CONSORZIO ITALIANO BIOGAS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSORZIO ITALIANO BIOGAS"

Transcript

1 CONSORZIO ITALIANO BIOGAS Rassegna Stampa del 12/06/2013 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE CONSORZIO ITALIANO BIOGAS Il capitolo non contiene articoli ENERGIE RINNOVABILI 12/06/2013 Il Messaggero - Umbria Pian d'assino, no unanime al nuovo impianto biomasse 12/06/2013 Il Gazzettino - Pordenone Consiglio aperto sul biogas, l'aula boccia la proposta 12/06/2013 QN - La Nazione - Arezzo «No alle biomasse», adesso lo urlano tutti 12/06/2013 QN - La Nazione - Lucca Biomasse del Serchio «perde» l'asta per i certificati verdi 12/06/2013 MF - Nazionale CHINA DESK 12/06/2013 MF - Nazionale Emirati Arabi e Italia si incontrano al Conero 12/06/2013 Eco di Bergamo Da Seriate la start up del solare che ha messo in carica Bill Gates 12/06/2013 Il Denaro Generatori di energia termica green Megaris, prototipo made in Campania 12/06/2013 La Liberta Impianto di biogas, a Borgotrebbia raccolta firme per avere informazioni 12/06/2013 La Liberta Centralina, iter verso la conclusione 12/06/2013 La Liberta Bettola, brava l'amministrazione provinciale per lo stop 12/06/2013 Unione Sarda Impianto fotovoltaico regalato alla scuola 11/06/2013 M&A Meccanica e Automazione NOVITÀ ABB PER ENERGIE RINNOVABILI E HVAC

3 11/06/2013 TIS - Il Corriere TermoIdroSanitario Conto TermiCo 11/06/2013 Data Manager online Record negativo di emissioni di CO2 nel 2012: la Cina supera gli USA 11/06/2013 tech-plus.it Wwf: riprenditi l'energia 11/06/2013 Marketpress AMBIENTE/ENERGIA: SARA VITO, REGIONE FVG PROTAGONISTA SCELTE INNOVATIVE 11/06/2013 Marketpress CENTRALINA SUL TREBBIA, LA REGIONE EMILIA ROMAGNA DICE "NO" 11/06/2013 Marketpress ENERGY EXPLORER, PRESENTATO PROGETTO DIDATTICO: IMPIANTI DA ENERGIE RINNOVABILI NON SONO DETRATTORI DELL AMBIENTE 11/06/2013 WallStreetItalia 15:33 Giappone, moglie Shinzo Abe: "No nucleare, meglio esportare energia pulita" 12/06/2013 Il Quotidiano della Basilicata «Bene fa Bubbico a fare i nomi e ad imporre una linea sulla tutela del paesaggio lucano» 12/06/2013 L'Eco del Chisone - N giugno 2013 Biomasse a Luserna S.G.: il sindaco è di parte 12/06/2013 L'Eco del Chisone - N giugno 2013 Paesana rifi uta 7 milioni e 40 posti di lavoro? 11/06/2013 Rivista del Vetro La nuova geopolitica dell'energia 11/06/2013 Pmi.it 09:39 Certificati Verdi e Grigi: contabilitã per produttori di Energia 11/06/2013 Rugiadapoint.it Fotovoltaico in Nigeria: 10 GW solare entro il /06/2013 Yahoo Finanza 00:52 Produttori rinnovabili a Corsera: il solare non è un flop

4 ENERGIE RINNOVABILI 27 articoli

5 12/06/2013 Il Messaggero - Umbria Pag. 38 (diffusione:210842, tiratura:295190) Pian d'assino, no unanime al nuovo impianto biomasse Pian d'assino, no unanime al nuovo impianto biomasse Il Comune dice sì alle tesi del Comitato verde UMBERTIDE UMBERTIDE «No» all'impianto a syngas di Pian d'assino. L'ha detto il consiglio comunale di Umbertide, approvando all'unanimità un ordine del giorno nel quale vengono recepite e fatte proprie le motivazioni esternate dai cittadini e rappresentate dal Comitato verde costituito nella frazione. Dopo domani, poi, l'assise municipale avvierà il percorso di revisione del piano regolatore generale per disciplinare, nel rispetto della normativa vigente, l'insediamento di impianti per la produzione di energia rinnovabile, tenendo conto delle zone particolarmente sensibili dal punto di vista ambientale. Il documento varato è la sintesi di quattro ordini del giorno e di una mozione presentati da Psi, Pd, Prc Pdl e dal consigliere Luigino Orazi. «Si è tenuto conto delle varie esigenze evidenziate dalla forze politiche di maggioranza e di opposizione», dichiara soddisfatto il sindaco Marco Locchi. «Il consiglio comunale - sottolinea - ha espresso con determinazione la sua contrarietà all'impianto a biomasse di Pian d'assino, dimostrando un grande senso di responsabilità nei confronti di Umbertide e dei suoi abitanti». Nel dettaglio sindaco e Giunta minicipale vengono impegnati a richiedere un immediato incontro con l'arpa, a intraprendere ogni azione possibile nei limiti delle proprie competenze nei confronti dei soggetti ed enti preposti al rilascio delle autorizzazioni affinchè garantiscano che l'impianto non provochi danni ambientali e non presenti rischi per la sicurezza. Nel frattempo, l'ente locale dovrà dotarsi di un piano in grado di programmare in maniera sistemica, integrata, equilibrata la tipologia degli impianti, la loro finalità, la dislocazione, l'impatto ambientale, i riflessi per la salute, i benefici ed i costi per la comunità, i sistemi di approvvigionamento, valutando il potenziale energetico della zona. W. Rond. RIPRODUZIONE RISERVATA ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/2013 5

6 12/06/2013 Il Gazzettino - Pordenone Pag. 18 (diffusione:86966, tiratura:114104) SAN QUIRINO Consiglio aperto sul biogas, l'aula boccia la proposta SAN QUIRINO - (mm) Niente consiglio comunale aperto sull'impianto biogas attivo nella frazione di San Foca. Il sindaco Corrado Della Mattia e la maggioranza hanno respinto la richiesta di Stefano Santarossa, capogruppo di San Quirino cambia, appoggiato dai consiglieri dell'altra lista di minoranza, Salviamo San Quirino. Il dibattito consiliare non ha potuto così dare la parola agli esponenti del comitato Per la salvaguardia di San Foca, presenti tra il pubblico a Villa Cattaneo. A giustificazione del no espresso è stato citato un articolo dello regolamento delle adunanze, che non prevede l'apertura della seduta, essendo il comitato non costituito ufficialmente. Molto deluso, in particolare, il consigliere Santarossa. «Dispiace che non siano potuti intervenire i cittadini: avrebbero letto una relazione. Sicuramente un'occasione persa per confrontarsi. Le risposte del sindaco sono state le «solite», in primis che non potevano non approvare l'impianto. Secondo noi, invece, c'erano margini per bloccarlo», commenta l'esponente di opposizione. Il leader dei Radicali friulani promette così «di continuare a vigilare sulla centrale. Mi risulta, per esempio, che abbiano cominciato a spargere il digestato prima del consentito». riproduzione riservata ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/2013 6

7 12/06/2013 QN - La Nazione - Arezzo Pag. 15 (diffusione:136993, tiratura:176177) «No alle biomasse», adesso lo urlano tutti Umbertide: il consiglio comunale approva all'unanimità il documento contro la centrale - UMBERTIDE - UN ORDINE del giorno 'globale' per fermare la centrale a biomasse di Pian D'Assino. E così l'urlo dei cittadini e il balbettìo iniziale dell'amministrazione comunale si sono trasformati in un corale «no», un concerto a più voci dove hanno trovato spazio le istanze del Comitato verde di Pian D'Assino, quelle dei partiti e quelle del Comune, schieratosi dalla parte della gente, preoccupata e imbufalita. Ben cinque i documenti portati in consiglio comunale dalle varie forze politiche (Psi, Pd, Prc, Pdl e dal consigliere Luigino Orazi) e confluiti, dopo qualche tensione in aula consiliare, in un documento congiunto approvato all'unanimità. SODDISFATTO, il sindaco Locchi spiega: «La posizione già espressa chiaramente dall'amministrazione è stata ribadita con forza anche dal Consiglio Comunale con un documento che tiene conto delle varie esigenze evidenziate dalle forze politiche di maggioranza ed opposizione. Con questo ordine del giorno il Consiglio ha espresso con determinazione la sua contrarietà alla realizzazione dell'impianto a biomasse a Pian D'Assino, dimostrando un grande senso di responsabilità nei confronti di Umbertide e dei suoi cittadini». Numerosi i punti toccati dall'odg. Tra questi l'impegno a promuovere nel territorio assemblee per discutere del tema delle energie da fonti rinnovabili. Si chiede poi un immediato incontro con Arpa e quindi di avviare, nelle istituzioni interessate, una riflessione in materia di 'rinnovabili', tenendo presente una logica di salvaguardia complessiva del territorio e di tutela della salute dei cittadini. Agli enti e agli organismi preposti al rilascio delle autorizzazioni si chiede la garanzia che «l'impianto non provochi danni ambientali e non presenti, in relazione alla possibile locazione, rischi per la sicurezza». Il documento impegna l'amministrazione ad effettuare tutte le opportune verifiche per una eventuale modifica al Piano regolatore in ordine alle norme disciplinano l'utilizzo delle fonti rinnovabili. Il Comune dovrà anche dotarsi di un piano territoriale in grado di programmare in maniera sistemica ed equilibrata la tipologia degli impianti. Pa.Ip. Image: /foto/1594.jpg ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/2013 7

8 12/06/2013 QN - La Nazione - Lucca Pag. 16 (diffusione:136993, tiratura:176177) Biomasse del Serchio «perde» l'asta per i certificati verdi Alce: «La colpa è dei molti ricorsi contro il progetto» MARCO NICOLI di MARCO NICOLI LA BIOMASSE del Serchio non ha partecipato all'asta per i certificati verdi, il cui termine scadeva lunedì 10 giugno. La nuova società, costituita appositamente a questo scopo, nell'ottica della costruzione dell'impianto a biomasse presso l'alce di Fornoli, conferma tuttavia la volontà di partecipare alla prossima asta, che dovrebbe tenersi in agosto. In un comunicato, diffuso ieri pomeriggio, tramite l'associazione Industriali di Lucca, la Biomasse del Serchio addossa la responsabilità di questo ritardo ai numerosi ricorsi avversi al progetto, recentemente definiti dal Consiglio di Stato con il loro integrale rigetto, che non hanno consentito di completare nei tempi utili le complesse procedure per l'assegnazione della potenza in asta e il conseguente ottenimento degli incentivi entro la scadenza del 10 giugno. «MALGRADO ciò - aggiunge la nota - tutti gli attori coinvolti nella realizzazione di questo progetto confermano la propria volontà e massima determinazione nel portare a termine la realizzazione della Centrale a biomasse legnose autorizzata nello stabilimento di Fornoli, convinti dell'importanza economica e delle ricadute sul territorio che questa iniziativa potrà avere nel futuro. Nel frattempo proseguono i lavori sul sito che consentiranno l'inserimento dei nuovi impianti. L'obiettivo primario dei partners coinvolti nell'importante investimento è di proseguire con tutte le azioni necessarie per partecipare alla prossima asta." Biomasse del Serchio ribadisce, dal suo punto di vista, la validità del progetto della centrale, sostenendo come lo stesso coniuga benefici occupazionali, sia diretti che di indotto, con la tutela della salute e dell'ambiente e conclude affermando che "si deve purtroppo sottolineare come sia inconcepibile che, per opposizioni di pochi confermatesi infondate, la realizzazione di impianti ritenuti per legge 'di pubblica utilità, indifferibili ed urgenti' sia ostacolata." C'è preoccupazione fra i lavoratori ormai prossimi alla scadenza della cassa integrazione in deroga. Image: /foto/4019.jpg ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/2013 8

9 12/06/2013 MF - Ed. nazionale Pag. 4 (diffusione:104189, tiratura:173386) CHINA DESK a cura di Mariangela Pira Le riforme del Partito Comunista L'anno scorso i leader cinesi avevano annunciato un rinnovamento e riforme, ma finora non c'è stato nulla di significativo. Il Congresso ha confermato il ruolo di importanti riformisti tecnocrati come Zhou Xiaochuan e Lou Jiwei. Liu He è diventato responsabile dello Small Group of the Economics and Finance Leadership (gruppo che all'interno del Partito Comunista si occupa di economia e finanza). Dall'incontro del Partito Comunista Cinese comunque sono usciti segnali di riforme a livello politico, scrive Barry Naughton della Hoover Institution Stanford University, da parte sia del Partito sia del Consiglio di Stato. Il progresso di queste iniziative dovrebbe essere strettamente monitorato. Forse rivisti i dazi sul fotovoltaico... Il ministro dell'economia tedesco Philipp Roesler si è detto ottimista sul fatto che gli Stati membri dell'ue, che avranno l'ultima parola sulla decisione d'imporre dazi all'import di pannelli solari cinesi, correggeranno l'azione della Commissione Ue....che fanno preoccupare il big Yingli Continuano le preoccupazioni dopo la decisione della Commissione Ue di imporre dazi sul fotovoltaico. Questi dovrebbero essere imposti non solo sui prodotti realizzati in Cina ma anche su quelli realizzati in altri Paesi ma spediti dalla Cina. «Ci dispiace che la Commissione Ue insista su questo», ha dichiarato Liansheng Miao, presidente e ceo di Yingli Green Energy. «L'applicazione di tariffe punitive causeranno una stagnazione dell'industria fotovoltaica in Europa». Yingli è leader a livello globale nell'energia solare. ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/2013 9

10 12/06/2013 MF - Ed. nazionale Pag. 10 (diffusione:104189, tiratura:173386) SCATTA DOMANI MARCHE ENDURANCE LIFESTYLE, MIX TRA ECONOMIA, CAVALLI E CULTURA Emirati Arabi e Italia si incontrano al Conero Nicola Brillo Aziende degli Emirati Arabi e pmi italiane dialogheranno per tre giorni nelle Marche per trovare nuove opportunità di business. Prende il via domani, e proseguirà fino a domenica, Marche Endurance Lifestyle, format che unisce economia, sport e cultura, a Marcelli di Numana (Ancona). Durante la quattro giorni nella Riviera del Conero sono previsti numerosi incontri e scambi bilaterali, che vedranno impegnati manager di società emiratine nei distretti industriali delle Marche e delle regioni limitrofe. Sintesi dell'evento sarà Business forum Italy-Uae (venerdì 14 giugno alle 17) all'auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona su Investment and strategic partnership. Ospite dell'incontro il ministro dell'economia degli Emirati Arabi Uniti, Sultan bin Saeed Al Mansouri, e il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato. Nelle Marche arriveranno una dozzina di aziende selezionate dal Khalifa Fund, l'organo indipendente del governo di Abu Dhabi, che ha come obiettivo la competitività degli Emirati, con particolare interesse alle piccole e medie imprese. A guidare la spedizione ci sarà il ceo del fondo, Abdullah Al Darmaki, che andrà alla scoperta del tessuto imprenditoriale italiano, in particolare delle aziende che si occupano di trasferimento di tecnologia, agricoltura e agribusiness, food and beverage, information technology, energie rinnovabili e green economy e servizi per la salute. Inoltre il Marche Endurance Lifestyle si caratterizzerà come primo momento di attuazione degli accordi sottoscritti lo scorso novembre in occasione della visita di Stato dell'ex presidente del consiglio Mario Monti negli Emirati. Quest'anno la formula ideata andrà oltre il classico appuntamento dei B2B, evolvendosi in un Forum finalizzato all'attrazione di investimenti, approfondito attraverso workshop dedicati. L'iniziativa è realizzata da Sistemaeventi e Regione Marche e ha raccolto il patrocinio della presidenza del Consiglio, ministero degli Affari esteri e Sviluppo economico e numerosi enti locali. Ma ci sarà spazio anche per lo sport nella Riviera del Conero. All'interno di Marche Endurance Lifestyle ci sarà la Conero Endurance Cup, in programma sabato 15 giugno, che vedrà sfidarsi cavalieri di tutto il mondo su un percorso interamente ricavato all'interno del Parco regionale del Conero. In gara cavalieri di valore mondiale, a cominciare da Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum, principe ereditario di Dubai e secondo classificato lo scorso anno sui 160 chilometri alle spalle del padre Sheikh Mhammed bin Rashid Al Maktoum, e dal marocchino Hmad Bahman, secondo un anno fa sui 90 chilometri. Di prim'ordine il lotto di italiani, guidato da Emanuele Fondi (vincitore del titolo tricolore 2012), Marco Sardo (primo nel ranking mondiale Fei) e Angela Origgi (campionessa del mondo a squadre 2005). La copertura televisiva dell'evento è a cura di ClassHorseTV mentre MF-Milano Finanza è media partner insieme a Class Editori. ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

11 12/06/2013 Eco di Bergamo (diffusione:54521, tiratura:63295) ECONOMIA Da Seriate la start up del solare che ha messo in carica Bill Gates Non male, come biglietto da visita, l'aver realizzato un impianto fotovoltaico per Bill Gates. È sicuramente motivo di orgoglio, per la Fsg Fotovoltaic Solar Garden di Seriate, essere stati scelti per installare i pannelli fotovoltaici nella sede di Peschiera Borromeo della Microsoft Italia. «È la nostra vocazione - spiega Fabio Ambrosi, fisico da rugbysta, socio fondatore e direttore dell'azienda specializzata nella progettazione e installazione di energie rinnovabili, principalmente in fotovoltaico - e nella nostra attività cerchiamo clienti "complicati". Puntiamo sulla qualità e la ricerca applicativa, più che sulla quantità, e questo ci ha portato ad entrare in contatto con Microsoft, per la quale abbiamo progettato e realizzato il loro impianto fotovoltaico». Nata nel giugno del 2009, ma in realtà attiva dall'anno dopo, per volontà di quattro soci (oltre ad Ambrosi, laureato in scienze forestali, fondatori sono anche Stefano Tasca, perito meccanico e presidente della Fsg, Marco Pezzotta e Guido Facchinetti, periti elettrotecnici; coadiuvati da Adriano Facchinetti, padre di Guido, ingegnere direttore tecnico e supervisore dei progetti), la piccola azienda artigiana in poco tempo si è ricavata un posto di rilievo nel settore delle energie rinnovabili. Infatti, oltre a Microsoft, si avvalgono della collaborazione della società seriatese la Panasonic («che due anni fa - ricorda Ambrosi - ci conferì il titolo di "installatori del mese", una soddisfazione che poi si è riconfermata nel nostro percorso lavorativo») e la Fischer Italia («che dal 2011 ci ha inserito nel loro catalogo come installatori raccomandati»). L'inizio della start up bergamasca - che ieri a Roma ha presentato la propria testimonianza d'impresa di successo all'assemblea nazionale di Confartigianato Imprese - comincia con «la realizzazione di una piccola pala eolica, partendo da un telaio di bicicletta - spiega il direttore della Fsg -, un esperimento che poi non è andato molto bene, per la verità. Ma da lì è scattata una scintilla, che ci ha fatto capire di essere in grado di fare qualcosa di importante. Siamo partiti con la ricerca di materiali e clienti, poi nel 2010 siamo entrati a far parte del progetto incubatore d'impresa della Camera di commercio, con il sostegno dell'associazione artigiani di Bergamo, che non solo si è fatta garante per i finanziamenti, ma ha funzionato come una palestra di confronto, discussione e condivisione, fra generazioni e fra imprenditori». Così comincia l'attività vera e propria, nella prima sede di Brembate, «con una realizzazione di un picco di 200 kw di impianti fotovoltaici installati nel 2010», precisa il presidente Tasca. Ed è un crescendo: «La nostra attività - osserva Ambrosi - si sta allargando a tutta la Lombardia, con puntate anche fuori regione. Per il 2013 stimiamo un fatturato di circa 250 mila euro in aumento del 10% sul Ma non ci poniamo limiti. Il lavoro c'è e un preventivo su due sfocia poi in commessa. E i nostri preventivi sono fatti su misura, "sartoriali", in quanto in base alle esigenze del cliente, studiamo tutte le modalità di realizzazione, i materiali (inverter, moduli), normativa, per una messa in opera a regola d'arte. Lo studio dell'impianto deve essere accurato, perché piccole variazioni di esposizione o materiali non adeguati possono provocare grandi dispersioni di energia». «D'altronde - aggiunge Tasca - il mercato delle energie alternative, del fotovoltaico in particolare, è in continua crescita. Nei prossimi anni, poi, il costo dell'energia prodotta con le normali centrali elettriche è destinato ad aumentare sempre di più. Chi invece fa un investimento nel fotovoltaico, sa che dopo un certo numero d'anni il costo dell'opera è interamente ammortizzato». Andrea Iannotta ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

12 12/06/2013 Il Denaro Pag. 12 (diffusione:20000) Generatori di energia termica green Megaris, prototipo made in Campania ANTONELLA AUTERO Un rivoluzionario generatore capace di produrre elettricità ed energia termica utilizzando esclusivamente biomasse ed energia solare concentrata. Il progetto si chiama "Megaris" (acronimo di Micro Electric Generator from Alternative Renewable Energy Innovative Stirling Engine) ed è interamente made in Campania: a lavorarci sono l'istituto di ricerche sulla combustione (Ire) del Cnr di Napoli, il dipartimento di Ingegneria dell'università del Sannio e la ditta di ingegneria Aerosoft. La ricerca La ricerca, presentata per la prima volta nel corso dell'ultima edizione di "EnergyMed"', la mostra convegno dell'efficienza energetica del Mediterraneo che si è svolta lo scorso aprile a Napoli, risponde all'esigenza di individuare fonti alternative sostenibili in termini di costi e dalle prestazioni affidabili. Ora ad occuparsi della rivoluzionaria scoperta è anche un un articolo pubblicato sul nuovo numero on line dell'almanacco della Scienza del Cnr. "Megaris è un sistema autosufficiente in cui le biomasse possono essere utilizzate a integrazione dell'energia solare o in totale alternativa", spiega Francesco Saverio Marra dell'irc-cnr. "In questo modo è possibile fornire energia elettrica e riscaldamento a uso familiare, garantendo una continuità di esercizio nell'intera giornata e per tutto l'anno, superando i limiti riscontrabili in molte tecnologie basate su fonti rinnovabili: dal fotovoltaico al solare concentrato tradizionale, fino all'eolico". Energia solare e biomasse Proprio nell'utilizzo combinato di energia solare termodinamica e biomasse risiede il carattere innovativo di "Megaris", del quale è in fase di realizzazione un primo prototipo. Cuore del sistema è un "letto fluidizzato", una tecnologia sviluppata dall'irc- Cnr già dagli anni '60, che funge sia da collettore dell'energia solare concentrata sia da combustore per la biomassa. Su questo letto vengono integrati uno specchio parabolico di tipo Scheffler che fa da concentratore solare, uno scambiatore di calore e un motore a ciclo chiuso (cogeneratore Stirling), in grado di trasformare parte del calore raccolto in energia elettrica. Produzione di calore "Durante il funzionamento solare e con la biomassa è possibile produrre elevate quantità di calore destinabili ai riscaldamento o al refrigeramento domestico o per la produzione di acqua calda sanitaria", aggiunge il ricercatore. "La possibilità di funzionare in modo autonomo e continuo rende il sistema adatto all'impiego in zone rurali, dove la biomassa è disponibile in quantità e a basso costo, garantendo una continua produzione di energia elettrica, ma anche nelle aree urbane, dove è possibile l'integrazione in un sistema elettrico grid, per ottenere il massimo recupero dell'aliquota solare diretta, limitando così il consumo di biomassa e di conseguenza le emissioni inquinanti", conclude Marra. ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

13 12/06/2013 La Liberta Pag. 15 (diffusione:30736, tiratura:172000) Impianto di biogas, a Borgotrebbia raccolta firme per avere informazioni Parab. Da quartiere della lotta operaia a baluardo discusso della conversione ecologica, quella rappresentata dal biogas. Borgotrebbia sembra prepararsi a cambiare volto con la creazione di un impianto a biogas vicino alla Paver e l'idea non convince particolarmente né i suoi residenti, né tanto meno i rappresentanti comunali del Movimento 5 Stelle: ecco allora che subito è partita la raccolta firme per avere qualche informazione in più sul progetto di realizzazione. E nel contempo anche i "grillini" si sono attivati, hanno sposato la causa dei residenti del vecchio "Tobruk" e promesso che presenteranno un'interrogazione in merito in Comune. L'annuncio è stato dato ieri mattina nella sede di uno dei bar del quartiere dal consigliere del Movimento 5 Stelle Andrea Gabbiani: «Non siamo contrari di fondo al progetto di un impianto a biogas che permetta di convertire gli scarti delle aziende agricole in energia elettrica - ha spiegato, - più che altro vorremmo avere qualche informazione in più sul progetto: l'impianto verrà utilizzato solo per la Paver oppure sono previsti anche dei conferimenti di scarti provenienti da altre aziende? L'azienda è in grado di gestire al suo interno tutti i processi necessari alla produzione di energia? Sono dubbi che occorre assolutamente chiarire». Ma andiamo con ordine: il progetto di realizzazione dell'impianto a biogas a Borgotrebbia ha una storia abbastanza lunga. Di biogas nella nostra città si parla già da qualche anno, ma la riproposizione del progetto nel vecchio quartiere di Tobruk da parte di un privato risale a gennaio di quest'anno: «L'iter procedurale dovrebbe ormai essere già a buon punto - ha continuato Gabbiani, - anche perché il progetto è già passato attraverso il Comune e la Provincia: proprio per quanto riguarda quest'ultima, sono stati chiesti diversi chiarimenti e informazioni sulla realizzazione». Tutto bene dunque, almeno formalmente parlando: «Il fatto è che noi vorremmo avere delle informazioni anche come cittadini - ha spiegato il consigliere del Movimento 5 Stelle, - è un bene che la Provincia e le istituzioni abbiano richiesto dei chiarimenti dettagliati per poter approvare la costruzione, ma è corretto che anche i cittadini e gli abitanti di Borotrebbia vengano puntualmente informati in merito a un progetto che riguarda il quartiere in cui vivono: occorre capire quale sarà l'impatto ambientale dell'impianto, oltre che quello viabilistico. Per questo motivo presenteremo un'interrogazione in Comune a cui sarà allegata anche la raccolta firme». 12/06/2013 ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

14 12/06/2013 La Liberta Pag. 23 (diffusione:30736, tiratura:172000) Centralina, iter verso la conclusione Estate di cantieri a Isola Serafini. Ultime settimane per le osservazioni Elisa Malacalza Monticelli - Sarà un'estate di cantieri a Monticelli. Mentre proseguono, infatti, senza sosta i lavori per la conca di Isola Serafini - ultimata la rotonda che condurrà all'opera, sarà terminato entro luglio anche il collegamento con la provinciale - potrebbe prendere il via anche la realizzazione della nuova centralina idroelettrica ad una turbina da 29 milioni di euro. Il progetto è stato presentato esattamente un anno fa e ci sarà tempo fino al 7 luglio per presentare eventuali nuove osservazioni in sede ministeriale dopo che Enel Green Power ha risposto con precise integrazioni alle osservazioni presentate da Regione Emilia Romagna, Provincia di Piacenza e Comune di Monticelli. L'amministrazione locale, guidata dal sindaco Sfriso, aveva tra l'altro espresso alcune perplessità sull'impianto di risalita dei pesci, dubbi poi sciolti dall'azienda. Strada aperta anche a un protocollo d'intesa che dovrà mettere nero su bianco le compensazioni ambientali derivate dal progetto che andrà a sfruttare il minimo deflusso vitale sul Po (98 metri cubi di acqua al secondo): la società ha previsto una rinaturalizzazione dell'area vicina all'abitato di Isola Serafini, vicina alla centrale, dove saranno previsti anche pannelli solari per il riscaldamento e l'alimentazione elettrica, oltre a piste ciclabili che saranno collegate a quelle pronte per essere realizzate vicino alla nuova conca. Enel ha dato massima rassicurazione e garanzia anche alle perplessità dell'amministrazione comunale sul rischio idraulico ed eventuali problemi legati alle difese spondali. E gli scavi? Come si legge negli atti depositati al ministero dell'ambiente, il volume della sabbia da scavare sarà di 76mila metri cubi, per i quali sarà necessario utilizzare camion. In 33 mesi di cantiere, invece, previsto il passaggio di tir, che si andranno ad aggiungere a quelli necessari per la realizzazione della conca. «Stiamo studiando tutte le soluzioni possibili per garantire il minor impatto possibile del traffico dei mezzi pesanti, come già fatto per la conca - commenta il sindaco di Monticelli, Michele Sfriso -. Per il momento la procedura per la centralina, che andrà ad affiancare un'altra esistente, è ancora al vaglio del ministero dell'ambiente, che dovrà valutare se assoggettare il progetto alla Valutazione d'impatto ambientale, con tempi quindi evidentemente più lunghi. Noi abbiamo presentato tutte le osservazioni che ritenevamo opportune. Il nostro Comune è particolarmente attento alle energie rinnovabili, tanto che sul nostro territorio sono installati già 87 impianti di fotovoltaico elettrico per un totale di quasi ottomila megawatt: tra questi anche un impianto all'avanguardia sospeso, sotto al quale è possibile continuare a coltivare. Per quanto riguarda la conca, a luglio dovremmo concludere i lavori relativi alla nuova viabilità intorno all'opera che renderà definitivamente il Po navigabile anche alle imbarcazioni di classe V». La nuova conca, si ricorda, ha un valore di 47 milioni di euro. I lavori dovrebbero chiudersi nel /06/2013 ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

15 12/06/2013 La Liberta Pag. 53 (diffusione:30736, tiratura:172000) A PROPOSITO DELL'IMPIANTO BIOMASSE Bettola, brava l'amministrazione provinciale per lo stop di CAMILLO TIRAMANI* Come direttore AgriPiace Società Cooperativa Agricola Spa, vorrei anch'io intervenire sulla questione "impianto a biomasse a Bettola". Innanzitutto mi complimento con l'amministrazione provinciale, che per incompletezza della documentazione, ha bloccato l'iter autorizzativo di realizzazione del progetto. E' assolutamente doveroso che io racconti la storia della nostra cooperativa che oggi fornisce i prodotti per la preparazione dei pasti dei nostri figli nelle mense scolastiche.. Proprio in questa terra, nel bellissimo comune di Bettola, infatti, nasce, a novembre 2002, grazie al sostegno di Coldiretti, il consorzio BioPiace (ora AgriPiace), un consorzio che raggruppa imprenditori agricoli che hanno scelto di lavorare con la metodologia dell'agricoltura biologica, producendo latte e carni biologiche. Non dimentichiamoci che dal latte prodotto con queste modalità, in questa zona, si produce il Grana Padano Bio, unico in tutta Italia. Il fattore di successo di questo progetto è stata la nascita dal basso, la condivisione degli obiettivi e delle motivazioni e grazie a questo modus operandi, oggi AgriPiace abbraccia tutte le valli dell'appennino piacentino e l'alta fascia collinare, dando risposte concrete e remunerative agli agricoltori. Per tali ragioni ritengo indispensabile che venga valutato attentamente l'impatto ambientale che può comportare l'impianto a biomasse in questo territorio in quanto non siamo disposti a buttare via un lavoro costato anni di fatica e che sta dando ottimi risultati e soddisfazioni sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista del rispetto e salvaguardia dell'ambiente. I progetti imposti dall'alto non pagano, sono inutili e di difficile realizzazione; è la condivisione e la semplicità l'arma vincente. Condivisione che gli agricoltori di queste zone riescono ad offrire e che noi abbiamo cercato ed ottenuto anche se siamo sempre stati snobbati dalle amministrazioni dei comuni montani e delle comunità montane. Siamo la prova che con la condivisione si arriva sempre al traguardo e siamo orgogliosi di esserci arrivati con le nostre forze, senza chiedere contributi, e di aver contribuito significativamente al rallentamento dello spopolamento delle nostre montagne. AgriPiace produce beni di alta qualità, con filiera completamente tracciata caratterizzata da agricoltori che ci mettono la faccia e prodotti che ogni giorno fanno parte dei menù della ristorazione scolastica di Piacenza e provincia e ospedaliera. Da settembre infatti i prodotti AgriPiace si troveranno anche nella mensa ospedaliera sia dei dipendenti che dei degenti per un totale di circa 2 milioni di pasti annui. Va da sé dunque che, se tali prodotti sono stati scelti, oltre che per la qualità, per l'incontaminazione dell'ambiente in cui vengono prodotti, approvare l'impianto biomasse in questo territorio senza prima fare uno studio di impatto ambientale, mette a repentaglio progetti vincenti in favore di progetti mal spiegati e per questo poco chiari. Riflettiamoci bene, per capire da che parte stare. *Direttore Agripiace 12/06/2013 ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

16 12/06/2013 Unione Sarda Pag. 25 (diffusione:68332, tiratura:81580) SARDARA Impianto fotovoltaico regalato alla scuola Alunni in festa a Sardara per l'arrivo dell'impianto fotovoltaico donato alla scuola dalla fondazione Sesco Onlus di Cagliari, tramite il progetto Cento Scuole per l'ambiente, iniziativa di educazione al risparmio energetico. «L'impiantospiega l'assessore all'ambiente Andrea Caddeo - oltre a produrre energia pulita, gratuita e pertanto la scomparsa della bolletta, ha anche il vantaggio di mantenere un rapporto diretto fra la scuola ed il gestore che si dovrà occupare di fornire agli studenti materiali didattici, oltre ad azioni di sensibilizzazione sulla problematica. La giornata evento si è arricchita di attività di laboratorio sul funzionamento delle energie rinnovabili. L'obiettivo della Fondazione è quello di incoraggiare in modo sostanziale il corretto uso delle risorse energetiche e contribuire alla risoluzione di problematiche reali nei caseggiati scolastici. Il Comune di Sardara, avendo espresso spontanea manifestazione d'interesse al progetto, ed essendo risultato beneficiario della donazione, ha ricevuto l'impianto che dovrebbe produrre kw/h in 20 anni. (s. r.) ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

17 11/06/2013 M&A Meccanica e Automazione - N.4 - maggio 2013 Pag. 64 (tiratura:8000) Automazione NOVITÀ ABB PER ENERGIE RINNOVABILI E HVAC I nuovi interruttori dì manovra-sezionatori OTDC di ABB sono in grado di interrompere correnti contìnue da ì 00A a 250A a ì 000V c.c. con soli due poli e dimensioni molto compatte (1 13x126 min). I nuovi OTDC sono progettati per applicazioni in corrente continua, (come il settore fotovoltaico sia residenziale che industriale, le batterie per UPS e gruppi di continuità, e garantiscono il necessario isolamento galvanico ne caso di manutenzione o messa in sicurezza della parte dell'impianto in cui sono impiegati, migliorandone anche l'affidabilità. ABB ha inoltre ampliato la gamma degli avviatori graduali PS, con la nuova serie compatta PSRC, studiata appositamente per le esigenze specifiche dei compressori Scroti, impiegati in applicazioni di refrigerazione e HVAC in impianti commerciali e compressori commerciali leggeri. I nuovi PSRC sono in grado di limitare la corrente di spunto con un tempo molto breve di avvio e una tensione opportuna, senza rampa di arresto, evitando danneggiamenti al compressore Scroll. Questi parametri sono già impostati a valori ottimali dalla fabbrica e non sono modificabili, garantendo quindi sicurezza contro settaggi o manomissioni dannosi. ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

18 11/06/2013 TIS - Il Corriere TermoIdroSanitario - N giugno 2013 Pag. 58 (diffusione:18988, tiratura:19260) Conto TermiCo IncentIvI ed efficienza energetica. Le LInee guida per accedere ai meccanismi del nuovo conto termico a seguito dell'uscita del decreto ministeriale Lo scorso marzo sono state pubblicate le linee guida del Conto termico. Il provvedimento determina le Regole applicative per l'attuazione delle disposizioni del DM 28 dicembre 2012 "Incentivazione della produzione di energia termica da impianti a fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni". Il decreto stabilisce le modalità di incentivazione per interventi di incremento dell'efficienza energetica e di produzione di energia termica da fonti rinnovabili realizzati a decorrere dal 3 gennaio 2013, data di entrata in vigore del provvedimento. Due sono le tipologie di soggetti: i soggetti ammessi, in qualità di soggetti beneficiari degli interventi oggetto di incentivazione ed i soggetti responsabili, in qualità di soggetti che hanno sostenuto direttamente le spese per l'esecuzione degli interventi. I soggetti ammessi previsti dal decreto sono: le amministrazioni pubbliche e i soggetti privati, intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario, i quali possono avvalersi dello strumento del finanziamento tramite terzi o di un contratto di rendimento energetico ovvero di un servizio energia. Il decreto stanzia fondi per una spesa annua cumulata massima di 200 mln di euro per gli interventi realizzati o da realizzare dalle Amministrazioni pubbliche e una spesa annua cumulata pari a 700 mln di euro per gli interventi realizzati da parte dei soggetti privati. Le modalità di accesso ai meccanismi di incentivazione si distinguono in diverse tipologie; l'incentivo, che non è cumulabile con altri bonus fiscali, copre il 40% dell'investimento. I limiti massimi di incentivazione si differenziano in base all'intervento, alla potenza dell'impianto e alla zona climatica. L'incentivo dipende dalla tipologia di intervento in funzione dell'incremento di efficienza energetica, con conseguente miglioramento delle prestazioni energetiche dell'immobile e funge da contributo alle spese sostenute; è erogato in rate annuali per una durata variabile (fra 2 e 5 anni) in funzione degli interventi realizzati. Il soggetto responsabile dell'attuazione e della gestione del meccanismo è il Gse (Gestore dei Servizi Energetici), il quale si occupa direttamente anche dell'erogazione degli incentivi ai soggetti beneficiari. Gli interventi incentivabili comprendono: l'efficientamento dell'involucro di edifici esistenti (coibentazione pareti, isolamento coperture, sostituzione serramenti e installazione schermature solari), la sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a più alta efficienza (caldaie a condensazione), la nuova installazione di impianti alimentati a fonti rinnovabili (pompe di calore, caldaie, stufe e camini a biomassa, impianti solari termici). L'incentivo può essere assegnato esclusivamente agli interventi che non accedono ad altri incentivi statali ad eccezione dei fondi di garanzia, dei fondi di rotazione e dei contributi in conto interesse. Per gli edifici pubblici ad uso pubblico, gli incentivi previsti dal DM 28/12/12 sono cumulabili con gli incentivi in conto capitale, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale. Sono inoltre previsti incentivi specifici anche per la diagnosi energetica e la certificazione energetica se abbinate a interventi migliorativi. ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

19 11/06/2013 Data Manager online Sito Web Off-Topic Record negativo di emissioni di CO2 nel 2012: la Cina supera gli USA Secondo l'aie, è stata raggiunta la quota di 31,6 miliardi di tonnellate di CO2 prodotte nel mondo (+1,4%). La riduzione di emissioni di Stati Uniti e Europa è stata compensata dall'aumento di quelle cinesil'onu ha lanciato l'allarme inquinamento ma il messaggio non è ancora stato recepito. Il 2012 è stato un anno record per emissioni di CO2 prodotte. L'Agenzia internazionale per l'energia (Aie) stima che l'anno passato siano state rilasciate nell'atmosfera 31,6 miliardi di tonnellate di anidride carbonica, in aumento del 1,4%. Sebbene Europa e Stati Uniti abbiano ridotto la loro produzione di CO2, l'aumento di quella cinese ha portato al risultato negativo.la Cina, che ha spedito oggi tre astronauti nello Spazio, ha prodotto 300 milioni di tonnellate di CO2 e conferma così il suo primato. L'aspetto positivo è che questo si tratta di uno degli aumenti meno consistenti degli ultimi 10 anni, a conferma che Pechino sta tentando di puntare su fonti rinnovabili ed efficienza energetica.gli Stati Uniti, che stimano di eliminare la dipendenza del petrolio entro il 2050, hanno deciso di sostituire il carbone con il gas naturale. Questa mossa ha permesso agli USA di produrre 200 tonnellate in meno di CO2 e di tornare sui livelli di metà degli anni 90.L'Unione Europea, che confermato il costo delle quote di CO2, ha tagliato le emissioni di 50 milioni di tonnellate anche grazie al contributo dell'italia. Secondo gli analisti, la riduzione è da imputare alla crisi economica e alla crescita delle fonti rinnovabili come il solare. L'imposizione di dazi sui pannelli fotovoltaici cinesi potrebbe però aggravare la già precaria situazione del settore.login o registrati per inviare commenti ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

20 11/06/2013 tech-plus.it Sito Web Tech Plus Wwf: riprenditi l'energia In occasione della Giornata mondiale dell'ambiente il Wwf ha lanciato la nuova campagna internazionale con lo slogan "Seize your power- Riprenditi l'energia", una chiamata globale all'azione che esorta i governi e le istituzioni finanziarie di tutto il mondo ad aumentare gli investimenti in energie rinnovabili per almeno 40 miliardi di dollari nei prossimi 12 mesi."abbiamo poco tempo. Sappiamo che se continuiamo ad affidarci ai combustibili fossili ci troveremo ad affrontare un futuro con aria più inquinata e un clima sempre più inospitale e pericoloso. È nostra responsabilità collettiva impegnarci subito per il futuro che vogliamo. A cominciare da chi decide le politiche e gli investimenti: occorre puntare sulle energie rinnovabili e l'efficienza energetica, smettere di promuovere e finanziare carbone, petrolio e gas. Per questo abbiamo lanciato un appello che chiediamo ai cittadini di tutto il mondo di sottoscrivere: ci stiamo battendo per investire nelle soluzioni piuttosto che nei problemi. Speriamo che in tanti si uniranno a noi", ha detto Mariagrazia Midulla responsabile Clima & Energia Wwf Italia. Il lancio della campagna Wwf è avvenuto nella Giornata Mondiale dell'ambiente, con una chiamata all'azione online che chiede di mettere la propria firma a un appello per aumentare gli investimenti in energie rinnovabili e l'eliminazione graduale degli investimenti nel carbone, petrolio e gas.l'appello, disponibile sulla pagina dedicata del sito del Wwf e sui principali social, esorta le istituzioni finanziarie e i governi in tutto il mondo ad agire immediatamente, assumendo impegni più forti per destinare un maggiore finanziamento per le tecnologie e le politiche rinnovabili.la nuova campagna mondiale del Wwf mira a impegnare governi e istituzioni finanziarie internazionali per nuovi investimenti per alemono 40 miliardi di dollari nel settore delle energie rinnovabili. La campagna mostrerà i rischi ambientali, sociali ed economici della dipendenza dall'energia sporca: come il carbone, il petrolio e il gas; verrà anche promossa la creazione di buone pratiche che spostino gli investimenti verso l'energia rinnovabile."le forze trainanti dei mercati dell'energia di ieri comprendono la speculazione, l'inerzia istituzionale, la mancanza di informazioni precise, gli incentivi perversi, ma anche enormi interessi economici e politici. È giunto il tempo di riformulare il dibattito, mostrare i costi reali dei combustibili fossili e le vere opportunità del settore delle energie rinnovabili ". Ha dichiarato Midulla. "Se l'aumento dei livelli di CO2 continuerà anno dopo anno e continueremo a ignorare quanto indicato dalla comunità scientifica, sarà davvero difficile affrontare le conseguenze negli anni a venire. Prevenire è meglio che curare, oggi possiamo cambiare per il meglio e avere nuove opportunità: domani agire costerebbe molto di più e i risultati sarebbero molto meno sicuri. Oltretutto, avremo anche il vantaggio di limitare i rischi per la salute umana derivanti dai combustibili fossili sporchi, oltre che salvaguardare il nostro futuro collettivo".l'italia, secondo i dati dell'ocse, ha moltissime forme di sussidio indiretto ai combustibili fossili, e purtroppo l'elenco dell'ocse appare incompleto, anche perché determinare i sussidi nascosti è molto difficile. Il Wwf chiede che il parlamento commissioni un'attenta analisi in tal senso, esaminando anche gli investimenti da parte di enti e fondi pubblici e privati."siamo coscienti che bisogna superare molte arretratezze, anche culturali, della classe dirigente (e non solo quella politica). Per esempio, tra gli ultimi atti del ministro Passera ci sono stati due decreti che hanno regalato dalle nostre bollette 500 milioni agli impianti CIP6 (per lo più raffinerie e impianti convenzionali) e 600 milioni alle aziende energivore. Praticamente noi consumatori finanziamo la CO2 e i fossili. E pensare che ci si scandalizza per gli incentivi alle rinnovabili, una logica misura di politica per il futuro e l'innovazione, posto che andavano modulati meglio in passato e che però oggi sono stati ridotti troppo drasticamente. Ma il vero problema sono le mille barriere che si tenta di porre alle rinnovabili e all'autoconsumo. Anche misure giuste, come la defiscalizzazione degli interventi di efficienza energetica negli edifici, vengono rese sempre provvisorie e non abbastanza efficaci per la difficoltà del sistema politico e industriale di scegliere il futuro e la vera sicurezza energetica, e abbandonare un modello che ci sta costando clima, ambiente, salute e bilancia dei pagamenti", conclude Midulla. Wwf - Riprenditi l'energia: wwf.it/riprenditilenergia ENERGIE RINNOVABILI - Rassegna Stampa 12/06/

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60 4. L ENERGIA 4.1. Premessa L 80% circa dell energia consumata nell UE deriva dai combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Di questa percentuale, una parte considerevole, in costante aumento,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico Il sistema energetico Introduzione Con il termine "sistema energetico" si è soliti indicare l'insieme dei processi di produzione, trasformazione, trasporto e distribuzione di fonti di energia. I sistemi

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Sviluppo sostenibile e gestione responsabile delle risorse

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3988 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Sviluppo dell efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima Presentata

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it Informazioni legali L istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e le persone che agiscono per conto dell Istituto non sono responsabili per l uso che può essere fatto delle informazioni

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat...

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Atto Completo http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Page 1 of 4 20/09/2010 DECRETO 10 settembre 2010 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Linee guida per l'autorizzazione

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli