Università degli studi di Urbino «Carlo Bo» Facoltà di Economia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli studi di Urbino «Carlo Bo» Facoltà di Economia"

Transcript

1 Università degli studi di Urbino «Carlo Bo» Facoltà di Economia Corso di Strategia d impresa A.A Prof. Tonino Pencarelli Teamwork: Giada Baffioni, Debora Balducci, Samanta Gamboni, Alex Guerra

2 Cenni Storici Marchionne in Fiat Cambiamenti nella struttura del gruppo Mission Logo e Slogan Dimensione Competitiva Dimensione Sociale Dimensione dell Innovazione Dimensione Economico-Finanziaria Prospettive future

3 CENNI STORICI LA PROPRIETA 1899: l azienda nasce a Torino con il nome di FIA mutato poi in FIAT. La proprietà viene assunta quasi integralmente da Giovanni Agnelli Periodo fascista: Agnelli passa il comando a Valletta che riesce a risollevare l azienda dalla difficile situazione post-bellica : presidente Gianni Agnelli, seguito da Cesare Romiti, Paolo Fresco e Umberto Agnelli 2004: presidente Luca Cordero di Montezemolo, vicepresidente John Elkann, Amministratore Delegato Sergio Marchionne 2011: presidente di Fiat spa John Elkann e presidente di Fiat Industrial Sergio Marchionne

4 CENNI STORICI IL GRUPPO 1899: uscita del primo modello auto Fiat 3½ HP 1908: inizio attività negli USA 1916: avvio costruzione stabilimento produttivo il «Lingotto» (entra in funzione nel 1923) 1978: radicale cambiamento di struttura Fiat Auto Spa (Fiat, Lancia, Autobianchi e Abarth) Fiat Ferroviaria Fiat Avio Fiat Trattori anni '80: ritiro dal mercato nord-americano a seguito del danneggiamento dell'immagine del marchio 2007: nasce Fiat Group Automobiles (FGA) in sostituzione di Fiat Auto SpA 2009: ritorno sul mercato statunitense alleanza con Chrysler Group 2011: scissione di Fiat Group in Fiat Spa e Fiat Industrial Spa

5 2003: entra a far parte del Consiglio di Amministrazione del Lingotto Fiat su designazione di Umberto Agnelli 2004: nominato Amministratore delegato del Gruppo FIAT 2005: assume anche la guida dell allora FIAT Auto 2006: diviene Presidente di CNH 2009: nominato Amministratore Delegato di Chrysler Group 2010: entra a far parte del Consiglio di Amministrazione di Exor Spa, società di investimento, azionista di maggioranza di Fiat Spa 2011: diviene presidente di Chrysler e di Fiat Industrial Spa

6 Marchionne si ispira ad un concetto di Leadership basato su 5 pilastri fondamentali: 1. Meritocrazia 2. Cambiamento 3. Competizione 4. Risultati operativi in linea con la migliore concorrenza 5. Credibilità

7 Marchionne affianca al concetto di leadership alcuni aggettivi tra i quali: spirito competitivo, affidabilità, integrità, velocità di decisione, passione, energia nel raggiungere i risultati, trasparenza, senso di responsabilità, condivisione di informazione e meriti, impegno a far crescere gli altri e a trattare tutti con dignità ed equità

8

9 Fonte:

10 Il 1 gennaio 2011 è avvenuto lo scorporo parziale da Fiat Group della produzione di macchine agricole e industriali, che ha portato alla formazione di due nuovi gruppi industriali: Fiat Spa e Fiat Industrial Spa

11 Fonte:

12 Fonte:

13 FIAT SPA FIAT INDUSTRIAL SPA Fiat Spa è un gruppo industriale globale che con le sue aziende progetta, costruisce e commercializza automobili con i relativi componenti e sistemi di produzione. Grazie anche alla partnership con Chrysler, dispone di una base produttiva e commerciale di dimensioni adeguate per essere un costruttore competitivo a livello mondiale Fiat Industrial è un gruppo leader globale nel campo dei capital goods, che con le sue aziende progetta, costruisce e commercializza veicoli industriali, autobus, veicoli speciali, trattori, macchine per l agricoltura e per le costruzioni oltre ai relativi motori e trasmissioni e a motori per applicazioni marine Fonte:

14

15 «Simply more» : «Questa è l auto che ci piace» : «500 is pop» : «L auto ufficiale per fare quello che ti pare»

16 Spot nuova Fiat Punto (2012)

17

18

19 MERCATO AUTO EUROPEO - MARZO Fonte: (marzo 2012)

20 MERCATO AUTO ITALIANO - MARZO Fonte: elaborazioni Unrae (marzo 2012)

21 30 QUOTA DI MERCATO FIAT IN ITALIA anni 2001/ Fonte:

22 FIAT e CHRYSLER Calo quote di mercato Fiat tentativo di acquisizione di altri importanti gruppi automobilistici nel 2009 FIAT acquisisce il 20% delle azioni CHRYSLER arrivando a detenerne il 58,5% a marzo 2012 OBIETTIVI: - rilanciare una nuova gamma di prodotti - portare anche negli USA auto e motori a bassi consumi

23 sfruttamento da parte di FIAT della rete distributiva commerciale americana scambio know-how e tecnologie grazie alla scelta che abbiamo fatto siamo diventati più forti ed autonomi e possiamo affrontare il futuro con serenità (S.Marchionne) Boom di vendite FIAT in Usa: +642% rispetto al 2011 Fonte:

24 Fonte:

25 Fonte:

26

27 Fiat Group ha un totale di dipendenti occupati in 219 stabilimenti così dislocati: America del Nord: 57 America del Sud: 27 Europa: 55 Italia: 60 Resto del mondo: 20

28 Fonte:

29 Fonte:

30 Fonte:

31 Fonte:

32 La Fiat è sempre stata caratterizzata da forti tensioni sociali e lotte sindacali 21 Aprile 2010 Presentazione Piano Strategico 2010/2014 che include il Progetto Fabbrica Italia Obiettivo: incrementare i volumi di produzione di autovetture in Italia Previsto il coinvolgimento degli impianti di Mirafiori, Cassino, Melfi e Pomigliano

33 15 Giugno 2010: Fiat sigla con Fim, Uilm, Fismic e Ugl, un accordo per produrre la Nuova Panda nell ex stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano Chiusura Vico e cassa integrazione dei lavoratori i quali confluiranno gradualmente* nella newco Fabbrica Italia Pomigliano (Fip) *Ad oggi ne sono satati reintegrati solo 1.300

34 Orari di lavoro L accordo prevede: Riduzione dei tempi previsti per le pause Straordinari Clausola di responsabilità per il rispetto degli impegni assunti nell'accordo, prevedendo sanzioni alle organizzazioni sindacali Esclusione dal sistema di rappresentanza dei sindacati non firmatari

35 FIOM non sottoscrive l accordo ritenendolo antisindacale e un ricatto verso i lavoratori senza un accordo con i sindacati, lo stabilimento di Pomigliano potrebbe chiudere destinando la produzione in Serbia o Polonia (S.Marchionne)

36

37 L impegno sul fronte della mobilità ecologica e sostenibile è parte integrante della nostra strategia di business. Si tratta di un patrimonio di grande valore che, unito alle competenze sviluppate da Chrysler, ci rende un costruttore di auto forte e competitivo, con un livello di tecnologia tra le più innovative e avanzate al mondo (S. Marchionne)

38 Fiat, per il terzo hanno consecutivo, ha conquistato il primato come costruttore in Europa con il più basso livello medio di emissioni di CO2 Grazie a: offerta Natural Power motori a basso impatto ambientale (Common Rail, Multijet, MultiAir, TwinAir) Fonte:www.fiatgroup.com

39 Fiat, a differenza di tutti gli altri costruttori, non investe in maniera massiccia nello sviluppo di auto elettriche molto meglio puntare su tecnologie già sperimentate come il metano, e sul miglioramento dei motori a benzina e diesel (S. Marchionne) Mancanza di incentivi per l acquisto di auto elettriche Costi elevati della tecnologia

40 Entro la fine del 2012 entrerà in produzione la prima Fiat 500 elettrica, probabilmente simile al prototipo 500EV già presentato al Salone di Detroit del 2010 Questo grazie ai generosi incentivi concessi ai produttori dal governo Usa per progetti di auto a emissioni zero

41 Il futuro delle auto elettriche rimane in dubbio, sia per le problematiche connesse alla ricarica e smaltimento delle batterie sia perché i costi legati a questa nuova tecnologia risultano ancora troppo elevati (per produttori e clienti)

42 I NUMERI OGGI: dipendenti e una serie di laboratori all avanguardia brevetti tra registrati e domande di brevetto collaborazioni con oltre partner industriali, universitari e di ricerca.

43 Fonte:

44 Innovazione e il Progresso tecnologico vantaggio competitivo e leadership a livello globale Nei 51 centri di ricerca si progettano e sperimentano nuove soluzioni per migliorare continuamente l affidabilità, la produttività dei mezzi e la sostenibilità ambientale

45 Fonte:

46

47 Il 2011 è stato un anno eccezionale per il Gruppo Fiat Chrysler, grazie anche agli ottimi risultati ottenuti dalla casa di Detroit Ricavi: 59,6 mld/ Utile Netto: 1,65 mld/

48 Fonte:

49 2011 Automobili Componenti e sistemi di produzione Altre attività Elisioni (6.456) Totale * In milioni di euro Fonte:

50 2011 Fiat Group Automobiles Chrysler Maserati 588 Ferrari Elisioni (1.461) Totale * In milioni di euro Fonte:

51 INDICE FORMULA INDICE DI INDEBITAMENTO 0,2609 0,4166 INDICE DI LEVA FINANZIARIA (financial leverage) 1,3743 1,4168

52 INDICI FORMULE ROI (return on investiment) ROE (return on equity) ROS (return on sales) 5,88% 10,82% 4,82% 13,47% 2,77% 3,84%

53 INDICI FORMULA LIQUIDITA CORRENTE (current ratio) LIQUIDITA SECCA (quick ratio) CAPITALE CIRCOLANTE NETTO MARGINE DI TESORERIA 0,9398 0,4546 O,9395 0,4541 ATTIVITA A BREVE DEBITI A BREVE (ATTIVITA A BREVE - SCORTE) - DEBITI A BREVE

54 La società ha chiuso in modo positivo il suo primo anno di vita (2011) Ricavi: 24,3 mld/ Utile Netto: 701 mln/

55 Fonte:

56 Macchine per l agricoltura e Costruzioni (CNH) Veicoli Industriali (Iveco) FPT Industrial Elisioni (2.389) Totale * In milioni di euro Fonte:

57 INDICE FORMULA 2011 INDICE DI INDEBITAMENTO 0,4386 INDICE DI LEVA FINANZIARIA (financial leverage) 1,4386

58 INDICI FORMULE 2011 ROI (return on investiment) ROE (return on equity) ROS (return on sales) 7,97% 12,96% 6,55%

59 INDICI FORMULA 2011 LIQUIDITA CORRENTE (current ratio) LIQUIDITA SECCA (quick ratio) CAPITALE CIRCOLANTE NETTO MARGINE DI TESORERIA 0,0459 0,0459 ATTIVITA A BREVE DEBITI A BREVE (ATTIVITA A BREVE - SCORTE) - DEBITI A BREVE

60 Accelerare lo sviluppo del gruppo su scala internazionale per aumentare la competitività (ricerca di nuovi alleati) Target di 6 milioni di auto vendute tra Fiat e Chrysler entro il 2014 Lancio di nuovi modelli: - EUROPA Fiat 500L, Lancia Thema 4x4,Lancia Flavia Cabrio - NORD AMERICA Fiat 500 Abarth, Fiat 500EV, Dodge Dart, Dodge Viper - AMERICA LATINA 5 nuovi modelli e 7 restyling - ASIA E CINA Fiat Freemont, Alfa Romeo Giulietta, nuova berlina Fiat derivata dalla Dodge Dart Nuova Ypsilon, Voyager, Berlina 300 (marchiate Chrysler)

61 Fiat 500L Lancia Thema 4x4 Lancia Flavia Cabrio Dodge Dart Fiat 500 Abarth USA Chrysler Ypsilon

62 Thompson, Strickland, Gamble (2009) «Strategia aziendale: formulazione ed esecuzione», McGraw- Hill, Milano

63

Francesca Amadori Giovanni Morresi Azzurra Nicchi Anna Renzini Elisa Rosati Lorenzo Schiavi

Francesca Amadori Giovanni Morresi Azzurra Nicchi Anna Renzini Elisa Rosati Lorenzo Schiavi Il cambiamento in Fiat Auto attraverso le parole di Sergio Marchionne Corso di Strategie d impresa A.A. 2010/2011 Prof. Tonino Pencarelli, Dott. Simone Splendiani Teamwork: Francesca Amadori Giovanni Morresi

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2013/2014 Prof. T. Pencarelli Dott. M.

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2013/2014 Prof. T. Pencarelli Dott. M. Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2013/2014 Prof. T. Pencarelli Dott. M. Dini Valeria Brozzi Maria Giulia Facchini INDICE 1. CENNI STORICI 2.

Dettagli

LA RIORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO FIAT. Vera Palea

LA RIORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO FIAT. Vera Palea LA RIORGANIZZAZIONE DEL GRUPPO FIAT 1 Prima della riorganizzazione: Automobili, componenti e relativi sistemi di produzione Group Automobiles, Ferrari, Maserati, Magneti Marelli, Teksid, Comau, attività

Dettagli

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia

SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013. Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma. Grugliasco conferma l impegno di Fiat in Italia SOMMARIO DEL 30 GENNAIO 2013 Il Sole 24 Ore Uff.Stampa Fismic La Stampa Adnkronos Asca MF-Dow Jones Il Sole 24 Ore Il Messaggero Corriere della Sera Prima Pagina Maserati Grugliasco, sfida di alta gamma

Dettagli

La Scissione : il caso FIAT Industrial S.p.A. Cattedra Economia delle operazioni straordinarie d impresa

La Scissione : il caso FIAT Industrial S.p.A. Cattedra Economia delle operazioni straordinarie d impresa DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E IMPRESA Corso di laurea in Consulenza e controllo aziendale Professioni economiche e contabili La Scissione : il caso Industrial S.p.A. Cattedra Economia delle operazioni straordinarie

Dettagli

CORSO DI STRATEGIE D IMPRESA 2012-2013 Prof. Tonino Pencarelli Dott. Mauro Dini Team work: Francesco De Biase Mauro Petralia

CORSO DI STRATEGIE D IMPRESA 2012-2013 Prof. Tonino Pencarelli Dott. Mauro Dini Team work: Francesco De Biase Mauro Petralia CORSO DI STRATEGIE D IMPRESA 2012-2013 Prof. Tonino Pencarelli Dott. Mauro Dini Team work: Francesco De Biase Mauro Petralia F.I.A.T. CENNI STORICI LA PROPRIETA 1899: l azienda nasce a Torino con il nome

Dettagli

Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA

Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti 16 Settembre 2010 1 Agenda I. La Scissione: Obiettivi e descrizione dell

Dettagli

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 22 dicembre 2009

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 22 dicembre 2009 Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali Palazzo Chigi 22 dicembre 2009 Accordo con Chrysler 22 Dicembre 2009 Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali 2 Chrysler: dal

Dettagli

E' il settimo costruttore automobilistico al mondo, progetta, sviluppa, produce e commercializza vetture, veicoli commerciali, componenti e sistemi

E' il settimo costruttore automobilistico al mondo, progetta, sviluppa, produce e commercializza vetture, veicoli commerciali, componenti e sistemi E' il settimo costruttore automobilistico al mondo, progetta, sviluppa, produce e commercializza vetture, veicoli commerciali, componenti e sistemi di produzione. LINK 1 Joint venture (Unit di riferirmento

Dettagli

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 18 giugno 2009

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Palazzo Chigi 18 giugno 2009 Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali Palazzo Chigi 18 giugno 2009 Agenda 1. Andamento mercati 2. Fiat Group 1. Settori industriali 2. La gestione della congiuntura e la situazione

Dettagli

Candela Serena Mersico Luigi

Candela Serena Mersico Luigi Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2014/2015 Prof. T. Pencarelli Dott. M. Dini Candela Serena Mersico Luigi INDICE 1. Cenni storici 2. Struttura

Dettagli

Il WCM in Fiat Chrysler Automobile, il ruolo dell innovazione di fabbrica le trasformazioni del lavoro

Il WCM in Fiat Chrysler Automobile, il ruolo dell innovazione di fabbrica le trasformazioni del lavoro Il WCM in Fiat Chrysler Automobile, il ruolo dell innovazione di fabbrica le trasformazioni del lavoro 1 1. Il contesto, crisi e rilancio di Fiat Auto (2004 2008) e ruolo dell innovazione di fabbrica Nel

Dettagli

Il Gruppo Fiat e il Piano di Sviluppo di Fiat Auto

Il Gruppo Fiat e il Piano di Sviluppo di Fiat Auto Il Gruppo Fiat e il Piano di Sviluppo di Fiat Auto Presentazione alle Istituzioni e alle Organizzazioni Sindacali Palazzo Chigi 3 Agosto 2005 Il Gruppo Fiat Gruppo industriale focalizzato sulle attività

Dettagli

3 trimestre 2010. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010

3 trimestre 2010. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2010 IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TERZO TRIMESTRE CON RICAVI PARI A 13,5 MILIARDI DI EURO, IN AUMENTO DELL 11,9% RISPETTO AL TERZO TRIMESTRE 2009, E CON UN

Dettagli

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A.

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Intervento del Presidente Sergio Marchionne Centro Congressi Lingotto 8 aprile 2013 h 11:00 Signori Azionisti, il 2012 è stato un anno particolarmente significativo

Dettagli

In occasione dell Investor Day in corso a Torino, l Amministratore Delegato Sergio Marchionne ha dichiarato:

In occasione dell Investor Day in corso a Torino, l Amministratore Delegato Sergio Marchionne ha dichiarato: FIAT GROUP AUTOMOBILES Business Plan In occasione dell Investor Day in corso a Torino, l Amministratore Delegato Sergio Marchionne ha dichiarato: Il piano si basa su sei pilastri. Assumiamo che nel mercato

Dettagli

2 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009

2 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2009 IN UN MERCATO ESTREMAMENTE DIFFICILE, IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TRIMESTRE CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 310 MILIONI DI EURO (MARGINE

Dettagli

CHRYSLER AUTOMOBILES IN

CHRYSLER AUTOMOBILES IN DEL PIEMONTE, Processo Legislativo Settore Commissioni Consiliari INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 912 STATO DEGLI INVESTIMENTI DI FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES IN PIEMONTE Presentato dal Consigliere

Dettagli

CNH (risultato rispetto al mercato) Nord. Mercato (consegne cliente finale, var.% annua) Nord. Eur. Occ. Resto mondo. Am.

CNH (risultato rispetto al mercato) Nord. Mercato (consegne cliente finale, var.% annua) Nord. Eur. Occ. Resto mondo. Am. 1 CNH Mercati forti, posizione più forte sui mercati Macchine Agricole Mercato onsegne cliente finale, var.% annua) rd. Eur. Occ. Am. Lat. Resto mondo CNH (risultato rispetto al mercato) Nord Am. Eur.

Dettagli

243 30. Informativa per settore di attività

243 30. Informativa per settore di attività 243 Nel corso dell esercizio il Gruppo ha rilevato costi per canoni di leasing per 48 milioni di euro inclusi tra gli Utili/(perdite) delle Continuing Operation e per 45 milioni di euro inclusi tra gli

Dettagli

Posizione e prospettive di FCA nella competizione mondiale Presentazione della ricerca «Il settore Automotive nei principali paesi Europei»

Posizione e prospettive di FCA nella competizione mondiale Presentazione della ricerca «Il settore Automotive nei principali paesi Europei» Posizione e prospettive di FCA nella competizione mondiale Presentazione della ricerca «Il settore Automotive nei principali paesi Europei» Daniele Chiari Head of Product Planning and Institutional Relations

Dettagli

Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008

Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008 Comunicato stampa RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2008 FIAT GROUP CHIUDE IL SECONDO TRIMESTRE 2008 CON I RICAVI E IL RISULTATO DELLA GESTIONE ORDINARIA PIU ALTI NELLA SUA STORIA. QUATTORDICESIMO MIGLIORAMENTO

Dettagli

3 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009

3 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2009 NONOSTANTE L ESTREMA DEBOLEZZA DEL CONTESTO ECONOMICO GLOBALE, IL GRUPPO FIAT HA CHIUSO IL TRIMESTRE CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 308 MILIONI

Dettagli

CALCOLO DEGLI INDICI NELL ANALISI DI BILANCIO

CALCOLO DEGLI INDICI NELL ANALISI DI BILANCIO CALCOLO DEGLI NELL ANALISI DI BILANCIO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PRINCIPALI CASO-GUIDA SULLA TECNICA DI CALCOLO DEGLI Principio di revisione n. 570 La valutazione dello stato di salute della società oggetto

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

LEADERSCHIP,INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : IL CASO PIRELLI

LEADERSCHIP,INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : IL CASO PIRELLI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI STRATEGIA D IMPRESA 2010-2011 LEADERSCHIP,INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : IL CASO PIRELLI a cura di: Del Prete Alessandro Montoni Monia

Dettagli

CONVENTION AFTERMARKET 2015 UFI FILTERS e SOFIMA FILTER Il Futuro è arrivato. Roma, 21 Novembre 2015 1

CONVENTION AFTERMARKET 2015 UFI FILTERS e SOFIMA FILTER Il Futuro è arrivato. Roma, 21 Novembre 2015 1 CONVENTION AFTERMARKET 2015 UFI FILTERS e SOFIMA FILTER Il Futuro è arrivato Roma, 21 Novembre 2015 1 UFI FILTERS GROUP Gruppo leader nella produzione di sistemi filtranti Più di 65M di filtri prodotti

Dettagli

(passività) finanziarie (18) (Utili) e perdite rilevati a conto economico 17 Incrementi/(Decrementi)

(passività) finanziarie (18) (Utili) e perdite rilevati a conto economico 17 Incrementi/(Decrementi) 256 La seguente tabella evidenzia le attività e passività incluse tra le Discontinued Operation che sono valutate al fair value al 31 dicembre, per livello gerarchico di valutazione del fair value. (in

Dettagli

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 PROPOSTO DIVIDENDO DI 0,10 EURO, + 15% RISPETTO AL 2000 UTILE NETTO: +12,7% A 21,4 MILIONI DI EURO RICAVI NETTI: +3,5%

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

Relazioni collaborative per creare valore (di cui appropriarsi in seguito)

Relazioni collaborative per creare valore (di cui appropriarsi in seguito) Le strategie di collaborazione Relazioni collaborative per creare valore (di cui appropriarsi in seguito) Collaborazione (ad esempio per la Ricerca & Sviluppo) tra imprese sottoposte a forti pressioni

Dettagli

RISULTATI DELL ESERCIZIO E DEL QUARTO TRIMESTRE 2009

RISULTATI DELL ESERCIZIO E DEL QUARTO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DELL ESERCIZIO E DEL QUARTO TRIMESTRE 2009 IL GRUPPO FIAT CHIUDE IL 2009 CON UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA DI 1,1 MILIARDI DI EURO E UN INDEBITAMENTO NETTO INDUSTRIALE DI

Dettagli

COMPANY CAR DRIVE - VALLELUNGA. Relatore: Dr. Nicola Pumilia Fleet Europe Sales Director

COMPANY CAR DRIVE - VALLELUNGA. Relatore: Dr. Nicola Pumilia Fleet Europe Sales Director COMPANY CAR DRIVE - VALLELUNGA Relatore: Dr. Nicola Pumilia Fleet Europe Sales Director FIAT S.p.A. 88,4% 100% 100% 100% 85 % 58,5% 100% 100% 100% 100% 84,8% RISULTATI FINANZIARI Ricavi totali 2011 59.559

Dettagli

Università degli studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia

Università degli studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Università degli studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Caso Aziendale A Corso di Strategia d impresa A.A. 2012/2013 Prof. Tonino Pencarelli Dott. Mauro Dini Team Work: Sara Banci Elisabetta Ferri

Dettagli

IL GRUPPO FIAT CHRYSLER NEL CONTESTO INTERNAZIONALE E I RIFLESSI SULLA COMPONENTISTICA ITALIANA

IL GRUPPO FIAT CHRYSLER NEL CONTESTO INTERNAZIONALE E I RIFLESSI SULLA COMPONENTISTICA ITALIANA IL GRUPPO FIAT CHRYSLER NEL CONTESTO INTERNAZIONALE E I RIFLESSI SULLA COMPONENTISTICA ITALIANA ALFREDO ALTAVILLA Signore e signori, buongiorno. Nel 2009 partecipai a questo convegno per condividere con

Dettagli

Il biometano, un opportunità per i trasporti

Il biometano, un opportunità per i trasporti Il biometano, un opportunità per i trasporti Negli ultimi anni, il gas naturale è un carburante che ha caratterizzato in maniera rilevante in Italia e in Europa l evoluzione del mercato automobilistico,

Dettagli

A colloquio con Paolo Rebaudengo, Senior Vice President Industrial Relations, FIAT Group S.p.A.

A colloquio con Paolo Rebaudengo, Senior Vice President Industrial Relations, FIAT Group S.p.A. Intervista A s s o c i a z i o n e p e r g l i S t u d i I n t e r n a z i o n a l i e C o m p a r a t i s u l D i r i t t o d e l l a v o r o e s u l l e R e l a z i o n i i n d u s t r i a l i In collaborazione

Dettagli

Fiom Cgil Basilicata

Fiom Cgil Basilicata Osservatorio sull industria metalmeccanica Fiom Cgil Basilicata PRODUTTIVITA e PRODUZIONI FIAT SATA 1 Davide Bubbico (Università di Salerno) Giuseppe Cillis Osservatorio sull industria metalmeccanica (Fiom

Dettagli

1 trimestre 2011. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

1 trimestre 2011. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 FIAT HA CHIUSO IL SUO PRIMO TRIMESTRE DOPO LA SCISSIONE CON RICAVI IN CRESCITA DEL 7,1% E PARI A 9,2 MILIARDI DI EURO, UN UTILE DELLA GESTIONE ORDINARIA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri In febbraio immatricolate 165.289 nuove auto (-24,5%) PRIMI SEGNALI DI RISVEGLIO DELLA

Dettagli

Università degli Studi di Teramo Facoltà di Scienze della comunicazione Corso di Management e strategie aziendali prof.

Università degli Studi di Teramo Facoltà di Scienze della comunicazione Corso di Management e strategie aziendali prof. Corso di Management e strategie aziendali prof. Manuel e Nicola Università degli Studi di Teramo Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Management e strategie aziendali Unità 1 Economia e management

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALBERTO PIANTA Nazionalità Italiana Data di nascita Milano 21/04/1940 Servizio militare come Ufficiale del

Dettagli

LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI. Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro

LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI. Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro Direttiva 2003/51/CE D.Lgs. 32/2007 Le società di capitali italiane sono tenute a seguire

Dettagli

Zurich Connect. Presentazione Partnership. Compagnia diretta di assicurazione. Maggio 2009

Zurich Connect. Presentazione Partnership. Compagnia diretta di assicurazione. Maggio 2009 Zurich Connect Compagnia diretta di assicurazione Presentazione Partnership Maggio 2009 Contenuti della presentazione Presentazione del Gruppo Zurich Financial Services e di Zurich Connect in Italia Illustrazione

Dettagli

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013 La Stampa Uff.Stampa Fismic Il Messaggero Il Mattino Il Sole 24 Ore Il Giornale La Stampa CronacaQui Asca Corriere della Sera La Repubblica Avvenire Il Sole 24 Ore Il Messaggero

Dettagli

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved Indici di Bilancio Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 Gli indici di bilancio I dati desumibili dal bilancio possono essere trasformati

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile

SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile Nell area considerata, che include Argentina, Brasile, Cile e Venezuela, il mercato ha registrato, con oltre 5,12

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Data/Ora Ricezione 23 Ottobre 2015 14:23:44 MTA - Star Societa' : SOGEFI Identificativo Informazione Regolamentata : 64513 Nome utilizzatore : SOGEFIN01 - ALBRAND

Dettagli

THE ART OF BUSINESS PLANNING

THE ART OF BUSINESS PLANNING THE ART OF BUSINESS PLANNING La presentazione dei dati: realizzazione e presentazione di un Business Plan Francesca Perrone - Head of Territorial & Sectorial Development Plans Giusy Stanziola - Territorial

Dettagli

Scenari e prospettive del settore auto Roma, 18 Dicembre 2014

Scenari e prospettive del settore auto Roma, 18 Dicembre 2014 Scenari e prospettive del settore auto Cristiana Petrucci Responsabile Centro Studi e Statistiche Unione Petrolifera L UNRAE in numeri Auto, Commerciali, Industriali, Bus, Caravan, Autocaravan, Assistenza,

Dettagli

L assicurazione auto come elemento strategico nello sviluppo della bancassicurazione danni

L assicurazione auto come elemento strategico nello sviluppo della bancassicurazione danni L assicurazione auto come elemento strategico nello sviluppo della bancassicurazione danni Forum Bancassicurazione 2015 Roma, 8 ottobre 2015 BNL ha iniziato a vendere prodotti «non vita» nel 2007; nel

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale. Verona, 18 dicembre 2006

UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale. Verona, 18 dicembre 2006 1 UNA NUOVA VIA INTERNAZIONALE Partnership industriale con Mapfre nel business auto agenziale Verona, 18 dicembre 2006 2 Agenda Il contesto strategico La joint-venture specializzata nel business auto Il

Dettagli

SPECIAL REPORT. 15 idee d investimento da 100 a 100.000 euro. Rischio: *****

SPECIAL REPORT. 15 idee d investimento da 100 a 100.000 euro. Rischio: ***** FIAT Azioni Italia Prezzo al 02/09/2013 5,81 euro Potenzialità di rivalutazione: **** Rischio: ***** Liquidità: **** PRO CONTRO Partecipazioni detenute non valorizzate adeguatamente dal mercato Mercato

Dettagli

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * *

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * * Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * * Il caso Fiat Group 1 Gli utilizzatori del financiali reporting di gruppo Utilizzatori interni Management della capogruppo Managementdll dellesocietà

Dettagli

Costo medio dei mezzi di terzi R.O.I. R.O.I.

Costo medio dei mezzi di terzi R.O.I. R.O.I. RN = Ro - OF RN = Ro K x K _ OF RN = ROI x K _ OF RN = ROI x ( PN + D ) _ ( i x D ) RN = ROI x PN + ( ROI - i ) x D Ipotesi semplificata: assenza gestione accessoria, straordinaria e tributaria Corso di

Dettagli

FIAT- UN AZIENDA ECOCOMPATIBILE

FIAT- UN AZIENDA ECOCOMPATIBILE FIAT- UN AZIENDA ECOCOMPATIBILE A cura di Federica DE BRACO A.A 2009-2010 Tutto il mondo conosce la Fiat, Fabbrica Italiana Automobili Torino, l azienda automobilistica nata a Torino l 11 luglio 1899 che

Dettagli

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Nel 2013 la domanda di light vehicles contava oltre 18,33 milioni di unità,

Dettagli

Bilancio di esercizio

Bilancio di esercizio Barbara Scozzi bscozzi@poliba.it Contabilità direzionale Strumenti tecnico-contabili di supporto a rilevazione, organizzazione e interpretazione delle informazioni economico-finanziarie Budget Contabilità

Dettagli

PER I DIPENDENTI. Chiedi al tuo Consulente di Vendita CVD come sfruttare questa opportunità e ricorda: solo i migliori diventano Abarth.

PER I DIPENDENTI. Chiedi al tuo Consulente di Vendita CVD come sfruttare questa opportunità e ricorda: solo i migliori diventano Abarth. RISERVATO AI DIPENDENTI ABARTH 595 50 ANNIVERSARIO PER I DIPENDENTI Abarth 595 50 Anniversario, la più potente 595 di sempre, è ora disponibile con lo sconto Dipendenti. Per la prima volta, il marchio

Dettagli

Le Strategie del Gruppo Fiat negli anni novanta

Le Strategie del Gruppo Fiat negli anni novanta Le Strategie del Gruppo Fiat negli anni novanta Andrea Gavosto Urbino, 27 novembre 2002 Le Strategie del Gruppo Fiat I capisaldi Concentrazione sul core business Internazionalizzazione Alleanze produttive

Dettagli

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Sintesi di Stato Patrimoniale Attivo 31.12.2011 31.12.2012

Dettagli

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005

RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005 RISULTATI DEL QUARTO TRIMESTRE E DELL ESERCIZIO 2005 Fiat Auto ha conseguito, nel quarto trimestre 2005, il primo utile della gestione ordinaria (21 milioni di euro) dopo 17 trimestri consecutivi in perdita.

Dettagli

1 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009

1 trimestre 2009. Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 Comunicato stampa RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2009 NONOSTANTE LE DIFFICILI CONDIZIONI DI MERCATO, CON RICAVI IN CALO DI OLTRE IL 25% RISPETTO AL PRIMO TRIMESTRE 2008, FIAT GROUP HA REGISTRATO UNA PERFORMANCE

Dettagli

Tecnologia per l ambiente e il risparmio.

Tecnologia per l ambiente e il risparmio. RISERVATO AI DIPENDENTI Tecnologia per l ambiente e il risparmio. Fino al 31 maggio approfitta dell EXTRASCONTO DI 1.000 ADDIZIONALI alle offerte in corso su Fiat 500L, 500L Living, Panda, Lancia Ypsilon

Dettagli

La Repubblica del 26 novembre 2010 IL PIANO FIAT Mirafiori, un Suv da 250 mila pezzi l anno Nascerà una newco con Chrysler dal 2012. Oggi l incontro Fiat-sindacati di PAOLO GRISERI Sergio Marchionne Un

Dettagli

Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power

Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power Iveco al RAI di Amsterdam con il nuovo Stralis LNG Natural Power Iveco, società del Gruppo Fiat Industrial, è presente al Salone Bedrijfsauto 2012, l importante evento espositivo per il settore del trasporto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri In ottobre immatricolate in Italia 195.545 auto (+15,7%) IL MERCATO CONFERMA L EFFICACIA DEGLI ECO-INCENTIVI

Dettagli

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE

SIGLATA L INTESA PER UNA FORTE PARTNERSHIP INDUSTRIALE CON MAPFRE NEL BUSINESS AUTO AGENZIALE Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 INDICE ORGANI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO... RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO FIAT... 2 ANDAMENTO GESTIONALE... 2 Highlights... 2 Andamento

Dettagli

11 dicembre 2012 Roberto Russo

11 dicembre 2012 Roberto Russo Mr. Market e Fiat S.p.A. 11 dicembre 2012 Roberto Russo www.assitecasim.it Fiat S.p.A. è un gruppo automobilistico internazionale che progetta, costruisce e vende veicoli di grande diffusione con i marchi

Dettagli

Gli incentivi non mettono in moto l automobile

Gli incentivi non mettono in moto l automobile 115 idee per il libero mercato Gli incentivi non mettono in moto l automobile di Andrea Giuricin Il rallentamento economico e la crisi finanziaria hanno avuto un forte impatto su uno dei settori più importanti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015 MODELLERIA BRAMBILLA: valore della produzione in crescita del 30% a Euro 16,5 milioni nel 2014, utile netto pari a Euro 0,2 milioni (dati IAS 17 Adjusted) Valore della produzione in crescita del 30% a

Dettagli

FCA: alla ricerca della verità perduta.

FCA: alla ricerca della verità perduta. FCA: alla ricerca della verità perduta. Superare il dialogo tra sordi, che ha contraddistinto le relazioni tra i sindacati nell universo ex-fiat presuppone una sintassi unitaria. Un linguaggio logico in

Dettagli

Bilancio consolidato di gruppo. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo. * * * Il caso Fiat Group

Bilancio consolidato di gruppo. Lettura e interpretazione delle performance di gruppo. * * * Il caso Fiat Group Lettura e interpretazione delle performance di gruppo * * * Il caso Fiat Group 1 v Gli utilizzatori del financial reporting di gruppo Utilizzatori interni Management della capogruppo Management delle società

Dettagli

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN Facoltà di Scienze Manageriali Corso di Laurea Specialistica 64/S in Management e sviluppo socioeconomico LABORATORIO DI BUSINESS PLAN La valutazione della fattibilità economico-finanziaria del progetto

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*) Turnaround Tecniche Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl di Massimo Lazzari (*) In questo sesto contributo verranno pubblicati i risultati di un osservatorio

Dettagli

La Fusione: Il Caso Fiat Chrysler

La Fusione: Il Caso Fiat Chrysler DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E IMPRESA Corso Economia dei Gruppi e delle Operazioni Straordinarie La Fusione: Il Caso Fiat Chrysler L operazione straordinaria: la Fusione La fusione costituisce un operazione

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

NUCOR CORPORATION: come competere con l importazione di acciaio a basso costo

NUCOR CORPORATION: come competere con l importazione di acciaio a basso costo Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani NUCOR CORPORATION: come competere con l importazione di acciaio a basso costo A cura di: Scaccia Simone, Sorvillo

Dettagli

EQUILIBRI DI GESTIONE

EQUILIBRI DI GESTIONE EQUILIBRI DI GESTIONE MAPPA DEGLI EQUILIBRI GESTIONALI Gestione caratteristica Equilibrio economico Gestione extra-caratteristica costi ricavi oneri proventi di lungo periodo fonti impieghi Equilibrio

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4 L INDUSTRIA ALIMENTARE E IL COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI ALIMENTARI 1. L Industria alimentare (Indagine sui bilanci delle imprese) Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da un aumentato interesse

Dettagli

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Intervento dell Amministratore Delegato del Gruppo Fiat Sergio Marchionne

Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali. Intervento dell Amministratore Delegato del Gruppo Fiat Sergio Marchionne Incontro con le Istituzioni e le Organizzazioni Sindacali Intervento dell Amministratore Delegato del Gruppo Fiat Sergio Marchionne Roma (Palazzo Chigi), giovedì 18 giugno 2009 - h 9.00 Signor Presidente

Dettagli

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007 Cross Cultural Management Il caso India Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano Napoli, 15 gennaio 2007 Relatore: Giovanni De Filippis 1 IL caso India La Fiat e l India L India per Fiat Auto

Dettagli

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti *

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti * Fiat e dintorni di Aldo Enrietti * Collocare il Piemonte e Torino nell ambito dell industria autoveicolistica, e quindi del rapporto con Fiat, richiede una preventiva valutazione delle recenti fasi del

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

WHIRLPOOL SOTTOSCRIVE ACCORDI PER L ACQUISIZIONE DELLA PARTECIPAZIONE DI MAGGIORANZA IN INDESIT

WHIRLPOOL SOTTOSCRIVE ACCORDI PER L ACQUISIZIONE DELLA PARTECIPAZIONE DI MAGGIORANZA IN INDESIT Contatto: Whirlpool Corporation Media: 269/923-7405 oppure Media@Whirlpool.com Financial: Chirs Conley, 269/923-2641 Investor_Relations@Whirlpool.com Contatto: Fineldo S.p.A. Via della Scrofa, 64 Roma,

Dettagli

Fiat, Alfa Romeo e Lancia con RISERVATO AI DIPENDENTI APRILE È IL MESE DELLA SUPERROTTAMAZIONE

Fiat, Alfa Romeo e Lancia con RISERVATO AI DIPENDENTI APRILE È IL MESE DELLA SUPERROTTAMAZIONE Fiat, Alfa Romeo e Lancia con RISERVATO AI DIPENDENTI APRILE È IL MESE DELLA SUPERROTTAMAZIONE Siamo noi, sei tu. centrovenditedipendenti.it 500L Living al prezzo di 500l 500C al prezzo di 500 500X SCONTO

Dettagli

Dipendenti del Gruppo. Indipendenti dai pensieri della mobilità.

Dipendenti del Gruppo. Indipendenti dai pensieri della mobilità. RISERVATO AI DIPENDENTI Dipendenti del Gruppo. Indipendenti dai pensieri della mobilità. Un esempio? Fiat Panda 1.2 69cv EasyPower E6 POP, tua a 199 Euro al mese Quotazione di noleggio riferita a Fiat

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

SPIN8 CARICA INNOVATIVA - STARTUP ITALIANA SI PRESENTA AL SALONE DELL AUTO DI FRANCOFORTE

SPIN8 CARICA INNOVATIVA - STARTUP ITALIANA SI PRESENTA AL SALONE DELL AUTO DI FRANCOFORTE Francoforte, 15 settembre 2015 SPIN8 CARICA INNOVATIVA - STARTUP ITALIANA SI PRESENTA AL SALONE DELL AUTO DI FRANCOFORTE In occasione del Salone Internazionale dell Automobile di Francoforte, Spin8, Carica

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE ECONOMICA DELLO S.P. E DEL C.E.

RICLASSIFICAZIONE ECONOMICA DELLO S.P. E DEL C.E. RICLASSIFICAZIONE ECONOMICA DELLO S.P. E DEL C.E. La riclassificazione economica dello SP: La gestione dell impresa viene idealmente scomposta in aree omogenee di attività Le attività e le passività, i

Dettagli

L obiettivo in materia di ricavi per il 2014 è stato indicato in circa 93 miliardi di euro, in aumento di circa il 7% rispetto al consuntivo 2013.

L obiettivo in materia di ricavi per il 2014 è stato indicato in circa 93 miliardi di euro, in aumento di circa il 7% rispetto al consuntivo 2013. Informazioni in materia di obiettivi 2014, cash flow 2014, merito di credito, accesso alle risorse finanziarie di Chrysler Group LLC e riorganizzazione societaria richieste da Consob Con lettera del 13

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Luca Pulice, classe 5pA ITC Falcone Corsico

Luca Pulice, classe 5pA ITC Falcone Corsico Luca Pulice, classe 5pA ITC Falcone Corsico 1 FIAT S.p.A. La macchina degli italiani Dalla fondazione alla 2 GM Nascita 1899 1 GM 1 1901 Fascismo 2 GM 1921 1925 1904 Boom Ecomico Migliaia di strade per

Dettagli