Corretto uso di prodotti cosmetici e rischi correlati a prodotti non sicuri, scaduti o impropriamente utilizzati Evento formativo per operatori,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corretto uso di prodotti cosmetici e rischi correlati a prodotti non sicuri, scaduti o impropriamente utilizzati Evento formativo per operatori,"

Transcript

1 Corretto uso di prodotti cosmetici e rischi correlati a prodotti non sicuri, scaduti o impropriamente utilizzati Evento formativo per operatori, docenti per la sensibilizzazione degli studenti delle scuole medie superiori di Brescia Brescia,

2 La Regione Lombardia, nell ambito di un progetto Ministeriale, ha predisposto materiale informativo sul corretto uso dei cosmetici, dando alle ASL il compito della distribuzione dei manifesti e dei volantini

3 La distribuzione capillare del materiale predisposto nella popolazione target, nonché fra medici di medicina generale e pediatri di libera scelta è stata individuata quale obiettivo strategico per il Dipartimento di Prevenzione Medico

4 Per attuare tale diffusione l ASL ha scelto di: 1) raggiungere con informazioni di carattere generale MMG e PLS 2) distribuire il materiale informativo nelle scuole a cominciare da quelle a prevalenza femminile 3) creare una rete di sinergia operatori/docenti delle scuole

5 Sono stati così sensibilizzati attraverso i canali istituzionali i 717 medici di medicina generale ed i 131 pediatri di libera scelta operanti in ambito ASL

6 Saranno a giorni distribuiti nelle scuole dell ASL circa pieghevoli e 300 locandine, disponibili anche sul sito Web dell ASL

7 Si attua la presente iniziativa che ha lo scopo di informare i docenti e fornire ad ognuno di loro un riferimento locale ASL per la problematica

8 Programma dell incontro : saluto e presentazione degli obiettivi dell incontro. Dr. F. Speziani (Direttore DPM ASL Brescia) : generalità sui prodotti cosmetici e breve rassegna sulla normativa di riferimento. Dr S. Carasi (Responsabile SISP ASL Brescia) : composizione dei cosmetici e loro alterazioni. Dr. S. Carasi : patologie riconducibili all uso scorretto dei cosmetici o ad alterazioni dei cosmetici. Dr. A. Brezzi (medico spec. Dermatologo Spedali Civili di Brescia) prevenzione collettiva ed individuale dei danni da cosmetici. Illustrazione della campagna regionale. Dott.ssa M. Bianchi (Tecnico Prevenzione DPM ASL di Brescia) discussione con condivisione delle modalità di approccio al tema. Tutti i Docenti e partecipanti h : conclusioni. Dr. F. Speziani

9

10 Definizione di cosmetico sostanze e preparazioni, diverse dai medicinali, destinate a essere applicate sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo, esclusivo o prevalente, di pulirli, profumarli, modificarne l aspetto, correggere gli odori corporei, proteggerli o mantenerli in buono stato

11 Cosa non sono i cosmetici i cosmetici sono sostanze o preparazioni: non possono essere degli oggetti o altre cose. orecchini, piercing, unghie finte, brillantini da applicare su denti o unghie, extension per capelli e così via non possono essere considerati dei cosmetici

12 Dove si applicano i cosmetici si applicano sulle superfici esterne del corpo, sui denti o sulle mucose della bocca: prodotti che abbiano altre destinazioni, come gli spray da nebulizzare nel naso oppure i prodotti che vengono iniettati sotto cute, come i filler, non sono cosmetici

13 La loro funzione I cosmetici hanno lo scopo, esclusivo o principale, di pulire, profumare, modificare l aspetto, correggere gli odori, proteggere, mantenere in buono stato la superficie del corpo, i denti o la mucosa su cui sono applicati: i prodotti che hanno altri scopi principali, per esempio curare o prevenire le malattie, non possono rientrare nella categoria dei cosmetici

14 Sono diversi da farmaci e dispositivi medici Il farmaco è sostanza o associazione di sostanze che ha la capacità di curare o prevenire le malattie. Il suo scopo principale è di ripristinare, correggere o modificare funzioni fisiologiche, attraverso un azione farmacologica. Il farmaco, inoltre, ha azione preventiva e profilattica (si pensi ai vaccini). Il dispositivo medico è qualsiasi strumento, impianto o sostanza, impiegato a scopo di diagnosi, prevenzione, controllo, terapia o attenuazione di una malattia o di un problema. A differenza del farmaco, non ha attività farmacologica. Né per il farmaco né per il dispositivo medico esistono delle limitazioni in merito alla sede di applicazione e alla forma di somministrazione.

15 Il cosmetico è diverso perché: può essere applicato esclusivamente sulle superfici esterne del corpo, sui denti o sulle mucose della bocca e degli organi genitali esterni; non può intervenire direttamente sulle malattie, ma si limita a mantenere in buono stato, proteggere, pulire, profumare e modificare l aspetto delle zone su cui è applicato; non ha azione farmacologica; non può avere come azione principale quella preventiva di una malattia. Tuttavia, aiuta a proteggere e mantenere in buono stato le zone in cui è applicato: in questo senso può anche aiutare a prevenire possibili patologie (es. crema idratante, solare, dentifricio).

16 I cosmetici sono comunque prodotti di largo uso. Si è visto che gia dal mattino una persona impiega 5-6 cosmetici prima di uscire di casa, giungendo ad impiegarne una decina durante il giorno.

17 Normativa La normativa sui cosmetici è contenuta nella Legge 713/del Essa, seguendo il percorso normativo delle Direttiva UE sui cosmetici n. 76/768 del 1976 è stata modificata fino ad oggi circa 50 volte Attualmente, si è in attesa dell entrata in vigore del nuovo regolamento che decorrerà dal 11 luglio 2013

18 Oltre alla definizione di cosmetico la norma fissa alcuni principi fondamentali e precisamente:

19 Principi fondamentali valutazione della sicurezza del prodotto: chi immette sul mercato un prodotto cosmetico deve tenere a disposizione dell autorità di controllo un dossier in cui sono riportate tutte le informazioni contemplate dalla norma (formula, specifiche chimico fisiche microbiologiche di materie prime e prodotto, le prove sugli effetti vantati, gli effetti indesiderati, etc.)

20 Principi fondamentali (1) Etichetta: in etichetta è necessario siano indicati: Nome e ragione sociali e sede legale del produttore Quantità del prodotto presente Numero del lotto di fabbricazione Paese di origine (se extra UE) Funzione del prodotto Precauzioni d uso Elenco ingredienti in ordine decrescente

21 Principi fondamentali (2) Altre indicazioni di norma sono: L elenco delle sostanze vietate Le sostanze che possono essere impiegate solo in particolari condizioni Le sostanze coloranti impiegate Le sostanze conservanti che possono essere impiegate I filtri UV adoperabili

22 Componenti fondamentali dei cosmetici 1. Tensioattivi 2. Emulsionanti 3. Lipidi 4. Additivi reologici e filmogeni 5. Umettanti 6. Antiossidanti, sequestranti, conservanti, antimicrobici, colori 7. Sostanze funzionali 1. Fondamentali per shampoo doccia schiuma 2. Tipi di composti misti di olio e acqua 3. Base di rossetti etc. 4. Danno al cosmetico consistenza e scorrevolezza (es. i gel) 5. Servono per questa carattesristica 6. Prodotti sempre presenti 7. Caratterizzano i prodotti e sono quelli che più spesso danno allergie

23 I componenti I componenti sono di origine animale, vegetale o minerale o di sintesi (soprattutto i cosmetici USA per ragioni economiche. Da alcuni anni i componenti tendono ad essere di origine vegetale (anche se non si supera il 30% in composizione) perché: è stata valorizzata la fitoterapia si è scoperto che i composti di origine dal petrolio non sono innocui come creduto La diffusione della BSE ha creato molto allarme L espansione dei mercati ha creato nuove regole

24 Le alterazioni dei cosmetici Come si è potuto vedere le componenti di un prodotto cosmetico sono molteplici, spesso in combinazione fra di loro. si possono avere alterazioni di tutte le componenti interessate

25 Si possono avere alterazioni fisiche dei composti (es. contaminazione da parte di radionuclidi come nel caso di miele e propoli dopo Chernobyl)

26 Si può realizzare la contaminazione microbiologica dei composti, soprattutto i quelli in cui si realizzano le condizioni per la proliferazione parassitologica

27 Si può avere la contaminazione chimica di matrici dall origine oppure nel corso delle lavorazioni

28 Una classica contaminazione dei cosmetici dal punto di vista chimico è quella da metalli pesanti, oppure da diossine provenienti da grassi animali di pesci o mammiferi o loro prodotti contaminati

29 Ci può infine essere l alterazione dei cosmetici con difformità rispetto alla composizione dichiarata nell etichetta o con presenza di sostanze diverse

30 In caso di non conformità del prodotto si innesca un sistema che porta al ritiro dello stesso dal commercio attraverso un protocollo specifico (SISTEMA RAPEX)

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43

44

45

46

47

48

49

50

51

52

53

54

55

56

57

58

59

60

61

62

63

64

65

66

67

68

69

70

71

72

73

74

75

76

77

78

79

80

81

82

83

84

85

86

87

88

89

90

91

92

93

94

95

96

97

98

99

100

101

102

103

104

105

106 Quanto esposto nella giornata rende ragione della attenzione con la quale la Regione e l ASL seguono la problematica dei cosmetici

107 Quale momento di sintesi la Regione Lombardia ha predisposto il volantino che sarà distribuito nelle scuole che contiene 5 raccomandazioni

108 1. i cosmetici non sono farmaci 2. i cosmetici devono essere acquistati solo da rivenditori sicuri 3. leggere attentamente l etichetta 4. conservare la confezione 5. smettere di utilizzare il prodotto se dà sintomi

109 Per la diffusione del volantino si fa affidamento sulla capacità delle scuole di dialogare con i giovani

110 Per ogni ulteriore approfondimento sono disponibili gli operatori ASL e sono stati informati della campagna di sensibilizzazione i medici ed i pediatri di famiglia

Generalità sui prodotti cosmetici, Breve rassegna sulla normativa di riferimento, Cenni sulla composizione dei cosmetici e loro principali alterazioni

Generalità sui prodotti cosmetici, Breve rassegna sulla normativa di riferimento, Cenni sulla composizione dei cosmetici e loro principali alterazioni Generalità sui prodotti cosmetici, Breve rassegna sulla normativa di riferimento, Cenni sulla composizione dei cosmetici e loro principali alterazioni a cura di Sergio Carasi (Responsabile SISP ASL Brescia)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Facoltà di Farmacia. CORSO DI LAUREA IN FARMACIA 1 Semestre 6 CFU

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Facoltà di Farmacia. CORSO DI LAUREA IN FARMACIA 1 Semestre 6 CFU UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Facoltà di Farmacia CORSO DI LAUREA IN FARMACIA 1 Semestre 6 CFU Docente: Prof.ssa Anna Maria Maccioni E-mail: macciom@unica.it Acquisire le conoscenze che permettono

Dettagli

Educazione e Sviluppo Cosmetico un organizzazione indipendente per il miglioramento del benessere della persona

Educazione e Sviluppo Cosmetico un organizzazione indipendente per il miglioramento del benessere della persona SOCIETA ITALIANA DI CHIMICA E SCIENZE COSMETOLOGICHE Educazione e Sviluppo Cosmetico un organizzazione indipendente per il miglioramento del benessere della persona E. Mignini Garanzie a tutela del consumatore:

Dettagli

REGIONE VENETO - CAMPAGNA DI INFORMAZIONE AMICI PER LA PELLE

REGIONE VENETO - CAMPAGNA DI INFORMAZIONE AMICI PER LA PELLE REGIONE VENETO - CAMPAGNA DI INFORMAZIONE AMICI PER LA PELLE Agnese Dalla Riva Azienda ULSS n 4 Alto Vicentino Gruppo Regionale Veneto Cosmetosorveglianza COSA SAPPIAMO DEI COSMETICI? PERCHE UNA CAMPAGNA

Dettagli

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.C. - Appendice Settore Cosmesi Pagina 1 di 5 APPENDICE SETTORE COSMESI 1 - Obiettivo Il presente documento

Dettagli

Tutti i prodotti cosmetici commercializzati nell Unione Europea devono essere sicuri, cioè non causare danno alla salute umana quando applicati nelle

Tutti i prodotti cosmetici commercializzati nell Unione Europea devono essere sicuri, cioè non causare danno alla salute umana quando applicati nelle Tutti i prodotti cosmetici commercializzati nell Unione Europea devono essere sicuri, cioè non causare danno alla salute umana quando applicati nelle normali e prevedibili condizioni d uso Tutti gli ingredienti

Dettagli

I cosmetici e la normativa europea: ingredienti ammessi e non, regole di etichettatura

I cosmetici e la normativa europea: ingredienti ammessi e non, regole di etichettatura I cosmetici e la normativa europea: ingredienti ammessi e non, regole di etichettatura Dott. ssa Elena Ugazio Università di Torino Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco PRODOTTI PER LA SALUTE

Dettagli

I COSMETICI E LA NORMATIVA EUROPEA: REGOLE DI ETICHETTATURA

I COSMETICI E LA NORMATIVA EUROPEA: REGOLE DI ETICHETTATURA Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa Igiene e Sanità Pubblica Giornata informativa destinata agli operatori nelle attività di Acconciatore, Estetista, Tatuatore, Piercing e Trucco Permanente

Dettagli

CONOSCIAMO GLI INGREDIENTI COSMETICI. Proposta di Progetto di comunicazione per il settore cosmetico

CONOSCIAMO GLI INGREDIENTI COSMETICI. Proposta di Progetto di comunicazione per il settore cosmetico CONOSCIAMO GLI INGREDIENTI COSMETICI Proposta di Progetto di comunicazione per il settore cosmetico Premessa: le esigenze Per il settore cosmetico è importante che il consumatore finale riceva messaggi

Dettagli

CONVEGNO TECNICO BOLOGNA -COSMOPROF Bologna, 8 marzo 2013. AVV. SONIA SELLETTI - Studio Legale Astolfi e Associati - Milano

CONVEGNO TECNICO BOLOGNA -COSMOPROF Bologna, 8 marzo 2013. AVV. SONIA SELLETTI - Studio Legale Astolfi e Associati - Milano UNIPRO CONVEGNO TECNICO BOLOGNA -COSMOPROF Bologna, 8 marzo 2013 Avv. Sonia Selletti Studio Legale Astolfi e Associati, Milano L ambito della tutela Il bene tutelato dal Regolamento è la salute umana (sicurezza

Dettagli

Giornata formativa sui prodotti cosmetici Istituto Superiore di Sanità, 20 giugno 2013

Giornata formativa sui prodotti cosmetici Istituto Superiore di Sanità, 20 giugno 2013 Giornata formativa sui prodotti cosmetici Istituto Superiore di Sanità, 20 giugno 2013 Ruolo e compiti dei NAS nella sorveglianza del settore Cap. Dario Praturlon Comando Carabinieri per la Tutela della

Dettagli

Non solo cibo: criticità nel trasporto Farmaci Annarosa Racca

Non solo cibo: criticità nel trasporto Farmaci Annarosa Racca Non solo cibo: criticità nel trasporto Farmaci Annarosa Racca Presidente Federfarma 1 Il farmaco: un bene particolare DEFINIZIONE OMS: immagini qualsiasi sostanza o prodotto usato o che si intenda usare

Dettagli

NORME SULLA CONFORMITA DELLE SOSTANZE IMPIEGATE TATUAGGI E PIERCING

NORME SULLA CONFORMITA DELLE SOSTANZE IMPIEGATE TATUAGGI E PIERCING Dr. Mario Esposito Tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro NORME SULLA CONFORMITA DELLE SOSTANZE IMPIEGATE TATUAGGI E PIERCING 13 maggio 2015 - mercoledì Dr. Mario Esposito Tecnico

Dettagli

SHAMPOO ALL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

SHAMPOO ALL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA COSMETICI SHAMPOO ALL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA Lo shampoo e stato formulato con eccipienti sicuri, non aggressivi e indirizzato anche a quei soggetti con la pelle morfologicamente sensibile o sensibilizzata

Dettagli

Regione Friuli venezia Giulia

Regione Friuli venezia Giulia Regione Friuli venezia Giulia PROGRAMMA DI DIVULGAZIONE RIVOLTO AGLI OPERATORI SANITARI SULLE NUOVE NORME INTRODOTTE DAL REGOLAMENTO 1223/2009 IN MATERIA DI COSMETOVIGILANZA, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA

Dettagli

Scheda informativa prodotto cosmetico ad uso professionale LEG AME CREMA MANI 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA

Scheda informativa prodotto cosmetico ad uso professionale LEG AME CREMA MANI 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA Scheda informativa prodotto cosmetico ad uso professionale LEG AME CREMA MANI Data di compilazione: 26 febbraio 2013 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA INFORMAZIONI GENERALI : Nome Commerciale

Dettagli

Regione Friuli Venezia Giulia

Regione Friuli Venezia Giulia Regione Friuli Venezia Giulia PROGRAMMA DI DIVULGAZIONE RIVOLTO AGLI OPERATORI SANITARI SULLE NUOVE NORME INTRODOTTE DAL REGOLAMENTO 1223/2009 IN MATERIA DI COSMETOVIGILANZA, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA

Dettagli

1. Soggetto proponente

1. Soggetto proponente Allegato alla Delib.G.R. n. 53/56 del 20.12.2013 PERCORSO DI INFORMAZIONE E DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER GLI OPERATORI DELLE MENSE SCOLASTICHE, OSPEDALIERE E PUBBLICHE E PER GLI OPERATORI

Dettagli

Dir. Resp.: Virman Cusenza

Dir. Resp.: Virman Cusenza Lettori: 1.229.000 Diffusione: 189.861 23-GIU-2013 Dir. Resp.: Virman Cusenza da pag. 9 Lettori: 1.229.000 Diffusione: 189.861 Dir. Resp.: Virman Cusenza 23-GIU-2013 da pag. 9 Lettori: 621.000 Diffusione:

Dettagli

Ciascun prodotto della linea MICROSILVER PLUS contiene tre principi attivi di base:

Ciascun prodotto della linea MICROSILVER PLUS contiene tre principi attivi di base: 76 Ciascun prodotto della linea contiene tre principi attivi di base: 1 Argento puro 2 Composti di zinco 3 Pantotenolo Argento Pantotenolo Composti di zinco TRATTAMENTI ESIGENTI 77 HAIR per i capelli FACE

Dettagli

INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE

INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE Un farmaco (principio attivo PA, sostanza farmacologicamente attiva API, medicamento semplice, soatanza medicinale) è una sostanza che possiede attività terapeutica,

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD31U ATTIVITÀ 20.41.10 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERGENTI E ATTIVITÀ 20.41.20 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE

STUDIO DI SETTORE UD31U ATTIVITÀ 20.41.10 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERGENTI E ATTIVITÀ 20.41.20 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE STUDIO DI SETTORE UD31U ATTIVITÀ 20.41.10 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERGENTI E DI AGENTI ORGANICI TENSIOATTIVI (ESCLUSI I PRODOTTI PER TOLETTA) ATTIVITÀ 20.41.20 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER

STUDIO DI SETTORE SD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER STUDIO DI SETTORE SD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E DETERGENTI E DI AGENTI ORGANICI TENSIOATTIVI ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER USO DOMESTICO E PER

Dettagli

L educazione dei consumatori ad una corretta esposizione al sole : la Raccomandazione della Commissione UE

L educazione dei consumatori ad una corretta esposizione al sole : la Raccomandazione della Commissione UE L educazione dei consumatori ad una corretta esposizione al sole : la Raccomandazione della Commissione UE Marcella Marletta Direttore ufficio cosmetici-dgfdm Ministero della Salute CAMPAGNA SUI SOLARI

Dettagli

MARCATURA CE DEI DISPOSITIVI BORDERLINE

MARCATURA CE DEI DISPOSITIVI BORDERLINE MARCATURA CE DEI DISPOSITIVI BORDERLINE Modena, 29 ottobre 2014 Nicoletta Palese PRODOTTI DELL AREA SALUTE medicinali alimenti speciali integratori alimentari cosmetici prodotti erboristici dispositivi

Dettagli

IL MONDO SIAMO NOI - WE ARE THE WORLD

IL MONDO SIAMO NOI - WE ARE THE WORLD SAPERE AIUTA A SCEGLIERE IL BELLO E IL BUONO IL MONDO SIAMO NOI - WE ARE THE WORLD DU MU crede che sia importante prendersi cura della salute, del benessere delle persone e dell ambiente. Crede che il

Dettagli

Esposizione ad agenti biologici

Esposizione ad agenti biologici Esposizione ad agenti biologici Il Titolo X corrisponde al Titolo VIII del D.Lgs. 626/94 di attuazione della direttiva 90/679/CEE, relativa alla protezione di lavoratori contro i rischi derivanti dall

Dettagli

100% naturale certificata. Per la pelle sensibile: Linea Corpo Mandorla Bio Sensitive

100% naturale certificata. Per la pelle sensibile: Linea Corpo Mandorla Bio Sensitive 100% naturale certificata Per la pelle sensibile: Linea Corpo Mandorla Bio Sensitive La pelle sensibile La pelle, è abito prezioso che definisce i confini del nostro corpo e anche il nostro organo di senso

Dettagli

SAPERE AIUTA A SCEGLIERE IL MONDO SIAMO NOI - WE ARE THE WORLD. DU MU crede che sia importante prendersi cura

SAPERE AIUTA A SCEGLIERE IL MONDO SIAMO NOI - WE ARE THE WORLD. DU MU crede che sia importante prendersi cura SAPERE AIUTA A SCEGLIERE IL MONDO SIAMO NOI - WE ARE THE WORLD DU MU crede che sia importante prendersi cura della salute, del benessere delle persone e dell ambiente. Crede che il suo messaggio il mondo,

Dettagli

Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino

Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino Servizio di Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino Dott. Agostino Trogu Il latte ( la carne, ecc. ) comincia dalla bocca.. Mangime

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING. CITTA' di GARDONE VAL TROMPIA (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING. Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

I dispositivi medici border-line: caratteristiche e peculiarità

I dispositivi medici border-line: caratteristiche e peculiarità Seminario di aggiornamento sui dispositivi medici Gruppi di Lavoro Dispositivi Medici SSFA e AFI I dispositivi medici border-line: caratteristiche e peculiarità Alessandro Radici - Milano, 24 Febbraio

Dettagli

ABC di un etichetta alimentare: accorgimenti utili per la sua comprensione. Dott.ssa Serena Pironi serenapironi@pigaservice.it www.pigaservice.

ABC di un etichetta alimentare: accorgimenti utili per la sua comprensione. Dott.ssa Serena Pironi serenapironi@pigaservice.it www.pigaservice. ABC di un etichetta alimentare: accorgimenti utili per la sua comprensione Dott.ssa Serena Pironi serenapironi@pigaservice.it www.pigaservice.it NOI SIAMO CIO CHE MANGIAMO FEUERBACH Etichettatura: [ ]l'insieme

Dettagli

R e g i o n e L a z i

R e g i o n e L a z i o R e g i o n e L a z i Titolo del Progetto o del programma: E possibile rendere sicure le sostanze pericolose Identificativo della Linea o delle Linee di intervento generale/i : Prevenzione degli eventi

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Corrado Salvini. Il Cosmetico. Leggere l etichetta di una crema

Corrado Salvini. Il Cosmetico. Leggere l etichetta di una crema Corrado Salvini Il Cosmetico Leggere l etichetta di una crema A Carlo e Assuntina Introduzione Non potremo mai parlare di cosmetici se non ne conosciamo la definizione. La normativa definisce i cosmetici

Dettagli

Buone pratiche di sperimentazione clinica negli animali dei medicinali veterinari

Buone pratiche di sperimentazione clinica negli animali dei medicinali veterinari negli animali dei medicinali veterinari Modelli innovativi di lotta alla varroa: l acido formico in gel. Dr. Salvatore Macrì Dirigente Veterinario Ministero della Salute Roma Istituto Zooprofilattico Sperimentale

Dettagli

Indagine sul fenomeno della contraffazione dei prodotti cosmetici

Indagine sul fenomeno della contraffazione dei prodotti cosmetici Indagine sul fenomeno della contraffazione dei prodotti cosmetici a cura del della Camera di commercio di Torino 1 Il campione di indagine nuclei famigliari indagati per tipologia di famiglia 41,5% Totale

Dettagli

La contraffazione dei cosmetici

La contraffazione dei cosmetici disp_cosmetici 27-06-2012 17:48 Pagina 1 La contraffazione dei cosmetici Vademecum per il consumatore Conoscere il problema per affrontarlo meglio disp_cosmetici 27-06-2012 17:48 Pagina 2 Cosmetici: cosa

Dettagli

Relazione Sicurezza Alimentare Anno 2015. Sommario

Relazione Sicurezza Alimentare Anno 2015. Sommario Pag. 1 di 10 Sommario Sommario...1 Servizi dipartimentali competenti per la sicurezza alimentare...3 - Servizio Igiene Alimenti e della Nutrizione;...3 - Servizio Igiene Alimenti di Origine Animale;...3

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA SETTORE SPORTELLI DELL EDILIZIA E DELLE IMPRESE

COMUNE DI BRESCIA SETTORE SPORTELLI DELL EDILIZIA E DELLE IMPRESE COMUNE DI BRESCIA SETTORE SPORTELLI DELL EDILIZIA E DELLE IMPRESE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ESTETISTA E DEI TRATTAMENTI DI TATUAGGIO E DI PIERCING. Approvato con deliberazione del

Dettagli

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Contributo non condizionato: Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Giovedì 5 marzo 2015 presso HOTEL EUROPA Best Western Lungomare Zara, 57, 64021 Giulianova TE L incontro inizierà alle 20.30.

Dettagli

La legislazione sui Nutraceutici, Alimenti funzionali e gli integratori dott. Antonio Verginelli

La legislazione sui Nutraceutici, Alimenti funzionali e gli integratori dott. Antonio Verginelli La legislazione sui Nutraceutici, Alimenti funzionali e gli integratori dott. Antonio Verginelli Definizione di farmaco ogni sostanza o associazione di sostanze presentata come avente proprietà curative

Dettagli

Anche con la Cosmesi Si può guarire!

Anche con la Cosmesi Si può guarire! Anche con la Cosmesi Si può guarire! LAVYL AURICUM SPRAY UNIVERSALE per uso topico AD AMPIO SPETTRO. Per Uso Cosmetico: ideale dopo la depilazione, dopo rasature, con escoriazioni, pelle infiammata, acne,

Dettagli

Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure. Cosmetici e contraffazione

Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure. Cosmetici e contraffazione Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure Cosmetici e contraffazione 20 dicembre 2013 Cosmetici e contraffazione Definizione Per cosmetico contraffatto

Dettagli

SCOPRI IL POTERE DELL ALOE

SCOPRI IL POTERE DELL ALOE SCOPRI IL POTERE DELL ALOE Che cos è la collezione Aloe Vera? La Collezione Aloe Vera consiste in cosmetici di alta qualità, caratterizzati da formule delicate e realizzati a base di aloe vera certificata,

Dettagli

Ricca di natura. La tua bellezza è preziosa. * con olio da Argan biologico certificato all origine

Ricca di natura. La tua bellezza è preziosa. * con olio da Argan biologico certificato all origine Ricca di natura La tua bellezza è preziosa * con olio da Argan biologico certificato all origine LINEA LINEA ARDES Deterge Nutre OLIO RICCO DI MANDORLE Olio di Argan (proveniente da coltura biologica certificata

Dettagli

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati?

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? Domande e risposte 30 novembre 2010 Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? In sintesi: La tosse è un sintomo comune nei bambini

Dettagli

LO STANDARD INTERNAZIONALE NON TESTATO SU ANIMALI

LO STANDARD INTERNAZIONALE NON TESTATO SU ANIMALI LO STANDARD INTERNAZIONALE NON TESTATO SU ANIMALI Le associazioni della Coalizione Europea contro la Vivisezione riconosceranno i prodotti definiti come Non testati su animali nel caso in cui le Società

Dettagli

Corso per alimentaristi

Corso per alimentaristi Il tema della sicurezza alimentare riveste un ruolo di primaria importanza all interno della vita di ogni consumatore. La legislazione alimentare, fondamentale per assicurare un equo agire della autorità,

Dettagli

La tua pelle chiede aiuto? Scopri i consigli di Cetaphil. CETAPHIL brochure_stampa.indd 1 19/12/2012 11:51:33

La tua pelle chiede aiuto? Scopri i consigli di Cetaphil. CETAPHIL brochure_stampa.indd 1 19/12/2012 11:51:33 La tua pelle chiede aiuto? Scopri i consigli di Cetaphil. CETAPHIL brochure_stampa.indd 1 19/12/2012 11:51:33 La tua pelle chiede aiuto? Impara a rispondere alle sue domande. La pelle è lo scudo che protegge

Dettagli

FORMULAZIONE QUESITO SULLA LEGITTIMA ESECUZIONE DA PARTE DEGLI ODONTOIATRI DI TRATTAMENTI DI MEDICINA ESTETICA

FORMULAZIONE QUESITO SULLA LEGITTIMA ESECUZIONE DA PARTE DEGLI ODONTOIATRI DI TRATTAMENTI DI MEDICINA ESTETICA a: Prof. Renato Balduzzi Ministro della Salute Lungotevere Ripa 1-00153 Roma a: Prof. Adelfio Elio Cardinale Sottosegretario Ministero della Salute Lungotevere Ripa 1-00153 Roma segreteria.cardinale@sanita.it

Dettagli

Vigilanza attuata dal Ministero Salute. Sistema RAPEX Azioni dei NAS

Vigilanza attuata dal Ministero Salute. Sistema RAPEX Azioni dei NAS Vigilanza attuata dal Ministero Salute Sistema RAPEX Azioni dei NAS RAPEX Sistema discendente, dalle notifiche indirizzo web europeo http://ec.europa.eu/consumers/dyna/ rapex/rapex_archives_en.cfm RAPEX

Dettagli

COSMOFARMA. Cosmetica Italia - Gruppo cosmetici per l estetica. Bologna, 17 aprile 2015

COSMOFARMA. Cosmetica Italia - Gruppo cosmetici per l estetica. Bologna, 17 aprile 2015 COSMOFARMA Cosmetica Italia - Gruppo cosmetici per l estetica Bologna, 17 aprile 2015 Valutazioni legali sull esercizio dell attività di estetista in farmacia Avv. Lorenzo Marangoni Studio Legale Astolfi

Dettagli

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE

NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE NORME PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI E GESTIONE DELL AUTOCONTROLLO NELLE BOTTEGHE Dr. Maurizio Mangelli Responsabile Sicurezza PRINCIPALI NORME DI RIFERIMENTO PER LA VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI

Dettagli

PREVENZIONE USO DI SOSTANZE LEGALI ED ILLEGALI:ALCoL E TABAGISMO

PREVENZIONE USO DI SOSTANZE LEGALI ED ILLEGALI:ALCoL E TABAGISMO PREVENZIONE USO DI SOSTANZE LEGALI ED ILLEGALI:ALCoL E TABAGISMO Obiettivi prioritari TABAGISMO (CLASSI PRIME) 1. Informare scientificamente sui rischi legati al consumo di tabacco 2. Disincentivare l

Dettagli

Fulvio Salati. Fish Disease and Aquaculture Center, IZS of Sardinia, State Veterinary Institute, Oristano, Italy

Fulvio Salati. Fish Disease and Aquaculture Center, IZS of Sardinia, State Veterinary Institute, Oristano, Italy Sicurezza alimentare nei prodotti ittici Fulvio Salati Fish Disease and Aquaculture Center, IZS of Sardinia, State Veterinary Institute, Oristano, Italy Cagliari, 27 maggio 2016 Aspetti qualitativi di

Dettagli

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA REALIZZATO CON LA COLLABORAZIONE TECNICA DI DINTEC DICEMBRE 2009 PREMESSA L agricoltura biologica è un particolare metodo di gestione della produzione

Dettagli

ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015

ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015 ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015 SALUTE E SICUREZZA NELLA COSTITUZIONE La repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell individuo e della collettività

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA. presidenza Preside: Prof. Filippo Maria Pirisi

FACOLTÀ DI FARMACIA. presidenza Preside: Prof. Filippo Maria Pirisi FACOLTÀ DI FARMACIA sede via Ospedale, 72 09124 Cagliari Palazzo delle Scienze sito web: http://farmacia.unica.it e-mail: presfarm@unica.it Segreteria di Presidenza tel. 070 675 8601-8602 fax 070 675 8612

Dettagli

Definizione di Dispositivo Medico

Definizione di Dispositivo Medico Definizione di Dispositivo Medico Vs Cosmetico Vs prodotto farmaceutico Vs Biocida Vs DPI Definizione di dispositivo medico Qualsiasi strumento,apparecchio, impianto, sostanza od altro prodotto, utilizzato

Dettagli

Cosmetici dal punto di vista del dermatologo. Prof. Andrea Peserico Università di Padova

Cosmetici dal punto di vista del dermatologo. Prof. Andrea Peserico Università di Padova Cosmetici dal punto di vista del dermatologo Prof. Andrea Peserico Università di Padova si intendono per prodotti cosmetici le sostanze e le preparazioni diverse dai medicinali destinate ad essere applicate

Dettagli

Impariamo a proteggere la loro pelle!

Impariamo a proteggere la loro pelle! Per mantenere la pelle protetta Applicare sulle zone cutanee arrossate più volte al giorno, avendo cura di massaggiare delicatamente fino a completo assorbimento del prodotto. Impariamo a proteggere la

Dettagli

Per prodotti dermatologicamente. e approvati.

Per prodotti dermatologicamente. e approvati. Per prodotti dermatologicamente testati e approvati. La pelle sensibile richiede cure speciali La pelle è, fra gli organi del nostro corpo, quello di maggiori dimensioni. Giorno dopo giorno ci protegge

Dettagli

Educazione all affettività e alla sessualità

Educazione all affettività e alla sessualità IL NOSTRO TEAM Sono una donna. E sono stata una ragazza, un adolescente ed una studentessa. Fin da subito ho sentito il bisogno di sapere di più sull essere donna,e questo ha influenzatole mie scelte univeritarie

Dettagli

PER LA SALUTE. senza effetti psicoattivi. Cosmetici con fitocomplesso di canapa. Scoprite l uso terapeutico della canapa

PER LA SALUTE. senza effetti psicoattivi. Cosmetici con fitocomplesso di canapa. Scoprite l uso terapeutico della canapa CANAPA PER LA SALUTE Cosmetici con fitocomplesso di canapa I cosmetici trompetol & CANNABIOS si basano su molti anni di esperienza in profondità della conoscenza degli straordinari poteri delle erbe e

Dettagli

[LA NOSTRA STORIA] Tutto questo per offrire ai nostri clienti prodotti di alta qualità per la cura della pelle sensibile con la massima affidabilità.

[LA NOSTRA STORIA] Tutto questo per offrire ai nostri clienti prodotti di alta qualità per la cura della pelle sensibile con la massima affidabilità. [LA NOSTRA STORIA] Da tre generazioni Delab si dedica a ricerca, sviluppo e produzione di prodotti farmaceutici e cosmetici. Nei nostri prodotti sono racchiuse le conoscenze e competenze in campo dermocosmetico,

Dettagli

I prodotti per la protezione solare non sono in grado di garantire una protezione totale 100% dai rischi per la salute derivanti dai raggi UV.

I prodotti per la protezione solare non sono in grado di garantire una protezione totale 100% dai rischi per la salute derivanti dai raggi UV. Arriverà in farmacia e in erboristeria ad aprile la nuovissima linea Solari Planter s all Acido Ialuronico Anti-Età. In un comodissimo formato travel, questi nuovi solari anti-età sono stati formulati

Dettagli

Comando Carabinieri per la Tutela della Salute N.A.S. di TRENTO. Istituto di Formazione Professionale Sandro Pertini Conferenza per corsi estetisti

Comando Carabinieri per la Tutela della Salute N.A.S. di TRENTO. Istituto di Formazione Professionale Sandro Pertini Conferenza per corsi estetisti Comando Carabinieri per la Tutela della Salute N.A.S. di TRENTO Istituto di Formazione Professionale Sandro Pertini Conferenza per corsi estetisti Trento, 8 marzo 2013 Argomenti PAO Pratiche consentite

Dettagli

Modo di Uso CUOIO CAPELLUTO

Modo di Uso CUOIO CAPELLUTO Modo di Uso CUOIO CAPELLUTO Al mattino si applicherà, frizionando vigorosamente, la Shivax Plus. Ripetere l'applicazione con la Shivax Plus la sera. Il look sarà quello di una persona che utilizza il gel.

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 183/2005 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (CE) N. 183/2005 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO REGOLAMENTO (CE) N. 183/2005 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 12 gennaio 2005 che stabilisce requisiti per l igiene dei mangimi Regolamento 183/2005 Applicazione sul territorio regionale L applicazione

Dettagli

Dalle P.O. al prodotto finito: cosa dice la legge

Dalle P.O. al prodotto finito: cosa dice la legge Le piante officinali della Sardegna: un patrimonio da difendere e valorizzare PULA 8/9 OTTOBRE 2015 Dalle P.O. al prodotto finito: cosa dice la legge SISTE Società italiana scienze applicate alle piante

Dettagli

N. identificativo progetto: IZS SA 08/09 RC. Sicurezza alimentare: garanzie e informazioni sulla presenza di sostanze allergeniche negli alimenti

N. identificativo progetto: IZS SA 08/09 RC. Sicurezza alimentare: garanzie e informazioni sulla presenza di sostanze allergeniche negli alimenti N. identificativo progetto: IZS SA 08/09 RC Sicurezza alimentare: garanzie e informazioni sulla presenza di sostanze allergeniche negli alimenti Relatori: Dr.ssa M.R. Mancuso Dr.ssa B. Soro Sviluppo di

Dettagli

ASL DELLA PROVINCIA DI SONDRIO LINEE GUIDA PER LE DIETE SPECIALI NELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA. Anno scolastico 2013/2014

ASL DELLA PROVINCIA DI SONDRIO LINEE GUIDA PER LE DIETE SPECIALI NELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA. Anno scolastico 2013/2014 Direzione Sanitaria Dipartimento di Prevenzione Medico Servizio Igiene e Prevenzione degli Ambienti di Vita U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione ASL DELLA PROVINCIA DI SONDRIO LINEE GUIDA PER

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE LA LEGISLAZIONE COSMETOLOGICA

MINISTERO DELLA SALUTE LA LEGISLAZIONE COSMETOLOGICA UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE SFIDE E OPPORTUNITÀ PER UNA NUOVA VISIONE OLISTICA DELLA SALUTE E DEL BENESSERE PSICOFISICO E SOCIALE DELLA PERSONA MINISTERO DELLA SALUTE LA LEGISLAZIONE COSMETOLOGICA

Dettagli

IV Corso di Formazione. Società Italiana Banche degli Occhi. Torino, 10 Ottobre 2009. Accademia di Medicina

IV Corso di Formazione. Società Italiana Banche degli Occhi. Torino, 10 Ottobre 2009. Accademia di Medicina IV Corso di Formazione Società Italiana Banche degli Occhi Torino, 10 Ottobre 2009 Accademia di Medicina il controllo microbiologico degli ambienti: tra le banche di tessuti e le GMP farmaceutiche Raffaela

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA PROCEDURE ORGANIZZATIVE PER IL PRIMO SOCCORSO protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE

PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE Proc. 19 Pag. 1 di 7 PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI DELLA DIRETTIVA 93/42/CEE CONCERNENTE I DISPOSITIVI MEDICI 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Dettagli

http://allovermakeup.blogspot.it/2013/11/primaspremitura-by-ideatoscana.html#more

http://allovermakeup.blogspot.it/2013/11/primaspremitura-by-ideatoscana.html#more http://allovermakeup.blogspot.it/2013/11/primaspremitura-by-ideatoscana.html#more domenica 17 novembre 2013 Prima spremitura by Ideatoscana Salve bimbe! Oggi voglio parlarvi di un azienda che utilizza

Dettagli

PRODUZIONE PRIMARIA E SICUREZZA ALIMENTARE

PRODUZIONE PRIMARIA E SICUREZZA ALIMENTARE PRODUZIONE PRIMARIA E SICUREZZA ALIMENTARE Tecnico Della Prevenzione Lazzaro Dott. Alessandro (Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Aulss n 13 Mirano-VE) Verona 03/02/2012 Quadro normativo

Dettagli

Per la bellezza in fiore. Coop Naturaline Natural Cosmetics.

Per la bellezza in fiore. Coop Naturaline Natural Cosmetics. Per la bellezza in fiore. Coop Naturaline Natural Cosmetics. Indice Coop Naturaline Natural Cosmetics Tutti i prodotti di questa nuova linea cosmetica si basano su una combinazione appositamente studiata

Dettagli

Nota illustrativa dell articolo

Nota illustrativa dell articolo Art.2 1. Con regolamento adottato dal Ministro della salute ai sensi dell articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400 sono stabilite, nel rispetto della normativa dell Unione europea, disposizioni

Dettagli

LA TUTELA DEI CONSUMATORI NELL UNIONE EUROPEA

LA TUTELA DEI CONSUMATORI NELL UNIONE EUROPEA LA TUTELA DEI CONSUMATORI NELL UNIONE EUROPEA Nel sistema UE ci sono riferimenti specifici alla protezione dei consumatori? Sì, innanzitutto nell art. 12 del TFUE, nonché nella Carta dei diritti fondamentali

Dettagli

Lettura critica dei Piani Pandemici di alcune ASL lombarde

Lettura critica dei Piani Pandemici di alcune ASL lombarde Lettura critica dei Piani Pandemici di alcune ASL lombarde Dott. Marco Gaietta Specializzando in Igiene e Medicina Preventiva Università degli Studi di Milano Obiettivo dello studio Valutare la corrispondenza

Dettagli

LINEA DELICATA al cardiospermum ipoallergenica RAUSCH. Per pelle e cuoio capelluto molto sensibile

LINEA DELICATA al cardiospermum ipoallergenica RAUSCH. Per pelle e cuoio capelluto molto sensibile LINEA DELICATA al cardiospermum ipoallergenica RAUSCH Per pelle e cuoio capelluto molto sensibile 0 Cardiospermum (Cardiospermum halicacabum L.) 1 Caratteristiche e cause della pelle molto sensibile e

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VD31U ATTIVITÀ 20.41.10 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERGENTI E DI AGENTI ORGANICI TENSIOATTIVI (ESCLUSI I PRODOTTI PER TOLETTA) ATTIVITÀ 20.41.20 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER

Dettagli

RISULTATI DEL QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLE ALLERGIE RESPIRATORIE SOMMINISTRATO IN OCCASIONE DELLA I GIORNATA DEL POLLINE E DELLE POLLINOSI

RISULTATI DEL QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLE ALLERGIE RESPIRATORIE SOMMINISTRATO IN OCCASIONE DELLA I GIORNATA DEL POLLINE E DELLE POLLINOSI RISULTATI DEL QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLE ALLERGIE RESPIRATORIE SOMMINISTRATO IN OCCASIONE DELLA I GIORNATA DEL POLLINE E DELLE POLLINOSI (Elaborazione a cura della dott.ssa Filomena Lo sasso dirigente

Dettagli

MATERIA DI MEDICINALI CHE FA DA SFONDO AL DIBATTITO STAMINALI. Claudio De Giuli

MATERIA DI MEDICINALI CHE FA DA SFONDO AL DIBATTITO STAMINALI. Claudio De Giuli IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI MEDICINALI CHE FA DA SFONDO AL DIBATTITO SULL IMPIEGO DI CELLULE STAMINALI Itit Istituto t Superiore di Sanità, 9 dicembre 2014 Claudio De Giuli 1 La definizione di medicinale

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER

STUDIO DI SETTORE TD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER STUDIO DI SETTORE TD31U ATTIVITÀ 24.51.1 FABBRICAZIONE DI SAPONI, DETERSIVI E DETERGENTI E DI AGENTI ORGANICI TENSIOATTIVI ATTIVITÀ 24.51.2 FABBRICAZIONE DI SPECIALITÀ CHIMICHE PER USO DOMESTICO E PER

Dettagli

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir FOGLIO ILLUSTRATIVO PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi

Dettagli

Sicurezza dei prodotti cosmetici

Sicurezza dei prodotti cosmetici Sicurezza dei prodotti cosmetici Il ruolo dell Università - formazione e ricerca Università degli Studi di Torino Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco 22 maggio 2014 Dott. ssa Elena Ugazio

Dettagli

UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA LA VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA DEL PRODOTTO COSMETICO FINITO Andrea Tarozzi Dipartimento di Farmacologia - Facoltà di Farmacia Seminario PER FARE DELLA BELLEZZA

Dettagli

acido jaluronico naturale

acido jaluronico naturale la linea che ferma i segni del tempo acido jaluronico naturale per la bellezza del tuo viso erboristeria magentina acido jaluronico Dai Laboratori Ricerca&Sviluppo di Erboristeria Magentina nasce Jalurage,

Dettagli

Integratori alimentari Roma 17 dicembre 2014 Bruno Scarpa

Integratori alimentari Roma 17 dicembre 2014 Bruno Scarpa Integratori alimentari Roma 17 dicembre 2014 Bruno Scarpa Ministero della Salute Direzione generale igiene e sicurezza alimenti e nutrizione Ufficio IV ex DGSAN 1 ALIMENTO Come sono definiti sul piano

Dettagli

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI

IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI IL FLUORO NELLE ACQUE POTABILI CONTENUTO IN FLUORO IN ALCUNI ALIMENTI Quantità in Fluoro per 100 grammi * Pesce da 0,02 a 0,3 mg Frutti di mare da 0,03 a 0,15 mg Tè 0,05 mg Uova 0,03 mg * dati LARN revisione

Dettagli

Produzione biologica regimi facoltativi su criteri regolamentari

Produzione biologica regimi facoltativi su criteri regolamentari Produzione biologica regimi facoltativi su criteri regolamentari QUADRO NORMATIVO Reg. CEE 2092/91 Cons. 24.6.91 Metodo di produzione biologico di prodotti agricoli e alla indicazione di tale metodo sui

Dettagli

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL NODO REGIONALE DEL VENETO E GESTIONE OPERATIVA DEI NODI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL NODO REGIONALE DEL VENETO E GESTIONE OPERATIVA DEI NODI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI UNITA DI PROGETTO VETERINARIA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL NODO REGIONALE DEL VENETO E GESTIONE OPERATIVA DEI NODI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI Dario Pandolfo 1 29/11/2012 - Montecchio Precalcino (VI)

Dettagli

Bioecocrem, Bioecosan detergente, Bioecogel.

Bioecocrem, Bioecosan detergente, Bioecogel. Linea di prodotti per la cura e la pulizia del bambino a base di Sandalo, Malto e Filodendro composto da: Shampoo dolce Bagno : detergente delicato e neutro con ph 7.0 senza SLES ma con detergenti naturali

Dettagli

SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO

SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Area Scientifico-Culturale SIFO Rischio Clinico SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO MODALITÀ DI COMPILAZIONE

Dettagli

MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROFUMERIA, ESSENZE ED AROMI ALIMENTARI

MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROFUMERIA, ESSENZE ED AROMI ALIMENTARI MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROFUMERIA, ESSENZE ED AROMI ALIMENTARI La Facoltà di Agraria dell Università degli Studi Mediterranea di Reggio

Dettagli