EMERGENZA NEVE: COME GESTIRLA AL MEGLIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EMERGENZA NEVE: COME GESTIRLA AL MEGLIO"

Transcript

1 EMERGENZA NEVE: COME GESTIRLA AL MEGLIO La Provincia di Pistoia ha realizzato questo piccolo opuscolo per forinire ai cittadini le informazioni necessarie a prevenire gli eventuali disagi che la neve potrebbe provocare sulla viabilità e sulle normali attività, dando per scontato che qualche piccolo disagio sarà inevitabile. Il buon esito delle azioni dipende dall impegno delle strutture direttamente coinvolte, dall attendibilità delle previsioni meteorologiche e dalla collaborazione e senso di responsabilità dei cittadini. Come si attivano gli enti pubblici? 1. Le condizioni atmosferiche vengono monitorate e, nel momento in cui si annunciano probabili nevicate sul territorio, vengono posti in stato di allerta gli uffi ci preposti degli enti pubblici. Se viene ritenuto necessario, vengono fatti uscire preventivamente i mezzi spargi-sale per la salatura delle strade principali. 2. Quando inizia a nevicare, una volta raggiunti i 5 cm di neve, intervengono mezzi spartineve e uomini. Lo scopo principale di questa fase è rendere il più possibile percorribili le strade e i marciapiedi. Altri interventi necessari in questa fase sono il controllo dei pericoli derivanti dai crolli per l accumulo di neve sui tetti e sugli alberi e l eventuale chiusura delle scuole, aiutando i cittadini in diffi coltà come ammalati, anziani o disabili. 3.Passata la nevicata, il pericolo è rappresentato dalla possibile formazione di ghiaccio: entrano in funzione i mezzi spargi-sale sulle strade e si attivano gli interventi di pulizia su piazze e marciapiedi. Secondo quale criterio vengono pulite le strade? Le città e le loro viabilità sono analizzate, mappate e classifi cate, così da ottenere una graduatoria di priorità nello spargimento di sale e pulizia delle strade. Sono privilegiate le strade: principali (grandi vie di comunicazione, principali direttrici e tangenziale) che sono interessate dal trasporto pubblico (autobus, taxi,) e di emergenza (118 e Vigili del Fuoco, ecc.) quelle che permettono il raggiungimento degli ospedali (autoambulanze, ecc.), l uscita dei mezzi di soccorso e di pubblica sicurezza raccordi e vie di accesso alla città Particolare attenzione viene data agli accessi in edifi ci pubblici, strutture sanitarie e scuole. Cosa può fare il cittadino? Durante la nevicata anche gli stessi cittadini sono chiamati a collaborare: in questa situazione è necessario modifi care le proprie abitudini e cercare di contribuire a normalizzare la situazione di disagio causata dall evento. I cittadini possono togliere la neve dal proprio passo carraio e/o dal proprio accesso privato. La neve spalata va accumulata ai lati del passo carraio e non buttata in mezzo alla strada per non rendere vano il lavoro di pulizia. E bene acquistare sale nei supermercati o nei consorzi agrari e munirsi di pale per sgomberare le proprie aree private.

2 Gli operatori commerciali, del centro storico soprattutto, possono tenere percorribili i marciapiedi davanti alla propria attività commerciale. Può essere utile munirsi di pale e di scorte di sale da acquistare presso supermercati e consorzi agrari. Per quanto riguarda la circolazione stradale Utilizzare la propria automobile solo in caso di assoluta necessità, moderare la velocità e mantenere le distanze di sicurezza Non avventurarsi su percorsi innevati con pneumatici lisci o non adatti Utilizzare le catene Usare i mezzi pubblici perché così il traffi co è più scorrevole a vantaggio dei lavori di sgombero della neve dalle strade Non parcheggiare la propria auto, se possibile, su strade e aree pubbliche; ricoverarla in aree private e garage per agevolare il lavoro di sgombero neve - parcheggiare in modo corretto l auto dove è consentito Consigli utili Mantenersi sempre aggiornati sulla situazione di emergenza Non camminare nelle vicinanze di alberi e prestare attenzione, soprattutto in fase di disgelo, ai blocchi di neve che si staccano dai tetti Non utilizzare mezzi di trasporto su due ruote Indossare scarpe adatte: quando nevica scarpe non adatte aumentano la possibilità di infortuni conseguenti a cadute e scivolamenti Fare scorte alimentari e medicinali per le persone e familiari più anziani Fare scorta di sale presso i supermercati o i consorzi agrari Acquistare preventivamente pale o badili Parcheggiare l auto in modo corretto o addirittura in aree private per non ostacolare i lavori di sgombero Isolare il proprio contatore idrico avvolgendolo con stracci o materiale isolate e monitorare lo stato del proprio impianto per prevenire danni Fare attenzione alla formazione di ghiaccio Come spargere il sale per prevenire formazioni di ghiaccio Il sale può essere usato per intervenire su ghiaccio di limitato spessore: in caso di forti nevicate è necessario togliere la neve completamente e spargere il sale sul ghiaccio rimasto. Il quantitativo di sale deve essere proporzionale allo spessore di ghiaccio: per sciogliere un centimetro di neve occorrono circa 50 gr. a metro quadro, quindi con un kg. di sale si possono trattare 20 metri quadrati di superfi cie. Quantità superiori potrebbero danneggiare le pavimentazioni. Non usare acqua per eliminare cumuli di neve e ghiaccio soprattutto se su di essi è stato precedentemente sparso del sale. Vademecum spargimento sale prima di spargere il sale occorre pulire bene dalla neve con una pala la superfi cie interessata; il sale va messo solo in previsione di ghiacciate oppure dopo la nevicata, previa pulzia della neve fresca; non spargere sulla neve fresca : non ha effetto! spargere massimo 20 grammi a metro quadrato ; non eccedere perchè poi corrode asfalto e calcestruzzo; aumentare la quantità solo se lo spessore di ghiaccio è oltre i 3 cm; spargere a spaglio come se si dovesse seminare e in maniera uniforme sulla superfi cie non usare in prossimità di aiuole e aree verdi, perchè potrebbe danneggiare la vegetazione;

3 Numeri utili Uffici Relazione con il Pubblico o analoghi dei Comuni della Provincia ABETONE AGLIANA BUGGIANO CHIESINA UZZANESE CUTIGLIANO LAMPORECCHIO LARCIANO MARLIANA MASSA E COZZILE MONSUMMANO TERME MONTALE MONTECATINI TERME PESCIA PIEVE A NIEVOLE PISTOIA PITEGLIO PONTE BUGGIANESE QUARRATA SAN MARCELLO SERRAVALLE PISTOIESE UZZANO Polizia Muncipale dei Comuni della Provincia di Pistoia Polizia Municipale - Comune di Abetone Polizia Municipale - Comune di Agliana Polizia Municipale - Comune di Buggiano Polizia Municipale - Comune di Chiesina Uzzanese Polizia Municipale - Comune di Cutigliano Polizia Municipale - Comune di Lamporecchio Polizia Municipale - Comune di Larciano Polizia Municipale - Comune di Marliana Polizia Municipale - Comune di Massa e Cozzile Polizia Municipale - Comune di Monsummano Terme Polizia Municipale - Comune di Montale Polizia Municipale - Comune di Montecatini Terme Polizia Municipale - Comune di Pescia Polizia Municipale - Comune di Pieve a Nievole Polizia Municipale - Comune di Pistoia Polizia Municipale - Comune di Piteglio Polizia Municipale - Comune di Ponte Buggianese Polizia Municipale - Comune di Quarrata Polizia Municipale - Comune di Sambuca Pistoiese Polizia Municipale - Comune di San Marcello Pistoiese Polizia Municipale - Comune di Serravalle Pistoiese Polizia Municipale - Comune di Uzzano

4 Vigili del Fuoco - Soccorso urgente 115 Soccorso Sanitario urgente 118 Carabinieri - Soccorso urgente 112 Comando Provinciale Pistoia Stazione Capostrada Stazione Cireglio Stazione Pracchia Polizia di Stato 113 Emergenza ambientale (Corpo Forestale dello Stato) 1515 Soccorso stradale ACI 116 Publiambiente Publiacqua Acque spa Fiorentina Gas Toscana Energia Enel Recupero animali domestici Pistoia Polizia Municipale Recupero animali selvatici - Cooperativa sociale Ipotesi Riferimenti Protezione Civile o analoghi dei comuni della Provincia Abetone Agliana Buggiano Chiesina Uzzanese Cutigliano Lamporecchio Larciano Marliana Monsummano Terme Montale

5 Montecatini Terme Pescia Pieve a Nievole Pistoia Piteglio Ponte Buggianese /4 Quarrata Sambuca P.se San Marcello P.se Serravalle P.se Uzzano

Nevica!... Cosa fare : cosa può fare il cittadino - Consigli utili

Nevica!... Cosa fare : cosa può fare il cittadino - Consigli utili Nevica!... Cosa fare : cosa può fare il cittadino - Consigli utili Nel Piano emergenza neve sono coinvolti diversi attori (Comune, Provincia, Regione, ecc); anche i cittadini sono chiamati a giocare un

Dettagli

EMERGENZA NEVE: COME GESTIRLA AL MEGLIO

EMERGENZA NEVE: COME GESTIRLA AL MEGLIO EMERGENZA NEVE: COME GESTIRLA AL MEGLIO La Provincia di Pistoia ha realizzato questo piccolo opuscolo per fornire ai cittadini le informazioni necessarie a prevenire gli eventuali disagi che la neve potrebbe

Dettagli

I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia

I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia Premessa: I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia Le schede seguenti si basano sui dati ufficiali forniti dal Gestore Servizi Elettrici alla data del 08/04/2011: questi dati sono da considerarsi

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA

PROTOCOLLO D'INTESA TRA PROTOCOLLO D'INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO CENSIMENTO DENOMINATO "CONOSCERE CHI HA BISOGNO DI AIUTO" NECESSARIO AL COMPLETAMENTO DATI DEI PIANI DI PROTEZIONE CIVILE E DELLE PROCEDURE DELLA CENTRALE

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO

NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO NORME DI COMPORTAMENTO PER I CITTADINI IN CASO DI EVENTO NEVOSO Le precipitazioni nevose sono eventi atmosferici, non sempre prevedibili, che per le loro caratteristiche provocano disagi e difficoltà su

Dettagli

Comune di San Lazzaro di Savena. Piano Neve. informazioni e suggerimenti. per affrontare insieme le nevicate in città

Comune di San Lazzaro di Savena. Piano Neve. informazioni e suggerimenti. per affrontare insieme le nevicate in città Comune di San Lazzaro di Savena Piano Neve informazioni e suggerimenti per affrontare insieme le nevicate in città Comune di San Lazzaro di Savena Piano Neve Il nuovo Piano Neve di San Lazzaro di Savena

Dettagli

Via XXV Aprile, 10 50068 Rufina (FI) Codice Fiscale 06096360489 Tel. 055/839661 Fax 055/8396634 web www.uc-valdarnoevaldisieve.fi.

Via XXV Aprile, 10 50068 Rufina (FI) Codice Fiscale 06096360489 Tel. 055/839661 Fax 055/8396634 web www.uc-valdarnoevaldisieve.fi. Norme di Comportamento In Caso di Evento Nevoso UNIONE DEI COMUNI VALDARNO E VALDISIEVE UFFICIO ASSOCIATO DI PROTEZIONE CIVILE Via XXV Aprile, 10 50068 Rufina (FI) Codice Fiscale 06096360489 Tel. 055/839661

Dettagli

INFORMAZIONI IMPORTANTI - PIANO NEVE

INFORMAZIONI IMPORTANTI - PIANO NEVE INFORMAZIONI IMPORTANTI - PIANO NEVE Nevicate e gelate sono eventi atmosferici eccezionali, che provocano sempre disagi e problemi alla circolazione. Il servizio meteorologico, attraverso modelli scientifici,

Dettagli

Calcolo della dotazione di servizio per Comune (millesimi) Elaborazione dati del monitoraggio dell utenza

Calcolo della dotazione di servizio per Comune (millesimi) Elaborazione dati del monitoraggio dell utenza ANALISI RETE TPL Estratto dai materiali raccolti a seguito della Convenzione tra l Amministrazione Provinciale di Pistoia e il Dipartimento di Ingegneria civile ed ambientale (DICEA) Area Trasporti della

Dettagli

Comune di Polesella PIANO NEVE

Comune di Polesella PIANO NEVE Comune di Polesella PIANO NEVE Presentazione Il Piano Neve definisce l insieme di attività da adottare per garantire la messa in sicurezza e la transitabilità delle strade quando si preveda il verificarsi

Dettagli

Elenco Associazioni di Volontariato e Tutela AUSL 3 Pistoia

Elenco Associazioni di Volontariato e Tutela AUSL 3 Pistoia 1 A.C.A.T. Associazione Alcolisti in trattamento Pistoia 2 ADICONSUM Pistoia 3 A.D.M.O. Associazione Donatori Midollo Osseo 4 A.D.O.C. 5 ADUSBEF 6 AGESCI 7 AGRABAH 8 A.I.A.S. 9 A.I.C. Associazione Italiana

Dettagli

Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ

Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ ANCHE TU PER ESEMPIO DIVENTA VOLONTARIO PER L EMERGENZA NEVE Anche quest anno il Comune, in collaborazione

Dettagli

PIANO EMERGENZA NEVE

PIANO EMERGENZA NEVE COMUNE DI CASORATE PRIMO (provincia di Pavia) PIANO EMERGENZA NEVE Piano Emergenza Neve Pagina 1 INDICE: 1. Premessa 2. Scopo del piano 3. Fasi di intervento 4. Limitazioni della viabilità 5. Intervento

Dettagli

COSA FARE QUANDO NEVICA. Il Comune Informa COSA FARE QUANDO NEVICA

COSA FARE QUANDO NEVICA. Il Comune Informa COSA FARE QUANDO NEVICA COSA FARE QUANDO NEVICA Il Comune Informa COSA FARE QUANDO NEVICA Con la collaborazione: COSA FARE IN CASO DI NEVE D inverno può nevicare e la neve provoca disagi anche notevoli soprattutto in zone, come

Dettagli

ALLEGATO - A Il questionario somministrato alle donne

ALLEGATO - A Il questionario somministrato alle donne ALLEGATO - A Il questionario somministrato alle donne DONNE, LAVORO E FAMIGLIA IN PROVINCIA DI PISTOIA QUESTIONARIO SEZ. 0 - CONDIZIONE UNICA O PREVALENTE D1. Qual è attualmente la sua condizione prevalente

Dettagli

PIANO COMUNALE EMERGENZA NEVE

PIANO COMUNALE EMERGENZA NEVE PIANO COMUNALE EMERGENZA NEVE Approvato con delibera di Giunta Comunale n 92 del 22/12/2015 PREMESSE Il presente piano neve sottoposto all approvazione della Giunta Municipale, programma e disciplina gli

Dettagli

PIANO INDUSTRIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI

PIANO INDUSTRIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI PIANO INDUSTRIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI (art. 27, L.R.T. 25/98) D1 - Criteri per la redazione del A cura di A.T.I.: P&A Professionisti Associati S.r.l. Studio Associato Gasparini Studio Tecnico Saetti

Dettagli

PIANO NEVE. COMUNE DI MARRADI Provincia di Firenze ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE N. 82/GC DEL 30.11.2013

PIANO NEVE. COMUNE DI MARRADI Provincia di Firenze ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE N. 82/GC DEL 30.11.2013 ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE N. 82/GC DEL 30.11.2013 SERVIZIO ASSETTO DEL TERRITORIO PIANO NEVE Per informazioni: Comune di Marradi (Fi) - Uff. Tecnico. Te.l. 055/8045952 - tecnico@comune.marradi.fi.it

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER SGOMBERO NEVE

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER SGOMBERO NEVE Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna e sostituisce il

Dettagli

COMUNE DI ORIOLO ROMANO Provincia di Viterbo PIANO COMUNALE DI EMERGENZA PER LA GESTIONE DEL RISCHIO NEVE E GHIACCIO

COMUNE DI ORIOLO ROMANO Provincia di Viterbo PIANO COMUNALE DI EMERGENZA PER LA GESTIONE DEL RISCHIO NEVE E GHIACCIO COMUNE DI ORIOLO ROMANO Provincia di Viterbo PIANO COMUNALE DI EMERGENZA PER LA GESTIONE DEL RISCHIO NEVE E GHIACCIO PRINCIPALI NORME DI COMPORTAMENTO E AUTOPROTEZIONE IN CASO DI NEVE E GELO A CASA: -

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO

PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO REDAZIONE DI PIANO COMUNALE DI EMERGENZA TOMO 3 : RISCHIO INCENDI DI INTERFACCIA TOMO 4 : RISCHIO SISMICO TOMO 5 : RISCHIO NIVOLOGICO MARZO 2014 1 Indice TOMO

Dettagli

Convegno. "Stato di Salute Ambientale", Monsummano Terme. Sportello Pistoiese Energia Rinnovabile (SPER) - Pistoia e Monsummano Terme

Convegno. Stato di Salute Ambientale, Monsummano Terme. Sportello Pistoiese Energia Rinnovabile (SPER) - Pistoia e Monsummano Terme Convegno "Stato di Salute Ambientale", Monsummano Terme Sportello Pistoiese Energia Rinnovabile (SPER) Pistoia e Monsummano Terme Lo Sportello Pistoiese Energia Rinnovabile (SPER) nasce nel giugno del

Dettagli

MISURE DI AUTOPROTEZIONE

MISURE DI AUTOPROTEZIONE COMUNE DI VICENZA ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PROTEZIONE CIVILE EMERGENZA ALLUVIONE E NEVE INTERVENTI COMUNALI E MISURE DI AUTOPROTEZIONE Sempre più spesso sentiamo nei comunicati radio e televisivi

Dettagli

Aspetti ambientali: fonti emissive, polveri sottili, analisi e peso delle varie fonti emissive

Aspetti ambientali: fonti emissive, polveri sottili, analisi e peso delle varie fonti emissive Aspetti ambientali: fonti emissive, polveri sottili, analisi e peso delle varie fonti emissive ARPAT - Regionale Tutela Qualità dell Aria Dott.ssa Chiara Collaveri Dati IRSE 2007 Che cos è un inventario

Dettagli

PUBBLICHE ASSISTENZE AREA PISTOIESE

PUBBLICHE ASSISTENZE AREA PISTOIESE PUBBLICHE ASSISTENZE AREA PISTOIESE Coordinamento Prov.le Pubbliche Assistenze 00 OPERATIVA Via dei Macelli, 1 51100 PISTOIA LEGALE Via Manin 22 51026 MONTECATINI TERME - 0573 24380 H24 0573 33333 0573

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO

PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO 469 ORDINANZA DEL SINDACO... del IL SINDACO Oggetto: Disposizioni per l emergenza di caduta neve -formazione di ghiaccio

Dettagli

Comune di Città di Castello _ Servizio Protezione Civile telefono attivo H24 in caso di emergenza Aggiornamenti in tempo reale nella

Comune di Città di Castello _ Servizio Protezione Civile telefono attivo H24 in caso di emergenza Aggiornamenti in tempo reale nella Consigli utili in caso di neve Comune di Città di Castello _ Servizio Protezione Civile telefono attivo H24 in caso di emergenza 0758520744 Aggiornamenti in tempo reale nella pagina web www.cdcnet.net/inforservizi/protezionecivile.asp

Dettagli

Servizio Tutela Ambientale, Energia, Gestione rifiuti, Bonifica inquinamenti ambientali e aree inquinate, Forestazione, Antincendi Boschivi.

Servizio Tutela Ambientale, Energia, Gestione rifiuti, Bonifica inquinamenti ambientali e aree inquinate, Forestazione, Antincendi Boschivi. La funzione ambientale ed economica del bosco: le potenzialità delle foreste pistoiesi FUNZIONI AMBIENTALI: TANTE! EVIDENZA: PROTEZIONE DEL SUOLO (AGGIORNARE) ACCUMULO CO2 NELLE PIANTE, LIGNINA NON DECOMPOSTA

Dettagli

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze Ufficio Protezione Civile PIANO NEVE

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze Ufficio Protezione Civile PIANO NEVE UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze Ufficio Protezione Civile PIANO NEVE Orario d ufficio: Martedì 08,00 13,00 e Giovedì 08,00 13,00 Sabato chiuso Palazzina Mangani Via Portigiani 24 tel.

Dettagli

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 L EVENTO Complessivamente dal 31 gennaio al 13 febbraio sono stati registrati i seguenti spessori del manto nevoso Parte orientale della Regione: fascia

Dettagli

10040 - Provincia di TORINO. Ufficio del Responsabile dei lavori Pubblici, Manutenzioni e Patrimonio e-mail roberto.racca@comune.volvera.to.

10040 - Provincia di TORINO. Ufficio del Responsabile dei lavori Pubblici, Manutenzioni e Patrimonio e-mail roberto.racca@comune.volvera.to. Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze, derivanti da attività affidate ad imprese appaltatrici o a lavoratori autonomi, ai sensi del D.Lgs. 81/08 art. 26 comma 3. Servizio di sgombero

Dettagli

COMUNE DI PREMARIACCO

COMUNE DI PREMARIACCO COMUNE DI PREMARIACCO PIANO NEVE Piano operativo di intervento PREMESSA La neve e il gelo sono eventi atmosferici naturali che possono presentarsi con frequenze ed intensità anche impreviste: tali eventi

Dettagli

Il Comprensorio del cuoio incontra il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio. Santa Croce sull Arno, 28-05-2010

Il Comprensorio del cuoio incontra il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio. Santa Croce sull Arno, 28-05-2010 Il Comprensorio del cuoio incontra il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio Santa Croce sull Arno, 28-05-2010 IL COMPRENSORIO CONSORTILE Il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio si estende

Dettagli

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 SISTAN P r o v i n c i a d i P i s t o i a N O T II Z II A R II O S T A T II S T II C O Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 Il contesto internazionale e nazionale I risultati

Dettagli

Province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato

Province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato Giugno 2015 Informiamo che in seguito alle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nelle Province di Firenze, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato il giorno 5 marzo 2015, la Presidenza

Dettagli

TOTALE ASSE 1 "Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale"

TOTALE ASSE 1 Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale FIGURA 1 RISORSE DEL PLSR (Provincia e Com.Montana) AGGIORN. NOVEMBRE 2010 (compresa la quota aggiuntiva 112 nel 2008) MISURE 2007-10 2011 TOTALE 112 insediamento giovani agricoltori 6.040.000 240.000

Dettagli

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO COMUNE DI 1. FUNZIONALITA DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE REPERIBILITA H 24. Il Piano deve contenere le informazioni necessarie e le modalità con cui la struttura

Dettagli

CON NEVE E GHIACCIO SEI MENO SICURO

CON NEVE E GHIACCIO SEI MENO SICURO CON NEVE E GHIACCIO SEI MENO SICURO QUANDO GUIDI NON ESPORTI A RISCHI NEVE E GHIACCIO: MENO ADERENZA, PIÙ PRUDENZA Quando c è neve sulla strada, mantenere il controllo dell auto diventa più diffi cile,

Dettagli

PROGRAMMA SPORT PER TUTTI ottobre 2004 (suddiviso per Comuni)

PROGRAMMA SPORT PER TUTTI ottobre 2004 (suddiviso per Comuni) COMUNICATO STAMPA DECINE DI APPUNTAMENTI SPORTIVI CON "SPORT PER TUTTI" PER TUTTO IL MESE DI OTTOBRE Partono dal fine settimana prossimo e durano tutto ottobre, le iniziative di "Sport per tutti", la manifestazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRESENTATI OGGI NELLA SEDE APT VALDINIEVOLE I NUOVI GUIDA "MUSEI & VALDINIEVOLE" E SITO INTERNET

COMUNICATO STAMPA PRESENTATI OGGI NELLA SEDE APT VALDINIEVOLE I NUOVI GUIDA MUSEI & VALDINIEVOLE E SITO INTERNET COMUNICATO STAMPA PRESENTATI OGGI NELLA SEDE APT VALDINIEVOLE I NUOVI GUIDA "MUSEI & VALDINIEVOLE" E SITO INTERNET www.provincia.pistoia.it/museievaldinievole Sono stati presentati oggi, venerdì 9 luglio

Dettagli

Provincia di Forlì Cesena COMUNE DI FORLI. Global Service manutentivo delle infrastrutture stradali e loro pertinenze ed accessori

Provincia di Forlì Cesena COMUNE DI FORLI. Global Service manutentivo delle infrastrutture stradali e loro pertinenze ed accessori Provincia di Forlì Cesena COMUNE DI FORLI Global Service manutentivo delle infrastrutture stradali e loro pertinenze ed accessori Procedure operative Le Procedure Operative del Piano Neve in vigore da

Dettagli

PIANO NEVE 2013-2016

PIANO NEVE 2013-2016 COMUNE DI MONTEFIORINO (DECORATO DI MEDAGLIA D ORO AL VALOR MILITARE) Provincia di Modena UFFICIO TECNICO COMUNALE PIANO NEVE 2013-2016 Il Coordinatore Il Responsabile del Settore Tecnico PIANO NEVE INVERNO

Dettagli

ELENCO IMMOBILI DI PROPRIETA' INTERA AZIENDA USL 3 PT

ELENCO IMMOBILI DI PROPRIETA' INTERA AZIENDA USL 3 PT ELENCO IMMOBILI DI PROPRIETA' INTERA AZIENDA USL 3 PT ANAGRAFICA, DATI GENERALI DATI CATASTALI CONSISTENZA Comune Indirizzo Provenienza DENOMINAZIONE, Destinazione d'uso Utilizzo e situazione giuridica

Dettagli

C O M U N E D I G I O V E P R O V I N C I A D I T E R N I

C O M U N E D I G I O V E P R O V I N C I A D I T E R N I PIANO EMERGENZA NEVE COMUNALE INVERNO 2012-2013 PREMESSA Il presente piano costituisce strumento di attivazione degli interventi e di coordinamento delle componenti della Protezione Civile affinché, in

Dettagli

Il distretto vivaistico-ornamentale Pistoiese: struttura produttiva e meccanizzazione

Il distretto vivaistico-ornamentale Pistoiese: struttura produttiva e meccanizzazione Il distretto vivaisticoornamentale Pistoiese: struttura produttiva e meccanizzazione Renato Ferretti Provincia di Pistoia Pistoia 2324 ottobre 28 IL FLOROVIVAISMO IN TOSCANA La Toscana contribuisce con

Dettagli

PIANO NEVE COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE

PIANO NEVE COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE PIANO NEVE COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE Massimo Chiarello Francesco Albera Comitato Volontario Protezione Civile Montecchio Maggiore Responsabile Operativo Comunale Comune di Montecchio Maggiore Coordinatore

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA. Seduta del 14 GENNAIO 2010

PROVINCIA DI PISTOIA. Seduta del 14 GENNAIO 2010 PROVINCIA DI PISTOIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE Seduta del 14 GENNAIO 2010 Atto n. 6 OGGETTO: RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2010-2012. APPROVAZIONE SCHEMA. L 'anno duemiladieci,

Dettagli

Libretti di risparmio postale dormienti

Libretti di risparmio postale dormienti dormienti) Libretti di risparmio postale dormienti UFFICIO POSTALE (85/101) PISTOIA CENTRO Numero identificativo dei Libretti di Risparmio Postale al portatore 1071 1091 1846 2111 2167 2261 2513 2848 2946

Dettagli

MODALITÀ DI ATTIVAZIONE DEL PIANO NEVE

MODALITÀ DI ATTIVAZIONE DEL PIANO NEVE MODALITÀ DI ATTIVAZIONE DEL PIANO NEVE Durante il periodo di reperibilità il Comando di Polizia Locale mantiene attivo un collegamento giornaliero con il servizio di previsione meteorologica dei principali

Dettagli

Medicina delle catastrofi Interventi in caso di grandi raduni di folla Triage in una maxiemergenza

Medicina delle catastrofi Interventi in caso di grandi raduni di folla Triage in una maxiemergenza CROCE ROSSA ITALIANA Volontari del Soccorso Delegazione di Terme Euganee (PD) Medicina delle catastrofi Interventi in caso di grandi raduni di folla Triage in una maxiemergenza A cura di Vds Davide Bolognin

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER INCIDENTE STRADALE

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER INCIDENTE STRADALE Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER INCIDENTE STRADALE Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna

Dettagli

IL PIANO NEVE 2014-2015 PER LA CITTÀ DI BRESCIA

IL PIANO NEVE 2014-2015 PER LA CITTÀ DI BRESCIA IL PIANO NEVE 2014-2015 PER LA CITTÀ DI BRESCIA Il Piano Neve è attivo da lunedì 10 novembre 2014 a domenica 8 marzo 2015. Durante questo periodo il personale di Aprica, dedicato al servizio, è reperibile

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ATOS GAGGIOLI VIALE ADUA N 381/A, 51100, PISTOIA Telefono 0573-401632 CELL. 328-8525945 Fax 0573

Dettagli

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO. Tipologia di evento: Eventi non prevedibili/improvvisi AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

Dettagli

0187 699913-335 7212215 Gruppo Volontari Protezione Civile. norme di comportamento per affrontare le emergenze in sicurezza

0187 699913-335 7212215 Gruppo Volontari Protezione Civile. norme di comportamento per affrontare le emergenze in sicurezza norme di comportamento per affrontare le emergenze in sicurezza n u m e r i u t i l i Comune Santo Stefano di Magra Centralino 0187 697111 Polizia Municipale 0187 699913-335 7212215 Gruppo Volontari Protezione

Dettagli

Provincia di PISTOIA

Provincia di PISTOIA REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO INCLUSIONE SOCIALE SETTORE ASSOCIAZIONISMO E IMPEGNO SOCIALE Albo Regionale delle Cooperative Sociali

Dettagli

FEBBRAIO. Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris.

FEBBRAIO. Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris. 2015 FEBBRAIO Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris.it Customer Satisfaction 2015 Obiettivi e metodologia La presente

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFORMIDO DISTRETTO DEL CORMOR

COMUNE DI CAMPOFORMIDO DISTRETTO DEL CORMOR COMUNE DI CAMPOFORMIDO DISTRETTO DEL CORMOR 1 COSA FARE IN CASO DI: FRANA ALLUVIONE TROMBA D ARIA TEMPORALE CON FULMINI TERREMOTO 2 SE TI TROVI IN UN LUOGO CHIUSO: 1. mantieni la calma; COSA FARE IN CASO

Dettagli

Rispetto degli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio di persone con difficoltà motorie.

Rispetto degli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio di persone con difficoltà motorie. ATTIVITÁ E CONTENUTI GENITORI INCONTRO UNICO Incontro - dibattito tra le Istituzioni e i genitori finalizzato a sensibilizzare questi ultimi a comportamenti corretti e al rispetto delle norme del C.d.S..

Dettagli

I consumi culturali dei

I consumi culturali dei I consumi culturali dei cittadini stranieri nella Provincia di Pistoia Rete Documentaria della provincia di Pistoia INDICE PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE PREMESSA ANALISI DEI DATI Nota metodologica Identikit

Dettagli

Prepariamoci, Sydney

Prepariamoci, Sydney Prepariamoci, Sydney Come prepararci per un emergenza nella City di Sydney. Informazioni essenziali per residenti, lavoratori e visitatori. 1 Formulare un piano d emergenza personale La presente guida

Dettagli

DICEMBRE 2015 - APRILE

DICEMBRE 2015 - APRILE ***** LINEE GUIDA PIANO NEVE DICEMBRE 2015 - APRILE 2016 ***** - 1 - PIANO NEVE Il Piano Neve definisce l insieme di attività da adottare per garantire la messa in sicurezza e la transitabilità delle strade

Dettagli

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED O ABUNIALURED TELESCOPICA 4+4 CONFORME A: D.LGS. 81/08 ART. 113 EDIZIONE SETTEMBRE 2014 R1 1 MANUALE D USO E MANUTENZIONE Il presente

Dettagli

5 MODELLO DI INTERVENTO

5 MODELLO DI INTERVENTO Aggiornato al: 16.09.2009 MODELLO DI INTERVENTO pag. 5.1 5 MODELLO DI INTERVENTO Una parte fondamentale della redazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile è la realizzazione dei Modelli

Dettagli

BANDO "SCUOLE PISTOIESI AL PASSO CON I TEMPI 2015"

BANDO SCUOLE PISTOIESI AL PASSO CON I TEMPI 2015 BANDO "SCUOLE PISTOIESI AL PASSO CON I TEMPI 2015" N. SOGGETTO RICHIEDENTE 1 Istituto "G. Sismondi Pacinotti" Pescia 14.176,00 10.000,00 70 8.000,00 Acquisto di pc e monitor 2 Istituto comprensivo "A.

Dettagli

Come gestire l'emergenza neve - Archivio Notizie - le Notizie - Eventi e Notizie - Comune di Rho

Come gestire l'emergenza neve - Archivio Notizie - le Notizie - Eventi e Notizie - Comune di Rho Le nevicate, soprattutto se abbondanti, ripropongono sempre la necessità di spalare la neve dai punti di passaggio e osservare alcune elementari regole di comportamento. Nel Piano Emergenza Neve sono coinvolti

Dettagli

Esercizi di ristorazione che hanno aderito al progetto Pranzo sano fuori casa PROVINCIA DI PISTOIA

Esercizi di ristorazione che hanno aderito al progetto Pranzo sano fuori casa PROVINCIA DI PISTOIA Esercizi di ristorazione che hanno aderito al progetto Pranzo sano fuori casa PROVINCIA DI PISTOIA Comune di Agliana: Denis Bar Via Spartaco Lavagnini 42/44 Agliana 51031 (PT) 0574/673262 bar-denis@hotmail.it

Dettagli

Zonizzazione del territorio. Per l'individuazione delle zone e degli agglomerati si è fatto riferimento ai confini amministrativi a livello comunale.

Zonizzazione del territorio. Per l'individuazione delle zone e degli agglomerati si è fatto riferimento ai confini amministrativi a livello comunale. Allegato 1 Zonizzazione del territorio Il territorio regionale è stata suddiviso in zone e agglomerati secondo l art. 3 del D.Lgs. 155/2010 nel rispetto dei criteri di cui all appendice I dello stesso

Dettagli

Roma, 25 Novembre 2008

Roma, 25 Novembre 2008 1 Roma, 25 Novembre 2008 Trentino Trento Trento 22 novembre 24 dicembre 2008 Arco 21 novembre 23 dicembre 2008 Levico Terme 22 novembre 6 gennaio 2009 Alto Adige Bolzano 28 novembre 23 dicembre 2008 Bolzano

Dettagli

A T O N.5 Piano di Gestione dei Rifiuti Stralcio funzionale relativo ai rifiuti Speciali anche Pericolosi

A T O N.5 Piano di Gestione dei Rifiuti Stralcio funzionale relativo ai rifiuti Speciali anche Pericolosi Provincia di Pistoia A T O N.5 Piano di Gestione dei Rifiuti Stralcio funzionale relativo ai rifiuti Speciali anche Pericolosi VOLUME II Gli impianti di gestione autorizzati e i settori di maggiore produzione

Dettagli

MISURE DI EVACUAZIONE PER LA SEZIONE INFN DI MILANO RELATIVAMENTE AL LABORATORIO LASA REGOLAMENTO

MISURE DI EVACUAZIONE PER LA SEZIONE INFN DI MILANO RELATIVAMENTE AL LABORATORIO LASA REGOLAMENTO MISURE DI EVACUAZIONE PER LA SEZIONE INFN DI MILANO RELATIVAMENTE AL LABORATORIO LASA REGOLAMENTO Qualora si verichi un incidente tale da rendere necessario l abbandono cautelativo dell edificio (p. es.

Dettagli

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PROCEDURA OPERATIVA: RISCHIO IDRAULICO Versione 0.0 del 01.07.2011 Redazione a cura di: Corpo Polizia Municipale Reno-Galliera GENERALITA Evento: Alluvione o esondazione

Dettagli

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica Articoli C. d. S. Punti Violazioni che comportano la perdita punti Velocità art. 141, comma 8 5 Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione art. 142,

Dettagli

PIANO OPERATIVO DI REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI ART. 24 DEL D.LGS , n. 175

PIANO OPERATIVO DI REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI ART. 24 DEL D.LGS , n. 175 PIANO OPERATIVO DI REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI ART. 24 DEL D.LGS. 19.8.2016, n. 175 DISPOSIZIONI LEGISLATIVE ALLEGATO A L art. 4, comma 1, del D.Lgs. 19.8.2016, n. 175. che stabilisce

Dettagli

REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE

REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE 1.Premessa Gli interventi finalizzati alla gestione delle emergenze che interessano il sistema viario autostradale

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI MILANO. Piano Comunale di Protezione Civile Redazione: Novembre 2013

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI MILANO. Piano Comunale di Protezione Civile Redazione: Novembre 2013 REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI MILANO Piano Comunale di Protezione Civile Redazione: Novembre 2013 Redazione: Dott. Alberto Ventura, Arch. e DI.MA. Graziella Vallone Regione Cantarana, 17 28041 ARONA (NO)

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Informazioni Personali. Cognome e Nome. Data di nascita 22/09/1949 Qualifica. Amministrazione Incarico attuale

CURRICULUM VITAE. Informazioni Personali. Cognome e Nome. Data di nascita 22/09/1949 Qualifica. Amministrazione Incarico attuale CURRICULUM VITAE Informazioni Personali Cognome e Nome Petronilla Domenico Data di nascita 22/09/1949 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente di seconda fascia

Dettagli

A T O N.5 Comuni della Provincia di Pistoia e del Circondario Empolese Val d Elsa

A T O N.5 Comuni della Provincia di Pistoia e del Circondario Empolese Val d Elsa Provincia di Pistoia A T O N.5 Comuni della Provincia di Pistoia e del Circondario Empolese Val d Elsa Provincia di Firenze Piano di Gestione dei rifiuti urbani ed assimilati Allegato alla Delibera C.P.

Dettagli

Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015

Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015 Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015 PIANIFICAZIONE INVERNALE PER LA GESTIONE DELLA VIABILITA E REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI PESANTI IN AUTOSTRADA IN CASO DI PRECIPITAZIONI NEVOSE

Dettagli

www.pneumaticisottocontrollo.it

www.pneumaticisottocontrollo.it Atto Dirigenziale N. 4105 del 08/11/2011 Classifica: 010.17 Anno 2011 (4075765) Oggetto Ufficio Proponente Riferimento PEG Centro di Costo Resp. del Proc. Dirigente/Titolare P.O. S.G.C. FI-PI-LI;OBBLIGO

Dettagli

FESTA REDOP DELLE BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI PISTOIA. 23 aprile 2010* * GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D AUTORE RETE DOCUMENTARIA

FESTA REDOP DELLE BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI PISTOIA. 23 aprile 2010* * GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D AUTORE RETE DOCUMENTARIA RETE DOCUMENTARIA DELLA PROVINCIA DI PISTOIA REDOP 23 aprile 2010* FESTA DELLE BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI PISTOIA * GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D AUTORE Calendario degli eventi organizzati

Dettagli

Luca Lombroso Studio di Meteorologia professionale

Luca Lombroso Studio di Meteorologia professionale Linee guida per la misura dell altezza neve Progetto Mappatura Neve Comune di Modena Studio di Meteorologia Luca Lombroso Premessa: perchè una mappatura dettagliata della neve? Parlando delle problematiche

Dettagli

a scuola di Protezione Civile

a scuola di Protezione Civile Servizio Protezione Civile e Rischi Industriali Città di Venezia Il Servizio Nazionale di Protezione Civile in Italia Vigili del Fuoco La Croce Rossa a scuola di Protezione Civile Forze Armate e di Polizia

Dettagli

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Taranto

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Taranto Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Taranto Comitato operativo per la viabilità Piano di gestione delle criticità nella circolazione stradale in caso di neve ELENCO DI DISTRIBUZIONE UFFICI

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER EMERGENZA IDRAULICA

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER EMERGENZA IDRAULICA Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna e sostituisce il

Dettagli

VII - SISTEMA ENERGIA

VII - SISTEMA ENERGIA VII - SISTEMA ENERGIA INDICATORI DI PRESSIONE VII P1 - CONSUMI ENERGETICI VII P1.1 - Consumi energia elettrica VII P1.2 - Consumi di metano VII P2 EMISSIONI DI CAMPI ELETTROMAGNETICI VII P2.1 - Stazioni

Dettagli

l esperienza della caritas di pistoia nell incontro con i poveri percorso équipe - caritas italiana - 30 novembre 2009

l esperienza della caritas di pistoia nell incontro con i poveri percorso équipe - caritas italiana - 30 novembre 2009 l esperienza della caritas di pistoia nell incontro con i poveri percorso équipe - caritas italiana - 30 novembre 2009 la diocesi superficie in Kmq: 871 abitanti: circa 215.000 parrocchie: 158 territorio:

Dettagli

Emergenza neve: : intervento immediato della Protezione Civile del Comune - Comune di Rho

Emergenza neve: : intervento immediato della Protezione Civile del Comune - Comune di Rho Ieri è scattato il Piano Emergenza Neve. Gli operatori della Protezione Civile hanno lavorato dalle ore 20.00 fino alle prime ore del giorno con macchine spargisale. L intervento dei mezzi spartineve avviene

Dettagli

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica

Regole sulla circolazione. Violazioni alla segnaletica Articoli C. d. S. Punti Violazioni che comportano la perdita punti Velocità art. 141, comma 8 5 Circolare a velocità non commisurata alle particolari condizioni in cui si svolge la circolazione art. 142,

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REPERIBILITA

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REPERIBILITA COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REPERIBILITA ( approvato con deliberazione della Giunta municipale n. 211 del 29/05/2007) ART. 1 Oggetto del Regolamento. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

PROVINCIA DI POTENZA PROTEZIONE CIVILE Sala Operativa Provinciale Tel: 0971 417290-57253-59034 - Fax: 0971 56462

PROVINCIA DI POTENZA PROTEZIONE CIVILE Sala Operativa Provinciale Tel: 0971 417290-57253-59034 - Fax: 0971 56462 PROVINCIA DI POTENZA PROTEZIONE CIVILE Sala Operativa Provinciale Tel: 0971 417290-57253-59034 - Fax: 0971 56462 NEVE DIC05 SOP ATTIVATA - CCS c/o UTG NON ATTIVATO INFORMATIVA DA: Sala Operativa Provinciale

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 STAFF DIREZIONE AZIENDALE UFFICIO STAMPA. Rassegna stampa

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 STAFF DIREZIONE AZIENDALE UFFICIO STAMPA. Rassegna stampa REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 STAFF DIREZIONE AZIENDALE UFFICIO STAMPA Rassegna stampa 9 luglio 2015 Rassegna del 09/07/2015 SANITA' PISTOIA E PROVINCIA 08/07/15 GONEWS.IT 1 Caldo record: in provincia

Dettagli

cod edificio 00280 DII / DEI via Gradenigo 6/a FASI OPERATIVE

cod edificio 00280 DII / DEI via Gradenigo 6/a FASI OPERATIVE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE DISPOSIZIONI GENERALI IN CASO DI EMERGENZA O PROVA DI EVACUAZIONE cod edificio 00280 DII / DEI via Gradenigo 6/a Avvio

Dettagli

Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza:

Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza: 1. Probabili cause di pericolo Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza: incendio all interno dell edificio incendio esterno all edificio o nelle vicinanze crolli dovuti a cedimenti

Dettagli

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti

ALCOOL E DROGHE CAMBI DI DIREZIONE CIRCOLAZIONE IN AUTOSTRADA. Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti Articoli C.d.S Punti Violazioni che comportano la perdita punti ALCOOL E DROGHE art. 86, comma e 7 art. 87, comma 7 e 8 Guidare in stato di ebbrezza Guida in condizioni di alterazione fisica e psichica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO IN SICUREZZA DI ASCENSORI, MONTACARICHI E PIATTAFORME ELEVATRICI Emanato con D.R. Rep. n. 16022/2010 prot. n. 7682 del 26/05/2010. Entrato in vigore l'11/06/2010. Regolamento

Dettagli

Piano Comunale di Protezione Civile

Piano Comunale di Protezione Civile MODELLO D INTERVENTO B/6.5 Rischio antropico e residuo Paralisi traffico automobilistico collegato alla chiusura della viabilità autostradale EVENTO PREVEDIBILE E NON La Paralisi del traffico automobilistico

Dettagli

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PROCEDURA OPERATIVA: RISCHIO GAS Versione 0.0 del 01.07.2011 Redazione a cura di: Corpo Polizia Municipale Reno-Galliera GENERALITA Evento: Guasto o rottura con

Dettagli

Tipologia evento Giorno Orario UOMINI ELITE 29/09/ :00

Tipologia evento Giorno Orario UOMINI ELITE 29/09/ :00 PROGETTAZIONE OPERATIVA ASSISTENZA SANITARIA GENERALE ALLA POPOLAZIONE MODELLO DI RELAZIONE 1- Centrale operativa 118 di: PISTOIA Az. USL n. 3. di PISTOIA.. 2- Tipologia gare e periodo interessato Tipologia

Dettagli