ANTIBIOGRAMMA: TECNICHE PER LA DETERMINAZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RISULTATO. Giovanni Di Bonaventura, PhD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANTIBIOGRAMMA: TECNICHE PER LA DETERMINAZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RISULTATO. Giovanni Di Bonaventura, PhD"

Transcript

1 ANTIBIOGRAMMA: TECNICHE PER LA DETERMINAZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RISULTATO Giovanni Di Bonaventura, PhD

2 ANTIBIOTIC RESISTANCE... a dark scenario VRE 1st CTX-M ESBL VRE in animals CR-AB clones emerge CTX-M ESBL explosion starts Carbapenemases Enterobacteria; NDM-1 discovered PCR EMRSA Genome sequence Lin-R enterococci Dap-R staphs & enterococci (from: Woodford N, HPA)

3 WHY PERFORM ANTIMICROBIAL SUSCEPTIBILITY TESTS? Individualand and epidemiological purposes The performance of antimicrobial susceptibility testing by the clinical microbiology laboratory is important to: guide physicians in selecting antimicrobial therapy for treatment of individual patients confirm susceptibility to chosen empirical antimicrobial agents choose alternative agents when patient experiences adverse reaction to the (empirical) agents detect resistance in individual bacterial isolates reveal the changing trends in the local (ward, healthcare establishment, region, country) isolates: a guide for empiric therapy choices and antibiotic formulary decisions help the local pattern of antibiotic prescribing detection of outbreaks, requiring the need for implementation/change of infection control practices Data from routine antimicrobial susceptibility testing performed in clinical microbiology laboratories influences the therapeutic decisions for current and future patients

4 WHEN SHOULD A SUSCEPTIBILITY TEST BE PERFORMED? Definingthe etiologic role of a microorganism Synergy between Microbiologistand Clinician Susceptibility testing is indicated for microorganisms causing infections warranting antimicrobial therapy when the susceptibility cannot be reliably predicted based on he known characteristics of the organism: natural vs acquired resistance AST detects acquired resistance only Susceptibility testing should not be performed on probable contaminants: S. epidermidis is occasionally isolated from sterile site cultures (e.g. blood, joint fluid, cerebrospinal fluid) due to inadequate decontamination of the skin during specimen collection S. epidermidis can cause a true bloodstream infection in an immunocompromised patient or an infection at a specific body site (e.g. prosthetic joint, cerebrospinal fluid shunt) in which case, susceptibility testing should be performed Need for clinical informations: clinical symptoms can also be a determining factor when deciding whether to perform susceptibility tests (e.g. diagnosis of urinary tract infection with a low bacterial count) Susceptibility testing should not be routinely performed on commensal microorganisms buton pathogeniconesonly.establishingthe needforsusceptibilitytestingrequiresa close working relationship between Microbiologist and Clinician

5 IN VITRO SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Overview Phenotypictests QUANTITATIVE methods(mic, µg/ml) Broth dilution Agar dilution Gradient methods Automated systems QUALITATIVE methods(s, I, R) Disk diffusion Agar-incorporation breakpoint methods Ancillary tests (to screen/confirm resistance patterns) Genotypic(molecular) tests REFERENCE methods

6 SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Phenotypic tests Commonly used Growth-based, involving: a pure culture, exposed to a range of concentrations of an antimicrobial agent observation of the presence or absence of microbial growth after a period of incubation They are strongly affect by conditions of testing: purity and density of bacterial inoculum medium composition incubation conditions reading method interpretative criteria It is, therefore, mandatory to use standardized methods, as recommended by: CLSI(Clinical and Laboratory Standards Institute) EUCAST(European Union Committee for Antimicrobial Susceptibility Testing)

7 Phenotypic tests broth microdilution Antibiotic is incorporated into broth in doubling concentrations The lowest concentration of antibiotic that prevented visible growth represents the minimal inhibitory concentration (MIC).

8 Phenotypic tests agar dilution Antibiotic is incorporated into agar in doubling concentrations. The lowest concentration of antibiotic that prevented visible growth onto agar represents the minimal inhibitory concentration (MIC).

9 Phenotypic tests broth/agar dilution tests Pros& Cons

10 Phenotypic tests Gradient diffusion A preformed and predefined gradient of varying antibiotic concentrations is immobilized in a dry format onto the surface of a plastic strip. The point where the growth or inhibition margin of the organism intersects the edge of the calibrated strip corresponds to the minimal inhibitory concentration (MIC).

11 Phenotypic tests Gradient diffusion-based commercial tests Etest (biomerieux) M.I.C. Evaluator (M.I.C.E.; Oxoid) MIC test strip (Liofilchem)

12 Phenotypic tests gradient diffusion Pros& Cons

13 Phenotypic tests Automated Systems Before the 1970s, labor-intensive manual susceptibility testing was the dominant method. Use of instrumentation can standardize the reading of end points and often produce susceptibility test results in a shorter period than manual readings because sensitive optical detection systems allow detection of subtle changes in bacterial growth. In 1974, the first automated system known as the Autobac I disk elution system was introduced by Pfizer Diagnostics. Now, more than 80% of clinical laboratories report using an automated instrument for primary susceptibility testing.

14 Phenotypic tests Automated Systems VITEK 2 (biomerieux) Microdilution tray Panel inoculation Reading technology Results available in Data analysis miniaturized automated colorimetric 8h (4-12h) ++ MICROSCAN WalkAway standard size manual (Siemens) PHOENIX (BD Diagnostics) SENSITITRE (Trek Diagn. Sys.) photometric/ fluorescent 20h (17-28h) ++ miniaturized manual colorimetric 10h (7-16h) +++ standard size manual fluorescent 15h ++ modified from: Kuper et al., Pharmacotherapy 2009

15 Phenotypic tests Automated systems Pros& Cons

16 Phenotypic tests Disk diffusion(kirby-bauer) Images from: EUCAST 2012 Version 2.1

17 Phenotypic tests Disk diffusion Pros& Cons -test simplicity, not requiring any special equipment -the provision of categorical results easily interpreted by all clinicians - flexibility in selection of antibiotics for testing -it is the least costly of all susceptibility methods - the lack of mechanization/automation of the test -difficult reading with bacteriostaticor high molecular weight antibiotics (vancomycin, colistin, macrolides) -not all fastidious or slow growing bacteria can be accurately tested; test has been standardized for testing streptococci, Haemophilusinfluenzae, and N. meningitidis

18 MICs and zone sizes are meaningless unless you apply interpretative criteria CLSI and EUCAST develop and promulgate MIC breakpoints employing some combination of four criteria: MIC frequency distribution analysis MIC assessment in the context of the presence or absence of known mechanisms of resistance evaluation of MICs based on drug levels in patients receiving antibiotic therapy(i.e. PK/PD analysis) clinical correlation (response rates in patients with infection compared to the drug MICs associated with their infecting pathogens) clinical breakpoints(clsi, EUCAST)indicate likelihood of therapeutic success (S) or failure (R) of antibiotic treatment based on microbiological findings (S Y mg/l and R> Z mg/l)an intermediate result (Y < I< Z mg/l) indicates thatclinical response is likely to be less than with a susceptible strain. epidemiological cut-off values (ECOFFs) (EUCAST)separate microorganisms without (wild type) and with acquired or mutational resistance (non-wild type) (WT X mg/l)

19 CLSI vs EUCAST La transizione dai criteri CLSI a quelli dettati da EUCAST comporterà, in alcuni casi, un abbassamento dei breakpoints e, di conseguenza, per alcune specifiche combinazioni microrganismo/antibiotico verrà data una interpretazione dell antibiogramma leggermente più restrittiva : alcuni isolati che prima venivano refertati come S risulteranno I o R (Tabella 1). non viene più consigliato il saggio di sensibilità per alcune combinazioni microrganismo/antibiotico non ritenute opportune in ambito terapeutico (Tabella 2).

20 Kirby-Bauer Interpretazione dei risultati CLSI breakpoints

21 Kirby-Bauer Interpretazione dei risultati Esempio di curva di regressione tra i valori di MIC (mcg/ml) ed i diametri degli aloni di inibizione (mm) ottenuti nel KB.

22 Kirby-Bauer Interpretazione dei risultati EUCAST breakpoints

23 Microdiluizione in brodo / E-test Interpretazione dei risultati CLSI breakpoints

24 Refertazione dell antibiogramma Il Laboratorio di Microbiologia è di fatto un forte induttore di terapie antibiotiche, alcune appropriate, altre meno. Il referto microbiologico può costituire uno Il referto microbiologico può costituire uno strumento formidabile di comunicazione per l orientamento nell interpretazione degli esiti, ma anche la formazione e l aggiornamento su specifiche problematiche.

25 Refertazione dell antibiogramma Informazioni desumibili Risposte alle domande del Clinico: Qual è il patogeno in causa? La terapia empirica impostata è efficace anche sul patogeno isolato? Quali sono i farmaci che posso utilizzare in alternativa alla terapia empirica? Meno tossici Per via orale In realtà molte altre informazioni possono essere desunte meccanismo di resistenza probabile (testsaggiuntivi per determinare genotipi/fenotipi di resistenza: ESBL, meca, VISA, VRSA, etc.) es. farmaci equivalenti (sia R che S)

26 Refertazione dell antibiogramma Informazioni desumibili Test aggiuntivi per stafilococchi: Nitrocefin ß lattamasi Se POS = inattività di Penicillina e di tutte le molecole rappresentate Lattice per PBP2a meca Se POS = inattività di tutti i ß lattamici D-test MLSB inducibile Se POS = inattività di Macrolidi e Clindamicina Vancomicina Screen Agar VISA e VRSA Se POS = ridotta attività dei glicopeptidi (?)

27

28 Interpretazione critica dell antibiogramma: MIC Note interprertative MBC Killing quotient Expert rules

29 Interpretazione critica dell antibiogramma: MIC MIC = numero magico? NON SEMPRE! La maggior parte dei Clinici non ne comprende appieno il significato Inoltre, non è probabilmente il parametro più adeguato per descrivere la complessità dei meccanismi di resistenza E' compito del Microbiologo spiegarne il significato Se correttamente interpretata e utilizzata, la MIC è uno strumento di grande utilità per la scelta della migliore strategia terapeutica, soprattutto in caso di particolari infezioni (endocarditi, osteomieliti, etc.), la cui criticità è dovuta a: sede di infezione (sangue, cuore, sistema nervoso centrale, polmone, tessuti profondi); condizioni cliniche del paziente; microrganismi multi-resistenti (MDR).

30 Interpretazione critica dell antibiogramma: MIC Per interpretare il valore di MIC in maniera corretta è necessario considerare che: valori preceduti da segno indicano che la crescita del microrganismo è stata inibita dalla più bassa concentrazione di antibiotico saggiata; esprimono, quindi, una notevole sensibilità indipendentemente dall entità del valore numerico. Esempio: MIC antibiotico X 8 MIC antibiotico Y 0,5 Il microrganismo è sensibile tanto a X quanto a Y se non preceduto da tale segno, il valore della MIC dovrebbe essere valutato anche in relazione alla distanza del valore dal breakpoint di sensibilità, tenendo presente che Antibiotico X vengono testate concentrazioni al raddoppio. Esempio: MIC antibiotico X = 0.25 (con breakpoint = 0.5) MIC antibiotico Y = 1 (con breakpoint = 8) Y è l antibiotico con la MIC più favorevole Antibiotico Y

31 Interpretazione critica dell antibiogramma: Note interpretative In alcuni casi, il referto può essere integrato da note o commenti utili perché il Clinico possa interpretare ed utilizzare al meglio i risultati analitici. ESEMPIO 1: per il riscontro di MIC delle cefalosporine inferiori o uguali al limite di sensibilità in ceppi produttori di β-lattamasi a spettro esteso (ESBL) viene aggiunto un commento che segnala la possibilità di un insuccesso terapeutico nella terapia delle infezioni gravi. ESEMPIO 2: P. aeruginosa da emocoltura Le infezioni da P. aeruginosain pazienti granulocitopenici e le infezioni gravi in altri pazienti dovrebbero essere trattate con dosi massime di una penicillina anti-pseudomonas(carbossi-oppure ureido-penicillina) oppure ceftazidime in associazione con un aminoglicoside (CLSI, 2010).

32 Interpretazione critica dell antibiogramma: Attività battericida E necessario considerare la attività battericida di un antibiotico, SOPRATTUTTO in questi casi particolari: infezioni gravi: osteomieliti, endocarditi, meningiti, polmoniti focolaio di infezione situato in distretti anatomici difficilmente accessibili all antibiotico Concentrazione Minima Battericida (MBC): La più bassa concentrazione di antibiotico in grado di eradicare la crescita batterica di almeno il 99.9% (1 germe su elude l azione antibiotica) rispetto alla popolazione iniziale.

33 Interpretazione critica dell antibiogramma: killingquotient Tasso di uccisione (KQ) = MBC / MIC 1 KQ 4 per antibiotici battericidi (beta-lattamici, aminoglicosidi, chinolonici, glicopeptidi, cotrimossazolo, etc.) KQ > 4 per antibiotici batteriostatici (macrolidi, sulfamidici, trimethoprim, tetracicline, cloramfenicolo, etc.)

34 Interpretazione critica dell antibiogramma: expert rules Nella valutazione della antibiotico-sensibilità, una expert rule (ER; regola esperta ) descrive un azione da intraprendere sulla base di specifici risultati ottenuti nei tests di antibiotico-sensibilità. ERs sono basate sui vigenti breakpoints clinici e sulla conoscenza dei meccanismi di resistenza. ERs possono essere di ausilio al Microbiologo ed al Clinico nella interpretazione dei tests di antibiotico-sensibilità. ERs sono dettate da EUCAST (http://www.eucast.org): pubblicate per la prima volta nel 2008, vengono costantemente aggiornate. Attualmente, sono divise in: resistenza intrinseca fenotipi eccezionali regole interpretative

35 How well do the results of phenotypic AST predict therapeutic outcome? In general, resistance as determined by use of in vitrosusceptibility tests is nearly always an independent risk factor for therapeutic failure in patients with infection who are treated with antimicrobial agents. BUT Does resistance alwayspredict failure; does susceptible alwaysdenote Does resistance alwayspredict failure; does susceptible alwaysdenote favorable response to therapy? Murray et al, AAC 1983

36 How well do the results of antimicrobial susceptibility tests predict therapeutic outcome? Essentially the same observations were made in other studies examining the clinical predictive value of several antibiotic MICs (i.e. meropenem, cefoperazone, ciprofloxacin)in immunocompetent patients,with monomicrobic infections treated with a single antibiotic administered parenterally in circumstances in which the penetration of drug to the site of infection is predictable: Gerber A. U., and W. A. Craig Worldwide clinical experience with cefoperazone. Drugs 22: Weinstein et al The clinical significance of positive blood cultures: a comprehensive analysis of 500 episodes of bacteremia and fungemia in adults. Rev. Infect. Dis. 5: Washington, J. A Discrepancies between in vitro activity and in vivo responsetoantimicrobialagents. Diagn. Microbiol. Infect. Dis. 1: Forrest, A., etal Pharmacodynamicsofintravenousciprofloxacinin seriously ill patients. Antimicrob. Agents Chemother. 37: Doern, G. V Interpretive criteria for in vitro antimicrobial susceptibility tests. Rev. Med. Microbiol. 6: Nguyen, M. H., V. L. Yu, and A. J. Morris Antimicrobialresistanceand clinical outcome of Bacteroidesbacteremia: findings of a multicenter prospective observational trial. Clin. Infect. Dis. 30: Evans, M. R., et al Short-term and medium-term outcomes of quinolone-resistant Campylobacter infection. Clin. Infect. Dis. 48: the rule (Rex & Pfaller, 2002): a susceptible result is associated with a favorable therapeutic response in 90-95% of patients when the infecting bacterium has been determined to be resistant, notwithstanding this result, nearly 60% of patients can be expected to respond to therapy

37 Why is that? PROBABLY BECAUSE OF EXPERIMENTAL SETTING: Drugs are tested in the laboratory as single agents against pure cultures of planktonic putative pathogens NOT REPRESENTATIVE FOR PATIENTS: with polymicrobial infections with biofilm-associated infections receiving combination therapy receiving non-standardized dosage amounts of drug having an infection in sites where drug concentrations are different what would be predicted based on plasma pharmacokinetic determinants (e.g. urinary tract infections) infected with microorganisms more/less virulent (virulence determinants expression) MOREOVER : ASTs are performed in the absence of host factors (complement, cytokines, white blood cells, antibodies) that mitigate for or against improvement or disease progression in patients with infections

38 IN VITRO SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Overview Phenotypictests QUANTITATIVE methods(mic, µg/ml) Broth dilution Agar dilution Gradient methods Automated systems QUALITATIVE methods(s, I, R) Disk diffusion Agar-incorporation breakpoint methods Ancillary tests (to screen/confirm resistance patterns) Genotypic(molecular) tests

39 SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Genotypic tests-detection of antimicrobial resistance determinants TECHNIQUES Single and multiplex PCR Real-time PCR DNA sequencing Hybridisation-based techniques Simple sample preparation REQUIREMENTS Must be rapid (TATs), inexpensive, accurate, and easy! - directly from the specimens -rapid (i.e., less than 30 min test for ESBL detection) Platform must be sufficiently versatile to justify investment - target several key species by multiplex approached - several targets for Gram-negative resistance (e.g. carbapenemases) Relatively hands-free, with scope for automation Black box approach: molecular biology steps hidden Simple end-product detection

40 Detection of resistance determinants requires technologies capableof high-throughput multiplexing Real-time PCR is affected by the limited number of unique fluorophores that can be used for simultaneous detection of multiple targets (max 6 detection channels): GeneXpertSystem (Cepheid, Sunnyvale, CA): C. difficile, MRSA, Enterovirus, vana, GBS, Flu(not simultaneously) Liquid-phase microarrays: LuminexXTAG technology (Luminex, Austin, TX): microspheres labeled with red dye to simultaneously detect up to 100 targets in a single reaction tube. BeadExpress(Illumina, San Diego, CA): holographic beads to label up to 300 targets simultaneously, but it has not been tested in a clinical laboratory or with antimicrobial resistance targets. Solid-phase microarrays: NanosphereInc. (Northbrook, IL): simultaneously identifys. aureus, CoNS, Streptococcus spp. (-anginosus, -pneumoniae, -pyogenes, - agalactiae), and Micrococcusspp., in addition to detecting meca, vana, and vanb directly from positive bloodcultures

41 Using molecular assays to: confirm phenotypic assays Several reports have described the use of PCR to confirm the presence of KPCs in members of the family Enterobacteriaceaefollowing identification of resistance by phenotypic assays. The modified Hodge test (MHT) is replaced by PCR, eliminating the subjectivity of MHT and confirming the presence of the KPC resistance determinant. predict treatment failure better than phenotypic assays Enterobacteriaceae bacteria are often found to have low MICs for many betalactams, but patients frequently fail therapy with these agents because ESBLs and AmpC resistance genes are expressed at high levels only when induced by an environmental stimulus, absent in the experimental setting of a phenotypic assay. The presence/absence of mecais a much better predictor of failure in patients with S. aureus infections treated with beta-lactamsthan is any in vitroast Marschall J, et al. J Clin Microbiol 2009;47:239 Tenover. Ann. N. Y. Acad. Sci. 2010;1213:70

42 Clinical significance of molecular tests rapid PCR (GeneXpert system; Cepheid, Sunnyvale, CA) differentiation between S.aureusand CoNS, and assessment of methicillin resistance from positive blood cultures combining this system with an effective antimicrobial stewardship program, vancomycin treatment was reduced of 1.7 days, length of stay in ICU of 6.2 days, reaching an overall savings of $21,000 per patient per septic episode

43 MOLECULAR DETECTION OF RESISTANCE DETERMINANTS Inherent technical challenges Adequate clinical specificity meca(also found in methicillin-resistant CoNS) vana(also associated with vancomycin-resistant S. aureus) vanb (also found in Streptococcus mitis, Streptococcus bovis, Eggerthella lenta, Clostridium spp., and Ruminococcus lactaris) genes in commensals Adequate clinical sensitivity to reveal low level of expression, without detecting contaminating organisms Differentiation between plasmid and chromosomal carriage of genes KPC genes: plasmidic(high expression) vs chromosomal(may not be expressed) Identification of subtle single nucleotide polymorphisms (SNPs) TEM10 differs from TEM12 by a single aminoacid(but differs by 100-fold in resistance) Detection of known mechanisms only (availability of sequence data) - resistant isolates with known genes identified (new variants, if sufficient homology) - many, but not all (more than 200 unique ESBLs described) Finding a genetic resistance determinant is not sufficient - false-resistance (no or partial expression; partial gene)

44 WHAT S NEXT FOR AST? MALDI-TOF... a significant departure from traditional molecular techniques direct detection of resistance determinants by MALDI-TOF has remained elusive because many proteins involved in drug resistance, such as the beta-lactamases, are frequently not expressed at high levels compared to other bacterial proteins. a solution to this issue may involve using a MALDI-TOF mass spectrometer to detect the metabolites produced as a result of the beta-lactamase hydrolysis reaction rather than the beta-lactamase itself.

45 WHAT S NEXT FOR AST? MALDI-TOF... a significant departure from traditional molecular techniques this method has significant potential but may not replace all ASTs due to: the multiple manipulations required; the variability of antimicrobial targets (targets that do not involve direct metabolism of the antibacterial cannot be detected using this method).

46 WHAT S NEXT FOR AST? CHIPS... with everything you desire Array technology-based TOTAL PROFILING (more cost-effective than PCR) species identification resistance genes virulence genes epidemicitypredictors strain-specific markers

47 TO SUM UP AST is not an exact science. The clinical predictive value of in vitroast is currently often limited. For this reason, care should be exercised in deciding when to perform AST on bacteria recovered from patients with infection. What can be done about enhancing the clinical predictive value of in vitro AST? establishing MIC breakpoints on the bases of correlation of MICs with outcome in patients with infection (need for carefully structured clinical studies) detecting bacterial resistance determinants, better if directly in clinical material, as a surrogate for, or replacement of, in vitro tests for antibacterial activity Although molecular assays have significant potential, they cannot replace phenotypic testsbecause of inherent technical limitations to be solved. Until we have better in vitropredictors ofoutcome, itismore importantthanever thatmicrobiologistextends their scope of activities to include extensive interaction with Clinician in trying to optimize the use of the AST results.

48 The distance between the clinical microbiology laboratory and the ill patient s bed is only as long as you, Microbiologist and Clinician,choose to make it (Silas G. Farmer, 1977, personal communication)

C.I. MEDICINA DI LABORATORIO Microbiologia Clinica CL Medicina e Chirurgia AA 2014-2015

C.I. MEDICINA DI LABORATORIO Microbiologia Clinica CL Medicina e Chirurgia AA 2014-2015 C.I. MEDICINA DI LABORATORIO Microbiologia Clinica CL Medicina e Chirurgia AA 2014-2015 Modulo 3: ANTIBIOGRAMMA: TECNICHE PER LA DETERMINAZIONE E INTERPRETAZIONE «CRITICA» DEL RISULTATO Giovanni Di Bonaventura,

Dettagli

Tecniche per la valutazione della attività in vitro degli antibiotici: Antibiogramma

Tecniche per la valutazione della attività in vitro degli antibiotici: Antibiogramma C.L. Medicina e Chirurgia Università di Chieti-Pescara Anno Accademico 2015-2016 Tecniche per la valutazione della attività in vitro degli antibiotici: Antibiogramma Giovanni DI BONAVENTURA, PhD Dipartimento

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria Nicola Principi Principali cefalosporine orali Farmaco

Dettagli

U.O. Microbiologia e Virologia Ospedale S. Chiara Trento. M. Gaino 3 Congresso NewMicro Padenghe sul Garda, 20-22 Marzo 2013

U.O. Microbiologia e Virologia Ospedale S. Chiara Trento. M. Gaino 3 Congresso NewMicro Padenghe sul Garda, 20-22 Marzo 2013 U.O. Microbiologia e Virologia Ospedale S. Chiara Trento M. Gaino 3 Congresso NewMicro Padenghe sul Garda, 20-22 Marzo 2013 Emocoltura : interfaccia Reparto-Laboratorio Ogni giorno perso per giungere alla

Dettagli

Paola Diamante - SOC Microbiologia e Virologia

Paola Diamante - SOC Microbiologia e Virologia Paola Diamante - SOC Microbiologia e Virologia Azienda Ospedaliera S.Maria degli Angeli Pordenone LRTI etiological diagnosis: the real problem At present there is stilla great deficit in the etiologic

Dettagli

Dalla Diagnostica Tradizionale Ai Nuovi Metodi:

Dalla Diagnostica Tradizionale Ai Nuovi Metodi: Dalla Diagnostica Tradizionale Ai Nuovi Metodi: Appropriatezza del percorso analitico ed interpretativo Manuela Avolio Microbiologia Clinica e Virologia-Pordenone WHY ETIOLOGIC DIAGNOSIS? MICROBIOLOGICAL

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino clelia.lombardi@lab-to.camcom.it Criteri microbiologici nei processi produttivi della ristorazione: verifica

Dettagli

Automazione in batteriologia: Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso

Automazione in batteriologia: Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso Automazione in batteriologia: nuove frontiere tecnologiche Roberto Rigoli Direttore Dipartimento Patologia Clinica ULSS n.9 Treviso Cambiamenti in batteriologia: raccolta del campione Comparison of 3 swab

Dettagli

Aggiornamenti di biologia molecolare nella diagnostica microbiologica. Pier Sandro Cocconcelli

Aggiornamenti di biologia molecolare nella diagnostica microbiologica. Pier Sandro Cocconcelli Aggiornamenti di biologia molecolare nella diagnostica microbiologica Pier Sandro Cocconcelli Istituto di Microbiologia Centro Ricerche Biotecnologiche Università Cattolica del Sacro Cuore Piacenza-Cremona

Dettagli

LAMISHIELD ANTIBACTERIAL LAMINATE. Unlimited selection

LAMISHIELD ANTIBACTERIAL LAMINATE. Unlimited selection LAMISHIELD ANTIBACTERIAL LAMINATE Unlimited selection PROTECTION HYGIENE HEALTHCARE LAMINATO ANTIBATTERICO Lamishield è l HPL antibatterico di Abet Laminati. Grazie alla sua protezione antibatterica, totalmente

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Protocolli microbiologici 1. Adler A, Navon-Venezia S, Moran-Gilad J, Marcos E, Schwartz D, Carmeli Y. 2011. Laboratory and clinical evaluation of

Protocolli microbiologici 1. Adler A, Navon-Venezia S, Moran-Gilad J, Marcos E, Schwartz D, Carmeli Y. 2011. Laboratory and clinical evaluation of Bibliografia Protocolli microbiologici 1. Adler A, Navon-Venezia S, Moran-Gilad J, Marcos E, Schwartz D, Carmeli Y. 2011. Laboratory and clinical evaluation of screening agar plates for detection of carbapenem-resistant

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

Il dossier di registrazione, il CSR e la notifica della classificazione

Il dossier di registrazione, il CSR e la notifica della classificazione Il dossier di registrazione, il CSR e la notifica della classificazione Raffaella Butera Servizio di Tossicologia IRCCS Fondazione Maugeri e Università degli Studi di Pavia raffaella.butera@unipv.it Esperienza

Dettagli

Terapia delle principali infezioni correlate all assistenza: assistenza: gli aspetti da considerare

Terapia delle principali infezioni correlate all assistenza: assistenza: gli aspetti da considerare Corso aziendale Uso responsabile degli antibiotici Terapia delle principali infezioni correlate all assistenza: assistenza: gli aspetti da considerare Rosario Cultrera Dip. Medico - UOC Malattie Infettive

Dettagli

Gruppo Fides. Dr Giuliano Grillo

Gruppo Fides. Dr Giuliano Grillo Gruppo Fides Dr Giuliano Grillo Medio di assistenza medica, infermieristica e riabilitativa Alto di assistenza tutelare e alberghiera Completamento cicli riabilitativi Trattamenti socio sanitari di mantenimento

Dettagli

Esame delle urine : un percorso condiviso tra la Patologia Clinica e la Microbiologia

Esame delle urine : un percorso condiviso tra la Patologia Clinica e la Microbiologia Esame delle urine : un percorso condiviso tra la Patologia Clinica e la Microbiologia Dott. Antonio Conti 3000 2500 2013 Campioni urinari 2000 1500 1000 500 Positivi pz Ambulatoriali : 19.4 % Positivi

Dettagli

Gian Maria Rossolini. Università di Siena. Dip. Medicina Sperimentale e Clinica. Dip. Biotecnologie Mediche

Gian Maria Rossolini. Università di Siena. Dip. Medicina Sperimentale e Clinica. Dip. Biotecnologie Mediche Automazione in microbiologia: nuovi flussi organizzativi Gian Maria Rossolini Dip. Medicina Sperimentale e Clinica Università di Firenze Dip. Biotecnologie Mediche Università di Siena SODc Microbiologia

Dettagli

Decode NGS data: search for genetic features

Decode NGS data: search for genetic features Decode NGS data: search for genetic features Valeria Michelacci NGS course, June 2015 Blast searches What we are used to: online querying NCBI database for the presence of a sequence of interest ONE SEQUENCE

Dettagli

Rosco Diagnostica. Istruzioni per l'uso delle pastiglie NEO-SENSITABS. NEO-SENSITABS Test di sensibilità antimicrobici

Rosco Diagnostica. Istruzioni per l'uso delle pastiglie NEO-SENSITABS. NEO-SENSITABS Test di sensibilità antimicrobici Istruzioni per l'uso delle pastiglie NEO-SENSITABS Revisione DBV0004F Data di emissione 12.04.2013 Lingua Italiano NEO-SENSITABS Test di sensibilità antimicrobici Produttore Rosco Diagnostica A/S, Taastrupgaardsvej

Dettagli

Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ).

Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ). Macrolide per il mal di gola? Resistenza ai macrolidi di Str. pyogenes isolati da T. faringei, RER 2011= 12,8% ( Grande variabilità tra le Aziende ). Antibiotic selection pressure and Resistance in S.

Dettagli

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results)

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results) GCE Edexcel GCE Italian(9330) Summer 006 Mark Scheme (Results) Unit Reading and Writing Question Answer Testo.. B B C - A 4 Testo. a. passione che passione b. attrae c. sicuramemte d. favorito ha favorito

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

Name on a passport, HANGTAG

Name on a passport, HANGTAG recagroup design architecture art cinema travel music food Name on a passport, HANGTAG A quick look at printing techniques for hangtags RECA GROUP The hangtag of a garment is its ID card, its passport,

Dettagli

REUMAFLORENCE 2008 Le criticità della terapia biologica. Induzione di autoanticorpi e lupus-like sindrome

REUMAFLORENCE 2008 Le criticità della terapia biologica. Induzione di autoanticorpi e lupus-like sindrome REUMAFLORENCE 2008 Le criticità della terapia biologica Induzione di autoanticorpi e lupus-like sindrome Lorenzo Emmi Francesca Chiarini Centro di Riferimento Regionale per le Malattie Autoimmuni Sistemiche

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO

Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO Endpoint surrogati e outcome nella malattia metastatica Giovanni L. Pappagallo Ufficio di Epidemiologia

Dettagli

Presenter Disclosure. Paolo Di Bartolo

Presenter Disclosure. Paolo Di Bartolo Presenter Disclosure Paolo Di Bartolo Board Member/Advisory Panel: Eli-Lilly International, Novo Nordisk Italy, Novartis Italy, Sanofi Aventis Italy Consultant: Merck Serono Speaker s Bureau: Sanofi-aventisgroup,MerckSharp&

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT Si prega il medico di famiglia di rispondere con accuratezza ad ogni singola domanda The Medical Attendant is requested to take particular

Dettagli

USO ED ABUSO DEGLI ANTIBIOTICI NEL BAMBINO. Alfredo Guarino

USO ED ABUSO DEGLI ANTIBIOTICI NEL BAMBINO. Alfredo Guarino USO ED ABUSO DEGLI ANTIBIOTICI NEL BAMBINO Alfredo Guarino Outline della presentazione Dimensioni del problema Cause e conseguenze dell uso inappropriato di antibiotici Strategie per la razionalizzazione

Dettagli

CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL

CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL rev. 1.0 19/11/2015 1 www.cedelettronica.com Indice Power supply [Alimentazione]... 3 Programming [Programmazione]... 5 SD card insertion [Inserimento SD card]... 7

Dettagli

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Roberto Butinar Cristiano Dal Farra Danilo Selva 1 Agenda Panoramica sulla metodologia CRISP-DM (CRoss-Industry Standard Process

Dettagli

3 WORKSHOP DEI LABORATORI DEL CONTROLLO UFFICIALE DI OGM Roma, 23-25 Novembre 2011

3 WORKSHOP DEI LABORATORI DEL CONTROLLO UFFICIALE DI OGM Roma, 23-25 Novembre 2011 Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana 3 WORKSHOP DEI LABORATORI DEL CONTROLLO UFFICIALE DI OGM Roma, 23-25 Novembre 2011 ILARIA CIABATTI Verification of analytical methods

Dettagli

Polymerase Chain Reaction - PCR

Polymerase Chain Reaction - PCR Polymerase Chain Reaction - PCR Real-Time PCR Saggio Saggio di PCR monitorato di continuo Tubi Tubi chiusi Nessuna analisi post PCR Nessuna elettroforesi Caratterizzazione del prodotto Possibilità di quantificare

Dettagli

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION PAGINA 1 DI 7 SPECIFICATION Customer : ELCART Applied To : Product Name : Piezo Buzzer Model Name : : Compliance with ROHS PAGINA 2 DI 7 2/7 CONTENTS 1. Scope 2. General 3. Maximum Rating 4. Electrical

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla clinica

Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla clinica Corso postcongressuale XV congresso SIGU Come refertare e comunicare varianti genomiche Tavola rotonda: La consulenza genetica come strumento fondamentale nel trasferimento delle nuove conoscenze alla

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione To: Agenti che partecipano al BSP Italia Date: 28 Ottobre 2015 Explore Our Products Subject: Addebito diretto SEPA B2B Informazione importante sulla procedura Gentili Agenti, Con riferimento alla procedura

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

Renzo Andrich renzo.andrich@siva.it

Renzo Andrich renzo.andrich@siva.it Gruppo di Studio SIGG La cura nella fase terminale della vita sostenuto da un contributo non condizionato della Fondazione Alitti SOSTENIBILITA DELLE CURE DI FINE VITA TRA CULTURA E ORGANIZZAZIONE Bologna

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

Carbapenem-non-susceptible Enterobacteriaceae in Europe: conclusions from a meeting of national experts

Carbapenem-non-susceptible Enterobacteriaceae in Europe: conclusions from a meeting of national experts Carbapenem-non-susceptible Enterobacteriaceae in Europe: conclusions from a meeting of national experts Grundmann H, Livermore DM, Giske CG, Canton R, Rossolini GM, Campos J, Vatopoulos A, Gniadkowski

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO

ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO ACCREDIA 14 Settembre 2012 Emanuele Riva Coordinatore dell Ufficio Tecnico 1-29 14 Settembre 2012 Identificazione delle Aree tecniche Documento IAF 4. Technical

Dettagli

Lavoratori e dispositivi in mobilità: come salvaguardare i dati aziendali? Rainer Witzgall Vice President Sales&Marketing di CenterTools

Lavoratori e dispositivi in mobilità: come salvaguardare i dati aziendali? Rainer Witzgall Vice President Sales&Marketing di CenterTools Lavoratori e dispositivi in mobilità: come salvaguardare i dati aziendali? Rainer Witzgall Vice President Sales&Marketing di CenterTools Achab Achab Open Forum 2011 Mobile Workers (*) What do you believe

Dettagli

Biologia Molecolare. CDLM in CTF 2010-2011 L analisi del genoma

Biologia Molecolare. CDLM in CTF 2010-2011 L analisi del genoma Biologia Molecolare CDLM in CTF 2010-2011 L analisi del genoma L analisi del genoma n La tipizzazione del DNA n La genomica e la bioinformatica n La genomica funzionale La tipizzazione del DNA DNA Fingerprinting

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Antibiotici: servono sempre? Relatore: Dr. Del Monte 05 febbraio 2014 sala Piccolotto ANTIBIOTICI: servono sempre? Dott.ssa Daniela Signori Dott. Vincenzo Catena

Dettagli

Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator. StarTech ID: SATDOCK22RU3

Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator. StarTech ID: SATDOCK22RU3 Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator StarTech ID: SATDOCK22RU3 The SATDOCK22RU3 USB 3.0 to SATA Hard Drive Duplicator Dock can be used as a standalone SATA hard drive duplicator,

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

Sindrome di Sotos: Difetto genetico di base: gene NSD1 e analisi di mutazioni Marina Grasso Laboratorio Genetica Umana E.O.

Sindrome di Sotos: Difetto genetico di base: gene NSD1 e analisi di mutazioni Marina Grasso Laboratorio Genetica Umana E.O. Sindrome di Sotos: Difetto genetico di base: gene NSD1 e analisi di mutazioni Marina Grasso Laboratorio Genetica Umana E.O. Ospedali Galliera XVIII Congresso Nazionale Associazione Gulliver Monza 08 marzo

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Microrganismi indesiderati

Microrganismi indesiderati GIORNATA DI STUDIO Il controllo microbiologico dei prodotti non obbligatoriamente sterili secondo la nuova monografia armonizzata di EP, USP e JP. Cristina Viganò - Intendis Manufacturing SpA Microrganismi

Dettagli

REPORT CHALLENGE TEST METODO FARMACOPEA EUROPEA 8.0

REPORT CHALLENGE TEST METODO FARMACOPEA EUROPEA 8.0 Pag. 1 di 7 / Page 1 out of 7 REPORT CHALLENGE TEST METODO FARMACOPEA EUROPEA 8.0 COD. LAB.: 150137_4 Redazione certificato di analisi: 23/02/2015 Drafting certificate of Analysis: 2015/02/23 Valutazione

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Definizione di segnale

Definizione di segnale Signal detection Laura Sottosanti Ugo Moretti Definizione di segnale Information that arises from one or multiple sources (including observations and experiments), which suggests a new potentially causal

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

ANTIBIOGRAMMA Metodi a confronto. Kirby-Bauer -> Microdiluizione

ANTIBIOGRAMMA Metodi a confronto. Kirby-Bauer -> Microdiluizione ANTIBIOGRAMMA Metodi a confronto > Performaces Uso di routine Costi Stafilococchi Betalattamici Cefoxitin e Moxalactan sono i marker più indicati. Cefoxitin e Moxalactan sono i marker più indicati. Non

Dettagli

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Premessa Questo prodotto è stato pensato e progettato, per poter essere installato, sia sulle vetture provviste di piattaforma CAN che su

Dettagli

Il genoma umano. Cosa significa genoma? Ditelo con parole vostre

Il genoma umano. Cosa significa genoma? Ditelo con parole vostre Il genoma umano Cosa significa genoma? Ditelo con parole vostre Cos è il genoma umano? 22 coppie di autosomi + una coppia di cromosomi sessuali (XX o XY) http://www.molecularstation.com/molecular-biology-images/data/502/human-genome-gene.png

Dettagli

This document shows how.

This document shows how. Security policy GTS è impegnata a garantire alti standard di sicurezza per le spedizioni dei propri clienti. Il presente documento illustra le principali misure adottate. GTS commits itself to guarantee

Dettagli

Sacca di Goro case study

Sacca di Goro case study Sacca di Goro case study Risposte alle domande presentate all incontro di Parigi (almeno è un tentativo ) Meeting Locale, Goro 15-16/10/2010, In English? 1.What is the origin of the algae bloom? Would

Dettagli

AZULEJ. textures colours sizes technical features packing

AZULEJ. textures colours sizes technical features packing AZULEJ textures colours sizes technical features packing Azulej è una collezione completa che può essere impiegata per la creazione di ambienti molto decorati, ma anche minimal. E composta da tre colori

Dettagli

Sessione IV Ricerca e sviluppo per i programmi di screening

Sessione IV Ricerca e sviluppo per i programmi di screening Sessione IV Ricerca e sviluppo per i programmi di screening o L Adeguamento delle linee-guida dello screening del cervicocarcinoma o I Vaccini anti-hpv e gli Screening o Modelli di interazione tra screening

Dettagli

IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità

IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità 1 Giornata Nazionale del Gruppo Donna IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità Olbia, 16 e 17 marzo 2012 Mercure Olbia Hermaea Il Gruppo Donna di AMD:

Dettagli

Appendice E - Appendix E PANNELLI FOTOVOLTAICI - PHOTOVOLTAIC PANELS

Appendice E - Appendix E PANNELLI FOTOVOLTAICI - PHOTOVOLTAIC PANELS Appendice E - Appendix E PANNELLI FOTOVOLTAICI - PHOTOVOLTAIC PANELS I sistemi mod. i-léd SOLAR permettono di alimentare un carico sia in bassa tensione 12-24V DC, sia a 230v AC, tramite alimentazione

Dettagli

La gestione dell urgenza cardiologica: il punto di vista del medico d urgenza Ivo Casagranda

La gestione dell urgenza cardiologica: il punto di vista del medico d urgenza Ivo Casagranda La gestione dell urgenza cardiologica: il punto di vista del medico d urgenza Ivo Casagranda Key points: 1 Funzioni e organizzazione del PS 2 Position paper ANMCO SIMEU 3 Real world It is one thing to

Dettagli

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA 22 novembre VERSO LA STRATEGIA NAZIONALE DI ADATTAMENTO Responsabilità di Governo e competenze dei territori Sala Palazzo Bologna Senato della Repubblica Via di S.

Dettagli

Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di PAC (Programmable Automation Controller)

Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di PAC (Programmable Automation Controller) Unione Europea Università degli studi di Salerno Dipartimento di Ingegneria Industriale Dottorato di Ricerca in Ingegneria Meccanica X Ciclo N.S. (2008-2011) Controllo delle Vibrazioni mediante l uso di

Dettagli

rappresentazione alchemica

rappresentazione alchemica La moderna diagnostica esige una impostazione sistematica del monitoraggio della qualità del dato di laboratorio, una impostazione che deve avere caratteristiche di razionalità, di globalità, di integrazione.

Dettagli

Le carbapenemasi: aspetti clinici, diagnostici e misure di prevenzione. 26 febbraio 2014, Auditorium Ospedale S. Chiara Trento

Le carbapenemasi: aspetti clinici, diagnostici e misure di prevenzione. 26 febbraio 2014, Auditorium Ospedale S. Chiara Trento Le carbapenemasi: aspetti clinici, diagnostici e misure di prevenzione 26 febbraio 2014, Auditorium Ospedale S. Chiara Trento dott.ssa Lucia Collini (Trento) Quando la genotipizzazione Protocolli microbiologici

Dettagli

scaricato da sunhope.it Criteri di scelta per l uso degli antibiotici.

scaricato da sunhope.it Criteri di scelta per l uso degli antibiotici. Criteri di scelta per l uso degli antibiotici. È un discorso molto complesso. Si usano antibiotici quando c è infezione. L infezione, sapete che ha un suo meccanismo di innesco, c è la contaminazione,

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Principe Luigi. Biologo. Microbiologia e Virologia. Dirigente Biologo. l.principe@ospedale.lecco.

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Principe Luigi. Biologo. Microbiologia e Virologia. Dirigente Biologo. l.principe@ospedale.lecco. MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome nome Principe Luigi Data di nascita 11 Aprile 1982 Qualifica Struttura complessa/servizio Incarico attuale Biologo Microbiologia e Virologia

Dettagli

COSTRUZIONI FISICA DELLE COSTRUZIONI

COSTRUZIONI FISICA DELLE COSTRUZIONI COSTRUZIONI FISICA DELLE COSTRUZIONI 1/6 FIREBOLT A2 mod. Standard varnished / galvanized / AISI 316 FIREBOLT A2 mod. STEALTH varnished / galvanized / AISI 316 FIREBOLT A varnished / galvanized / AISI

Dettagli

Elettroforesi in campo pulsato su ceppi di S. aureus: presentazione del protocollo

Elettroforesi in campo pulsato su ceppi di S. aureus: presentazione del protocollo Elettroforesi in campo pulsato su ceppi di S. aureus: presentazione del protocollo Pulsed Field Gel Electrophoresis on strains of S. aureus: presentation of the protocol Walter Vencia IZS Piemonte, Liguria

Dettagli

La qualità vista dal monitor

La qualità vista dal monitor La qualità vista dal monitor F. Paolo Alesi - V Corso di aggiornamento sui farmaci - Qualità e competenza Roma, 4 ottobre 2012 Monitoraggio La supervisione dell'andamento di uno studio clinico per garantire

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for via di Marmiceto, 6/C-56016 Ospeetto PISA P.IVA 01115340505 CCIAA Pi 101169 Report n 2050451/5 UNI EN ISO 12944-6 Corrosion protection of steel structures by protective paint systems Laboratory performance

Dettagli

IDENTIFICAZIONE E VALUTAZIONE DELLA SENSIBILITÀ AGLI ANTIBIOTICI DI BATTERI POTENZIALMENTE PATOGENI ISOLATI DA ANIMALI

IDENTIFICAZIONE E VALUTAZIONE DELLA SENSIBILITÀ AGLI ANTIBIOTICI DI BATTERI POTENZIALMENTE PATOGENI ISOLATI DA ANIMALI Veterinaria, Anno 19, n. 2, Aprile 2005 1 IDENTIFICAZIONE E VALUTAZIONE DELLA SENSIBILITÀ AGLI ANTIBIOTICI DI BATTERI POTENZIALMENTE PATOGENI ISOLATI DA ANIMALI ELISABETTA MAIOLI, ANNA MARCHESE, LORENZO

Dettagli

Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Claudio Jommi @ Università del Piemonte Orientale, Economia e Regolazione del Farmaco pag.

Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Claudio Jommi @ Università del Piemonte Orientale, Economia e Regolazione del Farmaco pag. Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) pag. 1 Confronto tra CEA e BIA La CEA stima i costi e l efficacia incrementali lifetime di una nuova terapia, rispetto ai trattamenti attualmente

Dettagli

Principi tossicologici del risk assessment applicati al food packaging

Principi tossicologici del risk assessment applicati al food packaging Principi tossicologici del risk assessment applicati al food packaging Raffaella Butera Toxicon srl Università degli Studi di Pavia raffaella.butera@unipv.it normativa complessa articolata obiettivi comuni

Dettagli

www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO

www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO www.oktradesignal.com SANTE PELLEGRINO Una semplice strategia per i traders intraday Simple strategy for intraday traders INTRADAY TRADER TIPI DI TRADERS TYPES OF TRADERS LAVORANO/OPERATE < 1 Day DAY TRADER

Dettagli

ITALTRONIC CBOX CBOX

ITALTRONIC CBOX CBOX 61 Contenitori per la Building Automation Materiale: PC/ABS autoestinguente Colore: Grigio scuro È un nuovo sistema PER L EQUIPAGGIAMENTO DI APPARECCHIATURE ELETTRONICHE su scatole elettriche a parete

Dettagli

Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto

Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto Giornata di studio Applicazione del Quality by Design (QbD) ai processi farmaceutici 22 Aprile 2013 Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto Paolo Mazzoni Agenda Cosa è il Quality

Dettagli

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Mario Sarti Microbiologia Clinica Provinciale Azienda USL di Modena 9 STRATEGIE DI REFERTAZIONE PER FAVORIRE L USO APPROPRIATO

Dettagli

Genomica e Proteomica: presente e futuro nelle rilevazione e tipizzazione dei meccanismi di resistenza

Genomica e Proteomica: presente e futuro nelle rilevazione e tipizzazione dei meccanismi di resistenza Genomica e Proteomica: presente e futuro nelle rilevazione e tipizzazione dei meccanismi di resistenza Mosè Favarato Azienda Ulss 12 Veneziana - Dipartimento di Patologia Clinica Laboratorio Analisi SS

Dettagli

Criteri di appropriatezza diagnosticoterapeutica RADIOTERAPIA. prof Giampaolo Biti Università di Firenze

Criteri di appropriatezza diagnosticoterapeutica RADIOTERAPIA. prof Giampaolo Biti Università di Firenze Criteri di appropriatezza diagnosticoterapeutica in oncologia RADIOTERAPIA prof Giampaolo Biti Università di Firenze DEFINIZIONE Appropriatezza Capacità di assicurare, utilizzando le risorse disponibili

Dettagli

BUILT-IN HOODS COLLECTION

BUILT-IN HOODS COLLECTION BUILT-IN HOODS COLLECTION COLLECTION BUILT-IN Fabula 10 Heaven 2.0 11 Heaven Glass 2.0 11 SkyLift 6 SkyPad 10 BUILT-IN CABINET Inca Lux 13 Inca Lux Glass 13 Inca Plus HCS 14 Inca Smart HCS 14 Intra 18

Dettagli

RAPPORTO DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICATION REPORT 0614\DC\REA\12_5

RAPPORTO DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICATION REPORT 0614\DC\REA\12_5 RAPPORTO DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICATION REPORT 014\DC\REA\12_5 Rapporto di classificazione di reazione al fuoco del prodotto : Reaction to fire classification report of product 4W Descrizione : Description

Dettagli

SMART PIU' -28/112 9 greche POLYPIU'-PLAST S.R.L. VIA DELLE INDUSTRIE, 4 21040 GORNATE OLONA (VA)

SMART PIU' -28/112 9 greche POLYPIU'-PLAST S.R.L. VIA DELLE INDUSTRIE, 4 21040 GORNATE OLONA (VA) COSTRUZIONI FISICA DELLE COSTRUZIONI 1/7 SMART PIU' -28/112 9 greche POLYPIU'-PLAST S.R.L. VIA DELLE INDUSTRIE, 4 21040 GORNATE OLONA (VA) Urto con corpo molle secondo p.to 5.4.4.2 EN 14963:2006 Impact

Dettagli

Modello di sicurezza Datocentrico

Modello di sicurezza Datocentrico Modello di sicurezza Datocentrico I dati sono ovunque Chi accede ai dati, a dove accede ai dati e a quali dati accede? Public Cloud Desktop Virtualization Private Cloud Server Virtualization Proteggere

Dettagli

Strumenti della Genetica Molecolare Umana (3) Capitoli 6-7-8

Strumenti della Genetica Molecolare Umana (3) Capitoli 6-7-8 Strumenti della Genetica Molecolare Umana (3) Capitoli 6-7-8 PCR allele specifica-arms (equivalente a ASO) Trova applicazione per individuare specifiche e NOTE mutazioni patogene in un sistema che nel

Dettagli