Nutrizione in gravidanza ed esiti perinatali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nutrizione in gravidanza ed esiti perinatali"

Transcript

1 Irene Cetin Professore di Ostetricia e Ginecologia Università degli Studi di Milano Direttore Clinica Ostetrica e Ginecologica Ospedale Luigi Sacco di Milano Nutrizione in gravidanza ed esiti perinatali

2 salute inizia prima di nascere, dalla mamma al bambino La composizione della dieta materna, insieme alla funzione placentare, determina la composizione dei nutrienti nel sangue del cordone ombelicale

3 salute inizia prima di nascere, dalla mamma al bambino Lo sviluppo si completa nei primi 1000 giorni dopo il concepimento. Ogni organo ha un periodo critico, spesso breve, durante il quale avviene il suo sviluppo La maggior parte dei periodi critici avviene in utero

4 ambiente dieta materna epigenetica dieta materna macro e micronutrienti regolano la stabilità del DNA e gli adattamenti del fenotipo, attraverso processi di metilazione del DNA modificazioni epigenetiche espressione di geni fetali espressione di geni placentari sviluppo fetale PROGRAMMING NUTRIZIONALE Cetin I et al., Curr Opin Clin Nutr Metab Care, 2013

5 fattori determinanti la salute materna e fetale Prediposizione genetica materna BMI materno Attività fisica Fumo materno e abuso alcolico Polimorfismi Infiammazione Ipertensione Squilibrio di nutrienti Modificazioni epigenetiche Azione citotossica Alterazione della funzionalità cellulare Salute materna e fetale Squilibrio ormonale Stress cellulare Determinanti sociali Modificazioni epigenetiche Squilibrio ormonale, nutrizionale e metabolico Alterazioni vascolari Qualità ovocitaria Dieta materna e status nutrizionale Modificazioni epigenetiche Azione citotossica Inquinanti ambientali e alimentari Cetin et al., Curr Opin Clin Nutr Metab Care, 2013

6 GRAVIDANZA = 3 compartimenti Cetin & Cardellicchio, 2010

7 INCREMENTO ENERGETICO La gravidanza richiede solo un modesto incremento del fabbisogno energetico rispetto allo stato non gravidico: Questo fabbisogno aumenta maggiormente nell allattamento

8 Macronutrienti LIPIDI= 25-30% (Acidi grassi monoinsaturi e poliinsaturi= 20 e 7%, con -6:-3=5:1) CARBOIDRATI= 55-60% (Zuccheri semplici= 10%) PROTEINE= 10-15% elevato valore biologico

9 Dieta nel periodo periconcezionale Mediterranean Spina Bifida OR 0.3 ( ) One carbon metabolism Malformazioni cardiache OR 0.4 ( ) Labbro leporino OR 1.9 ( ) Western Vujkovic et al. 2007, 2008, 2009; Obermann-Borst et al. 2011

10 Dieta nel periodo periconcezionale Ridotta crescita fetale OR 2.8 ( ) Mediterranean Timmermans et al., 2009

11 Parto pretermine nella donna che aderisce ad una dieta prudente o tradizionale vegetali, frutta, cereali integrali, pesce e acqua.

12 Intakes nutrizionali raccomandati in gravidanza espressi come % degli intakes raccomandati in donne non gravide Le necessità di alcuni micronutrienti aumentano molto più delle richieste energetiche calorie 10% B6 folati ferro iodio zinco Koletzko B et al, Ann Nutr Metab 2013

13 Folatemia - livelli ottimali al concepimento Cellule riproduttive e cellule embrionali necessitano di maggiori quantità di acido folico rispetto alle altre cellule del nostro organismo

14 Folatemia - livelli ottimali al concepimento Correlazione inversa tra livello di folati nei globuli rossi e rischio di Difetti del Tubo Neurale (NTD) Daly et al., JAMA, 1995

15 Italia - dieta mediterranea sufficiente? Maschi Femmine Maschi e femmine Post Fortificazione USA = 1999 Cile = 2000 Folati serici nmol/l Zappacosta Cafolla Sofi Cile Cile USA USA Folati GR nmol/l Donne Zappacosta Cafolla Cile Cile USA USA Omocisteinemia mmol/l Zappacosta Sofi USA USA Studi condotti su popolazione italiana

16 Meta-analysis 62 studies n = 108,733 subjects USA (19 studies, n = 5,994 subjects) Canada (2 studies, n = 95 subjects) United Kingdom (16 studies, n = 15,404 subjects) Europe (16 studies, n = 85,071 subjects) Australia (2 studies, n = 632 subjects)/nz (2 studies, n = 291 subjects) Japan (5 studies, n = 1,249 subjects).

17 FOLATE: average intakes in all regions were between 13% and 63% lower than recommendations USA EUR IRON: average intakes were below nutrient recommendations in all developed regions 22 mg/day USA 19.7 mg/day EUR Blumfield M et al, Nutr Rev 2013

18 richieste di ferro in gravidanza

19 IRON Iron Deficiency Anemia (Hb < 11,0 g/dl, WHO 2001) Gestational anemia 25% Postpartum anemia 25-50% Milman, Ann Hematol, 2008 Milman, Ann Hematol, 2011

20 IRON Serum ferritin % women >70 μg/l 15-20% μg/l 30-35% <30 μg/l 45% The high physiological requirement for iron in pregnancy is difficult to meet with most diets. Therefore, pregnant women should routinely receive iron supplements in almost all contexts. Milman, Ann Hematol, 2008

21 Anemia materna ed esiti avversi MOTHER Preeclampsia Mortality FETUS Low birth weight (LBW) Prematurity - IUGR Reduced iron stores ADULTHOOD Risk of schizofrenia Metabolic syndrome

22 Supplementazione con ferro in gravide non anemiche (Hb> 10,5 g/dl) Gestational wks at delivery Birthweight (g) Placental weight (g) Umbilical ph Blood losses (ml) Controls (no iron suppl.) 39.1 (2.3) (469.5) 513 (105.0) 7.27 (0.1) 350 (125.8) Iron 28 mg 39.3 (1.4) (588.0) (48.3) 7.28 (0.09) 300 (150) ns p<0.05 ns ns ns Effetto significativo sul peso alla nascita (oltre che sui parametri ematologici materni) Parisi F et al., submitted 2014

23 vitamin D USA/EUR Intakes were below recommendations for all regions Blumfield M et al, Nutr Rev 2013

24 vitamin D support maternal and fetal bone health increased vitamin D status during pregnancy may enhance bone mineralization in the offspring Bischoff-Ferrari HA 2011 enable the maternal immunological adaptation required to mantain a normal pregnancy vitamin D supplementation benefits immune function and the loss of tolerance of preeclampsia Hypponen E 2011 increased levels associated with long-term protection against immunological diseases (allergies, type 1 diabetes, asthma) Bischoff-Ferrari HA 2011 a large proportion of pregnant women are vitamin D depleted! however, strong need for future intervention studies

25 omega 6 omega 3 Acido Linoleico 18:2 n-6 COOH D5-6 desaturasi COOH COOH Acido alfa-linolenico 18:3 n-3 COMPETIZIONE PER IL SUBSTRATO Acido diomogammalinolenico 18:3 n-6 Acido Arachidonico 20:4n-6 -contrazione muscolatura liscia (utero, vasi sanguigni) -pervietà dotto arterioso -coagulazione del sangue COOH Acido EicosapentaenoicoCOOH EPA 20:5n-3 -fluidità sangue -rilassamento muscolatura liscia -effetto antiaritmico -stabilizzazione placca ateromasica COOH Acido Docosaesaenoico DHA 22:6n-3 -accumulo SNC (plasticità neuronale) -pigmenti retinici

26 Effects of ω-3 on pregnancy outcome Prolonged gestation (Meta-analysis) Szajewska et al. 2006: Am J Clin Nutr 83 Makrides et al. 2006: Cochrane Database Syst Rev CD days (95% CI: 0.35, 2.78) (6 RCTs, n=1278) 2.55 days (95% CI: 1.03, 4.07) (3 trials, n=1621) Prevented preterm birth (<34 weeks) in high risk patients (Systematic Review) Rate/Risk of preeclampsia Horvath et al. 2007: Br J Nutr 98 Szajewska et al. 2006: Am J Clin Nutr 83. Makrides et al. 2006: Cochrane Database Syst Rev CD RR = 0.39 (95% CI 0.18, 0.84) (2 RCTs; n= 291) No significant difference in the RR/rate of pre-eclampsia

27 Early DHA deposition in brain DHA DPA EPA 24 weeks, 75 g 40 weeks, 400 g Postconceptional Age Martinez 1992

28 Effects of ω-3 (pregnancy and lactation) on offspring Olsen et al. 2008: Am J Clin Nutr 88 IMMUNOLOGIC EFFECTS: ASTHMA Helland et al. 2003: Pediatrics 111 Smithers et al. 2008: Am J Clin Nutr 88 Gale et al. 2008: J Child Psychol Psychiatry 49 Judge et al. 2007: Am J Clin Nutr 85 Reduced hazard rate of asthma during 16-y follow-up of offspring Reduced hazard rate of allergic asthma during 16-y follow-up of offspring Children s mental processing scores (IQ) at 4-y aged Increased visual acuity Reduced risk of hyperactivity in fetuses Performance of problem-solving tasks 63% (95% CI: 8%, 85%; p= 0.03), 87% (95% CI: 40%, 97%; p= 0.01) Mean IQ 106 vs 102 (p< 0.05). Significant correlation with maternal intake of DHA during pregnancy At 4 months, high-dha fetuses = 1.4 cycle per degree higher than controls (p= 0.025) OR = 0.34 (95% CI: 0.15, 0.78) Significant effects on total intention score (p=0.017) and solutions (p=0.011), number of intentional solutions on both cloth (p=0.008) and cover (p=0.004) steps

29 CONSENSUS RECOMMENDATIONS DIETARY FAT INTAKE IN PREGNANCY AND LACTATION Project supported by the European Union, Framework 5 programme, Quality of Life Key Action. Koletzko B, Cetin I, Brenna J. B J Nutr 2007

30 RACCOMANDAZIONI LC-PUFA 1. L intake lipidico durante la gravidanza e l allattamento (in proporzione all intero approvvigionamento energetico) dovrebbe essere lo stesso della popolazione generale 2. Le donne in gravidanza e in allattamento dovrebbero raggiungere la quantità di 200mg/die di DHA con la dieta. Quantità maggiori fino a 1 g/die di DHA or 2.7 g/die di n-3 LCPUFA sono state proposte in diversi trial clinici randomizzati senza eventi avversi. 3. Le donne in età fertile dovrebbero consumare 1-2 porzioni di pesce alla settimana (dose minima di DHA raccomandata senza eccessiva esposizione ai contaminanti ambientali Koletzko B, Cetin I, Brenna J. B J Nutr 2007

31 Multivitaminici - 21 Trials clinici: 75,785 donne Comparazione tra multivitaminici vs placebo/ nessuna supplementazione/ supplementazione unicamente di 1-2 micronutrienti (acido folico + ferro) Riduzione significativa di: - Basso Peso alla nascita (RR 0.89; 95% CI 0.83 to 0.94) - Small-for-gestational age (SGA) (RR 0.87; 95% CI 0.81 to 0.95)

32 SUPPLEMENTAZIONE Folati periconcezionali: 400 ugr/die a tutte le donne che non escludono una gravidanza Ferro: integrazione se ferritina<70 ug/l Vitamina D: 10 ug/die se scarsa esposizione al sole, vit D< 75 nmol/l Omega 3/DHA: almeno 200 mg/die se rischio di parto prematuro Iodio: nelle aree carenti e nelle pazienti a rischio Altri micronutrienti?

33 DONNE A RISCHIO di CARENZE Dieta vegetariana o vegana (ferro, vitb12, vit D, calcio) Obesità Abuso di sostanze fumo, alcool, droghe Adolescenti Gravidanze multiple Breve intervallo tra gravidanze (ferro, folati, vit B12) Malassorbimento - celiachia, morbo di Chron, chirurgia bariatrica ) (ferro, folati, calcio, zinco.) Allattamento prolungato

34 CONSIGLI NUTRIZIONALI La gravidanza rappresenta un ottima opportunità di educazione alimentare!

35 TAKE HOME MESSAGE

Integrazione alimentare e carenze vitaminiche

Integrazione alimentare e carenze vitaminiche I MILLE VOLTI DELLA NUTRIZIONE Università degli Studi di Milano - Bicocca Auditorium Guido Martinotti Ornella Parma Integrazione alimentare e carenze vitaminiche www.digitalforacademy.com Integrazione

Dettagli

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO Il periodo della gravidanza e dell allattamento sono particolarmente critici dal punto di vista alimentare-dietetico, in quanto la dieta incide in modo fondamentale sulla salute

Dettagli

1. Acido folico e prevenzione

1. Acido folico e prevenzione 1. Acido folico e prevenzione dei difetti del tubo neurale e di altre malformazioni congenite Renata Bortolus Azienda Ospedaliera Istituti Ospitalieri di Verona, Verona Dottorato in Scienze dell Educazione

Dettagli

I lipidi nella alimentazione del bambino. Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano

I lipidi nella alimentazione del bambino. Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano I lipidi nella alimentazione del bambino Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano ! I lipidi del latte materno: composizione e significato - acidi grassi -

Dettagli

L integrazione in gravidanza

L integrazione in gravidanza L integrazione in gravidanza Dr. Italo Guido Ricagni Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari in gravidanza

Dettagli

U.O. Consultorio Familiare Distretto n 1 Responsabile Dr Massimo Menighetti AS Carla Cargnin

U.O. Consultorio Familiare Distretto n 1 Responsabile Dr Massimo Menighetti AS Carla Cargnin PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA Programma Regionale GenitoriPiù ipiù quali novità? Prendere per tempo l Acido folico U.O. Consultorio Familiare Distretto n 1 Responsabile Dr Massimo Menighetti

Dettagli

L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI. Gestazione Allattamento Accrescimento

L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI. Gestazione Allattamento Accrescimento L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI Gestazione Allattamento Accrescimento LARN 1996 GESTAZIONE Il fabbisogno aggiuntivo è in funzione del IMC pre-gravidanza gravidanza. Per un corretto esito della gravidanza,

Dettagli

Dir. UOC Ostetricia e Ginecologia Policlinico Universitario A. Gemelli, Roma ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA

Dir. UOC Ostetricia e Ginecologia Policlinico Universitario A. Gemelli, Roma ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA PROF. ALESSANDRO CARUSO Dir. UOC Ostetricia e Ginecologia Policlinico Universitario A. Gemelli, Roma ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA Una nutrizione corretta determina condizioni ottimali di salute materne,

Dettagli

MTHFR. Metionina. CH 3 metilazione DNA, RNA, proteine, lipidi MTR. Omocisteina THF (B 12 ) 5-metil-THF. Purine. S-adenosil-metionina (SAM)

MTHFR. Metionina. CH 3 metilazione DNA, RNA, proteine, lipidi MTR. Omocisteina THF (B 12 ) 5-metil-THF. Purine. S-adenosil-metionina (SAM) Poliformismo genetico, l importanza dell assunzione dell acido folico in gravidanza e relative patologie AOGOI, MODENA 2012 L acido folico (a. pteroilglutammico) è una vitamina del gruppo B biologicamente

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali

Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali Commissione Allergie Alimentari della SIAIP Dott. Alberto Martelli (Responsabile Scientifico) Dott.ssa Loredana Chini Dott.ssa Iride

Dettagli

ALIMENTAZIONE RICCA IN FOLATI E PREVENZIONE DI DIFETTI CONGENITI: L ESEMPIO DELLA SPINA BIFIDA

ALIMENTAZIONE RICCA IN FOLATI E PREVENZIONE DI DIFETTI CONGENITI: L ESEMPIO DELLA SPINA BIFIDA La Ristorazione Collettiva in Italia Metodo e Strategie Operative Integrate Nazionali in Ambito Nutrizionale Mercoledì 4 febbraio 2009, CAMERA DEI DEPUTATI ALIMENTAZIONE RICCA IN FOLATI E PREVENZIONE DI

Dettagli

Com. Scien. Ass. Giuseppe Dossetti: i Valori Sviluppo e Tutela dei Diritti Cardiologa A.C.O. S. Filippo Neri, Roma

Com. Scien. Ass. Giuseppe Dossetti: i Valori Sviluppo e Tutela dei Diritti Cardiologa A.C.O. S. Filippo Neri, Roma DOTT.SSA CINZIA CIANFROCCA Com. Scien. Ass. Giuseppe Dossetti: i Valori Sviluppo e Tutela dei Diritti Cardiologa A.C.O. S. Filippo Neri, Roma PREVENIRE E MEGLIO CHE CURARE: LA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE

Dettagli

MARCELLA FALCIERI AU A SL L B ologna

MARCELLA FALCIERI AU A SL L B ologna MARCELLA FALCIERI AUSL Bologna Direttiva Europea 2002/46/CE DLG 169/2004 Il contesto generale Le consuetudini assistenziali Gli studi scientifici e le prove di efficacia (E.B.M.) Dalle prove all assistenza

Dettagli

Sostanza nutritiva, sostanza, alimento o categoria di alimenti

Sostanza nutritiva, sostanza, alimento o categoria di alimenti Art. 14(1) a e b - Indicazioni sulle salute fornite sui prodotti alimentari riguardanti la riduzione del rischio di malattia e lo sviluppo e la salute dei bambini AUTORIZZATE Sostanza nutritiva, sostanza,

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista DALLA PREISTORIA AD OGGI: STILI DI VITA DIVERSI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% DALLA PREISTORIA

Dettagli

Il prematuro a casa: consigli dietetici pratici. Paolo Bottau Marcello Lanari U.O Pediatria e Neonatologia Ospedale di Imola

Il prematuro a casa: consigli dietetici pratici. Paolo Bottau Marcello Lanari U.O Pediatria e Neonatologia Ospedale di Imola Il prematuro a casa: consigli dietetici pratici Paolo Bottau Marcello Lanari U.O Pediatria e Neonatologia Ospedale di Imola Finalità dell alimentazione del neonato prematuro Crescita adeguata Soddisfacente

Dettagli

Taglio del Cordone Ombelicale e raccolta del sangue cordonale

Taglio del Cordone Ombelicale e raccolta del sangue cordonale Taglio del Cordone Ombelicale e raccolta del sangue cordonale La trasfusione placentare: fisiologia Taglio precoce e tardivo: effetti nel nato a termine e pretermine Gestione del III stadio del travaglio

Dettagli

Dieta Mediterranea per la prevenzione delle malformazioni congenite: rivalutazione di ecotipi di legumi e significato nell alimentazione della donna.

Dieta Mediterranea per la prevenzione delle malformazioni congenite: rivalutazione di ecotipi di legumi e significato nell alimentazione della donna. Dieta Mediterranea per la prevenzione delle malformazioni congenite: rivalutazione di ecotipi di legumi e significato nell alimentazione della donna. Pasquale Buonocore pasquale.buonocore@entecra.it Dieta

Dettagli

Diabete in gravidanza

Diabete in gravidanza Diabete in gravidanza Diabete preesistente tipo 1 tipo 2 Diabete gestazionale DIABETE GES TAZIONALE (GDM) DEFINIZIONE Intolleranza ai carboidrati di grado variabile, il cui inizio o primo riconoscimento

Dettagli

Risk factors for deaths

Risk factors for deaths App per il consumatore: la nuova frontiera dell etichettatura Prof. Alessandro Casini Nutrizione Clinica, AOUCareggi Università di Firenze Risk factors for deaths Prevalence of overweight (BMI>25 kg/m

Dettagli

Progetto CCM Buone pratiche per l alimentazione e l attività fisica in età prescolare: promozione e sorveglianza Risultati e prospettive in Toscana

Progetto CCM Buone pratiche per l alimentazione e l attività fisica in età prescolare: promozione e sorveglianza Risultati e prospettive in Toscana Progetto CCM Buone pratiche per l alimentazione e l attività fisica in età prescolare: promozione e sorveglianza Risultati e prospettive in Toscana Dalla sperimentazione allo sviluppo e diffusione delle

Dettagli

Diabete in gravidanza

Diabete in gravidanza Diabete in gravidanza Diabete preesistente tipo 1 tipo 2 Diabete gestazionale DIABETE GES TAZIONALE (GDM) DEFINIZIONE Intolleranza ai carboidrati di grado variabile, il cui inizio o primo riconoscimento

Dettagli

Alimentazione e sicurezza

Alimentazione e sicurezza Alimentazione e sicurezza I prodotti destinati ad una alimentazione particolare R&D Plada H.J.Heinz I prodotti destinati ad una alimentazione particolare Che cos è un prodotto destinato ad una alimentazione

Dettagli

Integratori in gravidanza Lusso o Necessità?

Integratori in gravidanza Lusso o Necessità? Integratori in gravidanza Lusso o Necessità? Dr.ssa Angela Graziano Dipartimento di Morfologia, Chirurgia e Medicina Sperimentale Università di Ferrara ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA Durante la gravidanza

Dettagli

La Terapia Farmacologica della Depressione Antepartum

La Terapia Farmacologica della Depressione Antepartum Camposampiero 6 Marzo -- 2015 La Terapia Farmacologica della Depressione Antepartum Prof. Cesario Bellantuono Ambulatorio Specialistico DEGRA Disturbi Affettivi in Gravidanza e Puerperio Ancona -Rimini

Dettagli

Scritto da andrea Domenica 23 Gennaio 2011 12:35 - Ultimo aggiornamento Domenica 08 Gennaio 2012 16:49

Scritto da andrea Domenica 23 Gennaio 2011 12:35 - Ultimo aggiornamento Domenica 08 Gennaio 2012 16:49 FERTILITA, GRAVIDANZA E CELIACHIA 4. Malattia celiaca,aborto spontaneo,peso alla nascita e lattazione Le Alterazioni riproduttive più frequentemente riscontrate nelle donne affette da Malattia Celiaca

Dettagli

L'alimentazione dalla fase preconcezionale alla gravidanza

L'alimentazione dalla fase preconcezionale alla gravidanza Università degli Studi di Milano A.O. Luigi Sacco Milano L'alimentazione dalla fase preconcezionale alla gravidanza Stefania Calabrese Centro di Ricerche Fetali Giorgio Pardi Ospedale Luigi Sacco L alimentazione

Dettagli

Cosa di nuovo nel CedAP 2015

Cosa di nuovo nel CedAP 2015 La nascita in Emilia-Romagna Bologna, 13 novembre 2014 Cosa di nuovo nel CedAP 2015 Vittorio Basevi, SaPeRiDoc, Bologna Sovrappeso e obesità materna, Europa frequenza sovrappeso obesità Scozia 27.7% 20.7%

Dettagli

MICRONUTRIENTI IN GRAVIDANZA RUOLO DEI FOLATI, DELLA VITAMINA D E DEL DHA OSTETRICIA E GINECOLOGIA NOVITA FERRARA, 11 MARZO 2011 A.GI.CO Dott.ssa Claudia Guaraldi U.O.C. Ostetricia e Ginecologia Ospedale

Dettagli

DIETA E STILI DI VITA

DIETA E STILI DI VITA Salute del bambino e sicurezza alimentare: analisi del rischio di d adenti chimici e fattori associati a stili di vita ISS Roma 22-23 23 giugno 2005 DIETA E STILI DI VITA Marco Silano, M.D. Dipartimento

Dettagli

Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type

Studio Re.mo.te A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type 2 diabetes" Protocollo di Studio:durata e campione La

Dettagli

Modelli dietetici: Evidenze scientifiche ed epidemiologiche

Modelli dietetici: Evidenze scientifiche ed epidemiologiche Modelli dietetici: Evidenze scientifiche ed epidemiologiche Valeria del Balzo Unità di Ricerca di Scienza dell Alimentazione e Nutrizione Umana Dipartimento di Medicina Sperimentale Sapienza Università

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE ED INTEGRAZIONE IN GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO - 1 -

PROGETTO ALIMENTAZIONE ED INTEGRAZIONE IN GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO - 1 - PROGETTO ALIMENTAZIONE ED INTEGRAZIONE IN GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO - 1 - - 2 - SOMMARIO Gravidanza 3 Alimentazione in gravidanza 3 Peso e stato nutrizionale della donna al momento del concepimento 5

Dettagli

Cosa succede quando la celiachia È donna

Cosa succede quando la celiachia È donna Cosa succede quando la celiachia È donna Menopausa, osteoporosi, rischi legati alla gravidanza. La celiachia nei soggetti femminili si accompagna a una serie di problemi aggiuntivi. Un Gruppo Clinico formato

Dettagli

Una corretta nutrizione é estremamente importante in gravidanza: bambini nato sottopeso (<2-2.4 kg) malattie gravi durante l infanzia.

Una corretta nutrizione é estremamente importante in gravidanza: bambini nato sottopeso (<2-2.4 kg) malattie gravi durante l infanzia. Fabbisogno energetico in gravidanza Una corretta nutrizione é estremamente importante in gravidanza: bambini nato sottopeso (

Dettagli

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA 1 ottobre 2011 IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA Dott.ssa Elena Fachinat DATI EPIDEMIOLOGICI : Prevalenza stimata di ipotiroidismo conclamato in gravidanza : 0,3-0,5% Prevalenza stimata di ipotiroidismo subclinico

Dettagli

IL RUOLO DELLA MAMMA NELLE SCELTE ALIMENTARI DELLA FAMIGLIA. LA PREVENZIONE DELL OBESITA INFANTILE

IL RUOLO DELLA MAMMA NELLE SCELTE ALIMENTARI DELLA FAMIGLIA. LA PREVENZIONE DELL OBESITA INFANTILE IL RUOLO DELLA MAMMA NELLE SCELTE ALIMENTARI DELLA FAMIGLIA. LA PREVENZIONE DELL OBESITA INFANTILE DOTT. LUIGI GRECO PEDIATRA DI FAMIGLIA BERGAMO VICE PRESIDENTE DELLA S.I.P. DOTT.SSA ELVIRA VERDUCI RICERCATORE

Dettagli

Gian Vincenzo Zuccotti Clinica Pediatrica, Ospedale dei Bambini V. Buzzi Università degli Studi di Milano

Gian Vincenzo Zuccotti Clinica Pediatrica, Ospedale dei Bambini V. Buzzi Università degli Studi di Milano Gian Vincenzo Zuccotti Clinica Pediatrica, Ospedale dei Bambini V. Buzzi Università degli Studi di Milano Obesità infantile nel mondo 2010: PIÚ DI 42 MILIONI I BAMBINI IN SOVRAPPESO SOTTO I 5 ANNI Obesità

Dettagli

ECCESSIVO INCREMENTO PONDERALE IN GRAVIDANZA: RISCHI MATERNO-FETALI

ECCESSIVO INCREMENTO PONDERALE IN GRAVIDANZA: RISCHI MATERNO-FETALI Ferrara, 21 Marzo 2014 ECCESSIVO INCREMENTO PONDERALE IN GRAVIDANZA: RISCHI MATERNO-FETALI Dott.ssa Elena Mossuto Nel 1990 INCREMENTO PONDERALE IN GRAVIDANZA Nel 2009 kg 12.5-18 11.5-16 7-11.5 5-9 Weight

Dettagli

Alimentazione in. Adolescenza. Dott.ssa Elena Rafanelli

Alimentazione in. Adolescenza. Dott.ssa Elena Rafanelli Alimentazione in Gravidanza, Allattamento e Adolescenza Dott.ssa Elena Rafanelli Corso Scienze Tecniche Dietetiche Applicate MED/49 Educazione alimentare Anno Accademico 2013-2014 2014 Gravidanza Un buono

Dettagli

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Corso pre congressuale Valutazione del benessere fetale in travaglio Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Nicoletta Telleri Da: La sorveglianza del benessere fetale in travaglio di parto. Linea

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

Sabato 1 ottobre 2011

Sabato 1 ottobre 2011 Gli esami nella contraccezione e in gravidanza: per un punto di vista della medicina generale Sabato 1 ottobre 2011 L'indicazione ad eseguire una periodica e vasta gamma di esami di laboratorio alle donne

Dettagli

La frutta secca, un alternativa alimentare ideale. Alessandra Bordoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti Università di Bologna

La frutta secca, un alternativa alimentare ideale. Alessandra Bordoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti Università di Bologna La frutta secca, un alternativa alimentare ideale Alessandra Bordoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti Università di Bologna Cos è la frutta secca Frutti oleosi (noci, nocciole, mandorle, ecc) (in

Dettagli

ALIMENTAZIONE e STATO di SALUTE a LUNGO TERMINE

ALIMENTAZIONE e STATO di SALUTE a LUNGO TERMINE ALIMENTAZIONE e STATO di SALUTE a LUNGO TERMINE GIACOMO FALDELLA Dip. Scienze Ginecologiche, Ostetriche e Pediatriche - Università di Bologna Nutrizione infantile 1 EFFETTI IMMEDIATI 2 EFFETTI A LUNGO

Dettagli

Alcol, gravidanza e allattamento

Alcol, gravidanza e allattamento Alcol 0 Giornata di studio 1 aprile 2015 Azienda Ospedaliero-Universitaria careggi-firenze Dr Maurizio Fontanarosa - Maternità di Careggi Alcol, gravidanza e allattamento Spettro dei disordini feto-alcolici

Dettagli

FARE ATTENZIONE ALLA SALUTE DEI GENITORI PER PROTEGGERE QUELLA DEL BAMBINO.

FARE ATTENZIONE ALLA SALUTE DEI GENITORI PER PROTEGGERE QUELLA DEL BAMBINO. FARE ATTENZIONE ALLA SALUTE DEI GENITORI PER PROTEGGERE QUELLA DEL BAMBINO. Diventare genitori è una decisione che richiede responsabilità. La salute dei genitori, e in particolare della mamma, ha una

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI

DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI DIABETE GESTAZIONALE: QUALE MODALITA DEL PARTO? G.SCAGLIARINI Parto e Diabete Timing del parto Modalità del parto Timing del parto pretermine a termine Modalità del parto Travaglio spontaneo Induzione

Dettagli

cosa ha mangiato la mamma in gravidanza?

cosa ha mangiato la mamma in gravidanza? cosa ha mangiato la mamma in gravidanza? NUTRIZIONE MATERNA e CRESCITA FETALE Prof. Irene Cetin Università degli Studi di Milano Dipartimento Materno Infantile Ospedale Luigi Sacco PROGRAMMING Malnutrition

Dettagli

Più forza nella vita

Più forza nella vita parte del sistema Più forza nella vita Ostacola la perdita di massa magra e favorisce il recupero della funzionalità muscolare Nutrition La Sarcopenia è la perdita progressiva della massa magra MEDIA DELLA

Dettagli

Ruolo degli acidi grassi omega-3 LC-PUFA in gravidanza e nell allattamento

Ruolo degli acidi grassi omega-3 LC-PUFA in gravidanza e nell allattamento Rivista di Ostetricia e Ginecologia Vol. 3, No. 1, marzo 2008 Ruolo degli acidi grassi omega-3 LC-PUFA in gravidanza e nell allattamento G. Alvino, I. Cetin I Clinica Ostetrica e Ginecologica, Università

Dettagli

LA DIETA NELLE PATOLOGIE CRONICHE. Do#. Antonio Verginelli

LA DIETA NELLE PATOLOGIE CRONICHE. Do#. Antonio Verginelli LA DIETA NELLE PATOLOGIE CRONICHE Do#. Antonio Verginelli In Italia, come in tu5 i Paesi a elevato livello socio- economico, le patologie non trasmissibili sono, a#ualmente quelle che incidono maggiormente

Dettagli

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE È considerato lattante un individuo fra 0 e 1 anno di età. Le esigenze e quindi gli apporti nutrizionali in questa fase della crescita sono correlati a caratteristiche

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA VETERINARIA E DEGLI ALIMENTI UFFICIO XII L' approccio alla malattia diabetica si basa su tre

Dettagli

I prodotti ittici e la salute umana: Acquacoltura vs selvatico

I prodotti ittici e la salute umana: Acquacoltura vs selvatico UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI Dipartimento di Scienze della Vita e dell Ambiente Laboratorio di Analisi Chimica degli Alimenti - Food Toxicology Unit I prodotti ittici e la salute umana: Acquacoltura

Dettagli

Smart Food. «Vegetarian style»

Smart Food. «Vegetarian style» Smart Food «Vegetarian style» Giacomo Biasucci Maria Elena Capra Dipartimento Ospedaliero Materno-Infantile U.O.C. di Pediatria e Neonatologia Ospedale Guglielmo da Saliceto Piacenza Smart Food Lascia

Dettagli

L alimentazione nell anziano non autosufficiente: strategie nutrizionali. Claudio Pedone Università Campus Biomedico Roma

L alimentazione nell anziano non autosufficiente: strategie nutrizionali. Claudio Pedone Università Campus Biomedico Roma L alimentazione nell anziano non autosufficiente: strategie nutrizionali Claudio Pedone Università Campus Biomedico Roma Disabilità e malnutrizione Limitazioni funzionali frequenti nell anziano sono associate

Dettagli

OBESITA E STILE DI VITA Parma, 6 Maggio 2004

OBESITA E STILE DI VITA Parma, 6 Maggio 2004 OBESITA E STILE DI VITA Parma, 6 Maggio 2004 Prof. Eugenio Del Toma Presidente Onorario Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI) Obesità e.globesità epidemia del terzo millennio! L

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Dipartimento di Gerontologia, Geriatria e Malattie del Metabolismo. Seconda Università degli Studi di Napoli

Dipartimento di Gerontologia, Geriatria e Malattie del Metabolismo. Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Gerontologia, Geriatria e Malattie del Metabolismo Seconda Università degli Studi di Napoli InCHIANTI Markers della disabilità-1 Malattie Cardiovascolare e/o polmonare Diabete Demenza Cancro

Dettagli

F-Menù per la salute delle donne. Stagione Estiva

F-Menù per la salute delle donne. Stagione Estiva Stagione Estiva È disponibile il secondo F-Menù per la salute delle donne, elaborato nell ambito del progetto CCM OKkio alla ristorazione, realizzato secondo l approccio del programma Guadagnare salute.

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Il counting dei Carboidrati: dalla teoria alla pratica clinica

Il counting dei Carboidrati: dalla teoria alla pratica clinica Questo modulo è proposto in versione ridotta a scopi dimostrativi! e non rappresenta l effettiva durata del prodotto finale Il counting dei Carboidrati: dalla teoria alla pratica clinica Stefania Agrigento

Dettagli

LA GRAVIDANZA: LA BUONA ALIMENTAZIONE IN UN CORPO CHE CAMBIA

LA GRAVIDANZA: LA BUONA ALIMENTAZIONE IN UN CORPO CHE CAMBIA Newsletter Maggio 2014 GRAVIDANZA E CIBO a cura di Dr.ssa Marianna Drigo, Dietista e Consulente Nutrizionale LA GRAVIDANZA: LA BUONA ALIMENTAZIONE IN UN CORPO CHE CAMBIA La gravidanza è un evento biologico

Dettagli

Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI

Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI Giovedì 27 novembre 09:00 12:30 LE BOTTEGHE DEI SAPERI CORSI PRE CONGRESSUALI CORSO 1 SIMP SIEOG Diagnosi e counselling delle malformazioni cardiache feto-neonatali Screening ecografico in utero Di Luzio

Dettagli

OMEGA-life : 1 al giorno per la vita.

OMEGA-life : 1 al giorno per la vita. OMEGA-life : 1 al giorno per la vita. Acidi grassi omega-3 altamente concentrati dal mare. In vendita nelle farmacie e nelle drogherie. 2 Acidi grassi omega-3 grassi di importanza vitale Numerosi studi

Dettagli

Accrescimento e composizione corporea nel prematuro

Accrescimento e composizione corporea nel prematuro Accrescimento e composizione corporea nel prematuro Lorella Giannì U.O. Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale Direttore Prof. Fabio Mosca Fondazione Cà Granda Ospedale Policlinico Università degli

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DELLA GRAVIDANZA NELLA DONNA DIABETICA: LE RACCOMANDAZIONI SI SCONTRANO CON UNA REALTÀ DIVERSA Matteo Bonomo

LA PROGRAMMAZIONE DELLA GRAVIDANZA NELLA DONNA DIABETICA: LE RACCOMANDAZIONI SI SCONTRANO CON UNA REALTÀ DIVERSA Matteo Bonomo LA PROGRAMMAZIONE DELLA GRAVIDANZA NELLA DONNA DIABETICA: LE RACCOMANDAZIONI SI SCONTRANO CON UNA REALTÀ DIVERSA Matteo Bonomo GRUPPO INTERSOCIETARIO «DIABETE E GRAVIDANZA» POSSIBILI COMPLICAZIONI DI

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Prevenzione e alimentazione in gravidanza

Prevenzione e alimentazione in gravidanza Prof.ssa Alessandra Graziottin Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano Indice Premessa pag. 1 Quali attenzioni bisogna avere prima del concepimento? pag.

Dettagli

della sindrome metabolica? Elvira Verduci, Graziella Cefalo Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano

della sindrome metabolica? Elvira Verduci, Graziella Cefalo Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano L alimentazione ha un ruolo nella prevenzione della sindrome metabolica? Elvira Verduci, Graziella Cefalo Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano Zimmet P et al. The metabolic

Dettagli

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze.

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze. I L I P I D I ASPETTI GENERALI I Lipidi o grassi sono la riserva energetica del nostro organismo; nel corpo umano costituiscono mediamente il 17% del peso corporeo dove formano il tessuto adiposo. In generale

Dettagli

Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it

Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it 1.5 miliardi con BMI>25 500 milioni con BMI>30 BMI > 40 kg/m² BMI > 35 Kg/m² e comorbilità testo Neoplasie Malattie CV altre 2009 Industrial Chemicals Bisphenol

Dettagli

Questionario per identificare eventuali rischi di esito avverso della riproduzione

Questionario per identificare eventuali rischi di esito avverso della riproduzione Questionario per identificare eventuali rischi di esito avverso della riproduzione Pensiamoci Prima e Prima della Gravidanza consigliano a tutte le coppie in età fertile, che desiderino o no avere un figlio,

Dettagli

Alimentazione e gravidanza. Giampiero Russo. www.giampierorusso.it

Alimentazione e gravidanza. Giampiero Russo. www.giampierorusso.it + Alimentazione e gravidanza Giampiero Russo www.giampierorusso.it + Soggetti in sovrappeso o obese o in eccessivo basso peso non ottengono la gravidanza È un meccanismo di protezione della gravida e del

Dettagli

Acido Folico in gravidanza: evidenze scientifiche e strategie per la promozione

Acido Folico in gravidanza: evidenze scientifiche e strategie per la promozione SICUREZZA ALIMENTARE E SALUTE MATERNO-INFANTILE: FATTORI DI RISCHIO E PREVENZIONE 22-23 giugno 2006 Acido Folico in gravidanza: evidenze scientifiche e strategie per la promozione Malattie rare U.E. :

Dettagli

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU Per la formulazione delle tabelle dietetiche sono state

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 5 Argomento GRAVIDANZA, CORRETTA ALIMENTAZIONE Eccoci al quinto appuntamento del nostro percorso Mangia bene, vivi sano. L

Dettagli

Il ruolo della Dieta Mediterranea nella prevenzione cardiovascolare

Il ruolo della Dieta Mediterranea nella prevenzione cardiovascolare Progetto CNR - IOC Bologna, 25 Marzo 2013 Il ruolo della Dieta Mediterranea nella prevenzione cardiovascolare Consiglio Nazionale delle Ricerche roberto.volpe@cnr.it Endotelio di una scimmia sana Immagine

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

IL CONCETTO DI SALUTE RIPRODUTTIVA

IL CONCETTO DI SALUTE RIPRODUTTIVA IL CONCETTO DI SALUTE RIPRODUTTIVA Tullia Todros Unità di Medicina Materno- Fetale Università di Torino ASO OIRM-Sant Anna RISCHI OCCUPAZIONALI Dovuti a sostanze che inficiano la capacità di avere figli

Dettagli

ABITUDINI ALIMENTARI E STILI DI VITA DEGLI ITALIANI

ABITUDINI ALIMENTARI E STILI DI VITA DEGLI ITALIANI Pag. 10S-11S Atlante 01 OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO CARDIOVASCOLARE ITALIANO INDAGINE 008-01 ABITUDINI ALIMENTARI E STILI DI VITA DEGLI ITALIANI Le abitudini alimentari sono disponibili solo per l indagine

Dettagli

teen-ager età feconda maturità

teen-ager età feconda maturità BEN-ESSERE DONNA teen-ager età feconda maturità Menarca Alimentazione squilibrata Alcol fumo Contraccettivi orali Stress scolastici-sentimentali Gravidanza (sviluppo fetale) Allattamento Stress-apprensione

Dettagli

NUTRIZIONE CORRELATA ALLA FASE DELLA PATOLOGIA E AL TRATTAMENTO CHIRURGICO Valutazione dello stato nutrizionale MNA-SGA Misure antropometriche Anamnesi alimentare 1. abitudini 2. preferenze 3. cambiamenti

Dettagli

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica EVOLUZIONE ED OBESITA Dott.ssa D Angelo Angelica Definizione di obesità Per obesità si intende la presenza di un eccesso della massa corporea. Il grado di obesità si misura con l indice di massa corporea

Dettagli

La nutrizione, tra gusto e salute, nei menu scolastici

La nutrizione, tra gusto e salute, nei menu scolastici Milano, 29 marzo 2012 La nutrizione, tra gusto e salute, nei menu scolastici Andrea Ghiselli INRAN La corretta alimentazione del bambino Alimento 3-10 anni Porzioni Linee Guida Frutta+succhi 216 1.4 3

Dettagli

Alimentazione ed integrazione nello sportivo

Alimentazione ed integrazione nello sportivo Alimentazione ed integrazione nello sportivo ITALO GUIDO RICAGNI Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari

Dettagli

Vegetarismo. Vincenzino Siani

Vegetarismo. Vincenzino Siani Vegetarismo Vincenzino Siani Il vegetarismo è l approdo condiviso dalle più recenti acquisizioni nei campi della nutrizione, della medicina, dell ambientalismo, della filosofia e delle scienze del diritto.

Dettagli

Il pediatra e il nutrizionista

Il pediatra e il nutrizionista Milano, 17 Ottobre 2015 Il pediatra e il nutrizionista Dott. ssa Sophie Guez UOSD Pediatria ad Alta Intensità di Cura Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico Milano Bisogni energetici

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

VALENTINA VEZZALI: l atleta,, la la mamma, le le vittorie L alimentazione. nell atleta

VALENTINA VEZZALI: l atleta,, la la mamma, le le vittorie L alimentazione. nell atleta VALENTINA VEZZALI: l atleta,, la la mamma, le le vittorie L alimentazione nell atleta Gravidanza fisiologica Modificazioni: il peso corporeo il sistema circolatorio il sistema emocoagulativo l'apparato

Dettagli

Ferro funzionale: mioglobina, enzimi i respiratori Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto: transferrina

Ferro funzionale: mioglobina, enzimi i respiratori Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto: transferrina L anemia sideropenica (cause ed effetti) FERRO (Fe) TIPOLOGIE NELL ORGANISMO Ferro funzionale: emoglobina, mioglobina, enzimi i respiratori i Ferro di deposito: ferritina, emosiderina Ferro di trasporto:

Dettagli

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento L o l i o d i c a n a p a n e l l a l i m e n t a z i o n e L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

Dettagli

Alimentazione del bambino e salute futura: la responsabilità del programming

Alimentazione del bambino e salute futura: la responsabilità del programming Alimentazione del bambino e salute futura: la responsabilità del programming Marcello Giovannini Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano QUALE EVIDENZA SCIENTIFICA 1) Macronutrienti:

Dettagli

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE Prof. Publio Viola Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto I grassi sono indispensabili per il nostro

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli