14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N"

Transcript

1 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE BERTAZZONI DEL GRUPPO DEMOCRATICI DI SINISTRA IN MERITO AD INIZIATIVE SU MATTEO RICCI. DISCUSSIONE BERTAZZONI DS - Grazie Signora presidente, signori assessore e signori consiglieri, certamente questa mozione ha perso molto del suo slancio iniziale, infatti ricordo di averla presentata in tempo utile per essere discussa nel consiglio di fine novembre, da allora molto è stato detto, molto è stato scritto e soprattutto molto è stato fatto. Di ciò va dato atto l'amministrazione, ed in particolare all'assessore Bianchini esso che ha preso molto a cuore la vicenda. Sperando di non appesantire troppo i lavori di questo consiglio e dato il crescente interesse manifestato dalla comunità maceratese e non solo sull'argomento, vorrei presentare ugualmente la mozione anche se molto brevemente. Il riconoscimento dell'importanza della figura di Matteo Ricci nel mondo può essere indicata con due semplici esempi. In autunno, Pechino, una delle capitali del mondo gli dedicherà un convegno internazionale in occasione del 4 centesimo anniversario del suo ingresso in quella città. All'Università di San Francisco esiste già da tempo una cattedra di studi Ricciani. Anche noi a Macerata ed in Italia negli ultimi anni abbiamo cercato di ridurre la colpevole sottovalutazione della vita e delle opere di questo personaggio, veramente eccezionale, ma questo non basta.

2 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N Nel 2010 ricorreranno i 400 anni della sua morte e allora dobbiamo impegnarci fin da ora perché nelle Marche, nel paese cresca un'attenzione pari a quella che quest'anno è dedicata Giuseppe Verdi. Certamente l'aspetto quantitativo di investimenti e delle iniziative potrà essere inferiore, ma la qualità della pensione dovrà essere uguale. Sta a noi maceratesi imporre il riconoscimento che chi si trova di fronte ad un gigante della storia, non debbo qui ricordare le caratteristiche essenziali ed i contenuti del pensiero dell'opera di Ricci. Voglio solo indicare esemplarmente che all'inizio del 1600, confrontandosi con una cultura è un sentimento religioso diverso da quello della cultura occidentale ed in modo cattolico, egli valutò quelle diversità come un valore ed il confronto paritetico come ricchezza. Ancora oggi questo modernissimo modo di interpretare i rapporti internazionali e l'incontro delle culture nel mondo stenta ad affermarsi. Oggi questo impegno doveroso del nostro consiglio comunale può trovare uno strumento utile ed opportuno nel costituendo l'istituto Matteo Ricci per i rapporti con l'oriente, così come a San Ginesio c'è un centro di studi Gentilani, che ogni anno dedica un convegno internazionale ad Alberico Gentili. Questo dovrà essere un istituto agile che prende iniziative frequenti e qualificate su Ricci, dalla presentazione della nuova pubblicazione dei "conventari delle lettere", realizzata dalla Provincia, ad una mostra delle opere di Ricci di proprietà del popolo cinese, o dall'invio in Cina di quanto noi possediamo su Ricci a convegni sul suo pensiero sulla sua opera. Si possono anche enoverare attività quali l'apertura e l'aggiornamento di un sito Internet, istituzione di una biblioteca Ricciana, relazioni con altri istituti e centri Ricciani in Italia e nel mondo, relazioni con ambasciate, istituti culturali, con l'università, con privati, con città gemellate, anche l'istituzione di cattedre di lingue orientali, cinese, arabo, giapponese, presso l'università di Macerata, anche la preparazione in CD-ROM di un francobollo, mi pare che in questi giorni se ne è parlato, sia da parte delle poste italiane che da parte delle poste cinesi e anche di una moneta. Quindi un lavoro concreto il qualificato che culmine nel 2010 in un grande appuntamento internazionale a Macerata ed in altre città del mondo in occasione dei 400 anni della sua morte.

3 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N A quella data valuteremo il lavoro dell'istituto e valuteremo se varrà la pena renderlo permanente o chiuderlo qualora avesse esaurito la sua funzione essenziale. Quindi importante è il coinvolgimento da subito di tutte le istituzioni che già hanno espresso la volontà e l'impegno nella costituzione dell'istituto, tra cui la regione Marche, la provincia di Macerata, la diocesi, l'università ed il nostro comune, perché insieme che si impegni per un coinvolgimento dello Stato e semmai dell'unione Europea. Grazie. BIANCHINI ASSESSORE - Grazie per aver portato tale mozione che era stata pensata qualche mese fa. Ci stiamo attivando come amministrazione comunale, amministrazione provinciale, fondazione CA.RI.MA., Università e diocesi per questo centro Padre Matteo Ricci. È anche vero che abbiamo fatto un passaggio in commissione cultura e anche quella istituzionale per registrare il consenso da parte dei consiglieri che poi sono i veri detentori delle persone che ci hanno votato, perciò credo che sia stato giusto fare un passaggio in commissione. D'altra parte non credo che si debba in questa sede ripetere il valore del personaggio di Padre Matteo Ricci perché è un personaggio che non si può più definire maceratese ma che ha una valenza sempre più internazionale. Molte sono le iniziative a cui il nascente istituto dovrà interessarsi, mostre, il museo permanente, e complessivamente credo che l'interesse sia quello di interagire tra enti e istituzione. Credo che sia proprio quello il punto qualificante, cioè l'amministrazione comunale, la provincia e l'università, la fondazione, e anche la diocesi, devono trovarsi per riflettere insieme su iniziative da proporre. Penso che insieme potremo lavorare, anche questa mozione ci spinge a lavorare sull'istituto, macchinette anche in relazione questa figura che è importante per la città e non solo.

4 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N BABINI I Democratici - Colleghi consiglieri, con piacere approveremo questa mozione partendo da un punto comune che è "nemo profeta in patria", tant'è che c'è voluto del tempo per rendersi conto della statura di Padre Matteo Ricci. Se n'è accorto prima Battiato cantando dei Gesuiti ed Euclidei che si vestono alla foggia dei Mandarini per comparire alla corte degli Imperatori Ming, non è proprio la citazione testuale ma se n'era accorto anche don Otello Gentili, una trentina di anni or sono, rettore in tempi passati dell'abbadia di Fiastra, nel suo volumetto Macerata Sacra, in copertina faceva sfoggio un'immagine di Matteo Ricci vestito in abiti da Mandarino, cioè da dotto cinese. In tempi più recenti le iniziative si sono moltiplicate a partire da un convegno indetto e organizzato dall'amministrazione provinciale circa quattro anni fa il cui titolo era approssimativamente "Un ponte verso l'oriente" per commemorare, per ricordare, per valorizzare non solo l'opera di Padre Matteo Ricci ma quella di altri insigni e lo stesso misconosciuti marchigiani che il Matteo Ricci hanno preceduto o hanno seguito questa opera non soltanto evangelizzatrice, di gettare un ponte, di unire le due civiltà, le due culture, padre Orazio della Penna, padre Cassiano Beligatti, Antelmo Severini, ho abitato per trent'anni in via Severini e soltanto recentemente ho scoperto chi è, il primo professore di lingua e letteratura giapponese e più recentemente Giuseppe Tucci, una specie di Indiana Jones "antelitteran" se mi si passa l'espressione, cioè quello che poi hanno realizzato altri nel campo della cinematografia, Giuseppe Tucci lo ha fatto nel corso delle sue otto spedizioni in terre himalaiane, Tibet e Nepal, quindi ben vengano queste iniziative a cui come gruppo diamo la nostra piena approvazione. SACCHI AN Signora presidente e colleghi consiglieri, penso che su temi come questo non possono sorgere enormi divisioni e penso, forse maniere idealista, che possa trovarsi un impegno trasversale di tutto il consiglio, anzi il mio plauso va all'iniziativa presa

5 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N dal consigliere di DS - Alessandro Bertazzoni che è anche mio amico e con questo, data la centralità della figura di Padre Matteo Ricci anche nel dare lustro alla nostra città, insieme ad altri illustri originari della nostra terra dichiariamo, già fin adesso, il nostro voto favorevole alla mozione. TACCONI PPE Esprimo parere favorevole e ringrazio anch'io il collega Bertazzoni. Ho partecipato al convegno all'asilo Ricci, molto interessante, anche perché la provincia è preparatissima, l'ex assessore Mignini ha fatto una stupenda relazione, gli ospiti sono rimasti sbalorditi dalla capacità di esporre storicamente l'illustre concittadino. Chiedo cortesemente l'assessore, so che costa sacrificio, quando parliamo di un personaggio illustre, un magnifico, un onorevole, quale Padre Matteo Ricci, perché questo personaggio, storicamente così illustre, deve essere così freddo, culturalmente non scorre, per cui vorrei collegarlo alle altre iniziative, fondazioni ed altro, perché abbiamo un altro illustre cittadino che in tempi non sospetti e molto pericolosi ha solcato la Cina che sarebbe Enrico Mattei. Di Matelica, maceratese, tanto che ho sgridato la provincia per quel libro che hanno fatto sui personaggi illustri senza inserire Mattei. È vero che non è nato qui ma io parlo del personaggio che è legato alla terra e ha dato molto a questa terra, anche perché se viveva Mattei non avevamo problemi di strade di fabbriche e non avevamo neanche i problemi per la pace in Palestina. Concludo chiedendo se possibile collegare queste iniziative alla fondazione Enrico Mattei, molto attiva, molto preparata. Che sono due fondazioni, una Macerata, una a Matelica e una Milano, prendere contatti con la fondazione Enrico Mattei collegandolo con la visita di Mattei con Mau Tze Tung quando già chiedevamo di commercializzare nella Cina, facendo innervosire enormemente sia l'unione sovietica dell'america, quindi anche Mattei è un personaggio da collegare a queste nostre storiche cose di Padre Matteo Ricci.

6 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N SAVI COMUNISTI ITALIANI Grazie presidente, ci uniamo anche noi a questo coro di ringraziamenti rivolto al collega il compagno Bertazzoni. Giustamente ha sottolineato l'importanza dell'incontro del dialogo istituito con la cultura cinese dal gesuita maceratese Matteo Ricci. Bertazzoni sottolineava come questo dialogo con la cultura orientale costituisce ancora oggi un esempio di attualità ordinaria, ed è tanto attuale da rappresentare un elemento a mio avviso, non tanto semplicemente di anticipazione, ma quanto piuttosto di preparazione vera e propria di quel dialogo interculturale di cui oggi sentiamo parlare spessissimo. Non è certamente nostra intenzione di percorrere in questa assise le singole tappe della straordinaria opera di Matteo Ricci che mi affretto quindi dire anch'io che voteremo senz'altro favore di questa mozione proposta da Alessandro perché riteniamo che non è necessario un impegno forte, fortissimo da parte del comune rivolto quindi ad evidenziare l'enorme importanza dell'opera del gesuita maceratese. Il comune, e non soltanto il comune, faccio riferimento al punto 3 della mozione del riproposta, quando si impegna l'amministrazione comunale ad impegnare a sua volta la provincia ed altri enti pubblici e privati oltre a la diocesi con un piano pluriennale. Sono convinto, infatti, che della figura di Matteo Ricci nel corso del tempo abbia senz'altro subito una serie di interpretazioni piuttosto estenuante, interpretazioni che, comunque, nascono tutte da una lettura che è parziale, che è superficiale dell'opera di Matteo Ricci, dell'opera evangelizzatrice e che pertanto non tengono conto di quello che è stato il vero proprio metodo seguito da Matteo Ricci, che è un metodo basato sul principio di gradualità dell'approccio educativo. Questo perché, a differenza di quanto accadeva nel metodo missionario dell'epoca, Ricci non si accontentò di predicare il messaggio cristiano, imponendo quindi è cinesi un ascolto puramente passivo, ma al contrario si preoccupò sempre di ascoltare di comprendere in quale terreno può il Vangelo veniva seminato. Questo ho fatto molto importante. Quindi la conoscenza della lingua, questo suo

7 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N conformarsi continuo a le abitudini del popolo che lo ospitava, a questa nuova civiltà, allo studio dei classici di quella cultura, furono tutti passi graduali per individuare nella cultura nella morale della Cina quegli elementi naturali che potevano permettergli di presentare il messaggio evangelico in maniera non estranea al modo di vivere cinese. Quindi Matteo Ricci nella piena consapevolezza di trovarsi di fronte, non tanto d'una religione, quanto piuttosto filosofie, è stato un vero e proprio rivoluzionario in tal senso, avendo quindi di fatto superato il concetto tradizionale di missione quale portatrice di una concezione religiosa frutto di una determinata cultura, cioè la nostra, quella occidentale, che in maniera paternalistica ha cercato di imporsi, di sostituirsi in maniera volte anche troppo violenta ad altre culture. SALVATORI FI Grazie signora presidente, signori consiglieri mi sembra doveroso intervenire su un tema di così grande importanza. Ringrazio il collega Bertazzoni per averci dato questa occasione. Ho seguito con interesse di interventi piacevoli di contenuto, è vero che è difficile intervenire dopo il dotto intervento del collega Babini. È stato piacere ascoltarlo. Ho anche seguito con piacere l'intervento del collega Savi, anche se io ritengo che bisogna centrare nel modo giusto la figura di Padre Matteo Ricci, gesuita, che è andato in Cina in missione per annunciare Gesù Cristo con l'intelligenza e la capacità di adeguarsi al popolo che lo ospitava, impararne gli usi e costumi e integrarsi con quella civiltà millenaria, tant'è vero che della figura di Padre Matteo Ricci, in quella civiltà, in quella nazione, non è mai stata dimenticata è stata sempre tenuta in grande considerazione, rispettata e tutt'oggi questo avviene. Ritengo che il lavoro che abbiamo fatto questa sera non possa essere disperso e debba essere per noi e per le realtà che riusciamo a coinvolgere, che sono richiamate nel dispositivo conclusivo della mozione, sia l'inizio di un lavoro di questi dieci anni che ci permetta di andare a fondo nella figura di questo illustre concittadino, che sia il pericolo di rapporti culturali con quel grande paese della Cina e sia l'occasione per questa città di imparare a rispettare e valutare i suoi personaggi più importanti, le persone che in qualche modo hanno comunque portato questa città ai confini del

8 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N mondo allora conosciuto. Concludo dicendo che voteremo favorevolmente questa mozione e che ritengo necessario che in questo consiglio si ritorni sulle iniziative, sulle attività da fare, sulle occasioni che ci possono essere sui rapporti con gli altri enti, con il comune, con la provincia, con la diocesi, che sicuramente avrà più a cuore l'aspetto missionario, ma comunque ognuno di noi dovrà valutare la figura di Padre Matteo Ricci nella sua complessità, nella sua grande personalità, in questi anni per la Chiesa ha probabilmente diventerà un santo e quindi entrerà nella storia della cronaca di questa città di questo paese e di tutti quelli che, in qualche modo, che sono entrati in contatto. Ci aspetta un grande lavoro, una grande occasione, evitiamo di tirarsi indietro nel momento in cui sarà necessario mettere insieme iniziative, risorse economiche e quant'altro serva per questo lavoro. Grazie. MENGHI Comitato Anna Menghi Grazie presidente, sicuramente questa mozione del consigliere Bertazzoni, risente di un ritardo nella discussione, perché mi pare sia stato detto dall'assessore Bianchini che c'è stata già una riunione delle commissioni congiunte prima e quarta per discutere di una sorta di bozza di statuto di una presunta associazione. Voglio dire, a scanso di ogni equivoco, quello che ho già detto in commissione, su questo, purtroppo, debbo fare una riflessione di tipo politico quando, non credo sia un gioco di parole, quello di chiamare Matteo Ricci aggiungendo il Padre a Matteo Ricci. Abbiamo già avuto modo di discutere in commissione che la diocesi ha attivato ed ha recentemente inaugurato un centro e nella mozione portata in discussione c'era un intervento da parte delle diocesi che non era di tipo economico, come se la diocesi avesse deciso di procedere sul suo binario per rilevare l'aspetto del santo o di quello che diventerà Padre Matteo Ricci. Mentre spetterebbe a questa presunta associazione che dovrebbe vedere il coinvolgimento degli enti, regione, provincia, fondazione e quanti altri, si riuscirà a coinvolgere intorno alla figura di Padre Matteo Ricci. Non posso però non osservare che il rischio si corre, consigliere Bertazzoni, che

9 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N della figura di Padre Matteo Ricci subisca una sorta di spezzetta mento o comunque di divisione, di parcellizzazione rispetto a quello che deve essere l'obiettivo primario di un'associazione che vede coinvolti tutti gli enti presenti sul territorio per la valorizzazione della figura di Padre Matteo Ricci che è unico, uno solo, che non è il Padre Matteo Ricci per la diocesi o dall'altro il Matteo Ricci per gli enti laici o in quanto tali gli enti locali. Altrimenti credo che l'iniziativa fallirebbe in partenza, perché Matteo Ricci può costituire, in tutta la sua figura, e chi vuol leggere nella sua proposta di evangelizzazione un metodo, lo studio delle lingue orientali, possiamo inventarci tutto e il contrario di tutto, però la preoccupazione che a me preme sottolineare è che le realtà ci siano obiettivi non congiunti, che non ci sia un reale lavoro insieme di tutti gli enti che hanno la volontà, e prima la diocesi di Macerata perché il Padre Matteo Ricci non può essere scisso, perché tutto quello che ha fatto va ricondotto alla sua opera, altrimenti l'operazione rischia di fallire in partenza. Faccio alcune considerazioni su questa mozione che, comunque, anch'io apprezzo come il lavoro fatto dal consigliere Bertazzoni, che ha voluto dare un contributo che rischia di avviare un dibattito che, per certi versi, già si è avviato e credo che proseguirà con maggiore puntualità e decisione rispetto a quanto è stato fatto l'ultima volta, dove, forse mancava l'impulso di chi aveva elaborato quella bozza di statuto di cui si discuterà, successivamente, anche in questo consiglio comunale. La mozione di Bertazzoni, per certi versi, tradisce una sorta di intento che, peraltro, impegna l'amministrazione a proseguire su una strada che già avrebbe avviato. In sede di dibattito, mi sembra che sia stato rilevato come la regione Marche, che è stata inserita come socia di diritto, non abbia fatto pervenire una sua formale adesione al progetto, era così quando ne abbiamo discusso nelle commissioni, quindi concludo dicendo che la preoccupazione che ho è quella del rischio di frammentazione della figura di Padre Matteo Ricci, da parte della sinistra, che deve fare i conti con un personaggio che è stato un missionario e che, tutti ci auguriamo, che un giorno diventerà anche santo e potrà, in questo senso, legare alla nostra città questa figura importante. Su questa figura di Padre Matteo Ricci, in quanto tale, si possono costruire tante iniziative, si può costruire un percorso culturale, un percorso economico, e quant'altro la capacità dell'ente che verrà costituito, con obiettivi certi finanziamenti certi, perché, con preoccupazione, debbo rilevare che in commissione il consigliere Ciaffi parlava di una carrozza che qualcun altro ha fatto diventare un carrozzone, dobbiamo fare attenzione all'istituzione di enti che abbiano obiettivi chiari e i finanziamenti chiari, per non diventare dei veri carrozzoni che tutto fa a non meno che realizzare gli obiettivi per i quali vengono costituiti.

10 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N Quindi, anche se negli intenti siamo tutti d'accordo, dobbiamo essere d'accordo anche sui mezzi su gli strumenti attraverso i quali quegli intenti vengono realizzati. Quindi ritengo superata da discussione di questa mozione e dichiaro la mia astensione. BERTAZZONI DS per la replica Grazie. Innanzitutto sono molto contento per l'entusiasmo che ha suscitato questa proposta. Riguardo l'intervento del consigliere Babini, mi ha fatto piacere sapere che abbia accolto uno degli aspetti più affascinanti della vicenda di Matteo Ricci, cioè questo concetto di gettare il ponte fra due culture, per noi occidentali è un concetto affascinante, ma per il popolo cinese un concetto molto importante, infatti gettare un ponte è un concetto essenziale, è uno dei livelli attraverso i quali si arriva alla conoscenza, da una piccola idea si getta il ponte e poi si va avanti. Riguardo al contributo del consigliere Tacconi e della consigliera Anna Menghi vorrei dire che quando ho presentato una mozione su Matteo Ricci ho fatto riferimento, innanzitutto, al costituendo un istituto Matteo Ricci, ma soprattutto dibattito che si era innescato in quel periodo su questa figura, a livello sia nazionale che internazionale, e i partecipanti hanno fatto sempre riferimento a Matteo Ricci in non a Padre Matteo Ricci, ho sotto gli occhi questo articolo di Bernardo Valli sulla pagina di lettura di Repubblica che fa riferimento a Matteo Ricci, ma non fermiamoci a questo, ci sono molti altri interventi che fanno riferimento alla figura di Matteo Ricci. L'istituto si chiama: Istituto Matteo Ricci e ricordo che tra i vari fondatori di questo istituto c'è la diocesi, è parte attiva e, al dibattito al quale ha partecipato forse di più l'assessore Bianchini, la diocesi era presente, era rappresentata dal vicario del vescovo che non ha avuto nulla da dire sulla denominazione, anzi, di comune accordo si è voluto andare avanti su un doppio percorso che si riferisse alla figura complessiva di Matteo Ricci, passando attraverso questo istituto, e un'altra strada che doveva preoccuparsi più della figura di Padre Matteo Ricci del processo di beatificazione, questa strada riservata alla curia. Questi due percorsi sono comunque destinati ad incontrarsi. Grazie.

11 14 del 13 FEBBRAIO 2001 PROT. N Ditta La Rapida - Macerata s:\segrcons\anno2001\discuss\disacu14.rtf

III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO

III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO 2016/17 CLASSI PRIME Percepire la dimensione del sé, dell altro e della condivisione nello stare insieme Scoprire

Dettagli

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ OBIETTIVI FORMATIVI Osservare e scoprire nel mondo i segni di una presenza divina. Riconoscere l importanza delle ricorrenze religiose nella vita degli

Dettagli

In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente

In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente la bellezza di descrivere l oggetto che ci rappresenta e scoprire cosa significa per l altro il suo oggetto. x che è stato bello! Ho capito più cose

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez.

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

Intervento del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo

Intervento del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo Intervento del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo Magnifico Rettore, Signor Presidente della Camera dei Deputati, Autorità, signori docenti, amministrativi, studenti, il miglior

Dettagli

INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO

INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO 1054 INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO Dichiarazione di voto finale sulla mozione recante iniziative in relazione al settantesimo anniversario del voto alle donne 10 marzo 2016 a cura del Gruppo Parlamentare

Dettagli

Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti

Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti Buongiorno a tutti, grazie per l invito che mi avete rivolto, purtroppo non riesco

Dettagli

DISCIPLINA: Religione Cattolica

DISCIPLINA: Religione Cattolica CLASSE PRIMA DISCIPLINA: Religione Cattolica SCUOLA PRIMARIA COMPETENZE INDICAZIONI SINTETICA DI TEMI (CONTENUTI) O ARGOMENTI TRATTATI 1. Individuare ed esplicitare le domande di senso comuni agli uomini.

Dettagli

Consigliera Vaisitti La delibera che ci è stata illustrata rappresenta un atto dovuto per il rispetto 1

Consigliera Vaisitti La delibera che ci è stata illustrata rappresenta un atto dovuto per il rispetto 1 CONSIGLIO COMUNALE DEL 10.02.2014 Interventi dei Sigg.ri Comsiglieri Modifica ed integrazione convenzione Rep. N. 4994 del 10/01/2000 stipulata tra la Monte Bianco Società Cooperativa Edilizia a proprietà

Dettagli

Incontro di studio. La tutela dei Beni culturali

Incontro di studio. La tutela dei Beni culturali Incontro di studio La tutela dei Beni culturali Sabato 14 gennaio 2006 ore 18.00 Scuola di Specializzazione per le Professioni legali Vico Pergola, 1 Lucera Autorità, illustri relatori, gentili ospiti,

Dettagli

DISCUSSIONE. Luciani Vice Presidente Grazie al Consigliere Mosca, la parola all Amministrazione: il Sindaco. Prego Sindaco.

DISCUSSIONE. Luciani Vice Presidente Grazie al Consigliere Mosca, la parola all Amministrazione: il Sindaco. Prego Sindaco. DELIBERAZIONE N. 73 del 26 LUGLIO 2016 PAG. 1 OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAI CONSIGLIERI MOSCA E MINCIO DI CITTÀ VIVA E DAL CONSIGLIERE RENNA DI FRATELLI D ITALIA A.N. IN MERITO A MACERATA CITTÀ

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE (Indicazioni per il curricolo, Roma, settembre 2012) L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita

Dettagli

NUCLEI FONDANTI 1 DIO E L UOMO 2 LA BIBBIA E LE FONTI 3 IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 4 I VALORI ETICI E RELIGIOSI

NUCLEI FONDANTI 1 DIO E L UOMO 2 LA BIBBIA E LE FONTI 3 IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 4 I VALORI ETICI E RELIGIOSI DAI TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AGLI OBIETTIVI D APPRENDIMENTO -CURRICOLO DI Religione.. - SCUOLA PRIMARIA FONDANTI 1 DIO E L UOMO 2 LA BIBBIA E LE FONTI 3 IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 4 I VALORI ETICI E RELIGIOSI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2016/2017 Classe Prima INDICATORI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE.

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2016/2017 Classe Prima INDICATORI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE. EUROPEE CULTURALE Classe Prima 1. DIO E L UOMO Esprimere stupore per le meraviglie del creato. Scoprire che il creato è dono di Dio da amare e rispettare. 2. LA BIBBIA E LE Identifica le caratteristiche

Dettagli

Scuola Primaria Longhena Bologna

Scuola Primaria Longhena Bologna Scuola Primaria Longhena Bologna PROGRAMMAZIONE ANNUALE IRC A.S.2013/2014 1 CLASSE PRIMA Unità di Apprendimento Obiettivi Formativi Obiettivi Specifici Di Apprendimento Indicatori di Competenza LA CREAZIONE

Dettagli

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali.

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali. CLASSI PRIME Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Scoprire nell ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre -Conoscere e farsi conoscere per

Dettagli

RELIGIONE MODULI OPERATIVI:

RELIGIONE MODULI OPERATIVI: RELIGIONE INDICATORE DISCIPLINARE Avviare alla conoscenza della realtà religiosa del territorio ed degli elementi essenziali del linguaggio religioso per costruire un sapere che evidenzi la dimensione

Dettagli

Studio Biblico. La Croce di Cristo

Studio Biblico. La Croce di Cristo La Croce di Cristo Infatti mi ero proposto di non sapere fra voi altro, se non Gesù Cristo e Lui crocifisso. Così io sono stato presso di voi con debolezza e con gran timore. La mia parola e la mia predicazione

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI-BRENTONICO Via Giovanni XXIII, n. 64-38065 MORI Cod. Fisc. 94024510227 - Tel. 0464-918669 Fax 0464-911029 www.icmori.it e-mail: segr.ic.mori@scuole.provincia.tn.it

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA - SCUOLA DELL INFANZIA - ISTITUTO COMPRENSIVO I.COCCHI LICCIANA NARDI

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA - SCUOLA DELL INFANZIA - ISTITUTO COMPRENSIVO I.COCCHI LICCIANA NARDI CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA - SCUOLA DELL INFANZIA - ISTITUTO COMPRENSIVO I.COCCHI LICCIANA NARDI per i bambini dell ultimo anno COMPETENZE al termine della SCUOLA DELL INFANZIA OSSERVARE IL

Dettagli

LO SVILUPPO DELLA DIMENSIONE RELIGIOSA

LO SVILUPPO DELLA DIMENSIONE RELIGIOSA LO SVILUPPO DELLA DIMENSIONE RELIGIOSA I DESTINATARI DELLA CATECHESI L arco dell esistenza umana è normalmente suddiviso in tratti specifici: infanzia, fanciullezza, adolescenza, giovinezza, età adulta

Dettagli

IL VANGELO CONCRETAMENTE. dalla penna dei partecipanti

IL VANGELO CONCRETAMENTE. dalla penna dei partecipanti IL VANGELO CONCRETAMENTE dalla penna dei partecipanti Un esperienza significativa vissuta in questi giorni Mi ha colpito l'attività sul vangelo a quattro colori... aiuta molto a capirlo anche se può essere

Dettagli

Macerata Pechino 1610

Macerata Pechino 1610 Macerata 1552 Pechino 1610 Padre Matteo Ricci nasce il 6 ottobre del 1552 a Macerata, una piccola città nelle Marche. La sua famiglia era tra le numerose famiglie patrizie della città. Il piccolo Matteo

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER LE CLASSI I II III IV - V

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER LE CLASSI I II III IV - V ISTITUTO COMPRENSIVO 4 - CORPORENO CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER LE CLASSI I II III IV - V Anno scolastico 2015 2016 CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE 1^ Anno

Dettagli

Quel Dio in cui non credo

Quel Dio in cui non credo Quel Dio in cui non credo Lettera aperta al Ministro Ignazio La Russa 12 novembre 2009 Signor Ministro Ignazio La Russa, ho avuto modo di ascoltare in questi giorni il suo intervento dello scorso 4 novembre,

Dettagli

Lettera ai sacerdoti e ai fedeli della parrocchia di Bastia Umbra

Lettera ai sacerdoti e ai fedeli della parrocchia di Bastia Umbra Mons. Domenico Sorrentino, arcivescovo, vescovo di Assisi Nocera Umbra Gualdo Tadino Lettera ai sacerdoti e ai fedeli della parrocchia di Bastia Umbra 2 Epifania del Signore 2012 Carissimi, la Visita Pastorale

Dettagli

RELIGIONE: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

RELIGIONE: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE RELIGIONE: TERZO BIENNIO classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Riconoscere che il rapporto con Dio è esperienza fondamentale nella vita di molte persone, individuare

Dettagli

PROCEDIMENTO NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI AMANDA KNOX TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF.

PROCEDIMENTO NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI AMANDA KNOX TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. PROCEDIMENTO NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI AMANDA KNOX TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. Nr. 27 Data. 05.11.2007 Ora inizio 18:00:12 Ora fine 18:06:49 Intercettazioni

Dettagli

Il Vescovo al Terzo Settore: «Condivisione e dialogo per affrontare le sfide di oggi»

Il Vescovo al Terzo Settore: «Condivisione e dialogo per affrontare le sfide di oggi» Il Vescovo al Terzo Settore: «Condivisione e dialogo per affrontare le sfide di oggi» Erano presenti molti dei rappresentanti del mondo delle associazioni che sabato 30 aprile hanno illustrato il volto

Dettagli

ECO-NIGUARDA n. 0 In attesa del blog newsletter luglio 2008

ECO-NIGUARDA n. 0 In attesa del blog newsletter luglio 2008 ECO-NIGUARDA n. 0 In attesa del blog newsletter luglio 2008 Un «ecomuseo di quartiere» Ci siamo. Quasi un anno trascorso assieme per costruire, proprio a Niguarda, il primo Ecomuseo Urbano di Milano. Un

Dettagli

Una delle più classiche è quella della donna giovane e bella, in. abbigliamento belle epoque che convive con una donna anziana, dal naso e dai

Una delle più classiche è quella della donna giovane e bella, in. abbigliamento belle epoque che convive con una donna anziana, dal naso e dai Matteo 6, 24 Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l'uno e amerà l'altro, o avrà riguardo per l'uno e disprezzo per l'altro. Voi non potete servire Dio e Mammona. Ci sono delle immagini che

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Al termine della scuola primaria L alunno: 1.1 Scoprire che la vita, la natura, il. di Gesù: far conoscere il Padre

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Al termine della scuola primaria L alunno: 1.1 Scoprire che la vita, la natura, il. di Gesù: far conoscere il Padre CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE DISCIPLINARI Scuola Primaria - Religione Cattolica - Classe Prima COMPETENZE CHIAVE EUROPEE: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Profilo

Dettagli

La Santa Sede INIZIATIVA "IL TRENO DEI BAMBINI" PROMOSSA DAL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO

La Santa Sede INIZIATIVA IL TRENO DEI BAMBINI PROMOSSA DAL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO La Santa Sede INIZIATIVA "IL TRENO DEI BAMBINI" PROMOSSA DAL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO Atrio dell'aula Paolo VI Sabato, 3 giugno 2017 [Multimedia] Ragazzi e ragazze,

Dettagli

Parole del Santo Padre ai bambini che partecipano all iniziativa Il Treno dei Bambini promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura

Parole del Santo Padre ai bambini che partecipano all iniziativa Il Treno dei Bambini promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura N. 0385 Sabato 03.06.2017 Parole del Santo Padre ai bambini che partecipano all iniziativa Il Treno dei Bambini promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura Alle ore 12 di oggi, nell Atrio dell Aula

Dettagli

La maschera del cuore

La maschera del cuore La maschera del cuore Francesco De Filippi LA MASCHERA DEL CUORE romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Francesco De Filippi Tutti i diritti riservati Al mio prof Renato Lo Schiavo che ha permesso

Dettagli

Un progetto dell Istituto scolastico di Porza in collaborazione con l Assemblea dei genitori e l Ispettorato scolastico

Un progetto dell Istituto scolastico di Porza in collaborazione con l Assemblea dei genitori e l Ispettorato scolastico Un progetto dell Istituto scolastico di Porza in collaborazione con l Assemblea dei genitori e l Ispettorato scolastico Anno scolastico 2010 / 2011 Non possiamo andare avanti così! I guai a ricreazione,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione

RELIGIONE CATTOLICA. Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione Individuare differenze di caratteristiche esteriori, atteggiamenti, pensieri tra compagni di scuola. Dimostrare disponibilità all accoglienza

Dettagli

Signor Ministro, Signor Prefetto, Signor Presidente Guzzetti, Signor Viceministro Morando, Signor Presidente dell ANCI, Autorità

Signor Ministro, Signor Prefetto, Signor Presidente Guzzetti, Signor Viceministro Morando, Signor Presidente dell ANCI, Autorità Trascrizione del Saluto del Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini Signor Ministro, Signor Prefetto, Signor Presidente Guzzetti, Signor Viceministro Morando, Signor Presidente dell ANCI, Autorità tutte

Dettagli

ATTUALITÀ POLITICA MACERATA E PROVINCIA di Picchio News del 01/02/2016

ATTUALITÀ POLITICA MACERATA E PROVINCIA di Picchio News del 01/02/2016 Laura Boldrini a Macerata: "Bisogna tornare a credere nell'europa casa comune" - VIDEO ATTUALITÀ POLITICA MACERATA E PROVINCIA di Picchio News del 01/02/2016 Stamattina all Università di Macerata la presidente

Dettagli

GESÙ RISORTO PROMETTE LO SPIRITO SANTO AI SUOI AMICI

GESÙ RISORTO PROMETTE LO SPIRITO SANTO AI SUOI AMICI ITINERARIO IN PREPARAZIONE ALLA CONFERMAZIONE LO SPIRITO SANTO SCENDE SU DI ME 1 GESÙ RISORTO PROMETTE LO SPIRITO SANTO AI SUOI AMICI DOPO LA SUA MORTE IN CROCE, GESÙ RISORTO INCONTRA PIÙ VOLTE I SUOI

Dettagli

Intervento del Presidente del Consiglio degli Studenti, Giovanni Baracetti

Intervento del Presidente del Consiglio degli Studenti, Giovanni Baracetti Intervento del Presidente del Consiglio degli Studenti, Giovanni Baracetti Cari colleghi studenti, Magnifico Rettore, onorevole Presidente della Camera dei Deputati, egregio personale docente e tecnico-amministrativo,

Dettagli

Ufficio Pastorale Diocesano. Chiesa Sinodale Popolo e Pastori insieme stile e metodo

Ufficio Pastorale Diocesano. Chiesa Sinodale Popolo e Pastori insieme stile e metodo Ufficio Pastorale Diocesano Chiesa Sinodale Popolo e Pastori insieme stile e metodo Papa Francesco: a Congregazione dottrina fede, promuovere a tutti i livelli della vita ecclesiale la giusta sinodalità.

Dettagli

Senato della Repubblica - Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica - Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ALLEGATO 3 Senato della Repubblica - Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto - Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2016-2017 1. Oggetto e finalità 1.1. Il Senato

Dettagli

Raccontar storie per dire esperienze

Raccontar storie per dire esperienze Raccontar storie per dire esperienze - Raccontare storie è esperienza comune presso tutti i popoli e culture: poemi epici, miti, fiabe, racconti edificanti - dicono spezzoni di cultura e di vita, e rivestono

Dettagli

Imparare ad imparare di Papa Francesco - Ri essioni sui temi dell'educazione. In libreria dal 28 settembre

Imparare ad imparare di Papa Francesco - Ri essioni sui temi dell'educazione. In libreria dal 28 settembre Sei qui: Home / Libri / Giovedi, 28 Settembre 2017 11:36:53 Imparare ad imparare di Papa Francesco - Ri essioni sui temi dell'educazione. In libreria dal 28 settembre Mercoledì, 27 Settembre 2017 20:08

Dettagli

FOTOGRAFIA: FINESTRA O SPECCHIO?

FOTOGRAFIA: FINESTRA O SPECCHIO? FOTOGRAFIA: FINESTRA O SPECCHIO? A metà ottobre ho avuto modo di prendere parte alle giornate di studio organizzate a Bibbiena per i docenti e collaboratori del Dipartimento Didattica della FIAF. Due giornate

Dettagli

La famiglia va aiutata a recuperare il ruolo generativo dell educazione

La famiglia va aiutata a recuperare il ruolo generativo dell educazione La famiglia va aiutata a recuperare il ruolo generativo dell educazione Numerosa la partecipazione al Convegno diocesano dei catechisti che ha offerto una buona opportunità di studio, riflessione e confronto

Dettagli

RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA - RICONOSCERE CHE PER I CRISTIANI E TANTI CREDENTI IL MONDO E LA VITA SONO DONI DI DIO. - OSSERVARE CON STUPORE E MERAVIGLIA IL MONDO. - SCOPRIRE

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Comprendere che la vita, la natura, sono dono di Dio. Conoscere l ambiente in cui è vissuto Gesù. Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio. Ascoltare alcune pagine bibliche dell Antico testamento

Dettagli

Comunicare in famiglia. Come costruire un ponte tra due mondi diversi?

Comunicare in famiglia. Come costruire un ponte tra due mondi diversi? Comunicare in famiglia Come costruire un ponte tra due mondi diversi? Le lamentele di un padre Caro prof anche io sono un genitore e ti posso garantire che essere genitori è difficilissimo, anche se tu

Dettagli

Presidente del Consiglio

Presidente del Consiglio Presidente del Consiglio Consiglio provinciale 31 maggio 2007 Costituzione Italiana 1947-2007 Cari ospiti e cari colleghi, per questo Consiglio monotematico sulla Costituzione Italiana, credo sia opportuno

Dettagli

10 LEZIONI DI VITA TRATTE DA IL PICCOLO PRINCIPE

10 LEZIONI DI VITA TRATTE DA IL PICCOLO PRINCIPE 10 LEZIONI DI VITA TRATTE DA IL PICCOLO PRINCIPE Avete mai letto Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery? Forse quando ne sfogliavate le pagine eravate bambini e ora più che le vere e proprie vicende

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE - CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore, sui dati fondamentali della vita di Gesù. Individuare i tratti essenziali della

Dettagli

3.11. Religione Scuola Primaria

3.11. Religione Scuola Primaria 3.11. Religione. 3.11.1 Scuola Primaria NUCLEO FONDANTE: Dio e l uomo al termine della classe terza al termine della classe quinta L alunno: riconosce Dio come Padre, riflette su Dio Creatore e si approccia

Dettagli

PROGRAMMA PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014

PROGRAMMA PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 PROGRAMMA PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 Premessa: Il curricolo si divide in cinque nuclei tematici proposti dalla C.E.I. 1. Il mondo del bambino, la vita e il suo mistero

Dettagli

Perché studiare Infermieristica?

Perché studiare Infermieristica? Perché studiare Infermieristica? Perchè mi piace il contatto umano, relazionarmi con le persone e provare empatia. Perché posso prendermi cura di persone e questo mi gratifica e mi dà molte soddisfazioni.

Dettagli

io vivo in una casa, per me non èuna struttura.

io vivo in una casa, per me non èuna struttura. Dove vivo ci sono tante case e negozi nel mio quartiere, conosco molta gente che abita e lavora intorno a me. io vivo in una casa, per me non èuna struttura. UN PO DI TEMPO FA, CON L AIUTO DELL ASSISTENTE

Dettagli

nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione riconoscimento -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio

nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione riconoscimento -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio RELIGIONE CATTOLICA nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione classe 1^ -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio sa riflettere -su Dio Creatore -su Dio Padre sa osservare

Dettagli

Auguri di Buon Natale 2016 dalla Missione di Maïgaro!!!

Auguri di Buon Natale 2016 dalla Missione di Maïgaro!!! Auguri di Buon Natale 2016 dalla Missione di Maïgaro!!! Carissimi Don Mauro e amici della Parrocchia di San Rufino, questo tempo è utile per riprendere un po' la corrispondenza tralasciata da tempo...

Dettagli

Io ho trovato il progetto molto interessante specialmente le simmetrie e i numeri in natura perché non avevo mai pensato né osservato che un animale

Io ho trovato il progetto molto interessante specialmente le simmetrie e i numeri in natura perché non avevo mai pensato né osservato che un animale Rinnova mente è un attività che associa due materie, matematica e scienze, con un approccio matematico-ambientale. Abbiamo parlato di simmetria nel mondo della natura, di strisce, tassellazioni, spirali,

Dettagli

Il 7 maggio 2016 in occasione dell evento di riconoscimento da parte dell UNICEF all Unione Terre di Castelli del titolo Città amica delle bambine e

Il 7 maggio 2016 in occasione dell evento di riconoscimento da parte dell UNICEF all Unione Terre di Castelli del titolo Città amica delle bambine e Il 7 maggio 2016 in occasione dell evento di riconoscimento da parte dell UNICEF all Unione Terre di Castelli del titolo Città amica delle bambine e dei bambini, sono intervenuti in rappresentanza dell

Dettagli

Docente: Prof./ssa Enrica Canaccini

Docente: Prof./ssa Enrica Canaccini ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERI PROGRAMMA di Religione Cattolica MODULO N. TITOLO : La libertà responsabile e la ricerca di Dio nelle religioni Docente: Prof./ssa Enrica Canaccini A.S. 05/06 - Classe

Dettagli

AL CROCEVIA SPIRITUALE TRA EBRAISMO, CRISTIANESIMO E ISLAM

AL CROCEVIA SPIRITUALE TRA EBRAISMO, CRISTIANESIMO E ISLAM AL CROCEVIA SPIRITUALE TRA EBRAISMO, CRISTIANESIMO E ISLAM Alessandro GROSSATO Geopolitico, orientalista e storico delle religioni docente di Mistica comparata presso la Scuola superiore di filosofia orientale

Dettagli

COMMISSIONE FIGC PER L INTEGRAZIONE E LA LOTTA AL RAZZISMO PROGRAMMA DI SENSIBILIZZAZIONE

COMMISSIONE FIGC PER L INTEGRAZIONE E LA LOTTA AL RAZZISMO PROGRAMMA DI SENSIBILIZZAZIONE COMMISSIONE FIGC PER L INTEGRAZIONE E LA LOTTA AL RAZZISMO PROGRAMMA DI SENSIBILIZZAZIONE 2015-2016 1 TUTTI I COLORI DEL CALCIO Concorso rivolto agli Istituti Scolastici 2 Premessa Grazie alla sua natura,

Dettagli

ha tanto da fare qui come ha avuto tanto da fare là, Perché voi lo state facendo nella vostra dimensione,

ha tanto da fare qui come ha avuto tanto da fare là, Perché voi lo state facendo nella vostra dimensione, ha tanto da fare qui come ha avuto tanto da fare là, io dirigo il traffico da qui; non sapete quanto è meraviglioso saper aiutare da qui. Perché voi lo state facendo nella vostra dimensione, dove vivo

Dettagli

42 del 7 maggio 2002 PROT. N

42 del 7 maggio 2002 PROT. N OGGETTO: Mozione presentata dal Gruppo consiliare de I Democratici in merito a Pulizia parcheggio palasport. DISCUSSIONE MAULO I Democratici per la illustrazione Non ce ne voglia questo Consiglio se insistiamo

Dettagli

Trascritto del Vodcast

Trascritto del Vodcast Istituto Superiore di Sanità http://www.iss.it/podcast/ Workshop: Network Italiano Promozione Acido Folico - Prevenzione Primaria di Difetti Congeniti Roma, 5 ottobre 2007 Trascritto del Vodcast http://www.iss.it/webr/temi/cont.php?id=70&lang=1&tipo=4

Dettagli

DON CIOTTI, IL SOCIALE E' COOPERATIVO O NON E' SOCIALE

DON CIOTTI, IL SOCIALE E' COOPERATIVO O NON E' SOCIALE DON CIOTTI, IL SOCIALE E' COOPERATIVO O NON E' SOCIALE Il presidente di Libera e Gruppo Abele e' intervenuto alla presentazione di UP UmanaPersone Firenze, 17 set. - (AdnKronos) - ''Il sociale e' cooperativo

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI Religione

COMPETENZE DISCIPLINARI Religione COMPETENZE DISCIPLINARI Religione AL TERMINE DEL PRIMO BIENNIO RELIGIONE COMPETENZA ABILITA L alunno è in grado di CONOSCENZE L alunno conosce Esperienze di vita - Universalità/molteplicità del fatto religioso

Dettagli

Rassegna letteraria itinerante prima edizione I venerdì della narrazione per conoscere e discutere insieme temi e passioni dell essere umano

Rassegna letteraria itinerante prima edizione I venerdì della narrazione per conoscere e discutere insieme temi e passioni dell essere umano Rassegna letteraria itinerante prima edizione 2016 I venerdì della narrazione per conoscere e discutere insieme temi e passioni dell essere umano PRESENTAZIONE Ideatori e organizzatori: CHE COS Ė E COME

Dettagli

GENITORI E INSEGNANTI INSIEME

GENITORI E INSEGNANTI INSIEME GENITORI E INSEGNANTI INSIEME Riflessioni sulla co-responsabilità educativa Scuola Comunale dell Infanzia Suor Tommasina Pozzi A.S. 2014-2015 UN PO DI STORIA Dal 2002 abbiamo intrapreso un lungo cammino

Dettagli

Linee guida per la progettazione didattica

Linee guida per la progettazione didattica A 100 anni dalla prima guerra mondiale, #suipassidifrancesco Dalla Grande Guerra alla Grande Pace Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica La mia scuola per la pace Anno scolastico

Dettagli

IL CERVELLO ACCESSIBILE. Il valore della diversità

IL CERVELLO ACCESSIBILE. Il valore della diversità IL CERVELLO ACCESSIBILE Progetto per il concorso CRIBA Il valore della diversità Grafica 3M Scuola internazionale di comics - Reggio Emilia Scheda relazione progetto DESTINAZIONE DELL OGGETTO In una società

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Traguardi delle competenze L alunno: Riconosce che la Bibbia

Dettagli

Non è colpa di Pandora

Non è colpa di Pandora TEAM Siamo tre ragazze di 22 anni. Studiamo a Milano e Non è colpa di Pandora, oltre ad essere il nome del nostro progetto, è quello della nostra associazione. L abbiamo fondata per continuare un percorso

Dettagli

LA PAROLA CHE APPASSIONA. I GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO TRA VERIFICHE E RILANCIO

LA PAROLA CHE APPASSIONA. I GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO TRA VERIFICHE E RILANCIO LA PAROLA CHE APPASSIONA. I GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO TRA VERIFICHE E RILANCIO Lunedì 23 maggio in Seminario si è svolto l incontro di verifica annuale per i gruppi di ascolto del Vangelo insieme al

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SECONDA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SECONDA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SECONDA UNITÀ Dio Padre è sempre con noi Non siamo mai soli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Nella fatica sei con noi, Signore Leggi il catechismo

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2015/16

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2015/16 PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2015/16 Classe/sez. Docente Materia IIS/E Fossi Anna Religione Cattolica MODULO N. 1 TITOLO DA ABRAMO A MOSÈ Tempi di realizzazione Settembre-Ottobre-Novembre Saper riconoscere nell

Dettagli

OLTRE LO SPECCHIO. Palacongressi di Rimini Dicembre ANFFAS Trentino Onlus

OLTRE LO SPECCHIO. Palacongressi di Rimini Dicembre ANFFAS Trentino Onlus Palacongressi di Rimini 02-03 Dicembre 2016 ANFFAS Trentino Onlus OLTRE LO SPECCHIO Centro Abilitativo Il Paese di Oz di Anffas Trentino Onlus Educatore Professionale Sara Libardoni IL CONTESTO Il Cresciamo

Dettagli

UNA FOTOGRAFIA DEL MEDIOEVO: ASSISI. SAN FRANCESCO E SANTA CHIARA

UNA FOTOGRAFIA DEL MEDIOEVO: ASSISI. SAN FRANCESCO E SANTA CHIARA UNA FOTOGRAFIA DEL MEDIOEVO: ASSISI. SAN FRANCESCO E SANTA CHIARA 11 ottobre 2012 Aula Magna Liceo Classico Statale «Pilo Albertelli» - Roma Resp.le Coordinamento Didattico Prof.ssa Agnese Pica Liceo Classico

Dettagli

RAMIN BAHRAMI NONNO BACH

RAMIN BAHRAMI NONNO BACH RAMIN BAHRAMI NONNO BACH La musica spiegata ai bambini BOMPIANI 2015 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7989-8 Prima edizione Bompiani settembre 2015 Dedico questo

Dettagli

SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF.

SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF. SCAMBIO CULTURALE CON IL LICEO PETERSGASSE DI GRAZ (AUSTRIA) 23 FEBBRAIO 2 MARZO 2014 CLASSE :3CL COORDINATRICE : PROF. ROSSELLA MAZZONI E' stata una bellissima settimana di divertimento e d'allegria.

Dettagli

CON CHI RISPONDE Buongiorno sono. della Assicurazioni Casali, cerco il signor/signora (Cognome)

CON CHI RISPONDE Buongiorno sono. della Assicurazioni Casali, cerco il signor/signora (Cognome) SCRIPT TELEFONATA PER PROPOSTA POLIZZA CASA Revisione 1 del 4/2017 Documento riservato ad uso interno OBIETTIVO PRIMARIO: FISSARE UN APPUNTAMENTO OBIETTIVO SECONDARIO: AVERE INFORMAZIONI SU CONTATTI E

Dettagli

organizzato da sul tema

organizzato da sul tema organizzato da sul tema Gli alunni, attraverso varie interviste rivolte ai loro nonni e bisnonni, hanno raccolto le testimonianze di chi ha vissuto nel tempo l esperienza della festa della Madonna della

Dettagli

Progetto di educazione religiosa anno 2017/2018 Custodi dell alleanza

Progetto di educazione religiosa anno 2017/2018 Custodi dell alleanza Progetto di educazione religiosa anno 2017/2018 Custodi dell alleanza Premessa Il progetto vuole far leva sulla capacità dei bambini di essere dei potenziali CUSTODI di ciò che li circonda. La motivazione

Dettagli

LA TIPOLOGIA DEL NOSTRO PROGETTO

LA TIPOLOGIA DEL NOSTRO PROGETTO Siamo un gruppo da anni impegnato con iniziative culturali che mettono al centro della vita locale dei territori e dell iniziativa sociale il valore dei giovani che si riconoscono nei principi di libertà,

Dettagli

(di) VERSO (da) TE IL NOSTRO TEAM

(di) VERSO (da) TE IL NOSTRO TEAM IL NOSTRO TEAM Siamo un gruppo di quattro amiche, unite dal desiderio e dalla volontà di provare a costruire momenti di arricchimento, spazi di condivisione e di confronto. Il nostro cammino formativo

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE Consiglio regionale della Toscana Proposta di Legge n. 260 Prot. n. 2624/2.6 del 28.02.2008 Al PRESIDENTE Consiglio Regionale Toscana SEDE Firenze, 13.02.2008 PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE Attività della

Dettagli

La partita. La vita è quella cosa che accade mentre tu stai facendo altri progetti. John Lennon. Capitolo 1

La partita. La vita è quella cosa che accade mentre tu stai facendo altri progetti. John Lennon. Capitolo 1 4 La vita è quella cosa che accade mentre tu stai facendo altri progetti. John Lennon Capitolo 1 Napoli. Ore 18.00. Una strana telefonata fra due amici. - Pronto, Margherita? - Ciao, Ciro. Dimmi. - Allora

Dettagli

Santena, quinta edizione della Cena di solidarietà organizzata dalla Residenza Anni Azzurri

Santena, quinta edizione della Cena di solidarietà organizzata dalla Residenza Anni Azzurri Santena, quinta edizione della Cena di solidarietà organizzata dalla Residenza Anni Azzurri SANTENA 1 ottobre 2017 La quinta edizione della Cena di solidarietà, organizzata dalla Residenza Anni Azzurri,

Dettagli

Premio Primo Boarelli. Tesi di laurea magistrale e tesi di dottorato di ricerca in storia contemporanea. Seconda edizione

Premio Primo Boarelli. Tesi di laurea magistrale e tesi di dottorato di ricerca in storia contemporanea. Seconda edizione Premio Primo Boarelli Tesi di laurea magistrale e tesi di dottorato di ricerca in storia contemporanea Seconda edizione 2014-2015 Di nuovo insieme Anpi Comitato Provinciale e Sezione di Macerata, Associazione

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

CURRICOLO DI RELIGIONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO DI RELIGIONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Classe prima Senso religioso Qualcuno più grande di noi Religioni primitive Religioni dell antichità Religioni abramitiche La e altre Come si usa

Dettagli

COMMEMORAZIONE DEL SINDACO

COMMEMORAZIONE DEL SINDACO COMMEMORAZIONE DEL SINDACO Oggi celebriamo la Festa delle Forze Armate e onoriamo il ricordo dei caduti di tutte le guerre; quest anno corrono cent anni dalla grande guerra, grande per l estensione del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA elaborato dai docenti di scuola primaria Coordinatore Ins. Laura Montecchiani Classe I creatore e Padre Scoprire che per la religione

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola dell'infanzia

Programmazione Didattica Scuola dell'infanzia Programmazione Didattica Scuola dell'infanzia Istitituti Comprensivi 15 e 17 di Bologna a.s. 2015-2016 Ins. Cice Maria Rosa Le attività in ordine all insegnamento della Religione Cattolica, per coloro

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL Interventi Sigg. consiglieri Approvazione aggiornamento del Piano di Protezione Civile Comunale

CONSIGLIO COMUNALE DEL Interventi Sigg. consiglieri Approvazione aggiornamento del Piano di Protezione Civile Comunale CONSIGLIO COMUNALE DEL 28.04.2017 Interventi Sigg. consiglieri Approvazione aggiornamento del Piano di Protezione Civile Comunale Passiamo al quinto punto che è: Approvazione aggiornamento del Piano di

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIOVANNI GEMIGNANI AL CONVEGNO IL PAPA DI FATIMA 31 MARZO 2007

RELAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIOVANNI GEMIGNANI AL CONVEGNO IL PAPA DI FATIMA 31 MARZO 2007 RELAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIOVANNI GEMIGNANI AL CONVEGNO IL PAPA DI FATIMA 31 MARZO 2007 PAPA GIOVANNI PAOLO II UN PONTIFICATO DI 26 ANNI: 22 OTTOBRE 1978 2 APRILE 2005 A due anni dalla morte

Dettagli

Enti della provincia di Ravenna

Enti della provincia di Ravenna Enti della provincia di Ravenna Provincia di Ravenna Piano Regionale Integrato dei Trasporti 17-02-2011 Partecipazione e consultazione dei cittadini nella formazione delle scelte di interesse pubblico

Dettagli

Io nella tua anima, tu nella mia.

Io nella tua anima, tu nella mia. Io nella tua anima, tu nella mia. Io nella tua anima, tu nella mia. Ho 23 anni (il 31 luglio). Vivo attualmente in Inghilterra con il mio compagno per lavorare e ho diverse passioni che non ho ancora coltivato.

Dettagli

CLASSE PRIMA MACRO ARGOMENTO CONOSCENZE ABILITÀ TEMPI COMPETENZE 1 2 3

CLASSE PRIMA MACRO ARGOMENTO CONOSCENZE ABILITÀ TEMPI COMPETENZE 1 2 3 COMPETENZE DI RELIGIONE PER IL BIENNIO 1. Riconoscere i contenuti culturali della disciplina in riferimento all esperienza dell alunno e alle sue domande di senso. 2. Potenziare il dialogo interdisciplinare,

Dettagli