CIG DF4. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIG 4371841DF4. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO - PAUSILIPON Via della Croce Rossa, NAPOLI C.F. / p. I.V.A S.C. TECNICO PATRIMONIALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEI SERVIZI NECESSARI ALLA GESTIONE, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO AZIENDALE IMPORTO TRIENNALE A BASE DI ASTA ,00 + IVA CIG DF4. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO 1/10

2 PREMESSA ED OBIETTIVI Il presente Capitolato Speciale definisce le modalità con cui l Azienda Ospedaliera Santobono- Pausilipon (di seguito Azienda), intende affidare i servizi di assistenza, manutenzione e conduzione del proprio Sistema Informatico Aziendale per il prossimo triennio (con possibilità di rinnovo per un ulteriore biennio). Il presente documento di gara tiene in conto diversi fattori che nel tempo, hanno consentito la costruzione dell attuale sistema, i quali hanno contribuito a determinare i criteri con i quali l Azienda intende assicurare al sistema informativo in uso continuità ed assistenza. In particolare si fa riferimento alle diverse fasi in cui il processo di informatizzazione si è sviluppato, partendo dalla componente amministrativa, per poi ampliarsi successivamente verso la componente sanitaria e diagnostica. Inoltre, il presente progetto non trascura la necessità di completare il processo di omogeneizzazione informatica delle aree afferenti alle strutture aziendali ereditate in seguito all annessione del P.O. S.S. Annunziata all Azienda, avvenuta recentemente e sancita in via definitiva dal decreto regionale n. 50 del Al fine di estendere l utilizzo dei sistemi al PO SS. Annunziata, l Azienda ha operato degli investimenti, volti ad assicurare la messa in esercizio delle procedure informatiche, già consolidate presso la sede Amministrativa di Via Della Croce Rossa ed i PP.OO. Santobono e Pausilipon, nel minor tempo possibile. Va anche sottolineato che nel corso dell ultimo biennio , l Azienda ha operato in maniera oculata e mirata, al fine di adeguare la propria infrastruttura tecnologica. In questa ottica si è provveduto alla predisposizione dei nuovi locali del CED presso il P.O. Santobono, attrezzandoli con macchine in grado di garantire continuità di funzionamento e la messa in sicurezza del Sistema Informativo Aziendale, ubicato in precedenza nei locali della sede di Via Della Croce Rossa. Inoltre, presso i servizi diagnostici di Anatomia Patologica e Centro Immunotrasfusionale del P.O. Pausilipon, sono stati sostituiti i vecchi server con apparecchiature in rack di nuova acquisizione, che garantiscono il corretto funzionamento dei sistemi dipartimentali in uso. Questi fattori rendono indispensabile garantire continuità e di conseguenza valorizzare questi investimenti e dunque il presente progetto assume un importante valenza strategica. Con l appalto in oggetto s intende garantire sia i servizi di gestione del Sistema Informativo finalizzati al suo corretto funzionamento, che quelli necessari all ampliamento e perfezionamento dello stesso. L Azienda, per valorizzare gli investimenti fin ora sostenuti, sia in termini di acquisizione di licenze d uso che, soprattutto di formazione del personale interno, intende considerare quale prerequisito dell attuale bando, l utilizzo delle soluzioni applicative in essere, essendo oggetto dell appalto la sola fornitura di servizi di supporto al sistema. Gli obiettivi che si intendono perseguire sono schematizzati nei seguenti punti: consolidare i sistemi informatici attualmente in uso in azienda, adeguandoli alle nuove esigenze; aumentare la diffusione degli strumenti informatici nelle attività aziendali; assicurare il miglioramento tempestivo delle funzionalità e delle prestazioni; assicurare la manutenzione del sistema; assicurare servizi di supporto all utenza. 1. OGGETTO DELL APPALTO L'oggetto dell'appalto è l erogazione dei servizi necessari alla gestione, manutenzione ed evoluzione del Sistema Informativo dell Azienda per gli applicativi più avanti specificati. Le attività richieste nell ambito dell appalto, dettagliate nel seguito del documento, sono pertanto le seguenti: Servizi di manutenzione correttiva, adeguativa, migliorativa ed evolutiva del software applicativo in uso presso l Azienda e descritto in seguito; Servizi di manutenzione correttiva delle integrazioni software tra le applicazioni oggetto del presente appalto e le altre procedure informatiche in uso presso l Azienda; 2/10

3 Servizio di assistenza agli utenti; Servizio di conduzione. Per quanto attiene ai servizi di Assistenza e Manutenzione del Sistema Informativo Aziendale gli stessi si intendono da erogare sulle diverse componenti applicative in esercizio. Per tutti i servizi oggetto del presente Capitolato Speciale, l Azienda renderà disponibili: gli spazi interni utilizzati attualmente; l infrastruttura hardware già a supporto del software applicativo in esercizio. Le ditte concorrenti, pena l esclusione, dovranno dimostrare di potersi avvalere di capacità tecniche e gestionali in grado di garantire la continuità del servizio e dovranno dimostrare di garantire almeno gli attuali livelli di servizio, nonché di poter disporre di personale qualificato per l erogazione dei servizi richiesti. E inoltre richiesto un sopralluogo obbligatorio, da parte delle ditte concorrenti, al fine di verificare preliminarmente gli ambienti destinati ad alloggiare le attrezzature in fornitura e la piattaforma applicativa in uso. Tale verifica, dovrà essere attestata dal Direttore della SC Tecnico Patrimoniale o da un suo delegato ed il relativo attestato, dovrà essere allegato alla documentazione amministrativa di gara. 2. DURATA DELL APPALTO L appalto avrà la durata di anni 3 (tre) (con possibilità di rinnovo per un ulteriore biennio). Nel periodo di tre mesi, a decorrere dalla data di inizio dell appalto, l Amministrazione dell Azienda, a proprio insindacabile giudizio, si riserva la facoltà, qualora i servizi non siano resi in modo soddisfacente, di recedere dal contratto dando comunicazione di disdetta alla Società almeno dieci giorni prima. In caso di disposizioni a livello regionale che contemplino di dover aderire a contratti stipulati dalla So.Re.Sa. S.p.A., l Amministrazione si riserva la facoltà di: sospendere, revocare o annullare la gara di cui al presente appalto in qualsiasi fase di svolgimento, senza che per questo le società partecipanti possano avanzare alcuna pretesa, accampare diritti, pretendere risarcimenti e rimborsi di spesa o altro; interrompere, con preavviso di trenta giorni, l affidamento dei servizi di cui trattasi; limitare la durata del contratto ad un solo anno, dando comunicazione alla Società medesima con preavviso di almeno 30 giorni. 3. IMPORTO DELL APPALTO L importo complessivo a base di gara, è quantizzato nella misura di ,00 + iva annuo, per importo triennale di ,00 oltre IVA. Non saranno prese in esame e, quindi, escluse offerte economiche il cui importo sia superiore al citato importo complessivo a base di gara. 4. INIZIO DELL APPALTO La Società aggiudicataria, nelle more della stipula del contratto di appalto, su richiesta dell Azienda, si impegna a dare inizio all appalto entro 30 (trenta) giorni dalla notifica dell avvenuta aggiudicazione della gara. 5. IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE 5.1 PROCEDURE SOFTWARE Tutti i sistemi elencati di seguito ed oggetto del presente appalto, per i quali è richiesto il loro corretto mantenimento in esercizio, sono stati forniti e sono tuttora mantenuti dalla Società Engineering Ingegneria Informatica S.p.A. 3/10

4 Descrizione procedura Sistema Amministrativo Contabile o Contabilità generale o Magazzino economale o Magazzino farmaceutico o Magazzino tecnico o Cassa economale o Cespiti e inventario o Ordini e contratti o Contabilità analitica e budget o EDF (Erogazione diretta del Farmaco) o Gestione prontuario FARMADATI Sistema di Gestione delle Risorse Umane o Trattamento Economico o Trattamento Giuridico o Pianta Organica o Gestione Presenze/Assenze Sistema del Pronto Soccorso o Pronto Soccorso o Triage iconografico (pediatrico) o Ricoveri d urgenza o Scheda infermieristica Sistema di Gestione Anatomia Patologica o Accettazione o Refertazione o Statistiche Sistema del Centro Trasfusionale o Centro Trasfusionale o Collegamenti strumentazione on line o Gestione Frigoemoteche o Gestione della Banca del Cordone Ombelicale e Criobanca Sistema per l Area Documentale o Protocollo o Delibere e Determine Dettagli Nome: OLIAMM Versione: Client/Server Integrazioni: CUP, Personale Numero postazioni: 50 Nome: AREAS HR Versione: Web Integrazioni: Contabilità Numero postazioni: 20 Nome: PS Versione: Client/Server Integrazioni: CUP, ADT, Anagrafe pazienti Numero postazioni: 10 Nome: WINSAP Versione: Client/Server Integrazioni: Anagrafe pazienti Numero postazioni: 10 Nome: ELIOT Versione: Client/Server Integrazioni: Anagrafe pazienti Numero postazioni: 15 Nome: LAPIS Versione: Web Integrazioni: Contabilità Numero postazioni: INTEGRAZIONI SOFTWARE Le applicazioni software elencate in precedenza sono integrate mediante messaggistica HL7 con le altre soluzioni applicative in uso per l area sanitaria quali: CUP (Centro Unico di Prenotazione), allo stato gestito dal R.T.I. GESAN S.r.l. METODA Spa ADT (Accettazione/Dimissioni/Trasferimenti), allo stato gestito dal R.T.I. GESAN S.r.l. METODA Spa. Le applicazioni condividono l anagrafe pazienti del CUP e sono tra loro costantemente allineate. Le integrazioni con le componenti terze parti, ed in particolare con l anagrafe pazienti centralizzata del CUP, sono garantite attraverso il prodotto software X-MPI, addetto alla gestione delle 4/10

5 anagrafiche di base. Lo stesso è parte integrante della piattaforma AREAS della Società Engineering Ingegneria Informatica S.p.A. ed è sviluppato in tecnologia Web. La Ditta aggiudicataria dovrà, inoltre, garantire, per tutta la durata dell appalto, senza oneri aggiuntivi per l Azienda, ogni supporto atto a consentire a futuri fornitori l acquisizione di informazioni necessarie e sufficienti ad eventuali integrazioni con i software, oggetto di questo appalto. 5.3 INFRASTRUTTURA HARDWARE I sistemi hardware su cui è installata la piattaforma applicativa illustrata in precedenza sono ubicati presso il CED del P.O. Santobono. Per la realizzazione del presente progetto, l Azienda metterà a disposizione delle ditte partecipanti l infrastruttura hardware in uso. 6. SERVIZI Di seguito sono descritti i servizi previsti dalla presente fornitura, da fornire sull intero sistema informativo. 6.1 MANUTENZIONE APPLICATIVA Nel presente Capitolo vengono descritti i Servizi di Manutenzione applicativa richiesti per i software elencati al precedente paragrafo Manutenzione correttiva Per manutenzione correttiva si intende l attività volta a rimuovere le cause e gli effetti dei malfunzionamenti delle procedure e dei programmi, assicurando il tempestivo ripristino dell operatività. L attività di manutenzione correttiva è innescata da impedimenti all esecuzione dell applicazione o da differenze riscontrate fra l effettivo funzionamento del software applicativo e quello atteso. Rientrano nella manutenzione correttiva anche interventi finalizzati a ripristinare l integrità dei dati a seguito di errori operativi degli utenti durante la editazione o di errori di gestione sulle procedure applicative od operative sul sistema Manutenzione adeguativa Per manutenzione adeguativa si intende l attività volta ad assicurare la costante aderenza delle procedure e dei programmi all evoluzione dell ambiente tecnologico, in una situazione generale di compatibilità con l esistente, mantenendo invariati gli iniziali requisiti di progettazione. La manutenzione adeguativa deve, inoltre, mantenere le applicazioni rispondenti alla normativa vigente e coerenti con nuove esigenze organizzative. L adeguamento potrà comportare variazioni del flusso operativo, dei controlli e degli output senza comportare variazioni e/o alterazioni della base dati Manutenzione migliorativa Per manutenzione migliorativa si intende l'attività volta a preservare l'efficienza delle procedure e dei programmi al variare delle condizioni e dei carichi di lavoro, connessi ad una normale evoluzione del numero di utenti o delle dimensioni delle basi dati. In particolare la manutenzione migliorativa comprende le attività finalizzate a realizzare le opportune misure di intervento che, lasciando integralmente invariate le funzionalità dei programmi, ne adeguino le prestazioni in termini di tempi di risposta in caso di transazioni particolarmente critiche per numero di attivazioni in determinati intervalli temporali. Gli interventi di manutenzione migliorativa potranno venire richiesti direttamente al fornitore o proposti dal fornitore stesso Manutenzione evolutiva Per manutenzione evolutiva si intende la messa a disposizione dell Azienda di nuove funzionalità delle applicazioni sviluppate dal proponente. Infatti, qualora vengano implementate ulteriori 5/10

6 funzioni, anche se sviluppate su altre realtà aziendali, le stesse, qualora ritenute utili al soddisfacimento delle esigenze operative, dovranno essere messe gratuitamente a disposizione dell Azienda. 6.2 HELP DESK Il servizio di Help Desk deve rappresentare il punto di front - office rispetto a tutte le problematiche incontrate dagli utenti del Sistema. Il servizio si dovrà prefiggere i seguenti obiettivi: assicurare la comunicazione tempestiva ed efficace tra l utenza e le strutture di supporto; provvedere all'accoglimento ed alla registrazione delle richieste di assistenza; risolvere i problemi ricorrenti, nonché quelli di non elevata complessità; smistare a strutture di assistenza specifiche la risoluzione dei problemi non risolvibili nell ambito di questo servizio; controllare i processi di risoluzione attivati e verificarne gli esiti; informare l'utente sullo stato dell'intervento; chiudere tutti gli interventi, anche quelli smistati ad altre strutture di servizio; analizzare le statistiche sugli interventi, al fine di identificare i fabbisogni e definire azioni di prevenzione dei problemi. Il servizio di Help Desk dovrà essere costituito da due diversi livelli di intervento, help desk di primo livello ed help desk on-site, i cui contenuti sono dettagliati nel seguito. Il servizio dovrà essere erogato dal lunedì al venerdì con orario 09:00 18:00 esclusi i giorni festivi. Per alcune delle applicazioni relative all area sanitaria (Pronto Soccorso, Centro Trasfusionale) il servizio è invece richiesto H24X7 e festivi Help desk di primo livello Le attività che costituiscono il compito del servizio di Help Desk di primo livello possono essere così identificate: ricezione e classificazione delle chiamate; prima valutazione della gravità del problema allo scopo di assegnare una priorità sulla base della quale definire le fasi d intervento; prima analisi del problema al fine di determinarne la causa effettuare la raccolta delle informazioni eventualmente necessarie alle fasi successive dell intervento; risoluzione immediata e chiusura delle chiamate ove possibile di tutti gli inconvenienti che per loro natura siano ricorrenti o per i quali sia possibile individuare rapidamente la modalità di risoluzione; gestire le aperture d intervento non direttamente risolvibili alla struttura di help desk onsite; gestione delle procedure di escalation per tutte quelle richieste che per natura comportino l intervento delle risorse specialistiche di livello superiore servizi di gestione conduzione e supporto, anche interagendo con gli altri servizi attivi nell Amministrazione, (anche se svolti da fornitori diversi anche esterni all ambito del presente bando) Estensione del servizio di Help desk Come precedentemente detto, il servizio di Help Desk dovrà essere erogato dal lunedì al venerdì con orario 09:00 18:00 esclusi i giorni festivi. In considerazione però che alcune delle applicazioni dell Area Sanitaria risultano particolarmente critiche in quanto impattano sulla funzionalità dei servizi erogati dall Azienda all utenza, viene richiesto che il servizio venga esteso con copertura H24X7 e festivi per Pronto Soccorso, Centro Trasfusionale. Pertanto, la ditta dovrà strutturare il servizio per fare in modo di garantire agli utenti dell Azienda delle suddette applicazioni la possibilità di accedere allo stesso anche nei giorni festivi e fuori dagli orari standard di erogazione dello stesso. 6/10

7 6.3 ASSISTENZA SISTEMISTICA SUL SOFTWARE DI BASE E DI AMBIENTE Tra i servizi da prevedere sono compresi quelli di assistenza sistemistica sul software di base e di ambiente, finalizzato ad un regolare funzionamento del sistema informativo. In particolare i servizi da prevedere sono relativi all assistenza sui seguenti elementi: sistemi operativi (Linux e Windows Server) database (Oracle e SQL Server) application server (JBOSS) web server (Apache). 6.4 PRESIDIO APPLICATIVO Per il personale che la ditta intende impiegare per l erogazione del servizio di presidio applicativo, vanno presentati i relativi curriculum, dai quali si evinca chiaramente la competenza delle risorse nonché l esperienza maturata in servizi analoghi a quello dell oggetto della presente gara. L esperienza sui domini applicativi e sulle architetture tecnologiche non deve essere inferiore ai 2 anni e deve essere maturata su progetti realizzati per enti pubblici sanitari. Le figure professionali individuate per l erogazione di tale servizio, dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti minimi: Piena conoscenza dei sistemi software in uso presso l Azienda; Conoscenza di sistemi operativi e dei data base utilizzati; Conoscenza di sistemi di gestione siti web e posta elettronica. Il Servizio di Presidio applicativo, dovrà farsi carico dei seguenti servizi: gestione delle basi dati e monitoraggio del loro stato; monitoraggio su base continuativa dei livelli di servizio erogati all Azienda, sì da intraprendere tempestivamente eventuali azioni migliorative e correttive; servizio di Help Desk di 1 livello per la ricezione delle segnalazioni di malfunzionamenti da parte degli utenti e loro soluzione; servizio di supporto applicativo. Le suddette attività dovranno essere condotte in maniera da non intralciare minimamente le attività del personale dell Azienda, premunendosi di non causare in nessun caso interruzioni di servizio o altre circostanze che possano recare disservizi all utenza. Inoltre, per tutto il periodo contrattuale sarà cura del servizio di presidio l attivazione del servizio di Help Desk di 2 livello sugli applicativi. Il servizio dovrà essere assicurato per l intero arco lavorativo della giornata, per i 5 giorni lavorativi settimanali. Per il personale che la ditta intende impiegare per l erogazione del servizio di presidio applicativo, vanno presentati i relativi curriculum vitae dai quali si evinca chiaramente la competenza delle risorse sui sistemi oggetto del presente appalto. Le attività di presidio attualmente vengono erogate da n. 1 (una) unità. A seguito dell annessione del P.O. SS Annunziata, ricorre l esigenza di potenziare il servizio prevedendo almeno una seconda unità a supporto degli utenti, presso tutte le sedi dell'azienda:. Pertanto, per l espletamento del servizio è richiesta la fornitura di: N.2 (due) Specialisti applicativi, esperti delle problematiche e delle procedure informatiche in esercizio del sistema informativo aziendale. 7/10

8 6.5 SERVIZI DI SUPPORTO Assistenza on site Il servizio di Assistenza on-site deve essere assicurato effettuando un intervento in loco, in tutti i casi in cui vi siano problemi bloccanti non risolvibili mediante assistenza telefonica o teleassistenza oppure su specifica richiesta del responsabile dell Azienda. L'intervento (nel caso di problema bloccante non risolvibile in remoto) dovrà essere garantito entro le 12 (dodici) ore lavorative successive alla registrazione del Ticket oltre le ore impiegate per raggiungere la destinazione. La Ditta aggiudicataria dovrà assicurare un minimo annuo di n. 50 giornate di interventi in loco, preventivamente concordati con il responsabile dell esecuzione del contratto, per risolvere problematiche evidenziate dall utente o per interventi richiesti e atti a migliorare l utilizzo del sistema. A fronte di ogni intervento dovrà essere redatto apposito rapporto scritto che sarà controfirmato dal responsabile dell esecuzione del contratto,per accettazione. 6.6 COORDINAMENTO DI PROGETTO Per il coordinamento dei servizi oggetto del presente capitolato, la Ditta aggiudicataria dovrà individuare una figura professionale che rappresenti l interfaccia primaria con l Azienda. Tale servizio dovrà essere assicurato per tutta la durata del contratto. Il coordinatore del progetto dovrà rappresentare la figura che garantisca l'efficacia del servizio ed il rispetto dei livelli di servizio concordati. Il coordinatore deve essere l'unica interfaccia con l Azienda e si dovrà occupare in particolare: della gestione delle risorse richieste previste dal servizio di conduzione, della individuazione della soluzione ai problemi segnalati, della valutazione degli interventi di manutenzione, della pianificazione degli interventi di manutenzione, della valutazione della qualità del servizio, dell'aggiornamento della documentazione. In particolare il Coordinatore del Progetto deve possedere conoscenze di tutti i domini applicativi del presente capitolato e nell'allegato tecnico e deve conoscere tutte le architetture tecnologiche utilizzate dall Azienda. L'esperienza sui domini applicativi e sulle architetture tecnologiche non deve essere inferiore ai 5 anni e deve essere maturata su progetti realizzati per enti pubblici. Tali competenze dovranno essere espressamente dichiarate in un curriculum vitae dettagliato. 7. PIANO DI SUBENTRO Di seguito sono riportate le modalità di subentro da parte dell'aggiudicatario con l'obiettivo di non introdurre interruzioni nell'erogazione dei servizi oggetto di gara. Il periodo di subentro non può essere superiore ad 1 mese solare dalla data di sottoscrizione del verbale di presa in carico del servizio. Durante questo periodo il personale dell'aggiudicatario, per acquisire le conoscenze necessarie all'erogazione dei servizi contrattualmente previsti e raggiungere il corretto passaggio delle consegne, sarà affiancato dal personale del fornitore che attualmente fornisce i servizi di manutenzione e assistenza. Sarà compito dell'aggiudicatario descrivere nell'offerta tecnica il piano di subentro in cui devono essere definiti: a) l'organizzazione per la gestione della fase di subentro; b) la descrizione dei tempi e delle modalità di attuazione della fase suddetta; c) il dimensionamento delle risorse per lo svolgimento delle attività previste dal piano di subentro proposto. Tutti i predetti aspetti del subentro costituiscono oggetto di valutazione. 8. PENALI PER LA FASE DI SUBENTRO In caso di ritardata esecuzione della fase di subentro, rispetto ai tempi indicati nel presente capitolato (rispettivamente un mese e due mesi dalla presa in carico del servizio) ovvero di quelli 8/10

9 migliorativi indicati nel piano temporale per il piano di subentro presentato in sede di offerta, l Azienda applicherà una penale pari a 500,00 Euro per ogni giorno di calendario di ritardo fino ad un massino di 5.000,00 Euro, oltre il quale l Azienda si riserva di avvalersi sulla cauzione e avviare le procedure per la risoluzione anticipata del contratto (ex art c.c., comma 2). 9. LIVELLI DI SERVIZIO E PENALI 9.1 LIVELLI DI GRAVITÀ La gravità dei malfunzionamenti, assegnata dal personale del Sistema Informativo Aziendale, si suddivide in tre livelli: Livello 1: le funzionalità critiche non sono disponibili agli utenti finali e ne bloccano l'attività. Livello 2: le funzionalità critiche sono disponibili agli utenti finali ma operano in modo degradato limitandone I'operatività. Sono da considerarsi di questa tipologia tutte le richieste che devono essere prese in carico e risolte nell'arco di una giornata lavorativa dalla segnalazione, in quanto sono originate da problemi che non permettono all'utente di operare efficacemente su funzionalità della procedura ma che comunque consentono di portarla a termine. Livello 3: le funzionalità non critiche sono indisponibili o sono disponibili agli utenti finali ma operano in modo degradato limitandone I'operatività. Sono da considerarsi di questa tipologia tutti gli interventi che devono essere presi in carico e risolti in un tempo massimo di 2 giorni lavorativi, in quanto sono richieste di intervento dovute a situazioni che non pregiudicano le funzionalità della procedura. 9.2 LIVELLI DI SERVIZIO Fermo restando che obiettivo dell appalto è di garantire la continuità dei servizi, l offerente dovrà in sede di redazione dell offerta tecnica, esplicitare un dettagliato piano dei livelli di servizio che intende garantire. Nel seguito si riportano i livelli minimi attesi. Livello Gravità Componente Elemento di valutazione Valori di riferimento Valore soglia 1 Assistenza Help Desk Tempo di chiusura della chiamata Entro 16 ore 70% dei casi 2 Assistenza Help Desk Tempo di chiusura della chiamata Entro 36 ore 70% dei casi 3 Assistenza Help Desk Tempo di chiusura della chiamata Entro 56 ore 70% dei casi 1 Manutenzione Tempo di risoluzione dell anomalia Entro 16 ore 70% dei casi 2 Manutenzione Tempo di chiusura della chiamata Entro 36 ore 70% dei casi 3 Manutenzione Tempo di chiusura della chiamata Entro 56 ore 70% dei casi - Conduzione Tempo massimo di distribuzione del software Entro 10 ore 90% dei casi - Conduzione Aggiornamento del database Entro 1 gg lavorativo 90% dei casi - Conduzione - Supporto - Supporto - Supporto Tempestività di inoltro delle segnalazioni di malfunzionamento Flussi informativi Redazione di report ed elaborazione dati Entro 5 minuti per guasti bloccanti Entro 15 minuti per guasti non bloccanti Secondo le tempistiche previste dall art.50 e dalle disposizioni regionali del Tavolo di Lavoro ARSAN Entro 2 gg lavorative 90% dei casi 90% dei casi 90% dei casi Assistenza specialistica on site Entro 2 gg lavorative 70% dei casi 9/10

10 9.3 PENALI PER LIVELLO DI SERVIZIO Il mancato rispetto dei livelli di servizio dichiarati dall aggiudicatario comporterà l applicazione di penali. L ammontare della penale viene calcolato in misura dello 0,30% dell importo del servizio per il quale i livelli dichiarati non risultano essere stati rispettati. Nel caso in cui i livelli di servizio non vengano rispettati per più di 5 volte in un mese, o di 50 volte in un anno, l Azienda avrà facoltà di rescindere il contratto. 10. MODALITÀ DI PAGAMENTO I pagamenti, ove non intervengano contestazioni sulle modalità di esecuzione del servizio o sulle relative fatture, verranno effettuati entro il termine che verrà concordato in sede di stipulazione del contratto, conformemente alla prassi commerciale. Il pagamento è comunque subordinato alla previa produzione da parte dell Impresa della documentazione attestante il regolare adempimento agli obblighi previsti dalle norme vigenti in materia di assicurazioni sociali obbligatorie. 11.-SPESE DEL CONTRATTO Le spese di bollo, registrazione e tutte le altre inerenti al contratto cedono a carico dell' aggiudicatario. 11. TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI Il concorrente si impegna a rispettare gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all art. 3 comma 8 Legge 13 agosto 2010 n. 136, come sostituito dall art.7 comma 7 della Legge n. 217 del Ai sensi dell art. 7 comma 9 bis della summenzionata Legge n.217/2010, il mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni costituisce causa di risoluzione del contratto 12. RINVIO ALLE NORME DI LEGGE Per tutto quanto non contemplato varranno le norme della vigente legislazione in materia. 13 CONTROVERSIE Per eventuali controversie in materia è competente esclusivamente il Foro di Napoli. ====================================================================== 10/10

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli