SOMMARIO. Introduzione... 3 Capitolo I Quadro concettuale dell informativa finanziaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO. Introduzione... 3 Capitolo I Quadro concettuale dell informativa finanziaria"

Transcript

1 Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Capitolo I Quadro concettuale dell informativa finanziaria Capitolo II IAS 1 Presentazione del bilancio Capitolo III IAS 2 Rimanenze Capitolo IV IAS 7 Rendiconto finanziario Capitolo V IAS 8 Principi contabili, cambiamenti nelle stime contabili ed errori Capitolo VI IAS 10 Fatti intervenuti dopo la data di chiusura dell'esercizio di riferimento Capitolo VII IAS 11 Lavori su ordinazione Capitolo VIII IAS 12 Imposte sul reddito Capitolo IX IAS 16 Immobili, impianti e macchinari Capitolo X IAS 17 Il leasing Capitolo XI IAS 18 Ricavi Capitolo XII IAS 19 Benefici per i dipendenti Capitolo XIII IAS 20 Contabilizzazione dei contributi pubblici e informativa sull assistenza pubblica Capitolo XIV IAS 21 Effetti nelle variazioni dei cambi delle valute estere Capitolo XV IAS 23 Oneri finanziari Capitolo XVI IAS 24 Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate Capitolo XVII IAS 27 Bilancio separato Capitolo XVIII IAS 28 Contabilizzazione delle partecipazioni in collegate e joint venture Capitolo XIX IAS 29 Informazioni contabili in economie iperinflazionate Capitolo XX IAS 32 Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio Capitolo XXI IAS 33 Utile per azione Capitolo XXII IAS 34 Bilanci intermedi Capitolo XXIII IAS 36 Riduzione di valore delle attività XI

2 Sommario Capitolo XXIV IAS 37 Accantonamenti, passività e attività potenziali Capitolo XXV IAS 38 Attività immateriali Capitolo XXVI IAS 39 Strumenti finanziari: rilevazione e valutazione Capitolo XXVII IAS 40 Investimenti immobiliari Capitolo XXVIII IAS 41 Agricoltura Capitolo XXIX IFRS 2 Pagamento basato su azioni Capitolo XXX IFRS 3 Aggregazioni aziendali Capitolo XXXI IFRS 4 Contratti assicurativi Capitolo XXXII Capitolo XXXIII IFRS 5 Attività non correnti possedute per la vendita e attività operative cessate IFRS 6 Esplorazione e valutazione delle risorse minerarie Capitolo XXXIV IFRS 7 Strumenti finanziari: informazioni integrative Capitolo XXXV IFRS 8 Settori operativi Capitolo XXXVI IFRS 10 Bilancio consolidato Capitolo XXXVII IFRS 11 Accordi di controllo congiunto Capitolo XXXVIII IFRS 12 Informativa sulle partecipazioni in altre entità Capitolo XXXIX IFRS 13 Valutazione del fair value Capitolo XL IFRIC 12 Accordi per servizi in concessione Capitolo XLI Nuovi IFRS e future evoluzioni Capitolo XLII IAS/IFRS e reddito d impresa per società industriali ed holding industriali XII

3 Indice sistematico INDICE SISTEMATICO Introduzione 1. Gli organismi contabili internazionali ed italiani Gli organismi internazionali La struttura della IFRS Foundation Trustees Il processo di emanazione di un principio contabile internazionale La procedura di omologazione dell Unione Europea (U.E.) La struttura di un principio contabile IAS/IFRS O.I.C. Organismo Italiano di Contabilità Struttura Osservatori Principi civilistici e Principi IAS/IFRS : corpus di principi contabili alternativi per la redazione del bilancio d esercizio (o bilancio separato ) e del bilancio consolidato Principi civilistici e Principi IAS/IFRS La chiarezza e la precisione (o verità ) del bilancio d esercizio: un concetto relativo ai Principi contabili adottati nella redazione del bilancio d esercizio I due modelli di bilancio d esercizio: il bilancio europeo ed il bilancio IAS/IFRS La tutela dei creditori e la tutela degli investitori attuali e potenziali Il principio contabile del costo storico ed il principio contabile del fair value Il principio della prudenza e quello del mark to market nella determinazione del reddito d esercizio Il principio della prevalenza della forma sulla sostanza (o modello europeo) ed il principio della prevalenza della sostanza sulla forma (o modello IAS/IFRS) Il reddito prodotto ed il reddito potenziale Il bilancio separato, il bilancio individuale ed il bilancio consolidato secondo i Principi IAS/IFRS Il bilancio separato (o separate financial statement ) Il bilancio individuale (o not separate financial statement ) Il bilancio consolidato (o consolidated financial statement ) I principi IAS/IFRS sono equivalenti ai GAAP statunitensi ed ai GAAP giapponesi, ai GAAP cinesi, ai GAAP canadesi e ai GAAP coreani I Principi IAS/IFRS sono equivalenti ai GAAP statunitensi IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XIII

4 IAS/IFRS I Principi IAS/IFRS sono equivalenti ai principi di Paesi Terzi India I modelli contabili del bilancio italiano e del bilancio IAS/IFRS Il bilancio d esercizio Lo stato patrimoniale Il conto economico L introduzione dei Principi IAS/IFRS in Italia: il D.Lgs. 28 febbraio 2005, n I principi contabili IAS/IFRS disciplinano il reddito di bilancio, ma non l utile distribuibile, che è disciplinato dalla legislazione italiana Il bilancio IAS/IFRS e la legislazione fiscale italiana Capitolo I Quadro concettuale dell informativa finanziaria 1. Sviluppo del Quadro concettuale dell informativa finanziaria Scopo ed ambito di applicazione del Quadro concettuale Obiettivo del bilancio redatto per fini di carattere generale Obiettivo, utilità e limiti del bilancio redatto per scopi di carattere generale Informazioni relative alle risorse economiche dell entità contabile, ai diritti su dette risorse ed alle variazioni di tali risorse e dei relativi diritti Risorse disponibili e loro caratteristiche Variazione delle risorse economiche e dei relativi diritti Caratteristiche qualitative dell informativa finanziaria utile Caratteristiche qualitative fondamentali Caratteristiche qualitative ausiliarie Il vincolo del costo pervasivo dell informativa finanziaria utile Framework 1989: testo tuttora in vigore Assunzioni contabili basilari: continuità aziendale (going concern) Elementi del bilancio Rilevazione degli elementi del bilancio Valutazione degli elementi del bilancio Concetti di capitale e di conservazione del capitale Capitolo II IAS 1 Presentazione del bilancio 1. Finalità ed ambito di applicazione Finalità Ambito di applicazione Scopo e contenuto del bilancio Scopo del bilancio Contenuto del bilancio XIV IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

5 Indice sistematico 3. Definizioni Definizioni di carattere generale Definizioni di carattere specifico Aspetti generali Attendibile presentazione (fair presentation) e conformità agli IFRS Presentazione attendibile Conformità del bilancio agli IFRS e sue eccezioni Continuità aziendale (going concern) Contabilizzazione per competenza (accrual basis of accounting) Rilevanza ed aggregazione (materiality and aggregation) Compensazione (offset) Periodicità dell informativa Comparabilità dell informativa Uniformità di presentazione Identificazione del bilancio Prospetto della situazione patrimoniale-finanziaria (o stato patrimoniale ) Informazioni da presentare nel prospetto di situazione patrimonialefinanziaria Distinzione corrente/non corrente Criterio corrente/non corrente Criterio di liquidità Criterio della liquidità per tutte le voci Criterio misto Informazioni da esporre nel prospetto di stato patrimoniale o nelle note Prospetto dell utile (perdita) e delle altre componenti di conto economico complessivo (o conto economico complessivo ) Disposizioni comuni Prospetto dell utile (perdita) d esercizio Prospetto dell utile (perdita) d esercizio: classificazione dei costi per natura Prospetto dell utile (perdita) d esercizio: classificazione dei costi per destinazione Prospetto delle altre componenti di conto economico complessivo (O.C.I. Other Comprehensive Income) Contenuto delle altre componenti di conto economico complessivo (O.C.I.) Rettifiche da riclassificazione relative alle altre componenti del conto economico complessivo (O.C.I.) Modalità espositive Informazioni da esporre nel prospetto di conto economico complessivo o nelle note al bilancio Prospetto delle variazioni di patrimonio netto Contenuto del prospetto delle variazioni di patrimonio netto Il totale del conto economico complessivo IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XV

6 IAS/IFRS Gli effetti dell applicazione retroattiva o della rideterminazione retroattiva rilevati secondo quanto previsto dallo IAS La riconciliazione tra il valore contabile all inizio e quello al termine dell esercizio di ciascuna voce del patrimonio netto L ammontare dei dividendi rilevati come distribuzioni ai soci ed il relativo importo per azione Forma di presentazione Rendiconto finanziario Note al bilancio (o nota integrativa ) Struttura delle note al bilancio Illustrazione dei principi contabili Cause d incertezza nelle stime Capitale Altre informazioni integrative Capitolo III IAS 2 Rimanenze 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Valutazione delle rimanenze Costo delle Rimanenze Costo di acquisto Costi di trasformazione I prodotti congiunti Altri costi sostenuti per portare le rimanenze nel luogo e nelle condizioni attuali Altri costi: magazzinaggio, oneri finanziari, differenze di cambio Costo delle rimanenze di un fornitore di servizi Costo dei prodotti agricoli ottenuti da attività biologiche Tecniche di determinazione del costo Metodi di valutazione al costo Il costo specifico Valutazione dei beni fungibili Utilizzo di diversi metodi di valutazione Il valore netto di realizzo Minor valore di realizzo per i beni incorporati in prodotti finiti Stock di magazzino Esposizione in bilancio delle rimanenze La rappresentazione nello Stato Patrimoniale La rappresentazione nel Conto Economico XVI IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

7 Indice sistematico 5.3. La rappresentazione delle rimanenze nel Conto Economico per natura La rappresentazione delle rimanenze nel Conto Economico per destinazione La rappresentazione della svalutazione delle rimanenze Diretta adozione del valore netto di realizzo come risultato della valutazione delle rimanenze Svalutazione in un apposito fondo rettificativo del valore contabile delle rimanenze La ripresa di valore delle rimanenze Diretta adozione del nuovo valore netto di realizzo Appostazione di una ripresa di valore a rettifica del valore contabile delle rimanenze Informazioni integrative Capitolo IV IAS 7 Rendiconto finanziario 1. Finalità Ambito di applicazione Benefici apportati dalle informazioni sui flussi finanziari Definizioni Disponibilità liquide e mezzi equivalenti Disponibilità liquide Disponibilità liquide equivalenti Presentazione del rendiconto finanziario Attività operativa I flussi finanziari derivanti da interessi e dividendi I flussi finanziari derivanti da imposte sul reddito Articolazione minima del flusso finanziario dell attività operativa Attività di investimento Attività finanziaria Presentazione dei flussi finanziari Presentazione dei flussi finanziari dell attività operativa Rendiconto finanziario con il metodo diretto Rendiconto finanziario con il metodo indiretto Presentazione dei flussi finanziari dell attività di investimento e finanziaria Presentazione dei flussi finanziari al netto Aspetti particolari Flussi finanziari in valuta estera Partecipazioni in società controllate, collegate e joint venture Variazioni nell interessenza partecipativa nelle controllate e in altre aziende Operazioni non monetarie IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XVII

8 IAS/IFRS 8. Informazioni integrative Componenti delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti Altre informazioni integrative Capitolo V IAS 8 Principi contabili, cambiamenti nelle stime contabili ed errori 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Selezione dei principi contabili Esistenza di principi contabili Assenza di principi contabili Uniformità dei principi contabili Cambiamenti di principi contabili Applicazione dei cambiamenti nei principi contabili Applicazione retroattiva Limitazioni all applicazione retroattiva Informazioni integrative Cambiamento obbligatorio di principio contabile Cambiamento volontario di principio contabile Cambiamenti di stime contabili Iscrizione del cambiamento di stima contabile Informazioni integrative Errori Modalità di correzione degli errori Correzione retroattiva Correzione prospettica Informativa su errori di esercizi precedenti Capitolo VI IAS 10 Fatti intervenuti dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni I fatti intervenuti dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento I fatti intervenuti dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento (es.: 31/12/Anno 1) e prima della data di redazione del medesimo (es.: 27/03/Anno 2) I fatti intervenuti dopo la data di redazione del bilancio (es.: 27/03/Anno 2) e prima della data di approvazione del medesimo (es.: 28/04/Anno 2) Il soggetto che ha la funzione di redigere e di approvare il bilancio Sistema tradizionale (o ordinario) XVIII IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

9 Indice sistematico Sistema dualistico Sistema monistico Il processo di redazione ed approvazione del bilancio Rilevazione e misurazione Fatti intervenuti che comportano una rettifica del bilancio Conclusione, dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento, di una causa legale Individuazione, dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento, della svalutazione di un attività subita alla data di riferimento del bilancio, oppure della necessità di rettificare un importo della svalutazione dell attività precedentemente rilevato Definizione, dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento, del costo di un attività acquisita o del corrispettivo di un attività venduta prima della data di riferimento del bilancio Determinazione, dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento, dell importo di incentivi o compartecipazione agli utili da corrispondere a dipendenti quale emolumenti per le prestazioni relative all esercizio chiuso Scoperta di frodi o errori che rendono il bilancio non corretto Fatti intervenuti che non comportano una rettifica del bilancio Flessione del fair value degli investimenti avvenuta tra la data di chiusura dell esercizio di riferimento e la data di redazione dello stesso Flessione del valore di un attività o una passività espressa in valuta estera avvenuta tra la data di chiusura dell esercizio di riferimento e la data di redazione dello stesso a causa della fluttuazione del tasso di cambio Distruzione di impianti di produzione generata da calamità naturali o da incendi Annuncio o avvio di un importante piano di ristrutturazione Variazioni delle aliquote fiscali o delle norme tributarie emanate o comunicate dopo la data di chiusura dell esercizio di riferimento Dividendi Sistema tradizionale (o ordinario) Sistema dualistico Sistema monistico Continuità aziendale Informazioni integrative La data di redazione del bilancio ed il soggetto che lo ha redatto IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XIX

10 IAS/IFRS 6.2. Aggiornamento dell informativa concernente le situazioni alla data di riferimento del bilancio Fatti intervenuti che non comportano rettifica del bilancio Capitolo VII IAS 11 Lavori su ordinazione 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Combinazioni e suddivisioni di lavori su ordinazione Lavori su ordinazione distinti Gruppi di lavori su ordinazione Additional assets (ulteriori beni di un lavoro su ordinazione) Ricavi relativi al lavoro su ordinazione Valutazione dei ricavi Valutazione delle varianti relative ai lavori su ordinazione Le revisioni dei prezzi ( claim ) I pagamenti di incentivi ( incentive payments ) Costi di commessa Costi diretti Costi generali di commessa Costi contrattualmente addebitabili al committente Costi esclusi Criteri di imputazione Rilevazione di ricavi e costi del lavoro su ordinazione Condizioni per la stima attendibile del risultato del lavoro su ordinazione Lavori su ordinazione a prezzo predeterminato Lavori su ordinazione a margine garantito Stato avanzamento lavori Metodo cost-to-cost Metodo della valutazione del lavoro svolto (o metodo delle ore lavorate rispetto alle ore totali previste ) Metodo del completamento di una quantità fisica Zero profit method (o metodo del costo sostenuto ) Casi particolari di lavori su ordinazione senza recupero di costi Anticipi relativi a lavori su ordinazione Fatturazioni relative a lavori su ordinazione Ritenute a garanzia Rilevazione di perdite attese Cambiamenti nelle stime Informazioni integrative XX IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

11 Capitolo VIII IAS 12 Imposte sul reddito Indice sistematico 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Base imponibile: il valore fiscale delle voci del bilancio Valore fiscale delle voci dello stato patrimoniale Valore fiscale di un attività Valore fiscale di una passività Valore fiscale delle voci del conto economico Differenze temporanee che si originano con la redazione del bilancio consolidato Rilevazione delle passività e delle attività fiscali correnti Rilevazione delle passività e delle attività fiscali differite Fiscalità differita derivante da voci del conto economico Fiscalità differita derivante da voci dello stato patrimoniale Fiscalità differita sulle differenze temporanee che si originano nello stato patrimoniale Differenze temporanee imponibili Aggregazioni aziendali Attività iscritte al fair value Avviamento L avviamento derivante da un aggregazione: rilevazione iniziale Avviamento pagato in sede di un acquisizione Avviamento negativo (abrogato) Consolidamento con il metodo dell integrazione globale Differenze temporanee deducibili Eliminazione degli utili e delle perdite infragruppo Consolidamento con il metodo dell integrazione globale Fiscalità differita sulle differenze temporanee che si originano nel conto economico Differenze temporanee imponibili Differenze temporanee deducibili Investimenti finanziari in società controllate, filiali e società collegate, e partecipazioni in joint venture Valutazione Condizioni per la rilevazione delle attività per imposte anticipate L iscrizione delle attività per imposte anticipate sulle perdite fiscali Nuova valutazione delle attività fiscali differite non rilevate Le riserve in sospensione d imposta e le riserve di rivalutazione secondo l O.I.C Modalità di recupero del valore contabile di un attività (passività) e determinazione della connessa aliquota fiscale e del valore ai fini fiscali IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXI

12 IAS/IFRS La non attualizzazione delle attività e passività fiscali differite Rilevazione delle imposte sul reddito correnti e differite Imposte correnti e differite imputate a conto economico Imposte correnti sul reddito d esercizio Imposte anticipate e imposte differite passive derivanti da voci del conto economico Imposte differite imputate direttamente al patrimonio netto (o stato patrimoniale) Imposte differite derivanti da una aggregazione di imprese Imposte correnti e differite derivanti da operazioni con pagamento basato su azioni Variazioni di aliquote nella determinazione della fiscalità differita: aumento e riduzione dell aliquota Variazioni di aliquote relative alla fiscalità differita sui componenti di reddito rilevati nel conto economico Variazioni di aliquote relative alla fiscalità differita sui componenti di reddito rilevati direttamente nel patrimonio netto Affrancamento dei disallineamenti fiscali Esposizione nel bilancio Compensazione Oneri (proventi) fiscali relativi a profitti o perdite della gestione ordinaria Differenze cambio su passività o attività fiscali estere differite Informazioni integrative Componenti degli oneri (proventi) fiscali di cui è richiesta la separata indicazione I prospetti di riconciliazione Ulteriori elementi che devono essere indicati separatamente Capitolo IX IAS 16 Immobili, impianti e macchinari 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Rilevazione Il costo degli immobili, impianti e macchinari L iscrizione nello stato patrimoniale I pezzi di ricambio e le attrezzature per la manutenzione Costi iniziali Costi successivi I costi di manutenzione ordinaria I costi per verifiche XXII IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

13 Indice sistematico I costi di sostituzione Modalità di rilevazione dei costi per verifiche e dei costi di sostituzione Misurazione al momento della rilevazione iniziale Componenti di costo I costi direttamente imputabili I costi per lo smantellamento, per la rimozione dell attività e per la bonifica del luogo I costi esclusi dalla patrimonializzazione I costi esclusi dalla patrimonializzazione, in quanto successivi alla data in cui il bene strumentale è in grado di funzionare Le costruzioni interne Misurazione del costo Gli interessi impliciti nel costo di un bene strumentale La patrimonializzazione degli oneri finanziari (IAS 23) La permuta Valutazione successiva alla rilevazione Il modello del costo ed il relativo ammortamento Il component approach Trattamento delle quote di ammortamento Imputazione al conto economico Imputazione al costo di un bene costruito internamente Valore ammortizzabile e periodo di ammortamento (o vita utile del bene) Il valore ammortizzabile e l inizio del periodo di ammortamento: il bene disponibile all uso La vita utile del bene I terreni e gli edifici Il valore residuo del bene Il criterio di ammortamento: quote costanti, decrescenti, per quantità prodotte La riduzione di valore del bene ammortizzabile (o Impairment test ) La ripresa di valore del bene ammortizzabile (o Impairment test ) Rimborsi per riduzione di valore (o risarcimento danni) Il modello della rideterminazione del valore (o fair value ) Eliminazione contabile Condizioni per l eliminazione contabile Individuazione e trattamento dell utile o della perdita derivante dall eliminazione contabile Informazioni integrative Informazioni da indicare per ciascuna classe di elementi Informazioni da indicare in caso di immobili, impianti e macchinari iscritti a valori rideterminati (o fair value ) Ulteriori informazioni da indicare IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXIII

14 IAS/IFRS Capitolo X IAS 17 Il leasing 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Classificazione delle operazioni di leasing Il trasferimento della proprietà L opzione di acquisto La durata del contratto Il valore attuale dei canoni di locazione La natura del bene La clausola di risoluzione contrattuale Gli effetti della fluttuazione nel fair value del valore residuo Le opzioni di rinnovo La locazione di terreni e fabbricati Le operazioni di leasing nel bilancio dei locatari Leasing finanziari nel bilancio dei locatari Rilevazione iniziale Valutazioni successive Informazioni integrative Leasing operativi nel bilancio dei locatari Contabilizzazione negli schemi di bilancio Informazioni integrative Le operazioni di leasing nel bilancio dei locatori Leasing finanziari nel bilancio dei locatori Leasing finanziario diretto (o delle società di leasing ) Leasing finanziario al consumo (o sales-type leasing ) Informazioni integrative Leasing operativi nel bilancio dei locatori Leasing operativo delle società di leasing Leasing operativo dei produttori/commercianti di beni Informazioni integrative Operazione di vendita e retrolocazione ( sale and leaseback ) Definizione Trattamento contabile Leasing finanziari nel bilancio del cedente-locatario Leasing operativi nel bilancio del cedente-locatario Informazioni integrative IFRIC 4: modalità di determinazione se un accordo è o contiene un leasing finanziario Come determinare se un accordo è o contiene un leasing finanziario Identificazione dell attività Diritto all utilizzazione dell attività Alcuni esempi XXIV IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

15 Indice sistematico 8.2. Quando determinare se un accordo è o contiene un leasing finanziario La rappresentazione contabile del leasing finanziario contenuto nell accordo SIC 15: Leasing operativo Incentivi SIC 27: la valutazione della sostanza delle operazioni nella forma legale del leasing Leasing finanziario in costruendo (Banca d Italia Circolare del 28 febbraio 2008) Modalità di contabilizzazione del leasing finanziario in costruendo nel modello con ritenzione dei rischi Modalità di contabilizzazione del leasing finanziario in costruendo nel modello con trasferimento dei rischi Capitolo XI IAS 18 Ricavi 1. Finalità Ambito di applicazione I ricavi derivanti dalla vendita di beni I ricavi derivanti dalla prestazione di servizi I ricavi da utilizzo (o godimento ) di beni dell impresa da parte di terzi Le esclusioni Definizioni Determinazione dei ricavi Le cessioni con corrispettivo in denaro Riduzioni del corrispettivo: sconti commerciali e premi di quantità Tempi d incasso Eventuale insolvenza del debitore Le cessioni con corrispettivo rappresentato da altri beni Permuta di beni e servizi aventi natura e valore simili Permuta di beni e servizi di diversa natura Permute comprendenti servizi pubblicitari: SIC Identificazione dell operazione Singola operazione in cui sono identificabili componenti diverse Più operazioni strettamente connesse Programmi di fidelizzazione della clientela: IFRIC Vendita di merci Le condizioni che qualificano i ricavi di vendita Trasferimento di rischi significativi e di benefici connessi con la proprietà del bene Trasferimento del solito livello continuativo di attività associate alla proprietà nonché dell effettivo controllo sulla merce venduta IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXV

16 IAS/IFRS Determinazione attendibile dell ammontare dei ricavi Probabilità di ottenimento di benefici economici Attendibile determinazione dei costi sostenuti, o da sostenere, riguardo l operazione Vendite con consegna differita a richiesta del cliente Forniture di beni soggetti a condizioni: l installazione ed il collaudo Forniture di beni soggetti a condizioni: l approvazione da parte dell acquirente, quando l acquirente ha negoziato un limitato diritto alla restituzione Forniture di beni soggetti a condizioni: la consegna in conto vendita (o contratto estimatorio ) Forniture di beni soggetti a condizioni: la vendita con pagamento alla consegna (o differito) Vendita con pagamento rateale e consegna differita al termine del pagamento Ordini per i quali il pagamento (anche parziale) è ricevuto in anticipo rispetto alla consegna dei beni Vendita e retrocessione a termine dello stesso bene Vendite ad intermediari Abbonamenti a pubblicazioni ed elementi similari Vendita con riserva della proprietà Prestazioni di servizi Le condizioni che qualificano i ricavi per prestazione di servizi Compensi per l installazione Compensi per servizi inclusi nel prezzo del prodotto Commissioni pubblicitarie Commissioni per le agenzie assicurative Commissioni per servizi finanziari Commissioni che sono parte integrante del tasso di interesse effettivo di uno strumento finanziario (o upfront ) Commissioni acquisite in relazione alla fornitura di servizi Commissioni che maturano al momento dell esecuzione di un azione significativa Quote di ammissione Compensi di istruzione Quote d iscrizione, d ingresso ed associative Commissioni di esclusiva o franchise fees Franchise fees per la fornitura di macchinari e di altre attività materiali Franchise fees per la prestazione iniziale e successiva di servizi Compensi continuativi di esclusiva Compensi trattati come operazioni di agenzia Compenso per lo sviluppo di software personalizzato XXVI IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

17 Indice sistematico 8. Vendita di immobili: IFRIC 15 Accordi per la costruzione di immobili Criteri d individuazione dello IAS applicabile al contratto di costruzione d immobili Criteri di rilevazione dei ricavi derivanti dalla costruzione d immobili Un caso particolare di permuta: IFRIC 18 Cessioni di attività da parte della clientela Interessi, royalties e dividendi I ricavi derivanti da interessi I ricavi derivanti da royalties I ricavi derivanti da dividendi Informazioni integrative Capitolo XII IAS 19 Benefici per i dipendenti 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Benefici a breve termine per i dipendenti Rilevazione e valutazione Benefici a breve termine per i dipendenti Brevi assenze retribuite Compartecipazioni agli utili e piani di incentivazione Informazioni integrative Benefici successivi al rapporto di lavoro: distinzione tra piani a contribuzione definita e piani a benefici definiti Piani pensionistici relativi a più datori di lavoro Piani a benefici definiti che condividono i rischi tra imprese sotto controllo comune Piani previdenziali statali Benefici assicurati Benefici successivi al rapporto di lavoro: Piani a contribuzione definita Rilevazione e valutazione Informazioni integrative Benefici successivi al rapporto di lavoro: Piani a benefici definiti Distinzione tra fondi interni e fondi esterni Distinzione tra piani finanziati (funded plan) e piani non finanziati (unfunded plan) Il ruolo del fondo esterno nei Piani a benefici definiti Le distinte fasi di gestione del fondo Il valore dell obbligazione di un piano a benefici definiti Le attività a servizio del piano e il loro rendimento Il Fair value delle attività a servizio del piano Il rendimento delle attività a servizio del piano IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXVII

18 IAS/IFRS 9. La determinazione del valore delle contribuzioni al fondo: contribuzione regolare e contribuzione integrativa Ipotesi attuariali La contribuzione regolare Il costo previdenziale per prestazioni dell anno e degli anni precedenti (service cost) Gli interessi passivi/attivi sul valore della passività/attività netta (net interest cost/income) La determinazione della contribuzione integrativa al fondo I piani a benefici definiti nel bilancio del datore di lavoro: Stato Patrimoniale, Conto Economico e Nota Integrativa La rilevazione della contribuzione regolare La rilevazione della contribuzione aggiuntiva : gli utili e le perdite attuariali La nota integrativa Estinzioni di piani a benefici definiti Altri benefici a lungo termine Rilevazione e valutazione Informazioni integrative Benefici dovuti ai dipendenti per la cessazione del rapporto di lavoro Rilevazione Misurazione Informazioni integrative Appendice: Il trattamento di fine rapporto La riforma del TFR Il mantenimento del TFR in azienda (aziende fino a 49 dipendenti) Il trasferimento del TFR al fondo di tesoreria dell INPS (aziende con almeno 50 dipendenti) Il versamento del TFR al fondo di Tesoreria La liquidazione delle anticipazioni sul TFR Il versamento del TFR ai fondi di previdenza complementare Imprese che adottano i principi contabili internazionali (IAS/IFRS) Il TFR maturato al 31/12/ Il TFR maturando dall 1/1/ Capitolo XIII IAS 20 Contabilizzazione dei contributi pubblici e informativa sull assistenza pubblica 1. Ambito di applicazione Definizioni Contributi pubblici Iscrizione dei contributi come provento Contributi pubblici non monetari Presentazione in bilancio dei contributi in conto capitale Contributi in conto capitale rilevati come ricavi differiti (o risconti passivi) XXVIII IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

19 Indice sistematico Contributi in conto capitale rilevati come riduzione del costo del bene Rilevazione in bilancio dei contributi in conto esercizio Iscrizione quale componente positivo di reddito Iscrizione a riduzione diretta dei costi Restituzione dei contributi pubblici Assistenza pubblica Informazioni integrative Capitolo XIV IAS 21 Effetti nelle variazioni dei cambi delle valute estere 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Valuta funzionale Investimento netto in una gestione estera: le partecipazioni ed i finanziamenti Elementi monetari (e non monetari) Sintesi dell approccio previsto dal principio Presentazione di operazioni in moneta estera nella valuta funzionale Rilevazione iniziale Esposizione in bilancio alle date successive e rilevazione delle differenze cambio Elementi monetari Elementi non monetari Determinazione del valore recuperabile di una voce di bilancio in valuta estera Differenze di cambio originate da elementi monetari che fanno parte di investimenti netti in gestioni estere Tenuta dei libri e scritture contabili in una valuta diversa da quella funzionale Variazione della valuta funzionale Utilizzo di una moneta di presentazione del bilancio diversa dalla valuta funzionale Bilancio separato/individuale: conversione nella moneta di presentazione Conversione dei valori espressi in una valuta funzionale non iperinflazionata nella moneta di presentazione del bilancio Conversione dei valori espressi in una valuta funzionale iperinflazionata nella moneta di presentazione Bilancio consolidato: conversione nella moneta di presentazione Operazioni di consolidamento Date dei bilanci delle consociate Avviamento IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXIX

20 IAS/IFRS 6.3. Dismissione o dismissione parziale di una gestione estera Effetti fiscali di tutte le differenze cambio Informazioni integrative Capitolo XV IAS 23 Oneri finanziari 1. Principio generale Ambito di applicazione Definizioni Rilevazione Oneri finanziari impliciti Oneri finanziari capitalizzabili Finanziamenti ottenuti specificatamente per l acquisizione di determinati beni Finanziamenti generici per l acquisizione di determinati beni Finanziamenti specifici e finanziamenti generici per l acquisizione di determinati beni Eccedenza del valore contabile del bene, inclusa la capitalizzazione degli oneri finanziari, rispetto al suo valore recuperabile Inizio della capitalizzazione degli oneri finanziari Sospensione della capitalizzazione degli oneri finanziari Interruzione della capitalizzazione degli oneri finanziari: il bene è pronto per l utilizzo previsto o per la vendita Informazioni integrative Disposizioni transitorie Capitolo XVI IAS 24 Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate 1. Finalità Ambito di applicazione Scopo dell informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate Definizioni Le parti correlate Soggetti con relazione di appartenenza al medesimo gruppo Altri soggetti Le operazioni con controparti correlate Informazioni integrative L informativa di bilancio relativa ad operazioni con parti correlate Le forme di rappresentazione ed esposizione in bilancio dell informativa su operazioni con parti correlate Le relazioni con gli Enti Pubblici XXX IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

21 Indice sistematico 5.4. L informativa di bilancio relativa a specifiche categorie di parti correlate Casi particolari di rappresentazione ed esposizione in bilancio dell informativa relativa a operazioni con parti correlate Capitolo XVII IAS 27 Bilancio separato 1. Ambito di applicazione Definizioni Preparazione del bilancio separato Informazioni integrative Capitolo XVIII IAS 28 Contabilizzazione delle partecipazioni in collegate e joint venture 1. Obiettivi e campo di applicazione Definizioni Influenza notevole Metodo del patrimonio netto Applicazione del metodo del patrimonio netto Ambito di applicazione del metodo del patrimonio netto per la valutazione delle partecipazioni in società collegate e joint venture Premesse operative per l applicazione del metodo del patrimonio netto Iscrizione iniziale della partecipazione Valutazioni successive alla prima iscrizione Utili o perdite delle partecipate Dividendi distribuiti Modifiche nel patrimonio netto della partecipata rappresentate nel suo conto economico complessivo Altri aspetti operativi dell applicazione dell Equity Method Operazioni verso l alto e verso il basso Azioni privilegiate Rilevazione delle perdite delle partecipate eccedenti il valore di iscrizione Perdite per riduzione di valore nel bilancio consolidato Ripresa di valore delle partecipazioni in società collegate e joint venture nel bilancio consolidato Interruzione dell applicazione del metodo Equity Bilancio separato Valutazione delle partecipazioni in società collegate e joint venture al fair value Valutazione delle partecipazioni in società collegate e joint venture al costo Perdita per riduzione di valore nel bilancio separato IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXXI

22 IAS/IFRS Ripresa di valore nel bilancio separato La contabilizzazione dei dividendi nel bilancio separato Capitolo XIX IAS 29 Informazioni contabili in economie iperinflazionate 1. Finalità Ambito di applicazione Rideterminazione dei valori di bilancio Bilancio a costi storici Stato Patrimoniale Elementi monetari Attività e passività indicizzate Attività e passività non monetarie Capitale proprio Conto Economico Utile o perdita sulla posizione monetaria netta Bilancio a costi correnti Stato Patrimoniale Conto Economico Utile o perdita sulla posizione monetaria netta Imposte Rendiconto finanziario Dati corrispondenti (o valori ed informazioni del precedente esercizio ) Bilancio consolidato Scelta ed utilizzo dell indice generale dei prezzi Economie che cessano di essere iperinflazionate Informazioni integrative Capitolo XX IAS 32 Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Strumenti finanziari: attività e passività finanziarie Attività finanziarie Passività finanziarie Strumenti rappresentativi di capitale Strumenti finanziari derivati (AG15-AG19) Opzioni (AG17) Forward (AG18) Swap (AG19) Derivati su azioni proprie o su partecipazioni in società controllate, collegate e joint venture Contratti per l acquisto o la vendita di beni non finanziari: materie prime, impianti, ecc. (AG20-AG23) XXXII IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

23 Indice sistematico Acquisti/vendite normali Acquisti/vendite non normali Contratto (AG11-AG12) Esposizione in bilancio delle passività e del capitale Le caratteristiche di uno strumento rappresentativo di capitale : l assenza di obbligazione contrattuale a consegnare disponibilità liquide o altra attività finanziaria (par. 16.a) Le azioni di risparmio in Italia I versamenti dei soci in Italia Le caratteristiche di uno strumento rappresentativo di capitale: l estinzione tramite strumenti rappresentativi di capitale (par. 16.b) Contabilizzazione di strumenti rappresentativi di capitale (patrimonio netto) Contabilizzazione degli strumenti finanziari che prevedono lo scambio di azioni proprie classificati come attività o passività finanziarie Clausole di potenziale adempimento: passività finanziarie o patrimonio netto Casi di passività finanziarie Casi di patrimonio netto Opzioni sulle modalità di estinzione: gross physical settlement, net cash settlement, net share settlement Esempi di contabilizzazione di derivati sulle azioni proprie tratti dall Illustrative Examples Contratto forward per acquisto di azioni proprie Contratto forward per vendita di azioni proprie Acquisto di opzione call su azioni proprie Vendita (emissione) di opzione call su azioni proprie Acquisto di opzione put su azioni proprie Vendita (emissione) di opzione put su azioni proprie Rappresentazione nel bilancio consolidato Puttable instruments ( opzione a vendere ) Fondi comuni di investimento Le società cooperative Esposizione in bilancio degli strumenti finanziari composti: obbligazioni convertibili in azioni Attribuzione iniziale del valore contabile di uno strumento composto alle parti componenti: passività finanziaria e patrimonio netto Estinzione di uno strumento composto alla scadenza (es.: obbligazioni convertibili) Estinzione di uno strumento composto prima della scadenza (es.: obbligazioni convertibili) La trasformazione in capitale di una passività finanziaria IFRIC Esposizione in bilancio delle azioni proprie Esposizione in bilancio degli interessi, dei dividendi, delle perdite e degli utili 1140 IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXXIII

24 IAS/IFRS 7.1. Strumenti rappresentativi di capitale (o azioni proprie) Perdite e utili sulle azioni proprie Dividendi I costi connessi all emissione e al riacquisto di azioni proprie Strumenti finanziari: passività finanziarie Perdite e utili sulle passività finanziarie Interessi Quadro di sintesi Compensazione di attività e passività finanziarie Regole generali Criterio secondo cui una entità ha correntemente il diritto legale a compensare gli importi rilevati contabilmente (paragrafo 42.a) In vigore dal 1 gennaio Criterio secondo cui una entità intende estinguere il residuo netto, o realizzare l attività e contemporaneamente estinguere la passività (paragrafo 42.b) In vigore dal 1 gennaio Informazioni integrative relative alle attività finanziarie compensate In vigore dal 1 gennaio Informazioni integrative Capitolo XXI IAS 33 Utile per azione 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Valutazione Utile base per azione (o Basic Earnings per Share ) Utile Azioni Utile diluito per azione (o Diluted Earnings per Share ) Utile Azioni Potenziali azioni ordinarie con effetto diluitivo Opzioni, warrant e loro equivalenti Strumenti convertibili (Obbligazioni convertibili ed azioni privilegiate convertibili) Azioni di potenziale emissione (contingently issuable shares) Contratti che possono essere adempiuti con azioni ordinarie o disponibilità liquide Opzioni acquistate Opzioni a vendere emesse Schema logico per la determinazione dell E.p.S. diluito Rettifiche retroattive XXXIV IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l.

25 Indice sistematico 8. Esposizione in bilancio Informazioni integrative Capitolo XXII IAS 34 Bilanci intermedi 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni Contenuto di un bilancio intermedio Componenti minimi del bilancio intermedio Forma e contenuto del bilancio intermedio Note illustrative specifiche Esplicitazione di conformità agli IFRS Periodi per i quali i bilanci intermedi devono essere pubblicati Rilevanza Informativa nel bilancio annuale Rilevazione e valutazione Principi contabili identici a quelli annuali Ricavi stagionali, ciclici o occasionali Costi sostenuti in modo non uniforme nell esercizio Applicazione dei principi di rilevazione e valutazione Uso delle stime Ricalcolo dei valori utilizzati in precedenti informative intermedie Appendice: norme Consob in materia di bilanci intermedi Capitolo XXIII IAS 36 Riduzione di valore delle attività 1. Finalità Ambito di applicazione Definizioni La valutazione di impairment sulla singola attività o sulla cash generating unit Identificazione di un attività che possa aver subito una riduzione di valore Fonti esterne di informazione Fonti interne di informazione Determinazione del valore recuperabile Fair value dedotti i costi di dismissione Valore d uso Criteri di stima dei flussi finanziari futuri Composizione delle stime dei flussi finanziari futuri Stima dei flussi finanziari nelle condizioni correnti Flussi finanziari derivanti dalla dismissione dell attività Flussi finanziari futuri in valuta estera IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. XXXV

Indice sistematico INDICE SISTEMATICO

Indice sistematico INDICE SISTEMATICO Indice sistematico INDICE SISTEMATICO Introduzione 1. Gli organismi contabili internazionali ed italiani... 3 1.1. Gli organismi internazionali... 3 1.1.1. La struttura della IFRS Foundation Trustees...

Dettagli

PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE..

PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE.. INDICE PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE.. 4. VALUTAZIONE. 5. ALTRI ASPETTI. 6. OPERAZIONI CON AZIONI PROPRIE ALL INTERNO

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE (RIVISTO NELLA SOSTANZA NEL 1993) Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere Il presente Principio

Dettagli

37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS

37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS 37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS Premessa Come indicato in Nota 1, La Società, nell ambito del progetto intrapreso nel 2008 afferente la transizione ai principi contabili internazionali

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/31 35. Informazioni sui valori contabili contenuti in differenti classificazioni di rimanenze e l ammontare delle variazioni in queste voci di attività è utile per gli utilizzatori del bilancio.

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

Sommario. Parte prima. Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici. 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio

Sommario. Parte prima. Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici. 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio INDICE COMPLETO Sommario Parte prima Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio Funzioni del bilancio e principi di redazione

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) Pag. 1 1 INDICE Premessa... 3 PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS1)... 4 RICONCILIAZIONI RICHIESTE DALL IFRS 1...

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 28. Partecipazioni in società collegate

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 28. Partecipazioni in società collegate PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 28 Partecipazioni in società collegate SOMMARIO Paragrafi Ambito di applicazione 1 Definizioni 2-12 Influenza notevole 6-10 Metodo del patrimonio netto 11-12 Applicazione

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1

Introduzione. Capitolo 1 Capitolo 1 Introduzione 1.1 Contesto generale 1.2 Sviluppo di un principio internazionale 1.2.1 Lo IAS 22 e relative Interpretazioni SIC 1.2.2 Il progetto dello IASB 1.2.3 L IFRS 3 A Motivazioni del progetto

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) (DOCUMENTO SOGGETTO A VERIFICA, IN CORSO, DA PARTE DELLA SOCIETA DI REVISIONE) Nel 2002 l Unione europea ha adottato il regolamento n. 1606 in base

Dettagli

PRIMA APPLICAZIONE DEGLI IFRS

PRIMA APPLICAZIONE DEGLI IFRS PRIMA APPLICAZIONE DEGLI PRIMA APPLICAZIONE DEGLI Nella presente nota vengono riportate le informazioni richieste dall 1 e, in particolare, la descrizione degli impatti che la transizione agli ha determinato

Dettagli

Indicazioni generali sulla struttura e sul contenuto degli schemi di Bilancio secondo i p.c. internazionali (Ias/Ifrs)

Indicazioni generali sulla struttura e sul contenuto degli schemi di Bilancio secondo i p.c. internazionali (Ias/Ifrs) Indicazioni generali sulla struttura e sul contenuto degli schemi di Bilancio secondo i p.c. internazionali (Ias/Ifrs) 1 Contenuto Stato Patrimoniale Ias/Ifrs Contenuto minimo obbligatorio (Ias 1, 68 e

Dettagli

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005 1 Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS 8 settembre 2005 Indice 2 N Slide Introduzione 3 Totale impatti 4 IFRS con influenza sul Gruppo 5 CE: riconciliazione Anno 2004-1 6 Descrizione dei principali IFRS

Dettagli

Immobili, impianti e macchinari Ias n.16

Immobili, impianti e macchinari Ias n.16 Immobili, impianti e macchinari Ias n.16 Corso di Principi Contabili e Informativa Finanziaria Prof.ssa Sabrina Pucci Facoltà di Economia Università degli Studi Roma Tre a.a. 2005-2006 prof.ssa Sabrina

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/243 DATA DI ENTRATA IN VIGORE 29. A eccezione dei paragrafi 23 e 24, il presente Principio contabile internazionale è entrato in vigore a partire

Dettagli

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE Prof. Giovanni Frattini Dal cap. 5 Il bilancio pubblico - L introduzione dei principi contabili

Dettagli

Corso di Principi contabili internazionali. Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci

Corso di Principi contabili internazionali. Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci Corso di Principi contabili internazionali Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci Programma del corso a.a. 2015 2016 Parte prima I principi contabili internazionali e il loro recepimento nella legislazione

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO

IL COMMERCIALISTA VENETO IL COMMERCIALISTA VENETO n. 177 - MAGGIO / GIUGNO 2007 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE INSERTO Le norme IAS-IFRS Breve sintesi dei nuovi Principi Contabili Internazionali ADRIANO

Dettagli

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards IAS 40 Investimenti immobiliari SCHEMA DI SINTESI DEL PRINCIPIO CONTABILE SINTESI ILLUSTRAZIONE DEL PRINCIPIO CONTABILE FINALITA TRATTAMENTO CONTABILE DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI VALUTAZIONE INIZIALE

Dettagli

Anno accademico 2015/2016

Anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di laurea magistrale Economia Aziendale, Direzione Amministrativa e Professione Corso di Bilanci secondo i principi

Dettagli

IAS 2 Rimanenze di magazzino (Inventories)

IAS 2 Rimanenze di magazzino (Inventories) IAS 2 Rimanenze di magazzino (Inventories) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD IL RAPPORTO CON GLI ALTRI STANDARD OGETTO E FINALITÀ DELLO STANDARD AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA VALUTAZIONE

Dettagli

11) il Regolamento (CE) n. 1864/2005 del 15 novembre 2005 ha adottato lo IAS 39 rivisto e ha recepito le modifiche apportate all IFRS 1 e allo IAS

11) il Regolamento (CE) n. 1864/2005 del 15 novembre 2005 ha adottato lo IAS 39 rivisto e ha recepito le modifiche apportate all IFRS 1 e allo IAS Allegato 1 1) Il Regolamento (CE) n. 1606/2002 del 19 luglio 2002 che ha regolato l adozione e l utilizzo dei principi contabili internazionali; 2) il Regolamento (CE) n. 1725/2003 del 29 settembre 2003

Dettagli

Indice degli argomenti

Indice degli argomenti Indice degli argomenti Introduzione.. XIX Capitolo 1 Panorama dei principi e delle norme sul bilancio annuale 1 PARTE PRIMA L aspetto formale del bilancio Capitolo 2 La chiarezza formale del bilancio 2.1

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali 1 1 Le immobilizzazioni materiali Le immobilizzazioni materiali sono disciplinate da due IAS di riferimento

Dettagli

IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari

IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari Roma, marzo/maggio 2015 Finalità e ambito di applicazione Un investimento immobiliare è una proprietà immobiliare posseduta per: Percepire canoni d affitto Ottenere

Dettagli

Gruppo Fiat Bilancio consolidato

Gruppo Fiat Bilancio consolidato Gruppo Fiat Bilancio 130 Conto economico 131 Conto economico complessivo 132 Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata 134 Rendiconto finanziario 135 Variazioni del Patrimonio netto 136 Conto economico

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

Comunicato stampa Documento Allegato

Comunicato stampa Documento Allegato Edison Spa Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano - MI ufficiostampa@edison.it Comunicato stampa Documento Allegato Stato patrimoniale consolidato Si

Dettagli

LA TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS NEL BILANCIO INDIVIDUALE DELLA FIME S.P.A.

LA TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS NEL BILANCIO INDIVIDUALE DELLA FIME S.P.A. Appendice FTA LA TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS NEL BILANCIO INDIVIDUALE DELLA FIME S.P.A. INDICE A. Premessa B. Principi contabili e criteri di valutazione C. Riconciliazione

Dettagli

Il trattamento civilistico e contabile del leasing

Il trattamento civilistico e contabile del leasing ? INQUADRAMEN TEMA 9 - IL TRATTAMENTO CIVILISTICO E CONTABILE DEL LEASING TEMA 9 Il trattamento civilistico e contabile del leasing Dopo aver illustrato le diverse finalità del leasing finanziario rispetto

Dettagli

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D.

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Lgs 127/91) Il fascicolo di Bilancio ex D. Lgs 127/91 Relazione sulla gestione

Dettagli

IAS 18: Ricavi. Determinazione dei ricavi

IAS 18: Ricavi. Determinazione dei ricavi IAS 18 Ricavi Determinazione dei ricavi Il ricavo deve essere determinato in base al fair value del corrispettivo ricevuto o spettante, al netto di eventuali sconti commerciali e riduzioni legate alla

Dettagli

IAS 32 Financial Instruments: Disclosure and presentation. IAS 39 Financial Instruments: Recognition and measurement

IAS 32 Financial Instruments: Disclosure and presentation. IAS 39 Financial Instruments: Recognition and measurement IAS 32 Financial Instruments: Disclosure and presentation IAS 39 Financial Instruments: Recognition and measurement 1 Argomenti trattati 1) 1) Principali contenuti 2) 2) IAS 32 Financial Instruments: Disclosure

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 39 Strumenti finanziari: Rilevazione e valutazione

Principio contabile internazionale n. 39 Strumenti finanziari: Rilevazione e valutazione IAS 39 Principio contabile internazionale n. 39 Strumenti finanziari: Rilevazione e valutazione Finalità 1 La finalità del presente Principio è stabilire i principi per rilevare e valutare le attività

Dettagli

Esempi scritture contabili Costituzione Spa

Esempi scritture contabili Costituzione Spa Esempi scritture contabili Costituzione Spa 1 Esempi scritture contabili Vincolo 25% 2 Esempi scritture contabili Versamento restante parte del capitale sociale 3 Esempi scritture contabili Registrazione

Dettagli

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 i requisiti di contabilizzazione e valutazione per i rimborsi nei paragrafi 104A, 128 e 129 e le relative informazioni integrative nei paragrafi

Dettagli

IAS 18 Ricavi ( Revenues)

IAS 18 Ricavi ( Revenues) IAS 18 Ricavi ( Revenues) 1 INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD IL RAPPORTO CON GLI ALTRI STANDARD OGGETTO E FINALITÀ DELLO STANDARD AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD MISURAZIONE DEI RICAVI

Dettagli

La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili

La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili Dott. Alex Casasola 1 La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo Attendibilità della valutazione Di conseguenza.

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

Istruzioni per la compilazione dei prospetti secondo i principi contabili internazionali (Allegato 1 al Regolamento ISVAP n.

Istruzioni per la compilazione dei prospetti secondo i principi contabili internazionali (Allegato 1 al Regolamento ISVAP n. ALLEGATO A Istruzioni per la compilazione dei prospetti secondo i principi contabili internazionali (Allegato 1 al Regolamento ISVAP n. 7/2007) 1 Il presente documento fornisce le istruzioni per la compilazione

Dettagli

Strumenti finanziari Ias n.32 e Ias n.39

Strumenti finanziari Ias n.32 e Ias n.39 Strumenti finanziari Ias n.32 e Ias n.39 Corso di Principi Contabili e Informativa Finanziaria Prof.ssa Sabrina Pucci Facoltà di Economia Università degli Studi Roma Tre a.a. 2004-2005 prof.ssa Sabrina

Dettagli

Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali

Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali PERCORSO Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali Brescia, dal 12 al 27 maggio 2009 Programma I Modulo Dal bilancio italiano al bilancio IFRS

Dettagli

Foto grande: Unipol Assicurazioni, Direzione Generale Bologna. Foto piccola: inizi anni 80, Bologna, posa scultura Turris di Giuseppe Spagnulo.

Foto grande: Unipol Assicurazioni, Direzione Generale Bologna. Foto piccola: inizi anni 80, Bologna, posa scultura Turris di Giuseppe Spagnulo. Foto grande: Unipol Assicurazioni, Direzione Generale Bologna. Foto piccola: inizi anni 80, Bologna, posa scultura Turris di Giuseppe Spagnulo. 2 - Bilancio Consolidato al Prospetti contabili consolidati

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 6 Giurisprudenza... 13 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Pavimental S.p.A. Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade S.p.A. Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Elaborata sulla base degli adottati nel Gruppo

Dettagli

Bilancio Consolidato e d Esercizio al 31 dicembre 2007. 102 Esercizio

Bilancio Consolidato e d Esercizio al 31 dicembre 2007. 102 Esercizio Bilancio Consolidato e d Esercizio al 31 dicembre 2007 102 Esercizio La forza di un idea risiede non solo nella sua capacità di far breccia nel pensiero della sua epoca, ma anche in quella di influenzare

Dettagli

Camozzi & Bonissoni. L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili. Francesco Assegnati. Camozzi & Bonissoni

Camozzi & Bonissoni. L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili. Francesco Assegnati. Camozzi & Bonissoni L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili Francesco Assegnati Camozzi & Bonissoni Studio Legale e Tributario Galleria San Carlo 6 20122 Milano www.camozzibonissoni.it Iter normativo

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di Bilanci secondo i principi contabili internazionali 90001 91070 Ricavi Prof. Daniele Gervasio

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II Nota integrativa, relazione sulla gestione e altri documenti di bilancio Nota integrativa: funzione e riferimenti Funzione: La funzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98

COMUNICATO STAMPA. Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 COMUNICATO STAMPA Bilancio consolidato 2012 Comunicazione ai sensi dell art.114, comma 5, del D.Lgs. 58/98 Bologna, 24 aprile 2013 Con comunicazione del 17 aprile 2013, la Consob ha richiesto ad Unipol

Dettagli

Compensi Tipologia di servizi. Soggetto che ha erogato. Destinatario il servizio

Compensi Tipologia di servizi. Soggetto che ha erogato. Destinatario il servizio Informazioni ai sensi dell'art. 149-duodecies del Regolamento Emittenti Consob Il prospetto evidenzia i corrispettivi di competenza dell'esercizio 2011 per i servizi di revisione e per quelli diversi dalla

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO

SCHEMA DI SVOLGIMENTO TEMA N. 2 Il candidato, con riferimento ai lavori in corso su ordinazione, ma non ancora ultimati alla fine dell esercizio, illustri i principi generali di valutazione e rappresentazione contabile (TRACCIA

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Contabilità e bilancio di Paolo Montinari IMPORTANTE PDF Il volume è disponibile anche in versione pdf Le istruzioni per scaricare il file sono a pag. 493 N.B.: Nelle versioni elettroniche del volume tutti

Dettagli

Immobili, impianti e macchinari (OIC16 IAS 16)

Immobili, impianti e macchinari (OIC16 IAS 16) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Economia Corso di Bilanci secondo i principi contabili internazionali 90001 91070 Immobili, impianti e macchinari (OIC16 IAS 16) Prof. Daniele Gervasio daniele.gervasio@unibg.it

Dettagli

(Cash Flow Statements)

(Cash Flow Statements) RENDICONTO FINANZIARIO IAS 7 (Cash Flow Statements) 1 SOMMARIO Concetti generali sul Rendiconto Finanziario Come si fa a redigere un Rendiconto Finanziario? 2 1 Concetti generali sul Rendiconto Finanziario

Dettagli

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards. IAS 18 Ricavi

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards. IAS 18 Ricavi IAS 18 Ricavi SCHEMA DI SINTESI DEL PRINCIPIO CONTABILE SOMMARIO ILLUSTRAZIONE DEL PRINCIPIO CONTABILE FINALITA' R I C A V I DEFINIZIONE MISURAZIONE VENDITA DI MERCI PRESTAZIONI DI SERVIZI INTERESSI, ROYALTIES

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Il Consiglio di Amministrazione della Fiat S.p.A., riunitosi oggi a Torino, ha: approvato il Bilancio

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO AUTOSTRADE PER L ITALIA AL 31 DICEMBRE 2013 INDICE

BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO AUTOSTRADE PER L ITALIA AL 31 DICEMBRE 2013 INDICE BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO AUTOSTRADE PER L ITALIA AL 31 DICEMBRE 2013 INDICE 1 2 INDICE 1. Prospetti contabili consolidati...5 2. Note illustrative.15 3. Allegati...103 4. Relazione della società

Dettagli

COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015. Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121

COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015. Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121 COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015 Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121 Registro Imprese di Milano n. 09126500967 R.E.A. 2070334 Codice fiscale e Partita IVA 09126500967

Dettagli

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani 1 Profili fiscali e opportunità in vista di Basilea 2 Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani Scuola Superiore Economia e

Dettagli

IAS 36 - IMPAIRMENT OF ASSETS

IAS 36 - IMPAIRMENT OF ASSETS , 26 Febbraio 2009 IAS 36 - IMPAIRMENT OF ASSETS RIDUZIONE DI VALORE DELLE ATTIVITÀ Paolo Pietro Biancone , 26 Febbraio 2009 AGENDA Finalità e ambito di applicazione Principali definizioni Identificazione

Dettagli

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175 Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 5 Giurisprudenza... 9 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

!!!!OIC!16!!IMMOBILIZZAZIONI! MATERIALI! Prof.!Andrea!Amaduzzi!

!!!!OIC!16!!IMMOBILIZZAZIONI! MATERIALI! Prof.!Andrea!Amaduzzi! OIC16 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prof.AndreaAmaduzzi FINALITA DEL PRINCIPIO TRATTAMENTO CONTABILE ED INFORMATIVA IN NOTA INTEGRATIVA IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CRITERI DI RILEVAZIONE, CLASSIFICAZIONE E

Dettagli

I nuovi principi contabili nazionali. Composizione e schemi di bilancio Rendiconto finanziario Conti d ordine Prof.

I nuovi principi contabili nazionali. Composizione e schemi di bilancio Rendiconto finanziario Conti d ordine Prof. I nuovi principi contabili nazionali Composizione e schemi di bilancio Rendiconto finanziario Conti d ordine Prof. Maurizio Comoli Agenda OIC 12 - Composizione e schemi del bilancio di esercizio OIC 10

Dettagli

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Sede legale: VIA PESCHIERA 16 GENOVA (GE) Iscritta al Registro Imprese di GENOVA C.F. e numero iscrizione 01323550994 Iscritta al R.E.A. di Genova n. 400879 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC IDA D ALESSIO 24 APRILE 2015 Rispetto al precedente OIC 12: Cambiamenti

Dettagli

Il leasing operativo. in pratica. Antonina Giordano FISCO

Il leasing operativo. in pratica. Antonina Giordano FISCO in pratica FISCO Antonina Giordano Il leasing operativo I edizione Definizione e caratteristiche distintive Profili civilistici e fiscali Profili contabili e di rappresentazione in bilancio Riferimenti

Dettagli

IAS 16 - OIC 16: Le Attività materiali

IAS 16 - OIC 16: Le Attività materiali IAS/IFRS ANALISI E CONFRONTO CON LA DISCIPLINA NAZIONALE IAS 16 - OIC 16: Le Attività materiali Roma, marzo/maggio 2015 Finalità del principio Per quale motivo è stato emanato il principio? PC OIC 16 IAS

Dettagli

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Codice fiscale 02225450309 Partita iva 02225450309 VIA CARNIA LIBERA 1944, 15-33028 TOLMEZZO UD Numero R.E.A. 244558 Registro Imprese di UDINE n. 02225450309 Capitale Sociale

Dettagli

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini OIC 19: Debiti Novara, 27 gennaio 2015 Lorenzo Gelmini Introduzione: gli obiettivi e l ambito del nuovo principio contabile o Riordino generale della tematica o Miglior coordinamento con gli altri principi

Dettagli

Bilancio delle assicurazioni Struttura e contenuto

Bilancio delle assicurazioni Struttura e contenuto Risk and Accounting Bilancio delle assicurazioni Struttura e contenuto Marco Venuti Agenda La disciplina di rif erimento Stato patrimoniale consolidato Conto economico consolidato Stato patrimoniale di

Dettagli

LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI IAS 38 Caratteristiche delle attività immateriali: una risorsa controllata dall entità in in conseguenza di di eventi passati e dalla quale

Dettagli

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile COMUNICATO STAMPA Risultati al terzo trimestre 21 1 - Utile netto: 16,7 milioni di euro (+85,6%) - Patrimonio netto di Gruppo: 365,1 milioni di euro (+3,4% rispetto al 31/12/29) - Raccolta complessiva

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza

Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza Ambito di applicazione 1. Il presente Principio deve essere applicato per la presentazione delle informazionifinanziarie

Dettagli

L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE

L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE Raffaele Rizzardi Bologna 14 dicembre 2004 FONTI NORMATIVE - RIFORMA DEL CODICE CIVILE - D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (applicazione facoltativa per

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 0,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: FONDAZIONE OAGE PIAZZA SAN MATTEO 18 GENOVA GE sì Partita

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS

Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS Prima adozione degli IAS/IFRS Note tecniche di commento all applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS in sede di prima

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS Immobilizzazioni materiali Codice civile e PC nazionali Art. 2426 C.C. Immobilizzazioni Immateriali Materiali Finanziarie Circolante Scorte Crediti Attività finanziarie Liquidità valutazione Costo storico

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA. a cura di Norberto Villa

LA NOTA INTEGRATIVA. a cura di Norberto Villa LA NOTA INTEGRATIVA a cura di Norberto Villa Vecchio Codice 4 mesi 6 mesi se 2364-2 Nuovo Codice 120 giorni 180 giorni se Previsto da statuto Esigenze particolari Previsto da statuto Nel caso di... Nel

Dettagli

IAS 17 : LEASING. Schemi di analisi. Roma, 20 maggio 2011 Prof. Dott. Ubaldo Cacciamani

IAS 17 : LEASING. Schemi di analisi. Roma, 20 maggio 2011 Prof. Dott. Ubaldo Cacciamani IAS 17 : LEASING Schemi di analisi Roma, 20 maggio 2011 Prof. Dott. Ubaldo Cacciamani INDICE SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE CLASSIFICAZIONE CONTABILIZZAZIONE VENDITA E RETROLOCAZIONE PRINCIPI CONTABILI

Dettagli

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro:

- Principali dati economico-finanziari contabili consolidati espressi in migliaia di Euro: MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 66.000.000 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Iscritta all U.I.C. al n. 10576

Dettagli

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA... 3

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA... 3 I_XX:I_XVI.qxd 05/02/2015 18.41 Pagina IX Presentazione... V COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA... 3 CODICE CIVILE - Disposizioni sulla legge in generale... 25 - Libro I Delle persone e della famiglia...

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte prima L ANALISI DEL BILANCIO SECONDO IL MODELLO EUROPEO

INDICE SOMMARIO. Parte prima L ANALISI DEL BILANCIO SECONDO IL MODELLO EUROPEO INDICE SOMMARIO Presentazione... pag. XVII Parte prima L ANALISI DEL BILANCIO SECONDO IL MODELLO EUROPEO SEZIONE PRIMA LE ANALISI DI BILANCIO PER INDICI 1. GLI OBIETTIVI DELLE ANALISI PER INDICI 1.1. L

Dettagli

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI Prima adozione degli Note tecniche di commento all applicazione dei principi contabili internazionali in sede di prima applicazione Transizione

Dettagli

L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO

L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI PER FLUSSI Oggetto di studio: Analizza le VARIAZIONI intervenute in un FONDO da un esercizio all altro impieghi FLUSSI fonti Aggregato

Dettagli

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro ALFA SPA Sede in Via Medicei 123 - MILANO (MI) 20100 Codice Fiscale 01234567890 - Rea CCIAA 211471 P.I.: 01234567890 Capitale Sociale Euro 101.400 i.v. Forma giuridica: Soc.a responsabilita' limitata A

Dettagli

Approfondimenti. Gli investimenti immobiliari secondo lo IAS 40. di Paolo Moretti

Approfondimenti. Gli investimenti immobiliari secondo lo IAS 40. di Paolo Moretti Gli investimenti immobiliari secondo lo IAS 40 di Paolo Moretti L «International Accounting Standards Board» (IASB), nell ambito del progetto di revisione («Improvement») dei princìpi contabili internazionali,

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 32 (rivisto nella sostanza nei 1998) Strumenti finanziari: Esposizione nel bilancio e informazioni integrative

Principio contabile internazionale n. 32 (rivisto nella sostanza nei 1998) Strumenti finanziari: Esposizione nel bilancio e informazioni integrative Principio contabile internazionale n. 32 (rivisto nella sostanza nei 1998) Strumenti finanziari: Esposizione nel bilancio e informazioni integrative Nel marzo 1995 il Board dello IASC ha approvato lo IAS

Dettagli

BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA

BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA Lezione 3 IAS 16: Immobili, impianti e macchinari Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2012 2013 4 marzo

Dettagli