Facciamo Archeologia. Anno scolastico (Scuola Primaria)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Facciamo Archeologia. Anno scolastico 2014 2015. (Scuola Primaria)"

Transcript

1 Facciamo Archeologia Anno scolastico (Scuola Primaria) tel./fax cell web: 1

2 Motivazioni e finalità opera con esperienza consolidata nel settore della didattica e della promozione culturale in ambito archeologico, storico e storico-artistico, con programmi mirati sia al mondo della scuola che a quello della divulgazione extrascolastica. A tale scopo si avvale esclusivamente di personale laureato ed altamente specializzato. ha predisposto per l anno scolastico un ampia gamma di attività didattiche rivolte agli alunni della scuola primaria. Nei laboratori ludico-didattici, di seguito presentati, si gioca con l'arte e con la storia, stimolando le facoltà estetiche, espressive ed intellettive degli alunni, attraverso la scoperta di differenti linguaggi figurativi e di differenti tradizioni culturali. Gli alunni diventano protagonisti del fare archeologia : attraverso la manipolazione dei materiali, i ragazzi vengono coinvolti nella scoperta e nel gioco con miti, personaggi e oggetti della storia antica sollecitando così la loro creatività e il loro coinvolgimento diretto. Destinatari Alunni di tutte le classi della scuola primaria. Obiettivi Sollecitare le capacità degli alunni mediante l utilizzo di linguaggi e strumenti culturali diversi per permettere loro un primo approccio con il nostro passato. Capire il presente attraverso la conoscenza della storia e dell archeologia. Sensibilizzare i ragazzi sull importanza della conservazione del patrimonio storico archeologico. Modalità I laboratori si svolgeranno presso le strutture scolastiche. Le modalità di svolgimento delle varie fasi didattiche sono da considerarsi aperte e adattabili alle diverse esigenze degli insegnanti e gli interventi saranno condotti in stretta collaborazione con essi. Tutto il materiale didattico, eccetto il materiale da cancelleria (fogli, lapis, pennarelli, tempere, matite), verrà fornito dall operatore didattico. Durata La durata di ogni percorso didattico è complessivamente di 8 ore così ripartite: Primo incontro in classe 2 ore. Secondo incontro in classe 2 ore. Terzo incontro in classe 2 ore ( facoltativo) Quarto incontro in classe 2 ore ( facoltativo) 2 Tel/fax cell web:

3 Formazione Insegnanti Ai docenti verrà consegnata una password per accedere all area riservata del sito della Cooperativa dal quale potrà scaricare gratuitamente materiale didattico per ulteriori approfondimenti. Gli insegnanti potranno scegliere se svolgere uno, due,tre o quattro degli incontri previsti per ciascun percorso. Percorso 1: Giochiamo con la linea del tempo Destinatari: alunni delle classi prime. Lo scopo di questo percorso è quello di sollecitare nei bambini il sorgere di una prima intuizione del tempo e di far comprendere come sia da sempre insita nell uomo l esigenza di misurarne il trascorrere. Il ciclo delle stagioni Parte teorica: l ordine ciclico dei fenomeni naturali le stagioni, il levare e il calare del sole che ci permette di misurare il tempo. Attività ludica: un gioco per comprendere la relazione tra le attività dell uomo e il ciclo delle stagioni. Piante e fiori dall antichità ad oggi Parte teorica: l ambiente che ci circonda, la successione delle stagioni, i prodotti della terra nei racconti mitici che narrano le origini delle piante e dei loro nomi. Attività ludica: gioco di approfondimento. Una giornata con i piccoli Tiberius e Drusilla Introduzione teorica: come trascorrevano le ore del giorno tanti anni fa i piccoli Tiberius e Drusilla? Attività ludica: gioco da tavolo per comprendere la suddivisione delle ore nell arco della giornata. tel./fax cell web: 3

4 Percorso 2: La scoperta del passato Destinatari: alunni delle classi seconde. Le tracce dei cambiamenti e delle trasformazioni, reperibili nel contesto umano, sono fonti della storia perché ci dicono in che modo il passato era diverso dal presente. Capire che qualunque segno di cambiamento è testimonianza e documentazione del passato significa per gli alunni entrare nel mondo e nella tematica della storia. L orologio di Lucius Parte teorica: l esigenza di controllare il trascorrere del tempo e l invenzione di sistemi per misurarlo. Attività ludica: ricostruzione di uno gnomone umano e di una clepsydra. A caccia del passato Introduzione teorica: come era la vita in passato? Cosa c era di diverso da oggi e quale aspetto avevano la nostra città e la natura che ci circonda? Attività ludica: gioco a quiz alla ricerca della nostra storia. La storia della casa Parte teorica: la storia e i cambiamenti della casa per conoscere l evoluzione delle abitazioni, dai primi rifugi fino ai grattacieli. Attività ludica: riproduzione di vari tipi di abitazioni che l uomo ha costruito durante i secoli. VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Percorso 3: Sulle tracce dei dinosauri Destinatari: alunni delle classi terze. Come è stato possibile ricostruire la storia della terra e dei suoi primi abitanti se l uomo non esisteva ancora? I quattro incontri proposti permetteranno di rispondere a questo quesito. Il mestiere del paleontologo Parte teorica: la professione del paleontologo, gli strumenti che utilizza e le tecniche dello scavo. 4 Tel/fax cell web:

5 Attività laboratoriale: simulazione di uno scavo paleontologico. Conosciamo i fossili Parte teorica: il percorso mira a far comprendere il settore di cui si occupa la paleontologia e far conoscere i procedimenti con cui si forma un fossile. Attività laboratoriale: realizzazione di calchi di fossili. Le forme di vita primordiali: fauna e flora Parte teorica: Le prime specie di animali e di vegetali presenti sulla terra 550 milioni di anni. Attività laboratoriale: ricostruzione della fauna e della flora: trilobiti e scorpioni marini e il loro ambiente. QUARTO INCONTRO Dinosauri Parte teorica: la comparsi dei dinosauri, le specie, la loro evoluzione, la loro alimentazione, le tecniche di difesa e la loro estinzione Attività laboratoriale:alla scoperta delle tracce e degli scheletri di dinosauro. VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Percorso 4: Introduzione alla storia Destinatari: alunni delle classi terze. Il percorso mira a far conoscere agli alunni l importanza della ricerca archeologica e delle testimonianze materiali per la ricostruzione della storia dell uomo. Sarà poi approfondita l arte della pittura e l artigianato della ceramica e dei metalli nelle prime manifestazioni in età preistorica e protostorica. Piccoli Indiana Jones Parte teorica: la professione dell archeologo, gli strumenti che utilizza e le tecniche dello scavo. Attività laboratoriale: simulazione di scavo archeologico. I primi artisti tel./fax cell web: 5

6 Parte teorica: alcuni esempi di pittura rupestre, dalle raffigurazioni di figure geometriche alle scene di caccia, le antiche tecniche pittoriche e la simbologia connessa. Attività laboratoriale: preparazione di un dipinto preistorico. Manipoliamo l argilla! Parte teorica: le fasi di lavorazione dell argilla in età preistorica. Attività laboratoriale: realizzazione di piccoli manufatti con la manipolazione di argilla e successiva decorazione. QUARTO INCONTRO Nella fucina di Tubalcain Parte teorica: la lavorazione dei metalli in epoca protostorica:l estrazione e la lavorazione del rame e del ferro. Attività laboratoriale: creazione di manufatti in rame e in ferro, utilizzando alcune tecniche decorative antiche. VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Percorso 5: Il Vicino Oriente Destinatari: alunni delle classi quarte. Il percorso si propone di approfondire la conoscenza delle civiltà del Vicino Oriente: tra le sponde dei fiumi Tigri ed Eufrate nacquero la scrittura, la città e lo stato, grazie alle grandi culture dei Sumeri, dei Babilonesi e degli Ebrei. Da Uruk a Mari, le prime città Introduzione teorica: l organizzazione e il funzionamento delle grandi città-stato. Attività laboratoriale: creazione di una carta topografica nella quale i ragazzi individueranno gli elementi principali della città-stato sumera. Finisce la preistoria, inizia la storia Parte teorica: la nascita della scrittura ad opera del popolo sumero, i segni, gli scribi, le scuole. Attività laboratoriale: realizzazione di una tavoletta sumerica in argilla. Le civiltà della mezzaluna fertile 6 Tel/fax cell web:

7 Parte teorica: la lunga storia della Mesopotamia e la successione dei popoli e delle culture che la abitarono. Attività laboratoriale: gioco da tavolo per ripercorrere le conquiste e le vicende di Sumeri, Babilonesi, Assiri. QUARTO INCONTRO La produzione artistica Parte teorica: il rilievo e la scultura Attività laboratoriale: realizzazione di una piccola statuetta Percorso 6: L antico Egitto Destinatari: alunni delle classi quarte. Il percorso mira ad approfondire gli aspetti più significativi della civiltà egizia, la più rilevante tra quelle anticamente sviluppatesi nel Vicino Oriente. Frammenti di vita egiziana Introduzione teorica: la giornata di un contadino e di un nobile. Le differenze sociali che si riflettono nella vita quotidiana. Attività laboratoriale: riproduzione di frammenti di pitture con scene di arti e mestieri. Un papiro per l eternità Parte teorica: i vari tipi di scrittura egizia, gli strumenti e i supporti. Attività laboratoriale: esercizi di scrittura geroglifica su vera carta di papiro. Nella camera del Re Parte teorica: i principali esempi di architettura funeraria, i simboli e i rituali con i quali gli Egizi onoravano i loro morti e i loro dèi. Attività laboratoriale: gioco da tavolo per verificare le conoscenze acquisite. QUARTO INCONTRO Le divinità Egizie Parte teorica: le divinità egizie e i miti sulla creazione il mito di Osiride e del serpente Apopis. Attività laboratoriale: riproduzioni di amuleti sacri. VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) tel./fax cell web: 7

8 A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Percorso 7: Fenici, Minoici e Micenei Destinatari: alunni delle classi quarte Il percorso mira ad approfondire la conoscenza della civiltà fenicia, minoica e micenea fondamentali per lo sviluppo delle civiltà classiche. Lungo le rotte del commercio Introduzione teorica: l organizzazione dei traffici commerciali marittimi e terrestri: il viaggio degli oggetti preziosi. Attività laboratoriale: gioco a squadre Lungo le rotte del commercio. Nel palazzo di Cnosso Parte teorica:la vita nei palazzi cretesi, le pitture, la scrittura e la religione. Attività laboratoriale: riproduzione di affreschi minoici. I Micenei Parte teorica: l architettura delle tombe, la società, la lavorazione dell oro, la scrittura. Attività laboratoriale: creazione e decorazione di una maschera funeraria QUARTO INCONTRO I Fenici Introduzione teorica: l invenzione dell alfabeto,il commercio marittimo, l invenzione dei colori, la religione, la fondazione di Cartagine. Attività laboratoriale: riproduzione di maschere fenicio-puniche. Percorso 8: La Grecia classica Destinatari: alunni delle classi quinte. Il percorso propone degli approfondimenti sulla realtà socio-culturale della Grecia di età classica, i cui valori, idee, espressioni e sperimentazioni artistiche rappresentano le fondamenta dell identità europea. Nella casa degli dèi Parte teorica: l architettura templare greca e l universo religioso dei Greci. 8 Tel/fax cell web:

9 Attività laboratoriale: riproduzione di un piccolo tempio in miniatura o brevi porzioni di un fregio. Il greco antico Introduzione teorica: la nascita della scrittura in Grecia e il suo utilizzo. Attività laboratoriale: prove di scrittura su tavolette di argilla e su papiro. La maschera di Dioniso Parte teorica: l architettura dei teatri, le tipologie di spettacoli e i personaggi del mito greco. Attività laboratoriale: creazione e decorazione di una maschera teatrale. QUARTO INCONTRO Senofonte l oplita Introduzione teorica: gli opliti e l arte della guerra nel mondo greco illustrati dalle parole del guerriero e scrittore Senofonte. Attività laboratoriale: gioco a squadre con domande di verifica. VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Percorso 9: L Italia prima dei Romani Destinatari: alunni delle classi quinte. Il percorso ha come obiettivo quello di approfondire l argomento del popolamento della nostra penisola prima della conquista romana. La Magna Grecia Parte teorica: dai primi stanziamenti greci sull Isola d Ischia alla colonizzazione di tutta l Italia Meridionale: l influenza delle colonie greche sui popoli italici. Attività laboratoriale: riproduzione di sculture votive magno-greche. Il guerriero sannita Parte teorica: l architettura delle tombe, i corredi e il rituale funerari, la vita quotidiana dei Sanniti. Attività laboratoriale: riproduzione di pitture sannitiche. tel./fax cell web: 9

10 I Veneti Parte teorica: vita quotidiana, artigianato artistico, rito funebre di una delle popolazioni dell Italia settentrionale preromana. Attività laboratoriale: riproduzione di incisioni dell Arte delle Situle su lamine di rame. QUARTO INCONTRO I Sardi Parte teorica: la società pastorale,i nuraghi, la lavorazione dei metalli i contatti con il mondo etrusco e fenicio-punico. Attività laboratoriale: gioco a squadre la barca nuragica VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Percorso 10: Gli Etruschi Destinatari: alunni delle classi quinte. Il percorso ha come obiettivo quello di far avvicinare i ragazzi ad aspetti peculiari della civiltà etrusca, che per un lungo periodo fu la protagonista dello sviluppo della penisola italica. Mi mulveneke Velthur Pupliana Parte teorica: l origine dell alfabeto, la storia della scrittura e le testimonianze epigrafiche del mondo etrusco. Attività laboratoriale: prove di scrittura su tavolette di cera o di argilla. Misteri sepolti Parte teorica: l architettura delle tombe, i corredi e il rituale funerario in Etruria, utili agli archeologi per ricostruire l identità del defunto. Attività laboratoriale: gioco a quiz per verificare le conoscenze acquisite. Nella bottega di Vulca Introduzione teorica: la coroplastica e la scultura etrusca. Attività laboratoriale: riproduzione di una scultura etrusca. 10 Tel/fax cell web:

11 QUARTO INCONTRO La pittura etrusca Introduzione teorica: partendo dall analisi delle tombe dipinte di Tarquinia si analizzeranno la tecnica e i materiali utilizzati dagli etruschi per dipingere. Attività laboratoriale: riproduzione di affreschi etruschi. VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Percorso 11: I Romani Destinatari: alunni delle classi quinte. Il percorso si propone di approfondire alcuni aspetti fondamentali della civiltà romana ed in particolare quelli che l hanno resa una delle più grandi potenze economiche e culturali della storia antica. Abitare nell antica Roma Parte teorica: l evoluzione architettonica della casa e i risvolti economici e sociali ad essa connessi. Attività laboratoriale: riproduzione di modellino di una domus o di porzioni di elementi decorativi. Il manuale del buon soldato Parte teorica: l organizzazione dell esercito e gli elementi tipici della civiltà romana diffusi dalle truppe in tutto l Impero. Attività laboratoriale: gioco da tavolo Legionari contro centurioni. Al porto con Agrippa Introduzione teorica: l organizzazione del traffico commerciale marittimo e i prodotti che affluivano nella capitale. Attività laboratoriale: riproduzione dei mosaici delle antiche corporazioni commerciali del porto di Ostia. QUARTO INCONTRO Nella cucina di Apicio tel./fax cell web: 11

12 Introduzione teorica: che cosa mangiavano i romani? Cibo, strumenti, ritualità: un momento di divertimento per la comprensione degli aspetti principali dell alimentazione nel mondo romano. Attività laboratoriale: riproduzione di ricette romane VISITA DIDATTICA (FACOLTATIVA) A completamento del percorso sarà possibile scegliere tra numerosi Musei ed Aree archeologiche: si veda a tal proposito la sezione Visite didattiche. Visite didattiche A completamento di ognuno dei percorsi sopra indicati, oppure indipendentemente dall adesione ad uno di essi, i nostri operatori saranno lieti di guidare le classi interessate nella visita didattica di Musei ed Aree archeologiche tra quelli di seguito elencati. La scelta del Museo o dell Area archeologica è a discrezione del docente, in base all ambito storico-culturale (Preistoria Greci Etruschi ecc.) d interesse e/o all area geografica di riferimento. L attività di visita è da ritenersi assolutamente facoltativa rispetto ai percorsi didattici. Provincia di Firenze Area Archeologica di Fiesole (Etruschi-Romani) Museo Archeologico Nazionale di Firenze Sezione Egizia e Sezione Greca-Etrusca- Romana (Egizi-Greci-Etruschi-Romani) Museo Archeologico di Montelupo Fiorentino (Preistoria-Etruschi-Romani) Museo Fiorentino di Preistoria Firenze (Preistoria) Provincia di Pisa Parco preistorico di Peccioli ( Preistoria) Museo Guarnacci di Volterra ( Pisa) Provincia di Prato Museo Archeologico Comunale di Artimino (Etruschi) Necropoli Etrusca di Prato Rosello Artimino (Etruschi) Tumulo Etrusco di Montefortini Comeana (Etruschi) Visita nel centro storico della città di Prato 12 Tel/fax cell web:

13 In collaborazione con la Sezione Didattica del Museo dell Opera del Duomo di Prato. 1. Il mestiere dell antropologo Destinatari: alunni delle classi terze, quarte e quinte. Il percorso si propone di approfondire le varie fasi di lavoro dell antropologo, dalla scoperta di una sepoltura alle fasi di recupero delle ossa e del corredo funerario. Il mestiere dell antropologo Parte teorica: le fasi del lavoro dell antropologo tra lo scavo di una tomba, il recupero delle ossa e del corredo funerario. Attività laboratoriale: simulazione di una scavo antropologico. Alla scoperta dei resti della più antica pratese Visita alla Sezione archeologica del Museo dell Opera del Duomo di Prato alla scoperta dei resti di quella che attualmente è considerata la più antica pratese. 2. A pranzo con gli antenati pratesi Destinatari: alunni della scuola primaria, classi II-III- IV- V Cibo, ritualità e strumenti: un percorso mirato a far conoscere le usanze culinarie degli antichi pratesi. Nella cucina di Adelaide Parte teorica: le principali modalità di preparazione dei cibi e gli utensili adoperati in cucina e sulla tavola dai nostri antenati pratesi. Attività laboratoriale: creazione di semplici ricette medievali pratesi. Olle, testi, tegami con cosa mangiavano i pratesi? Visita alla Sezione archeologica del Museo dell Opera del Duomo di Prato alla scoperta delle forme ceramiche utilizzate dai pratesi nelle loro cucine. tel./fax cell web: 13

14 3. Monete Romane Destinatari: alunni della scuola primaria, classe V Le monete nel mondo romano e il loro utilizzo nel mondo antico. Le monete romane Parte teorica: le monete e il loro utilizzo nel mondo romano. Attività laboratoriale: realizzazione di una moneta mediante le antiche tecniche di coniazione. Monete romane al Museo Visita alla Sezione archeologica del Museo dell Opera del Duomo di Prato. 3. Giallo al Museo! Destinatari: alunni della scuola primaria, classi I- II-III- IV- V Chi ha rapito il direttore del Museo? Parte teorica: visita animata alla sezione archeologica del Museo Attività ludica: il direttore del museo è misteriosamente scomparso. Che fine avrà fatto? gli alunni si improvviseranno investigatori per risolvere questo giallo al museo!. Modalità e Durata Il laboratorio 1 Il mestiere dell Antropologo e il laboratorio 2 A pranzo con gli antenati pratesi della durata complessiva di tre ore, si svolgeranno secondo le seguenti modalità: I incontro: da svolgersi in classe (durata 2 ore); II incontro: da svolgersi presso la sezione archeologica del Museo (durata 1 ora). Il laboratorio 2 Giallo al Museo della durata di 2 ore si svolgerà presso il Museo dell Opera del Duomo di Prato Tutto il materiale didattico, eccetto il materiale da cancelleria (fogli, lapis, pennarelli, tempere, matite) verrà fornito dall operatore didattico. All insegnante verrà consegnata una password per accedere all area riservata del sito della Cooperativa dal quale potrà scaricare materiale didattico per ulteriori approfondimenti. Valutazione La valutazione sarà effettuata dall operatore didattico in stretta collaborazione con l insegnante. 14 Tel/fax cell web:

15 Si avrà: la Valutazione in itinere attraverso interventi di monitoraggio durante i lavori di gruppo. la Valutazione finale con questionario al fine di individuare l efficacia del processo didattico e le competenze acquisite. Costi Percorso didattico in collaborazione col Museo dell Opera del Duomo di Prato Percorso 1 Il Mestiere dell antropologo 6,00 per alunno Percorso 2 A pranzo con gli antenati pratesi 6,00 per alunno Percorso 3 Monete romane 6,00 per alunno Percorso 4 Giallo al Museo 3,50 per alunno Percorsi didattici in classe Gli insegnanti interessati potranno scegliere se svolgere due, tre o quattro degli incontri previsti per ciascun percorso, con le seguenti tariffe: 1 incontro : 4,00 ad alunno 2 incontri: 7,00 ad alunno 3 incontri: 9,00 ad alunno 4 incontri: 12,00 ad alunno Visite didattiche 3,00 a bambino Per classi con un numero di alunni inferiore a 15 il prezzo è di 50,00 a classe (escluso il costo di eventuali biglietti di ingresso a Musei e Aree archeologiche). Per uscite a Musei e/o Aree archeologiche fuori provincia sarà lieta di preparare dei preventivi sulla base dell esigenze delle classi. Modalità di prenotazione delle visite didattiche provvederà alla prenotazione degli ingressi presso i Musei e le Aree archeologiche indicati, per conto delle Direzioni scolastiche o dei docenti interessati. tel./fax cell web: 15

16 non è responsabile di eventuali limitazioni relative agli orari di apertura e/o all accesso ai Musei e alle Aree archeologiche indicati. Consigliamo pertanto ai docenti interessati di contattarci con congruo anticipo. Contatti Tel./ Fax cell E possibile prenotare telefonicamente nei seguenti orari: 9-12/ Web: 16 Tel/fax cell web:

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME 1 PREMESSA Questa unità didattica è stata realizzata per bambini stranieri di livello linguistico A2 che frequentano la classe IV della Scuola Primaria.

Dettagli

L invenzione della scrittura

L invenzione della scrittura 42 2 L invenzione della scrittura Preistoria Dal passato ci giungono solo documenti materiali. 3300 a.c. Storia Dal passato ci giungono sia documenti materiali, sia documenti scritti. 2 La scrittura nasce

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Opera d Arte società cooperativa, è

Opera d Arte società cooperativa, è LE PROPOSTE DIDATTICHE DI OPERA D ARTE Per la scuola, per i gruppi, per le associazioni, per la terza età, per i singoli, per chiunque voglia consolidare o arricchire le proprie conoscenze sulla storia

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO Giorni : GIOVEDI e VENERDI' Durata dell incontro : 9.30 12.30. 9.30-10.40 PARLIAMO DI GEOFISICA Il pianeta Terra e i fenomeni naturali: terremoti, vulcani, tsunami, magnetismo

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Earthlearningidea - http://www.earthlearningidea.com/ E o non è un fossile? Discussione a proposito di che cosa è un fossile e che cosa non lo è

Earthlearningidea - http://www.earthlearningidea.com/ E o non è un fossile? Discussione a proposito di che cosa è un fossile e che cosa non lo è Earthlearningidea - http://www.earthlearningidea.com/ E o non è un fossile? Discussione a proposito di che cosa è un fossile e che cosa non lo è Questa attività pratica può essere realizzata con immagini

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino raggruppa e ordina secondo criteri diversi, confronta

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Compiti di prestazione e prove di competenza

Compiti di prestazione e prove di competenza SPF www.successoformativo.it Compiti di prestazione e prove di competenza Maurizio Gentile www.successoformativo.it www.iprase.tn.it www.erickson.it Definizione 2 I compiti di prestazione possono essere

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO SCUOLA INFANZIA ARCOBALENO PROGETTO DIDATTICO PREMESSA L azione del documentare necessita sempre di una fase

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI Regolamento Art. 1 PROMOTORI E TEMA DEL CONCORSO La Regione del Veneto e il Comitato Pro Loco - Unpli Veneto lanciano il Concorso letterario Racconta le

Dettagli

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Ogni giorno abbiamo modo di osservare come i bambini possiedono intuizioni geometriche, logiche

Dettagli

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI INGRESSO Si mostra sereno Ricerca gli altri bambini Porta gli oggetti a scuola SERVIZI IGIENICI Ha il controllo sfinterico

Dettagli

Tácticas. Guerra. Torneo Imperivm e Sfida Civitas. Torneo Imperivm. 1. Registrazione. 2. Schermata principale. 3. Livelli

Tácticas. Guerra. Torneo Imperivm e Sfida Civitas. Torneo Imperivm. 1. Registrazione. 2. Schermata principale. 3. Livelli Tácticas de Guerra Torneo Imperivm e Sfida Civitas Torneo Imperivm 1. Registrazione 2. Schermata principale 3. Livelli 4. Se lo vuoi, ti guidiamo passo passo Sfida Civitas Torneo Imperivm Questa modalità

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

GAL ISC MADONIE ASSE 4 ATTUAZIONE DELL APPROCCIO LEADER - MISURA 421 PROGETTO PRODOTTI TIPICI E DIETA MEDITERRANEA

GAL ISC MADONIE ASSE 4 ATTUAZIONE DELL APPROCCIO LEADER - MISURA 421 PROGETTO PRODOTTI TIPICI E DIETA MEDITERRANEA GAL ISC MADONIE ASSE 4 ATTUAZIONE DELL APPROCCIO LEADER - MISURA 421 PROGETTO PRODOTTI TIPICI E DIETA MEDITERRANEA AVVISO DI SELEZIONE DI COMUNI PARTNERS PER L ATTUAZIONE DELL AZIONE 1 AVVISO Il Gal Isc

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO rt MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO PAVIMENTI E RIVESTIMENTI, TAVOLI, SCALE, PROGETTI. FORNITURA MARMI E PIETRE PER ABITAZIONI, HOTEL, EDILIZIA. Art Carrara by Amso International Carrara Italy

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli