CORSO BASE DI FOTOGRAFIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO BASE DI FOTOGRAFIA"

Transcript

1 CORSO BASE DI FOTOGRAFIA

2 La composizione fotografica Una buona composizione è la maniera più forte di vedere le cose EDWARD WESTON

3 SCOPO DELLA COMPOSIZIONE Lo scopo della composizione è intensificare l effetto di una fotografia rendendola più efficace In fotografia, come in pittura esistono generi basati sulla composizione: lo still life e le composizioni astratte. E consigliabile uno studio approfondito della pittura: artisti come Mondrian, Kandinski, Klee, Morandi sono buoni esempi da cui partire. una fotografia composta bene è più efficace di una fotografia composta male. Seguendo questo filo logico possiamo dedurre che lo scopo della composizione è intensificare l effetto di una fotografia. una fotografia composta bene è più efficace di una fotografia composta male. Seguendo questo filo logico possiamo dedurre che lo scopo della composizione è intensificare l effetto di una fotografia. FRANCO FONTANA, Paesaggio urbano

4 NATURA DELLA COMPOSIZIONE Comporre significa dare forma combinando insieme. Dare forma alle idee e alle intenzioni del fotografo che deve combinare insieme i fattori che compongono la fotografia: soggetto e sfondo, luci e ombre, colori e tonalità, contorni e forme etc etc. Tutti questi fattori si basano su due assunti fondamentali: un approccio globale al soggetto la capacità di vedere la realtà in termini fotografici.

5 Analizziamo queste due qualità: approccio globale al soggetto: considerazione tutti gli aspetti dell immagine, perché essi sono legati indissolubilmente l uno all altro. vedere la realtà in termini fotografici: La macchina fotografica non vede come l occhio. molto spesso le nostre fotografie risultano deludenti rispetto a ciò che vediamo. Mancano infatti 2 (3) caratteristiche principali della visione umana: la profondità (la fotografia è a 2 dimensioni), il movimento (la fotografia è statica) il colore (se utilizziamo il bianco e nero). Come ovviare? Bisogna ricorrere a elementi grafici che ce ne diano l illusione Per l utilizzo appropriato di questi elementi, il fotografo deve conoscere le differenze di visione tra occhio e macchina fotografica.

6 approccio globale al soggetto: considerazione tutti gli aspetti dell immagine, perché essi sono legati indissolubilmente l uno all altro. soggetto e sfondo, luci e ombre, colori e tonalità, contorni e forme etc etc vedere la realtà in termini fotografici ADOLPHE DE MEYER

7 L OCCHIO E LA MACCHINA FOTOGRAFICA VEDONO IN MANIERA DIFFERENTE Ci sono 3 ragioni principali: L occhio vede soggettivamente, cioè in maniera selettiva: pone quindi attenzione sugli aspetti interessanti e trascura il resto. La macchina fotografica vede invece oggettivamente. La soluzione a questo problema è di allenarci a vedere coscientemente tutti gli elementi della scena e correggere ed eliminare i dettagli superflui. Concepire la foto prima di scattarla distingue il fotografo professionista dal dilettante. L occhio vede in forma stereoscopica, la macchina fotografica vede con un occhio solo. Dove l occhio vede la profondità, l apparecchio fotografico registra in maniera piatta. La soluzione è quella di dare l illusione della profondità con elementi grafici (per esempio con luci ed ombre oppure con la profondità di campo). L occhio vede in maniera contestualizzata, la macchina fotografica lo decontestualizza ponendolo all interno di una cornice. E per questo motivo che a volte la fotografia è meno interessante della realtà fotografata: noi infatti vediamo il soggetto senza i confini imposti dalla cornice fotografica e inoltre l impressione che riceviamo dal nostro soggetto è rafforzata dagli altri sensi.

8 METTERSI NEI PANNI DELLA MACCHINA FOTOGRAFICA. Utile una Cornice d Inquadramento : per esempio un cartone rettangolare 20 25cm in cui applichiamo un apertura di cm circa. Questa cornice ci offre molti vantaggi: 1. incornicia il soggetto e lo isola, simulando la cornice della fotografia e permette di studiare il soggetto dal punto di vista fotografico; 2. guardando con 1 solo occhio utilizziamo la visione monoculare e vediamo come vede l obiettivo ovvero senza profondità; 3. ponendo l occhio a distanze diverse, possiamo simulare le differenti distanze focali ( grandangolare, media, tele) 4. possiamo scegliere l inquadratura migliore per una fotografia 5. possiamo renderci conto dell angolazione delle linee (verticali, orizzontali, oblique) convergano, grazie ai bordi paralleli del nostro riquadro.

9 La composizione non ha regole fisse, bensì principi su cui basarsi. Questi principi sono: Esplorazione, Isolamento e Organizzazione. ESPLORAZIONE Esplorare un soggetto in profondità significa osservarlo da tutte le angolazioni e soprattutto studiarlo in rapporto allo sfondo e a quanto lo circonda. E anche in rapporto alla luce (diretta, diffusa, laterale, controluce). Se ci sono elementi di disturbo nell inquadratura, tante volte basta spostarsi l per mandare fuori campo un particolare indesiderato dello sfondo o basta. Si può ottenere l esito voluto cambiando la distanza dal soggetto anche usando un teleobiettivo. Oppure usare la messa a fuoco selettiva : cioè chiudere il diaframma il minimo indispensabile. (Un assortimento di obiettivi intercambiabili assicura la padronanza dello spazio e delle distanze).

10 ESPLORAZIONE Tra i fattori che ne determinano l aspetto in fotografia il più importante è la natura e la direzione della luce incidente, in quanto il soggetto può dare impressioni totalmente diverse in base a questo parametro. La luce si cataloga: Luce Diffusa (luogo aperto con cielo coperto, flash rimbalzato..etc..): morbida con poche ombre, ed è quindi ideale per ritratti e soggetti di cui voglio mostrare tutti i dettagli. Luce Frontale (luce alle spalle del fotografo e frontale al soggetto): ha lo svantaggio di portare ombre ridotte e quindi poca tridimensionalità al soggetto; offre però una perfetta riproduzione dei colori. Luce Laterale (luce più o meno laterale al soggetto): offre ombre ben definite e quindi una buona tridimensionalità del soggetto ed è sicuramente la più utilizzata. Controluce (luce dietro il soggetto e di fronte al fotografo): è la più contrastata e difficile da gestire, ma potenzialmente offre grandi opportunità. Luce dall alto (luce a mezzogiorno): è la meno interessante, appiattisce il soggetto

11 LUCE LATERALE E CONTROLUCE

12 LUCE LATERALE

13 L ISOLAMENTO DEL SOGGETTO Comporre bene significa presentare il soggetto nella maniera graficamente più efficace. Per fare ciò devo eliminare le influenze esterne al soggetto, isolandolo. Ci sono diverse tecniche per isolare il soggetto: Togliere gli oggetti di disturbo Avvicinarsi al soggetto o spostarlo Riempire il più possibile l immagine col soggetto Allungare la focale (le proporzioni soggetto sfondo rimangono invariate) Messa a fuoco selettiva (uso la massima apertura possibile del diaframma tentando di sfocare tutto ciò che non è il mio soggetto) Isolare con la luce Illuminare il soggetto mentre lo sfondo resta nell oscurità. Isolare con i colori (se un soggetto veste con 1 rosso medio e come sfondo ho verde medio, utilizzando b/n e filtro rosso riesco ad avere buona separazione dei colori). Per ogni caso è possibile utilizzare uno di queste metodi di isolamento per dare risalto al nostro soggetto e quindi migliorare la composizione. Molto spesso, applicando più di una di queste tecniche, i risultati migliorano notevolmente.

14 - L ISOLAMENTO DEL SOGGETTO ALEKSANDR RODCHENKO, La madre, 1924

15 - L ISOLAMENTO DEL SOGGETTO ANTON BRUEHL, Danza da un Night club, 1943

16 Posizione del soggetto e angolo di ripresa: lo stesso soggetto ritratto da varie angolazioni offre sensazioni completamente diverse; GIANLORENZO BERNINI, David

17 Inquadratura: inquadrare una parte del soggetto offre interessanti opportunità espressive al fotografo GIANLORENZO BERNINI, Ratto di Proserpina

18 Illuminazione Angolo di ripresa Inquadratura Per testare quanto siano importanti questi tre aspetti Il consiglio è quello di mettere una statuetta su di un piano coperto da lenzuolo (così da porre attenzione solamente sul soggetto) e variare la luce, l inquadratura e la posizione del soggetto e dell angolo di ripresa. ROBERT MAPPLETHORPE, Antinoo, 1987

19 L ORGANIZZAZIONE L essenza della composizione è l organizzazione L organizzazione implica ordine, mettere ogni oggetto visivo al proprio posto così da essere in armonia col resto dell immagine e risultare efficace. maggiore è la complessità dell immagine, maggiore è la la cura richiesta nella composizione Leslie Krims 1984

20 L ORGANIZZAZIONE IL FORMATO Il formato dell immagine è importante per avere una buona fotografia, influenza infatti la disposizione e i rapporti degli oggetti visivi all interno dell immagine. Il fotogramma è una figura geometrica ben precisa un quadrato, un rettangolo o un cerchio Il formato quadrato è da preferirsi per composizioni statiche e particolarmente equilibrate. Con il rapporto 1:1 dei lati permette di (con)centrare l inquadratura. Formato quadrato: organizzazione centrale, senza tensione e statica, dà senso di calma, stabilità,potenza, grandezza

21 IL FORMATO Il rettangolo orizzontale (verticale): implica una direzione (al contrario di quadrato e cerchio) e dà risalto alle linee e alle forme orizzontali (verticali), all estensione verso destra e sinistra (alto e basso). Più il rettangolo è allungato, più accentuate sono queste caratteristiche Il formato rettangolare è più idoneo a contenere immagini mosse, dinamiche

22 IL cerchio: Implica una direzione ruotante, avvolgente, concentrica. Utilizzando obiettivi fish-eye dà una prospettiva sferica Robert Mapplethorpe

23 ELEMENTI DELLA COMPOSIZIONE LA SEZIONE AUREA Il formato 24x36, così come il 16x24 sono caratterizzati da un rapporto fra il lato maggiore e quello minore di 2 a 3. Il rapporto è pari a 1,5 e si avvicina alle proporzioni del classico sezione aurea (1,61 ). Si ha il rapporto di sezione aurea quando una parte di segmento costituisce media proporzionale tra l intero segmento e la parte restante di esso. a+b=1 a=0,618 b=0,382 La sezione aurea afferma che se dividiamo una linea in due segmenti diseguali A e B, il rapporto tra il minore (B) e il maggiore (A) è uguale al rapporto tra il maggiore e l intera linea, ovvero: B:A=A:A+B

24 REGOLA DEI TERZI Applicando la regola ai quattro lati di un fotogramma si ottiene approssimativamente questo schema: I punti di intersezione vengono chiamati PUNTI FORTI. Su uno di essi sarà opportuno far cadere il soggetto principale La psicologia ha infatti rilevato come nell osservare un immagine l occhio si diriga spontaneamente sul punto di sezione aurea.

25 LA- REGOLA DEI TERZI I PUNTI FORTI La sezione aurea può dare proporzioni piacevoli al soggetto, fissare la posizione dell orizzonte e stabilire la posizione del centro di interesse.

26 a - verticali: suggerisce estensione in verticale e idee di stabilità ; b - curva: suggeriscono l idea di movimento tranquilli ; c - inclinate: danno l impressione di vacillare e quindi di instabilità; è una forma dinamica ed è il simbolo grafico di movimento, azione, vita; d. inclinate convergenti: simbolo grafico dell altezza (o della profondità in senso verticale); e -frastagliate (profilo di una città): hanno un effetto stimolante e colpiscono l attenzione; f ondulate movimento placido, non affrettato g - orizzontali: danno l idea di stabilità, durata, tranquillità è la più statica di tutte le linee;

27 LE LINEE Le linee rendono l idea della quiete, della solennità e della grandiosià del paesaggio. ANSEL ADAMS

28 linee di contorno: delimitano i toni, le sfumature, i colori; più il contorno è netto più l effetto è vivace:i; linee di struttura o di composizione: sono linee immaginarie create dalla disposizione più o meno lineare di oggetti e può essere utilizzata per dare una direzione specifica ad una composizione in conformità alle caratteristiche del soggetto; linee di movimento o di forza (sguardo rivolto in una direzione, mano allungata, etc ): implicano una direzione che può essere come base per una composizione.

29 LA COMPOSIZIONE STATICA La composizione è statica se i suoi elementi grafici danno l impressione di essere in quiete. Questo avviene se: le linee principali sono orizzontali e verticali (senza distorsioni prospettiche, né inclinate) e dirette al centro dell immagine le forme principali organizzate in modo armonico ed equilibrato (per esempio se il soggetto è centrato oppure riempie l intero fotogramma) Lo scopo della composizione statica è evocare sensazioni di tranquillità, quiete, pace, stabilità, dignità, sicurezza o forza. Esempi di composizione statica sono i ritratti di persone prese frontalmente e i soggetti architettonici ripresi senza distorsioni prospettiche.

30 LA COMPOSIZIONE STATICA LUIGI GHIRRI, Modena 1978

31 Un simbolo grafico che introduce un particolare senso di staticità alla composizione è la simmetria. In termini estetici il suo effetto è di perfezione,armonia, monotonia, tradizione. Un tipo di composizione statico-simmetrica di grande effetto è la composizione centrale: è molto efficace quando il soggetto ha una forma completa e autosufficiente oppure quando le linee principali della composizione convergono verso il centro dell Inquadratura.

32 LA COMPOSIZIONE DINAMICA La composizione è dinamica se i suoi elementi grafici danno l impressione di essere in movimento. L illusione del movimento si crea attraverso elementi grafici come: 1. linee principali inclinate o diagonali; 2. linee orizzontali o verticali prospettiche (convergenti, inclinate o comunque non parallele); 3. forme principali dell immagine disposte in modo asimmetrico o decentrato; 4. linee principali rivolte verso l esterno dell immagine (verso i bordi o gli angoli); La composizione statica è d obbligo quando si vogliono evocare sensazioni di azione, movimento, drammaticità, vita, eccitamento, violenza, conflitti fisici e forti emozioni. Esempi di composizione dinamica sono le riprese dall alto o dal basso, le immagini distorte di soggetti architettonici, le immagini in cui i soggetti sono mossi.

33 COMPOSIZIONE DINAMICA LINEE PRINCIPALI INCLINATE O DIAGONALI Catturare l azione Le linee oblique formate dagli schizzi comunicano un energia e il piacere che investe i ragazzi e rompe l immobilità dello sfondo

34 COMPOSIZIONE DINAMICA LINEE PROSPETTICHE

35 COMPOSIZIONE DINAMICA FORME PRINCIPALI DELL IMMAGINE DISPOSTE IN MODO ASIMMETRICO O DECENTRATO EDWARD WESTON

36 EQUILIBRIO DINAMICO E una composizione a mezza via tra statica e dinamica in quanto contiene elementi di equilibrio ed elementi dinamici. E statica perché gli elementi dell immagine sono otticamente equilibrati; è dinamica perché la disposizione è asimmetrica. MARIO GIACOMELLI

37 REGOLE ACCADEMICHE LINEE GUIDA Per paesaggi e panorami cercate un soggetto di spicco che guidi l occhio dell osservatore dentro l immagine - da sinistra a destra o dal basso verso l alto. Potrebbe essere una strada, un fiume, un albero Le cosiddette linee guida : linee che dovrebbero guidare lo sguardo dell osservatore verso centro di interesse. Sono state condotte ricerche scientifiche con speciali apparecchiature e si è dimostrato che l occhio individua immediatamente la parte dell immagine di maggiore interesse trascurando completamente le lineeguida accuratamente predisposte.

38 REGOLE ACCADEMICHE - Movimento e azione dovrebbero sempre procedere da sinistra verso destra perché questo è il senso normale di lettura. Ma ebrei e arabi scrivono da destra verso sinistra. Nel ritratto quando il soggetto non guarda l apparecchio fotografico, si dovrebbe lasciare maggior spazio nella parte dove si dirige lo sguardo. Cosa non necessariamente vera, soprattutto se si vuole dare un senso di tensione. ROBERT MAPPLETHORPE

39 REGOLE ACCADEMICHE L orizzonte, per esempio, non dovrebbe mai tagliare la foto a metà, perché ne risulterebbe un effetto monotono. Ma se l autore volesse appunto dare l idea della monotonia? le più diffuse regole di composizione nel migliore dei casi, delle mezze verità Le regole sono fatte per trasgredire nessuna regola compositiva ci garantisce belle foto perché la natura della composizione è organizzazione e ogni fotografia deve essere organizzata in maniera FRANCO differente. FONTANA

40 TIRIAMO LE SOMME Perché le immagini dei buoni fotografi professionisti sono di norma migliori delle foto dei dilettanti? Non è l attrezzatura che fa la differenza, né le conoscenze tecniche e neppure i soggetti più interessanti: Sono elementi importanti, ma la differenza la fa l approccio mentale: Come abbiamo visto: Interessarsi ad un soggetto specifico e studiarlo in profondità, ma soprattutto pensare alla composizione: qual è la forma grafica più efficace per presentare il soggetto?

41 - Una buona fotografia = sintesi riuscita di TECNICA + COMPOSIZIONE

42

STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE

STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE 1 LIGHT PAINTING dipingere con la luce Il LIGHT PAINTING è una tecnica fotografica che permette di realizzare scatti ricercati e suggestivi attraverso l

Dettagli

Andreas Feininger: principi di composizione

Andreas Feininger: principi di composizione Andreas Feininger: principi di composizione 1953, Route 66 - Arizona -, Andreas Feininger Una cara amica che pubblicamente ringrazio, mi ha prestato questo libro sulla composizione fotografica: si tratta

Dettagli

Elementi di composizione

Elementi di composizione Elementi di composizione Un aspetto molto importante nella fotografia e in generale nella comunicazione visiva è la composizione: infatti in una comunicazione che sfrutta le immagini, la disposizione degli

Dettagli

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu)

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Dipartimento DArTe A.A. 2015-2016 - Corso di Laurea Magistrale in Architettura Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) condotto

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT Formazione in area grafica e Motion Graphics Fotografia digitale / Fotoritocco con Adobe Photoshop/ Tecniche per il Video digitale / Video-editing con Adobe Premiere / Creare DVD in casa con Adobe Encore

Dettagli

Il ritratto, come fotografare un volto

Il ritratto, come fotografare un volto Il ritratto, come fotografare un volto Amo fotografare le persone, e sono convinto che dietro ogni fotografia di un volto si possa nascondere una storia un infinità di sfumature e di colori che si leggono

Dettagli

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico Di Marco Donatiello Principi base dei ritratto Ritratto: Il termine si riferisce propriamente ad un'opera pittorica o ad un disegno, anche se per estensione

Dettagli

Corso di Fotografia seconda lezione. Docente: Gianluca Bocci

Corso di Fotografia seconda lezione. Docente: Gianluca Bocci Corso di Fotografia seconda lezione Docente: Gianluca Bocci Elementi costitutivi di una fotografia: Soggetto Inquadratura Momento Esposizione Messa a fuoco 2 Soggetto: determina il genere ed in un certo

Dettagli

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200 Rolleiflex T (Type 1)" Capire l esposizione Una breve guida di Massimiliano Marradi mmarradi.it Prima di tutto occorre scegliere il modo in cui valutare l esposizione. Se valutativa, quindi a vista, useremo

Dettagli

www.andreatorinesi.it

www.andreatorinesi.it La lunghezza focale Lunghezza focale Si definisce lunghezza focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo (a infinito ) e il piano su cui si forma l'immagine (nel caso del digitale, il sensore).

Dettagli

NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei

NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei A cosa serve, secondo te, la fotografia? Per una famiglia che ha passato le vacanze in un luogo, una fotografia può servire

Dettagli

Una raccolta di foto di esempio SB-900

Una raccolta di foto di esempio SB-900 Una raccolta di foto di esempio SB-900 Questo opuscolo presenta tecniche, foto di esempio e una panoramica delle funzioni di ripresa flash possibili quando si utilizza un SB-900. It Scelta dello schema

Dettagli

IL DIGITAL PHOTOGRAPHY WORKFLOW CON ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM

IL DIGITAL PHOTOGRAPHY WORKFLOW CON ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM IL DIGITAL PHOTOGRAPHY WORKFLOW CON ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM Un flusso di lavoro essenziale dall acquisizione dell immagine alla stampa 1 Importare le foto Nel Modulo Libreria, premere il tasto Importa,

Dettagli

Elementi di composizione: la geometria del fotogramma

Elementi di composizione: la geometria del fotogramma Elementi di composizione: la geometria del fotogramma Se si desidera migliorare il proprio modo di fotografare bisogna far propri alcuni elementi di composizione fotografica. Comporre vuol dire disporre

Dettagli

Iconografia dell Alto Adige Guida di stile per fotografie e immagini

Iconografia dell Alto Adige Guida di stile per fotografie e immagini Iconografia dell Alto Adige Guida di stile per fotografie e immagini Sommario Introduzione Fotografia immagine p. 2» Colore e tonalità p. 3» Luce p. 4» Prospettiva e taglio p. 5» Profondità di campo p.

Dettagli

Orietta Bay - Sestri Levante 2011

Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Fotografare è saper cogliere l essenza delle cose e degli avvenimenti e Scriverli con la luce La macchina fotografica Il cuore originario della

Dettagli

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea L arte come gioco di forme e colori a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea Le forme di Kandiskij Scrive Kandinskij: Oggi il punto può significare qualche volta nella pittura più di una

Dettagli

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Luigi Bernardi Pavia, 17 maggio 2008 1 Schema lezione 2 1. La luce e il soggetto 2. Automatico, scene, controllo manuale di diaframma

Dettagli

Corso di fotografia digitale e cultura dell'immagine artistica

Corso di fotografia digitale e cultura dell'immagine artistica Corso di fotografia digitale e cultura dell'immagine artistica Un iniziativa: Fotosmart e Formazionefotografica Docenti: Angelo Moretti (prima parte e cultura dell'immagine artistica) Andrea Michelsanti

Dettagli

Sezione Aurea: una guida per gli artisti La bellezza delle proporzioni per pittori, fotografi e grafici

Sezione Aurea: una guida per gli artisti La bellezza delle proporzioni per pittori, fotografi e grafici Sezione Aurea: una guida per gli artisti La bellezza delle proporzioni per pittori, fotografi e grafici C'è un rapporto matematico che si trova comunemente in natura, il rapporto di 1-1,618 cui sono stati

Dettagli

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line LA PROSPETTIVA Indice Indice... 1 -Cenni sulla prospettiva e rispetto delle proporzioni.... 2 Amici del Presepe

Dettagli

REFLEX IN MODALITA' MANUALE

REFLEX IN MODALITA' MANUALE REFLEX IN MODALITA' MANUALE Perchè una macchina fotografica si chiama Reflex? Una macchina fotografica reflex sfrutta un meccanismo a specchio riflettente che permette al fotografo di vedere direttamente

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

Cos è questo oggetto?

Cos è questo oggetto? 1 Cos è questo oggetto? 2 Il Paraluce. 3 1) A non rompere l obiettivo 2) Ad impedire alla luce parassita di togliere contrasto alle nostre foto 4 Senza il paraluce, la luce parassita (quella rossa) ossia

Dettagli

La fotografia di paesaggio. di Aristide Torrelli 2008

La fotografia di paesaggio. di Aristide Torrelli 2008 La fotografia di paesaggio Luce, tecnica e visione di Aristide Torrelli 2008 Il percorso Cos è un paesaggio Vedere fotograficamente Comporre l immagine L obiettivo migliore La luce Scegliere la miglior

Dettagli

Procedendo con ordine si distinguono:

Procedendo con ordine si distinguono: L'OBIETTIVO L'obiettivo è, sicuramente, la parte più importante della macchina fotografica in quanto solo con una buona ottica si ottengono buoni risultati, per questo motivo l'argomento verra trattato

Dettagli

FOTOTESSERE PER DOCUMENTI

FOTOTESSERE PER DOCUMENTI FOTOTESSERE PER DOCUMENTI La foto che deve essere consegnata per il rilascio di documenti elettronici (passaporto, carta d'identita', permesso di soggiorno) deve avere caratteristiche che necessariamente

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

Introduzione al Graphic Design

Introduzione al Graphic Design Introduzione al Graphic Design Principi di Design Utilizzando gli elementi formali, descritti nella prima unità didattica, nella realizzazione di una composizione grafica andremo ad applicare dei principi

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE FOTOGRAFIE PER DOCUMENTI DI GUIDA

CARATTERISTICHE DELLE FOTOGRAFIE PER DOCUMENTI DI GUIDA CARATTERISTICHE DELLE FOTOGRAFIE PER DOCUMENTI DI GUIDA La nota del Ministero dell'interno n. 400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005 e quella del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Dettagli

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto LE MASCHERE DI LIVELLO Provo a buttare giù un piccolo tutorial sulle maschere di livello, in quanto molti di voi mi hanno chiesto di poter avere qualche appunto scritto su di esse. Innanzitutto, cosa sono

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

Proposta di laboratorio per il progetto 1,2,3 click!!! A cura di Ivan Catalano e Annalisa Pellino

Proposta di laboratorio per il progetto 1,2,3 click!!! A cura di Ivan Catalano e Annalisa Pellino Proposta di laboratorio per il progetto 1,2,3 click!!! A cura di Ivan Catalano e Annalisa Pellino A- Acquisizione di strumenti utili a sviluppare una lettura critica ed autonoma dello spazio; acquisizione

Dettagli

N. 4 I ludi geometrici di Leonardo da Vinci Un gioco per avvicinarsi al concetto di area franco ghione, daniele pasquazi

N. 4 I ludi geometrici di Leonardo da Vinci Un gioco per avvicinarsi al concetto di area franco ghione, daniele pasquazi N. 4 I ludi geometrici di Leonardo da Vinci Un gioco per avvicinarsi al concetto di area franco ghione, daniele pasquazi Tra i molteplici interessi scientifici di Leonardo non dobbiamo dimenticare la matematica.

Dettagli

FOTOCLUB COLIBRI BFI CORSO FOTOGRAFICO DI BASE

FOTOCLUB COLIBRI BFI CORSO FOTOGRAFICO DI BASE FOTOCLUB COLIBRI BFI CORSO FOTOGRAFICO DI BASE LA FOTOGRAFIA COME COMUNICAZIONE Tutti noi, quando scattiamo delle foto, cerchiamo sempre di realizzare delle belle foto Oggi cercheremo di capire meglio

Dettagli

Tecniche grafiche per il disegno a mano libera il segno espressivo

Tecniche grafiche per il disegno a mano libera il segno espressivo Tecniche grafiche per il disegno a mano libera il segno espressivo Tecnica a tratto o di solo contorno textures e trattamenti di campo chiaroscuro acquerello Alcuni suggerimenti utili.. Una corretta postura

Dettagli

Lombardia Integrata S.p.A. Servizi Infotelematici per il Territorio

Lombardia Integrata S.p.A. Servizi Infotelematici per il Territorio blico Dominio MANUALE FOTO TESSERE VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE Codice Documento: #01Manuale Foto Tessera_Volontari_PCIV.rtf Revisione del Documento: 4 Stato della revisione del Documento: IN APPROVAZIONE

Dettagli

Francesco Zizola, Iraq

Francesco Zizola, Iraq LA LUCE SCRITTURA DI LUCE La luce è la base della fotografia. Il fotografo sa che senza luce non si fotografa, ma sa anche che la luce non è sempre uguale. Può essere poca o tanta, calda o fredda, dura

Dettagli

CISCO. Workshop Closeup Studio 24-25 gennaio 2015

CISCO. Workshop Closeup Studio 24-25 gennaio 2015 CISCO Workshop Closeup Studio 24-25 gennaio 2015 SCHEMA LUCE BASIC 1 beauty dish posto lateralmente alla modella con altezza di circa 2m 1 pannello dal lato opposto rispetto al beauty dish faretto con

Dettagli

Stereoscopia e anaglifi: vi sono nuove prospettive? Stereoscopia su mobile device

Stereoscopia e anaglifi: vi sono nuove prospettive? Stereoscopia su mobile device Laboratorio 2 Stereoscopia e anaglifi: vi sono nuove prospettive? Stereoscopia su mobile device E possibile avere una visione 3D su cellulare senza l utilizzo degli occhiali appositi? http://www.spatialview.com/3deecentral/

Dettagli

Corso di fotografia 27-29-31 maggio 2014 Scuola di Como Daniela Lietti, Michela Prest, Carlo Pozzoni

Corso di fotografia 27-29-31 maggio 2014 Scuola di Como Daniela Lietti, Michela Prest, Carlo Pozzoni Il corso di fotografia è stato suddiviso in tre incontri distinti: Corso di fotografia 27-29-31 maggio 2014 Scuola di Como Daniela Lietti, Michela Prest, Carlo Pozzoni Il primo è servito a consentirci

Dettagli

Tempi, diaframmi, sensibilità

Tempi, diaframmi, sensibilità Nicola Focci Settembre 2011 Questo articolo illustra i tre parametri fondamentali per utilizzare una macchina fotografica (tempi, diaframmi, sensibilità) e li «cala» nell operatività concreta (profondità

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06 Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA Il progetto sulla Terza Dimensione Queste attività si

Dettagli

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2012 TRAGUARDI ALLA FINE DELLA

Dettagli

Effetti creativi. I metodi che esamineremo sono:

Effetti creativi. I metodi che esamineremo sono: Effetti vari Effetti creativi I metodi che esamineremo sono: 1. Dietro al vetro 2. Lomografia 3. Esplosione 4. Miniatura (Tilt Shift) 5. Old photo 6. Image Pattern 7. Collage (Mosaico Polaroid) 8. Out

Dettagli

Agli operatori degli Uffici Passaporto

Agli operatori degli Uffici Passaporto Agli operatori degli Uffici Passaporto Il software che viene distribuito presso gli uffici passaporto, necessario ad acquisire i dati per il rilascio del Passaporto Elettronico, include la procedura di

Dettagli

FORMARE COMPETENZE CON LA MATEMATICA

FORMARE COMPETENZE CON LA MATEMATICA FORMARE COMPETENZE CON LA MATEMATICA marcata esigenza di promuovere nella formazione scolastica vere e proprie competenze e non solo conoscenze e abilità. Sembrerebbe che il valore educativo della matematica

Dettagli

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo Luce e acqua La fotografia subacquea Ora cercheremo di comprendere come la luce, elemento fondamentale per la fotografia, si comporta in ambiente acquoso e quali sono le sue differenze con il comportamento

Dettagli

di Luca Paci, icartoon@jesicentro.it Apple Distinguished Educator, coordinatore TIC ISC Jesi Centro e Project Manager di icartoon

di Luca Paci, icartoon@jesicentro.it Apple Distinguished Educator, coordinatore TIC ISC Jesi Centro e Project Manager di icartoon PASSO PASSO 2 Come realizzare la tua seconda animazione in icartoon: una piccola guida per realizzare il secondo progetto creando tu sfondi e personaggi. di Luca Paci, icartoon@jesicentro.it Apple Distinguished

Dettagli

Fotografare il Natale

Fotografare il Natale Fotografare il Natale Utilizzate qualunque fotocamera avete a disposizione: reflex, compatta o il vostro cellulare, quello che è importante è immortalare i bellissimi momenti che creano l atmosfera natalizia.

Dettagli

Principi Generali della Fotografia Naturalistica

Principi Generali della Fotografia Naturalistica FOTOGRAFARE GLI ANIMALI SELVATICI AFRICANI Principi Generali della Fotografia Naturalistica Edoardo Di Pisa e-mail: edoardo@edoardodipisa.it website: www.edoardodipisa.it 1 FOTOGRAFARE GLI ANIMALI SELVATICI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA PROGRAMMAZIONE ANNUALE ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA Esplorare immagini, forme e oggetti presenti uditive, olfattive, gestuali e tattili Riconoscere e distinguere i colori presenti nell ambiente naturale.

Dettagli

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA 2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA www.rifredimmagine.it ESPOSIZIONE : TEMPI E DIAFRAMMI Marco Fantechi Tempi e diaframmi L esposizione è la quantità di luce necessaria a registrare un immagine sulla pellicola

Dettagli

IL METODO DEL DISEGNO IN SCALA PREMESSA

IL METODO DEL DISEGNO IN SCALA PREMESSA IL METODO DEL DISEGNO IN SCALA PREMESSA L obiettivo della Copia dal Vero è la trasposizione grafica di ciò che vediamo nella Realtà Tridimensionale (la natura morta), nella Realtà Bidimensionale (il foglio

Dettagli

Una immagine Vale più Di mille parole. Crowdknitting Store. Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più

Una immagine Vale più Di mille parole. Crowdknitting Store. Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più Una immagine Vale più Di mille parole Crowdknitting Store Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più migliora le tue foto. Aumenta le vendite. Immagini chiare, nitide e fedeli al prodotto aiutano

Dettagli

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO ARTE E IMMAGINE Competenze finali AMBITO ARTISTICO [Dal Profilo educativo, Culturale e Professionale dello studente alla fine del primo ciclo di istruzione (6-11 anni)] per l'espressione di sé e per la

Dettagli

Descrizione dell unità. Titolo Le proiezioni ortogonali. Autore Sabrina Rosano. Tematica Le proiezioni sui tre piani principali di solidi geometrici.

Descrizione dell unità. Titolo Le proiezioni ortogonali. Autore Sabrina Rosano. Tematica Le proiezioni sui tre piani principali di solidi geometrici. Descrizione dell unità Titolo Le proiezioni ortogonali Autore Sabrina Rosano Tematica Le proiezioni sui tre piani principali di solidi geometrici. Finalità e obiettivi di apprendimento Far comprendere

Dettagli

Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni

Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni Dopo aver visto negli altri capitoli le linee principali per fotografare correttamente i nostri modelli, cercherò di mostrare ora cosa non si

Dettagli

LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE...

LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE... LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE... INSEGNANTI: SIMONA MINNUCCI MICHELA BASTIANI ANNO SCOLASTICO 2011-2012 CLASSE: SECONDA TEMPI: GENNAIO-GIUGNO OBIETTIVO FORMATIVO ESPLORARE LA REALTÀ ATTRAVERSO ESPERIENZE

Dettagli

Costruzione di un immagine prospettica dalle proiezioni ortogonali.

Costruzione di un immagine prospettica dalle proiezioni ortogonali. Costruzione di un immagine prospettica dalle proiezioni ortogonali. Nei capitoli precedenti abbiamo visto come realizzare dei modelli grafici costruendo le viste direttamente sui piani di proiezione ortogonali

Dettagli

Italiano. Spedisci il letto al soffitto...e goditi una stanza spaziosa di giorno.

Italiano. Spedisci il letto al soffitto...e goditi una stanza spaziosa di giorno. Italiano Spedisci il letto al soffitto......e goditi una stanza spaziosa di giorno. Il miglior salva spazio combinato alla comodità del riposo a portata di mano. Il meccanismo Tutti i modelli Bedaway funzionano

Dettagli

Unità Didattica 3 ESERCITAZIONE IL PLASTICO. Unità Didattica 1 CURVE DI LIVELLO. Unità Didattica 2 PROFILO ALTIMETRICO

Unità Didattica 3 ESERCITAZIONE IL PLASTICO. Unità Didattica 1 CURVE DI LIVELLO. Unità Didattica 2 PROFILO ALTIMETRICO ARGOMENTO INTERDISCIPLINARE: TECNOLOGIA-SCIENZE-GEOGRAFIA Unità Didattica 1 CURVE DI LIVELLO Unità Didattica 2 PROFILO ALTIMETRICO................................. Unità Didattica 3 ESERCITAZIONE IL PLASTICO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE Programmazione biennio a.s. 2013/2014-2014/2015 (Primo e secondo anno di scuola media) L educazione

Dettagli

raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE

raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE Seconda parte la: PRODUZIONE Nel precedente articolo abbiamo pianificato la panoramica, scegliendo luogo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato

COMUNICATO STAMPA. Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato Nuova Nikon D3100: la guida ideale per fotografie entusiasmanti e filmati in full HD mozzafiato Torino, 19 agosto 2010 Nital S.p.A. è lieta di presentare la Nikon D3100, la prima reflex digitale della

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA PROFILO DELLO STUDENTE RELATIVO ALL AREA ARTISTICA Lo studente al termine del PRIMO CICLO possiede:

Dettagli

CORSO MASTER DI FOTOGRAFIA AVANZATA

CORSO MASTER DI FOTOGRAFIA AVANZATA CORSO MASTER DI FOTOGRAFIA AVANZATA Modulo teorico/pratico di fotografia generale 1 - Il linguaggio della fotografia: storia sociale della fotografia 2 - Obiettivi e accessori: cerchio di confusione iperfocale;

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI ABILITA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI CONOSCENZE NUCLEO: ESPRIMERE E COMUNICARE

Dettagli

Laboratorio di Paola Tonelli

Laboratorio di Paola Tonelli Laboratorio di Paola Tonelli dal libro: La Documentazione educativa di Paola Tonelli ed. ANICIA Roma In moltissime scuole italiane è ormai costume comune raccontare il proprio percorso, il proprio lavoro,

Dettagli

L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO).

L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO). L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO). Quando premiamo il pulsante di scatto sulla nostra macchina fotografica,

Dettagli

Come fare foto panoramiche. Tutorial a cura di Roberto Gonella

Come fare foto panoramiche. Tutorial a cura di Roberto Gonella Come fare foto panoramiche Tutorial a cura di Roberto Gonella 1 Sommario Scattare le foto... 2 Montare le foto in sequenza... 5 Generare il panorama navigabile... 8 Tramite questo testo esemplificativo,

Dettagli

IMMAGINI CON DOMINANTI VARIABILI: RITOCCO CON E SENZA MASCHERE

IMMAGINI CON DOMINANTI VARIABILI: RITOCCO CON E SENZA MASCHERE PHOTOSHOP ON LINE Massimo Picardello Progetto Campus One Redazione di Massimo Picardello, fotografia di Gianfranco Valle; strategia di ritocco con maschere elaborata da Gianfranco Valle IMMAGINI CON DOMINANTI

Dettagli

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053 Guida Tecnica Obiettivi - 1 - Cos è un Obiettivo Un obiettivo è un insieme di una o più lenti che rifrangono la luce sull elemento sensibile, permettendo di focalizzare l immagine da riprendere sul sensore

Dettagli

Le funzioni innovative della Ricoh CX1

Le funzioni innovative della Ricoh CX1 Prova sul campo Le funzioni innovative della Ricoh CX1 Ricoh ha inserito nella CX1 una serie di funzioni innovative che sono di particolare interesse: dall estensione della gamma dinamica alla AF Multi

Dettagli

Ingrandimento totale =Ingrandimento obiettivo x Ingrandimento oculare

Ingrandimento totale =Ingrandimento obiettivo x Ingrandimento oculare Il mondo del molto piccolo si può osservare anche utilizzando un microscopio ottico. Esistono dei limiti?? Carl Zeiss (1816-1888) Ingrandimento totale =Ingrandimento obiettivo x Ingrandimento oculare Il

Dettagli

Corso base di fotografia PER-CORSO FOTOGRAFICO

Corso base di fotografia PER-CORSO FOTOGRAFICO Corso base di fotografia PER-CORSO FOTOGRAFICO 1 Da alcuni anni oramai il Circolo. organizza Corsi di Fotografia aperti a tutti e destinati soprattutto a coloro che hanno deciso di imparare qualcosa sulla

Dettagli

Forze come grandezze vettoriali

Forze come grandezze vettoriali Forze come grandezze vettoriali L. Paolucci 23 novembre 2010 Sommario Esercizi e problemi risolti. Per la classe prima. Anno Scolastico 2010/11 Parte 1 / versione 2 Si ricordi che la risultante di due

Dettagli

FORMATO FOTOGRAFICO E COMPOSIZIONE

FORMATO FOTOGRAFICO E COMPOSIZIONE FORMATO FOTOGRAFICO E COMPOSIZIONE DI ALESANDRA DIAMANTI DIAGAZ FOTOGRAFIA WWW.DIAGAZ.NET DIAGAZ72@GMAIL.COM 393 2013184 I lati La fotografia ha quattro lati. Può sembrare un'affermazione banale? In realtà

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenze 1, 2, 3, 4, 5 al termine del primo biennio Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e utilizzarli

Dettagli

Manuale d uso - Pencil 0.4.3b by Pascal Naidon - 21 Luglio 2007 (da completare)

Manuale d uso - Pencil 0.4.3b by Pascal Naidon - 21 Luglio 2007 (da completare) Manuale d uso - Pencil 0.4.3b by Pascal Naidon - 21 Luglio 2007 (da completare) Traduzione di Eros Bottinelli Introduzione Un documento di Pencil è basato sui livelli. Ci sono attualmente quattro tipi

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

CLASSE PRIMA E SECONDA ARTE E IMMAGINE

CLASSE PRIMA E SECONDA ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E SECONDA ARTE E IMMAGINE CONTENUTI (Conoscenze) ABILITA (Competenze specifiche) VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE 1. IL MESSAGGIO VISIVO Guardare immagini, forme e oggetti dell ambiente utilizzando

Dettagli

ABILITA' L'alunno sa:

ABILITA' L'alunno sa: DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE CLASSE: PRIMA PERCEPIRE VISIVAMENTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE : (H) I colori. Gli elementi del linguaggio visivo. La relazione spaziale. La funzione dei canali sensoriali.

Dettagli

FORME E SPAZIO. Progettato e realizzato da Giuliana De Pau

FORME E SPAZIO. Progettato e realizzato da Giuliana De Pau FORME E SPAZIO Destinata agli alunni di età compresa tra i 7 e i 12 anni con conoscenza di elementi di base di geometria, la presentazione fornisce le informazioni basilari per l avvio al disegno geometrico

Dettagli

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte.

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Piergiorgio Trotto Finalità: Sviluppare le capacità espressive con esercizi attinenti al colore e all immagine. Ricercare la propria identità. Sperimentare

Dettagli

DIVENTIAMO PITTORI. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFIA

DIVENTIAMO PITTORI. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFIA Settore HOME Attività creative Attività graficopittoriche Tema Visita alla mostra del pittore Franco Valsangiacomo e realizzazione di un quadro Classi Quarta elementare Autori Maris Regazzoni Sinopoli

Dettagli

La foto di scena - G. Prisco

La foto di scena - G. Prisco Obiettivi e problematiche della foto di scena In pratica: quando si fotografa, e con quali attrezzature Documentare l evento: equilibrio tra fattori Un caso di studio: Dove andate, Softmachine? Una variante:

Dettagli

Visione periferica. e visione centrale. [Premessa]

Visione periferica. e visione centrale. [Premessa] Visione periferica e visione centrale [Premessa] La dimensione dell'immagine che si forma sulla retina di un oggetto a volte non è collegata alla dimensione con cui viene visto quell'oggetto. Vi sono molte

Dettagli

Esercizio 1. Foto 1: eliminare la testa utilizzando lo strumento Timbro clona provare a campionare più punti sorgente e a variare le proporzioni

Esercizio 1. Foto 1: eliminare la testa utilizzando lo strumento Timbro clona provare a campionare più punti sorgente e a variare le proporzioni Esercizio 1 Foto 1: eliminare la testa utilizzando lo strumento Timbro clona provare a campionare più punti sorgente e a variare le proporzioni Esercizio 2 Con il tibro clone duplicare il gabbiano in altre

Dettagli

Regolamento della Biblioteca

Regolamento della Biblioteca Regolamento della Biblioteca Brief Il progetto di quest anno, consistito nel rielaborare diversi documenti didattici, è stato portato avanti parallelamente da tutti gli elementi della nostra classe. Ogni

Dettagli

Introduzione alla fotografia digitale

Introduzione alla fotografia digitale Introduzione alla fotografia digitale 1 La fotografia è forse la forma di espressione artistica più alla portata di tutti. Chiunque può infatti procurarsi una fotocamera, non necessariamente costosa, e

Dettagli

Il manuale ha sempre ragione? di Nicola Porchetta

Il manuale ha sempre ragione? di Nicola Porchetta Il manuale ha sempre ragione? di Nicola Porchetta Caratteristica prima della fotografia di qualità è la corretta esposizione. Purtroppo nessun sistema è infallibile per cui l importante è capire... Per

Dettagli

Usare il flash come un professionista Se odiate le vostre foto con il flash, non siete soli

Usare il flash come un professionista Se odiate le vostre foto con il flash, non siete soli Capitolo 1 1 Usare il flash come un professionista Se odiate le vostre foto con il flash, non siete soli 10 cose che avreste voluto sapere... 2... prima di leggere questo libro! 3 E infine le ultime tre

Dettagli

La lente singola rimane ancora in uso nelle macchine più economiche e, entro certi limiti, dà dei risultati accettabili.

La lente singola rimane ancora in uso nelle macchine più economiche e, entro certi limiti, dà dei risultati accettabili. O.Welles usa in "Quarto potere" in modo magistrale la Profondità di Campo, in questo modo evita gli stacchi e un oggetto inquadrato riesce a mettere a ''fuoco'' anche ciò che c'è dietro - stesso uso magistrale

Dettagli

percezione e composizione

percezione e composizione Facoltà di Architettura di Genova Corso di laurea in Disegno Industriale Laboratorio di GRAFICA 1 a.a. 2009_10 Prof.ssa Marialinda Falcidieno Prof. Massimo Malagugini Alessandro Castellano Serena Wich

Dettagli

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica 11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica a cura di Gian Piero Benente Le competenze necessarie al docente di tecnologia e informatica della scuola elementare e della

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa... INDICE INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4 2 Altezza della telecamera...5 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...6 4 Puntamento dell illuminatore IR...7 5 Installazione...8 6 Parametri

Dettagli

Nulla è come appare. Viaggio nello Spazio

Nulla è come appare. Viaggio nello Spazio Nulla è come appare Viaggio nello Spazio Oggi, 12 marzo 2012 è venuto nella nostra scuola, il dott. Renzo Rancoita, biofisico vegetale nonché studioso e appassionato di scienza e filosofia orientale e

Dettagli

Edifici antisismici in calcestruzzo armato. Aurelio Ghersi

Edifici antisismici in calcestruzzo armato. Aurelio Ghersi Incontro di aggiornamento Edifici antisismici in calcestruzzo armato Aspetti strutturali e geotecnici secondo le NTC08 1 Esame visivo della struttura Orizzonte Hotel, Acireale 16-17 dicembre 2010 Aurelio

Dettagli

Tecniche Multimediali Lezione 3 Capatti I. IL LOGO

Tecniche Multimediali Lezione 3 Capatti I. IL LOGO IL LOGO Quello che si intende oggi quando si parla di logo è un insieme di simboli grafici e tipografici che identificano un'azienda o un prodotto in modo da differenziarlo dai suoi concorrenti sul mercato.

Dettagli