SVILUPPO DELL INTERMODALITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SVILUPPO DELL INTERMODALITA"

Transcript

1 SVILUPPO DELL INTERMODALITA Autostrade del mare 2.0 e combinato marittimo ANDREA APPETECCHIA Roma, 21 luglio 20151

2 I PUNTI DEL RAGIONAMENTO Commercio estero nazionale: orientamenti e modalità di trasporto Organizzazione dei flussi degli scambi commerciali: cosa si prevede e cosa sta accadendo Le tre dimensioni del combinato marittimo e le vocazioni del sistema portuale italiano I tre obiettivi strategici e le quattro azioni di sistema per dare concretezza al quadro strategico definito dal PSNPL nel segmento del combinato marittimo 2

3 Tre aree raccolgono la metà del commercio marittimo estero italiano AO (USA, Argentina e Brasile) AE (Cina, India, UAE, Qatar e Yemen) EM (Germania, Belgio, Olanda, Spagna, Francia, Turchia e Nord Africa) 51% Interscambio marittimo Italia resto del mondo 16% 15% Area orientale (AE) Area occidentale (AO) 18% Area EuroMediterreanea (EM) Altri Fonte: Elaborazione SRM su dati ISTAT Coeweb,

4 I principali partner commerciali via mare sono Cina e Stati Uniti, ma altri stanno crescendo I primi 10 partner del commercio marittimo dell Italia (2014) Container LO - LO Camion - Trailer RO - RO Fonte: Elaborazione SRM su dati ISTAT Coeweb,

5 Turchia, Russia e Spagna rappresentano i principali partner nel comparto marittimo I primi 5 partner europei del commercio marittimo dell Italia (2014) Direttrici Est-Ovest Lo scambio di merci con la Germania, principale partner dell Italia avviene per lo più via terra (quote rilevanti via treno) 5

6 I PUNTI DEL RAGIONAMENTO Commercio estero nazionale: orientamenti e modalità di trasporto Organizzazione dei flussi degli scambi commerciali: cosa si prevede e cosa sta accedendo Le tre dimensioni del combinato marittimo e le vocazioni del sistema portuale italiano I tre obiettivi strategici e le quattro azioni di sistema per dare concretezza al quadro strategico definito dal PSNPL nel segmento del combinato marittimo 6

7 La merce che arriva o è destinata a Est (AE) e ad Ovest (AO) viaggia all interno di container, anche se i percorsi sono tortuosi (10 milioni di TEU 100 milioni di tonn.) Tab. 2 - Ripartizione del traffico container da e per l Italia Ripartizione del traffico container in transito nei porti italiani East bound (Canale di Suez) Flusso import export West bound (Stretto di Gibilterra) Intra- Med Totale Totale traffico nei porti italiani specializzati in Transhipment Ripartizione delle destinazioni Traffico di Transhipment gestito dai porti Gateway Traffico di destinazione finale gestito dai porti Gateway Totale traffico Contenitori nei porti italiani Container pieni pieni vuoti Volumi medi annui (M TEU) 2,1 1,2 0,6 3,9 3,0 0,6 3,9 7,5 2,5 Fonte: Elaborazioni Isfort su dati Giovani Agenti Marittimi, Assoporti e Stime operatori ed esperti di settore 7

8 Il traffico Ro-Ro assorbe più di 84 milioni di tonn., di cui circa 30 di Short Sea Shipping area EuroMed Balcani Spagna Grecia, Turchia e Medio Oriente Nord Africa Fonte: Elaborazioni Isfort su dati Assoporti a Autorità portuali (2014) 8

9 Con penetrazioni sorprendenti nel quadrante orientale che arrivano fino all Asia centrale Provenienza dei flussi camionistici imbarcati nei Porti turchi e destinati ai Porti italiani Camion Traghetto Varco doganale Fonte: Fondazione ITL, Progetto Easyconnecting, Ancona 2 luglio

10 Nonostante ciò il traffico Ro-Ro è poco considerato. Se non sottovalutato Movimenti Ro-Ro e container al netto del traffico dei porti di transhipment (Gioia Tauro, Taranto e Cagliari) e Previsioni (PSNPL prime versioni) Dati aggiornati al 2014 del traffico Ro- Ro già superano le previsioni al 2018 Fonte: Elaborazioni Isfort su dati Assoporti e Ministero Infrastrutture e Trasporti 10

11 I PUNTI DEL RAGIONAMENTO Commercio estero nazionale: orientamenti e modalità di trasporto Organizzazione dei flussi degli scambi commerciali: cosa si prevede e cosa sta accadendo Le tre dimensioni del combinato marittimo e le vocazioni del sistema portuale italiano I tre obiettivi strategici e le quattro azioni di sistema per dare concretezza al quadro strategico definito dal PSNPL nel segmento del combinato marittimo 11

12 Le tre dimensioni del traffico di rotabili (Ro Ro) - Cabotaggio, alternativo al tutto strada nelle relazioni Nord Sud Da attivare - Short sea shipping, a supporto dell importexport delle regioni italiane (soprattutto collocate nel Mezzogiorno) Da incrementare - Short sea shipping, di transito verso le aree Nord occidentali e Nord orientali del continente Da efficientare 12

13 Il mercato potenziale del combinato marittimo alternativo nazionale oltre 12 milioni di tonn. annue sufficienti per attivare 4 linee Ro-Ro Corridoio Tirrenico tonn/annue Nord Sud : Sud Nord: Corridoio Adriatico tonn/annue Nord Sud : Sud Nord Corridoi trasversali Nord Est - Sud Ovest, Nord Ovest Sud Est tonn/annue Nord Sud : Sud Nord Fonte: Autostrade del Mare 2.0 Isfort/Confcommercio, 2014 Soglie di sostenibilità di una linea di combinato marittimo: 500 miglia marine e un milione di tonnellate annue di traffico bilanciato inbound e outbound Fonte: Piano Nazionale della Logistica - approfondimento combinato marittimo 13

14 Trasporto marittimo principale veicolo del commercio estero del Mezzogiorno Commercio estero marittimo: confronto Italia / Mezzogiorno Camion 36% ITALIA Altri 2% Aereo Treno 8% 2% Nave 30% Camion 23% MEZZOGIORNO Altri 0% Aereo 4% Treno 1% Non dich. 22% Non dich. 14% Nave 58% Fonte: Elaborazione SRM su dati ISTAT Coeweb,

15 Combinato marittimo principale modalità di collegamento con i mercati internazionali per il Mezzogiorno Collegamenti Ro-Ro internazionali nel Mediterraneo Fonte, RAM Spa,

16 Porti e rete trasportistica crocevia degli assi di collegamento commerciale EuroMediterranei Provenienza camion con destinazione Grecia, imbarcati nel porto di Fig. 9 Destinazione TIR provenienti dalla Grecia e sbarcati nel porto di Ancona (2013) Ancona (2013) 16

17 Integrazione tra flussi camionistici provenienti da Sud-Est e Sud-Ovest e La Rete TEN-T che attraversa l Italia Fonte: RFI,

18 I PUNTI DEL RAGIONAMENTO Commercio estero nazionale: orientamenti e modalità di trasporto Organizzazione dei flussi degli scambi commerciali: cosa si prevede e cosa sta accadendo Le tre dimensioni del combinato marittimo e le vocazioni del sistema portuale italiano I tre obiettivi strategici e le quattro azioni di sistema per dare concretezza al quadro strategico definito dal PSNPL nel segmento del combinato marittimo 18

19 Coerenza con le azioni previste nel PSNPL Azioni previste nell obiettivo 3: miglioramento accessibilità e collegamenti marittimi terrestri Ma occorre fare qualche sforzo in più 19

20 Le tre dimensioni del traffico Ro-Ro indicano tre obiettivi strategici 1. Attivare servizi stabili di collegamento marittimo tra Porti degli archi settentrionali e meridionali di Tirreno e Adriatico (alternative a tutto strada) da integrare anche con corridoi ferroviari in modo da contenere i 12 milioni di tonnellate che ogni anno si spostano dalle regioni del Nord a quelle del Sud e vice versa lungo la rete stradale; 2. Incrementare accessibilità, efficienza dei porti del Mezzogiorno favorendo l insediamento di nuove linee marittime di collegamento con i principali mercati di produzione e di consumo per il sostenere lo sviluppo delle regioni più svantaggiate del Paese; 3. Migliorare l efficacia complessiva dei percorsi di collegamento trasversali dell area Euromediterranea tramite l integrazione tra camion, nave e treno al fine di contenere congestione rete trasportistica italiana e accrescerne la sostenibilità ambientale 20

21 Le azioni per raggiungere tali obiettivi (1/2) - Promozione di accordi di rete tra aziende di trasporto complementari Accordi stabili tra imprese di autotrasporto, ferroviarie e marittime per attivare servizi di linea stabili lungo i corridoi di connessione Sud-est / Nord-ovest e Sud-ovest / Nord-est, anche al fine di raccogliere incentivi e contributi per l implementazione e l esercizio delle linee - Coordinamento e ottimizzazione degli incentivi In Italia ed in Europa a livello comunitario, nazionale e regionale sono state sperimentate una serie di misure di incentivo che dovrebbero essere, oltre che valorizzate, anche valutate al fine di elaborare strumenti omogenei di sostegno allo sviluppo del trasporto intermodale 21

22 Quadro degli incentivi all intermodalità italiani e comunitari Ambito di applicazione Obiettivo: Scambio modale da/a Programma «Marco Polo» «Ferrobonus» (D.M. 592/2010) «Ecobonus» (Leggi 265/2002, 244/2007) Emilia-Romagna (Legge regionale 10/2014) Friuli-Venezia- Giulia (Legge regionale 15/2004) Europeo Nazionale (Italia) Regionale Da gomma a ferro/mare Da gomma a ferro Da gomma a ferro Da gomma a ferro Da gomma a ferro Attivo Sì NO ( ) NO ( ) Sì NO ( ) Regione Marche bando intermodalità Da gomma a ferro NO ( ) Campania (DGR 1609/2007) Regionale (specifico Interporto di Nola - porto di Napoli) Da gomma a ferro NO ( ) Entità dei contributi 2 / 500 tonn.*km = 0,004 / tonn.*km Programmato: 2 treno*km sulla rete ferroviaria nazionale; Effettivo: ~0,70 treno*km 231 milioni ( ) + 60 milioni (2011) 0,008 /tonn.* km con una distanza massima di 120 km ~32 /ITU con una distanza massima di 100 km 45 /ITU + 20 /ITU con origine o destinazione: Porto di Ancona/ Interporto di Jesi da 62 (primo anno) a 11 /ITU (terzo anno) in relazione allo squilibrio tra costi e ricavi Fonte: Regione Marche Tbridge progetto Easyconnecting, Ancona 2 luglio

23 Le azioni per raggiungere tali obiettivi (2/2) - Ampliamento dell esperienza dell Ecobonus Come più volte ricordato si è trattato di un iniziativa positiva che ha avuto il merito di ridurre il peso del trasporto stradale in favore del trasporto marittimo, ma che tuttavia all interno del nuovo scenario europeo non potrà essere riproposta così com era - Potenziamento della Rete Ferroviaria Italiana (ampliamenti di sagoma e di modulo) Il trasporto ferroviario può rappresentare un utile strumento di contenimento della congestione stradale, ma solo se le caratteristiche della rete ferroviaria consentiranno ai treni di trasportare camion e trailer dai Porti di sbarco oltre le alpi 23

24 Attuale configurazione della rete ferroviaria nazionale al 2015 Grave criticità lungo la direttrice tirrenica per il transito di treni in grado di trasportare trailer e camion SEMIRIMORCHI E AUTOSTRADA VIAGGIANTE (PC 80) HIGH CUBE (PC 45) CONTAINER 1 E 2 CLASSE UIC (PC 32 PC25) CONTAINER 1 CLASSE UIC (PC 22) Fonte: RFI, 2015 P/C 45 consente il transito di: Container ISO High Cube P/C 80 consente anche il transito di: Semirimorchi h=4m su carri P Autoarticolati e autotreni h=4m su carri ultrabassi 24

25 Grazie per l attenzione Roma, 21 luglio

IL PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Il «Sistema Mare»: una sfida, una risorsa ed un opportunità per l Italia

IL PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Il «Sistema Mare»: una sfida, una risorsa ed un opportunità per l Italia IL PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Il «Sistema Mare»: una sfida, una risorsa ed un opportunità per l Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Pur se separata

Dettagli

3.1 Le reti dei trasporti

3.1 Le reti dei trasporti 3.1 Le reti dei trasporti La Rivoluzione Industriale, il progresso tecnico e tecnologico, la tendenza al decentramento della produzione ed il processo di Globalizzazione hanno determinato la cosiddetta

Dettagli

Roma, 4 luglio 2015. Per la competitività e la ripresa economica del Paese serve un Sistema Mare che funzioni.

Roma, 4 luglio 2015. Per la competitività e la ripresa economica del Paese serve un Sistema Mare che funzioni. Roma, 4 luglio 2015 PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA: IL SISTEMA MARE, UNA RISORSA, UNA SFIDA ED UN OPPORTUNITÀ PER L ITALIA Per la competitività e la ripresa economica del

Dettagli

Studi preparatori per il Piano Nazionale della Logistica

Studi preparatori per il Piano Nazionale della Logistica Studi preparatori per il Piano Nazionale della Logistica L Italia in Europa: le politiche dei trasporti e della logistica in grado di influenzarne la competitività Torino 25 Giugno 2012 Oliviero Baccelli

Dettagli

La Piattaforma Logistica delle Marche

La Piattaforma Logistica delle Marche La Piattaforma Logistica delle Marche Logistica e sistema interportuale italiano Confindustria Ancona, 28 Maggio 2013 I principali nodi logistici delle Marche 3 nodi per 4 modi di trasporto Significativa

Dettagli

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA

GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA GLI SCENARI: DOVE STANNO ANDANDO LE SCELTE DELL EUROPA Riccardo Roscelli INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE Il Corridoio dei due mari ed il Mediterraneo 30/10/2013 Gli scenari: dove stanno andando le

Dettagli

L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci

L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci ANNO ACCADEMICO DUEMILAQUATTORDICII/DUEMILAQUINDICI 15 dicembre 2014 Laboratorio di Analisi dei Sistemi di Trasporto L accessibilità dei servizi di trasporto passeggeri e merci Francesco Russo francesco.russo@unirc.it

Dettagli

HUB-LOG Le infrastrutture logistiche di Veneto e Friuli Venezia Giulia messe a sistema come testa di ponte verso i mercati dell Est

HUB-LOG Le infrastrutture logistiche di Veneto e Friuli Venezia Giulia messe a sistema come testa di ponte verso i mercati dell Est HUB-LOG Le infrastrutture logistiche di Veneto e Friuli Venezia Giulia messe a sistema come testa di ponte verso i mercati dell Est 1 Contenuti Cos è HUB-LOG A. Hub logistico multimodale del sistema portuale

Dettagli

Documento preliminare Master Plan Regionale delle Autostrade del Mare

Documento preliminare Master Plan Regionale delle Autostrade del Mare Gruppo di lavoro Autostrade del Mare Regione Liguria Documento preliminare Master Plan Regionale delle Autostrade del Mare questo documento in versione preliminare viene presentato alle Istituzioni e alle

Dettagli

Caratteristiche attuali del

Caratteristiche attuali del Istituzioni, Reti Territoriali e Sistema Paese: la governance delle relazioni locali nazionali Policy Sessions Il Trasporto Intermodale Merci, la Logistica e l Economia Regionale Caratteristiche attuali

Dettagli

Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea

Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea Antonio Revedin Direttore Pianificazione Strategica e Sviluppo

Dettagli

La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest

La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest Porti e La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest Riccardo Fuochi Presidente Propeller Port Club di Milano Genova 19 settembre 2013 Il Propeller Port

Dettagli

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Liguria Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Lombardia Federazione Regionale Gruppi Giovani Imprenditori Confindustria Piemonte Una

Dettagli

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana FEDERTRASPORTO L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana I dati dell interscambio con l estero e le tendenze delle M&A e degli Accordi sul mercato globale e nazionale DATI

Dettagli

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti Arch. Cynthia Fico Autorità di Gestione del PON Reti e Mobilità Ing. Giovanni Infante Responsabile Linea di Intervento Porti e Interporti Pagina 0 Traffico merci nel Mediterraneo Pagina 1 , Bando di gara

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Infrastrutture ritardo incolmabile. Presentato il primo Rapporto Uniontrasporti sulle grandi opere Roma, 14 aprile 2011 Quarant anni fa, l Italia aveva una dotazione complessiva

Dettagli

Logistica e trasporti nel Quadro Strategico Nazionale 2007-2013

Logistica e trasporti nel Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 Associazione pea di sostegno alle Iniziative per lo Sviluppo Economico, l Occupazione e la Solidarietà Risultati incontro forum sul tema: Logistica e trasporti nel Quadro Strategico Nazionale 2007-2013

Dettagli

Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo

Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo Ipotesi di sviluppo del trasporto combinato marittimo di Sergio Rossato D.G. Interporto di Padova S.p.A. A.D. di NET Nord Est Terminal S.p.A. Il traffico intermodale COMPLESSIVO dell Interporto di Padova

Dettagli

INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics

INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics INTERPORTO DI BOLOGNA Moves the global logistics La società Interporto Bologna Spa gestisce dal 1971 l Interporto di Bologna, una delle piattaforme logistiche ed intermodali più grandi in Europa. L Interporto

Dettagli

SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO. RISULTATI DEL PROGETTO EUROPEO TRANSITECTS (Transalpine Transport Architets)

SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO. RISULTATI DEL PROGETTO EUROPEO TRANSITECTS (Transalpine Transport Architets) Source: Matthias Wagner SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO RISULTATI DEL PROGETTO EUROPEO TRANSITECTS (Transalpine Transport Architets) RISULTATI IN LOMBARDIA Una crescita economica

Dettagli

Relazione sullo Stato dell Ambiente della Regione Emilia-Romagna

Relazione sullo Stato dell Ambiente della Regione Emilia-Romagna Trasporti Infrastrutture e logistica La mobilità rappresenta un settore particolarmente rilevante per lo sviluppo sostenibile. Lo sviluppo sostenibile richiede sempre di più la partecipazione e la corresponsabilizzazione

Dettagli

Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e Ionio

Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e Ionio Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e Ionio OSSERVATORIO TRAFFICI MARITTIMI RELAZIONE 2012 PORTI DELL ADRIATICO E IONIO. DIECI ANNI DI TRAFFICI MARITTIMI E POLITICHE EUROPEE Ida Simonella Brindisi,

Dettagli

L aggiornamento delle informazioni sui traffici portuali Il presente testo rappresenta un aggiornamento statistico e un arricchimento dei dati già

L aggiornamento delle informazioni sui traffici portuali Il presente testo rappresenta un aggiornamento statistico e un arricchimento dei dati già L aggiornamento delle informazioni sui traffici portuali Il presente testo rappresenta un aggiornamento statistico e un arricchimento dei dati già presentati nello Studio sui porti pubblicato dal DIPE

Dettagli

L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia

L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia Direttore Generale Massimo DEANDREIS Università Bocconi Milano, 25 Maggio 2015 L incremento del traffico nel Mediterraneo Sta crescendo

Dettagli

Autostrade del Mare 2.0. Risultati, criticità, proposte per il rilancio

Autostrade del Mare 2.0. Risultati, criticità, proposte per il rilancio Autostrade del Mare 2.0 Risultati, criticità, proposte per il rilancio 2 APRILE 2014 Il presente rapporto è stato redatto da Andrea Appetecchia (Isfort) al termine di un itinerario di approfondimento sul

Dettagli

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 1 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 2 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA 3 IMPORT EXPORT NAZIONALE ATTRAVERSO I PORTI QUANTITÀ Milioni di tonnellate IMPORT 199,8

Dettagli

ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA

ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA Ponte strallato sul Po (tratta AV/AC Milano-Bologna) PRESENTAZIONE 29.11.2010 RETE ALTA VELOCITA / ALTA CAPACITA Con treno ad Alta Velocità si intende un convoglio per il

Dettagli

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012 Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 211 a cura del Centro Studi Confetra Anno XV - febbraio 212 Nota congiunturale sul trasporto merci Anno XVII - marzo 214

Dettagli

Giornata Nazionale dell Economia

Giornata Nazionale dell Economia Giornata Nazionale dell Economia Logistica e Infrastrutture al servizio del Territorio 15 Maggio 2008 1 ALCUNE RIFLESSIONI DI CONTESTO IL VALORE AGGIUNTO DELLA LOGISTICA LA PROVINCIA DI LATINA 2 A PROPOSITO

Dettagli

Trieste, 17 giugno 2011

Trieste, 17 giugno 2011 2011 Il SISTEMA INFRASTRUTTURALE E LOGISTICO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Criticità e potenzialità per una maggiore competitività delle imprese e del territorio 1 Trieste, 17 giugno 2011 Fotografia della

Dettagli

Trasporti al passo, economia ferma

Trasporti al passo, economia ferma Infrastrutture Trasporti Logistica e Mobilità Trasporti al passo, economia ferma Accessibilità, trasporti e mobilità al tempo della crisi Analisi a cura di Confcommercio-Imprese per l Italia Roma, 15 maggio

Dettagli

NEST Network Eur Netw opeo Servizi e T ork Eur r opeo Servizi e T asporto r

NEST Network Eur Netw opeo Servizi e T ork Eur r opeo Servizi e T asporto r NEST Network Europeo Servizi e Trasporto NEST, logistica a 360 gradi NEST (acronimo di: Network Europeo Servizi e Trasporto) si fonda sulla sottoscrizione di un Contratto di Rete d Imprese e si propone

Dettagli

Trasporto merci. Luglio 2014

Trasporto merci. Luglio 2014 INDAGINE CONGIUNTURALE SUL SETTORE DEI TRASPORTI n. 38 SINTESI Luglio 2014 Trasporto merci Dopo aver chiuso il 2012 con una dinamica settoriale complessivamente negativa, il 2013 mette in evidenza per

Dettagli

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011 TRAFFICO MERCANTILE 2011 Fabrizio Bugliani Resp. Ufficio MKT & Rapporti con l Estero GENNAIO 2012 1 Traffico 2011 Traffico contenitori Il porto della Spezia ha movimentato nel corso del 2011 1.307.274

Dettagli

Realizzazione di un sistema telematico sperimentale per l accesso ed il monitoraggio dei veicoli merci - Trasporti Ro-Ro - nel porto d Catania

Realizzazione di un sistema telematico sperimentale per l accesso ed il monitoraggio dei veicoli merci - Trasporti Ro-Ro - nel porto d Catania Realizzazione di un sistema telematico sperimentale per l accesso ed il monitoraggio dei veicoli merci - Trasporti Ro-Ro - nel porto d Catania RELAZIONE GENERALE Tecnico Progettista Incaricato Studio Tecnico

Dettagli

LA LOGISTICA AD ALTO VALORE AGGIUNTO SPINGE LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA TERRITORIALE PIACENTINO (estratto)

LA LOGISTICA AD ALTO VALORE AGGIUNTO SPINGE LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA TERRITORIALE PIACENTINO (estratto) LA LOGISTICA AD ALTO VALORE AGGIUNTO SPINGE LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA TERRITORIALE PIACENTINO (estratto) NOTA: Il presente documento è un estratto di uno studio effettuato dalla sede piacentina di ITL.

Dettagli

INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA BENCHMARK 2008 - RAPPORTO FINALE

INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA BENCHMARK 2008 - RAPPORTO FINALE INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA BENCHMARK 2008 - RAPPORTO FINALE INDICE INTRODUZIONE... 5 1. METODOLOGIA... 7 1.1 ESTRAZIONE DEL CAMPIONE... 7 1.2 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

Dettagli

Fase A: Studio di traffico e marketing

Fase A: Studio di traffico e marketing Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti / RAM Fase A: Studio di traffico e marketing Roma, 1 Giugno 2012 Venezia 24 Luglio 2012 GRUPPO DI LAVORO Società mandataria TECHNITAL S.p.A - Direzione e

Dettagli

Rapporto sulla Domanda di Trasporto Marittimo

Rapporto sulla Domanda di Trasporto Marittimo SVILUPPO DEL CABOTAGGIO NAZIONALE E MEDITERRANEO Sviluppo del Cabotaggio Nazionale e Mediterraneo pagina 2 SOMMARIO 1. OBIETTIVI E METODOLOGIA... 4 2. CONSIDERAZIONI DI SINTESI... 6 3. LA DOMANDA... 15

Dettagli

Lo shipping e la portualità nel Mediterraneo: opportunità e sfide per l Italia

Lo shipping e la portualità nel Mediterraneo: opportunità e sfide per l Italia Lo shipping e la portualità nel Mediterraneo: opportunità e sfide per l Italia Arianna Buonfanti 1 1 SRM Riassunto Scopo di questo paper è delineare l andamento e i possibili futuri scenari logistici nel

Dettagli

PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access

PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access Dott. Francescalberto De Bari Direzione Sviluppo e Innovazione 14 Aprile 2015 Direzione Sviluppo e Innovazione PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access Il Progetto Globale Livorno

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Soluzioni ICT per l intermodalità ed i sistemi logistici integrati AlmavivA Soluzioni tecnologiche per innovare i processi operativi e migliorare i servizi 14 sedi in

Dettagli

Il Sistema Logistico del Lazio. DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO Direzione Regionale Trasporti

Il Sistema Logistico del Lazio. DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO Direzione Regionale Trasporti Il Sistema Logistico del Lazio INTERPORTO CENTRO ITALIA_ORTE POLO DI CIVITAVECCHIA INTERPORTO FROSINONE PIATTAFORMA TIRRENICO- ADRIATICA CENTRALE POLO DI FIUMICINO INTERPORTO VALPESCARA INTERPORTO MARCHE_JESI

Dettagli

5 ottobre 2012 INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA

5 ottobre 2012 INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA 5 ottobre 2012 INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA BENCHMARK 2011 INDICE INTRODUZIONE... 1 1. METODOLOGIA... 2 1.1 ESTRAZIONE DEL CAMPIONE... 3 1.2 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL

Dettagli

INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA

INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA INDAGINE CAMPIONARIA SUI TRASPORTI INTERNAZIONALI DELL ITALIA AGGIORNAMENTO 2009-2010 INDICE 1. INTRODUZIONE...2 2. TRASPORTO STRADALE...3 2.1 TRASPORTI A CARICO COMPLETO...3 2.2 TRASPORTI GROUPAGE...7

Dettagli

Francesco Milano Gruppo Casillo ECO-SOSTENIBILITÀ: LA NUOVA FRONTIERA DELLA LOGISTICA

Francesco Milano Gruppo Casillo ECO-SOSTENIBILITÀ: LA NUOVA FRONTIERA DELLA LOGISTICA Francesco Milano Gruppo Casillo ECO-SOSTENIBILITÀ: LA NUOVA FRONTIERA DELLA LOGISTICA 2 Il Gruppo Casillo Sede: Settore: Stabilimenti: Corato (Bari) Trading di cereali e produzione sfarinati per panificazione

Dettagli

Allegato Infrastrutture 2015

Allegato Infrastrutture 2015 Allegato Infrastrutture 2015 Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti L.443/2001, art.1, c.1 13 novembre 2015 2 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

Dettagli

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Meeting Fabbricazione e Distribuzione Ricambi Autocarro 31 ottobre 2014 Trade Mondo e Italia Traffico merci

Dettagli

Incontro con OO.SS. Divisione Cargo. Roma, 09 giugno 2009

Incontro con OO.SS. Divisione Cargo. Roma, 09 giugno 2009 Incontro con OO.SS. Divisione Cargo Roma, 09 giugno 2009 Indice Il Mercato Potenziale Lo scenario economico di riferimento Il piano commerciale 2 I volumi nei porti Anno 2006 Mercato non potenziale - Rinfuse

Dettagli

IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013

IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013 IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013 3 area logistica 1.165.000 m 2 Futura espansione 1 area logistica 1.380.000 m 2 Corrieri e magazzini

Dettagli

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK P r o v i d i n g S o l u t i o n s Forum Internazionale sull innovazione e la cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK 2015 Mercoledì 16,

Dettagli

Palermo, 21 luglio 2004

Palermo, 21 luglio 2004 Palermo, 21 luglio 2004 %! " $ %$ $ &!' ( )* +,( ' -+. 2 Le condizioni di contesto: Reti TEN-T / " ("( (!' 1 " 0! " 3 Reti TEN-T Autostrade del Mare % " ' " 0 * + *"2(3 + 4 ' " %!" 4 Corridoi Paneuropei

Dettagli

La logistica, il trasporto merci e il Porto di Ravenna

La logistica, il trasporto merci e il Porto di Ravenna RAPPORTO ANNUALE DI MONITORAGGIO 2015 Capitolo 9 La logistica, il trasporto merci e il Porto di Ravenna 305 CAPITOLO 9 LA LOGISTICA, IL TRASPORTO MERCI E IL PORTO DI RAVENNA 306 RAPPORTO ANNUALE DI MONITORAGGIO

Dettagli

SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO

SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO SOLUZIONI INTERMODALI PER IL TRAFFICO MERCI TRANSALPINO European Academy Bolzano (Mathias Wagner) RVDI Regional Association Donau-Iller Obiettivi del progetto TRANSITECTS Soluzioni comuni per i nodi del

Dettagli

L OPZIONE MEDITERRANEA

L OPZIONE MEDITERRANEA L OPZIONE MEDITERRANEA UNA NUOVA ROTTA DI COLLEGAMENTO TRA L ESTREMO ORIENTE, L EUROPA E IL NORD AMERICA VIA CORRIDOI TERRESTRI TIRRENICO E ADRIATICO Rapporto finale di ricerca relativo ai Moduli 1 e 2

Dettagli

Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica

Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica www.lewitt.it /info@lewitt.it Modena, 28 marzo 2012 L IMPATTO DI UN PROGETTO DI RIDUZIONE COSTI (1) Perché è importante un

Dettagli

7 DOMANDA DI TRASPORTO DELLE MERCI

7 DOMANDA DI TRASPORTO DELLE MERCI 7 DOMANDA DI TRASPORTO DELLE MERCI Il sistema socioeconomico e quello di trasporto sono fortemente interdipendenti. Il primo può essere considerato come generatore della domanda di trasporto, mentre le

Dettagli

Il trasporto merci in Italia

Il trasporto merci in Italia Il trasporto merci in Italia Introduzione Il trasporto delle merci è strategico per la crescita economica dell Unione Europea, e per le relazioni tra settori e regioni del nostro continente. Nello stesso

Dettagli

Rapporto UIR. Il sistema degli Interporti italiani nel 2011

Rapporto UIR. Il sistema degli Interporti italiani nel 2011 Rapporto UIR Il sistema degli Interporti italiani nel 2011 Dicembre 2012 Gruppo di lavoro UIR sulle rilevazioni statistiche Il Rapporto UIR è stato approvato dal Gruppo di lavoro UIR sulle rilevazioni

Dettagli

A.I.S.Re Associazione Italiana di Scienze Regionali XXXII Conferenza scientifica annuale

A.I.S.Re Associazione Italiana di Scienze Regionali XXXII Conferenza scientifica annuale A.I.S.Re Associazione Italiana di Scienze Regionali XXXII Conferenza scientifica annuale Il Trasporto Intermodale Merci, la Logistica e l Economia Regionale Università di Roma Tor Vergata Prof. Rocco Giordano

Dettagli

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Indice generale Indice generale... II Introduzione... - 5 - Perché un Piano Strategico Nazionale

Dettagli

RELAZIONE ALLA 9 th EURO-MED CONVENTION FROM LAND TO SEA MALTA, 21 OTTOBRE 2005

RELAZIONE ALLA 9 th EURO-MED CONVENTION FROM LAND TO SEA MALTA, 21 OTTOBRE 2005 trasporti - diritto, economia, politica volume 2006 - n. 98 SILVIO DI VIRGILIO * Capo del Dipartimento per la Navigazione e il Trasporto Marittimo e Aereo Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Dettagli

CIRCOLARE N. 112/2000 OGGETTO: NUOVO PIANO GENERALE DEI TRASPORTI E DELLA LOGISTICA

CIRCOLARE N. 112/2000 OGGETTO: NUOVO PIANO GENERALE DEI TRASPORTI E DELLA LOGISTICA Roma, 25 agosto 2000 CIRCOLARE N. 112/2000 OGGETTO: NUOVO PIANO GENERALE DEI TRASPORTI E DELLA LOGISTICA Il Nuovo Piano dei Trasporti e della Logistica è stato presentato il 20 luglio scorso. La prima

Dettagli

Il trasporto di merci in Italia nella prospettiva della ripresa economica 28 novembre 2013

Il trasporto di merci in Italia nella prospettiva della ripresa economica 28 novembre 2013 Il trasporto di merci in Italia nella prospettiva della ripresa economica 28 novembre 2013 Con il sostegno della Il percorso logico 1. La crisi ha accentuato una flessione della domanda di trasporto in

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo JACOPO SIGNORILE Via Pietro Raimondi 6, 00198 Roma Telefono +39 06 68210553 +39 335 31 84 77 E-mail j.signorile@lse.ac.uk Nazionalità Italiana Data

Dettagli

MERCI IN TRENO 2014. Amministratore Delegato RFI

MERCI IN TRENO 2014. Amministratore Delegato RFI MERCI IN TRENO 2014 Il ferroviario merci in Europa: le opportunità dei finanziamenti europei per il miglioramento delle prestazioni, delle infrastrutture e dei servizi. Maurizio Gentile Amministratore

Dettagli

Case study: servizio ferroviario intermodale di collegamento tra il Porto di Ancona e infrastrutture logistiche del Centro Europa

Case study: servizio ferroviario intermodale di collegamento tra il Porto di Ancona e infrastrutture logistiche del Centro Europa Task 5.1. Analisi della gestione dei colli di bottiglia nel passaggio dal porto alla rete ferroviaria e autostradale Case study: servizio ferroviario intermodale di collegamento tra il Porto di Ancona

Dettagli

IL TRAFFICO DI MERCI ATTRAVERSO LE ALPI IN AUMENTO: FINO A QUANDO?

IL TRAFFICO DI MERCI ATTRAVERSO LE ALPI IN AUMENTO: FINO A QUANDO? IL TRAFFICO DI MERCI ATTRAVERSO LE ALPI IN AUMENTO: FINO A QUANDO? (scheda a cura di Andrea Wehrenfennig, Legambiente Friuli-Venezia Giulia, aggiornata al 15.5.27) In soli 2 anni, dal 198 al, i mezzi pesanti

Dettagli

Il Sistema portuale e logistico Italiano: un asset per la collaborazione internazionale. Massimo D Aiuto Amministratore Delegato

Il Sistema portuale e logistico Italiano: un asset per la collaborazione internazionale. Massimo D Aiuto Amministratore Delegato Il Sistema portuale e logistico Italiano: un asset per la collaborazione internazionale Massimo D Aiuto Amministratore Delegato Genova, 23 novembre 2010 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO**

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** Con il Decreto Ministeriale 15 febbraio 2001, n. 28T, il Ministero dei Trasporti ha recepito la Direttiva

Dettagli

MEDITERRANEO, ALPI E MARE DEL NORD: INTEGRAZIONE DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA PRODUTTIVO E LOGISTICO

MEDITERRANEO, ALPI E MARE DEL NORD: INTEGRAZIONE DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA PRODUTTIVO E LOGISTICO Mobility Conference 2010 Il corridoio 24 Genova Rotterdam: l Europa non aspetta MEDITERRANEO, ALPI E MARE DEL NORD: INTEGRAZIONE DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA PRODUTTIVO E LOGISTICO Oliviero Baccelli, vice-direttore

Dettagli

Analisi del sistema ferroviario italiano: reti, servizi e investimenti

Analisi del sistema ferroviario italiano: reti, servizi e investimenti Analisi del sistema ferroviario italiano: reti, servizi e investimenti Dario Gentile Gennaio 2009 1. Il ruolo del sistema ferroviario nella mobilità generale dei passeggeri e delle merci La logica dell

Dettagli

- contribuire alla riduzione della povertà, - supportare la crescita economica ed - aiutare lo sviluppo dell amministrazione pubblica.

- contribuire alla riduzione della povertà, - supportare la crescita economica ed - aiutare lo sviluppo dell amministrazione pubblica. Il settore dei trasporti rappresenta un elemento di grande importanza per lo sviluppo di un paese, poichè le sue infrastrutture e servizi, se efficienti ed adeguati, possono: - contribuire alla riduzione

Dettagli

previsti dalla legge. Composta dai rappresentanti dei lavoratori e delle imprese, l Autorità Portuale ha specifiche

previsti dalla legge. Composta dai rappresentanti dei lavoratori e delle imprese, l Autorità Portuale ha specifiche Autorità Portuali Enti di diritto pubblico nati dal riordino della legislazione in materia portuale con l obiettivo di coordinare e programmare l attività nel sistema logistico euro-mediterraneo Francesca

Dettagli

Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono:

Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono: Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono: La realizzazione di un nuovo asse merci Vignale-Novara. Consente di potenziare il traffico merci da e per Domodossola-Luino e di liberare

Dettagli

Allegato. Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti L. 443/2001, art. 1, c. 1

Allegato. Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti L. 443/2001, art. 1, c. 1 Allegato Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti L. 443/2001, art. 1, c. 1 Allegato Programma delle infrastrutture strategiche del Ministro delle infrastrutture

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Un approccio per la gestione delle informazioni a supporto dei nodi logistici e dei sistemi logistici integrati Gianni Vottero Program Manager Divisione Transportation

Dettagli

Il nuovo posizionamento di Trenitalia Cargo nel mercato dell industria chimica Francesco Lugli Direttore Vendite Cargo Trenitalia

Il nuovo posizionamento di Trenitalia Cargo nel mercato dell industria chimica Francesco Lugli Direttore Vendite Cargo Trenitalia Il nuovo posizionamento di Trenitalia Cargo nel mercato dell industria chimica Francesco Lugli Direttore Vendite Cargo Trenitalia Milano, 24 giugno 2014 Trenitalia Trenitalia, società del Gruppo Ferrovie

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE 2013.

NOTA CONGIUNTURALE 2013. NOTA CONGIUNTURALE 213. I dati connturali sul trasporto merci 213 rilevati dal Centro Studi Confetra mostrano l arresto del trend negativo del traffico delle merci. La modesta positività dei risultati

Dettagli

Struttura del trasporto merci

Struttura del trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Struttura del trasporto merci Struttura del trasporto merci Il trasporto delle merci e la logistica MERCI

Dettagli

Statistiche dei trasporti marittimi

Statistiche dei trasporti marittimi SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 7 Settori Servizi Statistiche dei trasporti marittimi Anni 2002-2004 Contiene cd-rom Informazioni n. 5-2007 I settori AMBIENTE E TERRITORIO

Dettagli

UN MEZZOGIORNO DA CONNETTERE. Dario Gentile

UN MEZZOGIORNO DA CONNETTERE. Dario Gentile UN MEZZOGIORNO DA CONNETTERE Dario Gentile Maggio 2009 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 IL DEFICIT DEL MEZZOGIORNO NEI SERVIZI E NELLE INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO... 5 GLI INVESTIMENTI NEL MEZZOGIORNO... 8 L OCCASIONE

Dettagli

A T T I V I T À I N D U S T R I A L I E T R A S P O R T I A M A S S A C A R R A R A

A T T I V I T À I N D U S T R I A L I E T R A S P O R T I A M A S S A C A R R A R A A T T I V I T À I N D U S T R I A L I E T R A S P O R T I A M A S S A C A R R A R A Le prospettive del trasporto merci su ferrovia nella Zona Industriale Apuana Associazione Industriali Massa Carrara,

Dettagli

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Indice generale Indice generale... II Introduzione... - 6 - Perché un Piano Strategico Nazionale

Dettagli

GLI SCENARI DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA NELL OPINIONE DEGLI OPERATORI:

GLI SCENARI DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA NELL OPINIONE DEGLI OPERATORI: GLI SCENARI DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA NELL OPINIONE DEGLI OPERATORI: I RISULTATI DI UN INDAGINE DIRETTA In preparazione del Convegno del 28 novembre 2013 sulle prospettive del settore del trasporto

Dettagli

Capitolo 19. Trasporti e telecomunicazioni

Capitolo 19. Trasporti e telecomunicazioni Capitolo 19 Trasporti e telecomunicazioni 19. Trasporti e telecomunicazioni Trasporti Per saperne di più... Istat. I.stat: il tuo accesso diretto alla statistica italiana. Roma. http://dati.istat.it.

Dettagli

I COSTI DEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI

I COSTI DEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI MAGGIO 2005 I COSTI DEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI ANNO 2004 Sintesi dei risultati dell indagine campionaria Pag. I INDICE Introduzione... 1 1. Aggiornamento dell indagine sui costi del trasporto...

Dettagli

Pubbl. bimestrale dell Autorità Portuale di Venezia Aut. Tribunale di Venezia n. 1214 del 25.01.1996. Il Porto di Venezia e le Autostrade del Mare

Pubbl. bimestrale dell Autorità Portuale di Venezia Aut. Tribunale di Venezia n. 1214 del 25.01.1996. Il Porto di Venezia e le Autostrade del Mare Pubbl. bimestrale dell Autorità Portuale di Venezia Aut. Tribunale di Venezia n. 1214 del 25.01.1996 Il Porto di Venezia e le Autostrade del Mare 7 mag/giu 2008 Il Centro Intermodale Adriatico S.p.A. è

Dettagli

trimestrale on line di economia della logistica e dei trasporti diretto da rocco giordano trasporto marittimo 3 I driver del cambiamento

trimestrale on line di economia della logistica e dei trasporti diretto da rocco giordano trasporto marittimo 3 I driver del cambiamento Anno VI, numero 4 Dicembre 2013 Sistemi di Logistica trimestrale on line di economia della logistica e dei trasporti diretto da rocco giordano sistemi di logistica anno vi - n.4 Dicembre 2013 rivista trimestrale

Dettagli

PORTO DI VENEZIA 2015/2030: IL DOMANI È OGGI. Paolo Costa Presidente Autorità Portuale di Venezia

PORTO DI VENEZIA 2015/2030: IL DOMANI È OGGI. Paolo Costa Presidente Autorità Portuale di Venezia PORTO DI VENEZIA 2015/2030: IL DOMANI È OGGI Paolo Costa Presidente Autorità Portuale di Venezia POTENZIALE INFRASTRUTTURALE DI PORTO MARGHERA 12 km di banchine attive; 163 accosti operativi; 135 km di

Dettagli

Trasporto Intermodale delle merci PARTE A

Trasporto Intermodale delle merci PARTE A Facoltà di Ingegneria - Università di Pisa Anno Accademico: 2011/12 TECNICA ED ECONOMIA DEI TRASPORTI Docente: Marino Lupi Trasporto Intermodale delle merci PARTE A M. Lupi: "Tecnica ed economia dei Trasporti"

Dettagli

Gli scenari di traffico secondo gli operatori portuali

Gli scenari di traffico secondo gli operatori portuali Gli scenari di traffico secondo gli operatori portuali Audizione dell 11 aprile 2007 di Francesco Nerli, Presidente di Assoporti, dei rappresentanti delle Autorità portuali liguri Luigi Barone (Genova),

Dettagli

Fino a pochi anni fa, per la vecchia Europa, la Cina. Gallerie. Valichi alpini. Alessandro Focaracci Amministratore Unico di Prometeo Engineering Srl

Fino a pochi anni fa, per la vecchia Europa, la Cina. Gallerie. Valichi alpini. Alessandro Focaracci Amministratore Unico di Prometeo Engineering Srl 108 Valichi alpini Collegamenti internazionali: L APPROVAZIONE DEL NUOVO PROGRAMMA DEI CORRIDOI INFRA - STRUTTURALI EUROPEI (PIANO VAN MIERT) HA RIDISEGNATO UN QUA- DRO TRASPORTISTICO CHE IN PRECEDENZA

Dettagli

6. I TRASPORTI E LA LOGISTICA*

6. I TRASPORTI E LA LOGISTICA* 6. I TRASPORTI E LA LOGISTICA* 6.1 I flussi di traffico nel Veneto Nel 2014 i flussi di traffico e la movimentazione di merci sulla rete infrastrutturale regionale hanno evidenziato un incremento generalizzato

Dettagli

LE RELAZIONI ECONOMICHE TRA L ITALIA E IL MEDITERRANEO

LE RELAZIONI ECONOMICHE TRA L ITALIA E IL MEDITERRANEO 4 Rapporto Annuale LE RELAZIONI ECONOMICHE TRA L ITALIA E IL MEDITERRANEO Torino, 23 Gennaio 2015 Massimo DEANDREIS Direttore Generale - SRM La vocazione mediterranea dell Italia Trasformare la vocazione

Dettagli

ANALISI STRUTTURALE DEL TRASPORTO COMBINATO MARITTIMO E PROPOSTE DI POTENZIAMENTO

ANALISI STRUTTURALE DEL TRASPORTO COMBINATO MARITTIMO E PROPOSTE DI POTENZIAMENTO CONSULTA GENERALE PER L AUTOTRASPORTO E LA LOGISTICA ANALISI STRUTTURALE DEL TRASPORTO COMBINATO MARITTIMO E PROPOSTE DI POTENZIAMENTO Proposta di Rapporto finale Roma, giugno 2011 Indice 1. Obiettivi,

Dettagli

Conferenza Programmatica PD ROMA Ottobre 2014

Conferenza Programmatica PD ROMA Ottobre 2014 Conferenza Programmatica PD ROMA Ottobre 2014 Il sistema multimodale dei trasporti: Comune di Roma, di Fiumicino e Aeroporto Internazionale di Roma Leonardo da Vinci Introduzione Lo studio ha come obiettivo

Dettagli

Osservatorio trasporti e infrastrutture della regione Lazio. economia regionale

Osservatorio trasporti e infrastrutture della regione Lazio. economia regionale Osservatorio trasporti e infrastrutture della regione Lazio Il ruolo del porto di Civitavecchia nell economia economia regionale Roma 23 Giugno 2009 Settembre 2007 IL SISTEMA DEI VALICHI ALPINI Monitoraggio

Dettagli

Progettazione italiana per la ferrovia Bar-Belgrado

Progettazione italiana per la ferrovia Bar-Belgrado INTERNAZIONALIZZAZIONE 2. ITALFERR NEI BALCANI di Stefano Cianciotta Imprese Progettazione italiana per la ferrovia Bar-Belgrado «Si apre adesso una nuova fase per individuare i finanziamenti necessari

Dettagli

Trasporti, per una mobilità a tutto raggio

Trasporti, per una mobilità a tutto raggio www.governo.it Trasporti, per una mobilità a tutto raggio www.governo.it La Finanziaria per i Trasporti: Salerno-Reggio Calabria, stavolta si riparte (davvero) Pendolari, 665 milioni di euro per treni,

Dettagli