014 ARGOMENTO: PROROGA VERSAMENTI DI UNICO 2014 Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla che, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

Contributi alle imprese - Termine di presentazione della domanda on line per fruire degli incentivi Inail per la sicurezza sul lavoro.

Contributi alle imprese - Termine di presentazione della domanda on line per fruire degli incentivi Inail per la sicurezza sul lavoro. Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di marzo 2012. Cordialmente. Lo Studio ADEMPIMENTI MESE DI MARZO 2012 Giovedì 1 marzo DOCUMENTI FISCALI Archiviazione informatica - Termine di

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 19 del 10 marzo 2012 DL sulle semplificazioni fiscali (DL 2.3.2012 n. 16) - Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito di

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI.

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI. Avvertenze generali Occorre compilare il modello DISTINTA VIDIMAZIONI indicando le generalità di chi presenta il modello (può essere anche un incaricato dell impresa) e i dati identificativi dell impresa,

Dettagli

OMESSO/PARZIALE VERSAMENTO DEL TRIBUTO: 30% dell imposta dovuta. OMESSA DENUNCIA E OMESSO PAGAMENTO: 100% del tributo dovuto con un importo

OMESSO/PARZIALE VERSAMENTO DEL TRIBUTO: 30% dell imposta dovuta. OMESSA DENUNCIA E OMESSO PAGAMENTO: 100% del tributo dovuto con un importo I.C.I. - RAVVEDIMENT PERS IMPSTA CMUNALE SUGLI IMMBILI L'istituto del ravvedimento operoso previsto dall'art. 13 del D.Lgs. n. 472/1997, così come modificato dall'art. 7 del D.Lgs. n. 32/2001 e dal D.L.185

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi DL competitività: le novità fiscali dopo la conversione in legge (DL n. 91 del 24.06.2014, legge di conversione n. 116 del 11.08.2014) Gentile

Dettagli

ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI

ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI Versione 6 marzo 2014 (inserite precisazioni sulla tassa di concessione governativa) 1 Indice generale 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3

Dettagli

Anno 2014 N. RF265. La Nuova Redazione Fiscale FINANZIAMENTI E CAPITALIZZAZIONI COMUNICAZIONE AL 30 OTTOBRE

Anno 2014 N. RF265. La Nuova Redazione Fiscale FINANZIAMENTI E CAPITALIZZAZIONI COMUNICAZIONE AL 30 OTTOBRE Anno 2014 N. RF265 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 8 OGGETTO FINANZIAMENTI E CAPITALIZZAZIONI COMUNICAZIONE AL 30 OTTOBRE RIFERIMENTI PROVV. N. 94904/2013; DL 138/2011

Dettagli

imposte sui redditi e irap

imposte sui redditi e irap Imposte sui redditi e Irap ACCONTI d IMPOSTA di NOVEMBRE DOVUTI per l ANNO 2012 di Mario Jannaccone QUADRO NORMATIVO L art. 1, L. 23.3.1977, n. 97 [CFF ➋ 7316], ha introdotto nel nostro sistema tributario

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 9 del 4 Settembre 2014 Con il DL n. 91/2014 il legislatore ha introdotto alcune nuove disposizioni di carattere fiscale e di diritto societario. Tali disposizioni sono

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 38 26.06.2014 L imponibile IRES per le associazioni e società sportive dilettantistiche. Il regime fiscale agevolativo della Legge 398/1991e

Dettagli

Rag. VITO MAURIZIO CULICCHIA - Commercialista - Revisore dei Conti

Rag. VITO MAURIZIO CULICCHIA - Commercialista - Revisore dei Conti Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2014 AL 15 MARZO 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2014 al 15 2014, con il commento

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti News per i Clienti dello studio del 16 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Pomara Scibetta & Partners

Pomara Scibetta & Partners Pomara Scibetta & Partners Commercialisti Revisori dei Conti Luciana Pomara Giuseppe Scibetta Onorina Zilioli Alessia Carla Vinci Roberto Scibetta Stefania Zilioli Rosaria Marano Sabrina Iannuzzi Your

Dettagli

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc E TEMPO DI DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANCHE PER GLI ENTI NON COMMERCIALI (Enc) Unico Enti non commerciali ed equiparati (Unico Enc) è un modello unificato che permette di presentare la dichiarazione dei

Dettagli

LA REGOLARIZZAZIONE DEL MOD. UNICO 2013

LA REGOLARIZZAZIONE DEL MOD. UNICO 2013 INFORMATIVA N. 287 20 NOVEMBRE 2013 DICHIARAZIONI LA REGOLARIZZAZIONE DEL MOD. UNICO 2013 D.Lgs. n. 471/97 Art. 13, D.Lgs. n. 472/97 Circolari Agenzia Entrate 27.9.2007, n. 52/E e 19.2.2008, n. 11/E Entro

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare n. 3 del 16 febbraio 209 Le misure fiscali contenute nel decreto anti-crisi Premessa Il 27 gennaio u.s. è stato convertito in Legge il Decreto n. 185/2008 contenente le misure anti-crisi varate

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE 1 Operazione di natura straordinaria modificazione della forma giuridica senza che consiste nella -mutamento del soggetto

Dettagli

La disciplina fiscale delle ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE

La disciplina fiscale delle ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE La disciplina fiscale delle ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE Le fonti normative Normativa fiscale Riferimenti D.P.R. 917/86 (T.U.I.R.) Artt. 73, 143-150 L. 398/91 Regime forfetario di determinazione

Dettagli

Come lo scorso anno, con la presente circolare, riepiloghiamo la normativa riferibile alla bollatura/vidimazione dei libri sociali e contabili.

Come lo scorso anno, con la presente circolare, riepiloghiamo la normativa riferibile alla bollatura/vidimazione dei libri sociali e contabili. Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 31/2007 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

ANNO 2014 NOTA OPERATIVA N. 3

ANNO 2014 NOTA OPERATIVA N. 3 ANNO 2014 NOTA OPERATIVA N. 3 OGGETTO: Le imposte sul reddito nel bilancio di esercizio e le connesse scritture contabili - Introduzione La presente nota operativa ha lo scopo di evidenziare la normativa

Dettagli

Circolare n. 16/2014 I TERMINI DI AGGIORNAMENTO DEI LIBRI CONTABILI 2013 E LA LORO TENUTA. In questa Circolare

Circolare n. 16/2014 I TERMINI DI AGGIORNAMENTO DEI LIBRI CONTABILI 2013 E LA LORO TENUTA. In questa Circolare Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 16/2014 I TERMINI DI AGGIORNAMENTO DEI LIBRI CONTABILI 2013 E LA LORO TENUTA In questa Circolare 1. I termini per la stampa dei libri contabili 2. Come compilare

Dettagli

METTERSI IN PROPRIO: FORME GIURIDICHE ED ADEMPIMENTI SCHEDE SINOTTICHE. (A cura di: Ezio Casavola)

METTERSI IN PROPRIO: FORME GIURIDICHE ED ADEMPIMENTI SCHEDE SINOTTICHE. (A cura di: Ezio Casavola) METTERSI IN PROPRIO METTERSI IN PROPRIO: FORME GIURIDICHE ED ADEMPIMENTI SCHEDE SINOTTICHE (A cura di: Ezio Casavola) L. 1 DISCIPLINA DELLE ATTIVITA COMMERCIALI FINO AL 1942: CODICE DI COMMERCIO, CHE REGOLAVA

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI.

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI. Avvertenze generali Occorre compilare il modello DISTINTA VIDIMAZIONI indicando le generalità di chi presenta il modello (può essere anche un incaricato dell impresa) e i dati identificativi dell impresa,

Dettagli

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2013 dell Ufficio

Dettagli

Registro beni ammortizzabili Libro Giornale Libro inventari

Registro beni ammortizzabili Libro Giornale Libro inventari LA STAMPA DEI LIBRI CONTABILI (art. 1, co. 161, L. n. 244/2007, (Finanziaria 2008) art. 7, c. 4 ter, D.L. 10/06/1994, n. 357) Entro il prossimo 31 dicembre 2010, i contribuenti che tengono la contabilità

Dettagli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli

LA SCHEDA FISCALE di Roberto Gabrielli LA SCHEDA FISCALE di Roberto Acquisto e vendita di autovetture ad uso promiscuo (Aggiornata al 10.05.2009) Riferimenti normativi Relativamente alle imposte dirette, l art. 15-bis del D.L. 81/2007 intervenendo

Dettagli

Firenze, 11 giugno 2013 A cura del Dott. Paolo Petrangeli

Firenze, 11 giugno 2013 A cura del Dott. Paolo Petrangeli Gli adempimenti fiscali delle Camere di Commercio Firenze, 11 giugno 2013 A cura del Dott. Paolo Petrangeli D.p.r. 322/1998 Sono obbligati alla presentazione per via telematica delle previste dal decreto

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 ottobre 2013, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

Circolare n. 14. del 15 marzo 2012. Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4.

Circolare n. 14. del 15 marzo 2012. Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4. Circolare n. 14 Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4.2012 del 15 marzo 2012 INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza delle nuove disposizioni... 2 3 Determinazione

Dettagli

I STITUTO T ECNICO I NDUSTRIALE S TATALE Guglielmo Marconi Verona

I STITUTO T ECNICO I NDUSTRIALE S TATALE Guglielmo Marconi Verona CIRCOLARE n. 016 GENERALE, 16 gennai 2014 All'attenzine ALUNNI GENITORI (tramite alunni) Oggett: ISCRIZIONI A.S. 2014/2015 Si allegan alla presente le istruzini per le iscrizini per l a.s. 2014/2015. Si

Dettagli

Provincia di Bologna CONTROLLI. L ABC dell Associazionismo Palazzo Malvezzi 6 novembre 2010. Relatore - Andrea Bonaveri

Provincia di Bologna CONTROLLI. L ABC dell Associazionismo Palazzo Malvezzi 6 novembre 2010. Relatore - Andrea Bonaveri Provincia di Bologna CONTROLLI L ABC dell Associazionismo Palazzo Malvezzi 6 novembre 2010 ACCERTAMENTI E VERIFICHE FISCALI su associazioni senza scopo di lucro SOGGETTI CONTROLLABILI Associazioni senza

Dettagli

VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI DELLE IMPRESE

VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI DELLE IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA RAVENNA Circolare n. 9 del 12/09/05 VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI DELLE IMPRESE Ravenna, settembre 2005 a cura di: dott.ssa Francesca Collina 1 VIDIMAZIONE

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 1/8 A R E A D I R I T T O T R I B U T A R I O 1a parte (Ore 52,5) Il sistema tributario italiano

Dettagli

LE COOPERATIVE SOCIALI. Relatori: Claudia Tesio Giorgio Agnello

LE COOPERATIVE SOCIALI. Relatori: Claudia Tesio Giorgio Agnello LE COOPERATIVE SOCIALI Relatori: Claudia Tesio Giorgio Agnello 11 novembre 2014 LEGGE 8 novembre 1991 n. 381 Art. 1 Definizione Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l INTERESSE GENERALE

Dettagli

Regole generali. Esercizio dell'opzione e del rinnovo

Regole generali. Esercizio dell'opzione e del rinnovo OPZIONE PER LA TRASPARENZA FISCALE DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI: SCADENZA AL 31.12.2012 Entro il termine del 31 dicembre 2012 le società di capitali (con soci in numero non superiore a 10) o le società cooperative

Dettagli

COME TRATTARE IL PRESTITO DI UN SOCIO NEI CONFRONTI DI UNA COOPERATIVA

COME TRATTARE IL PRESTITO DI UN SOCIO NEI CONFRONTI DI UNA COOPERATIVA COME TRATTARE IL PRESTITO DI UN SOCIO NEI CONFRONTI DI UNA COOPERATIVA Le problematiche che attengono alla concessione di un finanziamento da parte dei soci di una società sono diverse, a secondo che si

Dettagli

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2015 Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali Copyright 2015

Dettagli