ANTIBIOGRAMMA: TECNICHE PER LA DETERMINAZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RISULTATO. Giovanni Di Bonaventura, PhD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANTIBIOGRAMMA: TECNICHE PER LA DETERMINAZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RISULTATO. Giovanni Di Bonaventura, PhD"

Transcript

1 ANTIBIOGRAMMA: TECNICHE PER LA DETERMINAZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RISULTATO Giovanni Di Bonaventura, PhD

2 ANTIBIOTIC RESISTANCE... a dark scenario VRE 1st CTX-M ESBL VRE in animals CR-AB clones emerge CTX-M ESBL explosion starts Carbapenemases Enterobacteria; NDM-1 discovered PCR EMRSA Genome sequence Lin-R enterococci Dap-R staphs & enterococci (from: Woodford N, HPA)

3 WHY PERFORM ANTIMICROBIAL SUSCEPTIBILITY TESTS? Individualand and epidemiological purposes The performance of antimicrobial susceptibility testing by the clinical microbiology laboratory is important to: guide physicians in selecting antimicrobial therapy for treatment of individual patients confirm susceptibility to chosen empirical antimicrobial agents choose alternative agents when patient experiences adverse reaction to the (empirical) agents detect resistance in individual bacterial isolates reveal the changing trends in the local (ward, healthcare establishment, region, country) isolates: a guide for empiric therapy choices and antibiotic formulary decisions help the local pattern of antibiotic prescribing detection of outbreaks, requiring the need for implementation/change of infection control practices Data from routine antimicrobial susceptibility testing performed in clinical microbiology laboratories influences the therapeutic decisions for current and future patients

4 WHEN SHOULD A SUSCEPTIBILITY TEST BE PERFORMED? Definingthe etiologic role of a microorganism Synergy between Microbiologistand Clinician Susceptibility testing is indicated for microorganisms causing infections warranting antimicrobial therapy when the susceptibility cannot be reliably predicted based on he known characteristics of the organism: natural vs acquired resistance AST detects acquired resistance only Susceptibility testing should not be performed on probable contaminants: S. epidermidis is occasionally isolated from sterile site cultures (e.g. blood, joint fluid, cerebrospinal fluid) due to inadequate decontamination of the skin during specimen collection S. epidermidis can cause a true bloodstream infection in an immunocompromised patient or an infection at a specific body site (e.g. prosthetic joint, cerebrospinal fluid shunt) in which case, susceptibility testing should be performed Need for clinical informations: clinical symptoms can also be a determining factor when deciding whether to perform susceptibility tests (e.g. diagnosis of urinary tract infection with a low bacterial count) Susceptibility testing should not be routinely performed on commensal microorganisms buton pathogeniconesonly.establishingthe needforsusceptibilitytestingrequiresa close working relationship between Microbiologist and Clinician

5 IN VITRO SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Overview Phenotypictests QUANTITATIVE methods(mic, µg/ml) Broth dilution Agar dilution Gradient methods Automated systems QUALITATIVE methods(s, I, R) Disk diffusion Agar-incorporation breakpoint methods Ancillary tests (to screen/confirm resistance patterns) Genotypic(molecular) tests REFERENCE methods

6 SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Phenotypic tests Commonly used Growth-based, involving: a pure culture, exposed to a range of concentrations of an antimicrobial agent observation of the presence or absence of microbial growth after a period of incubation They are strongly affect by conditions of testing: purity and density of bacterial inoculum medium composition incubation conditions reading method interpretative criteria It is, therefore, mandatory to use standardized methods, as recommended by: CLSI(Clinical and Laboratory Standards Institute) EUCAST(European Union Committee for Antimicrobial Susceptibility Testing)

7 Phenotypic tests broth microdilution Antibiotic is incorporated into broth in doubling concentrations The lowest concentration of antibiotic that prevented visible growth represents the minimal inhibitory concentration (MIC).

8 Phenotypic tests agar dilution Antibiotic is incorporated into agar in doubling concentrations. The lowest concentration of antibiotic that prevented visible growth onto agar represents the minimal inhibitory concentration (MIC).

9 Phenotypic tests broth/agar dilution tests Pros& Cons

10 Phenotypic tests Gradient diffusion A preformed and predefined gradient of varying antibiotic concentrations is immobilized in a dry format onto the surface of a plastic strip. The point where the growth or inhibition margin of the organism intersects the edge of the calibrated strip corresponds to the minimal inhibitory concentration (MIC).

11 Phenotypic tests Gradient diffusion-based commercial tests Etest (biomerieux) M.I.C. Evaluator (M.I.C.E.; Oxoid) MIC test strip (Liofilchem)

12 Phenotypic tests gradient diffusion Pros& Cons

13 Phenotypic tests Automated Systems Before the 1970s, labor-intensive manual susceptibility testing was the dominant method. Use of instrumentation can standardize the reading of end points and often produce susceptibility test results in a shorter period than manual readings because sensitive optical detection systems allow detection of subtle changes in bacterial growth. In 1974, the first automated system known as the Autobac I disk elution system was introduced by Pfizer Diagnostics. Now, more than 80% of clinical laboratories report using an automated instrument for primary susceptibility testing.

14 Phenotypic tests Automated Systems VITEK 2 (biomerieux) Microdilution tray Panel inoculation Reading technology Results available in Data analysis miniaturized automated colorimetric 8h (4-12h) ++ MICROSCAN WalkAway standard size manual (Siemens) PHOENIX (BD Diagnostics) SENSITITRE (Trek Diagn. Sys.) photometric/ fluorescent 20h (17-28h) ++ miniaturized manual colorimetric 10h (7-16h) +++ standard size manual fluorescent 15h ++ modified from: Kuper et al., Pharmacotherapy 2009

15 Phenotypic tests Automated systems Pros& Cons

16 Phenotypic tests Disk diffusion(kirby-bauer) Images from: EUCAST 2012 Version 2.1

17 Phenotypic tests Disk diffusion Pros& Cons -test simplicity, not requiring any special equipment -the provision of categorical results easily interpreted by all clinicians - flexibility in selection of antibiotics for testing -it is the least costly of all susceptibility methods - the lack of mechanization/automation of the test -difficult reading with bacteriostaticor high molecular weight antibiotics (vancomycin, colistin, macrolides) -not all fastidious or slow growing bacteria can be accurately tested; test has been standardized for testing streptococci, Haemophilusinfluenzae, and N. meningitidis

18 MICs and zone sizes are meaningless unless you apply interpretative criteria CLSI and EUCAST develop and promulgate MIC breakpoints employing some combination of four criteria: MIC frequency distribution analysis MIC assessment in the context of the presence or absence of known mechanisms of resistance evaluation of MICs based on drug levels in patients receiving antibiotic therapy(i.e. PK/PD analysis) clinical correlation (response rates in patients with infection compared to the drug MICs associated with their infecting pathogens) clinical breakpoints(clsi, EUCAST)indicate likelihood of therapeutic success (S) or failure (R) of antibiotic treatment based on microbiological findings (S Y mg/l and R> Z mg/l)an intermediate result (Y < I< Z mg/l) indicates thatclinical response is likely to be less than with a susceptible strain. epidemiological cut-off values (ECOFFs) (EUCAST)separate microorganisms without (wild type) and with acquired or mutational resistance (non-wild type) (WT X mg/l)

19 CLSI vs EUCAST La transizione dai criteri CLSI a quelli dettati da EUCAST comporterà, in alcuni casi, un abbassamento dei breakpoints e, di conseguenza, per alcune specifiche combinazioni microrganismo/antibiotico verrà data una interpretazione dell antibiogramma leggermente più restrittiva : alcuni isolati che prima venivano refertati come S risulteranno I o R (Tabella 1). non viene più consigliato il saggio di sensibilità per alcune combinazioni microrganismo/antibiotico non ritenute opportune in ambito terapeutico (Tabella 2).

20 Kirby-Bauer Interpretazione dei risultati CLSI breakpoints

21 Kirby-Bauer Interpretazione dei risultati Esempio di curva di regressione tra i valori di MIC (mcg/ml) ed i diametri degli aloni di inibizione (mm) ottenuti nel KB.

22 Kirby-Bauer Interpretazione dei risultati EUCAST breakpoints

23 Microdiluizione in brodo / E-test Interpretazione dei risultati CLSI breakpoints

24 Refertazione dell antibiogramma Il Laboratorio di Microbiologia è di fatto un forte induttore di terapie antibiotiche, alcune appropriate, altre meno. Il referto microbiologico può costituire uno Il referto microbiologico può costituire uno strumento formidabile di comunicazione per l orientamento nell interpretazione degli esiti, ma anche la formazione e l aggiornamento su specifiche problematiche.

25 Refertazione dell antibiogramma Informazioni desumibili Risposte alle domande del Clinico: Qual è il patogeno in causa? La terapia empirica impostata è efficace anche sul patogeno isolato? Quali sono i farmaci che posso utilizzare in alternativa alla terapia empirica? Meno tossici Per via orale In realtà molte altre informazioni possono essere desunte meccanismo di resistenza probabile (testsaggiuntivi per determinare genotipi/fenotipi di resistenza: ESBL, meca, VISA, VRSA, etc.) es. farmaci equivalenti (sia R che S)

26 Refertazione dell antibiogramma Informazioni desumibili Test aggiuntivi per stafilococchi: Nitrocefin ß lattamasi Se POS = inattività di Penicillina e di tutte le molecole rappresentate Lattice per PBP2a meca Se POS = inattività di tutti i ß lattamici D-test MLSB inducibile Se POS = inattività di Macrolidi e Clindamicina Vancomicina Screen Agar VISA e VRSA Se POS = ridotta attività dei glicopeptidi (?)

27

28 Interpretazione critica dell antibiogramma: MIC Note interprertative MBC Killing quotient Expert rules

29 Interpretazione critica dell antibiogramma: MIC MIC = numero magico? NON SEMPRE! La maggior parte dei Clinici non ne comprende appieno il significato Inoltre, non è probabilmente il parametro più adeguato per descrivere la complessità dei meccanismi di resistenza E' compito del Microbiologo spiegarne il significato Se correttamente interpretata e utilizzata, la MIC è uno strumento di grande utilità per la scelta della migliore strategia terapeutica, soprattutto in caso di particolari infezioni (endocarditi, osteomieliti, etc.), la cui criticità è dovuta a: sede di infezione (sangue, cuore, sistema nervoso centrale, polmone, tessuti profondi); condizioni cliniche del paziente; microrganismi multi-resistenti (MDR).

30 Interpretazione critica dell antibiogramma: MIC Per interpretare il valore di MIC in maniera corretta è necessario considerare che: valori preceduti da segno indicano che la crescita del microrganismo è stata inibita dalla più bassa concentrazione di antibiotico saggiata; esprimono, quindi, una notevole sensibilità indipendentemente dall entità del valore numerico. Esempio: MIC antibiotico X 8 MIC antibiotico Y 0,5 Il microrganismo è sensibile tanto a X quanto a Y se non preceduto da tale segno, il valore della MIC dovrebbe essere valutato anche in relazione alla distanza del valore dal breakpoint di sensibilità, tenendo presente che Antibiotico X vengono testate concentrazioni al raddoppio. Esempio: MIC antibiotico X = 0.25 (con breakpoint = 0.5) MIC antibiotico Y = 1 (con breakpoint = 8) Y è l antibiotico con la MIC più favorevole Antibiotico Y

31 Interpretazione critica dell antibiogramma: Note interpretative In alcuni casi, il referto può essere integrato da note o commenti utili perché il Clinico possa interpretare ed utilizzare al meglio i risultati analitici. ESEMPIO 1: per il riscontro di MIC delle cefalosporine inferiori o uguali al limite di sensibilità in ceppi produttori di β-lattamasi a spettro esteso (ESBL) viene aggiunto un commento che segnala la possibilità di un insuccesso terapeutico nella terapia delle infezioni gravi. ESEMPIO 2: P. aeruginosa da emocoltura Le infezioni da P. aeruginosain pazienti granulocitopenici e le infezioni gravi in altri pazienti dovrebbero essere trattate con dosi massime di una penicillina anti-pseudomonas(carbossi-oppure ureido-penicillina) oppure ceftazidime in associazione con un aminoglicoside (CLSI, 2010).

32 Interpretazione critica dell antibiogramma: Attività battericida E necessario considerare la attività battericida di un antibiotico, SOPRATTUTTO in questi casi particolari: infezioni gravi: osteomieliti, endocarditi, meningiti, polmoniti focolaio di infezione situato in distretti anatomici difficilmente accessibili all antibiotico Concentrazione Minima Battericida (MBC): La più bassa concentrazione di antibiotico in grado di eradicare la crescita batterica di almeno il 99.9% (1 germe su elude l azione antibiotica) rispetto alla popolazione iniziale.

33 Interpretazione critica dell antibiogramma: killingquotient Tasso di uccisione (KQ) = MBC / MIC 1 KQ 4 per antibiotici battericidi (beta-lattamici, aminoglicosidi, chinolonici, glicopeptidi, cotrimossazolo, etc.) KQ > 4 per antibiotici batteriostatici (macrolidi, sulfamidici, trimethoprim, tetracicline, cloramfenicolo, etc.)

34 Interpretazione critica dell antibiogramma: expert rules Nella valutazione della antibiotico-sensibilità, una expert rule (ER; regola esperta ) descrive un azione da intraprendere sulla base di specifici risultati ottenuti nei tests di antibiotico-sensibilità. ERs sono basate sui vigenti breakpoints clinici e sulla conoscenza dei meccanismi di resistenza. ERs possono essere di ausilio al Microbiologo ed al Clinico nella interpretazione dei tests di antibiotico-sensibilità. ERs sono dettate da EUCAST (http://www.eucast.org): pubblicate per la prima volta nel 2008, vengono costantemente aggiornate. Attualmente, sono divise in: resistenza intrinseca fenotipi eccezionali regole interpretative

35 How well do the results of phenotypic AST predict therapeutic outcome? In general, resistance as determined by use of in vitrosusceptibility tests is nearly always an independent risk factor for therapeutic failure in patients with infection who are treated with antimicrobial agents. BUT Does resistance alwayspredict failure; does susceptible alwaysdenote Does resistance alwayspredict failure; does susceptible alwaysdenote favorable response to therapy? Murray et al, AAC 1983

36 How well do the results of antimicrobial susceptibility tests predict therapeutic outcome? Essentially the same observations were made in other studies examining the clinical predictive value of several antibiotic MICs (i.e. meropenem, cefoperazone, ciprofloxacin)in immunocompetent patients,with monomicrobic infections treated with a single antibiotic administered parenterally in circumstances in which the penetration of drug to the site of infection is predictable: Gerber A. U., and W. A. Craig Worldwide clinical experience with cefoperazone. Drugs 22: Weinstein et al The clinical significance of positive blood cultures: a comprehensive analysis of 500 episodes of bacteremia and fungemia in adults. Rev. Infect. Dis. 5: Washington, J. A Discrepancies between in vitro activity and in vivo responsetoantimicrobialagents. Diagn. Microbiol. Infect. Dis. 1: Forrest, A., etal Pharmacodynamicsofintravenousciprofloxacinin seriously ill patients. Antimicrob. Agents Chemother. 37: Doern, G. V Interpretive criteria for in vitro antimicrobial susceptibility tests. Rev. Med. Microbiol. 6: Nguyen, M. H., V. L. Yu, and A. J. Morris Antimicrobialresistanceand clinical outcome of Bacteroidesbacteremia: findings of a multicenter prospective observational trial. Clin. Infect. Dis. 30: Evans, M. R., et al Short-term and medium-term outcomes of quinolone-resistant Campylobacter infection. Clin. Infect. Dis. 48: the rule (Rex & Pfaller, 2002): a susceptible result is associated with a favorable therapeutic response in 90-95% of patients when the infecting bacterium has been determined to be resistant, notwithstanding this result, nearly 60% of patients can be expected to respond to therapy

37 Why is that? PROBABLY BECAUSE OF EXPERIMENTAL SETTING: Drugs are tested in the laboratory as single agents against pure cultures of planktonic putative pathogens NOT REPRESENTATIVE FOR PATIENTS: with polymicrobial infections with biofilm-associated infections receiving combination therapy receiving non-standardized dosage amounts of drug having an infection in sites where drug concentrations are different what would be predicted based on plasma pharmacokinetic determinants (e.g. urinary tract infections) infected with microorganisms more/less virulent (virulence determinants expression) MOREOVER : ASTs are performed in the absence of host factors (complement, cytokines, white blood cells, antibodies) that mitigate for or against improvement or disease progression in patients with infections

38 IN VITRO SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Overview Phenotypictests QUANTITATIVE methods(mic, µg/ml) Broth dilution Agar dilution Gradient methods Automated systems QUALITATIVE methods(s, I, R) Disk diffusion Agar-incorporation breakpoint methods Ancillary tests (to screen/confirm resistance patterns) Genotypic(molecular) tests

39 SUSCEPTIBILITY TESTING METHODS Genotypic tests-detection of antimicrobial resistance determinants TECHNIQUES Single and multiplex PCR Real-time PCR DNA sequencing Hybridisation-based techniques Simple sample preparation REQUIREMENTS Must be rapid (TATs), inexpensive, accurate, and easy! - directly from the specimens -rapid (i.e., less than 30 min test for ESBL detection) Platform must be sufficiently versatile to justify investment - target several key species by multiplex approached - several targets for Gram-negative resistance (e.g. carbapenemases) Relatively hands-free, with scope for automation Black box approach: molecular biology steps hidden Simple end-product detection

40 Detection of resistance determinants requires technologies capableof high-throughput multiplexing Real-time PCR is affected by the limited number of unique fluorophores that can be used for simultaneous detection of multiple targets (max 6 detection channels): GeneXpertSystem (Cepheid, Sunnyvale, CA): C. difficile, MRSA, Enterovirus, vana, GBS, Flu(not simultaneously) Liquid-phase microarrays: LuminexXTAG technology (Luminex, Austin, TX): microspheres labeled with red dye to simultaneously detect up to 100 targets in a single reaction tube. BeadExpress(Illumina, San Diego, CA): holographic beads to label up to 300 targets simultaneously, but it has not been tested in a clinical laboratory or with antimicrobial resistance targets. Solid-phase microarrays: NanosphereInc. (Northbrook, IL): simultaneously identifys. aureus, CoNS, Streptococcus spp. (-anginosus, -pneumoniae, -pyogenes, - agalactiae), and Micrococcusspp., in addition to detecting meca, vana, and vanb directly from positive bloodcultures

41 Using molecular assays to: confirm phenotypic assays Several reports have described the use of PCR to confirm the presence of KPCs in members of the family Enterobacteriaceaefollowing identification of resistance by phenotypic assays. The modified Hodge test (MHT) is replaced by PCR, eliminating the subjectivity of MHT and confirming the presence of the KPC resistance determinant. predict treatment failure better than phenotypic assays Enterobacteriaceae bacteria are often found to have low MICs for many betalactams, but patients frequently fail therapy with these agents because ESBLs and AmpC resistance genes are expressed at high levels only when induced by an environmental stimulus, absent in the experimental setting of a phenotypic assay. The presence/absence of mecais a much better predictor of failure in patients with S. aureus infections treated with beta-lactamsthan is any in vitroast Marschall J, et al. J Clin Microbiol 2009;47:239 Tenover. Ann. N. Y. Acad. Sci. 2010;1213:70

42 Clinical significance of molecular tests rapid PCR (GeneXpert system; Cepheid, Sunnyvale, CA) differentiation between S.aureusand CoNS, and assessment of methicillin resistance from positive blood cultures combining this system with an effective antimicrobial stewardship program, vancomycin treatment was reduced of 1.7 days, length of stay in ICU of 6.2 days, reaching an overall savings of $21,000 per patient per septic episode

43 MOLECULAR DETECTION OF RESISTANCE DETERMINANTS Inherent technical challenges Adequate clinical specificity meca(also found in methicillin-resistant CoNS) vana(also associated with vancomycin-resistant S. aureus) vanb (also found in Streptococcus mitis, Streptococcus bovis, Eggerthella lenta, Clostridium spp., and Ruminococcus lactaris) genes in commensals Adequate clinical sensitivity to reveal low level of expression, without detecting contaminating organisms Differentiation between plasmid and chromosomal carriage of genes KPC genes: plasmidic(high expression) vs chromosomal(may not be expressed) Identification of subtle single nucleotide polymorphisms (SNPs) TEM10 differs from TEM12 by a single aminoacid(but differs by 100-fold in resistance) Detection of known mechanisms only (availability of sequence data) - resistant isolates with known genes identified (new variants, if sufficient homology) - many, but not all (more than 200 unique ESBLs described) Finding a genetic resistance determinant is not sufficient - false-resistance (no or partial expression; partial gene)

44 WHAT S NEXT FOR AST? MALDI-TOF... a significant departure from traditional molecular techniques direct detection of resistance determinants by MALDI-TOF has remained elusive because many proteins involved in drug resistance, such as the beta-lactamases, are frequently not expressed at high levels compared to other bacterial proteins. a solution to this issue may involve using a MALDI-TOF mass spectrometer to detect the metabolites produced as a result of the beta-lactamase hydrolysis reaction rather than the beta-lactamase itself.

45 WHAT S NEXT FOR AST? MALDI-TOF... a significant departure from traditional molecular techniques this method has significant potential but may not replace all ASTs due to: the multiple manipulations required; the variability of antimicrobial targets (targets that do not involve direct metabolism of the antibacterial cannot be detected using this method).

46 WHAT S NEXT FOR AST? CHIPS... with everything you desire Array technology-based TOTAL PROFILING (more cost-effective than PCR) species identification resistance genes virulence genes epidemicitypredictors strain-specific markers

47 TO SUM UP AST is not an exact science. The clinical predictive value of in vitroast is currently often limited. For this reason, care should be exercised in deciding when to perform AST on bacteria recovered from patients with infection. What can be done about enhancing the clinical predictive value of in vitro AST? establishing MIC breakpoints on the bases of correlation of MICs with outcome in patients with infection (need for carefully structured clinical studies) detecting bacterial resistance determinants, better if directly in clinical material, as a surrogate for, or replacement of, in vitro tests for antibacterial activity Although molecular assays have significant potential, they cannot replace phenotypic testsbecause of inherent technical limitations to be solved. Until we have better in vitropredictors ofoutcome, itismore importantthanever thatmicrobiologistextends their scope of activities to include extensive interaction with Clinician in trying to optimize the use of the AST results.

48 The distance between the clinical microbiology laboratory and the ill patient s bed is only as long as you, Microbiologist and Clinician,choose to make it (Silas G. Farmer, 1977, personal communication)

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Mario Sarti Microbiologia Clinica Provinciale Azienda USL di Modena 9 STRATEGIE DI REFERTAZIONE PER FAVORIRE L USO APPROPRIATO

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE AZIENDA OSPEDALIERA DI COSENZA COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Delibera n. 328 del 25 marzo 211 COMITATO TECNICO PREPOSTO AL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Dr.

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi

infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi Gestione del rischio clinico indicazioni per la gestione delle infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi Gestione del rischio clinico indicazioni per la gestione delle infezioni da enterobacteriaceae

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

L antibiogramm Inutile,necessar ed indispensabile

L antibiogramm Inutile,necessar ed indispensabile Per la terapia DOSSIER MASTITI di una mastite in atto il ricorso a tale test L antibiogramm Inutile,necessar ed indispensabile riveste scarsa importanza. Ma fornisce preziosissime informazioni per le cure

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. Epidemiologia, fisiopatologia e diagnosi delle patologie da Candida spp.

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. Epidemiologia, fisiopatologia e diagnosi delle patologie da Candida spp. Epidemiologia, fisiopatologia e diagnosi delle patologie da Candida spp. Chiara de Waure, Chiara Cadeddu, Maria Rosaria Gualano, Giuseppe La Torre, Walter Ricciardi Introduzione Le Candida spp. sono lieviti

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes DISS. T N. 21754 Synthesis and eactivity of lica-grafted idium incer Complexes A dissertation submitted to T ZUIC for the degree of DCT F SCINCS resented by MATIN IMLDI Dottore magistrale in Scienze Chimiche,

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Le Infezioni nosocomiali nella realtà degli Ospedali liguri: un up to date con il contributo di casistiche personali ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Dott.. G. CALCAGNO Responsabile S.S. Prevenzione rischio

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii

Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii Gestione del rischio clinico Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria, politiche sociali e famiglia Edizione ottobre

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Valutazione delle tecnologie emergenti

Valutazione delle tecnologie emergenti Dott Tom Jefferson Consulente Sez. Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo Valutazione delle tecnologie emergenti Dispositivi Impiantabili: revisioni legislative" - Roma, 7 novembre 2013 L Agenzia Ente

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.)

MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.) Diss. ETH Nr. 13793 MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.) A dissertation submitted to the SWISS FEDERAL INSTITUTE OF TECHNOLOGY ZÜRICH For the degree

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I)

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ESEMPIO 1 (continua): La costruzione del modello di Cox viene effettuata tramite un unico comando. Poiché il modello contiene una covariata categoriale

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public:

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public: 1 Pila.h versione 6 struct Pila { private: int size; int defaultgrowthsize; int marker; int * contenuto; void cresci(int increment); public: Pila(int initialsize) ; Pila(); ~Pila() ; void copy(pila * to)

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len;

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len; /* Date in ingresso una frase, dire se una è palindroma */ #include #define MAX 100 int main() /*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i,

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli