CLASSE 5^ sez D ITER DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE ESAME DI STATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CLASSE 5^ sez D ITER DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE ESAME DI STATO"

Transcript

1 ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO MARCO POLO Via Ugo La Malfa, P A L E R M O c.f c.m. PATN01000Q Tel. 091/ Fax. 091/ sito internet: CLASSE 5^ sez D ITER DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE ESAME DI STATO anno scolastico 2013/2014

2 IL CONSIGLIO DI CLASSE Corso D Iter DISCIPLINA DOCENTE FIRMA Religione Lingua e Lettere Italiane Storia ed Ed. Civica Arte e Territorio 1^Lingua FRANCESE (teoria) 1^Lingua FRANCESE (conv.) 2^Lingua INGLESE (teoria) 2^Lingua INGLESE (conv.) 3^Lingua TEDESCO (teoria) 3^Lingua TEDESCO (conv.) Matematica e Informatica Geografia del Turismo DisciplineTur.e Aziendali Pratica di Agenzia Diritto e Leg.Turistica Educazione Fisica SCAMBIA PAOLA VIOLA ROSALIA VIOLA ROSALIA MARTORANA TUSA RITA ROTTINO LILIANA LESNES ELISABETH COLONNA ROMANO MARIA STELLA WALSH HEATHER VASSALLO ANTONINA MARIA LUFT SABINE D AMORE GAIA DALIA SALVATORE SPOTO ANNUNZIATA DI GAETANO CINZIA AUGUSTA GIOVANNA RUGGIERO MARCELLO

3 PROFILO DI INDIRIZZO Questo indirizzo di studi offre il titolo per un inserimento nel mondo del lavoro con prospettive professionali di: dirigente e quadro intermedio presso istituzioni ed enti pubblici e privati che operano nel settore della produzione, commercializzazione e realizzazione di servizi turistici; dirigente e quadro intermedio in Agenzie di Viaggio, Hotel, Villaggi Turistici, Compagnie di trasporto aereo, di navigazione marittima e di trasporto ferroviario; accompagnatore turistico; addetto alla commercializzazione e marketing; organizzazione congressuale; hostess e steward; operatore del settore della conservazione dei beni culturali e della salvaguardia dell ambiente. Il perito per il turismo deve possedere una formazione culturale adeguata e una competenza linguistica e comunicativa che gli consentano di interagire efficacemente in qualsiasi ambito lavorativo. Attraverso le conoscenze e le capacità acquisite nei cinque anni di studio, sarà in grado di: operare all interno di una agenzia di viaggio con mansioni di tipo amministrativocontabile e/o commerciale, di prenotazione e tariffazione dei servizi di trasporto e alberghieri, di organizzazione di viaggi, o con compiti di direzione e coordinamento delle attività gestionali; organizzare e gestire visite guidate, tour ed escursioni per turisti italiani e stranieri; operare all interno di una struttura ricettiva con mansioni di tipo amministrativo-contabile e/o commerciale o con compiti di direzione e coordinamento delle attività gestionali; operare nel settore dei beni culturali e ambientali. CONOSCENZE Il perito per il turismo deve: conoscere il percorso storico-politico, culturale e artistico del nostro paese; conoscere le lingue e le culture straniere anche riguardo al linguaggio specialistico dell ambito del turismo; conoscere gli aspetti fisici, antropici e turistici del territorio e la metodologia utile alla sua analisi e valutazione; conoscere i processi che caratterizzano la gestione e il funzionamento di una azienda turistica. CAPACITA' Il perito per il turismo deve essere in grado di: usare un linguaggio appropriato e specifico delle discipline; gestire il proprio lavoro in modo flessibile; lavorare in gruppo, mettendo a sistema strumenti, strutture, immagini e metodologie; ricercare, dedurre, elaborare informazioni, anche estemporanee, traducendole in modo efficace in linguaggio verbale, numerico, geografico, informatico, cartografico e promozionale.

4 COMPETENZE Il perito per il turismo deve: essere in grado di formulare autonomamente opinioni e valutazioni; essere in grado di comunicare ed interagire nelle lingue straniere di indirizzo in relazione alle diverse situazioni dello specifico turistico; sapere analizzare un area territoriale nel suo complesso, identificandone i fondamentali elementi costitutivi fisici, antropici e turistici e le loro interdipendenze; saper costruire il profilo turistico di un territorio sulla base di conoscenze, schemi geografici, artistici, storici, tecnici, giuridici e linguistici acquisiti; saper interpretare e redigere itinerari turistici, elaborando programmi di interesse culturale, geografico ed artistico; sapere individuare obiettivi di mercato e strategie di marketing.

5 PRESENTAZIONE DELLA CLASSE ELENCO ALUNNI N COGNOME NOME 1 ALVARES SOFIA 2 ANSELMO RINO MARIA 3 CALVARUSO FRANCESCA 4 DI MICELI MARIA 5 FINAZZO FILIPPA 6 FIORE ALESSANDRO 7 GAMBINO GIANLUCA 8 GENTILE MARIA LUISA 9 LIPARI GABRIELE 10 MANGIAPANE GIOVANNA 11 NICOLAE FANICA 12 NISI FULTRATO MARTINA 13 ORESTANO FRANCESCO 14 PAVIA MIRIAM 15 PECORARO FEDERICO 16 PERRONE VALERIA 17 PISA LIDIA 18 POLIZZOTTO GIORGIA 19 SIMONCINI MARTA 20 VALLONE VALERIA 21 VERONICA CLAUDIA 22 VITALE EGLE

6 EVOLUZIONE DELLA CLASSE TERZA a.s.10/11 QUARTA a.s. 11/12 QUINTA a.s. 12/13 Maschi ISCRITTI Femmine Totale Ritirati Trasferiti / / Promossi Non promossi 4 3

7 Attività curriculari ed extracurriculari svolte dalla classe come preparazione agli esami di stato Simulazioni delle prove scritte Preparazione ai percorsi pluridisciplinari in relazione al colloquio d esame Viaggio d istruzione Viaggio in Puglia dal 30 marzo al 3 aprile 2014 Stage tirocini Periodo di tirocinio presso agenzie turistiche e strutture alberghiere dal 25/02/ all 11/03/2014 Partecipazioni a corsi e progetti 3 anno - Pon: Cortometraggio - Attività sportive - Itinerari turistico-monumentali - Scambi con Francia e Germania - Pon C1 (Francia e Germania) 4 anno - Comenius (alcuni alunni) - Attività sportive - Itinerari turistico-monumentali - Scambi con Francia e Germania - Pon C1 (Francia e Germania 5 anno - Orientamento universitario e mondo del lavoro- Orienta Sicilia (22/10/13) Orientamento universitario (28/03/2014) - Itinerari artistici guidati per alunni dell istituto in zone di grande interesse monumentale della città -Progetto FIXO - Partecipazione convegno X anniversario progetto Itineraria anche come guide e interpreti Visione di Film 3 anno NUOVO MONDO LA CHIAVE DI SARA 4 anno DON CHISCIOTTE -. HAMLET - I VICERE -IN DARKNESS 5 anno - ANITA B.di R.Faenza PRIDE AND PREJUDICE (BBC)- THE IMPORTANCE OF BEING EARNEST- MY FAIR LADY

8 Percorsi tematici integrati ARGOMENTO Discipline coinvolte Obiettivi Contenuti Metodi Strumenti Verifiche ARGOMENTO Discipline coinvolte Obiettivi Contenuti Metodi Strumenti Verifiche ARGOMENTO Discipline coinvolte Obiettivi Contenuti Metodi Strumenti Verifiche ARGOMENTO Discipline coinvolte Obiettivi Contenuti Metodi Strumenti Strumenti Verifiche AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO Lingue, discipline tecnico-aziendali, legislazione turistica. Conoscenza degli aspetti normativi e tecnici relative alle agenzie di viaggio. Specifici delle singole discipline Lezioni frontali, lezioni interattive, esercitazioni, lavori individuali e di gruppo Testi, atlante, audiovisivi, opuscoli, guide in lingua, depliant, brochures internet,crs Sabre e testi normativi. Formative e sommative ITINERARI E CROCIERE Lingue, discipline tecnico-aziendali, legislazione turistica, geografia Saper progettare, organizzare e promuovere il servizio turistico Specifici delle singole discipline Lezioni frontali, esercitazioni guidate, lavori individuali e di gruppo Testi, documenti, opuscoli, guide in lingua, audiovisivi Formative e sommative SICILIA E PALERMO Italiano, Storia, Francese, Tedesco, Inglese, Arte, Geografia Riconoscere e valutare la dimensione sociale, culturale, storico-artistica della realtà territoriale Specifici delle singole discipline Lezioni frontali, esercitazioni guidate, lavori individuali e di gruppo Testi, documenti, audiovisivi Formative e sommative INTERCULTURALITA Il turismo quale strumento di integrazione culturale Religione, Italiano, Storia, Francese, Arte, Geografia Riconoscere e valutare la dimensione sociale e culturale del fenomeno turistico Specifici delle singole discipline Lezioni frontali, esercitazioni guidate, lavori individuali e di gruppo Testi, documenti, opuscoli, guide in lingua, audiovisivi Testi, documenti, audiovisivi Formative e sommative

9 o Simulazione delle prove d esame nr. totale delle simulazioni eventualmente svolte 6 prima prova scritta nr. delle simulazioni 2 : 24/03/ /04/2014 tipologia Tutte quelle previste seconda prova scritta nr. delle simulazioni 2 : 21/02/ /05/2014 terza prova scritta nr. delle simulazioni 2 svolte tipologia dei quesiti Tipologia A: trattazione di un argomento singolo Discipline coinvolte: Simulazione del 19/03/2014 Arte, Francese, Inglese, Matematica (durata h.2,30) Simulazione del 07/05/2014 Arte, Inglese, Francese, Matematica (durata h.2)

10 SIMULAZIONE TERZA PROVA N.1 TIPOLOGIA A FRANCESE Mme Bovary est le premier grand roman réaliste. Mais au fond n est-il pas romantique? ( max 15 lignes ) LINGUA INGLESE Write a short presentation promoting a natural park in Sicily. Max 20 lines MATEMATICA Dopo aver dato il concetto di asintoto per una curva di equazione y f x, definisci quando una funzione algebrica razionale fratta ammette un asintoto orizzontale, quando un asintoto verticale e quando uno obliquo. Determina infine gli eventuali asintoti della funzione y 2 2x 2x3 x 2 ( Max. 20 righe) Storia dell arte Come pittore io divento più lucido davanti alla natura, scrive Cézanne nel 1906, e, in una lettera, egli riepiloga la sua poetica della semplificazione delle forme: In natura tutto è modellato secondo tre moduli fondamentali: la sfera, il cono, il cilindro. Analizza una tela del pittore a scelta, verificando le sue affermazioni teoriche nella realizzazione artistica (max 20 righe)

11 SIMULAZIONE 3 PROVA N.2 TIPOLOGIA A MATEMATICA Dare il concetto di funzione continua e definire la discontinuità di seconda specie. Determinare il campo di esistenza e gli eventuali punti di discontinuità, classificandoli, 2 x 3x 1 della seguente funzione y. 2 x 1 LINGUA INGLESE Why is W.Wordsworth considered the father of the Romantic Movement?(Max 20 lines) FRANCESE Faites une brève présentation de trois monuments de Paris à votre choix. (max 20 lignes ) Storia dell arte L Art Nouveau è un movimento di radicale rottura rispetto agli stili del passato. Descrivine l origine e i precedenti storici, indica i diversi nomi che assume in Europa, il contesto storicosociale in cui si sviluppa, i caratteri stilistici e il nuovo rapporto che si crea fra arti maggiori e arti minori, fra opera d arte e produzione industriale. (max 20 righe)

12 GRIGLIA DI VALUTAZIONE CONOSCENZE COMPETENZE CAPACITÀ VOTO /10 Dimostra di non avere alcuna conoscenza dei contenuti essenziali. Benché guidato non risponde ai quesiti posti Non sa applicare le conoscenze minime, anche se guidato. Non tenta neppure di procedere alla loro applicazione. In ambito disciplinare non evidenzia alcuna abilità. 1 Sostanzialmente nulle le conoscenze sui contenuti essenziali, data l'ampiezza e la gravita delle lacune evidenziate. Frammentarie e gravemente lacunose le conoscenze dei contenuti essenziali. Superficiali e lacunose le conoscenze dei contenuti essenziali. Superficiali ed incerte le conoscenze dei contenuti essenziali. Conosce i contenuti essenziali della disciplina Conosce i contenuti fondamentali della disciplina. Conosce i contenuti in modo completo e con degli approfondimenti. Commettendo errori di estrema gravità dimostra di non sapere, nella sostanza, applicare le conoscenze minime, anche se guidato. Commettendo errori di notevole gravità dimostra di non sapere, nella sostanza, applicare le conoscenze minime, anche se guidato. Applica le conoscenze minime commettendo sostanziali errori anche nella esecuzione di compiti semplici Stenta ad eseguire compiti semplici. Esegue correttamente compiti semplici Esegue correttamente compiti di media difficoltà. Applica autonomamente le conoscenze a problemi di una certa complessità in modo globalmente corretto. Comunica in modo scorretto ed improprio. Comunica in modo scorretto ed improprio. Commette gravi errori nell'uso della terminologia tecnica essenziale. 3 Comunica in modo inadeguato. Commette errori nell'uso della terminologia tecnica essenziale. Si esprime in modo non sempre adeguato. Utilizza con qualche difficoltà la terminologia tecnica essenziale. Comunica in modo semplice ma chiaro. Usa correttamente la terminologia tecnica essenziale. 6 Comunica in modo chiaro e corretto dimostrando confidenza con la terminologia tecnica. Effettua correttamente collegamenti fra argomenti diversi della disciplina. 7 Comunica in modo efficace ed appropriato; individua collegamenti anche interdisciplinari; compie analisi e sintesi corrette Complete, organiche, articolate e con approfondimenti autonomi. Applica le conoscenze in modo corretto ed autonomo anche a problemi complessi. Comunica in modo efficace ed articolato; rielabora in modo personale e critico; gestisce situazioni nuove e complesse. 9 Organiche, approfondite ed ampliate in modo autonomo e personale. Applica le conoscenze in modo corretto, autonomo e creativo a problemi complessi. Comunica in modo efficace ed articolato. Legge criticamente fatti ed eventi; gestisce situazioni nuove e complesse individuando soluzioni originali. 10

13

14

15 GRIGLIA DI VALUTAZIONE SIMULAZIONE SECONDA PROVA SCRITTA Discipline turistiche aziendali Conoscenze: possesso delle conoscenze richieste e aderenza alla traccia ministeriale Nulla Nettamente insufficiente Insufficiente Quasi sufficiente Sufficiente Discreta Buona Ottima Eccellente 0,00 1,00-1,50 2,00-2,50 3,00 3,33 3,50 4,00 4,50 5,00 Lessico: uso corretto e appropriato del linguaggio settoriale Nulla Nettamente insufficiente Insufficiente Quasi sufficiente Sufficiente Discreta Buona Ottima Eccellente 0,00 1,00-1,50 2,00-2,50 3,00 3,33 3,50 4,00 4,50 5,00 Abilità/competenze: capacità di presentare dati e fatti in modo organico e logico; correttezza delle procedure e dei calcoli Nulla Nettamente insufficiente Insufficiente Quasi sufficiente Sufficiente Discreta Buona Ottima Eccellente 0,00 1,00-1,50 2,00-2,50 3,00 3,33 3,50 4,00 4,50 5,00 TOTALE N.B. nelle determinazione del voto complessivo eventuali punteggi decimali saranno arrotondati.

16 Punteggio complessivo (media):

17 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA TERZA PROVA DI MATEMATICA Candidato/a...Classe...sez... INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Conoscenze Conosce gli elementi teorici in modo completo, ampio e approfondito Ottima 5 Conosce gli elementi teorici in modo completo Buona 4 Possiede le nozioni fondamentali per comprendere e inquadrare il quesito Conosce i contenuti in modo superficiale, impreciso e incompleto Sufficiente 3 Parziale 2 Dimostra di non conoscere i contenuti Lacunosa 1 Competenze Applica le conoscenze alla risoluzione con accuratezza sia nel calcolo sia nella correttezza formale Applica le conoscenze alla risoluzione in modo ordinato e lineare. Applica le conoscenze in modo parziale ma sa operare correttamente sulle operazioni fondamentali Non utilizza correttamente le conoscenze per risolvere il quesito e lo svolge in modo disorganico Ottima 5 Buona 4 Sufficiente 3 Parziale 2 Commette gravi errori logici nel procedimento risolutivo Lacunosa 1 Linguaggio specifico Usa nello svolgimento della traccia, in modo corretto ed appropriato, la terminologia specifica Usa nello svolgimento della traccia, in modo ordinato e lineare, la terminologia specifica Usa nello svolgimento della traccia, in modo non sempre adeguato, la terminologia specifica Ottima 5 Buona 4 Sufficiente 3 Usa in modo improprio la terminologia specifica Parziale 2 Commette gravi errori nell uso della terminologia specifica Lacunosa 1 Punteggio assegnato.../15

18 La valutazione della singola domanda è data dal totale dei punteggi ottenuti relativi ai criteri e ai parametri stabiliti. La valutazione finale dell intera prova sarà data dalla somma dei punteggi ottenuti divisa per il numero delle domande.

19

20 MATERIA: Italiano DOCENTE: Rosalia Viola TESTI ADOTTATI Luperini-Cataldi "La scrittura e l'interpretazione" Vol. 3 Nuova edizione arancione Ed. Palumbo- Palermo; Mineo-Cuccia-Melluso "LA DIVINA COMMEDIA" Ed. Palumbo; ALTRI STRUMENTI DIDATTICI: Libri, materiale audiovisivo, documenti, giornali, rappresentazioni teatrali. NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: 4 NUMERO DI ORE ANNUALI PREVISTE: 132 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE: 108 METODOLOGIE ADOTTATE : lezione frontale, lavori di gruppo, insegnamento individualizzato, simulazioni, relazioni. ATTIVITA DI RECUPERO ADOTTATE: Sostegno e potenziamento in itinere.

21 CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI ARGOMENTI COLLEGAMENTI ll disagio dell'artista nell'età romantica. Il romanzo dell' 800 epopea della borghesia. Scienza e letteratura nella età del Positivismo. Presupposti teorici ed estetici. Il sentire romantico in Manzoni e Leopardi. Manzoni: I Promessi Sposi. Il Verismo. Verga: Rosso malpelo, Libertà, La Roba I Malavoglia, Mastro don Gesualdo. Storia Arte Lingue Storia Storia Francese Arte Il Simbolismo nella poesia dell' '800 e del '900. Baudelaire Rimbaud Il Simbolismo decadente in Italia Pascoli Storia Francese Arte Inglese Le avanguardie del primo Novecento Crepuscolari Futuristi Storia Francese Arte Inglese Il ruolo del poeta. La crisi della propria identità Baudelaire Il cigno Rimbaud Lettera del veggente Pascoli Il fanciullino Corazzini Desolazione Gozzano Signorina Felicita Palazzeschi Chi sono io Ungaretti I fiumi Storia Francese Arte

22 Montale Non chiederci la parola BLOCCHI TEMATICI ARGOMENTI COLLEGAMENTI La nuova tipologia di "eroe" dal superuomo all inetto - Wilde Joyce -D Annunzio Pirandello Tozzi - Svevo Storia Arte Lingue Natura e storia in Ungaretti Montale Leopardi - Pascoli Storia Arte L'intellettuale e la guerra D Annunzio- Ungaretti Montale- Svevo- P. Levi Vittorini Fenoglio - Calvino Storia Arte Lingue Dante - La Commedia - VERIFICHE TIPOLOGIA: verifica formativa: esercitazioni mirate, questionari, interrogazioni; verifica sommativa: prove strutturate, questionari, interrogazioni. NUMERO: 8 OBIETTIVI: accertare il possesso di adeguate conoscenze, di un linguaggio specifico, di un valido metodo di studio e delle capacità di analisi, di sintesi e di rielaborazione critica e personale dei contenuti. L'insegnante

23 STORIA MATERIA: Storia DOCENTE: Rosalia Viola TESTI ADOTTATI: Cataldi-Abate-Luperini La Storia e Noi vol 3 ed. Palumbo ALTRI STRUMENTI DIDATTICI: Documenti, libri, riviste, materiale audiovisivo, fotocopie NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: 2 NUMERO DI ORE ANNUALI PREVISTE: 66 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE 50 METODOLOGIE ADOTTATE: Lezione frontale, lavori di gruppo, relazioni, discussione libera e guidata su temi e problemi, insegnamento individualizzato. ATTIVITA DI RECUPERO ADOTTATE: Sostegno e potenziamento in itinere.

24 CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI ARGOMENTI COLLEGAMENTI L UNITA D ITALIA PROBLEMI DEL REGNO D ITALIA ITALIANO E ARTE DESTRA E SINISTRA POLITICA ECONOMICA E QUESTIONE SOCIALE LA SECONDA SVILUPPO INDUSTRIALE E ITALIANO RIVOLUZIONE PRODUZIONE LINGUE INDUSTRIALE IL MOVIMENTO OPERAIO E ARTE L IDEOLOGIA SOCIALISTA L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE L ITALIA LIBERALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA RIVOLUZIONE RUSSA L ETA TOTALITARISMI DEI LA SECONDA GUERRA MONDIALE ILNOSTRO TEMPO L ETA DELL IMPERIALISMO BISMARCK E L EQUILIBRIO EUROPEO STATI E POLITICA INTERNAZIONALI LA SINISTRA AL POTERE CRISPI L ETA DI GIOLITTI LA GRANDE GUERRA I TRATTATI DI PACE LA CARTA D EUROPA LA RIVOLUZIONE D OTTOBRE LO STATO SOCIALISTA LA CADUTA DEL MURO DI BERLINO L EUROPA DEI FASCISMI IL REGIME FASCISTA IN ITALIA IL NAZISMO IN GERMANIA L OFFENSIVA DI GUERRA LA RESISTENZA IN ITALIA DOPOGUERRA E RICOSTRUZIONE LA COSTITUZIONE ITALIANA SCONTRO DI IDEOLOGIE GUERRA FREDDA LE GUERRE DEL NOVECENTO CRIMINI DI GUERRA NEOCOLONIALISMO GLOBALIZZAZIONE LA PRIMAVERA ARABA ITALIANO ARTE GEOGRAFIA ITALIANO ARTE GEOGRAFIA ITALIANO ARTE ITALIANO GEOGRAFIA TEDESCO ITALIANO TEDESCO ARTE GEOGRAFIA ITALIANO ARTE LINGUE GEOGRAFIA DIRITTO ITALIANO ARTE

25 MATERIA: Storia dell Arte DOCENTE: Rita Martorana Tusa TESTI ADOTTATI: Cricco - Di Teodoro: Itinerario nell arte; versione arancione, voll Zanichelli ALTRI STRUMENTI DIDATTICI: laboratorio multimediale NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: 2 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE: 42 STRATEGIE DI RECUPERO ADOTTATE: recupero in itinere al termine di ogni modulo di apprendimento; letture d opera guidate ed esercitazioni scritte CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI Il Neoclassicismo: il bello ideale Il Romanticismo: il sentimento della natura e la storia L età del Positivismo ARGOMENTI Il Neoclassicismo: contesto storico-culturale; le teorie di Winckelmann L architettura neoclassica: Leo van Klenze Antonio Canova Jacques Louis David Il Romanticismo: l idea di popolo e di nazione; il sentimento della natura; genio e sregolatezza La pittura di storia in Francia: Théodore Géricault, Eugéne Delacroix Il Romanticismo storico in Italia: Francesco Hayez Camille Corot e la scuola di Barbizon Gustave Courbet e la rivoluzione del Realismo Il fenomeno dei Macchiaioli Giovanni Fattori La nuova architettura del ferro in Europa L Impressionismo L Impressionismo: nascita e caratteri del movimento; la pittura en plein air Edouard Manet Claude Monet Auguste Renoir Il Post-impressionismo Alla ricerca di nuove vie Il Pointillisme: Georges Seurat Paul Cézanne Paul Gauguin Vincent van Gogh

26 L Art Nouveau Le avanguardie storiche (cenni) I presupposti dell Art Nouveau: William Morris L Art Nouveau in Europa Il Liberty a Palermo Il Cubismo: Pablo Picasso e Georges Braque Il Surrealismo: René Magritte La Metafisica : Giorgio De Chirico APPROFONDIMENTII Alcuni alunni hanno svolto attività di guida in italiano e in lingua straniera - in itinerari monumentali a Palermo, in occasione di convegni organizzati sia dall Istituto che da altre istituzioni, scambi culturali, e progetti Comenius STRATEGIE DIDATTICHE Lezione frontale e dialogata, con interventi e discussioni guidate a seguito di input didattici o dell osservazione di immagini. Uso di strumenti multimediali TIPOLOGIA VERIFICHE OBIETTIVI Prove orali Conoscenza dei contenuti, acquisizione del linguaggio specifico, capacità di leggere e decodificare l opera d arte, capacità di effettuare collegamenti e confronti Quesiti a risposta aperta Conoscenza dei contenuti, capacità di analisi e sintesi, capacità di rielaborazione

27 MATERIA FRANCESE DOCENTE ROTTINO LILIANA TESTI ADOTTATI A.A.V.V. L ESPRIT DES MOTS ;PARODI-VALLACCO UN MONDE DE VOYAGES. ALTRI STRUMENTI DIDATTICI MATERIALE ILLUSTRATIVO, DEPLIANTS, GUIDE NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE TRE NUMERO DI ORE SETTIMANALI PREVISTE 99 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE :CURRICOLARI 60 STRATEGIE DI RECUPERO ADOTTATE : IN ITINERE CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI LA CORRISPONDENZA BLOCCHI TEMATICI CONTENUTI ARGOMENTI Schema di composizione della lettera Lettera circolare, domanda di informazione e risposta, domanda di condizioni particolari e risposta,, COLLEGAMENTI:INGLESE TEDESCO. ARGOMENTI TECNICHE DI PRESENTAZIONE DI termali; suoi Alberghi, villaggi turistici,località città (Palermo,Parigi, ),, regioni (Sicilia, Le val de Loire e i Castelli, Ile De France) BLOCCHI TEMATICI STRANIERE, AZIENDALI CONTENUTI COLLEGAMENTI:LINGUE DISCIPLINE TURISTICHE ED GEOGRAFIA. ARGOMENTI TECNICHE DI PRESENTAZIONE DI crociere (crociera nel mediterraneo) COLLEGAMENTI:LINGUE STRANIERE,

28 CONTENUTI DISCIPLINE TURISTICHE ED AZIEN DALI. BLOCCHI TEMATICI ARGOMENTI REGIONI ITALIANE STRANIERE, TERRITORIO, CONTENUTI Sicilia: geografia, storia, arte, manifestazioni, tipo di turismo. Citta siciliane :Palermo, Cefalù,Siracusa, Ragusa, Noto,Messina, Taormina, Agrigento, Trapani.. COLLEGAMENTI:LINGUE GEOGRAFIA, ARTE E STORIA. BLOCCHI TEMATICI FRANCIA ARGOMENTI Geografia, economia, amministrazione Politica,mezzi di trasporto.. CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI REGIONI FRANCESI LES TRANSPORTS ARGOMENTI Ile de France, Parigi: geografia, storia, arte, manifestazioni, tipo di turismo. Monumenti di Parigi. Le Val de Loire: geografia, storia, arte,manifestazioni, tipo di turismo. Presentazione in power-point di un castello. COLLEGAMENTI : GEOGRAFIA,ARTE E TERRITORIO. Les transports aériens, ferroviaires et Maritimes. COLLEGAMENTI : D T A,INGLESE.

29 CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI VISITE GUIDATE/ITINERARI DI: AZIENDALI, ARGOMENTI Citta d arte in Sicilia Palermo(arabo-normanna, barocca,liberty,i suoi mercati). Roma Imperiale,Rinascimentale e Barocca. Città d arte in Francia : Parigi e i suoi monumenti.(rive droite, rive gauche,île de la cité ) COLLEGAMENTI :GEOGRAFIA, DISCIPLINE TURISTICHE ED ARTE E TERRITORIO,STORIA. CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI ITINERARI/CIRCUITI IN AZIENDALI, STORIA,GEOGRAFIA. ARGOMENTI Sicilia (orientale e occidentale). COLLEGAMENTI:LINGUE STRANIERE, DISCIPLINE TURISTICHE ED ARTE E TERRIT., CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI PROGRAMMA/ITINERARIO DI DISCIPLINE STORIA ARGOMENTI Crociera tipo nel Mediterraneo. Rêves des Pharaons COLLEGAMENTI:INGLESE, TURISTICHE ED AZIENDALI, GEOGRAFIA, ARTE E TERRITORIO. CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI ARGOMENTI

30 . IL XIX SECOLO: LA LETTERATURA PREROMANTICA. F.René de Chateaubriand : René.(L élan,vers L infini). COLLEGAMENTI : ITALIANO,STORIA,ARTE E TERRITORIO IL ROMANZO REALISTA analisi di STORIA, IL ROMANZO NATURALISTA G.Flaubert : M.me Bovary (lettura e La mort d Emma) COLLEGAMENTI: ITALIANO, ARTE E TERRITORIO. E.Zola : Germinal (Du pain, du pain) Differenze e analogie tra naturalismo Francese e verismo italiano. COLLEGAMENTI :Italiano,storia. IL SIMBOLISMO C.Baudelaire : «Les fleurs du mal «Lettura ed analisi di alcune poesie. STRATEGIE DIDATTICHE Dibattiti in francese su argomenti studiati. Lavori di gruppo. Realizzazione di materiale pubblicitario, concernente luoghi e ambienti di interesse turistico ed artistico. L approccio al linguaggio specifico è stato condotto in maniera sincronica, utilizzando testi, che introducono problematiche generali di carattere turistico/alberghiero, tratti da giornali, riviste, dépliants etc.le attività didattiche sono state avviate in modo da permettere agli allievie di acquisire interdisciplinarmente nuove competenze professionali. TIPOLOGIE VERIFICHE

31 Sono state effettuate periodicamente verifiche scritte ( in totale 5.) e orali( almeno una volta al mese e tutte le volte che è stato necessario) secondo le seguenti tipologie:presentazioni di itinerari turistici; descrizione di luoghi e ambienti di interesse turistico ed artistico; elaborazione di itinerari turistici,riassunti e sintesi di testi a carattere turistico e/o letterario; lettere di argomenti turistici; pieghevoli illustrati. OBIETTIVI Competenza di comunicazione sia nell ambito della produzione, che in quello della comprensione di testi orali e scritti di natura diversificata. Acquisizione di linguaggi settoriali differenziati, di microlingue ed in particolare del linguaggio turistico/alberghiero. Saper elaborare itinerari e circuiti pertinenti, coerenti e coesi. Conoscenza dettagliata della Sicilia e di Palermo. Saper illustrare una località,dettagliare i servizi, redigere un dépliant, organizzare un soggiorno in tutte le sue fasi, promuovere una regione, redigere un programma/itinerario di un crociera. (Vedasi programma allegato)

32 MATERIA: INGLESE DOCENTE: M. STELLA COLONNA ROMANO H.WALSH TESTI ADOTTATI: TOURISM AT WORK- LITERATURE IN TIME- NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: tre NUMERO DI ORE ANNUALI PREVISTE: 99 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE AL 15 Maggio : 62 STRATEGIE DI RECUPERO ADOTTATE: IN ITINERE BLOCCHI TEMATICI CONTENUTI ARGOMENTI La corrispondenza Letters ( enquiries, replies, bookings, confirmations, cancellations, complaints, adjustments,circulars,c.v, applications) Tecniche di presentazione Promoting and selling Tourism: What is Tourism How Tourism developed Thomas Cook :the first tour operator The Grand Tour Tour Operators and package Tours Sicily(Agrigento:Valley of the temples, Syracuse,Noto, Taormina Villa Romana di Piazza Armerina, un isola a piacere tra Egadi ed Eolie Segesta, Erice,Natural Parks and Reserves:Etna, Vendicari, Madonie, Alcantara, Zingaro - Palermo: - Cappella Palatina - Palazzo dei Normanni - Cattedrale - S.Giovanni degli Eremiti - Martorana

33 - S.Cataldo - Quattro Canti, - Piazza Pretoria - Due chiese barocche a scelta tra: - S.Domenico, - Casa Professa - S.Cita, - Oratorio SS.Salvatore - - Teatro Massimo, - Il Liberty - Cruises (Med World) - Itineraries and brochures(palermo- Verona- Venezia- Roma- London- Sicily- ) - Tours and holidays - Activity holidays - ( Spas, Adventure Holidays,Specialist Tour Operators Specialist Tours in Italy) - Itineraries in Northern Italy and in Southern Italy - England - The Celtic Fringe The Romantic Age- W.Blake : The Lamb, The Tyger - W.Wordsworth: Preface to the Lyrical Ballads

34 , Daffodils - W.Coleridge: the Rime of the Ancient Mariner The Role of Women in 19 th and 20 th Century J.Austen: Pride and Prejudice Wilde: The Importance of Being Earnest G.B.Shaw: Pygmalion J.Joyce: Eveline STRATEGIE DIDATTICHE Lavori di gruppo, dibattiti in inglese su argomenti oggetto di studio, produzione di materiale turistico, lezioni frontali e problem solving, approccio comunicativo con continui riferimenti interdisciplinari. VERIFICHE Periodicamente sia scritte (cinque) che orali secondo le seguenti tipologie: riassunti, composizione di testi turistici, risposte a quesiti di natura letteraria, itinerari e materiale pubblicitario e promozionale.

35 TEDESCO DOCENTE: VASSALLO ANTONINA MARIA TESTI ADOTTATI: M. Kilb, A. Selmi Mit Blick auf Tourismus Poseidonia A. Selmi, M. Kilb Magazine. de Poseidonia ALTRI STRUMENTI DIDATTICI: fotocopie, videocassette, materiale illustrativo depliants, guide NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: 3 NUMERO DI ORE ANNUALI PREVISTE: 99 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE: 58 METODOLOGIE ADOTTATE: Lezione frontale, lavori di gruppo, ricerca di materiale da parte degli alunni, problem solving, discussione guidata in tedesco su argomenti studiati, relazioni. ATTIVITA' DI RECUPERO ADOTTATE: Sostegno e potenziamento in itinere. CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI ARGOMENTI COLLEGAMENTI MATERIALE PUBBLICITARIO PRESENTAZIONE: CITTA', REGIONE DISCIPLINE TURISTICHE GEOGRAFIA, ARTE E TERRITORIO, INGLESE, FRANCESE CORRISPONDENZA COMPOSIZIONE DI LETTERA DI RICHIESTA E DI RISPOSTA FRANCESE, INGLESE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico Idoneità alla 3^ classe: ESAMI IDONEITA' INTEGRATIVI A.SC. 2013/14 1 Grimaldi Sabrina: in poss. promoz. al 2 anno Istituto Alberghiero 2 anno Storia e Geografia (orale) 2 anno Storia dell Arte (orale)

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015

Anno Scolastico 2014-2015 Corso: MECCANICA, MECCATRONICA E ENERGIA - BIENNIO COMUNE RELIGIONE CATTOLICA 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO U SEI 16,35 No No No GIORDA, DIRITTI

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Strumee nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Giorgia Lorenzato 2011 by Mondadori Education S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.mondadorieducation.it

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER GLI ESAMI DI STATO 2008/2009 ( Regolamento art. 5 ) CLASSE 5 a. sez. A

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER GLI ESAMI DI STATO 2008/2009 ( Regolamento art. 5 ) CLASSE 5 a. sez. A ISTITUTO TECNICO AGRARIO O. Munerati C.F. 80004570299 ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI A. Bernini Via Cappello,10 45100 S. Apollinare-RO Corso del Popolo, 274 45100 Rovigo Tel. 0425 492404 Dir. 0425 49900

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE S.MARTA G. BRANCA Istituto Professionale per i Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera e Istituto Professionale per i Servizi Commerciali Strada delle Marche,

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

Documento del 15 maggio

Documento del 15 maggio Educazione&Scuola Documento del 15 maggio Esempi prodotti da: 1. Seminario presidi - Piemonte 2. IRRSAE del Veneto 3. IPSS "Bartolomeo Montagna" di Vicenza 4. IPSIA "Duca d'aosta" di Roma 5. ITSCG "Pier

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 Pagina 1 di 73 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 S Corso: AGRARIA, AGROLIMENTARE AGROINDUSTRIA - BIENNIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 S Corso: AGRARIA, AGROLIMENTARE AGROINDUSTRIA - BIENNIO Classe: 1 S RELIGIONE 9788805070725 TRENTI ZELINDO / MAURIZIO LUCILLO / ROMIO ROBERTO OSPITE INATTESO (L') / CON NULLA OSTA CEI U SEI 15,00 Si Si No ITALIANO GRAMMATICA 9788805073542 DEGANI ANNA / MANDELLI

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli