CHIARIMENTI al 1/9/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CHIARIMENTI al 1/9/2010"

Transcript

1 CHIARIMENTI al 1/9/ QUESITO In riferimento ai requisiti richiesti per la figura di Service Delivery Manager (Capitolato tecnico pag. 66 di 100), si richiede se la certifica ITIL v2 Service Manager richiesta a Capitolato corrisponde alla certificazione ITIL Foundation Certification in IT - Service Management RISPOSTA 1 Sì 2 QUESITO In riferimento ai requisiti richiesti per la connettività di servizio ( Capitolato tecnico pag. 51 di 100 paragrafo ), si richiede dove e situato oggi il centro stella e, se noto, dove sarà attestato dopo la migrazione RISPOSTA 2 Attualmente il centro stella si trova nella sede di AL in viale Restelli 3/1, a Milano. In seguito alla migrazione si troverà presso la sede di Regione Lombardia di via Taramelli, a Milano al piano interrato, dotato di appositi pozzetti lato strada per l ingresso delle linee di telecomunicazione esterne. 3 QUESITO In riferimento ai requisiti richiesti per la connettività di servizio (Capitolato tecnico pag. 51 di 100 paragrafo ), si richiede di conoscere, se possibile, il piano di indirizzamento privato di ARPA Lombardia RISPOSTA 3 Non è ritenuto necessario ai fini della gara. 4 QUESITO In riferimento ai requisiti richiesti per il servizio di housing di server e storage (Capitolato Tecnico pag. 50 di 100 par e Allegato A1), si richiede di confermare che tutti i server e storage elencati all Art. 4 e all Art. 5 pag. 5 e 6 di 10 dell Allegato A1 sono da migrare nel CED del Fornitore in regime di housing RISPOSTA 4 Si conferma che Server e storage da migrare presso il CED del Fornitore sono elencati agli Articoli 4 e 5 dell Allegato 1. 5 QUESITO In riferimento ai requisiti di continuità operativa (Capitolato Tecnico pag. 56 di 100 par. 5.7 e pag. 30 di 100 par. 4.7), si richiede l elenco dei server che ospitano le applicazioni (tabella a pag. 57 di 100 del Capitolato Tecnico) da mettere sotto regime di continuità operativa RISPOSTA 5 Le applicazioni da mettere sotto regime di continuità risiedono sul Server blade descritto in Allegato 1. 1/17

2 6 QUESITO In riferimento ai requisiti di Backup & Restore (Capitolato Tecnico pag. 32 di 100 par ), si richiede conferma che la strumentazione hw e sw di backup/restore sia dei server che dei pdl verrà interamente messa a disposizione dal Cliente RISPOSTA 6 L infrastruttura di backup messa a disposizione da AL consiste in: - Per i Server: o Sede centrale: area dedicata su Storage Area Network e software specifico Symantec o BackupExec installato su ciascun server Sedi dipartimentali: su ogni server è effettuato il backup in locale mediante il software Windows Backup. E possibile che in futuro avvenga l integrazione del backup anche di questi server sulla Storage Area Network. - Per le Pdl: non esiste attualmente infrastruttura di backup centralizzata, tuttavia è previsto un progetto per mettere a disposizione degli utenti un area di backup su file system condiviso, che a sua volta sarà sottoposto a backup nelle modalità attualmente previste per i server della sede centrale Il concorrente è comunque libero di proporre una propria soluzione di backup alternativa a quella attualmente messa a disposizione di AL, come previsto nel capitolato tecnico al punto QUESITO In riferimento ai requisiti di compilazione dell Offerta Tecnica (Disciplinare di Gara, pag. 5/19 art.5) si richiede se la Sez. II (Sintesi riepilogativa delle caratteristiche migliorative...) sia da considerarsi documento separato dalla Sez.I e in tal caso quale sia il numero massimo di pagine richiesto per quest ultimo. RISPOSTA 7 Ciascun tema da trattare nell offerta tecnica (cfr. punti da 1 a 11 dell art. 5 nel disciplinare) è composto da un documento articolato nelle due sezioni indicate, in cui la seconda sezione riporta la sintesi degli aspetti migliorativi di quanto dettagliato nella prima sezione. Il conteggio delle pagine per ciascun tema si riferisce all insieme delle due sezioni. 8 QUESITO Disciplinare di gara art. 6.3 capacità tecnico professionale. Si chiede di chiarire se sia consentito l istituto dell avvalimento per il requisito C Certificazione IT SMF ISO/IEC RISPOSTA 8 No, non è consentito trattandosi di requisito tecnico di carattere soggettivo. 9 QUESITO Par pag.9: non è definito il rapporto tra le postazioni standard e quelle evolute. Domanda: Non essendo esplicitata la numerosità di postazioni standard e postazioni evolute, è richiesto al fornitore di esplicitare il mix che intende proporre? RISPOSTA 9 2/17

3 Si preveda una ipotesi di distribuzione di 15% di notebook, 70% di postazioni fisse base e 15% di postazioni fisse evolute. 10 QUESITO Par pag. 22: per stimare l attività non sono stati forniti dati quali posizionamento attuale delle stampanti, volumi di stampa, ecc.. Domanda: Non essendo indicati dati quantitativi che permettano un dimensionamento del servizio di gestione delle stampanti, posizionamento delle stesse e relativi consumabili, è possibile proporre in alternativa alla quotazione delle stampanti multifunzione un progetto di analisi che produca i seguenti output (in base agli effettivi volumi di stampa rilevati nello studio): - numero di stampanti multifunzione da installare; - posizionamento delle stampanti; - dimensionamento dei consumabili; - ecc.? RISPOSTA 10 No, si veda il capitolato tecnico. 11 QUESITO Par pag. 22: si parla di caricamento della carta. Come da domanda precedente: Il caricamento carta è un attività svolta all atto dell intervento di sostituzione toner/manutenzione. La richiesta di esecuzione dell attività singola (svolta abitualmente dagli utilizzatori delle stampanti) sembrerebbe essere un refuso. RISPOSTA 11 Non è previsto il servizio singolo di caricamento carta. 12 QUESITO Par pag. 25: relativamente alla frase L assistenza tecnica dovrà essere garantita attraverso apposito Help Desk gestito con personale e attrezzature del Fornitore.. Domanda: In caso di società multinazionale e quindi, con diverse ragioni sociali nelle varie nazioni, è possibile erogare il servizio fuori dall Italia fermo restando i requisiti/vincoli richiesti (personale dipendente, lingua italiana, orari di servizio, ecc.)? RISPOSTA 12 Si veda il capitolato tecnico 13 QUESITO Par pag. 38: Postazione standard. Si richiede di utilizzare Sysmark 2004 per la valutazione delle prestazioni della macchina. Domanda: Essendo un test non più disponibile come sistema di benchmark è possibile effettuare le valutazioni tramite Sysmark 2007? Questa domanda è valida anche per le postazioni evolute. 3/17

4 RISPOSTA 13 Si tratta di un refuso, la cifra 2004 è da correggersi in 2007 sia nella riga della tabella al punto , sia nella medesima riga nella tabella al punto QUESITO Par pag. 38: Postazione standard. Alloggiamenti esterni. Domanda: In alternativa alla configurazione richiesta che prevede 3 baie da 5,25 accessibili dall esterno è possibile prevedere una macchina con 2 baie da 5,25 e 1 baia da 3,5 accessibili dall esterno? Questa domanda è valida anche per le postazioni evolute. RISPOSTA 14 Si tratta di un refuso, sono richiesti un minimo di 2 alloggiamenti esterni da 5,25 sia per la postazione base( ) sia per quella evoluta( ). 15 QUESITO Par pag. 41: Postazione evoluta. Tipo di chassis. Domanda: Tutte le unità PDL evolute dovranno essere predisposte per il montaggio a rack?. RISPOSTA 15 Si tratta di un refuso nella compilazione della tabella, si sostituisca la frase predisposto per montaggio a rack con la seguente: predisposto per il posizionamento verticale o orizzontale. 16 QUESITO Par pag. 41: Postazione evoluta. Tipo di chassis. Domanda: Tutte le unità PDL evolute dovranno essere predisposte per il montaggio a rack?. RISPOSTA 16 Si veda la risposta alla domanda QUESITO Par pag. 41: Postazione evoluta. BUS. Domanda: E possibile fornire una macchina dotata di 4 slot di memoria anziché 6?. RISPOSTA 17 Si veda il capitolato tecnico. 18 QUESITO Par pag. 42: Postazione evoluta. Porte I/O esterne. Domanda: Non è specificata la caratteristicha della porta ULTRA SCSI esterna richiesta. Oltre a ULTRA SCSI vi sono infatti ULTRA WIDE SCSI, ULTRA2 SCSI, ULTRA2 WIDE SCSI, ULTRA3 SCSI, ULTRA-320 SCSI e ULTRA-640 SCSI. 4/17

5 RISPOSTA 18 Si tratta di un refuso, la porta ULTRA SCSI non è richiesta. 19 QUESITO Par pag. 44: Notebooks. Tipo di schermo. Domanda: E corretto considerare la fornitura di un portatile con schermo da 12,1 o in alternativa di uno con uno schermo superiore ai 15,6? Oppure vi è un refuso?. RISPOSTA 19 Si tratta di un refuso, la dimensione di display richiesta è unicamente 12,1 o confrontabile. 20 QUESITO Par pag. 45: Notebooks. Porte I/O esterne. Domanda: E possibile fornire al posto della porta di uscita S-Video una più moderna porta Display Port?. RISPOSTA 20 Si. 21 QUESITO Par pag. 45: Notebooks. Porte I/O esterne. Domanda: E possibile fornire un notebook senza FastIR ( tecnologia obsoleta) visto che già è richiesto nelle specifiche l interfaccia Bluetooth?. RISPOSTA 21 sì purché sia reso disponibile dal fornitore, su richiesta di Arpa e senza ulteriore aggravio di costi, l apposito adattatore USB/FASTIR. 22 QUESITO Par pag. 45: Notebooks. Gestione della Sicurezza. Domanda: Con Drive Lock si intende la possibilità di proteggere l accesso ai dati del disco fisso tramite password?. RISPOSTA 22 Con Drive Lock, ai fini della presente gara d appalto, si intende una funzionalità integrata nell hard disk che consente la protezione nell accesso all hard disk mediante password. 5/17

6 23 QUESITO Modulo di offerta economica Domanda: Si richiede di chiarire se le voci Offerta (IVA esclusa) presenti all interno del Modulo di dettaglio delle quotazioni economiche delle voci sotto indicate siano da indicare come: a. E1 per le prime quattro voci valore relativo al canone triennale, per la quarta un prezzo unitario valevole nell arco contrattuale b. E2 prezzo unitario, eccedente gli interventi previsti nel canone e valevole nell arco contrattuale c. E3 prezzo delle tre voci come quota a parte del canone triennale RISPOSTA 23 Sì per tutti i tre punti richiesti. 24 QUESITO In caso di costituzione di RTI tra due società che non posseggono la certificazione IT SMF ISO/IEC 20000, esiste la possibilità di avvalersi delle certificazione di cui è in possesso un consulente esterno attualmente in contratto di collaborazione continuativa? RISPOSTA 24 Vedi risposta n QUESITO Servizi di continuità operativa Par. 4.7 capitolato tecnico È consentito utilizzare un Data Center di disaster recovery presente ad una distanza di 100 km dal principale? RISPOSTA 25 No, si veda il capitolato tecnico 26 QUESITO Servizi di continuità operativa Par. 4.7 capitolato tecnico È ammesso l utilizzo di un Data Center di una società sub fornitrice per il servizio di Disaster recovery? RISPOSTA 26 No, per il servizio di disaster recovery non è ammesso il subappalto. 27 QUESITO Rinnovo PdL Par capitolato tecnico Il materiale aggiuntivo a richiesta indicato è incluso in un canone forfettario? RISPOSTA 27 6/17

7 No, come del resto indicato al medesimo punto del capitolato tecnico con la dicitura ai costi di volta in volta proposti 28 QUESITO Rinnovo PdL Par capitolato tecnico Sono riportate le caratteristiche delle Stampanti Multifunzione. Nei volumi sono indicate circa 158 Stampanti di rete; sono da considerarsi tutte Multifunzioni o hanno caratteristiche diverse? RISPOSTA 28 Le stampanti di rete non sono tutte multifunzione. 29 QUESITO Gestione PdL Par capitolato tecnico Si cita MOM come Sistema di gestione SW delle PdL dando facoltà di utilizzo al fornitore. È presente anche la parte di gestione SW Microsoft SCCM?? RISPOSTA 29 SCCM non è presente 30 QUESITO Outsourcing infrastrutture Par capitolato tecnico Si chiede di chiarire cosa si intende per Data Center di proprietà. In particolare, si chiede di precisare se è possibile utilizzare il Data Center di una Società controllata, i cui asset sono ospitati presso un edificio in locazione. RISPOSTA 30 Si intende un Data Center i cui asset tecnici (impianti tecnici di varia natura, distribuzione interna di energia elettrica, cablaggi di rete, rack, infrastrutture di rete interne ed altra attrezzatura di corredo) siano di proprietà del soggetto offerente, il quale dispone di diritti di accesso esclusivo ai locali ed ha responsabilità integrale del controllo di tutte le infrastrutture in essi contenute. È esclusa dalla proprietà unicamente la componente puramente edilizia dei locali, che può essere invece affittata dal soggetto offerente. Gli asset tecnici devono essere di proprietà del soggetto giuridico offerente. La società controllata è soggetto giuridico diverso dall offerente (vedi anche parere dell Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture n. AG-31/09 del 5/11/2009). 31 QUESITO Outsourcing infrastrutture Par capitolato tecnico Per quanto concerne l infrastruttura da portare nel Data Center del fornitore è corretto fare riferimento a quanto riportato negli art. 4 e art. 5 dell allegato tecnico A1? È possibile avere indicazioni del numero di Rack? RISPOSTA 31 Si è corretto. I rack sono 2. 7/17

8 32 QUESITO Outsourcing infrastrutture Par capitolato tecnico Il costo del moving è da includere nella fornitura? RISPOSTA 32 Sì 33 QUESITO Gestione e manutenzione dell Infrastruttura Par capitolato tecnico Si indica come incluse nel servizio attività di consolidamento e virtualizzazione. Si chiede indicazione del numero dei server applicativi identificati da AL che dovranno essere migrati dal CED di AL presso il Data Center del fornitore. RISPOSTA 33 Si veda l Allegato 1 34 QUESITO Gestione e manutenzione dell Infrastruttura Par capitolato tecnico Per il sistema software di Gestione Server è possibile anche utilizzare MOM già presente presso AL? RISPOSTA 34 Si (si consideri che è già avvenuta la migrazione a SCOM) 35 QUESITO Gestione e manutenzione dell Infrastruttura È possibile avere indicazione sulle modalità con cui viene effettuato il Backup dei server dipartimentali? RISPOSTA 35 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Gestione e manutenzione dell Infrastruttura par. 8.4 capitolato tecnico Per la manutenzione evolutiva dello storage il fornitore deve provvedere alla sostituzione/aggiunta di dischi? Il costo è da includere quindi nella fornitura nonostante la manutenzione HW dello stesso storage sia fuori scopo? RISPOSTA 36 Si per ambo i quesiti, è escluso unicamente il costo dello storage aggiuntivo e del relativo contratto di manutenzione, come del resto indicato nel Cpitolato Tecnico al punto 8.4 8/17

9 37 QUESITO Gestione e manutenzione applicativa par capitolato tecnico Nella gestione del servizio di stampa è incluso anche l approvvigionamento dei materiali di consumo o la sola gestione? RISPOSTA 37 E prevista la sola gestione per quanto riguarda le stampanti già di proprietà di AL. E invece previsto l approvvigionamento e la relativa gestione per le stampanti di nuova acquisizione nell ambito di questo appalto. 38 QUESITO Par. 4.7 pag. 29: Servizi di Continuità operativa. Domanda: relativamente al servizio di Disaster Recovery richiesto, si fa riferimento ad un ripristino dei servizi ottenuto attraverso dei backup su nastro. La gestione, lo spostamento e l archivazione di tali nastri è da prevedersi presso la sede principale (Datacenter di produzione) o presso la sede remota ospitante il servizio di Disaster Recovery, cioè è da prevedersi un servizio di Tape Management dei back-up da erogarsi con cadenza giornaliera? RISPOSTA 38 Il Concorrente è libero di proporre la soluzione ritenuta più idonea, nel rispetto di quanto richiesto nel Capitolato Tecnico. 39 QUESITO Par. 4.7 pag. 29: Servizi di Continuità operativa. Domanda: in caso di risposta affermativa, alla domanda precedente, è possibile proporre un servizio di replica dei sistemi attraverso rete telematica? RISPOSTA 39 Si 40 QUESITO Par. 5.7 pag. 56: Servizi di Continuità e Par. 4.7 pag.29 Domanda: si chiede di esplicitare quali sistemi di AL dovranno essere previsti nel servizio di Disaster Recovery; il capitolato fa riferimento a due scenari distinti ovvero: tutti i sistemi di AL affidati al servizio di Hosting del fornitore (come citato a pag.57 del capitolato) oppure ai servizi più importanti di AL (come citato a pag.30 del capitolato). RISPOSTA 40 Il servizio di Disaster Recovery interessa tutti i servizi di AL. Il servizio di Continuità Operativa (Business Continuity) è relativo invece ai soli servizi specificati nella tabella a pag. 57 del Capitolato Tecnico. 9/17

10 41 QUESITO Par. 4.7 pag. 29: Servizi di Continuità operativa. Domanda: relativamente al servizio di Disaster Recovery richiesto, si chiede di esplicitare quale sia il massimo livello di degrado prestazionale accettato per l erogazione di tale servizio? RISPOSTA 41 Si accetta l erogazione del servizio di Disaster recovery con un degrado prestazionale non superiore al 50% rispetto all infrastruttura in normale operatività. 42 QUESITO Nel Disciplinare viene richiesta la relazione tecnica suddivisa in 2 sezioni: Caratteristiche tecniche offerte (11 punti) Sintesi riepilogativa caratteristiche migliorative (come vanno inserite le 2 sezioni? Per ogni punto oppure prima tutti i punti e poi la sezione migliorativa?) RISPOSTA 42 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Bisogna inserire i CV? Di quali figure? RISPOSTA 43 Si veda il Capitolato Tecnico, punto 6. I CV vanno allegati alla documentazione del tema nr. 11 (cfr. Disciplinare di Gara, art. 5) e non sono inclusi nel conteggio massimo delle pagine per tema. 44 QUESITO Qual è l attuale sistema di backup e restore dei SRV e delle Pdl? RISPOSTA 44 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Nella fornitura di PDL quante sono le postazioni di lavoro standard e quante quelle evolute? RISPOSTA 45 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Nella fornitura di PDL è possibile avere un indicazione di massima sul rool out, nei tre anni, delle PDL standard e evolute? 10/17

11 RISPOSTA 46 No. 47 QUESITO PDL standard: chiediamo conferma che, per chassis convertibile, si intende un prodotto che è stato progettato per operare sia in posizione orizzontale che verticale? RISPOSTA 47 Confermato. 48 QUESITO PDL evoluta: la predisposizione a montaggio a RACK deve essere compresa nella configurazione iniziale o può essere venduta successivamente e separatamente, come KIT (staffe di montaggio a RACK, ecc..), qual ora ve ne fosse la necessità? RISPOSTA 48 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Monitor 19 : il monitor da voi richiesto può avere una risoluzione anche pari a 1680x1050? RISPOSTA 49 Si. 50 QUESITO Monitor 19 e 23 : per migliorare i risparmi energetici ed essere conformi alle specifiche dell ENERGY STAR 5.0, i monitor da voi richiesti possono avere una luminosità anche pari a 250cd/m2? RISPOSTA 50 Si. 51 QUESITO Monitor 19 e 23 : il microfono integrato nel monitor può essere sostituito da una cuffia con microfono? RISPOSTA 51 No. 52 QUESITO 11/17

12 I cavi di sicurezza da voi richiesti per i Monitor e per i Notebook dovranno avere la possibilità di essere aperti tramite un unico passparttout, in grado di essere utilizzato anche per acquisti di singole PDL, Monitor, Stampanti, ecc...fuori della fornitura stessa? RISPOSTA 52 No. 53 QUESITO PDL standard e evoluta: poichè si richiede SO Windows 7 Enterprise, è poichè l Enterprise è l equivalente dal punto di vista funzionale alla versione Windwows 7 Ultimate (OEM), è possibile fornire quest ultima versione di SO? RISPOSTA 53 Si. 54 Quesito Capitolato tecnico par Il numero totale di interventi compresi forfettariamente nel canone onnicomprensivo base o proroga/rinnovo delle postazioni è da considerarsi di 1000/annui per ciascuna tipologia indicata (Installazioni, Move, Add, Change) e quindi è da intendersi un totale di 4000/annui? RISPOSTA 54 Si, 1000 interventi per ciascuna tipologia. 55 QUESITO Capitolato tecnico par.5.7 Con riferimento ai sistemi di AL che devono essere inclusi nel servizio di Disaster Recovery, quali sono i volumi di dati e di transazioni da replicare giornalmente? RISPOSTA 55 Il reperimento di tali informazioni di dettaglio è a carico del Fornitore nell ambito della fase di Transizione Iniziale, come indicato nel Capitolato Tecnico, punto QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.7 Si richiedono maggiori informazioni riguardo le apparecchiature informatiche esistenti, In particolare per le pdl si richiede una suddivisione per tipologia di CPU e quantità di RAM, mentre per le stampanti si richiede una suddivisione per Formato A4/A3 e numero pagine per minuto. RISPOSTA 56 12/17

13 57 QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.8 E possibile avere una indicazione numerica relativa ai sistemi operativi installati? RISPOSTA QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par E corretto intendere che i materiali di consumo verranno forniti da AL? RISPOSTA 58 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par I materiali di consumo diversi da toner (ad esempio: fusori, maintenance kit, testine di stampa, etc.) sono da considerarsi a carico del Fornitore? RISPOSTA 59 Anche per i materiali di consumo diversi dai toner valgono le medesime considerazioni di cui alla risposta al quesito nr QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par E possibile avere un indicazione circa la quantità di dati presenti sulle PdL di cui occorre effettuare il backup? RISPOSTA QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.7 La tabella a pagina 57 riporta l elenco delle applicazioni da includere nel servizio di continuità operativa. Si richiede se le licenze software necessarie per l espletamento di tali servizio sono a carico di ARPA? Alcune di queste applicazioni sono sviluppate ad hoc o pacchettizzate per ARPA (ARCIMS, PREVISORE, ECCELLENTE, SIRF). Si richiede conferma che l installazione e la configurazioni di questi servizi sono a carico di ARPA? RISPOSTA 61 Le licenze sono a carico di AL, così come l installazione di eventuali applicazioni custom. 13/17

14 62 QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.4 e 6 In riferimento alla lista server di pagina 5 si richiedono maggiori dettagli delle configurazioni hardware: in particolare tipologia e numero di CPU, RAM, capacità hard disk. Inoltre si richiede di specificare se l enclosure che ospita le lame fisiche è singolo o ridondato e se le lame sono ripetute su più enclosure. RISPOSTA QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.4 e 6 In riferimento alla lista server di pag.5 si richiede di indicare per ciascun server se è clusterizzato, in load balancing o su singola macchina. RISPOSTA QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.4 e 6 E possibile sapere quanti Database sono gestiti da ciascun DB server? Qual è la dimensione dei singoli DB gestiti? Che percentuale di crescita è prevista in termini di occupazione di spazio? Che volumi di dati vengono generati in scrittura nei momenti di picco? RISPOSTA QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.4 E possibile sapere qual è lo spazio netto su storage Fujitsu a disposizione dei server? RISPOSTA QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.7 Si richiede quale delle applicazioni da porre in continuità operativa è già clusterizzata? RISPOSTA 66 14/17

15 67 QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.5 Si richiede se la SAN dispone anche di switch Fiber Channel? RISPOSTA 67 Si. 68 QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.7 Il Capitolato Tecnico specifica le applicazioni critiche oggetto del servizio di Continuità operativa. Si richiede di specificare anche le applicazioni meno critiche oggetto di Disaster Recovery. RISPOSTA QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par Si richiede se nell ipotesi di soluzione di Backup&Restore con librerie virtuali è da prevedere anche l archiviazione su supporto magnetico tape? RISPOSTA 69 E a facoltà del Concorrente, nel rispetto dei requisiti imposti dal Capitolato Tecnico. 70 QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.1 Si richiede conferma che nel piano di rinnovo delle pdl si debba prevedere la fornitura di una stampante multifunzione per RISPOSTA 70 Il quesito è incompleto, non è possibile rispondere. 71 QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.1 Il numero di stampanti da fornire è da considerarsi di almeno 100 unità per ogni anno di valenza contrattuale così come il numero di pdl indicato? RISPOSTA 71 La fornitura delle stampanti è richiesta unicamente a discrezione di AL, non è inclusa nel canone relativo ai servizi di base (di cui al punto all art. 6.1 del Capitolato Speciale) e non è, quindi, collegata alla fornitura delle Pdl. 15/17

16 72 QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.1 Per ogni pc/notebook fornito, è da prevedere anche la fornitura di una stampante? RISPOSTA 72 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.1 Riguardo il rinnovo tecnologico delle pdl (100 unità), si richiede di conoscere la percentuale delle pdl da fornire suddivisa per le tre tipologie (standard/evoluta/notebook). RISPOSTA 73 Si veda la risposta al quesito nr QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA - cap.6 I curricula del personale sono da intendersi nominativi? RISPOSTA 74 Si. Si veda anche la risposta al quesito nr QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.2 Al di là del trasloco previsto dalla sede di viale Restelli, eventuali traslochi (ad esempio di sedi periferiche) sono da intendersi extra capitolato? RISPOSTA 75 Si, sono da intendersi extra capitolato. 76 QUESITO Allegato A1 Situazione attuale dotazione IT art.7 Allo scopo di redigere un piano di rinnovo efficace, si richiedono maggiori informazioni sulla dotazione software delle pdl, in particolare per quanto riguarda la presenza di sistemi operativi e software fuori supporto. RISPOSTA 76 16/17

17 77 QUESITO Capitolato tecnico all.a CSA par.5.7 Per una corretta strutturazione del piano di continuità, gli standard internazionali richiedono la redazione di una Analisi dei Rischi e di una Business Impact Analysis per i processi supportati dai servizi posti in continuità. Queste attività sono da intendersi extra capitolato? RISPOSTA 77 No, queste attività sono incluse nel capitolato e, quindi, nel canone relativo ai servizi di base. 78 QUESITO Il costo delle licenze dei prodotti installati sulla infrastruttura di DR, così come il costo di eventuali servizi professionali ad essi connessi (es.: installazione di applicazioni custom) p da intendersi a carico di AL? RISPOSTA 78 Si veda la risposta al quesito nr. 61. Tutte le attività specifiche del servizio di Disaster Recovery si intendono invece interamente a carico del Fornitore. 79 QUESITO Il sistema di gestione della sicurezza informatica è da intendersi limitato all infrastruttura e ai processi direttamente sotto il controllo del fornitore o deve essere esteso anche ai componenti del servizio presso le sedi di AL? RISPOSTA 79 Si, è limitato alle infrastrutture sotto il controllo del Fornitore. 80 QUESITO Si richiede conferma del fatto che l infrastruttura di back up sarà a carico del fornitore come specificato nella tabella di pag. 51 oppure a carico di ARPA come riportato a pag. 32 RISPOSTA 80 La tabella a pag. 51 del Capitolato Tecnico fa riferimento unicamente all infrastruttura di backup su nastro o virtual library presente nel datacenter del fornitore; tale infrastruttura è a carico del Fornitore. Le infrastrutture di backup citate a pag. 32 del Capitolato Tecnico si riferiscono invece alle sedi dipartimentali di AL e sono a carico di AL; a tal proposito si veda anche la risposta al quesito nr. 6. Il Responsabile del Procedimento Dr. Roberto Beria 17/17

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Agenzia per l'italia Digitale I SERVIZI MINIMI ESSENZIALI PER L ADOZIONE DELLE SOLUZIONI DI DISASTER RECOVERY, IN LINEA CON L ART.

Agenzia per l'italia Digitale I SERVIZI MINIMI ESSENZIALI PER L ADOZIONE DELLE SOLUZIONI DI DISASTER RECOVERY, IN LINEA CON L ART. Agenzia per l'italia Digitale I SERVIZI MINIMI ESSENZIALI PER L ADOZIONE DELLE SOLUZIONI DI DISASTER RECOVERY, IN LINEA CON L ART. 50 BIS DEL CAD VERSIONE 2.4 DEL 30/07/2012 SOMMARIO 1. Introduzione 2

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti,

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, Data Center ELMEC Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, alimentazione e condizionamento. Con il nuovo

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi

Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi Cloud computing Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi Schede di documentazione www.garanteprivacy.it Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi INDICE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM ARGOMENTI TRATTATI Il livello elevato Il disastro più diffuso e più probabile L'esempio da 10 miliardi di dollari per

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli