tra la pubblicità online e il ROI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "tra la pubblicità online e il ROI"

Transcript

1 Una chiara tra la pubblicità online e il ROI Analisi dell impatto della pubblicità online nel media mix delle società di telecomunicazioni Greg Forbes, Research Manager, Microsoft Advertising

2 Una chiara connessione tra la pubblicità online e il ROI Analisi dell impatto della pubblicità online nel media mix delle società di telecomunicazioni. Alla fine della campagna vengono analizzati i risultati e si valutano le performance di ciascun mezzo di comunicazione. Tuttavia, l esame isolato dei singoli mezzi di comunicazione non spiega l interazione tra di essi e aiuta ben poco gli advertiser a decidere quali elementi includere nelle campagne future. Con l ausilio degli esperti di modelli econometrici di BrandScience, Microsoft Advertising ha analizzato il rapporto tra il canale online e gli altri media nel settore delle telecomunicazioni, per fornire agli advertiser consigli utili per pianificare con maggiore efficacia le campagne e per ottimizzare la spesa pubblicitaria. Questo documento cerca di rispondere a tre domande fondamentali per gli advertiser del settore delle telecomunicazioni: Gli attuali livelli di investimento online stanno producendo il miglior rendimento possibile? Come interagisce il canale online con gli altri media? Quale dovrebbe essere il media mix complessivo? pagina 1

3 Guadagnare margine sulla concorrenza in un mercato altamente competitivo In un settore in così rapida evoluzione come quello delle telecomunicazioni, in cui vengono lanciati di continuo prodotti e servizi innovativi, con l unico limite imposto dai ritmi del progresso tecnologico, la competizione tra i pochi protagonisti è feroce. Il vantaggio competitivo potrebbe avere vita breve. Pertanto, rendere i clienti consapevoli delle ultime offerte è una priorità assoluta e la pubblicità è sempre stata una parte importante del marketing mix. Le società di telecomunicazioni appartengono a un settore che investe molto nel marketing. Come i prodotti e i servizi offerti, anche le pubblicità e i metodi utilizzati per trasmettere il messaggio ai consumatori devono essere innovativi. Ecco perché le società di telecomunicazioni sono state tra le prime ad adottare la pubblicità online e restano tra quelle che spendono di più nel canale online. Il settore si è reso conto molto presto che, per raggiungere il suo pubblico di consumatori giovani, benestanti ed esperti di tecnologia, doveva adoperare il web. Il cambiamento delle abitudini mediatiche e il ricorso sempre meno frequente ai media tradizionali ha costretto gli advertiser ad adottare nuovi mezzi di comunicazione e piattaforme. Il canale online funziona egregiamente con la target audience di nuovi prodotti e servizi di telecomunicazione. Consente infatti ai consumatori di informarsi meglio, raccogliere e condividere opinioni, confrontare prodotti e persino effettuare acquisti. Agli advertiser del settore spetta quindi il compito di trovarsi nel punto esatto in cui vengono prese queste decisioni di acquisto. È la capacità di condividere informazioni online che consente a un piccolo gruppo chiave di early adopter di diventare influencer. Conquistare questo piccolo gruppo intransigente significa influenzare il successo delle vendite. Si tratta infatti di sostenitori del brand estremamente influenti, che si assumono rischi senza lasciarsi condizionare dai prezzi e provano, per primi, nuovi prodotti e servizi su cui manifestano, poi, molto chiaramente la propria opinione. Il canale online ha spinto tali soggetti ad esprimersi più velocemente, rivolgendosi ad una platea più ampia. Ecco perché gli advertiser del settore delle telecomunicazioni vogliono essere certi di raggiungere con efficacia questo ristretto gruppo di consumatori, intervenendo nel dialogo, agevolandolo ma anche monitorandolo. Il canale online ha un impatto positivo sulla target audience di nuovi prodotti e servizi del settore. Per quanto concerne le campagne pubblicitarie, gli advertiser del settore approfittano della misurabilità del canale online per comprendere se hanno raggiunto la target audience, per valutare il livello di risposta a ogni call to action e persino per analizzare l eventuale impatto del brand. Tuttavia, per testare concretamente l efficacia del web, i risultati devono essere confrontati con quelli degli altri media. La differenza dei parametri con cui si valutano i diversi canali mediatici può rendere tale confronto piuttosto complesso e fa nascere l esigenza di utilizzare tecniche innovative. Nel caso specifico, gli esperti di Microsoft Advertising e BrandScience si sono avvalsi del modello econometrico per trarre conclusioni che coinvolgessero più media e stabilire l impatto del canale online. pagina 2

4 Un sistema su misura: il modello econometrico Tutti i brand eseguono autovalutazioni in base a key performance indicator (KPI), ovvero parametri quali vendite, percezione del brand, quota di mercato, acquisizione di clienti o altre metriche in grado di definire il successo. Comprendere i performance driver non è un compito semplice e richiede una profonda conoscenza di tutti i fattori che influenzano un brand, sia quelli controllabili, quali il marketing o i prezzi, sia quelli non controllabili, quali le condizioni atmosferiche, l attività della concorrenza e così via. Il modello econometrico prevede l applicazione della matematica al marketing, con l obiettivo di definire con chiarezza l impatto di ogni fattore condizionante sul successo del brand. Si tratta di confrontare tutti i driver potenziali con le performance passate per definire con precisione il grado d influenza che ogni fattore esercita sui KPI. Questa tecnica è stata ampiamente adottata da advertiser e agenzie pubblicitarie e viene utilizzata, da oltre 20 anni, come metodo credibile di analisi delle performance dei brand. Un insight più approfondito nel settore delle telecomunicazioni Il modello econometrico viene, in genere, utilizzato per misurare i performance driver di un solo brand in un solo mercato, a causa della complessità dell analisi, della quantità di dati necessari e del numero di fattori in gioco. In questa ricerca, Microsoft Advertising ha esaminato un insieme di studi riferiti a un settore, per produrre una serie di insight utilizzabili dall intera categoria. La categoria scelta è stata quella delle telecomunicazioni, per svariati motivi: I 10 studi raccolti sono stati valutati adoperando solide tecniche statistiche, con un alto grado di sicurezza e su basi comparabili. Ogni studio contiene dati che coprono almeno due anni e implica circa 500 ore di modellizzazione matematica. Il KPI utilizzato per l analisi è sempre lo stesso, ovvero l acquisizione di clienti. Il raggio di valutazione è molto ampio e comprende brand di banda larga, telefonia cellulare e linea fissa, sufficienti a fornire insight per l intero settore. Gli studi si riferiscono tutti a brand nordeuropei e consentono, quindi, di trarre conclusioni circoscritte a una precisa area geografica. I brand coinvolti nella ricerca sono le prime 3 aziende nei rispettivi Paesi. Tutti i brand analizzati hanno condotto campagne di marketing multimediali con un elemento online. L ultimo punto è importante perché, con questo studio, Microsoft voleva rispondere al crescente bisogno di sapere in che modo il canale online contribuisce all efficacia complessiva di una campagna. Grazie all impiego di dati effettivi invece che di teorie e presupposti, la ricerca permette di prendere con fiducia decisioni basate sui fatti e dovrebbe garantire ai lettori la validità dei risultati riportati e la loro utilità per la pianificazione quotidiana dei media. Lo scopo generale è quello di aiutare gli advertiser a fare un uso più efficiente dei budget riservati al marketing e a ridurre lo spreco dovuto all utilizzo di media che non aggiungono valore. pagina 3

5 Una chiara redditività dei capitali investiti Tra tutti i fattori che possono influenzare il KPI (acquisizione di clienti), lo studio si è focalizzato sull impatto della pubblicità, confrontando le performance del canale online con TV, stampa, pubblicità esterna e radiofonica, con l obiettivo di mostrare in che modo la pubblicità influenza l acquisizione di clienti, in ognuno dei media presi in esame. Quanto ai risultati illustrati nel resto del presente documento, parliamo di acquisizione di clienti in termini di valore monetario. Ogni cliente ha un valore che è diverso per ciascun brand. Moltiplicando il numero di clienti acquisiti per il valore attribuito a un singolo cliente per un determinato brand, siamo riusciti ad ottenere una misura coerente per tutto il settore. Così facendo, abbiamo anche potuto confrontare direttamente la spesa pubblicitaria con il fatturato. La misura adottata in questo studio è descritta di seguito. RROI (Revenue Return on = investment, redditività dei capitali investiti in rapporto al fatturato) A: Clienti acquisiti B: Valore monetario di ciascun cliente x C: Investimenti realizzati per acquisire i clienti in questione Tutti i grafici e le cifre a seguire si basano su risultati reali, derivati da questa meta-analisi di studi econometrici. fig. 1: ROI fig. 2: Spesa fig. 3: Media p5 p6 p7 fig. 4: Ripartizione fig. 5: Retention fig. 6: Online p7 p8 p9 pagina 4

6 L aumento della spesa pubblicitaria comporterà un aumento del ROI? È ben noto che il marketing ha un impatto positivo sulle vendite. Non si tratta, tuttavia, di un rapporto diretto, e un investimento in costante aumento non avrà lo stesso effetto sulle vendite. Le curve del ROI (figura 1) mostrano come il ROI sia influenzato dai livelli variabili di investimento. A. B. All inizio, quando la spesa pubblicitaria aumenta, il ROI aumenta rapidamente. Questo è il punto in cui il ROI è ottimizzato e la spesa pubblicitaria mostra il livello più alto di redditività relativa. C. D. Un ulteriore investimento non porterà il ROI al di sopra di questo livello ottimale. Ciò non significa che la pubblicità non abbia un impatto sulle vendite, ma soltanto che il livello di redditività è inferiore a quello ottimale, vale a dire che c è spreco di media. Infine, potrebbe esserci un punto in cui il ROI è meno di zero. Oltre questo punto, il costo della pubblicità è più alto di un eventuale redditività e il marketing non è proficuo. B Figura 1 Curva del ROI A C ROI ROI = 0 D Spesa pubblicitaria Ovviamente il modello sopra riportato è ipersemplificato; la scelta di livelli di investimento non è un processo così semplice. Il ROI viene influenzato da molti altri fattori oltre alla pubblicità. Il vantaggio di questo studio è che siamo riusciti a scorporare tutti gli altri fattori d influenza grazie a modelli econometrici e abbiamo quindi analizzato il ROI in base alla sola spesa pubblicitaria. pagina 5

7 Il meglio deve ancora venire: la spesa online non ha ancora raggiunto il massimo La figura 2 traccia un grafico della spesa per la pubblicità online, rispetto al ROI, per i 10 brand presi in esame. Tra i punti c è una linea di migliore adattamento. Il risultato più significativo indica che c è ancora altro ROI da acquisire. Per gli advertiser dell industria delle telecomunicazioni di questo studio, una maggiore spesa online ha alzato costantemente il ROI, a indicare che tale spesa deve ancora raggiungere il punto massimo per il settore. Se si confronta questo dato con la figura 1, risulta evidente che il grafico del ROI non ha ancora raggiunto il punto B. ROI del canale online Figura 2 Curva del ROI online per le società di telecomunicazioni Spesa online m Ma, rispetto agli altri media, la pubblicità online si trova in una posizione unica? La figura 3, nella pagina seguente, mostra che è proprio così. Per tutti gli altri media presi in esame, con l aumentare della spesa, il ROI diminuiva. La pubblicità online è l unico mezzo di comunicazione che continua a incrementare la redditività, a fronte di livelli crescenti di spesa. Malgrado attualmente il ROI online sia relativamente più basso rispetto a quello degli altri media, con l aumento degli investimenti dovrebbe raggiungere livelli più equiparabili. Il motivo è ovvio. Per tutti gli advertiser coinvolti nello studio, la somma spesa per la pubblicità online è stata molto più contenuta rispetto a quella stanziata per gli altri media. In confronto ad altri settori, le società di telecomunicazioni investono una somma relativamente alta in pubblicità online, anche se sempre più bassa in proporzione rispetto a quella investita per altri media, come la TV e la carta stampata. La spesa per la pubblicità online relativamente più bassa, rispetto a quella per altri media, e un ROI che deve ancora raggiungere il massimo sono elementi che portano a concludere che il settore delle telecomunicazioni deve continuare a investire nella pubblicità online, per raggiungere un equilibrio ottimale tra i media e garantire un ROI maggiore. La pubblicità online è l unico mezzo di comunicazione che continua a incrementare la redditività, a fronte di livelli crescenti di spesa. pagina 6

8 9,5 9,9 9,6 11,8 9 11,6 11,2 Figura 3 ROI di media diversi, superiore e inferiore alla spesa media ROI 4,3 5,7 6,5 Inferiore alla spesa media Superiore alla spesa media Online TV Stampa Pubblicità esterna Media Radio Non sarebbe giusto fare ipotesi basate su livelli d investimento che vanno ben oltre quanto osservato in questo studio. Anche se il modello econometrico permette di fare previsioni precise basate su dati passati, non sarebbe sensato fare ipotesi sul canale online come mezzo di comunicazione dominante, quando gli unici dati osservati rilevano che è stato utilizzato in misura ridotta nel media mix. Perciò, il resto dell analisi esamina il canale online come mezzo di comunicazione di supporto e valuta le opportunità che esso offre. Una scelta equilibrata: una combinazione eterogenea di media garantisce ottime performance Abbiamo preso in esame la spesa assoluta, ma che dire della percentuale di spesa del canale online, in rapporto ad altri media, nell ambito del media mix complessivo? Per questa analisi, abbiamo osservato in che modo varia il media mix quando le performance sono superiori o inferiori alla media in termini di ROI. Tra i due gruppi c è una netta differenza: le campagne con le performance migliori mostrano una ripartizione più equilibrata tra i vari media. Spicca, in particolare, la riduzione della spesa per gli spot televisivi, dato che la differenza più sostanziale è costituita da un maggiore investimento nella pubblicità a mezzo stampa e anche da una spesa online più consistente. Sebbene la base di partenza sia bassa, le campagne con le performance migliori mostrano un ulteriore 33% di investimenti nel canale online. Figura 4 Ripartizione dei media nelle campagne con le performance migliori e peggiori 67% 19% 7% 4% 3% Campagne con le performance peggiori 47% 36% 6% 7% 4% Campagne con le performance migliori TV Stampa Pubblicità esterna Radio Online pagina 7

9 La scelta della combinazione ideale: la sinergia del canale online con altri media In questo studio, non sono state osservate campagne pubblicitarie in cui il canale online è il mezzo di comunicazione dominante, perciò il resto del rapporto analizza il funzionamento del canale online come mezzo di comunicazione di supporto, nell ambito del più ampio media mix. Per analizzare il successo del canale online come mezzo di comunicazione di supporto, abbiamo valutato se la percentuale variabile di spesa online di una campagna ha un influenza diretta sui retention rate degli annunci degli altri media nel mix e quindi sulle performance complessive della campagna. La retention è una misura dell effetto della pubblicità nel tempo. Quando una persona è esposta a una pubblicità, c è una risposta differita. Ma le persone tendono anche a dimenticare, perciò tale risposta si indebolisce, a velocità costante, con il passare del tempo. Un carry-over rate elevato implica che le persone continueranno a essere influenzate dalla pubblicità molto tempo dopo averla vista, mentre un carry-over rate ridotto indica una campagna meno riuscita, che le persone dimenticano più facilmente e da cui, di conseguenza, si lasciano influenzare di meno. Nella figura 5, che possiamo utilizzare come esempio, le barre rappresentano quantitativamente l attività della campagna. Le aree colorate indicano come viene influenzata la retention degli annunci: A. B. Il picco di ogni grafico rappresenta una settimana dopo la campagna. Qui la retention è, al 100%, il punto di massimo impatto. L inclinazione della curva indica la velocità con cui diminuisce l impatto. Una campagna più riuscita avrà un picco più alto e una curva con un inclinazione meno marcata, rappresentata dall area grigio chiaro nel grafico. Una campagna meno riuscita avrà un picco più basso e una curva con un inclinazione più marcata, rappresentata dall area grigio scuro. La retention rate viene misurata osservando la retention nel giro di una settimana o due, una misura standard dell efficacia a medio termine. Retention degli annunci A A B B Figura 5 Misurazione della retention degli annunci Attività della campagna Campagna più riuscita Campagna meno riuscita Tempo pagina 8

10 Nella figura 6, esaminiamo la retention degli annunci per le società di telecomunicazioni, in ciascuno dei media, a seconda che la spesa online sia stata superiore o inferiore alla media. Quando il canale online costituisce una quota più consistente della spesa destinata a una campagna pubblicitaria, la retention aumenta, in ogni caso osservato, per tutti i media. Prendendo la TV come esempio, quando la spesa online è inferiore alla media la retention diminuisce del 33% entro la seconda settimana (dal 100% al 67%). Con l aumento della spesa online, la retention diminuisce solo del 21% (dal 100% al 79%). Quindi c è un aumento del 12% (dal 67% al 79%) della retention degli spot televisivi, aumentando la spesa online. L aumento dei retention rate evidenzia il valore che il canale online può aggiungere, quando viene incluso in una campagna, anche a livelli proporzionalmente bassi di spesa. Grazie al modello econometrico, possiamo vedere esattamente in che modo la retention degli annunci porta all acquisizione di clienti e, dato che l acquisizione di un cliente può essere quantificata in termini di valore monetario, possiamo attribuire il ROI direttamente al miglioramento causato dall aumento della spesa online. Può darsi che il canale online non venga utilizzato spesso come mezzo di comunicazione dominante, ma questo studio mostra quanto sia importante aumentarne la quota d uso, poiché esso contribuisce concretamente al successo della campagna, cioè fa funzionare in modo più efficace gli altri media. Retention degli annunci 55% 58% 59% 74% 66% 77% 67% 79% Figura 6 Ruolo del canale online nella retention degli annunci Inferiore alla spesa media online Superiore alla spesa media online Pubblicità esterna Radio Media Stampa TV pagina 9

11 Che cosa riserva il futuro agli advertiser del settore delle telecomunicazioni? Tutti i grafici mostrati in questa ricerca sono stati creati da BrandScience, in seguito a una meta-analisi di studi basati sul modello econometrico. Il fatto che questo studio sia il prodotto della realizzazione di solidi modelli statistici, che comprendono i brand più importanti di tutta Europa, dovrebbe dare credito ai risultati riportati. 1. Il canale online non ha ancora raggiunto il suo valore massimo Contrariamente a tutti gli altri media presentati in questo studio (TV, stampa, pubblicità esterna e radio), la spesa online non ha ancora raggiunto un punto in cui i livelli di acquisizione di clienti (ROI) sono ottimizzati, cioè il punto in cui la spesa pubblicitaria mostra il massimo livello di redditività relativa. Nel caso di tutti gli altri media presentati nello studio, con l aumentare della spesa si è arrivati a un punto in cui il ROI è diminuito. La combinazione di spesa relativamente bassa per la pubblicità online e correlazione positiva tra spesa e acquisizione di clienti suggerisce che il settore delle telecomunicazioni deve incrementare gli investimenti nel canale online per ottenere media mix e ROI ottimali. 2. Un nuovo equilibrio tra i media Per i brand di telecomunicazioni osservati, le campagne con le performance migliori hanno indicato una ripartizione più equilibrata tra i vari media. Spicca, in particolare, la riduzione del predominio della TV (che diminuisce passando da una quota del 67% al 47%) a favore di ulteriori investimenti nell attività a mezzo stampa e online. 3. Utilizzo del canale online per supportare media più dominanti Quando il canale online costituisce una quota più consistente della spesa destinata a una campagna pubblicitaria, la retention degli annunci (cioè l effetto della pubblicità nel tempo) aumenta in ogni caso osservato, per tutti i media. Nessuna delle campagne di questo studio aveva il canale online come mezzo di comunicazione dominante, ma la ricerca mostra quanto sia importante aumentarne il peso, poiché esso contribuisce concretamente al successo della campagna, cioè fa funzionare in modo più efficace gli altri media. Considerazioni finali Per acquisire ulteriori clienti, aumentare le vendite e migliorare il ROI per il settore delle comunicazioni il messaggio è chiaro: occorre incrementare l investimento nel canale online attraverso la ridistribuzione del budget. Le nostre osservazioni hanno rivelato che molte campagne pubblicitarie risentono di redditività in calo poiché fanno troppo affidamento su un canale dominante, vale a dire la TV. Grazie alla ridistribuzione di parte del budget nel canale online, i marketer del settore delle telecomunicazioni potranno ottenere un effetto moltiplicatore maggiore e, in ultima analisi, un ROI più alto.* *N.B. Vale la pena notare che ciascun brand è diverso e che i risultati effettivi dipenderanno dalle singole circostanze. Questi risultati rappresentano un forte indicatore di performance per la verticale delle telecomunicazioni nel suo insieme, ma i singoli advertiser, con ripartizioni di media molto diverse da quelle qui esaminate, potrebbero non rientrare nell ambito delle nostre osservazioni. pagina 10

12 You dream it. We deliver it Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati. Microsoft è un marchio dell omonimo gruppo di società.

Communication mix - Advertising

Communication mix - Advertising Economia e Tecnica della Comunicazione Aziendale Communication mix - Advertising Lezione 11 Pubblicità Qualunque forma di presentazione e promozione non personale di idee, beni o servizi svolta dietro

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

Giocare responsabilmente si può - L impegno di Lottomatica per un gioco responsabile e sicuro

Giocare responsabilmente si può - L impegno di Lottomatica per un gioco responsabile e sicuro Giocare responsabilmente si può - L impegno di Lottomatica per un gioco responsabile e sicuro Lottomatica: il progetto Lottomatica da 7 anni realizza un Programma di Gioco Responsabile attraverso il quale

Dettagli

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA ZIMMERMANNUNDKOLL.IT PAG. 1 DI 8 INDICE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING MIX PAG. 03 LE FASI CHIAVE PAG. 04 RISCHIO DI INVESTIMENTO PAG. 05 DETTAGLIO SERVIZI PAG. 07 BUDGET

Dettagli

Obiettivi Generali COS È

Obiettivi Generali COS È Obiettivi Generali COS È Una tecnologia attraverso la quale è possibile fare simulazioni di scenario per comprendere meglio le scelte di marketing e comunicazione. PERCHÈ La progressiva complessità di

Dettagli

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Glossario di marketing Accettazione: pubblico. misura l accoglimento di un annuncio pubblicitario da parte del Account: figura professionale che svolge

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore 13.1: Introduzione L analisi dei due capitoli precedenti ha fornito tutti i concetti necessari per affrontare l argomento di questo capitolo:

Dettagli

POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14. Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro. Dispensa

POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14. Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro. Dispensa DISPENSA I.C.T. POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14 Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro Dispensa WEB ADVERTISING: PRINCIPI E TECNICHE PER LA PUBBLICITA ON LINE INDICE

Dettagli

Piano Industriale. Logiche di costruzione e strutturazione dei contenuti. Guida Operativa

Piano Industriale. Logiche di costruzione e strutturazione dei contenuti. Guida Operativa Piano Industriale Logiche di costruzione e strutturazione dei contenuti Guida Operativa Indice 1. Premessa 2. Le componenti del Piano Industriale 3. La strategia realizzata 4. Le intenzioni strategiche

Dettagli

Laura Minestroni, La pubblicità nonostante i mass media. Verso una comunicazione integrata di marca, Mondadori Università, 2012.

Laura Minestroni, La pubblicità nonostante i mass media. Verso una comunicazione integrata di marca, Mondadori Università, 2012. Laura Minestroni, La pubblicità nonostante i mass media. Verso una comunicazione integrata di marca, Mondadori Università, 2012. Anni 50 Bill Bernbach mette art director e copywriter a lavorare insieme.

Dettagli

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto La conoscenza del Cliente come fonte di profitto Giorgio Redemagni Responsabile CRM Convegno ABI CRM 2003 Roma, 11-12 dicembre SOMMARIO Il CRM in UniCredit Banca: la Vision Le componenti del CRM: processi,

Dettagli

L efficacia della pubblicità online per il brand è dimostrata

L efficacia della pubblicità online per il brand è dimostrata L efficacia della pubblicità online per il brand è dimostrata Dwell on Branding: la prova che l ad engagement online è efficace per il brand Microsoft Advertising ha dimostrato l importanza della pubblicità

Dettagli

La caratteristica vincente di un prodotto ad alto contenuto tecnologico

La caratteristica vincente di un prodotto ad alto contenuto tecnologico 03 tecnologie IMP 258->276 def 23-11-2007 11:16 Pagina 258 TECNOLOGIE POLIEDRICI e INFORMATICI SELF BOOKING TOOL COME L E-TRAVEL MANAGEMENT DI AMADEUS AMPLIANO LE POTENZIALITÀ DELLE ADV SPECIALIZZATE IN

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Facoltà di Ingegneria Corso di Marketing Industriale Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it Il Geomarketing I Mktg-L13 Il Geomarketing,

Dettagli

Trovare nuovi clienti. sito web aziendale

Trovare nuovi clienti. sito web aziendale Consigli pratici per Trovare nuovi clienti con il tuo sito web aziendale Come ottimizzare il tuo sito aziendale e ottenere i risultati desiderati Maintenance SEO Statistics Testing Hosting Promotion Idea

Dettagli

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI SILVIA LEGNANI IL BUDGET! È un programma di spesa, riferito ad un periodo di tempo stabilito.! Le voci che compongono il budget riguardano tutti i settori dell azienda.! IL BUDGET PUBBLICITARIO! È il programma

Dettagli

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com Moda e tendenze nel retail online Una nuova passerella per i marchi della moda tradedoubler.com I consumatori stanno reinventando il modo in cui vivono e acquistano articoli di moda; i marchi che si rifiutano

Dettagli

Estratto del capitolo 5 Edizione italiana a cura di Studio Pleiadi

Estratto del capitolo 5 Edizione italiana a cura di Studio Pleiadi Estratto del capitolo 5 Edizione italiana a cura di Studio Pleiadi 1. Come funzionano i motori di ricerca Una panoramica generale sul funzionamento dei motori di ricerca risultati). 2. Come le persone

Dettagli

L efficacia delle promozioni di prezzo

L efficacia delle promozioni di prezzo L efficacia delle promozioni di prezzo Communication promotion o taglio prezzo? Lavorare sui volumi di vendita o sulla brand equity? Difficile dare una risposta netta. Nel Largo Consumo sembra che la soluzione

Dettagli

Lezione 12 Applicazioni: Internet stock, fusioni ed acquisizioni

Lezione 12 Applicazioni: Internet stock, fusioni ed acquisizioni Lezione 12 Applicazioni: Internet stock, fusioni ed acquisizioni Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri Internet Stock In concomitanza alla crescente popolarità del settore Internet osservata

Dettagli

Search Marketing. Un investimento misurato dalla pianificazione al ritorno. Luigi Sciolti

Search Marketing. Un investimento misurato dalla pianificazione al ritorno. Luigi Sciolti Search Marketing Un investimento misurato dalla pianificazione al ritorno. Luigi Sciolti 1 About us Luigi Sciolti: Consulente Web Marketing Web Designer e Web Developer Fondatore di UP Vision. UP Vision:

Dettagli

Lancia protagonista al cinema con Microsoft Advertising

Lancia protagonista al cinema con Microsoft Advertising Siamo orgogliosi di essere stati i primi a lanciare un progetto del genere nel settore automotive e siamo conviti che questa soluzione si presti molto bene anche in caso di lancio di nuovi modelli di auto

Dettagli

Corso On Demand in: Video Marketing

Corso On Demand in: Video Marketing Corso On Demand in: Video Marketing Progettare video content strategy efficaci NINJA MASTER EDOARDO SCOGNAMIGLIO Co-Founder Combocut 9h On Demand Il corso Ognuno avrà i suoi 15 minuti di celebrità, ma

Dettagli

Il flusso di lavoro in un agenzia media

Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il Brief del Cliente Il planning strategico Analisi della concorrenza Analisi e costruzione del target Gli obiettivi di comunicazione

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

Domanda e offerta di lavoro

Domanda e offerta di lavoro Domanda e offerta di lavoro 1. Assumere (e licenziare) lavoratori Anche la decisione di assumere o licenziare lavoratori dipende dai costi che si devono sostenere e dai ricavi che si possono ottenere.

Dettagli

La gestione dello Studio Odontoiatrico

La gestione dello Studio Odontoiatrico A cura di Daniele Rimini Pd For Consulenza Direzionale in collaborazione con il laboratorio Tridentestense è lieta di presentarvi la ricetta manageriale La gestione dello Studio Odontoiatrico Presidente

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano OECD Communications Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009 Sintesi in italiano Questa decima edizione delle Prospettive biennali delle Comunicazioni dell OCSE evidenzia

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA SCELTA DEI FORNITORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA SCELTA DEI FORNITORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA SCELTA DEI FORNITORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 LE CONSIDERAZIONI STRATEGICHE DA FARE SUI FORNITORI... 4 CONCENTRARSI SUGLI OBIETTIVI... 4 RIDURRE

Dettagli

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Crea sempre contenuti di valore per i tuoi clienti Promozioni,

Dettagli

PROBLEM DETECTION PROGRAM:

PROBLEM DETECTION PROGRAM: Pag.1 di 7 PROBLEM DETECTION PROGRAM: IL RUOLO ATTIVO DELLA BANCA PER CONOSCERE E FIDELIZZARE I CLIENTI Marina Mele - Luigi Riva In un settore che si caratterizza per elementi di forte dinamicità, fidelizzare

Dettagli

Cosa significa misurare una strategia Riflessioni e pratiche dal mondo dell impresa. Andrea Manfredi Roma, 25 Novembre 2013

Cosa significa misurare una strategia Riflessioni e pratiche dal mondo dell impresa. Andrea Manfredi Roma, 25 Novembre 2013 Cosa significa misurare una strategia Riflessioni e pratiche dal mondo dell impresa Andrea Manfredi Roma, 25 Novembre 2013 Contenuti del documento SuperMoney Media Group Blasting News Cosa significa misurare

Dettagli

Il Modello di Orientamento Commerciale

Il Modello di Orientamento Commerciale Il Modello di Orientamento Commerciale Un importante strumento di indirizzo strategico che, classificando clienti e prospect in base alle loro potenzialità di sviluppo, supporta azioni mirate su segmenti

Dettagli

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap. 23 Le competenze

Dettagli

MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI

MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI Anno Accademico 2008/09 MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI Appunti dalle lezioni del Prof. Diego Begalli 7. LA POLITICA DI PREZZO Può essere che un impresa progetti la propria strategia di marketing mix

Dettagli

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Obiettivi di apprendimento Sono sempre di più le aziende interessate ad approfondire la conoscenza degli strumenti di collaborazione per migliorare la propria

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

METRICHE QUANTITATIVE PER LA MISURAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION. Seconda parte

METRICHE QUANTITATIVE PER LA MISURAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION. Seconda parte Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Corso di Laurea Magistrale in Marketing e Comunicazione per le aziende METRICHE QUANTITATIVE PER LA MISURAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION.

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

FILIERE DI ACQUISTO DI SPAZI WEB

FILIERE DI ACQUISTO DI SPAZI WEB FILIERE DI ACQUISTO DI SPAZI WEB Questo documento intende illustrare i principali sistemi di filiera che oggi sono disponibili per acquistare spazi di display e search advertising. Esistono tre modelli

Dettagli

La determinazione dell equilibrio finanziario nelle imprese

La determinazione dell equilibrio finanziario nelle imprese La determinazione dell equilibrio finanziario nelle imprese La ricerca dell equilibrio fra teoria e vincoli Fabrizio Bencini Partner Kon Spa, dottore commercialista e revisore contabile Leonardo Filippini

Dettagli

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa

INDICE. 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa INDICE 1. Agenzia di viaggi leader nel Sud Europa 2. Una storia di successo 3. Valori che fanno la differenza Prezzo Servizio clienti Sicurezza degli acquisti Facilità e flessibilità Innovazione e tecnologia

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

INBOUND MARKETING Il marketing efficace e misurabile per le piccole e medie aziende

INBOUND MARKETING Il marketing efficace e misurabile per le piccole e medie aziende INBOUND MARKETING Il marketing efficace e misurabile per le piccole e medie aziende PERCHE HDEMO NETWORK: ci piace parlar chiaro Cosa Facciamo Hdemo Network offre consulenza marketing, software e soluzioni

Dettagli

TRASFORMIAMO OGNI CONTATTO IN CONTATTO ATTIVO

TRASFORMIAMO OGNI CONTATTO IN CONTATTO ATTIVO CLIC web searching people social media marketing display adv SEO search engine optimization pay per click analytics DEM Newslettering Web Performance (Pay per Lead, Pay per Sale) social media marketing

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA DI MARKETING

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA DI MARKETING LEZIONI N. 15 e 16 La Integrata di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA

STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA STRUMENTI PER UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA dal 1980 NE NW W SW SE S E Lo scopo principale di una strategia di comunicazione è quello di consentire alla tua azienda di raggiungere in modo più efficiente

Dettagli

Il segreto delle migliori aziende: Allineare il consumer brand e il talent brand

Il segreto delle migliori aziende: Allineare il consumer brand e il talent brand Il segreto delle migliori aziende: Allineare il consumer brand e il talent brand Introduzione Gli esperti di marketing si stanno rapidamente rendendo conto che i loro sforzi sono soltanto uno dei componenti

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Materiale didattico a cura di ALFONSO SIANO Università degli Studi di Salerno sianoalf@unisa.it 2010 1 Piano di comunicazione MARKETING

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

NetforumOTTOBRE. L integrazione è la soluzione SITOVIVO. Virgilio è tornato: lo racconta Giancarlo Vergori. Un treno chiamato Search Engine PAGINA 24

NetforumOTTOBRE. L integrazione è la soluzione SITOVIVO. Virgilio è tornato: lo racconta Giancarlo Vergori. Un treno chiamato Search Engine PAGINA 24 2007 NetforumOTTOBRE RIVISTA MENSILE DI COMUNICAZIONE, MARKETING E MEDIA BUSINESS IN RETE Fabio Pagano, ceo e product manager di SitoVivo INTERVISTA Virgilio è tornato: lo racconta Giancarlo Vergori PAGINA

Dettagli

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani Indice Introduzione Ringraziamenti 1. Come effettuare un analisi di mercato low cost 1. Ricerca di mercato low cost 1.1. Ricerca formale 1.2. Ricerca informale 2. Segmentare un mercato in evoluzione 2.1.

Dettagli

Performance management assesment per PMI

Performance management assesment per PMI PMI assesment Performance management assesment per PMI Il performance management assesment è un processo di valutazione della gestione aziendale integrato, che coniuga una analisi della strategia e della

Dettagli

di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management

di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management IL BILANCIO COME STRUMENTO DI MARKETING di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management Con le nuove metodologie e analisi che tendono a rilevare la relazione dell impresa con il suo ambiente

Dettagli

google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di:

google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di: google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di: DAVVERO GRANDI. INDICE google ADWORDS 4 facebook & TWITTER 8 Il meglio del Web Marketing... GOOGLE AdWOrds

Dettagli

Marketing Metrics: al cuore dell azienda VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING

Marketing Metrics: al cuore dell azienda VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING Incentivare COVER DOSSIER INHOUSE STARS DESTINAZIONI NEWS VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING Oltre al Roi, ovvero il ritorno sull investimento, esiste anche uno strumento espressamente

Dettagli

Dinamica competitiva nel pricing bancario

Dinamica competitiva nel pricing bancario Financial Services Dinamica competitiva nel pricing bancario Dr. Enrico Trevisan 1 La determinazione del prezzo di un prodotto può avvenire attraverso tre metodi differenti: cost plus pricing, value pricing

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

Indice. 1. Il marketing -----------------------------------------------------------------------------------------------3

Indice. 1. Il marketing -----------------------------------------------------------------------------------------------3 LEZIONE GESTIONE STRATEGICA DEGLI ACQUISTI DOTT.SSA ROSAMARIA D AMORE Indice 1. Il marketing -----------------------------------------------------------------------------------------------3 1.1. Prima

Dettagli

Demand Planning Segmentation

Demand Planning Segmentation Introduzione Come abbiamo avuto modo di rilevare più volte, una buona pianificazione della domanda è una condizione assolutamente necessaria non solo per essere in grado di servire efficacemente quella

Dettagli

Ruth P. Stevens LEAD GENERATION. Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia

Ruth P. Stevens LEAD GENERATION. Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia Ruth P. Stevens LEAD GENERATION Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia Sommario L autrice, ringraziamenti...ix Capitolo 1 Introduzione alla lead generation... 1 Definiamo i termini:

Dettagli

Successo A Foreignerslife

Successo A Foreignerslife Guida per il Successo A Foreignerslife Informazioni chiave per un esposizione di successo La lista delle cose da fare Prima, Durante, e Dopo Foreignerslife SOMMARIO I. Prima Dell esposizione: Fa I Compiti

Dettagli

*/,,17(50(',$5,&200(5&,$/,

*/,,17(50(',$5,&200(5&,$/, */,,17(50(',$5,&200(5&,$/, /$7,32/2*,$'(,&$1$/,',0$5.(7,1*,1,7$/,$ Abbiamo avuto già modo di vedere, più o meno, quali sono le vie che può prendere la commercializzazione dell olio di oliva ed attraverso

Dettagli

Programma Agency. ottenere nuovi #contatti. aumentare le vendite ed il #business on-line. pagare solo i #risultati ottenuti AIUTA I TUOI CLIENTI A:

Programma Agency. ottenere nuovi #contatti. aumentare le vendite ed il #business on-line. pagare solo i #risultati ottenuti AIUTA I TUOI CLIENTI A: Programma Agency AIUTA I TUOI CLIENTI A: ottenere nuovi #contatti aumentare le vendite ed il #business on-line pagare solo i #risultati ottenuti 24Adv per le Agenzie Il programma Agency di 24Adv è la suite

Dettagli

PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG

PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG PRESENTAZIONE N #9 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG 16 gennaio 2015 OLTRE LA SCRITTURA: IL COMPORTAMENTO NELLA RETE SUI BLOG Introduzione Le attività dei blogger I social influencer

Dettagli

Claudia Costantini costantini.pe.camcom@eccellenzeindigitale.it

Claudia Costantini costantini.pe.camcom@eccellenzeindigitale.it Claudia Costantini costantini.pe.camcom@eccellenzeindigitale.it Lo scenario mondiale Fonte: We are social Lo scenario italiano Fonte: We are social La gestione dei contenuti Il mito da sfatare: dei Social

Dettagli

Case history Miss Broadway

Case history Miss Broadway E giunto il momento per i brand di non preoccuparsi più dei social media, ma solo di goderne i benefici. Case history Miss Broadway Paglieri Sell System Miss Broadway http://www.missbroadway.it/ http://www.facebook.com/miss.broadway.makeup

Dettagli

IL MERCATO DELL ADVERTISING ONLINE SUPERA I 20 MILIARDI NONOSTANTE LA CRISI

IL MERCATO DELL ADVERTISING ONLINE SUPERA I 20 MILIARDI NONOSTANTE LA CRISI IL MERCATO DELL ADVERTISING ONLINE SUPERA I 20 MILIARDI NONOSTANTE LA CRISI 1 euro su 5 spesi per l advertising in Europa oggi è investito online Barcellona 31 maggio 2012: Nonostante le persistenti condizioni

Dettagli

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer

Studio Grafico Ramaglia. Graphic Designer Index Profilo Agenzia Grafica Internet Perchè affidarsi a noi Profilo Dal 2012 lo studio RAMAGLIA si occupa di comunicazione, grafica pubblicitaria, web design e marketing. I nostri servizi si rivolgono

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

Digital Marketing Area

Digital Marketing Area Digital Marketing Area Digital Strategy Web Communication Search Engine Optimization Online Advertising Social Media Marketing Web Copywriting Analytics and Web Reputation Ci hanno scelto: elogic s.r.l.

Dettagli

Viaggiatori. e percorsi d'acquisto. Come il Performance Marketing ispira e orienta la scelta nel settore dei viaggi. tradedoubler.

Viaggiatori. e percorsi d'acquisto. Come il Performance Marketing ispira e orienta la scelta nel settore dei viaggi. tradedoubler. Viaggiatori e percorsi d'acquisto Come il Performance Marketing ispira e orienta la scelta nel settore dei viaggi tradedoubler.com Gli europei sono determinati a scegliere hotel, voli e vacanze alle loro

Dettagli

Gruppo Editoriale L Espresso Società per azioni

Gruppo Editoriale L Espresso Società per azioni Società per azioni Relazione Trimestrale Consolidata al 31 marzo 2005 SpA Sede legale Via Cristoforo Colombo 149 00147 Roma Cap. Soc. Euro 64.970.443,20 i.v. - R.E.A. Roma n. 192573 - P.IVA 00906801006

Dettagli

Influenza e uso dei social network per il messaggio politico. alessandro scartezzini

Influenza e uso dei social network per il messaggio politico. alessandro scartezzini Influenza e uso dei social network per il messaggio politico alessandro scartezzini CHI SONO http://www.linkedin.com/pub/alessandro-scartezzini/0/393/721 alessandro@webperformance.it - Dal 2010 fondatore

Dettagli

VI RAPPORTO SULL IMPEGNO SOCIALE DELLE AZIENDE ITALIANE

VI RAPPORTO SULL IMPEGNO SOCIALE DELLE AZIENDE ITALIANE VI RAPPORTO SULL IMPEGNO SOCIALE DELLE AZIENDE ITALIANE Abstract del rapporto statistico QUANTE SONO LE AZIENDE CHE SI IMPEGNANO PER IL SOCIALE E LA SOSTENIBILITA IN ITALIA? E PERCHE INVESTONO? Nel 2011,

Dettagli

Company Prof.ile. Il chi. Il come. Il perché.

Company Prof.ile. Il chi. Il come. Il perché. Company Prof.ile Il chi. Il come. Il perché. Sommario Introduzione Presentazione Approccio I plus La rete di progetti Servizi Perché scegliere Toast? Clienti Contatti Introduzione Il ruolo delle agenzie

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

TorreBar S.p.A. Svolgimento

TorreBar S.p.A. Svolgimento TorreBar S.p.A. Svolgimento 2. Partendo dalle informazioni sopra esposte, si costruisca la mappa strategica specificando le relazioni di causa effetto tra le diverse prospettive della BSC. Azioni Crescita

Dettagli

25 novembre 2014 Ecommerce: acquisire nuovi clienti sviluppando una strategia SEO e Paid Search basata sull analisi delle performance e dei mercati

25 novembre 2014 Ecommerce: acquisire nuovi clienti sviluppando una strategia SEO e Paid Search basata sull analisi delle performance e dei mercati 25 novembre 2014 Ecommerce: acquisire nuovi clienti sviluppando una strategia SEO e Paid Search basata sull analisi delle performance e dei mercati Mamadigital Search Engine Marketing Online Advertising

Dettagli

Capitolo V. I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM

Capitolo V. I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM Capitolo V. I mercati dei beni e i mercati finanziari: il modello IS-LM 2 OBIETTIVO: Il modello IS-LM Fornire uno schema concettuale per analizzare la determinazione congiunta della produzione e del tasso

Dettagli

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo Scheda Il CRM per la Gestione del Marketing Nelle aziende l attività di Marketing è considerata sempre più importante poiché il mercato diventa sempre più competitivo e le aziende necessitano di ottimizzare

Dettagli

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct per eccellenza Email Marketing Check up Workshop 26 Novembre 2014 26 Novembre 2014, Iab Forum, Milano Agenda Workshop Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct

Dettagli

Che rumore fa la tua Rete Sociale?

Che rumore fa la tua Rete Sociale? Che rumore fa la tua Rete Sociale? #Mission si occupa della creazione e attuazione di strategie di marketing online per conto di aziende, organizzazioni, enti, personaggi pubblici, al fine di raggiungere

Dettagli

SCENARIO DIGITALE, ASCOLTO DELLA RETE E DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA

SCENARIO DIGITALE, ASCOLTO DELLA RETE E DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION SCENARIO

Dettagli

CREA VALORE DALLE RELAZIONI CON I TUOI CLIENTI

CREA VALORE DALLE RELAZIONI CON I TUOI CLIENTI Ideale anche per la tua azienda CREA VALORE DALLE RELAZIONI CON I TUOI CLIENTI La soluzione CRM semplice e flessibile MarketForce CRM è una soluzione di Customer Relationship Management (CRM) affidabile,

Dettagli

Incrementare i profitti con una riduzione dei costi generali

Incrementare i profitti con una riduzione dei costi generali Incrementare i profitti con una riduzione dei costi generali La competizione generata dall economia globale continuerà ad imporre un abbassamento dei prezzi al cliente finale. Di conseguenza, controllare

Dettagli

La fidelizzazione dei clienti...

La fidelizzazione dei clienti... La fidelizzazione dei clienti... Ieri era diverso... Fino a ieri, la tendenza è stata quella di considerare le attività di fidelizzazione partendo dalla vendita... poteva andar bene......ma oggi tutto

Dettagli

Vuoi aumentare le tue vendite?

Vuoi aumentare le tue vendite? Vuoi aumentare le tue vendite? CONSULTA 1. Come funziona il nostro servizio 2. Vantaggi 3. Alcuni dati 4. Costi e garanzie 5. Contatti... con il nostro servizio on-line proponiamo un sistema sicuro ed

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1

Introduzione. Capitolo 1 Capitolo 1 Introduzione Che cos è un azienda lean? Sono molte, al giorno d oggi, le imprese che stanno trasformandosi in azienda lean, convertendo i loro sistemi di produzione di massa ormai obsoleti in

Dettagli

INTRODUZIONE. Research, April 1999. 1 B. Harvey, The expanded ARF model: bridge to the accountable advertising future, Journal of Advertising

INTRODUZIONE. Research, April 1999. 1 B. Harvey, The expanded ARF model: bridge to the accountable advertising future, Journal of Advertising INTRODUZIONE Negli ultimi anni l accesso alla Rete e l uso attivo di Internet da parte di aziende e famiglie si è notevolmente allargato; questo media relativamente nuovo si sta rapidamente avviando a

Dettagli

MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI

MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI Anno Accademico 2008/09 MARKETING DEI PRODOTTI VITIVINICOLI Appunti dalle lezioni del Prof. Diego Begalli 5. STRATEGIA, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Pianificazione d azienda Pianificazione strategica Pianificazione

Dettagli