Facoltà di Lettere efilosofia, Cagliari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Facoltà di Lettere efilosofia, Cagliari"

Transcript

1 L alfabeto greco L alfabeto greco consta di 24 lettere: 7 vocali e 17 consonanti. Maiuscola Minuscola Nome della lettera Trascrizione latina Pronuncia Α α Alfa a [a] es. amico Β β Beta b [b]es. base Γ γ Gamma g [g] es. gatto δ Delta d [d]es. dente Ε ε Epsilon ĕ [e]es. cena Ζ ζ Zeta z [z:]dolce es. zaino Η η Eta ē [è]es. remo Θ j Theta th t seguito da aspirazione Ι i Iota i [i]es. isola Κ κ Kappa c [k]es. cane Λ λ Lambda l [l]es. lana Μ µ Mi m [m]es. mare Ν ν Ni n [n]es. nido Ξ ξ Xi x [ks] es. xilofono Ο ο Omicron ŏ [ó]es. colpo Π π Pi p [p]es. pane Ρ ρ Rho r [r]es. rosa Σ s-, -s-, -v Sigma s [s]es. sasso Τ τ Tau t [t]es. tavolo Υ υ Üpsilon y [ü] come il tedesco für Φ φ Phi ph [f, ph]es. fare, filo Χ χ Chi ch [kh, k] seguito da aspirazione Ψ ψ Psi ps [ps] es. psicologia Ω ω Omèga ō [ò]es: oro In origine l alfabeto greco presentava altri 5 segni. Rilevanti per le conseguenze a livello di fonetica sono: 1. jod (j) indica il suono della i semiconsonante indoeuropea: es. ieri; 2. digamma (#) trascrive il suono della u/w semiconsonante indoeuropea: es. uomo; 1

2 trasformati in valore numerico i segni: 3. stigma (ς) assume il valore numerico di koppa assume il valore numerico di sampi (*) assume il valore numerico di 900. Pronuncia La pronuncia scolastica attuale riprende quella erasmiana: k, g hanno sempre un suono gutturale, anche davanti a vocale palatale (e, h, i): geénov pron. ghénos stripe gògav pron. ghìgas gigante g conserva il suono gutturale anche davanti a l e n (come glicine) glìscrov pron. g-lìschros tenace gignwéskw pron. gig-nòsco conosco g seguito da k, g, c, x si pronuncia /n/: a\naégkh pron. anànche necessità a\ggeéllw pron. anghéllo annuncio z si pronuncia sempre con il suono dolce dell italiano zanzara, zero k ha sempre una pronuncia velare o gutturale (casa) j: per pronunciarne correttamente il suono, si dovrebbe articolare la dentale sorda /t/ seguita da aspirazione, ma poiché in italiano questo suono non esiste, si pronuncia come /t/ o come /tz/ f: per pronunciarne correttamente il suono, si dovrebbe articolare la labiale sorda aspirata /ph/, ma generalmente si pronuncia come una f c: per pronunciarne correttamente il suono, si dovrebbe articolare una gutturale sorda seguita da aspirazione, ma generalmente si pronuncia come una velare sorda /k/, come nella parola casa u: si pronuncia come la ü francese ou: si pronuncia u 2

3 Vocali Le vocali sono 7: a, e, h, i, o, u, w Le vocali si distinguono in: brevi, indicate con il segno posto sopra la vocale, lunghe, indicate con il segno - e posto sopra la vocale. Lunghe: h, w Brevi: e, o Ancipiti: a, i, u (ossia la vocale può essere breve o lunga a seconda del contesto) Le vocali si distinguono anche in: Aspre o forti: a, e,h, o, w Dolci o deboli: i, u Le tabelle, ove non specificato, sono tratte da A. SIVIERI-P. VIVIAN, Grammatica greca, Messina-Firenze 1998 Dittonghi Sono formati dall unione di una vocale e una semivocale. Nelle grammatiche tradizionali si trova che il dittongo è costituito da una vocale aspra seguita da una dolce 3

4 Consonanti Le consonanti del greco sono 17 e si dividono in semplici e doppie: 1. le consonanti semplici sono quelle che riproducono un suono semplice: b, g, d, j, k,l, m, n, p, r, s, t, f, c. 2. Le consonanti doppie sono formate dall unione di 2 suoni differenti: z = s + d (d + j; g + j) x = k, g, c +s y = p, b, f +s Secondo il modo dell articolazione si distinguono in 1. occlusive o mute o momentanee: b, g, d, j, k, p, t, f, c; 2. continue o fricative si distinguono in: nasali: m, n ; liquide: l (laterale) r (vibrante); sibilante: s Secondo il grado di articolazione si distinguono in 1. sorde (quando non vibrano le corde vocali): p, k, t 2. sonore (quando vibrano le corde vocali): b, g, d 3. aspirate: f, c, j Secondo il luogo o punto di articolazione si distinguono in 1. labiali: p, b, f, 2. dentali: t, d, j 3. velari o gutturali: k, g, c 4

5 Segni di interpunzione I segni d interpunzione sono 4: 1. il punto in basso (.) corrisponde al punto fermo italiano 2. la virgola (,) corrisponde alla virgola italiana 3. il punto in alto (:) che corrisponde ai due punti o al punto e virgola italiani 4. il punto e virgola (;) che corrisponde al punto interrogativo dell italiano Altri segni sono: l apostrofo, usato come in italiano ad indicarel elisione di una vocale finale; la coronide del tutto simile ad uno spirito dolce, si trova nel corso della parola ad indicare la crasi (ta&lla per taè a"lla), la dieresi ad indicare che due vocali non formano dittongo. I segni diacritici Lo spirito è un segno che compare all inizio delle parole che iniziano per vocale, dittongo o per r ed indica la presenza o meno di aspirazione iniziale. Lo spirito può essere: aspro ( ) ed indica aspirazione; dolce ( \) indica assenza di aspirazione Lo spirito si colloca: 1. Sopra la lettera minuscola: e\leuéqerov libero ; u poé sotto 2. In alto a sinistra della lettera maiuscola: \Eleuéqerov; Upoé 3. Se la parola inizia per dittongo lo spirito si colloca sulla seconda vocale: au\loév flauto ; oi\kòa casa L accento Nel greco troviamo tre tipi di accento: acuto, grave e circonflesso. L accento acuto ( é) può cadere sull ultima (ossitona), sulla penultima (parossitona) e sulla terzultima (proparossitona) sillaba e non oltre; l accento grave ( è) si trova su una parola ossitona seguita da un altra parola senza segno di interpunzione: a\delfoév, ui oév, ma a\delfoèv kaiè ui oév; 5

6 l accento circonflesso ( %) può cadere sull ultima (perispomena) e sulla penultima (properispomena) purché sillabe lunghe. Posizione dell accento L accento cade solo sulle vocali (l acuto su brevi, lunghe e dittonghi; il circonflesso solo su lunghe e dittonghi). Se spirito e accento cadono sulla stessa lettera, lo spirito si pone a sinistra dell accento acuto e sotto il circonflesso. Se la vocale è maiuscola, l accento si pone in alto a sinistra; sul dittongo cade sempre sul secondo elemento. Proclitiche ed enclitiche Alcune parole non hanno un accento proprio e si appoggiano pertanto alla parola vicina: si chiamano enclitiche se si appoggiano alla parola che precede: es. basileiéa sou. Si chiamano invece proclitiche se si appoggiano alla parola che segue: es. o loégov, e\n ou\ran %. 6

Facoltà di Studi Umanistici Cagliari Riallineamento Greco

Facoltà di Studi Umanistici Cagliari Riallineamento Greco Bibliografia utilizzata e consigliata per il corso. A.SIVIERI P.VIVIAN, Grammatica greca, Messina-Firenze 1994 A.SIVIERI P.VIVIAN, (a cura di S. Corbinelli), Grammatica greca, Messina-Firenze 2006 A.SIVIERI

Dettagli

I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole. Giulio Geymonat website: www.sanscrito.it

I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole. Giulio Geymonat website: www.sanscrito.it I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole Giulio Geymonat website: www.sanscrito.it i www.sanscrito.it I suoni del sanscrito: trascrizione e pronuncia ii Indice 1 La trascrizione

Dettagli

Cenni sulla pronuncia dell antico francese

Cenni sulla pronuncia dell antico francese Cenni sulla pronuncia dell antico francese Questa guida si riferisce alla pronuncia dell antico francese intorno ai secoli XII e XIII, periodo in cui la lingua era in evoluzione e dunque non facilmente

Dettagli

Il sistema Wade-Giles è stato il sistema di traslitterazione fonetica più utilizzato nel XX secolo ed è tutt ora in uso a Taiwan.

Il sistema Wade-Giles è stato il sistema di traslitterazione fonetica più utilizzato nel XX secolo ed è tutt ora in uso a Taiwan. Pinyin Breve introduzione Il pīnyīn ( 拼 音 ) è il sistema di trascrizione ufficiale del cinese standard. Con il Movimento del 4 maggio 1919 nasce in Cina tra i giovani studenti e i moderni letterati dell

Dettagli

Suono Trascrizione: pos. atona pos. tonica

Suono Trascrizione: pos. atona pos. tonica 118 3. LA LINGUA PIEMONTESE Trascrizione ufficiale (ortografia) Parlando della storia del p. abbiamo già spiegato come si produsse la sua ortografia. Si noterà che affrontiamo la trascrizione dei suoni

Dettagli

Prova a completare la tabella: Completa:

Prova a completare la tabella: Completa: 2.1. Riassunto della 1 a puntata 2. Com era la grotta in cui viveva Squiapeun? Dove si lavava Squiapeun? Che cosa facevano Squiapeun e i suoi amici ai cani pastori? Perché le mucche scappavano nei boschi?

Dettagli

L alfabeto, la scrittura e la pronuncia del greco antico (di Eriberto d Altamura)

L alfabeto, la scrittura e la pronuncia del greco antico (di Eriberto d Altamura) L alfabeto, la scrittura e la pronuncia del greco antico (di Eriberto d Altamura) Breve introduzione storica L alfabeto è il secondo, in ordine di tempo, dei sistemi di scrittura adottati dai Greci. In

Dettagli

L'ALFABETO ALBANESE. Patìtucci - CastroviUari 1968

L'ALFABETO ALBANESE. Patìtucci - CastroviUari 1968 L'ALFABETO ALBANESE 0 Tip. Patìtucci - CastroviUari 1968 Alfabeto Albanese L' alfabeto albanese ' consta di 36 lettere in quest' ordine di successione : a, b, c, Q, d, dh, e, é, f, g, gj, h, i, j, k, 1,

Dettagli

- talvolta, una stessa lettera rappresenta due foni (o anche fonemi) diversi in parole diverse: stella vs medico casa vs cima gatto vs giostra

- talvolta, una stessa lettera rappresenta due foni (o anche fonemi) diversi in parole diverse: stella vs medico casa vs cima gatto vs giostra L IPA e l ambiguità dei sistemi di trascrizione tradizionali Elenchiamo alcuni problemi che si riscontrano con l alfabeto italiano utilizzato come sistema di trascrizione fonetica: - talvolta, una stessa

Dettagli

Liceo classico D Adda PRIMA LEZIONE DI GRECO ANTICO

Liceo classico D Adda PRIMA LEZIONE DI GRECO ANTICO Liceo classico D Adda PRIMA LEZIONE DI GRECO ANTICO Impareremo a leggere l alfabeto greco partendo da alcune parole che appartengono tutte (o quasi) al lessico scolastico Prima parola scol» si legge scholè

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO DIPARTIMENTO DEI LINGUAGGI, DELLA COMUNICAZIONE E DEGLI STUDI CULTURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO DIPARTIMENTO DEI LINGUAGGI, DELLA COMUNICAZIONE E DEGLI STUDI CULTURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO DIPARTIMENTO DEI LINGUAGGI, DELLA COMUNICAZIONE E DEGLI STUDI CULTURALI Sociolinguistica A2 (codice: 37089) Ada Valentini Esercitazione n. 1: fonetica e fonologia L esercitazione

Dettagli

Fonetica e Fonologia

Fonetica e Fonologia Fonetica e Fonologia Fonetica: studio concreto delle proprietà fisiche (fonetica acustica) e fisiologiche (fonetica articolatoria) dei suoni del linguaggio. Fonologia: studio astratto delle rappresentazioni

Dettagli

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA

FONOLOGIA E ORTOGRAFIA FONOLOGIA E ORTOGRAFIA 1. SUONI E SEGNI 1.1 LINGUA PARLATA E LINGUA SCRITTA Ogni uomo ha la necessità di usare il codice lingua per comunicare con i propri simili. Il codice che inizialmente viene appreso

Dettagli

La fonologia. (5) esempi di due fonemi dell italiano individuati tramite una coppia minima

La fonologia. (5) esempi di due fonemi dell italiano individuati tramite una coppia minima LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 4 La fonologia (1) Fonologia: si occupa dei suoni usati sistematicamente nelle l. naturali per comunicare significati, ne studia

Dettagli

ALFABETO EBRAICO BIBLICO

ALFABETO EBRAICO BIBLICO ALFABETO EBRAICO BIBLICO Dario Giansanti LINGUA E LETTERATURA EBRAICA L'ebraico è una lingua appartenente al ramo semitico della grande famiglia afroasiatica. È inoltre la lingua della Bibbia, e solo per

Dettagli

VNÉ MEI VOÛ A MËNÂ LA BARTAVÈLLË DISPENSE

VNÉ MEI VOÛ A MËNÂ LA BARTAVÈLLË DISPENSE VNÉ MEI VOÛ A MËNÂ LA BARTAVÈLLË DISPENSE ANNO 2005 LA GRAFIA: COSTRUIRE UN SISTEMA. LA TRASCRIZIONE FONETICA. IL SISTEMA GENRE. A CURA DELLA DOTT.SSA MONICA CINI Il problema della rappresentazione grafica

Dettagli

Pre-work Tecniche di Memorizzazione. Conversione Fonetica

Pre-work Tecniche di Memorizzazione. Conversione Fonetica Pre-work Tecniche di Memorizzazione Conversione Fonetica La conversione fonetica (in lingua inglese mnemonic major system) è una tecnica di memorizzazione dei numeri. Funziona convertendo i numeri in suoni

Dettagli

1. Come si distinguono i tre modi di analisi del suono in fonetica?

1. Come si distinguono i tre modi di analisi del suono in fonetica? RISPOSTE ALLE DOMANDE DEL CAPITOLO 3 1. Come si distinguono i tre modi di analisi del suono in fonetica? I modi di analisi del suono sono tre: il percettivo, l'acustico e l'articolatorio. Possiamo ricondurre

Dettagli

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma IL CONSONANTISMO ITALIANO 1 Com e si è già detto le consonanti differiscono dalle vocali per la presenza di qualche form a di ostacolo nelle

Dettagli

1. Fonetica e fonologia. La fonetica studia le caratteristiche fisiche dei suoni linguistici

1. Fonetica e fonologia. La fonetica studia le caratteristiche fisiche dei suoni linguistici Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2011 / 2012 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia (giorgio.arcodia@unimib.it) 1. Fonetica e fonologia La fonetica studia le caratteristiche

Dettagli

L.R. n. 29/2007 art. 5 comma 2-bis. Adozione della grafia delle varianti della lingua friulana. IL PRESIDENTE

L.R. n. 29/2007 art. 5 comma 2-bis. Adozione della grafia delle varianti della lingua friulana. IL PRESIDENTE D.P.Reg. 7 marzo 2013, n. 041/Pres. ( 1 ) L.R. n. 29/2007 art. 5 comma 2-bis. Adozione della grafia delle varianti della lingua friulana. IL PRESIDENTE VISTO l'articolo 5 della legge regionale 18 dicembre

Dettagli

METODO VERBO-TONALE RITMI CORPOREI FONETICI

METODO VERBO-TONALE RITMI CORPOREI FONETICI 3PAG11 METODO VERBO-TONALE la parola, nella sua produzione e nella sua percezione, è studiata nel metodo verbo-tonale in tutta la catena della comunicazione : emissione, trasmissione, ricezione e percezione.

Dettagli

Moduli Scolastici per le Scuole Secondarie di 2 grado. Prof. Claudio CANCELLI

Moduli Scolastici per le Scuole Secondarie di 2 grado. Prof. Claudio CANCELLI Prof. Claudio CANCELLI TABELLE DI CONVERSIONE LUNGHEZZA km hm dam m dm cm mm 1 km 1 3 4 5 6 1 hm -1 1 3 4 5 1 dam - -1 1 3 4 1 m -3 - -1 1 3 1 dm -4-3 - -1 1 1 cm -5-4 -3 - -1 1 1 mm -6-5 -4-3 - -1 1 N.B.

Dettagli

Introduzione alla fonetica inglese

Introduzione alla fonetica inglese Introduzione alla fonetica inglese Vi è un solo modo per imparare con sicurezza la pronuncia inglese, e consiste nell apprendere la pronuncia di ogni singolo vocabolo, allo stesso modo che se ne impara

Dettagli

confronti con altre lingue della famiglia indoeuropea 1, in particolare con il latino e, attraverso il latino, con l italiano;

confronti con altre lingue della famiglia indoeuropea 1, in particolare con il latino e, attraverso il latino, con l italiano; NUOVI ITINERARI 3 Prima Unità Capitolo 1 Alfabeto e sistema fonetico Come per ogni lingua non più parlata (il greco moderno è molto diverso da quello antico), anche per il greco classico possiamo avvalerci

Dettagli

EL ABECEDARIO /L ALFABETO. A si legge a come in italiano J si legge jota suono di gola R si legge erre. B si legge be K si legge ca S si legge ese

EL ABECEDARIO /L ALFABETO. A si legge a come in italiano J si legge jota suono di gola R si legge erre. B si legge be K si legge ca S si legge ese EL ABECEDARIO /L ALFABETO L alfabeto spagnolo è formato dalle seguenti lettere: A si legge a come in italiano J si legge jota suono di gola R si legge erre B si legge be K si legge ca S si legge ese C

Dettagli

PARTE I - FONOLOGIA -

PARTE I - FONOLOGIA - 6 fonologia PARTE I - FONOLOGIA - 1. ELEMENTI DI FONOLOGIA (1) L'alfabeto greco è costituito da 24 (2) lettere, 17 consonanti, 7 vocali e sono: Maiuscolo Minuscolo Nome Pronuncia A B G D E Z H Q I K L

Dettagli

ABILITA. Memoria. Abilità linguistiche. Decifrazione. Classificare e ordinare. Comprensione. Analisi. Anticipazione. Progettazione.

ABILITA. Memoria. Abilità linguistiche. Decifrazione. Classificare e ordinare. Comprensione. Analisi. Anticipazione. Progettazione. MONOENNIO LINGUA ITALIANA ASCOLTO-COMPRENSIONE-COMUNICAZIONE OBIETTIVI SPECIFICI DI Comunicare oralmente: concordanze, tratti prosodici, la frase e le sue funzioni in contesti comunicativi. Organizzare

Dettagli

I suoni della lingua ebraica

I suoni della lingua ebraica Capitolo 1 I suoni della lingua ebraica La lingua ebraica si scrive da destra a sinistra. Tutte le lettere ebraiche indicano consonanti. Ognuna di esse è un unità fonologica 1 separata. 1. Le consonanti

Dettagli

PARTE PRIMA - MORFOLOGIA 1. ALFABETO E FONETICA

PARTE PRIMA - MORFOLOGIA 1. ALFABETO E FONETICA 6 morfologia PARTE PRIMA - MORFOLOGIA 1. ALFABETO E FONETICA 1.1 ALFABETO Tabella 1.1 Stampato Pronuncia Nome della lettera À à Á á Â â Ã ã Ä ä Å å Æ æ Ç È É ç è é Ê ê Ë ë Ì ì Í í Î î Ï ï Ð ð Ñ ñ Ò ò Ó

Dettagli

Lezione 2. Chiavi degli esercizi. Coordinatrice didattica: Paola Baccin

Lezione 2. Chiavi degli esercizi. Coordinatrice didattica: Paola Baccin Lezione 2 Chiavi degli esercizi Coordinatrice didattica: Paola Baccin LA PRONUNCIA In italiano le parole si scrivono praticamente come si pronunciano, e non come avviene per l inglese o per il portoghese

Dettagli

FONETICA: LA PRODUZIONE DEI SUONI

FONETICA: LA PRODUZIONE DEI SUONI FONETICA: LA PRODUZIONE DEI SUONI FONETICA E FONOLOGIA La fonetica e la fonologia sono due discipline linguistiche che in qualche modo toccano lo stesso campo ma con strumenti e principi molto diversi.

Dettagli

#ca.ro.va.na# quattro sillabe

#ca.ro.va.na# quattro sillabe Corso di laurea in Scienze dell Educazione A. A. 2011 / 2012 Istituzioni di Linguistica (M-Z) Dr. Giorgio Francesco Arcodia (giorgio.arcodia@unimib.it) 1. La sillaba [karo'vana] otto foni /

Dettagli

Suoni diversi in lingue diverse. Tra fonetica, fonologia e simboli grafici.

Suoni diversi in lingue diverse. Tra fonetica, fonologia e simboli grafici. Suoni diversi in lingue diverse. Tra fonetica, fonologia e simboli grafici. di Cristina Lavinio Introduzione 2 Fonetica e foni, fonologia e fonemi..4 Fonologia e fonematica..5 Fonetica articolatoria..7

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA NUMERO UNITÀ D APPRENDIMENTO 1 ASCOLTARE Comprendere l argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati in classe. Seguire la narrazione di testi ascoltati o letti mostrando di saperne cogliere

Dettagli

http://digital.casalini.it/8884535131 ISBN-10: 88-8453-513-1 (online) ISBN-13: 978-88-8453-513-9 (online)

http://digital.casalini.it/8884535131 ISBN-10: 88-8453-513-1 (online) ISBN-13: 978-88-8453-513-9 (online) IV PRIMA UNITÀ Nuovi itinerari alla scoperta del greco antico : le strutture fondamentali della lingua greca : fonetica, morfologia, sintassi, semantica, pragmatica / Francesco Michelazzo. Firenze : Firenze

Dettagli

I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole. Giulio Geymonat website:

I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole. Giulio Geymonat website: I suoni del sanscrito: alfabeto in trascrizione e pronuncia delle parole Giulio Geymonat website: www.sanscrito.it 1 www.sanscrito.it 2 La trascrizione È possibile rappresentare i suoni del sanscrito (i.e.

Dettagli

La fonologia e l apprendimentol della lingua scritta

La fonologia e l apprendimentol della lingua scritta La fonologia e l apprendimentol della lingua scritta Claudio Turello Formazione Miur - Abruzzo 2007-1 Fonetica e fonologia La fonetica è la scienza che studia i suoni del linguaggio articolato ( detti

Dettagli

Esistono vari argomenti a favore dell'ipotesi innatista:

Esistono vari argomenti a favore dell'ipotesi innatista: La linguistica e l ipotesi innatista La linguistica è la scienza che studia le proprietà del linguaggio umano. Secondo la cosiddetta ipotesi innatista la lingua è il prodotto di un sistema cognitivo codificato

Dettagli

LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 3. La fonetica

LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 3. La fonetica LINGUISTICA GENERALE, Linguistica di base D, a.a 2010/11, Ada Valentini Mat. 3 La fonetica (1) Fonetica: studia i suoni del linguaggio dal punto di vista della loro materialità fisica ( sostanza del significante

Dettagli

Vi sono varie motivazioni per inserire la sillaba in un modello che intenda rappresentare la competenza del parlante nativo:

Vi sono varie motivazioni per inserire la sillaba in un modello che intenda rappresentare la competenza del parlante nativo: La sillaba Finora abbiamo esaminato i segmenti come complessi di proprietà atomiche e combinabili secondo dei principi generali. Esistono comunque anche delle unità maggori che raggruppano i vari foni

Dettagli

LA PRODUZIONE DI VOCALI E CONSONANTI NEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE

LA PRODUZIONE DI VOCALI E CONSONANTI NEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Sede Amministrativa del Dottorato di Ricerca Posto di Dottorato attivato grazie al contributo dell Istituto Auxologico Italiano DOTTORATO DI RICERCA IN PSICOLOGIA CLINICA

Dettagli

La fonetica studia le unità di prima o seconda articolazione?

La fonetica studia le unità di prima o seconda articolazione? Proprietà dei codici verbali:andrè Martinet (Saint-Alban-des-Villards, 12 aprile 1908 Châtenay-Malabry, 16 luglio 1999) La fonetica studia le unità di prima o seconda articolazione? Doppia articolazione

Dettagli

PARTE PRIMA - FONETICA

PARTE PRIMA - FONETICA Sommario PARTE PRIMA - FONETICA 1. Scrittura e pronuncia 3 1.1. Introduzione 3 1.2. L alfabeto: i segni grafici 6 1.2.1. La pronuncia del greco e la fonetica 7 1.2.2. Spiriti 10 1.2.3. Segni d interpunzione

Dettagli

Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA

Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA INDICE 1 - Prerequisiti in entrata alla Scuola Primaria 2 Scuola Primaria Classe prima

Dettagli

La Boccia Caudera è un prodotto della Officina Meccanica F.lli Caudera s.r.l.

La Boccia Caudera è un prodotto della Officina Meccanica F.lli Caudera s.r.l. CATALOGO PRODOTTI La Boccia Caudera è un prodotto della Officina Meccanica F.lli Caudera s.r.l. Oltre che nei punti vendita autorizzati, la potrete trovare o richiedere direttamente nella la ns. sede di

Dettagli

Scrittura fenicia. Aramaico VI sec. a. C. Ebraico VI sec. a. C. Fenicio VI sec a.c.

Scrittura fenicia. Aramaico VI sec. a. C. Ebraico VI sec. a. C. Fenicio VI sec a.c. Scrittura fenicia Per convenzione, la definizione di scrittura fenicia è riservata alla scrittura alfabetica (consonantica) lineare attestata dal XII sec. a.c. presso i popoli fenici. I caratteri fenici

Dettagli

Introduzione alla storia della lingua gaelica

Introduzione alla storia della lingua gaelica Introduzione alla storia della lingua gaelica Anna Fattovich EUT Edizioni Università di Trieste ISBN 978-88-8303-316-2 Sommario Introduzione allo studio della lingua gaelica 4 Proto-celtico 9 Stadi della

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Dante Alighieri Anno Scolastico 2015/2016. Programmazione didattica annuale FINALITÀ DEL PERCORSO FORMATIVO

Liceo Ginnasio Statale Dante Alighieri Anno Scolastico 2015/2016. Programmazione didattica annuale FINALITÀ DEL PERCORSO FORMATIVO Liceo Ginnasio Statale Dante Alighieri Anno Scolastico 2015/2016 Classe: I B Docente: Marzia Procopio Materia: Greco Programmazione didattica annuale FINALITÀ DEL PERCORSO FORMATIVO Lo studio delle lingue

Dettagli

la fonetica 5 1. LA FONETICA 1.1 L ALFABETO E LA DIVISIONE SILLABICA L Alfabeto spagnolo è composto da 27 lettere: 5 vocali e 22 consonanti.

la fonetica 5 1. LA FONETICA 1.1 L ALFABETO E LA DIVISIONE SILLABICA L Alfabeto spagnolo è composto da 27 lettere: 5 vocali e 22 consonanti. la fonetica 5 1. LA FONETICA 1.1 L ALFABETO E LA DIVISIONE SILLABICA L Alfabeto spagnolo è composto da 27 lettere: 5 vocali e 22 consonanti. Lettere Pronuncia Esempio Lettere Pronuncia Esempio A a agua

Dettagli

1.2 Capoversi rientrati tranne il primo di ogni paragrafo e sottoparagrafo.

1.2 Capoversi rientrati tranne il primo di ogni paragrafo e sottoparagrafo. NORME DI REDAZIONE 1. Norme Generali 1.1 Pagina standard di MS Word (font Times New Roman: punto 12 testo, punto 10 note; interlinea testo 1,5, note singola; margini: 2,5 superiore, 2 i restanti): 500

Dettagli

Anno III 2005. Luca Nobile TERRA, ACQUA, ARIA, FUOCO. IL SIMBOLISMO FONETICO DIFFERENZIALE DI UN SISTEMA SEMANTICO DELIMITATO

Anno III 2005. Luca Nobile TERRA, ACQUA, ARIA, FUOCO. IL SIMBOLISMO FONETICO DIFFERENZIALE DI UN SISTEMA SEMANTICO DELIMITATO Anno III 2005 Luca Nobile TERRA, ACQUA, ARIA, FUOCO. IL SIMBOLISMO FONETICO DIFFERENZIALE DI UN SISTEMA SEMANTICO DELIMITATO Il sistema delimitato dei nomi dei quattro elementi naturali (terra, acqua,

Dettagli

Principi di Fonologia

Principi di Fonologia Marco Svolacchia PREMESSA Lo scopo di questa trattazione è di descrivere, con il minor grado di convenzionalità e autoreferenzialità possibile, le fondamenta su cui la teoria e la pratica fonologica poggiano.

Dettagli

Indice del volume. Dai suoni alle lettere. La fonetica

Indice del volume. Dai suoni alle lettere. La fonetica Indice del volume PARTE 1 Dai suoni alle lettere Fonetica, ortografia, punteggiatura 1 La fonetica Test d ingresso, p. 2 1 Pronuncia e scrittura... 3 2 L alfabeto... 3 Alle radici dell italiano Le lettere

Dettagli

La tavola tripartita

La tavola tripartita CAPITOLO VI La tavola tripartita versi attribuiti da STOBEO (Flor. XLI) a PITAGORA. I tre gioielli immobili della Loggia sono la pietra grezza, la pietra, cubica e la tavola da tracciare, o tavola tripartita,

Dettagli

4-TABELLA DELLE CORRISPONDENZE TRA GRAFEMI E FONI.

4-TABELLA DELLE CORRISPONDENZE TRA GRAFEMI E FONI. 4-TABELLA DELLE CORRISPONDENZE TRA GRAFEMI E FONI. La seguente tabella ha lo scopo di riunire in un unico luogo tutte le definizioni dei grafemi presenti nelle Guide alla lettura delle pubblicazioni archiviate

Dettagli

Introduzione alla lingua cinese moderna

Introduzione alla lingua cinese moderna Introduzione alla lingua cinese moderna Per lingua cinese moderna si intende la lingua ufficiale, parlata e scritta, nella Repubblica Popolare Cinese, lingua definita dal 1956 Ptnghuà 普 通 话 (letter.: lingua

Dettagli

L alfabeto vocali consonanti Maiuscolo Minuscolo Pronuncia effe acca (J) (j) (i lunga) (K) (k) (cappa) elle emme enne erre esse

L alfabeto vocali consonanti Maiuscolo Minuscolo Pronuncia effe acca (J) (j) (i lunga) (K) (k) (cappa) elle emme enne erre esse L alfabeto L alfabeto italiano è costituito da 26 lettere, 21 italiane e 5 di origine classica (latina e greca). Di esse 5 sono vocali e 16 consonanti. Maiuscolo Minuscolo Pronuncia A A a B B bi C C ci

Dettagli

ITALIANO 3072. Manuale di Laboratorio

ITALIANO 3072. Manuale di Laboratorio ITALIANO 3072 Manuale di Laboratorio III Unità ASCOLTA ESCUCHA SCRIVI ESCRIBE PARLA HABLA grammatica Articoli determinativi singoiari e plura!i maschile SINGOLARE PLURALE davanti a una consonante il telefono

Dettagli

Norme per la redazione del testo

Norme per la redazione del testo Norme per la redazione del testo Norme ortografiche e per la redazione dei segni di interpunzione Puntini di sospensione Sono sempre solo tre e si inseriscono con l apposito carattere unico. Come ogni

Dettagli

MULTIKEY VERSION 4.00

MULTIKEY VERSION 4.00 MULTIKEY VERSION 4.00 STEFAN HAGEL 1996 2004 http://www.oeaw.ac.at/kal/multikey GUIDA VISUALE di MONICA L ERARIO lerario@uniroma3.it L.I.S.A. LABORATORIO INFORMATICO PER GLI STUDI ANTICHISTICI DIPARTIMENTO

Dettagli

MATERIALI UTILI AI DOCENTI DI CLASSE PER RECUPERO E RINFORZO DEI BAMBINI INDIVIDUATI A RISCHIO NELLE RILEVAZIONI PRECOCI dei DSA

MATERIALI UTILI AI DOCENTI DI CLASSE PER RECUPERO E RINFORZO DEI BAMBINI INDIVIDUATI A RISCHIO NELLE RILEVAZIONI PRECOCI dei DSA ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5 MATERIALI UTILI AI DOCENTI DI CLASSE PER RECUPERO E RINFORZO DEI BAMBINI INDIVIDUATI A RISCHIO NELLE RILEVAZIONI PRECOCI dei DSA Lavoro della commissione Area bisogni educativi

Dettagli

La LINGUA EBRAICA. I. Tipo di lingua. II. L'alfabeto. a b g. l m n s aspra spir. aspro p - f. ! m @ n s [ # p $ x q r. h w. z q r sc - s aspra.

La LINGUA EBRAICA. I. Tipo di lingua. II. L'alfabeto. a b g. l m n s aspra spir. aspro p - f. ! m @ n s [ # p $ x q r. h w. z q r sc - s aspra. UNITÀ 3 Capitolo 4 La LINGUA EBRAICA I. Tipo di lingua È una lingua del ceppo semitico. Tale ceppo comprende le seguenti suddivisioni: - aramaico: caldeo, siriaco, samaritano, mendeo - cananaico: ebraico,

Dettagli

da F. Bruni, G. Alfieri, S. Fornasiero, S. Tamiozzo Goldmann, Manuale di scrittura e comunicazione, Bologna, Zanichelli, 1997

da F. Bruni, G. Alfieri, S. Fornasiero, S. Tamiozzo Goldmann, Manuale di scrittura e comunicazione, Bologna, Zanichelli, 1997 1. Alcuni dubbi di ortografia e grammatica Quando si scrive, capita a tutti di essere colti da incertezze riguardo alla corretta grafia di una parola: profiquo o proficuo? entusiasta o entusiasto? se stesso

Dettagli

Lezione 2. Coordinatrice didattica: Paola Baccin

Lezione 2. Coordinatrice didattica: Paola Baccin Lezione 2 Coordinatrice didattica: Paola Baccin LA PRONUNCIA In italiano le parole si scrivono praticamente come si pronunciano, e non come avviene per l inglese o per il portoghese stesso. Quindi, attenzione!

Dettagli

Nascita ed evoluzione degli alfabeti e della scrittura in occidente

Nascita ed evoluzione degli alfabeti e della scrittura in occidente Nascita ed evoluzione degli alfabeti e della scrittura in occidente I periodi fondamentali della scrittura corrispondono a tre fasi della sua evoluzione: scrittura delle idee o sintetica, scrittura delle

Dettagli

STORIA DELLA LINGUA TEDESCA

STORIA DELLA LINGUA TEDESCA STORIA DELLA LINGUA TEDESCA PROF. LUCA PANIERI A.A. 2012-2013 Libera Università di Lingue e comunicazione IULM Introduzione Il corso viene tenuto dal professor Luca Panieri e si occupa di tracciare la

Dettagli

LA MORFOLOGIA DEI GRUPPI AZIENDALI

LA MORFOLOGIA DEI GRUPPI AZIENDALI LA MORFOLOGIA DEI GRUPPI AZIENDALI INDICE Le tipologie di gruppo Le strutture dei gruppi LE TIPOLOGIE DI GRUPPI I gruppi aziendali possono essere classificati in relazione a diverse variabili prese come

Dettagli

FACOLTÀ BIBLICA CORSO: GRECO BIBLICO 1 LEZIONE 6 Gli accenti greci Accento acuto, grave, circonflesso. di GIANNI MONTEFAMEGLIO

FACOLTÀ BIBLICA CORSO: GRECO BIBLICO 1 LEZIONE 6 Gli accenti greci Accento acuto, grave, circonflesso. di GIANNI MONTEFAMEGLIO FACOLTÀ BIBLICA CORSO: GRECO BIBLICO 1 LEZIONE 6 Gli accenti greci Accento acuto, grave, circonflesso di GIANNI MONTEFAMEGLIO Gli accenti tonici indicato dove si appoggia la voce quando pronunciamo una

Dettagli

Centro Studi ed Esperienze Scout Baden-Powell Norme redazionali di Esperienze e Progetti NORME REDAZIONALI

Centro Studi ed Esperienze Scout Baden-Powell Norme redazionali di Esperienze e Progetti NORME REDAZIONALI NORME REDAZIONALI Per agevolare la lavorazione degli articoli da pubblicare su Esperienze e Progetti proponiamo ai collaboratori queste norme redazionali. Le ragioni sono molte, la più ovvia è la necessità

Dettagli

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Dr.ssa Silvia Alessandri Logopedista alessandrisilvia@yahoo.it Cosa è necessario al fine

Dettagli

Screening I elementare La scuola fa bene a tutti anno scol. 2010-2011 Marialuisa Antoniotti Claudio Turello

Screening I elementare La scuola fa bene a tutti anno scol. 2010-2011 Marialuisa Antoniotti Claudio Turello Screening I elementare La scuola fa bene a tutti anno scol. 2010-2011 Marialuisa Antoniotti Claudio Turello "La scuola fa bene a tutti" 1 La trasparenza di una lingua L U P O /l/ /u/ /p/ /o/ C H I E S

Dettagli

Sociolinguistica a.a. 2005-2006 IV. Regole variabili e Scale implicazionali

Sociolinguistica a.a. 2005-2006 IV. Regole variabili e Scale implicazionali Sociolinguistica a.a. 2005-2006 IV Regole variabili e Scale implicazionali 1 Regole variabili La regola variabile rappresenta il versante descrittivo (punto di vista esterno) della variabilità linguistica

Dettagli

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma FONETICA: LA LINGUA ITALIANA

Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma FONETICA: LA LINGUA ITALIANA Scuola superiore per mediatori linguistici Carlo Bo di Roma FONETICA: LA LINGUA ITALIANA LA SITUAZIONE ITALIANA Molto sinteticam ente si può osservare che la situazione delle parlate con cui ci si esprim

Dettagli

Storie facili per suoni difficili

Storie facili per suoni difficili Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Elisabetta Di Clemente e Adele Spagnolo Storie facili per suoni difficili Attività

Dettagli

L A S E D A Z I O N E P A L L I A T I V A : S o m à K a t i a

L A S E D A Z I O N E P A L L I A T I V A : S o m à K a t i a L A S E D A Z I O N E P A L L I A T I V A : R U O L O D E L L I N F E R M I E R E D O M I C I L I A R E S o m à K a t i a I l c o m p i t o p r i m a r i o d e l l e t i c a s a r à a l l o r a q u e l

Dettagli

I CIRCUITI E I TERMINALI DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

I CIRCUITI E I TERMINALI DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE MARIO DONINELLI I CIRCUITI E I TERMINALI DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE uaderni Caleffi MARIO DONINELLI I CIRCUITI E I TERMINALI DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE uaderni Caleffi PRESENTAZIONE La presentazione

Dettagli

I bambini preconvenzionali

I bambini preconvenzionali I bambini preconvenzionali Sono bambini che scrivono lettere a caso, non quantificano la lunghezza della parole, in alcuni casi non scrivono nulla. In genere le difficoltà di questi bambini sono a due

Dettagli

3. La rappresentazione del suono linguistico

3. La rappresentazione del suono linguistico 3. La rappresentazione del suono linguistico 3.1. Fonetica L oggetto di studio della fonetica sono i suoni del linguaggio, precisamente come sono fatti fisicamente i suoni di cui la lingua si serve. I

Dettagli

1. Psicolinguistica: caratteri generali. 2. Psicolinguistica: apprendimento del linguaggio

1. Psicolinguistica: caratteri generali. 2. Psicolinguistica: apprendimento del linguaggio Sommario LEZIONE 8 1. Psicolinguistica: caratteri generali 2. Psicolinguistica: apprendimento del linguaggio 3. Neurolinguistica Che cosêè la psicolinguistica...compito della psicolinguistica (o psicologia

Dettagli

Lidia Calabrò. come pronunci? Eserciziario di fonetica italiana per italiani e stranieri. Livello intermedio e avanzato (con CD audio)

Lidia Calabrò. come pronunci? Eserciziario di fonetica italiana per italiani e stranieri. Livello intermedio e avanzato (con CD audio) Lidia Calabrò E tu come pronunci? Eserciziario di fonetica italiana per italiani e stranieri Livello intermedio e avanzato (con CD audio) (Prefazione, Introduzione e CD a cura di Antonio Romano ) Edizioni

Dettagli

DOCENTE: ERRICO INES DISCIPLINA: GRECO CLASSE 1 N. Morfologia del nome e del verbo. Elementi di sintassi come da programma allegato.

DOCENTE: ERRICO INES DISCIPLINA: GRECO CLASSE 1 N. Morfologia del nome e del verbo. Elementi di sintassi come da programma allegato. DOCENTE: ERRICO INES DISCIPLINA: GRECO CLASSE 1 N Contenuti da recuperare Tipologia della prova Modalità di recupero Morfologia del nome e del verbo. Elementi di sintassi come da programma allegato. -

Dettagli

Come funziona il latino (prime indicazioni e consigli a uno studente di scuola media)

Come funziona il latino (prime indicazioni e consigli a uno studente di scuola media) 1 Liceo ginnasio statale Orazio Roma Mario Carini Come funziona il latino (prime indicazioni e consigli a uno studente di scuola media) Testo pubblicato in: Quaderni del Liceo Orazio, n. 3, Liceo Classico

Dettagli

Scuola Primaria Progettazione annuale classe 1^ anno scolastico 2013/2014

Scuola Primaria Progettazione annuale classe 1^ anno scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Progettazione annuale classe 1^ anno scolastico 2013/2014 ITALIANO Ascolto e conversazione: l alunno comprende e organizza gli elementi principali della comunicazione orale Intervenire

Dettagli

Ц ц ц C c c Z sorda (pazzo) Цвет [tzvjét] (cvet) fiore Ч ч ч Č č č C dolce (ciao) Чай [čàj] (čaj) tè

Ц ц ц C c c Z sorda (pazzo) Цвет [tzvjét] (cvet) fiore Ч ч ч Č č č C dolce (ciao) Чай [čàj] (čaj) tè LEZIONE N. 1 Alfabeto - Pronuncia Alfabeto Traslitterazione L'alfabeto cirillico consta di 31 lettere + 2 segni fonetici (che modificano il suono della consonante che precede) che coincidono perfettamente

Dettagli

L. PANDOLFI ANALISI MATEMATICA 1. L. Pandolfi: Dipartimento di Scienze Matematiche Giuseppe Luigi Lagrange, Politecnico di Torino

L. PANDOLFI ANALISI MATEMATICA 1. L. Pandolfi: Dipartimento di Scienze Matematiche Giuseppe Luigi Lagrange, Politecnico di Torino L. PANDOLFI ANALISI MATEMATICA 1 L. Pandolfi: Dipartimento di Scienze Matematiche Giuseppe Luigi Lagrange, Politecnico di Torino La citazione seguente descrive perfettamente la differenza tra l ingegnere

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA Nucleo tematico Oralità Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti -Ascolta e comprende messaggi

Dettagli

RITARDO PRIMARIO DI LINGUAGGIO

RITARDO PRIMARIO DI LINGUAGGIO LAVORO DELLA PERCEZIONE UDITIVA NEL LINGUAGGIO Identificazione e rafforzamento delle caratteristiche fonemiche della lingua e, contemporaneamente, inibizione delle caratteristiche che le sono estranee

Dettagli

Le regole fonologiche nella fonologia segmentale/lineare

Le regole fonologiche nella fonologia segmentale/lineare Le regole fonologiche nella fonologia segmentale/lineare Nella teoria segmentale della fonologia, la rappresentazione consiste in una sequenza lineare di segmenti (consonanti, vocali ed approssimanti)

Dettagli

Progetto di training fonetico fonologico

Progetto di training fonetico fonologico Progetto di training fonetico fonologico Home Indice Lettura e scrittura La scrittura alfabetica Presentazione del progetto Svolgimento del progetto Conclusioni Alfabetiere Schede di lavoro Esempi Bibliografia

Dettagli

LATINO (biennio linguistico)

LATINO (biennio linguistico) LATINO (biennio linguistico) OBIETTIVI (CLASSE I) Al termine della classe prima lo studente dovrà essere in possesso delle seguenti: morfologia e sintassi della lingua italiana (recupero e consolidamento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale ASCOLTO E PARLATO -L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando semplici messaggi chiari e pertinenti.

Dettagli

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura. Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Ins.te Leandri Giuliana

Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura. Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Ins.te Leandri Giuliana Dalla Competenza Linguistica all Abilità di Scrittura Struttura del linguaggio orale e acquisizione della scrittura Ins.te Leandri Giuliana Cosa è necessario al fine dello sviluppo di una buona Competenza

Dettagli

Giochi Metafonologici

Giochi Metafonologici Giochi Metafonologici Attività metafonologica a livello sillabico Sillaba iniziale ( percezione) Mettere degli oggetti o figure un personaggio che viene da un altro mondo e non sa parlare bene e dice solo

Dettagli

NOTE PER LA REDAZIONE DI TESTI DA PUBBLICARE SUL SITO SOCIETÀ AMICI DEL PENSIERO

NOTE PER LA REDAZIONE DI TESTI DA PUBBLICARE SUL SITO SOCIETÀ AMICI DEL PENSIERO NOTE PER LA REDAZIONE DI TESTI DA PUBBLICARE SUL SITO SOCIETÀ AMICI DEL PENSIERO Chiediamo a ciascun Autore di fornire i propri testi in file Word. Formato: mandare i testi in Word (o.doc o.docx), e.rtf.

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica Cosa abbiamo visto : Rappresentazione binaria Codifica dei numeri (interi positivi, interi con segno, razionali.) Cosa vedremo oggi: Codifica dei caratteri,codifica delle immagini,compressione

Dettagli

Ligure. Classificazione

Ligure. Classificazione Ligure Classificazione Il ligure [LIJ] (ligûre, [ˈliɡyɾe]) è parlato da circa 1,5 milioni di persone in tutto, in Liguria (Nord Italia), Principato di Monaco, Bonifacio (Corsica), isola di S. Pietro e

Dettagli

Indice del volume. 1 La comunicazione 2. 1 Per una corretta pronuncia. 2 Quale italiano? La nostra lingua, 2 Scrivere senza errori 39

Indice del volume. 1 La comunicazione 2. 1 Per una corretta pronuncia. 2 Quale italiano? La nostra lingua, 2 Scrivere senza errori 39 Parte I Premesse teoriche per un uso consapevole della lingua 1 Dal latino all italiano Come leggere i messaggi pubblicitari 1 La comunicazione 2 1 Cos è la comunicazione: significante, significato, segno

Dettagli

IL MODO DI SMICHOV, OVVERO UNA PROPOSTA DI TENGWAR PER LA LINGUA ITALIANA MODO DI SMICHOV. 1 t q p a k z II. 2 d w b s g x III. 3 (T) e f d (x) c IV

IL MODO DI SMICHOV, OVVERO UNA PROPOSTA DI TENGWAR PER LA LINGUA ITALIANA MODO DI SMICHOV. 1 t q p a k z II. 2 d w b s g x III. 3 (T) e f d (x) c IV IL MODO DI SMICHOV, OVVERO UNA PROPOSTA DI ADATTAMENTO DELLE TENGWAR ALLA LINGUA ITALIANA di Paolo Barbiano di Belgiojoso Se state leggendo un articolo dal titolo così scoraggiante, probabilmente è perché

Dettagli