PROGRAMMA ANNUALE Relazione della Giunta Esecutiva

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA ANNUALE 2015. Relazione della Giunta Esecutiva"

Transcript

1 Istituto Comprensivo Norberto Bobbio Via IV Novembre, Rivalta Bormida (AL) Tel/Fax 0144/ Codice Fisc Codice Mecc. ALIC e_mail: Sito Web: PROGRAMMA ANNUALE 2015 Relazione della Giunta Esecutiva La presente relazione viene presentata al Consiglio di Istituto per la conseguente delibera e al Collegio dei Revisori dei Conti per il parere di regolarità contabile. Il Programma Annuale è strettamente legato con le finalità e gli obiettivi del Piano dell Offerta Formativa dell Istituto che, da un lato si propone di elevare la qualità dei processi formativi per gli allievi della Scuola dell Infanzia e del Primo ciclo di istruzione, nella prospettiva segnata dalle nuove Indicazioni nazionali allegate al D.M. 16 novembre 2012 art.1 c.2-3, dall altro mira all obiettivo di offrirsi come punto di riferimento di promozione culturale e sociale al territorio collinare sul quale opera. Il Piano dell Offerta Formativa è ricco di sfaccettature e di proposte differenziate, sia nelle attività didattiche collocabili all interno dell orario curricolare obbligatorio sia nelle attività opzionali, sia nei modelli organizzativi. L offerta della scuola ed i finanziamenti ad essa correlati, sono finalizzati a realizzare principi educativi e progettuali condivisi che si esplicitano nella pluralità dei progetti e dei modelli orari, e che sono raggruppabili all interno del P.O.F.. L Istituto Comprensivo N.Bobbio ha sede centrale-amministrativa nel paese di Rivalta B.da ed è un istituzione scolastica che comprende 9 plessi suddivisi in 3 ordini di scuola (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) con una popolazione di circa 700 alunni provenienti anche dai paesi limitrofi di Alice Belcolle, Borgoratto, Castelnuovo Bormida, Carpeneto, Cassine, Cremolino, Frascaro, Gamalero, Montaldo, Morsasco, Orsara, Oviglio, Prasco, Predosa, Ricaldone, Rocca Grimalda, Sezzadio, Strevi, Trisobbio e Visone. Il contesto sociale del comprensorio territoriale su cui insiste l istituzione scolastica varia dalla estrazione medio-borghese al contesto di paese, con tutti i suoi aspetti positivi e negativi. Anche in questa realtà ci si deve sempre più confrontare con il fenomeno dell immigrazione sia nazionale che internazionale; stanno, infatti, progressivamente aumentando, da una 1

2 parte, le presenze di alunni stranieri che non conoscono la lingua italiana e, dall altra, si registra una maggiore mobilità geografica, dovuta al mercato del lavoro; la conseguenza è un aumento dei trasferimenti in entrata ed uscita, anche nel corso dell anno. In questa realtà si registrano, poi, alcuni casi di disgregazione familiare e situazioni di disagio e si evidenzia una frangia marginale di situazioni che hanno in sé i presupposti del rischio di dispersione. Considerato che in questi ultimi anni, come detto, la presenza di alunni stranieri nell istituto si è fatta più numerosa è emersa la necessità di continuare ed ampliare i progetti finalizzati all integrazione degli alunni stranieri, che si propongono anche funzioni di orientamento per le loro famiglie. Si è ritenuto altresì indispensabile, sempre in questo ambito, promuovere in modo altrettanto mirato un piano di interventi che favoriscano l accettazione e la sensibilizzazione nei confronti delle diverse culture. La mission della Scuola è individuabile nel realizzare, nel rispetto delle diversita individuali, lo sviluppo della personalita al fine di acquisire e sviluppare le conoscenze di base, le capacita relazionali, ed educare ai principi fondamentali della convivenza civile. Le scelte educative curriculari ed extracurriculari sono contestualizzate nella situazione dell istituto e vengono effettuate sulla base del D.P.R. 275/99, che regolamenta l autonomia delle istituzioni scolastiche. Il Programma annuale di questo Istituto per l anno 2015 è stato predisposto tenendo conto dei risultati della gestione finanziaria dell anno 2014, degli obiettivi raggiunti, delle spese sostenute per la retribuzione del personale, per il funzionamento amm.vo e didattico e per la realizzazione dei progetti previsti nel P.O.F. Con la presente relazione si intende mettere in evidenza gli assi programmatici su cui è impostata l offerta formativa dell istituto, esplicitando la corrispondenza tra scelte effettuate e copertura finanziaria. Le risorse umane che operano in questo istituto sono attualmente costituite nell organico di fatto da 75 docenti interni (suddivisi fra i diversi ordini di scuola), 20 unità appartenenti al personale amministrativo ed ausiliario ed alcuni esperti estranei all amministrazione, impegnati nella realizzazione di attività di prestazione d opera intellettuale previste dal P.O.F.. L istituto ricorre, inoltre ad esperti esterni per quanto riguarda l incarico di R.S.P.P.. Per quanto riguarda le risorse logistiche ed organizzative l attività dell istituto comprensivo viene svolta in diversi edifici: 3 scuole dell infanzia, 4 scuole primarie e 2 scuole secondarie di primo grado. Alcuni di questi fabbricati sono stati ristrutturati di recente; nel plesso di 2

3 Rivalta B.da, sede dell Istituto, sono stati realizzati lavori di ristrutturazione volti alla messa a norma ai sensi del D.Lgs. 81/ 2008, ed è stato costruito un ascensore per garantire l accessibilità ai disabili; un intervento assai più consistente é in corso di svolgimento, grazie ad un finanziamento ottenuto dal Comune; anche nei plessi del comune di Cassine sono stati realizzati interventi volti al miglioramento dell edilizia scolastica e altri sono in previsione; alcuni interventi con l aggiunta di locali da adibire a laboratori sono stati svolti nei plessi di Strevi. Altri edifici scolastici, invece, sono ormai datati e non completamente funzionali e necessiterebbero di significativi interventi. La progettazione d istituto, poi, deve tener conto del fatto che i finanziamenti statali non sono sempre sufficienti per la realizzazione di tutte le attività inserite nel piano dell offerta formativa e di quelle che nel corso dell anno sono approvate dagli organi collegiali. Pertanto l istituto accanto alla dotazione ordinaria statale (sempre più esigua) utilizza alcune risorse finanziarie esterne e, per iniziative specifiche, anche i contributi delle famiglie degli alunni. Questo fa si che tutti i progetti, peraltro ambiziosi, si scontrino con una situazione di fatto nella quale i contributi ordinari sono stati continuamente ridotti e i rimborsi dovuti (per Legge) sono di gran lunga inferiori alle obiettive esigenze e spesso accreditati con anni di ritardo. Il programma è stato delineato tenendo presente l impostazione per attività e per progetti prevista dal D. I. n. 44 del 1 febbraio 2001 e della nota MIUR n del 16 dicembre 2014 relativa alle istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale Come negli esercizi precedenti e già precisato nella comunicazione del MIUR del 23/12/2011, i dati relativi alle risorse finanziarie assegnate alle singole scuole si riferiscono soltanto al periodo gennaio-agosto (8/12); la quota riferita al periodo settembre-dicembre sarà oggetto di successiva integrazione alle istituzioni scolastiche esistenti alla data del 1 settembre, dopo le eventuali operazioni di dimensionamento. L art. 7, c. 34 del decreto Legge 95/2012 ha stabilito che la liquidità delle istituzioni scolastiche fosse depositata a decorrere dal 12/11/12 sui conti correnti di contabilità speciale presso la Banca d Italia: questa innovazione ha comportato la scomparsa della già esigua entrata per interessi bancari. In applicazione dell art.7, comma 38, del decreto Legge 6 luglio 2012, n. 95, (spending review), convertito con modificazioni, nella Legge 7 agosto 2012, n. 135 che ha esteso il cedolino unico anche agli stipendi per le supplenze brevi non devono essere previsti a bilancio, né ovviamente accertate le somme riferite agli istituti contrattuali ed alle supplenze 3

4 brevi. I progetti, come nell esercizio precedente, sono stati raggruppati per ordine di scuola al fine di ottimizzare la gestione delle risorse che si sono ridotte considerevolmente. I progetti del P.O.F., che comportano una spesa istituzionale, sono stati, quindi, raggruppati per aree omogenee (ordine di scuola). Si sono così evidenziati 3 progetti, i cui sottoprogetti dettagliati sono compresi nel P.O.F. Si è cercato, poi, di far confluire nei progetti, per quanto possibile, tutti i costi attribuibili ai progetti stessi, evitando di caricare le attività ordinarie, sia didattiche, sia amministrative, di spese improprie. Nell analisi dei costi ci si è avvalsi della collaborazione dei responsabili di progetto. Le schede descrittive e finanziarie (all. B) dei progetti, allegate al programma, evidenziano gli elementi salienti delle azioni di ciascuno, specificando tra l altro gli obiettivi, i referenti, i destinatari, la provenienza del finanziamento e la suddivisione dei costi. Le attività sono state individuate identificando con il funzionamento amministrativo (area A01) tutti i costi afferenti agli uffici di segreteria e di direzione; con il funzionamento didattico (area A02) le aggregazioni afferenti ai diversi plessi ed alle diverse esigenze (attività di laboratorio, attività d aula ordinaria, dotazioni tecniche, biblioteche, viaggi di istruzione, ecc). Per quanto riguarda le spese di personale (area A03), dopo l introduzione del cedolino unico, vengono compresi solo i costi relativi ad alcuni incarichi di esperti non riferibili a specifici progetti e le somme afferenti ad avanzi di esercizi precedenti derivanti da finanziamenti ministeriali per compensi accessori al personale. Anche per le attività sono allegate schede descrittive e schede finanziarie specifiche (all. B). La presente relazione viene presentata al consiglio di Istituto in ottemperanza alle predette disposizioni, in allegato al Programma Annuale per l esercizio finanziario 2015 (mod A) ed è deliberata dalla Giunta Esecutiva in data 12/02/2015. In ottemperanza alle predette disposizioni le entrate vengono previste nelle seguenti voci: Aggregato 01 : Avanzo di amministrazione ,95 E la risultante di una semplice operazione contabile di addizione e sottrazione, partendo dal saldo di cassa alla chiusura dell esercizio finanziario (31/12/2014). Si addizionano al fondo di cassa i residui attivi dell esercizio e degli anni precedenti, mentre si sottraggono i residui passivi dell esercizio e degli anni precedenti. L avanzo di amministrazione, così determinato, è iscritto nel programma annuale come prima posta di entrata e deve essere dimostrato con specifica tabella da allegare al programma stesso. I singoli stanziamenti di spesa correlati all utilizzo dell avanzo di amministrazione sono indicati in apposito prospetto. Detti stanziamenti possono essere impegnati solo dopo la realizzazione 4

5 dell effettiva disponibilità finanziaria di cassa e nei limiti dell avanzo effettivamente realizzato. Avanzo di amministrazione non vincolato ,50 deriva dai finanziamenti senza vincolo di destinazione pervenuti a questa Istituzione Scolastica e non impegnati negli E.E.F.F. precedenti. Avanzo di amministrazione vincolato ,45 deriva dai seguenti finanziamenti con vincolo di destinazione pervenuti a questa Istituzione Scolastica e non impegnati negli E.E.F.F. precedenti: Materiali per scelta percorsi formativi 159,66 Assistenza scolastica (plessi di cassine) 1.000,00 Materiali per attività sportive 223,17 Materiali per attività didattiche (fin.genitori) 1.463,97 Manutenzione fotocopiatori (fin.genitori) 2.501,55 Consulenza informatica (SISSI) 750,00 Accertamenti medico legali 573,41 Incarico R.S.P.P ,00 Assicurazione (fin. genitori) 4.552,50 Materiali per alunni H 413,86 Progetto Emergenza italiano 460,74 Viaggi di istruzione (fin.genitori) 1.482,47 Compensi accessori docenti 4.990,02 Progetto Fasce deboli 1.582,81 Progetto Integrazione alunni stranieri 104,65 Hardware 1.783,57 Corso di inglese scuola dell infanzia di Cassine 900,10 Materiali plessi di Strevi 754,94 Progetti plessi di Strevi 1.800,00 Progetto Attivamente sport (primaria di Cassine) 2.931,03 Avviamento alla pratica sportiva 2.484,43 Progetto Dispersione scolastica 352,66 Materiali secondaria di Rivalta B. (A.I.D.O.) 114,16 D.L. 35/ ,79 D.M. 351/2014 art. 2 (ex 440/97) 1.104,96 Aggregato 02 : Finanziamenti dello Stato 5.221,33 1 Dotazione ordinaria (Budget) 5.221,33 Quota budget per spese alunni H 136,00 Funzionamento amministrativo 5.085,33 Aggregato 03 : Finanziamenti della Regione 578,00 04 Altri finanziamenti vincolati 578,00 Progetto Frutta nelle scuole 578,00 5

6 Aggregato 04 Finanziamenti da Enti Locali e altre istituzioni 4.788,75 04 Altre istituzioni 4.788,75 Progetto Rifiuti (C.S.R.) 4.788,75 Aggregato 05 : Contributi da privati Vanno inseriti in questa aggregazione le entrate derivanti dai versamenti effettuati dal personale, dagli alunni e dai privati. Possono avere il vincolo di destinazione. 02 Famiglie vincolati : ,00 viaggi di istruzione. Vengono iscritti a questa voce delle Entrate i versamenti effettuati dagli alunni per i viaggi di istruzione ai sensi della C.M. 623 del 2/10/1996. Viene prevista circa la stessa cifra incassata nell esercizio precedente ,00 Progetto Laboratorio Teatro svolto dalla Sig.ra Cadore Graziella presso la scuola dell infanzia di Cassine 1.904,00 Corso di inglese svolto dal Sig. Mirra Riccardo presso la scuola dell infanzia di Cassine e rivolto ai bambini di 3 e 4 anni 500,00 Corso di inglese svolto dal Sig. Mirra Riccardo presso la scuola dell infanzia di Rivalta B.da 900,00 Aggregato 07: Altre entrate 0,00 01 Interessi 0,00 Non si prevedono interessi attivi maturati sui conti correnti bancario e postale. Se sarà il caso verranno apportate le opportune variazioni di bilancio. 0,00 TOTALE ENTRATE : ,03 6

7 Per quanto riguarda le uscite vengono previste le seguenti spese: Aggregazione A : Attività A 01 FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO GENERALE Con questa attività si prevede di effettuare le seguenti spese: Cancelleria 1100,00 Stampati 300,00 Materiale per scelte formative 159,66 Assistenza scolastica (plessi di Cassine) 1.000,00 Giornali e riviste 500,00 Pubblicazioni 150,00 Materiali per attività sportive 223,17 Medicinali,materiale sanitario ed igienico 1.850,00 Materiale per attività didattiche 1.463,97 Consulenza informatica 1.500,00 Accertamenti medico-legali 573,41 Incarico R.S.P.P ,00 Manutenzione fotocopiatori e macchine per ufficio 2.501,55 Licenze d uso software e dominio 140,00 Assicurazione per responsabilità civile verso terzi 4.552,50 Oneri postali e telegrafici 700,00 Spese per servizio di cassa 1000,00 TOTALE SPESE ,26 Con questa attività viene inoltre finanziato il FONDO PER LE MINUTE SPESE, alle quali si provvede con uno stanziamento che viene anticipato in conto PARTITE DI GIRO (entrate e spese che si effettuano per conto terzi le quali, costituendo al tempo stesso un debito ed un credito, non incidono sulle risultanze economiche del bilancio), nel limite stabilito in 100,00 per ogni prelievo. Avanzo di amministrazione non vincolato 4.597,50 Avanzo di amministraz. vincolato per percorsi formativi 159,66 Avanzo di amministraz. vincolato per assistenza scolastica 850,00 Avanzo vincolato per materiali per attività sportive 223,17 Avanzo vincolato per materiali didattici (carta fotocopie) 1.463,97 Avanzo vincolato per manutenzione fotocopiatori 2.501,55 Avanzo vincolato per consulenza informatica 750,00 Avanzo vincolato per accertamenti medico-legali 573,41 Avanzo vincolato per incarico R.S.P.P ,00 Avanzo vincolato per assicurazione R.C ,50 Finanziamento dello Stato per il funzionamento amministrativo 2.042,50 TOTALE ENTRATE A PAREGGIO ,26 7

8 A 02 FUNZIONAMENTO DIDATTICO GENERALE Con questa attività si prevede di effettuare le seguenti spese: Materiali per concorso plesso di Cassine 150,00 Materiali per alunni H 549,86 Materiale per progetto Emergenza italiano 460,74 Visite e viaggi di istruzione ,47 TOTALE SPESE ,07 Avanzo vincolato per assistenza scolastica 150,00 Avanzo vincolato per materiali per alunni H 413,86 Avanzo vincolato per progetto emergenza italiano 460,74 Avanzo vincolato per viaggi di istruzione 1.482,47 Finanziamento dello Stato per integrazione alunni H 136,00 Contributo dei genitori per viaggi di istruzione ,00 TOTALE ENTRATE A PAREGGIO ,07 A 03 SPESE DI PERSONALE Con questa attività si prevede di effettuare le seguenti spese: Compensi accessori docenti non da FIS 4.990,02 Compensi ex Fasce deboli 1.582,81 Compensi ex integrazione alunni stranieri 104,65 Consulenza informatica 750,00 Incarico R.S.P.P ,00 TOTALE SPESE 9.597,48 Avanzo non vincolato 2.920,00 Avanzo vincolato per compensi accessori 4.990,02 Avanzo vincolato per ex fasce deboli 1.582,81 Avanzo vincolato per ex integrazione alunni stranieri 104,65 TOTALE ENTRATE 9.597,48 A04 SPESE DI INVESTIMENTO Con questa attività si prevede di effettuare le seguenti spese: Accessori per ufficio 1.000,00 Materiale informatico 942,83 Formazione 1.750,00 Licenze SW 500,00 SW 750,00 Hardware 4.867,53 TOTALE SPESE 9.810,36 Avanzo non vincolato 3.401,00 Avanzo vincolato per attrezzature HW 1.783,57 Avanzo vincolato D.M. 351/2014 (Ex 440/97) 1.104,97 Finanziamento dello Stato per il funzionamento 2.942,83 Finanziamento della Regione per il progetto Frutta nelle scuole 578,00 TOTALE ENTRATE A PAREGGIO 9.810,36 TOTALE GENERALE AGGREGAZIONE A : ATTIVITA ,17 8

9 Aggregazione P : Progetti Nella predisposizione del Programma annuale per l anno 2015 i progetti sono stati raggruppati, come nell esercizio precedente, utilizzando come criterio l ordine di scuola al quale sono rivolti, per ottimizzare la gestione delle risorse che, con l introduzione del cedolino unico, si sono ridotte considerevolmente non gravando più sul Programma Annuale della scuola tutti i compensi accessori finora erogati dalle Istituzioni Scolastiche. P 01 PROGETTI SCUOLE DELL INFANZIA Con questo progetto si prevede di effettuare le seguenti spese: Corso di inglese rivolto ai bambini di 5 anni della Scuola dell Infanzia di Cassine e svolto dal Sig Mirra Riccardo 900,10 Corso di inglese rivolto ai bambini di 3 e 4 anni della Scuola dell Infanzia di Cassine e svolto dal Sig Mirra Riccardo 500,00 Corso di inglese rivolto ai bambini della scuola dell infanzia di Rivalta B.da 900,00 Laboratorio Teatro rivolto ai bambini della scuola dell infanzia di Cassine 1.904,00 Materiali per progetto Rifiuti 468,75 TOTALE SPESE 4.672,85 Avanzo di amministrazione vincolato per corso di inglese 900,10 Finanziamento C.S.R. per progetto Rifiuti 468,75 Contributo genitori alunni dell infanzia di Cassine per corso di inglese 500,00 Contributo genitori alunni dell infanzia di Cassine per progetto Laboratorio Teatro 1.904,00 Contributo genitori alunni infanzia di Rivalta B.da per corso di inglese 900,00 TOTALE ENTRATE A PAREGGIO 4.672,85 P 02 PROGETTI SCUOLE PRIMARIE Con questo progetto si prevede di effettuare le seguenti spese: Materiali plesso di Strevi 754,94 Materiali per progetto Rifiuti 2.850,00 Progetto Attivamente sport 2.931,03 Progetti plesso di Strevi 1.800,00 TOTALE SPESE 8.335,97 Le predette spese vengono finanziate con la seguenti voci di entrata: Avanzo vincolato per materiali plesso di Strevi 754,94 Avanzo vincolato per progetti plesso di Strevi 1.800,00 Avanzo vincolato per progetto Attivamente sport 2.931,03 Finanziamento C.S.R. per progetto Rifiuti 2.850,00 TOTALE ENTRATE A PAREGGIO 8.335,97 9

10 P 03 PROGETTI SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO Con questo progetto si prevede di effettuare le seguenti spese: Compenso per avviamento alla pratica sportiva 2.484,43 Compenso per progetto Dispersione scolastica 352,66 Materiali scuola secondaria di Rivalta B. (AIDO) 114,16 Materiali per progetto Rifiuti 1.470,00 TOTALE SPESE 4.421,25 Avanzo amministrazione vincolato per avviamento alla pratica sportiva 2.484,43 Avanzo amministrazione vincolato per Dispersione scolastica 352,66 Avanzo di amministrazione vincolato da concorso AIDO 114,16 Finanziamento C.S.R. per progetto Rifiuti 1.470,00 TOTALE ENTRATE A PAREGGIO 4.421,25 TOTALE GENERALE AGGREGAZIONE P : PROGETTI ,07 Aggregato R: Fondo di Riserva 100,00 Il D.I. n. 44 del 01/02/2001 all art. 4 prevede che nel programma annuale vada iscritto tra le spese un fondo di riserva da determinarsi in misura non superiore al 5% della dotazione finanziaria ordinaria per spese di funzionamento. Tale fondo deve essere utilizzato esclusivamente per aumentare gli stanziamenti la cui entità si dimostri insufficiente, nel limite massimo del 10% della dotazione originaria dell Attività o del Progetto. Il fondo non può essere utilizzato, pertanto, per effettuare pagamenti. Viene stanziato per tale scopo un importo pari ad 100,00. Aggregato Z: Disponibilità finanziaria da programmare 2.499,79 In questa aggregazione vengono iscritte quelle somme che necessitano di una successiva e definitiva programmazione e realizzazione. Questi stanziamenti saranno poi sistemati, se necessario, con le relative variazioni come previsto dall art. 6 del D.M. n. 44 del 01/02/2001. Nell aggregato Z01 viene inserito l importo di 2.499,79 che è relativo al finanziamento ministeriale ricevuto ai sensi del D.L. 35/2013 e poi confluito nell avanzo di amministrazione vincolato in attesa di ricevere istruzioni da parte del MIUR. IL PROGRAMMA ANNUALE PAREGGIA NELLA CIFRA DI ,03 Rivalta Bormida, 05 febbraio 2015 Il Direttore S.G.A. (Luciano Sorato) Il Dirigente Scolastico (Claudio Giovanni Bruzzone) 10

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci di Sorbolo-Mezzani a.s. 2013-2014 PREMESSA Essere alfabetizzati nella nostra lingua costituisce un buon indicatore,

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande NARDÒ SOCIALE Nel 2012 si sono dettate le linee guida per l attivazione della social card da attuarsi nel 2013 con lo scopo di andare incontro alle famiglie meno abbienti fornendo generi di prima necessità

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO Fino al 6 maggio 2011 è possibile presentare la domanda per accedere ai contributi a sostegno delle famiglie per le spese di istruzione

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Crema Uno Via Borgo S.Pietro 8-26013 Crema (CR) Tel. 0373-256238 Fax 0373-250556 E-mail ufficio: segreteriacircolo1@libero.it

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO Liceo Ginnasio D. A. Azuni Via Rolando, 4 - Sassari Tel 079 235265 Fax 079 2012672 Mail: lcazuni@tin.it Web: http://www.liceoazuni.it MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI inseriti nel PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764 Tel. 0972/24479-24480 Fax 0972/24424 e-mail:pzis007006@istruzione.it

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto

Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto PROGRAMMA EDUCATION FGA WORKING PAPER N. 21 (2/2010) Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto Susanna Granello Direttore della rivista «Esperienze amministrative» 1 Fondazione Giovanni Agnelli, 2010

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli