COME STUDIARE IL MOVIMENTO?

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COME STUDIARE IL MOVIMENTO?"

Transcript

1 Corso di formazione SNAQ per Istruttori di base Psicologia dello sport COME STUDIARE IL MOVIMENTO? Francesca Vitali Università degli Studi di Verona Bologna 23 gennaio 2016 ESERCIZIO FISICO Attività fisica strutturata che mira a benefici per la salute ATTIVITÀ FISICA (O MOTORIA) Qualunque tipo di movimento che determina dispendio energetico SPORT Attività competitiva svolta all interno di un sistema di regole e finalizzata alla ricerca di prestazione EDUCAZIONE FISICA Attività svolta in ambito scolastico con finalità sia specifiche sia educative trasversali. Attenzione a processi cognitivi di controllo e apprendimento motorio PSICOLOGIA DELLO SPORT Biddle & Mutrie (2008) Bluteau (1990) COS È LA PSICOLOGIA DELLO SPORT? TEORIA PRATICA (RICERCA) (APPLICAZIONI) COS È LA PSICOLOGIA DELLO SPORT E DELL ESERCIZIO FISICO? La psicologia dello sport e dell esercizio fisico si occupa dello studio scientifico dei comportamenti sportivi e motori delle persone e delle ricadute applicative di queste conoscenze in contesti molto diversi. (Weinberg and Gould, 2015; pag. 13) Foundations of Sport and Exercise Psychology. Champaign, IL: Human Kinetics. EVIDENCE-BASED 1

2 25/01/2016 PSYCHOLOGY SPORT SCIENCES General psychology Biomechanics Physiological psychology Exercise physiology Cognitive psychology Sport physiology Clinical psychology Motor development Developmental psychology Motor learning and control Personality psychology Sport medicine Counseling psychology Adapted Physical Activity Disability psychology Ergonomics Gender & Cultural psychology Nutrition sciences CONSULENZA PSICOLOGICA NELLO SPORT E NELL ESERCIZIO FISICO EXERCISE AND SPORT PSYCHOLOGY (Adapted from Singer et al., 2001; Weinberg & Gould, 2011) CONSULENZA PSICOLOGICA NELLO SPORT E NELL ESERCIZIO FISICO PSICOLOGIA DELLO SPORT Sport professionale (Morris, Alfermann, Lintunen, & Hall, 2003) CONSULENZA PSICOLOGICA NELLO SPORT E NELL ESERCIZIO FISICO Psicologia clinica dello sport (Clinical Sport Psychology) (e.g. disturbi emotivi, comportamento alimentare, personalità; abuso sostanze; ) Atleti d élite e professionisti (dirigenti, allenatori, preparatori fisici, ) Obiettivo: miglioramento della prestazione PSICOLOGIA DELL ESERCIZIO FISICO Esercizio fisico Persone (tutti) Obiettivo: salute attraverso il movimento CONSULENZA PSICOLOGICA NELLO SPORT E NELL ESERCIZIO FISICO Psicologia dello sport educativa (Educational Sport Psychology) (e.g. psicologi dello sport come mental coach ) PSYCHOLOGICAL SKILLS TRAINING Phase 1 Sport and task analysis Phase 2 Individual assessment Phase 3 Conceptualization Phase 4 Mental skill development Program evaluation Boutcher & Rotella (1987) 2

3 MODELLO DELLE ABILITÀ MENTALI DI BASE Martens (1988) Controllo dei pensieri Controllo dell attenzione APPROCCI BASATI SULL AZIONE (ACTION-BASED APPROACHES) Decision Training (Vickers, 2011) Goal-setting Regolazione dell arousal Regolazione delle emozioni Imagery The Five-A Model (Carson & Collins, 2011) The ICC-program (Hanin, 2009) The MAP model (Bortoli, Bertollo, Hanin, & Robazza, 2012) The Action-Theory Approach (Schack & Hackfort, 2007) Problemi comuni negli atleti Mantenere alti livelli di prestazione Stabilire obiettivi efficaci di allenamento e gara Prepararsi mentalmente per controllare pensieri ed emozioni Gestire le energie Problemi comuni negli atleti Innalzare/mantenere la fiducia e le motivazioni Mantenere la concentrazione Innalzare la coesione e migliorare la comunicazione Attenzione Meccanismo a capacità limitata che indirizza in modo selettivo la percezione e l elaborazione degli stimoli (cogliere i rilevanti, trascurare gli irrilevanti) Attenzione e sport (1) selettività dell attenzione (2) processo a capacità limitata di gestione delle informazioni (3) rapporto fra attenzione e attivazione (4) orientamento dell attenzione per elaborare informazioni 3

4 ATTIVAZIONE E FOCUS ATTENTIVO ATTIVAZIONE E FOCUS ATTENTIVO (Weinberg and Gould, 2015) FOCUS ATTENTIVO E TIPOLOGIA DI SPORT: The influence of anxiety on visual attention in climbing (Nieuwenhuys, Pijpers, Oudejans, and Bakker, 2008) (1) sport open skill : attenzione diffusa è più efficace per un analisi globale (2) sport closed skill : attenzione mirata è più efficace per un analisi specifica The influence of anxiety on visual attention in climbing (Nieuwenhuys, Pijpers, Oudejans, and Bakker, 2008) The influence of anxiety on visual attention in climbing (Nieuwenhuys, Pijpers, Oudejans, and Bakker, 2008) 4

5 The influence of anxiety on visual attention in climbing (Nieuwenhuys, Pijpers, Oudejans, and Bakker, 2008) Concentrazione Capacità di: Controllare i processi di pensiero Focalizzare l attenzione nel tempo Filtrare stimoli esterni ed interni Mental skills for athletes and coaches Foundation Skills Performance Skills Personal Development Skills Achievement Drive Self-Awareness Productive Thinking Self-Confidence Perceptual-Cognitive Skill Attentional Focus Energy management Identity Achievement Interpersonal Competence CONTRIBUTI DEL MOVIMENTO ALLO SVILUPPO (FISICO, COGNITIVO, EMOTIVO, SOCIALE ) Team Skills Leadership Communication Cohesion Team Confidence (Vealey, 2007) SVILUPPO COMPORTAMENTO MOTORIO Teoria dello sviluppo mentale 1. FASE SENSO-MOTORIA (nascita-2 anni) 2. FASE PRE-OPERATORIA (2-6/7 anni) COGNITIVO EMOTIVO 3. FASE OPERATORIA CONCRETA (6/7-11 anni) SOCIALE 4. FASE OPERATORIA FORMALE (da 12 anni) 5

6 Fase senso-motoria (nascita-2 anni) Da egocentrismo ad apertura sulla realtà Da comportamenti riflessi (suzione, prensione, fonazione) a reazioni (coordinazione di due schemi alla volta, es. visione e prensione, prensione e suzione, etc.) Inizio della rappresentazione mentale Comparsa intelligenza senso-motoria : raggiungere uno scopo per il quale il bambino cerca schemi motori sempre più appropriati (es. attirare a sé un oggetto lontano, usare strumenti come cordicella o bastone, etc.) DA SISTEMA SENSO-MOTORIO A SCHEMI MOTORI DI BASE Fase pre-operatoria (2-6/7 anni) Uso dell imitazione: riproduce un modello Uso della rappresentazione mentale (interiorizza realtà) Gioco simbolico ( facciamo finta che ) Uso del linguaggio verbale Egocentrismo intellettuale : bambino non immagina che la realtà si presenti agli altri in modo diverso dal proprio (solo a 9-10 anni padroneggia il concetto di punto di vista ) Pensiero intuitivo : soluzione a problemi pratici grazie a nuove rappresentazioni mentali, percezioni, movimenti DA SCHEMI MOTORI DI BASE A CAPACITÀ MOTORIE (capacità coordinative capacità condizionali) Fase operatoria concreta (6/7-11 anni) Uso dello operazioni intellettuali (es. somma, sottrazione, ) Uso delle operazioni logiche (es. classificazione, ripartizione, ) Da coordinazione grosso-motoria (ampi movimenti del corpo: es. rotolare) a coordinazione fine-motoria (azioni specifiche: es. infilare laccio, disegnare perimetro, ritagliare figura, colpire bersaglio ) DA CAPACITÀ MOTORIE AD ABILITÀ MOTORIE (ABILITIES) (SKILLS) - Tratti ereditari - Sviluppabili con esercizio - Stabili e durevoli - Modificabili con esercizio - Poco numerose - Numerose - Sottendono l esecuzione - Dipendono da diversi di molte azioni sottogruppi di capacità Fase operatoria formale (dopo 12 anni) Uso del pensiero astratto (formulare ipotesi e fare verifiche) Uso del pensiero logico deduttivo ( se allora ) Esperienza diretta non è più la sola fonte di conoscenza, ma anche quella ideale o immaginata (fastidio degli adolescenti per la contingenza e la ristrettezza di vedute degli adulti) DA ABILITÀ MOTORIE A PRESTAZIONE Fasi dell educazione motoria-sportiva: PRESTAZIONE MOTORIA ABILITÀ MOTORIE Esercizio fisico regolare si associa a benessere e longevità. A livello fisiologico: è essenziale per conseguire e mantenere livello accettabile di condizionamento cardio-respiratorio, forza muscolare e flessibilità. CAPACITÀ MOTORIE SCHEMI MOTORI DI BASE SISTEMA SENSO-MOTORIO A livello psicologico: cambiamenti positivi dell umore, riduzione stress e depressione, incremento autoefficacia, migliore qualità della vita. (Ziegler, 1996; Berger, 1996; Berger & McImman, 1993) 6

7 ATTIVITÀ MOTORIA E CAPACITÀ DI MEMORIA ATTIVITÀ MOTORIA E SVILUPPO COGNITIVO I processi di immagazzinamento in memoria sono facilitati dagli incrementi dell arousal fisiologico indotti dall esercizio fisico. Pesce et al. (2009) Hillman, C. H., Erickson, K. I., and Kramer, A. F. (2008) Nature Reviews Neuroscience, 9, Attività motoria e capacità aerobica migliorano le abilità cognitive logicomatematiche e di lettura. GIOCO SPORTIVO A SCUOLA A BENEFICIO DELL APPRENDIMENTO ATTIVITÀ MOTORIA E RENDIMENTO SCOLASTICO ATTIVITÀ MOTORIA REGOLARE MIGLIORAMENTO ATTIVITÀ CEREBRALE (incremento flusso sanguigno, cambiamenti livelli ormonali, maggiore livello arousal) INNALZAMENTO ATTENZIONE MIGLIORE RENDIMENTO SCOLASTICO (Cocke, 2002; Tremblay, Imman & Willms, 2000; Fedewa & Ahn, 2011) Un modello positivo: sperimentazione in una scuola primaria a cura della Scuola Universitaria Federale dello Sport di Macolin (SUFSM), Berna (Svizzera). N= 59 ricerche (pubblicate fra 1947 e 2009) Risultati: positiva relazione fra attività fisica, rendimento scolastico (academic achievement) e capacità cognitive, (ancora più evidenti per le attività aerobiche). Auspicio: migliorare il rendimento scolastico attraverso politiche a favore dell educazione fisica. YouTube La scuola in movimento 7

8 Grazie dell attenzione! 8

Attenzione e concentrazione

Attenzione e concentrazione Attenzione e concentrazione Claudio Robazza Università degli Studi G. d Annunzio - Chieti-Pescara Scienze dell Educazione Motoria Quali sono alcuni problemi comuni degli atleti? Problemi comuni degli atleti

Dettagli

Processi educativi e motivazionali nello sport

Processi educativi e motivazionali nello sport Predazzo, 5 maggio 2011 Processi educativi e motivazionali nello sport Laura Bortoli Università degli Studi G. d Annunzio Annunzio - Chieti-Pescara Facoltà di Scienze dell Educazione Motoria Lo sport ha

Dettagli

La relazione allenatore-atleta nello sport giovanile

La relazione allenatore-atleta nello sport giovanile Associazione Italiana Psicologia dello Sport San Marino 13/12/2008 La relazione allenatore-atleta nello sport giovanile Laura Bortoli Università degli Studi G. d Annunzio - Chieti-Pescara Facoltà di Scienze

Dettagli

Aspetti motivazionali e modelli di insegnamento in Educazione Fisica

Aspetti motivazionali e modelli di insegnamento in Educazione Fisica Collegio Didattico di Scienze Motorie Dialogo fra le scienze applicate e la didattica del movimento Aspetti motivazionali e modelli di insegnamento in Educazione Fisica Francesca Vitali Università degli

Dettagli

PSICOLOGIA DEI GRUPPI

PSICOLOGIA DEI GRUPPI Università degli Studi di Verona Collegio Didattico di Scienze Motorie CdL triennale in Scienze delle attività motorie e sportive PSICOLOGIA DEI GRUPPI Prof.ssa Francesca Vitali a.a. 2012/2013 Corso integrato

Dettagli

PSICOLOGIA DEI GRUPPI

PSICOLOGIA DEI GRUPPI Università degli Studi di Verona Collegio Didattico di Scienze Motorie CdL triennale in Scienze delle attività motorie e sportive PSICOLOGIA DEI GRUPPI Prof.ssa Francesca Vitali a.a. 2013/2014 Corso integrato

Dettagli

Prof.ssa Francesca Vitali a.a. 2013/2014

Prof.ssa Francesca Vitali a.a. 2013/2014 Università degli Studi di Verona Collegio Didattico di Scienze Motorie CdL Magistrale in Scienze motorie preventive e adattate e CdL Magistrale in Scienze dello sport e della prestazione fisica Prof.ssa

Dettagli

Seminario Dott.sa Benvenuto Sabrina. DALL INFANZIA ALL ADOLESCENZA Un percorso di crescita sportiva IO E IL GRUPPO, IO E IL GRUPPO SPORTIVO

Seminario Dott.sa Benvenuto Sabrina. DALL INFANZIA ALL ADOLESCENZA Un percorso di crescita sportiva IO E IL GRUPPO, IO E IL GRUPPO SPORTIVO Seminario Dott.sa Benvenuto Sabrina DALL INFANZIA ALL ADOLESCENZA Un percorso di crescita sportiva - - - IO E IL GRUPPO, IO E IL GRUPPO SPORTIVO SdS Coni Liguria - Genova, 03 dicembre 2011 Dott.sa Sabrina

Dettagli

OVERTRAINING: BIOFEEDBACK E MARKERS PSICOLOGICI

OVERTRAINING: BIOFEEDBACK E MARKERS PSICOLOGICI OVERTRAINING: BIOFEEDBACK E MARKERS PSICOLOGICI Umberto Manili Istituto di Scienza dello Sport Roma ASPETTI MENTALI DI BASE NELLO SPORT Consapevolezza Pianificazione di obiettivi realistici Controllo sui

Dettagli

Prof.ssa Francesca Vitali. a.a. 2011/2012

Prof.ssa Francesca Vitali. a.a. 2011/2012 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA FACOLTÀ DI SCIENZE MOTORIE CDL MAGISTRALE IN SCIENZE MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE E CDL MAGISTRALE IN SCIENZE DELLO SPORT E DELLA PRESTAZIONE FISICA Prof.ssa Francesca

Dettagli

RECUPERO PSICOLOGICO DELL ATLETA INFORTUNATO

RECUPERO PSICOLOGICO DELL ATLETA INFORTUNATO RECUPERO PSICOLOGICO DELL ATLETA INFORTUNATO TIPI INFORTUNIO MILD: terapia senza interruzione degli allenamenti; MODERATE: limita la partecipazione al programma di allenamento; MAJOR: richiede tempi lunghi,

Dettagli

! " " ), -. ( / - " 0 / - / - 1

!   ), -. ( / -  0 / - / - 1 ! # $%&& ' (( ) *+ ), -. ( / - / - / - 1 2) #., - / - ' 3 4 ( ( # $ # 5 % 4 6 + (!*+ /! + (7. *!*! 8/(7 9! 8 3 4 6 +. 2 3 : ;.! +

Dettagli

PSICOLOGIA APPLICATA ALLO SPORT

PSICOLOGIA APPLICATA ALLO SPORT Pietro Delfini PSICOLOGIA APPLICATA ALLO SPORT Collana di Scienze del comportamento nello sport DIRETTA DA FABIO LUCIDI FrancoAngeli 1 Nel confronto tra due atleti praticanti sport di combattimento o di

Dettagli

CORSO PAA PER ASSISTENTI DI VOLO SYLLABUS

CORSO PAA PER ASSISTENTI DI VOLO SYLLABUS CORSO PAA PER ASSISTENTI DI VOLO SYLLABUS I PRINCIPI BASILARI DELLA COMUNICAZIONE: - elementi della comunicazione o mittente, messaggio, ricevente o la pragmatica della comunicazione - fattori di inefficacie

Dettagli

CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO Tariffa minima Tariffa massima 1. Seduta di consulenza e/o sostegno psicologico individuale 35,00 115,00

CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO Tariffa minima Tariffa massima 1. Seduta di consulenza e/o sostegno psicologico individuale 35,00 115,00 CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO Tariffa minima Tariffa massima 1. Seduta di consulenza e/o sostegno psicologico individuale 35,00 115,00 2. Seduta di consulenza e/o sostegno psicologico alla coppia e

Dettagli

Camminando si impara a... conoscere, prevenire, star meglio! 20 Marzo Treviso. Motivazioni per una. Laura Bortoli

Camminando si impara a... conoscere, prevenire, star meglio! 20 Marzo Treviso. Motivazioni per una. Laura Bortoli Camminando si impara a... conoscere, prevenire, star meglio! 20 Marzo 2010 - Treviso Motivazioni per una vita attiva Laura Bortoli Università degli Studi G. d Annunzio - Chieti-Pescara Facoltà di Scienze

Dettagli

SEZIONE DI PSICOLOGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ANTROPOLOGICHE Corso podestà Genova Tel Fax

SEZIONE DI PSICOLOGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ANTROPOLOGICHE Corso podestà Genova Tel Fax Indagine su processi cognitivi ed attentivi in soggetti con X fragile Progetto curato e coordinato dal Prof. Francesco Benso, docente di Psicologia Fisiologica presso l Università degli Studi di Genova,

Dettagli

Università degli Studi di Enna Kore Facoltà di Scienze dell Uomo e della Società

Università degli Studi di Enna Kore Facoltà di Scienze dell Uomo e della Società Anno Accademico 2017 2018 A.A. Settore Scientifico Disciplinare CFU Insegnamento Ore di aula Mutuazione 2017/18 M-PSI/01 Psicologia generale Il settore si interessa all attività scientifica e didattico

Dettagli

DRT Umbria Spoleto, 27 ottobre 2013 Corso sul Fondamentale del Tiro DAGLI SCHEMI MOTORI DI BASE ALL ABILITA SPORTIVA

DRT Umbria Spoleto, 27 ottobre 2013 Corso sul Fondamentale del Tiro DAGLI SCHEMI MOTORI DI BASE ALL ABILITA SPORTIVA DRT Umbria Spoleto, 27 ottobre 2013 Corso sul Fondamentale del Tiro DAGLI SCHEMI MOTORI DI BASE ALL ABILITA SPORTIVA prima di cominciare una definizione di allenamento «La pratica non rende perfetti. È

Dettagli

le competenze didattiche del tecnico di pallavolo

le competenze didattiche del tecnico di pallavolo La Metodologia dell Insegnamento Sportivo: le competenze didattiche del tecnico di pallavolo Claudio Mantovani 13 Corso Allenatori terzo grado Cavalese, 12-13 giugno 2016 Metodologie e strategie dell'insegnamento

Dettagli

Nomenclatore Tariffario [tratto dal sito dell Ordine degli Psicologi del Lazio]

Nomenclatore Tariffario [tratto dal sito dell Ordine degli Psicologi del Lazio] Nomenclatore Tariffario [tratto dal sito dell Ordine degli Psicologi del Lazio] CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO 1. Seduta di consulenza e/o sostegno psicologico individuale Min! 35 2. Seduta di consulenza

Dettagli

ANSIA DA PRESTAZIONE. di Eleonora Ceccarelli

ANSIA DA PRESTAZIONE. di Eleonora Ceccarelli ANSIA DA PRESTAZIONE di Eleonora Ceccarelli Perché si parla di ansia da prestazione nel mondo dello sport? Attività fisica qualsiasi movimento corporeo di natura automatica o intenzionale che ha come effetto

Dettagli

Transfer e metastrategie: la trasferibilità delle abilità e delle competenze tra diverse discipline sportive.

Transfer e metastrategie: la trasferibilità delle abilità e delle competenze tra diverse discipline sportive. 1 marzo 2017 Centro di Preparazione Olimpica del CONI dell Acqua Acetosa Roma Transfer e metastrategie: la trasferibilità delle abilità e delle competenze tra diverse discipline sportive. Valter Durigon

Dettagli

LO SVILUPPO COGNITIVO

LO SVILUPPO COGNITIVO LO SVILUPPO COGNITIVO LO SVILUPPO COGNITIVO Per Sviluppo cognitivo si intende lo sviluppo delle attività intellettive Teorie fondamentali che cercano di spiegare quali cambiamenti si verificano nel bambino

Dettagli

CURRICOLO DI EDUCAZIONE FISICA

CURRICOLO DI EDUCAZIONE FISICA CLASSE PRIMA ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI POZZUOLO MARTESANA CURRICOLO DI EDUCAZIONE FISICA OBIETTIVI OPERATIVI Acquisizione delle capacità di relazione con gli altri e gli oggetti; Conoscenza dei canali

Dettagli

MODULO 2 LEZIONE 15 AROUSAL, STRESS, ANSIA E PERFORMANCE (SECONDA PARTE)

MODULO 2 LEZIONE 15 AROUSAL, STRESS, ANSIA E PERFORMANCE (SECONDA PARTE) MODULO 2 LEZIONE 15 AROUSAL, STRESS, ANSIA E PERFORMANCE (SECONDA PARTE) CONTENUTI Ansia Modello delle catastrofi Performance L azione dello psicologo Protocollo d intervento Trigger words Visualizzazione

Dettagli

FISG - COMITATO NAZIONALE ALLENATORI MAESTRO DI BASE PER L AVVIAMENTO AGLI SPORT DEL GHIACCIO CORSO DI FORMAZIONE REGIONALE ALLEGATO A

FISG - COMITATO NAZIONALE ALLENATORI MAESTRO DI BASE PER L AVVIAMENTO AGLI SPORT DEL GHIACCIO CORSO DI FORMAZIONE REGIONALE ALLEGATO A MAESTRO DI BASE PER L AVVIAMENTO AGLI SPORT DEL GHIACCIO CORSO DI FORMAZIONE REGIONALE ALLEGATO A PIANO DI STUDIO MODULI FORMATIVI 25 moduli per un totale di 7, di cui 32 di teoria e 40 di pratica (64

Dettagli

LA PREPARAZIONE MENTALE E IL RILASSAMENTO

LA PREPARAZIONE MENTALE E IL RILASSAMENTO LA PREPARAZIONE MENTALE E IL RILASSAMENTO FATTORE MENTALE È ciò che permette all atleta di ottenere un maggior controllo attivo sui fattori critici connessi alla prestazione e all allenamento; 2 componenti:»caratteristiche

Dettagli

FILKAM - CONI 02-03/06/12

FILKAM - CONI 02-03/06/12 SRdS CONI Caorle (VE) 02-0303 giugno 2012 Psicologo psicoterapeuta non ci sono con la testa ho mollato di testa non riesco a concentrarmi mi manca la grinta per farcela dott. Massimo Bogarelli 1 CHE COSA

Dettagli

LICEO CLASSICO E DELLE SCIENZE UMANE BENEDETTO DA NORCIA ROMA

LICEO CLASSICO E DELLE SCIENZE UMANE BENEDETTO DA NORCIA ROMA LICEO CLASSICO E DELLE SCIENZE UMANE BENEDETTO DA NORCIA ROMA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO SCIENZE MOTORIE Insegnanti: Doriana Abbruciati, Aldo Dell Orso,Marcello Macelloni, Valeria Miani, Nori Carmine,

Dettagli

Università degli Studi di Enna Kore Facoltà di Scienze dell Uomo e della Società Anno Accademico

Università degli Studi di Enna Kore Facoltà di Scienze dell Uomo e della Società Anno Accademico Anno Accademico 2017 2018 A.A. Settore Scientifico Disciplinare CFU Insegnamento Ore di aula Mutuazione 2017/18 M-PSI/01 Psicologia generale Il settore si interessa all attività scientifica e didattico

Dettagli

Lo spazio per l attività fisica per il bambino sovrappeso-obeso

Lo spazio per l attività fisica per il bambino sovrappeso-obeso Lo spazio per l attività fisica per il bambino sovrappeso-obeso Massimo Lanza Università degli Studi di Verona Sport attività competitiva svolta all interno di un sistema di regole e finalizzata alla ricerca

Dettagli

Indice. Parte 1 LA NATURA DELLO SVILUPPO INFANTILE 1. Parte 2 PROCESSI BIOLOGICI, SVILUPPO FISICO E SVILUPPO PERCETTIVO 49. Indice delle schede

Indice. Parte 1 LA NATURA DELLO SVILUPPO INFANTILE 1. Parte 2 PROCESSI BIOLOGICI, SVILUPPO FISICO E SVILUPPO PERCETTIVO 49. Indice delle schede Indice delle schede Prefazione dell edizione italiana Ringraziamenti dell editore Guida alla lettura XIII XV XIX XXI Parte 1 LA NATURA DELLO SVILUPPO INFANTILE 1 Capitolo 1 INTRODUZIONE 3 1.1 Sviluppo

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SPORT 13/11/2012

PSICOLOGIA DELLO SPORT 13/11/2012 PSICOLOGIA DELLO SPORT 13/11/2012 La vittoria non dipende solo dalla prestanza fisica, ma anche da caratteristiche proprie dell atleta. 1925: Coleman Griffit istituisce il primo laboratorio di psicologia

Dettagli

SVILUPPO PSICO MOTORIO G+S-kids

SVILUPPO PSICO MOTORIO G+S-kids SVILUPPO PSICO MOTORIO G+S-kids Riccardo Palumbo Laureato in scienze motorie e dello sport Insegnante watsu per bebè, operatore watsu, istruttore di nuoto Ripreso e adattato da un lavoro di Gianni De Stefani

Dettagli

Insegnamento di Teoria e Metodologia del Movimento Umano. Programma Didattico a.a Primo Secondo Semestre - Prof.

Insegnamento di Teoria e Metodologia del Movimento Umano. Programma Didattico a.a Primo Secondo Semestre - Prof. Università degli Studi di Foggia - Facoltà di medicina e chirurgia - Corso di laurea in Scienze delle attività Motorie e sportive 1 Insegnamento di Teoria e Metodologia del Movimento Umano Programma Didattico

Dettagli

Pianificazione del piano annuale

Pianificazione del piano annuale Pianificazione del piano annuale La programmazione del lavoro costituisce il punto di partenza per il raggiungimento di qualsiasi obiettivo e si realizza con queste fasi: Valutazione iniziale Determinazione

Dettagli

L Educazione Fisica e Sportiva: aspetti didattico-metodologici. Laura Bortoli - Maurizio Bertollo Behavioral Imaging and Neural Dynamics Center

L Educazione Fisica e Sportiva: aspetti didattico-metodologici. Laura Bortoli - Maurizio Bertollo Behavioral Imaging and Neural Dynamics Center L Educazione Fisica e Sportiva: aspetti didattico-metodologici Laura Bortoli - Maurizio Bertollo Behavioral Imaging and Neural Dynamics Center FINALITÀ PRINCIPALE A LUNGO TERMINE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

Dettagli

Dott.ssa Martina Cecchi Pedagogista. Lo sviluppo del bambino: genetica o ambiente?

Dott.ssa Martina Cecchi Pedagogista. Lo sviluppo del bambino: genetica o ambiente? Dott.ssa Martina Cecchi Pedagogista Lo sviluppo del bambino: genetica o ambiente? Temperamento Salute generale Genitori ed altre figure accudenti Scuola NATURA GENETICA EDUCAZIONE INFLUENZE ESTERNE Contesto

Dettagli

PROCESSI MOTIVAZIONALI NELLA PRATICA MOTORIA E SPORTIVA GIOVANILE: IL RUOLO DEGLI ADULTI

PROCESSI MOTIVAZIONALI NELLA PRATICA MOTORIA E SPORTIVA GIOVANILE: IL RUOLO DEGLI ADULTI PROCESSI MOTIVAZIONALI NELLA PRATICA MOTORIA E SPORTIVA GIOVANILE: IL RUOLO DEGLI ADULTI dott.ssa Brunella Valenti Psicologa dello Sport Rovereto - 28 Aprile 2014 Motivazione Motivare significa mettere

Dettagli

EVOLUTION. Quali sono. le abilità mentali che. ogni atleta. dovrebbe. possedere?

EVOLUTION. Quali sono. le abilità mentali che. ogni atleta. dovrebbe. possedere? welcome to EVOLUTION www.bskilled.it Quali sono le abilità mentali che ogni atleta dovrebbe possedere? Un e-booklet che spiega in modo semplice i risultati di numerose ricerche scientifiche raccogliendo

Dettagli

Appunti di psicologia

Appunti di psicologia Appunti di psicologia Lo sviluppo psicofisico Lo sviluppo embrionale Inizia al momento della fecondazione e si sviluppa in: Crescita: aumento della grandezza del feto Maturazione: cambiamenti determinati

Dettagli

Dott.ssa Caterina Mazzoni Psicologa in ambito clinico, sportivo Phd in Scienze Citomorfologiche, Biologiche e Motorie

Dott.ssa Caterina Mazzoni Psicologa in ambito clinico, sportivo Phd in Scienze Citomorfologiche, Biologiche e Motorie Dott.ssa Caterina Mazzoni Psicologa in ambito clinico, sportivo Phd in Scienze Citomorfologiche, Biologiche e Motorie CONTATTATA DA TEAM MANAGER DI GRANDE ESPERIENZA (F1) RICHIESTA DI VALUTARE MENTALMENTE

Dettagli

Corso di Laurea in Educatore dell infanzia A.A Docente: M. Stella Valle

Corso di Laurea in Educatore dell infanzia A.A Docente: M. Stella Valle Corso di Laurea in Educatore dell infanzia A.A. 2008-2009 Docente: M. Stella Valle Parte I Introduzione alla prestazione motoria e all apprendimento Cos è l abilità motoria Differenze individuali e capacità

Dettagli

Introduzione. Le attività motorie e sportive all interno della Scuola Primaria. rivestono un ruolo fondamentale poiché, oltre al perseguimento di

Introduzione. Le attività motorie e sportive all interno della Scuola Primaria. rivestono un ruolo fondamentale poiché, oltre al perseguimento di Introduzione Le attività motorie e sportive all interno della Scuola Primaria rivestono un ruolo fondamentale poiché, oltre al perseguimento di obiettivi di ordine motorio-prestazionale (quali il miglioramento

Dettagli

L allenamento sportivo

L allenamento sportivo L allenamento sportivo La definizione di allenamento Allenamento significa ricercare in modo pianificato e mirato lo sviluppo delle capacità di prestazione fisica: nuotare più velocemente, lanciare più

Dettagli

La formazione mentale del giovane calciatore

La formazione mentale del giovane calciatore 2015-2016 Daniele Fedeli (Università degli Studi di Udine) La formazione mentale del giovane calciatore CRITICITÀ Mantenere l attenzione Far rispettare alcune regole Gestire le dinamiche di gruppo Far

Dettagli

DRT EMILIA ROMAGNA Bologna 8 febbraio 2015 Corso per TECNICO DI BASE 1 modulo. Lo sviluppo degli SCHEMI MOTORI DI BASE

DRT EMILIA ROMAGNA Bologna 8 febbraio 2015 Corso per TECNICO DI BASE 1 modulo. Lo sviluppo degli SCHEMI MOTORI DI BASE DRT EMILIA ROMAGNA Bologna 8 febbraio 2015 Corso per TECNICO DI BASE 1 modulo Lo sviluppo degli SCHEMI MOTORI DI BASE Due Parole sulla Specializzazione Precoce RISCHI e PERICOLI di una specializzazione

Dettagli

Laurea specialistica in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate

Laurea specialistica in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate Laurea specialistica in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate Corso di metodologia dell allenamento Prof. Stefano D Ottavio Concetto di allenamento: teoria e metodologia Relazione

Dettagli

Lo sviluppo cognitivo secondo J. Piaget

Lo sviluppo cognitivo secondo J. Piaget Lo sviluppo cognitivo secondo J. Piaget Jean Piaget La conoscenza umana può essere considerata come un organo biologico della mente e l acquisizione della conoscenza può essere un processo evolutivo. Conoscenza

Dettagli

Teoria e metodologia dell allenamento. Il sistema delle capacità motorie La resistenza La velocità. Giorgio Visintin

Teoria e metodologia dell allenamento. Il sistema delle capacità motorie La resistenza La velocità. Giorgio Visintin Teoria e metodologia dell allenamento Il sistema delle capacità motorie La resistenza La velocità Giorgio Visintin giorgiorenato.visintin@gmail.com Piani principali di classificazione della resistenza

Dettagli

PSICOLOGIA E SPORT GLI ASPETTI PSICOLOGICI CONNESSI ALL ATTIVITA SPORTIVA. Dr.ssa Tosi Gloria

PSICOLOGIA E SPORT GLI ASPETTI PSICOLOGICI CONNESSI ALL ATTIVITA SPORTIVA. Dr.ssa Tosi Gloria PSICOLOGIA E SPORT GLI ASPETTI PSICOLOGICI CONNESSI ALL ATTIVITA SPORTIVA 1 Dr.ssa Tosi Gloria info@gloriatosi.com www.gloriatosi.com L APPROCCIO COGNITIVO E LA GESTIONE DELLO STRESS L interpretazione

Dettagli

Progetto di intervento post-valutazione stress lavoro-correlato Gli strumenti della Yale University per il Comune di Scandicci

Progetto di intervento post-valutazione stress lavoro-correlato Gli strumenti della Yale University per il Comune di Scandicci Progetto di intervento post-valutazione stress lavoro-correlato Gli strumenti della Yale University per il Comune di Scandicci In considerazione dei risultati emersi dalla Valutazione del Rischio Stress

Dettagli

CALCIO, GINNASTICA RITMICA, DANZA SPORTIVA

CALCIO, GINNASTICA RITMICA, DANZA SPORTIVA CORSO per ISTRUTTORE di CALCIO, GINNASTICA RITMICA, DANZA SPORTIVA (2 Livello SNaQ)- durata 36 ore 13-14 febbraio 2016 Parte Generale (20 ore): Metodologia dell Insegnamento Metodologia dell Allenamento

Dettagli

Motivazione. Dott.ssa Marta Camporesi

Motivazione. Dott.ssa Marta Camporesi Motivazione e Apprendimento La motivazione o costituisce sce la base del comportamento di ogni individuo perché attiva e dirige l azione verso una meta. Perché è importante una buona accoglienza? Una serena

Dettagli

TREDICESIMA EDIZIONE giugno luglio Programma per la preparazione del colloquio orale

TREDICESIMA EDIZIONE giugno luglio Programma per la preparazione del colloquio orale TREDICESIMA EDIZIONE 11-19 giugno 2016 16-24 luglio 2016 Programma per la preparazione del colloquio orale 1. ANATOMIA SPORTIVA (Juergen Weineck) PARTE 3. DESCRIZIONE DEI PIU IMPORTANTI SISTEMI ARTICOLARI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO PIANI DI STUDIO D ISTITUTO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO PIANI DI STUDIO D ISTITUTO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Biennio: PRIMO (classe prima e seconda scuola primaria) COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Traguardi di sviluppo della competenza a fine biennio 1. Conoscere e padroneggiare il proprio corpo (consapevolezza

Dettagli

MASTER MENTAL COACHING PER LO SPORT

MASTER MENTAL COACHING PER LO SPORT Con il patrocinio di MASTER MENTAL COACHING PER LO SPORT L avversario che c è nella nostra mente è molto più forte di quello che troviamo dall altra parte delle rete (Timothy Gallwey) non solo nel tennis

Dettagli

Life Skills: le competenze della vita Gianluca Fovi MD, PhD Rieti 24 Maggio 2012

Life Skills: le competenze della vita Gianluca Fovi MD, PhD Rieti 24 Maggio 2012 Life Skills: le competenze della vita Gianluca Fovi MD, PhD Rieti 24 Maggio 2012 Le radici di Unplugged UNPLUGGED MODELLO INFLUENZA SOCIALE LIFE SKILLS EDUCAZIONE NORMATIVA Il Modello dell influenza

Dettagli

SCIENZE MOTORIE. Piani di Studio primo biennio secondaria superiore. (quinto biennio) a cura della Rete Valli dell Avisio

SCIENZE MOTORIE. Piani di Studio primo biennio secondaria superiore. (quinto biennio) a cura della Rete Valli dell Avisio Repubblica Italiana Provincia Autonoma di Trento Istituto di Istruzione La Rosa Bianca Weisse Rose Cavalese e Predazzo SCIENZE MOTORIE Piani di Studio primo biennio secondaria superiore (quinto biennio)

Dettagli

LA PREPARAZIONE MENTALE NELLO SPORT

LA PREPARAZIONE MENTALE NELLO SPORT LA PREPARAZIONE MENTALE NELLO SPORT Negli ultimi anni ci si è resi conto di quanto l aspetto mentale nello sport sia fondamentale per l atleta che vuole sviluppare il proprio potenziale e incrementare

Dettagli

Scritto da Andreas Sabato 07 Aprile :11 - Ultimo aggiornamento Sabato 07 Aprile :39

Scritto da Andreas Sabato 07 Aprile :11 - Ultimo aggiornamento Sabato 07 Aprile :39 La prof.ssa Sandra Guiggiani illustra il progetto "Educazione tra pari", del quale è coordinatrice, precisando che esso si inquadra nelle attività di orientamento e di accoglienza, anche per gli alunni

Dettagli

EFFICIENZA FISICA E SPORTIVA

EFFICIENZA FISICA E SPORTIVA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO SAN GIOVANNI BOSCO SAN SALVATORE TELESINO CASTELVENERE Scuola secondaria di primo grado Castelvenere-San Salvatore Telesino CORPO EDUCAZIONE MOVIMENTO FISICA SPORT Curricolo

Dettagli

Indice generale. Parte 1 LA NATURA DELLO SVILUPPO INFANTILE 1. Parte 2 PROCESSI BIOLOGICI, SVILUPPO FISICO E SVILUPPO PERCETTIVO 59

Indice generale. Parte 1 LA NATURA DELLO SVILUPPO INFANTILE 1. Parte 2 PROCESSI BIOLOGICI, SVILUPPO FISICO E SVILUPPO PERCETTIVO 59 Prefazione alla terza edizione italiana Autore Guida alla lettura xiii xvii xix Parte 1 LA NATURA DELLO SVILUPPO INFANTILE 1 Capitolo 1 INTRODUZIONE 3 1.1 Sviluppo infantile - ieri e oggi 4 1.1.1 Prospettive

Dettagli

Processi motivazionali e prevenzione dell abbandono sportivo giovanile nella Polisportiva G. Masi

Processi motivazionali e prevenzione dell abbandono sportivo giovanile nella Polisportiva G. Masi Processi motivazionali e prevenzione dell abbandono sportivo giovanile nella Polisportiva G. Masi Francesca Vitali Università degli Studi di Verona Casalecchio di Reno (BO) 8 settembre 2015 DROPOUT Abbandono

Dettagli

Lo psicologo scolastico tra scuola e società

Lo psicologo scolastico tra scuola e società Ministero dell Istruzione dell Università della Ricerca Ordine degli Psicologi Consiglio del Friuli Venezia Giulia Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia Direzione Generale dott. Paolo

Dettagli

Comitato Provinciale di Roma

Comitato Provinciale di Roma Corso Allievi Allenatori MDE Corso Allievi Alleatori Campo di azione del Tecnico Processi Energetici Variabili Fisiologiche Capacità Motorie Modello di Prestazione Abilità Tecnico-Tattiche Individuo Tipologia

Dettagli

Cognitivismo e neuroscienze cognitive. Alberto Oliverio Università di Roma, Sapienza

Cognitivismo e neuroscienze cognitive. Alberto Oliverio Università di Roma, Sapienza Cognitivismo e neuroscienze cognitive Alberto Oliverio Università di Roma, Sapienza L importanza dell azione. Il controllo motorio è in qualche modo il contrario di quanto si verifica nella percezione.

Dettagli

Servizi Personal Training

Servizi Personal Training Servizi Personal Training Molti sono i fattori che contribuiscono a far sì che l attività fisica e l allenamento incidano al meglio sullo stato di salute e sulla performance sportiva: tra di essi sicuramente

Dettagli

Introduzione alla psicologia generale

Introduzione alla psicologia generale Introduzione alla psicologia generale 1 Che cos è la psicologia? Tentativi di definizione. Studio su base empirica della soggettività, espressa sia come stati di coscienza sia come manifestazione del comportamento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ED ORGANIZZAZIONE DI UN PIANO ANNUALE DI ALLENAMENTO PER SQUADRE DI LIVELLO PROVINCIALE. Tecnico Nazionale Maurizio Castagna

PROGRAMMAZIONE ED ORGANIZZAZIONE DI UN PIANO ANNUALE DI ALLENAMENTO PER SQUADRE DI LIVELLO PROVINCIALE. Tecnico Nazionale Maurizio Castagna PROGRAMMAZIONE ED ORGANIZZAZIONE DI UN PIANO ANNUALE DI ALLENAMENTO PER SQUADRE DI LIVELLO PROVINCIALE Tecnico Nazionale Maurizio Castagna PIANIFICAZIONE DEL PIANO ANNUALE La Programmazione del lavoro

Dettagli

14 CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Programma di esame

14 CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Programma di esame PROGRAMMA DI ESAME 14^ Edizione - 2016/2017 1. ANATOMIA SPORTIVA (Juergen Weineck) PARTE 3. DESCRIZIONE DEI PIU IMPORTANTI SISTEMI ARTICOLARI PARTE 4. ANALISI DI MOVIMENTI SEMPLICI DEL BUSTO E DELLE ESTREMITA

Dettagli

Il Rapporto tra Attività Sportiva Sociale ed Attività Agonistica. Elio Locatelli

Il Rapporto tra Attività Sportiva Sociale ed Attività Agonistica. Elio Locatelli Il Rapporto tra Attività Sportiva Sociale ed Attività Agonistica Elio Locatelli SUDDIVISIONE DELLE ATTIVITÀ Attività Sociale Attività Agonistica Allenare Adulti Allenare Adolescenti Allenare Bambini Allenare

Dettagli

SNADIR. Corso di formazione Psicologia Generale

SNADIR. Corso di formazione Psicologia Generale SNADIR Corso di formazione Psicologia Generale PSICOLOGIA by Donatello Barone Piergiorgio Barone scienza che studia i fenomeni della vita affettiva e mentale dell uomo (emozioni, istinti, memoria, intelligenza,

Dettagli

Corsi di Biofeedback e Neurofeedback

Corsi di Biofeedback e Neurofeedback Corsi 2015 Corsi di Biofeedback e Neurofeedback strutturati in diversi livelli per favorire l apprendimento a gruppi omogeni di partecipanti. L attività prevede teoria ed esercitazioni pratiche a gruppi

Dettagli

METODOLOGIA DELL ALLENAMENTO

METODOLOGIA DELL ALLENAMENTO Corso di 1 livello METODOLOGIA DELL ALLENAMENTO Bologna, 6 maggio 2017 Gabriele Semprini Argomenti 1. Fattori della prestazione sportiva (strutturali e funzionali) 2. Le basi anatomiche e fisiologiche

Dettagli

EDUCAZIONE FISICA. Curricolo Scuola Primaria CLASSE PRIMA

EDUCAZIONE FISICA. Curricolo Scuola Primaria CLASSE PRIMA EDUCAZIONE FISICA Curricolo Scuola Primaria CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÁ/CAPACITÁ CONOSCENZE Acquisire la consapevolezza di sé attraverso l ascolto e l osservazione del proprio corpo, la padronanza

Dettagli

LO SVILUPPO COGNITIVO

LO SVILUPPO COGNITIVO PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO Prof. Gabriella Borca a.a. 2005-2006 LO SVILUPPO COGNITIVO SVILUPPO COGNITIVO All interno dello sviluppo cognitivo verranno affrontati i seguenti temi o aspetti 1. I riflessi

Dettagli

Allenamento giovanile: Caratteristiche e principi generali

Allenamento giovanile: Caratteristiche e principi generali Allenamento giovanile: Caratteristiche e principi generali Senigallia 13 giugno 2009 Renato Manno Istituto di Medicina e Scienza dello Sport Contenuti dell intervento Crescita, motricità prestazione Struttura

Dettagli

Liceo Scientifico P.S. Mancini - Avellino

Liceo Scientifico P.S. Mancini - Avellino Liceo Scientifico P.S. Mancini - Avellino Scienze motorie e sportive Primo biennio 1. Risultati di, conoscenze ed abilità Nel corso del primo biennio lo studente deve: cogliere le implicazioni e i benefici

Dettagli

LA GESTIONE EMOTIVA NELL ATLETA

LA GESTIONE EMOTIVA NELL ATLETA Presentano LA GESTIONE EMOTIVA NELL ATLETA Sabato 28 FEBBRAIO 2015, ore 15:00 19:00 Perugia sala Coni Via Martiri dei Lagher 65 PSICOLOGIA = SPORT = Scienza che studia i processi psichici, coscienti e

Dettagli

utet_vianello_1-224:psicologia dello sviluppo :35 Pagina V Indice

utet_vianello_1-224:psicologia dello sviluppo :35 Pagina V Indice utet_vianello_1-224:psicologia dello sviluppo 2012 7-02-2012 16:35 Pagina V 3 Capitolo 1 Psicologia dello sviluppo: cenni storici e teorie 4 1.1 La nascita della psicologia dello sviluppo 6 1.2 Il comportamentismo

Dettagli

Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA

Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA PSICOLOGIA CORSO DI LAUREA Scienze e Tecniche Psicologiche CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Psicologia COR Via Sant Agostino, 8 27100 PAVIA - Tel. +39 0382 984218 -

Dettagli

Prevenzione e gestione dello stress quale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari

Prevenzione e gestione dello stress quale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari Prevenzione e gestione dello stress quale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari Montona, Croazia 10 Giugno 2014 Dr.ssa Laura Beltrame CASA DI CURA MADONNA DELLA SALUTE s.r.l. PRESIDIO OSPEDALIERO

Dettagli

Il bambino come apprendista: la teoria sociocognitiva di Lev Vygotskij ( )

Il bambino come apprendista: la teoria sociocognitiva di Lev Vygotskij ( ) Il bambino come apprendista: la teoria sociocognitiva di Lev Vygotskij (1896-1934) Difficoltà nella diffusione della sua opera: Per morte prematura Perché osteggiata dalla dittatura stalinista degli anni

Dettagli

Università degli Studi di Verona Facoltà di Scienze Motorie - Corso di Laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive A.A.

Università degli Studi di Verona Facoltà di Scienze Motorie - Corso di Laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive A.A. EMOZIONI E SPORT MI SONO EMOZIONATO! Nel senso comune le emozioni entrano nello sport come: - DISTRATTORI - ANTAGONISTI DELLA CONCENTRAZIONE - ELEMENTI DI DISTURBO - INDESIDERABILI INTRUSI PSICOLOGIA DELLO

Dettagli

COMPETENZA DISCIPLINARE: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Classe: Prima Media

COMPETENZA DISCIPLINARE: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Classe: Prima Media Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Primaria Francesco d Assisi : via Giulia di Barolo, 8 10124 Torino tel. 0118178655-011882925 Secondaria di Primo Grado Italo Calvino : via Sant

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO - INDIRIZZO ORDINAMENTALE

LICEO SCIENTIFICO - INDIRIZZO ORDINAMENTALE LICEO SCIENTIFICO - INDIRIZZO ORDINAMENTALE Discipline Ore settimanali I II III IV V Lingua e letteratura Italiana 4 4 4 4 4 Lingua e cultura Latina 3 3 3 3 3 Lingua e cultura straniera 3 3 3 3 3 Storia

Dettagli

NEUROSCIENZE E SPORT: LA RILEVAZIONE PSICOFISIOLOGICA NELLA PRATICA SPORTIVA

NEUROSCIENZE E SPORT: LA RILEVAZIONE PSICOFISIOLOGICA NELLA PRATICA SPORTIVA NEUROSCIENZE E SPORT: LA RILEVAZIONE PSICOFISIOLOGICA NELLA PRATICA SPORTIVA Sabato 25 novembre 2017 Sabato 20 gennaio 2018 ore 9.30 17.00 Presso: Venezia Mestre (VE) Superare gli altri è avere la forza,

Dettagli

LE ORIGINI BIOLOGICHE DEL PENSIERO

LE ORIGINI BIOLOGICHE DEL PENSIERO Jean Piaget Maggiore teorico della psicologia dello sviluppo cognitivo; segna le origini del cognitivismo e rappresenta un punto di riferimento per le ricerche sul funzionamento dei processi cognitivi

Dettagli

METODI DI RICERCA E DI VALUTAZIONE IN PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

METODI DI RICERCA E DI VALUTAZIONE IN PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO METODI DI RICERCA E DI VALUTAZIONE IN PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO LUMSA 2016-17 Dott.ssa Giulia Pecora giulia.pecora@uniroma1.it pensando a ciò che ci siamo detti nelle prime lezioni, dopo la spiegazione

Dettagli

Sostenere la motivazione nello sport giovanile

Sostenere la motivazione nello sport giovanile Lo sport e l abbandono giovanile: ricerche, analisi e proposte Ascoli Piceno - 22/3/2014 Sostenere la motivazione nello sport giovanile Laura Bortoli Comprendere le motivazioni MOTIVAZIONI PER LA PRATICA

Dettagli

COUNSELING CIBO & SALUTE

COUNSELING CIBO & SALUTE ASPIC MILANO, via Sangallo 41, 20133 Milano COUNSELING CIBO & SALUTE Formazione e training, nella promozione del benessere e nella gestione dei problemi con l alimentazione, il peso e l immagine corporea

Dettagli

Le aziende e la gestione delle risorse senior: AGeMap50+ e AGeMap50+ HealthCare

Le aziende e la gestione delle risorse senior: AGeMap50+ e AGeMap50+ HealthCare Convegno: LAVORO E FORMAZIONE PER TUTTE LE ETA Le aziende e la gestione delle risorse senior: AGeMap50+ e AGeMap50+ HealthCare Brescia, 11 maggio 2016 Benessere Organizzativo: di cosa si tratta? Definito

Dettagli

La preparazione fisica e mentale negli sport di precisione. La preparazione mentale

La preparazione fisica e mentale negli sport di precisione. La preparazione mentale Scuola Regionale dello Sport delle Marche La preparazione fisica e mentale negli sport di precisione Ancona - Sabato 11 aprile, 2015 La preparazione mentale Claudio Robazza Università degli Studi G. d

Dettagli

Liceo G. Galilei Trento

Liceo G. Galilei Trento Liceo G. Galilei Trento PIANI DI STUDIO - SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE - Unità orarie settimanali 1^ biennio 2^ biennio 5^ anno Classi 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Indirizzo Doppia lingua 2 2 2 2 2 Indirizzo Ordinamentale

Dettagli

Dalla psicologia dello sport e dell esercizio fisico alla disability sport psychology

Dalla psicologia dello sport e dell esercizio fisico alla disability sport psychology Seminario su Psicologia dello sport e della disabilità Dalla psicologia dello sport e dell esercizio fisico alla disability sport psychology Francesca Vitali, Università degli Studi di Genova Genova, 23

Dettagli

Come leggere emozioni e comportamenti nei bambini

Come leggere emozioni e comportamenti nei bambini Spazio equilibrio Spazio equilibrio è un servizio di consulenza psicologica, un allenamento per affrontare tutti quei problemi personali, familiari, evolutivi, pedagogici e professionali che rientrano

Dettagli

CURRICOLO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Scuola Primaria CLASSE 1 ^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ

CURRICOLO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Scuola Primaria CLASSE 1 ^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ CURRICOLO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Scuola Primaria CLASSE 1 ^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ COMPETENZA 1 CONOSCERE E RICONOSCERE LE VARIE PARTI DEL CORPO, LA LORO FUNZIONALITÀ E POTENZIALITÀ

Dettagli