Corrente elettrica (regime stazionario)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corrente elettrica (regime stazionario)"

Transcript

1 Corrente elettrica (regime stazionario) Metalli Corrente elettrica Legge di Ohm Resistori Collegamento di resistori Generatori di forza elettromotrice

2 Metalli Struttura cristallina: ripetizione di unita` fondamentali Ioni fissi +elettroni di conduzione (cubica a facce centrate) Rame: 1 e di conduzione / atomo ρ = 8.96 g cm -3 = 8960 kg m -3 (T=20 0 C) A=63.55 a= x m [g / m 3 ] A N A = elettroni conduzione / volume m "3

3 Moto degli elettroni Moto disordinato (termico) Interazione elettrone-ione ( urto ) Interazione elettrone-elettrone trascurabile Gas di elettroni 1 2 m<v2 >= 3 2 k B T m= kg k B = JK -1 mole -1 v < v 2 > = 3k T B m = 2E T m 3 "1.4 "10#23 " "10 #31 = 1.2 "10 5 m/s sbagliata di ~ 1 ordine di grandezza (Energia media 2 ordini di grandezza)

4 Moto degli elettroni Necessaria la meccanica quantistica Potenziale medio in cui si muovono gli elettroni + principio di esclusione di Pauli Energia di Fermi E F : energie elettroni tra E min ed E F (E F = max energia occupata allo zero assoluto) n(e) 1 T ~ 0 0 K n(e) = 1 " exp E E F $ # kt % ' +1 & E F E F = h2 3n $ # & 2m " 8 % 2/3 1.7 ev

5 Moto degli elettroni Necessaria la meccanica quantistica Potenziale medio in cui si muovono gli elettroni + principio di esclusione di Pauli Energia di Fermi E F : energie elettroni tra E min ed E F (E F = max energia occupata allo zero assoluto) E F E Termica V F = 2E F m 106 ms 1

6 Conduzione elettrica nei metalli V 1 > V 2 equilibrio C 1 C 2 C 1 C 2 V 1 E V 2 elettroni corrente elettrica = moto ordinato di elettroni tra i due conduttori in una direzione definita V V fenomeno transitorio Per mantenere la corrente elettrica e` necessario un dispositivo in grado di mantenere una differenza di potenziale diversa da zero tra due punti di uno stesso conduttore (o di conduttori a contatto) Generatore di f.e.m.

7 Conduzione elettrica Nei gas (ionizzati) portatori Nei liquidi (soluzioni elettrolitiche) portatori Nei semiconduttori - portatori Nei metalli ± ± ± moto dei portatori di carica ostacolato dalle interazioni con il mezzo in cui si muovono ( resistenza elettrica) Superconduttivita`

8 Corrente elettrica Cariche elettriche in un conduttore in moto sotto l azione di un campo elettrico. Tracciata una superficie Σ nel conduttore, l intensita` di corrente i e` definita come la quantita` di carica Δq che passa attraverso Σ nel tempo Δt. Σ dv = v D t dacos n + cariche per unita` di volume i = lim t"0 q t Prendiamo le cariche positive: si muovono con velocita` di deriva v D q = n + edv = n + e v D dacost di = n + e v D dacos J n + e v D = v = D i = " ( J ) = $ " J nda J # nda

9 Corrente elettrica Densita` di corrente J Quantita` di carica elettrica che attraversa l unita` di superficie perpendicolare al moto delle cariche per unita` di tempo = Corrente che attraversa l unita` di superficie perpendicolare al moto delle cariche A E i = JA ( J / / n) [i] = [Q] T = C s = A [J ] = A m 2

10 Corrente elettrica Se sono presenti cariche positive e negative J = n + e v + n e v entrambi i termini sono concordi hanno la direzione e verso del campo elettrico Su scala macroscopica non si puo` correlare il verso della corrente al segno dei portatori di carica Covenzionalmente: corrente=verso delle cariche + (da potenziale > a potenziale < ).

11 Conservazione della carica Attraverso una superficie chiusa i = "# J nda = $ %q interna %t " = $ % %t # V " dv flusso totale uscente dalla superficie Teorema della divergenza " J + # #t = 0 equazione di continuita` se il flusso uscente e` positivo la carica interna diminuisce e qinterna < 0 t

12 Regime stazionario q interna t = 0 " t = 0 " # $ J = 0 La densita` di corrente e` solenoidale. (la corrente puo` dipendere dal tempo, ma la carica che entra per unita` di tempo e` uguale a quella che esce tempo variab. corrente << d/c) regime stazionario " ( J ) = " J # nda = "$ 0 superficie chiusa

13 Regime stazionario n 1 "# " q interna t Σ 1 J nda = J 1 n 1 da # + " 1 = 0 " t = 0 " # $ J = 0 Σ 2 J 1 J 2 n 2 conduttore "# " 1 " 2 J 1 n 1 da + " 2 " J 2 ($ n 1 )da In un conduttore J differisce da zero solo all interno E` nulla la componente ortogonale alla superficie (dalle pareti laterali non esce carica) J 2 n 2 da = "# 0 # = 0 i = i 1 2 La corrente e` la stessa in ogni sezione trasversale

14 Legge di Ohm Gas di elettroni (modello di Drude) Moto disordinato (agitazione termica) Campo elettrico moto disordinato + deriva v = v urto e E m t < v > = < v urto > e E m < t > = e E m " v D

15 Legge di Ohm v = e D m E (simile al moto viscoso) J = ne v D = ne2 E = E m Legge di Ohm conduttivita` v ± = ± e ± E in generale: J = ne v m ± + ne v " = ne % $ ' E " = ne % $ ' # m + & # m + m & m

16 Legge di Ohm J = E E = J = 1 " resistivita` Potenza spesa dalla forza per mantenere la carica in moto con velocita` v D P = F v D = e E v D per unita` di volume dp dv = ne E v D = J E " = E 2 # $ J 2 Energia trasferita agli ioni del reticolo cristallino. Aumento energia interna. Aumento temperatura.

17 Legge di Ohm h A 1 2 E J + - Regime stazionario: J = i A V 1 V 2 =V = Eh = Jh = h A i V = Ri R = h A Resistenza elettrica 1 = 1V 1A R = 2 1 dh A G = 1 R conduttanza

18 Alcune considerazioni Anche in assenza di un campo elettrico (= deriva collettiva) esiste una corrente elettrica fluttuante in modo casuale (fluttuazione statistica del vettore somma delle velocita` degli elettroni) Questa corrente fluttuante e` una sorgente di rumore Pone un limite alla rivelazione di segnali elettrici molto deboli

19 Limitazioni della legge di Ohm Supponiamo il campo elettrico molto intenso, in modo tale che uno ione tra due urti acquisti una velocita` v < v > termica Il tempo medio tra due urti non e` piu` costante: τ=τ(e) non c e` piu` linearita` Esempio: gas debolmente ionizzato Cammino libero medio λ ~ 10-8 m eeλ ~ kt E ~ kt/eλ " "19 10 "8 # V m

20 Limitazioni della legge di Ohm Se il campo e` molto intenso puo` anche variare il numero dei portatori di carica (es. scarica in un gas) Alternativamente, se il campo elettrico varia su una scala temporale molto breve, paragonabile a τ, la risposta dei portatori sara` come quella di corpi liberi (inerziale)

21 Legge di Ohm. Effetti termici. = " 1+ ( t 20 0 ) $ 20 0 # % α = coefficiente termico α > 0 per i metalli puri α < 0 per C, Ge, Si (nei semiconduttori diminuisce ~ e T/T0 ) Normalmente nei metalli: ρ(t) ρ 0 per T 0 Superconduttori: ρ(t) 0 per T<T c

22 Resistivita` e coefficiente termico di alcune sostanze

23 Superconduttori Omnes, 1911 Mercurio a T=4.2 K la resistenza R crolla da 0.12 a 10-5 Ohm Alla transizione i campi magnetici non penetrano nel materiale (diamagnetismo perfetto). Fenomeno quantistico. Per spessori sottili i campi magnetici entrano e distruggono localmente la supercoduttivita`.

24 Effetto Joule Potenza spesa per fare circolare una corrente i in un conduttore di sezione A e lunghezza dh dp = dp dv dv = i 2 A 2 Adh = dh A i 2 = (dr)i 2 Integrando su tutta la lunghezza P = i 2 dh S = Ri 2 P = Ri 2 =Vi = V 2 R

25 Effetto Joule La potenza dissipata produce un aumento della temperatura del conduttore Nell intervallo di tempo tra t 1 e t 2 viene speso il lavoro W = t 2 P dt = Ri 2 dt t 2 t 1 t 1 se la corrente e` costante: W = Ri 2 (t 2 t 1 ) = Ri 2 "t

26

27 Serie e parallelo di resistori R 1 R 2 A B C i serie V A V B = R 1 i V B V C = R 2 i V A V C = R 1 i + R 2 i = (R 1 + R 2 )i = Ri i + - A i 1 i 2 R1 B i = i 1 + i 2 = V R 1 + V R 2 i = V R 1 i R2 parallelo R = 1 R R 2 + -

28 Collegamento di resistori n resistori in serie: R = n R i i=1 n resistori in parallelo: n " i=1 R 1 = R i 1

29 Esempio Cilindro di altezza h, raggio r 2 con foro coassiale di raggio r 1 : resistenza tra le 2 superficie? R = l A r 2 r 1 Settore cilindrico di raggio r, spessore dr h dr = dr A = dr 2" rh Settori in serie somma delle resistenze R = dr = 2" h r 2 r 1 dr r = 2" h ln r 2 r 1

30 Esempio Tra due sfere di raggi r 1 e r 2 vi e` un fluido con resistivita` ρ. Calcolare la resistenza. R = l A Settore sferico di raggio r, spessore dr dr = dr A = dr 4" r 2 Settori in serie somma delle resistenze R = dr = 4" r 2 r 1 dr r = # 1 " 1 & % ( 2 4" $ r 1 r 2 '

31 Forza elettromotrice Legge di Ohm per un conduttore di resistenza R nel tratto AB V A V B = B # A E " d r = Ri Per un circuito chiuso f.e.m. = = E d r = R T i 0 resistenza totale non puo` essere un campo elettrostatico a fare circolare le cariche

32 Generatori di f.e.m. conduttore E es E es E es +q -q E es A E * generatore Campo elettrostatico E es diretto da A a B sia ext che int E es " d r B = ( E es d r A ) ext + ( E es d r ) int = 0 A B B

33 Generatori di f.e.m. conduttore E es E es E es +q -q E es A E * generatore B Quindi il passaggio di carica da un polo all altro non puo` avvenire per effetto di E es Deve esistere un campo elettromotore di natura non elettrostatica all interno del generatore: E *

34 Generatori di f.e.m. conduttore E es E es E es +q -q E es E = A E * generatore B # E * + E es all'interno del generatore " $# E es all'esterno del generatore

35 Generatori di f.e.m. conduttore E es E es E es +q -q E es = A " B E * d r caratteristica del generatore f.e.m. = E d r = " A generatore B " A E * B E es d r + A " B La f.e.m. di E coincide con la tensione del campo elettromotore E * calcolata tra B e A " E es + E * ( ) d r = A " B E * d r

36 Generatori di f.e.m. A +q E es -q B E * Scollegando il circuito esterno, il campo all interno del generatore e` nullo (dopo il transiente dello spostamento delle cariche i due campi interni si equilibrano) A " E d r = B,int A " B,int E es + E * ( ) d r = 0 = A E * d r = " B,int A E es d r = V 0 0 A V B B La forza elettromotrice di un generatore e` uguale alla differenza di potenziale ai capi del generatore quando questo non eroga corrente

37 Generatori di f.e.m. conduttore E es E es E es +q -q E es Dentro al generatore una carica dq viene spostata da B verso A da una forza df * che deve vincere la forza elettrostatica df es =dqe es E * d F * dq A E * generatore B A E * > E es ( E * + E es ) " d r > 0 B

38 Generatori di f.e.m. conduttore E es E es E es +q -q E es Dentro al generatore circola la stessa corrente i che circola all esterno A ( E * + E es ) " d r # ri r = resistenza interna del generatore B A E * generatore B

39 Generatori di f.e.m. conduttore E es E es E es +q -q E es A E * B = Ri + ri = (R + r)i = R T i generatore La corrente e` data dal rapporto tra la f.e.m. e la resistenza totale V A V B = Ri = ri Se nel circuito circola corrente la d.d.p. tra i poli A e B e` minore della f.e.m. del generatore

40 Generatori di f.e.m. La f.e.m. e` la somma delle cadute di potenziale (o cadute di tensione) ai capi delle resistenze interna ed esterna = Ri + ri = (R + r)i = R T i V ε ri caratteristica tensione-corrente di un generatore reale Ri i una pila si consuma quando r diventa grande

41 Esempio Un circuito esterno resistivo (resistenza R) e` collegato ad un generatore di f.e.m. ε La potenza dissipata nel generatore per effetto Joule e` ri 2 quanto vale i? La potenza dissipata e` uguale al lavoro per unita` di tempo del campo elettromotore: P = εi Vale anche: P=(r+R)i 2 i = R + r

42 Esempio Collegamento in serie di N generatori uguali r r r r A B A circuito aperto V A V B = N r' = Nr La f.e.m. (o tensione) totale e` la somma delle tensioni di ciascun singolo generatore

43 Esempio Collegamento in parallelo di N generatori uguali A circuito aperto V A V B = r' = r N A circuito aperto V A V B = 1.5 V Il generatore parallelo ha resistenza inferiore Eroga una corrente piu` elevata Puo` sostenere il passaggio di corrente per un tempo N volte maggiore

44 Esempio Una pila di f.e.m. V e resistenza interna r alimenta un circuito resistivo di resistenza R. Per quale valore di R vi e` il massimo trasferimento di potenza dal generatore alla resistenza esterna R? i = V R + r P = Ri 2 = R V 2 (R + r) 2 dp dr =V (R + r) 2 2R(R + r) r R 2 =V 2 (R + r) 4 (r + R) 3 dp dr = 0 r = R dp > 0 R < r " dr # < 0 R > r

45 Leggi di Kirchoff Equazioni che traducono nei circuiti due risultati fondamentali conservazione della carica elettrica condizione di campo elettrico conservativo Rete elettrica: serie di nodi e rami Nodo: confluenza di tre o piu` rami di un circuito I rami collegano i nodi. Ci possono essere elementi attivi (es. generatori) e passivi (es. resistori) Maglia: insieme di rami che formano un circuito chiuso

46 Leggi di Kirchoff (corrente continua) L intensita` di corrente che circola in un ramo e` uguale al rapporto tra la d.d.p. (tensione) ai capi del ramo e la resistenza del ramo (incluse le resistenze interne dei generatori) Legge dei nodi ( = conservazione della carica elettrica) in un nodo la somma delle correnti entranti e uscenti (segno opposto) e` nullo i k = 0 N nodi N-1 condizioni Legge delle maglie ( = il campo elettrico e` conservativo) nodo 1 corrente va in almeno 2 nodi la somma delle f.e.m. nell ordine in cui si susseguono in una maglia (inizio e fine in uno stesso nodo) e` zero ( E d x = 0). R k i k = R rami è R-(N-1)=R-N+1 maglie k maglia maglia indipendenti

47 Leggi di Kirchoff (corrente continua) L intensita` di corrente che circola in un ramo e` uguale al rapporto tra la d.d.p. (tensione) ai capi del ramo e la resistenza del ramo (incluse le resistenze interne dei generatori) Legge dei nodi ( = conservazione della carica elettrica) in un nodo la somma delle correnti entranti e uscenti (segno opposto) e` nullo i k = 0 N nodi N-1 condizioni Legge delle maglie ( = il campo elettrico e` conservativo) nodo 1 corrente va in almeno 2 nodi la somma delle f.e.m. nell ordine in cui si susseguono in una maglia (inizio e fine in uno stesso nodo) e` zero ( E d x = 0). V k = 0 R rami è R-(N-1)=R-N+1 maglie maglia indipendenti

48 Leggi di Kirchoff Si scelgono M maglie indipendenti Si associa ad ogni maglia una corrente e un verso di percorrenza (arbitrariamente) Si scrivono le M equazioni alle maglie Le soluzioni forniscono le correnti incognite Se una corrente e` negativa, significa che il suo verso arbitrariamente scelto era opposto a quello effettivo

49 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 è Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G

50 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r i G 1

51 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε i 2 Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G

52 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G i G

53 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε i 2 Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G Maglia con il generatore + (R 1 + R 2 + r )i 2

54 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r i G 1 Maglia con il generatore + (R 1 + R 2 + r )i 2 (R 2 + R 1 )i 1

55 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G i G Maglia con il generatore + (R 1 + R 2 + r )i 2 (R 2 + R 1 )i 1 + R 2 i G = 0

56 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r i G 1 Maglia con le 4 resistenze (R 2 + R 1 + R 3 + R x )i 1

57 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε i 2 Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G Maglia con le 4 resistenze (R 2 + R 1 + R 3 + R x )i 1 (R 1 + R 2 )i 2

58 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G i G Maglia con le 4 resistenze (R 2 + R 1 + R 3 + R x )i 1 (R 1 + R 2 )i 2 (R 2 + R x )i G = 0

59 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G i G Maglia triangolare (R 2 + R x + r G )i G

60 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε i 2 Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r G Maglia triangolare (R 2 + R x + r G )i G + R 2 i 2

61 Esempio: ponte di Wheatstone Misura di R X attraverso R 1,2,3 e r ε, r G ε Rami: R=6 Nodi: N=4 Maglie: M=R-N+1=6-4+1=3 r ε r i G 1 Maglia triangolare (R 2 + R x + r G )i G + R 2 i 2 (R x + R 2 )i 1 = 0

62 Esempio: ponte di Wheatstone " $ # $ % $ (R 2 + R 1 )i 1 + (R 1 + R 2 + r )i 2 + R 2 i G = (R 2 + R 1 + R 3 + R x )i 1 (R 1 + R 2 )i 2 (R 2 + R x )i G = 0 (R x + R 2 )i 1 + R 2 i 2 + (R 2 + R x + r G )i G = 0 i G = 1 D (R 1 + R 2 ) (R 1 + R 2 + r ) (R 1 + R 2 + R 3 + R x ) (R 1 + R 2 ) 0 (R 2 + R x ) R 2 0 = D R 1 R x R 2 R 3 " # $ % & R x = R 2 R 3 R 1 se i G = 0

63 Resistenze elettriche

64 Relazione tra capacita` e resistenza di un conduttore 3d B A Σ ρ resistivita` ( E) = ( E) = # E nda = q int = C(V V ) A B C 0 = " R E " nda "$ = 0 0 "$ J " nda = i = V %V A B R # RC = " 0

65 Esempio Due sfere concentriche b a R = " $ 4" # C = 4" 0 1 a 1 b 1 a 1 b % ' & RC = " 0

66 Esempio Condensatore piano A R = h A C = 0 A h h RC = " 0

67 Riepilogo leggi di Kirchoff Legge per le tensioni (delle maglie) Lungo qualsiasi maglia la somma algebrica delle tensioni e` zero positive: le tensioni concordi con il verso di percorrenza della maglia negative: le tensioni discordi con il verso di percorrenza della maglia " V k = 0 V 1 concorde kmaglia V 2,3 discordi

68 Riepilogo leggi di Kirchoff Legge per le tensioni (delle maglie) Lungo qualsiasi maglia la somma algebrica delle tensioni e` zero positive: le tensioni concordi con il verso di percorrenza della maglia negative: le tensioni discordi con il verso di percorrenza della maglia k maglia Ri k k = k maglia ε k

69 i A R B V A -V B = Ri i A R B V A -V B = - Ri A i - + B A B i - + +ε 0 -ε 0

70 Riepilogo leggi di Kirchoff Legge per i nodi La somma algebrica di tutte le correnti relative a un nodo e` zero positive: le correnti entranti nel nodo negative: le correnti uscenti dal nodo k nodo i k = 0

71 Commenti Abbiamo usato il metodo delle maglie Un metodo equivalente e` quello dei nodi si sceglie un nodo come riferimento si scrivono N-1 equazioni per i potenziali dei rimanenti nodi Se M=R-N+1 < N-1 conviene usare le maglie Se M > N-1 conviene usare i nodi

CORRENTE ELETTRICA Intensità e densità di corrente sistema formato da due conduttori carichi a potenziali V 1 e V 2 isolati tra loro V 2 > V 1 V 2

CORRENTE ELETTRICA Intensità e densità di corrente sistema formato da due conduttori carichi a potenziali V 1 e V 2 isolati tra loro V 2 > V 1 V 2 COENTE ELETTICA Intensità e densità di corrente sistema formato da due conduttori carichi a potenziali V 1 e V isolati tra loro V > V 1 V V 1 Li colleghiamo mediante un conduttore Fase transitoria: sotto

Dettagli

Corrente elettrica stazionaria

Corrente elettrica stazionaria Corrente elettrica stazionaria Negli atomi di un metallo gli elettroni periferici non si legano ai singoli atomi, ma sono liberi di muoversi nel reticolo formato dagli ioni positivi e sono detti elettroni

Dettagli

CORRENTE ELETTRICA. La grandezza fisica che descrive la corrente elettrica è l intensità di corrente.

CORRENTE ELETTRICA. La grandezza fisica che descrive la corrente elettrica è l intensità di corrente. CORRENTE ELETTRICA Si definisce CORRENTE ELETTRICA un moto ordinato di cariche elettriche. Il moto ordinato è distinto dal moto termico, che è invece disordinato, ed è sovrapposto a questo. Il moto ordinato

Dettagli

Conduzione e Corrente Elettrica

Conduzione e Corrente Elettrica Conduzione e Corrente Elettrica I conduttori (metallici) sono solidi costituiti da atomi disposti in maniera ordinata nello spazio, che hanno perso uno o più elettroni (negativi) che sono liberi dimuoversinello

Dettagli

CORRENTE ELETTRICA Corso di Fisica per la Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2007

CORRENTE ELETTRICA Corso di Fisica per la Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2007 CORRENTE ELETTRICA INTRODUZIONE Dopo lo studio dell elettrostatica, nella quale abbiamo descritto distribuzioni e sistemi di cariche elettriche in quiete, passiamo allo studio di fenomeni nei quali le

Dettagli

Corrente ele)rica. Cariche in movimento e legge di Ohm

Corrente ele)rica. Cariche in movimento e legge di Ohm Corrente ele)rica Cariche in movimento e legge di Ohm Corrente ele)rica Nei metalli si possono avere elettroni che si muovono anche velocemente fra un estremo e l altro del metallo, ma la risultante istante

Dettagli

Generatore di forza elettromotrice f.e.m.

Generatore di forza elettromotrice f.e.m. Generatore di forza elettromotrice f.e.m. Un dispositivo che mantiene una differenza di potenziale tra una coppia di terminali batterie generatori elettrici celle solari termopile celle a combustibile

Dettagli

Generatore di Forza Elettromotrice

Generatore di Forza Elettromotrice CIRCUITI ELETTRICI Corrente Elettrica 1. La corrente elettrica è un flusso ordinato di carica elettrica. 2. L intensità di corrente elettrica (i) è definita come la quantità di carica che attraversa una

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Lampadina Ferro da stiro Altoparlante Moto di cariche elettrice Nei metalli i portatori di carica sono gli elettroni Agitazione termica - moto caotico velocità media 10 5 m/s Non costituiscono una corrente

Dettagli

Q t CORRENTI ELETTRICHE

Q t CORRENTI ELETTRICHE CORRENTI ELETTRICHE La corrente elettrica è un flusso di particelle cariche. L intensità di una corrente è definita come la quantità di carica netta che attraversa nell unità di tempo una superficie: I

Dettagli

ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica

ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica ELETTRODINAMICA + Correnti + Campi Magnetici + Induzione e Induttanza + Equazioni di Maxwell

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

Il Corso di Fisica per Scienze Biologiche

Il Corso di Fisica per Scienze Biologiche Il Corso di Fisica per Scienze Biologiche Ø Prof. Attilio Santocchia Ø Ufficio presso il Dipartimento di Fisica (Quinto Piano) Tel. 075-585 2708 Ø E-mail: attilio.santocchia@pg.infn.it Ø Web: http://www.fisica.unipg.it/~attilio.santocchia

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Corrente Elettrica. dq dt

Corrente Elettrica. dq dt Corrente Elettrica Finora abbiamo considerato le cariche elettriche fisse: Elettrostatica Consideriamole adesso in movimento! La carica in moto forma una corrente elettrica. L intensità di corrente è uguale

Dettagli

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica Corrente elettrica LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Cos è la corrente elettrica? La corrente elettrica è un flusso di elettroni che si spostano dentro un conduttore dal polo negativo verso il polo positivo

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA

TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA Evidenza dell interazione magnetica; sorgenti delle azioni magnetiche; forze tra poli magnetici, il campo magnetico Forza magnetica su una carica in moto; particella

Dettagli

Michele D'Amico (premiere) 6 May 2012

Michele D'Amico (premiere) 6 May 2012 Michele D'Amico (premiere) CORRENTE ELETTRICA 6 May 2012 Introduzione La corrente elettrica può essere definita come il movimento ordinato di cariche elettriche, dove per convenzione si stabilisce la direzione

Dettagli

approfondimento Corrente elettrica e circuiti in corrente continua

approfondimento Corrente elettrica e circuiti in corrente continua approfondimento Corrente elettrica e circuiti in corrente continua Corrente elettrica e forza elettromotrice La conduzione nei metalli: Resistenza e legge di Ohm Energia e potenza nei circuiti elettrici

Dettagli

CORRENTE ELETTRICA. φ 1

CORRENTE ELETTRICA. φ 1 COENTE ELETTCA lim t Q/ tdq/dt ntensità di corrente φ φ > φ φ La definizione implica la scelta di un verso positivo della corrente. Per convenzione, il verso positivo della corrente è parallelo al moto

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Carica positiva e carica negativa

Carica positiva e carica negativa Elettrostatica Fin dal 600 a.c. si erano studiati alcuni effetti prodotti dallo sfregamento di una resina fossile, l ambra (dal cui nome in greco electron deriva il termine elettricità) con alcuni tipi

Dettagli

La corrente e le leggi di Ohm

La corrente e le leggi di Ohm La corrente e le leggi di Ohm Elettroni di conduzione La conduzione elettrica, che definiremo successivamente, consiste nel passaggio di cariche elettriche da un punto ad un altro di un corpo conduttore.

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA

LA CORRENTE ELETTRICA L CORRENTE ELETTRIC H P h Prima che si raggiunga l equilibrio c è un intervallo di tempo dove il livello del fluido non è uguale. Il verso del movimento del fluido va dal vaso a livello maggiore () verso

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Circuiti Elettrici Corrente elettrica Legge di Ohm Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Leggi di Kirchhoff Elementi di circuito: voltmetri, amperometri, condensatori

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO: Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Modulo n 1: STRUTTURA DELLA MATERIA E FENOMENI ELETTRICI CONTENUTI OBIETTIVI

PROGRAMMA PREVENTIVO: Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Modulo n 1: STRUTTURA DELLA MATERIA E FENOMENI ELETTRICI CONTENUTI OBIETTIVI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "G. VERONESE - G. MARCONI" SEZIONE ASSOCIATA G. MARCONI Via T. Serafin, 15-30014 CAVARZERE (VE) Tel. 0426/51151 - Fax 0426/310911 E-mail: ipsiamarconi@ipsiamarconi.it -

Dettagli

isolanti e conduttori

isolanti e conduttori 1. ELETTROMAGNETISMO 1.1. Carica elettrica 1.1.1. Storia: Franklin Thomson Rutherford Millikan 1.1.2. L atomo: struttura elettroni di valenza (legame metallico) isolanti e conduttori ATOMO legge di conservazione

Dettagli

GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI

GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI Capitolo3:Layout 1 17-10-2012 15:33 Pagina 73 CAPITOLO 3 GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI OBIETTIVI Conoscere le grandezze fisiche necessarie alla trattazione dei circuiti elettrici Comprendere la necessità

Dettagli

Università del Salento Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Industriale Appello di FISICA GENERALE 2 del 27/01/15

Università del Salento Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Industriale Appello di FISICA GENERALE 2 del 27/01/15 Università del Salento Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Industriale Appello di FISICA GENERALE 2 del 27/01/15 Esercizio 1 (9 punti): Una distribuzione di carica è costituita da un guscio sferico

Dettagli

Campo elettrico per una carica puntiforme

Campo elettrico per una carica puntiforme Campo elettrico per una carica puntiforme 1 Linee di Campo elettrico A. Pastore Fisica con Elementi di Matematica (O-Z) 2 Esercizio Siano date tre cariche puntiformi positive uguali, fisse nei vertici

Dettagli

Fisica Generale - Modulo Fisica II Esercitazione 5 Ingegneria Gestionale-Informatica CARICA E SCARICA DEL CONDENSATORE

Fisica Generale - Modulo Fisica II Esercitazione 5 Ingegneria Gestionale-Informatica CARICA E SCARICA DEL CONDENSATORE AIA E SAIA DEL ONDENSATOE a. Studiare la scarica del condensatore della figura che è connesso I(t) alla resistenza al tempo t=0 quando porta una carica Q(0) = Q 0. Soluzione. Per la relazione di maglia,

Dettagli

Visione d insieme DOMANDE E RISPOSTE SULL UNITÀ

Visione d insieme DOMANDE E RISPOSTE SULL UNITÀ Visione d insieme DOMANDE E RISPOSTE SULL UNITÀ Che cos è la corrente elettrica? Nei conduttori metallici la corrente è un flusso di elettroni. L intensità della corrente è il rapporto tra la quantità

Dettagli

Prova intercorso di Fisica 2 dott. Esposito 27/11/2009

Prova intercorso di Fisica 2 dott. Esposito 27/11/2009 Prova intercorso di Fisica 2 dott. Esposito 27/11/2009 Anno di corso: 1) Una carica puntiforme q=-8.5 10-6 C è posta a distanza R=12 cm da un piano uniformemente carico condensità di carica superficiale

Dettagli

RIASSUNTO DI FISICA 3 a LICEO

RIASSUNTO DI FISICA 3 a LICEO RIASSUNTO DI FISICA 3 a LICEO ELETTROLOGIA 1) CONCETTI FONDAMENTALI Cariche elettriche: cariche elettriche dello stesso segno si respingono e cariche elettriche di segno opposto si attraggono. Conduttore:

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

La fisica di Feynmann Termodinamica

La fisica di Feynmann Termodinamica La fisica di Feynmann Termodinamica 3.1 TEORIA CINETICA Teoria cinetica dei gas Pressione Lavoro per comprimere un gas Compressione adiabatica Compressione della radiazione Temperatura Energia cinetica

Dettagli

PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO. Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS

PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni. Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO. Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS ISTITUTO VERONESE MARCONI Sede di Cavarzere (VE) PROGRAMMA DEFINITIVO di Tecnologie Elettrico-Elettroniche e Applicazioni Docente: VARAGNOLO GIAMPAOLO Insegnante Tecnico Pratico: ZANINELLO LORIS Classe

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

Definizione di circuito, delle grandezze circuitali e classificazione dei bipoli

Definizione di circuito, delle grandezze circuitali e classificazione dei bipoli Definizione di circuito, delle grandezze circuitali e classificazione dei bipoli Definizione di circuito elettrico Da un punto di vista fisico un circuito si presenta come una connessione di elementi o

Dettagli

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Anno: 1 Semestre: 1 Corso integrato: MATEMATICA, FISICA, STATISTICA ED INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof.

Dettagli

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua 1 UNIVERSITÀ DIGENOVA FACOLTÀDISCIENZEM.F.N. LABORATORIO IA Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua Anno Accademico 2001 2002 2 Capitolo 1 Richiami sui fenomeni elettrici Esperienze elementari

Dettagli

ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI

ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI ALCUNI CONCETTI FONDAMENTALI 1.1 Introduzione La carica elettrica è una proprietà fisica fondamentale della materia che si assume per acquisita. Le correnti elettriche sono cariche elettriche in moto.

Dettagli

1. La corrente elettrica

1. La corrente elettrica . Elettrodinamica. La corrente elettrica Finora abbiamo studiato situazioni in cui le cariche elettriche erano ferme. Nell elettrodinamica si studia il moto delle cariche elettriche. Una corrente elettrica

Dettagli

Fisica Generale II Facoltà di Ingegneria. a.a. 2013/2014 Prof. Luigi Renna Programma dettagliato

Fisica Generale II Facoltà di Ingegneria. a.a. 2013/2014 Prof. Luigi Renna Programma dettagliato 1 Fisica Generale II Facoltà di Ingegneria. a.a. 2013/2014 Prof. Luigi Renna Programma dettagliato Libro di testo: P. Mazzoldi M. Nigro C. Voci: Elementi di FISICA Elettromagnetismo Onde II edizione (EdiSES,

Dettagli

Argomenti delle lezioni del corso di Elettromagnetismo 2010-11

Argomenti delle lezioni del corso di Elettromagnetismo 2010-11 Argomenti delle lezioni del corso di Elettromagnetismo 2010-11 14 marzo (2 ore) Introduzione al corso, modalità del corso, libri di testo, esercitazioni. Il fenomeno dell elettricità. Elettrizzazione per

Dettagli

Introduzione all elettronica

Introduzione all elettronica Introduzione all elettronica L elettronica nacque agli inizi del 1900 con l invenzione del primo componente elettronico, il diodo (1904) seguito poi dal triodo (1906) i cosiddetti tubi a vuoto. Questa

Dettagli

OLIMPIADI DI FISICA 2004

OLIMPIADI DI FISICA 2004 Associazione per l Insegnamento della Fisica Progetto Olimpiadi OLIMPIADI DI FISICA 2004 13 Febbraio 2004 Gara di 2 Livello SOLUZIONE dei QUESITI Quesito n.1 Nell urto si conserva la quantità di moto,

Dettagli

Induzione Magnetica Legge di Faraday

Induzione Magnetica Legge di Faraday nduzione Magnetica egge di Faraday ezione 8 (oltre i campi elettrostatico, magnetostatico, e le correnti stazionarie) Variazione nel tempo del campo : Muovendo un magnete vicino a una spira connessa ad

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO - SCIENTIFICO TECNOLOGICO 2012 Corso Sperimentale Progetto Brocca Tema di Fisica

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO - SCIENTIFICO TECNOLOGICO 2012 Corso Sperimentale Progetto Brocca Tema di Fisica ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO - SCIENTIFICO TECNOLOGICO 2012 Corso Sperimentale Progetto Brocca Tema di Fisica La prova Il candidato svolga una relazione su uno solo dei seguenti due temi, a sua

Dettagli

Corrente elettrica. La disputa Galvani - Volta

Corrente elettrica. La disputa Galvani - Volta Corrente elettrica La disputa Galvani - Volta Galvani scopre che due bastoncini di metalli diversi, in una rana, ne fanno contrarre i muscoli Lo interpreta come energia vitale Volta attribuisce il fenomeno

Dettagli

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il Circuiti in Corrente Continua direct currentdc ASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica l Potenziale Elettrico La legge di Ohm l resistore codice dei colori esistenze in serie ed in parallelo

Dettagli

La corrente e le leggi di Ohm

La corrente e le leggi di Ohm La corrente e le leggi di Ohm Elettroni di conduzione La conduzione elettrica, che definiremo successivamente, consiste nel passaggio di cariche elettriche da un punto ad un altro di un corpo conduttore.

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

λ = neπa 2 (1) 1- la carica elettrica λ presente per unità di lunghezza,

λ = neπa 2 (1) 1- la carica elettrica λ presente per unità di lunghezza, 1 Esercizio 1 - Protoni con carica elettrica e viaggiano con velocità v ( non relativistica) nel verso dell'asse costituendo un lungo fascio a sezione circolare di raggio a. Il numero di protoni presenti

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

FISICA (modulo 1) PROVA SCRITTA 10/02/2014

FISICA (modulo 1) PROVA SCRITTA 10/02/2014 FISICA (modulo 1) PROVA SCRITTA 10/02/2014 ESERCIZI E1. Un proiettile del peso di m = 10 g viene sparato orizzontalmente con velocità v i contro un blocco di legno di massa M = 0.5 Kg, fermo su una superficie

Dettagli

N.1 N.2. x(t) = x 0 cos(ωt); y(t) = v 0 /ω sen(ωt); (1) Q 1 Q 3 4 π ɛ 0 (2 d) 2 = Q 2 Q 3 Q 1 4 d 2 = Q 2. 4 π ɛ 0 d 2. d 2 Q 1 = 4 10 9 C (3)

N.1 N.2. x(t) = x 0 cos(ωt); y(t) = v 0 /ω sen(ωt); (1) Q 1 Q 3 4 π ɛ 0 (2 d) 2 = Q 2 Q 3 Q 1 4 d 2 = Q 2. 4 π ɛ 0 d 2. d 2 Q 1 = 4 10 9 C (3) N. Tre particelle cariche sono poste come in gura ad una distanza d. Le cariche Q e Q 2 = 0 9 C sono tenute ferme mentre la carica Q 3, libera di muoversi, è in equilibrio. Calcolare il valore di Q Anchè

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA (Fenomeno, indipendente dal tempo, che si osserva nei corpi conduttori quando le cariche elettriche fluiscono in essi.) Un conduttore metallico è in equilibrio elettrostatico

Dettagli

Studio d ingegneria Dott.Ing.Piero Arona

Studio d ingegneria Dott.Ing.Piero Arona STRUTTURA DELLA MATERIA E noto da tempo che la materia è costituita da un aggregato di molecole e come queste sono a loro volta costituite da atomi, essendo l atomo la più piccola particella che entra

Dettagli

Corso integrato: FISICA, STATISTICA E INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof. Massimo MONCIARDINI Recapito: maxmonc@inwind.

Corso integrato: FISICA, STATISTICA E INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof. Massimo MONCIARDINI Recapito: maxmonc@inwind. Corso integrato: FISICA, STATISTICA E INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof. Massimo MONCIARDINI Recapito: maxmonc@inwind.it Programma: Introduzione Meccanica Cinematica Dinamica Statica

Dettagli

LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Insegnante: LUCIA CERVELLI Testo in uso: Claudio Romeni FISICA E REALTA Zanichelli Su alcuni

Dettagli

Circuiti Elettrici. Un introduzione per studenti di Fisica. Giulio D Agostini. Dipartimento di Fisica, Università La Sapienza, Roma

Circuiti Elettrici. Un introduzione per studenti di Fisica. Giulio D Agostini. Dipartimento di Fisica, Università La Sapienza, Roma Circuiti Elettrici Un introduzione per studenti di Fisica Giulio D Agostini Dipartimento di Fisica, Università La Sapienza, Roma 6 marzo 2015 ii Indice 1 Forze gravitazionali e forze elettriche 1 1.1 Forze

Dettagli

Liceo Scientifico Statale A. Volta, Torino Anno scolastico 2015 / 2016

Liceo Scientifico Statale A. Volta, Torino Anno scolastico 2015 / 2016 Liceo Scientifico Statale A. Volta, Torino Anno scolastico 2015 / 2016 FISICA ELETTROMAGNETISMO FISICA MODERNA classe 5 B MAG. 2016 Esercitazione di Fisica in preparazione all Esame di Stato A.S. 2015-2016

Dettagli

Sistemi Elettrici. Debora Botturi ALTAIR. http://metropolis.sci.univr.it. Debora Botturi. Laboratorio di Sistemi e Segnali

Sistemi Elettrici. Debora Botturi ALTAIR. http://metropolis.sci.univr.it. Debora Botturi. Laboratorio di Sistemi e Segnali Sistemi Elettrici ALTAIR http://metropolis.sci.univr.it Argomenti Osservazioni generali Argomenti Argomenti Osservazioni generali Componenti di base: resistori, sorgenti elettriche, capacitori, induttori

Dettagli

CdL Professioni Sanitarie A.A. 2012/2013. Unità 7: Forze elettriche e magnetiche

CdL Professioni Sanitarie A.A. 2012/2013. Unità 7: Forze elettriche e magnetiche L. Zampieri Fisica per CdL Professioni Sanitarie A.A. 12/13 CdL Professioni Sanitarie A.A. 2012/2013 Unità 7: Forze elettriche e magnetiche Forza elettrica e corrente Carica elettrica e legge di Coulomb

Dettagli

Corrente elettrica. Daniel Gessuti

Corrente elettrica. Daniel Gessuti Corrente elettrica Daniel Gessuti indice 1 Definizioni 1 Definizione di corrente 1 Definizione di resistenza 2 2 Effetto Joule 3 Circuiti in parallelo 4 3 Circuiti in serie 5 4 Il campo magnetico 5 Fenomeni

Dettagli

VERIFICA DEI PRINCIPI DI KIRCHHOFF, DEL PRINCIPIO DI SOVRAPPOSIZIONE DEGLI EFFETTI, DEL TEOREMA DI MILLMAN

VERIFICA DEI PRINCIPI DI KIRCHHOFF, DEL PRINCIPIO DI SOVRAPPOSIZIONE DEGLI EFFETTI, DEL TEOREMA DI MILLMAN FCA D PNCP D KCHHOFF, DL PNCPO D SOAPPOSZON DGL FFTT, DL TOMA D MLLMAN Un qualunque circuito lineare (in cui agiscono più generatori) può essere risolto applicando i due principi di Kirchhoff e risolvendo

Dettagli

Il campo magnetico. 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz

Il campo magnetico. 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz Il campo magnetico 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz 1 Lezione 1 - Fenomeni magnetici I campi magnetici possono essere

Dettagli

I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15

I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15 I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15 DISCIPLINA: FISICA (Indirizzi scientifico e scientifico sportivo) CLASSE: QUARTA (tutte le sezioni) COMPETENZE DISCIPLINARI ABILITA CONTENUTI

Dettagli

Corso di Laurea Triennale in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA. Corso Integrato di Misure Elettriche ed Elettroniche

Corso di Laurea Triennale in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA. Corso Integrato di Misure Elettriche ed Elettroniche UNIVERSITÀ DI GENOVA - FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Laurea Triennale in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Corso Integrato di Misure Elettriche ed Elettroniche Modulo

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Indice PREFAZIONE. Capitolo 5 LE LEGGI DEL MOTO DI NEWTON 58 5.1 La terza legge di Newton 58

Indice PREFAZIONE. Capitolo 5 LE LEGGI DEL MOTO DI NEWTON 58 5.1 La terza legge di Newton 58 Indice PREFAZIONE XV Capitolo 1 RICHIAMI DI MATEMATICA 1 1.1 Simboli, notazione scientifica e cifre significative 1 1.2 Algebra 3 1.3 Geometria e trigonometria 5 1.4 Vettori 7 1.5 Sviluppi in serie e approssimazioni

Dettagli

Induzione elettromagnetica

Induzione elettromagnetica Induzione elettromagnetica n Legge di Faraday n Mutua induzione e auto-induzione n Densita` di energia del campo magnetico Induzione elettromagnetica Nel 1831 Michael Faraday scopre un nuovo fenomeno Muovendo

Dettagli

Potenza elettrica nei circuiti in regime sinusoidale

Potenza elettrica nei circuiti in regime sinusoidale Per gli Istituti Tecnici Industriali e Professionali Potenza elettrica nei circuiti in regime sinusoidale A cura del Prof. Chirizzi Marco www.elettrone.altervista.org 2010/2011 POTENZA ELETTRICA NEI CIRCUITI

Dettagli

E 0 = E 1 2 + E 0. 2 = E h. = 3.2kV / m. 2 1 x. κ 1. κ 2 κ 1 E 1 = κ 2 E 2. = κ 1 E 1 x ε 0 = 8

E 0 = E 1 2 + E 0. 2 = E h. = 3.2kV / m. 2 1 x. κ 1. κ 2 κ 1 E 1 = κ 2 E 2. = κ 1 E 1 x ε 0 = 8 Solo Ingegneria dell Informazione e Ingegneria dell Energia (Canale 2 e DM 59) Problema Due condensatori piani C e C, uguali ad armature quadrate separate dalla distanza, sono connessi in parallelo. Lo

Dettagli

LEGGI DI OHM E RETI ELETTRICHE.

LEGGI DI OHM E RETI ELETTRICHE. LEGGI DI OHM E RETI ELETTRICHE. 1) PREMESSA. Nelle lezioni precedenti abbiamo discusso la proprietà fondamentale di un corpo conduttore in equilibrio elettrostatico: tutti i punti del conduttore sono allo

Dettagli

PRINCIPI BASILARI DI ELETTROTECNICA

PRINCIPI BASILARI DI ELETTROTECNICA PRINCIPI BASILARI DI ELETTROTECNICA Prerequisiti - Impiego di Multipli e Sottomultipli nelle equazioni - Equazioni lineari di primo grado e capacità di ricavare le formule inverse - nozioni base di fisica

Dettagli

Fisica Generale 1 per Chimica Formulario di Termodinamica e di Teoria Cinetica

Fisica Generale 1 per Chimica Formulario di Termodinamica e di Teoria Cinetica Fisica Generale 1 per Chimica Formulario di Termodinamica e di Teoria Cinetica Termodinamica Equazione di Stato: p = pressione ; V = volume ; T = temperatura assoluta ; n = numero di moli ; R = costante

Dettagli

Definizione. Indice. La resistenza è data da: dove: di 9 07/06/2010 12.26. 1 Definizione. 2 Resistenza di un filo conduttore

Definizione. Indice. La resistenza è data da: dove: di 9 07/06/2010 12.26. 1 Definizione. 2 Resistenza di un filo conduttore La resistenza elettrica è una grandezza fisica scalare che misura la tendenza di un conduttore ad opporsi al passaggio di una corrente elettrica quando è sottoposto ad una tensione Questa opposizione dipende

Dettagli

di Heaveside: ricaviamo:. Associamo alle grandezze sinusoidali i corrispondenti fasori:, Adesso sostituiamo nella

di Heaveside: ricaviamo:. Associamo alle grandezze sinusoidali i corrispondenti fasori:, Adesso sostituiamo nella Equazione di Ohm nel dominio fasoriale: Legge di Ohm:. Dalla definizione di operatore di Heaveside: ricaviamo:. Associamo alle grandezze sinusoidali i corrispondenti fasori:, dove Adesso sostituiamo nella

Dettagli

Libri di testo adottati: Elettrotecnica generale HOEPLI di Gaetano Conte.

Libri di testo adottati: Elettrotecnica generale HOEPLI di Gaetano Conte. Libri di testo adottati: Elettrotecnica generale HOEPLI di Gaetano Conte. Obiettivi generali. L insegnamento di Elettrotecnica, formativo del profilo professionale e propedeutico, deve fornire agli allievi

Dettagli

1.ELEMENTI DI RETE. n-poli

1.ELEMENTI DI RETE. n-poli .ELEMENTI DI ETE Un elemento di rete può essere accessibile attraverso un numero n di morsetti: n-poli. Nel caso particolare di n l elemento si chiama bipolo. Se inoltre la corrente entrante in un morsetto

Dettagli

Induzione elettromagnetica

Induzione elettromagnetica Induzione elettromagnetica 1. Induzione elettromagnetica 2. Esperienze di Faraday 3. Legge di Faraday Neumann Lenz Induzione elettromagnetica (1) La rivoluzione determinata dall'utilizzo dell'energia elettrica

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica. Prof. Andrea Stefanini

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica. Prof. Andrea Stefanini UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica Prof. Andrea Stefanini Appunti aggiuntivi al corso di LABORATORIO DI FISICA 2 CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Anno

Dettagli

LA GIUNZIONE PN. Sulla base delle proprietà elettriche i materiali si classificano in: conduttori semiconduttori isolanti

LA GIUNZIONE PN. Sulla base delle proprietà elettriche i materiali si classificano in: conduttori semiconduttori isolanti LA GIUNZIONE PN Sulla base delle proprietà chimiche e della teoria di Bohr sulla struttura dell atomo (nucleo costituito da protoni e orbitali via via più esterni in cui si distribuiscono gli elettroni),

Dettagli

10.1 Corrente, densità di corrente e Legge di Ohm

10.1 Corrente, densità di corrente e Legge di Ohm Capitolo 10 Correnti elettriche 10.1 Corrente, densità di corrente e Legge di Ohm Esercizio 10.1.1 Un centro di calcolo è dotato di un UPS (Uninterruptible Power Supply) costituito da un insieme di 20

Dettagli

IL DIODO. Il moltiplicatore di tensione: Cockroft-Walton Transiente Stato stazionario Alta impedenza di carico

IL DIODO. Il moltiplicatore di tensione: Cockroft-Walton Transiente Stato stazionario Alta impedenza di carico IL DIODO RIASSUNTO: Semiconduttori Drogaggio N e P La giunzione p-n Diodo polarizzato in diretta/inversa Caratteristica I(V) Raddrizzatori a singola semionda a doppia semionda Il moltiplicatore di tensione:

Dettagli

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA CLASSE 3C La programmazione didattica per le discipline Matematica e Fisica prevede i temi di seguito elencati. Sia le famiglie che gli alunni hanno quindi possono seguire l agenda dei lavori in classe

Dettagli

Master in EnergyaManagement. Puddu Emiliano. Università LIUC di Castellanza. Elementi di Elettrotecnica

Master in EnergyaManagement. Puddu Emiliano. Università LIUC di Castellanza. Elementi di Elettrotecnica Master in Energy Management Puddu Emiliano Università LIUC di Castellanza Master in EnergyaManagement Elementi di Elettrotecnica 1 Indice Conduzione, generatori Rami, nodi e maglie Legge di Ohm e Leggi

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO MAXISPERIMENTAZIONE SCIENTIFICA PROG. BROCCA TEMA DI FISICA ANNO 2012 Svolgimento a cura di Massimo Macchioro

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO MAXISPERIMENTAZIONE SCIENTIFICA PROG. BROCCA TEMA DI FISICA ANNO 2012 Svolgimento a cura di Massimo Macchioro ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO MAXISPERIMENTAZIONE SCIENTIFICA PROG. BROCCA TEMA DI FISICA ANNO 2012 Svolgimento a cura di Massimo Macchioro Il candidato svolga una relazione su uno solo dei seguenti

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO NAUTICO C.COLOMBO. CLASSE 3 A sez. 3CI

ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO NAUTICO C.COLOMBO. CLASSE 3 A sez. 3CI CLASSE 3 A sez. 3CI MATERIA: Elettrotecnica, laboratorio 1. Contenuti del corso DOCENTI: SILVANO Stefano FERRARO Silvano Unità didattica 1: Gli strumenti di misura Il concetto di misura, errori di misura

Dettagli

Associazione per l Insegnamento della Fisica Giochi di Anacleto

Associazione per l Insegnamento della Fisica Giochi di Anacleto Associazione per l Insegnamento della Fisica Giochi di Anacleto DOMANDE E RISPOSTE 28 Aprile 2006 Soluzioni Quesito 1 Il marcatempo imprime a intervalli regolari i punti sul nastro, una serie di intervalli

Dettagli

Flusso del campo magnetico

Flusso del campo magnetico Lezione 19 Flusso del campo magnetico Il flusso magnetico o flusso di B attraverso una superficie aperta delimitata da un contorno chiuso e dato da Se il contorno chiuso e un circuito, il flusso in questione

Dettagli

Induzione magnetica. Corrente indotta. Corrente indotta. Esempio. Definizione di flusso magnetico INDUZIONE MAGNETICA E ONDE ELETTROMAGNETICHE

Induzione magnetica. Corrente indotta. Corrente indotta. Esempio. Definizione di flusso magnetico INDUZIONE MAGNETICA E ONDE ELETTROMAGNETICHE Induzione magnetica INDUZIONE MAGNETICA E ONDE ELETTROMAGNETICHE Che cos è l induzione magnetica? Si parla di induzione magnetica quando si misura una intensità di corrente diversa da zero che attraversa

Dettagli