MASTER MARKETING MANAGEMENT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASTER MARKETING MANAGEMENT"

Transcript

1 N U O V I S T R U M E N T I MASTER MARKETING MANAGEMENT

2 GESTIONI E MANAGEMENT Sostenere le aziende nella sfida continua con la competitività del mercato, favorire la crescita professionale di uomini e donne impegnati in contesti avanzati, promuovere l incontro tra brillanti neolaureati e la domanda di professionalità delle aziende: questa è la missione di Gestioni e Management. Un azienda dinamica, flessibile, dotata di risorse di eccellenza, con un solido Know-how e fortemente convinta che il successo dei propri clienti rappresenti il proprio successo. Dal 1982 Gestioni e Management lavora con questa visione strategica, volta a far conseguire risultati di efficacia ai propri clienti. L ATTIVITÀ NEL CAMPO DELLA FORMAZIONE Gestioni e Management realizza ogni anno molteplici interventi formativi e consulenziali rivolti: A neolaureati che desiderano sviluppare la loro preparazione per un prossimo inserimento professionale mediante corsi di qualificazione e Master di specializzazione, preparati e attuati da uomini e donne d azienda che vivono quotidianamente le problematiche oggetto della formazione. Dal 1982 Gestioni e Management prepara i giovani ad affrontare attraverso la valorizzazione delle attitudini di ognuno e la professionalizzazione delle competenze accademiche quelle sfide professionali che centinaia di aziende clienti le evidenziano ogni giorno; Ad aziende, attraverso convegni, seminari, giornate di studio, cicli di formazione ricorrente sulle principali tematiche aziendali, corsi di formazione a catalogo o interventi ad hoc progettati in collaborazione con il cliente e finalizzati alla soluzione efficace di specifiche esigenze aziendali; A tutti coloro che, già inseriti in un contesto organizzativo di piccole, medie e grandi dimensioni intendono sviluppare ed implementare le loro competenze professionali.

3 IL MASTER IN MARKETING MANAGEMENT Le aziende, chiamate a rispondere con tempestività alle esigenze del mercato e ad anticipare bisogni futuri, chiedono risorse capaci di cogliere le opportunità, di intuire i rischi delle scelte di business, di colpire l immaginario del potenziale cliente: il Master prepara a questa sfida e ad affrontare quelle che verranno. Nella New Economy, il Marketing si conferma motore di qualsiasi attività produttiva, la cui sfida principale sta nel perseguire la piena soddisfazione del cliente con un adeguata attenzione alla qualità del servizio reso. Il Master in Marketing di Gestioni e Management intende, quindi, formare figure professionali capaci di pianificare e sviluppare gli obiettivi d impresa, di scegliere efficaci strategie di comunicazione e di progettare soluzioni innovative, dimostrando un contributo propositivo e creativo per il successo dell azienda in cui saranno inseriti. Siamo convinti che una formazione d eccellenza deve poter servire ad imparare ad imparare, specie in un epoca come la nostra ove il tempo del lavoro richiede di trasformarsi sempre più in tempo di apprendimento di conoscenze e capacità nuove e diverse per il proprio sviluppo individuale e la crescita organizzativa. Il nostro Master fa della sua aula un laboratorio sempre attivo sul fronte dell incontro scambio docente-discente, e consente a tutti i suoi allievi di consolidare e sperimentare gli skill acquisiti con un esperienza on the job, in virtù della rete di relazioni che da circa un ventennio Gestioni e Management ha instaurato con le imprese (PMI locali, grandi aziende nazionali, società multinazionali). Obiettivi Alla fine del Master gli allievi saranno in grado di inserirsi all interno di strutture organizzative complesse e di comprendere regole e sistemi di gestione che le governano, procedendo per obiettivi e valutando in modo critico la qualità della propria performance di lavoro. Sapranno effettuare analisi di mercato, valutare dati e fonti di informazione e predisporre e monitorare piani di marketing e comunicazione, tenendo presenti anche le possibili dinamiche multiculturali. Avranno conoscenze di web-marketing, di tecniche di vendita e di servizi di Customer Care gestiti attraverso la rete; sapranno utilizzare lo strumento on line, impostare una ricerca-analisi di informazioni secondo corretti criteri di navigazione e sfruttare le possibilità di comunicazione interattiva messe a disposizione da Internet. Avranno sviluppato le necessarie competenze metodologiche di problem solving, leadership e decision making e saranno capaci di produrre risultati in squadra, coerentemente con i tempi assegnati e le linee guida aziendali, interfacciandosi in maniera integrata anche con le altre aree dell organizzazione, quali: finanza e controllo; approvvigionamenti, logistica e risorse umane. A chi è rivolto Neolaureati (22-30 anni), di facoltà economiche, scientifiche o umanistico-sociali, che desiderino integrare e sviluppare il loro background accademico con una formazione di spessore manageriale tesa ad acquisire metodologie di lavoro e competenze evolute, immediatamente spendibili in azienda nell area marketing o comunicazione. Opportunità professionali Il settore marketing, oltre a rivestire un importanza strategica per ogni impresa, rappresenta una delle aree occupazionali più impegnate nella ricerca di personale, perché è quella che richiede costantemente capacità di interpretare e risolvere problematiche manageriali e creatività nella scelta delle strategie di immagine del prodotto-servizio, nelle campagne pubblicitarie, nei sistemi di vendita e nella cura della clientela. Le imprese vogliono investire su manager che sappiano cogliere aspetti non visibili, sondare tendenze, ipotizzare scenari futuribili, interrogarsi sulle preferenze dei consumatori, assumersi la responsabilità del rischio. Il Master, sulla base delle segnalazioni che quotidianamente emergono dal contatto con le aziende con cui Gestioni e Management sistematicamente collabora ai fini dello stage, intende rispondere a questi precisi fabbisogni, attrezzando i suoi allievi con un know-how mirato e specialistico e con strumenti e metodi volti ad accrescerne l efficacia personale per una migliore autonomia operativa e conseguenziale spendibilità professionale.

4 M A S T E R I N M A R K E Metodologia didattica L approccio formativo di Gestioni e Management si confronta costantemente con l esigenza di far aderire il setting educativo alla realtà concreta e di favorire all interno di essa occasioni funzionali di riflessione e concettualizzazione sulle esperienze.. come? Facendo misurare i propri allievi con problematiche reali, affinché le opportunità di apprendimento in aula siano trasferibili nella vita aziendale. Fare formazione significa produrre cambiamenti ed è sulla base di questa logica che le aule di Gestioni e Management diventano luoghi di elaborazione di comportamenti organizzativi ed organizzati, pensati, agiti, discussi e ripensati. A tal pro, sarà impiegata congiuntamente o in maniera differenziata una molteplicità di metodologie didattiche: Sessioni di outdoor training Gruppi di lavoro Lezioni frontali Esercitazioni individuali scritte ed orali Role-playing registrati con videocamera Business games Esercitazioni e ricerche su internet VERIFICHE, MONITORAGGIO DELL AZIONE FORMATIVA E VALUTAZIONE CONCLUSIVA Nel corso della parte d aula sono previste delle verifiche individuali finalizzate a valutare l apprendimento che è stato conseguito. Nell ambito di ogni modulo si susseguono numerose esercitazioni di tipo pratico (case study, dinamiche di gruppo, role playing) volte a misurare il livello di competenza raggiunto, in linea con gli obiettivi formativi previsti anche da un punto di vista relazionale. Il Tutor pedagogico-didattico segue gli allievi per tutto l arco del corso, supportando lo svolgimento delle attività, l organizzazione logistica ed il raggiungimento degli obiettivi didattici e garantendo un efficace gestione del rapporto docente-classe. Inoltre, gestisce e monitora i contatti con le aziende partner, allo scopo di proporre ed organizzare colloqui e sessioni di selezione per gli stage. Il Coordinatore didattico mantiene un rapporto sistematico con gli allievi ed i docenti ed assicura un servizio di counseling professionale per tutta la durata del Master. L ultima parte del percorso d aula è caratterizzata dallo svolgimento di un Project work per il quale la scuola si avvale della collaborazione di aziende partner che commissionano ai gruppi di lavoro creati ad hoc un vero progetto aziendale. I lavori verranno presentati dagli allievi in presenza della Direzione del Master e dei rappresentanti dell azienda committente. Al completamento dello stage, Gestioni e Management riunisce i partecipanti per un esame finale mirato a testare le competenze professionali acquisite nel percorso formativo. Al superamento dell esame finale, viene rilasciato il Diploma di Master con testo in italiano e in inglese, per una spendibilità in contesto internazionale.

5 T I N G M A N A G E M E N T DURATA Il Master è a tempo pieno con frequenza giornaliera e prevede 5 mesi di formazione teorico-pratica in aula e minimo 3 mesi di stage in azienda. MATERIALI DIDATTICI A tutti gli allievi verrà consegnata una copiosa documentazione in dispense realizzate ad hoc, corredata da una bibliografia ragionata per consentire di approfondire individualmente le tematiche. In alcuni casi, alle dispense vengono affiancate anche pubblicazioni editoriali e documenti internet, allo scopo di garantire l aggiornamento più puntuale possibile sugli argomenti. RISULTATI RAGGIUNTI L attenta selezione iniziale, la solidità dell impianto formativo del Master e il raccordo privilegiato con il mondo delle imprese fanno sì che il 70% degli allievi trovi uno sbocco immediato nell azienda che li ha ospitati per lo stage. Per gli altri Gestioni e Management, in collaborazione con l associazione degli e x-allievi GeMa Village, mette a disposizione un servizio di placement; grazie a questo servizio il 98% degli allievi lavora in area marketing al massimo dopo un anno dalla conclusione del Master. LE BORSE DI STUDIO Per ogni edizione del Master, GeMa mette in palio al massimo sette Borse di Studio, tre al 50% e quattro al 30% del costo complessivo del Master e una borsa aggiuntiva riservata a uno studente straniero. Le borse di studio vengono attribuite sulla base del voto di laurea, dei tempi di conseguimento del titolo di studi, della valutazione del curriculum vitae e dei risultati conseguiti nelle diverse prove di selezione. Inoltre saranno assegnate una Borsa di Studio al 50% e una al 30% ai candidati che dimostreranno di avere un ISEE inferiore ai euro.

6 M A S T E R I N M A R K E Docenti Giustina Badaracco Imprenditrice, Vice-Presidente Associazione Italiana Marketing, consulente di marketing e comunicazione, esperta di analisi di mercato. Daniele Bianchi Psicologo del Lavoro, esperto in gestione e sviluppo delle risorse umane,amministratore Unico di Gestioni e Management. Federico Bussi Consulente e formatore in tema di progettazione e gestione partecipativa di progetti e programmi, facilitatore di gruppi di lavoro, focus group, workshop tematici. Fabrizio Ceriello Consulente aziendale e formatore per il commercio internazionale e l internazionalizzazione delle imprese. Autore di articoli e pubblicazioni per diverse testate specializzate del mondo camerale e riviste di settore. Enrico Fisichella Fondatore di una società di consulenza nel settore della formazione manageriale e nella progettazione di experiences nelle aree del marketing e nell e-business, già Direttore Commerciale di Pardon S.p.A. Renato Fontana Si occupa di comunicazione integrata, collegando marketing e cultura, tecnologia e creatività, analogico e digitale. Dopo 15 anni di attività presso agenzie internazionali, occupandosi di grandi clienti, è partner di X- Integrated Communication Studios. Marco Gagliardi Contact Center Manager della H3G. Luisa Macciocca Consulente aziendale, già Responsabile dello Sviluppo manageriale, Formazione e Comunicazione Interna in Alenia, Gruppo IRI- Finmeccanica. Precedente esperienza presso la ESSO Italiana e la Procter & Gamble. Giornalista pubblicista, autrice di libri e di numerosi saggi sulla cultura d'impresa. Raffaele Massimo Consulente aziendale; giornalista, autore di libri e articoli specialistici di organizzazione d'impresa, marketing, leadership e pubbliche relazioni. Stefano Nava Avvocato con esperienza ventennale in grandi gruppi aziendali nell area Approvvigionamenti e Affari legali; docente in Master post universitari in organizzazione aziendale / gestione risorse umane. Stefano Poli Consulente d impresa e formatore senior in area manageriale e commerciale. Luigi Punzo Esperto formatore in area marketing. Opera in un primario gruppo bancario, dopo una consistente esperienza consulenziale nell ambito del marketing e della valorizzazione della marca. Luigi Ricciardi Consulente in tecniche di budgeting e controllo di gestione. Francesca Schiavoni Già Art Director e Direttore Creativo in diverse agenzie pubblicitarie internazionali, dal 2003 è free lance e docente di comunicazione pubblicitaria in master e corsi di formazione avanzata. Paolo Tella Consulente di comunicazione d'impresa, già Consulente di Direzione in area marketing. David Wallach Esperto di intrattenimento su Internet Mobile e di marketing digitale e dei nuovi media.

7 T I N G M A N A G E M E N T COORDINAMENTO DIDATTICO Daniele BianchiVincenzo Piccolo ORIENTAMENTO E PLACEMENT Michela Flamini - Francesca FabriziHolta Gjoka ORGANIZZAZIONE DIDATTICA Michela Flamini - Francesca FabriziDariana Nicolau

8 M A S T E R I N M A R K E Piano didattico I MODULO Orientamento e scenari globali Apprendere a identificare i motivi consapevoli ed inconsapevoli che determinano una scelta di carriera. Caratteristiche ed opportunità delle professioni nel marketing. La situazione macro-economica nell area del marketing in era di globalizzazione. II MODULO Modelli organizzativi e strategie d impresa Le trasformazioni delle strutture organizzative. Evoluzione delle teorie e dei modelli organizzativi e loro impatto sulle strategie aziendali, in Italia e nel mondo. III MODULO Il marketing tradizionale e la sua evoluzione Il concetto di marketing; gli elementi del basic marketing e i processi economici, culturali ed aziendali che ne hanno determinato l evoluzione. L impatto e le relazioni che le nuove tecnologie e la globalizzazione hanno determinato sui processi di marketing. IV MODULO La pianificazione e la gestione del progetto di marketing Applicare la metodologia del Project Management e della pianificazione budgetaria ad un progetto di marketing. V MODULO La customer satisfaction, la relazione con il cliente ed il CRM Dal compratore al cliente: comprendere e saper gestire le relazioni con il cliente. La fidelizzazione come valore aggiunto per l impresa. Organizzazione e gestione di un sistema efficace di Customer Relationship Management. VI MODULO La comunicazione d impresa La comunicazione aziendale quale risorsa intangibile dell impresa. Gli strumenti della comunicazione aziendale e la comunicazione istituzionale. Ruolo, funzioni e prospettive del communication manager. VII MODULO Il marketing globale Globalizzazione, internazionalizzazione delle imprese e glocalizzazione. Strategie di marketing internazionale: opportunità e pericoli. La comunicazione nei contesti multiculturali.

9 T I N G M A N A G E M E N T VALUTAZIONE E CAREER PLANNING Bilancio dell esperienza dello stage e delle nuove competenze acquisite. Pianificazione del percorso di carriera individuale: obiettivi, risorse, metodi, tempi. Presa di contatto con l associazione degli ex-allievi dei Master Gestioni e Management (GeMaVillage). VIII MODULO Comunicare e lavorare in squadra L importanza delle relazioni interpersonali e delle competenze trasversali. La comunicazione efficace, la leadership, il team working. IX MODULO Project work In questa fase gli allievi realizzano un lavoro su un progetto aziendale specifico, suddivisi in piccole squadre che operano in autonomia, sotto la supervisione di un docente - facilitatore. La finalità è di rendere operative le conoscenze apprese durante la fase d aula, coinvolgendo la classe in un esperienza individuale e di gruppo organizzata e sinergica. X MODULO Stage aziendale Tre mesi di inserimento in prestigiose aziende all interno dell area marketing, con compiti da realizzare in semi-autonomia, che prevede induction, affiancamento a posizioni manageriali, attività di training on the job.

10 M A S T E R I N M A R K E I MODULO Orientamento e scenari globali Unità 1.1 Orientamento al Master e al Progetto professionale individuale Interagire positivamente tra di loro Identificare le principali caratteristiche personali in termini di: interessi, valori, attitudini, capacità Collocare efficacemente le proprie caratteristiche personali nella famiglia professionale del marketing - Socializzazione e team building - Chi sono e dove intendo andare: interessi, abilità, attitudini, valori e competenze - Il mercato del lavoro e delle professioni; le categorie di Holland, le aree di interesse, i livelli professionali - Le professioni del marketing: caratteristiche, potenzialità, evoluzione Unità 1.2 Gli scenari dell internazionalizzazione: New Economy e globalizzazione, mercato e tecnologie Comprendere le dinamiche dell internazionalizzazione dell economia e dei mercati Identificare le principali forme organizzative adottate dalle imprese - Fordismo e post-fordismo: specializzazione flessibile e TQM - Imprese, globalizzazione e glocalizzazione - Ruolo delle nuove tecnologie nella produzione e nella commercializzazione dei prodotti/servizi II MODULO Modelli organizzativi e strategie di impresa Unità 2.1 Teorie organizzative; strategie e strutture organizzative Alla fine dell Unità didattica gli allievi saranno in grado di: Comprendere il funzionamento di un'organizzazione Interpretare i diversi modelli organizzativi collegandoli alle specifiche necessità delle imprese Analizzare le scelte di filosofia organizzativa utili per una corretta strategia di marketing nella New Economy - L'organizzazione del lavoro secondo la scuola classica e secondo le nuove teorie organizzative - I requisiti di efficacia dell'organizzazione del lavoro - L'organizzazione intrinsecamente motivante - L'analisi delle funzioni - La differenziazione delle funzioni - Il modello funzionale - Il modello divisionale - L'organizzazione per progetti e matrici - Organizzazione e gestione del cambiamento: l impresa sistemica - L organizzazione dell impresa market- oriented

11 T I N G M A N A G E M E N T Unità 2.2 i nuovi modelli organizzativi si confrontano con la globalizzazione Comprendere le relazioni tra struttura organizzativa e strategie di business Definire i modelli appropriati di organizzazione per l impresa orientata ai mercati - Esempi di modelli organizzativi di successo - Analisi delle strategie organizzative di aziende modernamente strutturate - Pericoli ed opportunità legati all internazionalizzazione III MODULO Il marketing tradizionale e la sua evoluzione Unità 3.1 Basic Marketing Comprendere l area d applicazione e la terminologia di base dell area marketing Identificare gli elementi del marketing mix Utilizzare il marketing mix in un business game - Il concetto di marketing: funzione conoscitiva e funzione operativa - Il marketing mix - Il prodotto - Il servizio - Il prezzo - La pubblicità - La distribuzione - L utilizzo delle leve del marketing Unità 3.2 Marketing Analitico Supportare il processo di analisi, pianificazione e controllo delle politiche concorrenziali e di mercato Sviluppare un analisi del sistema competitivo Identificare le fasi del ciclo di vita di un prodotto Rilevare ed analizzare il comportamento del mercato tramite il web - Il sistema di marketing: il rapporto impresa-mercato-società - Il macroambiente il mercato il consumatore - La segmentazione della domanda - L analisi della concorrenza - L'analisi del sistema distributivo - Il sistema informativo di marketing - Le ricerche di marketing ed i sondaggi di opinione - Le analisi S.W.O.T.

12 M A S T E R I N M A R K E Unità 3.3 Marketing Strategico Disporre delle competenze necessarie per realizzare un corretto "orientamento strategico al mercato" Elaborare una strategia di marketing aziendale Operare delle scelte consapevoli nella gestione operativa dei piani di marketing Monitorare l efficacia delle diverse azioni di marketing intraprese Conoscere le caratteristiche peculiari della gestione del business nel contesto della New Economy Impostare strategie efficaci di marketing e vendita per via elettronica Definire le principali tecniche di benchmarking e valutarne i risultati IL POSIZIONAMENTO DELL'OFFERTA - La pianificazione di marketing - L obiettivo di marketing - Il target - sociodemodrafia e psicografia - L'introduzione di nuovi prodotti - Le strategie e i fattori di successo nell'approccio al mercato delle imprese italiane LE STRATEGIE DI MARKETING; TECNICHE E POLITICHE DI MERCATO - La creazione, la gestione e il mantenimento dei vantaggi competitivi - L'analisi delle opportunità di mercati - L'analisi strategica del business - Segmentazione e posizionamento competitivo - Il Benchmarking: metodologie e tecniche STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING SU WEB - Caratteristiche del mercato su web: tipologie di utenza - La rilevazione dei dati significativi relativi al proprio sito - Il sito web: la progettazione e la gestione (caratteristiche grafiche e di immagine, funzionalità; ergonomia digitale) - I marketplace su Internet - Le strategie di e-marketing Unità 3.4 Marketing Operativo di prodotto e di servizi Dimostrare competenze approfondite sulla gestione operativa del marketing mix Elaborare un piano di marketing per il lancio di un nuovo prodotto Scegliere le opportune modalità di politiche di marketing relativamente ad alcuni prodotti/servizi - Strategie di marketing legate alla classificazione del prodotto e alle fasi del ciclo di vita di un prodotto - Il Pricing e le politiche di prezzo - Le politiche distributive: il trade marketing e i rapporti industria-distribuzione - La pubblicità e la politica di comunicazione. - La promozione delle vendite e il direct marketing - Studio di alcuni casi reali: servizi del settore privato e del settore pubblico

13 T I N G M A N A G E M E N T Unità 3.5 Approvvigionamenti e Marketing degli acquisti Definire le metodologie di valutazione degli approvvigionamenti Scegliere le migliori modalità per l acquisto di beni Conoscere le principali fonti normative relative ai contratti d acquisto - La valutazione e la selezione degli approvvigionamenti - Ricerche analitiche di mercato e reperimento di terzisti - Il make or buy - Contrattualistica nazionale e internazionale degli acquisti - Qualità e Certificazione negli approvvigionamenti - Il nuovo ruolo del fornitore-partner IV MODULO La pianificazione e la gestione del progetto di marketing Unità 4.1 Project Cycle Management Comprendere la base metodologica relativa al Ciclo del progetto usualmente adottata per analizzare progetti e programmi di sviluppo co-finanziati con fondi pubblici Essere in grado di collocarsi attivamente, come protagonisiti qualificati, in progetti che prevedono l interazione con la P.A. e con gli attore chiave di sviluppo del territorio - Perché i progetti falliscono? Chiavi di lettura - La concertazione e l approccio partecipativo come strumento di successo - Il ciclo del progetto - L analisi dei problemi e degli obiettivi - Il quadro logico e la sua costruzione - Le condizioni esterne ed i fattori di rischio - Il monitoraggio e gli indicatori - La valutazione di finanziamento di un progetto - Costruzione di un quadro logico: applicazione pratica Unità 4.2 Il Budget di un piano marketing Predisporre su foglio Excel un Budget relativo ad un progetto di marketing - Il Budget: il processo di budgeting; il budget e la struttura organizzativa - Le leve del marketing: effetti economici e finanziari; credito commerciale: impatto sulla redditività e liquidità aziendale; reporting e meccanismi di incentivazione - Il budget nel controllo di gestione

14 M A S T E R I N M A R K E V MODULO La Customer Satisfaction, la relazione con il cliente ed il CRM Unità 5.1 L attenzione al Cliente Comprendere e valutare l importanza della relazione con il cliente Definire le principali metodologie di relazione con il cliente - Customer Satisfaction - Far felice il cliente - I servizi al cliente - Il valore aggiunto dei servizi al cliente - Dare un valore al servizio Unità 5.2 Il Customer Relationship Management Definire le principali metodologie di relazione con il cliente Applicare strategie e tecniche appropriate di Customer Care nell ambito di un progetto di CRM - Customer Care e CRM - La gestione del processo - La definizione degli obiettivi - Il programma di rapporti con i clienti - Il CRM (Customer Relationship Management) - Esempi ed esercitazione - Customer Relationship Management e reddito di impresa VI MODULO La comunicazione d impresa Unità 6.1 Strumenti e strategie Conoscere le più recenti tendenze evolutive del mondo della comunicazione aziendale in Europa Applicare l evoluzione degli strumenti di comunicazione in relazione allo sviluppo degli obiettivi delle imprese Sviluppare modalità organizzative e gestionali d integrazione della comunicazione Conoscere e definire le aree di confine tra la comunicazione di marketing, la comunicazione interna, la comunicazione istituzionale e la comunicazione economico-finanziaria - Concetti base di comunicazione d impresa - La comunicazione aziendale quale risorsa intangibile dell'impresa - Gli strumenti della comunicazione aziendale - Gli obiettivi aziendali e il ruolo dell'azienda nello sviluppo della campagna pubblicitaria - Significato e sviluppo della creatività - Modalità di valutazione dei risultati dell'attività di comunicazione - Comunicazione interna e cultura aziendale - Comunicazione istituzionale - Ruoli, funzioni e prospettive della comunicazione integrata e del communication Manager

15 T I N G M A N A G E M E N T Unità 6.2 Le Relazioni Esterne Interpretare correttamente il ruolo e le funzioni delle Relazioni Esterne di un organizzazione Impostare delle azioni concrete di comunicazione esterna di tipo istituzionale - Le Relazioni pubbliche: finalità, attori, strategie, strumenti - Gli eventi: ideazione e organizzazione - L Ufficio Stampa: ruolo, caratteristiche, funzioni - I comunicati stampa - Le Sponsorizzazioni - Relazioni istituzionali - L impegno sociale VII MODULO Il marketing globale Unità 7.1 Marketing Internazionale Applicare le competenze di marketing acquisite alla dinamica del mercato europeo ed internazionale Utilizzare gli strumenti di comunicazione integrata necessari per operare in un contesto di internazionalizzazione IL MARKETING GLOBALE - L'apertura dei nuovi mercati - Le strategie delle imprese italiane nei Paesi europei - Le strategie di marketing globale - Nuove tendenze nelle strategie competitive dei mercati europei IL PIANO DI MARKETING OPERATIVO PER L'ESTERO - Come vendere nelle aree dove non si è ancora presenti - La redazione del proprio progetto per l'estero: analisi di un caso aziendale - La partecipazione a fiere ed eventi speciali internazionali - Ruolo, funzioni e compiti del Responsabile Estero - I rischi delle operazioni con l estero - La politica di mercato in ambito internazionale Unità 7.2 La Comunicazione d'impresa nei contesti multiculturali Identificare le principali differenze culturali presenti in Europa Valorizzare le differenze culturali Operare scelte di comunicazione aziendale pertinenti con le differenziazioni esistenti - I principali modelli culturali europei e quello americano - Cultura e stereotipi culturali - Il relativismo culturale - La gestione e la valorizzazione delle differenze - Valori e comportamenti prevalenti nei principali Paesi europei - Come si prepara e concepisce una comunicazione di prodotto/servizio tenendo conto delle differenze culturali - Comunicare a tutti, non per tutti

16 M A S T E R I N M A R K E VIII MODULO Comunicare e lavorare in squadra Unità 8.1 Comunicazione interpersonale Definire le diverse modalità della comunicazione Comprendere l importanza della comunicazione come atteggiamento personale e come strumento organizzativo Migliorare le capacità che permettono di stabilire relazioni costruttive di lavoro all interno e all esterno dell organizzazione Parlare in pubblico ed effettuare presentazioni efficaci - Criteri generali per una buona comunicazione: i principi della comunicazione interpersonale - Le tecniche di comportamento per una comunicazione efficace: l ascolto attivo, il modello GAB, l assertività, la PNL - La gestione dei conflitti e delle ansie - La comunicazione nel gruppo - Comunicare per presentare un idea, un progetto, un prodotto Unità 8.2 Il team building e il Team working Interagire efficacemente in un gruppo di lavoro sia a livello di comunicazione che di conseguimento di obiettivi condivisi Saper individuare gli obiettivi da conseguire ed assegnare gli incarichi ai collaboratori Acquisire consapevolezza sulle proprie modalità di esercitare la leadership Identificare gli stili di leadership coerenti rispetto alle diverse situazioni Sperimentare una sessione di apprendimento in outdoor - Definizione di gruppo e dinamiche del gruppo - Il gruppo e la leadership - Gli stili di leadership e il ruolo del leader: le tre componenti - La leadership situazionale: Hersey & Blanchard - Dal gruppo alla squadra: l importanza del team e il senso di appartenenza - Tipi di gruppo (relazionali organizzativi) - Il ruolo del gruppo: processi di influenzamento - Il comportamento nel gruppo - I gruppi di lavoro:caratteristiche e fasi evolutive, aree critiche di efficacia e di efficienza - Il problem solving e il decision making nel lavoro di squadra - Sviluppare coesione e senso di appartenenza - La gestione efficace dei conflitti nei gruppi di lavoro - Tecniche di negoziazione per la gestione dei conflitti IX MODULO Project work Sperimentare in modo applicativo e concreto conoscenze e strumenti metodologici appresi durante i Moduli precedentemente trattati, realizzando un lavoro compiuto Sapersi presentare professionalmente in pubblico Progettare, pianificare, osservare e rispettare delle scadenze, produrre un risultato misurabile - Realizzazione di un lavoro su un progetto aziendale specifico, svolto in piccoli gruppi che lavorano in autonomia, sotto la supervisione di un docente-facilitatore

17 T I N G M A N A G E M E N T X MODULO Stage aziendale (ex Art.18 legge 196/97 e D.M. n.142 del 25/03/98) Premessa: Lo stage (tirocinio di formazione ed orientamento) costituisce un elemento fondamentale dei Master di Gestioni e Management. La sua preparazione avviene già prima delle selezioni d ammissione al Master. Le prove di selezione sono, infatti, finalizzate ad individuare nei candidati le attitudini, le potenzialità e le motivazioni possedute e la potenziale corrispondenza con i profili richiesti dalle aziende partner di Gestioni e Management. In questa fase preliminare vengono individuati il tutor aziendale, che supporterà lo stagista durante l esperienza in azienda, ed il progetto formativo che dovrà essere realizzato nel periodo previsto.vengono, inoltre, messi a punto i meccanismi di monitoraggio e supervisione che consentiranno alla Scuola e all Azienda ospitante di misurare i risultati formativi raggiunti. Premessa: Sviluppare la conoscenza della realtà aziendale, delle sue dinamiche, delle relazioni che intervengono ai vari livelli Favorire il confronto costruttivo tra le nuove conoscenze e skill appresi dagli allievi con il contesto organizzativo reale Contenuti - Presa di contatto con l azienda ospitante nel suo insieme: induction - Presentazione del Progetto Formativo: obiettivi, contenuti, modalità di realizzazione - Affiancamento a posizioni esecutive del management, con realizzazione d attività specifiche relative al settore di competenza, come da progetto formativo - Svolgimento di un progetto professionale in semi-autonomia - Analisi dei risultati raggiunti Conclusione Esame, Valutazione e Career Planning Analisi delle competenze acquisite e Formalizzazione del percorso realizzato: Valutazione dell esperienza compiuta nello stage, con bilancio delle competenze professionali conseguite Esame finale di verifica individuale Supporto alla pianificazione della carriera; impostazione del modello: obiettivi, tempi, risorse e metodi EXIT: Durante la giornata conclusiva, gli allievi potranno incontrare una rappresentanza di GemaVillage (associazione ex-allievi Gestioni & Management), inserirsi nel network associativo e conoscere le attività che svolge l associazione in favore degli ex-allievi del Master. A conclusione della giornata saranno consegnati i diplomi di Master in italiano ed inglese.

18 QUOTA DI PARTECIPAZIONE Euro 6.900,00 (IVA esclusa) Tale importo potrà essere rateizzato con le seguenti modalità: - Euro 1.900,00 + Iva all atto della sottoscrizione della domanda di iscrizione - 5 rate mensili di Euro 1.000,00 + Iva l una da versarsi a partire dal primo giorno di Master. Mediante società finanziaria convenzionata è possibile usufruire di un finanziamento fino a euro, a tasso agevolato, da corrispondere in rate, a scelta, di 12, 18, 24, 30 mesi. La prima rata può essere versata in prossimità dell inizio del Master, entro al massimo 90 giorni dal giorno dell iscrizione. CONDIZIONI DI ISCRIZIONE 1. L'ammissione al Master avviene al superamento della selezione e alla successiva conferma da parte dell allievo così come previsto al successivo punto I candidati potranno richiedere l ammissione alle prove di selezione mediante l invio della apposita scheda compilata in ogni sua parte, con allegato il certificato di laurea. 3. La partecipazione alla selezione è libera e gratuita. 4. Ai candidati che avranno superato la selezione verrà inviata entro 10 gg. una comunicazione scritta da parte di Gestioni e Management. 5. I candidati che avranno superato la selezione dovranno esercitare la facoltà di iscrizione al Master che comporta la conclusione del contratto entro sette giorni dal ricevimento della comunicazione mediante: sottoscrizione vincolante presso la Segreteria organizzativa della domanda di iscrizione e relativo regolamento; per gli allievi che per motivi organizzativi non potranno recarsi presso la sede di Gestioni e Management,l'accettazione potrà essere formalizzata mediante invio di telegramma o vincolante contenente il seguente testo "Accetto ammissione al Master e relativo regolamento"; il versamento della prima rata di partecipazione potrà essere effettuata contestualmente alla formalizzazione dell iscrizione, presso la Segreteria di Gestioni e Management o mediante bonifico bancario sul C/C N intestato a Gestioni e Management S.r.l., presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma Ag.2, ABI 08327, CAB 03202, IBAN IT 86 K Oppure effettuando un versamento su C/C postale N intestato a Gestioni e Management S.r.l., P.zza Albania 10, Roma. 6. Entro dieci giorni dalla conclusione del contratto, l interessato ha peraltro facoltà di esercizio di recesso, inviando dichiarazione in tal senso presso la sede della Gestioni e Management. Decorso inutilmente tale termine, il presente contratto è definitivamente vincolante. 7. In caso di mancata presentazione dell allievo all inizio del corso, Gestioni e Management sarà autorizzata ad emettere fattura per l intero importo oltre a trattenere la quota già versata. 8. La frequenza al master è obbligatoria. Le eventuali assenze per malattia, concorsi pubblici, esami di stato o gravi motivi di famiglia, devono essere documentate da apposita certificazione; in mancanza di appropriata certificazione l assenza verrà considerata ingiustificata. 9. In caso di assenze ingiustificate superiori al 10%, o comunque superiori per qualunque motivo al 20% del monte ore previste dal Master, non verrà rilasciato il diploma di Master. 10. E fatto obbligo agli allievi di osservare un comportamento equilibrato e corretto durante la frequenza del Master, sia verso i propri compagni di studio, sia verso il personale formativo e organizzativo di Gestioni e Management. Nel caso di comportamento scorretto o di più di tre assenze ingiustificate, la Direzione si riserva il diritto di prendere provvedimenti insindacabili di sospensione o, nei casi più gravi, di espulsione dell allievo dal Master. 11. L orario di frequenza al Master è fissato come segue: dal lunedì al giovedì mattina, ore 9,15 13,00 (con un break alle 11,00), pomeriggio ore 14,00 17,00. Il venerdì dalle 9,15 alle 13, Non sono ammessi ritardi superiori ai dieci minuti. Chi li superasse potrà accedere all aula solo al momento del break mattutino e dell intervallo del pranzo. 13. Il registro delle Presenze, collocato in Segreteria, dovrà essere firmato specificando l orario di entrata e di uscita. 14. Il materiale didattico verrà consegnato agli allievi sulla base delle indicazioni dei docenti. Al momento della consegna gli allievi dovranno firmare per ricevuta sull apposito Registro dei materiali didattici. 15. L utilizzo di strumenti e prodotti multimediali è consentito solo ed esclusivamente sotto la supervisione dei Docenti o dei Tutor d aula. Ogni altro uso verrà considerato improprio. 16. L assegnazione degli allievi nelle aziende per lo stage formativo è insindacabile e viene effettuata sulla base di un preciso percorso di canalizzazione dei profili degli allievi verso le migliori opportunità aziendali selezionate su tutto il territorio nazionale. 17. Gli allievi potranno richiedere colloqui personali con il Tutor o con il Coordinatore didattico ovvero con il Direttore, previo appuntamento, al di fuori dell orario delle lezioni.

19 Alcune delle aziende che hanno collaborato per la fase di stage: ABBOT; AIR LIQUIDE; ALD AUTOMOTIVE; ALLERGAN; AMADORI;AMERICAN EXPRESS; ANGELINI; AUCHAN; AVIS; AVON COSMETICS; BERNINI BRISTOL; BAGLIONI HOTELS; BARILLA; BRISTOL-MYERS SQUIBB; BOSCH; BRICOFER; BUFFETTI; BULGARI; COLGATE-PALMOLIVE; CREMONINI; DATAMAT; DECATHLON; DIAL ITALIA; DINERS ; EIS; ENI; ERICSSON; ERG PETROLI; FIORUCCI; FORD ITALIA; HEWLETT PACKARD; HOLIDAY INN; HONDA ITALIA; IKEA; ITALAQUAE; KAPPASTORE; LA PERLA; LOTTOMATICA; MERLONI ELETTRODOMESTICI; METRO ITALY; NISSAN ITALIA; OPEL ITALIA; PIAGGIO; PROCTER & GAMBLE; RENAULT ITALIA; RENTOKIL INITIAL; SHERATON ROMA; SKY;TOYOTA MOTOR ITALIA;TRENITALIA;VALENTINO;WIND Socio Assoconsult Socio AISM - Associazione Italiana Marketing Aderente FITA - Federazione Italiana Terziario Avanzato Accreditato come Ente per la formazione superiore e la formazione continua dalla REGIONE LAZIO Gestioni e Management è un organizzazione con sistema di gestione per la qualità certificato da: Informazioni Per informazioni aggiuntive sul Master è possibile contattare: Dr.ssa Michela FlaminiDr.ssa Holta Gjoka Tel. 06/ Roma - P.zza Albania, 10 - Tel. 06/ r.a. Fax 06/

20

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO 1 Esistono difficoltà di accesso degli studenti all Università rilevate dagli esiti dei test di ingresso. 2 A ciò si aggiunge il ritardo negli studi universitari

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli