Filippo Ansaldi DiSSal, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA IRCCS AOU SAN MARTINO-IST, GENOVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Filippo Ansaldi DiSSal, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA IRCCS AOU SAN MARTINO-IST, GENOVA"

Transcript

1 Vaccinazioni: Consolidare i Risultati Guardando a Nuove Frontiere Chiavari, Hotel Monterosa, 28 Novembre 2014 Via Monsignor Luigi Marinetti 6 Filippo Ansaldi DiSSal, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA IRCCS AOU SAN MARTINO-IST, GENOVA

2 Copertura vaccinale (%) Italia Liguria ob. min. perseguibile

3 Copertura vaccinale 2012/13 in Liguria anni: 3,1% AMG: approx Prevalenza condizione AMG Mal. Cron. Resp. Mal. Cron. Cardiovasc. Diabete Mellito e altre Insuf. Renale Cron. Neoplasie Immunodepr. Gravidanza

4 Intrinsic and extrinsic rewards Severity Vulnerability Response efficacy Threat appraisal Protection motivation Behaviour Self-efficacy Coping appraisal Response costs Severity: How severe do you perceive the disease? Vulnerability: How likely are you to contract it? Response efficacy: Do you think the recommended behaviour does protect against the disease? Self efficacy: Do you feel capable of performing the recommend behaviour? Rewards: Positive aspects of starting or continuing the unhealthy behaviour Reponse costs: Costs associated with the recommended behaviour

5 u Cosa non va?! " percezione del rischio e dell impatto! " conoscenza delle performance del vaccino! " conoscenza delle criticità del vaccino u Quali sono le soluzioni?! quadro epidemiologico precisamente definito! valutazione di efficacia del vaccino! superamento delle criticità del vaccino: - soluzioni disponibili oggi - potenziali soluzioni per domani

6 A review of 21 studies on attitudes and predictors [>21,000 respondents] Fear of adverse reactions Lack of concern Incovenient delivery Lack of perception of own risk Doubts about vaccine efficacy Avoidance of medications Dislike injections Self-perceived contra-indications Lack of availability 11-49% % 5-52% 15-33% 3-56% 4-27% Score Hollmeyer HG 1 et al., Vaccine World Health Organization (WHO), Geneva, Switzerland

7 Percezione Virus a potenzialità pandemica Virus epidemici Probabilità 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 Pandemia A(H1N1)pdm09 Pandemia??? Letalità ++++ Letalità +++ Letalità ++ Letalità + Danno

8 Impatto Decessi OspedalizzaI per sindrome respiratoria acuta per altre cause influenza correlate Accessi al PS per sindrome respiratoria acuta Casi domiciliari (conta9o con il PLS/ MMG) Italia (1.000 per polmonite, per altre cause) Liguria > >240 > >5.000 > > Casi senza contapo con SSN (giorni di lavoro persi: 0,6-2,5/caso)

9 Casi/ Casi Ospedalizzazioni Decessi < > Ospedalizzazioni e decessi/ HospitalizaQon per 10,000 populaqon Episodi di malata Giorni di scuola persi Giorni di lavoro persi dai genitori Familiari malaq entro 3 giorni EvenQ per 100 bambini 3-14 anni Neuzil et al. Arch Pediatr Adolesc Med Neuzil et al. J Infect Dis 2002.

10 Casi/ anno Casi Ospedalizzazioni Decessi < > Ospedalizzazioni e decessi/ Casi/ anno / /12 RR: 6,87-11,07 RR: 2,65-3,6 RR: 3,75-5,6 RR: 3,41-4,71 RR: 1,61-2, >84 Classe d età (anni)

11 Of the 12 periods with significant excess mortality post-1972, only one point (1988) did not correspond to a recorded influenza activity Lee JV, PLoS 2009

12 Lee JV, PLoS 2009

13 SS ILI activity SS ILI activity SSS, Children SSS, Adults Lab surv.: pos samples/week Lab surv.

14 ILI Casi/ mese ,3 Incidenza 18-64(/10000) Incidenza >64 anni 0,8 0,7 1,1 1,7 LRTI Casi/ mese Incidenza 18-64(/10000) Incidenza >64 anni 6,5 6,8 7,1 1,9 1,5 1,8

15 Efficacia Which epidemiological studies? " Administrative database and Obs studies à comparability V vs no-v populations à Evidence of bias in estimate " RCT à ethical issue? Which factor may interfere with vaccine effectiveness estimates? " Proxy indicator à antibody response? " Different clinical/virological end points (labconfirmed flu)? What do we know about influenza vaccine effectiveness estimates?

16 Potential Bias " Preferential vaccine adm in healthy " social contacts in healthy " risk of severe outcome in healthy " risk of severe outcome in HR pts during flu and no-flu season " Different access to Health Care System in healthy and HR pts Which epidemiological studies? " Administrative database and Obs studies «Difference in difference» à comparability V vs no-v populations Difference in odds between decedents and survivors during flu virus and no-virus à Evidence of bias in estimate circulation " RCT à ethical issue? Effectiveness in preventing hospitalization for flu and pneumonia. 8,5% (3,3-13,5) Which factor may interfere with vaccine effectiveness estimates? " Proxy indicator à antibody response? " Different clinical/virological end points (labconfirmed flu)? What do we know about influenza vaccine effectiveness estimates? (Fireman et al., AJE 2009 and Baxter et al., Vaccine 2010)

17 Efficacy Effectiveness Efficacy or Effectiveness (%) No trial Against Hospitalization

18 Gross et al., 1995 Vu et al., 2002 Jefferson et al., 2010 Lab-confirmed cases - - RCT: 58 (34-73) Obs: 41 (-15-70) Clinically-confirmed cases 56 (39-68) RCT and Obs: 35 (19-47) Hospitalization for influenza and pneumonia RCT: 41 (27-53) Obs:26 (13-38) Osterholm et al., 2012 Obs: 63 (28-81) 48 (28-65) Obs: 33 (27-38) Obs: 27 (21-31) - Mortality for any cause 68 (56-76) Obs: 50 (45-56) RCT: -2 ( ) Obs: 47 (39-54) - - Manzoli et al., 2012

19 Vaccine effecqveness (%) Vaccine effecqveness HospitalizaQon rate HospitalizaQon rate (per 100,000) Age (years) Nichol, Vaccine 2003 Goodwin et al., Vaccine 2006 Grubeck- Loebenstein et al., Nature Med 1998 Jefferson et al., Cochrane Database Syst Rev 2010

20 Criticità B 155, 156 D A 131 E 75, 83 C 50 AnIgenic sites A/Syd/97(H3N2)!A/Fuij/02 (H3N2)

21 Incidenza setmanale (/1,000) Old strain: Panama/99 Fuijian/02 New strain: Panama/99 Fuijian/02 California/04 SeTmana

22 SeroprotecQon rate (%) Vaccine Strain Drifted Strain Wuh/95 vs Syd/97, yrs1 Wuh/95 vs Syd/97, >75 yrs1 Pan/99 vs Wyo/03, >60 yrs2 Pan/99 vs Wyo/03, >60 yrs3 Pan/99 vs Wyo/03, >60 yrs4 Wyo/03 vs Cal/04, >60 yrs4 Cal/04 vs Wisc/05, >60 yrs5 1 De Jong et al., J Med Virol Del Giudice et al., Vaccine Kojimahara et al Ansaldi et al., Vaccine Ansaldi et al., Vaccine 2010

23 L'influenza è la terza causa di morte per malattia infettiva in Italia [dati ministero salute] Nella popolazione seguita da un MMG, si verifica >1 decesso ogni 5 anni >5 ospedalizzazioni ogni stagione >90 contatti/visite ogni stagione La classe d età I fattori di rischio Antigenic drift 75-50% età 23

24 A somministrazione IM " Split non adiuvati (frammentati) " Subunità non adiuvati (HA e NA) " Subunità adiuvati (con MF59 - virosomiali) " Vaccino a somministrazione intradermica convenzionali o plain " LAIV " Vaccini universali (M e HA) ü QUADRIVALENTE

25 6m-5 anni 5-17 anni Split Subunit MF59 adjuv Virosom ID LAIV anni 9 µg anni 15 µg >64 anni 15 µg Sicurezza OK OK OK OK OK, (**) Tollerabilità OK OK (*) (***) Accettabilità OK OK OK riferimento A causa del rischio di febbre alta, dovrebbero essere presi in considerazione vaccini influenzali stagionali alternativi per l immunizzazione dei bambini di età inferiore ai 5 anni. Nel caso in cui il vaccino sia utilizzato nei bambini, i genitori devono essere avvisati di controllare la febbre nei 2-3 giorni successivi alla vaccinazione. Immunogenità n.a. Crossprotection? n.a. Efficacia,??, bambini, adulti 25

26 " Perché un vaccino quadrivalente " Sicurezza ed immunogenicità del QIV " Benefici attesi dell introduzione del QIV

27 " In popolazioni ad elevato rischio: - Nei primi anni di vita - Negli anziani - Nei pazienti fragili " Mismatch antigenico - Antigenic shift - Antigenic drift - Co-circolazione dei lineage B Potenziare priming e boosting Contrastare l immunosenescenza Potenziare la cross-protection " Minor immunogenicità del virus vaccinale tipo B

28

29 1999/2000 Picco nella classe <14 anni: 16/1000*sett. Picco nella classe anni: 15/1000*sett. 2001/02 Picco nella classe <14 anni: >40/1000*sett. Picco nella classe anni: 10/1000*sett. Ansaldi F et al., EJE 2004

30 Efficacia vaccinale (%) +42% +31% Season 2004/ / /07 Ceppo vaccinale A/New Cal/99(H1N1) A/Wyo/03(H3N2) B/Jangsu/03[Y] Ceppi circolanti A/Cal/04(H3N2) 95% B/Jangsu/03[Y] 5% A/New Cal/99(H1N1) A/Cal/04(H3N2) B/Jangsu/03[Y] A/Wisc/05(H3N2) 33% B/Malaysia/04[V] 62% A/New Cal/99(H1N1) A/Wisc/05(H3N2) B/Malaysia/04[V] A/New Cal/99(H1N1) 73% A/Wisc/05(H3N2)16% Isolati mismatching (%) 95% 95% 8% Belongia EA et al., JID 2009

31 Efficacia vaccinale (%) Stagione 2011/12 Ceppo vaccinale A/Cal/09(H1N1) Perth/09(H3N2) B/Brisbane/60/2008[V] Ceppi circolanti A/Cal/09(H1N1) 4% Vict/11+Brisb/11(H3N2) 23% B/Florida/4/2006 [Y] 72% Lo YC et al., Plos 2013

32 Stagione Ceppi vaccinali, emisfero Nord Virus circolanti in Europa e USA A/H1N1 A/H3N2 B A/H1N1 A/H3N2 B 1995/96 Texas/91 Johan/94 Beijing/93 Texas/91 Johan/94 Beijing/ /97 Bayern/95 Wuhan/95 Beijing/93 Bayern/95 Wuhan/95 Beijing/ /98 Bayern/95 Wuhan/95 Beijing/93 Bayern/95 Syd/97 Harbin/ /99 Beijing/95 Syd/97 Beijing/93 Bay/95+Beij/95 Syd/97 Beijing/ /00 Beijing/95 Syd/97 Beijing/93 NewCal/99 Syd/97 Beijing/ /01 NewCal/99 Pan/99 Yaman/98 Bay/95+NC/99 Syd/97 Sichuan/ /02 NewCal/99 Pan/99 Sich/99 (Y) NewCal/99 Syd/97 Sic/99+HK /03 NewCal/99 Pan/99 HK/01 (V) NewCal/99 Fuj/02(Pan/99) Sic/99+HK /04 NewCal/99 Pan/99 HK/01 (V) NewCal/99 Fuj/02 Jiangs/ /05 NewCal/99 Wyom/03 Jiangs/03 (Y) NewCal/99 Calif/04 J/03+Mal/ /06 NewCal/99 Calif/04 Jiangs/03 (Y) NewCal/99 Cal/04+Wis/05 J/03+Mal/ /07 NewCal/99 Wiscons/05 Malays/04 (V) NC/99+Sal/06 Wisc/05 J/03+Mal/ /08 Salom Is/06 Wiscons/05 Malays/04 (V) Sal/06+Bris/07 Wisc/05+Bri/07 Bri/07+Mal/ /09 Bris/07 Bris/07 Florida/06 (Y) Bris/07 Bris/07 Florida/06+Brisb/ /10 Bris/07 Bris/07 Bris/08 (V) - Bris/07 Bris/08 (V) 2009/10 Calif/09 Calif/ /11 Calif/09 Perth/09 Bris/08 (V) Calif/09 Perth/09 Bris/08 (V) 2011/12 Calif/09 Perth/09 Bris/08 (V) Calif/09 Vict/11+Brisb/11 Bris/08+Wisc/ /13 Calif/09 Vict/11 Wiscons/10 (Y) Calif/09 Vict/11+Texas/12 Bris/08 (V)+Mass/12 (Y) 2013/14 Calif/09 Vict/11 Mass/12 (Y) Calif/09 Texas/12 Bris/08 (V)+Mass/12 (Y) 2014/15 Calif/09 Texas/12 Mass/12 (Y)

33 Proporzione dei ceppi circolanti (%) Ambrose CS et al., HV 2012

34 Disegno: RCT in doppio cieco (3-17 anni) ed un braccio in aperto (6 mesi-3 anni) Popolazione dello studio: n mesi-17 anni 3 bracci (1:1:1): QIV, TIV B/Yamagata, TIV B/Victoria Langley JM et al., JID 2013

35 Rapporto dei titoli post vaccinali in pz immunizzati con QIV/TIV Versus lineage non-vaccinali Versus lineage vaccinali Langley JM et al., JID 2013

36 Tasso di seroconversione (%) in pz immunizzati con QIV/TIV Versus lineage vaccinali Versus lineage non-vaccinali Langley JM et al., JID 2013

37 Disegno: RCT in doppio cieco Popolazione dello studio: n anni, n anni 3 bracci (3:1:1): Q/LAIV, T/LAIV B/Yamagata, T/LAIV B/Victoria Block SL et al., PJID 2012

38 Block SL et al., PJID 2012

39 Feb 2009-FDA discute la possibilità dell inclusione del II ceppo B Feb 2012-WHO raccomanda i produttori di considerare lo sviluppo di QIV Mar 2012-EMA raccomanda i 4 ceppi Feb WHO emana linee guida per inserimento del II ceppo B Name Indications Pharmaceutical form Fluenz Tetra (AstraZeneca) Influsplit Tetra/Fluarix Tetra (GSK) Vaxigrip 481 (Sanofi)* MF59-adjuv Tetra (Novartis) ** Children and adolescents from 24 months to 18 years of age Adults and children from 36 months of age [à 6m:2016/17] Children and adults from 9 years of age [à 6m**] Children from 6m and 72m**. Nasal spray, suspension Intramuscolar injection, suspension Intramuscolar injection, suspension Intramuscolar injection, suspension *accepted for review ** phase III

40 Modello: Polymod matrix, age- dependent ü Protezione materna ü BoosQng ü Declino del Qtolo Ab ü Cross- immunizing events ü Efficacia di cross- protecqon Eichner M et al, BMC Infect Dis 2014

41

42 L introduzione del QIV permetterebbe di prevenire 395,000 infezioni/anno [11,2% delle infezioni da virus B] Stima prudenziale [60% cross-protection]! Se considerassimo 30% cross-protection, l introduzione del QIV permetterebbe di prevenire 853,000 infezioni/anno.

43 Differenza (%) 0,2 1,7 2,4 2,1 2,1 Clements KM et al, HV 2014

44 Burden del virus influenzale B Limitata cross-protection Difficoltà nel prevedere il lineage prevalente QIV riflette l epidemiologia dei virus influenzali circolanti QIV mostra un profilo di sicurezza e tollerabilità simile al TIV Immunogenicità non-inferiore al TIV per i 3 ceppi contenuti in quest ultimo Protezione ottimale per entrambi i lineage B L introduzione del QIV potrebbe determinare l aumento del 0,2-7% dei casi prevenuti in relazione alla fascia d età e al modello, MA Difficoltà a stimare l effetto dell introduzione del QIV Rischio di Ag shortage (?) Costi incrementali: necessità di forti evidenze farmaco-economiche Strategie alternative

45 45

46 46

47 " Oil-in-water emulsion: small and stable droplet of squalene, a normal component of cell membranes and metabolite of cholesterol synthesis " Droplet size: ~150 nm, sterile filtered " Viscosity: close to water, easy to inject " MF59 is biocompatible and biodegradable " Administration of MF59-adjuvanted vaccine does not stimulate antibodies against squalene SQUALENE MF59 adjuvant emulsion Antigens SPAN 85 TWEEN nm Novartis Vaccines, Data on File Podda A et al., 2003 Del Giudice G et al., 2006 O'Hagan.,2007

48 Antisqualene IgG and IgM antibodies in serum samples from individuals vaccinated with subunit influenza vaccine with the MF59 adjuvant (n=48) or with a plain, split influenza vaccine without the MF59 adjuvant (n=52) No statistically significant differences, either between vaccines or between time points for one vaccine. There were no trends over time detected as significant for either vaccine or either antibody (P =.6212) GMT Month Del Giudice G et al., 2006

49 Meta-analysis of 64 RCT data in Europa, USA, Australia and South America Study population: 28,000 subjects (20,500 vaccinees), 65% 65 years of age Subjects with solicited AEs on days 0 3 after first vaccination Solicited AEs (per 1,000) Overall population [ years] Elderly subjects Comparator MF59 adjuv Reactions with FLUAD were more frequent compared with non-adjuvanted vaccine, but were generally mild/moderate and short in duration Repeated immunizations did not increase AE incidence Podda, Vaccine 2001 Pellegrini, Vaccine 2009

50 Local reactions: pain, warmth, induration and erythema at the injection site Systemic reactions: myalgia, headache, fatigue and malaise Other reactions: fever ( 38 C), use of analgesic/antipyretic, stayed at home Weighted RR 1.74 [ ] Weighted RR 1.29 [ ] Comparator vs MF59, 39.1% vs 44.4% Weighted RR 1.32 [ ] Solicited AEs (per 1,000) Overall population Elderly subjects Weighted RR 1.08 [ ] Comparator MF59 adjuv Podda, Vaccine 2001 Pellegrini, Vaccine 2009

51 Meta-analysis of 13 RCTs; study population: n=3,549 [1 st immunisation], n=820 [2 nd ] and n=237 [3 rd ] 65 years of age Ratio between MF59 and comparator vaccine post-vaccination GMTs 2,5 2 1,5 1 0, A/H3N2 A/H1N1 B Podda, Vaccine 2001

52 Khurana et al., Sci Transl Med 2010

53

54 Weller TH, 1948 Boger WP, 1957 McCarroll JR, 1958 Klein M, 1961 McElroy JT, 1969 Phillips CA, 1970 Foy HM, 1970 Marks MI, 1971 Brown H, 1977 Brooks JH, 1977 Halperin W, 1979 Herbert FA, 1979 Kenney RT, 2004 Auewarakul P 2007 Manuel O, 2007 Chiu SS, 2007; Sugimura T, 2008 Kunzi V, 2009 Nuovi dispositivi " Jet Injectors " Microago " Sistema micro-iniezione Volume e consistenza profondità Dolore Personale preparato e qualificato Chiu SS, 2009 Gelinck LB, 2009 Jo YM, 2009 Chuaychoo B, 2010 Accettabilità Risposta immunitaria [HR e gruppi di LR, riduzione Ag] Aspetti logistici

55 Jet Injectors Sistema di microiniezione Soluvia Microneedle Sticchi L et al., JPMH 2010

56 Elevata concentrazioni di APC residenti (1) Cellule di Langerhans e le cellule dermiche dendriqche ca9urano l anqgene. (2) Mentre l'anqgene è elaborato e presentato sulla superficie delle APC, la maturazione avviene con l'espressione delle molecole co- sqmolatorie. (3) Le APC migrano a9raverso i vasi linfaqci afferenq ai linfonodi. (4) Nel linfonodo, presentano l'anqgene processato alle cellule T naive (CD45RA +) provocando la maturazione delle cellule T, l'atvazione e la proliferazione.(5) Cellule T mature atvate (CD45RO +) esprimono l'anqgene CLA.(6) AnQgene CLA è in grado di legarsi alle selecqne E- e P- espresse dalle cellule endoteliali nel derma. (7)Questa interazione sqmola le cellule T ad esprimere LFA- 1 e VLA- 4 e le cellule endoteliali a produrre molecole di adesione intercellulare e vascolare (ICAM e VCAM).(8) L'interazione di queste molecole perme9e alle cellule T atvate di migrare a9raverso le venule postcapillari nel derma. (9 ) Le cellule T atvate possono migrare verso le aree di espressione dell'anqgene nel derma e dell'epidermide. (10) Le cellule T atvate possono secernere citochine come IFN- o- TNF e reclutare altre cellule effe9rici immuni, tra cui i neutrofili Walsh et al. CMAJ 2004

57 Migliorare immunogenicità ed efficacia Intanza 15 mcg anni anni Intanza 9 mcg Fluzone Intradermal Migliorare tollerabilità, accettabilità e copertura

58 Differenza ID-IM (%) Arnou R et al., Vaccine 2009

59 Differenza ID-IM (%) Arnou R et al., Vaccine 2009

60 Figure 1. How acceptable was/ were your local reaction(s)? Durando P 1, Alberti M 1, Pintaudi A 1, Accurso G 1, Rosselli R 2, Turello V 2, Marensi L 2, Ansaldi F 1, Sticchi L 1, Corsini D 3, Icardi G 1, and the Intradermal Influenza Vaccine Study Group* [de Florentiis D 1 ] *Intradermal Influenza Vaccine Study Group: Albanese E, Alicino C, Angeli C, Arenare L, Borzone F, Cacciani R, Cardamone G, de Florentiis D, Gallo D, Iudici R, Mantero P, Martini M, Opisso A, Petrucci A, Zacconi M. 1 Department of Health Sciences, San Martino Hospital, University of Genoa, Genoa, Italy 2 Local Public Health Unit of Genoa (ASL 3 Genovese), Genoa, Italy 3 Informa Srl, Rome, Italy Figure 2. How acceptable was your pain? Niente Un po ' moderatamente molto totalmente Figure 3. How satisfied were you with the injection system? Acceptable: 98.8% Acceptable: 98.4% Acceptable: 97.3% Satisfied: 99.6%

61 Differenza ID-IM (%) Dose antigene 9 mcg years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Leroux 2008) years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Beran 2009) H1N1 H3N2 B years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Beran 2009) years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Arnoui 2010) years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Frenck 2011) years, HIV+, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Ansaldi, 2012) Dose antigene 15 mcg >60 years, 15 mcg ID vs 15 mcg IM (Arnou 2009) >60 years, 15 mcg ID-ID vs 15 mcg IM-IM (Arnou 2009) >60 years, 15 mcg ID-ID-ID vs 15 mcg IM-IM-IM (Arnou 2009) years, N.R.R.T., 15 mcg ID vs 15 mcg IM (Morel2010) Ansaldi F et al., Expert Opinion 2011

62 Differenza ID-IM (%) Dose antigene 9 mcg years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Leroux 2008) years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Beran 2009) years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Beran 2009) years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Arnoui 2010) years, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Frenck 2011) H1N1 H3N2 B Pool dati pubblicati [ad esempio contro A(H1N1)] Dose antigene: 9 mcg Popolazione: 3016 ID vs 2184 IM Prevented fraction: -1% (-0.4%, 3.4%) p= NS years, HIV+, 9 mcg ID vs 15 mcg IM (Ansaldi, 2012) Dose antigene 15 mcg >60 years, 15 mcg ID vs 15 mcg IM (Arnou 2009) >60 years, 15 mcg ID-ID vs 15 mcg IM-IM (Arnou 2009) >60 years, 15 mcg ID-ID-ID vs 15 mcg IM-IM-IM (Arnou 2009) Dose antigene: 15 mcg Popolazione: 2870 ID vs 1317 IM Prevented fraction: +4% (0.3%, 7.4%) p= years, N.R.R.T., 15 mcg ID vs 15 mcg IM (Morel2010) Ansaldi F et al., Expert Opinion 2011

63 Obiettivo. Valutare la capacità del vaccino antinfluenzale intradermico 15 µg a elicitare una efficace risposta anticorple contro i virus circolanti che presentano differente pattern antigenico rispetto allo strain vaccinale Stagione 2006/ /11 2 Vaccino ID versus Split Virosomale Popolazione 60 anni 60 anni Ceppo vaccinale Risposta immunitaria valutata versus A/Wisconsin/67/2005 (H3N2) A/California/7/2009 (H1N1) pdm 09 A/Wisconsin/67/2005 (H3N2) A/California/7/2009 (H1N1) pdm 09 A/Brisbane/10/07 (H3N2) Ceppi A(H3N2) circolanti nelle stagioni 2005/06 e 2006/07 Ceppi A(H1N1) pdm 09 circolanti nella stagioni 2010/11 1 Ansaldi F et al., Vaccine Ansaldi F et al., Human Vaccines 2013

64 Brisbane/07-like Nepal/06-like-like Wisconsin/05 California/04-like

65 Corrected post vaccination HI titer Vaccino IM split Vaccino ID 75 percentile Mediana 25 percentile Tasso di sieroprotezione (%) +4% +4% +32% 0 +12% +16% Wilcoxon test p<0.05 Ansaldi F et al., Vaccine 2012

66 Vaccino IM split Vaccino ID Post vaccination GMT (95% C.I.) Wilcoxon test p<0.05 Wilcoxon test p=0.05 Ansaldi F et al., Vaccine 2012

67 ü FLUENZ nasal spray, suspension, a single-use nasal applicator ü 0.2 ml intranasal spray (0.1 ml per nostril) ü Contains no preservatives (e.g., no thimerosal) or adjuvants ü FLUENZ is marketed by MedImmune under the trade name FluMist and was approved by the US Food and Drug Administration in 2003 ü The seasonal vaccine is currently approved in five countries including the US and Canada for 2-59 years, Hong Kong, South Korea, Israel, UAE, Macau for 2-49 years, Europe for 2-17 years ü Children from 24 months who have not been previously vaccinated against seasonal flu should be given a second dose after at least four weeks. Controindications: Children and adolescents with hypersensitivity to the active ingredients clinically immunodeficient due to conditions or immunosuppr. therapy salicylate (e.g. aspirin) therapy safety has been established in children of all ages with mild to moderate asthma. Not sufficient data on children with severe asthma. is not contraindicated for use in individuals with asymptomatic HIV infection 67 EMA Assessment report FLUENZ

68 ü LAIV vaccine is sprayed directly into the nasal cavity 1 ü Needle-free ü Active inhalation/sniffing not required ü Intranasal administration enables induction of immunity at the site of virus entry 2 ü Induces a broad innate, mucosal and systemic response 2 ü Designed to more closely mimic the immune response generated by wild-type influenza 2 Attenuated virus: disease-causing properties removed so as not to cause illness Cold-adapted: replicates efficiently only in the cooler areas of the nasopharynx Temperature-sensitive: does not replicate efficiently in warmer areas of the lower respiratory tract where influenza viruses typically replicate 1. FLUENZ SmPC 2. Tosh P et al. Mayo Clin Proc 2008; 83: Cox RJ, et al. Scand J Immunol. 2004;59: Assessment report Fluenz, Maassab HF, DeBorde DC. Vaccine. 1985b;3(5):

69 Clinical efficacy or immunogenicity data from 43 studies > subjects 31 studies included paediatric subjects Efficacy in paediatric subjects were assessed in 9 studies > children 6 placebo-controlled 3 TIV (trivalent inactivated influenza vaccine) controlled Safety data > 28,500 subjects 2 to 17 years of age from clinical studies > 52,500 children and adolescents from post authorization safety studies Flumist on the US market since 2003 > 39 million doses have been distributed 69

70 70 Solicited reactogenicity events days 0 10 post-vaccination in year 1 of TIV studies Incidence, % * * LAIV dose 1 TIV dose 1 LAIV dose 2 TIV dose * 0 Fever Data available from six TIV-controlled studies. *Statistically significant difference (p<0.05). Ambrose CS et al. Influenza Other Respi Viruses 2011; DOI: /j x. Adapted from Ambrose CS et al, 2011

71 Placebo studies D153-P501 and AV006 2 years to 6 years of age 1-2 LAIV (N=876-1,764) % Placebo (N=424-1,036) % Active-controlled study 2 years to 5 years of age 3 LAIV (N=2,170) % MI-CP111 TIV (N=2,165) % Event Runny nose/nasal congestion Decreased appetite Irritability Decreased activity (lethargy) Sore throat Headache Muscle aches Chills Fever 37,8 C 38,3 C Oral ,3 C 38,9 C Oral * Most common adverse reactions ( 10% in LAIV and at least 5% greater than in control) are runny nose or nasal congestion and fever >37,8 C in children 2-6 years of age Studies reflect the data collected between 2 pooled studies and 1 active-controlled study 1. Belshe, et al. N Engl J Med, 338:1405, Tam, et al. Pediatr Infect Dis J, 26:619, Belshe, et al. N Engl J Med, 356:685,2007.

72 72

73 Proportion of subjects 2 8 years of age reporting solicited symptoms during days 0 10 after the first vaccination 73

74 Not indicated in children < 24 months of age due to increased risk of wheezing post vaccination Children with Hospitalisations and Wheezing from CP111 Adverse reaction Age group FLUENZ Active Control Hospitalisation (any cause) From randomisation through 180 days post last vaccination Wheezing Requiring bronchodilator therapy or with significant respiratory symptoms, from randomisation through 42 days post last vaccination 6 11 months 6.1 % 2.6 % 12+ months No significant difference 6 23 months 5.9 % 3.8 % 24+ months No significant difference (2.1 vs 2.5%) 74

75 The incidence of asthma exacerbations were comparable between groups No significant differences were observed between treatment groups in mean PEFR findings, asthma symptoms scores, or night-time awakening scores Asthma exacerbations occurring within 42 days of vaccination with LAIV or TIV TIV LAIV Incidence (%) Asthma exacerbations Hospitalisation Unscheduled clinic visits Increased medication PEFR: Peak expiratory flow rate. Fleming D et al. Pediatr Infect Dis J 2006; 25:

76 Manzoli L. et al. Pediatr Infect Dis J RCTs in US, former USSR and EU, evaluating the efficacy of TIVs and LAIVs, between 1968 and 2003 Population age range: 6 months 18 years Outcomes used: ILI, lab-confirmed flu, OMA Meta-analyses of the effect of vaccination with TIV and LAIV on LAB-CONFIRMED INFLUENZA in healthy children TIV VE= 62% [45-75] LAIV VE= 72% [38-87] Overall VE= 67% [51-78] Rhorer J. et al., Vaccine studies in Asia, Europe, Mid East, South America, USA including: - nearly 25,000 children aged 6-71 months - nearly 2,000 children aged 6-17 years. Meta-analyses of vaccine efficacy for LAIV versus placebo (year 1, two doses in naive-children) for antigenically similar subtypes, by any strain and by specific strain Overall VE for any strain= 77%, (age<36 months= 74%) Overall VE A/H1N1= 85% Overall VE A/H3N2= 76% Overall VE B= 73%

77 2012 RCTs (n=17), cohort studies (n=19) and case-control studies (n=11) Pop.: 300,000 observations Population age range: healthy children <16 years Sources: The Cochrane Central Register of Controlled Trials, Old Medline, Medline, Embase, Biological Abstracts and Science Citation Index

78 Results of two double-blind, multicentre phase III or IV trial [Carter NJ et al., 2011 Drugs 2011]

79 M2 protein HA (HA1+HA2 conserved epitopes) M2 is a ph-activated proton-selective ion channel!essential for viral replication HA is a glycoprotein! receptors binding and membrane fusion Lanying Du et al. Microbes and Infection. 2010

80 Extracellular domain of M2 protein, higly conserved in all influenza A strains In animal models: v Induction of cross-reactive antibody response v Conferring productive immunity against lethal influenza A (H5N1 strains) v The performance of M2e-based vaccines can be modulated by different adjuvant formulations! explore in the clinical setting and/or in monkeys v The intranasal route of M2e-vaccine administration improves protection Phase I clinical studies have been conducted demonstrating their safety and immunogenicity in humans! EFFICACY STUDIES??? Hikono H, et al. Vet Immunol Immunopathol Tomikins, et al. Emerg Infect Dis Schotsaert, et al. Expert Rev Vaccines. 2009

81 v Mice and ferrets primed with a plasmid DNA encoding H1N1 HA vaccine and boosted with seasonal vaccines or with replication-defective adenovirus 5 (rad5) encoding HA gene v High production neutralizing of influenza antibodies directed against the HA conserved stem region! cross-protection against H1N1 drifted strains in non-human primates v HA-stem directed antibodies can be elicited through prime-boost immunization model despite previous influenza exposure Wei CJ, et al. Science Wei CJ, et al. Sci Transl Med Lee PS, et al. Proc Natl Acad Sci USA. 2012

82 Conflitti di Interessi Negli ultimi 5 anni, Filippo Ansaldi e/o il gruppo di ricerca a cui appartiene sono stati investigator o principal investigator in studi e hanno partecipato ad Advisory Board sponsorizzati da Crucell, GSK, Novartis, Pfizer (precedentemente Wyeth), Sanofi Pasteur

83 Vaccino intero (non in commercio in Italia) M2 protein Lipid membrane Haemagglutinin Neuraminidase Split vaccine M1 protein Ribonucleoprotein, including: - Viral RNA - Polymerase - Nucleoprotein Subunit vaccine

84 Come viene prodotto un vaccino influenzale A/PR8/34 X Virus circolante Semina e Crescita Concentrazione mediante centrifugazione Inattivazione e Purificazione Test di potenza Approvazione degli Enti Regolatori Pooling Packaging e distribuzione 7 mesi

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Prevenzione e controllo dell influenza. Campagna di vaccinazione antinfluenzale per la stagione 2014-15

Prevenzione e controllo dell influenza. Campagna di vaccinazione antinfluenzale per la stagione 2014-15 PROTOCOLLO VACCINAZIONE ANTI-INFLUENZALE Prevenzione e controllo dell influenza. Campagna di vaccinazione antinfluenzale per la stagione 2014-15 Il presente documento contiene: Protocollo operativo Allegato

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare

I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare I disturbi del sonno Il progetto Ci piace sognare Paolo Brambilla ASL Milano 2, Melegnano, Milano email: paolo.brambilla3@tin.it Gruppo di lavoro SIPPS Obesità e Stili di vita Sergio Bernasconi, Paolo

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza Fiammengo P., Coscia A., De Donno V., Tulisso S., Maula S., Bianco M., Dall Aglio M., Farinasso D., Alessi D., Foco L., Costa L. Mentre la

Dettagli

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70 Mediterranean Nutrition Group La nutrizione nei primi 1000 giorni Contributo n 70 MeNu GROUP MediterraneanNutrition LA NUTRIZIONE NEI PRIMI 1000 GIORNI UN OPPORTUNITÀ PER PREVENIRE SOVRAPPESO E OBESITÀ

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I)

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ESEMPIO 1 (continua): La costruzione del modello di Cox viene effettuata tramite un unico comando. Poiché il modello contiene una covariata categoriale

Dettagli

Citochine dell immunità specifica

Citochine dell immunità specifica Citochine dell immunità specifica Proprietà biologiche delle citochine Sono proteine prodotte e secrete dalle cellule in risposta agli antigeni Attivano le risposte difensive: - infiammazione (immunità

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

What drives memory T cell inflation during MCMV infection?

What drives memory T cell inflation during MCMV infection? DISS. ETH Nr. 19895 What drives memory T cell inflation during MCMV infection? DISSERTATION for the degree of DOCTOR OF SCIENCES of the ETH ZURICH presented by NICOLE TORTI Dipl. Natw. ETH Born 15.06.1983

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Un appello globale ai Leaders del G8 e gli altri donatori per far fronte alle sfide connesse alla salute materno infantile.

Un appello globale ai Leaders del G8 e gli altri donatori per far fronte alle sfide connesse alla salute materno infantile. Un appello globale ai Leaders del G8 e gli altri donatori per far fronte alle sfide connesse alla salute materno infantile Aprile 2008 1 Un appello globale ai Leaders del G8 e gli altri donatori per far

Dettagli

RAZIONALE CALENDARIO PER LA VITA - 2 EDIZIONE 2014

RAZIONALE CALENDARIO PER LA VITA - 2 EDIZIONE 2014 RAZIONALE CALENDARIO PER LA VITA - 2 EDIZIONE 2014 A due anni dalla prima edizione, il Calendario per la Vita si rinnova e si aggiorna. La creazione di una collaborazione strutturata e permanente tra Società

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

Edema maculare diabetico e trattamento laser

Edema maculare diabetico e trattamento laser Edema maculare diabetico e trattamento laser Diabetic macular edema and laser treatment Del Re A, Frattolillo A Centro Oculistico Del Re - Salerno Dr. Annibale Del Re e Dr. A. Frattolillo 18 RIASSUNTO

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE Dr.ssa ANNALISA BIANO ASL 2 SAVONESE S.S.D. LABORATORIO DI PATOLOGIA CLINICA P.O. CAIRO MONTENOTTE GRUPPO LIGURE di AUTOIMMUNITA ARTRITE REUMATOIDE: PROBLEMATICHE

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Attivazione dei linfociti T

Attivazione dei linfociti T Attivazione dei linfociti T Attivazione linfociti T: caratteristiche generali Eventi extracellulari - Riconoscimento dell antigene - Interazione dei recettori costimolatori Eventi intracellulari - Trasduzione

Dettagli

Percorso adolescenza:l agoiniezione di vit K nel punto San Yinjiao per la dismenorrea, risultati di uno studio pilota

Percorso adolescenza:l agoiniezione di vit K nel punto San Yinjiao per la dismenorrea, risultati di uno studio pilota Percorso adolescenza:l agoiniezione di vit K nel punto San Yinjiao per la dismenorrea, risultati di uno studio pilota Grazia Lesi1 Liviana Gammi1 Francesco Cardini2 Annagiulia Gramenzi3 1- Dipartimento

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Shih-Hao Huang, DDS, MS, PhD, From the *Department of Dentistry, School of Dentistry, National Yang-Ming University, Taipei, Taiwan;

Shih-Hao Huang, DDS, MS, PhD, From the *Department of Dentistry, School of Dentistry, National Yang-Ming University, Taipei, Taiwan; L effetto dell uso della diga di gomma sul tasso di sopravvivenza dei denti che ricevono il primo trattamento canalare: studio basato sull intera popolazione nazionale Po-Yen Lin, DDS, MS, MPH,* Yang Chi,

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

I I SEGNALI COSTIMOLATORI DEI LINFOCITI T FEDERICA COLLINO

I I SEGNALI COSTIMOLATORI DEI LINFOCITI T FEDERICA COLLINO I I SEGNALI COSTIMOLATORI DEI LINFOCITI T FEDERICA COLLINO ATTIVAZIONE DEI LINFOCITI T L attivazione dei linfociti T vergini richiede la presenza di una particolare regione di contatto tra le cellule T

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Autore: Franco Giovanetti Dirigente medico Dipartimento di Prevenzione ASL CN2 Alba Bra Regione Piemonte

Autore: Franco Giovanetti Dirigente medico Dipartimento di Prevenzione ASL CN2 Alba Bra Regione Piemonte Vaccinazioni pediatriche: le domande difficili Autore: Franco Giovanetti Dirigente medico Dipartimento di Prevenzione ASL CN2 Alba Bra Regione Piemonte Il contenuto del presente documento può essere liberamente

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

LE PROTEINE VITAMINA K DIPENDENTI: UN LINK ULTERIORE TRA OSSO E PARETE VASALE

LE PROTEINE VITAMINA K DIPENDENTI: UN LINK ULTERIORE TRA OSSO E PARETE VASALE LE PROTEINE VITAMINA K DIPENDENTI: UN LINK ULTERIORE TRA OSSO E PARETE VASALE Dott.ssa M.Pasquali VITAMINA K K1 fillochinone K2 menachinone (Carl Peter) Henrik Dam (1895-1976) Glutammato Proteina noncarbossilata

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli

Metodologia e Ricerca clinica Il Giornale di AMD 2013;16:377-383

Metodologia e Ricerca clinica Il Giornale di AMD 2013;16:377-383 Come pianificare uno studio clinico MD il giornale di Rivista Rivista dell Associazione Medici Diabetologi PERIODICO DI APPROFONDIMENTO SCIENTIFICO, FORMAZIONE, MODELLI ASSISTENZIALI S. De Riu 1, M.L.

Dettagli

Istruzioni per gli autori

Istruzioni per gli autori Istruzioni per gli autori Informazioni generali LO SCALPELLO OTODI Educational è la rivista ufficiale della Società Italiana degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d Italia (OTODI) e pubblica articoli

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli